Uno stormo di... microcomputer

Un giovane ricercatore di Padova ha creato degli insoliti volatili elettronici in grado di planare in gruppo. Sfruttano Bluetooth e sono minuscoli server Linux


Londra – Viaggiano a velocità prossime ai 200 chilometri orari : sembrano piccoli elicotteri, ma in realtà sono dei sofisticatissimi computer basati su Linux, equipaggiati con Bluetooth e server http. Questi insoliti volatili sono in grado di formare veri e propri stormi, muovendosi in maniera autonoma oppure comandati da una stazione base.

Il progetto si chiama UltraSwarm e nasce dall’iniziativa di un giovane ricercatore italiano, Renzo De Nardi , trasferitosi all’ Università dell’Essex dopo aver conseguito la laurea in Italia. Recentemente presentato in occasione dell’ IEEE Swarm Intelligence Symposium , UltraSwarm è pensato per l’uso in ambienti interni. Le applicazioni pratiche sono pressochè infinite: dotato di telecamera integrata, ciascun robot potrà essere destinato al trasporto d’oggetti così come alla sorveglianza .

Il sistema, basato su minicomputer Gumstix , mira alla creazione di elicotteri miniaturizzati dotati di “intelligenza a stormo”: il calcolo in parallelo effettuato da grandi gruppi di microrobot. Le ricerche di Renzo De Nardi sono state fondamentali per lo sviluppo del prototipo di questi veri “computer volanti”, che traggono ispirazione dal simile progetto GrindSwarms .

Sfruttando i dispositivi Bluetooth, i robottini (chiamati Proxflyer ) si allacciano l’uno all’altro, creando una piconet basata su connessioni a brevissima distanza. Una volta effettuata la connessione, ciascun singolo elicottero condivide le proprie risorse e la propria potenza di calcolo con tutti gli altri membri dello stormo. Le future incarnazioni di questi aviorobot potranno addirittura contare su protocolli di comunicazione wi-fi, aumentandone esponenzialmente le potenzialità.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ok, nuove funzionalità, ma...
    Sarà compatibile con i dispositivi portatili? Una cosa ottima di outlook è quella di poter sincronizzarsi con palmari e cellulari, cosa fondamentale per un utilizzo businness. Senza dimenticare l'interoperabilità con una marea di software... se mancano questi presupposti sarà dura "combattere" con il prodotto M$:$
  • wazoo scrive:
    Redazione
    Il link a Chandler punta all'articolo su Aethera, magari questo va meglio: http://www.osafoundation.org/Chandler_Compelling_Vision.htm
    • la redazione scrive:
      Re: Redazione
      Aggiustato, grazie ;)- Scritto da: wazoo
      Il link a Chandler punta all'articolo su Aethera,
      magari questo va meglio:

      http://www.osafoundation.org/Chandler_Compelling_V

  • Anonimo scrive:
    Outlook
    Il piu' grosso problema di outlook office e' (era???) la sicurezza.Per il resto non e' malaccio, per parecchio tempo e' rimasto un riferimento per molti mail client.Le grosse strutture usano la piattaforma outlook (client office + server exchange) per gestire la posta elettronica interna, e se le cose sono fatte bene (filtri antispam, filtri allegati, policy rigorosa) grossi problemi non ce ne sono anche a gestire volumi di traffico notevoli (qualche migliaio di mail al giorno).Ripeto, la sicurezza e' stata un problema e richiede ancora attenzione.Se Iexplorer e outlook (express e office) non avessero implementato la tecnologia activeX sarebbe stato molto meglio, sicuramente piu' scomodo e meno potente ma infinitamente piu' sicuro.Ricordiamoci che firefox, con tutto il rispetto per un ottimo prodotto, ha avuto le piu' gravi vulnerabilita' proprio sulla Javascript, che per certi versi e' riconducibile alle funzionalita' di activeX.Se Firefox avesse implementato una sua soluzione "simil activeX" probabilmente avrebbe anche lui avuto problemi gravi di sicurezza, perche' e' una tecnologia che a favore di potenzialita' notevoli abbassa intrinsecamente la sicurezza, e questo e' stato in generale il piu' grave difetto "mentale" di Microsoft.
    • Anonimo scrive:
      Re: Outlook

      Le grosse strutture usano la piattaforma outlook
      (client office + server exchange) per gestire la
      posta elettronica interna, e se le cose sono
      fatte bene (filtri antispam, filtri allegati,
      policy rigorosa) grossi problemi non ce ne sono
      anche a gestire volumi di traffico notevoli
      grosse strutture usano ben altro...mai sentito parlare di Domino/Notes ?o sistemi SAP
  • Anonimo scrive:
    ormai è MAIL la sfida, non outlook
    c'è gente in giro che outlook non se lo caga da tempo... è MAIL per mac la sfida ... visto quello, tutti mollano thunderbird
    • Anonimo scrive:
      Re: ormai è MAIL la sfida, non outlook
      - Scritto da: Anonimo
      c'è gente in giro che outlook non se lo caga da
      tempo... è MAIL per mac la sfida ... visto
      quello, tutti mollano thunderbirdQuindi tu sostieni che l'utente medio/basso di un computer Win oggigiorno tipicamente utilizza MAIL? :s
    • TPK scrive:
      Re: ormai è MAIL la sfida, non outlook
      - Scritto da: Anonimo
      c'è gente in giro che outlook non se lo caga da
      tempo... è MAIL per mac la sfida ... visto
      quello, tutti mollano thunderbirdVuoi vedere che la killer application per Apple sara' Mail?Chissenefrega di Dashboard, Automator e Spotlight...Dai ammettilo che ti sei sbagliato, cio' che fara' diventare il Mac ubiquo sara' il mouse ad un tasto...
    • Anonimo scrive:
      Re: ormai è MAIL la sfida, non outlook
      E' proprio vero... più non si conosce un prodotto più lo si critica...ma sapete che cosa vuol è veramente outlook?Ovviamento parlo di outlook di office interfacciato con un server di exchange non di outlook express che sinceramento non capisco cosa ci faccia in giro...Fatevi un giro e poi ne parliamo
      • Anonimo scrive:
        Re: ormai è MAIL la sfida, non outlook
        - Scritto da: Anonimo
        E' proprio vero... più non si conosce un prodotto
        più lo si critica...
        ma sapete che cosa vuol è veramente outlook?
        Ovviamento parlo di outlook di office
        interfacciato con un server di exchange non di
        outlook express che sinceramento non capisco cosa
        ci faccia in giro...

        Fatevi un giro e poi ne parliamoapprovo in pieno: outlook accoppiato ad exchange è qualcosa di fantastico.spero che in thunderbird mettano la possibilità di connettersi ad exchange, lotus domino ed altri server di collaborazione. solo allora potrei prenderlo in considerazione come sostituto di outlook.comunque volevo dire che sto provando con discreta soddisfazione Evolution su linux, connesso ad Exchange. Funziona benino... segno che le alternative stanno venendo fuori ;)
      • pikappa scrive:
        Re: ormai è MAIL la sfida, non outlook
        - Scritto da: Anonimo
        E' proprio vero... più non si conosce un prodotto
        più lo si critica...
        ma sapete che cosa vuol è veramente outlook?
        Ovviamento parlo di outlook di office
        interfacciato con un server di exchange non di
        outlook express che sinceramento non capisco cosa
        ci faccia in giro...

        Fatevi un giro e poi ne parliamoMeglio di no, rischio la censura...hai mai provato a collegarti col mirabolante outlook ad un server imap (tralascio per pietà exchange)
      • Anonimo scrive:
        Re: ormai è MAIL la sfida, non outlook
        - Scritto da: Anonimo
        E' proprio vero... più non si conosce un prodotto
        più lo si critica...
        ma sapete che cosa vuol è veramente outlook?
        Ovviamento parlo di outlook di office
        interfacciato con un server di exchange non di
        outlook express che sinceramento non capisco cosa
        ci faccia in giro...

        Fatevi un giro e poi ne parliamoScusa ma quanti utenti medi hanno la possibilità dal computer di casa di collegarsi ad un server Exchange??? Exchange è una realtà prettamente aziendale... Outlook (non express) senza Exchange è un inutile brontosauro.
        • Anonimo scrive:
          Re: ormai è MAIL la sfida, non outlook
          - Scritto da: Anonimo

          Scusa ma quanti utenti medi hanno la possibilità
          dal computer di casa di collegarsi ad un server
          Exchange??? Exchange è una realtà prettamente
          aziendale... Outlook (non express) senza Exchange
          è un inutile brontosauro.Mi hai rubato le parole dalla bocca...:D
    • Anonimo scrive:
      Re: ormai è MAIL la sfida, non outlook
      tanto per continuare....e come quelli che quando parlo di windows terminal server mi dicono a che serve se hai pcanywhere o peggio vnc.I servizi terminal di windows sono decisamente tutta un'altra cosa da un semplice client per gestire in remoto un server.Se vogliamo divertirci a dire c.... allora va tutto bene ma se parliamo seriamente di informatica allora le cose sono tutti diverse...Outlook non è solo posta elettronica anche ma è tanto di più... Riunioni, planning, agende condivise, contatti generali condivisi, attività personali e condivise individuali o di gruppo.Per chi come me lavora con team di persone e deve assegnare, controllare e gestire tutte le attività dei gruppi di lavoro outlook diventa uno strumento fondamentale. la nostra azienda ha sviluppato procedure in outlook che spaziano dalla gestione delle risorse, degli acquisti e ordini fino alla gestione di tutto l'helpdesk per non parlare della gestione telefonica e fax che viene interamente gestista dai contatti di outlook.Tutto questo utilizzando un'interfaccia molto semplice e rimanendo all'interno di un applicativo che, per quanti ne dicano male, è facile da gestire e che tutti conoscono.Questo è groupware un termine che forse pochi conoscono...
      • Anonimo scrive:
        Re: ormai è MAIL la sfida, non outlook
        - Scritto da: Anonimo...
        Questo è groupware un termine che forse pochi
        conoscono...http://www.phprojekt.comcosto = 0
      • Anonimo scrive:
        Re: ormai è MAIL la sfida, non outlook

        Riunioni, planning, agende condivise, contatti generali condivisi,
        attività personali e condivise individuali o di gruppo.... si ... condivise con tutti i worms di questo mondo ... (troll)
      • Vide scrive:
        Re: ormai è MAIL la sfida, non outlook
        - Scritto da: Anonimo
        tanto per continuare....
        e come quelli che quando parlo di windows
        terminal server mi dicono a che serve se hai
        pcanywhere o peggio vnc.
        I servizi terminal di windows sono decisamente
        tutta un'altra cosa da un semplice client per
        gestire in remoto un server.
        Se vogliamo divertirci a dire c.... allora va
        tutto bene ma se parliamo seriamente di
        informatica allora le cose sono tutti diverse...
        Outlook non è solo posta elettronica anche ma è
        tanto di più... Riunioni, planning, agende
        condivise, contatti generali condivisi, attività
        personali e condivise individuali o di gruppo.
        Per chi come me lavora con team di persone e deve
        assegnare, controllare e gestire tutte le
        attività dei gruppi di lavoro outlook diventa uno
        strumento fondamentale.
        la nostra azienda ha sviluppato procedure in
        outlook che spaziano dalla gestione delle
        risorse, degli acquisti e ordini fino alla
        gestione di tutto l'helpdesk per non parlare
        della gestione telefonica e fax che viene
        interamente gestista dai contatti di outlook.
        Tutto questo utilizzando un'interfaccia molto
        semplice e rimanendo all'interno di un
        applicativo che, per quanti ne dicano male, è
        facile da gestire e che tutti conoscono.
        Questo è groupware un termine che forse pochi
        conoscono...Ok, te sei a un livello "uno" di conoscenza, sopra il livello "zero" che stai criticando. Se vuoi evolvere al livello 2 dovresti sapere che groupware non è solo Exchange, che il concetto non l'ha certo inventato MS, che ci sono altre soluzioni che hanno esattamente lo stesso scopo, ovvero aiutare nella gestione di un gruppo di lavoro.La vostra azienda che ha sviluppato soluzioni che girano sopra Office + Exchange è ormai legata mani e piedi con nodo ben stretto a soluzioni Microsoft. Se uno lo sceglie coscienziosamente, liberissimo di farlo, se uno non lo sa è meglio per lui che se ne accorga alla svelta.
        • Anonimo scrive:
          Re: ormai è MAIL la sfida, non outlook
          - Scritto da: Vide
          Se
          vuoi evolvere al livello 2 dovresti sapere che
          groupware non è solo ExchangeNo, è anche Domino/Notes. A meno che tu non voglia spacciare opengroupware come alternativa...
          • Anonimo scrive:
            Re: ormai è MAIL la sfida, non outlook
            Direi che è SOPRATTUTTO Domino/Notes. Ed è li che si comprendende veramente il termine Groupware.Il punto è che Domino/Notes è stato "progettato" avendo in testa una azienda, anche multinazionale, con necessità di condividere il lavoro nel gruppo di lavoro, ma anche consentire l'accesso, per quanto di competenza, anche al Controllo di Gestione, all'Audit, etc. In DominoNotes trovi tutta una serie di dettagli che non fanno parte dell'interfaccia grafica e che spesso lo "Utente Funzionale" non si immagina nemmeno di chiedere che invece gli altri "Utenti Aziendali" trovano: log, tracciatura degli accessi, profilazione, delega, statistiche di utilizzo e di costo, PKI, gestione di flusso, trigger, alerts, sincronizzazioni, key escrow, ...Il punto è che Outlook è stato progettato per gestire la PROPRIA posta e la PROPRIA agenda. Poi su questo si è estesa l'interfaccia come punto di accesso alla condivisione dei lavori.Alzino la mano: quanti di voi, pur usando Notes per la posta in ufficio, si è installato sul computer di casa 50 Mega di client per gestire la sua posta a casa?Nessuno? Ovvio.Perché a casa ho esigenze diverse da quelle di un'azienda.Allora perché dovrei usare in ufficio qualcosa che è stato fondamentalmente progettato per gestire la mia posta personale?Thunderbird si pone attualmente sul piano di Outlook standalone.E li ha molto da dire, a mio parere, nel confronto con Outlook.Exchange è un "vorrei ma non posso" di NotesDomino, ma non è il contraltare di Thunderbird. Quanti hanno installato a casa un Server Exchange per leggersi la posta privata tramite Outlook?Vedo poche mani...Se volete confrontarlo con un progetto free, allora andiamo su http://www.opengroupware.org/, su http://www.phprojekt.com/ .Ovviamente il paragone con NotesDomino, per il momento, è impietoso. Ma questo non vuol dire che non possa essere perfetto per un'azienda che non è una multinazionale...Ma ancora una volta, nessuno si installa in casa OpenGroupWare solo per gestire la posta.E forse nemmeno un'azienda dovrebbe installare un prodotto di Groupware se quello che vuole condividere è solo la e-Mail. Forse IMAP sarebbe sufficiente.Ma di acquisti di prodotti su stretta base di vera Analisi Costi/beneficio, nella mia vita di auditor, ne ho trovate ben poche...
        • Anonimo scrive:
          Re: ormai è MAIL la sfida, non outlook
          hahahaha Exchange come esempio per groupwaremai sentito parlare di Novell GroupWise 6.5 ?(http://www.novell.com/it-it/products/groupwise/)o di mySAP Business Suite (http://www.sap.com/italy/solutions/business-suite/index.aspx)
        • FDG scrive:
          Re: Microsoft, l'abbraccio mortale
          - Scritto da: Vide
          La vostra azienda che ha sviluppato soluzioni che
          girano sopra Office + Exchange è ormai legata
          mani e piedi con nodo ben stretto a soluzioni
          Microsoft. Se uno lo sceglie coscienziosamente,
          liberissimo di farlo, se uno non lo sa è meglio
          per lui che se ne accorga alla svelta.Infatti questo è un GROSSO problema. Bisognerebbe riflettere sul fatto che Microsoft adotta volutamente protocolli SUOI e formati SUOI per evitare che la gente cambi. Se scegli Microsoft sei legata indissolubilmente ad un fornitore. Poi grazie che quando qualcuno propone di cambiare soluzione, Microsoft se ne esce con gli studi sui costi di transizione e bla bla bla...
      • IppatsuMan scrive:
        Re: ormai è MAIL la sfida, non outlook
        - Scritto da: Anonimo
        Outlook non è solo posta elettronica anche ma è
        tanto di più... Riunioni, planning, agende
        condivise, contatti generali condivisi, attività
        personali e condivise individuali o di gruppo.
        [cut]Ok, che Outlook sia un mostro di potenza non lo metto in dubbio (al di là di commenti sull'essere legati a Microsoft e altri argomenti triti e ritriti).A mio parere però Thunderbird si propone come alternativa ad Outlook Express, non a Outlook di Office. Quello che fa Thunderbird è leggere la posta e i newsgroup, esattamente come Outlook Express, ma lo fa molto meglio (ovviamente IMHO).Personalmente non incoraggio Lightning e faccio il tifo per Sunbird, sperando che ci sia una certa interoperabilità tra Sunbird e Thunderbird, ma con la possibilità di usarli stand-alone.
      • Anonimo scrive:
        Re: ormai è MAIL la sfida, non outlook
        - Scritto da: Anonimo
        tanto per continuare....
        e come quelli che quando parlo di windows
        terminal server mi dicono a che serve se hai
        pcanywhere o peggio vnc.PEGGIO VNC?!?!? :@
        I servizi terminal di windows sono decisamente
        tutta un'altra cosa da un semplice client per
        gestire in remoto un server.
        Se vogliamo divertirci a dire c.... allora va
        tutto bene ma se parliamo seriamente di
        informatica allora le cose sono tutti diverse...Bene, allora smettila con i luoghi comuni e inizia a parlare seriamente...
        Outlook non è solo posta elettronica anche ma è
        tanto di più... Riunioni, planning, agende
        condivise, contatti generali condivisi, attività
        personali e condivise individuali o di gruppo.
        Per chi come me lavora con team di persone e deve
        assegnare, controllare e gestire tutte le
        attività dei gruppi di lavoro outlook diventa uno
        strumento fondamentale. Si, eh?!Infatti attivita' personali e condivise hanno una gestione che nemmeno il buon Keystone v0.1 aveva cosi' cervellotica!!!
        la nostra azienda ha sviluppato procedure in
        outlook che spaziano dalla gestione delle
        risorse, degli acquisti e ordini fino alla
        gestione di tutto l'helpdesk per non parlare
        della gestione telefonica e fax che viene
        interamente gestista dai contatti di outlook.
        Tutto questo utilizzando un'interfaccia molto
        semplice e rimanendo all'interno di un
        applicativo che, per quanti ne dicano male, è
        facile da gestire e che tutti conoscono.Mmhh... Se non fosse che sei riuscito a scrivere il tuo commento in Italiano, ti avrei detto "tana per Marco"....Bello gestire tutto con uno strumento proprietario che non e' nato ne' per la gestione delle risorse, ne' per quella degli acquisti ne' per l'helpdesk, ma solo per leggere la propria posta.Ci sono strumenti - gratuiti - che funzionano molto meglio e sono decisamente piu' sicuri...
        Questo è groupware un termine che forse pochi
        conoscono......E tu non fai parte di questi POCHI... :(
    • FDG scrive:
      Re: ormai è MAIL la sfida, non outlook
      - Scritto da: Anonimo
      c'è gente in giro che outlook non se lo caga da
      tempo... è MAIL per mac la sfida ... visto
      quello, tutti mollano thunderbirdScusami, ma che M*nchia c'entra?
  • Anonimo scrive:
    speriamo che
    1. non diventi un pesantissimo accrocchio inamovibile come mozilla2. che finalmente mi permetta di sincronizzare la rubrica degli indirizzi con il mio palm t5(cylon)
  • Anonimo scrive:
    MIGRAZIONE
    Le mail importate da oe mi escono con date strambe (2101)https://bugzilla.mozilla.org/show_bug.cgi?id=272303
  • Anonimo scrive:
    non basta
    :( non credo che basti ciò; thunderbird ho cercato di farmelo piacere però continuo a usare outlook express (che non ha le inutilità di calendario e agenda)
    • Anonimo scrive:
      Re: basta e avanza
      - Scritto da: Anonimo
      :( non credo che basti ciò; thunderbird ho
      cercato di farmelo piacere però continuo a usare
      outlook express (che non ha le inutilità di
      calendario e agenda)a me basta e avanza MT, con i magnifici filtri antispam e senza le inutilità di calendario e agenda
    • IppatsuMan scrive:
      Re: non basta
      - Scritto da: Anonimo
      :( non credo che basti ciò; thunderbird ho
      cercato di farmelo piacere però continuo a usare
      outlook express (che non ha le inutilità di
      calendario e agenda)Mah... questione di gusti alla fin fine...Personalmente il mio fido Thunderbird mi butta nel cesso tutta la spam e non ha mai sbagliato un colpo (aspetto con ansia il primo falso positivo).Si fonde con GPG grazie al plug-in Enigmail, blocca i link a immagini esterni per proteggere la privacy, non si è ancora visto un BubbleBoy per Thunderbird (il primo worm autoinstallante grazie ad un exploit per Outlook). E' tutto quello che voglio 8)Sono felice che tu abbia provato ad utilizzarlo, pazienza se non ti piace. Se non altro sei aperto alla sperimentazione ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: non basta

        Mah... questione di gusti alla fin fine...
        Personalmente il mio fido Thunderbird mi butta
        nel cesso tutta la spam e non ha mai sbagliato un
        colpo (aspetto con ansia il primo falso
        positivo).Però a Thunderbird manca ancora quel non so che per piacere all'utonto medio. Io lo uso con soddisfazione da quando è uscito, ma noto una grande differenza per quanto riguarda gli utonti: quando propongo di cambiare IE con Firefox tutti dopo un po' si tengono Firefox e non usano più IE, mentre con Thunderbird solo una piccola percentuale di amici si abitua e dismette OE.
        • Anonimo scrive:
          Re: non basta
          Per convincere gli utonti basta installeare Thunderbird, importare la posta e soprattutto cancellare i collegamenti di outlook dal desktop e dal menu... :DProblema risolto... :D
        • Anonimo scrive:
          Re: non basta
          - Scritto da: Anonimo
          Però a Thunderbird manca ancora quel non so che
          per piacere all'utonto medio. Io lo uso con
          soddisfazione da quando è uscito, ma noto una
          grande differenza per quanto riguarda gli utonti:Quoto...io come utonti ho delle donne (sono peggio degli utonti uomini)...quello che manca a thunderbird sono le mail html ...possibilmente con un numero cospiquo di modelli pre impostati ...figuratevi che usano tutte incredimail .. la versione scaricabile gratuitamente ...una vera e propria fabbbrica di spam ... per quatto fondini e 2 pupazzi animati
          • Anonimo scrive:
            Re: non basta

            quello che manca a thunderbird sono le mail htmlAh si? Allora lo devo dire subito al mio capo che da thunderbird mi manda le mail in htlm e non può farlo perchè a quel client manca la possibilità di farlo.
Chiudi i commenti