Urbani se ne va, anzi no

di Paolo De Andreis - L'ex ministro sarebbe ora diretto all'ultimo piano di viale Mazzini: dietro di sé lascia un ricordo imperituro che val la pena di testimoniare


Roma – Urbani se n’è andato. Nelle ore immediatamente precedenti alla formazione del nuovo governo Berlusconi la notizia aveva iniziato a circolare: “Urbani andrà alla RAI”. E poi una prima conferma: Giuliano Urbani non è più ministro ai Beni culturali nel nuovo Esecutivo, e al suo posto viene parcheggiato Rocco Buttiglione.

Urbani, entrato nella storia della rete come un elefante tra preziosi cristalli di un negozio d’arte, come Ministro non potrà più ridurne altri in polvere: dopo il varo del Decreto Urbani, contestato non solo per i suoi contenuti ma anche per le modalità con cui è divenuto Legge, Urbani ha rappresentato per molti in rete il principale avversario delle libertà digitali, l’alfiere del vecchio ordine che cerca di imporsi sul nuovo disordine creativo del digitale. Ed è per questo che, cosa del tutto inedita per un ministro italiano, è stato bersagliato persino da un un netstrike .

Dietro di sé Urbani lascia “morti e feriti”, la certezza del diritto anzitutto, schiacciata non solo da una normativa contraddittoria ma anche dalle singolarissime dichiarazioni del Ministro stesso: prima ha chiesto ai senatori di votare come sanno che non si deve fare e poi, all’indomani dell’approvazione, ha candidamente confessato di essersi riscoperto mammista , per spiegare che nonostante quanto scritto sulla propria Legge nessun magistrato avrebbe mai disposto il carcere per un ragazzo che ha scaricato un file da Internet.

Di Urbani, lo stesso Ministro che in Senato promise che avrebbe corretto queste “pagliuzze” del carcere per un mp3, avevamo chiesto le dimissioni : all’insipienza della normativa che porta il suo nome s’era infatti aggiunta la farsa delle modifiche alla stessa, un lungo tour di rinvii e dichiarazioni che avrebbe dovuto portare alla cancellazione del penale per gli utenti del file sharing, cancellazione passata poi in cavalleria come tutte le promesse enunciate al Senato.

Dinnanzi alla dismissione di Urbani dal ministero dei Beni culturali ci sarebbe quindi da festeggiare, se non fosse per questo problemino della presidenza RAI che fa assomigliare la dipartita dal Ministero a qualcosa di ben diverso da un siluramento.

Al di là delle facili battute (presto tre anni di carcere per chi non paga il canone?) c’è infatti da chiedersi se davvero non vi sia nome più autorevole per il delicato ruolo di presidente RAI, se questo debba davvero venir ricoperto da un ex ministro che non ha saputo mediare le pretese delle grandi industrie dell’intrattenimento con le esigenze del nuovo e più importante medium esistente. La superficialità con cui l’intera questione del diritto d’autore nell’era digitale è stata trattata rischia di tradursi in un premio come la presidenza RAI e questo potrebbe facilmente scatenare le malelingue, a caccia di qualsiasi pretesto per malignare su ciò che può portare un personaggio come Urbani al vertice della radiotelevisione di Stato.

Sebbene si tratti di un’azienda legata perlopiù ai vecchi media e alle loro nuove incarnazioni nel digitale, saperlo alla guida di quel colosso finanziato dai contribuenti certo non potrà rasserenare gli animi. Ma la strada, dicono i più informati, parrebbe decisa: Urbani avrebbe infatti confessato di aspirare da sempre alla poltrona in pelle umana dell’ultimo piano di Viale Mazzini.

Paolo De Andreis

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • sylvaticus scrive:
    L'hanno vietato
    Leggo ora l'articolo (9.nov.2005)Sul sito parlao che è stato vietato anche in texas.. adesso lo fanno solo con bersagli inanimati.. però se ti rechi nel ranch puoi ancora farlo via telematica (l'importante è che non lo fai via internet).
  • Anonimo scrive:
    Primitivi!
    'Sti americani fanno sempre le cose alla carlona, un fucile in postazione fissa, se non lo mettono sul passaggio per l'abbeverata, sai quando la stendi un po' di selvaggina, l'anno del mai!Ho avuto un ideona, un sito web che permette al cliente di comandare un robottino cacciatore che gira per boschi, prati e paludi in cerca della preda! E magari i robottini battitori per stanare la selvaggina.Piombo robotico bollente in arrivo, cari i miei alci e cervi!(troll1)(troll2)(troll3)@^
  • NeutrinoPesante scrive:
    Pura ipocrisia
    Non capisco perche' considerare meno sportivo (e moralmente vomitevole, dal mio punto di vista) divertirsi ad ammazzare un animale tenendo un fucile in mano piuttosto che controllando lo stesso fucile via internet.Uno Stato prima legittima i suoi cittadini ad uccidere esseri viventi per divertimento, e poi fa i distinguo su che cosa e' etico e che cosa non lo e'?Bell'ipocrisia.Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Pura ipocrisia
      In effetti non hai tutti i torti.Diciamo che farlo comodamente seduti in poltrona è ancora più riprovevole.
    • Anonimo scrive:
      Re: Pura ipocrisia

      > Uno Stato prima legittima i suoi cittadini ad
      > uccidere esseri viventi per divertimento, e poi
      > fa i distinguo su che cosa e' etico e che cosa
      > non lo e'?
      > Bell'ipocrisia.IMHO il numero di persone che proverebbero ad ammazzare un animale in quel modo sarebbe enormemente superiore a chi si organizza a prendere una licenza di caccia, un fucile, imparare ad usarlo senza lasciarci mani, timpani o peggio, ad andare in giro per boschi sostenendo spese e disagi fino a trovare un povero animale da fare secco.In entrambe i casi si tratta di una azione riprovevole, quindi, perchè facilitargli più di tanto la vita?Dargli armi potenti e precise è un modo per evitare agli animali coinvolti una morte solo più lunga e più dolorosa, proibire del tutto la caccia è una misura che i bracconieri aggirano da che esiste il genere umano, limitare ausigli tecnologici salvavita come binocoli, gps o bussole è folle, quindi non si possono fare più di tante limitazioni alla caccia contro chi è realmente motivato ad andarci, ma almeno si possono proibire inutili e assurde ipersemplificazioni come questa!
      • Anonimo scrive:
        Re: Pura ipocrisia
        - Scritto da: Anonimo[...]
        > di tante limitazioni alla caccia contro chi è
        > realmente motivato ad andarci, ma almeno si
        > possono proibire inutili e assurde
        > ipersemplificazioni come questa!Sia ben chiaro: io sono profondamente contrario a questo genere di iniziative e quindi dovrei essere daccordo con te. Dico dovrei perché la cosa in sé non mi sembra una ipersemplificazione: una cosa è andare in giro per i boschi a cercare prede, puntarle, sparar loro etc... ma un'altra è avere un fucile praticamente fermo, con una visuale iperlimitata, ad aspettare che un animale si piazzi proprio lì davanti e stia fermo il tempo necessario a spostare il mouse e cliccare qua e là... mah non saprei cosa pensare, ma mi puzza tanto di specchio per le allodole. Ti mandano la testa imbalsamata a casa... ma vorrei proprio vedere chi ci è riuscito. Ripeto: trovo il concetto in sé sbagliato, ma questa cosa mi puzza tanto di truffa...
        • Anonimo scrive:
          Re: Pura ipocrisia

          > Ripeto: trovo
          > il concetto in sé sbagliato, ma questa cosa mi
          > puzza tanto di truffa...Mah, certo che è difficile controllare se quello che è successo dall'altra perte della telecamera è vero, però è anche vero che è abbastanza semplice capire data la natura di un territorio e delle risorse dove obbligatoriamente si concentreranno gli animali, anche senza usare richiami, artifici o truffe.E proprio la sensazione che "forse è tutta una truffa" potrebbe portare molta gente stupida a provare il "brivido" di assassinare un animale.
  • Anonimo scrive:
    Perchè?
    Perchè il signore si è dimenticato di paralizzarli anche le mani?Per gente così nessuna pietà!
    • LuVi scrive:
      Re: Perchè?
      - Scritto da: Anonimo
      > Perchè il signore si è dimenticato di
      > paralizzarli anche le mani?
      > Per gente così nessuna pietà!E le giustificazioni che trovano per questo scempio... newbieSi vergognassero...LV
      • Anonimo scrive:
        Re: Perchè?
        eh meno male che esistete vou Unti dallo Spirito Santo che nella vostra infinita saggezza vi potete permettere di fare da arbitri del bene e del male.....ma andate a ranare va!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Perchè?
          Mi sembra la caccia per gli sfigati!!!
        • uteki scrive:
          Re: Perchè?
          Sempre meglio di quelli come te, unti dal germe della morbosa depravazione...Luigi- Scritto da: Anonimo
          > eh meno male che esistete vou Unti dallo Spirito
          > Santo che nella vostra infinita saggezza vi
          > potete permettere di fare da arbitri del bene e
          > del male.....ma andate a ranare va!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Perchè?
            Non ho detto che lo farei anche io:in realta' non avrei il coraggio di ammazzare una mosca,ne dal vivo ne col mouse,e anzi non approvo la caccia in generale,ma mi guardo bene dal chiedere punizioni esemplari basandomi solo sulle mie convinzioni personali.Si divertono a farlo,non ledono (al contrario di quanto possiate pensare voi) troppo la morale comune,non fanno niente che altri esseri umani possono fare per legge di persona,quindi che problema c'e'?
          • Anonimo scrive:
            Re: Perchè?
            - Scritto da: Anonimo
            > Non ho detto che lo farei anche io:in realta' non
            > avrei il coraggio di ammazzare una mosca,ne dal
            > vivo ne col mouse,e anzi non approvo la caccia in
            > generale,ma mi guardo bene dal chiedere punizioni
            > esemplari basandomi solo sulle mie convinzioni
            > personali.Si divertono a farlo,non ledono (al
            > contrario di quanto possiate pensare voi) troppo
            > la morale comune,non fanno niente che altri
            > esseri umani possono fare per legge di
            > persona,quindi che problema c'e'?Ma perchè ti guardi bene? perchè non hai opinioni personali in cui credi o perchè non hai la forza per sostenerle?E su cosa basi le TUE opinioni e i TUOI giudizi? sulle convinzioni personali degli altri? Ogni discussione dialetticamente concepita si basa sul raffronto di due pensieri differenti più o meno distanti l'uno dall'altro, e solo il loro scontro (dialettico, non fisico perchè leggendoti, si capisce che mi darai subito del guerrafondaio) ed è grazie anche alla passione che si genera dalla convinzione dell'individuo di perseguire la verità o il bene, che dallo scontro dialettico tende ad emergere il pensiero migliore (migliore non significa più giusto, ma logicamente più corretto). La politica del "non giudico per non essere giudicato" è sterile in partenza. Il politically correct è un fallimento che spinge tutti verso un imbarbarimento del pensiero: sono disposto a sostenere che secondo me, la barbarie che si cela dietro questo sito è sconvolgente e non mi vergogno di provare per i fautori un profondo sdegno. Purtroppo provo un certo sdegno anche per il tuo di ragionamento, che ormai è il comportamento qualunquista dilagante che osserviamo nell'occidente. Precedo il tuo ragionamento, dichiarando che sono a conoscenza che ci sono realtà crudeli ben peggiori di questa, e lotte in cui scagliarsi che hanno ben altra posta in gioco, ma qui stiamo parlando di questo argomento.Per inciso, il sito in questione non ha nulla a che vedere con la caccia, piuttosto si configura più come un reality-video game macabro e raccappricciante. Per questo pur essendo contro la caccia, la trovo assolutamente meno barbara.Chiudo facendoti notare che ti sei fatto portavoce della "morale comune" a dimostrazione del fatto che l'unica cosa che ti preme e che per te, divide il giusto dallo sbagliato è l'opinione degli altri. I tuoi pensieri, i tuoi gusti, le tue scelte di vita sono figli e figlie del tempo in cui vivi, un tempo senza idee e qualunquista.Saluti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Perchè?
            che gli americani siano "fuori di testa" è assodato, e ogni tanto ci vengono fuori con qualche idea demenziale come questa giusto per ricordarcelo.dubito fortemente che un vero cacciatore usi il pc per abbattere qualche animale, (ma anche solo pensarlo mi dà una chiara idea di che menti malate possano usare questo mezzo) ormai non mi stupisco più quasi di niente, al limite scuoto appena la testa come dire "poveri noi, ma dove andiamo a finire"
  • Anonimo scrive:
    Esiste quello per il parlamento ?
    Un account di prova li' me lo farei.
    • Anonimo scrive:
      Re: Esiste quello per il parlamento ?
      - Scritto da: Anonimo
      > Un account di prova li' me lo farei.Anch'io.. si sa mai che ci passi il Berlusca...
      • Anonimo scrive:
        Re: Esiste quello per il parlamento ?
        - Scritto da: Anonimo
        > > - Scritto da: Anonimo
        > > Un account di prova li' me lo farei.
        > > Anch'io.. si sa mai che ci passi il Berlusca...Macchè account di prova, se ci fosse iscrizione a VITA! O:)Poi, in quel frangente, ogni bersaglio è buono...Certo, cerchiamo di lasciare almeno il cadavere di qualche "caro e ben noto" ministro... se spariamo tutti diventa una montagnetta di piombo (rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: Esiste quello per il parlamento ?
          miiiiiiii se lo facessero sul sito Telecom per i loro dirigenti e su quello della SIAE e FIMI sai che successone???
          • ginopc scrive:
            Re: Esiste quello per il parlamento ?
            Se non altro sarebbe uno sport moooolto più divertende di sparare a degli animali che di per se non rompono le scatole a nessuno...potrebbe essere un'idea per il prossimo programma stile "GRANDE FRATELLO"!! :-D
          • Anonimo scrive:
            Re: Esiste quello per il parlamento ?
            - Scritto da: ginopc
            > Se non altro sarebbe uno sport moooolto più
            > divertende di sparare a degli animali che di per
            > se non rompono le scatole a nessuno...potrebbe
            > essere un'idea per il prossimo programma stile
            > "GRANDE FRATELLO"!! :-Dti sbagli, spari sempre a grossi Asini
          • Anonimo scrive:
            Re: Esiste quello per il parlamento ?
            - Scritto da: Anonimo
            > > - Scritto da: ginopc
            > > Se non altro sarebbe uno sport moooolto più
            > > divertende di sparare a degli animali che di per
            > > se non rompono le scatole a nessuno...potrebbe
            > > essere un'idea per il prossimo programma stile
            > > "GRANDE FRATELLO"!! :-D
            > > ti sbagli, spari sempre a grossi AsiniVero ma gli Asini parlamentari fanno 100.000.000 più danni dei somari a 4 zampe!
          • awerellwv scrive:
            Re: Esiste quello per il parlamento ?
            - Scritto da: Anonimo
            > > ti sbagli, spari sempre a grossi Asiniin ogni caso aumenti l'intelligenza media del pianeta... visto che il premio darwin non e' + sufficiente...
Chiudi i commenti