USA, arrestato per un sito osceno

Le motivazioni risiedono anche nelle pratiche adottate dal webmaster, che andava a caccia di materiali raccapriccianti provenienti dalle truppe americane in Iraq


Lakeland (USA) – Christopher Michael Wilson è stato arrestato venerdì scorso dallo sceriffo della Polk County (Florida) per aver pubblicato online foto oscene. Le accuse riguarderebbero non solo la distribuzione di contenuti pornografici sul proprio sito web, in hosting in Olanda, ma anche la pubblicazione di materiale considerato “raccapricciante”.

Già, non si tratterebbe di porno patinato, ormai a misura estetica di numerose campagne pubblicitarie, ma di una ricca selezione di corpi martoriati e mutilati. L’offerta alternativa del sito di Wilson comprendeva infatti fotografie provenienti dai campi dell’Iraq e dell’Afghanistan, e, secondo l’accusa, direttamente fornite da alcuni soldati statunitensi in cambio di accessi porno gratuiti.

Il Pentagono ha già commentato ufficialmente l’accaduto, specificando che non esistono prove che le foto siano state spedite da soldati statunitensi. Per ora Wilson rimarrà in carcere fino al processo; la cauzione prevede un versamento di 151mila dollari.

“Nei miei 33 anni di esperienza, questo è uno dei più terribili esempi di materiale osceno e ripugnante che abbiamo mai sequestrato”, ha dichiarato Grady Judd, lo sceriffo che ha attuato l’arresto.

Secondo Judd le autorità federali non sono sembrate troppo interessate alla questione. Da un lato bisogna tenere conto che non si è ancora spenta l’eco dello scandalo della prigione di Abu Ghraib, dall’altro negli USA è storicamente invalsa una notevole tolleranza attorno a certi materiali pubblicati online.

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • mario mosta scrive:
    kj.
    sono magiorenne
  • Anonimo scrive:
    Allora...
    Vietiamo i Telegiornali che contengono il doppio di immagini violente :'( PS: Ho 12 anni :P
  • Anonimo scrive:
    Potrebbe copiare la Svezia.
    Per quanto ne so nei paesi nordici i contenuti violenti sono VM18, erotismo "soft" VM14, non vorrei dire fregnacce, chi sa meglio corregga eventualmente e se non sbaglio anche in Francia l'erotismo "soft" dev'essere VM16, se ricordo bene i "bollini" che mettono ai film in TV.Sarebbe sensato e coerente con altre leggi, è considerato normale dopo i 14 anni si faccia sesso, ma non si mette un'arma da guerra in mano a nessuno minore di 18.Fra il principio e l'efficacia però ce ne corre, in molti stati USA sono proibiti gli alcolici addirittura ai minori di 21 anni eppure hanno i record mondiali di alcolismo, sia fra adulti che fra minori.Del resto, pur col loro pacifismo e buonismo, in Danimarca hanno il record di teppismo giovanile fra i paesi ricchi e con welfare avanzato.Comunque, visto che non usa la protezione dei minori come pretesto per imporre la censura anche agli adulti, approvo Schwarzy, è un gradino al di sopra dei bacchettoni repubblicani WASP... be', del resto NON E' uno WASP.Anzi vediamo il lato positivo: il fatto che lui faccia una legge di protezione che non implica censura per gli adulti costituisce un precedente per difenderci dai politici ipocriti a cui in realtà dei minori non importa niente, se non di usarli per censurare tutto.
  • Anonimo scrive:
    Quindi...
    ...minorenni, fatevi comprare certi giochi dai genitori o dal fratellone.Mi puzza un po' di scaricabarile: io lo vieto, se poi il genitore glielo vuole comprare lo stesso, e succede qualcosa, la colpa è sua...Peccato che allora dovrebbero vietare anche i suoi film ai minorenni, evitando di trasmetterli in TV (quantomeno in certi orari), per non parlare di certi telefilm, dei telegiornali, o addirittura di certi cartoni animati (senza scendere nell'esagerazione di grattachecca e fichetto, basti pensare a ciò che ha ispirato questa "serie nella serie").E non parliamo di come sia facile reperire un'arma da fuoco negli USA...Ciò abbassa ancora ulteriormente la mia considerazione della morale americana... bah...
  • Anonimo scrive:
    Autoregolamentazione?!
    Non serve a nulla proibire, anzi, il gusto del proibito fara' si che girino clandestinamente giochi molto violenti ed anzi potrebbe innescare un interesse anche da parte di chi li trascurava :-)E' vero che c'e' troppa violenza nei media ma i videogiochi sono solo una parte dei media, rimane TV, cinema, giornali e... si... anche nelle parole di giornalisti, opinionisti e politici... e forse quella e' un tipo di violenza che fa anche piu' danno.Quello che sarebbe auspicabile e' una forma di autoregolamentazione, da parte di TV, giornali, software house per evitare violenza esplicita inutile, per creare delle fascie protette, sistema di bollini ed altro.Il problema e' che sistemi del genere sono gia' parzialmente in uso e si osserva nei decenni un effetto di deriva, cioe' si sposta sempre piu' in la il limite di violenza accettabile.
    • Anonimo scrive:
      Re: Autoregolamentazione?!

      Il problema e' che sistemi del genere sono gia'
      parzialmente in uso e si osserva nei decenni un
      effetto di deriva, cioe' si sposta sempre piu' in
      la il limite di violenza accettabile.Concordo, purtroppo è proprio così. Forse che si voglia tenere un occhio di riguardo nei confronti del profitto?
  • Anonimo scrive:
    Il prete presente a Matrix
    Nel programma di Mentana sul gioco d'azzardo era presente un prete che ha detto la seguente frase: "I ragazzi quando giocano ai videogiochi vedono morire il personaggio e subito torna a vivere! In questo modo credono che la morte siarecuperabile e si uccidono anche loro"
    • Anonimo scrive:
      Re: Il prete presente a Matrix
      - Scritto da: Anonimo
      Nel programma di Mentana sul gioco d'azzardo era
      presente un prete che ha detto la seguente frase:
      "I ragazzi quando giocano ai videogiochi vedono
      morire il personaggio e subito torna a vivere! In
      questo modo credono che la morte sia
      recuperabile e si uccidono anche loro"io tutti sti suicidi di videogiocatori non li vedo.....sarà che non sono un prete :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Il prete presente a Matrix
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo
        io tutti sti suicidi di videogiocatori non li
        vedo.....sarà che non sono un prete :DA me fanno ridere questi collegamenti così semplici. Come se la gente sia scema.O anche Pippo Baudio che a Porta a Porta ha detto: Togliamo i videogiochi dai ragazzi che uccidono la fantasia, li rendono passivi...Dicevano lo stesso della televisione, ma uno vedendo passivamente magari poi rielabora ciò che ha visto in maniera creativa. Io per esempio quando avevo 13 anni a furia di giocare con lo spectrum ho avuto il desiderio di imparare l'assembler e ho creato il mio primo giochino di auto.Io sinceramente conosco famiglie che non permettono ai figli di vedere la tv, giocare ai videogiochi e i figli sembrano dei ritardati mentali.
        • Anonimo scrive:
          Re: Il prete presente a Matrix

          Io sinceramente conosco famiglie che non
          permettono ai figli di vedere la tv, giocare ai
          videogiochi e i figli sembrano dei ritardati
          mentali.se sono così oppressive su quelle cose, magarilo sono anche su altre, come fanno i figli a non crescere intimoriti dal mondo se gli è vietato?e comunque anche se gli vietano solo quello tutti gli altri ragazzi non fanno altro che parlare di quelo che vedono alla TV quindi si sentiranno sempre degli esclusi!
        • CoD scrive:
          Re: Il prete presente a Matrix
          Senza contare che lo sfogo della violenza (dal videogioco al "giochiamo alla guerra" di tanti anni fa) e' un modo assolutamente naturale con cui l'uomo sfoga le proprie tensioni.Si e' tanto parlato, in varie occasioni, dei bambini che vivono in aree di guerra (tipo palestina) e che giocano alla guerra tra di loro: e' normale.In questo modo esorcizzano la paura della guerra vera, il gioco ha quindi valore apotropaico.Certo, in una societa' in cui tutto e' violenza (negli USA il 70% dei programmi tv contiene violenza non giustificata dalla trama, o apologia della stessa) in cui le armi sono vendute con una facilita' spaventosa, in cui tensioni sociali mai risolte sfociano davvero troppo spesso in un morto, anche i videogiochi violenti potebbero avere un loro peso... ma credo sia davvero minimo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il prete presente a Matrix

            Si e' tanto parlato, in varie occasioni, dei
            bambini che vivono in aree di guerra (tipo
            palestina) e che giocano alla guerra tra di
            loro: e' normale.
            In questo modo esorcizzano la paura della guerra
            vera, il gioco ha quindi valore apotropaico. I ragazzini giocano alla guerra da sempre, lo facevano all'età della pietra e lo fanno ora ovunque. La ragione è istintiva ed evoluzionistica, gli esorcismi apotropaici non c'entrano una bella melanzana. Se il 99% dei giochi sono "ammazzatutti" la ragione sta nel sistema limbico, non nelle aree di guerra. Prima di fare certe affermazioni, studiatela la psicologia...
          • Anonimo scrive:
            Re: Il prete presente a Matrix
            - Scritto da: Anonimo
            evoluzionistica, gli esorcismi apotropaici non
            c'entrano una bella melanzana. Se il 99% dei
            giochi sono "ammazzatutti" la ragione sta nel
            sistema limbico, non nelle aree di guerra. Prima
            di fare certe affermazioni, studiatela la
            psicologia...forse volevi dire che il 99% dei giochi a cui giochi TU sono degli "ammazzattutto" perche le percentuali non stanno certo in questi termini.Ti dimentichi di giochi di guida (formula 1, rally, ...), sportivi (soccer, altetica, ....), puzzle-game (tetris e simili), strategici (age of empires, diablo, ...)... e altri."Prima di fare certe affermazioni.... " eccetera eccetera.
    • windrak scrive:
      Re: Il prete presente a Matrix
      - Scritto da: Anonimo
      Nel programma di Mentana sul gioco d'azzardo era
      presente un prete che ha detto la seguente frase:
      "I ragazzi quando giocano ai videogiochi vedono
      morire il personaggio e subito torna a vivere! In
      questo modo credono che la morte sia
      recuperabile e si uccidono anche loro"L'ho vista anch'io, il prete pero' si è dimenticato di dire anche che "I ragazzi quando vanno a catechismo vedono morire uno sulla croce e poi torna a viver. In questo modo credono che la morte sulla croce sia recuperabile e si crocifiggono anche loro".Punti di vista... :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Il prete presente a Matrix
      - Scritto da: Anonimo
      Nel programma di Mentana sul gioco d'azzardo era
      presente un prete che ha detto la seguente frase:
      "I ragazzi quando giocano ai videogiochi vedono
      morire il personaggio e subito torna a vivere! In
      questo modo credono che la morte sia
      recuperabile e si uccidono anche loro"Pensa cosa dovrebbero fare guardando Tom&Jerry.. ferri da stiro stampati sulla capoccia, botte da orbi con mazze da baseball e bocce da bowling, tagliuzzamenti vari, ecc... ecc...;)ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Il prete presente a Matrix
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Nel programma di Mentana sul gioco d'azzardo era

        presente un prete che ha detto la seguente
        frase:

        "I ragazzi quando giocano ai videogiochi vedono

        morire il personaggio e subito torna a vivere!
        In

        questo modo credono che la morte sia

        recuperabile e si uccidono anche loro"

        Pensa cosa dovrebbero fare guardando Tom&Jerry..
        ferri da stiro stampati sulla capoccia, botte da
        orbi con mazze da baseball e bocce da bowling,
        tagliuzzamenti vari, ecc... ecc...
        ;)

        ciao....e Grattachecca e Fichetto allora?
        • Anonimo scrive:
          Re: Il prete presente a Matrix
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Nel programma di Mentana sul gioco d'azzardo
          era


          presente un prete che ha detto la seguente

          frase:


          "I ragazzi quando giocano ai videogiochi
          vedono


          morire il personaggio e subito torna a vivere!

          In


          questo modo credono che la morte sia


          recuperabile e si uccidono anche loro"



          Pensa cosa dovrebbero fare guardando Tom&Jerry..

          ferri da stiro stampati sulla capoccia, botte da

          orbi con mazze da baseball e bocce da bowling,

          tagliuzzamenti vari, ecc... ecc...

          ;)



          ciao

          ....e Grattachecca e Fichetto allora?Road Runner e Wile Coyote?
          • Anonimo scrive:
            Re: Il prete presente a Matrix
            - Scritto da: Anonimo
            Road Runner e Wile Coyote?Willy il Coyote però è proprio sfortunato.Grattachecco e Fighetta è una parodia di Tom e Gerry. Ti fa vedere come magari certe cose vengono ritenute violente perché non politically correct e poi ai bambini vengono fatti vedere cartoni altrettanto "violenti" (tra virgolette) che però stanno bene ai genitori.
    • ishitawa scrive:
      Re: Il prete presente a Matrix

      "I ragazzi quando giocano ai videogiochi vedono
      morire il personaggio e subito torna a vivere! In
      questo modo credono che la morte sia
      recuperabile e si uccidono anche loro"infatti anche noi che si giocava agli indiani o alla guerra (mamma mia !!!) e quando uno faceva pum-pum-presol'altro Ahhhh cadeva per terrama poi si rialzavaed è per questo che tutti noi sopra i trenta-quaranta siamo partiti volontari per l'angola, il corno d'africa, la serbia e andavamo tutti verso i cecchini pensando che loro facessero pum-pum....(dalle mie parti questo si dice "cercare di farti credere che il cielo è una padella [bucata, di quelle con le caldarroste] o che Gesu è morto per il freddo)
  • Anonimo scrive:
    ci manca la foto qui :-)
    un tocco di ironia lo si sarebbe dato con una bella foto di Schwarzie-anche-io-sono-un-genitore-COMMANDO con il suo bel mitragliatore e la cartuccera :)almeno un po' di contegno dai :-)ok, lui stava solo lavorando ... ma mica si è detto "tutto questo è immorale" mentre lavorava.poteva farlo.
    • avvelenato scrive:
      Re: ci manca la foto qui :-)
      - Scritto da: Anonimo
      un tocco di ironia lo si sarebbe dato con una
      bella foto di
      Schwarzie-anche-io-sono-un-genitore-COMMANDO con
      il suo bel mitragliatore e la cartuccera :)

      almeno un po' di contegno dai :-)

      ok, lui stava solo lavorando ... ma mica si è
      detto "tutto questo è immorale" mentre lavorava.

      poteva farlo.mica ha detto che è immorale. Ha detto che non va bene che i bambini giochino coi videogiochi violenti. E probabilmente avrà detto lo stesso per i film. Non c'è nulla che dia motivo di credere che schwarzy orientasse i suoi film d'azione ai bambini - tranne forse Last action Hero, ma era un film ironico e volendo con una morale, in un certo senso cercava di spiegare ai ragazzi la differenza tra la violenza cinematografica e quella reale.
  • Anonimo scrive:
    Ma da che pulpito!
    Schwarzenegger? Proprio lui, che si è arricchito con film tipo Commando, Terminator...?Quanti minori l'avranno guardato?Ma non sarebbe migliore il mondo se ognuno di noi si prendesse, non dico tanto, 5 minuti per fare i conti con la propria coscienza?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma da che pulpito!
      come dice il prete, fai quello che dico e non quello che faccio comunque la trovo una cosa inutile visto che i videogiochi non è che 1 dei mille luoghi dove trovi violenza. Iniziate ad abolire film, wrestling etc. Comunque sicuramente ci sarà qualche secondo motivo per questa legge.- Scritto da: Anonimo
      Schwarzenegger? Proprio lui, che si è arricchito
      con film tipo Commando, Terminator...?

      Quanti minori l'avranno guardato?

      Ma non sarebbe migliore il mondo se ognuno di noi
      si prendesse, non dico tanto, 5 minuti per fare i
      conti con la propria coscienza?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma da che pulpito!

        - Scritto da: Anonimo

        Schwarzenegger? Proprio lui, che si è arricchito

        con film tipo Commando, Terminator...?
        - Scritto da: Anonimo
        come dice il prete, fai quello che dico e non
        quello che faccio
        comunque la trovo una cosa inutile visto che i
        videogiochi non è che 1 dei mille luoghi dove
        trovi violenza. Iniziate ad abolire film,
        wrestling etc. Comunque sicuramente ci sarà
        qualche secondo motivo per questa legge.
        Quota come si deve e il prete ti darà l'assoluzione. ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma da che pulpito!
      - Scritto da: Anonimo
      Schwarzenegger? Proprio lui, che si è arricchito
      con film tipo Commando, Terminator...?

      Quanti minori l'avranno guardato?visto come va il mondo direi moltissimi...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma da che pulpito!
      - Scritto da: Anonimo
      Schwarzenegger? Proprio lui, che si è arricchito
      con film tipo Commando, Terminator...?

      Quanti minori l'avranno guardato?

      Ma non sarebbe migliore il mondo se ognuno di noi
      si prendesse, non dico tanto, 5 minuti per fare i
      conti con la propria coscienza?Ma secondo me la violenza uno la vedrà sempre, il mondo dei minori è ricco di violenza, fa parte della vita stessa. Sia per quella che si riceve dai coetanei che dagli adulti (psicologica e fisica). Quindi non dovrebbe vergognarsi di quei film, ma di voler censurare dei giochi che comunque i minori vedranno lo stesso.
  • Anonimo scrive:
    E a che serve ?
    La vendita, mica l'uso, dato che e' impossibile.Basta lo compri un maggiorenne.Oppure che il minorenne se lo scarichi piratato.Inutile.
    • avvelenato scrive:
      Re: E a che serve ?
      - Scritto da: Anonimo
      La vendita, mica l'uso, dato che e' impossibile.

      Basta lo compri un maggiorenne.

      Oppure che il minorenne se lo scarichi piratato.

      Inutile.Inutile un corno: il genitore ha più strumenti per controllare suo figlio. Fermo restando che se il genitore è baùcco rimane sempre tale anche con questa legge.ps: è giusto che il genitore possa decidere per il figlio, in fondo non tutti acquisiscono maturità con la stessa velocità.
      • xWolverinex scrive:
        Re: E a che serve ?
        quando ero piccolo adoravo giocare a pacman sul mio msx.. non per questo ora vado in giro ingoiando pasticcone giganti, rincorrendo fantasmi e facendo "gavo gavo gavo"... che logica del menga. e poi se non se li possono comperare se li scaricano.. quindi mento introiti per le case produttrici di giochi e minorenni che giocano a scrocco :-) e se poi vogliono fare tanto i moralisti... perche' non vietano anche la vendita delle armi a tutti (che sarebbe piu' corretto)Americani.. sempre piu' ipocriti !
        • Anonimo scrive:
          Re: E a che serve ?
          e se poi vogliono fare tanto i
          moralisti... perche' non vietano anche la vendita
          delle armi a tutti (che sarebbe piu' corretto)

          Americani.. sempre piu' ipocriti !Se proprio si vuole, forse la scelta più giusta era una serie di etichette come quelle dei cd (parental advisory: explicit lyrics), più evidenti di quelle già esistentiUn parere: noi europei non dovremmo giudicare la vendita di armi in USA, un paese colonizzato completamente meno di 500 anni fa, dove anche le persone oneste dovevano difendere la propria terra con un fucile, noi viviamo qui da più di 2000 anni, la nostra cultura in merito è molto diversa
          • xWolverinex scrive:
            Re: E a che serve ?
            "le persone oneste dovevano difendere la propria terra" ehm.. vorrei ricordarti che le cosidette "persone oneste" hanno STRAPPATO la terra che NON ERA LORO ai nativi americani STERMINANDOLI e riducendoli in RISERVE. non difendevano la propria terra, usurpavano quella degli altri
          • Anonimo scrive:
            Re: E a che serve ?
            - Scritto da: xWolverinex
            "le persone oneste dovevano difendere la propria
            terra" ehm.. vorrei ricordarti che le cosidette
            "persone oneste" hanno STRAPPATO la terra che NON
            ERA LORO ai nativi americani STERMINANDOLI e
            riducendoli in RISERVE. non difendevano la
            propria terra, usurpavano quella degli altriCerto i Latini hanno strappato la terra ai nativi-ETRUSCHI sterminandoli e distruggento ogni loro forma di cultura, I Romani hanno distrutto i LATINI sterminandoli o riducendoli semi-schiavi-liberti e potrei continuare così all'infinito...Che cavolo di discorsi..la storia è sempre quella..Cmq a prescindere sono del parere che lo stato in primis debba dare sicurezza e fare giustizia, non i singoli cittadini. Se non c'è questo presupposto allora come naturale conseguenza l'arma in casa ce l'hanno tutti!
Chiudi i commenti