USA, cybercrimine d'assalto

Un cittadino statunitense ha movimentato illecitamente 36 milioni di dollari in nove anni. Rubava i dati delle carte di credito e li rivendeva sui forum online

Roma – Dal 2002 rubava i dati riservati delle carte di credito, movimentando, in nove anni di densa attività informatica, ben 36 milioni di dollari. Ora, Rogelio Hackett Jr., 26 anni georgiano, dichiara le proprie colpe dinanzi a una corte federale dello stato della Virginia.

Le autorità di polizia hanno scoperto sul PC di Hackett più di 675mila numeri di carte di credito rubati , la maggior parte dei quali, secondo la corte, sarebbero stati venduti online. Il giovane, infatti, avrebbe cominciato la propria carriera delinquenziale violando i database delle carte di credito di alcune aziende, ma era anche noto alla polizia per aver acquistato e venduto informazioni segrete insieme ad altri cybercriminali attivi in alcuni forum di discussione .

Gli account violati sono stati identificati dalle compagnie bancarie dopo aver scoperto i 36 milioni di dollari di transazioni fraudolente . Ora Hackett è accusato di accesso illegale a dati privati e furto, e rischia fino a 12 anni di detenzione in carcere. In più, potrebbe anche essere costretto a pagare una ammenda fino a due volte superiore all’importo sottratto alle vittime delle sue manovre.

Secondo il Dipartimento di Giustizia statunitense Hackett avrebbe intascato più di 100mila dollari e usato le carte contraffatte per acquistare buoni regalo e merci.
La sentenza è fissata per il prossimo 22 luglio.

Cristina Sciannamblo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • freebit scrive:
    intanto dovessi acquistare un nuovo
    intanto dovessi acquistare un nuovo dominio so da chi non comprarlo !!!! @^ @^
  • jcoltrane scrive:
    Notizia vecchia: IMSLP è online
    Punto informatico arriva sempre tardi. Notizia del 23 aprile su Zeropaid: the MPA is backing off and has convinced GoDaddy to re-instate the domainhttp://www.zeropaid.com/news/93214/imslp-reinstated-after-outrage-over-public-domain-controversy/
    • tognoli scrive:
      Re: Notizia vecchia: IMSLP è online
      Punto Informatico sta scadendo terribilmente.. bastava fare un controllo online di 5 secondi 5!!Ragazzi riprendetevi o vi abbandono dopo oltre 10 anni...(comunque grazie per avermi fatto scoprire questo bellissimo sito di musica)
    • Guybrush Fuorisede scrive:
      Re: Notizia vecchia: IMSLP è online
      - Scritto da: jcoltrane
      Punto informatico arriva sempre tardi. Notizia
      del 23 aprile su Zeropaid: the MPA is backing off
      and has convinced GoDaddy to re-instate the
      domain
      http://www.zeropaid.com/news/93214/imslp-reinstateCio' non toglie che il fatto sia accaduto.Ora c'e' una bella notizia da commentare :-)
  • Public Domain scrive:
    Public Domain Day
    Public Domain Day http://www.publicdomainday.org
  • Public Domain scrive:
    Public Domain Manifesto
    Public Domain Manifesto http://www.publicdomainmanifesto.org
  • Enjoy with Us scrive:
    Ben vengano tali errori!
    Che ne facciano tanti, alla fine ne faranno uno di troppo e tutta la dottrina dMCA verrà rottamata... aspettare per credere!
    • panda rossa scrive:
      Re: Ben vengano tali errori!
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Che ne facciano tanti, alla fine ne faranno uno
      di troppo e tutta la dottrina dMCA verrà
      rottamata... aspettare per
      credere!E intanto e' bene che notizie come queste circolino e vengano diffuse.La ghigliottina esiste e il boia la aziona senza bisogno dell'autorizzazione di un giudice.Oggi la testa che e' saltata e' quella di un brano del 1920, domani potrebbe essere una testa un po' piu' conosciuta, oppure proprio quella di chi ancora non ha capito in che razza di mani stiamo affidando i diritti della rete.
      • Franky scrive:
        Re: Ben vengano tali errori!
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Enjoy with Us

        Che ne facciano tanti, alla fine ne faranno uno

        di troppo e tutta la dottrina dMCA verrà

        rottamata... aspettare per

        credere!

        E intanto e' bene che notizie come queste
        circolino e vengano
        diffuse.

        La ghigliottina esiste e il boia la aziona senza
        bisogno dell'autorizzazione di un
        giudice.il che dimostra che la teoria della democrazia calpestata dagli ultramiliardari e' piu' che corretta...
        Oggi la testa che e' saltata e' quella di un
        brano del 1920, domani potrebbe essere una testa
        un po' piu' conosciuta, oppure proprio quella di
        chi ancora non ha capito in che razza di mani
        stiamo affidando i diritti della
        rete.ma questi non sanno che sono sono i diritti ne' cosa e' la rete...ne tanto meno gli interessa...l'unica loro preoccupazione e' fare cassa...quello che e' preoccupante e' vedere i rappresentanti del popolo...i politici essere dei miseri servi che consentono e concedono tutto a chi dimostra di avere i miliardi... e riempiono di tasse la media borghesia...
        • panda rossa scrive:
          Re: Ben vengano tali errori!
          - Scritto da: Franky
          quello che e' preoccupante e' vedere i
          rappresentanti del popolo...i politici essere dei
          miseri servi che consentono e concedono tutto a
          chi dimostra di avere i miliardi... e riempiono
          di tasse la media
          borghesia...Robespierre non e' stato il primo e non sara' l'ultimo.
        • OldDog scrive:
          Re: Ben vengano tali errori!
          - Scritto da: Franky
          quello che e' preoccupante e' vedere i
          rappresentanti del popolo...i politici essere dei
          miseri servi che consentono e concedono tutto a
          chi dimostra di avere i miliardi... e riempiono
          di tasse la media borghesia...Tassano parecchio soprattutto il lavoro dipendente, XXXXX da mungere perché legata alla cavezza e impossibilitata all'elusione delle tasse.Se vogliamo, possiamo poi illuderci con il vecchio "rappresentanti del popolo".In verità, noi eleggiamo alla cieca, visto che la nomina finale la fa il partito. La fedeltà viene quindi spostata verso la mano che sfama, ossia il presidente del partito e i suoi colleghi.Quando la stessa persona che sbandiera la centralità dei parlamentari eletti da popolo, ammette con naturalezza di aver aggirato un referendum per non mettere la popolazione "emotiva" in condizioni di votare contro il nucleare...
  • Fetente scrive:
    tanto è solo questione di tempo
    e prima o poi MPA e compagnia finiranno a coltivare carciofi
    • Santo Subito scrive:
      Re: tanto è solo questione di tempo
      si, ma nel frattempo basta una notifica, senza alcuna documentazione allegata e nessun controllo, per bloccare in via preventiva l'acXXXXX ad un sito. Il che contrasta sia il principio giuridico per cui l'onere della prova è a carico dell'accusa, sia il principio democratico per cui il bene comune (la libera circolazione e l'acXXXXX a una mole di informazioni fuori copyright) dovrebbe prevalere sull'interesse del singolo (l'inclusione presunta, ma non dimostrata, di alcune opere ancora tutelate dal copyright).
      • krane scrive:
        Re: tanto è solo questione di tempo
        - Scritto da: Santo Subito
        si, ma nel frattempo basta una notifica, senza
        alcuna documentazione allegata e nessun
        controllo, per bloccare in via preventiva
        l'acXXXXX ad un sito. Il che contrasta sia il
        principio giuridico per cui l'onere della prova è
        a carico dell'accusa, sia il principio
        democratico per cui il bene comune (la libera
        circolazione e l'acXXXXX a una mole di
        informazioni fuori copyright) dovrebbe prevalere
        sull'interesse del singolo (l'inclusione
        presunta, ma non dimostrata, di alcune opere
        ancora tutelate dal copyright).Quindi si potrebbe iniziare a mandare decine di notidiche riguardo ai siti di RIAA e compagnia bella.
    • Fabio scrive:
      Re: tanto è solo questione di tempo
      - Scritto da: Fetente
      e prima o poi MPA e compagnia finiranno a
      coltivare
      carciofiTi sbagli... al più faranno lobbing per estendere il diritto in eterno con retroattività dando una piccola percentuale allo stato ;-)
      • Guybrush Fuorisede scrive:
        Re: tanto è solo questione di tempo
        - Scritto da: Fabio
        - Scritto da: Fetente

        e prima o poi MPA e compagnia finiranno a

        coltivare

        carciofi
        Ti sbagli... al più faranno lobbing per estendere
        il diritto in eterno con retroattività dando una
        piccola percentuale allo stato
        ;-)la tua strizzatina d'occhio finale mi fa supporre qualcosa di sgradevole :-/E temo tu abbia ragione.GTFS
      • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
        Re: tanto è solo questione di tempo


        e prima o poi MPA e compagnia finiranno a

        coltivare carciofi
        Ti sbagli... al più faranno lobbing per estendere
        il diritto in eterno con retroattività dando una
        piccola percentuale allo statoGià ora alla gente NON GLIENE FREGA GIUSTAMENTE NIENTE del copyright.Figurati se provassero a farlo retroattivo...
Chiudi i commenti