USA, i più bravi in scienze e tecnologie

Gli USA hanno il voto più alto del mondo. Ma con molto aiuto di cervelli stranieri: meno limiti ai visti di ingresso significherebbe più cervelli al lavoro, dicono gli esperti

Roma – Il Pentagono ha chiesto a RAND Corporation di stabilire chi ha il “voto mondiale” più alto nelle discipline scientifiche e tecnologiche. La risposta è quasi scontata : i primi della classe continuano ad essere gli Stati Uniti.

I ricercatori di RAND hanno subito precisato che le loro conclusioni contrastano con la convinzione di alcuni cittadini americani, secondo i quali la nazione sta perdendo competitività in quelle aree cruciali del sapere. RAND, invece, sostiene che gli Stati Uniti siano nel settore molto più avanti dei loro principali competitor in Europa e Giappone.

Il rapporto stilato da RAND spiega che “nonostante nazioni in forte sviluppo come Cina, India e Corea del Sud abbiano evidenziato rapide crescite nel campo, dimostrano di avere un’influenza solo parziale nella diffusione dell’innovazione scientifica”.

Non è mancato l’esame delle attività scientifiche e tecnologiche negli ambiti governativi, industriali e accademici; sono state, invece, tralasciate le singole situazioni paese per paese, pur evidenziando la leadership a stelle e strisce sulla base di una lunga serie di parametri di misura. Tra questi, il fatto che gli States destinino a ricerca e sviluppo il 40 per cento della spesa globale , il fatto che offrano impiego al 70 per cento dei vincitori di Premio Nobel e che ospitino i tre quarti dei migliori atenei del mondo.

“Non ci sembra proprio che la crisi scientifica e tecnologica di cui tanto si parla si trovi qui”, riferisce in un’intervista rilasciata a Reuters Titus Galama, uno degli autori del rapporto. “Nel mondo stanno cambiando molte cose e a quanto sembra gli Stati Uniti vi si stanno adattando bene”.

Studenti, scienziati ed ingegneri stranieri giocano un ruolo importantissimo e la loro presenza aiuta gli States nelle loro task force ingegneristiche, le supporta in una crescita più rapida di quella che si otterrebbe se ci si servisse solo di persone del luogo. Secondo RAND, il governo dovrebbe dunque facilitare ulteriormente la permanenza di studenti stranieri – specie quelli già laureati – nei propri atenei e permettere loro, ove opportuno, di trattenersi a tempo indeterminato.

Dal rapporto risulta anche che il 70 per cento degli scienziati stranieri che si guadagnano un titolo negli Stati Uniti sceglierebbe di restare là, mentre le limitazioni introdotte sui visti di ingresso influiscono negativamente sul condensato di cervelli che resta a disposizione del paese. Cervelli che, sempre più spesso, fuggono dai propri paesi d’origine per non tornarvi mai più .

Marco Valerio Principato

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Enjoy with Us scrive:
    Esperto mondiale? Ha Ha Ha .....
    Ma chi è questo Bruno Piccoli?Viene presentato come una autorità mondiale in Ergoftalmologia dell'università di Milano, ma cercando su internet le sue tracce si riducono a praticamente nulla, non esiste un solo articolo (e mi sarei stupito del contrario) su Medline pubblicato dalla supposta celebrità!Quello che dice poi sono delle assurdità!Un videoterminale non può danneggiare in alcun modo l'occhio, il fatto che molti videoterminalisti si debbano rivolgere da un oculista è semplicemente legato al fatto che la percentuale nella popolazione normale di soggetti con lievi difetti visivi è elevata e il dover fare un lavoro di precisione a distanza ridotta per molte ore al giorno chiaramente evidenzia tali difetti e ne richiede l'accurata correzione con opportuni occhiali.Cosa che capita anche ad altre categorie di lavoratori, ad esempio i sarti i disegnatori, orefici ecc... Ossia tutte quelle categorie di lavoratori che devono applicarsi per molte ore su dettagli minuti a distanza ravvicinata.Che tali lavori possano condurre ad affaticamento e cefalea è la normale conseguenza di un prolungato periodo di concentrazione; Chi non ha mai subito sintomi simili dopo giornate di intenso studio?I consigli sono ovvi, rendere il più confortevole possibile la stazione di lavoro, eliminando riflessi, illuminazioni carenti, cercando di adoperare schermi grandi con caratteri ed immagini di dimensione adeguata, evitare posture incongrue, cercare di riposarsi lasciando libero lo sguardo di andare su oggetti lontani il più spesso possibile e (questo è previsto per legge) fare una pausa ogni 2 ore di lavoro al videoterminale.Scusate lo sfogo, ma dato che si da il caso che sia un Oculista e non sono sprovveduto in materia, mi da molto fastidio che venga dato un simile credito a certi personaggi.
    • Joliet Jake scrive:
      Re: Esperto mondiale? Ha Ha Ha .....
      Ah! Ecco spiegato il tuo avatar! :D
    • doctord scrive:
      Re: Esperto mondiale? Ha Ha Ha .....
      - Scritto da: Enjoy with Us

      Scusate lo sfogo, ma dato che si da il caso che
      sia un Oculista e non sono sprovveduto in
      materia, mi da molto fastidio che venga dato un
      simile credito a certi
      personaggi.Allora ecco il perchè dei messaggi sopra. L'avrei scommesso che eri oculista! Cmq ti prego dammi una tua opinione... io so che la classe medica considera la miopia ereditaria e assolutamente non prevenibile ne curabile. Come ti spieghi allora che io stò guarendo con semplice igiene oculare ed esercizi? 8) ;)
      • Fabio Brianese scrive:
        Re: Esperto mondiale? Ha Ha Ha .....
        Ciao. A me si e' presentato un problema di cornea proprio in concomitanza della ripresa del lavoro di tecnico informatico a luglio del 2007. Avevo lasciato questo lavoro per vari motivi e se pure ho sempre usato per parecchio tempo al giorno il computer, ora sono costretto a passare davanti a un display almeno 15 ore. Il mio problema e' la sindrome dell'epitelio lasso. Il tessto epiteliale piu' esterno non sta attaccato allo strato inferiore. Sono gia' passato attraverso il raschiamento del tessuto di entrambi gli occhi perche' si erano formate troppe cicatrici e nel sx si era formata una bolla che mi aveva portato via 3 decimi. Vivo con colliri vari e occhiali avvolgenti per proteggermi da polvere e eventuali urti.Ho letto il tuo sfogo e pur non essendo cmq in grado di contestarlo, perche' non sono un oculista, devo cmq dire che hai tralasciato di dire che stare davanti a un display provoca un abbassamento del ritmo di ammiccamento che riduce la lubrificazione dell'occhio. Per me che, pur non soffrendo di occhio secco tranne alla mattina, e' sicuramente un problema perche' con le cornee deboli potrei causarmi dei danni. Anche in soggetto sani potrebbe, alla lunga, generare problemi.E non credo bastino 5 minuti di riposo. Io mi sono accorto, dovendolo fare, che basta un refolo di aria davanti agli occhi, per asciugare lo strato liquido e farmi correre subito a prendere le lacrime artificiali.F.
        • doctord scrive:
          Re: Esperto mondiale? Ha Ha Ha .....
          Ma non è che ti sei sbagliato e volevi parlare con Enjoy che è un dottore?Una domanda: la tua cornea ha subito un'operazione per la correzione di un difetto visivo? E' da quel momento che è diventata cosi delicata?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 giugno 2008 13.11-----------------------------------------------------------
  • CCC scrive:
    Tutti oculisti?
    come sempre... quale che sia la materia... quale che sia l'argomento...tutti che parlano di tutto, che hanno competenza su tutto, tutti che sanno tutto...mah... a me sembra che i frustrati abbondino... magari sarà anche per questo che in italia va tutto di male in peggio...
  • Mahji scrive:
    Re: non dimostrato per nulla
    Anche tu come tutti sei legato all'idea che "calo della vista"="miopia".Non avete la piu' palloda lontana idea delle molteplici patologie dell'apparato visivo.Heavy computer use tied to glaucoma http://www.cbc.ca/health/story/2004/11/15/glaucoma-screen041115.html
    • koteko scrive:
      Re: non dimostrato per nulla
      stai un po' rompendo con questi link, non trovi? una volta e' ok, ma dopo un po'... :|
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: non dimostrato per nulla
      - Scritto da: Mahji
      Anche tu come tutti sei legato all'idea che "calo
      della
      vista"="miopia".

      Non avete la piu' palloda lontana idea delle
      molteplici patologie dell'apparato
      visivo.

      Heavy computer use tied to glaucoma
      http://www.cbc.ca/health/story/2004/11/15/glaucomaIl glaucoma non può essere provocato dal videoterminale, al limite può essere scatenato un attacco acuto di glaucoma in soggetti che siano già affetti dalla patologia di glaucoma ad angolo stretto che tra l'altro è una forma di glaucoma relativamente rara.La causa dell'attacco in ogni caso non è determinata dal videoterminale , ma da condizioni particolari di midriasi che si possono venire a determinare con il suo uso. Cosa che si può verificare in molte altre condizioni, come lo stare supini in una stanza buia o ancora nella guida notturna.
  • davide scrive:
    Post immagini
    Sento tutti parlare di miopia.Io usando il pc 12/14 ore al giorno da almeno 12 anni non ho subito peggioramenti (-1 da entrambi gli occhi).. anzi è leggermente migliorata. Non uso mai gli occhiali e secondo me questo mi ha aiutato ad "allenare" gli occhi a correggere il problema.Quello che invece è accaduto è che il vitreo si è sporcato, sono comparsi numerosi filamenti neri che galleggiano nel campo visivo, e sopratutto ora dopo poco tempo che guardo il monitor, le immagini mi rimangono impresse sulla retina e se sposto lo squardo le vedo per molti secondi sbiadire piano piano (post immagini). Insomma, prima questi disturbi non li avevo (normalmente dovrebbero sparire in pochissimo tempo). Saranno anche poco rilevanti rispetto ad una forte miopia, ma vi assicuro che a fine giornata non vedo l'ora di spegnere tutte le luci e far "riposare" la vista. Secondo me come in tutte le cose esagerare fa male. Un peggioramento della qualità visiva a lungo andare ci sarà sicuramente... Ne vale la pena?
    • koteko scrive:
      Re: Post immagini
      ...io ti consiglio un bravo oculista =P non mi e' mai successo quello che scrivi, ho "solo" perso diottrie =P
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: Post immagini
      - Scritto da: davide
      Sento tutti parlare di miopia.
      Io usando il pc 12/14 ore al giorno da almeno 12
      anni non ho subito peggioramenti (-1 da entrambi
      gli occhi).. anzi è leggermente migliorata. Non
      uso mai gli occhiali e secondo me questo mi ha
      aiutato ad "allenare" gli occhi a correggere il
      problema.
      Quello che invece è accaduto è che il vitreo si è
      sporcato, sono comparsi numerosi filamenti neri
      che galleggiano nel campo visivo, e sopratutto
      ora dopo poco tempo che guardo il monitor, le
      immagini mi rimangono impresse sulla retina e se
      sposto lo squardo le vedo per molti secondi
      sbiadire piano piano (post immagini). Insomma,
      prima questi disturbi non li avevo (normalmente
      dovrebbero sparire in pochissimo tempo). Saranno
      anche poco rilevanti rispetto ad una forte
      miopia, ma vi assicuro che a fine giornata non
      vedo l'ora di spegnere tutte le luci e far
      "riposare" la vista. Secondo me come in tutte le
      cose esagerare fa male. Un peggioramento della
      qualità visiva a lungo andare ci sarà
      sicuramente... Ne vale la
      pena?Sei sicuro di avere una miopia di -1.00 D?Te l'ha diagnosticata un Oculista o un ottico?La miopia per definizione può solo peggiorare, se migliora vuol dire che ti hanno ipercorretto, cosa molto frequente specie quando ci si rivolge direttamente da un ottico.Tieni presente che l'occhio umano non è un sistema a ottica fissa, ma è in grado di accomodare, ossia di mettere a fuoco anche oggetti vicini (come le fotocamere autofocus). Le capacità "autofocus" del nostro occhio sono elevatissime alla nascita (25 - 30 Diottrie!) per poi ridursi a zero all'età di 65 anni. Quindi come avrai già intuito è facilissimo che possano essere prescritti occhiali inadeguati se non si cerca nei soggetti giovani di bloccare almeno parzialmente questo sistema di accomodazione.
      • doctord scrive:
        Re: Post immagini
        - Scritto da: Enjoy with Us
        - Scritto da: davide
        Sei sicuro di avere una miopia di -1.00 D?
        Te l'ha diagnosticata un Oculista o un ottico?
        La miopia per definizione può solo peggiorare, se
        migliora vuol dire che ti hanno ipercorretto,
        cosa molto frequente specie quando ci si rivolge
        direttamente da un
        ottico.Mammamia Enjoy scusa ma se una persona è ipercorretta vedrà la sua miopia peggiorare non migliorare. La miopia peggiora solamente se si fa eccessiva attività da vicino ovvero se il bilancio accomodativo tende per la maggiore al defocus ipermetropico. In questo caso il muscolo ciliare si ipercontrae e se eccessivamente e costantemente sollecitato l'occhio tende ad allungarsi. E' dimostrato anche l'effetto inverso ovvero accorciamento dell'occhio in condizioni di defocus miopico.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 giugno 2008 20.49-----------------------------------------------------------
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: Post immagini
          Modificato dall' autore il 14 giugno 2008 20.49
          --------------------------------------------------1. non confondiamo spasmo accomodativo con miopia2. Non esiste nessuno studio che comprovi che l'occhio ipercorretto o ipocorretto possa avere un peggioramento della miopia, al più avrà uno spasmo accomodativo, che è sempre reversibile. Se ti risultano studi che affermano il contrario, pubblicati su riviste internazionali e recensite da Medline, posta pure il link, ma ne dubito visto che per scrupolo ho appena fatto una ricerca in tal senso.
          • doctord scrive:
            Re: Post immagini
            Guarda sul libro di David De Angelis nella sezione "bibliografia" ci sono un sacco di articoli e pubblicazioni che provano che l'applicazione di defocus miopico e ipermetropico inducono rispettivamente un accorciamento e un allungamento del bulbo oculare.Questo ovviamente non è stato accettato dalla medicina convenzionale che è invece complice delle multinazionali dell'industria ottica che andrebbero a zampe per l'aria se ciascuno di noi si guarisse da solo... E chi ha orecchie per ascoltare...
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Post immagini
            Appunto si tratta di pubblicazioni che non hanno subito alcun serio vaglio scietifico.Chiunque senza controlli può affermare qualunque cosa, ma sono necessari lavori eseguiti con criteri scientifici controllabili perchè si possano fare delle affermazioni "serie".Es. Per affermare che l'ipercorrezione o l'ipocorrezione di un difetto visivo conducano ad Miopia/Ipermetropia, sarebbe necessario lo studio randomizzato di almeno 1000 individui. La randomizzazione dovrebbe tener conto dell'età (prima dei 3 anni dai 3 ai 6-8 anni, dopo gli otto-12 anni) della razza , del sesso, e dei precedenti familiari, visto che si tratta di malattie ad ereditarietà plurigenica (più geni coinvolti).Dato che i lavori che hai postato non rispondono a questi criteri non possono essere usati per affermare alcunchè.Già in passato qualcuno aveva suggerito che una correzione precisa del difetto refrattivo, meglio ancora se eseguita con lenti a contatto potesse impedire/ridurre l'evoluzione della miopia (almeno nei bambini), tuttavia vari studi successivi hanno smentito tale ipotesi.Oggi molti presunti esperti tendono ad accreditare tali ipotesi, confondendo lo spasmo accomodativo con la miopia.Come penso sia noto, il nostro occhio non è un sistema a focale fissa, ma grazie a determinati muscoli riesce a variare la curvatura del cristallino in modo da poter mettere a fuoco anche a distanze inferiore ai 6 metri. Specie nei giovani tale meccanismo è in grado di compensare anche 25 diottrie, ossia inducendo uno spasmo del muscolo della accomodazione si possono introdurre miopie apparenti anche elevate. Tali miopie ovviamente sono transitorie e scomparsa la causa responsabile (quasi sempre una correzione erronea di un difetto visivo) tendono a scomparire. Posso garantire che molte persone che escono da un negozio di ottica con occhiali non prescritti da un oculista presentano tale problematica; cioè un occhiale che non corregge una reale miopia ma uno spasmo accomodativo, innescando un inseguimento fra spasmo e potere della lente prescritta che alla fine causa cefalee e affaticamenti oftalmici.Nessuna sorpresa che quindi in molti casi l'utilizzo di tecniche di rilassamento dell'accomodazione porti ad un miglioramento scomparsa della "miopia" fittizia che affliggeva queste persone. La vera miopia è un aumento del diametro antero posteriore dell'occhio e non esiste esercizio che possa ridurre tale lunghezza!- Scritto da: doctord
            Guarda sul libro di David De Angelis nella
            sezione "bibliografia" ci sono un sacco di
            articoli e pubblicazioni che provano che
            l'applicazione di defocus miopico e ipermetropico
            inducono rispettivamente un accorciamento e un
            allungamento del bulbo
            oculare.

            Questo ovviamente non è stato accettato dalla
            medicina convenzionale che è invece complice
            delle multinazionali dell'industria ottica che
            andrebbero a zampe per l'aria se ciascuno di noi
            si guarisse da solo...


            E chi ha orecchie per ascoltare...
          • doctord scrive:
            Re: Post immagini
            http://www.powervisionsystem.com/bibliografia.htm
    • doctord scrive:
      Re: Post immagini
      - Scritto da: davide
      Sento tutti parlare di miopia.
      Io usando il pc 12/14 ore al giorno da almeno 12
      anni non ho subito peggioramenti (-1 da entrambi
      gli occhi).. anzi è leggermente migliorata. Non
      uso mai gli occhiali e secondo me questo mi ha
      aiutato ad "allenare" gli occhi a correggere il
      problema.Bravo, bravissimo. Non usando gli occhiali per lavorare da vicino non hai subito peggioramenti perchè hai tenuto il muscolo ciliare rilassato!!Vienici a trovare su www.rieducazionevisiva.com ne parliamo li.
      Quello che invece è accaduto è che il vitreo si è
      sporcato, sono comparsi numerosi filamenti neri
      che galleggiano nel campo visivo, e sopratutto
      ora dopo poco tempo che guardo il monitor,Queste dovrebbero essere miodesopsie, non sono gravi, è semplicemente l'invecchiamento del vitreo, più frequente nei miopi
      immagini mi rimangono impresse sulla retina e se
      sposto lo squardo le vedo per molti secondi
      sbiadire piano piano (post immagini). Insomma,Qui non saprei.
  • pessimismo e fastidio scrive:
    il 99% avrà problemi con vista
    E non servono studi per dimostrarlo :D
  • freeeak scrive:
    60hz!
    io mi sono bruciato gli occhi con i CRT a 60hz per fortuna che ora ho un lcd...ho perso 4/10 prima del cambio.
  • OMG scrive:
    Sono 12 anni che ho 10/10
    Dopo 12 anni di uso intensissimo di PC, ho sempre 10/10. Se aspetto i 50 anni è ovvio che anche senza pc, la vista calerà visto che la presbiopia arriva per il 90% della popolazione mondiale ad un certo punto.Tutto questo vale con l'utilizzo di un monitor DECENTE e non una marca tarocca da 100 euri e 50hz ovviamente
    • Mahji scrive:
      Re: Sono 12 anni che ho 10/10
      - Scritto da: OMG
      Dopo 12 anni di uso intensissimo di PC, ho sempre
      10/10. Se aspetto i 50 anni è ovvio che anche
      senza pc, la vista calerà visto che la presbiopia
      arriva per il 90% della popolazione mondiale ad
      un certo punto.Vero, la presbiopia arriva per il 90% della popolazione mondiale, ma il glaucoma arriva a chi usa molto i computer.Come te.Heavy computer use tied to glaucoma http://www.cbc.ca/health/story/2004/11/15/glaucoma-screen041115.html
  • doctord scrive:
    Re: non dimostrato per nulla

    qualsiasi categoria corporativa (oculisti,
    ottici, riparatori di caldaie a gas, ecc) lancia
    sempre gli allarmi che gli comodano per fare
    soldi. Fino qui ti quotissimo...
    che con ore di monitor ci sino problemi alla
    miopia non e' ben dimostrato. la miopia e' una
    deformazione della forma dell'occhio, su base epr
    lo piu ereditaria. Vedi i link che ho inviato sopra. Dobbiamo smetterla di pensare che la miopia è ereditaria. Non ha niente di ereditario.
    diventa. se uno e' miope pero' certamente se sta
    a fuoco fisso per ore davanti ad uno schermo (ma
    anche ad un libro) certamente stanca la vista
    (l'accomodamento a "infinito" e' quella a muscoli
    oculari rilassati) e puo peggiorare la visone,
    oltreche stancarsi. Roberto ci sei quasi... I nostri occhi sono fatti per vedere a fuoco infinito con il muscolo ciliare in relax. Se li usiamo per vedere da vicino per la maggior parte del tempo il muscolo ciliare andrà in stress muscolare. Gli occhi si adattano al nuovo fuoco allungandosi. E' cosi che sei arrivato a 8 diottrie.
    bisogna fare interruzioni e possibilemnte belle
    camminate in montagna o bei bagni al
    mare..Quoto.

    personalmente sto davanti ad un monitor dal 1983
    (prima costavano troppo) come allora sono miope
    -8, con LC usa e getta ci vedo come un falco
    (12/10) dopo 27 anni di monitor a fosfori d'ogni
    colore.Un consiglio: se hai 8 diottrie di miopia al PC usa lenti da -6. In questo modo sposti il tuo punto focale a 50cm ed il tuo muscolo ciliare ti ringrazierà e la tua vista migliorerà pure.
    vedo casomai piu il problema dell'accomodamento,
    non tanto per me, che con l'eta il cristallino si
    pianta comunque, ma certo se tu lo tieni sempre
    bello schiacciato per guardare su un monitor,
    forse lo fai secco
    prima.I presbidi in genere vedono la loro miopia migliorare proprio perchè si abituano a non usare gli occhiali per vedere da vicino. La realtà era cosi semplice, tutto torna. Noi siamo state le vittime inconsapevoli di una grande baggianata: miopia ereditaria. Ci era stato detto che non potevamo nulla contro la miopia e la nostra vista si è deteriorata a vantaggio dei loro portafogli.
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: non dimostrato per nulla
      - Scritto da: doctord

      qualsiasi categoria corporativa (oculisti,

      ottici, riparatori di caldaie a gas, ecc) lancia

      sempre gli allarmi che gli comodano per fare

      soldi.

      Fino qui ti quotissimo...


      che con ore di monitor ci sino problemi alla

      miopia non e' ben dimostrato. la miopia e' una

      deformazione della forma dell'occhio, su base
      epr

      lo piu ereditaria.

      Vedi i link che ho inviato sopra. Dobbiamo
      smetterla di pensare che la miopia è ereditaria.
      Non ha niente di
      ereditario.


      diventa. se uno e' miope pero' certamente se sta

      a fuoco fisso per ore davanti ad uno schermo (ma

      anche ad un libro) certamente stanca la vista

      (l'accomodamento a "infinito" e' quella a
      muscoli

      oculari rilassati) e puo peggiorare la visone,

      oltreche stancarsi.

      Roberto ci sei quasi... I nostri occhi sono fatti
      per vedere a fuoco infinito con il muscolo
      ciliare in relax. Se li usiamo per vedere da
      vicino per la maggior parte del tempo il muscolo
      ciliare andrà in stress muscolare. Gli occhi si
      adattano al nuovo fuoco allungandosi. E' cosi che
      sei arrivato a 8
      diottrie.


      bisogna fare interruzioni e possibilemnte belle

      camminate in montagna o bei bagni al

      mare..

      Quoto.




      personalmente sto davanti ad un monitor dal 1983

      (prima costavano troppo) come allora sono miope

      -8, con LC usa e getta ci vedo come un falco

      (12/10) dopo 27 anni di monitor a fosfori d'ogni

      colore.

      Un consiglio: se hai 8 diottrie di miopia al PC
      usa lenti da -6. In questo modo sposti il tuo
      punto focale a 50cm ed il tuo muscolo ciliare ti
      ringrazierà e la tua vista migliorerà
      pure.


      vedo casomai piu il problema dell'accomodamento,

      non tanto per me, che con l'eta il cristallino
      si

      pianta comunque, ma certo se tu lo tieni sempre

      bello schiacciato per guardare su un monitor,

      forse lo fai secco

      prima.

      I presbidi in genere vedono la loro miopia
      migliorare proprio perchè si abituano a non usare
      gli occhiali per vedere da vicino.


      La realtà era cosi semplice, tutto torna. Noi
      siamo state le vittime inconsapevoli di una
      grande baggianata: miopia ereditaria. Ci era
      stato detto che non potevamo nulla contro la
      miopia e la nostra vista si è deteriorata a
      vantaggio dei loro
      portafogli.La miopia purtroppo è causata da una ereditarietà multifattoriale e non può essere prevenuta in nessun modo.La miopia non è altro che l'aumento del diametro antero posteriore del bulbo oculare, più l'occhio aumenta di diametro rispetto ai 23.50 mm circa (in realtà le cose possono essere diverse in caso di curvature corneali anomale) e più diventa miope. Calcolate che per ogni mm di lunghezza aggiuntiva l'occhio diventa più miope di 3 diottrie circa. L'ipermetropia è il difetto opposto, in questo caso la lunghezza assiale dell'occhio è inferiore ai 23.50 mm.La presbiopia è invece un difetto dinamico dell'accomodazione (l'autofocus dell'occhio), con l'età dopo i 45 -48 anni tale sistema non riesce a compensare neanche le tre diottrie necessarie per mettere a fuoco alla distanza di 33 centimetri (una diottria indica il potere di una lente di far convergere i raggi dall'infinito a 1 metro di distanza, due diottrie 50 centimetri 3 diottrie 33 centimetri).Tutti questi difetti non possono essere influenzati da fattori esterni, tranne forse che nelle primissime fasi dell'infanzia (entro comunque gli 8 anni).
      • doctord scrive:
        Re: non dimostrato per nulla
        Caro Enjoy,Grazie per le spiegazioni sulla fisiologia che già sapevo. Non condivido assolutamente la tua teoria sul fattore ereditario. Quello che dici è semplicemente il risultato dell'indottrinamento falso delle industrie ottiche. Ci siamo cascati tutti come asini, anche io. Ci sono prove e controprove che la miopia è causata da fattori esterni/comportamentali e può essere prevenuta e anche curata (n.b. curata!=corretta).Le lenti negative correggono la miopia ma non la curano e se usate anche per distanze ravvicinate sono la causa del costante peggioramento di chi le indossa.
        La miopia purtroppo è causata da una ereditarietà
        multifattoriale e non può essere prevenuta in
        nessun modo.Bisogna smetterla con questa FALSITA' della miopia ereditaria. A causa di questa baggianata milioni di bambini prendono la strada della cura tradizionale (con lenti negative) che è la causa del loro costante ed infinito peggioramento. BASTA.Studiati bene questi siti e poi ne riparliamo:www.rieducazionevisiva.comwww.preventmyopia.org
  • FuSioNmAn scrive:
    Re: non dimostrato per nulla
    - Scritto da: roberto
    ma certo se tu lo tieni sempre
    bello schiacciato per guardare su un monitor,
    forse lo fai secco
    prima.Quindi non fai altro che avvalorare la tesi dell'articolo
  • Gianfranco Caccamo scrive:
    l'acqua bolle a 100°
    lo sapevate? dei ricercatori hanno fatto una scoperta eccezionale l'acqua bolle a 100°... Gian
    • ManyChoices scrive:
      Re: l'acqua bolle a 100°
      Mica vero, dipende dall'altitudinehttp://www.science.unitn.it/~fisica1/fisica1/appunti/termo/cap_2/cap_2_8.htmDetta in soldi a 4000 mt bolle a 86 gradi (se non ricordo male).Quindi alle volte le cose sono scontate, non lo sono sempre.
    • MeX scrive:
      Re: l'acqua bolle a 100°
      si ma un laboratorio sul montebianco sostiene che bolla prima dei fatidici 100, e un laboratorio genovese invece insiste nel dire che si superano i 100 per vedere le bolle...
      • Ricky scrive:
        Re: l'acqua bolle a 100°
        Veramente a Genova stanno cercando di capire a quale altitudine le bolle escono perfettamente sferiche...
  • doctord scrive:
    La verità e solo questa!!!
    Lo stress d'accomodazione protratto nel tempo fa insorgere miopia. Io stò guarendo dalla miopia grazie all'uso inverso degli occhiali quando lavoro a distanze ravvicinate (lenti positive, defocus retinico miopico). Gli occhi sono strutturati per vedere da lontano. Non usate gli occhiali da miope anche per lavorare da vicino, fate pause guardando da lontano e rotazioni oculari.Maggiori info le potete trovare su:www.rieducazionevisiva.comwww.preventmyopia.orgBasta regalare soldi alle industrie ottiche a scapito della nostra vista!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 giugno 2008 10.52-----------------------------------------------------------
    • FuSioNmAn scrive:
      Re: La verità e solo questa!!!
      Avevo letto anche io qualcosa del genere. In pratica, mentre si è al computer, con gli occhiali si sforzerà di più l'occhio rispetto a non indossarli.Noi siamo quindi erroneamente propensi a pensare che con gli occhiali abbassiamo il rischio di affaticamento ed ulteriore peggioramento.L'unico problema è che come al solito uno dice una cosa e uno ne dice un'altra.
    • braindump scrive:
      Re: La verità e solo questa!!!
      tanto per curiosità i primi studi del genere sono diventati famosi perchè aldous huxley pubblico dei libri a riguardo e si curò usando questi sistemi.In svizzera ci sono oftalmologi ed ottici che cominciano ad organizzare corsi del genere.
    • MircoM scrive:
      Re: La verità e solo questa!!!
      eh, io per evitare di utilizzare gli occhiali da miope devo stare con il naso attaccato al monitor :)
    • trikketrakk e scrive:
      Re: La verità e solo questa!!!
      ho letto anche su un metodo Bates antimiopia di ginnasticaoculare...secondo te funziona?
      • doctord scrive:
        Re: La verità e solo questa!!!
        Il termine "Antimiopia" mi è nuovo. Il metodo che stò applicando io è il PVS non è il Bates. Fino ad ora ho avuto un miglioramento di una diottria ed ho azzerato l'astigmatismo. In pratica si tratta di fare della ginnastica oculare e degli esercizi di messa a fuoco rilassando il muscolo ciliare. Per mantenere i risultati basta poi attenersi a regole di igiene oculare, ad esempio per lavorare da vicino bisogna utilizzare occhiali positivi o sottocorretti.
  • Caino scrive:
    Azz
    ....Oddio corro subito a dirlo al mio capo cosi me compra un monitor nuovo!!!! yeahhhhhh .....forse
  • Nilok scrive:
    FATTI !!!...non pugnette...
    Augh,una volta si diceva che troppe pugnette portassero alla cecità e si facevano pronunziare, in merito, esimi professoroni...Oggi siamo nell'Era Tecnologia ed è OVVIO che guardare troppo un monitor causi alterazioni del DNA...Ho parlatoNilok
    • ManyChoices scrive:
      Re: FATTI !!!...non pugnette...
      - Scritto da: Nilok
      Augh,

      una volta si diceva che troppe pugnette
      portassero alla cecità e si facevano pronunziare,
      in merito, esimi
      professoroni...

      Oggi siamo nell'Era Tecnologia ed è OVVIO che
      guardare troppo un monitor causi alterazioni del
      DNA...

      Ho parlato
      Puo' darsi anche che sia un effetto combinato, alle volte sul monitor si guardano certi siti ...
    • Mahji scrive:
      Re: FATTI !!!...non pugnette...
      Eccoti i fatti, hanno dimostrato che passare molte ore al computer fa insorgere il glaucoma.Heavy computer use tied to glaucoma http://www.cbc.ca/health/story/2004/11/15/glaucoma-screen041115.html
  • korova scrive:
    100 Hz
    Ho da sempre usato, ed uso ancora adesso, monitor CRT a schermo piatto con frequenza di aggiornamento a 100 Herz.Mai avuto problemi!!! :) :p :| @^ @^ @^ :@ :@ :-o :-o :-o(troll)(troll)(nolove)(nolove)(c64)(c64)(c64)(c64)
    • Gauss scrive:
      Re: 100 Hz
      Il mio monitor ha lo chassis blu! Anche io mai avuto problemi! Aggiungo che il mio monitor ha l'entrata DVI..anche per quello mai avuto problemi!!mah...come se 100hz hanno a che fare con la miopia!
  • bash scrive:
    io guardo i monitor da 25 anni!
    Io guardo i monitor da almeno 5 lustri, dai primi home computer collegati alla tv portatile in bianco e nero, ai primi terminali a fosfori verdi, ai primi monitor vga in bianco e nero, e poi a colori, fini ad arrivare agli attuali LCD.Li ho visti tutti, li ho usati tutti, per parecchie ore al giorno.E ancora riesco a leggere gli articoli di un giornale posto a 2 metri da me.L'articolo e' esagerato.Il calo della vista e' un fattore genetico: se uno e' destinato alla miopia diventa miope a prescindere dall'uso intensivo dei monitor.Se uno non e' destinato alla miopia, miope non ci diventa.
    • ManyChoices scrive:
      Re: io guardo i monitor da 25 anni!

      L'articolo e' esagerato.

      Il calo della vista e' un fattore genetico: se
      uno e' destinato alla miopia diventa miope a
      prescindere dall'uso intensivo dei
      monitor.
      Se uno non e' destinato alla miopia, miope non ci
      diventa.Forse c'e' un fattore genetico anche nella predisposizione all'informatica, nel mio reparto siamo in 8, in 8 portiamo gli occhiali o da miope, o da presbite o da astigmatico ...
      • bash scrive:
        Re: io guardo i monitor da 25 anni!
        - Scritto da: ManyChoices

        L'articolo e' esagerato.



        Il calo della vista e' un fattore genetico: se

        uno e' destinato alla miopia diventa miope a

        prescindere dall'uso intensivo dei

        monitor.

        Se uno non e' destinato alla miopia, miope non
        ci

        diventa.

        Forse c'e' un fattore genetico anche nella
        predisposizione all'informatica, nel mio reparto
        siamo in 8, in 8 portiamo gli occhiali o da
        miope, o da presbite o da astigmatico
        ...E ritenete che alcuni di voi lo siano diventati a causa dei monitor?
        • ManyChoices scrive:
          Re: io guardo i monitor da 25 anni!

          E ritenete che alcuni di voi lo siano diventati a
          causa dei
          monitor?Direi solo che la coincidenza e' sospetta, 2 va bene, 3 va bene, ma 8 su 8 ...Direi inoltre che si parla di CDI EyeClinic http://www.adnkronos.com/IGN/Cronaca/?id=1.0.2247939683)spero siano dei professionisti che oltre alle impressioni personali abbiano lungamente studiato la cosa e sono loro, non io a parlare di 88%, fuffa, puo' essere diffido di tutto. Le notizie vanno verificate, e incrociate. La mia esperienza personale conferma. La tua no, forse farai parte di quel 12%, mettiamola cosi' se lavori in IT fai una piccola statistica di occhialuti tra colleghi e altri uffici che usano meno i computer e sappimi dire ...
    • gnubit scrive:
      Re: io guardo i monitor da 25 anni!
      Ho iniziato su uno ZX80 so "televisione" Westinghouse b/n.Mi sono passato monitor a fosfori verdi e ocra, monitor crt bn e colori ed ora LCD.28 anni di computer spesso e volentieri per 12ore al giorno.Ancora nessun bisogno degli occhiali, vista perfetta.
    • Gauss scrive:
      Re: io guardo i monitor da 25 anni!
      Quindi secondo te il fatto di abituare l'occhio ad usare per tante ore consecutive una sola focale, non da problemi di vista??! Se rimani seduto per 8 ore al giorno per 5 giorni, non ti fan male le gambe o e il culo? si perde pure forma a livello articolare, oppure è genetica pure quello? Ad alcuni viene pure la scoliosi! L'occhio non è fatto per imbambolare la focale a 60cm di distanza per più di un tot di tempo...ecco perchè vi dicono di guardare oggetti a focali differenti anche dopo solo 15minuti di monitor.
      • doctord scrive:
        Re: io guardo i monitor da 25 anni!
        Hai perfettamento ragione. Abituare l'occhio a vedere da vicino vuol dire provocargli un allungamento indotto dallo stress del muscolo ciliare. L'occhio semplicemente si adatta al nuovo fuoco. La funzione fa l'organo.
        • FuSioNmAn scrive:
          Re: io guardo i monitor da 25 anni!
          - Scritto da: doctord
          La funzione fa
          l'organo.e quindi a lungo andare l'occhio si modifica perchè la gran parte del tempo la si passa a guardare oggetti molto vicini.Così si ottimizza per vedere da vicino e invece da lontano non vedremo più una ceppa.E' un po come le modifiche genetiche che avvengono a distanza di millenni a causa dei cambiamenti di stili di vita o di habitat.Collegandomi invece a quanto affermano molti qui sul fatto che ci vedono bene dopo 150 anni di uso di computer vorrei far presente che non è una condizione matematica secondo cui chi usa il computer 8 ore al giorno di sicuro diventerà cieco.Se vado a 200 all'ora in moto non è garantito che io muoia ma le probabilità aumentano esponenzialmente.Chiaro il concetto?Io sono diventato leggermente miope a 24 anni. Prima ci vedevo come un falco.E' un po strano diventare miope ad una certa età. I fattori genetici si manifestano molto prima.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 giugno 2008 16.09-----------------------------------------------------------
          • doctord scrive:
            Re: io guardo i monitor da 25 anni!
            Si hai capito perfettamente. Riguardo poi il fatto che alcune persone malgrado anni di lavoro ravvicinato non diventano miopi lo imputerei al fatto che semplicemente nel resto del tempo compensano l'accomodazione con attività all'aria aperta. Ho due colleghi qui che non sono miopi ed ho notato che involontariamente effettuano regolari interruzioni al lavoro da vicino con gli occhi a differenza di me che sto sempre incollato al monitor.Un'altra conferma al legame tra stress di accomodazione e miopia è il fatto che generalmente la miopia va di pari passo con l'introversione, quasi che il mondo del soggetto fosse racchiuso a 50 cm dal naso.
    • Mahji scrive:
      Re: io guardo i monitor da 25 anni!

      L'articolo e' esagerato.No e' giusto, non sei mica tu il metro dle mondo.
      Il calo della vista e' un fattore geneticoE il glaucoma?Quello invece e' legato all'uso intenso.Informati meglio, passare molte ore al computer fa insorgere il glaucoma.Heavy computer use tied to glaucoma http://www.cbc.ca/health/story/2004/11/15/glaucoma-screen041115.html
  • Mr olimpia scrive:
    mezza vertà
    E' una mezza verità....Ne ho avuto esperienza diretta.. quando ero alle medie ed avevo un monitor a tubo catodico ed in quel periodo persi un sacco di vista... Da 3 o 4 anni uso monitor lcd e nn mi si è abbassata la vista neanche di una frazione
    • Mr.God scrive:
      Re: mezza vertà
      - Scritto da: Mr olimpia
      E' una mezza verità....

      Ne ho avuto esperienza diretta.. quando ero alle
      medie ed avevo un monitor a tubo catodico ed in
      quel periodo persi un sacco di vista... Da 3 o 4
      anni uso monitor lcd e nn mi si è abbassata la
      vista neanche di una
      frazioneCredo che la tua sia una mezza minchiata, visto che il catodico ce l'hanno avuto tutti ma cieco ci sei solo tu.
      • Giuseppe scrive:
        Re: mezza vertà
        - Scritto da: Mr.God
        Credo che la tua sia una mezza minchiata, visto
        che il catodico ce l'hanno avuto tutti ma cieco
        ci sei solo
        tu.Non credo proprio che sia una minchiata.Io non ho mai perso diottrie,per ora ci vedo benissimo, ma ricordo bene che quando lavoravo alla tesi pochi anni fa sul mio monitor a tubo (LG flatron 995) spesso mi facevano male gli occhi, mentre oggi che sto in ufficio a lavorare al CAD parecchie ore al giorno e uso un lcd non ho mai provato quei fastidi.Non so se il mio sia solo un caso, ma mi piacerebbe saperlo (non sparato da uno a caso tanto per far lo spiritoso, ma dimostrato da studi scientifici...)
        • Marvho scrive:
          Re: mezza vertà
          in realta se il monitotr a tubo catodico lavora almeno a 75Hz non si avra alcun disturbo, purtroppo la massa di niubboni non sa settare il refresh del monitor tramite la scheda video.. e gli occhi a 60 Hz di defoult si massacrano.
          • Akasha scrive:
            Re: mezza vertà
            LOL!! niubboni forever! :D
          • Giuseppe scrive:
            Re: mezza vertà
            Mah...veramente lo tenevo a 90Hz e ho indicato il modello per dire che non era un modello preso al LIDL ;)- Scritto da: Marvho
            in realta se il monitotr a tubo catodico lavora
            almeno a 75Hz non si avra alcun disturbo,
            purtroppo la massa di niubboni non sa settare il
            refresh del monitor tramite la scheda video.. e
            gli occhi a 60 Hz di defoult si
            massacrano.
          • tDv scrive:
            Re: mezza vertà
            - Scritto da: Marvho
            in realta se il monitotr a tubo catodico lavora
            almeno a 75Hz non si avra alcun disturbo,
            purtroppo la massa di niubboni non sa settare il
            refresh del monitor tramite la scheda video.. e
            gli occhi a 60 Hz di defoult si
            massacrano.Io con il mio "vecchio" 19" a tubo nokia tenevo a 100Hz e non ho mai avuto problemi. Ho provato e anche a 85Hz dopo 1 ora mi davano fastidio gli occhi.Oggi con gli LCD va cmq molto meglio
        • Davide Impegnato scrive:
          Re: mezza vertà
          Probabilmente, ma qui entro nell'esperienza personale e non certo nella scienza, dovreste provare ad alzare la frequenza di aggiornamento per gli schermi a tubo. Predefinita, è a 60 Hz, ma se la si aumenta a 100 o 120 Hz l'occhio soffre molto molto meno.Altra cosa è lo schermo LCD, che non ha la frequenza di refresh impostabile, ma è sempre fissa a 60 Hz, se non sbaglio.Comunque, è molto improbabile che sia lo schermo la causa della perdita di diottrie (diciamo che al 99,999% ti sbagli).
          • Giuseppe scrive:
            Re: mezza vertà
            - Scritto da: Davide Impegnato
            Comunque, è molto improbabile che sia lo schermo
            la causa della perdita di diottrie (diciamo che
            al 99,999% ti
            sbagli).Come dicevo non ho perso nessuna diottria, mi si stancavano solamente...
    • VIncenzo scrive:
      Re: mezza vertà
      C'è un altra interpretazione, secondo alcuni il difetto visivo è una questione di software, non di hardware.Attuando a lungo certi comportamenti (mettere a fuoco da vicino richiede uno sforzo muscolare) si modificherebbe il software che pilota i muscoli (software autoadattivo, come tutto il nostro brainware) per ridurre lo sforzo.Il risultato sarebbe poi che l'adattamento per quella distanza più usata interferirebbe (in alcuni) con le altre distanze. Un po' come se l'autofocus finisse per impazzire.Questa la "teoria", che sta dietro un metodo per fermare e invertirne gli effetti. Lo sto seguendo da qualche mese, e devo dire che qualche(temporaneo) miglioramento (misurato dall'ottico in circa mezza diottria per occhio) l'ho sperimentato. Poca roba, ma secondo l'autore con il tempo si può migliorare fino alla totale guarigione. Visto che richiede di perdere solo qualche minuto al giorno per gli esercizi, sto continuando a provare. Se riesce, ve lo farò sapere :)Per chi interessasse provare:http://www.ltu.pisa.it/schede/87507484.htm
      • doctord scrive:
        Re: mezza vertà
        Io lo stò facendo da circa 6 mesi con ottimi risultati ;)
        • braindump scrive:
          Re: mezza vertà
          confermo, 6 mesi di corso e 6 mesi di esercizi a casa.ho recupertato due diottrie ed ora riesco a leggere il giornale.
          • koteko scrive:
            Re: mezza vertà
            io ho un computer a casa da 12 anni, e un monitor lcd solo da 3. in prima media ero ipermetrope, e gia' usavo il computer (non molto, devo dire) da due anni, cominciai ad usarlo per molte piu' ore al giorno e mi ritrovai con gli occhiali in terza media. da li a un anno e mezzo fa la vista mi e' _sempre_ diminuita, arrivando a -2,25 / -4negli ultimi due anni, praticamente il giorno non sto piu' a casa (universita'), utilizzo il portatile ma spesso devo studiare su carta, e altrettando spesso lo faccio all'aperto, nel parco, e comunque in condizioni di luminosita' migliorate.comincio quindi a credere che sia implicato in qualche modo...un paio d'anni fa ho letto di un cosiddetto metodo "Bates", che non ho mai provato, ma di cui ho letto solo un "estratto": bisogna spesso allenare la vista focalizzando su paesaggi a piu' livelli, quindi prima vicino, poi un po' piu' lontano, poi vicino etc.ogni tanto, a tempo perso, l'ho fatto mentre studiavo ed ero fuori, spesso comunque interruzioni varie durante lo studio mi hanno portato a farlo anche senza pensarci...ora vorrei proprio provare questo metodo, chissa' che non funzioni ;)grazie per averlo segnalato!
  • Gustavo Menandomel o scrive:
    Sono rovinato!
    Non bastavano le seghe per perdere la vista.......
  • IloveApple scrive:
    Un po' superato?
    Credo che più che di patologia "direttamente correlata a", direi che si può parlare di "patologia acutizzata da". Il monitor del pc, come la tv e qualsiasi altro apparecchio che impegni la vista provoca, alla lunga, affaticamento visivo. Affaticamento che si può alleviare facendo delle pause ogni mezz'ora/un'ora e con dei colliri (non farmaci) che tengano l'occhio sempre umido. Io mi trovo bene con delle lacrime artificiali a base di acido ialuronico.
    • Mr.God scrive:
      Re: Un po' superato?
      - Scritto da: IloveApple
      Affaticamento che si può
      alleviare facendo delle pause ogni
      mezz'ora/un'ora e con dei colliri (non farmaci)
      che tengano l'occhio sempre umido. Io mi trovo
      bene con delle lacrime artificiali a base di
      acido
      ialuronico.Io solforico.
  • Terminator scrive:
    Veramente...
    Veramente io ho sempre avuto un pochino di miopia ma nel corso degli anni, pur con un uso intendo del PC, non é mica peggiorata. Uno dei trucchi per non affaticare gli occhi (oltre ad avere un monitor LCD ai giorni nostri :_D ) é di muovere gli occhi qui e lá ogni tanto mettendo a fuoco anche altre cose. A me viene naturale. Ah, io sono sempre vicinissimo al monitor...
    • Wolf01 scrive:
      Re: Veramente...
      Devo dire che da quando uso LCD e non più CRT la condizione dei miei occhi è molto migliorata, non mi bruciano più (a meno che non abbia sonno e stia cercando di tenerli aperti con gli stuzzicadenti) e riesco a concentrare meglio lo sguardo sul monitorCerto, ogni tanto pure io ho bisogno di guardare da qualche altra parte perchè già dopo 30 minuti davanti al monitor mi sento rinco come se mi fossi appena svegliato...e poi passo 16 ore al giorno davanti ad un monitor, tra casa e lavoro
      • Mahji scrive:
        Re: Veramente...
        - Scritto da: Wolf01
        Devo dire che da quando uso LCD e non più CRT la
        condizione dei miei occhi è molto migliorata, non
        mi bruciano più (a meno che non abbia sonno e
        stia cercando di tenerli aperti con gli
        stuzzicadenti) e riesco a concentrare meglio lo
        sguardo sul
        monitor
        Certo, ogni tanto pure io ho bisogno di guardare
        da qualche altra parte perchè già dopo 30 minuti
        davanti al monitor mi sento rinco come se mi
        fossi appena
        svegliato
        ...e poi passo 16 ore al giorno davanti ad un
        monitor, tra casa e
        lavoroAllora avrai probabilmente un bel glaucoma.Riguardati.Heavy computer use tied to glaucoma http://www.cbc.ca/health/story/2004/11/15/glaucoma-screen041115.html
  • emmeesse scrive:
    Non ci vuole un oculista
    Per capire che se passi tante ore a due spanne da uno schermo prima o poi la vista si fottesi fottesse vista. :-)Mi bruciano gli occhi. Ma non vado ancora a nanna perche' voglio ancora trolleggiare su PIdel resto non ho mai preteso di essere furbo.
  • Michele scrive:
    hahaha
    si certo, e farsi le seghe fa venire i brufoli..La miopia è un difetto dell'occhio. è genetico.
    • Eugenio Odorifero scrive:
      Re: hahaha
      La falsa miopia si acquisisce (ma si può anche recuperare).
    • doctord scrive:
      Re: hahaha
      Tutto falso. Quello che dici è il falso indottrinamento fatto dalle industrie ottiche, la miopia non è genetica:www.preventmyopia.org-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 giugno 2008 11.10-----------------------------------------------------------
    • Mahji scrive:
      Re: hahaha
      - Scritto da: Michele
      si certo, e farsi le seghe fa venire i brufoli..
      La miopia è un difetto dell'occhio. è genetico.Passare moltoe ore al computer fa insorgere il glaucoma.Altro che miopia!Heavy computer use tied to glaucoma http://www.cbc.ca/health/story/2004/11/15/glaucoma-screen041115.html
    • Ciccio Puffo scrive:
      Re: hahaha
      la miopia non è genetica. non so dove tu abbia letto una cazzata simile. il difetto sta nel globo oculare troppo lungo o nel mancato rilassamento del muscolo cigliare dell'occhio. quanto alle cause, se ne sa poco niente, tanto quanto per la cura.e parla uno studente di medicina con una miopia galoppante - arrivata prima del pc.
  • Lapan scrive:
    Verissimo
    A me i guai sono iniziati ora dopo almeno 12 anni di terminale :S
    • Mr.God scrive:
      Re: Verissimo
      - Scritto da: Lapan
      A me i guai sono iniziati ora dopo almeno 12 anni
      di terminale
      :S12 anni? Ora si che sei terminale.
  • Davide Impegnato scrive:
    Quante inesattezze!
    Prima di tutto. La legge 626 non è più in vigore, è stata abrogata da un bel pezzo e sostituita con un testo unico. Aggiornarsi no, eh!?In secondo luogo, non esiste alcuna patologia, per l'apparato visivo, direttamente collegata all'esposizione allo schermo. Al massimo, l'utilizzo dello schermo può far notare difetti della vista altrimenti mai notati. Comunque, nulla di irreversibile. Al contrario, l'utilizzo del videoterminale può dare problemi all'apparato locomotore e cardiocircolatorio, ma di questo non ne parlate.In-formazione.
    • Lamb scrive:
      Re: Quante inesattezze!

      Prima di tutto. La legge 626 non è più in vigore,
      è stata abrogata da un bel pezzo e sostituita con
      un testo unico. Aggiornarsi no,Mea culpa, ho ripreso l'indicazione di un ns articolo datato e non ci ho fatto caso.
      In secondo luogo, non esiste alcuna patologia,
      per l'apparato visivo, direttamente collegata
      all'esposizione allo schermo. Questo è molto interessante. Qualche link? Penso che sia da approfondire, visto anche quello che è stato detto oggi (non da noi :)
      locomotore e cardiocircolatorio, ma di questo non
      ne
      parlate.Sicuro?http://punto-informatico.it/cerca.aspx?s=patologie+computer&t=4&o=0Ci troverai almeno una 30ina di pezzi ;)ciao!Lamberto
      • Davide Impegnato scrive:
        Re: Quante inesattezze!
        Per i link, ora non ho molto tempo, ma ti posso dare il sito dell'inail (quella che paga se qualcosa va storto) che dice:Spesso i difetti visivi latenti diventano manifesti per la prima volta lavorando al videoterminale, e ciò porta facilmente a colpevolizzare tale lavoro. E importante precisare che in ogni caso esso non pregiudica la vista.http://www.inail.it/Portale/appmanager/portale/desktop?_nfpb=true&_pageLabel=PAGE_PUBBLICAZIONI&nextPage=PUBBLICAZIONI/Tutti_i_titoli/Prevenzione_e_sicurezza/Il_lavoro_al_videoterminale/Il_lavoro_al_videoterminale/info-752958045.jsp
        • precisino scrive:
          Re: Quante inesattezze!
          - Scritto da: Davide Impegnato
          Per i link, ora non ho molto tempo, ma ti posso
          dare il sito dell'inail (quella che paga se
          qualcosa va storto) che
          dice:

          Spesso i difetti visivi latenti diventano
          manifesti per la prima volta lavorando al
          videoterminale, e ciò porta facilmente a
          colpevolizzare tale lavoro. E importante
          precisare che in ogni caso esso non pregiudica la
          vista.

          http://www.inail.it/Portale/appmanager/portale/desUn po' di parte, come fonte, non credi?Se dimostrano che la malattia è professionale (cioè legata all'attività lavorativa) l'INAIL deve pagarne le spese, se non lo è, sono soldi risparmiati.Secondo te, quale posizione potrebbero sostenere?
          • Davide Impegnato scrive:
            Re: Quante inesattezze!
            Mmmhh.... a quel che mi risulta, l'inail paga già per la riabilitazione per quando si verificano questo tipo di inconvenienti. Se l'inail si permette di fare un'affermazione simile, PRESUMO che lo faccia con un certo fondamento e con cognizione di causa.Dopo, cosa vuoi, il vittimismo è sempre dietro l'angolo......
      • Ilgiulio scrive:
        Re: Quante inesattezze!
        Notizie frammentarie e senza delucidazioni scientifiche rimangono considerazioni campate in aria.Parlando a persone che lavorano in ambito scientifico parlare di "disturbi" in modo generico equivale a non sapere ciò di cui si parla.Ci si aspetterebbe (purtroppo e se così fosse) di sentir parlare di patologie eventuali.Diversamente, che senso ha parlare di un fantomatico argomento ?
    • MircoM scrive:
      Re: Quante inesattezze!

      nulla di irreversibile. Al contrario, l'utilizzo
      del videoterminale può dare problemi all'apparato
      locomotore e cardiocircolatorio, questo mi interessa. hai qualche link da darmi?
      • Wolf01 scrive:
        Re: Quante inesattezze!
        www.se sei sedentario potresti soffrire di infarto.it? (Il commento contiene una parola troppo lunga. OMG?)Certamente, una persona che se ne sta seduta davanti ad un monitor... no dai, seduta in generale, e non fa attività fisica certamente avrà più possibilità di una che ne fa di soffrire di disturbi al sistema cardio circolatorio, ad iniziare dalle gambe che si "informicano" e per finire con l'obesità
        • MircoM scrive:
          Re: Quante inesattezze!
          vabbè, grazie al piffero... :)il post a cui ho risposto parla di danni alla salute derivati dall'utilizzo del terminale, non dalla vita sedentaria in generale.
    • Mahji scrive:
      Re: Quante inesattezze!

      In secondo luogo, non esiste alcuna patologia,
      per l'apparato visivo, direttamente collegata
      all'esposizione allo schermo.Invece si il GLAUCOMA! E' stato scoperto nel 2004 un rapporto tra uso intensivo del computer e sviluppo del glaucoma.http://www.cbc.ca/health/story/2004/11/15/glaucoma-screen041115.htmlDicic agli altri di aggiornarsi ma tu non sai un fico!!
    • CCC scrive:
      Re: Quante inesattezze!
      - Scritto da: Davide Impegnato
      Prima di tutto. La legge 626 non è più in vigore,
      è stata abrogata da un bel pezzo e sostituita con
      un testo unico. Aggiornarsi no,
      eh!?

      In secondo luogo, non esiste alcuna patologia,
      per l'apparato visivo, direttamente collegata
      all'esposizione allo schermo. Al massimo,
      l'utilizzo dello schermo può far notare difetti
      della vista altrimenti mai notati. Comunque,
      nulla di irreversibile. Al contrario, l'utilizzo
      del videoterminale può dare problemi all'apparato
      locomotore e cardiocircolatorio, ma di questo non
      ne
      parlate.

      In-formazione.uh! ma quante ne sai!!!
Chiudi i commenti