USA, Microsoft denuncia 12 rivenditori

Avrebbero contraffatto e distribuito copie piratate di alcuni prodotti del big di Redmond. In particolare di Windows XP e di Office XP


Roma – La guerra alla contraffazione e alla pirateria di Microsoft non si combatte solo nei paesi in via di sviluppo, come la Malaysia, ma anche in madre patria, gli Stati Uniti. Con il più duro attacco dell’anno alla distribuzione e alla copia non autorizzata dei propri prodotti in USA, negli scorsi giorni Microsoft ha denunciato 12 rivenditori in sei diversi stati nordamericani.

I rivenditori sono stati accusati da Microsoft di aver contraffatto e copiato abusivamente diversi software di quest’ultima, primi fra tutti Windows XP e Office XP, ma anche Windows Small Business Server e altri prodotti il cui costo supera il migliaio di dollari a licenza.

La pratica più frequente, fra i rivenditori, è notoriamente quella di preinstallare sui PC venduti copie di Windows e di Office non accompagnate dalla relativa licenza.

Margo Day, vicepresidente di Microsoft U.S. partners, ha detto che la propria azienda ha sporto le querele solo dopo aver inviato ai trasgressori lettere di diffida. Ha fatto notare che la comunità dei system builder è stata molto utile nell’aiutare Microsoft a risalire ai negozi che, secondo quest’ultima, distribuiscono agli acquirenti software piratati.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Akiro scrive:
    Re: Un film di cui il sito stesso, però

    Quotidianamente assistiamo ad azioni di
    marketing molto più aggressive ed
    eticamente discutibili... :(di peggio? tipo?a me sembra che inquinar internet sia già un bello skifopoi una cosa è inquinar con dei siti a fini di lucro, un altra è fare come bonsaikitten.
  • Akiro scrive:
    Re: serietà
    purtroppo non è così, chi ha il potere di far determinate cose le fa e non pensa all'etica o a cose di questo genere...
  • Akiro scrive:
    Re: I-Robot
    io ho visto il sito ai primi di aprile e si capiva benissimo che era il sito del film...(linux)
  • Anonimo scrive:
    per me e' fantastica.
    ok l'impressione iniziale e' alquanto sconfortante. poi ovvio se sei un attimo sveglio e non credi a babbonatale allora trovi i riferimenti al sito.Sito che cmq sia e' una cosa FANATSTICA Perche porta nella realta (internet) un pezzo di film, ovvero il sito della famosa "GODSEND". Aumenta il realismo, il coinvolgimento. TUttto.Fantastico. F a n t a s t i c o.Guardate il trailer e poi tornate sul sito. wow! NotevolePs: per i soliti caproni che si divertono a sparare frasi come "sei malato", "sai l'italiano?" etc che si sentono sempre in dovere di criticare. un bacione. :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Un film di cui il sito stesso, però
    Idem. Non vedo lo scandalo. Quotidianamente assistiamo ad azioni di marketing molto più aggressive ed eticamente discutibili... :(
  • Anonimo scrive:
    Re: Ahahahaha ma bastaaa :-)
    Uuuuh, ma allora tu sei uno che la sa lunga, visto che conosci la fisica quantomeccanica...
  • Anonimo scrive:
    I-Robot
    Per chi l'avesse visto (ora il sito e' cambiato) lo stesso e' stato fatto per promuovere il film I-Robot tratto (e storpiato) dal un romanzo di Asimov con Will Smith - penso uscira' a breve. Il sito iniziale sembrava la pubblicita' di una ditta che vendeva robot casalinghi - nessun riferimento al film (se non mi ricordo male). Il sito era fatto veramente bene - veniva quasi voglia di ordinarne uno...Pv/
  • Anonimo scrive:
    Ahahahaha ma bastaaa :-)
    Ahahahahaha ma che scandalo e scandalo ... solo una trovata pubblicitaria ahahahahahahah :-)E quanto alla clonazione umana, alla clonazione per partenogenesi, alle cellule staminali embrionali (ES), alla rigenarazione di organi, agli impianti biomeccanici, alle reti neurali artificiali da impianto, alle interfaccie bioneurali, agli ogm etc. ... mettetevelo in testa ... il progresso andra' avanti comunque, e non ci saranno santi, comitati etici, vescovi, ulema, santoni che potranno impedirlo. Non e' servito bruciare 3 volte la biblioteca di Alessandria (gia' perche' solo la prima volta e' stato un incidente!), non e' servito processare Leonardo, non e' servito stampare alcuni libri piu' di tutti gli altri, nessuno ha mai fermato la storia ...:-)A quanti invece credono di essere immortali clonandosi, beh ahahahahaha .... consiglio caldamente di usare tutto il tempo che gli resta da passare su questo piccolo pianeta studiando fisica quantomeccanica e biologia molecolare ... non diventeranno immortali ma almeno se ne andranno arricchiti da un briciolo di cultura in piu' che non fa mai male ... ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: serietà
    - Scritto da: Anonimo
    Sulla veridicità delle informazioni
    su internet...meglio novella 2000...:D Oh! oh! oh! oh! oh! Cos'hai contro Novella 2000? È la migliore invenzione dopo Carosello!
  • Anonimo scrive:
    Re: serietà
    Sulla veridicità delle informazioni su internet...meglio novella 2000...:D
  • Anonimo scrive:
    Re: serietà
    - Scritto da: Anonimo
    internet è un media.Oooooh :o
    chi comunica attraverso un media deve
    attenersi alle leggi mediatiche di
    veridicità delle informazioni.OMG! :|Stavo per insultarti, poi mi sono reso conto che non e' colpa tua se sei un novellino. :$Chi utilizza Internet da un po' piu' di tempo sa che ci si trova di tutto, in un range che va dall'ignobile cazzata a dettagli non reperibili altrimenti.La cosa crea qualche problema solo a quelli appena arrivati, che tendono a dar credito a qualsiasi cosa trovino online.Ma non ti preoccupare, poi passa...Certo, hai evidenti problemi a scrivere in italiano comprensibile, ma per questo dubito che si possa fare qualcosa. Se hai abbastanza faccia tosta potresti farlo passare per uno sfoggio di cultura...
  • TieFighter scrive:
    BonsaiKitten
    Si fa presto a dire che basta guardare di qua e di la' ma chi se lo ricorda Bonsai Kitten? C'e' ancora gente che mi scrive preoccupata e dice che i gatti vengono fatti crescere in bottiglia!!!Ricordiamoci che le capre (o i newbie) abbondano.
  • Anonimo scrive:
    Re: Un film di cui il sito stesso, però


    Cliccando su Disclaimer -


    www.godsendthemovie.com /Si e' li' solo da oraCmq non capisco lo scandalo
  • Anonimo scrive:
    gli americani sono...
    proprio malati all'ultimo stadio! :|
  • Anonimo scrive:
    sciacalli
    aaa
  • Anonimo scrive:
    Re: Un film di cui il sito stesso, però ...
    - Scritto da: Anonimo
    "Un film di cui il sito stesso, però,
    non parla affatto."

    Appena entrato nel sito, ho visto in basso:

    ©2004 copyright Godsend Institute LLC - All
    rights reserved. | Disclaimer

    Cliccando su Disclaimer -

    www.godsendthemovie.com /

    Wooops.

    Burpe allora è inutile menarsela.
  • Anonimo scrive:
    Re: serietà
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    internet è un media.

    chi comunica attraverso un media deve

    attenersi alle leggi mediatiche di

    veridicità delle informazioni.

    altrimenti internet perderà

    credibilità.

    Quindi ogni media "tradizionale" dice la
    verità?
    Da quando?ho parlato di leggi, non di verità.
  • Anonimo scrive:
    Un film di cui il sito stesso, però ...
    "Un film di cui il sito stesso, però, non parla affatto."Appena entrato nel sito, ho visto in basso:©2004 copyright Godsend Institute LLC - All rights reserved. | DisclaimerCliccando su Disclaimer -
    http://www.godsendthemovie.com/Wooops.Burp
  • Anonimo scrive:
    Re: serietà
    - Scritto da: Anonimo
    internet è un media.
    chi comunica attraverso un media deve
    attenersi alle leggi mediatiche di
    veridicità delle informazioni.
    altrimenti internet perderà
    credibilità.Quindi ogni media "tradizionale" dice la verità?Da quando?
  • Anonimo scrive:
    serietà
    internet è un media.chi comunica attraverso un media deve attenersi alle leggi mediatiche di veridicità delle informazioni.altrimenti internet perderà credibilità.l'alternativa sarebbe abolire ogni legge vigente sulla veridicità d'informazione, ogni sanzione per reati diffamatori, ogni possibile forma di censura, reale liberismo, una soluzione altrettanto coerente. Ma temo che il mondo non sia ancora pronto a questo.
Chiudi i commenti