USA, multa per il tracciamento degli smartphone

950mila dollari dovrà pagare InMobi per aver raccolto senza permesso i dati di centinaia di milioni di utenti. Compresi i bambini

Roma – InMobi, agenzia di advertising mobile con base a Singapore, è stata multata dalla Federal Trade Commission (FTC) per 950mila dollari per aver raccolto e utilizzato i dati sugli spostamenti dei consumatori .

La decisione è frutto di un accordo raggiunto dalle autorità con l’azienda che con la sua rete di advertising mobile, con servizi di geolocalizzazione delle inserzioni, raggiunge oltre un miliardo di dispositivi in tutto il mondo. Secondo quanto riferisce il direttore alla protezione dei consumatori di FTC Jessica Rich: “InMobi ha tracciato la localizzazione di centinaia di milioni di utenti, inclusi bambini, senza il loro consenso e in molti casi ignorando completamente le preferenze di privacy impostate”.

Secondo FCT , innanzitutto, l’azienda di Singapore non avrebbe offerto una corretta informazione: pur avendo fatto intendere di tracciare i movimenti dei consumatori solo nel momento in cui avessero fatto opt-in in tali servizi ovvero nelle impostazioni di privacy dei relativi device, il suo servizio di geolocalizzazione seguiva i movimenti degli utenti anche nel caso l’app con installato il software InMobi non avesse ottenuto i necessari permessi e anche nei casi in cui il consumatore avesse esplicitamente negato l’accesso ai dati di localizzazione.

FTC riferisce inoltre che l’azienda sarebbe riuscita – grazie alla registrazione dei profili dei dispositivi degli utenti – a tracciarne gli spostamenti anche quando i relativi GPS erano spenti, grazie al coordinamento dei dati relativi alle reti wireless a loro prossime. Riferisce inoltre che InMobi avrebbe conservato un database dei dati così raccolti e che avrebbe violato la normativa a tutela della privacy dei minori, ed in particolare il Children’s Online Privacy Protection Act (COPPA), raccogliendo in questo modo dati anche da quelle app evidentemente indirizzate a bambini.

Oltre alla multa pecuniaria, stabilita in base allo status finanziario dell’azienda che rischiava di dover pagare danni civili per 4 milioni di dollari , InMobi dovrà innanzitutto cancellare tutti i dati finora raccolti e stabilire “un completo programma di protezione della privacy” ed in particolare impegnandosi a non raccogliere dati dagli utenti se non dopo aver avuto il loro consenso esplicito.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • daniel94151 scrive:
    Whispers noise canceler
    Guardate questo progetto, whispers noise canceller, e simile a Sono ma non e un concept. https://www.kickstarter.com/projects/wnc/whisper-the-noise-canceler/description
  • jumpjack scrive:
    in macchina???
    Installare un sistema ANC in macchina mi sembra l'idea più stupida tra le idee stupide!In camera da letto invece sì che lo vedrei bene un sistema ANC: un sensore sulla finestra e due o tre mini-altoparlanti sulla testata del letto... e finalmente non sentirei più il gallo cantare alle 3 di notte! (chi dice che la campagna è silenziosa?!?)
  • de sensibus scrive:
    insensatezza
    Tecnologie, come anche quelle automobilistiche, che costano ai produttori quattro soldi e che vengono fatte pagare alle persone delle cifre enormi rispetto al costo.Anche quello degli orologi elettronici è un altro settore dove la sproporzione fra costo e prezzo di vendita è enorme.Ma la gente compera e compera.Stupefacente.E anche inquietante.Perché poi quella stessa gente va al supemercato per risparmiare, facendo arricchire pochissimi e impoverendo tantissimi, cioè i negozianti, che hanno prezzi superiori.Una forma di pazzia collettiva, in cui non si vedono le conseguenze collettive di azioni individuali.Conseguenze che poi inevitabilmente diventano individuali.
    • Jack scrive:
      Re: insensatezza
      Per quanto riguarda il supermercato - e qui aggiungerei anche ebay, amazon & c, il discorso sarebbe molto lungo.In alcuni casi vi è anche disonestà del piccolo negoziante (un esempio: su amazon ho comprato 50 led rgb per 5, il negoziante di zona mi ha chiesto 1 l'uno), mentre in altri casi mi viene da pensare che si tratti di semplice evoluzione del mondo, come sono scomparsi i maniscalchi e le videoteche, pian piano succederà anche agli altri esercizi commerciali, ma ci sarà un aumento di lavoro per poste e corrieri.... Non dico che sia un cambiamento positivo, o almeno non in tutti i settori, ma è innegabilmente in atto....Per quanto riguarda invece gli oggetti sovrapprezzati, il campo automotive è leader trainante, ben oltre il campo high tech. Un mio amico ha comprato una mini, ha pagato 1000 in più per l'assetto "sport", che consiste in:- un interruttore da 2 al posto di un coperchietto in plastica- un bit "abilitato" nel software della centralina: anche i modelli senza l'optional hanno il software caricato. Non si tratta neanche di un software "in più"!
      • nome e cognome scrive:
        Re: insensatezza

        - un interruttore da 2 al posto di un
        coperchietto in
        plastica
        - un bit "abilitato" nel software della
        centralina: anche i modelli senza l'optional
        hanno il software caricato. Non si tratta neanche
        di un software "in
        più"!Chiaramente non ha pagato 1000 euro per l'interruttore e il bit ma ha pagato lo stipendio degli ingegneri che hanno progettato il software della centralina, il costo della centralina che prevede la modalità sport, il costo della progettazione della scocca che prevede l'interruttore da 2 euro, etc, etc. Poi paga lo stipendio del marketing, delle risorse umane, dell'IT e via così.
      • guadagnin scrive:
        Re: insensatezza
        Per non farsi prendere per il cubo, basta aprire un bilancio della società in esame e guardare l'utile prima della ridistribuzione.E' lì che ti rendi conto della marea di panzane che raccontano i vertici di tutte le società.Certo che se prendi l'utile dopo la ridistribuzione, questo sparisce in stipendi per i manager stratosferici, consulenze faraoniche (di facciata), acquisti di macchine e fabbricati, azioni distribuite, tasse pagate, ecc. ecc.Ma se sei uno dei pochissimi che non si fa infinocchiare, il guadagno è lì, davanti a te, oltre le fesserie dei marchettari.
        • nome e cognome scrive:
          Re: insensatezza
          - Scritto da: guadagnin
          Per non farsi prendere per il cubo, basta aprire
          un bilancio della società in esame e guardare
          l'utile prima della
          ridistribuzione.
          E' lì che ti rendi conto della marea di panzane
          che raccontano i vertici di tutte le
          società.
          Certo che se prendi l'utile dopo la
          ridistribuzione, questo sparisce in stipendi per
          i manager stratosferici, consulenze faraoniche
          (di facciata), acquisti di macchine e fabbricati,
          azioni distribuite, tasse pagate, ecc.
          ecc.
          Ma se sei uno dei pochissimi che non si fa
          infinocchiare, il guadagno è lì, davanti a te,
          oltre le fesserie dei
          marchettari.Eh già e pensa che come te che non ti fai infinocchiare può farlo tranquillamente anche la concorrenza, che non appena scopre che il 50% dell'utile è per consulenze e stipendi dei manager, le taglia dell'10% abbassa i prezzi e conquista il mercato. Tu fai lo stesso e dopo 2 giri di walzer il prodotto è venduto sottocosto... oooooh, il capitalismo bellezza.
  • prova123 scrive:
    L'idea prevede
    "inoltre la possibilità di lasciare passare..." Prevede una minchia. Semplicemente il sistema analizza il suono e determina le frequenze da annullare con continuità temporale. Quindi il cinguettio di un uccellino che è di sua natura asincrono e di breve durata non viene naturalmente annullato.Adesso dovrebbe essere chiaro. :)
    • Ethype scrive:
      Re: L'idea prevede
      - Scritto da: prova123
      "inoltre la possibilità di lasciare
      passare..."

      Prevede una minchia. Semplicemente il sistema
      analizza il suono e determina le frequenze da
      annullare con continuità temporale. Quindi il
      cinguettio di un uccellino che è di sua natura
      asincrono e di breve durata non viene
      naturalmente
      annullato.Ma chi l'ha detto?Se sono vicino ad una cascata, avrò ben il diritto di ascoltarne il rumore anche se questo non è di breve durata, bensì continuo nel tempo!
      • prova123 scrive:
        Re: L'idea prevede
        Come non darti torto. Però dubito che vicino ad una cascata tu voglia stare con un paio di cuffie sulle orecchie.
        • cascatore scrive:
          Re: L'idea prevede
          Molto sensato.Ma non tutti lo sono.Anzi...
        • Ethype scrive:
          Re: L'idea prevede
          - Scritto da: prova123
          Come non darti torto. Però dubito che vicino ad
          una cascata tu voglia stare con un paio di cuffie
          sulle
          orecchie.Dipende se ci vivi vicino ad una cascata.Non è che esista solo il Niagara...
          • prova123 scrive:
            Re: L'idea prevede
            comunque le cascate emettono rumore bianco, quindi le cuffie non sono in grado di filtrare una beata mazza.
          • cdcvv scrive:
            Re: L'idea prevede
            - Scritto da: prova123
            comunque le cascate emettono rumore bianco,
            quindi le cuffie non sono in grado di filtrare
            una beata
            mazza.Però lo possono attenuare.Oltre alle cuffie lo puoi provare anche con un editor audio. Per esempio audacity: prendi un file con audio e rumore di una cascata, Effect -
            noise removal selezioni una parte di traccia che ha soolo il rumore della cascata -
            get noise profileSenti il risultato. Si può fare.
          • prova123 scrive:
            Re: L'idea prevede
            una cosa è azzerare il suono in controfase ed un altra attenuarlo, è la stessa differenza che passa tra il giorno e la notte ...
    • Igor scrive:
      Re: L'idea prevede
      - Scritto da: prova123
      <i
      "inoltre la possibilità di lasciare
      passare..." </i


      Prevede una minchia. Semplicemente il sistema
      analizza il suono e determina le frequenze da
      annullare con continuità temporale. Quindi il
      cinguettio di un uccellino che è di sua natura
      asincrono e di breve durata non viene
      naturalmente
      annullato.

      Adesso dovrebbe essere chiaro. :)Infatti, un simile sistema richiede una anlisi spettrale l'individuazione delle frequenze predominanti del rumore, e quindi un aggancio PLL di fase con sfasamento di 180 gradi per creare un annullamento attivo.Se invece del sistema analogico si usa quello digitale, si deve tener conto anche del ritardo di campionamento e di elaborazione.Quindi è escluso che segnali come il rumore bianco che copre casualmente ogni frequenza o rumori istantanei come un colpo o esplosione siano cancellati.
    • rudy scrive:
      Re: L'idea prevede
      scusate il razzismo, le uso anche in presenza di animali petulanti
Chiudi i commenti