USA, sì a (certi) giochi violenti

Un giudice federale blocca una legge che avrebbe impedito ai minori l'acquisto di titoli che se la prendono con la polizia. Secondo il magistrato si tratta di censura che viola la libertà di espressione


Roma – Una legge dello Stato di Washington che impedisce di vendere videogiochi con certi contenuti violenti ai minori è stata bloccata da un magistrato federale. Secondo quest’ultimo, infatti, la normativa viola la libertà di espressione e rappresenta una censura in aperta violazione al Primo Emendamento alla Costituzione degli Stati Uniti.

Il 27 luglio la nuova legge dello Stato sarebbe entrata in vigore, imponendo sanzioni fino a 500 dollari a quei negozianti sorpresi a vendere ai minori di 17 anni videogame che contengono violenza contro forze di polizia.

Il giudice Robert Lasnik ha sostenuto essenzialmente due punti. Il primo è che i giochi di cui alla legge contengono trame complesse, grafiche e altri elementi creativi che come tutti i media sono protetti dalla Costituzione. La seconda è relativa al fatto che i titoli vietati ai minori sono solo quelli che contengono violenza nello specifico contro rappresentanti delle forze dell’ordine.

Una sorta di “discriminazione” che secondo il giudice dimostra come “lo Stato non abbia compiuto alcuno sforzo per regolare la quantità totale di violenza alla quale i minori sono esposti né ha tentato di regolare tutte le forme di violenza grafica dei videogiochi, come per esempio gli assassinii e la decapitazione di donne nel gioco Grand Theft Auto: Vice City”.

Soddisfazione è stata espressa dall’associazione dei produttori IDSA , secondo cui va sottolineato come i videogiochi debbano essere protetti dalla censura proprio come già accade per il cinema, i libri o la musica.

Sull’argomento vedi anche:
Massì, vendiamo violenza ai minori

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Terra2 scrive:
    è il solito complotto microsoft!
    ...sappiamo tutti chi si nasconde dietro questa anonima società di Torino (e questo spiegherbbe anche perchè dopo "longhorn", il prossimo windows abbia il nome in codice "bagna caoda").Si comincia con un innoquo telepass per gatti, ma è evidente che si punta a molto altro!Quando la microsoft avrà il controllo di tutti i gatti del pianeta consoliderà in maniera invulnerabile il proprio monopolio! Potrebbe costringendoci a comprare montagne di cibo in scatola marchiato ms le cui scatole potranno essere aperte solo con una periferica pilotabile da windows! Dovremmo per forza installare win sul nowstro PC per non far morire il nostro gatto!Joinate www.gattopass.org! Il progetto open source!(questo per fare felice l'anonimo che mi accusa di FUD ai danni di bill gates :) )
  • Anonimo scrive:
    Senza scomodare l'elettronica
    Il mio micio ha una calamita attaccata al collare, in prossimità dello sportello questa fa sollevare un ferretto metallico interno che sblocca la porticina...Voi direte: e chissenefrega? Non avete tutti i torti... :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Senza scomodare l'elettronica
      - Scritto da: Anonimo
      Il mio micio ha una calamita attaccata al
      collare, in prossimità dello sportello
      questa fa sollevare un ferretto metallico
      interno che sblocca la porticina...
      Voi direte: e chissenefrega? Non avete tutti
      i torti... :-)E le onde elettromagnetiche? povera bestia ;-)ciao!
      • Anonimo scrive:
        Re: Senza scomodare l'elettronica
        - Scritto da: Anonimo
        E le onde elettromagnetiche?
        povera bestia ;-)

        ciao!Non é detto che gli facciano male. Anzi certi campi elettromagnetici hanno degli influssi postivi (vedi i braccialetti con i poli positivi e negativi) :-)E poi ogni mattina é sempre una sorpresa scoprire cosa si é portato dietro attaccato al collo: chiodi, graffette, pezzi di rete metallica... con un po' d'impegno si potrebbe ricostruire la mappa dei suoi spostamenti notturni :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Senza scomodare l'elettronica

          Non é detto che gli facciano male. Anzi
          certi campi elettromagnetici hanno degli
          influssi postivi (vedi i braccialetti con i
          poli positivi e negativi) :-)
          E poi ogni mattina é sempre una sorpresa
          scoprire cosa si é portato dietro attaccato
          al collo: chiodi, graffette, pezzi di rete
          metallica... con un po' d'impegno si
          potrebbe ricostruire la mappa dei suoi
          spostamenti notturni :)E vero! e poi per richiamarlo basta una un elettrocalamita, si attiva ed il gatto arriva volando :D :D :DAnch'io ho un gatto ma ho paura che, infilandosi dappertutto, il collare faccia si che rimanga incastrato da qualche parte. :-|
          • Goul_duKat scrive:
            Re: Senza scomodare l'elettronica

            E vero! e poi per richiamarlo basta una un
            elettrocalamita, si attiva ed il gatto
            arriva volando :D :D :D

            Anch'io ho un gatto ma ho paura che,
            infilandosi dappertutto, il collare faccia
            si che rimanga incastrato da qualche parte.
            :-|potresti sempre fornirlo di apparecchio sotto cutaneo tanto quasi tutti i cani ed i gatti hanno la cute sospesa e non aderente alla muscolatura.
      • Anonimo scrive:
        Re: Senza scomodare l'elettronica
        onde elettromagnetiche di una calamita????
        • Anonimo scrive:
          Re: Senza scomodare l'elettronica
          - Scritto da: Anonimo
          onde elettromagnetiche di una calamita????Ok campo magnetico, fonte diversa ma l'effetto e' simile. ;)
  • Anonimo scrive:
    MA IL CHIP E' ENORME !!!
    Povero gatto, doversi trascinare in giro 8 chili di congegno elettronico non è una gran pensata.Sono sicuro che una cosa così potrebbe stare in una scatolina di 4 mm (pila compresa....). Complimenti all'"ingegnere" !Non si ha proprio rispetto per gli animali......
  • Anonimo scrive:
    Gatto in umido
    Quanto tempo deve rimanere al collo il trasmettitore perché il gatto risulti cotto a puntino?Ma è proprio vero che i gatti di oggi non riescono più a difendere il territorio? Mah, i miei li tengono ben alla larga...
  • Anonimo scrive:
    Gatti Cracker
    Per me qualche gatto si metterà a crakkare il chip e a copiarlo al suo ciondolo... ci scommetto :D
  • Ottav(i)o Nano scrive:
    Già esisteva!!!
    Circa da 10 anni ho notizia di una signora di Bruxelles che ha dotato il collare del suo gatto di un semplicissimo transponder integrato per comandare la porticina. Molto più piccolo, quindi, di quello visibile nella foto!
    • Attila Xihar scrive:
      Re: Già esisteva!!!
      - Scritto da: Ottav(i)o Nano
      Circa da 10 anni ho notizia di una signora
      di Bruxelles che ha dotato il collare del
      suo gatto di un semplicissimo transponder
      integrato per comandare la porticina. Molto
      più piccolo, quindi, di quello visibile
      nella foto!Confermo, e non solo in Belgio.Non so con precisione quando, ma la mia ragazza mi assicura che alcuni suoi parenti (abitanti in zona Torino...) già alcuni anni orsono avevano dotato il loro gatto domestico di radiocollare per impedire l'ingresso in casa ai randagi.Pare i primi giorni di funzionamento fossero stati alquanto divertenti, in quanto i mici "non autorizzati" avevano tirato sonore capocciate contro la porticina automatica :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Già esisteva!!!
        E se qualcuno per scherzo toglie il collare al gatto e lo mette ad un serpente o a un topo? Sai le risate... :))
        • Anonimo scrive:
          Re: Già esisteva!!!
          - Scritto da: Anonimo
          E se qualcuno per scherzo toglie il collare
          al gatto e lo mette ad un serpente o a un
          topo? Sai le risate... :))Non è che il collare ti trascina il gatto in casa, quindi il serpente deve trovare la strada, a questo punto non è più semplice lanciare il serpente in casa dalla finestra? o metterlo nella bucalettere, invece di mandarlo in giro con la collanina?
          • Anonimo scrive:
            Re: Già esisteva!!!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            E se qualcuno per scherzo toglie il
            collare

            al gatto e lo mette ad un serpente o a un

            topo? Sai le risate... :))

            Non è che il collare ti trascina il gatto in
            casa, quindi il serpente deve trovare la
            strada, a questo punto non è più semplice
            lanciare il serpente in casa dalla finestra?
            o metterlo nella bucalettere, invece di
            mandarlo in giro con la collanina?
            Gli esperti del ramo consigliano di incollare una fetta di pane imburrato sulla schiena del gatto; al primo balzo del felino lo sfortunato proprietario si ritroverà con una trottola vagante ad alta velocità (secondo un noto principio della fisica vedi http://www.seghementali.org/modules.php?name=News&file=article&sid=3 ). In pratica una vera e propria bomba ad orologeria.
        • Anonimo scrive:
          Re: Già esisteva!!!
          certo che mettere un collare ad un serpente deve essere difficile... :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Già esisteva!!!
          - Scritto da: Anonimo
          E se qualcuno per scherzo toglie il collare
          al gatto e lo mette ad un serpente o a un
          topo? Sai le risate... :))E si riuscire a mettere il collare ad un serpente oppure anche a un topo deve essere una cosa tutta da ridere :D :D :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Già esisteva!!!
      - Scritto da: Ottav(i)o Nano
      Circa da 10 anni ho notizia di una signora
      di Bruxelles che ha dotato il collare del
      suo gatto di un semplicissimo transponder
      integrato per comandare la porticina. Molto
      più piccolo, quindi, di quello visibile
      nella foto!E si puo' comprare il gatto della signora? E' elettronico?
    • Fiamel scrive:
      Re: Già esisteva!!!
      Ce n'è uno in vendita da almeno 2 anni in una nota catena di negozi per tutti i quattrozampe.Se dicono che sono i primi è solo perché fanno la solita schifosa azione pubblicitaria...Dico schifosa perché il fatto che siano i primi è una pura frottola.
      • Anonimo scrive:
        Re: Già esisteva!!!
        Sono uno zootecnico ed e' vero, c'e' un dispositivo di apertura wireless in vendita, ho visto le slide. Ma non si parla ne' di tunnel ne' di prevenzione di ingresso di altri animali. Certo, bisogna pure vedere quanto costa l'installazione di una roba cosi'.
        • Fiamel scrive:
          Re: Già esisteva!!!
          - Scritto da: Anonimo
          Sono uno zootecnico ed e' vero, c'e' un
          dispositivo di apertura wireless in vendita,
          ho visto le slide. Ma non si parla ne' di
          tunnelIl tunnell nella casa lo devi scavare comunque tu anche con l'oggetto recensito.Per il fatto di avere 2 porte _forse_ basta comprarne 2 e mettere 2 pass nello stesso collare, sempre che non interferiscano (non discuto sulla fattibilità, ma sul fatto che quello che 'sti tizi vendono non è per nulla una novità)
          ne' di prevenzione di ingresso di
          altri animali.Se non hanno il pass giusto non entrano, ma hai ragione a dubitare, perché se 2 gatti si rincorrono, forse le gattaiole non fanno in tempo a richiudersi fra un gatto e l'altro. Per questo problema non vedo soluzione, ma di solito il dispositivo è sufficiente.
          Certo, bisogna pure vedere
          quanto costa l'installazione di una roba
          cosi'.
Chiudi i commenti