USA, SeeqPod nelle mani del DRM

Intertrust Technologies Corporation, società specializzata in brevetti lucchettati, ha acquisito quelli relativi alle tecnologie di ricerca del sito di streaming musicale. Strozzato nella gogna delle major

Roma – Di brevetti ne possedeva già a centinaia, tutti relativi a tecnologie di Digital Rights Managment (DRM). Intertrust Technologies Corporation , società con base a Sunnyvale, ha ora annunciato l’acquisizione di altre privative , questa volta legate a tecnologie non proprio apprezzate dall’industria dei contenuti.

Ovvero quelle un tempo sfruttate da SeeqPod, il servizio di ricerca e streaming di file musicali finito alla gogna di major del calibro di EMI, Warner e Capitol Records. Le sorelle del disco avevano infatti avviato un’azione legale nel 2008, convincendo i vertici del sito a fare ricorso al Chapter 11 della legge fallimentare statunitense .

SeeqPod era così stato messo in liquidazione, e nel pacchetto c’era anche una buona dose di dati degli utenti registrati al servizio. Ma Intertrust Technologies Corporation non ha acquisito il dominio, soltanto il diritto a sfruttare la tecnologia un tempo creata al Lawrence Berkeley National Laboratory .

Ovvero quello specifico algoritmo che permetteva agli utenti di SeeqPod di trovare intere canzoni a partire da un indice di risultati formato da file audio, video e podcast dispersi tra i meandri della Rete. I vertici di Intertrust Technologies Corporation hanno ora intenzione di sfruttare la tecnologia di SeeqPod per servizi di TV connessa, advertising mirato e distribuzuione elettronica della musica.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • pippo75 scrive:
    Google è un intermediario
    Quindi i filmati non sono di sua proprietà, lei non ha diritti su di essi se non quelli di poterli tenere sui suoi server.Quando un giudice la chiama a proXXXXX, prende armi e bagagli, la documentazione relativa al filmato, i dati del destinatario del servizio ( i dati di chi ha caricato i filmati ), porta tutto in tribunale e si mette a disposizione di chi di dovere.Normale prassi amministrativa, non vedo il problema.
    • Nerit scrive:
      Re: Google è un intermediario
      - Scritto da: pippo75
      Quindi i filmati non sono di sua proprietà, lei
      non ha diritti su di essi se non quelli di
      poterli tenere sui suoi server.evidentemente youXXXXX si è arrogata senza chiedere a nessuno il diritto di detenere, pubblicare e permettere commenti di ogni su tipo su filmati prodotti e pagati da altri lucrandoci sopra con la pubblicitàavete una morale molto discutibile se ritenete sia buono e giusto permettere uno schifo di questo tipo
    • ThEnOra scrive:
      Re: Google è un intermediario
      - Scritto da: pippo75
      Quindi i filmati non sono di sua proprietà, lei
      non ha diritti su di essi se non quelli di
      poterli tenere sui suoi
      server.

      Quando un giudice la chiama a proXXXXX, prende
      armi e bagagli, la documentazione relativa al
      filmato, i dati del destinatario del servizio ( i
      dati di chi ha caricato i filmati ), porta tutto
      in tribunale e si mette a disposizione di chi di
      dovere.

      Normale prassi amministrativa, non vedo il
      problema.Il punto è questo: si deve per forza arrivare difronte all'autorità giudiziaria per vedere il proprio diritto tutelato?Non dico, e non sarei nemmeno d'accordo, che Google debba rilasciare i dati dell'utente, ma essere proattiva nell'eliminazione di contenuti illegittimi si.E' questo ciò che chiedono le major.
      • manila scrive:
        Re: Google è un intermediario

        Non dico, e non sarei nemmeno d'accordo, che
        Google debba rilasciare i dati dell'utente, ma
        essere proattiva nell'eliminazione di contenuti
        illegittimi si.Specifica cosa intendi per PROATTIVA.
        • ThEnOra scrive:
          Re: Google è un intermediario
          - Scritto da: manila

          Non dico, e non sarei nemmeno d'accordo, che

          Google debba rilasciare i dati dell'utente, ma

          essere proattiva nell'eliminazione di contenuti

          illegittimi si.

          Specifica cosa intendi per PROATTIVA.Collabori REALMENTE con i detentori dei diritti, che siano Corp o no non fa alcuna differenza.
          • panda rossa scrive:
            Re: Google è un intermediario
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: manila


            Non dico, e non sarei nemmeno d'accordo, che


            Google debba rilasciare i dati dell'utente, ma


            essere proattiva nell'eliminazione di
            contenuti


            illegittimi si.



            Specifica cosa intendi per PROATTIVA.

            Collabori REALMENTE con i detentori dei diritti,
            che siano Corp o no non fa alcuna
            differenza.Pur tuttavia il detentore dei diritti non deve mettersi a strillare istericamente se per caso il suo brano finisce casualmente come sottofondo in un filmato di tutt'altra natura, magari in presa diretta.
      • Talking Head scrive:
        Re: Google è un intermediario
        Una policy ragionevole da parte di G per bilanciare i diritti e i doveri degli utenti e mostrarsi coperativa con le leggi dello stato potrebbe essere qualcosa di questo tipo.Premetto che ovviamente non mi riferisco in particolare al rispetto della PI, che per quel che mi riguarda come è noto non dovrebbe esistere, ma a qualsiasi problema legato ad un video nella legislazione corrente (assenso alla ripresa di una persona che appare nel video, eventuali reati di incitamento all'odio raziale, etc etc)Crei account certificati (con nome e cognome certificabili, ad esempio tramite un recapito telefonico) o non certificati (come ora).Se non è certificato, la rimozione di eventuali video è automatica a seguito di eventuale segnalazione, previo controllo sommario da parte di G (più o meno come è ora).Se è certificato, la segnalazione viene controllata da G, si danno X giorni all'utente per rispondere. Alla fine del tempo X, in caso di attiva risposta dell'utente, il video viene mantenuto (io affermo che mi prendo la responsabilità, che quel video è lecito secondo la legge del mio paese, che il soggetto del video è un amico che ha dato l'assenso, che il tono usato è dello sfottò e non consiste reato). Altrimenti (se non accetto la responsabilità) viene rimosso.Ovviamente in nessun caso si consegnano a soggetti privati informazioni sull'utente coinvolto, ma nel caso di richiesta della magistratura sul video a quel punto G se ne lava le mani. Altrettanto ovviamente in caso di richiesta diretta della magistratura il video viene rimosso immediatamente.
        • panda rossa scrive:
          Re: Google è un intermediario
          - Scritto da: Talking Head
          Altrettanto ovviamente in caso di
          richiesta diretta della magistratura il video
          viene rimosso
          immediatamente.In ogni caso, il divertente di tutta questa faccenda e' che non appena un video viene rimosso, questo riceve un sacco di pubblicita' sui media tradizionali, comincia a circolare al di fuori di YT, e un sacco di gente che di quel video non avrebbe mai sentito parlare e che non avrebbe mai avuto modo ne' tempo ne' voglia di andarselo a vedere, lo va a vedere, lo spedisce agli amici, lo amplifica in modo smodatamente spropositato.Torniamo al caso Vividown.Quel disgraziato vittima degli sberleffi, sarebbe rimasto circoscritto a coloro che gia' lo conoscevano, e invece non solo e' stato riconosciuto vittima di privacy, ma adesso lo riconoscono in tutto il mondo e quel video gira sui torrent e ci girera' per i prossimi secoli.
          • Neim scrive:
            Re: Google è un intermediario
            - Scritto da: panda rossa
            Torniamo al caso Vividown.
            Quel disgraziato vittima degli sberleffi....
            quel video gira
            sui torrent e ci girera' per i prossimi secoli.APPUNTOumiliato per l'eternitàe se non capisci la gravità di questa cosa, dovresti
          • panda rossa scrive:
            Re: Google è un intermediario
            - Scritto da: Neim
            - Scritto da: panda rossa

            Torniamo al caso Vividown.

            Quel disgraziato vittima degli sberleffi
            ....

            quel video gira

            sui torrent e ci girera' per i prossimi secoli.

            APPUNTO
            umiliato per l'eternità
            e se non capisci la gravità di questa cosa,
            dovrestidovrei?
  • seguro scrive:
    Google non è un intermediario
    Non è un intermediario perchè lucra sui contenuti piazzandoci sopra la pubblicità. E' come se il provider che vi da la connessione facesse apparire pubblicità sui browser mentre viene caricata la pagina.Se Google non nuove pagare le royalties che chiuda.Oltretutto Google fa anche da editore selezionando i migliori video e pagando i migliori contenuti.E' ora di smetterla con questa nerdata dell'intermediario.
    • bruno scrive:
      Re: Google non è un intermediario
      La normativa che riguarda gli intermediari non dice in nessuna sua parte che l'intermediario deve lavorare gratis. Sono tutte aziende private, se dovessero farlo gratis chiuderebbero tutte. L'access provider guadagna sui contratti di connessione alla rete, l'hosting provider su cosa dovrebber guadagnare? Mette dei banner, della pubblicità. E' permesso dalla legge, e la definizione di intermediario esula totalmente dal fatto che ne abbia o meno un ritorno economico.
      • seguro scrive:
        Re: Google non è un intermediario
        Youtube non è un hosting provider. Youtube è un editore che fornisce una piattaforma in cui un freelance inserisce un contenuto.
        • krane scrive:
          Re: Google non è un intermediario
          - Scritto da: seguro
          Youtube non è un hosting provider. Youtube è un
          editore che fornisce una piattaforma in cui un
          freelance inserisce un contenuto.E cosa vuoi dire con questo ?
          • Seguro scrive:
            Re: Google non è un intermediario
            Che YouTube viene trattato alla stregua di un editore.
          • krane scrive:
            Re: Google non è un intermediario
            - Scritto da: Seguro
            Che YouTube viene trattato alla stregua di un
            editore.Che genere di editore ? Cambia parecchio.
          • Seguro scrive:
            Re: Google non è un intermediario
            Cosa cambia?
          • krane scrive:
            Re: Google non è un intermediario
            - Scritto da: Seguro
            Cosa cambia?Ad esempio gli editori musicali, regolarmente registrati, che io sappia prendono soldi dalla siae.Gli editori librari e televisivi non so bene che vantaggi abbiano.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Google non è un intermediario
          Editore ? Non mi risulta che lo sia...adesso non mi vorrai dire, che solo per il fatto che faccia una conversione del video, lo rende un editore... :D
        • Talking Head scrive:
          Re: Google non è un intermediario
          Non è un editore perché non edita i contenuti. Un tipografo non è un editore, per essere editore vi deve essere responsabilità sui contenuti scelti.Non sceglie il materiale, ha solo delle linee guida generiche.Sarebbe come considerare colpevole il Corriere della Sera di diffamazione se pubblica un necrologio falso in cui si dice che sono morto. La sezione dei necrologi è solo una raccolta pubblica di annunci, il CdS non è tenuto a verificare se sono veritieri.Idem per "Portaportese" o simili giornali di annunci, se il tipo contattato per acquistare un aspirapolvere ti attira in una trappola e ti deruba, sono fatti tuoi: "Portaportese", nonostante guadagni dall'operazione, non ha un ruolo di editing degli articoli, non verifica le fonti, non fa nulla se non ordinare gli annunci, stampare e vendere.
        • bruno scrive:
          Re: Google non è un intermediario
          - Scritto da: seguro
          Youtube non è un hosting provider. Youtube è un
          editore che fornisce una piattaforma in cui un
          freelance inserisce un
          contenuto.No, anche la magistratura ha stabilito più volte che YT è solo un intermediario (caso Viacom), salvo poi in qualche caso condannarlo per motivi diversi (tipo violazione della privacy). Un editore è un soggetto che si occupa di reperire dei contenuti, selezionarli sulla base della materia trattata, oppure li produce direttamente. YT non fa nessuna delle due cose, non produce nulla, non reperisce nulla. Sta li e aspetta accettando tutti i contenuti degli utenti, che vengono immessi in rete. Poi, eventualmente, dopo la pubblicazione ne rimuove alcuni che ritiene in violazione delle sue regole. Anche la classifica dei video più visti non fa di YT un editore per il semplice motivo che tale selezione non è basata sul contenuto del video ma semplicemente sulla quantità di click sul video medesimo, quindi un parametro che non ha alcuna attinenza con il contenuto del video. Altrimenti dovremmo dire che la figura del "curatore editoriale" ha una utilità prossima allo zero e ben può essere sostituita da un software che conta i click.
      • Momento di inerzia scrive:
        Re: Google non è un intermediario
        Ma Google si comporta da editore quando seleziona i video da mettere in evidenza o quelli che ti consiglia in base ai tuoi click.Il fatto che questo avvenga in automatico non ha rilevanza.Google si comporta da editore e quindi ne condivide le responsabilità
        • krane scrive:
          Re: Google non è un intermediario
          - Scritto da: Momento di inerzia
          Ma Google si comporta da editore quando seleziona
          i video da mettere in evidenza o quelli che ti
          consiglia in base ai tuoi click.
          Il fatto che questo avvenga in automatico non ha
          rilevanza.
          Google si comporta da editore e quindi ne
          condivide le responsabilitàEcco, ma ci sono vari tipi di editori, con responsabilita' e vantaggi diversi. Ad esempio gli editori musicali beccano soldi dalla siae, gli altri bho...Tu hai idea ?
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: Google non è un intermediario
            Gli editori musicali beccano i soldi dalla SIAE come diritti sui loro contenuti, mica per il fatto intrinseco di essere editori.Google che contenuti produce?
          • krane scrive:
            Re: Google non è un intermediario
            - Scritto da: Momento di inerzia
            Gli editori musicali beccano i soldi dalla SIAE
            come diritti sui loro contenuti, mica per il
            fatto intrinseco di essere editori.
            Google che contenuti produce?Quindi se non produce non e' un editore...
        • Sgabbio scrive:
          Re: Google non è un intermediario
          Quindi solo perchè c'è un sistema automatico che mette i video "migliori" in base alle tue preferenze, rende google un editore ?Allora i video più visti messi in evidenta per il maggior numero di visualizzazioni ? Rende google un editore ?Mi sa che confondi molte cose.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: Google non è un intermediario
            Mi sa che sei tu che non hai notato che Google ti dice quali video ti potrebbero interessare senza che tu abbia indicato nessuna preferenza, ma solo in base al tuo comportamento sul suo sito.Quindi Google ti crea una pagina personalizzata promuovendo certi prodotti invece di altri e questo e altri comportamenti che porta avanti lo rendono un editore.Certo, poi puoi anche dirmi di non sapere cosa fa un editore, allora la tua obiezione avrebbe per lo meno una giustificazione logica...
          • panda rossa scrive:
            Re: Google non è un intermediario
            - Scritto da: Momento di inerzia
            Mi sa che sei tu che non hai notato che Google ti
            dice quali video ti potrebbero interessare senza
            che tu abbia indicato nessuna preferenza, ma solo
            in base al tuo comportamento sul suo
            sito.E questo farebbe di google un responsabile sui contenuti?Semplicemente google profila i filmati selezionati.Se prima di me 1000 utenti che hanno visto il filmato A poi hanno visto il filmato B, quando io vado a vedere il filmato A, google mi dice "guarda, i 1000 che hanno visto A prima di te, poi hanno visto anche B, magari interessa pure a te."Tutto questo senza entrare assolutamente nel merito dei contenuti di A e B.Lo fanno anche certi siti che vendono oggetti che ti dicono "tutti quelli che hanno comprato A, hanno comprato anche B"E' una informazione puramente statistica, del tutto automatizzata.
            Quindi Google ti crea una pagina personalizzata
            promuovendo certi prodotti invece di altri e
            questo e altri comportamenti che porta avanti lo
            rendono un editore.Quindi anche un sito che vende via internet e' un editore perche' mi crea una pagina personalizzata in base al contenuto parziale del mio carrello?Quindi anche linux e' un editore perche' mi dice il tempo e la temperatura che ci sono nella mia citta' desumendo dove mi trovo dalla scheda satellitare?Guarda un po' il calendario: il mio dice settembre 2010.Non e' che il tuo va indietro di una trentina d'anni?
            Certo, poi puoi anche dirmi di non sapere cosa fa
            un editore, allora la tua obiezione avrebbe per
            lo meno una giustificazione
            logica...L'editore ha a che fare con la carta stampata, mentre google e' quanto di piu' lontano dalla carta ci sia sul pianeta.Google non e' un editore.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: Google non è un intermediario
            - Scritto da: panda rossa
            E' una informazione puramente statistica, del
            tutto
            automatizzata.Quindi tu sostieni che il modo in cui l'editoria è realizzata cambi le responsabilità dell'editore?Devo dirlo al mio ex prof di diritto, magari si fa due risate.
            Quindi anche un sito che vende via internet e' un
            editore perche' mi crea una pagina personalizzata
            in base al contenuto parziale del mio
            carrello?Ti risulta per caso che un sito di ecommerce non sia responsabile per i contenuti che pubblica?
            Quindi anche linux e' un editore perche' mi dice
            il tempo e la temperatura che ci sono nella mia
            citta' desumendo dove mi trovo dalla scheda
            satellitare?

            Guarda un po' il calendario: il mio dice
            settembre
            2010.
            Non e' che il tuo va indietro di una trentina
            d'anni?Preferisco leggere i codici
            L'editore ha a che fare con la carta stampata,
            mentre google e' quanto di piu' lontano dalla
            carta ci sia sul
            pianeta.
            Google non e' un editore.Hmmm, quindi la Sony non è un editore?La Apple Music? la Warner?Accidenti, è vero, mi sono perso qualcosa.
          • panda rossa scrive:
            Re: Google non è un intermediario
            - Scritto da: Momento di inerzia
            Quindi tu sostieni che il modo in cui l'editoria
            è realizzata cambi le responsabilità
            dell'editore?
            Devo dirlo al mio ex prof di diritto, magari si
            fa due
            risate.Prova un po' a raccontare al tuo ex prof di diritto che cosa ne pensa se gli alienassero diritti alle sue proprieta', del tipo che non puo' prestare un disco che compra, non puo' fotografare un libro che compra, non puo' moddare una console che compra, cose del genere...Pensa che risate che si farebbe.

            Quindi anche un sito che vende via internet e'
            un

            editore perche' mi crea una pagina
            personalizzata

            in base al contenuto parziale del mio

            carrello?

            Ti risulta per caso che un sito di ecommerce non
            sia responsabile per i contenuti che
            pubblica?Ti risulta per caso che un sito di ecommerce sia un editore?

            Quindi anche linux e' un editore perche' mi dice

            il tempo e la temperatura che ci sono nella mia

            citta' desumendo dove mi trovo dalla scheda

            satellitare?



            Guarda un po' il calendario: il mio dice

            settembre

            2010.

            Non e' che il tuo va indietro di una trentina

            d'anni?

            Preferisco leggere i codiciE allora te lo scrivo in codici: ti va bene il rot13?Thneqn ha cb' vy pnyraqnevb: vy zvb qvprfrggrzoer 2010.Aba r' pur vy ghb in vaqvrgeb qv han geragvanq'naav?

            L'editore ha a che fare con la carta stampata,

            mentre google e' quanto di piu' lontano dalla

            carta ci sia sul

            pianeta.

            Google non e' un editore.

            Hmmm, quindi la Sony non è un editore?La sony stampa manuali (o almeno una volta lo faceva, sono anni che ho depennato sony dai miei fornitori)
            La Apple Music? La Apple stampava i vinili, dovrei avercene un paio dei beatles in cantina, e le custodie sono di carta.
            la Warner?La Warner pure stampa su carta libretti e copertine.
            Accidenti, è vero, mi sono perso qualcosa.Ti sei perso che da qualche anno esistono entita' che operano esclusivamente nel mondo digitale e che quindi non possono essere inquadrate in categorie vecchie di secoli.
          • shevathas scrive:
            Re: Google non è un intermediario

            Prova un po' a raccontare al tuo ex prof di
            diritto che cosa ne pensa se gli alienassero
            diritti alle sue proprieta', del tipo che non
            puo' prestare un disco che compra, non puo'
            fotografare un libro che compra, non puo' moddare
            una console che compra, cose del
            genere...
            Pensa che risate che si farebbe.
            il fatto è che il verbo "comprare" tende a traviare. Tu non compri "un disco" ma in realtà quello che compri è: "una licenza perpetua per riproduzioni per uso personale dell'opera fonografica ivi contenuta".E' un poco come l'esempio della 3, se tu firmi il contratto e ti impegni a pagare 24 al mese la 3 ti concede in noleggio un cellulare per due anni a 3 e poi, passati i due anni, te lo regala. Ma prima dei 2 anni rimane di proprità della 3 e tu ne hai solamente l'uso e non la piena proprietà.E il non avere la piena proprietà limita ciò che puoi fare con il cellulare, ad esempio usarlo con altre sim diverse da quella della 3.

            Accidenti, è vero, mi sono perso qualcosa.
            Ti sei perso che da qualche anno esistono entita'
            che operano esclusivamente nel mondo digitale e
            che quindi non possono essere inquadrate in
            categorie vecchie di
            secoli.e allora che cosa è google ?
          • panda rossa scrive:
            Re: Google non è un intermediario
            - Scritto da: shevathas

            Prova un po' a raccontare al tuo ex prof di

            diritto che cosa ne pensa se gli alienassero

            diritti alle sue proprieta', del tipo che non

            puo' prestare un disco che compra, non puo'

            fotografare un libro che compra, non puo'
            moddare

            una console che compra, cose del

            genere...

            Pensa che risate che si farebbe.



            il fatto è che il verbo "comprare" tende a
            traviare. Anche il verbo "rubare" tende a traviare.
            Tu non compri "un disco" ma in realtà
            quello che compri è: "una licenza perpetua per
            riproduzioni per uso personale dell'opera
            fonografica ivi
            contenuta".Ok, e se invece sottraggo al negozio quel CD ed esco senza pagare, che cosa ho commesso?
            E' un poco come l'esempio della 3, se tu firmi il
            contratto e ti impegni a pagare 24 al mese la 3
            ti concede in noleggio un cellulare per due anni
            a 3 e poi, passati i due anni, te lo regala. Ma 3 non dice da nessuna parte che "vende" il cellulare.E si firma un contratto.
            E il non avere la piena proprietà limita ciò che
            puoi fare con il cellulare, ad esempio usarlo con
            altre sim diverse da quella della 3.Condivisibile. Non e' una vendita, e' un rapporto commerciale diverso.


            Accidenti, è vero, mi sono perso qualcosa.

            Ti sei perso che da qualche anno esistono
            entita'

            che operano esclusivamente nel mondo digitale e

            che quindi non possono essere inquadrate in

            categorie vecchie di

            secoli.

            e allora che cosa è google ?E' un soggetto nuovo che non rientra in nessuna delle categorie del mondo reale, e che invece di definire giuridicamente per quello che e', si cerca di inquadrare in qualche categoria precedente a seconda di dove fa piu' comodo.Gli editori nascono con l'invenzione della pressa da stampa.Prima di allora non esistevano gli editori.Quindi l'editore e' un qualcosa di strettamente legato alla carta, e per estensione, alla scrittura su supporti fisici, come la pellicola, i nastri magnetici, i dischi in vinile...Oggi il supporto fisico e' sparito, devono sparire anche gli editori.
        • Talking Head scrive:
          Re: Google non è un intermediario
          E' una bella idea, ma è falsa.Non è che il diritto si basa su belle idee o definizioni che sembrano ragionevoli."Portaportese" (il giornale d'annunci) ha un algoritmo di organizzazione degli annunci (alfabetico, o "primo se paghi") ma non ha responsabilità civile sugli annunci.
          • shevathas scrive:
            Re: Google non è un intermediario

            "Portaportese" (il giornale d'annunci) ha un
            algoritmo di organizzazione degli annunci
            (alfabetico, o "primo se paghi") ma non ha
            responsabilità civile sugli
            annunci.però per certi annunci "delicati" come quelli relativi a ricerca di amori e contatti compie verifiche maggiori rispetto a quelli destinati ad esempio a vendita aspirapolveri.
          • krane scrive:
            Re: Google non è un intermediario
            - Scritto da: shevathas

            "Portaportese" (il giornale d'annunci) ha un

            algoritmo di organizzazione degli annunci

            (alfabetico, o "primo se paghi") ma non ha

            responsabilità civile sugli annunci.
            però per certi annunci "delicati" come quelli
            relativi a ricerca di amori e contatti compie
            verifiche maggiori rispetto a quelli destinati ad
            esempio a vendita aspirapolveri.A si ? che tipo di verifiche fa ? Dove e' scritto ?
          • Talking Head scrive:
            Re: Google non è un intermediario
            In che senso "compie verifiche"? Ho venduto qualcosa su PP ma non ho mai cercato lì l'ammmore :) Che verifiche compie?
          • shevathas scrive:
            Re: Google non è un intermediario
            - Scritto da: Talking Head
            In che senso "compie verifiche"? Ho venduto
            qualcosa su PP ma non ho mai cercato lì l'ammmore
            :) Che verifiche
            compie?nei corrispondenti di "PP" di queste parti c'è scritto a chiare lettere che annunci con numeri di telefono, in quelle sezioni, verranno pubblicati solamente dopo verifica dell'identità del pubblicante. Cosa che non viene svolta per annunci di altro tipo.Penso che anche PP verifichi gli annunci per certi settori vista l'alta possibilità di uso per scherzi XXXXXXXXX.
          • Talking Head scrive:
            Re: Google non è un intermediario
            Vabbé, ma questa è una scelta del giornale per migliorare il servizio per i clienti: si evita di avere un giornale pieno di gente che manda il numero di telefono dell'amico spiegando che è interessato a pratiche anatomicamente sconvolgenti.Non gli è richiesto dalla legge, è fatto per i clienti. E' come il servizio di voto di eBay, serve all'utente per avere fiducia nell'articolo.Quello di cui si discute è però un'altra questione: se io ti truffo tramite PP, la colpa è mia. Anche se PP ha pubblicato l'articolo e l'ha ordinato alfabeticamente. PP non ha alcun obbligo di controllo del materiale, la colpa è esclusivamente dell'insersionista.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: Google non è un intermediario
            Infatti Portaportese è un editoreLa responsabilità civile magari non ce l'hanno (anche se sarebbe interessante da verificare con un caso simile a quello che portò alla chiusura di Soldier Of Fortune http://en.wikipedia.org/wiki/Soldier_of_Fortune_%28magazine%29#.22Gun_for_Hire.22_lawsuits ), ma sicuramente è un editoreE come tale è responsabile penalmente di non pubblicare annunci illegaliper esempio non è possibile mettere annunci di vendita di parti umane, anche se proprie, oppure di prestazioni di guerrieri mercenari, di vendita di programmi pirata per computer (hanno anche il trafiletto per questo) di sesso a pagamento e così via.
          • Talking Head scrive:
            Re: Google non è un intermediario
            Eh no. La legge è chiarissima, un conto è l'editore persona giuridica, un conto è l'attività editoriale. Non conta se io sono editore, conta se quella in questione è attività editoriale.Se io vendo a te qualcosa di rotto (e quindi il mio messaggio costituisce truffa), PP non passa alcun guaio. Se un articolo del CdS dice qualcosa di falso, che costituisce truffa, CdS passa guai. Perché l'articolo è attività editoriale, la raccolta di annunci no.Anche all'interno dello stesso giornale vi possono essere parti protette e non. Il CdS non è tenuto a controllare se il necrologio è riferito effettivamente a persona morta, fatti di chi ha scritto il necrologio.PP non può ovviamente mettere la sezione "Parti del Corpo" o "Giochi Piratati", sarebbe incitamento. Ma non è tenuto a verificare se l'annuncio è in realtà altro, se quello che dice l'annuncio è vero, se il gioco che tu stai vendendo è originale o pirata (caso classico), etc etc. Anche in casi eclatanti (tipo la vendita di giochi a 1).Comunque scusa, non capisco quale sia l'obiezione: che YT, secondo la legislazione italiana, non sia editore è stato già deciso in plurimi processi. Tu sostieni che dovrebbe esserlo (e quindi vorresti cambiare la legge)? Vorresti che cambiasse l'interpretazione della legge? O sostieni che lo sia secondo la legislazione tedesca? Se questo ultimo è il caso, onestamente non lo so, dovrei chiedere a qualche vicino d'ufficio che si interessa di legge alemanna.
          • seguro scrive:
            Re: Google non è un intermediario
            Un conto è che non sia stato ancora dimostrato un conto è che non lo sarà in futuro.Non ti preoccupare è solo questione di tempo. Prima o poi YT pagherà il fatto di esercitare attività editoriale di fatto fa e ha sempre fatto. Non a caso Google sta prendendo accordi con le Major trasfomare YT in piattaforma noleggio film on demand.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: Google non è un intermediario
            - Scritto da: Talking Head
            Se io vendo a te qualcosa di rotto (e quindi il
            mio messaggio costituisce truffa), PP non passa
            alcun guaio. Se un articolo del CdS dice qualcosa
            di falso, che costituisce truffa, CdS passa guai.
            Perché l'articolo è attività editoriale, la
            raccolta di annunci
            no.Hmmm... no, guarda, non è questo il distinguo che sto facendo.Tu hai ragione perché nei tuoi esempi PP è ignaro.Hai presente invece il reato omissivo improprio?
            PP non può ovviamente mettere la sezione "Parti
            del Corpo" o "Giochi Piratati", sarebbe
            incitamento. Ma non è tenuto a verificare seNon può pubblicare quel tipo di annunci nemmeno se non ha la sezione apposita.Il gioco a 1 euro sarà un caso eclatante ma non è palese perché il giornale non può questionare il prezzo di vendita (io stesso ho comprato Wii Fit originale a 95 centesimi).Ma se ci fosse scritto "vendo gioco pirata", "vendo ragno esotico" o "vendo rene", le cose sarebbero diverse.
            Comunque scusa, non capisco quale sia
            l'obiezione: che YT, secondo la legislazione
            italiana, non sia editore è stato già deciso in
            plurimi processi. Tu sostieni che dovrebbe
            esserlo (e quindi vorresti cambiare la legge)?Io sostengo che non è vero che sia stato stabilito definitivamente cosa è YT.Conosco un paio di giuristi e il dibattito mi sembra parecchio aperto.Per esempio il caso Vividown non è sicuramente tra i "plurimi processi"
          • Talking Head scrive:
            Re: Google non è un intermediario
            Se parli di reati omissivi impropri saprai anche che in Italia un'azienda non è considerata "obbligata" se questo gli impedisce di porre in atto la sua ragione sociale. Non è reato omissivo improprio per la Fiat vendere macchine senza assicurarsi che non possano uccidere un uomo, perché non vi è modo di vendere macchine altrimenti. Di contro vendere una macchina senza assicurarsi che non sterzi a sinistra è omissivo. Se lo stato giudica tale pratica non sufficiente, proibisce la produzione di macchine.Per PP controllare ad esempio che non vi sia la parola "Armi" o "Reni" è possibile. Idem per G, è possibile controllare in modo automatico alcune cose, e in tal caso è tenuto a farlo.Non perché abbia un ruolo editoriale, qualsiasi persona giuridica è tenuta a fare il possibile perché non si verifichino reati.Controllare la PI non è ovviamente nelle possibilità di G, non potrebbe farlo senza essere impossibilitato a lavorare. Se io metto un video su YT, tu non hai modo per controllare di chi sia la PI. Puoi farlo per alcuni casi, ma naturalmente non per tutti. Se è il quarto in basso a sinistra di un video musicale ribaltato? Se è un video di un amico che però non ha dato l'assenso?
          • bruno scrive:
            Re: Google non è un intermediario
            - Scritto da: Momento di inerzia
            Io sostengo che non è vero che sia stato
            stabilito definitivamente cosa è
            YT.
            Conosco un paio di giuristi e il dibattito mi
            sembra parecchio
            aperto.
            Per esempio il caso Vividown non è sicuramente
            tra i "plurimi
            processi"Nel proXXXXX Google-Vividown si è sostanzialmente stabilito che G. è un intermediario in quanto non ha alcun obbligo di controllare i contenuti. Questo è quello che ha detto il giudice (la posizione dei PM era diversa, ma non è stata accolta). Poi, con un salto logico di non poco conto, G. è stata condannata per violazione della normativa sulla privacy, in quanto la sua informativa privacy non era adeguata. Ma, la sua posizione di intermediario è stata comunque riconosciuta implicitamente!Secondo il giudice, esiste un obbligo non di controllo preventivo dei dati immessi nel sistema, ma di corretta e puntuale informazione, da parte di chi accetti ed apprenda dati provenienti da terzi, ai terzi che questi dati consegnano. Inoltre, non esiste, perlomeno fino ad oggi, un obbligo di legge codificato che imponga agli ISP un controllo preventivo della innumerevole serie di dati che passano ogni secondo nella maglie dei gestori o proprietari dei siti web. Il riferimento è a G. che viene quindi definito IS senza obbligo di controllo preventivo. (citazioni dalla sentenza)
          • manila scrive:
            Re: Google non è un intermediario

            Nel proXXXXX Google-Vividown si è sostanzialmente
            stabilito che G. è un intermediario in quanto non
            ha alcun obbligo di controllare i contenuti.E' stato, motivazioni della sentenza alla mano, più che intermediario, considerato un mero provider. Dunque per questo è stata applicata la direttiva europea 2000/31/CE.
            Poi, con un salto logico di non poco
            conto, G. è stata condannata per violazione della
            normativa sulla privacy, in quanto la sua
            informativa privacy non era adeguata.Esattamente.
            Ma, la sua posizione di intermediario è stata
            comunque riconosciuta implicitamente!Di provider, prima ancora di intermediario.
            Secondo il giudice, esiste un obbligo non di
            controllo preventivo dei dati immessi nel
            sistema, ma di corretta e puntuale informazione,
            da parte di chi accetti ed apprenda dati
            provenienti da terzi, ai terzi che questi dati
            consegnano.E un obbligo di rimozione, in un tempo ragionevole. Cosa che infatti google ha fatto.
            Inoltre, non esiste, perlomeno fino ad oggi, un
            obbligo di legge codificato che imponga agli ISP
            un controllo preventivo della innumerevole serie
            di dati che passano ogni secondo nella maglie dei
            gestori o proprietari dei siti web.Esattamente.
            Il riferimento è a G. che viene quindi definito
            IS senza obbligo di controllo preventivo.
            (citazioni dalla sentenza)IS presumo stia per ISP, dunque provider, e come tali rientra nella direttiva europea 2000/31/CE.
    • Funz scrive:
      Re: Google non è un intermediario
      - Scritto da: seguro
      Se Google non nuove pagare le royalties che
      chiuda.ma chiudi tu (la bocca)!
      • seguro scrive:
        Re: Google non è un intermediario
        Perchè tu parli quando scrivi?!
        • calunnioso o diffamante scrive:
          Re: Google non è un intermediario
          - Scritto da: seguro
          Perchè tu parli quando scrivi?!Si scrive perché
        • Funz scrive:
          Re: Google non è un intermediario
          - Scritto da: seguro
          Perchè tu parli quando scrivi?!dovresti vedere i miei colleghi quanto si lamentano :p(dooo-vreee-sstii.... dove cavolo è la "V" sulla tastiera? Ah, eccola... veeeeedeeereeee... eccetera :p)
    • Nerit scrive:
      Re: Google non è un intermediario
      - Scritto da: seguro
      Non è un intermediario perchè lucra sui contenuti
      piazzandoci sopra la pubblicità....
      Se Google non nuove pagare le royalties che
      chiuda....
      E' ora di smetterla con questa XXXXXXXTA dell'intermediario.daccordo al 100%sfrutta senza pagare o pagandolo una miseria il lavoro altrui x guadagni a 9 zeri
      • panda rossa scrive:
        Re: Google non è un intermediario
        - Scritto da: Nerit
        daccordo al 100%
        sfrutta senza pagare o pagandolo una miseria il
        lavoro altrui x guadagni a 9
        zeriNessuno ti costringe a postare i tuoi contenuti su YT.Pure PI guadagna miliardi grazie alla gente che viene qui a leggere i tuoi post e tu non ricevi neanche un grazie.Non ti sta bene? Smetti di postare sul forum di PI.
  • paoloholzl scrive:
    L'intermediario è responsabile?
    La domanda è spesso sempre la stessa, ma che responsabilità ha l'intermediario?Vale per mille cose, per le mail minatorie, per lo spam, per il Peer to Peer, per iTorrent, per i Blog infamanti ecc.Alla fine il tutto sta su quanto l'intermediario è inconsapevole, sul fatto se ci lucra sopra e su cosa è disposto a fare per cercare di ridurre il fenomeno.Faccio un esempio che ho già fatto in un vecchio articolo 'Free Software in Free World',Se un postino porta una scatola anonima rettangolare da un mittente ad un destinatario e questa scatola contiene un mitra, non è a mio parere responsabile.Se un postino porta un pacchetto pesante a forma di mitra da un mittente ad un destinatario e non avvisa nessuno, probabilmente ha qualche responsabilità da giustificare.Se un postino sa che quel mittente è un delinquente abituale che spesso gli da da trasportare dei mitra e continua a trasportarli, per me non può essere irresponsabile.In ogni caso spesso le situazioni sono molto sfumate ma questa a mio parere dovrebbe essere la corretta chiave di lettura.
    • seguro scrive:
      Re: L'intermediario è responsabile?
      Forse ti sfugge un dettaglio, Google non è un corriere espresso.Oltretutto dovresti sapere che molti corrieri, DHL per esempio, fanno una verifica di conformità della merce prima di spedirla e non poi. Cosa che a mio avviso dovrebbe fare anche Google.La stessa Google oltretutto guadagna piazzando pubblicità all'interno del video, ciò significa che l'azienda non è solo mediatrice ma anche partner e quindi colpevole nel caso di infrazione della legge.
      • krane scrive:
        Re: L'intermediario è responsabile?
        - Scritto da: seguro
        Forse ti sfugge un dettaglio, Google non è un
        corriere espresso.
        Oltretutto dovresti sapere che molti corrieri,
        DHL per esempio, fanno una verifica di conformità
        della merce prima di spedirla e non poi. Cosa che
        a mio avviso dovrebbe fare anche Google.Che vuol dire che "fanno una verifica di conformità" ? Controllano forse che non contenga armi da fuoco o altro materiale pericoloso o illegale ?
        La stessa Google oltretutto guadagna piazzando
        pubblicità all'interno del video, ciò significa
        che l'azienda non è solo mediatrice ma anche
        partner e quindi colpevole nel caso di infrazione
        della legge.
        • seguro scrive:
          Re: L'intermediario è responsabile?
          Esattamente. Controllano il contenuto della scatola. Se non ci credi recati da DHL e fai una prova.
          • krane scrive:
            Re: L'intermediario è responsabile?
            - Scritto da: seguro
            Esattamente. Controllano il contenuto della
            scatola. Se non ci credi recati da DHL e fai una
            prova.DHL quando viene a prendere le scatole qui l'unica cosa che controlla e' che la scatola sia chiusa con il nostro nastro adesivo e se provassero ad aprirla sarebbe da denuncia, mi mostri i punti del regolamento DHL ?
          • Seguro scrive:
            Re: L'intermediario è responsabile?
            Vatteli a cercare da solo i punti del regolamento. Mai sentito parlare di ispezione postale?
          • krane scrive:
            Re: L'intermediario è responsabile?
            - Scritto da: Seguro
            Vatteli a cercare da solo i punti del
            regolamento. Mai sentito parlare di ispezione
            postale?La costituzione italiana, art. 15 dichiara: la libertà e la segretezza della corrispondenza e di ogni altra forma di comunicazione sono inviolabili. La loro limitazione può avvenire soltanto per atto motivato dellautorità giudiziaria con le garanzie stabilite dalla leggehttp://it.wikipedia.org/wiki/Libert%C3%A0_e_segretezza_della_corrispondenza
          • Seguro scrive:
            Re: L'intermediario è responsabile?
            Peccato che si parli di oggetti non consentiti in questo caso armi e non certo missive.
          • krane scrive:
            Re: L'intermediario è responsabile?
            - Scritto da: Seguro
            Peccato che si parli di oggetti non consentiti in
            questo caso armi e non certo missive.Questo mette in grado dei privati di fare delle ispezioni postali ?
          • Sgabbio scrive:
            Re: L'intermediario è responsabile?
            assolutamente no, anzi si beccano una denuncia se aprono il pacco. Non è nemmeno un caso che alcuni quando spediscono, impacchettano esageratamente il pacco, per rendere ostica il tentativo di aprirla.
          • shevathas scrive:
            Re: L'intermediario è responsabile?
            - Scritto da: Sgabbio
            assolutamente no, anzi si beccano una denuncia se
            aprono il pacco. Non è nemmeno un caso che
            alcuni quando spediscono, impacchettano
            esageratamente il pacco, per rendere ostica il
            tentativo di
            aprirla.ma non puoi vietare loro di misurare e pesare il pacco. E di segnalare a chi di dovere o rifiutare in caso di valori anomali. Tipo un pacco che dovrebbe contenere libri e che risulta molto più pesante del previsto o molto più leggero.
          • panda rossa scrive:
            Re: L'intermediario è responsabile?
            - Scritto da: shevathas
            - Scritto da: Sgabbio

            assolutamente no, anzi si beccano una denuncia
            se

            aprono il pacco. Non è nemmeno un caso che

            alcuni quando spediscono, impacchettano

            esageratamente il pacco, per rendere ostica il

            tentativo di

            aprirla.

            ma non puoi vietare loro di misurare e pesare il
            pacco. E di segnalare a chi di dovere o rifiutare
            in caso di valori anomali. Tipo un pacco che
            dovrebbe contenere libri e che risulta molto più
            pesante del previsto o molto più
            leggero.Infatti il controllo di conformita' effettuato dai corrieri sta nel fatto che pesano, misurano e verificano che la forma del pacco sia accettabile.Esattamente quello che fa YT: verifica le dimensioni dell'area del filmato, la durata, e il codec utilizzati.Se mandi un video di 2 ore 1080x768 con un codec non autorizzato, te lo vomitano indietro per non conformita'.
          • seguro scrive:
            Re: L'intermediario è responsabile?
            Allora il fatto che mi chiedano cosa metto in un pacco è un caso vero?!Strano che i pacchi e le buste prevedano uno spazio apposito per l'ispezione postale ed è altrettanto strano che la droga o altre sostanze illegali non vengano inviate tramite paccocelere o altro corriere privato.Strano che se vado da DHL come privato in un pick and pay mi chiedano di visualizzare il contenuto del pacco prima di sigillarlo. Mah.
          • panda rossa scrive:
            Re: L'intermediario è responsabile?
            - Scritto da: seguro
            Allora il fatto che mi chiedano cosa metto in un
            pacco è un caso
            vero?!Ti guarderanno in faccia probabilmente.A me nessuno ha mai chiesto niente e io ho sempre spedito e ricevuto oggetti, dvd copiati, bustine di cannabis, proiettili, teste di cavallo mozzate senza problemi.
            Strano che i pacchi e le buste prevedano uno
            spazio apposito per l'ispezione postale Si, quelli che spedisci come libri o stampe, per verificare che siano effettivamente libri o stampe.La posta ordinaria non prevede alcuna ispezione postale.
            ed è
            altrettanto strano che la droga o altre sostanze
            illegali non vengano inviate tramite paccocelere
            o altro corriere privato.LOL!Lo fanno eccome, e proprio perche' non si puo' curiosare nella posta che non lo scoprono e quindi non c'e' la notizia.
            Strano che se vado da DHL come privato in un pick
            and pay mi chiedano di visualizzare il contenuto
            del pacco prima di sigillarlo.
            Mah.Ripeto, ti guarderanno in faccia e avrai una faccia poco raccomandabile.Io ho comprato e venduto di tutto su ebay e non ho mai dovuto dichiarare nulla in spedizione ne' ho mai ricevuto plichi manomessi.
    • bruno scrive:
      Re: L'intermediario è responsabile?

      Se un postino porta una scatola anonima rettangolare da un mittente ad un
      destinatario e questa scatola contiene un mitra, non è a mio parere
      responsabile.
      Se un postino porta un pacchetto pesante a forma di mitra da un mittente
      ad un destinatario e non avvisa nessuno, probabilmente ha qualche
      responsabilità da giustificare.E se fosse un mitra giocattolo per il figlio? In questo caso il postino verrebbe licenziato e subirebbe una causa per interruzione di servizio. Interessante!
      Se un postino sa che quel mittente è un delinquente abituale che spesso
      gli da da trasportare dei mitra e continua a trasportarli, per me non
      può essere irresponsabile.Il problema è che si continua a confondere i ruoli. Un privato (come una major o anche come lo stesso Google) non può sostituirsi all'autorità giudiziaria. Questo le major lo sanno bene, ecco perché insistono sulla responsabilità degli intermediari, così loro se ne lavano le mani, e degli errori di valutazione (come per il postino) poi ne pagheranno le conseguenze gli intermediari divenuti sceriffi della rete. Ed ecco perchè gli intermediari non ne vogliono sapere. Sanno benissimo che dopo chiuderebbero bottega, o perchè non rimuovono tutti i contenuti illeciti (quindi pagano i danni alle major), o perchè rimuovono troppi contenuti, anche quelli leciti (e quindi pagano i danni agli utenti onesti). In tutti gli ordinamenti esiste un principio base che dice che un privato non può farsi giustizia da sè, al massimo può avvertire l'autorità giudiziaria. Ed è lo stesso identico principio che è inserito nella normativa che riguarda queste problematiche. Se un intermediario viene a conoscenza dell'illiceità di un contenuto avverte l'autorità giudiziria. Perché, è questo il punto, solo e soltanto l'autorià giudiziaria ha il potere di stabilire cosa è lecito e cosa non lo è. Per fortuna tale potere non è stato ancora attribuito ai privati (anche se ci provano da tempo!) come un postino.
      • seguro scrive:
        Re: L'intermediario è responsabile?
        Infatti non è il postino che deve controllare la non conformità della merce ma l'ufficio che accetta il pacco, non a caso è necessario dichiarare il contenuto del pacco.Il problema di YouTube è l'incapacità dell'azienda stessa di verificare la conformità o meno dei contenuti dei video in relazione alle regole di pubblicazione sia prima che dopo.Se io posto un video di cui NON detengo i diritti e dichiaro di esserne il proprietario e Google posta il video. Il proprietario si può rivalere sia su di me che su Google, perchè Google stessa ha guadagnato senza versare il corrispettivo al legittimo proprietario. Poi Google potrà a sua volta rivalersi su di me chiedendomi i danni.
        • Sgabbio scrive:
          Re: L'intermediario è responsabile?
          (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
        • bruno scrive:
          Re: L'intermediario è responsabile?
          - Scritto da: seguro
          Infatti non è il postino che deve controllare la
          non conformità della merce ma l'ufficio che
          accetta il paccoNo, l'ufficio postale come privato non può controllare proprio nulla, a meno che non sia autorizzato per legge in casi espresamente definiti. Altrimenti avremmo uffici postali (la Posta è un privato come me e te) che si ingerirebbero nell'inoltro dei pacchi. Il mio si, il tuo no ecc....
          Se io posto un video di cui NON detengo i diritti
          e dichiaro di esserne il proprietario e Google
          posta il video. Il proprietario si può rivalere
          sia su di me che su Google, perchè Google stessa
          ha guadagnato senza versare il corrispettivo al
          legittimo proprietario. Poi Google potrà a sua
          volta rivalersi su di me chiedendomi i
          danni.Assolutamente no! Il titolare dei diritti può rivalersi solo su chi ha caricato il video. Google ne diventa responsabile solo e soltanto se qualcuno gli dice che c'è un video illceito e G. non lo comunica alla magistratura, oppure se la magistratura ne chiede la rimozione e G. non lo fa. In tutti gli altri casi l'unico responsabile è solo chi immette il video in rete, come allo stesso modo è responsabile di una lettera di minacce solo il mittente (e non le poste) o di una telefonata minatoria chi telefona (e non il gestore telefonico). Eppure sia le Poste che il gestore telefonico guadagnano dalla lettera o dalla telefonata. Come mai questa differenza nel voler addossare una responsabilità a G. perchè guadagna e non alle Poste o alla Telecom (entrambi privati come G.). Ah, non dimentichiamo che parliamo per lo più di responsabilità penali, per cui il dirigente G. che va in carcere di cosa si rivale sull'utente ??????
    • pippo75 scrive:
      Re: L'intermediario è responsabile?
      Se un postino porta una scatola anonima
      rettangolare da un mittente ad un destinatario e
      questa scatola contiene un mitra, non è a mio
      parere responsabile.Il tuo postino ti chiede una licenza mondiale, non esclusiva, per usare la tua posta?Domanda: YT, che permessi di acXXXXX ha per il contenuto inviato?Fare come fanno tutti quelli che pubblicano ( intermediari o no) una delibera? Senza sono cavoli di YT.Ti faccio un esempio:Tu mi mandi una foto pregandomi di pubblicarla sul mio sito a nome tuo, mettendo ben in evidenza, che la foto è tua.Il giorno dopo tu mi denunci per violazione di copyright. Posso andare nelle grane a meno che io non riesca a dimostrare che tu mi hai dati i permessi di pubblicare ( come intermediario/altro/non so cosa ) quel materiale.Ti faccio fare una delibera e sono a posto.
    • Momento di inerzia scrive:
      Re: L'intermediario è responsabile?
      - Scritto da: paoloholzl
      La domanda è spesso sempre la stessa, ma che
      responsabilità ha
      l'intermediario?No, la domanda è: "Google è un intermediario?"
      • Sgabbio scrive:
        Re: L'intermediario è responsabile?
        SI!!!!
        • ThEnOra scrive:
          Re: L'intermediario è responsabile?
          - Scritto da: Sgabbio
          SI!!!!Specifichiamo. Ha delle responsabilità nell'attività di memorizzazione di informazioni (hosting), come da dlgs 70/03 in applicazione della direttiva comunitaria 2000/31/CE, tuttavia recepita in Italia (e qui iniziano le opinioni) pro-ISP.Quindi in Italia solo la privacy può attaccare Goole, il diritto d'autore no...
        • Momento di inerzia scrive:
          Re: L'intermediario è responsabile?
          Sono contento per te se hai queste convinzioni granitiche.Spero per te che tu non debba pentirtene in futuro.
    • paoloholzl scrive:
      Re: L'intermediario è responsabile?

      La domanda è spesso sempre la stessa, ma che
      responsabilità ha
      l'intermediario?Le mie considerazioni non sono di carattere normativo ma di carattere generale, questo é lo spirito del post.Sono intenzionato in particolare a sfatare il concetto che l'intermediario é sempre e comunque irresponsabile.Poi Google penso che abbia fior di avvocati per far valere le sue posizioni e il tutto poi va contestualizzato alla situazione giuridica dello stato in cui ci si trova.Il ragionamento non é fatto evidentemente per parlare di pacchi postali o esclusivamente di Google, é una metafora che vuole fare da spunto ad una discussione che vale anche per Youtube o per un qualsiasi motore di ricerca o server di link ai torrent, o provider di posta che veicola spam.
  • Momento di inerzia scrive:
    Intermediario
    "Il precedente più duro resta ancora il caso italiano Vividown, che ha visto Google Video condannato per violazione di privacy per un filmato caricato da un utente e che tenta di mettere in discussione il principio della non responsabilità dell'intermediario."Veramente non è sul piatto la responsabilità dell'intermediario, ma se Google sia un intermediario o un editore.On a side note"E se anche nel frattempo YouTube ha esteso l'utilizzo del suo sistema di Content ID (siglando accordo bilaterali con singoli detentori dei diritti o loro rappresentanti), continuano gli stessi detentori dei diritti a caricare contenuti sul Tubo, rendendo molto difficile il compito di distinguere tra legittimi e non."si, d'accordo, la frase fila lo stesso, ma forse sarebbe stata meglio la costruzione classica soggetto-verbo E se anche nel frattempo YouTube ha esteso l'utilizzo del suo sistema di Content ID (siglando accordo bilaterali con singoli detentori dei diritti o loro rappresentanti), gli stessi detentori dei diritti continuano a caricare contenuti sul Tubo , rendendo molto difficile il compito di distinguere tra legittimi e non.
  • poiuy scrive:
    Il primo pirata...
    Nella "moltiplicazione dei pani e dei pesci", Gesù moltiplica indefinitamente un bene (in questo caso fisico).Cioè ha preso del mangiare "legalmete" ottenuto e lo ha moltiplicato per darlo a tutti.Abbiamo trovato il primo "pirata" noto della storia?E con le "nozze di Cana" insiste pure!
    • panda rossa scrive:
      Re: Il primo pirata...
      - Scritto da: poiuy
      Nella "moltiplicazione dei pani e dei pesci",
      Gesù moltiplica indefinitamente un bene (in
      questo caso
      fisico).In realta' quei pesci si sono semplicemente riprodotti secondo natura.Semplicemente Gesu' accelero' il proXXXXX di riproduzione, o fermo' il tempo per tutto l'universo tranne che per quei pesci.Purtroppo i cronisti dell'epoca, come quelli attuali per altro, non scendono mai nel tecnico ma si limitano al sensazionalismo e quindi hanno omesso di descrivere la procedura, temendo di annoiare il lettore.
      • Mauro scrive:
        Re: Il primo pirata...
        e il pane è diventato duro!!!!!!!
        • panda rossa scrive:
          Re: Il primo pirata...
          - Scritto da: Mauro
          e il pane è diventato duro!!!!!!!No, per il pane e' lo stesso. Aveva un chicco di grano, lo ha piantato, e' nata una spiga, ha estratto i chicchi, li ha piantati, sono spuntate un mazzetto di spighe, ha ripetuto il proXXXXX per qualche stagione, e poi ha macinato il grano dell'ultima mietitura, facendo pane per tutti.Il tutto sempre mentre il tempo, nel resto dell'universo, era fermo.
          • lordream scrive:
            Re: Il primo pirata...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Mauro

            e il pane è diventato duro!!!!!!!

            No, per il pane e' lo stesso. Aveva un chicco di
            grano, lo ha piantato, e' nata una spiga, ha
            estratto i chicchi, li ha piantati, sono spuntate
            un mazzetto di spighe, ha ripetuto il proXXXXX
            per qualche stagione, e poi ha macinato il grano
            dell'ultima mietitura, facendo pane per
            tutti.

            Il tutto sempre mentre il tempo, nel resto
            dell'universo, era
            fermo.avendo sto potere faceva prima a comprarsi 2 schiavi per fare il lavoro
          • panda rossa scrive:
            Re: Il primo pirata...
            - Scritto da: lordream
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Mauro


            e il pane è diventato duro!!!!!!!



            No, per il pane e' lo stesso. Aveva un chicco di

            grano, lo ha piantato, e' nata una spiga, ha

            estratto i chicchi, li ha piantati, sono
            spuntate

            un mazzetto di spighe, ha ripetuto il proXXXXX

            per qualche stagione, e poi ha macinato il grano

            dell'ultima mietitura, facendo pane per

            tutti.



            Il tutto sempre mentre il tempo, nel resto

            dell'universo, era

            fermo.

            avendo sto potere faceva prima a comprarsi 2
            schiavi per fare il
            lavoroCome gia' detto, purtroppo i cronisti dell'epoca si sono limitati al sensazionalismo e non hanno riportato i dettagli tecnici.Puo' anche darsi che si sia avvalso di schiavi.Quello che ci hanno raccontato e' che ha schioccato le dita e sono comparsi pani e pesci in quantita'.
    • La SIAE scrive:
      Re: Il primo pirata...
      - Scritto da: poiuy
      Nella "moltiplicazione dei pani e dei pesci",
      Gesù moltiplica indefinitamente un bene (in
      questo caso
      fisico).
      Cioè ha preso del mangiare "legalmete" ottenuto e
      lo ha moltiplicato per darlo a
      tutti.
      Abbiamo trovato il primo "pirata" noto della
      storia?No. :@Parola di SIAE
    • gerry scrive:
      Re: Il primo pirata...
      - Scritto da: poiuy
      E con le "nozze di Cana" insiste pure!Bacchettatina: le nozze di cana sono venute prima ;)
    • MaestroX scrive:
      Re: Il primo pirata...
      E infatti l'hanno messo in croce...
  • La SIAE scrive:
    Attenzione pirati
    Attenzione pirati, in Germania hanno cercato di mettere " una procedura di urgenza che cerca di imporre un divieto di acXXXXX nei confronti degli utenti " capito? E adesso cosa ne direste se la portiamo anche in Italia? Paura eh? :@Parola di SIAE
    • Mimmo scrive:
      Re: Attenzione pirati
      ROTFL
    • ThEnOra scrive:
      Re: Attenzione pirati
      - Scritto da: La SIAE
      Attenzione pirati, in Germania hanno cercato di
      mettere " una procedura di urgenza che cerca di
      imporre un divieto di acXXXXX nei confronti degli
      utenti " capito? E adesso cosa ne direste se
      la portiamo anche in Italia? Paura eh?
      :@

      Parola di SIAENon è più o meno la stessa cosa che vuole fare l'AGCOM?
    • una mamma preoccupat a scrive:
      Re: Attenzione pirati
      - Scritto da: La SIAE

      Attenzione pirati, in Germania hanno cercato di
      mettere " una procedura di urgenza che cerca di
      imporre un divieto di acXXXXX nei confronti degli
      utenti "mi scusi io vorrei sapere se,per gli iscritti al MOIGE,sarà possibile avere un pass per aggirarequesto divieto di acXXXXX,che tanto non non commetteremmo maiatti criminali come il download pirataUna mamma preoccupata
      • La SIAE scrive:
        Re: Attenzione pirati
        - Scritto da: una mamma preoccupat a
        - Scritto da: La SIAE



        Attenzione pirati, in Germania hanno cercato di

        mettere " una procedura di urgenza che cerca
        di

        imporre un divieto di acXXXXX nei confronti
        degli

        utenti "

        mi scusi io vorrei sapere se,
        per gli iscritti al MOIGE,
        sarà possibile avere un pass per aggirare
        questo divieto di acXXXXXNo. :@Parola di SIAE
        • IL MOIGE scrive:
          Re: Attenzione pirati
          - Scritto da: La SIAE

          No. :@

          Parola di SIAEnon sapete contro chi vi state mettendo :@Parola di MOIGE
          • La SIAE scrive:
            Re: Attenzione pirati
            - Scritto da: IL MOIGE
            - Scritto da: La SIAE



            No. :@



            Parola di SIAE

            non sapete contro chi vi state mettendo :@

            Parola di MOIGEAltrimenti? :@Parola di SIAE
          • MegaJock scrive:
            Re: Attenzione pirati
            Se MOIGE e SIAE si mettessero sul serio gli uni contro gli altri, fornirei armi ad entrambi a prezzi scontati. :)Proiettili al mercurio, bombe al fosforo, lanciafiamme, gas vescicanti... Basta che li usiate bene e che non rimanga in piedi nessuno.
          • panda rossa scrive:
            Re: Attenzione pirati
            - Scritto da: MegaJock
            Se MOIGE e SIAE si mettessero sul serio gli uni
            contro gli altri, fornirei armi ad entrambi a
            prezzi scontati.
            :)

            Proiettili al mercurio, bombe al fosforo,
            lanciafiamme, gas vescicanti... Basta che li
            usiate bene e che non rimanga in piedi
            nessuno.Io avrei una fialetta con una coltura di vibrioni di colera.Se puo' essere utile la metto a disposizione volentieri.
    • Alessio scrive:
      Re: Attenzione pirati
      - Scritto da: La SIAE
      Attenzione pirati, in Germania hanno cercato di
      mettere " una procedura di urgenza che cerca di
      imporre un divieto di acXXXXX nei confronti degli
      utenti " capito? E adesso cosa ne direste se
      la portiamo anche in Italia? Paura eh?
      :@

      Parola di SIAEDiremmo che sareste le sorelle Carlucci
    • Funz scrive:
      Re: Attenzione pirati
      - Scritto da: La SIAEsiete giammorti, ma ancora non lo sapete :p
  • Sgabbio scrive:
    PARASSITI
    Come da titolo, google fa tutto per accontentarli, mettendo stupidi blocchi regionali, silenziato i video, cancellando video alla cieca e tutto, ma loro non sono contenti, vogliono uccidere tutto quello che non capiscono.Che vadano a farsi una dormita....
    • scrotone scrive:
      Re: PARASSITI
      - Scritto da: Sgabbio
      Come da titolo, google fa tutto per
      accontentarli, mettendo stupidi blocchi
      regionali, silenziato i video, cancellando video
      alla cieca e tutto, ma loro non sono contenti,
      vogliono uccidere tutto quello che non
      capiscono.


      Che vadano a farsi una dormita....Complimenti, hai superato i 15.000 post. Ma se sono tutti come questo mi rimangio i complimenti.
    • Thepassenge r scrive:
      Re: PARASSITI
      Ottima soluzione, visto che è impossibile fare un check di 1000 video al giorno la soluzione è chiudere quindi, con pace alla libertà di informazione su internet.
      Se non può, bene, chiude YT oppure lo rivende.
      Fine della
      storia.
      • Momento di inerzia scrive:
        Re: PARASSITI
        - Scritto da: Thepassenge r
        Ottima soluzione, visto che è impossibile fare un
        check di 1000 video al giorno la soluzione è
        chiudere quindi, con pace alla libertà di
        informazione su
        internet.Non è che in nome della libertà di informazione i giornali possano pubblicare quello che gli pare, comprese le cose illegali, sai?
        • panda rossa scrive:
          Re: PARASSITI
          - Scritto da: Momento di inerzia
          - Scritto da: Thepassenge r

          Ottima soluzione, visto che è impossibile fare
          un

          check di 1000 video al giorno la soluzione è

          chiudere quindi, con pace alla libertà di

          informazione su

          internet.

          Non è che in nome della libertà di informazione i
          giornali possano pubblicare quello che gli pare,
          comprese le cose illegali,
          sai?I giornali non pubblicano contenuti degli utenti: pubblicano contenuti propri. E se pubblicano roba illegale ne rispondono.Analogamente youtube: se il contenuto e' illegale ne risponda l'utente che lo ha caricato. E basta.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: panda rossa
            I giornali non pubblicano contenuti degli utenti:
            pubblicano contenuti propri. E se pubblicano roba
            illegale ne
            rispondono.I giornali pubblicano anche le lettere dei lettori.E pubblicano anche gli articoli di chi glieli manda, se lo ritengono importante (per esempio compaiono a volte articoli di personalità eminenti)E ne rispondono lo stesso.Il punto della situazione di Youtube è stabilire se Google sia un editore (come quello dei giornali) o un intermediario (come un ISP)Per ora si comporta evidentemente da editore, ma vuole fare l'intermediario.I motivi di questo "disturbo bipolare" sono abbastanza evidenti quando pensi che Google deve farsi passare da intermediario per poter fare come gli pare e sostenere certi suoi asset, ma deve comportarsi da editore per proteggerne altri.
          • panda rossa scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: Momento di inerzia
            - Scritto da: panda rossa

            I giornali non pubblicano contenuti degli
            utenti:

            pubblicano contenuti propri. E se pubblicano
            roba

            illegale ne

            rispondono.

            I giornali pubblicano anche le lettere dei
            lettori.Previa censura.
            E pubblicano anche gli articoli di chi glieli
            manda, se lo ritengono importante (per esempio
            compaiono a volte articoli di personalità
            eminenti)Previa censura.
            E ne rispondono lo stesso.E' notizia di un paio di giorni fa che i boss mafiosi mandavano SMS coi pizzini a quelli che il calcio, e non mi pare che sia stata richiesta la fucilazione di Simona Ventura.
            Il punto della situazione di Youtube è stabilire
            se Google sia un editore (come quello dei
            giornali) o un intermediario (come un
            ISP)Mi pare fin troppo evidente.
            Per ora si comporta evidentemente da editore, ma
            vuole fare l'intermediario.Da editore?Quindi se tu vieni a scrivere con lo spray sul muro di casa mia, io sarei l'editore?
            I motivi di questo "disturbo bipolare" sono
            abbastanza evidenti quando pensi che Google deve
            farsi passare da intermediario per poter fare
            come gli pare e sostenere certi suoi asset, ma
            deve comportarsi da editore per proteggerne
            altri.Non c'e' niente da proteggere.Google e' una piattaforma che permette a chiunque di caricare contenuti, e ciascuno e' responsabile di quello che pubblica.Se tu con lo spray scrivi cose razziste sul muro di casa mia, ne rispondi tu, mica io.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: panda rossa

            In quel caso la RAI è chiaramente un

            intermediario.
            Esattamente come YoutubeTu devi essere uno di quelli che paragona YT al servizio postale, vero?

            Nessun SMS viene controllato, ma viene trasmesso

            al momento della

            ricezione.

            Tanto più che essendo codificato, non ci può

            essere responsabilità per l'omesso controllo del

            contenuto

            Esattamente come YoutubeCapisci la differenza tra inoltro immediato al destinatario senza controllo e hosting sui propri server?
            E chi e' la rai per poter stabilire se certe
            modalita' sono o non sono contrarie alla
            legge?
            Censura di stato?Tu hai qualche problema con l'educazione civica, lo sai?Tutti hanno non il diritto, ma il dovere di sapere quali comportamenti sono contrari alla legge.Permettere la comunicazione tra detenuti ed esterno fuori dalle autorizzazioni della magistratura è reato.E tu, io, la RAI e chiunque in mezzo alla strada dobbiamo saperlo.
            L'organo preposto a stabilire se un certo
            comportamento costituisca o meno reato e' la
            magistratura.Si, vabbè... allora se un poliziotto vede uno che ruba che fa? chiama al telefono il giudice per descrivergli la scena in modo che lui possa stabilirlo?Dai tempi del codice di Hammurabi la legge non ammette ignoranza.E non la ammette proprio perché è scritta e nota a tutti.
            Al massimo la rai puo' fare un esposto alla
            magistratura dicendo di aver ricevuto dal tal
            numero di cellulare un sms dal contenuto
            sospetto.Ma se non lo fa non può dire di aver fatto tutto il possibile.E quindi è complice.

            Invece i video di Youtube vengono ospitati,

            controllati e rimossi se violano i termini di

            servizio.

            Rimossi su richiesta di terzi: nessuno controlla
            i filmati
            caricati.
            Sarebbe materialmente impossibile vista la
            smodata quantita' di
            dati.L'impossibilità non è una scusante.Al limite un'attenuante.Non è stato il dottore a imporre a YT di crescere in modo che non possa più essere controllato.
            Dettagli tecnici. Un man in the middle si puo'
            mettere
            sempre.Tu li chiami dettagli tecnici, ma il succo della differenza tra YT e un vero intermediario sta tutto qui.Le poste sono un intermediario perché ricevono un contenuto che non possono controllare per legge e lo inoltrano direttamente al destinatario.YT non opera in questo modo.
            Io non posso proteggere una mia proprieta'
            sparando a tutti quelli che si avvicinano. Esiste
            una magistratura a cui demandare l'applicazione
            delle
            leggi.Ma davvero ti devo spiegare cosa significa che YT deve proteggere i suoi asset? pensavo di avere una conversazione con una persona a conoscenza almeno delle basi.
            Io i miei asset li proteggo querelando non
            mettendo
            bombe.
            Quelli faranno altrettanto, sempre che sussista
            una democrazia (cosa di cui comincio a dubitare
            seriamente).Prova a beccarti una minaccia di causa multimilionaria da una major per violazione dei suoi diritti a mezzo del tuo muro e vedi che anche tu capisci cosa significa proteggere i propri asset.
            Ma io non sto a cancellare proprio niente.YT si.
            Tu credi davvero che ci sia qualcuno stipendiato
            da google a visionare TUTTO quello che viene
            caricato e decidere se lasciarlo o
            cancellarlo?
            Stiamo parlando di google, mica del forum di PI.No, ma c'è qualcuno che è stipendiato per rimuovere i video che violano i termini di servizio (per esempio il punto 5.1 E iii o il punto 5.1 K)Come mai in quel caso ci riescono benissimo e con i video con contenuti di terzi no?Le chiacchiere stanno a zero: YT agisce da editore e vuole farsi passare da intermediario in modo da infinocchiare quelli come te e produrre un movimento di opinione che gli consenta di continuare a spadroneggiare sul web violando i diritti altrui in nome della libertà di espressione (che invece non è in discussione... anzi, un Tubo più piccolo lascerebbe più spazio a gente come Vimeo, Break o Metacafe...)Parli tanto di Linux, libertà di scelta, alternative e poi sei uno di quelli che vuole consegnare la retea un solo player invece di batterti per la pluralità, le alternative e la libertà di scelta.
          • panda rossa scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: Momento di inerzia
            Tu devi essere uno di quelli che paragona YT al
            servizio postale,
            vero?Assolutamente no: la posta prevede un mittente e un destinatario.YT lo paragono a usenet.
            Capisci la differenza tra inoltro immediato al
            destinatario senza controllo e hosting sui propri
            server?Certo.E tu capisci internet?
            Tu hai qualche problema con l'educazione civica,
            lo sai?
            Tutti hanno non il diritto, ma il dovere di
            sapere quali comportamenti sono contrari alla
            legge.Ah si? E quindi tu sai se bestemmiare sia contrario alla legge, o se evadere il fisco, o corrompere i giudici...Mi chiedo perche' ci sia una magistratura se tanto tutti sanno tutto.
            Permettere la comunicazione tra detenuti ed
            esterno fuori dalle autorizzazioni della
            magistratura è
            reato.Sei vuoi essere cosi' cortese da indicarmi il codice dell'articolo mi vado a leggere il testo della legge.
            E tu, io, la RAI e chiunque in mezzo alla strada
            dobbiamo saperlo.Ebbene io non lo so. Me lo dici che lo imparo.

            L'organo preposto a stabilire se un certo

            comportamento costituisca o meno reato e' la

            magistratura.

            Si, vabbè... allora se un poliziotto vede uno che
            ruba che fa? chiama al telefono il giudice per
            descrivergli la scena in modo che lui possa
            stabilirlo?Ci sono comportamenti evidentemente costituenti reato.Altri no.E in ogni caso il giudice deve ascoltare le parti e capire se quello che per il poliziotto era in apparenza un furto d'auto non era in realta' un poveraccio che cercava di entrare comunque nella propria auto dopo aver perso le chiavi.
            Dai tempi del codice di Hammurabi la legge non
            ammette ignoranza.Si, se sono io quello coinvolto.
            E non la ammette proprio perché è scritta e nota
            a tutti.Quindi non serve ne' magistratura ne' polizia.Non servono i drm, non serve niente. Basta la legge.

            Al massimo la rai puo' fare un esposto alla

            magistratura dicendo di aver ricevuto dal tal

            numero di cellulare un sms dal contenuto

            sospetto.

            Ma se non lo fa non può dire di aver fatto tutto
            il possibile.
            E quindi è complice.Ci vuole ben altro per gli estremi di complicita'.E comunque ci vuole il dolo. Senza dolo al massimo c'e' solo colpa.


            Invece i video di Youtube vengono ospitati,


            controllati e rimossi se violano i termini di


            servizio.



            Rimossi su richiesta di terzi: nessuno controlla

            i filmati

            caricati.

            Sarebbe materialmente impossibile vista la

            smodata quantita' di

            dati.

            L'impossibilità non è una scusante.
            Al limite un'attenuante.
            Non è stato il dottore a imporre a YT di crescere
            in modo che non possa più essere
            controllato.E allora arrestiamo il crimine alla fonte e arrestiamo i fabbricanti di coltelli, di penne, di tastiere, di telefoni, di tutto cio' che puo' essere utilizzato per atti criminosi, perche' non hanno controllato. E l'impossibilita' non e' una scusante.

            Dettagli tecnici. Un man in the middle si puo'

            mettere

            sempre.

            Tu li chiami dettagli tecnici, ma il succo della
            differenza tra YT e un vero intermediario sta
            tutto qui.E invece sono proprio i dettagli tecnici.La tecnologia ridefinisce l'intermediario e le regole devono adeguarsi.Non si puo' applicare l'etichetta che piu' fa comodo ad un nuovo soggetto giuridico che all'atto della stesura della legge non era concepibile.
            Le poste sono un intermediario perché ricevono un
            contenuto che non possono controllare per legge e
            lo inoltrano direttamente al
            destinatario.
            YT non opera in questo modo.YT opera ANCHE in questo modo.E tu pui scegliere se impedire per legge alla pioggia di cadere, oppure riconoscere che non puoi dare la colpa alla pioggia se poi c'e' una alluvione.

            Io non posso proteggere una mia proprieta'

            sparando a tutti quelli che si avvicinano.
            Esiste

            una magistratura a cui demandare l'applicazione

            delle

            leggi.

            Ma davvero ti devo spiegare cosa significa che YT
            deve proteggere i suoi asset? Pensavo che ti riferissi alle major non a YT quando parlavi di proteggere gli asset.
            pensavo di avere
            una conversazione con una persona a conoscenza
            almeno delle basi.Tu spiegati bene che io capisco.

            Io i miei asset li proteggo querelando non

            mettendo

            bombe.

            Quelli faranno altrettanto, sempre che sussista

            una democrazia (cosa di cui comincio a dubitare

            seriamente).

            Prova a beccarti una minaccia di causa
            multimilionaria da una major per violazione dei
            suoi diritti a mezzo del tuo muro e vedi che
            anche tu capisci cosa significa proteggere i
            propri asset.Non chiedo di meglio. Mi farebbe molto piu' preoccupare una causa per centomila euro.Molti milioni non li ho, non li posso pagare e recito volentieri il ruolo del martire: magari alla fine ci alzo pure qualcosa.

            Ma io non sto a cancellare proprio niente.

            YT si.


            Tu credi davvero che ci sia qualcuno stipendiato

            da google a visionare TUTTO quello che viene

            caricato e decidere se lasciarlo o

            cancellarlo?

            Stiamo parlando di google, mica del forum di PI.

            No, ma c'è qualcuno che è stipendiato per
            rimuovere i video che violano i termini di
            servizio (per esempio il punto 5.1 E iii o il
            punto 5.1
            K)
            Come mai in quel caso ci riescono benissimo e con
            i video con contenuti di terzi
            no?E tu come fai ad essere tanto sicuro che funzioni benissimo e che cosa ci sia dietro?
            Le chiacchiere stanno a zero: YT agisce da
            editore e vuole farsi passare da intermediario in
            modo da infinocchiare quelli come teInfinocchiare me? Guarda che a me di google non frega niente.Io seguo questa storia per veder perdere le major mica per veder vincere google.
            e produrre
            un movimento di opinione che gli consenta di
            continuare a spadroneggiare sul web violando i
            diritti altrui Quali diritti altrui? Alludi al diritto di campare di rendita fino a 70 anni dalla morte dell'autore, che vorrebbero estendere ulteriormente?Questi diritti?
            in nome della libertà di
            espressione (che invece non è in discussione...
            anzi, un Tubo più piccolo lascerebbe più spazio a
            gente come Vimeo, Break o
            Metacafe...)YT non e' ne' preinstallato ne' impostato come default.Uno carica i propri contenuti dove gli pare, e spesso su tutti i servizi disponibili per non sbagliare.
            Parli tanto di Linux, libertà di scelta,
            alternative e poi sei uno di quelli che vuole
            consegnare la retea un solo player invece di
            batterti per la pluralità, le alternative e la
            libertà di scelta.Non hai capito proprio niente.Io non sto difendendo google in quanto google, ma sto difendendo google in quanto attaccato dalle major.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: panda rossa
            Assolutamente no: la posta prevede un mittente e
            un
            destinatario.
            YT lo paragono a usenet.Usenet non ha un server centralizato.Come fai a paragonare le due cose? (e non venirmi a dire che YT non ha un solo server, ma tanti server, perché QUESTO sarebbe un attaccarsi ai dettagli tecnici)
            Certo.
            E tu capisci internet?Internet non ha diritto a leggi speciali.
            Ah si? E quindi tu sai se bestemmiare sia
            contrario alla legge, o se evadere il fisco, o
            corrompere i
            giudici...Certo.
            Mi chiedo perche' ci sia una magistratura se
            tanto tutti sanno
            tutto.Sapere cosa è legale e cosa no non significa automaticamente che tutti facciano solo quello che è legale.La magistratura non serve a spiegare la legge ai cittadini (per quello ci sono le scuole), ma per garantirne la corretta applicazione.
            Sei vuoi essere cosi' cortese da indicarmi il
            codice dell'articolo mi vado a leggere il testo
            della
            legge.Guarda, basta una rapida ricerca su Google e ti viene fuori il regolamentohttp://www.garantedirittidetenutisicilia.it/pages/struttura/main.php?id_categoria=5240&language=IT&PHPSESSID=87a294448fe762c0c732c79125528c71Si riceve e si invia posta.Sicuramente non SMS (non è nemmeno permesso tenere i cellulari)E sicuramente al 41bis (visto che mi chiedi l'articolo di legge) nemmeno quello.
            Ci sono comportamenti evidentemente costituenti
            reato.
            Altri no.Tipo? quali?Il discorso si può fare sulla pena che si merita ciascun reato, ma cosa è reato e cosa no è abbastanza chiaro.
            E in ogni caso il giudice deve ascoltare le parti
            e capire se quello che per il poliziotto era in
            apparenza un furto d'auto non era in realta' un
            poveraccio che cercava di entrare comunque nella
            propria auto dopo aver perso le
            chiavi.Quello si chiama "giusto proXXXXX".Ti sembra che YT stia solo cercando di rientrare in casa sua?

            Dai tempi del codice di Hammurabi la legge non

            ammette ignoranza.
            Si, se sono io quello coinvolto. Vorrà dire che avvertiremo tutti i giudici italiani di farti una speciale dispensa
            Quindi non serve ne' magistratura ne' polizia.
            Non servono i drm, non serve niente. Basta la
            legge.Per SAPERE cosa è legale e cosa no?Certo.Peccato che esistano anche quelli che violano la legge di proposito.Se non esistessero, non servirebbe la polizia.E in un mondo ideale, nemmeno le leggi: basterebbe la morale (che, come ci ricorda Arendt Hannah, viene dal latino "mores" che significa "usi e consuetudini"
            Ci vuole ben altro per gli estremi di complicita'.Se sei a conoscenza di un crimine e non lo impedisci, sei colpevole di favoreggiamento.
            E comunque ci vuole il dolo. Senza dolo al
            massimo c'e' solo
            colpa.La colpa riduce la pena, non la elimina.E di sicuro non elimina il reato.
            E allora arrestiamo il crimine alla fonte e
            arrestiamo i fabbricanti di coltelli, di penne,
            di tastiere, di telefoni, di tutto cio' che puo'
            essere utilizzato per atti criminosi, perche' non
            hanno controllato. E l'impossibilita' non e' una
            scusante.Ecco il solito discorso dei coltelli che non c'entra niente.Particolarmente quando si parla delle dimensioni intrinseche di YT
            E invece sono proprio i dettagli tecnici.
            La tecnologia ridefinisce l'intermediario e le
            regole devono
            adeguarsi.
            Non si puo' applicare l'etichetta che piu' fa
            comodo ad un nuovo soggetto giuridico che
            all'atto della stesura della legge non era
            concepibile.Vogliamo scommettere che invece le figure di intermediario ed editore sono ben definite anche tenendo conto delle nuove tecnologie e che YT scappa solo perché riesce abilmente a mischiare le carte?
            YT opera ANCHE in questo modo.Quindi YT inoltra direttamente al destinatario il contenuto caricato e poi non lo conserva?Perché è questo che fanno le poste.
            Pensavo che ti riferissi alle major non a YT
            quando parlavi di proteggere gli
            asset.Ho detto chiaramente che YT ha un "disturbo bipolare" e non sceglie se essere editore o intermediario perché ha da difendere vari asset che richiedono di volta in volta di essere l'uno o l'altro.
            Non chiedo di meglio.
            Mi farebbe molto piu' preoccupare una causa per
            centomila
            euro.
            Molti milioni non li ho, non li posso pagare e
            recito volentieri il ruolo del martire: magari
            alla fine ci alzo pure
            qualcosa.YT molti milioni li ha...
            E tu come fai ad essere tanto sicuro che funzioni
            benissimo e che cosa ci sia
            dietro?Magari perché mi hanno rimosso un video simile?
            Infinocchiare me? Guarda che a me di google non frega niente.Non mi sembra.Mi sembra invece che ti abbiano convinto ben benino del fatto che sono solo un intermediario e che il loro comportarsi da editore è solo incidentale.
            Io seguo questa storia per veder perdere le major mica per veder vincere
            google.Quindi secondo te "video illegali" significa solo quelli delle major?Per me le major possono anche bruciare all'inferno, ma qui si tratta di stabilire un principio: YT può fare sodi calpestando tutto e tutti?Se facciamo un patto col diavolo e decidiamo che YT non sia responsabile anche se è un editore, poi non si torna più indietro e a quel punto chiunque potrebbe uppare su YT qualunque cosa.
            Quali diritti altrui? Alludi al diritto di campare di rendita fino a 70
            anni dalla morte dell'autore, che vorrebbero estendere ulteriormente?
            Questi diritti?Quelli alla dignità personale, per esempio.Che sono diritti costituzionali protetti dagli articoli 594 e 595 del C.P. e sono prevalenti rispetto all'art.21 della costituzione.
            YT non e' ne' preinstallato ne' impostato come default.
            Uno carica i propri contenuti dove gli pare, e spesso su tutti i servizi
            disponibili per non sbagliare.Metacafe, Vimeo e Break cancellano senza problemi i video incriminati.come mai YT non ci riesce?Solo perché è più grosso? caxxi suoi!
            Non hai capito proprio niente.
            Io non sto difendendo google in quanto google, ma sto difendendo google
            in quanto attaccato dalle major.Vedi sopra.
          • gerry scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: Momento di inerzia

            Certo.

            E tu capisci internet?

            Internet non ha diritto a leggi speciali.Vedi, è questa la XXXXXta.Certo che internet ha diritto a leggi speciali.Tu non applichi il codice della strada ad un aereo di linea con la scusa che sono entrambi mezzi di trasporto.Non tratti i mangimi animali come le derrate alimentari umane con la scusa che entrambe si mangiano.Non puoi trattare youtube ne come un giornale ne come la posta perchè youtube non è nessuno di questi.Bisogna mettersi intorno ad un tavolo e scrivere nuove regole per nuovi scenari, mettersi ad adattare le vecchie è sinonimo di ristrettezza mentale.
          • shevathas scrive:
            Re: PARASSITI


            Tu non applichi il codice della strada ad un
            aereo di linea con la scusa che sono entrambi
            mezzi di
            trasporto.

            Non tratti i mangimi animali come le derrate
            alimentari umane con la scusa che entrambe si
            mangiano.

            Non puoi trattare youtube ne come un giornale ne
            come la posta perchè youtube non è nessuno di
            questi.ma una combinazione di entrambi. La questione è semplice YT è un mero distributore come la posta con le cartoline illustrate ? oppure un editor di contenuti come ad esempio i curatori di una mostra ? e quanto è dell'uno e quanto dell'altro ?
            Bisogna mettersi intorno ad un tavolo e scrivere
            nuove regole per nuovi scenari, mettersi ad
            adattare le vecchie è sinonimo di ristrettezza
            mentale.cioè ammettere che può far soldi come responsabile dei contenuti pur avendo le mere responsabilità di chi si limita a smistare posta ? bisogna rifletterci molto attentamente.
          • gerry scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: shevathas
            ma una combinazione di entrambi. La questione è
            semplice YT è un mero distributore come la posta
            con le cartoline illustrate ? oppure un editor di
            contenuti come ad esempio i curatori di una
            mostra ? e quanto è dell'uno e quanto dell'altro
            ?No, no, no, no e no!Puoi inferire dalle vecchie figure solo fino a un certo (limitato) punto.Nessuna vecchia figura ha mai avuto la possibilità tecnica di diffondere istantaneamente tonnellate di materiale a livello mondiale senza eseguire nessuna operazione manuale effettuata da operatori umani.Questi sono comportamenti nuovi: non possono essere inferiti da vecchi paradigmi, vanno pensati e regolati da 0.
            cioè ammettere che può far soldi come
            responsabile dei contenuti pur avendo le mere
            responsabilità di chi si limita a smistare posta
            ? bisogna rifletterci molto
            attentamente.Bisogna vedere quali responsabilità affibbiare, e vederlo partendo da zero. Non si può modellarlo su un vecchio modello di responsabilità che in questo contesto non ha nessun senso.Non si può dire l'editore dell'800 faceva così per cui anche il responsabile youtube deve fare così perchè il suo lavoro assomiglia a quello dell'editore.Sarebbe più serio dire il controllore di un sito quali controlli ragionevolmente può fare? Se non li fa come lo puniamo? E fino a che punto?
          • shevathas scrive:
            Re: PARASSITI

            Questi sono comportamenti nuovi: non possono
            essere inferiti da vecchi paradigmi, vanno
            pensati e regolati da
            0.
            non lo nego, ma con un po' di cervello per evitare di rendere difficoltoso usare quel mezzo per fare eventuali abusi.
            Sarebbe più serio dire il controllore di un sito
            quali controlli ragionevolmente può fare? Se non
            li fa come lo puniamo? E fino a che
            punto?rovescerei le domande: il controllore di un sito quali controlli dovrebbe obbligatoriamente fare sui contenuti che veicola ? la questione dell'impossibilità tecnologica mi sembra comunque un bizantinismo. Oggi è praticamente impossibile monitorare tutte le strade e sanzionare chiunque superi il limite di velocità ma questo non mi sembra un valido motivo per abolire le targhe degli autoveicoli e vietare gli autovelox.
          • manila scrive:
            Re: PARASSITI

            Oggi è praticamente impossibile
            monitorare tutte le strade e sanzionare chiunque
            superi il limite di velocità ma questo non mi
            sembra un valido motivo per abolire le targhe
            degli autoveicoli e vietare gli
            autovelox.Si, ma stai paragondando pere con mele. Un conto è un sito amatoriale, dove i contenuti sono limitati. Diverso è YT dove sono illimitati. Ecco perchè la legge in un certo senso è garantista, ovvero YT o chicchessia può esser condannato se non rimuove il contenuto entro un certo tempo dalla segnalazione. Se poi il segnalatore ricorre, nei confronti del segnalato, e chi doveva fare la rimozione non l'ha fatta, anche chi doveva fare la rimozione è in una certa parte "correo"..Il che mi sembra un giusto compromesso.
          • shevathas scrive:
            Re: PARASSITI


            Il che mi sembra un giusto compromesso.anche a me, anche se apre altri interessanti spunti di discussione:la rimozione di contenuti dietro segnalazione la trovo una questione spinosa, potrebbero esserci casi di contenuti perfettamente leciti rimossi perché segnalati ma la segnalazione era infondata/illeggittima/in mala fede. Questa questione si collega anche alla questione di che peso dare ad una singola segnalazione ed all'autore di questa. E in quanto tempo ci si debba attivare a segnalazione pervenuta.Come per il controllo delle pubblicazioni non puoi pretendere di avere un controllo esclusivamente manuale delle segnalazioni, visto che queste, come i contenuti pubblicati possono essere virtualmente infinite. A me sembra postporre il problema ma non fornire soluzioni.
          • manila scrive:
            Re: PARASSITI

            la rimozione di contenuti dietro segnalazione la
            trovo una questione spinosa, potrebbero esserci
            casi di contenuti perfettamente leciti rimossi
            perché segnalati ma la segnalazione era
            infondata/illeggittima/in mala fede.Beh ma si dovrebbe supporre che il rimovente, usa un sistema umano, non automatico.
            Questa
            questione si collega anche alla questione di che
            peso dare ad una singola segnalazione ed
            all'autore di questa. E in quanto tempo ci si
            debba attivare a segnalazione pervenuta.Riprendo un caso già discusso: segnalo che c'è un abuso su di un minore. Io che sono colui preposto a rimuovere una cosa, dovrò verificare se è vero o meno. Oppure a segnalazione automaticamente rimuovo?Google nel caso vividown, fu condannata, imho opinabilmente, non per non aver rimosso in tempo il video, ma per violazione della privacy. Codice che si è dimostrato cmq inadeguato e carente per casi di questo tipo.
            Come per il controllo delle pubblicazioni non
            puoi pretendere di avere un controllo
            esclusivamente manuale delle segnalazioni, visto
            che queste, come i contenuti pubblicati possono
            essere virtualmente infinite. A me sembra
            postporre il problema ma non fornire soluzioni.Perchè la soluzione TECNICAMENTE non esiste. Ti sfido trovare un qualcosa che PREVENTIVAMENTE rimuove contenuti illeciti.E poi illeciti in base a chi o cosa?In strada puoi mettere dissuasori del traffico, dossi, cunette, autovelox. Ma in un sito di contenuti, soprattutto quando questo è mondiale, cosa puoi mettere, se non una adeguata policy?Ad ogni upload, un controllo del materiale in maniera umana? Mi sembra una strada impensabile.
          • gerry scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: manila
            Ad ogni upload, un controllo del materiale in
            maniera umana? Mi sembra una strada
            impensabile.A parte tutto, basterebbe pensare al fatto che il quasivoglia controllore umano dovrebbe essere a conoscenza di tutte le limitazioni a livello mondiale sul materiale pubblicato.Dovrebbe sapere in dettaglio le legislazioni di tutti i paesi e lo stato dei diritti negli stessi nei confronti del materiale che sta trattando.Un'altra cosa su cui bisogna riflettere è anche lo stato ambiguo con cui questi servizi vengono considerati, sono servizi privati ma di fatto vengono visti ormai come servizi di pubblica utilità il cui acXXXXX deve quasi venire garantito al cittadino.Per esempio Google viene criticata per la sua politica accondiscendente col regime cinese, ma questo fa a pugni col fatto che viene accusata di di non vigilare sui contenuti. Deve vigilare o non deve vigilare?Se lo deve fare perchè criticare i criteri secondo cui lo fa? Perchè viene invitata a rispettare una legge italiana e poi criticata perchè rispetta una legge cinese?
          • shevathas scrive:
            Re: PARASSITI

            A parte tutto, basterebbe pensare al fatto che il
            quasivoglia controllore umano dovrebbe essere a
            conoscenza di tutte le limitazioni a livello
            mondiale sul materiale
            pubblicato.infatti. Pensa ad un video che magnifica birra e salsicce come potrebbe venire giudicato da un censore tedesco e un censore saudita.
            Dovrebbe sapere in dettaglio le legislazioni di
            tutti i paesi e lo stato dei diritti negli stessi
            nei confronti del materiale che sta
            trattando.
            cosa praticamente impossibile
            Un'altra cosa su cui bisogna riflettere è anche
            lo stato ambiguo con cui questi servizi vengono
            considerati, sono servizi privati ma di fatto
            vengono visti ormai come servizi di pubblica
            utilità il cui acXXXXX deve quasi venire
            garantito al
            cittadino.
            dipende dal servizio. Il servizio di pubblica utilità può essere l'acXXXXX alla rete e la possibilità di usarla per "colloquiare" con altri enti/utenti. YT o i social network per quanto possano essere utili non sono servizi di pubblica utilità.
            Perchè viene invitata a rispettare una legge
            italiana e poi criticata perchè rispetta una
            legge
            cinese?è una questione abbastanza spinosa.
          • gerry scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: shevathas
            dipende dal servizio. Il servizio di pubblica
            utilità può essere l'acXXXXX alla rete e la
            possibilità di usarla per "colloquiare" con altri
            enti/utenti. YT o i social network per quanto
            possano essere utili non sono servizi di pubblica
            utilità.Il problema è che iniziano ad essere visti così, se YT viene censurato in Cina le associazioni per i diritti umani cercano di fare pressioni su google. De facto questo vuol dire che c'è un sentimento popolare che non li considera più una "semplice iniziativa commerciale privata" ma una "cosa pubblica" che deve anche rispettare certe norme etiche e che non può essere lasciata liberamente in balia del proprietario.Per esempio se Google vietasse video politici per mettersi al riparo da eventuali denuncie di corresponsabilità in diffamazione andrebbe considerata una mossa commercialmente suicida o un tentativo di censura?Sono due cose profondamente diverse, se consideri solo il primo caso questo rigurda solo Google e i suoi azionisti mentre il secondo diventa un affare di interesse pubblico.
          • Talking Head scrive:
            Re: PARASSITI
            E non solo. Dovrebbe anche essere a conoscenza di tutti i diritti di proprietà. Anche non dichiarati, visto che non serve aver depositato il video alla SIAE per averne proprietà, basta altro modo di dimostrarne la PI.Se io (1) faccio un video in cui si vede un mio amico (2) che balla, lo passo a un secondo amico (3) e lui lo pubblica sul tubo, come fa l'ipotetico ometto controllore (4) a sapere se il video l'ho fatto io (1) o l'amico (3)? Se l'amico (2) ha dato il suo consenso? Se (1) o (2) non vogliono quel video sul tubo, saranno loro a contattare il tubo e, eventualmente, le forze dell'ordine.Come fa l'ometto (4) a sapere chi XXXXXXX è il tipo che balla, chi ha girato il film, chi è l'amico, come sono i nostri rapporti, se vi sono stati assensi, etc etc? La legislazione che chiedesse all'intermediario l'onere del controllo vorrebbe dire chiudere siti del genere. Una scelta realistica in Cina e in Nord Corea. In un paese occidentale se la legge portasse a simili conclusioni (ma non vi porta fortunatamente) andrebbe semplicemente aggiornata al mutato assetto culturale e tecnologico.
          • shevathas scrive:
            Re: PARASSITI

            Beh ma si dovrebbe supporre che il rimovente, usa
            un sistema umano, non
            automatico.
            e la scelta fra il sistema umano e il sistema automatico dipende dal volume delle segnalazioni che ti arrivano. Se ti arrivano 3 segnalazioni al giorno guardi e giudichi. Se te ne arrivano 3.000 e passa al giorno il problema diventa più rognoso.
            Riprendo un caso già discusso: segnalo che c'è un
            abuso su di un minore. Io che sono colui preposto
            a rimuovere una cosa, dovrò verificare se è vero
            o meno. Oppure a segnalazione automaticamente
            rimuovo?la risposta è: quante segnalazioni ti arrivano e da chi. Logicamente il comportamento è diverso se la segnalazione, una, arriva dalla polizia postale e/o da un tribunale dei minori. Diverso il caso se ti arrivano centinaia di segnalazioni da una stessa persona riguardo a filmati sulle spiagge dove si intravedono anche minori.Per non parlare dell'infinita zona grigia: un filmato su una spiaggia dove in alcuni campi lunghi si intravedono bambini nudi dei quali non si riconoscono i volti andrebbe censurato o meno ? chi dovrebbe decidere se si o no ?
            Google nel caso vividown, fu condannata, imho
            opinabilmente, non per non aver rimosso in tempo
            il video, ma per violazione della privacy. Codice
            che si è dimostrato cmq inadeguato e carente per
            casi di questo
            tipo.
            infatti, sarebbe stato meglio sanzionarla per aver tardato ad attuare un procedimento d'urgenza che per la XXXXXta della legge sulla privacy.

            Perchè la soluzione TECNICAMENTE non esiste.

            Ti sfido trovare un qualcosa che PREVENTIVAMENTE
            rimuove contenuti
            illeciti.

            E poi illeciti in base a chi o cosa?
            in base alle leggi correnti in italia.
            In strada puoi mettere dissuasori del traffico,
            dossi, cunette, autovelox. Ma in un sito di
            contenuti, soprattutto quando questo è mondiale,
            cosa puoi mettere, se non una adeguata
            policy?

            Ad ogni upload, un controllo del materiale in
            maniera umana? Mi sembra una strada
            impensabile.più che impensabile è inutile. Non puoi dare regole del tipo: se si vedono più di X cm^2 di pelle umana l'immagine è XXXXXgrafica. Quello che salverebbe capra e cavoli sarebbe il chiedere che i siti come YT si dotino di un canale privilegiato che consente a certe figure istituzionali come la polizia postale o la magistratura di chiedere l'oscuramento cautelativo di precisi contenuti e che tale oscuramento venga fatto in tempi relativamente rapidi.
          • manila scrive:
            Re: PARASSITI

            e la scelta fra il sistema umano e il sistema
            automatico dipende dal volume delle segnalazioni
            che ti arrivano. Se ti arrivano 3 segnalazioni al
            giorno guardi e giudichi. Se te ne arrivano 3.000
            e passa al giorno il problema diventa più
            rognoso.Rognoso, ma FORSE e SOLO il fattore umano puo' giudicare.
            la risposta è: quante segnalazioni ti arrivano e
            da chi. Logicamente il comportamento è diverso se
            la segnalazione, una, arriva dalla polizia
            postale e/o da un tribunale dei minori. Diverso
            il caso se ti arrivano centinaia di segnalazioni
            da una stessa persona riguardo a filmati sulle
            spiagge dove si intravedono anche minori.La segnalazione, è per definizione quella di un altro utente, non di un ente.
            Per non parlare dell'infinita zona grigia: un
            filmato su una spiaggia dove in alcuni campi
            lunghi si intravedono bambini nudi dei quali non
            si riconoscono i volti andrebbe censurato o meno
            ? chi dovrebbe decidere se si o no ?La legge, in maniera non interpretabile.
            infatti, sarebbe stato meglio sanzionarla per
            aver tardato ad attuare un procedimento d'urgenza
            che per la XXXXXta della legge sulla privacy.Il punto è che per questo non poteva essere imputabile.http://www.piforum.it/b.aspx?i=2827953&m=2828439#p2828439
            in base alle leggi correnti in italia.Si ma non esiste niente di TECNICO che lo possa fare preventivamente.
            più che impensabile è inutile. Non puoi dare
            regole del tipo: se si vedono più di X cm^2 di
            pelle umana l'immagine è XXXXXgrafica. Quello che
            salverebbe capra e cavoli sarebbe il chiedere che
            i siti come YT si dotino di un canale
            privilegiato che consente a certe figure
            istituzionali come la polizia postale o la
            magistratura di chiedere l'oscuramento
            cautelativo di precisi contenuti e che tale
            oscuramento venga fatto in tempi relativamente rapidi.In linea teorica è già così. NOn hanno un acXXXXX privilegiato, ma de facto, possono oscurare come vogliono quando vogliono, imho a volte abusando dei loro poteri magici..
          • gerry scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: shevathas
            rovescerei le domande: il controllore di un sito
            quali controlli dovrebbe obbligatoriamente fare
            sui contenuti che veicola ? Se i controlli sono ragionevoli si, ma il problema è che mi sembra si dica "deve fare gli stessi controlli di un editore classico".Questo è irragionevole, perchè non li può fare mantenetendo il sistema com'è adesso. E se pretendi allora che il sistema ritorni com'era 20 anni fa, allora cosa lo abbiamo inventato a fare internet? Per ritorvarci con la vecchia televisione veicolata su IP invece che via radio?Non ha senso, è la negazione dell'innovazione.
            la questione
            dell'impossibilità tecnologica mi sembra comunque
            un bizantinismo. Qui secondo me ti sbagli, contentID è un sistema molto avanzato e che (provato sulla mia pelle) funziona abbastanza bene.Però la tecnologia non può arrivare ovunque, ci sarà sempre un margine di errore e secondo me è errato pensare che si possa/debba ottenere un sistema perfetto.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 settembre 2010 15.02-----------------------------------------------------------
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: gerry
            Se i controlli sono ragionevoli si, ma il
            problema è che mi sembra si dica "deve fare gli
            stessi controlli di un editore
            classico".
            Questo è irragionevole, perchè non li può fare
            mantenetendo il sistema com'è adesso.La legge è uguale per tutti.Anche per YT.Se riesce a fare business rispettandole, allora lo faccia.Altrimenti PRIMA si fa modificare le regole e poi fa business.Fare il contrario è quello che fanno i criminali che si fanno eleggere in parlamento.
            E se pretendi allora che il sistema ritorni
            com'era 20 anni fa, allora cosa lo abbiamo
            inventato a fare internet? Per ritorvarci con la
            vecchia televisione veicolata su IP invece che
            via
            radio?
            Non ha senso, è la negazione dell'innovazione.Quindi secondo te la legge non conta un caxxo solo perché bisogna pensare all'innovazione?Se una legge si oppone a un'innovazione, prima si cambia la legge e poi si procede.Non viceversa.Altrimenti non ci sarebbero tutte le storie che ci sono sulle varie possibilità date dalla medicina moderna in materia di concezione, aborto, prolungamento o interruzione della vita.
            Qui secondo me ti sbagli, contentID è un sistema
            molto avanzato e che (provato sulla mia pelle)
            funziona abbastanza
            bene.
            Però la tecnologia non può arrivare ovunque, ci
            sarà sempre un margine di errore e secondo me è
            errato pensare che si possa/debba ottenere un
            sistema
            perfetto.Il sistema perfetto non esiste.Ma ogni sistema DEVE essere progettato in modo che l'eventuale errore non si propaghi.Il fatto che il ContentID non possa arrivare dappertutto non esime YT dalle sue responsabilità.Lo farebbe solo se ContentID fosse uno strumento sancito e approvato da chi emette le leggi.E così non è.
          • manila scrive:
            Re: PARASSITI
            Sempre che la legge si possa applicare.
          • Sgabbio scrive:
            Re: PARASSITI
            Non imposta per lui.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: PARASSITI
            Sogna, tanto è gratis
          • manila scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: Momento di inerzia
            Sogna, tanto è gratisSei tu che sogni, anzi farnetichi dicendo ad esempio che YT non è un provider. Lo è è un provider di servizi internet.
          • panda rossa scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: Momento di inerzia
            - Scritto da: gerry

            Se i controlli sono ragionevoli si, ma il

            problema è che mi sembra si dica "deve fare gli

            stessi controlli di un editore

            classico".

            Questo è irragionevole, perchè non li può fare

            mantenetendo il sistema com'è adesso.

            La legge è uguale per tutti.
            Anche per YT.
            Se riesce a fare business rispettandole, allora
            lo
            faccia.
            Altrimenti PRIMA si fa modificare le regole e poi
            fa
            business.Rileggiti un po' la storia della televisione privata in italia.Successe che prima venne fatto il business, e poi furono modificate le regole.Esattamente il contrario di quello che stai dicendo tu.Pure la storia ti sta dando torto.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: panda rossa
            Rileggiti un po' la storia della televisione
            privata in
            italia.
            Successe che prima venne fatto il business, e poi
            furono modificate le
            regole.
            Esattamente il contrario di quello che stai
            dicendo
            tu.

            Pure la storia ti sta dando torto.Se avessi letto gli altri messaggi, prima di scrivere questo, sapresti che ho citato per primo quel momento storico come esempio di sopruso e fallimento della democrazia.In pratica pochi che ne avevano le possibilità si sono appropriati di qualcosa che era di tutti.E a noi è rimasto Silvio.La storia mi darà pure torto (sempre che sia vero), ma preferisco studiarla per non ripetere gli stessi sbagli del passato
          • panda rossa scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: Momento di inerzia



            Pure la storia ti sta dando torto.

            Se avessi letto gli altri messaggi, prima di
            scrivere questo, sapresti che ho citato per primo
            quel momento storico come esempio di sopruso e
            fallimento della
            democrazia.Sopruso o non sopruso e' stato un episodio che andando incontro alla insufficiente legislazione vigente ha consentito di scrivere una legislazione nuova.Giusta o sbagliata che fosse.
            In pratica pochi che ne avevano le possibilità si
            sono appropriati di qualcosa che era di
            tutti.Come i diritti per la musica.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Momento di inerzia





            Pure la storia ti sta dando torto.



            Se avessi letto gli altri messaggi, prima di

            scrivere questo, sapresti che ho citato per
            primo

            quel momento storico come esempio di sopruso e

            fallimento della

            democrazia.

            Sopruso o non sopruso e' stato un episodio che
            andando incontro alla insufficiente legislazione
            vigente ha consentito di scrivere una
            legislazione
            nuova.
            Giusta o sbagliata che fosse.


            In pratica pochi che ne avevano le possibilità
            si

            sono appropriati di qualcosa che era di

            tutti.

            Come i diritti per la musica.Due torti non fanno una cosa giusta
          • panda rossa scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: Momento di inerzia

            Come i diritti per la musica.

            Due torti non fanno una cosa giustaNaturalmente no, ma chi si e' appropriato in passato dei diritti per la musica, con quale faccia adesso pretende di rivalersi su google se parte dell'umanita' ha deciso di riprendere possesso della musica?
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: PARASSITI
            Sostengo da anni che i veri ladri di musica siano le major nel momento in cui mettono fuori catalogo un determinato prodotto, impedendo al mondo di usufruirne.Ma questo che c'entra con la determinazione della figura di YT?
          • panda rossa scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: Momento di inerzia
            Sostengo da anni che i veri ladri di musica siano
            le major nel momento in cui mettono fuori
            catalogo un determinato prodotto, impedendo al
            mondo di
            usufruirne.Il mondo ne usufruisce eccome. p)Il mondo puo' fare a meno delle major, ma le major non possono fare a meno del mondo.
            Ma questo che c'entra con la determinazione della
            figura di YT?E' un discorso di ampio respiro.E comunque non stiamo discutendo di YT, stiamo discutendo di quanto siano schifosamente rivoltanti le major parassite.
          • gerry scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: Momento di inerzia
            Quindi secondo te la legge non conta un caxxo
            solo perché bisogna pensare
            all'innovazione?
            Se una legge si oppone a un'innovazione, prima si
            cambia la legge e poi si
            procede.
            Non viceversa.Sulla carta è giusto, ma sono convinto che spesso nella storia la legge sia stata indietro rispetto alla realtà. Ed alla fine è la legge che si è adeguata alla realtà.Se Rosa Parks avesse rispettato la legge, forse questa non sarebbe cambiata così presto.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: PARASSITI
            Ci sono leggi giuste e leggi ingiuste, non dico di no.Ma allora dibattiamo sulla giustezza delle leggi che riguardano YT e non sul suo diritto di violarle a priori.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: gerry
            No, no, no, no e no!
            Puoi inferire dalle vecchie figure solo fino a un
            certo (limitato)
            punto.
            Nessuna vecchia figura ha mai avuto la
            possibilità tecnica di diffondere istantaneamente
            tonnellate di materiale a livello mondiale senza
            eseguire nessuna operazione manuale effettuata da
            operatori
            umani.
            Questi sono comportamenti nuovi: non possono
            essere inferiti da vecchi paradigmi, vanno
            pensati e regolati da
            0.Il punto è che così stai facendo questo discorso:-Ci sono delle regole.-YT se ne sbatte e sbattendosene crea un soggetto che sfugge a quelle stesse regole, imponendo un dibattito per cambiarle.Un po' come fecero le radio e le TV pirata negli anni '70
            Bisogna vedere quali responsabilità affibbiare, e
            vederlo partendo da zero. Non si può modellarlo
            su un vecchio modello di responsabilità che in
            questo contesto non ha nessun
            senso.Quindi secondo te bisogna inventare una nuova figura a metà tra editore e intermediario?No, perché la generalizzazione delle leggi servirebbe proprio a evitare queste aberrazioni
          • Sgabbio scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: Momento di inerzia
            Il punto è che così stai facendo questo discorso:
            -Ci sono delle regole.
            -YT se ne sbatte e sbattendosene crea un soggetto
            che sfugge a quelle stesse regole, imponendo un
            dibattito per
            cambiarle.
            Un po' come fecero le radio e le TV pirata negli
            anni
            '70Non è la stessa cosa.
            Quindi secondo te bisogna inventare una nuova
            figura a metà tra editore e
            intermediario?
            No, perché la generalizzazione delle leggi
            servirebbe proprio a evitare queste
            aberrazioniSe è per questo bisognerebbe riformare certe leggi, per far abbassare la cresta a certe entità che vogliono applicare il loro feudo su cose che non si possono adattare cosi.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: Sgabbio
            - Scritto da: Momento di inerzia


            Il punto è che così stai facendo questo
            discorso:

            -Ci sono delle regole.

            -YT se ne sbatte e sbattendosene crea un
            soggetto

            che sfugge a quelle stesse regole, imponendo un

            dibattito per

            cambiarle.

            Un po' come fecero le radio e le TV pirata negli

            anni

            '70

            Non è la stessa cosa.Panda Rossa dice di si.Mettetevi d'accordo.


            Quindi secondo te bisogna inventare una nuova

            figura a metà tra editore e

            intermediario?

            No, perché la generalizzazione delle leggi

            servirebbe proprio a evitare queste

            aberrazioni

            Se è per questo bisognerebbe riformare certe
            leggi, per far abbassare la cresta a certe entità
            che vogliono applicare il loro feudo su cose che
            non si possono adattare
            cosi.Sei consapevole che tra 20 anni YT sarà una di queste entità (se non lo è già)?
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: gerry
            - Scritto da: Momento di inerzia



            Certo.


            E tu capisci internet?



            Internet non ha diritto a leggi speciali.

            Vedi, è questa la XXXXXta.Quello che intendevo è che se una cosa è reato nel mondo reale, non è che su internet possa non esserlo solo perché è internet
          • manila scrive:
            Re: PARASSITI

            Quello che intendevo è che se una cosa è reato
            nel mondo reale, non è che su internet possa non
            esserlo solo perché è internetNel mondo reale, in italia almeno, la responsabilità penale è personale.Remember? Quindi non YT che commette un reato, ne è correo in determinate condizioni, ma chi ha eventualmente caricato un video che non doveva caricare.http://www.interlex.it/testi/dlg0370.htmIl provider non è responsabile per i contenuti immessi dagli utenti, se li rimuove appena viene effettivamente a conoscenza di un fatto illecito.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: PARASSITI
            YT non è un provider.YT non è un intermediario.YT è un editore.E' lui che pubblica quello che gli utenti uppano.Sicuramente non è innocente.Al limite è correo
          • manila scrive:
            Re: PARASSITI

            YT non è un provider.
            YT non è un intermediario.
            YT è un editore.
            E' lui che pubblica quello che gli utenti uppano.
            Sicuramente non è innocente.
            Al limite è correoSbagli e i precedenti lo dimostrano, esempio il caso vividown. Non puoi fare le leggi come ti pare a te.Ti rifaccio leggere una parte dell'articolo che non sembra tu abbia compreso:La dibattuta questione della responsabilità degli fornitori di servizio torna dunque d'attualità, anche se non sembrano essere cambiate le regole d'ingaggio né il campo di battaglia: ancora in vigore la direttiva europea 2000/31/CE sul commercio elettronico, così come negli Stati Uniti l'interpretazione del Digtal Millenium Copyright Act che ha permesso a YouTube di uscire vincitrice dalla battaglia legale scatenata da Viacom.Sai come si traduce in inglese, fornitori di servizio? Vuoi un dizionario?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 settembre 2010 20.33-----------------------------------------------------------
          • panda rossa scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: Momento di inerzia
            Quello che intendevo è che se una cosa è reato
            nel mondo reale, non è che su internet possa non
            esserlo solo perché è
            internetSi ma se qualcosa nel mondo reale non ha riscontro, non puo' essere considerata reato solo perche' nel mondo reale non si puo' fare.Il punto e' tutto qui.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: panda rossa
            Si ma se qualcosa nel mondo reale non ha
            riscontro, non puo' essere considerata reato solo
            perche' nel mondo reale non si puo'
            fare.
            Il punto e' tutto qui.Le leggi nel mondo reale ci sono.Per quale motivo non dovrebbero essere applicabili a YT?Perché non ce la fa a controllare tutti i video? estiqaatsi!
          • panda rossa scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: Momento di inerzia
            Le leggi nel mondo reale ci sono.
            Per quale motivo non dovrebbero essere
            applicabili a
            YT?Perche' YT non e' mondo reale.
            Perché non ce la fa a controllare tutti i video?
            estiqaatsi!Ma se anche potesse, non deve certo farlo per fare un piacere a te.Tu ritieni che un video caricato da me leda i tuoi diritti?Benissimo, te la vedi con me, non con YT.Troppo comodo sarebbe per te avere un unico referente ignaro e impacciato invece che andare ad inseguire milioni di piccoli responsabili.E invece ti tocca!
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Momento di inerzia


            Le leggi nel mondo reale ci sono.

            Per quale motivo non dovrebbero essere

            applicabili a

            YT?

            Perche' YT non e' mondo reale.Quindi tu sostieni che le leggi normali non valgono intrinsecamente in Internet.Vabbè, allora è inutile discutere
            Ma se anche potesse, non deve certo farlo per
            fare un piacere a
            te.No, deve farlo per fare un piacere alla legge e alla nostra democrazia.
            Tu ritieni che un video caricato da me leda i
            tuoi
            diritti?
            Benissimo, te la vedi con me, non con YT.Me la vedo con tutti e due
            Troppo comodo sarebbe per te avere un unico
            referente ignaro e impacciato invece che andare
            ad inseguire milioni di piccoli
            responsabili.
            E invece ti tocca!Ah, si, povero YT, ignaro e impacciato nel mondo di internet che praticamente è casa sua e servito da stuoli di avvocati pagati flat.Ma ti rendi conto di quello che dici?
          • panda rossa scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: Momento di inerzia
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Momento di inerzia




            Le leggi nel mondo reale ci sono.


            Per quale motivo non dovrebbero essere


            applicabili a


            YT?



            Perche' YT non e' mondo reale.

            Quindi tu sostieni che le leggi normali non
            valgono intrinsecamente in
            Internet.
            Vabbè, allora è inutile discutereCiao.


            Ma se anche potesse, non deve certo farlo per

            fare un piacere a

            te.

            No, deve farlo per fare un piacere alla legge e
            alla nostra
            democrazia.Hai uno strano concetto del rispetto della legge, tu.


            Tu ritieni che un video caricato da me leda i

            tuoi

            diritti?

            Benissimo, te la vedi con me, non con YT.

            Me la vedo con tutti e dueEh, gia'. Si spara nel mucchio, qualcuno si becca.

            Troppo comodo sarebbe per te avere un unico

            referente ignaro e impacciato invece che andare

            ad inseguire milioni di piccoli

            responsabili.

            E invece ti tocca!

            Ah, si, povero YT, ignaro e impacciato nel mondo
            di internet che praticamente è casa sua e servito
            da stuoli di avvocati pagati
            flat.
            Ma ti rendi conto di quello che dici?Chi e' che sarebbe quello servito da stuoli di avvocati pagati flat?Guarda che non e' che siccome le multinazionali di parassiti hanno a libro paga solo avvocati, allora tutti quelli che lavorano sul serio hanno a libro paga avvocati.
          • panda rossa scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: Momento di inerzia
            - Scritto da: panda rossa

            Assolutamente no: la posta prevede un mittente e

            un

            destinatario.

            YT lo paragono a usenet.

            Usenet non ha un server centralizato.YT non sai come e' fatta quindi potrebbe benissimo essere similmente distribuita.
            Come fai a paragonare le due cose? (e non venirmi
            a dire che YT non ha un solo server, ma tanti
            server, perché QUESTO sarebbe un attaccarsi ai
            dettagli tecnici)Io non voglio entrare sul tecnico: mi soffermo alla funzionalita' esteriore.Su usenet io posto qualcosa e tutti leggono su loro richiesta.Su YT io posto qualcosa e tutti fruiscono su loro richiesta.Usenet e' fruibile sia con un client dedicato che si collega ad un server fornito da un provider, sia via web.YT e' fruibile sia con un client dedicato che si collega ad un server fornito da un provider, sia via web.Trovare le differenze.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: PARASSITI
            Usenet non ha un proprietario, YT si.Tanto basta per renderle completamente diverse, indipendentemente dalla struttura tecnica e dalle modalità di fruizione
          • panda rossa scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: Momento di inerzia
            Usenet non ha un proprietario, YT si.Neanche M$ ha piu' un proprietario!L'epoca del padrone della ferriera e' finita alla fine dell'800.Ci sono azionisti nelle societa' di capitale, non ci sono proprietari.
            Tanto basta per renderle completamente diverse,Opinione tua.
            indipendentemente dalla struttura tecnica e dalle
            modalità di fruizioneIndipendentemente un par di balle: e' proprio grazie alla struttura tecnica e la modalita' di fruizione che esistono usenet e YT. Non esisterebbero slegate da cio', a differenza di altri soggetti quali la stampa, per esempio.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Momento di inerzia

            Usenet non ha un proprietario, YT si.

            Neanche M$ ha piu' un proprietario!
            L'epoca del padrone della ferriera e' finita alla
            fine
            dell'800.
            Ci sono azionisti nelle societa' di capitale, non
            ci sono
            proprietari.E c'è un amministratore delegato.Davvero vuoi portare questa discussione sui dettagli tecnici?Aveva davvero ragione Caligari quando diceva che le generazioni odierne non sanno più fare un discorso astratto?

            Tanto basta per renderle completamente diverse,

            Opinione tua.No, è un fatto che Usenet non abbia una società alle spalle.Sarebbe come accostare Google a Internet e dire che sono affini.

            indipendentemente dalla struttura tecnica e
            dalle

            modalità di fruizione

            Indipendentemente un par di balle: e' proprio
            grazie alla struttura tecnica e la modalita' di
            fruizione che esistono usenet e YT. Non
            esisterebbero slegate da cio', a differenza di
            altri soggetti quali la stampa, per
            esempio.Ma non sono questi fattori a renderle uguali dal punto di vista giuridico.E meno male che non volevi che ci si attaccasse ai dettagli tecnici...
          • panda rossa scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: Momento di inerzia
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Momento di inerzia


            Usenet non ha un proprietario, YT si.



            Neanche M$ ha piu' un proprietario!

            L'epoca del padrone della ferriera e' finita
            alla

            fine

            dell'800.

            Ci sono azionisti nelle societa' di capitale,
            non

            ci sono

            proprietari.

            E c'è un amministratore delegato.Che non e' proprietario, e potrebbe neppure essere azionista.
            Davvero vuoi portare questa discussione sui
            dettagli tecnici?Sui dettagli tecnici posso andare dovunque, tu pero' stai portandola sul leguleio/commerciale.
            Aveva davvero ragione Caligari quando diceva che
            le generazioni odierne non sanno più fare un
            discorso astratto?Le generazioni odierne non lo so, io sono di una generazione precedente.



            Tanto basta per renderle completamente
            diverse,



            Opinione tua.

            No, è un fatto che Usenet non abbia una società
            alle spalle.Il fatto che ci sia un soggetto giuridico non deve mica essere un pretesto perche' gli avvoltoi scendano in picchiata.L'informazione che gira su usenet e' la stessa che gira su YT.Solo che essendoci questa figura antiquata del soggetto giuridico, ecco che gli avvocati delle major si avventano sulla possibile preda.Arriveremo un bel giorno ad un YT formato usenet, cosi' certi parassiti la finiranno di vivere a spese altrui.
            Sarebbe come accostare Google a Internet e dire
            che sono affini.Sono in simbiosi. Oggi come oggi non esisterebbe l'uno senza l'altro.
            Ma non sono questi fattori a renderle uguali dal
            punto di vista
            giuridico.
            E meno male che non volevi che ci si attaccasse
            ai dettagli tecnici...Tecnici, non giuridici.Parliamo di pacchetti tcp/ip e analizziamo le differenze di quelli, visto che vuoi parlare di dettagli tecnici.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: panda rossa
            Che non e' proprietario, e potrebbe neppure
            essere
            azionista.Guarda, non sono un esperto di diritto societario, ma sono moderatamente certo che l'A.D. sia responsabile...

            Davvero vuoi portare questa discussione sui

            dettagli tecnici?

            Sui dettagli tecnici posso andare dovunque, tu
            pero' stai portandola sul
            leguleio/commerciale.Stiamo facendo un discorso giuridico.Sei tu quello che vuole cambiare campo perché non ce la fa.

            Aveva davvero ragione Caligari quando diceva che

            le generazioni odierne non sanno più fare un

            discorso astratto?

            Le generazioni odierne non lo so, io sono di una
            generazione
            precedente.Pasolini sosteneva che le colpe dei padri ricadono sui figli.Devo avvertire che abbiamo trovato il responsabile della mancanza di capacità di astrazione odierna?
            Il fatto che ci sia un soggetto giuridico non
            deve mica essere un pretesto perche' gli avvoltoi
            scendano in
            picchiata.

            L'informazione che gira su usenet e' la stessa
            che gira su
            YT.
            Solo che essendoci questa figura antiquata del
            soggetto giuridico, ecco che gli avvocati delle
            major si avventano sulla possibile
            preda.
            Arriveremo un bel giorno ad un YT formato usenet,
            cosi' certi parassiti la finiranno di vivere a
            spese
            altrui.Se YT avesse una struttura decentralizzata come quella di Usenet ti darei ragione.Per esempio sarebbe impossibile cercare un responsabile per il traffico illegale su ed2k.Quando YT avrà questo modello allora avrai ragione.Ma finché c'è un'entità che gestisce e dispone, no.Per fare un parallelo con quello che sostieni circa l'adeguatezza delle leggi, la struttura societaria di YT non è adeguata alle nuove tecnologie e a quello che YT vuole fare.Ne trovassero un'altra o lo prendessero nella tasca di dietro.

            Sarebbe come accostare Google a Internet e dire

            che sono affini.

            Sono in simbiosi. Oggi come oggi non esisterebbe
            l'uno senza
            l'altro.Riecco quello della mancanza di alternative.
            Tecnici, non giuridici.
            Parliamo di pacchetti tcp/ip e analizziamo le
            differenze di quelli, visto che vuoi parlare di
            dettagli
            tecnici.Sei tu che vuoi parlare di dettagli tecnici perché evidentemente vivi in sala macchine.Io sto facendo un discorso giuridico.
          • panda rossa scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: Momento di inerzia
            - Scritto da: panda rossa

            Che non e' proprietario, e potrebbe neppure

            essere

            azionista.

            Guarda, non sono un esperto di diritto
            societario, ma sono moderatamente certo che
            l'A.D. sia
            responsabile...E' responsabile per la parte amministrativa.Ma se da un computer di un ufficio viene scaricata una immagine pedoXXXXXterrorista, vanno dall'AD non per arrestarlo ma per farsi dire chi e' che usava quel computer a quell'ora.


            Davvero vuoi portare questa discussione sui


            dettagli tecnici?



            Sui dettagli tecnici posso andare dovunque, tu

            pero' stai portandola sul

            leguleio/commerciale.

            Stiamo facendo un discorso giuridico.Quindi non tecnico.
            Sei tu quello che vuole cambiare campo perché non
            ce la fa.Io posso giocare su qualunque campo, tanto ho ragione.


            Aveva davvero ragione Caligari quando diceva
            che


            le generazioni odierne non sanno più fare un


            discorso astratto?



            Le generazioni odierne non lo so, io sono di una

            generazione

            precedente.

            Pasolini sosteneva che le colpe dei padri
            ricadono sui figli.Quello che e' certo e' che le rendite dei padri le godono i figli per 70 anni, e questa cosa non va bene.Forse Pasolini era in conflitto di interesse, pero' non aveva figli.
            Devo avvertire che abbiamo trovato il
            responsabile della mancanza di capacità di
            astrazione odierna?Mi devo fare il solletico da solo per ridere alla battuta?

            Il fatto che ci sia un soggetto giuridico non

            deve mica essere un pretesto perche' gli
            avvoltoi

            scendano in

            picchiata.



            L'informazione che gira su usenet e' la stessa

            che gira su

            YT.

            Solo che essendoci questa figura antiquata del

            soggetto giuridico, ecco che gli avvocati delle

            major si avventano sulla possibile

            preda.

            Arriveremo un bel giorno ad un YT formato
            usenet,

            cosi' certi parassiti la finiranno di vivere a

            spese

            altrui.

            Se YT avesse una struttura decentralizzata come
            quella di Usenet ti darei ragione.Se per risolvere il problema di certi parassiti approfittatori, YT dovesse dotarsi di una struttura decentralizzata tipo usenet, lo fara'.Del resto anche Napster si e' evoluto in Torrent.
            Per esempio sarebbe impossibile cercare un
            responsabile per il traffico illegale su
            ed2k.Pur tuttavia le major avrebbero il dovere di provarci, e magari indebitarsi per riuscirci, o fallire nell'intento.
            Quando YT avrà questo modello allora avrai
            ragione.
            Ma finché c'è un'entità che gestisce e dispone,
            no.Non ho fretta. Il tempo gioca a mio favore.Mi siedo qua, sulla riva del fiume e aspetto il cadavere.
            Per fare un parallelo con quello che sostieni
            circa l'adeguatezza delle leggi, la struttura
            societaria di YT non è adeguata alle nuove
            tecnologie e a quello che YT vuole
            fare.
            Ne trovassero un'altra o lo prendessero nella
            tasca di dietro.E' quello che faranno se la situazione attuale non e' sufficiente a capire le cose come stanno.Le dotcom sono entita' snelle, che occupano lo spazio di una cantina.Fanno in fretta a trasferire tutto dove la legge non ha giurisdizione.Oppure il mondo riconosce lo status di rete alla rete, e si fara' come in islanda.


            Sarebbe come accostare Google a Internet e
            dire


            che sono affini.



            Sono in simbiosi. Oggi come oggi non esisterebbe

            l'uno senza

            l'altro.

            Riecco quello della mancanza di alternative.Tu hai proposto l'analogia.

            Tecnici, non giuridici.

            Parliamo di pacchetti tcp/ip e analizziamo le

            differenze di quelli, visto che vuoi parlare di

            dettagli

            tecnici.

            Sei tu che vuoi parlare di dettagli tecnici
            perché evidentemente vivi in sala macchine.Il posto del mondo reale piu' vicino alla rete!
            Io sto facendo un discorso giuridico.E guardacaso i tribunali sono i luoghi del mondo reale piu' distanti dalla rete ed abitati da gente che non ha alcuna idea di che cosa la rete sia.Comodo andare a discutere di entita' virtuali con anziani giudici imparruccati che non sanno distinguere un cellulare da un telecomando.Confrontati con coloro che la rete la creano e la usano.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: panda rossa
            Ma se da un computer di un ufficio viene
            scaricata una immagine pedoXXXXXterrorista, vanno
            dall'AD non per arrestarlo ma per farsi dire chi
            e' che usava quel computer a
            quell'ora.Se l'operato della società causa la morte di qualcuno, vanno dall'A.D.
            Non ho fretta. Il tempo gioca a mio favore.
            Mi siedo qua, sulla riva del fiume e aspetto il
            cadavere.Auguri
            Fanno in fretta a trasferire tutto dove la legge
            non ha
            giurisdizione.Hmmm... si, la Cina ti dà ragione
            E guardacaso i tribunali sono i luoghi del mondo
            reale piu' distanti dalla rete ed abitati da
            gente che non ha alcuna idea di che cosa la rete
            sia.

            Comodo andare a discutere di entita' virtuali con
            anziani giudici imparruccati che non sanno
            distinguere un cellulare da un
            telecomando.

            Confrontati con coloro che la rete la creano e la
            usano.Sono veramente allibito di fronte alla pretesa di voler garantire alla rete una sorta di extraterritorialità legale dove vige la legge del più forte.Lo hai detto e ribadito più volte: secondo te la legge in internet non deve valere.Rispetto la tua opinione, ma non la condivido e spero che tu non debba mai pagare il fio delle tue idee (per esempio con gente che ti infama o ti stalka impunemente perché tanto su internet la legge non vale)
          • panda rossa scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: Momento di inerzia
            - Scritto da: panda rossa

            Ma se da un computer di un ufficio viene

            scaricata una immagine pedoXXXXXterrorista,
            vanno

            dall'AD non per arrestarlo ma per farsi dire chi

            e' che usava quel computer a

            quell'ora.

            Se l'operato della società causa la morte di
            qualcuno, vanno
            dall'A.D.Che se non avra' applicato le norme di legge previste per la sicurezza, ne rispondera'.Non mi pare che abbiano mai arrestato un AD delle ferrovie o di linee aeree ogni volta che ci sono stati incidenti con morti: hanno sempre scaricato la colpa su chi guidava, soprattutto se e' morto pure quello.

            Non ho fretta. Il tempo gioca a mio favore.

            Mi siedo qua, sulla riva del fiume e aspetto il

            cadavere.

            AuguriGrazie.

            Fanno in fretta a trasferire tutto dove la legge

            non ha

            giurisdizione.

            Hmmm... si, la Cina ti dà ragioneEcco, vedi. E' la dimostrazione che il mondo della rete e quello reale sono separati e difficilmente intersecabili.

            E guardacaso i tribunali sono i luoghi del mondo

            reale piu' distanti dalla rete ed abitati da

            gente che non ha alcuna idea di che cosa la rete

            sia.



            Comodo andare a discutere di entita' virtuali
            con

            anziani giudici imparruccati che non sanno

            distinguere un cellulare da un

            telecomando.



            Confrontati con coloro che la rete la creano e
            la

            usano.

            Sono veramente allibito di fronte alla pretesa di
            voler garantire alla rete una sorta di
            extraterritorialità legale dove vige la legge del
            più forte.Perche' non hai capito niente della rete.Il giorno che conoscerai un po' meglio la rete, forse sarai un po' meno allibito.E comunque non vige la legge del piu' forte: semplicemente non vige la legge del mondo reale (dove guarda caso il piu' forte vince spesso e volentieri).
            Lo hai detto e ribadito più volte: secondo te la
            legge in internet non deve valere.La legge del mondo reale non deve valere, perche' in rete non sussistono ne' proprieta' ne' persone fisiche.Solo perche' ai tuoi fallaci occhi, una sfilza di bit 010101010101 sembrano qualcosa di reale, non significa che lo siano, anzi, non lo sono proprio.
            Rispetto la tua opinione, ma non la condivido e
            spero che tu non debba mai pagare il fio delle
            tue idee (per esempio con gente che ti infama o
            ti stalka impunemente perché tanto su internet la
            legge non vale)Se vuoi infamare panda rossa sei libero di farlo: a me non fai alcun danno, e perdi solo credibilita' agli occhi degli altri utenti di questo forum.Se invece vieni ad aspettarmi sotto casa, allora la rete non c'entra piu': il mondo torna reale, e ci vediamo in tribunale.P.S. Una recente sentenza dice che via mail non e' stalking perche' la mail non e' invasiva come il telefono.
          • pinco pallino scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: Momento di inerzia[CUT]

            Tu credi davvero che ci sia qualcuno stipendiato

            da google a visionare TUTTO quello che viene

            caricato e decidere se lasciarlo o

            cancellarlo?

            Stiamo parlando di google, mica del forum di PI.

            No, ma c'è qualcuno che è stipendiato per
            rimuovere i video che violano i termini di
            servizio (per esempio il punto 5.1 E iii o il
            punto 5.1
            K)
            Come mai in quel caso ci riescono benissimo e con
            i video con contenuti di terzi
            no?Ci riesce benissimo? Ma quanto tempo è che non usi Youtube???
            Le chiacchiere stanno a zero: Ecco, appunto, avrai capito che è tecnicamente impossibile senza chiudere completamente il sito effettuare delle verifiche a priori. Se non ti è ancora chiaro posso solo dirti di pensarci di nuovo su (parlo del tuo ipotetico procedimento di verifica) in modo da renderti conto che è impossibile.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: pinco pallino
            Se non ti è ancora chiaro posso solo dirti di
            pensarci di nuovo su (parlo del tuo ipotetico
            procedimento di verifica) in modo da renderti
            conto che è
            impossibile.Quali delle parole "è sucXXXXX a me" non hai afferrato?
          • panda rossa scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: Momento di inerzia
            - Scritto da: pinco pallino

            Se non ti è ancora chiaro posso solo dirti di

            pensarci di nuovo su (parlo del tuo ipotetico

            procedimento di verifica) in modo da renderti

            conto che è

            impossibile.

            Quali delle parole "è sucXXXXX a me" non hai
            afferrato?Che cosa ti e' sucXXXXX? Hai caricato un video illegale e ti e' arrivata la polizia postale in casa?
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Momento di inerzia

            - Scritto da: pinco pallino


            Se non ti è ancora chiaro posso solo dirti di


            pensarci di nuovo su (parlo del tuo ipotetico


            procedimento di verifica) in modo da renderti


            conto che è


            impossibile.



            Quali delle parole "è sucXXXXX a me" non hai

            afferrato?

            Che cosa ti e' sucXXXXX? Hai caricato un video
            illegale e ti e' arrivata la polizia postale in
            casa?Dai, su fa' uno sforzo, puoi farcela.
          • panda rossa scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: Momento di inerzia
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Momento di inerzia


            - Scritto da: pinco pallino



            Se non ti è ancora chiaro posso solo dirti
            di



            pensarci di nuovo su (parlo del tuo
            ipotetico



            procedimento di verifica) in modo da
            renderti



            conto che è



            impossibile.





            Quali delle parole "è sucXXXXX a me" non hai


            afferrato?



            Che cosa ti e' sucXXXXX? Hai caricato un video

            illegale e ti e' arrivata la polizia postale in

            casa?

            Dai, su fa' uno sforzo, puoi farcela.Non ce la faccio: me lo devi raccontare in dettaglio.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: PARASSITI
            Mi spiace, non son uso a fare beneficenza :P
          • pippo75 scrive:
            Re: PARASSITI

            Se tu con lo spray scrivi cose razziste sul muro
            di casa mia, ne rispondi tu, mica
            io.ne risponde il padrone del muro a meno che non dimostri che era effettivamente ignaro della scritta e a fatto tutto il possibile per toglierla e in tempi brevi.A meno che tu non sia ricco o influente o apparentato con persone ricche o influenti.
          • Sgabbio scrive:
            Re: PARASSITI
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Talking Head scrive:
            Re: PARASSITI
            Immagino tu non sia avvocato: anche per gli (o/e)rrori grammaticali grossolani che spero non appartengano alla professione, ma soprattutto per l'evidente non conoscenza della legge.Quando non si sanno le cose, in generale, è meglio porre il post in forma di domanda o dubbio.
          • nome e cognome scrive:
            Re: PARASSITI
            gia verohttp://aurumxxi.wordpress.com/
          • gerry scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: Momento di inerzia

            I giornali pubblicano anche le lettere dei
            lettori.Se paragoni queste due cose, non hai capito nulla di internet.
          • advange scrive:
            Re: PARASSITI
            Vedo che nella tua confusa mente ti sfugge del tutto la differenza tra editore e provider.Studia un po' ed evita di scrivere boiate colossali.
        • Guybrush scrive:
          Re: PARASSITI
          - Scritto da: Momento di inerzia[...]
          Non è che in nome della libertà di informazione i
          giornali possano pubblicare quello che gli pare,
          comprese le cose illegali,
          sai?Mumble...vado a naso: in base alle leggi di QUALE paese?Metti che pubblico un documentario sul rispetto dei diritti umani nel mio paese e vivo in Cina, in Russia o in Iran, tanto per fare qualche esempio.Google che fa?E ancora: dato che l'applicazione della legge si basa su principi generali, perche' se pubblico un documentario sui diritti umani le autorita' Cinesi ricevono un sonoro due di picche, per quale argatto motivo gli agenti della RIAA, dato che ho usato come colonna sonora un brano di Bono, dovrebbero avere diritto ad una risposta esaustiva?Insomma per precauzione meglio cifrare all'origine le comunicazioni, quale che sia l'informazione pubblicata in rete.SautiGT
    • ThEnOra scrive:
      Re: PARASSITI
      - Scritto da: panda rossa
      Che cosa fa la Fiat per impedire che chi ascolta
      l'autoradio a palla da dentro la panda non stia
      facendo diffusione illecita che consente la
      fruizione della stessa musica anche ai
      passanti?La Panda che acquisti diventa di tua proprietà.YT non è tuo ma un servizio. Capisci questa differenza?
      • panda rossa scrive:
        Re: PARASSITI
        - Scritto da: ThEnOra
        - Scritto da: panda rossa

        Che cosa fa la Fiat per impedire che chi ascolta

        l'autoradio a palla da dentro la panda non stia

        facendo diffusione illecita che consente la

        fruizione della stessa musica anche ai

        passanti?

        La Panda che acquisti diventa di tua proprietà.
        YT non è tuo ma un servizio.
        Capisci questa differenza?Riformulo il concetto.Io NOLEGGIO una panda con autoradio, quindi vado in giro con finestrini abbassati e autoradio a palla, e tu, pedone, ascolti la musica che io ho caricato sull'autoradio.L'agente della siae che passa di li':a) arresta me per condivisione illegaleb) arresta te per fruizione illegalec) arresta entrambi, sequestra la panda e si rivende il cd alla stazionescegli.
        • shevathas scrive:
          Re: PARASSITI

          L'agente della siae che passa di li':

          a) arresta me per condivisione illegale
          b) arresta te per fruizione illegale
          c) arresta entrambi, sequestra la panda e si
          rivende il cd alla
          stazione

          scegli.quello che succede è che ti becchi una multa solenne per volume eccessivo dell'autoradio (art 155 CdS che richiama l'art 350 del regolamento del codice della strada)http://www.altalex.com/index.php?idnot=34645#articolo350:)
          • panda rossa scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: shevathas

            L'agente della siae che passa di li':



            a) arresta me per condivisione illegale

            b) arresta te per fruizione illegale

            c) arresta entrambi, sequestra la panda e si

            rivende il cd alla

            stazione



            scegli.

            quello che succede è che ti becchi una multa
            solenne per volume eccessivo dell'autoradio (art
            155 CdS che richiama l'art 350 del regolamento
            del codice della
            strada)
            http://www.altalex.com/index.php?idnot=34645#artic

            :)Ma come?Io cerco di farmi sentire dai pedoni perche' altrimenti non si accorgono di me che ho il motore silenzioso, e per questo vengo multato?Oppure vale solo per la Toyota?
        • Momento di inerzia scrive:
          Re: PARASSITI
          - Scritto da: panda rossa
          Riformulo il concetto.
          Io NOLEGGIO una panda con autoradio, quindi vado
          in giro con finestrini abbassati e autoradio a
          palla, e tu, pedone, ascolti la musica che io ho
          caricato
          sull'autoradio.Non cambia nienteRipassati le responsabilità derivanti dai contratti.Se metti sotto qualcuno con la macchina noleggiata sei comunque responsabile penalmente in prima persona, come se la macchina fosse tua.Il proprietario dell'auto è responsabile in solido solo dal punto di vista civile.
          • Sgabbio scrive:
            Re: PARASSITI
            Gli hai appena dato ragione.
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: PARASSITI
            Neanche per idea.Voleva far passare l'idea che noleggiando l'auto si potesse scampare a qualche responsabilità (perché Thenora gli aveva fatto notare l'eccezione della proprietà), e invece non è così.Riprova e controla
        • ThEnOra scrive:
          Re: PARASSITI
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: ThEnOra



          La Panda che acquisti diventa di tua proprietà.

          YT non è tuo ma un servizio.

          Capisci questa differenza?

          Riformulo il concetto.
          Io NOLEGGIO una panda con autoradio, quindi vadoBasta così. Ovviamente non va ancora bene.Ti do uno spunto... hai presente la vicenda di qualche anno fa di quel palazzo a Milano vicino alla stazione centrale... ti ricordi le conseguenze avute dall'unico proprietario del palazzo che affittava le case lì?Siamo su ambiti e fenomei illegali diversi, ma l'esempio calza di più che il noleggio dell'auto e l'autoradio a palla!
          • panda rossa scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: ThEnOra





            La Panda che acquisti diventa di tua
            proprietà.


            YT non è tuo ma un servizio.


            Capisci questa differenza?



            Riformulo il concetto.

            Io NOLEGGIO una panda con autoradio, quindi vado

            Basta così. Ovviamente non va ancora bene.
            Ti do uno spunto... hai presente la vicenda di
            qualche anno fa di quel palazzo a Milano vicino
            alla stazione centrale... ti ricordi le
            conseguenze avute dall'unico proprietario del
            palazzo che affittava le case
            lì?No, non mi ricordo mica l'episodio che stai citando.
            Siamo su ambiti e fenomei illegali diversi, ma
            l'esempio calza di più che il noleggio dell'auto
            e l'autoradio a
            palla!Boh... rinfrescami un po' la memoria.
          • ThEnOra scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ThEnOra

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: ThEnOra







            La Panda che acquisti diventa di tua

            proprietà.



            YT non è tuo ma un servizio.



            Capisci questa differenza?





            Riformulo il concetto.


            Io NOLEGGIO una panda con autoradio, quindi
            vado



            Basta così. Ovviamente non va ancora bene.

            Ti do uno spunto... hai presente la vicenda di

            qualche anno fa di quel palazzo a Milano vicino

            alla stazione centrale... ti ricordi le

            conseguenze avute dall'unico proprietario del

            palazzo che affittava le case

            lì?

            No, non mi ricordo mica l'episodio che stai
            citando.


            Siamo su ambiti e fenomei illegali diversi, ma

            l'esempio calza di più che il noleggio dell'auto

            e l'autoradio a

            palla!

            Boh... rinfrescami un po' la memoria.Brevemente, palazzo a luci-rosse attivo da anni (ripeto da anni) nel quartiere. Tutti a Milano conoscevano cosa accedava lì.Blitz della polizia e il proprietario, l'unico, è stato indagato per favoreggiamento alla prostituzione.Insomma, la proprietà non poteva non sapere cosa succedeva e cosa facevano i suoi inquilini.
          • panda rossa scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: ThEnOra
            Brevemente, palazzo a luci-rosse attivo da anni
            (ripeto da anni) nel quartiere. Tutti a Milano
            conoscevano cosa accedava
            lì.
            Blitz della polizia e il proprietario, l'unico, è
            stato indagato per favoreggiamento alla
            prostituzione.

            Insomma, la proprietà non poteva non sapere cosa
            succedeva e cosa facevano i suoi
            inquilini.Continuo a non ricordare.Comunque in quel caso il proprietario era il signor nessuno.Se fosse stato un signor qualcuno, tipo l'amministratore delegato di una qualsiasi delle tante societa' di telefonia fissa in italia, in cui la security aziendale ascoltava le telefonate ed effettuava dossieraggio su politici e personaggi vari, disse che non sapeva, e fu creduto.
          • ThEnOra scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ThEnOra


            Brevemente, palazzo a luci-rosse attivo da anni

            (ripeto da anni) nel quartiere. Tutti a Milano

            conoscevano cosa accedava

            lì.

            Blitz della polizia e il proprietario, l'unico,
            è

            stato indagato per favoreggiamento alla

            prostituzione.



            Insomma, la proprietà non poteva non sapere cosa

            succedeva e cosa facevano i suoi

            inquilini.

            Continuo a non ricordare.Non è importante.
            Comunque in quel caso il proprietario era il
            signor
            nessuno.
            Se fosse stato un signor qualcuno, tipo
            l'amministratore delegato di una qualsiasi delle
            tante societa' di telefonia fissa in italia, in
            cui la security aziendale ascoltava le telefonate
            ed effettuava dossieraggio su politici e
            personaggi vari, disse che non sapeva, e fu
            creduto.L'unica differenza è che il caso che ti riporto io era di dominio pubblico, almeno per Milano, con tanto di articoli su Corriere e Repubblica, comitati del quartiere, eccettera.Per il blitz ci sono voluti gli scoop delle Iene!Se per te è paragonabile al caso da te citato...
          • panda rossa scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: ThEnOra
            L'unica differenza è che il caso che ti riporto
            io era di dominio pubblico, almeno per Milano,
            con tanto di articoli su Corriere e Repubblica,
            comitati del quartiere,
            eccettera.
            Per il blitz ci sono voluti gli scoop delle Iene!

            Se per te è paragonabile al caso da te citato...Ci sara' stato un proXXXXX?I giudici avranno sentito le parti, i testimoni, e tutto quanto?Se sono arrivati a sentenza dicendo che non ne sapeva niente, o accettiamo la sentenza, o non ci fidiamo piu' della magistratura e torniamo a farci giustizia sommaria.
    • H5N1 scrive:
      Re: PARASSITI
      ...eterna
    • Sgabbio scrive:
      Re: PARASSITI
      - Scritto da: ThEnOra

      Prefirisco farmi assumere da MS :pOk alle sedie, poi mi diventi come Dovella..... ed è male ! :D
      Il punto è che se Google trae guadagno dai
      contenuti legittimi, e lo è di più per quelli
      illegittimi, è tenuta a fare tutto ciò in suo
      possesso per garantire trasparenza e tutela al
      legittimo detentore del diritto, che vi sia il
      contenID oppure
      no.Google guadagna sul uso di youtube in se. La gente va su youtube, lo usa e google guadagna. Il problema è che le major hanno sempre tuonato alla violazione del copytight, imputanto come causa il sito stesso. Nonostante google quando acquisi youtube, ha steso il tappeto rosso a questi dinosauri, dandoli pure contentini dementi, questi frignano lo stesso, quindi credo che il problema non è tanto google se guadagna su video illegali o meno, ma delle major che non sono mai contente...poi parliamo di youtube, che è forse il portale video più zelante in materia !
      Per esperienza so che qualsiasi cosa viene fatto
      a livello Corp deve essere giustificato da un
      motivo di business/revenue, e credo proprio che
      Google abbia tutte le capacità tecniche per fare
      di
      più.
      Se non può, bene, chiude YT oppure lo rivende.
      Fine della
      storia.L'hanno detto più volte che non si può fare un controllo a monte dei video, ovvero vedere se i video violino questo e quello è umanamente impossibile, sia per l'enormità di contenuti, sia per il fatto che l'inizio di un controllo prima della pubblicazione, ingolferebbe tutto il sistema, ovvero ci sarebbero code mostruose per i video, che ucciderebbero l'immediatezza del mezzo, provocandone una progressiva morte.

      Meglio non prendere l'esempio della dogana.
      Piuttosto, un buon firewall non ti rallenta la
      navigazione, o
      si?L'esempio invece calza, in quando prima di passare di devono controllare se non porti "niente d'illegale" o robe simili, ecco un controllo per queste cose rallenterebbe la pubblicazione dei video, sempre che poi ci sia la possibilità di un controllo di ogni singolo video, su svariate lunghezze (se poi parliamo di chi ha i primissimi accunt di youtube dove non sono imposti i limiti di tempo...hai voglia).
      • ThEnOra scrive:
        Re: PARASSITI
        - Scritto da: Sgabbio
        - Scritto da: ThEnOra




        Prefirisco farmi assumere da MS :p

        Ok alle sedie, poi mi diventi come Dovella.....
        ed è male !
        :DChe cattivo!

        Google guadagna sul uso di youtube in se.Mi sembra più che sufficiente questa constatazione a sostenere la mia tesi. Ovviamente, imho.
        La
        gente va su youtube, lo usa e google guadagna.
        Il problema è che le major hanno sempre tuonato
        alla violazione del copytight, imputanto come
        causa il sito stesso.Più che il sito in se direi la loro inefficenza nel tutelare i diritti non loro, e ripeto, quelli non loro.
        L'hanno detto più volte che non si può fare un
        controllo a monte dei video, ovvero vedere se i
        video violino questo e quello è umanamente
        impossibileFior di ingegneri/matematici che non riscono ad elaborare un algoritmo in grado di compiere questo compito?

        Meglio non prendere l'esempio della dogana.

        Piuttosto, un buon firewall non ti rallenta la

        navigazione, o

        si?

        L'esempio invece calzaIntendevo che in dogana passa di tutto e di più.
        • panda rossa scrive:
          Re: PARASSITI
          - Scritto da: ThEnOra

          Fior di ingegneri/matematici che non riscono ad
          elaborare un algoritmo in grado di compiere
          questo compito?
          Ma ci sei o ci fai?Sulla base di che cosa un algoritmo potrebbe decidere che cosa, se io e te abbiamo opinioni divergenti?Un algoritmo non ha una opinione.
          • ThEnOra scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ThEnOra



            Fior di ingegneri/matematici che non riscono ad

            elaborare un algoritmo in grado di compiere

            questo compito?



            Ma ci sei o ci fai?

            Sulla base di che cosa un algoritmo potrebbe
            decidere che cosa, se io e te abbiamo opinioni
            divergenti?
            Un algoritmo non ha una opinione.E che ne so io? Mica sono un ingegnere!?!Lo sapranno loro, anzi lo sanno loro cosa c'è da fare :p
          • ThEnOra scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ThEnOra


            E che ne so io? Mica sono un ingegnere!?!

            Lo sapranno loro, anzi lo sanno loro cosa c'è da

            fare

            :p

            Ti dimostro che e' impossibile esprimere un
            giudizio rigoroso per un umano, figuriamoci per
            un algoritmo che si basa su parametri imposti
            dall'umano.
            Ribadisco: e che ne so io? Si inventano chissà che cosa lì a Googleplex che mi sembra plausibile pensare ciò che sostengo.Ammetto però che sto facendo molta molta dietrologia :D
          • panda rossa scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: ThEnOra




            E che ne so io? Mica sono un ingegnere!?!


            Lo sapranno loro, anzi lo sanno loro cosa c'è
            da


            fare


            :p



            Ti dimostro che e' impossibile esprimere un

            giudizio rigoroso per un umano, figuriamoci per

            un algoritmo che si basa su parametri imposti

            dall'umano.



            Ribadisco: e che ne so io? Si inventano chissà
            che cosa lì a Googleplex che mi sembra plausibile
            pensare ciò che
            sostengo.Si possono inventare tutto quello che vuoi, partendo da una definizione certa.Il problema e' che manca una definizione certa.Facciamo finta che a googleplex, invece di tanti computer hanno tanti piccoli schiavi cinesi che fanno il lavoro.Dai loro un ordine chiaro che possano eseguire senza sbagliare!Devi dare una inequivocabile definizione di immagine XXXXX.E ci saranno sempre immagini non XXXXX ma che rispettano la tua definizione.
            Ammetto però che sto facendo molta molta
            dietrologia
            :DSiamo qua per parlare...
          • ThEnOra scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: panda rossa
            Facciamo finta che a googleplex, invece di tanti
            computer hanno tanti piccoli schiavi cinesi indiani che
            fanno il
            lavoro.
            Dai loro un ordine chiaro che possano eseguire
            senza
            sbagliare!Così va meglio :D
            Devi dare una inequivocabile definizione di
            immagine
            XXXXX.Percentuale di prevalenza di pixel di una certa tonalità? Posizionamento dei pixel? Raffronto delle immagini con un db di esempi? Boh... non mi viene altro... ah... nome file? Però non mi sembra impossibile...
            E ci saranno sempre immagini non XXXXX ma che
            rispettano la tua
            definizione.Se riescono a fare un buon "tuning" e se la % di falsi positivi è al di sotto del 1-2% forse sarebbe accettabile...

            Ammetto però che sto facendo molta molta

            dietrologia

            :D

            Siamo qua per parlare...Già.
          • panda rossa scrive:
            Re: PARASSITI
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: panda rossa


            Facciamo finta che a googleplex, invece di tanti

            computer hanno tanti piccoli schiavi
            cinesi indiani
            che

            fanno il

            lavoro.

            Dai loro un ordine chiaro che possano eseguire

            senza

            sbagliare!

            Così va meglio :D


            Devi dare una inequivocabile definizione di

            immagine

            XXXXX.

            Percentuale di prevalenza di pixel di una certa
            tonalità? Nudi d'autore, quadri, bambole, manichini.
            Posizionamento dei pixel? Come sopra.Senza contare che potrei pubblicare l'immagine al negativo, che sfuggirebbe ad ogni regola, e l'utente finale potrebbe riportarla in positivo con un click e gustarsi la foto pedoterrosatanista.
            Raffronto
            delle immagini con un db di esempi? Questo ti costringerebbe ad archiviare delle immagini pedoterrosataniste, che, anche se utili per il caso in questione, sono in violazione di ogni legge.Altrimenti pure io potrei archiviarle e pensare di usarle dal client per un filtro analogo: il browser confronta quello che arriva dalla rete con le copie di confronto locali e se corrispondono non visualizza.Non se la beve nessuno neanche se fosse vera.
            Boh... non mi
            viene altro... ah... nome file? Però non mi
            sembra impossibile...Non e' impossibile: ci sono sistemi con alte percentuali di sucXXXXX, ma esisteranno sempre dei falsi positivi o negativi e quindi un filtro di questo genere, in determinati casi censurerebbe immagini perfettamente lecite, o si farebbe sfuggire qualcosa di illegale.In entrambi i casi si solleverebbe un polverone mediatico all'esterno della rete dove i non addetti ai lavori ci sguazzerebbero.

            E ci saranno sempre immagini non XXXXX ma che

            rispettano la tua

            definizione.

            Se riescono a fare un buon "tuning" e se la % di
            falsi positivi è al di sotto del 1-2% forse
            sarebbe accettabile...Qualunque percentuale potrebbe essere considerata accettabile finche' non emerge il caso specifico che solleva il polverone di cui sopra.Facciamo un esempio di tutt'altra natura.Preservativi.Quale percentuale di preservativi bucati e' accettabile?Si puo' anche scendere allo 0,001%, ma quando quell'1 su 100.000 capita?
    • gerry scrive:
      Re: PARASSITI
      - Scritto da: ThEnOra
      e credo proprio che
      Google abbia tutte le capacità tecniche per fare
      di
      più.Ti assicuro che contentID funziona piuttosto bene, o almeno a me ha sgamato parecchi video per cui io stesso ignoravo la provenienza non proprio autorizzata della colonna sonora.
Chiudi i commenti