Venti di cyber-war sulla Corea del Nord

La Corea del Nord ha attaccato Sony Pictures? Sì, no, forse: nel frattempo la fragile Internet locale finisce offline, gli analisti analizzano, la Cina si smarca e il mondo si interroga sui rapporti tra Pyongyang e Washington. Mentre Sony minaccia denunce

Roma – Secondo le autorità USA, l’ipotesi che Sony Pictures sia stata attaccata da hacker nordcoreani è un fatto oramai assodato ; il resto del mondo non la pensa esattamente così, e la Cina, la cui collaborazione gli Stati Uniti vorrebbero sfruttare contro il nemico coreano, non crede alla validità delle “prove” fornite dall’FBI in giustificazione dell’accusa.

Le relazioni tra USA e Corea del Nord si scaldano, ad ogni modo, mentre la fragilissima connettività Internet nordcoreana è stata abbattuta con un attacco DDoS da pochi Gigabyte .

Il paese asiatico è stato tagliato fuori dal mondo per nove ore prima del ripristino del link telematico con l’alleato cinese, ma le conseguenze del blackout si fanno sentire ancora adesso: la Cina definisce “irresponsabili” coloro che abbiano ipotizzato il suo contributo all’operazione, gli USA non si pronunciano ufficialmente e gli esperti parlano del cyber-conflitto tra America e Corea del Nord come di un “territorio inesplorato” ancora tutto da definire.

Pyongyang, nel mentre, continua con la sua propaganda anti-statunitense incentrata sul film The Interview senza curarsi molto del resto, un comportamento che sottolinea ulteriormente l’incredibile disparità delle risorse in gioco e il fatto che, in un paese dove Internet praticamente non esiste, una “risposta proporzionale” da parte degli USA in caso di cyber-attacco non è nemmeno ipotizzabile .

Lo strano clima natalizio in USA e Corea del Nord vive soprattutto di propaganda, e per gli esperti di sicurezza l’accusa degli States alla Corea del Nord è anch’essa propaganda basata su fatti a dir poco dubbi . La politica continua a macinare proclami da una parte e dall’altra, mentre Sony – che in teoria sarebbe l’unica vittima certificata di un attacco devastante a opera di ignoti – pensa a censurare il leak delle email confidenziali minacciando di denunciare Twitter .

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ... scrive:
    Gli Alieni di Medvedev
    Gli Alieni di Medvedev [yt]wFULEehw4yU[/yt]
  • Pianeta Video scrive:
    ...
    Attenzione scarriconi, la giustizia ha stabilito che:[img]http://memedad.com/memes/383603.jpg[/img]Come la mettiamo adesso? @^
  • M.R. scrive:
    Leggendo nelle righe...
    ... le pressioni dello zio Sam sulla giustizia di casa altrui ha fatto di nuovo il suo sporco lavoro.
    • ... scrive:
      Re: Leggendo nelle righe...
      - Scritto da: M.R.
      ... le pressioni dello zio Sam sulla giustizia di
      casa altrui ha fatto di nuovo il suo sporco
      lavoro.Mi pare che la feccenda degli elicotteri fosse già piuttosto evidente: volevano e vogliono fare un caso spettacolare esemplare da punire con la peggior pena possibile e che faccia da monito agli altri imprenditori del WEB non USA (mentre youtube che prende una denuncia al giorno, ovviamente non lo sfiorano neppure).
  • Guerra scrive:
    le parole
    Ma, in attesa di decidere della sua estradizione, la giustizia sembra essergli avversa.sarebbe bene non mischiare la parola giustizia in questa sporca faccenda, se si dovesse parlare di giustizia alla sbarra dovrebbe esserci il governo americano e quello neozelandese
    • Leguleio scrive:
      Re: le parole

      Ma, in attesa di decidere della sua estradizione,
      la giustizia sembra essergli
      avversa.Trovi? Kim Dotcom è a piede libero, gli sono stati sbloccati i beni personali inizialmente sequestrati dalle autorità, un mese fa ha rischiato di essere di nuovo privato della libertà ma il tribunale lo ha scagionato. Io non riscontro questa persecuzione.
      sarebbe bene non mischiare la parola giustizia in
      questa sporca faccendaLa parola giustizia ha due significati:1) Virtù eminentemente sociale che consiste nella volontà di riconoscere e rispettare i diritti altrui attribuendo a ciascuno ciò che gli è dovuto secondo la ragione e la legge: <I
      uomo di grande g.; giudicare, premiare, punire, governare con g.; trattare tutti con g.; </I
      2) Il potere di realizzare il diritto con provvedimenti aventi forza esecutiva, e lesercizio di questo potere: <I
      amministrare la g.; ministero della G.; Palazzo di G.; lasciare libero corso alla g.; intralciare la g.; asservire, vendere, prostituire la g.; g. civile, g. penale; g. amministrativa; g. militare </I
      . Indovina a quale delle due accezioni si riferisce l'articolo?
      se si dovesse parlare di giustizia alla sbarra
      dovrebbe esserci il governo americano e quello neozelandeseE quello tedesco no? Così facciamo un po' per uno.
      • ... scrive:
        Re: le parole
        - Scritto da: Leguleio
        Io non
        riscontro questa
        persecuzione.Io invece riscontro questa persecuzione.1-1 palla al centro.
        • 2017 scrive:
          Re: le parole
          - Scritto da: ...
          - Scritto da: Leguleio


          Io non

          riscontro questa

          persecuzione.

          Io invece riscontro questa persecuzione.
          1-1 palla al centro.Anche io, perchè il legu mi è antipatico, quinidi: 2-1 e il legu perde
      • ... scrive:
        Re: le parole
        - Scritto da: Leguleio
        La parola giustizia ha due significati:

        1) Virtù eminentemente sociale che consiste nella
        volontà di riconoscere e rispettare i diritti
        altrui attribuendo a ciascuno ciò che gli è
        dovuto secondo la ragione e la legge: <I

        uomo di grande g.; giudicare, premiare, punire,
        governare con g.; trattare tutti con g.;
        </I



        2) Il potere di realizzare il diritto con
        provvedimenti aventi forza esecutiva, e
        lesercizio di questo potere: <I

        amministrare la g.; ministero della G.; Palazzo
        di G.; lasciare libero corso alla g.; intralciare
        la g.; asservire, vendere, prostituire la g.; g.
        civile, g. penale; g. amministrativa; g. militare
        </I
        .
        adesso ci prendiamo la libertà di rubare le definizioni ai dizionari protetti da copyright senza neppure citarli?Tu non eri quello che 'google deve pagare per i link alle news'?Coi dizionari invece si può fare il proprio comodo?
      • ... scrive:
        Re: le parole
        - Scritto da: Leguleio
        E quello tedesco no? Esiste un obbligo di citare il govenro tedesco? E chi l'ha stabilito?
        • ... scrive:
          Re: le parole
          - Scritto da: Leguleio
          E l'allusione della domanda, che evidentemente ti
          sfugge, è che Kim Dotcom è già stato condannato
          con sentenza definitiva in Germania, e non una,
          ma <B
          due volte </B
          E cosa c'entra con i casi attuali?chi l'ha stabilito il legame? tu?
          Perché dovrebbero essere cattive solo la
          giustizia Usa e Neozelandese, che ancora non
          l'hanno
          processato?perchè hanno fatto in accordo un raid di tipo militare in modo palesemente non proporzionale al tipo di reato contestato.
          • Leguleio scrive:
            Re: le parole


            E l'allusione della domanda, che
            evidentemente
            ti

            sfugge, è che Kim Dotcom è già stato
            condannato

            con sentenza definitiva in Germania, e non
            una,

            ma <B
            due volte </B


            E cosa c'entra con i casi attuali?Kim Dotcom ha compiuto quest'anno 40 anni, i reati che ha commesso risalgono agli anni Novanta, non all'epoca anteguerra. Davvero credi che tutti siano innocentisti a oltranza verso una persona che è già stata condannata due volte, e di recente?La gente non ragiona così, piaccia o no. E molto spesso neppure i giudici. È meglio saperlo prima, che dopo.
            chi l'ha stabilito il legame? tu?Fra poco mi farai il terzo grado. :D
          • ... scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio
            Kim Dotcom ha compiuto quest'anno 40 anni, i
            reati che ha commesso risalgono agli anni
            Novanta, non all'epoca anteguerra.e quindi?
            Davvero credi che tutti siano innocentisti a
            oltranza verso una persona che è già stata
            condannata due volte, e di
            recente?ah... ora si spiegano gli elicotteri per un reato di copyright.
            Fra poco mi farai il terzo grado. :De chi l'ha stabilito questo? Come fai a dirlo?
          • ... scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: ...
            ah... ora si spiegano gli elicotteri per un reato
            di copyright.Non si spiegano. E non c'è nulla che leguleio possa dire per giustificarli legalmente. Ma almeno c'ha provato, di questo dopotutto, bisogna dargliene atto.
          • Leguleio scrive:
            Re: le parole


            Kim Dotcom ha compiuto quest'anno 40 anni, i

            reati che ha commesso risalgono agli anni

            Novanta, non all'epoca anteguerra.

            e quindi?


            Davvero credi che tutti siano innocentisti a

            oltranza verso una persona che è già stata

            condannata due volte, e di

            recente?

            ah... ora si spiegano gli elicotteri per un reato
            di
            copyright.Non c'entrano gli elicotteri.C'entra molto di più l'atteggiamento di troppi commentatori di PI, che scoprono solo con Kim Dotcom che la polizia può usare gli elicotteri e le squadre d'assalto come, quando e per il motivo che vuole. Da sempre.E non saranno i commenti di quattro urlatori da weblog a far cambiare la procedura. Adattarsi o perire (nel senso perire in uno scontro a fuoco con la polizia).

            Fra poco mi farai il terzo grado. :D

            e chi l'ha stabilito questo? Come fai a dirlo?Il gioco dei perché è più divertente. Ad ogni affermazione, anche la più banale, si chiede sempre perché, e così all'infinito:https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20110222020811AAJIefbProvalo, almeno spezzi un po' la monotonia.
          • ... scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio
            Non c'entrano gli elicotteri.
            C'entra molto di più l'atteggiamento di troppi
            commentatori di PI, che scoprono solo con Kim
            Dotcom che la polizia può usare gli elicotteri e
            le squadre d'assalto come, quando e per il motivo
            che vuole.No, la polizia è sempre e comunque tenuta al rispetto della persona e della sua dignità. Ed essere aggrediti da uno stormo di elicotteri, cani e squadre d'assalto -quando tutto questo non è assolutamente necessario- è semplice abuso di potere e di mezzi. Inutile tentare d'infarcirlo in altro modo.
          • Leguleio scrive:
            Re: le parole


            Non c'entrano gli elicotteri.

            C'entra molto di più l'atteggiamento di
            troppi

            commentatori di PI, che scoprono solo con Kim

            Dotcom che la polizia può usare gli
            elicotteri
            e

            le squadre d'assalto come, quando e per il
            motivo

            che vuole.

            No, la polizia è sempre e comunque tenuta al
            rispetto della persona e della sua dignità. Ma quanta sicumera che c'è fra i commentatori qui... Citami il regolamento della polizia neozelandese nel punto in cui proibisce oppure limita l'uso di elicotteri durante un'operazione.
            Ed
            essere aggrediti da uno stormo di elicotteri,
            cani e squadre d'assalto -quando tutto questo non
            è assolutamente necessario- Ecco, ma a chi spetta la decisione in anticipo sull'uso di questi mezzi? Intendo dire: è competenza della questura di Wellington, oppure vanno consultati prima i commentatori di PI?
          • Funz scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio
            Ma quanta sicumera che c'è fra i commentatori
            qui...è semplice buonsenso.Trattare come un pericoloso terrorista il gestore di un sito presunto pirata, non è applicazione della giustizia.Ma tu, al solito, non ci arrivi a comprendere un fatto tanto semplice.
          • Passante scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Funz
            - Scritto da: Leguleio
            è semplice buonsenso.Niente che lui possa capire...
          • Sg@bbio scrive:
            Re: le parole
            Da uno che spaccia la censura web come "sequestro"...che pretendi ?
          • ... scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio
            Citami il regolamento della polizia neozelandese
            nel punto in cui proibisce oppure limita l'uso di
            elicotteri durante un'operazione.Non c'è bisogno di citare regole o articoli specifi.E' sufficiente fare presente il principio secondo cui "la polizia è al servizio del cittadino" e non il contrario.Principio ovviamente presente in tutte le democrazie occidentali.
            Ecco, ma a chi spetta la decisione in anticipo
            sull'uso di questi mezzi? Intendo dire: è
            competenza della questura di Wellington, oppure
            vanno consultati prima i commentatori di
            PI?Ma su che base è stata presa quella decisione? Al solo scopo di ottenere il più grande impatto scenico/mediatico possibile?Non sapevo che tra le funzioni di polizia ci sia quella di dare spettacolo...
          • Leguleio scrive:
            Re: le parole


            Citami il regolamento della polizia neozelandese

            nel punto in cui proibisce oppure limita l'uso
            di

            elicotteri durante un'operazione.

            Non c'è bisogno di citare regole o articoli
            specifi.
            E' sufficiente fare presente il principio secondo
            cui "la polizia è al servizio del cittadino" e
            non il
            contrario.Eh no, non è sufficiente. Non so in che mondo tu abbia vissuto fino ad ora, ma ti auguro di non avare mai a che fare con la polizia, alcuni corpi in particolare. Non ne usciresti bene psicologicamente.
            Principio ovviamente presente in tutte le
            democrazie
            occidentali.Principi così vaghi, che significano tutto e niente, non hanno alcuna applicazione pratica. O ci si richiama a un regolamento della procedura di polizia neozelandese che sarebbe stato violato, e ci sono possibilitá di successo, oppure si fa un bagno di realtà e si constata che le forze di polizia hanno un potere discrezionale abbastanza ampio.Triste, ma non esiste alternativa. :|

            Ecco, ma a chi spetta la decisione in anticipo

            sull'uso di questi mezzi? Intendo dire: è

            competenza della questura di Wellington, oppure

            vanno consultati prima i commentatori di

            PI?

            Ma su che base è stata presa quella decisione? Al
            solo scopo di ottenere il più grande impatto
            scenico/mediatico
            possibile?Non era questo ciò che chiedevo. Non rispondere a domanda con altra domanda, il discorso si spezzetta in mille rivoli e mi fai perdere tempo.
          • ... scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio

            Ma su che base è stata presa quella
            decisione?
            Al

            solo scopo di ottenere il più grande impatto

            scenico/mediatico

            possibile?

            Non era questo ciò che chiedevo. Ma come, uno che è così attento alle cose, anche ai minimi dettagli, si lascia sfuggire il quadro generale delle cose e non solo non si fa quella domanda, ma addirittura la evita quando gli viene fatta?OHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH!!!!!!!!!!!
            Non rispondere a domanda con altra domanda, il
            discorso si spezzetta in mille rivoli e mi fai
            perdere
            tempo.Pensa, è la stessa cosa che ha scritto un utente dopo aver passato i 5000 messaggi su un <b
            forum di informatica </b
            , spaziando tra mille argomenti, dalla grammatica alla cultura letteraria, passando per la storia antica e moderna, con perle preziose di filosofia, lumi di giurisprudenza di ogni pease del pianeta, opinioni superlative su ogni aspetto della vita e del mondo, <b
            MA SENZA SCRIVERE UNA SOLA PAROLA CHE FOSSE ATTINENTE L'INFORMATICA </b
            .Eggià anche lui non aveva tempo da perdere!
          • Leguleio scrive:
            Re: le parole

            Pensa, è la stessa cosa che ha scritto un utente
            dopo aver passato i 5000 messaggi su un
            <b
            forum di informatica </b
            ,
            spaziando tra mille argomenti, dalla grammatica
            alla cultura letteraria, passando per la storia
            antica e moderna, con perle preziose di
            filosofia, lumi di giurisprudenza di ogni pease
            del pianeta, opinioni superlative su ogni aspetto
            della vita e del mondo, <b
            MA SENZA
            SCRIVERE UNA SOLA PAROLA CHE FOSSE ATTINENTE
            L'INFORMATICA </b

            .
            Eggià anche lui non aveva tempo da perdere!Non rispondermi più, se è questo il problema. :D
          • ... scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio

            Pensa, è la stessa cosa che ha scritto un
            utente

            dopo aver passato i 5000 messaggi su un

            <b
            forum di informatica </b
            ,

            spaziando tra mille argomenti, dalla
            grammatica

            alla cultura letteraria, passando per la
            storia

            antica e moderna, con perle preziose di

            filosofia, lumi di giurisprudenza di ogni
            pease

            del pianeta, opinioni superlative su ogni
            aspetto

            della vita e del mondo, <b
            MA SENZA

            SCRIVERE UNA SOLA PAROLA CHE FOSSE ATTINENTE

            L'INFORMATICA </b


            .

            Eggià anche lui non aveva tempo da perdere!

            Non rispondermi più, se è questo il problema. :Dche c'entra?Ho solo dimostrato che NON E' CREDIBILE che ti rifiuti di rispondere ad una domanda per 'non perdere tempo'.E' evidente che la domanda è scomoda e il motivo è ovvio: chiunque ha capito che il raid è una scenegiata mediatica.
          • ... scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio

            Ma su che base è stata presa quella
            decisione?
            Al

            solo scopo di ottenere il più grande impatto

            scenico/mediatico

            possibile?

            Non era questo ciò che chiedevo. Ma come, uno che è così attento alle cose, anche ai minimi dettagli, si lascia sfuggire il quadro generale delle cose e non solo non si fa quella domanda, ma addirittura la evita quando gli viene fatta?OHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH!!!!!!!!!!!
            Non rispondere a domanda con altra domanda, il
            discorso si spezzetta in mille rivoli e mi fai
            perdere
            tempo.Pensa, è la stessa cosa che ha scritto un utente dopo aver passato i 5000 messaggi su un <b
            forum di informatica </b
            , spaziando tra mille argomenti, dalla grammatica alla cultura letteraria, passando per la storia antica e moderna, con perle preziose di filosofia, lumi di giurisprudenza di ogni paese del pianeta, opinioni superlative su ogni aspetto della vita e del mondo, <b
            MA SENZA SCRIVERE UNA SOLA PAROLA CHE FOSSE ATTINENTE L'INFORMATICA </b
            .Eggià anche lui non aveva tempo da perdere!
          • ... scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio
            Non so in che mondo tu abbia vissuto fino ad ora,Nel mondo di tutti i giorni.
            ma ti auguro di non avare mai a che fare con la
            polizia, alcuni corpi in particolare.Ho già avuto a che fare con: polizia stradale, carabinieri e vigili urbani. Generalmente sono sempre stato trattato con rispetto, com'è giusto che sia.Nel caso in cui questo non succeda, l'autorità che ha mancato di rispetto va' immediatamente richiamata all'ordine; e se ciò non bastasse, denunciata.
            Principi così vaghi, che significano tutto e
            niente, non hanno alcuna applicazione pratica.Eppure è proprio a quei principi che s'ispirano le costituzioni moderne.Che poi è chiarissimo, la vaghezza ce la vedi solo tu.
            O ci si richiama a un regolamento della procedura
            di polizia neozelandese che sarebbe stato
            violato, e ci sono possibilitá di successo,
            oppure si fa un bagno di realtà e si constata che
            le forze di polizia hanno un potere discrezionale
            abbastanza ampio.Il loro potere discrezionale finisce dove cominciano i diritti del cittadino, e non può eludere dal buon senso.Per esempio non possono ricorrere alla forza, a meno che le condizioni contingenti non lo rendano necessario.Un poliziotto non è autorizzato a sparare, a meno che quella non sia l'unica opzione possibile, data la situazione.e così via...
            Non rispondere a domanda con altra domanda, il
            discorso si spezzetta in mille rivoli e mi fai
            perdere tempo.Tipica manovra evasiva di chi non sa come rispondere alla domanda che gli è stata posta. O peggio, di chi sa la risposta, ma si rifiuta di ammetterla.Tu a quale delle due categorie appartieni?
          • ... scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: ...
            Tipica manovra evasiva di chi non sa come
            rispondere alla domanda che gli è stata posta. O
            peggio, di chi sa la risposta, ma si rifiuta di
            ammetterla.

            Tu a quale delle due categorie appartieni?al 100% alla seconda.Con un pizzico di questa anche:[yt]7tJg55-Lb8w[/yt]
          • Leguleio scrive:
            Re: le parole


            ma ti auguro di non avare mai a che fare con la

            polizia, alcuni corpi in particolare.

            Ho già avuto a che fare con: polizia stradale,
            carabinieri e vigili urbani. Generalmente sono
            sempre stato trattato con rispetto, com'è giusto
            che
            sia.Quando i suddetti corpi sono convinti di una tua colpa, per indizi a tuo sfavore o per pregiudizio non importa, la cortesia e il rispetto si trasformano automaticamente in arroganza del potere e prevaricazione. E che cosa credi di fare, da solo, contro uomini col distintivo che fanno i prepotenti?Ogni tanto qui sembra di parlare con gente che pensa che i fumetti di Superman e la realtà siano la stessa cosa.
            Nel caso in cui questo non succeda, l'autorità
            che ha mancato di rispetto va' immediatamente
            richiamata all'ordine; e se ciò non bastasse,
            denunciata.No, nel mondo reale non è mai così.Non esistono testimoni della mancanza di rispetto, tanto per iniziare. Nelle quattro mura della questura, o della caserma dei carabinieri, ci sono solo loro e chi decidono di portarci loro. In più la mancanza di rispetto non è contraria al regolamento.

            Principi così vaghi, che significano tutto e

            niente, non hanno alcuna applicazione pratica.

            Eppure è proprio a quei principi che s'ispirano
            le costituzioni
            moderne.Citami una costituzione che impone l'uso di buone maniere e di modi garbati durante l'arresto, allora. Io non ne conosco.Ne conosco solo che proibiscono i trattamenti inumani o degradanti.
            Che poi è chiarissimo, la vaghezza ce la vedi
            solo
            tu.Sta' tranquillo, ce la vedono anche i magistrati delle Corti supreme di varie nazioni e i legislatori in genere, sanno bene che sono concetti di massima che si applicano alle singole situazioni come del <I
            chewing gum </I
            appena masticato. Diversamente, non li lascerebbero così come sono.
            Il loro potere discrezionale finisce dove
            cominciano i diritti del cittadino, e non può
            eludere dal buon
            senso.No, non è così.
            Per esempio non possono ricorrere alla forza, a
            meno che le condizioni contingenti non lo rendano
            necessario.Perché, sono forse ricorse alla forza nel casi di Kim Dotcom?!?Fucili automatici, elicotteri e probabilmente anche mute di cani c'erano, ma non sono stati usati.Stai confondendo un po' di cose.
            Un poliziotto non è autorizzato a sparare, a meno
            che quella non sia l'unica opzione possibile,
            data la
            situazione.E infatti nessuno ha sparato durante l'operazione in Nuova Zelanda.Tolto che un poliziotto in una serie di operazioni delicate può sparare in aria. Non può sparare con l'intento di colpire qualcuno che è disarmato, questo è probabilmente ciò che intendevi.

            Non rispondere a domanda con altra domanda, il

            discorso si spezzetta in mille rivoli e mi fai

            perdere tempo.

            Tipica manovra evasiva di chi non sa come
            rispondere alla domanda che gli è stata posta. O
            peggio, di chi sa la risposta, ma si rifiuta di
            ammetterla.Ti riformulo la domanda, visto che a quanto pare te la sei dimenticata:" <I
            A chi spetta la decisione in anticipo sull'uso di questi mezzi? Intendo dire: è competenza della questura di Wellington, oppure vanno consultati prima i commentatori di PI? </I
            ".Attendo risposta in tema.
          • ... scrive:
            Re: le parole
            fuoritempo legu!Chi vuoi che ti legga (io ho pigiato su reply senza leggere) (rotfl)
          • ... scrive:
            Re: le parole
            fuoritempo legu!Chi vuoi che ti legga (io ho pigiato su reply senza leggere) (rotfl)
          • ... scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio
            Non c'entrano gli elicotteri.
            C'entra molto di più l'atteggiamento di troppi
            commentatori di PI, che scoprono solo con Kim
            Dotcom che la polizia può usare gli elicotteri e
            le squadre d'assalto come, quando e per il motivo
            che vuole. Da
            sempre.C'entra molto col diritto <b
            di ogni essere dotato di senso critico </b
            di giudicare con fermezza un raid con elicottero, teste di cuoio, armi spianate verso un'intera famiglia in cui una persona era sospettata di violazione di copyright, la moglie era incinta e la parte rimanente della famiglia erano bambini.Sono scene a malapena giustificabili per famiglie di assassini seriali, ma questo a te non entra in testa.
            E non saranno i commenti di quattro urlatori da
            weblog a far cambiare la procedura.E chi avrebbe chiesto di cambiare la procedura?Hai dei documenti di persone che l'hanno fatto?

            e chi l'ha stabilito questo? Come fai a
            dirlo?

            Il gioco dei perché è più divertente.E chi l'ha stabilito che è più divertente?Tu? A me invece non sembra affatto divertente.
          • Leguleio scrive:
            Re: le parole

            C'entra molto col diritto <b
            di ogni
            essere dotato di senso critico </b
            di
            giudicare con fermezza un raid con elicottero,
            teste di cuoio, armi spianate verso un'intera
            famiglia in cui una persona era sospettata di
            violazione di copyright, la moglie era incinta e
            la parte rimanente della famiglia erano
            bambini.Puoi urlare, sbraitare, insultare i giudici americani e neozelandesi e le rispettive forze di polizia, insomma, puoi sfogarti di volta in volta sull'obiettivo che preferisci. È tutto inutile. Non esiste all'ordine del giorno alcuna regolamentazione sull'uso che la polizia può fare dei propri mezzi, se non quella strettamente economica: in tempi di strette finanziarie si tende a far risparmiare sulle spese.Non sto scherzando: il dibattito in corso sui diritti civili si occupa di prevenzione e punizione dei trattamenti inumani e degradanti (leggi: tortura), dell'accoglienza dei rifugiati, del pari trattamento delle minoranze, dell'accesso all'istruzione e alle cure meiche, dell'equità dei processi... di una marea di questioni fra le quali l'uso di elicotteri e di armi da fuoco da parte della polizia non è contemplato. Fattene una ragione.
            Sono scene a malapena giustificabili per famiglie
            di assassini seriali, ma questo a te non entra in
            testa.E ora che hai espresso questo nobile e profondo concetto, che in astratto sono pronti a sottoscrivere tutti e sette i miliardi di abitanti della Terra, cosa ti aspetti che accada? Che le autorità di qualche Stato nel mondo non lo facciano più? Che una commissione parlamentare neozelandese indaghi sull'accaduto e dia una tirata d'orecchi a coloro che hanno gestito l'operazione? Se è così, mettiti il cuore in pace: non accadrà né il primo né il secondo fatto.Il mondo va così.

            E non saranno i commenti di quattro urlatori
            da

            weblog a far cambiare la procedura.

            E chi avrebbe chiesto di cambiare la procedura?
            Hai dei documenti di persone che l'hanno fatto?Se non si auspica un cambiamento, nemmeno si spiega questa veemenza nel commentare un episodio di due anni fa che non ha provocato né morti, né feriti, né lesioni di un diritto.Si alza la voce per protestare, e si protesta, in genere, per cambiare o per stigmatizzare a livello ufficiale quanto accaduto.
            E chi l'ha stabilito che è più divertente?
            Tu? A me invece non sembra affatto divertente."Consuma dentro te con la tua rabbia" (cit.).
          • ... scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio
            di una marea di
            questioni fra le quali l'uso di elicotteri e di
            armi da fuoco da parte della polizia non è
            contemplato.Quindi la polizia può andarsene in giro ad armi spianate e sparare all'impazzata ogni volta che devono eseguire un arresto? (newbie)
          • Leguleio scrive:
            Re: le parole


            di una marea di

            questioni fra le quali l'uso di elicotteri e
            di

            armi da fuoco da parte della polizia non è

            contemplato.
            Quindi la polizia può andarsene in giro ad armi
            spianate e sparare all'impazzata ogni volta che
            devono eseguire un arresto?
            (newbie)No, non sparare all'impazzata: le polizie del mondo, almeno, spero la maggior parte, possono usare le armi solo in caso di possesso di armi dalla controparte. E, a quanto si legge nei regolamenti, dovrebbero evitare il più possibile di farlo in luoghi pubblici in cui vi sono passanti, o potrebbero esserci, per evitare vittime collaterali. Nel caso di Kim Dotcom non un solo colpo è stato sparato, a quanto ho letto.
          • ... scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio
            No, non sparare all'impazzata: le polizie del
            mondo, almeno, spero la maggior parte, possono
            usare le armi solo in caso di possesso di armi
            dalla controparte.è il caso di Dotcom: c'erano le sue guardie del corpo
            E, a quanto si legge nei
            regolamenti, dovrebbero evitare il più possibile
            di farlo in luoghi pubbliciCasa Dotcom era privata, non ci interessa divagare.
            Nel caso di Kim Dotcom non un solo colpo è stato
            sparato, a quanto ho
            letto.Però le sue guardie erano ben armate, quindi i poliziotti potevano far fuori tutti, guardie, Dotcom, moglie incinta e bambini.Certo, "dovrebbero evitare il più possibile" dice qualcuno qui, ma tu non puoi trovare la legge che impedisce loro di sparare.Sarebbe stata un'azione SPROPORZIONATA? Oh no, in fondo se le guardie erano armate, e l'indagato era un pericoloso criminale indato per il terribile reato di infrazione di copyright, per di più con più di un precedente in altre nazioni (un criminale internazionale!!!!)... <i
            mica si può far finta che non esistano i precedenti giusto </i
            ????
          • Leguleio scrive:
            Re: le parole


            No, non sparare all'impazzata: le polizie del

            mondo, almeno, spero la maggior parte,
            possono

            usare le armi solo in caso di possesso di
            armi

            dalla controparte.

            è il caso di Dotcom: c'erano le sue guardie del
            corpoVedi? Non c'è stato alcun abuso nemmeno sotto questo aspetto.

            E, a quanto si legge nei

            regolamenti, dovrebbero evitare il più
            possibile

            di farlo in luoghi pubblici

            Casa Dotcom era privata, non ci interessa
            divagare.Non è una divagazione: "all'impazzata" significa esattamente quello, compiere un'azione senza un obiettivo definito e senza curarsi delle conseguenze. E la domanda che mi è stata posta conteneva quella locuzione.

            Nel caso di Kim Dotcom non un solo colpo è
            stato

            sparato, a quanto ho

            letto.

            Però le sue guardie erano ben armate, quindi i
            poliziotti potevano far fuori tutti, guardie,
            Dotcom, moglie incinta e
            bambini.Non capisco cosa intendi con questa frase: partendo dal dato di fatto che tutti i poliziotti del mondo, a parte quelli inglesi, sono armati, <B
            tutti </B
            i poliziotti possono fare una strage, non solo quelli neozelandesi nel caso Dotcom. Lapalissiano.Dopo, e solo dopo, un'inchiesta stabilirà se hanno usato la forza in maniera adeguata alla minaccia. Durante le azioni non esiste un giudice collegato via radio, oppure l'istruttore di scuola di polizia: ogni agente agisce secondo quelle che sono le sue abilità.
          • ... scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio
            Non è una divagazione. lo è eccome: hai parlato di luoghi pubblici quando il caso riguarda un terreno privato.
          • tucumcari scrive:
            Re: le parole
            Checche tu ne dica, e checche ne pensino i lettori, è in tema. :Non si può sparare all'impazzata se il luogo non e' pubblico.
          • Leguleio scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: tucumcari
            Checche tu ne dica, e checche ne pensino i
            lettori, è in tema.
            :
            Non si può sparare all'impazzata se il luogo non
            e'
            pubblico.Ben detto!
          • Legumcari scrive:
            Re: le parole
            Ben detto Joe!
          • Legumcari scrive:
            Re: le parole
            Ben detto Joe!
          • ... scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio
            Puoi urlare, sbraitare, insultare i giudici
            americani e neozelandesi e le rispettive forze di
            polizia, insomma, puoi sfogarti di volta in volta
            sull'obiettivo che preferisci. Chiunque abbia un senso critico lo farebbe in questo caso.
            Non esiste all'ordine del giorno alcuna
            regolamentazione sull'uso che la polizia può fare
            dei propri mezziE quindi io non posso criticare?Se c'è una legge che dice X non posso criticarla? Davvero?E tu chi saresti perf affermare questo?LO CAPISCI CHE TU CERCHI DI IMPEDIRE ALLE PERSONE DI AVERE UN SENSO CRITICO O NO?
          • Leguleio scrive:
            Re: le parole


            Puoi urlare, sbraitare, insultare i giudici

            americani e neozelandesi e le rispettive
            forze
            di

            polizia, insomma, puoi sfogarti di volta in
            volta

            sull'obiettivo che preferisci.

            Chiunque abbia un senso critico lo farebbe in
            questo
            caso.No, non chiunque: solo una parte della popolazione che ha interessi più o meno confessabili nella causa contro Kim Dotcom.Se ci si dovesse interessare ad ogni caso di arresto da parte delle polizie di tutto il mondo, per ogni accusa di reato, non se ne uscirebbe più. Gli scandali e gli articoli sulla stampa si verificano quando durante l'operazione di arresto qualcuno si fa male o muore.

            Non esiste all'ordine del giorno alcuna

            regolamentazione sull'uso che la polizia può
            fare

            dei propri mezzi
            E quindi io non posso criticare?Potresti fare di più: proporre una legge che regolamenta quello che la polizia può fare e non può fare durante ogni arresto per ogni singolo reato. Rendersi conto di quante persone in percentuale sostengono le idee fisse che ci si ostina a professare aiuta a crescere.
            LO CAPISCI CHE TU CERCHI DI IMPEDIRE ALLE PERSONE
            DI AVERE UN SENSO CRITICO O
            NO?Non urlare. Non sono sordo.
          • ... scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio


            Puoi urlare, sbraitare, insultare i
            giudici


            americani e neozelandesi e le rispettive

            forze

            di


            polizia, insomma, puoi sfogarti di
            volta
            in

            volta


            sull'obiettivo che preferisci.



            Chiunque abbia un senso critico lo farebbe in

            questo

            caso.

            No, non chiunque: solo una parte della
            popolazione che ha interessi più o meno
            confessabili nella causa contro Kim
            Dotcom.
            Se ci si dovesse interessare ad ogni caso di
            arresto da parte delle polizie di tutto il mondo,
            per ogni accusa di reato, non se ne uscirebbe
            più.

            Gli scandali e gli articoli sulla stampa si
            verificano quando durante l'operazione di arresto
            qualcuno si fa male o muore.





            Non esiste all'ordine del giorno alcuna


            regolamentazione sull'uso che la
            polizia
            può

            fare


            dei propri mezzi


            E quindi io non posso criticare?

            Potresti fare di più: proporre una legge che
            regolamenta quello che la polizia può fare e non
            può fare durante ogni arresto per ogni singolo
            reato.

            Rendersi conto di quante persone in percentuale
            sostengono le idee fisse che ci si ostina a
            professare aiuta a
            crescere.




            LO CAPISCI CHE TU CERCHI DI IMPEDIRE ALLE
            PERSONE

            DI AVERE UN SENSO CRITICO O

            NO?

            Non urlare. Non sono sordo.E quindi io non posso criticare?
          • Leguleio scrive:
            Re: le parole


            Non urlare. Non sono sordo.

            E quindi io non posso criticare?"Criticare" e "alzare la voce" sono concetti opposti.La seconda azione, attuata per iscritto utilizzando solo lettere maiuscole, è anche sconsigliata dalla policy di PI:"evitare di usare il maiuscolo: non è mai leggere chi grida".-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 gennaio 2015 18.02-----------------------------------------------------------
          • Lettore scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Leguleio
            LO CAPISCI CHE TU CERCHI DI IMPEDIRE ALLE PERSONE
            DI AVERE UN SENSO CRITICO O NO?Potrebbe non arrivarci o potrebbe comunque dover portare a casa la pagnotta, chi lo sa ?Fatto sta che io personalmente ho smesso di rispondere ai suoi post perhè fa male parlare al vuoto dopo un po, lo scondiglio anche a te.
        • panda rossa scrive:
          Re: le parole
          - Scritto da: Leguleio


          E quello tedesco no?



          Esiste un obbligo di citare il govenro
          tedesco?
          E

          chi l'ha

          stabilito?

          Ma quale obbligo, ma quale statuizione, io facevo
          una
          domanda.
          E l'allusione della domanda, che evidentemente ti
          sfugge, è che Kim Dotcom è già stato condannato
          con sentenza definitiva in Germania, e non una,
          ma <B
          due volte </B

          :Pensa che a me hanno lanciato contro ben tre fatwe perche' ho mangiato prosciutto durante il ramadan.Quale parte di "con le leggi degli altri paesi ci puliamo il didietro" non ti e' chiara?
          • Leguleio scrive:
            Re: le parole


            Ma quale obbligo, ma quale statuizione, io
            facevo

            una

            domanda.

            E l'allusione della domanda, che
            evidentemente
            ti

            sfugge, è che Kim Dotcom è già stato
            condannato

            con sentenza definitiva in Germania, e non
            una,

            ma <B
            due volte </B


            :

            Pensa che a me hanno lanciato contro ben tre
            fatwe perche' ho mangiato prosciutto durante il
            ramadan.Impossibile: l'islam proibisce di mangiare prodotti di derivazione suina solo agli islamici. Dell'alimentazione degli infedeli, i <I
            kāfir </I
            , non si cura.
            Quale parte di "con le leggi degli altri paesi ci
            puliamo il didietro" non ti e'
            chiara?Non deve essere chiara a me, Panda Rossa: mi confondi con qualche Potere a caso.Deve essere chiaro alle autorità giudizarie dei Paesi che hanno trattati di estradizione con gli Usa: in pratica, l'80 % delle nazioni oggi esistenti. E contano più di te, non dimenticarlo mai.
          • ... scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio
            Impossibile: l'islam proibisce di mangiare
            prodotti di derivazione suina solo agli islamici.
            Dell'alimentazione degli infedeli, i <I

            kāfir </I
            , non si cura.L'islam forse no, ma quanto agli islamici:http://voxnews.info/2014/07/17/e-il-ramadan-cassiera-islamica-si-rifiuta-di-battere-prosciutto-e-vino/
          • Leguleio scrive:
            Re: le parole


            Impossibile: l'islam proibisce di mangiare

            prodotti di derivazione suina solo agli
            islamici.

            Dell'alimentazione degli infedeli, i <I


            kāfir </I
            , non si cura.

            L'islam forse no, ma quanto agli islamici:
            http://voxnews.info/2014/07/17/e-il-ramadan-cassiePuzza lontano un miglio di notizia messa in giro da una certa forza politica.Come si chiama questa cassiera?Di quale Tesco si parla in particolare? Ne esistono decine solo a Londra.Come si chiama il responsabile del settore salumeria?Poi di dipendenti di negozi strambi ne esistono per ogni forma e dimensione, e la vicenda ha avuto lieto fine, il negoziante ha ammesso il proprio torto. Non mi pare ci sia materia per sollevare una polemica.
          • abc scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio
            Di quale Tesco si parla in particolare? Ne
            esistono decine solo a Londra.Neasden, nord-ovest di Londra.
            Come si chiama questa cassiera?
            Come si chiama il responsabile del settore
            salumeria?Che pignoleria... e il nome + stato sociale di tutti i presenti no, eh?
            e la vicenda ha avuto lieto fine,
            il negoziante ha ammesso il
            proprio torto.Pare sia stata la Tesco a scusarsi per l'accaduto, non la cassiera; e solo dopo che la cosa è diventata di pubblico dominio.
            Non mi pare ci sia materia per
            sollevare una polemica.Nessuna polemica, giusto una puntualizzazione rivolta al tuo: "Ma no, è impossibile!"
          • pico de paperis scrive:
            Re: le parole
            Cioè tu oseresti mettere in dubbio un "coranista di grido" come Leguf Iussef Khalifa ?!?!?.Infedele bestemmiatore. Sia lapidato sulla pubblica piazza!E per giunta subisca un post di tre ore di "get real".E la aggiunta di 400 tweet di Salvini sulla invasione degli islamici! !!
      • Guerra scrive:
        Re: le parole
        - Scritto da: Leguleio

        Ma, in attesa di decidere della sua
        estradizione,

        la giustizia sembra essergli

        avversa.

        Trovi? Kim Dotcom è a piede libero, gli sono
        stati sbloccati i beni personali inizialmente
        sequestrati dalle autorità, un mese fa ha
        rischiato di essere di nuovo privato della
        libertà ma il tribunale lo ha scagionato. Io non
        riscontro questa
        persecuzione.



        sarebbe bene non mischiare la parola
        giustizia
        in

        questa sporca faccenda

        La parola giustizia ha due significati:

        1) Virtù eminentemente sociale che consiste nella
        volontà di riconoscere e rispettare i diritti
        altrui attribuendo a ciascuno ciò che gli è
        dovuto secondo la ragione e la legge: <I

        uomo di grande g.; giudicare, premiare, punire,
        governare con g.; trattare tutti con g.;
        </I



        2) Il potere di realizzare il diritto con
        provvedimenti aventi forza esecutiva, e
        lesercizio di questo potere: <I

        amministrare la g.; ministero della G.; Palazzo
        di G.; lasciare libero corso alla g.; intralciare
        la g.; asservire, vendere, prostituire la g.; g.
        civile, g. penale; g. amministrativa; g. militare
        </I
        .


        Indovina a quale delle due accezioni si riferisce
        l'articolo?



        se si dovesse parlare di giustizia alla
        sbarra


        dovrebbe esserci il governo americano e
        quello
        neozelandese

        E quello tedesco no? Così facciamo un po' per uno.hai problemi di comprensione del testo? eppure non era ne lungo ne contorto, dove hai letto di persecuzioni?altra cosa, tentare di targhettare la giustizia evidenziando il modo di compiere nuove ingiustizie non ha senso visto che non hai capito cosa sia la giustizia, sappi che non riguarda la leggeterza cosa, "La negazione della giustizia, ovvero la mancata applicazione dei criteri di è l'ingiustizia" così ti è più chiaro o ti serve un disegnino?
        • Leguleio scrive:
          Re: le parole

          hai problemi di comprensione del testo? Io no, grazie.Forse questa domanda dovresti farla a te stesso.
          eppure
          non era ne lungo ne contorto, dove hai letto di
          persecuzioni?Mah... chissà mai dove l'ho letto. Adesso qui siam tutti deficienti, incapaci di capire da sé dove va a parare un discorso. Credilo pure, se vuoi. Ma la realtà è un'altra...
          altra cosa, tentare di targhettare la giustizia
          evidenziando il modo di compiere nuove
          ingiustizie non ha senso visto che non hai capito
          cosa sia la giustizia, sappi che non riguarda la
          leggeHo capito. Tu dall'alto del tuo pulpito di PI stabilisci cosa è la giustizia e cosa non lo è.E 6 miliardi di persone al mondo si devono adeguare.
          terza cosa, "La negazione della giustizia, ovvero
          la mancata applicazione dei criteri di è
          l'ingiustizia" così ti è più chiaro o ti serve un
          disegnino?No, la frase è un anacoluto inestricabile. Se vuoi riformularla, prego.Ma non è indispensabile: la frase non l'ho capita, vero, ma in compenso ho capito benissimo che tipo sei. ;)
          • abc scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio

            hai problemi di comprensione del testo?

            Io no, grazie.
            Forse questa domanda dovresti farla a te stesso.E chi l'ha stabilito?
          • Leguleio scrive:
            Re: le parole



            hai problemi di comprensione del testo?



            Io no, grazie.

            Forse questa domanda dovresti farla a te
            stesso.

            E chi l'ha stabilito?La stessa persona che vedendo la pioggia guardando fuori dalla finestra prende l'ombrello per uscire. Alcuni lo chiamano Capitan Ovvio.
          • abc scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio

            E chi l'ha stabilito?

            La stessa persona che vedendo la pioggia
            guardando fuori dalla finestra prende l'ombrello
            per uscire. Alcuni lo chiamano Capitan
            Ovvio.chi ha stabilito che è ovvio? Tu? E a favore delle tue stesse argomentazioni?
          • Guerra scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio

            hai problemi di comprensione del testo?

            Io no, grazie.
            Forse questa domanda dovresti farla a te stesso.tu non capisci le cose e dovrei rivolgere questa domanda a me stesso... almeno mettici una faccina altrimenti potrebbero prenderti per un povero decerebrato



            eppure

            non era ne lungo ne contorto, dove hai letto
            di

            persecuzioni?

            Mah... chissà mai dove l'ho letto. Adesso qui
            siam tutti deficienti, incapaci di capire da sé
            dove va a parare un discorso.io di deficente ne vedo uno solo

            Credilo pure, se vuoi. Ma la realtà è un'altra...e quale sarebbe la realtà?



            altra cosa, tentare di targhettare la
            giustizia

            evidenziando il modo di compiere nuove

            ingiustizie non ha senso visto che non hai
            capito

            cosa sia la giustizia, sappi che non
            riguarda
            la

            legge

            Ho capito. Tu dall'alto del tuo pulpito di PI
            stabilisci cosa è la giustizia e cosa non lo
            è.
            E 6 miliardi di persone al mondo si devono
            adeguare.e perchè dovrei deciderlo io vista l'enorme massa di persone che credono palesemente ingiusto il comportamento di stati uniti e nuova zelanda? o ti piace fare il dbunker?




            terza cosa, "La negazione della giustizia,
            ovvero

            la mancata applicazione dei criteri di è

            l'ingiustizia" così ti è più chiaro o ti
            serve
            un

            disegnino?

            No, la frase è un anacoluto inestricabile. Se
            vuoi riformularla,
            prego.no, non va riformulata perchè è perfetta così come è
            Ma non è indispensabile: la frase non l'ho
            capita,non ne dubitavo vero, ma in compenso ho capito benissimo
            che tipo sei.
            ;)visto come hai azzeccato tutto il resto permettimi di dubitarne moltissimo
          • ... scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio
            Io no, grazie.
            Forse questa domanda dovresti farla a te stesso.Scendi dal piedistallo, va'.
            Adesso qui siam tutti deficienti,
            incapaci di capire da sé
            dove va a parare un discorso.Magari non è lì che voleva andare a parare. Ci hai pensato?
          • Zack scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Leguleio


            Io no, grazie.

            Forse questa domanda dovresti farla a te stesso.

            Scendi dal piedistallo, va'.


            Adesso qui siam tutti deficienti,

            incapaci di capire da sé

            dove va a parare un discorso.

            Magari non è lì che voleva andare a parare. Ci hai pensato?Legul non pensa, lo fanno altri per lui
          • Guerra scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio

            hai problemi di comprensione del testo?

            Io no, grazie.
            Forse questa domanda dovresti farla a te stesso.non capisci e quindi dovrei porre questa domanda a mee stesso? conosci la logica?



            eppure

            non era ne lungo ne contorto, dove hai letto
            di

            persecuzioni?

            Mah... chissà mai dove l'ho letto. Adesso qui
            siam tutti deficienti, incapaci di capire da sé
            dove va a parare un discorso.non so se lo sono tutti, tu lo sei di certo

            Credilo pure, se vuoi. Ma la realtà è un'altra...portatore di verità, dicci ciò che non sappiamo



            altra cosa, tentare di targhettare la
            giustizia

            evidenziando il modo di compiere nuove

            ingiustizie non ha senso visto che non hai
            capito

            cosa sia la giustizia, sappi che non
            riguarda
            la

            legge

            Ho capito. Tu dall'alto del tuo pulpito di PI
            stabilisci cosa è la giustizia e cosa non lo
            è.
            E 6 miliardi di persone al mondo si devono
            adeguare. credi che quella che spacci tu sia giustizia?




            terza cosa, "La negazione della giustizia,
            ovvero

            la mancata applicazione dei criteri di è

            l'ingiustizia" così ti è più chiaro o ti
            serve
            un

            disegnino?

            No, la frase è un anacoluto inestricabile. Se
            vuoi riformularla,
            prego.no, è già perfetta così
            Ma non è indispensabile: la frase non l'ho
            capita, vero, ma in compenso ho capito benissimo
            che tipo sei.
            ;)ne dubito moltissimo visto che fino ad ora non hai azzeccato nulla
    • ... scrive:
      Re: le parole
      - Scritto da: Guerra
      sarebbe bene non mischiare la parola giustizia in
      questa sporca faccenda, se si dovesse parlare di
      giustizia alla sbarra dovrebbe esserci il governo
      americano e quello
      neozelandeseEsatto, solo un <b
      cieco </b
      può ignorare la completa non proporzionalità tra mezzi dispiegati, metodi utilizzati e presunto reato. L'essere ' <i
      Non supportato da accuse precise </i
      ' è il fiore all'occhiello di questa farsa che dura da ormai troppo tempo.
      • Leguleio scrive:
        Re: le parole


        sarebbe bene non mischiare la parola
        giustizia
        in

        questa sporca faccenda, se si dovesse
        parlare
        di

        giustizia alla sbarra dovrebbe esserci il
        governo

        americano e quello

        neozelandese

        Esatto, solo un <b
        cieco </b
        può
        ignorare la completa non proporzionalità tra
        mezzi dispiegati, metodi utilizzati e presunto
        reato. E quindi, è il passaggio che tu eviti abilmente di esplicitare, Kim Dotcom è innocente per quanto riguarda tutte le accuse.È ovvio: un rapinatore, uno stupratore, un assassino diventano automaticamente innocenti perché la polizia li ha picchiati durante l'arresto oppure perché il giudice per le indagini preliminari li ha tenuti in custodia cautelare troppo a lungo. Non esiste più il concetto di "reo a sua volta vittima di reati", no no: qui i reati si annichilano a vicenda: è la giustizia 2.0.
        L'essere ' <i
        Non supportato da
        accuse precise </i
        ' è il fiore
        all'occhiello di questa farsa che dura da ormai
        troppo
        tempo.Esiste un tempo massimo per far durare le farse? E chi l'ha stabilito?No, dico: il regista Roman Polansky è ancora atteso dalla giustizia Usa, deve scontare la pena:http://www.repubblica.it/spettacoli/cinema/2014/12/25/news/polanski_non_potr_tornare_negli_usa-103701140/E sono passati 36 anni. Per Kim Dotcom solo 2 e mezzo.
        • 2017 scrive:
          Re: le parole
          - Scritto da: Leguleio


          sarebbe bene non mischiare la parola

          giustizia in


          questa sporca faccenda, se si dovesse

          parlare

          di


          giustizia alla sbarra dovrebbe esserci
          il

          governo


          americano e quello


          neozelandese



          Esatto, solo un <b
          cieco </b


          può

          ignorare la completa non proporzionalità tra

          mezzi dispiegati, metodi utilizzati e
          presunto

          reato.

          E quindi, è il passaggio che tu eviti abilmente
          di esplicitare, Kim Dotcom è innocente per quanto
          riguarda tutte le accuse.
          È ovvio: un rapinatore, uno stupratore, un
          assassino diventano automaticamente innocenti
          perché la polizia li ha picchiati durante
          l'arresto oppure perché il giudice per le
          indagini preliminari li ha tenuti in custodia
          cautelare troppo a lungo. Non esiste più il
          concetto di "reo a sua volta vittima di reati",
          no no: qui i reati si annichilano a vicenda: è la
          giustizia 2.0.Sbaglio o tu stai facendo esattamente l'opposto ? Ovvero darlo per colpevole prima che la sua colpevolezza venga dimostrata ?
          • Leguleio scrive:
            Re: le parole

            Sbaglio o tu stai facendo esattamente l'opposto ?Ma cos'è esattamente l'opposto di far diventare innocente un indiziato di reato per il sol fatto che è stato trattato duramente all'arresto?A logica, direi far diventare colpevoli tutti coloro che sono stati trattati coi guanti dalla polizia. No, non sto facendo questo, se intendevi così la domanda.
            Ovvero darlo per colpevole prima che la sua
            colpevolezza venga dimostrata
            ?No, ognuno è innocente fino al terzo grado di giudizio, mi pareva un concetto talmente ovvio che era inutile enunciarlo. Il punto è che qui si tenta di fare entrare negli atti del procedimento le modalità dell'arresto, che non c'entrano <B
            nulla </B
            . Se un avvocato difensore tentasse di affrontare l'argomento al processo, il giudice lo interromperebbe subito: "Avvocato, si attenga alla materia, prego".La giustizia reale funziona così. Sarà noiosa, sarà priva di fantasia, ma è il risultato di un paio di millenni almeno di tentativi che erano ancora peggio, dall'occhio per occhio dente per dente alla faida e al guidrigildo, e passando per il linciaggio in piazza.
          • Passante scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: 2017
            - Scritto da: Leguleio
            Sbaglio o tu stai facendo esattamente l'opposto ?
            Ovvero darlo per colpevole prima che la sua
            colpevolezza venga dimostrata ?No, lui fa trolling: è un povero disperato che non sa come passare il tempo.
        • ... scrive:
          Re: le parole
          - Scritto da: Leguleio
          E quindi, è il passaggio che tu eviti abilmente
          di esplicitare, Kim Dotcom è innocente per quanto
          riguarda tutte le
          accuse.Di cosa diavolo parli???? <i
          Solo un cieco può ignorare la completa non proporzionalità tra mezzi dispiegati, metodi utilizzati e presunto reato. </i
          <b
          PUNTO. Evitiamo di inventarci cose che non ho scritto, grazie. </b
          • 2017 scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: LeguleioNota che rispondevo al leguleo, il T1000 ha incasinato il tread.

            E quindi, è il passaggio che tu eviti
            abilmente

            di esplicitare, Kim Dotcom è innocente per
            quanto

            riguarda tutte le

            accuse.

            Di cosa diavolo parli????
            <i

            Solo un cieco può ignorare la completa non
            proporzionalità tra mezzi dispiegati, metodi
            utilizzati e presunto reato. </i


            <b
            PUNTO. Evitiamo di inventarci cose che
            non ho scritto, grazie. </b

          • Leguleio scrive:
            Re: le parole


            E quindi, è il passaggio che tu eviti
            abilmente

            di esplicitare, Kim Dotcom è innocente per
            quanto

            riguarda tutte le

            accuse.

            Di cosa diavolo parli????
            <i

            Solo un cieco può ignorare la completa non
            proporzionalità tra mezzi dispiegati, metodi
            utilizzati e presunto reato. </i


            <b
            PUNTO. Evitiamo di inventarci cose che
            non ho scritto, grazie. </b
            Ah, ecco, non lo hai scritto. Meno male che me lo hai detto, non me ne ero accorto, prima. E l'arbitro è un cornuto, ma evitiamo di dire che ha fatto dei favoritismo ad una delle squadre, perché nessuno lo ha mai scritto.
          • ... scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio
            Ah, ecco, non lo hai scritto.Esatto. Quindi evita di scrivere " <i
            il passaggio che tu eviti abilmente di esplicitare </i
            " per poi cominciare a divagare su cose mai dette e mai scritte da me.Se vuoi rispondere su quanto ho scritto sei il benvenuto, se vuoi mettermi in bocca cosa mai scritte, viceversa, NON sei il benvenuto.
            ma evitiamo di dire che
            ha fatto dei favoritismo ad una delle squadre,
            perché nessuno lo ha mai
            scritto.non so di cosa tu stia parlando.Se hai delle accuse o recriminazioni precise falle, ma premurati di portare tutte le prove necessarie.La parole hanno un significato, i sottintesi fantasiosi no.
          • Leguleio scrive:
            Re: le parole

            non so di cosa tu stia parlando.
            Se hai delle accuse o recriminazioni precise
            falle, ma premurati di portare tutte le prove
            necessarie.
            La parole hanno un significato, i sottintesi
            fantasiosi
            no.Ma noooooooo, ma infaaaaaaaaaaaaatti, niente accuse."Non sono grasso, ho solo le ossa grosse".Oppure: "In quel parco non ci sono i drogati, ci sono solo le siringhe".E via andare, con le prese in giro che fanno finta di essere enunciazioni di principio. :D
          • ... scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio
            Ma noooooooo, ma infaaaaaaaaaaaaatti, niente
            accuse.
            "Non sono grasso, ho solo le ossa grosse".
            Oppure: "In quel parco non ci sono i drogati, ci
            sono solo le
            siringhe".

            E via andare, con le prese in giro che fanno
            finta di essere enunciazioni di principio.
            :Dnon so di cosa tu stia parlando.Se hai delle accuse o recriminazioni precise falle, ma premurati di portare tutte le prove necessarie.La parole hanno un significato, i sottintesi fantasiosi no.
          • Leguleio scrive:
            Re: le parole

            non so di cosa tu stia parlando.
            Se hai delle accuse o recriminazioni precise
            falle, ma premurati di portare tutte le prove
            necessarie.
            La parole hanno un significato, i sottintesi
            fantasiosi
            no.Anche la frase "c'è scritto Jo Condor?" ha un preciso significato in italiano. Per chi lo sa afferrare.
          • ... scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio
            Anche la frase "c'è scritto Jo Condor?" ha un
            preciso significato in italiano. Per chi lo sa
            afferrare.non so di cosa tu stia parlando.Se hai delle accuse o recriminazioni precise falle, ma premurati di portare tutte le prove necessarie.La parole hanno un significato, i sottintesi fantasiosi no.
          • Funz scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Leguleio


            Ah, ecco, non lo hai scritto.

            Esatto. Quindi evita di scrivere " <i
            il
            passaggio che tu eviti abilmente di esplicitare
            </i
            " per poi cominciare a divagare su
            cose mai dette e mai scritte da
            me.
            Se vuoi rispondere su quanto ho scritto sei il
            benvenuto, se vuoi mettermi in bocca cosa mai
            scritte, viceversa, NON sei il
            benvenuto.fa sempre così. Cerca di sviare il discorso infilandoci argomenti estremi che l'interlocutore non intendeva minimamente (straw man).

            ma evitiamo di dire che

            ha fatto dei favoritismo ad una delle
            squadre,

            perché nessuno lo ha mai

            scritto.

            non so di cosa tu stia parlando.
            Se hai delle accuse o recriminazioni precise
            falle, ma premurati di portare tutte le prove
            necessarie.
            La parole hanno un significato, i sottintesi
            fantasiosi
            no.Fa sempre così. Cerca di sviare il discorso citando fatti non correlati.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: le parole
            Mi ricorda quando mischiava volutamente i filtri web italiani che censurano siti web, con il sequestro :D
          • Leguleio scrive:
            Re: le parole


            Ah, ecco, non lo hai scritto.

            Esatto. Quindi evita di scrivere " <i
            il
            passaggio che tu eviti abilmente di esplicitare
            </i
            " per poi cominciare a divagare su
            cose mai dette e mai scritte da
            me.Comandi, signore.Ha un leggero sbavo di saliva sul labbro inferiore, signore.
            Se vuoi rispondere su quanto ho scritto sei il
            benvenuto, se vuoi mettermi in bocca cosa mai
            scritte, viceversa, NON sei il
            benvenuto.No, la rabbia con cui mi rispondi parla molto più chiaramente delle tue parole. Evidentemente ci ho preso."Il vetro più trasparente è meno trasparente delle tue emozioni"
            non so di cosa tu stia parlando.
            Se hai delle accuse o recriminazioni precise
            falle, ma premurati di portare tutte le prove
            necessarie.
            La parole hanno un significato, i sottintesi
            fantasiosi
            no.E quindi un gruppo andrà avanti a scrivere: " <I
            No, la polizia è sempre e comunque tenuta al rispetto della persona e della sua dignità. Ed essere aggrediti da uno stormo di elicotteri, cani e squadre d'assalto -quando tutto questo non è assolutamente necessario- è semplice abuso di potere e di mezzi. Inutile tentare d'infarcirlo in altro modo </I
            ".Sostenendo che porta avanti un discorso di tipo morale ed etico sulle buone maniere della polizia, in tutto il mondo, non solo in Nuova Zelanda.E un altro gruppo continuerà a sostenere che le motivazioni di queste prese di posizione sono altre e meno nobili, esattamente come il tifoso che parla dell'infedeltà della moglie dell'arbitro non sta trattando di diritto matrimoniale. E tu non puoi fare niente per impedire al secondo gruppo, a cui appartengo, di scrivere: la policy di PI lo permette.
          • Passante scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio
            Comandi, signore.
            Ha un leggero sbavo di saliva sul
            labbro inferiore, signore.Hey, guarda che quello è lo specchio...
          • ... scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio


            Ah, ecco, non lo hai scritto.



            Esatto. Quindi evita di scrivere " <i

            il

            passaggio che tu eviti abilmente di
            esplicitare

            </i
            " per poi cominciare a divagare su

            cose mai dette e mai scritte da

            me.

            Comandi, signore.
            Ha un leggero sbavo di saliva sul labbro
            inferiore, signore.




            Se vuoi rispondere su quanto ho scritto sei
            il

            benvenuto, se vuoi mettermi in bocca cosa mai

            scritte, viceversa, NON sei il

            benvenuto.

            No, la rabbia con cui mi rispondi parla molto più
            chiaramente delle tue parole. Evidentemente ci ho
            preso.
            "Il vetro più trasparente è meno trasparente
            delle tue
            emozioni"



            non so di cosa tu stia parlando.

            Se hai delle accuse o recriminazioni precise

            falle, ma premurati di portare tutte le prove

            necessarie.

            La parole hanno un significato, i sottintesi

            fantasiosi

            no.

            E quindi un gruppo andrà avanti a scrivere:
            " <I
            No, la polizia è sempre e comunque
            tenuta al rispetto della persona e della sua
            dignità. Ed essere aggrediti da uno stormo di
            elicotteri, cani e squadre d'assalto -quando
            tutto questo non è assolutamente necessario- è
            semplice abuso di potere e di mezzi. Inutile
            tentare d'infarcirlo in altro modo </I

            ".

            Sostenendo che porta avanti un discorso di tipo
            morale ed etico sulle buone maniere della
            polizia, in tutto il mondo, non solo in Nuova
            Zelanda.

            E un altro gruppo continuerà a sostenere che le
            motivazioni di queste prese di posizione sono
            altre e meno nobili, esattamente come il tifoso
            che parla dell'infedeltà della moglie
            dell'arbitro non sta trattando di diritto
            matrimoniale.

            E tu non puoi fare niente per impedire al secondo
            gruppo, a cui appartengo, di scrivere: la policy
            di PI lo
            permette."Consuma dentro te con la tua rabbia" (cit.).
          • Passante scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Leguleio
            "Consuma dentro te con la tua rabbia" (cit.).Più lo leggo e peggio mi sembra messo.
          • Leguleio scrive:
            Re: le parole

            "Consuma dentro te con la tua rabbia" (cit.).Quale rabbia scusa? ;)Qui quello che si indigna e scrive della frasi tutte in maiuscolo è uno solo.
          • tucumcari scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Leguleio


            Ah, ecco, non lo hai scritto.

            Esatto. Quindi evita di scrivere " <i
            il
            passaggio che tu eviti abilmente di esplicitare
            </i
            " per poi cominciare a divagare su
            cose mai dette e mai scritte da
            me.
            Se vuoi rispondere su quanto ho scritto sei il
            benvenuto, se vuoi mettermi in bocca cosa mai
            scritte, viceversa, NON sei il
            benvenuto.Tra l'altro si poteva risolvere tutta la questione con una petizone online: "volete voi che per l'arresto di Kim Dotcom vengano impiegate le forze d'assalto della NZ?". Sì No.E tutto si risolveva così.
          • Legumcari scrive:
            Re: le parole
            Ben detto Joe!
        • Guerra scrive:
          Re: le parole
          - Scritto da: Leguleio


          sarebbe bene non mischiare la parola

          giustizia

          in


          questa sporca faccenda, se si dovesse

          parlare

          di


          giustizia alla sbarra dovrebbe esserci
          il

          governo


          americano e quello


          neozelandese



          Esatto, solo un <b
          cieco </b


          può

          ignorare la completa non proporzionalità tra

          mezzi dispiegati, metodi utilizzati e
          presunto

          reato.

          E quindi, è il passaggio che tu eviti abilmente
          di esplicitare, Kim Dotcom è innocente per quanto
          riguarda tutte le
          accuse.dimentichi una cosa importante, sta nella carta dei diritti dell'uomo, sono diritti universali anche se ominidi come te lo dimenticano, tutti sono innocenti fino a prova contraria
        • prova123 scrive:
          Re: le parole
          Se Polansky fosse stato un nero porco negro (stiamo parlando degli USA) gli avrebbero sparato a vista senza lasciare trascorrere 36 anni e tantomeno attendere l'esito del processo che si sarebbe svolto entro le 24 ore ...
        • ... scrive:
          Re: le parole
          - Scritto da: Leguleio
          Non esiste più il concetto
          di "reo a sua volta vittima di reati",
          no no: qui i reati si annichilano a vicenda:
          è la giustizia 2.0.E perché no?Se si sono subiti dei reati, allora è ragionevole che si venga in qualche modo "risarciti" per quel che si è subito.Tale "risarcimento" andrà quindi a compensare l'eventuale punizione per i reati commessi, diminuendola o annullandola del tutto.
          • Leguleio scrive:
            Re: le parole

            E perché no?
            Se si sono subiti dei reati, allora è ragionevole
            che si venga in qualche modo "risarciti" per quel
            che si è
            subito.
            Tale "risarcimento" andrà quindi a compensare
            l'eventuale punizione per i reati commessi,
            diminuendola o annullandola del
            tutto.Sogna pure i tribunali di Topolinia o Paperopoli.Nel mondo reale non ha mai funzionato così, e mai funzionerà.
          • pico de paperis scrive:
            Re: le parole
            Nel mondo reale (usa) se ti presenti con un mandato senza scritto sopra il capo di accusa non solo il giudice si rotola a terra dalle risate... ma il procuratore lo appendono (appena il giudice ha finito di ridere e se non gli è preso un coccolone) per le palle all'asta della bandiera sulla soglia del tribunale stesso.Quanto al mondo reale italico invece se un ipotetico FBI si presenta alla porta di casa mia gli posso al massimo offrire uno scotch (sempre che sia simpatico) e poi posso spiegargli perché secondo me è meglio del Burbon
          • Leguleio scrive:
            Re: le parole
            Sogna, sogna. :D
          • Il piu cretino dei tre scrive:
            Re: le parole
            Non è un sogno si chiama "Habeas corpus" qui quello che sta sognando sei tu.
          • tucumcari scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Il piu cretino dei tre
            Non è un sogno si chiama "Habeas corpus" qui
            quello che sta sognando sei
            tu.Ma poi voglio dire: si faceva una petizione online per sapere se alla gente piace o no che la polizia si comporta in un certo modo, e la polizia fa quello che il popolo desidera.Tante polemiche per un problema semplice... :
          • ... scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: Il piu cretino dei tre

            Non è un sogno si chiama "Habeas corpus" qui

            quello che sta sognando sei

            tu.

            Ma poi voglio dire: si faceva una petizione
            online per sapere se alla gente piace o no che la
            polizia si comporta in un certo modo, e la
            polizia fa quello che il popolo
            desidera.
            Tante polemiche per un problema semplice... :http://www.infoaut.org/index.php/blog/editoriali/item/13596-se-muoiono-due-poliziotti
        • webwizard scrive:
          Re: le parole
          - Scritto da: Leguleio
          È ovvio: un rapinatore, uno stupratore, un
          assassino diventano automaticamente innocenti
          perché la polizia li ha picchiati durante
          l'arresto oppure perché il giudice per le
          indagini preliminari li ha tenuti in custodia
          cautelare troppo a lungo. Non esiste più il
          concetto di "reo a sua volta vittima di reati",
          no no: qui i reati si annichilano a vicenda: è la
          giustizia 2.0.Beh è sulla base di questi vizi di forma che O. J. Simpson l'ha sfangata... è l'America...



          Esiste un tempo massimo per far durare le farse?
          E chi l'ha stabilito?
          No, dico: il regista Roman Polansky è ancora
          atteso dalla giustizia Usa, deve scontare la
          pena:
          http://www.repubblica.it/spettacoli/cinema/2014/12

          E sono passati 36 anni. Per Kim Dotcom solo 2 e
          mezzo.Quello succede dappertutto. Però, Legu, siamo onesti: un raid in stile cartello colombiano per quattro hard disk è davvero eccessivo. Vabbé che negli States, prima di bussare, ti sfondano la porta con l'ariete, ma cavolo...Poi, siamo seri, capisco il cavillo giuridico, ma avere un mandato senza le accuse sopra non è proprio un "tecnicismo" di basso livello. Ci sarebbe pura da discutere sul fatto che l'FBI faccia raid su suolo straniero: alla fine, se c'è in ballo qualcosa, a me risulta che si debba sempre passare per rogatoria. Non è che se mi bussa alla porta l'Agente Smith io sia obbligato ad aprirgli, non funziona così (o almeno non dovrebbe: poi tra Australia e Nuova Zelanda, non è che siano legislativamente troppo giusti di testa...)
          • Leguleio scrive:
            Re: le parole


            È ovvio: un rapinatore, uno stupratore,
            un

            assassino diventano automaticamente innocenti

            perché la polizia li ha picchiati durante

            l'arresto oppure perché il giudice per le

            indagini preliminari li ha tenuti in custodia

            cautelare troppo a lungo. Non esiste più il

            concetto di "reo a sua volta vittima di
            reati",

            no no: qui i reati si annichilano a vicenda:
            è
            la

            giustizia 2.0.

            Beh è sulla base di questi vizi di forma che O.
            J. Simpson l'ha sfangata... è
            l'America...Sì e no: O.J.Simpson è stato assolto perché il principale teste dell'accusa, un razzista, aveva falsificato le prove. Alla fine venne condannato lui, in tribunale non si bara.Ben diverso sarebbe stato se O.J. Simpson fosse stato assolto perché la polizia, nel tentare di catturarlo, avesse usato un numero eccessivo di uomini, oppure armi automatiche d'assalto, e se ben ricordo accadde proprio così. Lì credo ci sarebbero state rivolte nei quartieri bianchi. :)

            Esiste un tempo massimo per far durare le
            farse?

            E chi l'ha stabilito?

            No, dico: il regista Roman Polansky è ancora

            atteso dalla giustizia Usa, deve scontare la

            pena:


            http://www.repubblica.it/spettacoli/cinema/2014/12



            E sono passati 36 anni. Per Kim Dotcom solo
            2
            e

            mezzo.

            Quello succede dappertutto. Però, Legu, siamo
            onesti: un raid in stile cartello colombiano per
            quattro hard disk è davvero eccessivo. Si chiama discrezionalità della polizia.E ripeto, è imbarazzante che si scopra solo quando riguarda sé stessi, oppure il proprio beniamino. Ma dove avete vissuto fino ad oggi?!?È sempre andata così. Avvengono proteste di piazza contro la polizia, anche in Nuova Zelanda, ma non ne ho mai sentite di organizzate per il fatto che sono stati usati elicotteri o squadre d'assalto.In fondo è anche normale: la popolazione comune va mai a fare manifestazioni per insegnare ai chirurghi come operare? Oppure ai fiorai come recidere il gambo delle orchidee? Sono scelte professionali su cui la popolazione generale non ha voce in capitolo.
            Poi, siamo seri, capisco il cavillo giuridico, ma
            avere un mandato senza le accuse sopra non è
            proprio un "tecnicismo" di basso livello. Le accuse erano vaghe, non è che fossero assenti.In tutto il mondo è così, da sempre: un mandato di perquisizione, o decreto di perquisisione come si chima in Italia, viene emesso per cercare prove e oggetti del reato. Se queste prove e questi oggetti la polizia li ha già, è superfluo perquisire, ti pare?Una perquisizione a casa non è mica un'ammissione di colpevolezza.
            Ci
            sarebbe pura da discutere sul fatto che l'FBI
            faccia raid su suolo straniero: Se le forze di intervento tedesche possono agire in suolo svizzero:http://bazonline.ch/basel/stadt/Ohne-deutsche-Polizisten-geht-es-nicht/story/19140352le forze di intervento Usa possono agire sul suolo neozelandese.A meno che esista una convenzione internazionale che lo proibisce, e che io non conosco.
          • Legumcari scrive:
            Re: le parole
            [img]http://c.punto-informatico.it/l/community/avatar/2a6d5a999222e9054394a00680105bba/Avatar.JPG[/img][img]http://c.punto-informatico.it/l/community/avatar/bcb490c7a4c1bb6f31d73806ed5214e3/Avatar.JPG[/img]Ben detto Joe!
    • qwerty scrive:
      Re: le parole
      - Scritto da: Guerra
      sarebbe bene non mischiare la parola giustizia in
      questa sporca faccenda, se si dovesse parlare di
      giustizia alla sbarra dovrebbe esserci il governo
      americano e quello
      neozelandeseRaid con assetto antisommossa ed elicotteri in quello stile non si vedono nemmeno contro i vertici dei narcotrafficanti o delle cupole.E' imbarazzante che esista qualcuno che li giustifichi per un presunto reato di copyright.
      • Leguleio scrive:
        Re: le parole


        sarebbe bene non mischiare la parola
        giustizia
        in

        questa sporca faccenda, se si dovesse
        parlare
        di

        giustizia alla sbarra dovrebbe esserci il
        governo

        americano e quello

        neozelandese

        Raid con assetto antisommossa ed elicotteri in
        quello stile non si vedono nemmeno contro i
        vertici dei narcotrafficanti o delle
        cupole.Si vedono eccome, e da trenta anni.[img]http://www.repubblica.it/images/2010/11/28/150543695-310e18cb-666e-4e74-a6ac-4baa5062cb71.jpg[/img]Solo che non ne parla PI, non è la sua materia. Ciò che non riguarda l'informatica, per molti commentatori appassionati di informatica, semplicemente non esiste. ;)
        E' imbarazzante che esista qualcuno che li
        giustifichi per un presunto reato di
        copyright.Perché presunto? La violazione del diritto d'autore è reato dal Settecento, in Europa. E per riflesso, nelle zone come la Nuova Zelanda e gli Usa, un tempo soggette a potenze europee.Di "presunto" io non vedo nulla. Kim Dotcom è presunto innocente, quello è sottinteso, ma ciò nulla ha a che vedere con la sentenza di questi giorni.
        • qwerty scrive:
          Re: le parole
          - Scritto da: Leguleio
          Si vedono eccome, e da trenta anni.

          [img]http://www.repubblica.it/images/2010/11/28/15Non vedo gli elicotteri.Puoi cercare un'immagine in cui si vedono?
          Solo che non ne parla PI, non è la sua materia.infatti, fino a prova contraria i reati di copyright non necessitano di raid in elicottero.A qualcuno sfugge la proprozionalità.
          Perché presunto? La violazione del diritto
          d'autore è reato dal Settecento, in Europa. sì, ma allora gli elicotteri erano ancora agli albori.
          • Leguleio scrive:
            Re: le parole


            Si vedono eccome, e da trenta anni.




            [img]http://www.repubblica.it/images/2010/11/28/15

            Non vedo gli elicotteri.
            Puoi cercare un'immagine in cui si vedono?Ecco:[img]http://www.insightcrime.org/images/articlesk2/c5a175aba0379f53147c206dbc1c8dac.jpg[/img]

            Solo che non ne parla PI, non è la sua
            materia.

            infatti, fino a prova contraria i reati di
            copyright non necessitano di raid in
            elicottero.Insomma, stabilisci tu cosa debbano o possano fare le autorità di Paesi esteri a seconda del reato da perseguire.E poi cosa? Insegni a Obama a fare il presidente Usa?
          • qwerty scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio
            Insomma, stabilisci tu cosa debbano o possano
            fare le autorità di Paesi esteri a seconda del
            reato da
            perseguire.Loro possono fare quello che vogliono, io sono libero di giudicarli.Stai forse dicendo che NON POSSO GIUDICARLI?
          • Leguleio scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: qwerty
            - Scritto da: Leguleio



            Insomma, stabilisci tu cosa debbano o possano

            fare le autorità di Paesi esteri a seconda
            del

            reato da

            perseguire.


            Loro possono fare quello che vogliono, io sono
            libero di
            giudicarli.
            Stai forse dicendo che NON POSSO GIUDICARLI?Non era assolutamente questo il tenore del tuo intervento iniziale, che ricopio:" <I
            Raid con assetto antisommossa ed elicotteri in quello stile non si vedono nemmeno contro i vertici dei narcotrafficanti o delle cupole.E' imbarazzante che esista qualcuno che li giustifichi per un presunto reato di copyright </I
            ".Altro che giudizio: qui c'è un pregiudizio per il solo fatto che si mette sotto processo Dotcom, e niente di più.
          • qwerty scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio
            Non era assolutamente questo il tenore del tuo
            intervento inizialeE questi chi lo stabilisce? tu?
            " <I
            Raid con assetto antisommossa ed
            elicotteri in quello stile non si vedono nemmeno
            contro i vertici dei narcotrafficanti o delle
            cupole.
            E' imbarazzante che esista qualcuno che li
            giustifichi per un presunto reato di copyright
            </I

            ".

            Altro che giudizio: qui c'è un pregiudizio per il
            solo fatto che si mette sotto processo Dotcom, e
            niente di
            più.Il pregiudizio è per la modalità, mi sembra che sia stato detto e ripetuto un numero abbastanza elevato di volte.E' chiaro anche a te ora?
          • 2018 scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio
            E poi cosa? Insegni a Obama a fare il presidente
            Usa?Non dare agli altri.C'è solo uno qui che si erge ad insegnate ed è quello ce l'ha disegnato nel suo avatar.
          • Leguleio scrive:
            Re: le parole


            Si vedono eccome, e da trenta anni.




            [img]http://www.repubblica.it/images/2010/11/28/15

            Non vedo gli elicotteri.
            Puoi cercare un'immagine in cui si vedono?Allora, l'immagine è tratta da questa galleria fotografica:http://www.repubblica.it/esteri/2010/11/28/foto/rio_assalto_alle_favelas_dei_narcos-9602775/1/#1Dalla didascalia leggo:«Al raid hanno partecipato circa 2600 paracadutisti, tiratori scelti, componenti dei reparti di assalto della polizia e agenti militari sostenuti da blindati ed <B
            elicotteri </B
            ». (grassetto mio)Per vedere questi elicotteri in azione, bisogna andare su un video de El Pais:http://internacional.elpais.com/internacional/2013/05/07/actualidad/1367914250_712020.html

            Solo che non ne parla PI, non è la sua
            materia.

            infatti, fino a prova contraria i reati di
            copyright non necessitano di raid in
            elicottero.
            A qualcuno sfugge la proprozionalità.Ah, una questione di scottante proporzionalità, vero?!? ;)In Nevada, Stati Uniti, si può essere condannati all'ergastolo senza rilascio sulla parola per semplice violenza sessuale, nei casi gravi. È già accaduto.Ecco, se proprio vuoi combattere una crociata contro le sproporzionalità delle pene nel mondo, e non contro la sproporzione di mezzi impiegati per un arresto, che francamente mi paiono frivoli, perché non cominci dal Nevada?

            Perché presunto? La violazione del diritto

            d'autore è reato dal Settecento, in Europa.

            sì, ma allora gli elicotteri erano ancora agli
            albori.Non erano ancora stati inventati. Ma le cause contro i trasgressori della legge c'erano anche allora; questa è del 1710:http://btlj.org/data/articles/25_3/1247-1350%20Gomez-Arostegui%20051811.pdf
          • pico de paperis scrive:
            Re: le parole
            E la guardia nazionale ?I pompieri ? La Nimiz? E la sesta flotta?Perché no dopo tutto si tratta di sequestrare a un panzone dei files (tra 'altro pluricondannato e arrestato con panzer e teste di cuoio) in Germania o no? Oddio è vero che potrebbe ( dico potrebbe ) sembrare un pelo esagerato per sequestrare dei bit (armatissimi e pericolosissimi) del resto in effetti a qualcuno può sembrare strano dato che abbiamo visto da poco in TV che un paio di banalissimi carabinieri hanno arrestato un ex NAR e ex magazziniere delle armi della banda della Magliana. Certo magari non è pericoloso come i bit ma però è meno noioso i bit duppalle sempre li a dire zero uno zero zero uno uno zero.... 'na noooiaaaaa!!!
          • pico de paperis scrive:
            Re: le parole
            Ah, e dimenticavo, c'è anche il Comintern e la Terza Internazionale. (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Il piu cretino dei tre scrive:
            Re: le parole
            Già bisognerebbe informare i due banalissimi e economicissimi carabinieri. Che ne dici?
          • qwerty scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio
            Per vedere questi elicotteri in azione, bisogna
            andare su un video de El
            Pais:Riguarda narcotrafficanti, in un intero quartiere famoso per il disprezzo per le leggi e per la vita, dove potevi comprare un assassino per un dollaro.C'è proporzionalità eccome, anzi era l'unica maniera per fare qualcosa.Nel caso di dotcom non c'è proporzionalità e a nessuno interessa se era legittimato. Alla gente interessa se c'è del buon senso dietro.Nel caso di dotcom non c'è buon senso. E chi lo stabilisce? CAPITAN OVVIO LO STABILISCE.E' palesemente un intervento di tipo spettacolare proprio allo scopo di far parlare di sè. Puoi far finta di non vederlo ma non puoi cercare di far fessi gli interlocutori, non ci cascano.
            In Nevada, Stati Uniti, si può essere condannati
            all'ergastolo senza rilascio sulla parola per
            semplice violenza sessuale, nei casi gravi.
            È già
            accaduto.Sto commentando l'articolo di dotcom, piantala di divagare.
            Ecco, se proprio vuoi combattere una crociata
            contro le sproporzionalità delle pene nel mondo,
            e non contro la sproporzione di mezzi impiegati
            per un arresto, che francamente mi paiono
            frivoli, perché non cominci dal
            Nevada?perchè l'articolo parla di dotcom ed io commento la sua vicenda.Che cosa non ti è chiaro?
          • Leguleio scrive:
            Re: le parole


            Per vedere questi elicotteri in azione,
            bisogna

            andare su un video de El

            Pais:

            Riguarda narcotrafficanti, in un intero quartiere
            famoso per il disprezzo per le leggi e per la
            vita, dove potevi comprare un assassino per un
            dollaro.Tua affermazine due commenti fa:" <I
            Raid con assetto antisommossa ed elicotteri in quello stile non si vedono nemmeno contro i vertici dei narcotrafficanti o delle cupole. </I
            "Segue la mia smentita, con link.Buon bagno di realtà.
          • qwerty scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio
            Tua affermazine due commenti fa:

            " <I
            Raid con assetto antisommossa ed
            elicotteri in quello stile non si vedono nemmeno
            contro i vertici dei narcotrafficanti o delle
            cupole. </I

            "

            Segue la mia smentita, con link.E adesso puoi andare sul sito della treccani a cercare il significato di 'iperbole'.
            Buon bagno di realtà.è tutto quello che hai da dire?
          • Leguleio scrive:
            Re: le parole
            C'è proprio gente che non sa perdere. Hai altre iperboli da proporre?Suggerimenti: "Nessuno è mai stato arrestato per avere scaricato film dal web"."Per nessuno prima di Assange è mai stato avanzata una richiesta di estradizione dalla Svezia per violenza sessuale"."Nessuno ha mai avuto una condanna tanto pesante per un reato da quattro soldi come quello compiuto da Bradley Manning".Sono anni che correggo queste "iperboli" qui su PI. :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 30 dicembre 2014 18.49-----------------------------------------------------------
          • qwerty scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio
            C'è proprio gente che non sa perdere. Chi avrebbe perso cosa?
            Hai altre iperboli da proporre?Non hai capito quella dei narcos, quindi no. Ripassa prima quella.
          • qwerty scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio
            C'è proprio gente che non sa perdere. tipo quelli che segnalano i messaggi?
            Hai altre iperboli da proporre?"nemmeno in guerra si fanno quei raid".Ti piace di più o adesso corri a cercare ua foto con gli elicotteri che attaccano in una guerra?quanto ai tuoi personali screzi con utenti di PI da anni, perchè a me dovrebbe interessare? Tieniteli pure per te.
          • ... scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio
            Sono anni che correggo queste "iperboli" qui su
            PI.Certo.Come quando corregesti un utente che notò che nei nuovi caratteri elettronici c'era la cacchina di Arale, ma tu lo liquidasti perchè " <i
            i giapponesi non conoscono Arale </i
            ".Forse la più grande BAGGIANATA mai scritta in tutta internet da quando è nato, ma, suvvia, sarà stata un'iperbole anche quella! Anzi un ramo di iperbole!
          • Leguleio scrive:
            Re: le parole
            L'iperbole... ora anche questa mi tocca sentire. Io non scomoderei concetti così raffinati e presi a prestito dalla teoria letteraria come lo sono le figure retoriche. Ciò che è appena accaduto è un concetto molto più terra-terra, nei dizionari viene chiamato "figuraccia".
          • ... scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio
            Ciò che è appena accaduto è
            un concetto molto più terra-terra, nei dizionari
            viene chiamato
            "figuraccia".sì la figuraccia di non capire un'iperbole."Consuma dentro te con la tua rabbia" (cit.).
          • Leguleio scrive:
            Re: le parole

            sì la figuraccia di non capire un'iperbole.
            "Consuma dentro te con la tua rabbia" (cit.).L'hai già scritto qui, http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4207766&m=4209493#p4209493dopo un po' è stucchevole.
          • ... scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio

            sì la figuraccia di non capire un'iperbole.

            "Consuma dentro te con la tua rabbia" (cit.).

            L'hai già scritto qui,

            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4207766&m=420

            dopo un po' è stucchevole.ma l'account 'tucumcari' te l'hanno bannato? di solito per trollare usi quello.
          • ... scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio
            L'iperbole... ora anche questa mi tocca sentire.

            Io non scomoderei concetti così raffinati e presi
            a prestito dalla teoria letteraria come lo sono
            le figure retoriche. Ciò che è appena accaduto è
            un concetto molto più terra-terra, nei dizionari
            viene chiamato
            "figuraccia".Ma tu hai idea di cosa significhi 'far galoppare' nel contesto dei forum?Fatti un ricerca e ne scoprirai delle belle.
          • Leguleio scrive:
            Re: le parole

            Ma tu hai idea di cosa significhi 'far galoppare'
            nel contesto dei
            forum?No.
            Fatti un ricerca e ne scoprirai delle belle.Spiegalo tu con parole tue.
          • ... scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio

            Ma tu hai idea di cosa significhi 'far
            galoppare'

            nel contesto dei

            forum?

            No.meglio così :D
          • ... scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio


            Per vedere questi elicotteri in azione,

            bisogna


            andare su un video de El


            Pais:



            Riguarda narcotrafficanti, in un intero
            quartiere

            famoso per il disprezzo per le leggi e per la

            vita, dove potevi comprare un assassino per
            un

            dollaro.


            Tua affermazine due commenti fa:

            " <I
            Raid con assetto antisommossa ed
            elicotteri in quello stile non si vedono nemmeno
            contro i vertici dei narcotrafficanti o delle
            cupole. </I

            "

            Segue la mia smentita, con link.
            Buon bagno di realtà.te l'hanno spiegato poi cosa significa 'far galoppare'?
          • ... scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio
            Segue la mia smentita, con link.
            Buon bagno di realtà.adoro quando scalpiti :D
          • ... scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio
            Tua affermazine due commenti fa:

            " <I
            Raid con assetto antisommossa ed
            elicotteri in quello stile non si vedono nemmeno
            contro i vertici dei narcotrafficanti o delle
            cupole. </I

            "

            Segue la mia smentita, con link.
            Buon bagno di realtà.Ma davvero tu non hai capito che era un'iperbole? (rotfl)Davvero pensi che la gente non si aspetti interventi armati e duri quando il caso lo richiede, viceversa di profilo ben più basso quando i reati sono di gravità infinitamente inferiore e il rischio di colpi di testa è nullo (famiglia benestante con figli piccoli e moglie incinta)?E' questo che stai cercando di dire?Sul serio?
          • tucumcari scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Leguleio


            Tua affermazine due commenti fa:



            " <I
            Raid con assetto antisommossa ed

            elicotteri in quello stile non si vedono
            nemmeno

            contro i vertici dei narcotrafficanti o delle

            cupole. </I


            "



            Segue la mia smentita, con link.

            Buon bagno di realtà.

            Ma davvero tu non hai capito che era un'iperbole?
            (rotfl)E se non era un'iperbole era un'antifrasi. E se non era un'antifrasi era una reticenza. E se non era una reticenza era un'antonomasia vossianica.Vedi bene, con tutti i modi in cui si poteva interpretare la frase lui è andato a prendere proprio quello sbagliato, il significato letterale. :(
            Davvero pensi che la gente non si aspetti
            interventi armati e duri quando il caso lo
            richiede, viceversa di profilo ben più basso
            quando i reati sono di gravità infinitamente
            inferiore e il rischio di colpi di testa è nullo
            (famiglia benestante con figli piccoli e moglie
            incinta)?Gente nel senso del mensile della Rusconi:http://www.abbonationline.it/scheda-prodotto.html#289Non so se ha una posizione ben definita sulla pirateria informatica... si occupa di temi della famiglia.
            E' questo che stai cercando di dire?
            Sul serio?Sull'adda. (rotfl)
          • qwerty scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Leguleio
            Tua affermazine due commenti fa:

            " <I
            Raid con assetto antisommossa ed
            elicotteri in quello stile non si vedono nemmeno
            contro i vertici dei narcotrafficanti o delle
            cupole. </I

            "

            Segue la mia smentita, con link.
            Buon bagno di realtà.Ma davvero tu non hai capito che era un'iperbole? (rotfl)Davvero pensi che la gente non si aspetti interventi armati e duri quando il caso lo richiede, viceversa di profilo ben più basso quando i reati sono di gravità infinitamente inferiore e il rischio di colpi di testa è nullo (famiglia benestante con figli piccoli e moglie incinta)?E' questo che stai cercando di dire?Sul serio?
      • Oramai scrive:
        Re: le parole


        Raid con assetto antisommossa ed elicotteri in
        quello stile non si vedono nemmeno contro i
        vertici dei narcotrafficanti o delle
        cupole.
        E' imbarazzante che esista qualcuno che li
        giustifichi per un presunto reato di
        copyright.Però se ragioni un attimo non è che kim dotcom abitasse in un condominio a Milano, ha una tenuta enorme ed in un paese con bassa densità abitativ, cioè non che mi puoi partire con un'auto della polizia, suonare al cancello ed aspettare che si apri, dai su... quello era già scappato da un pezzo.Il raid probabilmente è stato studiato perché volevano prenderlo e la superficie della zona era molto estesa, terreno e casa compresi, se era in miniappartamento a Milano non usavano elicotteri e neppure molti uomini.Ed ancora, aggiungo, gli elicotteri possono essere molto utili nel caso di pericolo di fuga con mezzi fuoristrada o via acqua, non so se la tenuta di kingdotcom aveva anche accesso a fiumi/mare ecc.Secondo me se ci pensi sono questi i motivi.
        • Oramai scrive:
          Re: le parole


          Meno pericoloso fuggitivo che al suo posto a
          manovrare gli avvocati non pensi ? Se lo scopo
          era chiudere Mega l'avrebbero ottenuto, così non
          l'hanno
          ottenuti.Non ho capito nulla di quello che hai scritto

          Non mi risulta sia finito dentro e a te ?
          Lo hanno rilasciato infatti

          Serviva un sistema chiassoso, dimentichi che
          megaupload aveva sfidato l'infdustria musicare
          qualche mese prima
          ?Ma allora era per far prendere paura a lui o a chi? continuo a non capire

          Tanto mica pagano loro la benza degli elicotteri
          E manco io


          Si, in effetti questa tua ipotesi regge molto

          più della mia, cambio idea allora, era per

          fargli paura.

          Non solo a lui, ma anche a quei cantanti che si
          erano uniti a lui nel famoso videi di sfida alle
          major che era stato lanciato un pò di mesetti
          prima.Guarda, tutto quello che vuoi, io non entro nel merito di Dotcom e dei motivi del suo arresto ecc ecc, ho solo dato un senso logico a quello spiegamento di forze, e secondo me il mio ragionamento regge. Io non credo che un comandante della polizia faccia i ragionamenti "meglio farlo scappare/megli lasciarlo libero" quando riceve un ordine di catturare qualcuno, cerca solo di compiere il suo ordine, io credo che vista la situazione hanno trovato quelle risorse necessarie.Prendi questo ad esempio: https://www.youtube.com/watch?v=T0MfdOtVGrsè innocente fino prova contraria no? Per prenderlo, viste le esigenze, du emacchine e qualche appostamento, però sono scesi con mitra e pistole in mano, puntate addosso. Staimo parlando di Italia ovviamente. Io credo semplicemente che per l'arresto di dotcom le condizioni erano diverse, inoltre l'articolo parla appunto di come abbiano detto che il raid era legale, quindi di cosa stiamo parlando? non crediamo più a nessuno? ok
          • Oramai scrive:
            Re: le parole


            Si sta parlando del metodo, non si mette in
            dubbio la legalità del raid o meno, ci si chiede
            come mai sia stato fatto in un modo piuttosto che
            in un
            altro.Ok, adesso è chiaro quello che volevi dire.Riassumo la mia idea: c'era un tipo con pericolo di fuga da prendere (che la fuga convenga o meno non interessa alla polizia ma alla politica o altri portatori di interesse casomai), c'è una tenuta molto grande, c'è l'occasione per fare una esercitazione (il tipo da prendere non è "pericoloso" in senso di armi, sparatorie ecc, ma la velocità era importante per evitare che cancellasse dati, prove ecc)... l'hanno fatto.Forse la mia visione è semplicistica, ma a volte la cosa più semplice è anche quella più corretta.Parlo puramente della modalità di arresto, non altro. Una volta fatte perquisizione, sequestri ecc ecc, si è rilasciato dotcom, è normale perché a quel punto quello che potevano acquisire lo avevano già preso.
          • Amiga scrive:
            Re: le parole
            - Scritto da: Oramai

            Si sta parlando del metodo, non si

            mette in dubbio la legalità del raid

            o meno, ci sichiede come mai sia stato

            fatto in un modo piuttosto che in un

            altro.
            Ok, adesso è chiaro quello che volevi dire.bene :)
            Riassumo la mia idea: c'era un tipo con pericolo
            di fuga da prendere (che la fuga convenga o meno
            non interessa alla polizia ma alla politica o
            altri portatori di interesse casomai), c'è una
            tenuta molto grande, c'è l'occasione per fare una
            esercitazione (il tipo da prendere non è
            "pericoloso" in senso di armi, sparatorie ecc, ma
            la velocità era importante per evitare che
            cancellasse dati, prove ecc)... l'hanno fatto.Ecco, questa cosa di cancellare le prove in effetti potrebbe in parte giustificare un assalto improvviso che avesse lo scopo di bloccarlo rapidamente per impedirgli di far partire eventuali procedure automatiche di autodistruzione.
Chiudi i commenti