VIA cova il PC-TV da taschino

Il nuovo microPC è la scommessa del produttore taiwanese per rivoluzionare le TV e il Web 2.0 mobili

Taipei – Si chiama MTube e, secondo VIA , si tratta del PC x86 più compatto al mondo. Il nuovo gingillo hi-tech, mostrato per la prima volta lo scorso ottobre e apparso fugacemente anche al CES 2008, è uno dei primi PC basati sul giovane form factor Mobile-ITX di VIA, che consente di costruire schede madri più piccole di una carta di credito (7,5 x 4,5 cm).

Il micro computer taiwanese ha all’incirca lo stesso volume di uno smartphone (seppure la forma sia quadrata invece che rettangolare) e un peso leggermente superiore (150 grammi), ma non dispone di una tastiera: ogni interazione con il dispositivo è delegata ad un’ interfaccia touch-screen – che si avvale di uno schermo da 2,8 pollici con risoluzione VGA (640 x 480 punti) – e ad un motore di riconoscimento vocale integrato, utilizzabile in alternativa alla classica tastiera virtuale per impartire comandi o scrivere messaggi di testo.

VIA MTube MTube si fonda sulla tecnologia dei PC, ed è pienamente compatibile con l’architettura x86, ma il suo target è più “consumer” rispetto a quello di un tipico UMPC : VIA afferma che MTube appartiene ad una nuova classe di dispositivi, che l’azienda chiama Internet Media Player , pensati per ricevere e registrare i programmi TV , riprodurre i video online e comunicare. La ricezione dei canali televisivi può avvenire sia attraverso il decoder DVB-T integrato sia attraverso Internet, utilizzando connessioni WiFi, WiMAX o CDMA (opzionale). Grazie poi all’ inclusione di Firefox , e al supporto al Web 2.0, gli utenti sono in grado di accedere a portali come YouTube (a cui il nome “MTube” sembra un chiaro riferimento) o a servizi come Google Maps.

Seppure manchi delle funzionalità di telefonia cellulare (il modulo CDMA opzionale viene utilizzato esclusivamente per le connessioni dati), MTube può essere utilizzato con programmi come Gizmo e Skype per effettuare chiamate audio/video via Internet , anche in modalità multicast. Ciò è possibile grazie al microfono e alla minuscola webcam integrati nel dispositivo.

Il sistema operativo che gira su MTube poggia sul kernel di Linux , ma per il momento non è dato sapere se derivi da una distribuzione preesistente e quale interfaccia grafica adotti.

Sotto la colorata cover di MTube batte un processore C7-M a 1 GHz affiancato dal chipset con grafica integrata CX700, da un disco a stato solido da 8 GB , da uno o più moduli wireless e da un controller Ethernet. L’autonomia della batteria viene dichiarata intorno alle 4 ore .

È presto per dire se MTube, oggi un prototipo, diventerà un prodotto commerciale, ma una cosa è certa: con questo tipo di device VIA intende dimostrare che l’architettura x86, grazie alla propria piattaforma ultramobile, è finalmente in grado di rivaleggiare – per dimensioni, consumi e performance – con l’architettura ARM oggi alla base della stragrande maggioranza dei dispositivi mobili sul mercato (smartphone, PDA, player portatili ecc.).

Di seguito il video promozionale di MTube.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Giuseppe Rossi scrive:
    Si sono fatti l'attentato da soli
    Così adesso hanno il mezzo per creare un mondo tipo 1984 degno della fantasia di Orwell.Il problema è che tutto questo sistema è rigirabile anche verso chi non la pensa come te... Chi sono i terroristi, anche i tuoi concittadini che non la pensano come te ?Facile prevedere le implicazioni e il destino di questo sistema.
    • Mc Laden scrive:
      Re: Si sono fatti l'attentato da soli
      - Scritto da: Giuseppe Rossi
      Così adesso hanno il mezzo per creare un mondo
      tipo 1984 degno della fantasia di
      Orwell.
      Il problema è che tutto questo sistema è
      rigirabile anche verso chi non la pensa come
      te... Chi sono i terroristi, anche i tuoi
      concittadini che non la pensano come te
      ?
      Facile prevedere le implicazioni e il destino di
      questo
      sistema.UNA GRANDE GUERRA
  • Pablo scrive:
    La piovra antiterrorismo
    L'eccesso di informazioni intaserà tutto il sistema di raccolta perchè comunque le informazioni devono essere vagliate per distinguere quelle che veramente hanno un valore.Tutto ciò richiede tempo e molte informazioni per essere efficaci devono essere vagliata in breve tempo, esempio un informazione importante può essere tale solo per alqune ore dopo è inutile.Tutto ciò è già successo tempo addietro vedi 11/09.Il miglior sistema di raccolta rimane sempre quello sul campo!
  • Number Six scrive:
    La storia si ripete...
    "...La mia previsione è che si perderà un sacco di tempo finché non succederà qualcosa di terribile"Mi sembra di ricordare lo stralcio del PNAC che parlava di una eventuale nuova Pearl Harbour...Secondo me - attentato(provvidenziale) all'america/guerra all'iran/inasprimento delle leggi e poi...brrrrrrr rabbbrividiamo...
    • test scrive:
      Re: La storia si ripete...
      attentato programmato..guerra all'iran...no.. non credo, piuttosto se proprio vogliamo parlare di fanta-politica, direi che si potrebbero concentrare su un'altro potenziale nemico, la cina. Le avvisaglie ci sono tutte, qualche attacco i rossi l'hanno già portato a termine, direi che l'america non si vuole fare trovare con le braghe calate. Quindi paradossalmente per combatterlo si stanno armando delle sue stesse armi super invasive nella privacy dei cittadini. Che sia l'inizio di un nuovo McCartismo?
      • nanashi san scrive:
        Re: La storia si ripete...
        e' molto semplice, si stanno attrezzando per creare uno stato di polizia e impedire un tracollo sociale quando il petrolio iniziera' a costare veramente tanto e la recessione in arrivo degenerera' nella superinflazione.
  • wtc scrive:
    Nuovo 11 settembre
    La gente si è stufata o assuefatta e non crede più alle loro farneticazioni e nessuno ha più paura del terrorista cattivo, perché nessuno ha più gli occhi foderati di bandierine americane come sei anni fa.Questi stanno preparando un nuovo 11 settembre per dare la mazzata definitiva alle libertà civili in tutto il mondo.
  • Franz87 scrive:
    Anti o Terroristi?
    quanti di voi già vedono cospirazioni per cui gli stessi stati uniti provvederanno durante la fase più accanita delle discussioni a provocare un gravissimo attentato che "si sarebbe potuto evitare se la Piovra fosse già entrata in funzione"?Giusto così, per accelerare un po' i tempi...
Chiudi i commenti