Via libera ai passaporti elettronici

Partito il Visa Waiver Program americano: si può accedere agli USA senza visto solo se si è in possesso di un ePassport, rilasciato ora anche in Italia, che dovrebbe garantire maggiore sicurezza. Dovrebbe

Roma – Quindici milioni di persone all’anno vanno e vengono dagli USA, per turismo e affari. Il terrorismo dilaga, il colore dell’allerta è di un giallo preoccupante, a sentire la Home Security statunitense, e si sono introdotte delle misure volte ad incentivare il diffondersi dei (teoricamente) più sicuri documenti elettronici dotati di tecnologia RFID.

Dal 26 ottobre, per entrare negli States senza doversi imbarcare in travagliate procedure per ottenere un visto, per i 27 paesi che aderiscono al Visa Waiver Program (il programma “viaggio senza visto”) sarà necessario dotarsi di passaporto elettronico , conforme agli standard delineati dalla International Civil Aviation Organization (ICAO) . Oppure si deve essere in possesso di un passaporto con foto digitale o di un passaporto a lettura ottica rilasciato o rinnovato prima del 26 ottobre 2005.

Il passaporto elettronico rilasciato dal 26 ottobre anche in Italia è contrassegnato dall’apposito simbolo e contiene un chip che immagazzina le informazioni personali: oltre ai dati che erano contenuti nei documenti tradizionali è presente un’immagine digitale del portatore, il tutto protetto da tecniche che dovrebbero prevenire l’accesso alla data-immagine del portatore e lo skimming , la clonazione del chip.

L’avvio del Program era stato inizialmente stabilito da Washington per il 26 ottobre dello scorso anno: è stato posticipato di un anno per evidenti problemi di adeguamento nei tempi stabiliti da parte di diversi paesi dell’Unione Europea. Solo tre dei 27 paesi coinvolti dal programma, Liechtenstein, Andorra e Brunei, non hanno rispettato la scadenza, e non forniscono ai loro cittadini passaporti in linea con le normative dettate dalla ICAO.

“L’introduzione dei passaporti elettronici è un significativo passo avanti nel prevenire l’uso di documenti persi o rubati da parte dei terroristi” afferma Michael Chertoff, segretario della Home Security. ” I passaporti elettronici sono più difficili da falsificare e consentono di identificare meglio il portatore “. I viaggiatori presentano il loro documento all’addetto, che, oltre a controllarne i dati, può confrontare l’immagine riprodotta sul computer a partire da quella immagazzinata nel chip, con quella riprodotta sul documento e con lo stesso portatore.

La ICAO ha deciso nel 2003 di sviluppare e implementare l’identificazione basata sul viso, piuttosto che lo scanning dell’iride, o dell’impronta digitale, perché al momento della scelta era la tecnologia più diffusa e abbordabile. Non è escluso, però, che i dati biometrici contenuti negli ePassport si moltiplichino. L’Unione Europea, infatti, ha stabilito che, entro il 2009, nei documenti sia inclusa anche l’impronta digitale, il che comporterebbe l’avvento di una seconda generazione di documenti, con i problemi di compatibilità che due tecnologie differenti potrebbero generare.
Sono in molti, però, coloro che auspicano l’avvento di documenti che contengano più identificativi biometrici , al fine di poterli incrociare, e assicurarsi che il portatore sia effettivamente l’assegnatario del documento.
La tecnologia RFID è parte integrante del passaporto elettronico, nonostante sia spesso stata messa sotto accusa, oltre che per la facile tracciabilità degli oggetti in cui è inclusa, per la possibilità che offrirebbe ai malintenzionati di operare furti di identità , di curiosare nella data-immagine dei possessori e di utilizzare i loro dati , senza parlare di altre conseguenze esplosive, come l’individuazione di target mirati che facciano da detonatore. È stato rilevato, in una recente consultazione pubblica, che gli europei chiedono rassicurazioni riguardo alla tecnologia RFID e alle sue applicazioni, e la UE e sembra intenzionata ed agire.

Il governo statunitense tende a tranquillizzare i cittadini e a sfatare le preoccupazioni, assicurando che i documenti sono dotati di misure sufficienti ad impedire l’accesso non autorizzato ai dati contenuti nel chip: la custodia del documento dovrebbe garantire l’inviolabilità dei dati, ma agisce da schermo solo a passaporto chiuso. Inoltre, in Irlanda non ne è nemmeno prevista l’introduzione.

Sono stati condotti numerosi esperimenti per accertare, con risultati scoraggianti, la sicurezza di carte di credito e documenti. Ad esempio, alla RSA Conference di San Jose, il criptografo Adi Shamir ha dimostrato come crackare i tag RFID: basta monitorarne i consumi energetici. Relativamente ai documenti , in un programma tv olandese, Nieuwslicht , è stata dimostrata da Riscure la crackabilità del sistema di protezione, dovuta all’algoritmo che fornisce una password prevedibilissima di accesso ai dati. La clonabilità dei passaporti è stata dimostrata anche su Wired da Lukas Grunwald, esperto di sicurezza e RFID. E gli standard crackati rientrano pienamente nelle specifiche previste dall’ICAO .

Bruce Schneier, chief technology officer di Counterpane Internet Security , dal suo blog , a metà settembre consigliava a tutti, per la sicurezza della propria data-immagine , di richiedere il passaporto prima della data spartiacque 26 ottobre. “L’adozione dei passaporti elettronici è una pessima notizia per la privacy dei cittadini”, afferma Bruce Schneier, “il rischio a cui si è esposti con i documenti contenenti la tecnologia RFID è l’accesso non autorizzato, e le misure messe in atto dai differenti stati sono diverse negli scopi e nella effettiva sicurezza”.
“Se possibile, coloro che viaggiano con questi documenti, ne usino una fotocopia nei casi in cui è concesso, e conservino il documento in un involucro di carta stagnola “, suggerisce il celebre guru della sicurezza. Una misura che può sembrare empirica e anche un po’ raffazzonata, ma che potrebbe rappresentare una degna armatura per la data-immagine . Non temano però le fashion-victim : portafogli e portadocumenti schermati sono l’ultimo grido.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ARGHHHH!!!
    E' solo questione di tempo poi le macchine prenderanno il controllo e ci ridurranno in schiavitù......wake up neo....matrix has you
  • Anonimo scrive:
    E intanto la gente muore di fame
    Come da oggetto...
    • Anonimo scrive:
      Re: E intanto la gente muore di fame
      Ma cosa c'entra, perdio?!?!?!Anche mentre defeco la gente muore di fame, e allora? Smettiamo tutti di fare tutto perchè c'è qualcuno che muore di fame?
  • Anonimo scrive:
    Io Robot
    tu schiavo?
  • Anonimo scrive:
    robobadante
    Credetemi, e' il sogno di chiunque abbia un malato in casa che necessita di assistenza. Avere a che fare con badanti umani e' oltremodo degradante.Ben vengano queste iniziative, 30 anni fa molta gente rideva per i primi goffi personal computer, oggi invece...Ricordiamo anche che giappone e corea si sono lanciati nel programma robotico anche perche' per l'assistenza alla popolazione anziana sono contrari all'immigrazione. Un esempio da imitare.Nell'attesa del robobadante, si pensi a quanti posti di lavoro seri potrebbe generare l'assistenza a non autosufficienti se solo anche il nostro governo decidesse di investire i soldi che spende per gestire l'immigrazione per far fare questo lavoro ad italiani, dotandolo di una paga normale (un romeno con 800 eur/mese compra una casa al suo paese in 5 anni, un italiano in 50, e' questo il motivo per cui gli italiani non POSSONO farlo)
    • Anonimo scrive:
      Re: robobadante


      Nell'attesa del robobadante, si pensi a quanti
      posti di lavoro seri potrebbe generare
      l'assistenza a non autosufficienti se solo anche
      il nostro governo decidesse di investire i soldi
      che spende per gestire l'immigrazione per far
      fare questo lavoro ad italiani, dotandolo di una
      paga normale (un romeno con 800 eur/mese compra
      una casa al suo paese in 5 anni, un italiano in
      50, e' questo il motivo per cui gli italiani non
      POSSONO
      farlo)Questa cosa bisogna spiegarla anche al Romeno oppure sopprimerlo, in quel caso ci sarebbero posti di lavoro seri che si spostano dall'assistenza agli anziani alla produzione di munizioni. Non penso che costruire un robobadante o roboraccoglitore di pomodori risolverebbe il problema immigrazione clandestina comunque varrebbe la pena di provare. Invece di aspettare i soldi dal governo perchè non metti in piedi un'azienda che produce robobadanti?
  • Anonimo scrive:
    PDF di spiegazione informatica
    http://etrij.etri.re.kr/Cyber/servlet/GetFile?fileid=SPF-1134110606544spiega il legame tra Semantic Web e Ubiquitous Robotic Companion alla koreana. C'è anche un po di codice e XML.
  • Anonimo scrive:
    Mai e poi mai
    "ideati per essere sempre connessi ad un unico server nazionale con dispositivi wireless."spiati 24h/24magari controllati dal cinesino che simula la IAe chi mi dice che nn possano essere controllati da qualche maniaco omicida?sempre connessi? ma stiamo scherzando?
    • Anonimo scrive:
      Re: Mai e poi mai
      - Scritto da:
      "ideati per essere sempre connessi ad un unico
      server nazionale con dispositivi
      wireless."

      spiati 24h/24
      magari controllati dal cinesino che simula la IA
      e chi mi dice che nn possano essere controllati
      da qualche maniaco
      omicida?
      sempre connessi? ma stiamo scherzando?Non li comprare e basta, ma e' inutile fare illazioni paranoidi sul cinesino assassino.
      • Anonimo scrive:
        Re: Mai e poi mai
        vah beh era il peggiore dei casi comunque mi da da pensare molto il fatto che debba essere in costante collegamento...
  • avvelenato scrive:
    E' una cagata pazzesca! (forse)
    Ci sono in giro distributori automatici di biglietti progettati con una semplicità d'uso degna da UCAS, già mi immagino quale cagione di problemi questi robot diverranno.E il tecnofilo di turno a spiegare alla povera sciura che non può parlargli come ad un essere umano, ad esempio la parola "blu" va pronunciata con un marcatissimo accento e aumento del tono sulla "u" (visto sul nintendo ds, una cosa sconcertante) altrimenti non viene capita o fraintesa.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' una cagata pazzesca! (forse)
      Mi consenta di dirLe una cosa:" ma Lei è proprio un ingorante!".Se non lo sapeva si informi!E' per le persone come lei che l'Italia non avanza
  • MandarX scrive:
    io robot
    La società sudcoreana sarà la prima ad essere invasa dalle macchine, come accade nel film Io robot tratto dall'omonimo libro di Isaac Asimov si è visto com'era andata a finire nel film...Robot + Trusted computing = MORTE della liberta
    • Anonimo scrive:
      Re: io robot
      - Scritto da: MandarX
      La società sudcoreana sarà la prima ad essere
      invasa dalle macchine, come accade nel
      film Io robot tratto dall'omonimo libro di Isaac
      Asimov


      si è visto com'era andata a finire nel film...appunto, era un film.
      Robot + Trusted computing = MORTE della libertaOddio, se proprio ti affidi nelle mani degli sceneggiatori di Hollywood per comprendere come vanno le cose...
    • AlphaC scrive:
      Re: io robot
      - Scritto da: MandarX
      La società sudcoreana sarà la prima ad essere
      invasa dalle macchine, come accade nel
      film Io robot tratto dall'omonimo libro di Isaac
      Asimov


      si è visto com'era andata a finire nel film...


      Robot + Trusted computing = MORTE della libertaQuel film è un vero insulto ad Isaac Asimov che invece dipingeva un mondo che con i robot conviveva anche se con alcuni screzi.E' scandaloso che si possa scrivere una cosa simile come tratto dall'omonimo libro di isaac asimv quando di quel libro nel film c'è pochissimo!
  • Anonimo scrive:
    Foto, please?
    Non potevate inserire una foto dei robot nell'articolo? :(
    • Anonimo scrive:
      Re: Foto, please?
      - Scritto da:
      Non potevate inserire una foto dei robot
      nell'articolo?
      :(e' piu' o meno una cosa di questo tipo:http://photo.hankooki.com/gisaphoto/20041025/sian10082004102514002801.jpg
    • Anonimo scrive:
      Re: Foto, please?
      Io ho trovato queste :http://www.we-make-money-not-art.com/yyy/kt2200510261952080robot.jpghttp://www.robotics.co.kr/News/net1122.jpghttp://www.robotics.co.kr/News/news05110701_5.gif
      • Anonimo scrive:
        Re: Foto, please?

        http://www.robotics.co.kr/News/news05110701_5.gif[OT]mi sembra proprio adatto a pulire sotto il divano :@
        • Anonimo scrive:
          Re: Foto, please?
          - Scritto da:


          http://www.robotics.co.kr/News/news05110701_5.gif

          [OT]
          mi sembra proprio adatto a pulire sotto il divano

          :@http://www.youtube.com/watch?v=HqhIMFQNGCg
  • Anonimo scrive:
    Caspita
    e noi abbiamo ancora metà della popolazione senza adsl
  • Anonimo scrive:
    possibile errore ?!
    leggo...:"ha speso 8 milioni di euro" 8 milioni di euro sono circa 16 miliardi di vecchie lire.. non è tantissimo che siano miliardi di euro??E.
    • Anonimo scrive:
      Re: possibile errore ?!
      - Scritto da:


      leggo...:

      "ha speso 8 milioni di euro"

      8 milioni di euro sono circa 16 miliardi di
      vecchie lire.. non è tantissimo che siano
      miliardi di
      euro??

      E.Anche io penso sia poco.Trovo altrove la cifra di 80 milioni di dollari.http://dasl.mem.drexel.edu/public_html%5CNews%5CWired%20News-%20Bot%20Builders%20Scramble%20for%20Cash.html"Bekey said that robotics research funding has been dropping in the United States for at least the last decade, with NSF's funding now at less than $10 million per year. In contrast, he said Japan's government will spend nearly $100 million in 2005. And over the next three years, Europe plans to spend nearly $100 million on a new program called Advanced Robotics. South Korea, meanwhile, spends $80 million on robotics research annually."Estratto da"Bot Builders Scramble for Cash" di Michael Grebb21 Settembre 2005
      • Anonimo scrive:
        Re: possibile errore ?!
        il progetto in questione è costato 8 milioni, cioè il 10% dei fondi annuali destinati all'industria robotica coreana....del resto, lo sanno tutti quelli che per hobby costruiscono robot, queste macchine costano poco e possono essere costruite usando componentistica in commercio....
  • Anonimo scrive:
    Si....
    Spinta ,diffusione e grossi investimenti su nuove tecnologie ,avvicinandole a tutti e alimentando l'economia.Come in Italia no?:'(:'(
  • Anonimo scrive:
    "l'esercito robot" ah ahah ahahah
    (troll)i koreani barzellette futurische e umoristiche."Prova a pensare a tutti i robot connessi assieme in internet", caspita ma se siamo noi connessi con cellulari etc.. e la vita migliora senza pero' diventare fantascienza, idem con robot ben lontani dall'intelligenza umana.bha vediamo fin quanto regge questo progetto
    • Anonimo scrive:
      Re: "l'esercito robot" ah ahah ahahah
      - Scritto da:
      bha vediamo fin quanto regge questo progettoSkynet ... ATTIVATOah ah
    • Anonimo scrive:
      Re: "l'esercito robot" ah ahah ahahah
      - Scritto da:
      (troll)

      i koreani barzellette futurische e umoristiche.
      "Prova a pensare a tutti i robot connessi assieme
      in internet", caspita ma se siamo noi connessi
      con cellulari etc.. e la vita migliora senza
      pero' diventare fantascienza, idem con robot ben
      lontani dall' intelligenza
      umana.

      bha vediamo fin quanto regge questo progettoSe conosci una definizione ragionevole di intelligenza umana, facci un fischio potresti aiutare la ricerca nel campo della robotica.
    • Anonimo scrive:
      Re: "l'esercito robot" ah ahah ahahah
      - Scritto da:
      (troll)

      i koreani barzellette futurische e umoristiche.Sempre meglio che rimanere legati al passato come molti settori produttivi italiani.
      "Prova a pensare a tutti i robot connessi assieme
      in internet", caspita ma se siamo noi connessi
      con cellulariMa perche' tu sei un robot? Ti puoi scaricare nel cervello una nuova base di conoscenze o una nuova abilita' specifica in pochi istanti? Che confronti fai?
      etc.. e la vita migliora senza
      pero' diventare fantascienza, idem con robotIdem??? Vuoi dire che stai davvero confrontando esseri umani che usano il telefonino con elettrodomestici che si aggiornano via rete?
      ben
      lontani dall'intelligenza
      umana.Ben lontani ma con la posibilita' di aggiornarsi istantaneamente.Nell'articolo si parla specificatamente di aggiornamenti da scaricare, cosa che evidentemente non concerne gli umani armati di telefonino.E si parla anche non di vita che migliora, ma di robot che si migliorano. Attraverso la connessione costante ad Internet, gli URC potranno scaricare "nuovi applicativi ogni giorno", ha aggiunto Oh, "così che non smetteranno mai di migliorarsi". Insomma non hai letto bene.
      bha vediamo fin quanto regge questo progettoRidi ridi, ma prima indovina chi vendera' tecnologie robotiche agli italiani nei prossimi decenni.
      • Anonimo scrive:
        Re: "l'esercito robot" ah ahah ahahah

        Sempre meglio che rimanere legati al passato come
        molti settori produttivi
        italiani.si ho capito, ma non credere che i robot sono la risposta
        Ma perche' tu sei un robot? Ti puoi scaricare nel
        cervello una nuova base di conoscenze o una nuova
        abilita' specifica in pochi istanti? Che
        confronti
        fai?sei sicuro sia un vantaggio essere labile al 100%
        Idem??? Vuoi dire che stai davvero confrontando
        esseri umani che usano il telefonino con
        elettrodomestici che si aggiornano via
        rete?e non ce' paragone nel paragonarli
        Ridi ridi, ma prima indovina chi vendera'
        tecnologie robotiche agli italiani nei prossimi
        decenni.nessuno comprera' mai robot fino almeno il prossimo secolo. Sono finzioni di technopazzi. Hai idea di quanti ROBBOsi ci sono nelle strade e non devi neanche aggiornarli, se gli dici di lavorare riescono da soli. non costano cifre esose e puoi sempre intrattenerti con qualche discussione piacevole senza inserirgli il cd. A me sembrano dei pazzi quelli che credono nei robot. L'essere umano e' gia' un robot perfetto che si autoripara, ha l'anima e non cia' batterie da cambiare. Peccato che rompe icolgioni e non lo puoi spegnere e mettere nell'armadio. Forse e' questo che da fastidio ai robot maniaci.Cmq c'e' una legge robotica che l'intelligenza dei robot non potra' mai superare quella del suo creatore a differenza degli esseri umani :P
  • Anonimo scrive:
    una vera botnet!
    pensa se un hacker prende il controllo e ordina una strage!
    • Anonimo scrive:
      Re: una vera botnet!
      - Scritto da:
      pensa se un hacker prende il controllo e ordina
      una
      strage!La soluzione finale al problema delle pensioni?
      • Anonimo scrive:
        Re: una vera botnet!
        Davvero! Io mai e poi mai mi metterei in casa un'affare del genere!!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: una vera botnet!
          - Scritto da:
          mai e poi mai mi metterei in casa
          un'affare del
          genere!!!!Magari lo renderanno obbligatorio.Si sa come vanno queste cose...non vogliono che gli anziani siano soli... eh ehche compassionevoli
          • Anonimo scrive:
            Re: una vera botnet!
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            mai e poi mai mi metterei in casa

            un'affare del

            genere!!!!

            Magari lo renderanno obbligatorio.
            Si sa come vanno queste cose...Davvero? Allora raccontaci di esperienze passate di elettrodomestici divenuti obbligatori.Se "si sa", puoi anche dirci facilmente come sono andate fino ad oggi le cose.
            non vogliono che gli anziani siano soli... eh eh
            che compassionevoliVogliono dare assistenza concreta alle persone per le mille esigenze quotidiane. Assistenza che a parole in Italia siamo bravissimi a dare.Quindi la tua ironia e' fuori luogo.
          • Anonimo scrive:
            Re: una vera botnet!
            -
            Davvero? Allora raccontaci di esperienze passate
            di elettrodomestici divenuti
            obbligatori.
            televisione
          • Anonimo scrive:
            Re: una vera botnet!
            - Scritto da:
            raccontaci di esperienze passate
            di elettrodomestici divenuti
            obbligatori.Il computer per pagare le tasse (F24 online).La scatoletta per il digitale terrestre.Ah già, puoi dire che non sono elettrodomesticio che nessuno ti obbliga a lavorare o a guardarela TV...
            Se "si sa", puoi anche dirci facilmente come sono
            andate fino ad oggi le
            cose.Eccoti accontentato.
            la tua ironia e' fuori luogo.Punti di vista.
          • Anonimo scrive:
            Re: una vera botnet!
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            raccontaci di esperienze passate

            di elettrodomestici divenuti

            obbligatori.
            Il computer per pagare le tasse (F24 online).Mica per tutti.
            La scatoletta per il digitale terrestre.Idem

            Se "si sa", puoi anche dirci facilmente come
            sono

            andate fino ad oggi le

            cose.

            Eccoti accontentato.Mica sono contento degli esempi. Anzi, sanno di specchio graffiato.
          • Anonimo scrive:
            Re: una vera botnet!

            Mica sono contento degli esempi.
            Anzi, sanno di specchio graffiato.Beh, la legge non ammette ignoranza, pero' per non essere ignorante e/o non informato SEI OBBLIGATO A:1) Avere la tv e OBBLIGATORIAMENTE pagare il canone2) COMPRARE e leggere ogni giorno i giornali.Come vedi sono sempre forme velate di obblighi...
          • Anonimo scrive:
            Re: una vera botnet!
            - Scritto da:


            Mica sono contento degli esempi.

            Anzi, sanno di specchio graffiato.

            Beh, la legge non ammette ignoranza, pero' per
            non essere ignorante e/o non informato SEI
            OBBLIGATO
            A:

            1) Avere la tv e OBBLIGATORIAMENTE pagare il
            canoneNessuna legge ti obbliga ad avere la TV. esistono i libri, ricordi.
            2) COMPRARE e leggere ogni giorno i giornali.Non e' vero puoi leggerli gratis in biblioteca e comunque non sono elettrodomestici.
            Come vedi sono sempre forme velate di obblighi...criiiii crriiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii fanno le unghie sul vetro
          • Anonimo scrive:
            Re: una vera botnet!
            - Scritto da:
            Mica per tutti.Per qualcuno E' obbligatorio. Punto.

            La scatoletta per il digitale terrestre.
            IdemCerto, e posso rinchiudermi in una cavernae non guardare la TV nel ventunesimo secolo.

            Eccoti accontentato.
            Mica sono contento degli esempi.
            Anzi, sanno di specchio graffiato.Mi sa che chi si arrampica sugli specchi sei tu.
          • Anonimo scrive:
            Re: una vera botnet!
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            Mica per tutti.

            Per qualcuno E' obbligatorio. Punto.Ecco punto perche' non sai che altro dire.


            La scatoletta per il digitale terrestre.

            Idem

            Certo, e posso rinchiudermi in una caverna
            e non guardare la TV nel ventunesimo secolo.No, semplicemente puoi non avere la tv. tanti non ce l'hanno e non sono trogloditi.Anzi spesso e' il contrario.



            Eccoti accontentato.

            Mica sono contento degli esempi.

            Anzi, sanno di specchio graffiato.

            Mi sa che chi si arrampica sugli specchi sei tu.adesso non prendere la scusa degli specchi per farli riflessi...
          • Anonimo scrive:
            Re: una vera botnet!

            Ora non dire che posso guardare la TV o
            connettermi ad Internet da amici o al bar.No ti dico invece che io ho chiesto un esempio di obbligo reso tale da qualcuno, dato che si diceva all'inizio
            Magari lo renderanno obbligatorio.
            Si sa come vanno queste cose...E tu invece mi dai una esempio di necessita' moderna, al pari del telefono, dell'acqua calda o della lavatrice.
            Io rifletto. Soprattutto prima di parlare. :PPeccato mancare cosi' il bersaglio allora.
          • MandarX scrive:
            Re: una vera botnet!

            Davvero? Allora raccontaci di esperienze passate
            di elettrodomestici divenuti
            obbligatori.pc portatile + windows
          • Anonimo scrive:
            Re: una vera botnet!
            - Scritto da: MandarX

            Davvero? Allora raccontaci di esperienze passate

            di elettrodomestici divenuti

            obbligatori.

            pc portatile + windowsquoto
Chiudi i commenti