VIA sposa PCI Express con AMD64

Il costruttore lancia il suo nuovo K8T890, chipset che apre la strada allo standard PCI Express per i processori AMD64


Taipei (Taiwan) – Via afferma di essere il primo produttore al mondo a lanciare sul mercato un chipset, il K8T890 , che porta la tecnologia d’interconnessione PCI Express sulle schede madri per Athlon 64, Opteron e i modelli di Sempron basati sull’architettura AMD64.

Il nuovo chipset adotta l’architettura Flex Express di VIA e offre supporto alle recenti schede grafiche basate su PCI Express 16x, una tecnologia in grado di fornire una larghezza di banda di 4 GB/s sia in upstream che in downstream.

Il chipset K8T890 supporta poi fino a quattro connessioni PCI Express x1, ognuna delle quali è in grado di fornire una larghezza di banda di 250 MB/s da e verso diverse periferiche: circa il doppio rispetto alla massima larghezza di banda teorica messa a disposizione dalle connessioni PCI 2.2. VIA sostiene che la maggiore larghezza di banda avvantaggerà, in modo particolare, le connessioni Gigabit Ethernet e l’uso di schede per la TV digitale ad alta definizione.

“Il VIA K8T890 è stato progettato in modo da rispondere anche alle richieste più esigenti in ambito multimediale ed in particolare, degli applicativi per la creazione di video ad alta definizione, multistreaming audio e giochi 3D di ultima generazione, che necessitano di una sempre maggiore larghezza di banda”, ha affermato il chipmaker taiwanese in un comunicato.

Il K8T890 dispone di un bus Ultra V-link che connette north bridge e south bridge alla velocità di 1 GB/s, inoltre integra il supporto a Serial ATA, V-RAID, audio surround VIA Vinyl a 6 o 8 canali, USB 2.0 e IEEE 1394.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Novell
    Questa è l'ennesima prova che Novell sta facendo sul serio!
    • Anonimo scrive:
      Re: Novell
      - Scritto da: Anonimo
      Questa è l'ennesima prova che Novell
      sta facendo sul serio!Me lo auguro davvero: le potenzialità non mancano sicuramente!... speriamo riescano a convincere molti sysadmin "pigri".....(linux)
      • doppiaemme scrive:
        Re: Novell
        Speriamo. Ho dei bellissimi ricordi di NW come file e printer server compensati da pessimi ricordi come application server .... l'ingresso di linux dovrebbe però colmare le lacuneL'accoppiata linux + servizi di directory di Novell deve essere senza dubbio tecnicamente superiore a Windows più AD ma non sempre vince il migliore ...
        • Anonimo scrive:
          Re: Novell
          - Scritto da: doppiaemme
          Speriamo. Ho dei bellissimi ricordi di NW
          come file e printer server compensati da
          pessimi ricordi come application server ....
          l'ingresso di linux dovrebbe però
          colmare le lacune
          L'accoppiata linux + servizi di directory di
          Novell deve essere senza dubbio tecnicamente
          superiore a Windows più AD ma non
          sempre vince il migliore ...Oggi linux sta' sfondando. Se ti attacchi a lui hai un traino incredibile.Considerando che oggi Novell vende e consulenza, il traino in questione e' perfetto.I servizi che riguardano Zen Works, non solo ti permetteranno di gestire i client Linux, da un server linux, ed i server Linux, sempre dallo stesso server Linux [ con una gestione stabile, semplice, completa, senza i rischi di totale crash all win32] :ma ti permetteranno INOLTRE di gestire l'intero parco macchine attuali che abbiano win95, 98, 2K pro, Xp Pro.Tutta l'installazione del sw gestita da un'unica entita', gestendo tutto il sw, sia per l'installazione, che la disinstallazione, in remoto, schedulata/ pianificata, sia che hai 10 pc , che ne hai 200.000 sparsi per tutta la costa occidentale dell'america.Chiedi oggi a microsoft un tool per installare Opera in rete, o una patch non microsoft, che NON ha magari un programma di installazione. Gentilmente ti risponderanno di buttare via tutto cio' che possiedi, rimpiazzandolo con una rete di pc win2k o winxp. Anche se magari quello che hai e' un mix di win95, 98., win2k, winxp.
          • Anonimo scrive:
            Re: Novell
            quoto in toto paole sante Peccato che quando da noi passammo da NW 5.x a Windows NT ed io parlai di downgrade i miei boss mi risero dietro dicendomi che NW 5.x era a riga di comando invece NT aveva le finestre. Ora con 2000 + AD ci tocca pure comprare un altro SW per gestire le installazioni di patch sulle ws ....
      • Anonimo scrive:
        Re: Novell
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Questa è l'ennesima prova che
        Novell

        sta facendo sul serio!


        Me lo auguro davvero: le potenzialità
        non mancano sicuramente!
        ... speriamo riescano a convincere molti
        sysadmin "pigri".....
        (linux)Ahahahah!Non sono i sysAdmin quelli da convincere, ma chi decide le piattaforme da utilizzare!!!Quanti pensati si fideranno di Novell?Quanti sviluppatori sw pensate che si fideranno a sviluppare su una piattaforma che dal nulla dovrebbe "erodere" quote di mercato?Io non ci scommetterei nemmeno 2 Euro!
        • Anonimo scrive:
          Re: Novell


          Ahahahah!

          Non sono i sysAdmin quelli da convincere, ma
          chi decide le piattaforme da utilizzare!!!

          Quanti pensati si fideranno di Novell?
          Quelli che adesso sono soffocati dalla stretta sempre più forte delle licenze MS.E Novell conserva intatta la valenza tecnologica nel settore, conquistata sul campo negli anni passati.
Chiudi i commenti