Vista crasha? Colpa di Nvidia

La maggior parte dei crash di Windows Vista sembra essere causato da Nvidia. È quanto si apprende da un documento interno Microsoft

Roma – I crash di Vista? Microsoft se ne assume la responsabilità nel 17,9 per cento dei casi, almeno in un pdf di 158 pagine di email interne pubblicato a seguito del processo in corso contro l’azienda di Redmond per la questione del bollino Windows Vista.

A pagina 47 si scorge un report sui crash di Windows Vista ordinati per azienda responsabile . Degli oltre un milione e seicentomila crash registrati, oltre 479.000 sembrano essere stati causati da Nvidia , 154.000 da ATI e 145.000 da Intel. Quelli causati da Microsoft sono 298.000, mentre la responsabilità viene attribuita a sconosciuti in 283.000 casi. Le percentuali sono indicate nel grafico che segue.

grafico crash Windows Vista Nvidia

Il dato si riferisce ad un non meglio specificato periodo del 2007. È probabile che l’alto numero di blocchi di sistema sia legato principalmente al lancio di Windows Vista. Derek Perez, portavoce Nvidia, si giustifica così: “Quando arriva un nuovo OS, c’è sempre un gran numero di bug da affrontare. È tipico. Avevamo dei bug sui driver e la community ce li ha segnalati. Sono fiero di poter dire che grazie a loro abbiamo avuto un approccio più efficace nella risoluzione dei problemi”.

Inoltre, la percentuale maggiore di crash Nvidia rispetto a quelli imputabili ad ATI può essere legata alla maggiore diffusione dei prodotti del produttore di Santa Clara rispetto a quelli della casa canadese. Così Jalil Mahini: “Ci aspettavamo di avere problemi con l’arrivo di Vista. Tornando indietro di 14 mesi, sì, c’erano grossi problemi, ma li abbiamo risolti e negli ultimi sei mesi non ne abbiamo avuti altri”.

Anche Andrew Fear, manager SLI, si difende: “Credo che per noi sia stata più dura perché supportiamo più prodotti di loro. Noi offriamo supporto per 250 prodotti, loro per circa 125”. C’è anche chi si spinge oltre: “Tenete presente il dominio Nvidia dell’high-end, è lì che questi bug si verificano. Nvidia possiede il 90% di quel mercato”, questa l’opinione di Joe Toste di Equus Computer Systems.

Enrico “Fr4nk” Giancipoli

( fonte immagine )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • FDG scrive:
    La soluzione
    Adesso che OpenXML ha l'etichetta di "standard", Microsoft si può permettere di ignorare ODF. Cioè, nessuna richiesta di produrre documenti in formato standard può costringere Microsoft a supportare un formato concorrente e a darli spazio, di fatto portando alla generazione di milioni di documenti ODF che avrebbero intaccato il monopolio di Microsoft nello standard documentale (l'informazione conta quanto il software). Adesso questa invasione è scongiurata. La soluzione? Provocare lo stesso l'invasione. Cioè, invadere il mondo con milioni di documenti ODF, senza che vi sia una versione corrispondente OpenXML. Cioè, usate solo ODF. Costringete la gente ad usare software che supporti ODF.Scommetto che ora qualche trollolò o MS-fanboy si incaxxera, ma... MENEFREGO!
  • Dani scrive:
    Crediamo a Babbonatale!
    Cito Valboni: "è un grosso passo avanti, perché vuol dire che il formato proprietario che esisteva in passato, quello di Office, diventa uno standard con tutte le regole del caso, con un Comitato internazionale che ne gestirà l'evoluzione, al quale collaboreremo. In sostanza chi decide l'evoluzione dello standard da questo momento in poi è la comunità".AHAHAHAHAHAHAHAHA!!! E certo, e Babbonatale quest'anno mi porterà una Ferrari!!!Ma questo Valboni pensa davvero che siamo tutti così idioti?!?E' chiaro che M$ ha spinto ed è riuscita ad ottenere ciò che voleva, per approvare il suo formato. Chi pensa che d'ora in poi sarà la comunità a controllarlo o è un idiota totale, o un sempliciotto, o un dipendente Microsoft!M$ è una impresa, e come tale bada al suo interesse, al business!!! non è una società umanitaria o "no profit".Il suo intento è di impbrigliare gli standard e controllarli.C'è riuscita. Punto. Perché non è vero che "il bene vince sempre".
  • otacon87 scrive:
    ma come siete messi?
    ho letto dei commenti...anzi... li ho letti tutti per adesso...mi chiedo se siete scemi o lo fate apposta...arriva 1 "hu potessi sc*parmi il vecchio bill che mi fa tante cose belle, vaffa a tutti i linux perdenti bla bla bla"arriva l'altro "winaro di merda, sono solo tangenti, fa schifo di qua di la.."ma uno di voi che parla in modo serio c'è?
    • MircoM scrive:
      Re: ma come siete messi?
      :)beh, tu devi ammettere di esserti aggiunto al gruppone con estrema eleganza :)poi qualche post sensato, ogni tanto, lo si legge...
      • otacon87 scrive:
        Re: ma come siete messi?
        si ma possibile che per leggere quei post seri (che si contano sulle dita di una mano monca) devo sorbirmi la marea di cazzate che sparano?
        • Obbligatori o scrive:
          Re: ma come siete messi?
          la pensavo come voi, poi alla fine mi sono venuto anche io al troll (ma con moderazione)
    • Ponzio Pilato scrive:
      Re: ma come siete messi?
      Prova a leggerti l'articolo e poi capirai perché si trolla e basta; soprattutto quando ti trovi davanti un tizio senza vergogna come questo Valboni che ti parla di "regole di mercato"!Ormai questa è una precisa scelta di Punto Informatico; si scrivono articoli scandalistici e sensazionalistici con lo scopo di scatenare le trollate.In questo modo, indubbiamente, aumentano in modo esponenziale gli accessi a PI, ma la credibilità di questo sito subisce un crollo verticale!Come sono lontani i tempi in cui gli altri siti citavano Punto Informatico come fonte autorevole ...
  • FDG scrive:
    Ecchissenefrega!
    L'ho già scritto tante volte e lo ripeto: la standardizzazione ISO di OpenXML è per Microsoft un mero argomento di marketing.Detto questo, da sviluppatore posso aggiungere solo che di questo "standard" non me ne può fregar nulla. Già dubito che ODF possa aver tutta questa utilità, visto che alla fine l'informazione è già o finirà sul web, per cui gli unici standard che alla fine saranno utili sono proprio quelli del web (xhtml, xml, cdf, svg, microformats...). Figuriamoci un formato che è totalmente alieno al resto del mondo. Serve solo a Microsoft per evitare di esser cacciata dai desktop di quelle organizzazioni che volenti o nolenti dovranno adottare un formato con l'etichetta "standard". Ma tanto a cacciarla comunque sarà l'evoluzione della tecnologia.
    • Ponzio Pilato scrive:
      Re: Ecchissenefrega!
      Esatto!Ignoravo prima OOXML e continuerò ad ignorarlo anche in futuro.Salvavo prima tutto in ODF e continuerò a salvare in ODF anche in futuro.
      • Darth Vader scrive:
        Re: Ecchissenefrega!
        - Scritto da: Ponzio Pilato
        Esatto!
        Ignoravo prima OOXML e continuerò ad ignorarlo
        anche in
        futuro.
        Salvavo prima tutto in ODF e continuerò a salvare
        in ODF anche in
        futuro.Possiamo anche chiudere il post con la considerazone che l'ha aperto: Echissenefrega! Così abbiamo chiuso il giro.
        • Ponzio Pilato scrive:
          Re: Ecchissenefrega!
          Fortunatamente, in democrazia non sei tu che stabilisci cosa io devo fare e cosa non devo fare .... carissimo il mio servo sciocco di M$!E a casa mia, con il mio PC, salvo i documenti con il formato che decido io e non tu; a meno che tu non abbia intenzione di presentarti a casa mia con un mitra spianato per impormi OOXML ...... perché in tal caso ti manderei ugualmente affanculo ...
          • Darth Vader scrive:
            Re: Ecchissenefrega!
            - Scritto da: Ponzio Pilato
            Fortunatamente, in democrazia non sei tu che
            stabilisci cosa io devo fare e cosa non devo fare
            .... carissimo il mio servo sciocco di
            M$!

            E a casa mia, con il mio PC, salvo i documenti
            con il formato che decido io e non tu; a meno che
            tu non abbia intenzione di presentarti a casa mia
            con un mitra spianato per impormi OOXMLMa è prorpio su questo che dico echissenefrega. Salva come vuoi ma non pretendere che la cosa interessi il resto del mondo.
        • FDG scrive:
          Re: Ecchissenefrega!

          Possiamo anche chiudere il post con la
          considerazone che l'ha aperto: Echissenefrega!
          Così abbiamo chiuso il
          giro.Guarda che il mio "Ecchissenefrega!" ha un altro significato. Vuol dire che è inutile che ci occupiamo di formati che tanto diventeranno irrilevanti.
    • bibop scrive:
      Re: Ecchissenefrega!
      - Scritto da: FDG
      L'ho già scritto tante volte e lo ripeto: la
      standardizzazione ISO di OpenXML è per Microsoft
      un mero argomento di marketing.e' tutto fuorche' marketing quando si parla di pubblica amministrazione... con lo standar iso in tasca hanno da ul lato il viatico per mantenere il controllo delle suit da ufficio... dall'altro inguaiano chi office non lo vuole comprare perche' la volta che la pubblica amministrazione diffondera' un documento ooxml incompatibile con ooo ne riparleremo... loro saranno a posto, e' standard iso, chi nn ha msoffice un po meno...html ha interpreti free, pdf lo stesso, odf ovvio, ooxml? c'e' un tool 100% compatibile e 100% free per win/mac/gnu? se c'e' dimmelo che cambio idea sullo sbaglio di iso... il come ci sono riusciti nn lo metto in discussione, quella e' un'altra storia...
      • FDG scrive:
        Re: Ecchissenefrega!
        - Scritto da: bibop
        e' tutto fuorche' marketing quando si parla di
        pubblica amministrazione... con lo standar iso in
        tasca hanno da ul lato il viatico per mantenere
        il controllo delle suit da ufficio...Non so come lo definisci tu, ma è proprio quello che dico io, un argomento per convincere le amministrazioni pubbliche a mantenere del software perché ora supporta lo standard.
  • ryuukazo scrive:
    OOXML is REALLY BAD (But then we already
    http://www.theopensourcerer.com/2008/03/18/ooxml-is-really-bad-but-then-we-already-knew-that-didnt-we/
    • .... scrive:
      Re: OOXML is REALLY BAD (But then we already
      E se un giorno leggessiLINUX is REALLY BAD (But then we already knew that didnt we?)ed di accettare lo standard( de-facto) di Windows come miglior standard mondiale saresti ovviamente d'accordo a sopprimere Linux, vero?- Scritto da: ryuukazo
      http://www.theopensourcerer.com/2008/03/18/ooxml-i
      • Monastero dei Mona scrive:
        Re: OOXML is REALLY BAD (But then we already
        - Scritto da: ....
        E se un giorno leggessi

        LINUX is REALLY BAD (But then we already knew
        that didnt
        we?)

        ed di accettare lo standard( de-facto) di Windows
        come miglior standard mondiale saresti ovviamente
        d'accordo a sopprimere Linux,
        vero?
        sì, ma prima dovresti farmi una bella tabellina che mi dimostri con i fatti che linux is really badmi sa che ora come ora puoi trovare solo tabelle che dimostrano il contrario
      • Ponzio Pilato scrive:
        Re: OOXML is REALLY BAD (But then we already
        Stai tranquillo; non leggerai mai una cosa simile!
    • pippo scrive:
      Re: OOXML is REALLY BAD (But then we already
      - Scritto da: ryuukazo
      http://www.theopensourcerer.com/2008/03/18/ooxml-iUn documento creato con OOXML avrà le istruzioni di formattazione più corte. E' un bel vantaggio!
      • Monastero dei Mona scrive:
        Re: OOXML is REALLY BAD (But then we already
        - Scritto da: pippo
        - Scritto da: ryuukazo


        http://www.theopensourcerer.com/2008/03/18/ooxml-i

        Un documento creato con OOXML avrà le istruzioni
        di formattazione più corte. E' un bel
        vantaggio!questo si traduce in un vantaggio (piccolo) per l'utente finale (avrà files *leggermente* più piccoli, parliamo di pochi kb)in compenso si sacrifica quello che sarebbe lo scopo principale di uno standard: rendere la codifica di un file il più possibile indipendente dalla piattaforma con cui è visualizzato.con quel sistema invece a seconda dell'applicazione utilizzata, una stessa operazione verrà codificata in modo diverso.senza contare la felicità degli sviluppatori che dovranno implementare tale protocollo: è come se un web designer dovesse stare attento a come usa un certo tag a seconda del browser che visualizzerà la pagina(hey un momento! ...ma questo succede già!chissà grazie a chi.... ?)
  • al lupo scrive:
    Finalmente...
    si darà al mercato, agli sviluppatori, alle pubbliche amministrazioni e alle imprese il diritto di decidere quale standard ISO adottare. finalmente la parola andrà a loro e non a qualche opinionista ideologo che ha sempre voluto decidere per noi quale fosse il formato più giusto.
  • Darth Vader scrive:
    Quanta ipocrisia
    Sono anni che i promotori del open ci macellano le gonadi con la chiusura dei formati di Microsoft Office e la conseguente inadeguatezza di tali prodotti per un mercato della Pubblica Amministrazione.Oggi Microsoft recepisce questa critica del mercato e propone un sui standard per l'interscambio di file documentali. Questo anche se molti di questo problema non ne avevano alcuna percezione né poteva essere al top della lista delle eventuali migliorie che Microsoft avrebbe potuto apportare al proprio strumento di produttività individuale.Ora in spregio a qualsiasi regola di coerenza, coloro che si scagliavano contro Microsoft perché mantenevano chiusi i formati di interscambio si scagliano comunque contro Microsoft e contro gli enti certificatori ISO e ECMA colpevoli di aver ratificato un formato alternativo a quello Open. Quindi si sente parlare di mazzette e di altri indimostrabili imbrogli.Sostanzialmente per tutti costoro il famoso "formato non standard" deve continuare a rimanere un'arma da brandire contro Microsoft. E gli enti certificatori dovrebbero essere un baluardo contro la possibilità di Microsoft di mantenere lecitamente la propria leadership di mercato, perché è meglio pensare ad una Microsoft che la mantiene illegalmente.Tutto questo ovviamente risponderebbe ai principi etica e libertà (oserei dire distorti) che i sostenitori (oserei dire fondamentalisti) dell'open pretendono di possedere in modalità esclusiva in virtù di una verità rivelata. Ogni riferimento ai talebani è puramente voluto.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Quanta ipocrisia
      leggi i commenti fatti qui prima di dare del ipocrita a tutti
      • Darth Vader scrive:
        Re: Quanta ipocrisia
        - Scritto da: Sgabbio
        leggi i commenti fatti qui prima di dare del
        ipocrita a
        tuttiBè, veramente è proprio il tenore dei post che mi ha spinto a scrivere il post.
    • Monastero dei Mona scrive:
      Re: Quanta ipocrisia
      - Scritto da: Darth Vader
      Quindi si sente parlare di mazzette e di altri
      indimostrabili
      imbrogli.
      sisi. m. già. m. sisi. m. vero. giàgià.indimostrabili.riguardo al resto forse hai ragione, ma vedi, quando cominci ad utilizzare prodotti open, è come una droga, vedi che è roba buona, che i formati sono compatibili e gli standard sono seguiti alla lettera, e di colpo vedi che la gestione di un pc potrebbe essere molto più semplice se di mezzo non ci fossero aziende il cui unico scopo è rendere il più difficile possibile l'utilizzo dei formati differenti dai propri.
      • Overture scrive:
        Re: Quanta ipocrisia
        gli standard sono
        seguiti alla lettera,Io su un vecchio palmare i pdf fatti con open office non riuscivo ad aprirli... dovevo sempre passare attraverso acrobat...
        • Anonimo scrive:
          Re: Quanta ipocrisia
          - Scritto da: Overture
          gli standard sono

          seguiti alla lettera,

          Io su un vecchio palmare i pdf fatti con open
          office non riuscivo ad aprirli... dovevo sempre
          passare attraverso
          acrobat...Allora sicuramente ti si inchiodava il vecchio palmare ogni volta.Acrobat e' un elefante in quanto a richieste di memoria e risorse.Se vuoi aprire un qualunque pdf, anche immenso, su un sistema con poca ram e poche risorse, la soluzione e' Foxit.
          • Overture scrive:
            Re: Quanta ipocrisia
            No, aspetta, uso acrobat non nel senso del client ma nel fatto che dovevo tirare fuori un ps nuovo di pacca e poi un nuovo pdf finalmente secondo specifiche
      • Darth Vader scrive:
        Re: Quanta ipocrisia
        - Scritto da: Monastero dei Mona
        - Scritto da: Darth Vader


        Quindi si sente parlare di mazzette e di altri

        indimostrabili

        imbrogli.



        sisi. m. già. m. sisi. m. vero. giàgià.

        indimostrabili.Indimostrati. Meglio?
        • Monastero dei Mona scrive:
          Re: Quanta ipocrisia
          - Scritto da: Darth Vader

          Indimostrati. Meglio?no. ritenta
          • Darth Vader scrive:
            Re: Quanta ipocrisia
            - Scritto da: Monastero dei Mona
            - Scritto da: Darth Vader



            Indimostrati. Meglio?


            no. ritentaMillantati.
          • Monastero dei Mona scrive:
            Re: Quanta ipocrisia
            - Scritto da: Darth Vader

            Millantati.mmm no, quelli sono i dati sulle vendite di sVista
          • Darth Vader scrive:
            Re: Quanta ipocrisia
            - Scritto da: Monastero dei Mona
            - Scritto da: Darth Vader



            Millantati.


            mmm no, quelli sono i dati sulle vendite di sVistaCongetturati.
          • Monastero dei Mona scrive:
            Re: Quanta ipocrisia
            - Scritto da: Darth Vader

            Congetturati.dai che ti stai avvicinando!si fa una congettura quando si verifica un evento che ci porta a dedurre qualcosa.in questo caso però abbiamo una serie di prove che dimostrano quelle deduzioni.quindi spiacente, ancora non ci sei.
          • Darth Vader scrive:
            Re: Quanta ipocrisia
            - Scritto da: Monastero dei Mona
            - Scritto da: Darth Vader



            Congetturati.


            dai che ti stai avvicinando!

            si fa una congettura quando si verifica un evento
            che ci porta a dedurre
            qualcosa.

            in questo caso però abbiamo una serie di prove
            che dimostrano quelle
            deduzioni.


            quindi spiacente, ancora non ci sei.Immaginati? Presupposti? Ipotizzati? Fantasticati? Vagheggiati? Inventati? Illazionati? (non esiste ma rende l'idea :))
          • MircoM scrive:
            Re: Quanta ipocrisia
            :(così non vale... io mi stavo divertendo e volevo leggere altri 7 post. :)
          • Darth Vader scrive:
            Re: Quanta ipocrisia
            - Scritto da: MircoM
            :(

            così non vale...
            io mi stavo divertendo e volevo leggere altri 7
            post.
            :)Scusa, dovevo andare a casa. Così mi sono sparato tutte le cartucce.;)
    • Fiamel scrive:
      Re: Quanta ipocrisia
      Credo che dietro a queste critiche incoerenti (quelle di chi combatte M$ perché é M$) ci sia in realtá la paura che Microsoft possa in qualche modo forzare il mercato a proprio favore, modo che non si conosce ancora - ed é questa la vera paura, quella dell'ignoto.L'unica supposizione che al momento mi viene in mente, da puro ignorante (non ho visto le né specifiche di OOXML, né quelle id ODF) é che OOXML abbia una complessitá cosí elevata (utile od inutile) o altra caratteristica tale, da richiedere uno sforzo eccessivo od insostenibile a qualsiasi organizzazione FOSS per supportare tale formato, rendendolo di fatto un formato "oligarchico". Questa é la mia paura.Ma queste sono, come ho detto, solo illazioni.
      • Darth Vader scrive:
        Re: Quanta ipocrisia
        - Scritto da: Fiamel
        L'unica supposizione che al momento mi viene in
        mente, da puro ignorante (non ho visto le né
        specifiche di OOXML, né quelle id ODF) é che
        OOXML abbia una complessitá cosí elevata (utile
        od inutile) o altra caratteristica tale, da
        richiedere uno sforzo eccessivo od insostenibile
        a qualsiasi organizzazione FOSS per supportare
        tale formato, rendendolo di fatto un formato
        "oligarchico". Questa é la mia
        paura.Quindi? Si può proporre uno standard solo se è semplice?
        • Fiamel scrive:
          Re: Quanta ipocrisia

          Quindi? Si può proporre uno standard solo se è
          semplice?Ho forse scritto che non lo può fare?
      • Fiamel scrive:
        Re: Quanta ipocrisia
        M$ conta proprio su questa disgregazione endemica. Chi credi che sarà il profeta che riunirà la comunità e la focalizzerà su questi obiettivi?Certo SUN ha solo da guadagnarci nel farlo, ma sarà sufficiente?
      • Fiamel scrive:
        Re: Quanta ipocrisia
        Sono perfettamente della tua stessa opinione. "Peccato" che ISO debba basarsi sui documenti tecnici, non sul passato e sul presente di chi li presenta.
        • krane scrive:
          Re: Quanta ipocrisia
          - Scritto da: Fiamel
          Sono perfettamente della tua stessa opinione.
          "Peccato" che ISO debba basarsi sui documenti
          tecnici, non sul passato e sul presente di chi li
          presenta.Infatti tu parlavi dei commenti fatti dalla gente e da varie entita'; il comitato ha dato le sue motivazioni tecniche relativamente al formato e sembra stia anche per approvarlo...
    • AMEN scrive:
      Re: Quanta ipocrisia
      - Scritto da: Darth Vader
      Sono anni che i promotori del open ci macellano
      le gonadi con la chiusura dei formati di
      Microsoft Office e la conseguente inadeguatezza
      di tali prodotti per un mercato della Pubblica
      Amministrazione.
      Segui questo bel linkhttp://dot.kde.org/1207000153/
      • krane scrive:
        Re: Quanta ipocrisia
        - Scritto da: AMEN
        - Scritto da: Darth Vader

        Sono anni che i promotori del open ci macellano

        le gonadi con la chiusura dei formati di

        Microsoft Office e la conseguente inadeguatezza

        di tali prodotti per un mercato della Pubblica

        Amministrazione.



        Segui questo bel link
        http://dot.kde.org/1207000153/Riassumendo : "We have studied the standard hard and many changes have been made to it," said KDE's Supreme Leader Aaron Seigo "and following a $10,000 donation from an anonymous North American source we realised the market should decide the best formats to use, not technical bureaucrats".
        • Anonimo scrive:
          Re: Quanta ipocrisia
          - Scritto da: krane
          "and following a
          $10,000 donation from an anonymous North American
          source ...".Quindi "mazzetta" in inglese si traduce con "donation".Anche oggi ho imparato qualcosa.
          • Overture scrive:
            Re: Quanta ipocrisia
            E' sempre stato quello il nome ufficiale... anche al prete fai una donazione la domenica delle palme...
      • Lepaca scrive:
        Re: Quanta ipocrisia
        un'altra vittima di un pesce d'aprile...del resto, l'ISO ha scelto proprio il periodo piu' adatto per approvare l'OOXML... ;)
        • AMEN scrive:
          Re: Quanta ipocrisia
          - Scritto da: Lepaca
          un'altra vittima di un pesce d'aprile...
          Almeno lo facciano giusto!Posted by Jonathan Riddell on Monday 31/Mar/2008
    • CCC scrive:
      Re: Quanta ipocrisia
      - Scritto da: Darth Vaderquanta ottusità nelle tue parole...
    • Overture scrive:
      Re: Quanta ipocrisia
      Ahi noi... vero... Se s'impiegasse la metà del tempo perso a fare caciara contro microsoft in una migliore organizzazione della comunità a quest'ora molte cose andrebbero meglio...
      • krane scrive:
        Re: Quanta ipocrisia
        - Scritto da: Overture
        Ahi noi... vero...
        Se s'impiegasse la metà del tempo perso a fare
        caciara contro microsoft in una migliore
        organizzazione della comunità a quest'ora molte
        cose andrebbero meglio...Quando e' che torwald o la FSF o RedHat hanno fatto ciaciara come da te indicato ?Oppure stai parlando della massa di lamer / troll dei forum di PI come se rappresentassero la comunita' open ?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 02 aprile 2008 17.33-----------------------------------------------------------
        • Overture scrive:
          Re: Quanta ipocrisia
          Torvald e RedHat sono una goccia nell'oceano. Possono e danno molto ma non possono tenere un guinzaglio a tutti i cani sciolti che imperversano
          • krane scrive:
            Re: Quanta ipocrisia
            - Scritto da: Overture
            Torvald e RedHat sono una goccia nell'oceano.
            Possono e danno molto ma non possono tenere un
            guinzaglio a tutti i cani sciolti che
            imperversanoSecondo me dai troppa retta ai troll...
  • La prof. scrive:
    Si è scelto il male minore
    Compito per casa: TemaSecondo voi cosa sarebbe successo se ooxml non fosse passato come standard?--Pensate forse che colei che comanda il mercato avrebbe accettato un parere negativo della commissione e sarebbe passata ad odt?Mai, se microsoft fosse passata ad odt ci avrebbe perso la faccia e si sarebbe mostrata debole volgendo il fianco anche per altri attacchi futuri.Se ooxml non fosse diventato standard, probabilmente MS avrebbe continuato per la sua strada imponendo il suo come standard de facto.MS si è trovata a doversi procurare uno standard per poter vendere in quei luoghi dove uno standard era richiesto per legge. Adesso per quanto brutto ed addirittura conflittuale con altri standard iso già presenti la MS cede in cambio di una certificazione parte del potere ad una commissione aperta. Credo proprio che ooxml sia stata un'offerta alla quale non si poteva rifiutare.
    • Monastero dei Mona scrive:
      Re: Si è scelto il male minore
      purtroppo hai ragione.è stato il male minore :(in ognuna di queste situazioni mi viene da pensare a quanto sarebbe bello e semplice il mondo dell'informatica se fosse retto da standard imparziali e liberamente implementabili da tutti
    • MircoM scrive:
      Re: Si è scelto il male minore
      mah, non saprei...ritengo che se MS avesse creduto nella possibilità di imporre ooxml come standard di fatto tenendolo chiuso, non avrebbe mai pensato di creare un formato documentale standard aperto.i problemi per MS iniziano a sorgere quando stati europei impongono l'utilizzo di formati open alle pubbliche amministrazioni, e le pubbliche amministrazioni le impongono ai fornitori di sw.prima queste regolette tenevano ms fuori dai giochi (o almeno, da alcuni giochi), mentre adesso ms può dire "eccomi, io uso un formato aperto e standard".La buona notizia è che finalmente MSOffice iniziarà a salvare documenti in un formato aperto come scelta di default.certo, a mio avviso tutto sarebbe stato decisamente più semplice se MS avesse semplicemente implementato il supporto a ODF (adesso potrebbe avere una implementazione di ODF più completa rispetto allo stesso OOffice). ma probabilmente questa sarebbe stata vista come una "sconfitta" a livello di mercato (nota avversità MS vs ODF, tra chi appoggia ODF ci sono IBM, sun e google).quindi MS se ne è uscita con uno standard nuovo che condivide molte delle idee di ODF, ma che è made in redmond (tm).----detto questo, se OOXML sarà veramente un formato aperto, ben venga. la sua implementazione in ooffice sarà ancora più semplice rispetto a quella dei .doc, e il risultato sarà comunque migliore interoperabilità.io sarò pessimista e prevenuto (e in effetti lo sono...) ma i comportamenti precedenti di MS non mi fanno pensare a tutta questa voglia di compatibilità...
    • bLax scrive:
      Re: Si è scelto il male minore
      dear dani....la microsoft già ha finanziato il proggetto odf...cerca pure sul sito...non so cosa voglia dire ma è così....
  • andy61 scrive:
    quando le prime estensioni proprietarie?
    Sono curioso di vedere quando inizieranno a comparire delle nuove caratteristiche nelle suite della M$ che andranno ad aggiungere estensioni proprietarie ad OOXML ...Resta il fatto che se OOXML è davvero complesso come pare, penso che tutti i produttori di SW tenderanno a privilegiare PDF ed ODF, più semplici e soprattuto economici da manutenere.Vedremo cosa dirà il mercato ...Resta il fatto che la ISO ha fatto una porcheria, in quanto avrebbe dovuto spingere per la revisione di ODF (ODF v2) per includere le caratteristiche mancanti e proposte da M$.Ora ci troviamo con un doppio lavoro da fare: c'è da re-implementare le intere routine di caricamento e salvataggio, anche per tutte le caratteristiche comuni ai due standard.E questo costerà molto ai produttori di software, e quindi in conclusione a chi lo compra.
    • iRoby scrive:
      Re: quando le prime estensioni proprietarie?
      ISO ha perso ogni credibilità...M$ ha usato milioni di $$$ per ricatti, intimidazioni insulti e corruzione invece che investirli nel migliorare ODF e il supporto agli standard dei suoi prodotti.Ovvio che non è ciò che vuole M$...Ed ha distrutto anche la credibilità di ISO che così risulta perdere la reputazione di organismo superpartes.In fondo la corruzione ha poco a che fare con la tecnica. Ciò che è tecnicamente fallato non diventa automaticamente valido dopo la sola iniezione di $$$ per farlo apparire tale.
      • Renji Abarai scrive:
        Re: quando le prime estensioni proprietarie?
        ma non parliamo dello stesso organo che tanto lodavate fino a ieri pomeriggio e lo portavate in trionfo?
        • Monastero dei Mona scrive:
          Re: quando le prime estensioni proprietarie?
          - Scritto da: Renji Abarai
          ma non parliamo dello stesso organo che tanto
          lodavate fino a ieri pomeriggio e lo portavate in
          trionfo?Per questo ha scritto che ISO ha perso la sua credibilità.Significa che prima ne aveva, e ora non ne ha più.Alle medie mi facevano fare analisi grammaticale, logica e del periodo. Ah, e anche la comprensione del testo! Qualcuno deve essere stato meno fortunato di me (newbie)
          • Renji Abarai scrive:
            Re: quando le prime estensioni proprietarie?
            già io l'ho fatto in 5^ elementare.
          • Monastero dei Mona scrive:
            Re: quando le prime estensioni proprietarie?
            con ottimi risultati vedo
          • ullala scrive:
            Re: quando le prime estensioni proprietarie?
            - Scritto da: Renji Abarai
            già io l'ho fatto in 5^ elementare.Adesso che sei alle medie quale prodotto microsoft che implementi (ora) OOXML mi consigli di usare?
    • Diego Zanga scrive:
      Re: quando le prime estensioni proprietarie?
      Office ha una estensione proprietaria "del prossimo standard ISO", perche' le modifiche del BRM non sono ancora applicate: semmai vorrai sapere QUANDO "SPARIRANNO" ed office usera' OOXML standard e non OOXML .Poi se come dice M$, indendono uniformare gli standard(fare la casa a partire dal tetto), verra' nuovamente modificato e sparira'.
    • AMEN scrive:
      Re: quando le prime estensioni proprietarie?
      - Scritto da: andy61
      Sono curioso di vedere quando inizieranno a
      comparire delle nuove caratteristiche nelle suite
      della M$ che andranno ad aggiungere estensioni
      proprietarie ad OOXML
      ...http://dot.kde.org/1207000153/E ho detto tutto
      • Lepaca scrive:
        Re: quando le prime estensioni proprietarie?
        ehi, ma in quanti post hai riportato questo pesce d'aprile? :D non hai fatto una gran figura... ;)
        • AMEN scrive:
          Re: quando le prime estensioni proprietarie?
          - Scritto da: Lepaca
          ehi, ma in quanti post hai riportato questo pesce
          d'aprile? :D
          Decisamente in anticipoPosted by Jonathan Riddell on Monday 31/Mar/2008
  • irolav scrive:
    richiesta spiegazioni
    premesso che sono abbondantemente a digiuno per queste cose...per capire un po' qual'è la situazione: quali sono i pro ed i contro per questa standardizzazione?Non dovrebbe essere un vantaggio rispetto ai vari .doc proprietari il fatto che venga utilizzato uno standard aperto?Senza aprire l'ennesima guerra di religione ci sono persone dell'una e dell'altra parte che mi spiegherebbero i motivi del sì e del no alla cosa?Grazie
    • Lepaca scrive:
      Re: richiesta spiegazioni
      certo, uno standard aperto e' positivo, rispetto ad uno chiuso, ma il problema e' che l'ooxml non e' aperto come si pensa...il discorso e' lungo, ti conviene fare ricerche su google, per iniziare puoi dare un'occhiata al sitowww.noooxml.org
      • AMEN scrive:
        Re: richiesta spiegazioni
        - Scritto da: Lepaca
        certo, uno standard aperto e' positivo, rispetto
        ad uno chiuso, ma il problema e' che l'ooxml non
        e' aperto come si pensa...Alcuni la pensano diversamentehttp://dot.kde.org/1207000153/
        • krane scrive:
          Re: richiesta spiegazioni
          - Scritto da: AMEN
          - Scritto da: Lepaca

          certo, uno standard aperto e' positivo, rispetto

          ad uno chiuso, ma il problema e' che l'ooxml non

          e' aperto come si pensa...

          Alcuni la pensano diversamente
          http://dot.kde.org/1207000153/Gia : "We have studied the standard hard and many changes have been made to it," said KDE's Supreme Leader Aaron Seigo "and following a $10,000 donation from an anonymous North American source we realised the market should decide the best formats to use, not technical bureaucrats".
          • AMEN scrive:
            Re: richiesta spiegazioni
            - Scritto da: krane
            Gia : "We have studied the standard hard and many
            changes have been made to it," said KDE's Supreme
            Leader Aaron Seigo "and following a $10,000
            donation from an anonymous North American source
            we realised the market should decide the best
            formats to use, not technical
            bureaucrats".Pesce d'aprile in data 31 MarzoMmmmmm, che ridere
    • Stefano Zapata scrive:
      Re: richiesta spiegazioni
      Per farla breve, nel formato OOXML si sono sforzati di mantenere al massimo la compatibilità con le versioni precedenti dei formati doc, in tutti i più piccoli aspetti.Questo comporta che la definizione dell'OOXML è di fatto un "faldone" di migliaia di pagine con ricorrenti riferimenti a caratteristiche proprietarie del Word (tipo: "usa_allineamento_Word97").Non so se nella versione finale le hanno "rimosse" tutte, ma sta di fatto che implementare correttamente OOXML su ALTRI office diversi da ms resta un'impresa ardua e ci saranno molte imperfezioni, sempre che ci riescano...Il vantaggio di OOXML consisterebbe nel fatto che standardizza più cose (tipo le formule dei fogli elettronici, credo), ma niente che non potesse essere fatto comunque ampliando o rientrando nello standard ODF.
      • pecos scrive:
        Re: richiesta spiegazioni

        la definizione dell'OOXML è
        di fatto un "faldone" di migliaia di pagine con
        ricorrenti riferimenti a caratteristiche
        proprietarie del Word (tipo:
        "usa_allineamento_Word97").

        Non so se nella versione finale le hanno
        "rimosse" tutte, ma sta di fatto che implementare
        correttamente OOXML su ALTRI office diversi da ms
        resta un'impresa ardua e ci saranno molte
        imperfezioni, sempre che ci
        riescano...
        queste caratteristiche sono state spostate sin da gennaio tra gli "annessi" dichiarati deprecati e, quindi, opzionali
    • andy61 scrive:
      Re: richiesta spiegazioni
      Quoto quanto dice Lepaca.Sintetizzo però per tua comodità alcune considerazioni.1) due standard paralleli e concorrenti richiedono un doppio sforzo (e costo) di implementazione e manutenzione, sia di tutti i programmi che degli standard stessi, rallentandone l'evoluzione ed il miglioramento.2) OOXML è stato approvato a calci, seguendo un iter abbreviato che è appropriato soltanto per standard consolidati e già implementati da più parti dal mercato; OOXML lo ha implementato solo Microsoft.3) Il documento di specifica contiene numerosi bug ed ambiguità note (con numerosi intendo dire che ci sono migliaia di richieste di emendamenti aperte), e riporta anche esplicitamente alcuni bug storicamente presenti nel SW della Microsoft; questo standard non è stato pensato mirando ad un obiettivo, ma semplicemente pubblicando lo stato di fatto delle specifiche interne della Microsoft.Per un elenco ben motivato di ragioni, dai un occhiata a http://www.noooxml.org/open:rejectooxmlnow; sono tutte ragioni oggettive, a cui il comitato di standardizzazione non ha dato risposte.In sintesi, non c'è garanzia che due programmi che si scambiano documenti in OOXML siano interoperabili, per il semplice fatto che entrambi potrebbero implementare correttamente lo standard, ma in modo incompatibile tra di loro.E questo si risolve nel sostenere il monopolio della Microsoft per le suite di Office, in quanto il documenti OOXML saranno praticamente standard se saranno compatibili con l'implementazione di Microsoft, indipendentemente da ciò che dice lo standard.Per fare un controesempio, il formato PDF della Adobe, anch'esso uno standard di fatto per il mercato, è stato sempre reso disponibile per al libera implementazione di programmi, a condizione che fossero royalty-free, contrariamente alla Microsoft, che ha pubblicato (parzialmente) le specifiche per la standardizzazione ECMA, ed ha dovuto ulteriori dettagli a causa della montagna di eccezioni sollevate durante il processo di standardizzazione ISO.Di fatto, l'unico produttore che conosce OOXML è la Microsoft; anzi, per essere più precisi di OOXML Microsoft conosce solo la propria implementazione, e non la teoria che vi è dietro (lo dimostrano i bug volutamente inseriti nello standard per non dover mettere mano alla propria implementazione dei programmi).
  • iRoby scrive:
    Secondo ricorso
    Dopo il voto della Norvegia, aperta una protesta ufficiale per le procedure di voto in UK...http://www.groklaw.net/article.php?story=20080401133818372
  • il gelato che uccide scrive:
    EVVAI !!!
    Finalmente l'hanno approvato.Così tra un paio di mesi potrò finalmente usare un prodotto gratuito che nativamente salverà in un formato ISO compatibile con Office.Tanto ODF non c'era verso di farlo entrare nella zucca di CrapaPelata, così almeno avremo un prodotto compatibile e documentato ... bene !Grazie M$ hai pure pagato per farci un favore... ma mi raccomando ... rispettalo lo standard eh ... :D
    • Linaro scrive:
      Re: EVVAI !!!
      - Scritto da: il gelato che uccide
      Tanto ODF non c'era verso di farlo entrare nella
      zucca di CrapaPelataForse perché ODF è uno standard limitato e insufficiente a permettere di salvare tutte le formattazioni possibili in Microsoft Office? Forse perché ODF è stato pensato e progettato apposta a questo scopo, cioé di tagliare le gambe il più possibile a Microsoft Office??? SIETE DEGLI IPOCRITI!!!
      • krane scrive:
        Re: EVVAI !!!
        - Scritto da: Linaro
        - Scritto da: il gelato che uccide

        Tanto ODF non c'era verso di farlo entrare nella

        zucca di CrapaPelata
        Forse perché ODF è uno standard limitato e
        insufficiente a permettere di salvare tutte le
        formattazioni possibili in Microsoft Office?
        Forse perché ODF è stato pensato e progettato
        apposta a questo scopo, cioé di tagliare le gambe
        il più possibile a Microsoft Office??? Non mi risulta, motiveresti tecnicamente la tua affermazione ?
        SIETE DEGLI IPOCRITI!!!E tu potresti passare per uno che non ha capito niente di questa cosa, se ti limiti a sputare sentenze senza motivarle.
      • il gelato che uccide scrive:
        Re: EVVAI !!!

        Forse perché ODF è uno standard limitato e
        insufficiente a permettere di salvare tutte le
        formattazioni possibili in Microsoft Office?
        Forse perché ODF è stato pensato e progettato
        apposta a questo scopo, cioé di tagliare le gambe
        il più possibile a Microsoft Office???Non ho mica detto questo ...Ho detto che tanto M$ non avrebbe MAI inserito ODF nella sua suite, per meri interessi economici.Sto solo dicendo che dopo DUE anni di ODF, ancora adesso se io con la mia bella Kubuntu scrivo un documento devo salvarlo in formato DOC, prima di distribuirlo.Siccome personalmente non mi interessa in che formato il file è salvato ma che se salvo un file poi gli altri lo possano leggere decentemente (e devo dire che a parte gli indici la compatibilità di DOC su OO non mi ha mai dato problemi), forse per una volta M$ non ha esattamente ottenuto l'effetto che voleva, visto che alla fine per tagliar fuori la concorrenza, sarà la prima ad andare fuori standard e dovrà pagare altri due miliardi di tangenti per farne approvare un altro 8)
        • Anonimo scrive:
          Re: EVVAI !!!
          - Scritto da: il gelato che uccide
          Sto solo dicendo che dopo DUE anni di ODF, ancora
          adesso se io con la mia bella Kubuntu scrivo un
          documento devo salvarlo in formato DOC, prima di
          distribuirlo.Mai sentito parlare di pdf?C'e' un tastino bianco e rosso sulla barra degli strumenti di OOo, prova a cliccarci sopra qualche volta...
      • .net scrive:
        Re: EVVAI !!!
        Ma gli è andata male... molto male..
    • Stefano Zapata scrive:
      Re: EVVAI !!!

      Così tra un paio di mesi potrò finalmente usare un prodotto gratuito
      che nativamente salverà in un formato ISO compatibile con Office.Si, tu sogni: è risaputo che lo standard OOXML è un faldone di 3000 pagine impossibile da implementare correttamente per chiunque (tranne ms). Dubito che in un paio di mesi riusciranno a raccapezzarci qualcosa.E' infatti pensato apposta per tagliare le gambe a ODF e NON VICEVERSA, come asserito da qualche disinformato poco sopra...
      • il gelato che uccide scrive:
        Re: EVVAI !!!
        Beh ... si ma OpenOffice non è un giocattolino, gli sviluppatori sono tanti e la forza è potente in loro ...Io ho fiducia ... ma staremo a vedere.
        Si, tu sogni: è risaputo che lo standard OOXML è
        un faldone di 3000 pagine impossibile da
        implementare correttamente per chiunque (tranne
        ms). Dubito che in un paio di mesi riusciranno a
        raccapezzarci
        qualcosa.

        E' infatti pensato apposta per tagliare le gambe
        a ODF e NON VICEVERSA, come asserito da qualche
        disinformato poco
        sopra...
      • pecos scrive:
        Re: EVVAI !!!

        Si, tu sogni: è risaputo che lo standard OOXML è
        un faldone di 3000 pagine impossibile da
        implementare correttamente per chiunque (tranne
        ms). falso. Nella nostra azienda c'è un gruppo che sta producendo una applicazione di gestione documentale che già *oggi* produce documenti OOXML e, a quanto sembra, non siamo nemmeno l'unico caso di questo tipo:http://blogs.ugidotnet.org/raffaele/archive/2008/04/02/92000.aspx
        • Stefano Zapata scrive:
          Re: EVVAI !!!

          falso. Nella nostra azienda c'è un gruppo che sta producendo
          una applicazione di gestione documentale che già *oggi*
          produce documenti OOXMLSi, bravo, a implementarne UNA PARTE (magari la più facile) sarei capace pure io.Prova, se ci riesci, a scrivere un visualizzatore di file OOXML del Word da zero. (Che funzioni correttamente, si intende).
          • pecos scrive:
            Re: EVVAI !!!

            Prova, se ci riesci, a scrivere un visualizzatore
            di file OOXML del Word da zero. (Che funzioni
            correttamente, si
            intende).ma guarda che "Word viewer"!="OOXML viewer". Implementare OOXML non significa supportare gli elementi dichiarati deprecati. Se MS vorrà supportare lo standard (da lei stesso proposto) ISO 29500, dovrà distribuire un service pack per Office in modo che salvi utilizzando la versione definitiva di OOXML e non il draft di 1 anno e mezzo addietro
          • Stefano Zapata scrive:
            Re: EVVAI !!!
            - Scritto da: pecos

            Prova, se ci riesci, a scrivere un
            visualizzatore

            di file OOXML del Word da zero. (Che funzioni

            correttamente, si

            intende).
            ma guarda che "Word viewer"!="OOXML viewer".
            Implementare OOXML non significa supportare gli
            elementi dichiarati deprecati. Se MS vorrà
            supportare lo standard (da lei stesso proposto)
            ISO 29500, dovrà distribuire un service pack per
            Office Ma quello che sto dicendo è che sarà praticamente impossibile per terze parti sviluppare una suite basata su questo ISO29500 (completo, chiaramente, perché un filetto con due dati lo so aprire pure io) che funzioni correttamente importando ed esportando senza problemi da MSOffice (service pack o meno).E se mi sbaglio tanto meglio perché vorrà dire che invece lo vedremo implementato a breve e perfettamente funzionante anche su OpenOffice.Ci credo poco, comunque.
      • Darth Vader scrive:
        Re: EVVAI !!!
        - Scritto da: Stefano Zapata
        E' infatti pensato apposta per tagliare le gambe
        a ODF e NON VICEVERSA, come asserito da qualche
        disinformato poco
        sopra...OOXML è pensato per competere con ODF. Non vedo né illiceità né controindicazioni nella cosa.Magari qualcuno penserà a migliorare ODF.
  • Orkassassin scrive:
    2 mesi per ricorrere
    a questo punto chi ce lha con ooxml e quelli che dicono che ci sono stati brogli è meglio che si diano una mossa tra 2 mesi per iso i giochi saranno chiusi. è un po' la prova del fuoco se non ci saranno ricorsi allora le accuse sono fuffa.
    • Yeoshua Freemason scrive:
      Re: 2 mesi per ricorrere

      tra 2 mesi per iso i giochi
      saranno chiusi. è un po' la prova del fuoco se
      non ci saranno ricorsi allora le accuse sono
      fuffa.Ci sono già ricorsi.
      • iRoby scrive:
        Re: 2 mesi per ricorrere
        Un ricorso formale deve essere aperto da un membro "P" di una commissione ISO, a quanto pare Steve Pepper chairman della commissione norvegese ha aperto un ricorso formale...http://www.digi.no/php/art.php?id=517414
    • AMEN scrive:
      Re: 2 mesi per ricorrere
      - Scritto da: Orkassassin
      a questo punto chi ce lha con ooxml e quelli che
      dicono che ci sono stati brogli è meglio che si
      diano una mossa tra 2 mesi per iso i giochi
      saranno chiusi. Loro non credo lo farannohttp://dot.kde.org/1207000153/
      • lorenzodes scrive:
        Re: 2 mesi per ricorrere
        - Scritto da: AMEN
        - Scritto da: Orkassassin

        a questo punto chi ce lha con ooxml e quelli che

        dicono che ci sono stati brogli è meglio che si

        diano una mossa tra 2 mesi per iso i giochi

        saranno chiusi.

        Loro non credo lo faranno
        http://dot.kde.org/1207000153/ROTFL!"KDE founder Stephan Coolio was unavailable for comment because he was changing nappies."Almeno l'ultima frase, quotata sopra, avrebbe dovuto farti sospettare il pesce d'Aprile.
  • pisolo scrive:
    opensourciari al tappeto
    ennesimo fallimento del mondo open source
  • NE555 scrive:
    potrebbe essere come per OSI vs. TCP
    E' una notizia sicuramente degna di nota.Non per fare l'avvocato delle cause inutili però bisogna che uno standard venga anche accettato de facto. Ora ooxml è uno standard de jure così come lo è OSI-ISO per le reti. Si è visto come è andata a finire: TCP/IP è diventato internet.
    • Davide Impegnato scrive:
      Re: potrebbe essere come per OSI vs. TCP
      Il problema è che OOXML si trova esattamente nella posizione del TCP/IP: esisteva già uno standard migliore, lo stack protocollare ISO/OSI (l'ODF dei nostri giorni), ma visto che la maggior parte degli utenti usava TCP/IP (Office), allora si sono adattati a standardizzare anche quello.
      • il gelato che uccide scrive:
        Re: potrebbe essere come per OSI vs. TCP
        - Scritto da: Davide Impegnato
        Il problema è che OOXML si trova esattamente
        nella posizione del TCP/IP: esisteva già uno
        standard migliore, lo stack protocollare ISO/OSI
        (l'ODF dei nostri giorni), ma visto che la
        maggior parte degli utenti usava TCP/IP (Office),
        allora si sono adattati a standardizzare anche
        quello.Non sono completamente d'accordo.Numero uno ... perché l'ISO/OSI è un po` pesantuccio.Secondo perché il TCP/IP è semplice ed è IMPLEMENTABILE DA TUTTI, cioè le specifiche trascendono dalla piattaforma.Ok in due mesi di tempo e OOXML è perfettamente implementato in OpenOffice ... ma non è questo il problema.Le estensioni proprietarie ci sono ancora o se sono state rimosse dall'ISO ? Se sono state rimosse non vedo il problema, altrimenti il problema è ben più grave.IN sostanza .. nelle specifiche ECMA originali c'è la possibilità di includere un ASF nel documento che è sotto patent e anche molto aggressiva :http://www.cptech.org/ip/business/software/audio.htmlSe l'ISO ha standardizzato questa m..da, capisci che il problema è un po`diverso 8).
        • Davide Impegnato scrive:
          Re: potrebbe essere come per OSI vs. TCP
          In OOXML si può inserire WMA con DRM, MS-Only.OOXML non sarà mai implementato correttamente. O comunque si tratta di uno sforzo enorme che ISO poteva tranquillamente risparmiare a tutta la concorrenza. Perché tutti si devono adattare a MS e chiamarlo standard, visto che già c'era uno standard implementato da tutti tranne, guarda caso, ms?
    • pisolo scrive:
      Re: potrebbe essere come per OSI vs. TCP
      - Scritto da: NE555
      E' una notizia sicuramente degna di nota.
      Non per fare l'avvocato delle cause inutili però
      bisogna che uno standard venga anche accettato de
      facto. Ora ooxml è uno standard de jure così come
      lo è OSI-ISO per le reti. Si è visto come è
      andata a finire: TCP/IP è diventato
      internet.esatto, hai centrato il punto. Ciò che conta è lo standard di fatto. ISO-OSI era standard sulla carta ma non si è mai affermanto, ha vinto TCP/IP. Stessa cosa succede con Microsoft Office che è sempre stato uno standard di fatto, pur non essendolo sulla carta. Ora è anche sulla carta... Linari tiè!
      • Davide Impegnato scrive:
        Re: potrebbe essere come per OSI vs. TCP

        Linari tiè!Patetico.
        • winaro scrive:
          Re: potrebbe essere come per OSI vs. TCP
          - Scritto da: Davide Impegnato
          Patetico.sarà anche patetico, ma stramaledettamente vero!
          • Wolf01 scrive:
            Re: potrebbe essere come per OSI vs. TCP
            il che non centra assolutamente niente con il formato.. è come dire che ISO-OSI stia a Linux come TCP/IP stia a Windows.. quindi astenetevi in questi interventi inutili, entrambi i formati sono utilizzabili da entrambe le piattaforme, non centra niente che OOXML sia stato voluto e pagato dagli stessi che hanno fatto una delle due piattaforme in questione
          • Davide Impegnato scrive:
            Re: potrebbe essere come per OSI vs. TCP
            Cosa è vero?"linari tiè" è vero?Bah..ci rimettete anche voi, non lo sapete? oppure a voi piace pagare per i virus? se un giorno non vi piacesse più windows? non interessa anche a voi mammoni avere la possibilità di un'alternativa? o siete così storditi da non voler avere un'alternativa?
      • Alessandrox scrive:
        Re: potrebbe essere come per OSI vs. TCP
        - Scritto da: pisolo
        - Scritto da: NE555

        E' una notizia sicuramente degna di nota.

        Non per fare l'avvocato delle cause inutili però

        bisogna che uno standard venga anche accettato
        de

        facto. Ora ooxml è uno standard de jure così
        come

        lo è OSI-ISO per le reti. Si è visto come è

        andata a finire: TCP/IP è diventato

        internet.

        esatto, hai centrato il punto. Ciò che conta è lo
        standard di fatto. ISO-OSI era standard sulla
        carta ma non si è mai affermanto, ha vinto
        TCP/IP. Stessa cosa succede con Microsoft Office
        che è sempre stato uno standard di fatto, pur non
        essendolo sulla carta. Ora è anche sulla carta...
        Linari
        tiè!Sbagliate, i paragoni non si possono fare semplicemente perche' ISO/OSI NON ha mai avuto un implementazione pratica completa tranne che in qualche protocollo proprietario (come DECNET della Digita) o altri a scopo di ricerca accademica (ma non adatta ad un livello professionale)...Semplicemente TCP/IP era l' unico protocollo OPEN sufficentemente sviluppato ed affidabile disponibile, NON c'e' mai stata nessuna forzatura alla sua adozione ma e' stata la via piu' semplice e veloce in quel momento.
    • iRoby scrive:
      Re: potrebbe essere come per OSI vs. TCP
      Pompato col denaro qualsiasi merda diventa cioccolata...I trucchi di M$ li conosciamo, le cause antitrust e le class action durano ere geologiche che non sono compatibili con i tempi in cui una schifezza diventa standard o un prodotto concorrente muore, nel mondo informatico.E anche M$ perdesse avrebbe guadagnato molto più di quanto andrà a pagare in fase di accordo extra-giudiziario o di multa che corrompendo il politico o la giuria di turno è sempre l'equivalente di un "boffetto"...
      • Linaro scrive:
        Re: potrebbe essere come per OSI vs. TCP
        - Scritto da: iRoby
        Pompato col denaro qualsiasi merda diventa
        cioccolata...Ah! Allora proverò a pomparti col denaro, chissà se diventi davvero cioccolata!
  • Jul scrive:
    Signor Valboni...
    ora che siete riusciti a far approvare un secondo standard dite che bisogna lavorare per far convergere gli standard. Fino a poco tempo fa ce n'era uno solo, bastava lavorare tutti per migliorare quello senza metterne in campo un secondo e complicare le cose.Siete degli ipocriti, fate finta di volere i formati aperti ma in realtà fate di tutto per boicottarli. Con due standard in campo nessuna amministrazione sceglierà più uno standard ufficiale, e così voi avrete ottenuto l'obbiettivo di continuare a farvi i fatti vostri e, come avete fatto in passato in altri ambiti, con la mano destra sosterrete lo "standard ISO", mentre con la sinistra imbottirete OOXML di varianti proprietarie per renderlo il più incompatibile possibile con il resto del mondo, sfruttando al massimo il semi-monopolio che continuate a detenere nei pacchetti Office.Ecco, questo avrebbe dovuto dire nell'intervista, ma ovviamente lei è un dipendente di Zio Bill e non può ammettere apertamente queste cose.
    • Pizzuco scrive:
      Re: Signor Valboni...
      Sinceramente il dubbio è più che lecito e ritengo siano in molti a farsi la stessa domanda...Tra i tanti motivi meno legati a convenienze economiche aggiungerei: brucia, dopo anni di monopolio nelle suite da ufficio, non essere stati loro (Microsoft) i primi e (magari) soli promotori di uno standard aperto..., vero? Brucia non aver lasciato un così bel segno nel mondo che ti ha permesso di arricchirti e al quale si sarebbe potuto restituire un Valore Culturale, vero?Alla faccia della Fondazione Gates...È, del resto, "stupendo" solo rincorrere perché:- va di "moda";- sennò l'Europa (Andrea Monti) mi martassa di megamulte;- non controllo più il mercato;- ...Ma che cosa ci fate come sponsor di Oasishttp://www.oasis-open.org/about/Una partecipazione attiva e, soprattutto, collaborativa: no, vero? Sarebbe stata troppo...Carlo-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 02 aprile 2008 19.53-----------------------------------------------------------
    • CCC scrive:
      Re: Signor Valboni...
      attenzione...ci penserei con maggior parsimonia ed attenzione prima di usare la parola "signore"...
  • Luigi scrive:
    a riguardo...
    ...su LinuxJournal un paio di giorni fa' e' uscito questo articolo (winari, non me ne vogliate)http://www.linuxjournal.com/content/microsofts-great-besmirchingl'ho trovato piuttosto illuminante...
    • iRoby scrive:
      Re: a riguardo...
      Incredibile!Dal link che riporti:"Microsoft Corp. admitted Wednesday that an employee at its Swedish subsidiary offered monetary compensation to partners for voting in favor of the Office Open XML document format's approval as an ISO standard."Affermato da un ex-dipendente M$, la sussidiaria M$ in Svezia ha offerto compensi monetari ai partner per votare a favore dell'approvazione.E sono stati corrotti la maggior parte dei membri "P" delle commissioni ISO per comprarsi il loro voto!
      • el hefe scrive:
        Re: a riguardo...
        - Scritto da: iRoby
        Incredibile!
        mica tanto incredibile...già nella prima votazione m$ ha inviato ai partner i soldi per iscriversi al comitato iso e votare a favore di OOXML.peccato che molte di queste aziende abbiano inoltrato le lettere standard per la votazione fornite da m$ senza nemmeno cambiare i dati, e furono sgamati all'istantehttp://www.infoworld.com/article/07/08/31/Sweden-OOXML-vote-invalid_1.html "Microsoft Sweden was later found to have offered extra "marketing contributions" to its business partners to encourage them to vote for OOXML, according to e-mails seen by Computer Sweden" comunque basta scrivere sweden ooxml su google per avere valanghe di documenti a riguardoe c'è ancora gente che li difende :s
        • iRoby scrive:
          Re: a riguardo...
          - Scritto da: el hefe
          e c'è ancora gente che li difende :sChi difende Micro$oft in questi forum sono o dipendenti M$, o dipendenti di aziende M$ certified partner e/o sviluppatori che conoscono i soli prodotti Micro$oft e che avrebbero minori commesse e perdite economiche da una diffusione di sistemi alternativi.Oltre a non sapersi adattare a strumenti di sviluppo multipiattaforma...
          • Sociology scrive:
            Re: a riguardo...
            - Scritto da: iRoby
            Chi difende Micro$oft in questi forum sono o
            dipendenti M$, o dipendenti di aziende M$
            certified partner e/o sviluppatori che conoscono
            i soli prodotti Micro$oftGuarda io sinceramente non posso credere che dei dipendenti MS stiano qui a scrivere balordaggini sulla "loro" azienda. Ne ho troppa stima per immaginarli in una simile situazione.Secondo me ci sono tre categorie:1) gli ignoranti (in informatica eh, poi magari sono dei geni in altri campi) che usando win* da sempre hanno paura che l'uomo nero (il famigerato "linaro") li *costringa* a dover cambiare SO/suite di ufficio/altro a forza di argomentazioni valide. Questo li costringerebbe a ripassare per la curva di apprendimento - cosa inaccettabile per loro. Da questo arrivano al teorema che MS ha *sempre* ragione, qualunque cosa faccia.2) siamo in italia, e si sa che la tendenza a sottomettersi ai più forti è tipicamente italiana: solo così si spiegano certe cagate del tipo "X al tappeto", "alla faccia vostra, X-ari" - neanche ballmer sarebbe così aggressivo verso i concorrenti.Questa gente, che ovviamente non fa parte di MS (i cui dipendenti avrebbero certo argomenti tecnici migliori con cui attaccare i propri "rivali") ha bisogno di sentirsi "tra i vincitori", probabilmente per ribaltare la loro situazione nella vita reale.3) quelli che sanno che qualunque cosa scrivano pro/contro scatenerà un flame enorme e quindi ci danno dentro e si divertono a leggere le risposte :D
          • Renji Abarai scrive:
            Re: a riguardo...
            la 3!!! scelgo la 3!!
          • ullala scrive:
            Re: a riguardo...
            - Scritto da: Renji Abarai
            la 3!!! scelgo la 3!!Quel che tu scegli è irrilevante!Fai parte della 2!
    • iRoby scrive:
      Re: a riguardo...
      In Nuova Zelanda (da sempre e fino all'ultimo per in NO) Matthew Holloway un membro della commissione ISO è stato fortemente insultato e calunniato da dipendenti Micro$oft.http://nzoss.org.nz/news/2008/old-dog-same-old-tricks
    • AMEN scrive:
      Re: a riguardo...
      - Scritto da: Luigi

      l'ho trovato piuttosto illuminante...Io ho trovato illuminante questohttp://dot.kde.org/1207000153/
  • Nilok scrive:
    Che cos'è uno "standard"?
    Ave.Vorrei sapere dove posso trovare maggiori dati: in base a quali "criteri" si stabilisce che lo "standard" OTTIMALE è OOXML.Grazie mille.Nilok
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Che cos'è uno "standard"?
      Vedo che non sei un membro votante del tuo national body iso, altrimenti da M$ ti sarebbe arrivata una bella busta piena di ... e di sicuro non avresti dovuto chiedere a noi quali siano le ragioni per cui OOXML è lo standard ottimale :-)
      • iRoby scrive:
        Re: Che cos'è uno "standard"?
        E nella busta ci sarà Antrace se hai deciso di votare No.$$$ se deciderai di votare Sì.
    • Overture scrive:
      Re: Che cos'è uno "standard"?
      Il criterio ottimale è che, con la iso o senza la iso, ooxml diventerà lo standard utilizzato dalla maggior parte della gente quindi o con loro o dentro il vulcano.
  • Xilitolo scrive:
    In attesa della convergenza: neutralità
    Meglio usare un programma compatibile usi tutti gli gli standard, come sarà Open Office 3.0.Questa è neutralità tecnologica.
    • Nifft scrive:
      Re: In attesa della convergenza: neutralità
      Questo scenario non è implausibile (Open Office userà tutti gli standard disponibili, come ha sempre fatto, mentre MS Office, per ragioni di mercato, userà solo ooxml), e sarebbe un autogol per la MS.Questo però solo assumendo che OOXML sia effettivamente uno standard aperto! E' proprio questo il problema. Logicamente direi che, per evitare lo scenario di cui sopra, OOXML sia costituzionalmente "difficile" da implementare in software di terzi. Solo in questo modo la MS non farebbe un autogol usando questo formato.
      • Xilitolo scrive:
        Re: In attesa della convergenza: neutralità
        D'altra parte OpenOffice gestisce già oggi egregiamente formati chiusi come DOC e XLS, arrivare ad una egregia implementazione di OOXML non dovrebbe essere una cosa insormontabile e tutto sommato più facile che fare ingegneria inversa su un formato chiuso.
        • Davide Impegnato scrive:
          Re: In attesa della convergenza: neutralità
          Sempre che dopo l'implementazione di OOXML da parte di Microsoft sia corretta: immaginate se OOo scrivesse bene OOXML e Office no! da panico, eh?! Ci ritroveremmo ancora con documenti di OOo che non vanno bene in Office e viceversa. Ovviamente, secondo tutti gli utenti la colpa sarebbe di OOo (così come per FF, che non vede bene come IE).
        • Linaro scrive:
          Re: In attesa della convergenza: neutralità
          - Scritto da: Xilitolo
          D'altra parte OpenOffice gestisce già oggi
          egregiamente formati chiusi come DOC e XLS,Chiusi? Ma se ci sono i PDF con le specifiche complete rilasciati da Microsoft!!!
      • Saaro scrive:
        Re: In attesa della convergenza: neutralità
        per definizione, per diventare uno standard, passa nelle mani di un diciamo consorzio che ne curerà lo sviluppo, di conseguenza sarà aperto...prima di parlare magari leggiamo qualche riga, capisco che è moda sputare su microsoft (magari i vostri commenti li state scrivendo da windows xp o peggio ancora da vista!!?!?!?!).poi se uno vuole usare odt mica è obbligato a fare il contrario, se uno vuole usare il doc, lo faccia pure.ripeto, uno standard è tale da permettere a openoffice di implementarlo al pari di altri concorrenti, mi riesce difficile capire dove sta il problema... o forse ho capito che sempre e comunque il problema è Microsoft???
  • mauro pili scrive:
    autogoal per microsoft
    e' la vittoria di pirro per microsoft.mentre prima uno pseudo standard di fatto spesso costringeva gli utenti ad adandare nel formato doc (o in uno dei vari formati di word) piu' per abitudine o miopia che per scelta consapevole, adesso l'adesione ad un nuovo formato richiedera' un passaggio piu' consapevole.E in questo passaggio open office ha tutte le risposte a chi si chiede : "perche' devo lasciare il vecchio formato doc di word per usare un formato standard".E ancor meno giova a microsoft che questo nuovo formato da loro proposto abbia una forte assonanza con open office
    • el hefe scrive:
      Re: autogoal per microsoft
      mah non so...entro non molto tempo la mutazione a Office2007 sarà completata, e i files verranno salvati di default in formato OOXML.come al solito la gente farà una scelta inconsapevoletra l'altro non capisco perchè alla gente vada bene spendere fior di quattrini per un programma di fatto incompleto: chi usa Office non può aprire i files di chi usa OpenOffice.Pagano per un programma incompleto.. mah!
      • iRoby scrive:
        Re: autogoal per microsoft
        Se per questo ad ogni uscita di qualsiasi sistema operativo e programma Micro$oft paghiamo per fare da beta-tester...
        • Linaro scrive:
          Re: autogoal per microsoft
          - Scritto da: iRoby
          Se per questo ad ogni uscita di qualsiasi sistema
          operativo e programma Micro$oft paghiamo per fare
          da
          beta-tester...Ma perché dovete scrivere sempre le stesse fregnacce?
        • Marcello Romani scrive:
          Re: autogoal per microsoft
          - Scritto da: iRoby
          Se per questo ad ogni uscita di qualsiasi sistema
          operativo e programma Micro$oft paghiamo per fare
          da
          beta-tester...eheh come con Windows XP (pre-SP1, cioè appena uscito) quando un problema del servizio UPnP permetteva ad un virus di introdursi da remoto (tramite probe a tappeto da parte delle macchine infette) causando, appena stabilita la connessione ad internet:1) l'attivazione del riavvio automatico in 60 secondi a causa del crash del demone UPnP (comportamento opzionale, ma attivo di default)2) l'infezione del pc con conseguenti problemi anche quando non connesso ad internet(visto con i miei occhi (e sistemato) su un portatile Compaq presario con modem isdn - che per il resto era un fior fiore di portatile).
      • JJLetho scrive:
        Re: autogoal per microsoft
        un programma non è completo solo perchè esporta o importa in tanti formati....
        • el hefe scrive:
          Re: autogoal per microsoft
          - Scritto da: JJLetho
          un programma non è completo solo perchè esporta o
          importa in tanti
          formati....e allora perchè la gente non si accontenta del programma di compressione base di m$ ma installa winrar o 7zip?e perchè tutti si stupiscono (e provano un po' di invidia) quando vedono che da OpenOffice si esporta in PDF con un semplice click?
          • ottomano scrive:
            Re: autogoal per microsoft
            - Scritto da: el hefe
            e perchè tutti si stupiscono (e provano un po' di
            invidia) quando vedono che da OpenOffice si
            esporta in PDF con un semplice
            click?Non è una goduria? :)Con la 3.0 sarà anche possibile editare i PDF... non si può chiedere di meglio.Nel frattempo i primi PDF li sto editando con Inkscape 0.46Nicola
          • darksky scrive:
            Re: autogoal per microsoft
            scusa ma guarda che in office 2007 lo fai pure con un click, scusa ma prima di sparare sentenze informati, la microsoft stessa ti da il plug-in per esportare in pdf. L'unico motivo per cui è stato messo come plug-in è perchè l'adobe non gli ha dato il permesso di integrarlo.
          • el hefe scrive:
            Re: autogoal per microsoft
            - Scritto da: darksky
            scusa ma guarda che in office 2007 lo fai pure
            con un click, scusa ma prima di sparare sentenze
            informati, la microsoft stessa ti da il plug-in
            per esportare in pdf. L'unico motivo per cui è
            stato messo come plug-in è perchè l'adobe non gli
            ha dato il permesso di
            integrarlo.appunto quindi non lo fai con un click,ma con N clickinfatti devi- sapere che c'è un plugin (in quanti lo sanno?)- cercarlo su internet- installarlo- (riavviare? :D)- ok ora puoi esportare
          • darksky scrive:
            Re: autogoal per microsoft
            no non devi riavviare ora non pensare che devi riavviare sempre windows, forse sei rimasto un po' indietro...http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?FamilyId=F1FC413C-6D89-4F15-991B-63B07BA5F2E5&displaylang=en qui hai il link cosi non lo cerchi se lo vuoi... ora lo sai.
          • Linaro scrive:
            Re: autogoal per microsoft
            - Scritto da: el hefe
            infatti devi

            - sapere che c'è un plugin (in quanti lo sanno?)
            - cercarlo su internet
            - installarlo
            - ok ora puoi esportareL'ignoranza regna sovrana... per parlare dovresti aver usato Office 2007. In questo modo ti saresti risparmiato questa figuraccia, visto che l'opzione è presente nel menu e al primo uso ti dice che bisogna scaricare il plugin e ti indirizza alla pagina corretta.Una volta installato il plugin sarò sempre e solo un clic per salvare in PDF.
          • el hefe scrive:
            Re: autogoal per microsoft
            - Scritto da: Linaro

            L'ignoranza regna sovrana... per parlare dovresti
            aver usato Office 2007. In questo modo ti saresti
            risparmiato questa figuraccia, visto che
            l'opzione è presente nel menu e al primo uso ti
            dice che bisogna scaricare il plugin e ti
            indirizza alla pagina
            corretta.Cioè dovrei spendere i $$$ della licenza di MsOffice solo per constatare che effettivamente non si esporta in un click, perchè prima c'è il processo di installazione?
          • hiryuken scrive:
            Re: autogoal per microsoft
            Office 2007? quello che costa tanti e che ha un interfaccia grafica da prima elementare? E'davvero un prodotto scadente rispetto alle versioni passate (Office XP rimane nettamente la migliore) e soprattutto per il prezzo che costa.
          • darksky scrive:
            Re: autogoal per microsoft
            visto che sei tanto informato magari ci dai anche i prezzi vero? tutti parlate di soldi ma poi manco sapete il prezzo. Poi magari sei li che usi WinRar e manco lo hai pagato, nero idem come sopra scusate ma voi criticate i costi dei software ma la gente per vivere deve essere pagata, ora non so tu che fai quando viene il muratore gli dici senti me lo fai Free il lavoro? Pensi che le aziende che investono soldi sui gestionali non le valutano le cose ? Le aziende che spendono milioni di euro anche per un gestionale abbiano alternative open source ? Piuttosto che indignarmi per i prezzi dei software indignati per i Calciatori che per prendere a pedate un pallone vengono pagati anche 10 milioni di euro l'anno.
          • Gix scrive:
            Re: autogoal per microsoft
            quelli di openoffice, firefox, e molti software che usi anche tu lavorano free. come fanno?su non diciamo idiozie.
          • darksky scrive:
            Re: autogoal per microsoft
            - Scritto da: Gix
            quelli di openoffice, firefox, e molti software
            che usi anche tu lavorano free. come
            fanno?

            su non diciamo idiozie.appunto dovresti legger meglio prima di scrivere, io intendo che vengono pagati mica che non vengono pagati.
          • pippo75 scrive:
            Re: autogoal per microsoft
            - Scritto da: darksky
            scusa ma guarda che in office 2007 lo fai pure
            con un click, scusa ma prima di sparare sentenze
            informati, la microsoft stessa ti da il plug-in
            per esportare in pdf. L'unico motivo per cui è
            stato messo come plug-in è perchè l'adobe non gli
            ha dato il permesso di
            integrarlo.questa storia l'avevo già sentita, ma non doveva essere un formato open, quindi gestibile da tutti?Se lo fa con Ms, potrebbe farlo anche con altri.
          • MircoM scrive:
            Re: autogoal per microsoft
            mhhh... ma sei sicuro?non mi risulta che per leggere e/o scrivere documenti in formato PDF sia necessario ottenere il permesso di qualcuno...hai qualche puntatore alla fonte della notizia, che mi informo meglio?
          • darksky scrive:
            Re: autogoal per microsoft
            http://www.news.com/2100-1012_3-6079320.htmlhttp://www.tweakness.net/index.php?topic=2581qui ci sono alcune informazioni su cosa è successo.
          • MircoM scrive:
            Re: autogoal per microsoft
            grazie per i link!
      • pinco pallino scrive:
        Re: autogoal per microsoft
        Forse perche' OOO non e' minimamente paragonabile a MSO. E' come paragonare un Piper con un Mirage...
        • el hefe scrive:
          Re: autogoal per microsoft
          - Scritto da: pinco pallino
          Forse perche' OOO non e' minimamente paragonabile
          a MSO. E' come paragonare un Piper con un
          Mirage...quindi?ps. TIP: il tasto quote può essere utile in un forum.ti serve un assistente stile Clippy anche qui?
          • Linaro scrive:
            Re: autogoal per microsoft
            - Scritto da: el hefe
            ti serve un assistente stile Clippy anche qui?Certo che per scrivere una cosa del genere bisogna essere delle persone davvero minuscole.
        • Xilitolo scrive:
          Re: autogoal per microsoft
          - Scritto da: pinco pallino
          Forse perche' OOO non e' minimamente paragonabile
          a MSO. E' come paragonare un Piper con un
          Mirage...In effetti paragonare un Piper a un Mirage è come paragonare un'automobile a un carro armato, nella vita di tutti i giorni è meglio avere un'automobile, in caso di battaglia campale meglio un carro armato.Trova un paragone più calzante...
  • oko scrive:
    nooO!
    Come (tristemente) da oggetto!...aiutateci!aka oko
  • Athlon64 scrive:
    Aleè oò
    Come da oggetto!
    • iRoby scrive:
      Re: Aleè oò
      Sembrano i cori degli juventini del periodo Moggi. Sanno che la vittoria è stata rubata intimidendo e/o pagando arbitri e guardalinee ma esultano come co%%ioni!
    • ullala scrive:
      Re: Aleè oò
      - Scritto da: Athlon64
      Come da oggetto!Domandina...Sapresti scriverlo con un prodotto Microsoft (o non) che implementi OOXML?Sai non risulta che al momento un tale prodotto esista!Nel frattempo ti è toccato di usare degli standard REALI (non Microsoft) per postare il tuo "Aleè oò" su questo forum...Aleèèè ooooooòòò 8) 8) 8)
  • iRoby scrive:
    Ci sono stati brogli
    Sono ufficiali anche i brogli che ci sono stati durante le fasi di votazione nei vari paesi.Prima di tutto Cuba, lì la vendita di MSOffice è vietata a causa dell'embargo, ma dopo la prima votazione No è diventato un Sì in questa fase nonostante a Cuba non interessi anzi M$ dovrebbe pure stargli antipatica.Si parla di brogli per il voto della Croazia e della Germania.Ma soprattutto in Norvegia dove il dirigente della commissione Steve Pepper ha chiesto di annullare il proprio voto perché l'80% della commissione ISO/IEC JTC 1/SC 34 era per il No e la comunicazione del voto alla sede internazionale si è tramutata in Sì.Steve Pepper che è il "Chairman" dell'istituto ha fatto un fax formale di protesta e annullamento del voto!http://blog.abrenna.com/formal-protest-against-norways-yes-to-ooxml/In Francia Hewlett Packard ha fatto da tramite per sponsorizzare il Sì.Trovo semplicemente incredibile che Punto Informatico abbia intervistato e sia venuta a portare la notizia con i commenti del dirigente di Micro$oft Italia, il che la dice lunga dell'influenza in investimenti pubblicitari di M$ su questa e-zine italiana.ISO ha perso ogni credibilità:http://www.groklaw.net/E il formato OOXML è completamente fallato e "defective by design":http://ooxmlisdefectivebydesign.blogspot.com/
    • iRoby scrive:
      Re: Ci sono stati brogli
      E si è aperto anche il ricorso...
    • Overture scrive:
      Re: Ci sono stati brogli
      La storia la scrivono i vincitori... se il mondo open vuole vincere deve organizzarsi seriamente per farlo. Il resto sono solo rosicate.
      • Ponzio Pilato scrive:
        Re: Ci sono stati brogli
        In sostanza, stai dicendo che dovremmo allearci con la mafia e la camorra?
        • Overture scrive:
          Re: Ci sono stati brogli
          Senza scadere in queste esagerazioni, la comunità deve cambiare modo di agire altrimenti il risultato non cambierà mai. Nel frattempo se ti fa sentire meglio accattati star trek dove perfino le purghe sono politically correct
  • emmecci4867 scrive:
    Tesi di Laurea e Office
    Ho assistito personalmente alla disperazione di una ragazza che si è dovuta reimpaginare tutta la tesi perchè il professore (relatore della tesi)non riusciva a leggerla correttamente col suo super-PC con Vista, un miliardo di Giga di Ram e il nuovo scintillante Office 2007. Non c'è stato verso di convincerlo a usare un altro programma perchè "Word è lo standard!". Morale della favola la povera ragazza non è riuscita a laurearsi in tempo perdendo mesi ed un sacco di soldi oltre alla possibilità di un assegno di ricerca. Quando sbatti la faccia contro queste realtà corri a comprarti una licenza di Office, purtroppo il problema non sono solo gli Utonti ma anche, e soprattutto, gli Ustronzi. Cosa c'entra questo col topic del forum? Se ci pensate bene c'entra eccome, moltissime licenze Office vengono vendute per colpa di Ustronzi come quelli appena descritti, se si sviluppasse uno standard veramente standard crollerebbero le vendite di Office, poco ma sicuro. Ecco perchè pur non sapendo nulla di standard sono certo che uno standard proposto da Microsoft sarà una colossale fregatura.
    • pinco scrive:
      Re: Tesi di Laurea e Office
      - Scritto da: emmecci4867
      Ho assistito personalmente alla disperazione di
      una ragazza che si è dovuta reimpaginare tutta la
      tesi perchè il professore (relatore della
      tesi)non riusciva a leggerla correttamente col
      suo super-PC con Vista, un miliardo di Giga di
      Ram e il nuovo scintillante Office 2007. Non c'è
      stato verso di convincerlo a usare un altro
      programma perchè "Word è lo standard!". Morale
      della favola la povera ragazza non è riuscita a
      laurearsi in tempo perdendo mesi ed un sacco di
      soldi oltre alla possibilità di un assegno di
      ricerca. Quando sbatti la faccia contro queste
      realtà corri a comprarti una licenza di Office,
      purtroppo il problema non sono solo gli Utonti ma
      anche, e soprattutto, gli Ustronzi.

      Cosa c'entra questo col topic del forum? Se ci
      pensate bene c'entra eccome, moltissime licenze
      Office vengono vendute per colpa di Ustronzi come
      quelli appena descritti, se si sviluppasse uno
      standard veramente standard crollerebbero le
      vendite di Office, poco ma sicuro. Ecco perchè
      pur non sapendo nulla di standard sono certo che
      uno standard proposto da Microsoft sarà una
      colossale
      fregatura.Ecco allora se non sai nulla di standard taci!
      • emmecci4867 scrive:
        Re: Tesi di Laurea e Office


        Ecco allora se non sai nulla di standard taci!Non conosco gli standard ma conosco la logica, l'ultima azienda al mondo che può sentire il bisogno di proporre uno standard è Microsoft, questo lo capisce anche un decerebrato.
        • 1977 scrive:
          Re: Tesi di Laurea e Office
          - Scritto da: emmecci4867



          Ecco allora se non sai nulla di standard taci!

          Non conosco gli standard ma conosco la logica,
          l'ultima azienda al mondo che può sentire il
          bisogno di proporre uno standard è Microsoft,
          questo lo capisce anche un
          decerebrato.strano che tu non lo capisca.
      • Davide Impegnato scrive:
        Re: Tesi di Laurea e Office
        Pinco, fai parte del club degli Ustronzi?Anch'io, quando mi sono laureato, sono stato costretto ad usare Office. Avevo fatto tutta la mia bella presentazione con OOo Impress, ma poi ho scoperto, a 2 ore dalla discussione, che su quei computer c'era soltanto Office XP. Fai un po' te, come ho passato le due ore prima della discussione? Reimpaginando tutta la presentazione, con frecce e putt*nate varie vaganti in giro per lo schermo.Questo è essere ustronzi, e le istituzioni pubbliche sono, PER DEFINIZIONE, ustronze. Esattamente con l'AGCM che richiede, per l'assunzione, la conoscenza di Windows e Office.
        • google is your friend scrive:
          Re: Tesi di Laurea e Office
          pensa quanto tempo inutile hai perso,quando potevi andare lì con una chiavetta usb e avviavi, senza bisogno di installare nulla, X-OpenOffice !come dice la mia firma: Google Is Your Friend, bastava cercare e avresti trovato la soluzioneGIYF
          • Davide Impegnato scrive:
            Re: Tesi di Laurea e Office
            Non è così facile: bisogna avere la chiavetta (e io ne avevo una, ma da 64MB) e bisogna che il computer abbia una presa USB (e non soltanto il floppy).Grazie per il suggerimento. Il mondo è pieno di workaround per qualsiasi cosa, ma il punto non è questo: il punto sono le imposizioni assurde.Certo, avrei potuto andar là anche con knoppix. E poi potevo portarmi anche il mio computer da casa. O magari potevo mettermi a scrivere alla lavagna. Lascia perdere i workaround, certi fatti vanno affrontati di petto.Nulla in contrario ad avere un workaround, OOo che importa .doc, ma sarebbe meglio un confronto di petto, del tipo "basta .doc". No?
          • AMEN scrive:
            Re: Tesi di Laurea e Office
            - Scritto da: Davide Impegnato

            ma sarebbe meglio un confronto di petto, del tipo "basta
            .doc".
            No?E per fortuna che quelli dell'Open Source sono per la libertà....
          • Davide Impegnato scrive:
            Re: Tesi di Laurea e Office
            http://www.gnu.org/philosophy/no-word-attachments.it.html
          • pinonino scrive:
            Re: Tesi di Laurea e Office
            Beh, ai "miei tempi" convertii la presentazione della tesi in PDF qualche giorno prima della discussione e non feci polemiche su openoffice vs office, semplicemente misi le mani avanti.Ma forse sono anche io un ustronzo!Ciao- Scritto da: google is your friend
            pensa quanto tempo inutile hai perso,quando
            potevi andare lì con una chiavetta usb e avviavi,
            senza bisogno di installare nulla, X-OpenOffice
            !

            come dice la mia firma: Google Is Your Friend,
            bastava cercare e avresti trovato la
            soluzione


            GIYF
          • pinonino scrive:
            Re: Tesi di Laurea e Office
            Dimenticavo .... anche io prima mi sono informato su hw e sw presenti in aula.E mi sono portato dietro il mio portatile.Se uno arriva alla discussione della tesi senza aver messo le mani avanti è un vero ustronzo! winaro, macaco o linaro che siaMa forse chi dice che alla discussione della tesi è arrivato solo con un odt è solo un cazzaro che parla e basta, magari ancora non ha dato nessun esame.- Scritto da: pinonino
            Beh, ai "miei tempi" convertii la presentazione
            della tesi in PDF qualche giorno prima della
            discussione e non feci polemiche su openoffice vs
            office, semplicemente misi le mani
            avanti.

            Ma forse sono anche io un ustronzo!

            Ciao
            - Scritto da: google is your friend

            pensa quanto tempo inutile hai perso,quando

            potevi andare lì con una chiavetta usb e
            avviavi,

            senza bisogno di installare nulla, X-OpenOffice

            !



            come dice la mia firma: Google Is Your Friend,

            bastava cercare e avresti trovato la

            soluzione





            GIYF
          • Davide Impegnato scrive:
            Re: Tesi di Laurea e Office
            Ustronzo e ucafone. Se io NON HO OFFICE e NON HO WINDOWS arrivo lì con ODF, che è standard, e mi aspetto di poterlo usare.Dov'è che sbaglio?Vai a studiare, che domani hai la verifica di recupero. Ustronzo.
        • alberto scrive:
          Re: Tesi di Laurea e Office
          io ho fatto tutto con OOo e mi sono presentato alla commissione con dei PDF (sia per la tesi che per la presentazione)
          • iLuke scrive:
            Re: Tesi di Laurea e Office
            - Scritto da: alberto
            io ho fatto tutto con OOo e mi sono presentato
            alla commissione con dei PDF (sia per la tesi che
            per la
            presentazione)quoto, anche io ho scritto tesi e presentazione con OOo e ho portato tutto in pdf...
        • Zoolander scrive:
          Re: Tesi di Laurea e Office
          - Scritto da: Davide Impegnato
          Anch'io, quando mi sono laureato, sono stato
          costretto ad usare Office. Avevo fatto tutta la
          mia bella presentazione con OOo Impress, ma poi
          ho scoperto, a 2 ore dalla discussione, che su
          quei computer c'era soltanto Office XP. Fai un
          po' te, come ho passato le due ore prima della
          discussione? Reimpaginando tutta la
          presentazione, con frecce e putt*nate varie
          vaganti in giro per lo
          schermo.Beh, se usi un software per una presentazione, e poi scopri che sul pc della presentazione non c'è quel software, è solo colpa tua perché non ti sei informato prima.
          • AMEN scrive:
            Re: Tesi di Laurea e Office
            - Scritto da: Zoolander
            Beh, se usi un software per una presentazione, e
            poi scopri che sul pc della presentazione non c'è
            quel software, è solo colpa tua perché non ti sei
            informato prima.Tanto ci voleva a dire delle parole chiare...Il buon senso viene ben prima di qualsiasi software....
        • NeoMatrix scrive:
          Re: Tesi di Laurea e Office
          - Scritto da: Davide Impegnato
          Pinco, fai parte del club degli Ustronzi?

          Anch'io, quando mi sono laureato, sono stato
          costretto ad usare Office. Avevo fatto tutta la
          mia bella presentazione con OOo Impress, ma poi
          ho scoperto, a 2 ore dalla discussione, che su
          quei computer c'era soltanto Office XP. Fai un
          po' te, come ho passato le due ore prima della
          discussione? Reimpaginando tutta la
          presentazione, con frecce e putt*nate varie
          vaganti in giro per lo
          schermo.
          Te sei uno che mangia pane e volpe a colazione.
        • pippo75 scrive:
          Re: Tesi di Laurea e Office

          Anch'io, quando mi sono laureato, sono stato
          costretto ad usare Office. Avevo fatto tutta la
          mia bella presentazione con OOo Impress, ma poi
          ho scoperto, a 2 ore dalla discussione, che su
          quei computer c'era soltanto Office XP. io avrei preparato il tutto in almeno 2 formati, non ho mai usato impress ma mi risulti che lo permetta.togli almeno 5 punti alla lauera :) .
        • Cirio scrive:
          Re: Tesi di Laurea e Office
          bah!io la tesi e la presentazione l'ho fatta (come chiunque nella mia facoltà) in latex.Risultato? due bellissimi pdf che potevo usare ovunque ci fosse il reader (dunque, ovunque).BLA a powerpoint e impress!- Scritto da: Davide Impegnato
          Pinco, fai parte del club degli Ustronzi?

          Anch'io, quando mi sono laureato, sono stato
          costretto ad usare Office. Avevo fatto tutta la
          mia bella presentazione con OOo Impress, ma poi
          ho scoperto, a 2 ore dalla discussione, che su
          quei computer c'era soltanto Office XP. Fai un
          po' te, come ho passato le due ore prima della
          discussione? Reimpaginando tutta la
          presentazione, con frecce e putt*nate varie
          vaganti in giro per lo
          schermo.

          Questo è essere ustronzi, e le istituzioni
          pubbliche sono, PER DEFINIZIONE, ustronze.
          Esattamente con l'AGCM che richiede, per
          l'assunzione, la conoscenza di Windows e
          Office.
          • kattle87 scrive:
            Re: Tesi di Laurea e Office
            sei stato per caso studente di una facoltà scientifica?Perchè sai com'è, i programmi/formati/tutto_ciò_che_volete decenti girano solo tra mentalità aperte...
          • Cirio scrive:
            Re: Tesi di Laurea e Office
            quello che scrivi non toglie che:- se la ragazza dell'aneddoto, ammesso che esista, avesse usato pdf, ciò nn sarebbe successo- se l'amico della presentazione avesse preparato almeno una versione pdf della sua presentazione, o avesse prima verificato che software c'erano sul pc presente il giorno della discussione (c'è scritto, eh, nei fogliacci che ti danno con la domanda di laurea...), ciò non sarebbe successoQuindi tieniti pure per te le tue sparate su facoltà scientifiche, mentalità aperta e menate del genere.E' stato presentato un problema, è stata proposta una (parecchie) soluzioni. Punto.- Scritto da: kattle87
            sei stato per caso studente di una facoltà
            scientifica?
            Perchè sai com'è, i
            programmi/formati/tutto_ciò_che_volete decenti
            girano solo tra mentalità
            aperte...
          • kattle87 scrive:
            Re: Tesi di Laurea e Office
            non voleva essere una sparata :(Intendevo dire che di solito in certe facoltà si usa sw che magari non bastano 2 click per avere le slide che si cambiano con effetti 3D ma che in genere funzionano meglio e sono più solidi...
        • AMEN scrive:
          Re: Tesi di Laurea e Office
          - Scritto da: Davide Impegnato
          Pinco, fai parte del club degli Ustronzi?

          Anch'io, quando mi sono laureato, sono stato
          costretto ad usare Office. Avevo fatto tutta la
          mia bella presentazione con OOo Impress, ma poi
          ho scoperto, a 2 ore dalla discussione, che su
          quei computer c'era soltanto Office XP. Potevi informarti primaPotevi portarti il tuo pcNON è obbligatorio che tutti abbiano OO sui loro pc...
        • Nifft scrive:
          Re: Tesi di Laurea e Office
          Da poco tempo mi sono convertito da OOImpress a Beamer (un pacchetto LaTeX) che fa delle presentazioni strepitose. Il file finale è univocamente un pdf. Un formato aperto. Esistono lettori pdf su tutte le piattaforme del mondo. Non avrei mai dovuto incontrare problemi. Eppure...Recentemente ho fatto una presentazione in un'aula universitaria (di biologia, ma io non sono un biologo, per fortuna). Nell'aula in questione c'era un computer incastonato in un bussolotto collegato ad un proiettore fisso. Nel computer era istallato Windows XP, MS Office e _BASTA_...Non era nemmeno collegato in rete per poter scaricare ed istallare un qualsiasi Reader per pdf. In più il computer era proprio incastonato e non era facilmente sostituibile con un altro portatile. Ho fatto presente il problema al "tecnico" informatico che gestiva l'aula e mi ha guardato come se avessi parlato arabo... Il risultato è che ho saltato la mia presentazione.Sono cose che fanno incazzare di brutto...
    • Darth Vader scrive:
      Re: Tesi di Laurea e Office
      - Scritto da: emmecci4867
      Ho assistito personalmente alla disperazione di
      una ragazza che si è dovuta reimpaginare tutta la
      tesi perchè il professore (relatore della
      tesi)non riusciva a leggerla correttamente col
      suo super-PC con Vista, un miliardo di Giga di
      Ram e il nuovo scintillante Office 2007. Non c'è
      stato verso di convincerlo a usare un altro
      programma perchè "Word è lo standard!". Morale
      della favola la povera ragazza non è riuscita a
      laurearsi in tempo perdendo mesi ed un sacco di
      soldi oltre alla possibilità di un assegno di
      ricerca. Quando sbatti la faccia contro queste
      realtà corri a comprarti una licenza di Office,
      purtroppo il problema non sono solo gli Utonti ma
      anche, e soprattutto, gli Ustronzi.
      Già, ma se la ragazza avesse usato Word e il professore OpenOffice, allora sarebbe stata colpa della ragazza che usava un prodotto che non salva in formato standard.Meglio Ustronzi che Utalebani.
      • emmecci4867 scrive:
        Re: Tesi di Laurea e Office

        Già, ma se la ragazza avesse usato Word e il
        professore OpenOffice, allora sarebbe stata colpa
        della ragazza che usava un prodotto che non salva
        in formato
        standard.
        Se la ragazza avesse usato Openoffice ed il professore Openoffice sarebbero successe le seguenti cose:1- Il professore avrebbe letto la tesi senza problemi2- La ragazza si sarebbe laureata nei tempi previsti3- Il contribuente si sarebbe risparmiato i soldi di una licenza inutile. 4- La ragazza si sarebbe risparmiata i soldi di una licenza inutile.Troppo bello per essere vero.P.S. Solo nel mio istituto di ricerca abbiamo una sessantina di licenze Office per scrivere banalissimi testi (lettere,fax,articoli), qualche presentazione, qualche tabella e grafico.Migliaia di Euro del contribuende buttati nel cesso per operazioni che potrei replicare benissimo con software gratuito oltretutto senza avere scleri continui fra le varie versioni di Office che non sono compatibili fra loro. E se uno fa notare che la cosa non va tanto bene si becca pure del talebano. Ma voi i soldi li grattate dal muro? Se volete pagare le tasse al posto mio accomodatevi pure.
        • Severissimus scrive:
          Re: Tesi di Laurea e Office
          Troppo bello per essere vero? Io e il mio relatore utilizzavamo entrambi OpenOffice su Ubuntu. Eh, dite quello che volete, ma la facoltà di Ingegneria Informatica è il posto più bello del mondo... dopo la villa di Hugh Hefner, s'intende! :D
          • LaNberto scrive:
            Re: Tesi di Laurea e Office
            - Scritto da: Severissimus
            Troppo bello per essere vero? Io e il mio
            relatore utilizzavamo entrambi OpenOffice su
            Ubuntu. Eh, dite quello che volete, ma la facoltà
            di Ingegneria Informatica è il posto più bello
            del mondo... dopo la villa di Hugh Hefner,
            s'intende!
            :Dnon saprei, a Pisa il posto più bello del mondo era Lingue... :p
          • NeoMatrix scrive:
            Re: Tesi di Laurea e Office
            - Scritto da: Severissimus
            Troppo bello per essere vero? Io e il mio
            relatore utilizzavamo entrambi OpenOffice su
            Ubuntu. Eh, dite quello che volete, ma la facoltà
            di Ingegneria Informatica è il posto più bello
            del mondo... dopo la villa di Hugh Hefner,
            s'intende!
            :DBeh, allora mi pare strano non ti abbiano fatto usare il LaTeX.
          • Nome e cognome scrive:
            Re: Tesi di Laurea e Office
            - Scritto da: NeoMatrix
            - Scritto da: Severissimus

            Troppo bello per essere vero? Io e il mio

            relatore utilizzavamo entrambi OpenOffice su

            Ubuntu. Eh, dite quello che volete, ma la
            facoltà

            di Ingegneria Informatica è il posto più bello

            del mondo... dopo la villa di Hugh Hefner,

            s'intende!

            :D

            Beh, allora mi pare strano non ti abbiano fatto
            usare il
            LaTeX.Quoto. Come si fa a non usare latex, specie se sei di ingegneria informatica?
          • danieleMM scrive:
            Re: Tesi di Laurea e Office
            per la triennale non lo richiedono (che io sappia)forse parla di quella
          • Nome e cognome scrive:
            Re: Tesi di Laurea e Office
            - Scritto da: danieleMM
            per la triennale non lo richiedono (che io sappia)

            forse parla di quellaNon che sia obbligatorio, però "vantarsi" di aver usato open office x la tesi a ingegneria informatica è ridicolo
      • emmecci4867 scrive:
        Re: Tesi di Laurea e Office
        - Scritto da: Darth Vader
        Già, ma se la ragazza avesse usato Word e il
        professore OpenOffice, allora sarebbe stata colpa
        della ragazza che usava un prodotto che non salva
        in formato
        standard.

        Meglio Ustronzi che Utalebani.Altro scenario, la ragazza usa Word e il Prof Openoffice:1-Il prof.legge la tesi senza problemi2-La ragazza si laurea3-Il contribuente risparmia i soldi per una licenza inutile4-La ragazza ha buttato i SUOI soldi per una licenza inutile.La ragazza in questo caso è Utonta ma almeno non è Ustronza. Ricapitolando:Utonto= Colui che butta i suoi soldi per software inutileUstronzo= Colui che obbliga il prossimo a buttare soldi nel cesso per software inutile (perchè è stronzo)
        • emmecci4867 scrive:
          Re: Tesi di Laurea e Office
          Dimenticavo una definizione:Utalebano= Colui che fa notare ad uno Ustronzo che non ha voglia di buttare i suoi soldi nel cesso.
          • Gaglia scrive:
            Re: Tesi di Laurea e Office
            Avevo quasi deciso di non commentare nulla di sta' cosa ma tu sei da quotare al 100% :P
      • Overture scrive:
        Re: Tesi di Laurea e Office
        Alla fine l'unico standard che conta è quello del prof fosse stato anche di dargli la tesi su una cassettina per c64
      • Cirio scrive:
        Re: Tesi di Laurea e Office
        se la ragazza avesse stampato la tesi e dato al prof il pacco di fogli a4. il prof avrebbe corretto/segnato le sue osservazioni sui fogli in penna rossa, come si fa da sempre.La ragazza avrebbe riportato le correzioni che riteneva giuste e nel modo che voleva lei, mantenendo il controllo sul suo elaborato.Nessun problema, nessuno scazzo, niente di niente.Oltretutto, se fa la tesi in word mi sa tanto di facoltà umanistica, dunque magari il prof avrebbe apprezzato di piu una tesi stampata che un file...- Scritto da: Darth Vader
        - Scritto da: emmecci4867

        Ho assistito personalmente alla disperazione di

        una ragazza che si è dovuta reimpaginare tutta
        la

        tesi perchè il professore (relatore della

        tesi)non riusciva a leggerla correttamente col

        suo super-PC con Vista, un miliardo di Giga di

        Ram e il nuovo scintillante Office 2007. Non c'è

        stato verso di convincerlo a usare un altro

        programma perchè "Word è lo standard!". Morale

        della favola la povera ragazza non è riuscita a

        laurearsi in tempo perdendo mesi ed un sacco di

        soldi oltre alla possibilità di un assegno di

        ricerca. Quando sbatti la faccia contro queste

        realtà corri a comprarti una licenza di Office,

        purtroppo il problema non sono solo gli Utonti
        ma

        anche, e soprattutto, gli Ustronzi.



        Già, ma se la ragazza avesse usato Word e il
        professore OpenOffice, allora sarebbe stata colpa
        della ragazza che usava un prodotto che non salva
        in formato
        standard.

        Meglio Ustronzi che Utalebani.
    • Fananonmer scrive:
      Re: Tesi di Laurea e Office
      - Scritto da: emmecci4867
      Ho assistito personalmente alla disperazione di
      una ragazza che si è dovuta reimpaginare tutta la
      tesi perchè è colpa di Microsoft se OpenOffice si spaccia compatibile con Word mentre invece non lo è ?A scimmiottare Microsoft Word è OpenOffice, non il contrario... Medita
      • vac scrive:
        Re: Tesi di Laurea e Office
        Il doc non è uno standardcambia leggermente in base alla versione di office usatoOpen Office ha cercato di "tradurre" il doc di Office 2000 e 2003M$, con il nuovo Office 2007 ha cercato di complicare la vita alla concorrenzaMorale:Il prof è un UstronzoM$ sono UfurbastriFananonmer è un Ucoglioine! (come tanti altri)P.S: Io la tesi (in ingegneria) l'ho consegnata 5 anni fa in formato .odt l'ho fatta con Open OfficeL'ho consegnata ad un prof che usava Star OfficeAl termine della discussione, quando dichiarai "...sviluppato con Open Office" fui applaudito!
        • Nifft scrive:
          Re: Tesi di Laurea e Office
          - Scritto da: vac
          Il doc non è uno standard
          cambia leggermente in base alla versione di
          office
          usato

          Open Office ha cercato di "tradurre" il doc di
          Office 2000 e
          2003

          M$, con il nuovo Office 2007 ha cercato di
          complicare la vita alla
          concorrenza

          Morale:
          Il prof è un Ustronzo
          M$ sono Ufurbastri
          Fananonmer è un Ucoglioine! (come tanti altri)

          P.S: Io la tesi (in ingegneria) l'ho consegnata 5
          anni fa in formato .odt l'ho fatta con Open
          Office
          L'ho consegnata ad un prof che usava Star Office
          Al termine della discussione, quando dichiarai
          "...sviluppato con Open Office" fui
          applaudito!Quoto tutto, ma avessi detto "...sviluppato con LaTeX" ci sarebbe stata una standing ovation :D
          • LaTeX scrive:
            Re: Tesi di Laurea e Office
            Io ho scritto la tesi con LaTeX, ma tanti tanti anni fa. C'era ancora Word 2.0 e la differenza di qualità tra un documento stampato con LaTeX e uno con Word era macroscopica.
          • Gaglia scrive:
            Re: Tesi di Laurea e Office
            Io ho fatto la tesi con LaTeX tre anni fa, ma da noi a matematica e' praticamente lo standard :PLaTeX uber alles... e' decisamente un altro livello eheheh... e addio ai problemi di OOXML vs ODT :D
        • mantacx scrive:
          Re: Tesi di Laurea e Office
          - Scritto da: vac
          Il doc non è uno standarda no???? E' il formato usato dal 99,99% dei documenti in tutto il mondo. Ricorda che ciò che conta è lo standard di fatto, non l'inutile burocrazia che c'è dietro agli standard.
          • hiccup scrive:
            Re: Tesi di Laurea e Office
            Non riesci ad argomentare con calma.Provo a ristrutturare la tua opinione: semplicemente e' uno standard di fatto, ma non ha i titoli per essere riconosciuto come standard dalle istituzioni preposte.
          • winaro scrive:
            Re: Tesi di Laurea e Office
            - Scritto da: hiccup
            ma non ha
            i titoli per essere riconosciuto come standard
            dalle istituzioni
            preposte.delle istituzioni io me ne sbatto altamente, sono solo pura burocrazia. Puoi anche dire che il tuo formato è riconosciuto dalle istituzioni, ma se poi è usato dall'1% della popolazione, non te ne fai nulla! Meglio un formato usato dal 99% della popolazione
          • hiccup scrive:
            Re: Tesi di Laurea e Office
            mah, a chiacchere tutti se ne sbattono delle istituzioni, ma di anarchici ne vedo pochi ;-)
        • pisolo scrive:
          Re: Tesi di Laurea e Office
          - Scritto da: vac
          Il doc non è uno standardOpenOffice se decide di scimmiottarlo, lo deve fare per bene, non supportarlo al 50% e spacciare OO come alternativa valida a MS OFFICE.
    • Torakiki scrive:
      Re: Tesi di Laurea e Office
      Beh, da chi come me ha esperienza di "correzioni" di tesi di laurea, ti posso assicurare che la maggior parte dei problemi di MS Word sono duvuti a cattivo utilizzo degli strumenti messi a disposizione. 10 invii per andare sull'altra pagina NON è il salto pagina... E questo è solo un esempio...
    • Nifft scrive:
      Re: Tesi di Laurea e Office
      Quoto tutto, visto che è una situazione che purtroppo ho visto e rivisto innumerevoli volte, e provato anche sulla mia stessa pelle... E mi è piaciuta la nuova (credo) definizione di "utente" che hai introdotto...Aggiungo che la M$ ha sempre combattuto gli standard aperti quando ha potuto. Se adesso è la proponente di un formato di questo tipo (almeno così dice) è già, in un certo senso, una sua ammissione di "colpa".Guardare con sospetto OOXML non è da talebani ma da persone razionali. Inoltre il fatto che l'approvazione iso sia stata praticamente forzata ed accompagnata da irregolarità, non fa altro che aumentare il sospetto...
      • Davide Impegnato scrive:
        Re: Tesi di Laurea e Office

        è già, in un certo senso, una sua
        ammissione di
        "colpa".No, è solo marketing. Così vende di più a quelle aziende che vogliono documenti duraturi. Così può presentare Office ai concorsi statali che richiedono un formato documentale standard.E' solo marketing, nessuna ammissione. E gli altri che gli vanno dietro perché meglio non pestare i piedi a Mammona .
    • nello gala scrive:
      Re: Tesi di Laurea e Office
      Non so in quale università sia successa questa grande STRONZATA, hai ragione da vendere nell'incazzarti...Il professore non è degno del posto che occupa...Da noi, qui a Napoli, se succedeva una cosa del genere la Preside sarebbe stata informata subito e il prof lo avrebbe preso nel didietro il suo "Vista", la tesi sarebbe stata aperta , letta e corretta o su un pc dell'università o direttamente su carta, come si faceva prima...Ma una domanda te la devo fare: avete informato il consiglio di facoltà del comportamento del professore in questione?E' da sanzionare anche perché potrebbe rifarlo....Io lo avrei denunciato già prima , quando non voleva aprire il file, ma lo potete fare anche adesso e chiedergli i danni, visto che l'università è libera e i professori non possono imporre idee e scelte personali, come ad esempio l'uso di un programma che non è compatibile con quello degli studenti!Fate una bella denuncia al consiglio di facoltà , c'è l'aggravante dell'assegno di ricerca roba non da poco, e sappiate che solo così gli arroganti baroni che insegnano nelle nostre facoltà finiranno di fare gli stronzi!Io ho protestato nel mio piccolo durante un corso , il prof usava un apple per le dispense e i file non erano compatibili al 100% con i pc windows e alla fone il prof è stato costretto ad usare un suo pc con xp installato, neanche tanto vecchio visto che lo aveva avuto dalla ns facoltà neanche due mesi prima....Ragazzi fatevi sentire, l'università siamo noi e dobbiamo riprendercela!I baroni tornino a zappare, se sanno fare almeno quello...
      • Anonimo scrive:
        Re: Tesi di Laurea e Office
        - Scritto da: nello gala
        Non so in quale università sia successa questa
        grande STRONZATA, Sara' il CEPU.
    • Davide Impegnato scrive:
      Re: Tesi di Laurea e Office
      Please, il nome. L'università. Un indirizzo mail.
      • Gaglia scrive:
        Re: Tesi di Laurea e Office
        - Scritto da: Davide Impegnato
        Please, il nome. L'università. Un indirizzo mail.vero, se non altro per verificare la cosa, che pare davvero difficile a credersi ma se fosse vera sarebbe da linciaggio in piazza :)
        • Davide Impegnato scrive:
          Re: Tesi di Laurea e Office
          Non così irreale. Certa ignoranza e certi modi di fare vanno portati alla conoscenza di tutti, specie se si tratta di gente stipendiata dallo stato.
    • Mortimer scrive:
      Re: Tesi di Laurea e Office
      Se lo Merita!La ragazza invece di perdere tempo a reimpaginare tutto averbbe dovuto semplicemente esportare come PDF.Quello E' uno standard de facto
      • Gaglia scrive:
        Re: Tesi di Laurea e Office
        - Scritto da: Mortimer
        Se lo Merita!
        La ragazza invece di perdere tempo a reimpaginare
        tutto averbbe dovuto semplicemente esportare come
        PDF.
        Quello E' uno standard de factoSi perche' infatti il relatore che deve correggere eventuali errori notoriamente edita i file pdf...
        • Cirio scrive:
          Re: Tesi di Laurea e Office
          già, notoriamente il relatore che corregge la tesi interviene direttamente sul tuo documento... MA PER FAVORE!!!il relatore scrive a penna sui margini dei fogli A4 DI CARTA che tu gli consegni.dopodichè te li ridà. tu correggi il tuo documento elettronico dopodichè usi il retro dei fogli così ottenuti per fare conti. formule. scarabocchi. o quel che vuoi.ripeto, se la ragazza ha perso la sessione, soldi eccetera perchè ha accettato un comportamento del genere dal prof... non sta bene dire "ben le sta", però, beh, è incredibile!!!- Scritto da: Gaglia
          - Scritto da: Mortimer

          Se lo Merita!

          La ragazza invece di perdere tempo a
          reimpaginare

          tutto averbbe dovuto semplicemente esportare
          come

          PDF.

          Quello E' uno standard de facto

          Si perche' infatti il relatore che deve
          correggere eventuali errori notoriamente edita i
          file
          pdf...
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Tesi di Laurea e Office
      Io uso office, ma non mi sognerei mai di usarlo per scrivere la tesi. Per quello c'è latex.
    • ottomano scrive:
      Re: Tesi di Laurea e Office
      - Scritto da: emmecci4867
      Ho assistito personalmente alla disperazione di
      una ragazza che si è dovuta reimpaginare tutta la
      tesi perchè il professore (relatore della
      tesi)non riusciva a leggerla correttamente col
      suo super-PC con Vista, un miliardo di Giga di
      Ram e il nuovo scintillante Office 2007. Non c'è
      stato verso di convincerlo a usare un altro
      programma perchè "Word è lo standard!". Morale
      della favola la povera ragazza non è riuscita a
      laurearsi in tempo perdendo mesi ed un sacco di
      soldi oltre alla possibilità di un assegno di
      ricerca. [CUT]E poi c'era la marmotta che incartava la cioccolata...Questa mi sa tanto di bufala.Il la tesi l'ho scritta con Openoffice e, per sicurezza, ho fatto un PDF da dare al professore più una versione doc ed una stampata.Ovviamente al professore è bastato il pdf, senza neanche guardare lo stampato.Dire che una ragazza non si è laureata perchè non si riusciva ad aprire un file è assurdo... non merita di laurearsi una che non stampa la propria tesi... cavolo ci sono copisterie che con quattro soldi te la rilegano anche!Nicola
    • The Punisher scrive:
      Re: Tesi di Laurea e Office
      Gliela convertiva in pdf e glielo metteva nel culo al "professorone".Difficile? No!Esistono diversi strumenti gratuiti per farlo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tesi di Laurea e Office
      - Scritto da: emmecci4867
      Ho assistito personalmente alla disperazione di
      una ragazza che si è dovuta reimpaginare tutta la
      tesi perchè il professore (relatore della
      tesi)non riusciva a leggerla correttamente col
      suo super-PC con Vista, Che idiozia.La tesi si consegna stampata, mica in formato elettronico!
      • emmecci4867 scrive:
        Re: Tesi di Laurea e Office

        Che idiozia.
        La tesi si consegna stampata, mica in formato
        elettronico!Allora urgono una serie di precisazioni riguardo alla faccenda della tesi:1-Sono costretto a mantenere l'anonimato dal momento che inimicarsi un "barone" in Italia equivale ad essere costretti ad espatriare per trovare un lavoro. Siccome in Italia ci vivo ancora bene (nonostante tutto) vigliaccamente mi nascondo nell'anonimato, vi dico solo che il fattaccio non è avvenuto in una Università ma in un ente di ricerca pubblico. Chi ha anche una vaga idea di come funziona la ricerca in Italia sa bene di cosa parlo, gli altri provino a farsi due chiacchiere con un giovane ricercatore e capiranno di cosa sto parlando e i motivi reali del mio anonimato.2- La tesi in molte università viene consegnata in formato elettronico (CD per la precisione) solo dopo che il Relatore ha dato il nulla-osta; nell'ambito della ricerca pura la pubblicazione di una tesi è una faccenda piuttosto delicata: nessuno si sognerebbe mai di pubblicare una tesi senza effettuare prima un accurato lavoro di revisione poichè viene messa in gioco la credibilità scientifica del laboratorio presso il quale la tesi è stata svolta (parlo ovviamente di tesi sperimentali obbligatorie in molte facoltà scientifiche).La cosa è particolarmente vera se, come in questo caso, le tesi vengono svolte presso enti esterni all'Università. Poichè La ragazza in questione era, come spesso accade, piuttosto tirata con i tempi di consegna della tesi,il contrattempo causato dal dover reimpaginare tutto le è stato fatale costringendola a saltare un appello con le tristi conseguenze che vi ho già descritto.3- Assegni di ricerca, dottorati, ecc... nel pubblico vengono teoricamente assegnati per concorso, in pratica invece il barone di turno ha a sua disposizione un numero X di posti che assegna a chi vuole. E' una prassi consolidata in quasi tutte le università e centri di ricerca italiani (di nuovo se non mi credete provate a chiedere a qualcuno che è all'interno del sistema), mi risulta che anche a Napoli funzioni così. La ragazza da un punto di vista formale non ha perso alcuna occasione ma noi sappiamo bene che quel determinato posto era a lei assegnato e che non riuscendo a laurearsi in tempo utile ha perso una grande occasione.4- Il formato richiesto dall'Università per la consegna della tesi è PDF (Dio grazie!Ci sono Università che ancora richiedono le microfiche!), il problema è che in PDF il Professore non poteva correggere la tesi. La richiesta, su mio suggerimento, di usare Google Document è stata sdegnosamente rifiutata così come la richiesta di installare Openoffice.Ecco perchè la poveretta si è dovuta risistemare tutto col risultato di non riuscire a rispettare le scadenze.Tutto qua,nulla di clamoroso. Un anonimo Ustronzo come tanti altri ma con il coltello dalla parte del manico
        • Renji Abarai scrive:
          Re: Tesi di Laurea e Office
          cambi la versione un altra volta?va che diventa poco credibile se tutte le volte la pompi sempre di più.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 02 aprile 2008 14.45-----------------------------------------------------------
          • emmecci4867 scrive:
            Re: Tesi di Laurea e Office
            Modificato dall' autore il 02 aprile 2008 14.45
            --------------------------------------------------Cosa non ti è chiaro nella frase "tesi svolta presso un ente ESTERNO all'Università", così tanto per sapere.IDEM per il riocoglionito di sotto.
        • AMEN scrive:
          Re: Tesi di Laurea e Office
          - Scritto da: emmecci4867

          4- Il formato richiesto dall'Università per la
          consegna della tesi è PDF Ma se 10 righe sopra hai scritto che non era una Università!!! Deciditi, per favore....
          • emmecci4867 scrive:
            Re: Tesi di Laurea e Office
            - Scritto da: AMEN
            - Scritto da: emmecci4867



            4- Il formato richiesto dall'Università per la

            consegna della tesi è PDF

            Ma se 10 righe sopra hai scritto che non era una
            Università!!! Deciditi, per
            favore....Cosa non ti è chiaro nella frase "tesi svolta presso un ente di ricerca ESTERNO all'Università"?IDEM per il rincoglionito di sopra, tanto per sapere.
          • AMEN scrive:
            Re: Tesi di Laurea e Office
            - Scritto da: emmecci4867
            - Scritto da: AMEN
            Cosa non ti è chiaro nella frase "tesi svolta
            presso un ente di ricerca ESTERNO
            all'Università"?
            IDEM per il rincoglionito di sopra, tanto per
            sapere.L'ente era esterna e quindi non rispondeva allo standard PDF dell'Università?P.S. Rincoglionito lo dici ad altri...
          • emmecci4867 scrive:
            Re: Tesi di Laurea e Office

            L'ente era esterna e quindi non rispondeva allo
            standard PDF
            dell'Università?Se qualcuno chiama al telefono rispondono, agli standard non so se rispondono, anche perchè come fa uno standard a chiamare?
    • ilchimicopa zzo scrive:
      Re: Tesi di Laurea e Office
      Io mi sono laureato due anni fa e nel gruppo tutti hanno usato Word per la tesi. Da bravo Utente non avrei mai pensato di usarlo anch'io e mentre ero nel laboratorio a fare le reazioni già pensavo a quali programmi utilizzare.. purtroppo non ho avuto il tempo di imparare il LATEX (che mi avrebbe fatto tanto comodo) e altri programmi per la manipolazione dei dati strumentali non solo giravano solo su windows, ma erano compatibili solo con Office!!!Quindi, per non stare a impazzare in conversioni multiple ho preferito "piegarmi" alla logica imperante di Word 2003... purtroppo! Fin da subito ho avuto un sacco di problemi di impaginazione (come chiunque abbia cercato di scrivere qualcosa di più lungo di una lettera con Word) proprio io che risolvevo i problemi a tutti gli altri!W i formati aperti e W Latex!!!
      • AMEN scrive:
        Re: Tesi di Laurea e Office
        - Scritto da: ilchimicopa zzo
        Fin da subito ho avuto un sacco di problemi di
        impaginazione (come chiunque abbia cercato di
        scrivere qualcosa di più lungo di una lettera con
        Word)Allora vuol dire che sono sempre stato fortunato....
    • Overture scrive:
      Re: Tesi di Laurea e Office
      Al posto della ragazza gli avrei fatto avere un rtf o un txt (chiaramente in CR/LF)
    • AMEN scrive:
      Re: Tesi di Laurea e Office
      - Scritto da: emmecci4867
      Ho assistito personalmente alla disperazione di
      una ragazza che si è dovuta reimpaginare tutta la
      tesi perchè il professore (relatore della
      tesi)non riusciva a leggerla correttamente col
      suo super-PC con Vista, un miliardo di Giga di
      Ram e il nuovo scintillante Office 2007. Non c'è
      stato verso di convincerlo a usare un altro
      programma perchè "Word è lo standard!". Morale
      della favola la povera ragazza non è riuscita a
      laurearsi in tempo perdendo mesi Qualcosa mi sfugge....Il docente si è comprato Office 2007 la mattina prima della discussione della tesi? Perchè, di solito, una tesi ci metti mesi per scriverla e NON credo ci si mettano mesi per mettere a posto l'impaginazione (il mio relatore usava Mac e io win 9 anni fa e c'erano problemi facilmente risolvibili).
    • danieleMM scrive:
      Re: Tesi di Laurea e Office
      Le tesi andrebbero fatte fare in Latex non in Office!anche alle aree umanistiche!in fin dei conti quando scrivi un libro o un articolo non usi di certo office/openoffice!ad ogni modo capisco che esistono "professori" di questo tipo..riguardo oxml standard ISO...........no davvero.. è meglio che non dico nulla
    • mark scrive:
      Re: Tesi di Laurea e Office
      - Scritto da: emmecci4867
      Ho assistito personalmente alla disperazione di
      una ragazza che si è dovuta reimpaginare tutta la
      tesi perchè il professore (relatore della
      tesi)non riusciva a leggerla correttamente col
      suo super-PC con Vista, un miliardo di Giga di
      Ram e il nuovo scintillante Office 2007. Non c'è
      stato verso di convincerlo a usare un altro
      programma perchè "Word è lo standard!". Mi sa di grossa palla inventata ad arte per supportare le tue tesi. A meno che il relatore non avesse altri motivi per boicottare la sua studentessa. Un minimo di serietà, dai...
      • emmecci4867 scrive:
        Re: Tesi di Laurea e Office
        Mi sorprendono i molti commenti increduli, fra tutte le porcate che ho visto questo è un episodio da nulla. O sono io terribilmente sfortunato oppure siete voi a non conoscere il mondo accademico in Italia.
        • Nome e cognome scrive:
          Re: Tesi di Laurea e Office

          O sono io terribilmente sfortunato oppure siete
          voi a non conoscere il mondo accademico in
          Italia.Sei sfortunato, mi dispiace
  • abassign scrive:
    Mi sembra tutto ok!
    Lo standard ODF ha generato la necessita a M$ di uscire allo scoperto e venire a patti con ISO, ha dovuto veramente costruire uno standard, con tutti i suoi difetti, che pure ODF ha...Ora per OpenOffice e KOffice e tanti altri è arrivato il momento di leggere bene lo standard e fare meglio di M$ (cosa che ultimamente non mi sembra poi così difficile...).Sicuramente ci saranno delle convergenze, anche perché non va dimenticato che lo standard è passato, ma metà del mondo non lo accetta (Cina, India, paesi del sud America etc...). Purtroppo quando le convergenze saranno appianate lo standard sarà vecchio e quindi avanti un altro...Ieri mi è arrivato un documento in formato OOXML, credevo di non riuscirlo ad aprire, ho installato OpenOffice 3.0 ed è uscito regolarmente. Certo avrà ancora molti difetti, ma è uscito ok.A questo punto quale è il vantaggio per M$, di dire a livello commerciale che è lei che ha fatto lo standard ? Mi sembra cosa un po' da poco vendibile, alla lunga, il fatto è che lo standard è di tutti e finalmente dal DOC proprietario si passa ad un formato comunque necessariamente non proprietario. OpenOffice , KOffice e tanti altri (Inkscape ad esempio...) potranno solo goderne i frutti.E' il giorno degli stupidi il 1° aprile vero ? E chi è allora lo stupido qui ?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 02 aprile 2008 00.49-----------------------------------------------------------
    • markit scrive:
      Re: Mi sembra tutto ok!
      Tu che non sei minimamente informato sul cosa sia OOXML e come siano giunti all'approvazione :)Ripassa dopo aver letto in rete quanto la M$ sia corretta e che bene che ha realizzato il nuovo formato proprietario diventato standard ISO.Puoi redimerti, ti aspettiamo fra le file degli scandalizzati :)
    • carlo scrive:
      Re: Mi sembra tutto ok!
      nella sua ottica aziendale tesa al frodo e all'inganno effettivamente microsoft non ci guadagna nulla.la stessa applicazione, come dire .. personale delle specifiche e dei dettami del w3c serve solo ed esclusivamente a fare fuori la concorrenza che potrebbe generarsi, serve solo a mantenere il monopolio.guardiamo in faccia una realta ovvia, microsoft e' una multinazionale, ha delle spese enormi e necessita di ricavi enormi. quindi escogita tutti i trucchetti piu sporchi per mantenere una leadership che NON puo avere dato che NON FA innovazione e non APPORTA reali vantaggi all'utente.il resto e' fuffa. poi se vogliamo sparare 4 minchiate libere possiamo pure dire che gli asini volano
      • abassign scrive:
        Re: Mi sembra tutto ok!
        Lo so che M$ gioca sporco, che OOXML ha una marea di standard brevettati al suo interno che in qualche modo dovranno risolversi, che OOXML durerà il soffio di 5 anni (come un governo) e poi sarà sostituito con qualche scusa da qualcosa d'altro.Il fatto importante è però che finalmente M$ è dovuta venire allo scoperto, se ci sono standard proprietari, è obbligata ad aprirli, che metà del globo terraqueo ha detto no (è buffo, ma lo standard ISO non va per popolazione, ma per paesi e questi per rappresentanti ...), perciò prendiamone i vantaggi.Molto probabile invece che ODF vada in mano alla Cina e altri paesi del Far-East, con opportune varianti per la gestione delle loro lingue e stili di vita. Generando in questo modo una nuova versione standard più completa e ricca di elementi non dimentichiamo che ODF ha diversi punti raffazionati che non hanno giocato sullo standard.Il fatto e lo ripeto è che per la prima volta M$ è dovuta scendere a patti, per la prima volta si è accorta che metà del globo terraqueo non vuole la sua egemonia, per la prima volta ci saranno applicativi di office (Open office, Gnome, e speriamo anche KOffice) veramente compatibili con M$-Office, compatibilità che si rifletterà anche nelle funzionalità.Queste certezze non potranno che far migliorare il livello di accettazione di prodotti office alternativi.Tutti i miei clienti, hanno sempre lamentato problemi di compatibilità tra Office ed OpenOffice nei documenti, pochissimi (e ultimamente sempre meno...) hanno lamentato mancanze di funzionalit dio OpenOffice, questo lascia ben sperare.Il problema è che questo standard ISO durerà poco molto poco in quanto contrario alla mentalità di M$ che deve fare cassa e la cassa si fa cambiando velocemente gli oggetti in tavola, rivestendoli di un nuovo look e facendogli fare le stesse cose...
  • La Graffetta scrive:
    Discorso serio
    In questo forum continuo a leggere commenti anti-OOXML ma mi pare che siano basati su motivazioni ideologiche più che reali.In fondo un formato standard è un bene per tutti. Preferivate i vecchi .doc e .xml closed?Le critche affermano che OOXML permette di aggiungere delle estensioni proprietarie. Ma ciò già accade con ODF e DOC grazie agli oggetti OLE.E poi la specifica di ODF prevede le applet Java come oggetti nativi (capitolo 9). Questo non mi sembra molto corretto visto che Java è prodotto da Sun.Un'altra critica è basata sulla presenza di tag come autoSpaceLikeWord95 o useWordPerfect4LineBreakRules.E' evidente che tali tag servono solo per la retrocompatibilità nella conversione di documenti in formati legacy.Per implementarli non serve il codice sorgente di Word, basta guardare a occhio come gestisce l'autospace Word95 e cercare di replicare la funzionalità.In fondo nemmeno MS ha i sorgenti di WordPerfect, quindi secondo la vostra teoria non potrebbe implementare OOXML che è assurdo.Del resto quando un formato è aperto è ovvio che i file non appaiono esattamente uguali se aperto con diverse implementazioni di tale formato.Ciò succede con HTML, MP3, JPG, MPEG etc etc...in quanto le descrizioni delle specifiche sono scritte in linguaggio naturale, che si presta a interpretazioni e ambiguità e non potranno mai essere precise fino all'ultimo bit.E ora continuate pure a trollare...
    • carlo scrive:
      Re: Discorso serio
      sei un ignorante e lo dimostri con le tue stesse mani anche quando PROPONI un discorso seriouno standard e' standard quando tutti lo possono implementare in modalita COMPLETA senza delle mancanze.Il fatto che OOXML sia stato definito uno standard ISO non impedira alla casa di redmond di creare delle estensioni proprietarie che altre case non potranno/sapranno implementare per ovvi motivi (closed software).Questo sistema di "conquista" e' una tattica aziendale propria di microsoft chiamata EEE (vedi wikipedia inglese) ExtendEmbraceExtinguish.Non lo dico io che sono un pinco pallino qualsiasi, lo dicono FIOR di esperti del settore economicolo dicono STUDIOSI, RICERCATORI del calibro di Andrew Tanenbaum. Lo dice gente che si spacca la schiena nella ricerca e nell'innovazione REALE.Quindi le cose sono 2o sei stupido davveroo sei pagato per dire cazzate da ballmer in personanon ci sono altre alternativeSecondo il tuo modesto parere perche la gente si e' opposta tenacemente allo STANDARD MICROSOFT? perche microsoft sta antipatica?hai letto il foglio RIDICOLO delle specifiche?hai studiato magari come funziona uno standard?secondo me, e si vede dalle tue risposte idiote tu non capisci un cazzo e quindi non posso che dirti di stare in silenzio cosi almeno ci lasci il dubbio che tu sia stupido e non ci dia la conferma di tale fatto.con questo chiudo
      • Darth Vader scrive:
        Re: Discorso serio
        - Scritto da: carlo
        non ci sono altre alternative
        Secondo il tuo modesto parere perche la gente si
        e' opposta tenacemente allo STANDARD MICROSOFT?
        perche microsoft sta
        antipatica?Oh, sì. Proprio sì. Come tutti i leader di mercato.
      • MircoM scrive:
        Re: Discorso serio
        e cazzarola, però. una volta che inizia un discorso seriamente, invece di incoraggiarlo, gli si risponde con insulti!e allora migriamo tutti in massa nel forum dei troll e amen.
    • Ponzio Pilato scrive:
      Re: Discorso serio
      - Scritto da: La Graffetta

      Le critche affermano che OOXML permette di
      aggiungere delle estensioni proprietarie. Ma ciò
      già accade con ODF e DOC grazie agli oggetti
      OLE.
      E poi la specifica di ODF prevede le applet Java
      come oggetti nativi (capitolo 9). Questo
      non mi sembra molto corretto visto che Java è
      prodotto da
      Sun.Ma ti rendi conto della mostruosa valanga di stronzate che hai scritto?Evita di parlare di cose che non conosci; altrimenti dai ragione a chi pensa che solo gli utonti usino Windows ...
    • nello gala scrive:
      Re: Discorso serio
      Estensioni proprietarie o A PAGAMENTO modello explorer 7?No perché è li che si gioca anche la partita....Se devo pagare pure le estensioni ammetterai che il mercato diventa più grosso e solo chi conosce a fondo il codice può svilupparne di compatibili....Java poi non è così necessario in open office ma non dimenticare che è gratuito e che la stessa ms ha cercato di copiarlo e ha pagato alla sun i danni del pezzotto che aveva creato....Difendere Ms però non è un tantino leccaculo?No , lo chiedo perché festeggiate ma ancora non avete fatto i conti con il mercato, ed eccezion fatta per l'italietta nostra, le altre nazioni europee non mi sembrano orientate verso office ma verso standard aperti davvero!Considera che poi in Italia un software su 4, secondo ms, è un pezzotto, beh mercato non credo che ce ne sia qua, se non per chi clona e vende i pezzotti!
      • Darth Vader scrive:
        Re: Discorso serio
        - Scritto da: nello gala
        Java poi non è così necessario in open office ma
        non dimenticare che è gratuito e che la stessa ms
        ha cercato di copiarlo e ha pagato alla sun i
        danni del pezzotto che aveva
        creato....Già. Alla facci del fatto che è standard. Ah, già ma non lo è. E allora perché dovrei usarlo?
    • iRoby scrive:
      Re: Discorso serio
      Motivazioni ideologiche come queste:http://ooxmlisdefectivebydesign.blogspot.com/
    • el hefe scrive:
      Re: Discorso serio
      - Scritto da: La Graffetta


      In questo forum continuo a leggere commenti
      anti-OOXML ma mi pare che siano basati su
      motivazioni ideologiche più che
      reali.è evidente che non sai di cosa parli.ma dico, perchè uno non si documenta un po' prima?soprattutto prima di aprire un thread "Discorso serio"oltre alle motivazioni già date (m$ non può vivere in presenza di standard *veri*, tecniche EEE, eccetera) si protesta perchè tocca implementare qualcosa che è lontanissimo dall'essere uno standard.prova a leggere questa tabella, se davvero vuoi capire.http://www.theopensourcerer.com/2008/03/18/ooxml-is-really-bad-but-then-we-already-knew-that-didnt-we/vediamo che conclusioni ne trai.come vedi le motivazioni sono puramente tecniche
      • iRoby scrive:
        Re: Discorso serio
        Oltre a quello che ho postato in giro per questo forum, c'è anche questo confronto interessante:http://www.freesoftwaremagazine.com/articles/odf_ooxml_technical_white_paperNon è stato progettato per essere interoperabile e facilmente implementabile dagli altri programmi, ma a uso ed abuso dei soli prodotti Micro$oft.
      • La Graffetta scrive:
        Re: Discorso serio
        Se OOXML riflette la rappresentazione interna di MS Office 2007 questo non potra' che andare a beneficio delle performance.A me come utente non importa l`eleganza ingegneristica.
        • iRoby scrive:
          Re: Discorso serio
          Interessa a me sviluppatore che devo implementare al meglio quella soluzione.Oggi la maggior parte del software gestionale necessita di interfacciarsi con software di produttività per fare reportistica, stampe di documenti e certificazioni.Per i prodotti M$ tutto sembra semplificato perché chi usa Windows, MSOffice e programma in .NET avrà librerie che gli generano documenti e lo interfacciano con MSOffice in maniera impeccabile e gli mascherano qualsiasi problema o stortura del formato OOXML.Tutti gli altri fino ad oggi sono costretti a fare reverse engineering, e comunque avranno grossi problemi ad implementare OOXML nelle loro procedure e in sistemi diversi da Windows+Office, e con altri linguaggi e framework. Questo formato non è uno standard, ma un qualcosa creato ad uso e abuso della sola Micro$oft.Come al solito quell'azienda non ha alcuna intenzione di competere con la concorrenza ad armi pari, anche perché dal punto di vista della compatibilità ed interoperabilità perderebbe sicuramente.
        • el hefe scrive:
          Re: Discorso serio
          - Scritto da: La Graffetta
          Se OOXML riflette la rappresentazione interna di
          MS Office 2007 questo non potra' che andare a
          beneficio delle
          performance.sì, a beneficio delle performances di M$ Office.e a discapito dei programmi concorrenti.con questo hai ammesso tu stesso che gli altri hanno tutte le ragioni di lamentarsi, contraddicendo ciò che sostenevi nel primo post, ovvero che erano solo critiche legate all'ideologia.
          A me come utente non importa l`eleganza
          ingegneristica.hai aperto un thread parlando di sole motivazioni tecniche.ora di fronte ad argomentazioni tecniche (non ideologiche, come tu sostenevi) questa è la risposta migliore che sai formulare?oppure ti sei accorto anche tu che OOXML non è stato pensato per favorire l'interazione tra formati?oppure non hai nemmeno capito cosa c'era scritto in quella tabella?
  • nello gala scrive:
    Passato? E allora?Scegliamo noi!
    E' passato...Un giorno di lutto ci vuole ma era uno standard "de facto".L'importante è, a mio parere, non inginocchiarsi e piangere!Se vogliamo inkiappettare e non essere inkiappettati dobbiamo usare Open office o altri, rifiutando Ms...Altrimenti hanno ragione a darci dei cantinari!Raga si sapeva che passava, tralatro tra mille difficoltà ^____^!Ms si è dovuta adeguare e ora sta alla sun e alle altre software house non gettare la spugna, anche grazie al nostro aiuto!Sappiamo cosa c'è in office 2007, no?E allora proponiamo ai nostri amici e conoscenti Open office!La guerra inizia ora, del resto firefox mica è morto dopo la discesa in campo di safari e la beta di explorer 8 secondo gli standard, almeno in teoria rispettati dal nuovo browser made ms...C'è più concorrenza, a nostro vantaggio, scegliamo ora, non facciamoci installare da altri ciò che ci serve!
    • carlo scrive:
      Re: Passato? E allora?Scegliamo noi!
      sbagliperche gia uno standard de facto esistePDFbasta esportare (OO lo fa nativamente) in PDF i documenti da dare agli utenti microsoftdel resto se realta governative illuminate e non comprate dal dio denaro (brasile, danimarca, finlandia, norvegia,..) hanno scelto ODF un motivo ci sara no?
      • Ponzio Pilato scrive:
        Re: Passato? E allora?Scegliamo noi!
        - Scritto da: carlo
        basta esportare (OO lo fa nativamente) in PDF i
        documenti da dare agli utenti
        microsoft
        Il problema è che gli utenti Windows non sono al corrente di queste cose; riescono ad usare solo i menu standard "File - Apri", "File - Salva"!
        • Alessandrox scrive:
          Re: Passato? E allora?Scegliamo noi!
          - Scritto da: Ponzio Pilato
          - Scritto da: carlo


          basta esportare (OO lo fa nativamente) in PDF i

          documenti da dare agli utenti

          microsoft


          Il problema è che gli utenti Windows non sono al
          corrente di queste cose; riescono ad usare solo i
          menu standard "File - Apri", "File -
          Salva"!NO, installati OO e guarda meglio: con UNSOLO pulsante invii per e-mail il documento trasformato in PDF
    • Spauracchio scrive:
      Re: Passato? E allora?Scegliamo noi!
      - Scritto da: nello gala
      E' passato...
      Un giorno di lutto ci vuole ma era uno standard
      "de
      facto".
      L'importante è, a mio parere, non inginocchiarsi
      e
      piangere!
      Se vogliamo inkiappettare e non essere
      inkiappettati dobbiamo usare Open office o altri,
      rifiutando
      Ms...Io scelgo di usare OS X come sistema operativo e MS Office come suite d'ufficio.Non mi sento piegato e sono contento della scelta.E ora che facciamo?
      • Ponzio Pilato scrive:
        Re: Passato? E allora?Scegliamo noi!
        - Scritto da: Spauracchio
        E ora che facciamo?Boh!
      • nello gala scrive:
        Re: Passato? E allora?Scegliamo noi!
        Usi s.o. apple e ms office...Cosa fai non lo so ma di certo fossi in te passerei a open office, altrimenti mi sarei preso un winodws al posto di un apple se mi serviva office per lavorare!Costano pure meno i pc non apple....ma fanno meno figo , lo so!Ah, non dire che sono più sicuri, ormai non c'è nemmeno più questa scusa!Fregato pure prima di Vista, che storia!
  • Pil scrive:
    Microsoft regna
    Questa dell' ISO per OOXML è un'altra vittoria per Microsoft, che dire, Microsoft regna!(win)
    • Franco scrive:
      Re: Microsoft regna
      - Scritto da: Pil
      Questa dell' ISO per OOXML è un'altra vittoria
      per Microsoft, che dire, Microsoft
      regna!(win)Sai cos'è triste?Che purtroppo nessuno ti darà un centesimo per esserne felice!Anzi!potresti fare di più!per dimostrare la tua felicità potresti installarti office 2007!Ah ovviamente si intende in modo legale!scaricare dal mulo non vale!!!(rotfl)(rotfl)
      • .net scrive:
        Re: Microsoft regna
        Non è possibile che vi bruci tanto... Dite sempre le stesse cose, le copie pirata le userai tu. Non è carino rivolgerti in questo modo ad una persona. Grazie Microsoft per averci salvato col tuo formato. I nurd brufolosi ci hanno provato ad ostacolarti, alla fine sei riuscita a dimostrargli che se vuoi li fai fuori tutti.
        • Ponzio Pilato scrive:
          Re: Microsoft regna
          Minchia ma la Microsoft vi stampa tutti in serie?
          • .net scrive:
            Re: Microsoft regna
            Accetta la sconfitta, non ti preoccupare, verrà il giorno in cui capirai . Devi pur capirlo che nell'ambito delle suite dell'ufficio Microsoft offre il meglio . Almeno siate felici che l'interoperabilità è garantita, che vi serva da lezione : quando Ms vuole arrivare ad un certo livello, ci arriva. Magniateve o limon!
          • iRoby scrive:
            Re: Microsoft regna
            Ma M$ non ha vinto con un formato serio e innovativo, ma con il potere della corruzione. Avrà investito 1-2 miliardi di dollari per comprarsi le votazioni a standard.
          • Nifft scrive:
            Re: Microsoft regna
            - Scritto da: .net
            Accetta la sconfitta, non ti preoccupare, verrà
            il giorno in cui capirai . Devi pur capirlo che
            nell'ambito delle suite dell'ufficio Microsoft
            offre il meglio . Almeno siate felici che
            l'interoperabilità è garantita, che vi serva da
            lezione : quando Ms vuole arrivare ad un certo
            livello, ci arriva. Magniateve o
            limon!Ecco un altro che non ha capito niente dei termini del problema... Ma lo fate apposta?
    • Ponzio Pilato scrive:
      Re: Microsoft regna
      Anche la tua ignoranza regna ...
  • otacon87 scrive:
    mha...
    speriamo che m$ faccia un prodotto valido...non la solita porcata speculativa...(tipo vista)...
    • .net scrive:
      Re: mha...
      Vista è il miglior sistema operativo mai prodotto da Microsoft. Ora ti do ragione se preferisci tutt'altro sistema Linux, Mac, ma se dici che era megloi Xp allora ti consioglio di provarlo veramente Vista. E'molto più stabile, va veloce almeno a me( dual core Intel e6600) con 2gb di ram, ed è anche piacevole da usare.
      • otacon87 scrive:
        Re: mha...
        io non dico che non sia stabile...anche se molti programmi che erano compatibili con xP adesso non lo sono con vista (ma il service pack dovrebbe risolvere)il problema è che ci vuole un signor computer per fare praticamente le stesse cose che facevi con xP...anche io ho un e6600 e ho 3 gia di ram, potrei mettere vista... ma mi trovo meglio con p quindi lo mantengo finche posso...alla fine io ho un pc così perchè ci gioco... ma mi spieghi perchè una persona normale si deve spendere 1000 per un pc che alla fine usa solo da media center e per navigare?
  • La Graffetta scrive:
    Morale della favola
    Questa vicenda ha chiaramente mostrato come anni e anni di sviluppo di OpenOffice sono finiti nel cesso in un solo giorno (1 Aprile..sarà un caso?)La lezione per tutti i geek-nerd é: mai lanciarsi a capofitto nella codifica di programmi dal dubbio potenziale commerciale senza prima aver compiuto i dovuti studi di fattibilità e la costruzione di una rete di partner in grado di valorizzare il prodotto.(win)(win)(win)(win)(win)(win)(win)(win)(win)
    • Franco scrive:
      Re: Morale della favola
      - Scritto da: La Graffetta
      Questa vicenda ha chiaramente mostrato come anni
      e anni di sviluppo di OpenOffice sono finiti nel
      cesso in un solo giorno (1 Aprile..sarà un
      caso?)

      La lezione per tutti i geek-nerd é: mai lanciarsi
      a capofitto nella codifica di programmi dal
      dubbio potenziale commerciale senza prima aver
      compiuto i dovuti studi di fattibilità e la
      costruzione di una rete di partner in grado di
      valorizzare il
      prodotto.

      (win)(win)(win)(win)(win)(win)(win)(win)(win)Che tradotto diventa:Mai mettersi contro golia,nella vita vera si perde.Pecunia non olet.....M$ ne è piena e ha dimostrato ancora una volta che quando vuole vincere ci riesce.A nulla servono le maxi-multe della UE...Sono veramente disgustato da quel che mi tocca leggere
    • Ponzio Pilato scrive:
      Re: Morale della favola
      Guarda, è con estremo dispiacere che ti segnalo lo spaventoso numero di downloads che avvengono quotidianamente dal sito di OpenOffice; e non oso immaginare cosa succederà con l'arrivo imminente della versione 3.Consiglio anche a te di provarlo, così ti laverai la coscienza disinstallando la tua copia pirata di M$ Office2007!
      • La Graffetta scrive:
        Re: Morale della favola
        Devo deluderti:1) Uso openoffice almeno settimanalmente2) Ho Office 2007 originale (52 euro con la promozione 30 e Lode contro le 80 euro per avere StarOffice)3) I download non vogliono dire nulla...io per ogni aggiornamento o quantaltro lo sempre riscaricato (truccando così i contatori). Inoltre i download hanno un significato commerciale nullo in quanto non è richiesto il pagamento di una licenza
        • Ponzio Pilato scrive:
          Re: Morale della favola
          Si, si, certo ...
        • Ponzio Pilato scrive:
          Re: Morale della favola
          Improvvisamente si scopre che tutti gli utenti Windows, anche ragazzini di 14 anni e vecchietti di 80 anni, hanno Office2007 originale comprato a 52 con la promozione 30 e lode!!!Ma dentro la confezione cosa c'è ... un DVD di cartone?
          • La Graffetta scrive:
            Re: Morale della favola
            E cmq, una volta finita l'unversità opterò per la Home and Student Edition che ha un rapporto qualità/prezzo ottimale rispetto alle mie esigenze
          • Davide Impegnato scrive:
            Re: Morale della favola
            A parte l'ossimoro Office-qualità, se posso permettermi ti crogioli dietro ad un disperato so_tutto_io-ismo che fa davvero ribrezzo.Anzitutto ti farà sicuramente piacere sapere che il denaro non compra tutto, specie se il denaro è poco. Potrai comprare Office fin quando potrai permettertelo, poi non potrai più comprarlo.Oppure, potrebbe venir a mancare,da un giorno all'altro, quel millantato rapporto qualità/prezzo di cui parli: quel giorno che farai? stufo di Office, a chi ti rivolgerai?La tua scelta di usare Office è rispettabile, come quella di tutte le persone che hanno pagato per usare Office. Se non hai pagato, allora non sei più rispettabile, ma diventi pazzo che sta dalla parte di chi, col coltello in mano, ti vuole sviscerare (ehm..forse anche pagando).Renditi conto di una cosa: oggi Office e sei contento, domani potresti essere costretto a usare Office, pagandolo di più, senza essere contento.Loda OOo e loda la libera concorrenza, perché è solo grazie a quella se anche tu puoi usare un prodotto migliore ed è solo grazie a quella che anche tu potrai, un giorno, forse, scegliere ancora cosa usare per scrivere la tua (ti auguro) tesi del master.Gongolare sul "OOXML vince, siete merde" è assurdo. Se lo capisci, vuol dire che li cervello ce l'hai e cominci a metterlo in moto. Se perseveri per la tua strada, scusa, ma facci il piacere di tenere a freno la tastiera.
          • .... scrive:
            Re: Morale della favola
            Concordo, ma non accetto neanche che debba esistere "uno standard"... la tanto profetizzata concorrenza perché non dovrebbe esistere anche a livello di standard?? - Scritto da: Davide Impegnato
            Gongolare sul "OOXML vince, siete merde" è
            assurdo. Se lo capisci, vuol dire che li cervello
            ce l'hai e cominci a metterlo in moto. Se
            perseveri per la tua strada, scusa, ma facci il
            piacere di tenere a freno la
            tastiera.
          • Davide Impegnato scrive:
            Re: Morale della favola
            Perché non ci deve essere concorrenza negli standard, è un ossimoro. Tutti hanno il loro standard e lo standard che vince decreta il vincitore? ma quando mai?Quando lo standard era ODF, Microsoft si è rifiutata di implementarlo. Oggi Office implementa uno standard suo che solo lei ha. Un modo carino per chiudere ancora il mercato a riccio, spacciandosi per standard.Staremo a vedere come sarà l'implementazine in OOo, ma a giudicare dalle previsioni, mi sa che è proprio come dico io: l'ennesimo formato impossibile di MS, stavolta spacciato come pseudostandard.Senza contare il fatto che dentro ad un OOXML possono starci file come WMA protetti da DRM, quindi in aperta contraddizione con quella cosa chiamata INTEROPERABILITA'.
          • Anonimo scrive:
            Re: Morale della favola
            - Scritto da: Davide Impegnato
            Perché non ci deve essere concorrenza negli
            standard, è un ossimoro. Tutti hanno il loro
            standard e lo standard che vince decreta il
            vincitore? ma quando
            mai?La concorrenza tra standard è sempre esistita: pensa a HTML vs XHTML, XML vs SGML, ecc.Stranamente quando uno degli standard in concorrenza è Microsoft allora non va più bene...
          • Davide Impegnato scrive:
            Re: Morale della favola
            Le parole CONCORRENZA e STANDARD sono una il contrario dell'altra.
        • CorrettoreO rtografico scrive:
          Re: Morale della favola
          - Scritto da: La Graffetta
          Devo deluderti:
          3) I download non vogliono dire nulla...io per
          ogni aggiornamento o quantaltro *lo* sempre
          riscaricato (truccando così i contatori).Non solo tu NON usi OOffice o MSOffice per _scrivere_, non hai neppure mai _letto_ alcunchè, mi sa. Passino gli errori di battitura, ma *LO* al posto di *L'HO* significa non aver capito un beneamato cazzo della lingua che parli, perdio.Invece di scrivere troiate pro-MS (povera multinazionale indifesa) su PI, perchè non studi un poco? Vedrai che le tue idee, una volta supportate da una cultura DECENTE, saranno altrettanto decenti.
          • La Graffetta scrive:
            Re: Morale della favola
            Tu comincia a leggere la policy di questo forum (link blu nel form del commento) [...]evitare come da netiquette di puntualizzare eventuali errori di sintassi o battitura in un post[...]
          • Franco scrive:
            Re: Morale della favola
            - Scritto da: La Graffetta
            Tu comincia a leggere la policy di questo forum
            (link blu nel form del
            commento)

            [...]evitare come da netiquette di
            puntualizzare eventuali errori di sintassi o
            battitura in un
            post[...] Ciò non toglie tu sia un ignorante
          • carlo scrive:
            Re: Morale della favola
            - Scritto da: La Graffetta
            Tu comincia a leggere la policy di questo forum
            (link blu nel form del
            commento)

            [...]evitare come da netiquette di
            puntualizzare eventuali errori di sintassi o
            battitura in un
            post[...] ma xke non te ne vai a fare in culo con un sorriso fra le labbraio a certi coglioni come te gli togliere pc e internetla presenza TUA e di altri IDIOTI non fa che abbassare la qualita di PIspero che PI se ne renda conto
          • Sir Pilade scrive:
            Re: Morale della favola
            Non cambiare argomento: sei un ignorante della lingua italiana. Studiala, prima di usarla.
          • Sir Pilade scrive:
            Re: Morale della favola
            "Tu comincia a leggere la policy di questo forum (link blu nel form del commento)[...]evitare come da netiquette di puntualizzare eventuali errori di sintassi o battitura in un post[...]"Quello che hai scritto non è un errore di battitura o di sintassi. E' un errore BLU!
          • LaNberto scrive:
            Re: Morale della favola
            - Scritto da: CorrettoreO rtografico
            Non solo tu NON usi OOffice o MSOffice per
            _scrivere_, non hai neppure mai _letto_ alcunchè,
            mi sa. Alcunché si scrive così
    • Lulu scrive:
      Re: Morale della favola
      Scusa ma non capisco bene una cosa,Se OOXML e' diventato uno standard ISO, non significa che d'ora in poi l'interoperabilita' OOo MSo sara' sempre migliore?
      • Ponzio Pilato scrive:
        Re: Morale della favola
        Lulu, stai perdendo il tuo tempo ...
        • .... scrive:
          Re: Morale della favola
          Trollino, rispondi al messaggio...- Scritto da: Ponzio Pilato
          Lulu, stai perdendo il tuo tempo ...
      • La Graffetta scrive:
        Re: Morale della favola
        Ora che ODF è stato "ufficialmente" abbandonato, gli ingegneri della Sun dovranno darsi da fare velocemente per implementare il supporto a OOXML.
        • Ken Shiro scrive:
          Re: Morale della favola
          cioè non ho capito una cosa, ora che ooxml è standard iso, odf cessa di esserlo? qualcuno mi puo illuminare grazie.
          • Tharon scrive:
            Re: Morale della favola
            Odf non cessa assolutamente di essere standard ISO. E non è stato abbandonato.Semplicemente è stato affermato un'altro standard "concorrente", non c'è nessuna sconfitta dell'open document. Tutto qui.Tutte le fesserie sull'abbandono di odf e similari sono, appunto, fesserie.
          • La Graffetta scrive:
            Re: Morale della favola
            Più che fesserie io le chiemerei "previsioni realistiche".Il centro sociale che sviluppa OOo non ha certo il potere necessario per contrastare uno standard di fatto ora anche standard ISO. A breve implementerano OOXML anche in OOo e quindi diventerà il formato principale per tutti.ODF ha perso. Fatevene una ragione.
          • carlo scrive:
            Re: Morale della favola
            - Scritto da: La Graffetta
            Più che fesserie io le chiemerei "previsioni
            realistiche".
            Il centro sociale che sviluppa OOo non ha certo
            il potere necessario per contrastare uno standard
            di fatto ora anche standard ISO. A breve
            implementerano OOXML anche in OOo e quindi
            diventerà il formato principale per
            tutti.

            ODF ha perso. Fatevene una ragione.ma ha perso cosa?IGNORANTE CAPRAtorna a studiareuno standard, vedi PDF, esiste comunquesei braccia tolte all'agricoltura.. vai a letto che domani ce scuola
          • Davide Impegnato scrive:
            Re: Morale della favola
            Fa molto Sgarbi :DComunque mi sa che un fondo di verità c'è: Office supporterà solo OOXML e, essendo OOXML standard, ODF progressivamente sparirà. Grazie a MS, che non lo implementerà in Office.La storia è piena di "standard peggiori vincenti su standard migliori perdenti". Si veda IPv4 contro IPv6 o TCP/IP contro ISO/OSI.
          • La Graffetta scrive:
            Re: Morale della favola
            Anche betamax è uno standard. Qualcuno lo usa?........(silenzio di tomba)
          • carlo scrive:
            Re: Morale della favola
            betamax e' uno standardnon lo usa nessuno okHA CESSATO DI ESSERE STANDARD?che minghia dici?non hai piu frecce al tuo arco .. vai a dormire va CAPRA IGNORANTE
          • MircoM scrive:
            Re: Morale della favola

            Il centro sociale che sviluppa OOo non ha certo... centro sociale ...questo: http://www.odfalliance.org/memberlist.phpti pesco tre membri a caso dal mazzo: google, ibm, sun.suvvia, non puoi semplicemente gioire della standardizzazione di un formato che ti piace tanto e sostenere che tu prevedi la futura morte di ODF (opinioni ovviamente più che lecite), senza tuttavia dire idiozie?ci manca solo che tu sostenga che chi preferisce ODF è un comunista...
          • .... scrive:
            Re: Morale della favola
            Spiegami, i signori in oggetto perché supportano ODF?- Scritto da: MircoM

            Il centro sociale che sviluppa OOo non ha certo

            ... centro sociale ...

            questo: http://www.odfalliance.org/memberlist.php

            ti pesco tre membri a caso dal mazzo: google,
            ibm,
            sun.

            suvvia, non puoi semplicemente gioire della
            standardizzazione di un formato che ti piace
            tanto e sostenere che tu prevedi la futura morte
            di ODF (opinioni ovviamente più che lecite),
            senza tuttavia dire
            idiozie?

            ci manca solo che tu sostenga che chi preferisce
            ODF è un
            comunista...
          • MircoM scrive:
            Re: Morale della favola
            direi che lo supportano perchè trovano conveniente supportarlo.
          • Fabrizio scrive:
            Re: Morale della favola
            - Scritto da: La Graffetta
            Più che fesserie io le chiemerei "previsioni
            realistiche".
            Il centro sociale che sviluppa OOo non ha certo
            il potere necessario per contrastare uno standard
            di fatto ora anche standard ISO. A breve
            implementerano OOXML anche in OOo e quindi
            diventerà il formato principale per
            tutti.

            ODF ha perso. Fatevene una ragione.posso farti una domanda personale? Sai cos'è il sesso?Ecco fanne un pò ogni tanto così smetterai di eccitarti per ste cose
          • Franco scrive:
            Re: Morale della favola
            - Scritto da: Ken Shiro
            cioè non ho capito una cosa, ora che ooxml è
            standard iso, odf cessa di esserlo? qualcuno mi
            puo illuminare
            grazie.No,ma è lecito pensare che viste le quote di mercato della suite office 2007(tra licenze e copie illegali) il suddetto schifioso formato avrà modo di diventare utilizzato in brevissimo tempo soppiantando il "vecchio" ODF.Tieni conto che M$ paga affinchè la gente usi il sopracitato formato!per esempio la biblioteca ambrosiana è passata a ooxml ancor prima che diventasse standard solo perchè zio bill "dono"(leggasi come:diede una mazzetta) affinchè lo adottassero.Non scandalizzarti,è pratica comune!anche quella cosa chiama silverlight funziona cosi!M$ paga affinchè i siti vengano creati con quella tecnologia e non con flash!geniale vero?E poi ci fanno credere che la UE dia multe da miliardi...
          • Davide Impegnato scrive:
            Re: Morale della favola
            A tal proposito vorrei proporre un link:http://blog.mandriva.com/2007/10/31/an-open-letter-to-steve-ballmer/Fatto: il governo Nigeriano compra PC classmate con Mandriva installata, da mettere nelle sue scuole. Passa Steve Ballmer (il secondo di casa MS, il CrapaPelata) e la Nigeria di colpo dichiara che pagherà comunque Mandriva, ma installerà Windows.Se non ci sono forti interessi economici dietro una scelta (di per sé antieconomica) come questa, di cosa potremmo parlare?
          • .... scrive:
            Re: Morale della favola
            Fa parte del mercato, così come il mercato è in qualsiasi altro settore...Non vedo nessuno urlare perché il pane costa 4 eur, però tutti si fanno il problema di Microsoft... vendesse pane!- Scritto da: Davide Impegnato
            A tal proposito vorrei proporre un link:
            http://blog.mandriva.com/2007/10/31/an-open-letter

            Fatto: il governo Nigeriano compra PC classmate
            con Mandriva installata, da mettere nelle sue
            scuole. Passa Steve Ballmer (il secondo di casa
            MS, il CrapaPelata) e la Nigeria di colpo
            dichiara che pagherà comunque Mandriva, ma
            installerà
            Windows.

            Se non ci sono forti interessi economici dietro
            una scelta (di per sé antieconomica) come questa,
            di cosa potremmo
            parlare?
          • Anonimo scrive:
            Re: Morale della favola
            - Scritto da: ....
            Fa parte del mercato, così come il mercato è in
            qualsiasi altro
            settore...

            Non vedo nessuno urlare perché il pane costa 4
            eur, però tutti si fanno il problema di
            Microsoft... vendesse
            pane!Ma scherzi? Il pane è un diritto, senza pane non si vive, non vedo perché bisogna pagarlo.Inoltre in base all'Art. 3 della Costituzione Italiana: Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali . È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale , che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese. è evidente quindi che lo Stato mi deve pagare il pane se io non ho i soldi per comprarlo!!!E' ora di finirla di lucrare sui beni primari, non è giusto ridurre la vita a una semplice questione economica, tutti hanno il diritto a vivere!LIBERIAMO IL CIBO!PER UN MONDO PIU' LIBERO!
          • Davide Impegnato scrive:
            Re: Morale della favola
            No, uno standard è uno standard e lo sarà in eterno. Al massimo può essere dichiarato deprecato, in tal caso l'ente standardizzante dichiara che non è più lo standard di riferimento ma che c'è stata un'evoluzione. In questo momento, abbiamo 2 standard diversi per far la stessa cosa, scrivere documenti.La cosa è abbastanza normale, basta pensare alle spine di casa: standard diversi possono convivere, certo è che OOXML è uno standard davvero difficile da implementare e, molto probabilmente, ci vorrà qualche tempo prima di vederlo funzionante su OOo (sempre che MS non cominci a disseminare il mondo di formati "proprietari" strani).Insomma, standard ISO ce ne sono tanti ed anche duplicati; questo caso non fa eccezione, tranne che per il grande significato commerciale che si porta con sé. Praticamente, di botto Office2007 può fregiarsi di essere compatibile con uno standard, mentre fino a ieri ha continuato a essere "la solita salsa proprietaria": le cose non cambiano molto tecnicamente (ved. 3000 tech problems) ma, converrai con me, se MS va da un capo di stato o da un'istituzione con l'etichettina "ISO" sulla cartelletta fa tutto un altro effetto.
          • Toki scrive:
            Re: Morale della favola
            Kenshiro si scrive tutto attaccato; Buronson & Tetsuo Hara si staranno rivoltando nella tomba; (so che sono vivi ma per l'occasione se ne scavano una per rivoltarvici si dentro).
        • Davide Impegnato scrive:
          Re: Morale della favola
          Beh, spero che alla SUN siano stati abbastanza prudenti da darsi da fare per tempo. Un conto è non pubblicare il codice per supportare una tesi, un altro conto è suicidarsi non scrivendone affatto.Lo stesso principio per il quale sono estremamente convinto che sia esistita almeno una copia di Office2007 con ODF nativo o Windows con EXT3 nativo. Solo che per questioni commerciali non sono stati pubblicati.
          • MircoM scrive:
            Re: Morale della favola
            già, adoro gli standard!ce ne sono tanti, tutti diversi!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
        • Lulu scrive:
          Re: Morale della favola
          Apposta, dov'è il problema....In pratica non mi ritroverò io con un OOo che sarà ancora piuù compatibile con MSo?Io lo trovo un enorme vantaggio, finalmente in azienda non avrò più problemi del tipo....tutti usiamo Office, per compatibilità non puoi usare OpenOffice....
          • .... scrive:
            Re: Morale della favola
            Ti auguro di non lavorare in un'azienda in cui ogni persona ha liberta di usare il software che vuole...- Scritto da: Lulu
            Apposta, dov'è il problema....In pratica non mi
            ritroverò io con un OOo che sarà ancora piuù
            compatibile con
            MSo?
            Io lo trovo un enorme vantaggio, finalmente in
            azienda non avrò più problemi del tipo....tutti
            usiamo Office, per compatibilità non puoi usare
            OpenOffice....
    • carlo scrive:
      Re: Morale della favola
      - Scritto da: La Graffetta
      Questa vicenda ha chiaramente mostrato come anni
      e anni di sviluppo di OpenOffice sono finiti nel
      cesso in un solo giorno (1 Aprile..sarà un
      caso?)

      La lezione per tutti i geek-nerd é: mai lanciarsi
      a capofitto nella codifica di programmi dal
      dubbio potenziale commerciale senza prima aver
      compiuto i dovuti studi di fattibilità e la
      costruzione di una rete di partner in grado di
      valorizzare il
      prodotto.
      sei una persona molto tristee quello che piu contasei molto ignorantetieniti pure il tuo caro sistema disoperativo e tutte le amenita che vuoi .. non ti vogliamo e' inutile che fai scena, se vieni ti aspetta una gran pedata in culo in direzione redmond
    • MircoM scrive:
      Re: Morale della favola
      mah, direi che si aggiunge il supporto ooxml a openoffice.essendo un formato (teoricamente) aperto e documentato, dovrebbe essere più semplice rispetto a cercare di capire come funziona la scatola nera di un .doc.in fin dei conti la standardizzazione di odf ha spinto anche MS a far adottare come standard il suo formato, e ad aprirsi un pochino.
      • Davide Impegnato scrive:
        Re: Morale della favola
        No, è il fatto che gli enti pubblici e le nazioni hanno cominciato ad autoregolamentarsi e a richiedere, nei bandi, che il formato documentale fosse standard. Da un giorno all'altro, MS può presentarsi a tutti quei concorsi senza aver fatto nulla.Le aziende si sono rotte di testi e immagini che se ne vanno a caso nei documenti: in questa maniera Office recupera sicuramente una parte di pubblico che aveva perduto.Non è apertura, è marketing. Se fosse apertura, Office leggerebbe ODF nativo, MediaPlayer leggerebbe OGG nativo, Windows leggerebbe EXT3 nativo. Non è apertura, è marketing.
    • Overture scrive:
      Re: Morale della favola
      Morale della Favola (2): Se la comunità si organizzasse e soprattutto si comportasse veramente come tale invece di farlo solo quando si tratta di impestare PI certe cose non potrebbero succedere.
      • .... scrive:
        Re: Morale della favola
        Ricorda che le comunità non si organizzano "pro qualcosa" ma sempre "contro qualcosa"...Linux e/o OpenOffice non sono aggreganti per un grande numero di persone (in pochi lo sviluppano) mentre aggregare tante persone da parte del movimento opensource è molto più facile utilizzando Microsoft quale "nemico".- Scritto da: Overture
        Morale della Favola (2): Se la comunità si
        organizzasse e soprattutto si comportasse
        veramente come tale invece di farlo solo quando
        si tratta di impestare PI certe cose non
        potrebbero
        succedere.
        • MircoM scrive:
          Re: Morale della favola
          mah... hai avuto pessime esperienze con evangelisti open source invasati? :) (in effetti a volte capita...)non conosco le ragioni di tutti, ma ti posso dire che molti iniziano ad usare linux per necessità o curiosità, e poi continuano ad utilizzarlo se si sono trovati bene. in questo contesto l'essere contro qualcuno non ha molto senso, si è semplicemente pro se stessi.il motivo per cui molte persone che utilizzano quotidianamente sistemi aperti se la prendono con MS è che in passato le azioni di MS non hanno mirato solo a vendere sw (cosa ovviamente più che lecita), ma anche a chiudere il mercato e a sfavorire l'interoperabilità con pratiche commerciali quantomeno... discutibili. (per ovvie ragioni, se detieni la grande maggioranza del mercato, la priorità diventa mantenere la tua quota di mercato).
    • Ciaspolo scrive:
      Re: Morale della favola


      La lezione per tutti i geek-nerd é: mai lanciarsi
      a capofitto nella codifica di programmi dal
      dubbio potenziale commerciale senza prima aver
      compiuto i dovuti studi di fattibilità e la
      costruzione di una rete di partner in grado di
      valorizzare il
      prodotto.
      Cara graffetta, basta leggere solo questa parte, sopra riportata, per capire che sei un Troll e che per quanto riguarda open office parli a vanvera, e secondo te Open Office non ha "una rete di partner in grado di valorizzare il prodotto"?, ha, ha , ah, ha , ha, Open Office ne ha un mucchio, Office ha solo microsoft, e microzozz ha paura!! per quello ha voluto a tutti i costi uno "staandard" che piaccia solo a lei, bello schifo!! (linux)(apple)(amiga)Comunque tu sei un Troll strafatto (troll2)
  • Franco scrive:
    Ora posso passare a Vista
    Ora che OOXML è diventato standard potrò tranquillamente passare a Vista senza problemi. Addio Linux.Franco
    • kattle87 scrive:
      Re: Ora posso passare a Vista
      HAHAHA se tu hai mai usato Linux, io sono Babbo Natale :D :D :D (rotfl)(rotfl)
    • Franco scrive:
      Re: Ora posso passare a Vista
      - Scritto da: Franco
      Ora che OOXML è diventato standard potrò
      tranquillamente passare a Vista senza problemi.

      Addio Linux.

      FrancoMuaahahah suka!tu non sei il vero Franco!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)O sei Anonimo o sei renji (rotfl)(rotfl)
      • La Graffetta scrive:
        Re: Ora posso passare a Vista
        No... è l'Assistente :)
      • Renji Abarai scrive:
        Re: Ora posso passare a Vista
        io no.almeno non mi nascondo dietro a un nick non registrato.Cosa che fanno in tanti.
        • Franco scrive:
          Re: Ora posso passare a Vista
          - Scritto da: Renji Abarai
          io no.
          almeno non mi nascondo dietro a un nick non
          registrato.
          Cosa che fanno in tanti.Gia!è vero tu sei uno dei protagonisti di bleach vero?(è ironico,io adoro bleach e adoro renji,non riuscirai a farmelo odiare sappilo).Il fatto che tu sia registrato in cosa ti renderebbe meno anonimo di me? Forse dimentichi che lo hai fatto perchè c'era qualche idiota che copiava il tuo nick e ti attribuiva frasi filo-linare....Comunque ti credo,volevo solo stuzzicarti un pochino ;)
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Ora posso passare a Vista
            veramente a me di renji piacciono i tatoo.Per il resto preferisco Gin come modo di fare.Quello che intendo è che non ho mai cambiato nick e nascosto la mia idea sotto altri.Cosa che a quanto pare alcuni fanno.Ovvio che gente come alex falcone si conosceva anche prima che si registrasse (e l'ha fatto per il mio stesso motivo) e che avesse le palle per esporre le sue idee con solo il suo nick.
          • Franco scrive:
            Re: Ora posso passare a Vista
            - Scritto da: Renji Abarai
            veramente a me di renji piacciono i tatoo.
            Per il resto preferisco Gin come modo di fare.
            Quello che intendo è che non ho mai cambiato nick
            e nascosto la mia idea sotto
            altri.
            Cosa che a quanto pare alcuni fanno.
            Ovvio che gente come alex falcone si conosceva
            anche prima che si registrasse (e l'ha fatto per
            il mio stesso motivo) e che avesse le palle per
            esporre le sue idee con solo il suo
            nick.Tsk quindi l'inquietudine di renji unita al suo desiderio di primeggiare senza però riuscire ad arrivare alla luna con le sue zanne non ti piace?non ti senti come lui??Caspita se davvero ti piace un espada come gin ora capisco molte cose su di te e sul tuo carattere (rotfl)(rotfl)
        • alhoa scrive:
          Re: Ora posso passare a Vista
          - Scritto da: Renji Abarai
          io no.
          almeno non mi nascondo dietro a un nick non
          registrato.
          Cosa che fanno in tanti.Se non sei registrato non ti pagano
    • Ponzio Pilato scrive:
      Re: Ora posso passare a Vista
      Tu sei talmente intelligente che, se ti dicessere che per usare OOXML su Vista occorrono 2 Giga di RAM supplementari, correresti subito in un negozio di informatica ...
    • lawrence scrive:
      Re: Ora posso passare a Vista
      Scusa... ma perchè l'aver approvato ooxml dovrebbe significare l'addio a linux?? mi sfugge il nesso tra OS e formato dei documenti... cioè anche OSX morirà? ora non potremmo più scrivere un documento che il nostro pc impazzirà? boh...Tornando al formato del documento dico (da profano) dico che partendo dal presupposto che un documento xml si trasforma in un altro documento xml (XSLT o che altra divoleria) e per quanto complicato e incasinato (apposta) sia questo standard ooxml penso che la "comunità" riuscira a trovare il modo di leggere documenti di questo formato, e tanto più a trasformarli. Tanto più se il formato è documentato.Indubbiamente è una vittoria politica della microsoft, forse riuscirà ad imporre il suo standard ma non penso sia una cosa scontata. E cmq, cosa c'entra posso passare a vista? uso linux e passo a vista, non capisco? E' una provocazione? Al limite potrei capire qualcosa del tipo: uso me passo a vista :) Ma se uso normalmente linux l'ho fatto per dei "principi morali", vuol dire che l'ho capito nei suoi pregi e nei suoi limiti, non vedo perchè dovrei passare a vista. Attendo delucidazioniLawrence
  • Nifft scrive:
    I winari devono ringraziare i linari
    Non so se i "winari" se ne rendono conto, ma tutta l'evoluzione dei prodotti M$ degli ultimi anni è stata sostanzialmente spinta dalla diffusione dell'open source.Se non fosse per il movimento open source la M$ non si sarebbe mai sognata di investire per lo sviluppo di un formato aperto (ammesso e non concesso che lo sia veramente...)Eppure i winari adesso esultano per la "vittoria" (in realtà è un pareggio ai tempi supplementari...) dell'OOXML. Sono semplicemente masochisti o deficienti?
    • Davide Impegnato scrive:
      Re: I winari devono ringraziare i linari
      Dai, non è bello offendere. Ovvio che senza concorrenza la tecnologia non avanza. Di qui a darci dei deficienti ce ne passa, però.Non è bello offendere come non è bello deridere: non c'è nessuno da offendere, e non c'è niente da ridere.
    • Renji Abarai scrive:
      Re: I winari devono ringraziare i linari
      te invece devi essere un ingegnere.guarda che è ora di andare a nanna.
  • Real_Enneci scrive:
    Diventate agenti BSA
    ... mandiamo un po di segnalazioni in tutte quelle aziende che si credono più furbe delle altre usando tutto M$ pirata, tanto M$ te lo permette pur di infilarsi ovunque, abituare gli utenti e non sradicarsi mai più..Quelli che pagano realmete tutto, tanto di cappello, gli altri meritano multa salatissima...
    • Renji Abarai scrive:
      Re: Diventate agenti BSA
      anche perchè le aziende hanno la possibilità spesso di scaricare parte del costo del SW.E fidati che ora sono in regola molte più aziende di quanto tu pensi.
      • kattle87 scrive:
        Re: Diventate agenti BSA
        e su alcuni PC in cui non era indispensabile Office hanno messo addirittura OpenOffice!
        • AMEN scrive:
          Re: Diventate agenti BSA
          - Scritto da: kattle87
          e su alcuni PC in cui non era indispensabile
          Office hanno messo addirittura
          OpenOffice!Io mi fido di lorohttp://dot.kde.org/1207000153/
          • kattle87 scrive:
            Re: Diventate agenti BSA
            Anche io mi fido di loro, però ooxml in qualche pezzo fa davvero schifo! ma come si fa a scrivere roba del genere?http://www.theopensourcerer.com/2008/03/18/ooxml-is-really-bad-but-then-we-already-knew-that-didnt-we/"and following a $10,000 donation from an anonymous North American source we realised the market should decide the best formats to use, not technical bureaucrats"E non ho capito il nesso logico tra la donazione e la comprensione che i tecnici non sono quelli che devono decidere...SOLO ORA HO LETTO I COMMENTI e ho capito il nesso... la notizia porta la data del 31 marzo ma in realtà è stata postata il primo aprile... Leggile le pagine prima di postarle grazie :/-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 02 aprile 2008 17.14-----------------------------------------------------------
          • AMEN scrive:
            Re: Diventate agenti BSA
            - Scritto da: kattle87
            SOLO ORA HO LETTO I COMMENTI e ho capito il
            nesso... la notizia porta la data del 31 marzo ma
            in realtà è stata postata il primo aprile...
            Leggile le pagine prima di postarle grazie
            :/Neppure le date son capaci di mettere..Posted by Jonathan Riddell on Monday 31/Mar/2008Scherzo penoso
          • danieleMM scrive:
            Re: Diventate agenti BSA
            in realtà sono capacissimi... e l'hanno messa apposta per far cascare qualche pollo :) senza offesa eheh
      • Real_Enneci scrive:
        Re: Diventate agenti BSA
        Non so dove giri... ma in regola al 100% non ne ho mai trovata una.L'unica "pazza" che si è comprata milionate di licenze è poi caduta nella trappola dell'oem, infatti le multilicenze sono state poi installate anche su nuovi client... quindi... non in regola...L'arma M$ della licenza parla chiaro, mettersi in regola al 100% è veramente dura xche ci sono mille sfaccettature, cosi nel momento in cui si decide un controllino te la prendi sempre nel culo...E vaiii!!!
      • linaro scrive:
        Re: Diventate agenti BSA
        - Scritto da: Renji Abarai
        anche perchè le aziende hanno la possibilità
        spesso di scaricare parte del costo del
        SW.
        E fidati che ora sono in regola molte più aziende
        di quanto tu
        pensi.Col cacchio. Fidati di chi ci lavora in una grande azienda.
        • Renji Abarai scrive:
          Re: Diventate agenti BSA
          sarà ma qua in emilia la finanza gira parecchio e non sai quanti sono corsi a mettersi in regola.
  • Anonimo scrive:
    Linari
    Non dite più che è un pesce d'aprile? Avete già cambiato idea?(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Get Real scrive:
      Re: Linari
      Non possono. La sconfitta brucia troppo. La vittoria di Microsoft è schiacciante e irrimediabile, tale che ormai è impossibile prevederne le conseguenze finali.Sarà la fine di Linux? Forse.Sarà la morte dell'Open Source? Probabile.Microsoft ha messo a segno un colpo terribile, mutilante, mortale contro la comunità cantinara che ora, senza un capo, senza una voce, senza un progetto brancola errando per le vie del mondo ululando la propria frustrazione.
      • Ponzio Pilato scrive:
        Re: Linari
        I casi sono due: o stai scherzando, o sei malato ...
      • Cina vicina scrive:
        Re: Linari
        - Scritto da: Get Real
        Non possono. La sconfitta brucia troppo. La
        vittoria di Microsoft è schiacciante e
        irrimediabile, tale che ormai è impossibile
        prevederne le conseguenze
        finali.

        Sarà la fine di Linux? Forse.
        Certamente.La fine di Linux? Quindi da domani non verrà prodotto più nessun router!Crollerà il 50% dei siti web!GESU, SALVACI!
      • Cina vicina scrive:
        Re: Linari
        - Scritto da: Get Real

        Sarà la morte dell'Open Source? Probabile.
        Cazzo senza Linux avevo detto 50% dei server, ma senza Apache e MySQL si passa almeno al 70%Cristo Alla Google usano una versione personalizzata di UBuntu! NIENTE PIU GOOGLE!PHP! Niente più PHP!Crollerà internet!
        • darksky scrive:
          Re: Linari
          scusa ma un po' di cavolate te le potevi risparmiare. Php gira anche si windows, mysql idem e pure apache se vuoi. Ora un sito in php non vuol dire certo php = Linux e mysql = linux.
          • Daniele scrive:
            Re: Linari
            Non hai capito un c..o!Se morisse l'open source anche mysql, php, apache morirebbero!Intendeva quello...
          • darksky scrive:
            Re: Linari
            oddio mysql è anche a pagamento, ma guarda che i progetti opensource sono gratuiti per noi ma vengono pagati fiori di soldini, li fanno sviluppare le grosse multinazionali per prendersi i clienti e rientrare dagli investimenti in altri modi.
          • d cne 104 scrive:
            Re: Linari
            Non parlare di cose che non sai.MySQL era opensource fino all'acquisizione da Sun circa un mesa fa. Adesso non si sa bene, ma per ora dovrebbe rimanerlo.La versione a pagamento di MySQL (MySQL Enterprise) è open source. Lo sai che Open Source non significa necessariamente gratis, vero?PHP è Open Source. Punto.Apache idem.Blender ancheLinux (Kernel).La maggior parte delle distro GNU/LinuxFirefox, Webkit, Thunderbird, GIMP, PostgreSQL, OpenOffice, Joomla, Mambo, phpBB, *BSD, Eclipse, Python, PERL, Comodo, Firestarter, SQLite, WordPress, ...Forse non te ne rendi conto, ma ogni volta che accedi a internet entri in contatto con ALMENO uno di questi progetti Open Source.Direi che l'approvazione di OOXML come standard ISO causerà la fine dell'Open Source è come dire che una guerra atomica causerà la fine dell'universo.
          • darksky scrive:
            Re: Linari
            - Scritto da: d cne 104
            Non parlare di cose che non sai.Scusa ma tu leggi le cose prima di rispondere o scrivi a vanvera?
            MySQL era opensource fino all'acquisizione da Sun
            circa un mesa fa. Adesso non si sa bene, ma per
            ora dovrebbe
            rimanerlo.Mai detto il contrario
            La versione a pagamento di MySQL (MySQL
            Enterprise) è open source. Lo sai che Open Source
            non significa necessariamente gratis,
            vero?Io ho infatti scritto che è anche a pagamento non ho specificato che versione ma la versione enterprise è a pagamento ora non so tu ma se devi fare un progetto di una certa grandezza di certo necessito di molte cose che sono presenti solo nella enterprise.

            PHP è Open Source. Punto.

            Apache idem.

            Blender anche

            Linux (Kernel).

            La maggior parte delle distro GNU/Linux

            Firefox, Webkit, Thunderbird, GIMP, PostgreSQL,
            OpenOffice, Joomla, Mambo, phpBB, *BSD, Eclipse,
            Python, PERL, Comodo, Firestarter, SQLite,
            WordPress,
            ...Scusa ma tu hai letto a fondo quello che ti scritto anche se sono 2 righe? tu pensi che i programmatori che stanno dietro questi pacchetti ci lavorino gratis? il fatto che sia Open Source non vuol dire che non vengano pagati da chi li fa far, ti pare che l'IBM ha fatto il suo linux cosi per sport? o perchè dice al cliente tu compri le macchine da me e ti do l'OS gratis (gratis un piffero visto che le macchine le paghi poi). O forse tu sei quelli che pensano to mi fanno il 50% di sconto mi che fortuna...e con 50% di sconto non sono neanche sottocosto quindi figurati quanto ci guadagnano di norma

            Forse non te ne rendi conto, ma ogni volta che
            accedi a internet entri in contatto con ALMENO
            uno di questi progetti Open
            Source.
            Direi che l'approvazione di OOXML come standard
            ISO causerà la fine dell'Open Source è come dire
            che una guerra atomica causerà la fine
            dell'universo.Cioè mi sembri veramente catastrofico, non penso proprio che l'approvazione di OOXML come standard causerà la morte dell'Open Source.
          • d cne 104 scrive:
            Re: Linari
            Allora sei tu che non hai capito il mio primo post, che voleva far notare che i progetti open Source tengono in piedi internet, quindi di certo l'OS non finirà perchè OOXML è stato approvato come standard ISO.Stiamo dicendo la stessa cosa =D
          • darksky scrive:
            Re: Linari
            - Scritto da: d cne 104
            Allora sei tu che non hai capito il mio primo
            post, che voleva far notare che i progetti open
            Source tengono in piedi internet, quindi di certo
            l'OS non finirà perchè OOXML è stato approvato
            come standard
            ISO.

            Stiamo dicendo la stessa cosa =Dvedi scriviamo tanti post per nulla :D :D
      • Sir Pilade scrive:
        Re: Linari
        "Sarà la fine di Linux? Forse."Perché? Che c'entra l'approvazione di uno standard per documenti di testo col funzionamento di un sistema operativo?"Sarà la morte dell'Open Source? Probabile."Probabile perché? Ancora una volta: che c'entra l'approvazione di uno standard per documenti di testo con la filosofia dell'Open Source?"Microsoft ha messo a segno un colpo terribile, mutilante, mortale contro la comunità cantinara che ora, senza un capo, senza una voce, senza un progetto brancola errando per le vie del mondo ululando la propria frustrazione."O hai 15 anni o stai scherzando. Altrimenti devo supporre che tu sia un fottuto troll...
      • Ciaspolo scrive:
        Re: Linari
        - Scritto da: Get Real
        Non possono. La sconfitta brucia troppo. La
        vittoria di Microsoft è schiacciante e
        irrimediabile, tale che ormai è impossibile
        prevederne le conseguenze
        finali.

        Sarà la fine di Linux? Forse.

        Sarà la morte dell'Open Source? Probabile.

        Microsoft ha messo a segno un colpo terribile,
        mutilante, mortale contro la comunità cantinara
        che ora, senza un capo, senza una voce, senza un
        progetto brancola errando per le vie del mondo
        ululando la propria
        frustrazione.ma vaaa, addirittura la morte dell'open source, invece stiamo vincendo... per quale motivo zoo bill avrebbe proposto un nuovo standard all'ISO? Per cercare di salvare il salvabile, perché tanti, tanti, lo stanno mollando per passare alla libertà! Altro che balle!Se vuoi puoi sempre aiutare lo zio bill, COMPRANDO una copia di office, perché tu la compri, nooo??? :D compra compra!!
    • Davide Impegnato scrive:
      Re: Linari
      E' davvero un brutto momento. Il fatto che un formato così complicato come OOXML sia davvero diventato standard ISO (e speriamo proprio di no) è un duro colpo per la concorrenza: da oggi, se davvero la notizia è buona, sarà ancora più difficile riuscire a costruire una vera concorrenza allo strapotere di Microsoft, anche nel campo delle suite d'ufficio.Poche aziende saranno davvero in grado di aderire a quello che, senza volere essere di parte, è uno standard pachidermico. Ricominceremo di nuovo a vedere immagini che se ne vanno per i cavoli loro e robaccia varia, ci troveremo documenti con contenuti protetti da DRM e, quindi, apribili solo con Win e MAC.Spero che chi sta festeggiando, adesso, si renda conto di una cosa: OOXML standard significa ancora meno possibilità di scelta, ancora meno concorrenza.Non state nemmeno lì a chiederlo: rode parecchio. E' un dispiacere enorme che, se non condividete, non riuscite a capire. E' come quando Sisifo sta per arrivare sulla cima del monte, ma tutto è da rifare.Un brutto momento per chi ci tiene davvero a vivere in un mondo libero, con concorrenza ed evoluzione vera. Un pessimo momento per la società.
      • Renji Abarai scrive:
        Re: Linari
        io spero che invece te nella vita possa solo contare questo come momento "davvero brutto" e tutto il resto possa sorriderti.Te lo dico di cuore e senza doppi fini perchè un giorno purtroppo incontriamo sempre qualcosa da definire come un "brutto momento" e di sicuro non sono queste cazzatelle.
        • Davide Impegnato scrive:
          Re: Linari
          Indubbiamente, ci sono e ci saranno sempre momenti peggiori di questo, nella vita di tutti. Ciononostante, considero questo un momento effettivamente molto brutto, non tanto per me in quanto persona, ma piuttosto per la società in quanto tale.Come sappiamo, più del 50% del software (aziendale?) in Italia è piratato. Un fenomeno ignorato dalle istituzioni e dalla gente, che non si accorge di commettere un reato. La stragrande maggioranza degli utenti casalinghi sono abituati a rubare software e non lo considerano un furto perché "ho solo fatto una copia, non ho fatto male a nessuno".Il fatto che OOXML sia uno standard giustificherà ancora di più la gente e le nazioni nel perpretare quel comportamento assurdo che è la pubblicazione di documenti MS-only. Il che non farà altro che innalzare nuovamente il tasso di pirateria informatica. Una rovina per la società, soprattutto se pensiamo ad una cosa: L'OMERTA'.Ad oggi in Italia vi è un grado di omertà pauroso non appena si comincia a parlare di sofware non originale. Non vi sono denunce, non c'è un vero confronto. Io stesso sono stato zittito da scuole perché volevo parlare di pirateria informatica. Omertà. La piaga della società, la PEGGIORE piaga della società, troverà una nuova forza in OOXML.Aggiungi che, adesso, tutti coloro che hanno software non MS non sono in grado di leggere un documento che è effettivamente standard. Addio concorrenza. Davvero.Sul piano personale, nulla è cambiato. Ma se guardo fuori dalla mia finestra, beh, da stasera non posso che vedere un mondo peggiore. Potenza della globalizzazione.
          • Ponzio Pilato scrive:
            Re: Linari
            Il mio professore di Calcolo Numerico, ci forniva copie pirata di Microsoft Fortran77 5.0 e, addirittura, di Mathematica for Windows che, se non erro, costa una cifra!Il responsabile del centro di calcolo dell'Università poi ci prestava a turno Autocad per farne delle copie!Io incredulo installavo tutta quella roba sul mio PC ma mi rendevo conto di quanto fosse assurda e ripugnante quella situazione; per fortuna, da un bel pezzo ho mollato il mondo Windows e adesso almeno mi sento a posto con la coscienza.Nel frattempo pensavo che la situazione fosse cambiata ... invece ... l'altro giorno ho dovuto rimettere a posto il laptop con Windows zeppo di dialer (tanto per cambiare) di un mio amico che studia all'Università; ho notato che aveva installato le copie pirata di tutti i principali e costosissimi software utilizzati in campo ingegneristico.Alla mia richiesta di delucidazioni, lui mi ha guardato sorpreso e mi ha risposto che tutta quella roba gli era stata passata dai suoi stessi docenti!Un altro mio conoscente che lavora in uno studio di registrazione, mi ha candidamente detto che loro usano copie pirata di costosissimi software per l'editing audio/video.Ha tutte queste persone ho provato a parlare di software opensource, anche per Windows, e mi hanno riso in faccia ...
          • Davide Impegnato scrive:
            Re: Linari
            Tutto questo accadeva (ed accade) ancora oggi con estrema regolarità anche nell'università degli studi di nonsipuòdire (omertà vs. denuncia per diffamazione).Software di sviluppo tra i tanti. Soprattutto (nel mio campo) MatLab. Ricordo ancora quegli allegri corsi di formazione al MatLab finanziati dall'unione europea: i corsi FSE. Pensate, l'UE che finanzia un corso base di MatLab, quando si poteva tranquillamente usare OCTAVE (per l'uso che se ne fa a quel livello, senza tante pataccate, era perfetto).Studenti che copiavano attraverso i masterizzatori dell'università i CD di MatLab (copiati) forniti dagli assistenti dei docenti durante il corso, senza che nessuno si degnasse nemmeno di pronunciare il nome Octave. Octave che ancora oggi risulta disinstallato da tutte le macchine (tranne le linux) dell'università, mentre invece MatLab è accessibile da tutte le macchine (Windows).Quanti soldi spesi in licenze alla MathWorks, buttati nel cesso. Quanti soldi spesi dall'UE in corsi di formazione a software a pagamento e chiuso.Ed ancora una volta, l'università che insegna a rubare e a tener la bocca chiusa.
          • Ponzio Pilato scrive:
            Re: Linari
            E dire che quella meraviglia di Scilab, disponibile gratuitamente per Windows, Mac e Linux, viene sviluppato dal team INRIA che ha partecipato anche allo sviluppo di MatLab; come si può facilmente verificare, Scilab fa esattamente le stesse cose che fa MatLab.Invito tutti a provare Scilab, ma so già che sto sprecando il mio tempo ... della serie ... software gratuito = software scadente!P.S. A forza di leggere i post di tutti questi troll ignoranti, sto perdendo anche io la padronanza della grammatica italiana; ovviamente, con quel "Ha tutte queste persone", intendevo "A tutte queste persone".Che vergogna ...
          • Varro86 scrive:
            Re: Linari
            Il tuo ragionamento è giustissimo, l'analogia software open/free = software scadente, come tu dici, non sta in piedi.Il problema è che l'informazione andrebbe fatta presso i docenti, perchè se porti progetti eseguiti con software non approvato da un cdl e riscontri problemi, e può succedere, poi ti piangi tu i problemi.Tu d'altronde hai attribuito le colpe al sistema, e in questo sei stato giustissimo, il problema è che l'open-source è relativamente giovane e ci vorrà tempo per la sua diffusione e comprensione.Certi software si sono affermati prima e sono standard de facto.Triste verità :)
          • .... scrive:
            Re: Linari
            No, la tua giovane età forse non ti farà ricordare Lotus 1-2-3, Wordperfect, Quattro, ...Poi è rimasto solo Office... come mai?? Perché quando Excel è uscito e girava sotto windows, dove potevi mettere colori, font, grafici, etc... la presunzione di Lotus era quella di dire "a chi usa professionalmente Lotus 1-2-3 tutti questi 'fronzoli' non servono"... e così si sono suicidati!- Scritto da: Varro86
            Il tuo ragionamento è giustissimo, l'analogia
            software open/free = software scadente, come tu
            dici, non sta in
            piedi.

            Il problema è che l'informazione andrebbe fatta
            presso i docenti, perchè se porti progetti
            eseguiti con software non approvato da un cdl e
            riscontri problemi, e può succedere, poi ti
            piangi tu i
            problemi.

            Tu d'altronde hai attribuito le colpe al sistema,
            e in questo sei stato giustissimo, il problema è
            che l'open-source è relativamente giovane e ci
            vorrà tempo per la sua diffusione e
            comprensione.
            Certi software si sono affermati prima e sono
            standard de
            facto.
            Triste verità :)
          • Ponzio Pilato scrive:
            Re: Linari
            Meno male che ti firmi con dei puntini; evidentemente non sai neanche come ti chiami.Lotus123 era perfettamente integrato in Windows e, anzi, è stato il primo foglio elettronico capace di sfruttare tutte le caratteristiche grafiche dello stesso Windows (all'epoca c'era Windows 3.1).Poco dopo, una società di nome Pioneer Software Systems Inc. creò un foglio elettronico per Windows identico a Lotus123; qualla società venne acquisita dalla Microsoft e il foglio elettronico prese il nome di Microsoft Excel.Siccome si trattava di un evidente plagio, Lotus123 portò Microsoft in tribunale, ma alla fine ci fu una sentenza di assoluzione in quanto, secondo il giudice: "esteriormente i fogli elettronici sono tutti uguali"!Un altro esempio della esemplare tradizione piratesca di M$ ...
          • Varro86 scrive:
            Re: Linari
            L'unica falla nel ragionamento che fai, giustissimo peraltro, è che all'epoca c'era molto da creare, e di concorrenza ce n'era perchè si era nel pieno boom "softwaristico".Inoltre, non volermene, ma credo non ci siamo capiti, infatti il tuo intervento non è molto pertinente.Ho affermato che certi programmi sono standard de facto, a torto o a ragione, e ciò non cozza con ciò che hai riportato.Infatti fronzoli o non fronzoli, purtroppo o perfortuna, son diventati standard de facto, ergo essendo il passaparola la migliore arma, praticamente si preferisce Office anche a... che ne so Lotus Symphony, che ti puoi scaricare gratuitamente.Chiaramente, come hai sottolineato tu stesso, storicamente è andata così, vuoi anche il monopolio Microsoft.Sostanzialmente non mi hai nè contraddetto nè apportato molto alla mia risposta a Ponzio Pilato.Hai solo detto che Office si è affermato per i fronzoli grafici :) convalidando il fatto che prodotti rivali si sono suicidati :p
      • Get Real scrive:
        Re: Linari
        - Scritto da: Davide Impegnato
        E' davvero un brutto momento. Il fatto che un
        formato così complicato come OOXML sia davvero
        diventato standard ISO (e speriamo proprio di no)
        è un duro colpo per la concorrenza: da oggi, se
        davvero la notizia è buona, sarà ancora più
        difficile riuscire a costruire una vera
        concorrenza allo strapotere di Microsoft, anche
        nel campo delle suite
        d'ufficio.
        E' molto peggio di così: con OOXML Microsoft impone uno standard internazionale, che relega ogni altro strumento nell'ambito strettamente amatoriale. La concorrenza è, di fatto, morta. La Microsoft ha ottenuto una vittoria finale.
        Poche aziende saranno davvero in grado di aderire
        a quello che, senza volere essere di parte, è uno
        standard pachidermico. Ricominceremo di nuovo a
        vedere immagini che se ne vanno per i cavoli loro
        e robaccia varia, ci troveremo documenti con
        contenuti protetti da DRM e, quindi, apribili
        solo con Win e
        MAC.
        Non "ricominceremo", continueremo. Non ci sarà assolutamente scampo. La conquista da parte di Microsoft dello stato di standard ISO rappresenta la fine di ogni lotta da parte del mondo Open Source.
        Spero che chi sta festeggiando, adesso, si renda
        conto di una cosa: OOXML standard significa
        ancora meno possibilità di scelta, ancora meno
        concorrenza.
        Ovvio che alla Microsoft stiano festeggiando: hanno vinto.
        Non state nemmeno lì a chiederlo: rode parecchio.
        E' un dispiacere enorme che, se non condividete,
        non riuscite a capire. E' come quando Sisifo sta
        per arrivare sulla cima del monte, ma tutto è da
        rifare.
        Fosse da rifare! Non c'è NIENTE da rifare. Il sogno è finito. Gli standard ISO non si cambiano dall'oggi al domani. Da oggi viviamo in un mondo in cui il dominio di Microsoft è legge.
        Un brutto momento per chi ci tiene davvero a
        vivere in un mondo libero, con concorrenza ed
        evoluzione vera. Un pessimo momento per la
        società.Quello che verrà è ancora peggio, allora. Questo ha dimostrato una volta per tutte che le azioni dell'antitrust, le multe dell'UE, erano solo piccoli buffetti e specchietti per le allodole, allo scopo di convincere i più che ci fosse una vera gara in corso.Non c'è mai stata. Ora l'ultimo bastione è caduto. Non resta che guardare in faccia la terribile realtà e attendere le disposizioni che caleranno dall'alto.
        • il gelato che uccide scrive:
          Re: Linari

          Non c'è mai stata. Ora l'ultimo bastione è
          caduto. Non resta che guardare in faccia la
          terribile realtà e attendere le disposizioni che
          caleranno
          dall'alto.Givanni, Apocalisse 3.37
        • Sir Pilade scrive:
          Re: Linari
          "...con OOXML Microsoft impone uno standard internazionale, che relega ogni altro strumento nell'ambito strettamente amatoriale. La concorrenza è, di fatto, morta. La Microsoft ha ottenuto una vittoria finale.""Il sogno è finito. Gli standard ISO non si cambiano dall'oggi al domani. Da oggi viviamo in un mondo in cui il dominio di Microsoft è legge.""Ora l'ultimo bastione è caduto. Non resta che guardare in faccia la terribile realtà e attendere le disposizioni che caleranno dall'alto."Ritieni quindi che sia migliore un mercato privo di concorrenza e fatto solo di monopoli?Ma sei masochista?Non è che ci provi gusto a prenderlo nel...?
          • .... scrive:
            Re: Linari
            Sogna un mondo di monopolio Linux & Open Office....L'incongruenza dei cantinari è oramai nota... combattono il (presunto) monopolio di Microsoft per imporre il loro... tutto qui!- Scritto da: Sir Pilade
            "...con OOXML Microsoft impone uno standard
            internazionale, che relega ogni altro strumento
            nell'ambito strettamente amatoriale. La
            concorrenza è, di fatto, morta. La Microsoft ha
            ottenuto una vittoria
            finale."

            "Il sogno è finito. Gli standard ISO non si
            cambiano dall'oggi al domani. Da oggi viviamo in
            un mondo in cui il dominio di Microsoft è
            legge."

            "Ora l'ultimo bastione è caduto. Non resta che
            guardare in faccia la terribile realtà e
            attendere le disposizioni che caleranno
            dall'alto."

            Ritieni quindi che sia migliore un mercato privo
            di concorrenza e fatto solo di
            monopoli?

            Ma sei masochista?
            Non è che ci provi gusto a prenderlo nel...?
  • qwerty scrive:
    Il crimine paga!
    infatti la M$ dopo anni di crimini ha potuto permettersi di comprare il voto!
    • Anonimo scrive:
      Re: Il crimine paga!
      - Scritto da: qwerty
      infatti la M$ dopo anni di crimini ha potuto
      permettersi di comprare il
      voto!Certo, come no!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • el hefe scrive:
        Re: Il crimine paga!
        - Scritto da: Anonimo

        Certo, come no!

        (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)http://www.groklaw.net/article.php?story=2008032913190768
        • Anonimo scrive:
          Re: Il crimine paga!
          - Scritto da: el hefe
          - Scritto da: Anonimo



          Certo, come no!



          (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)


          http://www.groklaw.net/article.php?story=200803291BROGLI!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)P.S. Mi ricordi un certo politico italiano! (rotfl)
          • el hefe scrive:
            Re: Il crimine paga!
            - Scritto da: Anonimo
            BROGLI!

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
            P.S. Mi ricordi un certo politico italiano!
            (rotfl)ti hanno detto che m$ ha corrotto i votanti e hai risoti ho mostrato le prove che è successo davvero e ancora ridipurtroppo domani ti accorgerai della figuraccia che hai fatto e forse riderai di meno
          • Anonimo scrive:
            Re: Il crimine paga!
            - Scritto da: el hefe
            - Scritto da: Anonimo


            BROGLI!



            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)


            P.S. Mi ricordi un certo politico italiano!

            (rotfl)


            ti hanno detto che m$ ha corrotto i votanti e hai
            riso

            ti ho mostrato le prove che è successo
            davvero e ancora
            ridi

            purtroppo domani ti accorgerai della figuraccia
            che hai fatto e forse riderai di
            menoCerto certo...(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Franco scrive:
            Re: Il crimine paga!
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: el hefe

            - Scritto da: Anonimo




            BROGLI!





            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)




            P.S. Mi ricordi un certo politico italiano!


            (rotfl)





            ti hanno detto che m$ ha corrotto i votanti e
            hai

            riso



            ti ho mostrato le prove che è successo

            davvero e ancora

            ridi



            purtroppo domani ti accorgerai della figuraccia

            che hai fatto e forse riderai di

            meno

            Certo certo...

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Impara a trollare da graffetta e redmond 2008,tu sei solo un idiota a confronto.
    • kattle87 scrive:
      Re: Il crimine paga!
      magari è una trollata, però quoto!(rotfl)(rotfl)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 aprile 2008 22.48-----------------------------------------------------------
    • AMEN scrive:
      Re: Il crimine paga!
      - Scritto da: qwerty
      infatti la M$ dopo anni di crimini ha potuto
      permettersi di comprare il
      voto!C'è gente che si vende per pocohttp://dot.kde.org/1207000153/
  • Francesco Riosa scrive:
    limitare i danni
    Nella sua proposta iniziale ooxml faceva veramente pena ed era un falso xml che poi richiamava funzioni proprietarie di office.Se fosse passato in quella forma sarebbe stato una trappola per polli, che credendo di utilizzare un formato aperto e quindi convertibile a prodotti non Microsoft, si sarebbero invece messi il cappio al collo.Aver limitato i danni 'e un merito di tutti quelli che hanno contribuito alla discussione.Messaggio a tutti quelli che citano "linari", "winari", "osxari", vincitori o perdenti, decisamente non avete capito un cavoloE comunque credo che veramente pochi di Voi abbiano capito l'importanza che puo' avere uno standard "de facto" oppure ISO nell'economia.
    • Ponzio Pilato scrive:
      Re: limitare i danni
      Ma infatti, se OOXML non presenterà qualche caratteristica "nascosta", non vedo perché non debba essere usato liberamente da tutti!I linari, winari e macari (che termini da deficienti) non c'entrano nulla in quanto stiamo parlando di standard aperti che funzionano indifferentemente su qualunque piattaforma; più che altro, ci saranno problemi per Adobe visto che adesso PDF viene affiancato, non solo da ODF, ma anche da OOXML!
    • Athlon64 scrive:
      Re: limitare i danni
      - Scritto da: Francesco Riosa
      Nella sua proposta iniziale ooxml faceva
      veramente pena ed era un falso xml che poi
      richiamava funzioni proprietarie di
      office.Quante falsità...
  • Anonimo scrive:
    NON E' UN PESCE D'APRILE
    http://www.theopensourcerer.com/2008/04/01/ooxml-dis29500-result-approved(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: NON E' UN PESCE D'APRILE
      - Scritto da: Anonimo
      http://www.theopensourcerer.com/2008/04/01/ooxml-d

      (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Leggete anche questo:http://www.crn.com/software/207000671
      • Renji Abarai scrive:
        Re: NON E' UN PESCE D'APRILE
        aggiungiamo http://www.repubblica.it/2008/02/sezioni/scienza_e_tecnologia/microsoft5/guerra-formati-fine/guerra-formati-fine.html
    • Ponzio Pilato scrive:
      Re: NON E' UN PESCE D'APRILE
      Effettivamente è tutto vero; infatti, la notizia è stata diffusa con 24 ore di anticipo dal membro olandese dell'ISO, scandalizzato per le colossali irregolarità che si sarebbero verificate durante la votazione!61 voti a favore 10 voti contrari e 16 astenuti; molti membri dell'ISO, sino a poco tempo fa nettamente contrari a OOXML, "misteriosamente" hanno cambiato opinione!Il membro italiano, tanto per cambiare, si è astenuto!
      • Sgabbio scrive:
        Re: NON E' UN PESCE D'APRILE
        infatti una cosa molto curiosa. mazzette bianche e gialle?
      • nononloso scrive:
        Re: NON E' UN PESCE D'APRILE
        - Scritto da: Ponzio Pilato
        Il membro italiano, tanto per cambiare, si è
        astenuto!Ecco il tuttologo dell'ultima ora.... Tu sai come avvengono le votazioni vero? Sai perchè il voto risulta "astenuto" vero? No, ecco appunto.
        • Ponzio Pilato scrive:
          Re: NON E' UN PESCE D'APRILE
          Io non sono il tuttologo dell'ultima ora; se hai letto bene, il membro olandese dell'ISO ha diffuso con 24 ore di anticipo tutti i dettagli sulla votazione.Poi, viene da chiedersi che senso abbia, per un membro dell'ISO, astenersi durante una votazione; se sei membro dell'ISO dovresti avere le idee ben chiare, altrimenti che caxxo ci stai a fare in una simile organizzazione?
          • nononloso scrive:
            Re: NON E' UN PESCE D'APRILE

            Poi, viene da chiedersi che senso abbia, per un
            membro dell'ISO, astenersi durante una
            votazione; se sei membro dell'ISO dovresti avere
            le idee ben chiare, altrimenti che caxxo ci stai
            a fare in una simile
            organizzazione?Come volevasi dimostrare non hai la più pallida idea di come funzioni il meccanismo di votazione. Quindi secondo la tua astrusa teoria i membri Italiani si sarebbero astenuti?
          • pippozzo scrive:
            Re: NON E' UN PESCE D'APRILE
            - Scritto da: nononloso
            Come volevasi dimostrare non hai la più pallida
            idea di come funzioni il meccanismo di votazione.
            Quindi secondo la tua astrusa teoria i membri
            Italiani si sarebbero
            astenuti?Sono curioso, puoi spiegarlo?
      • Spauracchio scrive:
        Re: NON E' UN PESCE D'APRILE

        Il membro italiano, tanto per cambiare, si è
        astenuto!Figurarsi se l'Italia ha la sua posizione...ma che votano a fare???
        • nononloso scrive:
          Re: NON E' UN PESCE D'APRILE
          - Scritto da: Spauracchio

          Il membro italiano, tanto per cambiare, si è

          astenuto!Ma tu e quell'altro perchè non vi leggete come funziona il quorum nelle votazioni al posto di dire stupidate?
          Figurarsi se l'Italia ha la sua posizione...
          ma che votano a fare???Ma che ve lo dico a fare :S
          • Rialzati Italia scrive:
            Re: NON E' UN PESCE D'APRILE
            - Scritto da: nononloso
            - Scritto da: Spauracchio


            Il membro italiano, tanto per cambiare, si è


            astenuto!
            Ma tu e quell'altro perchè non vi leggete come
            funziona il quorum nelle votazioni al posto di
            dire stupidate?Far mancare il quorum per non non far passare le mozioni?Bell'affare.Se si crede in qualcosa si VOTA SI O NO, non ci si astiene per far fallire la votazione.La democrazia si basa sul voto, non sull'astensione.I testimoni di geova si astengono perché lo impone la religione, gli altri però possono fare la differenza. Andando a votare.RIALZATI ITALIA
          • nononloso scrive:
            Re: NON E' UN PESCE D'APRILE
            - Scritto da: Rialzati Italia
            - Scritto da: nononloso

            - Scritto da: Spauracchio



            Il membro italiano, tanto per cambiare, si è



            astenuto!

            Ma tu e quell'altro perchè non vi leggete come

            funziona il quorum nelle votazioni al posto di

            dire stupidate?
            Far mancare il quorum per non non far passare le
            mozioni?
            Bell'affare.
            Se si crede in qualcosa si VOTA SI O NO, non ci
            si astiene per far fallire la
            votazione.

            La democrazia si basa sul voto, non
            sull'astensione.

            I testimoni di geova si astengono perché lo
            impone la religione, gli altri però possono fare
            la differenza. Andando a
            votare.

            RIALZATI ITALIASquallidi slogan e blaterio inutile che parte dal presupposto che i membri del comitato Italiano si siano astenuti dal voto. Peccato che non sia così, i membri hanno votato.
  • fabioamd87 scrive:
    pesce??
    speriamo :S
    • Luca Schiavoni scrive:
      Re: pesce??
      - Scritto da: fabioamd87
      speriamo :Sno, il pesce di PI era qui :)http://www.pidownload.it/p.aspx?i=2240577&p=2iShhh zitti zitti, il silenzio e' d'oro !LucaS
      • acad scrive:
        Re: pesce??
        - Scritto da: Luca Schiavoni
        - Scritto da: fabioamd87

        speriamo :S

        no, il pesce di PI era qui :)
        http://www.pidownload.it/p.aspx?i=2240577&p=2

        iShhh zitti zitti, il silenzio e' d'oro !

        LucaSinfatti Sento puzza di pesce... Sopratutto nello screenshoot :D
  • el hefe scrive:
    Standard nel giorno di tutti gli stupidi
    OOXML viene promosso standard il primo aprile= ALL FOOLS' DAY= il giorno di tutti gli stupidihttp://en.wikipedia.org/wiki/April_Fools'_Daymai una data fu più azzeccata
    • el hefe scrive:
      Re: Standard nel giorno di tutti gli stupidi
      - Scritto da: el hefe
      OOXML viene promosso standard il primo aprile

      = ALL FOOLS' DAY

      = il giorno di tutti gli stupidi


      http://en.wikipedia.org/wiki/April_Fools'_Day


      mai una data fu più azzeccataps. ovviamente a cascarci solo i winari...poveretti(win)(rotfl)(win)(rotfl)(win)(rotfl)(rotfl)(win)(rotfl)(win)(rotfl)(win)(win)(rotfl)(win)(rotfl)(win)(rotfl)
      • Renji Abarai scrive:
        Re: Standard nel giorno di tutti gli stupidi
        http://www.repubblica.it/2008/02/sezioni/scienza_e_tecnologia/microsoft5/guerra-formati-fine/guerra-formati-fine.htmlla repubblica fa gli scherzi a fine giornata?
        • Sgabbio scrive:
          Re: Standard nel giorno di tutti gli stupidi
          senza offesa ma repubblica sulle robe informatica ha sempre detto cazzate :/
          • Anonimo scrive:
            Re: Standard nel giorno di tutti gli stupidi
            - Scritto da: Sgabbio
            senza offesa ma repubblica sulle robe informatica
            ha sempre detto cazzate
            :/http://www.crn.com/software/207000671Questo ti va bene?
          • Sgabbio scrive:
            Re: Standard nel giorno di tutti gli stupidi
            più autorevole di repubblica è di sicuro :D
          • Spauracchio scrive:
            Re: Standard nel giorno di tutti gli stupidi
            - Scritto da: Sgabbio
            più autorevole di repubblica è di sicuro :DPure un ragazzino di 10 anni è più autorevole di Repubblica... senza nulla togliere... al ragazzino!!!
          • iRoby scrive:
            Re: Standard nel giorno di tutti gli stupidi
            Vedi che la notizia è fallata all'origine?La Norvegia non ha rigirato il voto in un Sì, il ministro del commercio e dell'industria norvegese ha aperto un'inchiesta dopo il fax del Chairman della commissione ISO norvegese che annunciava brogli e chiedeva l'annullamento del loro voto.http://blog.abrenna.com/formal-protest-against-norways-yes-to-ooxml/
        • el hefe scrive:
          Re: Standard nel giorno di tutti gli stupidi
          - Scritto da: Renji Abarai
          http://www.repubblica.it/2008/02/sezioni/scienza_e

          la repubblica fa gli scherzi a fine giornata?ah adesso capisco...tu le informazioni sulla tecnologia le prendi da repubblica...ora si spiegano molte cose sui tuoi interventi su PI
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Standard nel giorno di tutti gli stupidi
            no cercavo qualcosa in italiano per venire incontro ai vostri limiti
          • Sgabbio scrive:
            Re: Standard nel giorno di tutti gli stupidi
            senza offesa, ma ha ragione su repubblica.
          • el hefe scrive:
            Re: Standard nel giorno di tutti gli stupidi
            - Scritto da: Renji Abarai
            no cercavo qualcosa in italiano per venire
            incontro ai vostri
            limiticari renji, se già la tua credibilità su PI rasentava lo ZERO, dopo questa figuraccia clamorosa chi ti darà più ascolto?guarda che poi M$ non ti paga più per trollarese nessuno ti legge!
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Standard nel giorno di tutti gli stupidi
            eppure hai apopena dimostrato il contrario!
          • el hefe scrive:
            Re: Standard nel giorno di tutti gli stupidi
            - Scritto da: Renji Abarai
            eppure hai apopena dimostrato il contrario!goditi le ultime trollate, da domani dovrai cambiare nick se vuoi sperare che qualcuno consideri i tuoi interventi
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Standard nel giorno di tutti gli stupidi
            se lo dici te...
          • alhoa scrive:
            Re: Standard nel giorno di tutti gli stupidi
            - Scritto da: el hefe
            - Scritto da: Renji Abarai

            eppure hai apopena dimostrato il contrario!


            goditi le ultime trollate, da domani dovrai
            cambiare nick se vuoi sperare che qualcuno
            consideri i tuoi
            interventiperchè conosci qualcuno che li considera?
          • annonimmo scrive:
            Re: Standard nel giorno di tutti gli stupidi
            - Scritto da: alhoa
            - Scritto da: el hefe

            - Scritto da: Renji Abarai


            eppure hai apopena dimostrato il contrario!





            goditi le ultime trollate, da domani dovrai

            cambiare nick se vuoi sperare che qualcuno

            consideri i tuoi

            interventi

            perchè conosci qualcuno che li considera?Ma non state tutti quotando e rispondendo a lui?? ma lol...
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Standard nel giorno di tutti gli stupidi
            vero?senza contare che qualcuno diceva che era un pesce d'aprile e che gli amanti linux non ci cascavano!
    • La Graffetta scrive:
      Re: Standard nel giorno di tutti gli stupidi
      In questo caso gli stupidi furono le orde di linari che pensavano che una petizione web sarebbe bastata a fermare un'azienda leader dell'innovazione e del successo.
      • Franco scrive:
        Re: Standard nel giorno di tutti gli stupidi
        - Scritto da: La Graffetta
        In questo caso gli stupidi furono le orde di
        linari che pensavano che una petizione web
        sarebbe bastata a fermare un'azienda leader
        dell'innovazione e del
        successo.Clippy tu comunque sei redmond2008 che si è registrato!Parli come lui,scrivi idiozie come lui e trolli fottutamente bene come lui!
      • carlo scrive:
        Re: Standard nel giorno di tutti gli stupidi
        - Scritto da: La Graffetta
        In questo caso gli stupidi furono le orde di
        linari che pensavano che una petizione web
        sarebbe bastata a fermare un'azienda leader
        dell'innovazione e del
        successo.:) azienda lIder dell'Innovazione e del SUCCESSO?ma chi?microsoft?:) torna a studiare CAPRA IGNORANTE che apri la bocca solo x dare aria al cervellolo sai come e' fatto un sistema operativo? CAPRA!
        • Davide Impegnato scrive:
          Re: Standard nel giorno di tutti gli stupidi


          un'azienda leader

          dell'innovazione e del

          successo.ih ih ih questa me l'ero persa! :D mi sa che è davvero meglio se vai a nanna. La MS è leader, sì, nel numero di acquisizioni e nel numero di avvocati che annovera nel suo libro paga. Voci di corridoio vogliono MS in stretto legame con la cina (:D) e le sue copie.Sicuramente ha avuto un successo enorme. Discutibile in campo "innovazione".Ti faccio un ragionamento: come è possibile che un gruppetto di canitari scimuniti siano stati in grado, con i loro poveri strumenti, di creare un prodotto che, ammetterai, ha potenzialità quantomeno simili a quelle del rivale MS?Come è possibile che SUN, con molti meno fondi di MS, sia in grado di competere con essa e rubargli clienti?2 soluzioni: o Microsoft è molto inefficiente (tendo ad escluderlo, non sarebbe la leader del mercato) oppure, semplicemente, MS vuole che il mondo vada così: appena una tacchetta sopra la concorrenza, per non perdere potere e per non essere smembrata.Scegli tu chi lodare. 'notte.
      • linaro scrive:
        Re: Standard nel giorno di tutti gli stupidi
        - Scritto da: La Graffetta
        In questo caso gli stupidi furono le orde di
        linari che pensavano che una petizione web
        sarebbe bastata a fermare un'azienda leader
        dell'innovazione e del
        successo.Ehi pirletto!!! Buongiorno, eh? Come mai non trolli sulla notizia dei crash di svista?
      • Ciaspolo scrive:
        Re: Standard nel giorno di tutti gli stupidi
        - Scritto da: La Graffetta
        In questo caso gli stupidi furono le orde di
        linari che pensavano che una petizione web
        sarebbe bastata a fermare un'azienda leader
        dell'innovazione e del
        successo.Ciao zio bill, la tua azzienda più che un leader, direi che che un lader...Ciao Troll, alle prossime stupidaggini...
      • AtariLover scrive:
        Re: Standard nel giorno di tutti gli stupidi
        Meglio che non fare nulla e poi cantare vittoria ;)(atari)
  • Davide Impegnato scrive:
    Pesce
    E' un pesce d'aprile bello e buono. Non è vero. Trovo veramente impossibile che solo e soltanto PI sappia cosa sia successo in ISO. E' un non senso.Stallman non è scappato, Torvalds continua a sviluppare e OOXML continua a non essere standard ISO.
    • Anonimo scrive:
      Re: Pesce
      - Scritto da: Davide Impegnato
      E' un pesce d'aprile bello e buono. Non è vero.
      Trovo veramente impossibile che solo e soltanto
      PI sappia cosa sia successo in ISO. E' un non
      senso.

      Stallman non è scappato, Torvalds continua a
      sviluppare e OOXML continua a non essere standard
      ISO.Anche se è un pesce d'aprile non cambia niente, OOXML verrà approvato!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Sgabbio scrive:
      Re: Pesce
      bhe anche altri siti ne hanno parlato
    • Davide Impegnato scrive:
      Re: Pesce
      MS canta vittoria:http://www.microsoft.com/presspass/press/2008/apr08/04-01OpenXMLVotePR.mspxSarà come per l'expò?! :D
  • lellykelly scrive:
    odf
    odieffeeeeeeeeeeeeeee
  • Pinco Pallino scrive:
    Solita incoernza cantinara
    Ovviamente i linari sono per la concorrenza soltanto quando si parla di standard che piacciono a loro.Due pesi due misure...
  • qwerty scrive:
    Come volevasi dimostrare
    Alla fine è passato!Come al solito i linari sono bravi soltanto a fare chiasso, questa è la prova che in realtà non contano niente!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Come volevasi dimostrare
      - Scritto da: qwerty
      Alla fine è passato!
      Come al solito i linari sono bravi soltanto a
      fare chiasso, questa è la prova che in realtà non
      contano
      niente!

      (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Quoto.
    • el hefe scrive:
      Re: Come volevasi dimostrare
      come volevasi dimostrare....i winari gli unici polli a cascarci!!!(win)(rotfl)(win)(rotfl)(win)(rotfl)(rotfl)(win)(rotfl)(win)(rotfl)(win)(win)(rotfl)(win)(rotfl)(win)(rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: Come volevasi dimostrare
        - Scritto da: el hefe
        come volevasi dimostrare....

        i winari gli unici polli a cascarci!!!


        (win)(rotfl)(win)(rotfl)(win)(rotfl)
        (rotfl)(win)(rotfl)(win)(rotfl)(win)
        (win)(rotfl)(win)(rotfl)(win)(rotfl)Certo linaro...http://www.theopensourcerer.com/2008/04/01/ooxml-dis29500-result-approved/(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
        • el hefe scrive:
          Re: Come volevasi dimostrare
          - Scritto da: Anonimo

          Certo linaro...

          http://www.theopensourcerer.com/2008/04/01/ooxml-d

          (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)oh mio dio, oltre ad essere più stupididella media ne andate anche fieri!!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)mi passeresti il link sul sito di ISO?hahaha questa è storica, da segnare, ma quanto verrete presi per i fondelli per esservela bevuta in questa maniera??(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)winari ancora più OWNED del solito!!!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Come volevasi dimostrare
            http://www.repubblica.it/2008/02/sezioni/scienza_e_tecnologia/microsoft5/guerra-formati-fine/guerra-formati-fine.html
          • Sgabbio scrive:
            Re: Come volevasi dimostrare
            sito della ISO non reppubblica :D
          • Renji Abarai scrive:
            Re: Come volevasi dimostrare
            vedrai domani.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Come volevasi dimostrare
            lo so :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Come volevasi dimostrare
            - Scritto da: el hefe
            - Scritto da: Anonimo



            Certo linaro...




            http://www.theopensourcerer.com/2008/04/01/ooxml-d



            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)

            oh mio dio, oltre ad essere più stupidi
            della media ne andate anche fieri!!

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)

            mi passeresti il link sul sito di ISO?

            hahaha questa è storica, da segnare, ma quanto
            verrete presi per i fondelli per esservela bevuta
            in questa
            maniera??

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)

            winari ancora più OWNED del solito!!!

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Mi raccomando credici!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Renji Abarai scrive:
    sento odore di...
    troll in arrivo!escono dai loro antri tra il vino e l'aceto!
    • Fulmine scrive:
      Re: sento odore di...
      - Scritto da: Renji Abarai
      troll in arrivo!
      escono dai loro antri tra il vino e l'aceto!ding ! sei passato di livello, la tua paga per l'astroturfing è aumentata di 10$/meseBilly Gates
    • dr. House scrive:
      Re: sento odore di...
      restano le mie riserve per un formato che ha ancora da dimostrare la sua "neutralitá" nonostante il dirigente di turno si riempia la bocca di questa parola se sarà veramente libero da implementare per i concorrenti e non verrà farcito di estensioni proprietarie allora si potra parlare di Vero standard. Per il momento è solo fuffa
      • 123 scrive:
        Re: sento odore di...
        - Scritto da: dr. House
        restano le mie riserve per un formato che ha
        ancora da dimostrare la sua "neutralitá"
        nonostante il dirigente di turno si riempia la
        bocca di questa parola se sarà veramente libero
        da implementare per i concorrenti e non verrà
        farcito di estensioni proprietarie allora si
        potra parlare di Vero standard. Per il momento è
        solo
        fuffaTi faccio notare che anche l'HTML ammette estensioni proprietarie, eppure è uno standard...
        • Sgabbio scrive:
          Re: sento odore di...
          il W3c non mi sembra dello stesso parere
          • 123 scrive:
            Re: sento odore di...
            - Scritto da: Sgabbio
            il W3c non mi sembra dello stesso parereE il flash allora cos'è?
          • Sgabbio scrive:
            Re: sento odore di...
            il flash non c'entra assolutamente nulla con HTML, che tale linguaggio serve per formattare le pagine. Il flash con html c'entra ben poco.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 aprile 2008 21.52-----------------------------------------------------------
          • 123 scrive:
            Re: sento odore di...
            - Scritto da: Sgabbio
            il flash non c'entra assolutamente nulla con HTMLCosì come non c'entrano nulla le estensioni proprietarie a OOXML con OOXML.
          • Sgabbio scrive:
            Re: sento odore di...
            non credo propio :D
          • 123 scrive:
            Re: sento odore di...
            - Scritto da: Sgabbio
            non credo propio :DSe lo dici tu allora deve essere vero! (rotfl)
          • Franco scrive:
            Re: sento odore di...
            - Scritto da: 123
            - Scritto da: Sgabbio

            non credo propio :D

            Se lo dici tu allora deve essere vero! (rotfl)E se invece tu affermi il contrario hai ragione?Hai letto le 6000 pagine di specifiche?
    • el hefe scrive:
      Re: sento odore di...
      che dire, hanno scelto il giorno giusto per approvarlo:gli anglosassoni chiamano il primo aprileALL FOOL'S DAY= il giorno di tutti gli stupidiquale giorno migliore per approvare un tale "standard"?ps. grande Valboni, sempre il mejo
  • Sgabbio scrive:
    E uno scherzo, vero ?
    No, scusa c'è già uno standard iso per i documenti, perchè ne hanno proposto un'altro solo per far contenta una grossa multinazionale pulri condannata per abuso di posizione dominante????
    • Anonimo scrive:
      Re: E uno scherzo, vero ?
      - Scritto da: Sgabbio
      No, scusa c'è già uno standard iso per i
      documenti, perchè ne hanno proposto un'altro solo
      per far contenta una grossa multinazionale pulri
      condannata per abuso di posizione
      dominante????Ahahahahahahahahahahahah come godo!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • Sgabbio scrive:
        Re: E uno scherzo, vero ?
        mi hai convinto, hai esposto i tuoi argomenti molto bene. :D
      • contro anonimo scrive:
        Re: E uno scherzo, vero ?
        - Scritto da: Anonimo

        Ahahahahahahahahahahahah come godo!

        (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Non sei ne il primo ne l'ultimo a cui piace prenderlo in quel posto (rotfl) :D
        • Omosessuale scrive:
          Re: E uno scherzo, vero ?
          - Scritto da: contro anonimo
          - Scritto da: Anonimo




          Ahahahahahahahahahahahah come godo!



          (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)

          Non sei ne il primo ne l'ultimo a cui piace
          prenderlo in quel posto (rotfl)
          :Dmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmm :$
        • annonimmo scrive:
          Re: E uno scherzo, vero ?
          - Scritto da: contro anonimo
          - Scritto da: Anonimo




          Ahahahahahahahahahahahah come godo!



          (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)

          Non sei ne il primo ne l'ultimo a cui piace
          prenderlo in quel posto (rotfl)
          :DMi sa che ne sai parecchio eh...
      • anonimous scrive:
        Re: E uno scherzo, vero ?
        cos'hai da godere?? probabilmente non sei minimamente consapevole delle parole che scrivi!
    • LordFaust scrive:
      Re: E uno scherzo, vero ?
      Lo standard lo fa chi ha il mercato o prentendi che gli standard siano imposti dalle minoranze ?
    • AMEN scrive:
      Re: E uno scherzo, vero ?
      - Scritto da: Sgabbio
      No, scusa c'è già uno standard iso per i
      documenti, perchè ne hanno proposto un'altro solo
      per far contenta una grossa multinazionale pulri
      condannata per abuso di posizione
      dominante????Loro non scherzano maihttp://dot.kde.org/1207000153/
  • Anonimo scrive:
    ROTFL
    Alla faccia vostra linari!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • vac scrive:
      Re: ROTFL
      Non è un problema dei linari ne' dei winariE un problema solo per chi sarà così idiota da usare quel formatoChi ha un bricciolo di intelligenza continuerà ad usare PDF, odt, TXT
    • linaro scrive:
      Re: ROTFL
      Il riso abbonda nella bocca del winaro.Ma solo quello.
  • markit scrive:
    buffoni
    come da oggetto
  • Gekko scrive:
    Pesce d' aprile?
    ahhHHH...............
Chiudi i commenti