Voodoo fa concorrenza al MacBook Air

Morse - Contendere al sottilissimo di casa Apple lo scettro del settore. Con un ultraportatile da 13,3 pollici. In fibra di carbonio

Roma – Voodoo, azienda di HP, ha presentato sul mercato dei device ultraportatili un nuovo laptop di lusso. Battezzato con il nome di Envy 133, il mini notebook di Voodoo possiede uno schermo da 13,3 pollici, per una risoluzione da 1280×800 pixel, e monta un processore Intel Core 2 Duo SP7700 da 1.8GHz.

Envy 133 di profilo La caratteristica più interessante è la fattura in fibra di carbonio, che fa del terminale un dispositivo davvero ultraleggero e soprattutto un serio e temibile competitor per il MacBook Air ma anche per il Lenovo X300 .

Munito di due porte USB (utilizzabili anche come eSATA per hard disk esterni) e di una porta HDMI, Voodoo avvierà la commercializzazione del suo Envy 133 entro l’anno in corso, offrendo agli utenti la possibilità di scegliere tra varie capienze del disco SSD.

Le due versioni del Envy 133

Una funzione interessante del dispositivo, mutuata da Asus, è che il Mini PC di Voodoo sfrutta un sistema operativo Linux-based già installato di default, che si avvia in soli 5 secondi e che consente di installare applicazioni come Skype o Firefox, pensato per far girare applicazioni basiche senza dover caricare necessariamente una piattaforma ingombrante come Windows Vista.

Di seguito la video recensione:

Morse

( fonte immagini )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • paolo scianna scrive:
    domanda
    ma e vero vogliono mettere internet gratis???
  • rock3r scrive:
    Vicenza
    Qui a Vicenza il neosindaco alla fine della campagna elettorale ha lanciato l'idea di una copertura internet wireless gratuita (o al massimo con canone sociale) in città, ed adesso è stata avviata una raccolta firme da parte della sezione giovanile del partito che lo ha sostenuto affinché venga realizzata. Voi che ne pensate?Tra l'altro, sono il fratello di uno dei ragazzi che segue la raccolta firme, ed è già arrivata la prima mail di "il uàifai fa male a cose-persone-animali-piante" - giuro! - a pochi giorni dall'annuncio (va detto che nella mail erano espressi anche altri dubbi decisamente più "concreti" perché chi scriveva era una persona del ramo informatico)...
Chiudi i commenti