Vuoi il welfare? Allora non mentire

Il governo britannico utilizzerà macchine della verità basate su software d'analisi vocale per verificare l'attendibilità dei cittadini che richiedono benefici sociali ed assegni di sussidio


Londra – Come tappare le falle e diminuire gli enormi costi del generosissimo welfare state britannico? Tagli alla spesa o privatizzazioni selvagge sono ben lontane dalle mire dell’amministrazione Blair, che sceglie le macchine della verità per scovare furbi, impostori o semplici evasori. La notizia arriva da eGov Monitor , pubblicazione che segue l’evoluzione del cosiddetto e-government a livello europeo.

Il governo ha annunciato che impiegherà tecnologie software d’analisi vocale per mettere alla prova l’attendibilità dei cittadini. Tutti coloro che richiederanno i cosiddetti social benefits dovranno dimostrare di essere realmente in uno stato di precarietà per ottenere assegni di sussidio, case popolari ed esenzioni dalle tasse.

David Blunkett, segretario generale per la previdenza pubblica, sostiene che i sistemi antifrode utilizzati dal welfare sono “antichi, inadeguati e facilmente arginabili”. La killer app proposta da Blunkett è quindi la tecnologia Voice Stress Analysis , che permette di catturare impercettibili variazioni nel tono della voce e tramutarli in verdetti dal valore legale.

“Ci sono moltissime persone che dichiarano di essere depresse e malate”, dichiara Blunkett in un’intervista al Telegraph , “basterebbe chiamarli ed analizzare la loro voce per scoprire se sono effettivamente a guardare la televisione oppure in grado di trovarsi un impiego e continuare a vivere senza sussidi”.

Tuttavia l’attendibilità di questo metodo tecnologico, ormai utilizzato da tempo come strumento forense e giuridico, è messa in dubbio da numerosi detrattori. Alcuni giudici federali degli Stati Uniti, pionieri nell’uso delle “macchine della verità”, sostengono che esistono altissime possibilità d’ottenere falsi responsi .

Una portavoce di Blunkett è dell’opinione che sia “molto più semplice analizzare i conti in banca e gli acquisti delle persone”, rispetto alla ricerca di “tremolii nella loro voce”, provocati da “dichiarazioni fasulle e permeate di ansia”. Molti studi accademici, sostengono i rappresentanti della American Polygraph Association , dimostrano che le tecnologie Computer Voice Stress Analysis sono di dubbia efficacia .

Ad ogni modo, il governo britannico sarà costretto a ripiegare su questa poco affidabile tecnica di controllo: i truffatori del sistema dei sussidi costano ai contribuenti circa tre miliardi di sterline . “Troppo”, secondo un portavoce del ministero delle politiche pubbliche.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    NoNo, voi ancora non avete capito niente
    Quante ne ho sentite..quante ne ho sentite...Windows di qua, linux di là, mac OS di giu, BSD di su.Ma proprio non lo capite? proprio non capite che il baluardo piu forte in assoluto contro virus/worm/cracker/blackhat/cazzi/coglioni/stronzi è l'UTENTE ?Non parlo da newbie. Ho avuto esperienza molti OS esistenti e in tutti questi anni ho capito che NON ESISTE UN CAZZO DI SISTEMA MIGLIORE. Esiste L'UTENTE intelligente ,ecco cosa.Adesso va di moda Linux. "Io uso linux perchè dicono che lo usino i veri hackers"ormai non si parla piu di informatici no. si parla di hackers.Ma la gente non sa un beniamato cazzo di chi è un HACKER. Di cosa fa, di cosa vive, PER cosa vive.Una volta qualcuno disse:"sì è vero..su linux non esistono virus/worm... esiste qualcosa di peggio, i rootkit "niente di piu vero.Io sono del parere che ognuno deve usare il sistema operativo che fa per lui. Ogni cosa ha pregi e difetti. Nessuna,invece, è perfetta.Un OS linux di default lo si buca come niente.Un OS windows di default lo si buca come niente.Chi fa la differenza? L'utente. Solo LUI e nessun altro.Minaccia virus/worm?Saggezza. Ecco la parola giusta : Saggezza.Tanto basta disabilitare quella fottuta anteprima di outlook. Tanto basta usare quel 1% di cervello che la gente usa per per trastullarsi il cazzo.Basta guerre di os. Basta.Che si cominci con qualcosa di costruttivo, che diamine. Christopher aka zeroday
  • Anonimo scrive:
    l'antivirus dei polli
    un produttore di antivirus annuncia che a breve lancerà un antivirus per linux...ma un attimo prima ammette che al momneto la minaccia non esiste.io ho sempre creduto che PRIMA nascano i virus e DOPO gli antivirus...
    • Anonimo scrive:
      Re: l'antivirus dei polli
      - Scritto da: Anonimo
      un produttore di antivirus annuncia che a breve
      lancerà un antivirus per linux...
      ma un attimo prima ammette che al momneto la
      minaccia non esiste.
      io ho sempre creduto che PRIMA nascano i virus e
      DOPO gli antivirus...veramente il produttore è solo l'ultimo di una lunghissima lista di produttori che produce antivirus per linux...lista che include nomi come macaffe, f-secure, symantec etc...insomma tutto il panorama del mondo che lavora con i virus...per tua informazione ti avviso che di virus per linux ne esistono già (anche se pochi) come pure esistono per unix.sempre per cercare di fare un pò di informazione e non la triste propaganda che ci rifilate da centinai di post va detto che gli antivirus servono anche a controllare altro codice malevolo come worms e trojan che invece abbondano anche su linux.insomma gli unici polli sono quelli come te...banditori alla wanna marchi che pur di non ammettere che linux è un os come tutti gli altri (e come tutti gli altri esposto a virus, trojan e worms) preferiscono negare la realtà e non installare nessun antivirus.complimentoni pollo
      • Anonimo scrive:
        Re: l'antivirus dei polli
        - Scritto da: Anonimo worms e trojan che invece abbondano anche su
        linux.
        insomma gli unici polli sono quelli come
        te...banditori alla wanna marchi che pur di non
        ammettere che linux è un os come tutti gli altri
        (e come tutti gli altri esposto a virus, trojan e
        worms) preferiscono negare la realtà e non
        installare nessun antivirus.
        complimentoni pollooddio un talebano di microsoft...linux non è un sitema come tutti gli altri.non è perfetto, ma è migliore di win. tutto qui
        • Anonimo scrive:
          Re: l'antivirus dei polli
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo
          worms e trojan che invece abbondano anche su

          linux.

          insomma gli unici polli sono quelli come

          te...banditori alla wanna marchi che pur di non

          ammettere che linux è un os come tutti gli altri

          (e come tutti gli altri esposto a virus, trojan
          e

          worms) preferiscono negare la realtà e non

          installare nessun antivirus.

          complimentoni pollo
          oddio un talebano di microsoft...certo ...infatti ci sono i polli come te che vivono completamente esclusi dalla realta a ricompilare e caricare moduli e i talebani ms.....CRESCI POLLO
          linux non è un sitema come tutti gli altri.noooooo viene dallo spazio
          non è perfetto, ma è migliore di win. tutto quie questo chi lo stabilisce tu o il 98% del mercato desktop ed il 23% dei quello server che invece usa windows?pollo talebano invece di giocare a chi lo ha più lungo ricordati che si parlava di altro....si parlava dell'utilità di antivirus per proteggere linux.....ma appena siete messi con le spalle al muro voi 'wanne marchi dell'informatica' non fate altro che insultare cambiare discorso o ricorrere ad assolutismicomplimentoni pollo
          • Anonimo scrive:
            Re: l'antivirus dei polli
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo

            worms e trojan che invece abbondano anche su


            linux.


            insomma gli unici polli sono quelli come


            te...banditori alla wanna marchi che pur di
            non


            ammettere che linux è un os come tutti gli
            altri


            (e come tutti gli altri esposto a virus,
            trojan

            e


            worms) preferiscono negare la realtà e non


            installare nessun antivirus.


            complimentoni pollo

            oddio un talebano di microsoft...

            certo ...infatti ci sono i polli come te che
            vivono completamente esclusi dalla realta a
            ricompilare e caricare moduli e i talebani
            ms.....CRESCI POLLOsisi intanto tu non sapresti compilare neppure un modulo per la pensione

            linux non è un sitema come tutti gli altri.

            noooooo viene dallo spazio


            non è perfetto, ma è migliore di win. tutto qui

            e questo chi lo stabilisce tu o il 98% del
            mercato desktop ed il 23% dei quello server che
            invece usa windows?
            pollo talebano invece di giocare a chi lo ha più
            lungo ricordati che si parlava di altro....si
            parlava dell'utilità di antivirus per proteggere
            linux.....ma appena siete messi con le spalle al
            muro voi 'wanne marchi dell'informatica' non fate
            altro che insultare cambiare discorso o ricorrere
            ad assolutismi
            complimentoni polloil mercato non stabilisce un bel niente.la 500 è più venduta della mercedes, vorresti dire che la 500 è meglio?
          • Lucky Luciano scrive:
            Re: l'antivirus dei polli
            Frustrazione da windows...... niente è perfetto, ma guarda la percentuale di pc win affetti da virus e quella di linux - mac - unix - ... affetti dalla stessa piaga.PS: se hai passato giorni a ricompilare moduli e kernel come tu dici, vuol dire che semplicemente non sai installare un sistema operativo, quindi ti consigliio di comprare un pc con windows preinstallato o, meglio, un mac!
  • Neptune scrive:
    da leggere :]
    http://groups.google.it/group/free.it.barzellette/browse_thread/thread/dd2aba5f4c69022e/17907984e4baa024?hl=it#17907984e4baa024
    • Rex1997 scrive:
      Re: da leggere :]
      - Scritto da: Neptune
      http://groups.google.it/group/free.it.barzellette/Un po poco realistico il fatto di aver perso la dimostrazione dell'ultimo teorema di Fermat fatto dalla nonna, per il resto la solita esagerazione di troll Winari.... :D Di storie simili ne esistono anche sull'installazione di finestre con i due o trecento riavvii necessari avendo cambiato alcuni driver... :p :D
  • Anonimo scrive:
    Si chiama marketing.
    Ancora qui a discutere se Linux, è esente o meno da virus, o da quant'altro?Ma a nessuno è venuto il dubbio che, come è già successo non molto tempo fa con Symantec, si tratti soltanto di marketing?Il marketing, altro non è che la creazione di un bisogno nel cliente, tramite pubblicità o la creazione di status-simbol o come in questo caso tramite la creazione di una falsa insicurezza, per poter creare/ampliare un mercato.Insomma il marketing, ti fa comprare ciò di cui non hai necessità, creandoti un falso bisogno. Non è poi una novità.
    • Anonimo scrive:
      Re: Si chiama marketing.
      - Scritto da: Anonimo
      Ancora qui a discutere se Linux, è esente o meno
      da virus, o da quant'altro?

      Ma a nessuno è venuto il dubbio che, come è già
      successo non molto tempo fa con Symantec, si
      tratti soltanto di marketing?infatti non capisco chi siano symantec e avg per parlare di virus....inutili anche siti come http://www.viruslist.com/en/viruslistfind?words=linux&page=1 o secunia che mostra il 25% di falle non tappate in linux....questi sono tutti ignoranti gli unici a conoscere la verità sono i linari di pi....per grazia divina l'hanno ricevutra come illuminazione all'ultimo linuxday in qualche lug

      Il marketing, altro non è che la creazione di un
      bisogno nel cliente, tramite pubblicità o la
      creazione di status-simbol o come in questo caso
      tramite la creazione di una falsa insicurezza,
      per poter creare/ampliare un mercato.ti ripeto sono tutte ciance parliamo solo di siti autorevoli come secunia, viruslist o di imprtanti sw-house del settore...tutta gente insomma che non ne capisce....sono solo esseri umani e non possono competere con il divino

      Insomma il marketing, ti fa comprare ciò di cui
      non hai necessità, creandoti un falso bisogno.
      Non è poi una novità.la religione invece ti fa chiudere gli occhi pure difronte i fatti.
      • frog scrive:
        Re: Si chiama marketing.


        la religione invece ti fa chiudere gli occhi pure
        difronte i fatti.Beati disse il signore.....beati i troll di una volta....che facevano post brevi
        • Anonimo scrive:
          Re: Si chiama marketing.
          - Scritto da: frog




          la religione invece ti fa chiudere gli occhi
          pure

          difronte i fatti.

          Beati disse il signore.....beati i troll di una
          volta....che facevano post brevicioè chi lo disse?stallman o lessing prima di dichiarare la guerra santa.comoda la parola troll...comoda per tutti gli ignoranti che non hanno niente da dire ma vogliono lo stesso aver ragione
          • frog scrive:
            Re: Si chiama marketing.
            - Scritto da: Anonimo




            Beati disse il signore.....beati i troll di una

            volta....che facevano post brevi

            cioè chi lo disse?
            stallman o lessing prima di dichiarare la guerra
            santa.
            comoda la parola troll...comoda per tutti gli
            ignoranti che non hanno niente da dire ma
            vogliono lo stesso aver ragione.Ti ricordi del vetraio che regalava le fionde ai ragazzini?
      • Anonimo scrive:
        Re: Si chiama marketing.

        stabile, sicuro ed economico di un equivalente SO
        Microsoft. Certo in questo secondo caso, se
        volessi utilizzare il PC anche per giocarci,
        allora Linux non andrebbe più bene, perché
        malamente supportato da chi produce hardware.
        Resta comunque il fatto che io, per giocare, ho
        scelto una splendida console, quindi il problema,
        almeno nel mio caso, non si pone.
        Pensa che io ho acquistato un auto senza ruote tanto quando devo spostarmi prendo il taxi e il problema non si pone.
        • Anonimo scrive:
          Re: Si chiama marketing.
          - Scritto da: Anonimo

          stabile, sicuro ed economico di un equivalente
          SO

          Microsoft. Certo in questo secondo caso, se

          volessi utilizzare il PC anche per giocarci,

          allora Linux non andrebbe più bene, perché

          malamente supportato da chi produce hardware.

          Resta comunque il fatto che io, per giocare, ho

          scelto una splendida console, quindi il
          problema,

          almeno nel mio caso, non si pone.


          Pensa che io ho acquistato un auto senza ruote
          tanto quando devo spostarmi prendo il taxi e il
          problema non si pone.Wow, 17 ore per partorire questo "azzeccatissimo" paragone.Ah, è proprio vero: non ci sono più i troll di una volta!
          • Anonimo scrive:
            Re: Si chiama marketing.

            Wow, 17 ore per partorire questo "azzeccatissimo"
            paragone.
            Per strano che possa sembrarti non tutti passano il sabato notte leggendosi il kernel e controllando in tempo reale i post su PI. Capisco comunque che questo fatto risulti alieno alla tua comprensione.
            Ah, è proprio vero: non ci sono più i troll di
            una volta!
            Il mondo si divide in due categarie, chi ti da ragione e chi trolleggia.
          • Anonimo scrive:
            Re: Si chiama marketing.
            - Scritto da: Anonimo

            Wow, 17 ore per partorire questo
            "azzeccatissimo"

            paragone.


            Per strano che possa sembrarti non tutti passano
            il sabato notte leggendosi il kernel e
            controllando in tempo reale i post su PI. Capisco
            comunque che questo fatto risulti alieno alla tua
            comprensione.

            Ah, è proprio vero: non ci sono più i troll di

            una volta!


            Il mondo si divide in due categarie, chi ti da
            ragione e chi trolleggia.
            No il mondo si divide in chi trolla e chi no: tu trolli da due giorni a questa parte su questo forum.
        • Anonimo scrive:
          Re: Si chiama marketing.
          - Scritto da: Anonimo

          stabile, sicuro ed economico di un equivalente
          SO

          Microsoft. Certo in questo secondo caso, se

          volessi utilizzare il PC anche per giocarci,

          allora Linux non andrebbe più bene, perché

          malamente supportato da chi produce hardware.

          Resta comunque il fatto che io, per giocare, ho

          scelto una splendida console, quindi il
          problema,

          almeno nel mio caso, non si pone.


          Pensa che io ho acquistato un auto senza ruote
          tanto quando devo spostarmi prendo il taxi e il
          problema non si pone.Pensa che io ho acquistato una Lamborghini Diablo e per andare a fare la spesa uso la 500.
  • LinoX scrive:
    I virus su linux non ci sono perché...
    ..linux non è usato da utonti...E per utonto intendo:...quello che per giocare a campo minato si logga come root (ops.. scusate.. administrator)......quello che usa internet explorer per navigare sul web (fondamentalmente su linux il problema non c'è.. manca explorer e anche a volerlo fare apposta non potresti installarlo)......quello che apre l'allegato "Very hot pic, sex, nude, porno, sbreks in the night.jpg .exe".......quello che nel pc di casa lascia attivo il servizio random o quote of the day (eggià ci sono anche su windows)......quello che avendo fastweb condivide "C" in lettura e scrittura ad everyone perché così può passare da un pc all'altro di casa i files (senza sapere che i suoi files li possono vedere tutti)......quello che non da la password all'utente administrator (sapeste quanti ce ne sono dentro la rete fastweb) basta fare un network scan... su 50 ip che rispondono almeno in 10 si può entrare con condivisioni amministrative (C$) senza password di administrator...Te credo che i virus su linux non ci sono...l'utenza (e il software) è di un altro livello... sarebbe difficile farli diffondere..
    • Neptune scrive:
      Re: I virus su linux non ci sono perché.
      guarda che se è vero che tutti gli utonti usano Windows è anche vero che non tutti quelli che usano Windows sono degli utonti io lavoro con Windows e Internet da vari anni e pur non avendo mai fatto uso di firewalls software anti virus o simili non ho mai avuto a che fare con virus spyware o simili e con mai intendo proprio mai mi è bastato usare una serie di relativamente semplici trucchetti dei quali suppongo gli utonti e forse anche tu non sospettino nemmeno l'esistenza
      • Anonimo scrive:
        Re: I virus su linux non ci sono perché.

        io lavoro con
        Windows e Internet da vari anni e pur non avendo
        mai fatto uso di firewalls software anti virus o
        simili non ho mai avuto a che fare con virus
        spyware o similiforse perche non avendoli mai cercati non li hai mai trovati? come fai ad essere sicuro al 100% di non avere virus o che la tua macchina non sia uno zombie se non hai mai passato un software per cercarli?
        • frizzo scrive:
          Re: I virus su linux non ci sono perché.
          - Scritto da: Anonimo


          io lavoro con

          Windows e Internet da vari anni e pur non avendo

          mai fatto uso di firewalls software anti virus o

          simili non ho mai avuto a che fare con virus

          spyware o simili

          forse perche non avendoli mai cercati non li hai
          mai trovati? come fai ad essere sicuro al 100% di
          non avere virus o che la tua macchina non sia uno
          zombie se non hai mai passato un software per
          cercarli?guarda che i virus (con il significato del termine attuale)li ha portati il tuo caro windowshttp://punto-informatico.it/p.asp?i=55589&r=PI










          Va detto che oggi le soluzioni antivirus per Linux hanno sostanzialmente lo scopo di proteggere i sistemi di rete dove gira Windows e di filtrare le e-mail: la ragione è che nel mondo del Pinguino i virus sono virtualmente inesistenti, e questo anche perché gli utenti sono abituati ad autenticarsi con privilegi limitati. Non stupisce, dunque, che la previsione di Foreman appaia a molti quanto meno esagerata: se Linux fosse davvero un così fertile terreno per i virus - si sostiene da più parti - stessa sorte sarebbe toccata anche a Unix, che prima dell'avvento del sistema operativo open source dominava quasi incontrastato il mercato aziendale.










    • Anonimo scrive:
      Re: I virus su linux non ci sono perché.
      - Scritto da: LinoX
      ..linux non è usato da utonti...per forza è inutilizzabile linux vista la sua macchinosità. Almeno Windows è a portata di tutti.
      • frizzo scrive:
        Re: I virus su linux non ci sono perché.
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: LinoX

        ..linux non è usato da utonti...

        per forza è inutilizzabile linux vista la sua
        macchinosità. Almeno Windows è a portata di
        tutti.di tutti i virus probabilmente
    • Anonimo scrive:
      Re: I virus su linux non ci sono perché.
      - Scritto da: LinoX
      ..linux non è usato da utonti...

      E per utonto intendo:

      ...quello che per giocare a campo minato si logga
      come root (ops.. scusate.. administrator)...

      ...quello che usa internet explorer per navigare
      sul web (fondamentalmente su linux il problema
      non c'è.. manca explorer e anche a volerlo fare
      apposta non potresti installarlo)...

      ...quello che apre l'allegato "Very hot pic, sex,
      nude, porno, sbreks in the night.jpg
      .exe"....

      ...quello che nel pc di casa lascia attivo il
      servizio random o quote of the day (eggià ci sono
      anche su windows)...

      ...quello che avendo fastweb condivide "C" in
      lettura e scrittura ad everyone perché così può
      passare da un pc all'altro di casa i files (senza
      sapere che i suoi files li possono vedere
      tutti)...

      ...quello che non da la password all'utente
      administrator (sapeste quanti ce ne sono dentro
      la rete fastweb) basta fare un network scan... su
      50 ip che rispondono almeno in 10 si può entrare
      con condivisioni amministrative (C$) senza
      password di administrator...

      Te credo che i virus su linux non ci
      sono...l'utenza (e il software) è di un altro
      livello... sarebbe difficile farli diffondere..
      Noi utonti poi ci facciamo anche meno seghe mentali.
    • Anonimo scrive:
      Re: I virus su linux non ci sono perché.
      e questi come li chiami?http://www.viruslist.com/en/viruslistfind?objs=virus&words=linux
      • Anonimo scrive:
        Re: I virus su linux non ci sono perché.
        - Scritto da: Anonimo
        e questi come li chiami?
        http://www.viruslist.com/en/viruslistfind?objs=virtrojan,backdoor,exploit.NESSUNO di questi è un virus.cerca su eikipedia le definizioni.
        • Anonimo scrive:
          Re: I virus su linux non ci sono perché.
          - Scritto da: Anonimo
          trojan,backdoor,exploit.
          NESSUNO di questi è un virus.
          cerca su eikipedia le definizioni.infatti sono più pericolosi dei virus ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus su linux non ci sono perché.
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            trojan,backdoor,exploit.

            NESSUNO di questi è un virus.

            cerca su eikipedia le definizioni.

            infatti sono più pericolosi dei virus ;)bhè cmq non è che si prendono così..per installare un trojan oppure un backdoor devi scaricare codice (visto che script non funzionano se non dopo il consenso di root) che contiene sorprese senza fare autentificazione/senza conoscerne la provenienza....
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus su linux non ci sono perché.
            - Scritto da: Anonimo
            bhè cmq non è che si prendono così..per
            installare un trojan oppure un backdoor devi
            scaricare codice (visto che script non funzionano
            se non dopo il consenso di root) che contiene
            sorprese senza fare autentificazione/senza
            conoscerne la provenienza....anche per prendersi un virus è la stessa cosa, devi scaricare codice, cliccare su una email con un allegato, eseguire un programma non fidato, ecc.Quindi inutile che dite che i backdoor sono meno pericolosi, è la stessa identica cosa.
  • Anonimo scrive:
    I virus per linux sono già realtà
    Guardate qui:http://www.viruslist.com/en/viruslistfind?words=linux&page=1cliccate su nextpage per scorrerli tutti. :|
    • Anonimo scrive:
      Re: I virus per linux sono già realtà
      - Scritto da: Anonimo
      Guardate qui:
      http://www.viruslist.com/en/viruslistfind?words=li

      cliccate su nextpage per scorrerli tutti. :|80 PAGINE con virus per linuxhttp://www.viruslist.com/en/viruslistfind?search_mode=virus&words=linux&page=80 :| :| :| :| :| :| :| :| :| :| :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'(
      • frizzo scrive:
        Re: I virus per linux sono già realtà
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Guardate qui:


        http://www.viruslist.com/en/viruslistfind?words=li



        cliccate su nextpage per scorrerli tutti. :|

        80 PAGINE con virus per linux
        http://www.viruslist.com/en/viruslistfind?search_m

        :| :| :| :| :| :| :| :| :| :| :'( :'(
        :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'(quindi per te quelli sono virus???????????MAMMA MIa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!ciccio ma ti rendi conto di quello che dici?????????????????ignoranza ignoranza
        • Anonimo scrive:
          Re: I virus per linux sono già realtà
          - Scritto da: frizzo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Guardate qui:





          http://www.viruslist.com/en/viruslistfind?words=li





          cliccate su nextpage per scorrerli tutti. :|



          80 PAGINE con virus per linux


          http://www.viruslist.com/en/viruslistfind?search_m



          :| :| :| :| :| :| :| :| :| :| :'( :'(

          :'( :'( :'( :'( :'( :'( :'(



          quindi per te quelli sono virus???????????
          MAMMA
          MIa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
          ciccio ma ti rendi conto di quello che
          dici?????????????????
          ignoranza ignoranzanoooo sono caramelle.l'ignoranza peggiore è quella cieca della fede.
          • KrecKer scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            Ma dai... sono prevalentemente trojan e backdoor... Se è per quello back orifice esiste da anni!Ciao
          • frizzo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: KrecKer
            Ma dai... sono prevalentemente trojan e
            backdoor... Se è per quello back orifice esiste
            da anni!

            Ciaosi ma per loro il backdoor è un virus
        • Anonimo scrive:
          Re: I virus per linux sono già realtà
          - Scritto da: frizzo
          quindi per te quelli sono virus???????????
          MAMMA
          MIa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
          ciccio ma ti rendi conto di quello che
          dici?????????????????
          ignoranza ignoranzacon il termine virus si intende genericamente: virus, trojan, backdoor, rootkit, ecc.
          • frizzo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: frizzo

            quindi per te quelli sono virus???????????

            MAMMA


            MIa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

            ciccio ma ti rendi conto di quello che

            dici?????????????????

            ignoranza ignoranza

            con il termine virus si intende genericamente:
            virus, trojan, backdoor, rootkit, ecc.ceeeeeeerto...io con il termine virus itnendo anche la marmellata che ho mangiato nel cornetto sta mattina...beata ignoranza....non ho voglia di spiegarti cos'è n backport e n rootkit...fai unaricerca su www.google.it
          • frizzo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: KrecKer
            Ma daiiii... nessuno usava il pc al tempo del DOS?
            scherzi vero?questi sono nati wu win 98 per poi passare(cracckando)su WinxXp.La loro esperienza si ferma li,però sono bravi a parlar male di sistemi che non conoscono(inoltre dimostrano di non conoscere neanche il loro amato windows)............per loro informatica=pc=windows FINE==================================Modificato dall'autore il 15/10/2005 15.15.21
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: frizzo
            NO
            i Backdoor POSSONO essere creati da un virus,ma
            un Backdoor NON è un virus.!!!!!!!!!!
            http://it.wikipedia.org/wiki/Backdoorbackdoor ha 2 significati:significato di fallae significato di un tipo particolare di virustant'è che esistono tanti virus che hanno nomi che iniziano con backdoor.Poi pensi di saperne più te che viruslist?
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: frizzo

            NO

            i Backdoor POSSONO essere creati da un virus,ma

            un Backdoor NON è un virus.!!!!!!!!!!

            http://it.wikipedia.org/wiki/Backdoor

            backdoor ha 2 significati:
            significato di falla
            e significato di un tipo particolare di virus
            tant'è che esistono tanti virus che hanno nomi
            che iniziano con backdoor.
            Poi pensi di saperne più te che viruslist?BACKDOOR FALLA ????BACKDOOR VIRUS ??????ora sono sicuro che tu stai sparando a caso solo per dire qualcosaAhhhhhHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHhttp://it.wikipedia.org/wiki/BackdoorLe backdoor in informatica sono paragonabili a porte di servizio che consentono di superare in parte o in toto le procedure di sicurezza attivate in un sistema informatico.Queste "porte" possono essere intenzionalmente create dai gestori del sistema informatico per permettere una più agevole opera di manutenzione dell'infrastruttura informatica, e più spesso da cracker intenzionati a manomettere il sistema. Possono anche essere installate autonomamente da alcuni malware (come virus, worm o trojan), in modo da consentire ad un utente esterno di prendere il controllo remoto della macchina senza l'autorizzazione del proprietario.Un esempio celebre è il programma Back orifice, che attiva una backdoor sul sistema in cui viene installato, dando la possibilità a chiunque ne conosca l'indirizzo di controllare la macchina.Oltre ad essere molto pericolosi per l'integrità delle informazioni presenti sul sistema, le backdoor installate dai virus possono essere utilizzate per condurre degli attacchi di tipo DDoS.
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo
            BACKDOOR FALLA ????


            BACKDOOR VIRUS ??????

            ora sono sicuro che tu stai sparando a caso solo
            per dire qualcosaLeggi qua e vergognati:a² Malware-Info: BackdoorThe term Backdoor describes a specific group of Trojan Horses. As Trojans, they are not able to spread itself to other computers. Backdoors allow attackers full control over the victim's PC. Mostly they are split into 3 parts: 1. Server The part which is put on the victim's PC and takes control over the PC. 2. Client A little program used by the attacker to connect to the server and control the computer. 3. Editor An additional tool to create the server program. It allows the attacker to create an unique server and allows him to set all options and rules for the server.Backdoors are wide spread today. They are one of the most dangerous software programs for users surfing the web beside Worms, Dialers, Spyware and Trojans.http://www.emsisoft.com/en/malware/?Backdoor.Win32.Agobot.mk
          • frizzo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            BACKDOOR FALLA ????





            BACKDOOR VIRUS ??????



            ora sono sicuro che tu stai sparando a caso solo

            per dire qualcosa

            Leggi qua e vergognati:

            a² Malware-Info: Backdoor

            The term Backdoor describes a specific group of
            Trojan Horses. As Trojans, they are not able to
            spread itself to other computers. ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^quindi non sono virus quello che stiamo dicendo da 3 giorni...l'invezione virare è un'altra cosa!!!ti contraddici! they are not able to
            spread itself to other computers they are not able to
            spread itself to other computers they are not able to
            spread itself to other computers^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^Backdoors allow
            attackers full control over the victim's PC.
            Mostly they are split into 3 parts:

            1. Server
            The part which is put on the victim's PC
            and takes control over the PC.

            2. Client
            A little program used by the attacker to
            connect to the server and control the computer.

            3. Editor
            An additional tool to create the server
            program. It allows the attacker to create an
            unique server and allows him to set all options
            and rules for the server.

            Backdoors are wide spread today. They are one of
            the most dangerous software programs for users
            surfing the web beside Worms, Dialers, Spyware
            and Trojans.
            http://www.emsisoft.com/en/malware/?Backdoor.Win32
            ==================================Modificato dall'autore il 16/10/2005 14.49.32
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: frizzo
            quindi non sono virus quello che stiamo dicendo
            da 3 giorni...l'invezione virare è un'altra
            cosa!!!non c'è praticamente differenza fra trojan backdoor o virus nel senso se non dal punto di vista puramente tecnico, mentre invece voi state dicendo che backdoor è una falla nel sistema operativo, mentre invece è a tutti gli effetti quello che genericamente possiamo indicare con virus
          • frizzo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: frizzo

            quindi non sono virus quello che stiamo dicendo

            da 3 giorni...l'invezione virare è un'altra

            cosa!!!

            non c'è praticamente differenza fra trojan
            backdoor o virus nel senso se non dal punto di
            vista puramente tecnico, mentre invece voi state
            dicendo che backdoor è una falla nel sistema
            operativo, mentre invece è a tutti gli effetti
            quello che genericamente possiamo indicare con
            virusallora,ORA BASTA sei ignorante,non vuoi impare e difronte alla verità non riesci a capire.BACKDOOR NON E' VIRUS NE' UNA FALLA.E' ALTRO.UN VIRUS SI DIFFONDE VIRAMLMENTE INFETTANDO ALTRI COMPUTER.NON E' TECNICISMO : un virus fa una cosa,un backdoor un'altra..... e non ti sto dicendo che linux è immune dai backdoor...quindi BASTA,resta nell'ignoranza...non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire...l'articolo di p.i. fa riferimento a virus nel vero senso del termine.va a studiare.==================================Modificato dall'autore il 16/10/2005 14.55.50
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: frizzo
            allora,ORA BASTA sei ignorante,non vuoi impare e
            difronte alla verità non riesci a capire.BACKDOOR
            NON E' VIRUS NE' UNA FALLA.E' ALTRO.
            UN VIRUS SI DIFFONDE VIRAMLMENTE INFETTANDO ALTRI
            COMPUTER.
            NON E' TECNICISMO : un virus fa una cosa,un
            backdoor un'altra..... lo scopo è sempre diffondere un virus indipendentemente da come viene classificato. Poi se voi linuxiani avete le fette di salame sugli occhi...Ripeto virus comprende tutte le categorie: virus in senso classico, backdoor virus, trojan virus, rootkit virus, ecc. ma sempre virus sono e quel sito di viruslist elencava i virus per linux.
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: frizzo
            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: frizzo


            quindi non sono virus quello che stiamo
            dicendo


            da 3 giorni...l'invezione virare è un'altra


            cosa!!!



            non c'è praticamente differenza fra trojan

            backdoor o virus nel senso se non dal punto di

            vista puramente tecnico, mentre invece voi state

            dicendo che backdoor è una falla nel sistema

            operativo, mentre invece è a tutti gli effetti

            quello che genericamente possiamo indicare con

            virus


            allora,ORA BASTA sei ignorante,non vuoi impare e
            difronte alla verità non riesci a capire.BACKDOOR
            NON E' VIRUS NE' UNA FALLA.E' ALTRO.
            UN VIRUS SI DIFFONDE VIRAMLMENTE INFETTANDO ALTRI
            COMPUTER.
            NON E' TECNICISMO : un virus fa una cosa,un
            backdoor un'altra..... e non ti sto dicendo che
            linux è immune dai backdoor...quindi BASTA,resta
            nell'ignoranza...
            non c'è peggior sordo di chi non vuol
            sentire...l'articolo di p.i. fa riferimento a
            virus nel vero senso del termine.
            va a studiare.
            allora iniziamo con il dire che non sono l'autore del post a cui rispondi così magari eviti di partire prevenuto.diciamo anche che è vero: un virus è per definizione qualcosa di diverso da una backdoor.detto questo mi pare che stai solo a menar il can per l'aia.centinaia di post in diversi 3ds per litigare sulla definizione tecnica di 'virus' e neanche una parola su quello che è il reale punto in discussione: backdoor, worms e trojan sono comunque del codice indesiderato che fa danni.gli antivirus ormai da anni cercano di combattere non solo i virus in senso stretto ma anche backdor, worms e trojan.viruslist è pieno di informazioni per wors, backdoor e trojan per linux.se anche la logica non è un'opinione si deduce che un antivirus per linux è richiesto!avg, f-secure, symantec e macaffe non sono proprio gli ultimi arrivati e il fatto che tu abbia letto la definizione di virus su wikipedia non ti dà competenza a suff. per smentire senza neanche discutere le loro affermazioni.neanche viruslist è l'ultimo arrivato meno che meno secunia quando parla di 25% di falle aperte in linux...pensa un pò cosa si può fare tra backdoor, trojan, worms e falle su un os sprovisto di antivirus perchè se no fa meno figo....poi se riesci a concentrarti su questo possiamo parlare anche di virus per linux visto che linux non è virus-immune.
          • frizzo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: frizzo

            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: frizzo



            quindi non sono virus quello che stiamo

            dicendo



            da 3 giorni...l'invezione virare è un'altra



            cosa!!!





            non c'è praticamente differenza fra trojan


            backdoor o virus nel senso se non dal punto di


            vista puramente tecnico, mentre invece voi
            state


            dicendo che backdoor è una falla nel sistema


            operativo, mentre invece è a tutti gli effetti


            quello che genericamente possiamo indicare con


            virus





            allora,ORA BASTA sei ignorante,non vuoi impare e

            difronte alla verità non riesci a
            capire.BACKDOOR

            NON E' VIRUS NE' UNA FALLA.E' ALTRO.

            UN VIRUS SI DIFFONDE VIRAMLMENTE INFETTANDO
            ALTRI

            COMPUTER.

            NON E' TECNICISMO : un virus fa una cosa,un

            backdoor un'altra..... e non ti sto dicendo che

            linux è immune dai backdoor...quindi BASTA,resta

            nell'ignoranza...

            non c'è peggior sordo di chi non vuol

            sentire...l'articolo di p.i. fa riferimento a

            virus nel vero senso del termine.

            va a studiare.


            allora iniziamo con il dire che non sono
            l'autore del post a cui rispondi così magari
            eviti di partire prevenuto.
            diciamo anche che è vero: un virus è per
            definizione qualcosa di diverso da una backdoor.
            detto questo mi pare che stai solo a menar il can
            per l'aia.
            centinaia di post in diversi 3ds per litigare
            sulla definizione tecnica di 'virus' e neanche
            una parola su quello che è il reale punto in
            discussione: backdoor, worms e trojan sono
            comunque del codice indesiderato che fa danni.
            gli antivirus ormai da anni cercano di combattere
            non solo i virus in senso stretto ma anche
            backdor, worms e trojan.
            viruslist è pieno di informazioni per wors,
            backdoor e trojan per linux.e chi dimine lo nega?
            se anche la logica non è un'opinione si deduce
            che un antivirus per linux è richiesto!mah...su questo ho dubbi..le falle si chiudono in fretta,e a meno di non andarsi a cercare casini installando sfw da parti sconosciute si evitano questi rischi
            avg, f-secure, symantec e macaffe non sono
            proprio gli ultimi arrivati e il fatto che tu
            abbia letto la definizione di virus su wikipedia
            non ti dà competenza a suff. per smentire senza
            neanche discutere le loro affermazioni.
            neanche viruslist è l'ultimo arrivato meno che
            meno secunia quando parla di 25% di falle aperte
            in linux..lowcritical(in pratica non compromettono il sistema...perchè non dite questa parte?windows ha pericolisità HIGHT CRITICALpensa un pò cosa si può fare tra
            backdoor, trojan, worms e falle su un os
            sprovisto di antivirus perchè se no fa meno
            figo....
            poi se riesci a concentrarti su questo possiamo
            parlare anche di virus per linux visto che linux
            non è virus-immune.
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: frizzo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: frizzo


            - Scritto da: Anonimo







            - Scritto da: frizzo




            quindi non sono virus quello che stiamo


            dicendo




            da 3 giorni...l'invezione virare è
            un'altra




            cosa!!!







            non c'è praticamente differenza fra trojan



            backdoor o virus nel senso se non dal punto
            di



            vista puramente tecnico, mentre invece voi

            state



            dicendo che backdoor è una falla nel sistema



            operativo, mentre invece è a tutti gli
            effetti



            quello che genericamente possiamo indicare
            con



            virus








            allora,ORA BASTA sei ignorante,non vuoi
            impare e


            difronte alla verità non riesci a

            capire.BACKDOOR


            NON E' VIRUS NE' UNA FALLA.E' ALTRO.


            UN VIRUS SI DIFFONDE VIRAMLMENTE INFETTANDO

            ALTRI


            COMPUTER.


            NON E' TECNICISMO : un virus fa una cosa,un


            backdoor un'altra..... e non ti sto dicendo
            che


            linux è immune dai backdoor...quindi
            BASTA,resta


            nell'ignoranza...


            non c'è peggior sordo di chi non vuol


            sentire...l'articolo di p.i. fa riferimento a


            virus nel vero senso del termine.


            va a studiare.




            allora iniziamo con il dire che non sono

            l'autore del post a cui rispondi così magari

            eviti di partire prevenuto.

            diciamo anche che è vero: un virus è per

            definizione qualcosa di diverso da una backdoor.

            detto questo mi pare che stai solo a menar il
            can

            per l'aia.

            centinaia di post in diversi 3ds per litigare

            sulla definizione tecnica di 'virus' e neanche

            una parola su quello che è il reale punto in

            discussione: backdoor, worms e trojan sono

            comunque del codice indesiderato che fa danni.

            gli antivirus ormai da anni cercano di
            combattere

            non solo i virus in senso stretto ma anche

            backdor, worms e trojan.

            viruslist è pieno di informazioni per wors,

            backdoor e trojan per linux.

            e chi dimine lo nega?300/400 post su pi che non fanno altro che insultare chiunque metta nella stessa frase 'antivirus' e 'linux'


            se anche la logica non è un'opinione si deduce

            che un antivirus per linux è richiesto!

            mah...su questo ho dubbi..infatti puoi pure tenerti worms e trojan come fanno tanti utenti windows....io dicevo nel caso li volessi togliere o prevenire
            le falle si chiudono in
            fretta,tanto in fretta che in proporzione ci sono più falle aperte su linux che non su windows (fonte secunia)
            e a meno di non andarsi a cercare casini
            installando sfw da parti sconosciute si evitano
            questi rischi


            avg, f-secure, symantec e macaffe non sono

            proprio gli ultimi arrivati e il fatto che tu

            abbia letto la definizione di virus su wikipedia

            non ti dà competenza a suff. per smentire senza

            neanche discutere le loro affermazioni.

            neanche viruslist è l'ultimo arrivato meno che

            meno secunia quando parla di 25% di falle aperte

            in linux..

            lowcritical(in pratica non compromettono il
            sistema...perchè non dite questa parte?
            windows ha pericolisità HIGHT CRITICALnon sono tutte low critical in linux come non sono tutte hight critical in windows.....non dico mai quella parte perchè continuo a rispondere sempre alla stessa affermazione: linux tappa le falle più velocemente.per replicare a questo serve contare la percentuale di falle non il livello di criticità


            pensa un pò cosa si può fare tra

            backdoor, trojan, worms e falle su un os

            sprovisto di antivirus perchè se no fa meno

            figo....

            poi se riesci a concentrarti su questo possiamo

            parlare anche di virus per linux visto che linux

            non è virus-immune.
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: frizzo
            quindi non sono virus quello che stiamo dicendo
            da 3 giorni...l'invezione virare è un'altra
            cosa!!!
            ti contraddici!no, voi stai dicendo che non sono virus facendo invece credere che è un semplice bug nel sistema operativo, mentre in realtà è a tutti gli effetti un virus. Virus è un termine generico per dire qualunque cosa che fa danni, poi si può distinguere in backdoor, trojan, ecc. ma sono comunque virus. Visto che i virus si diffondo con un eseguibile, lo stesso per i virus di tipo backdoor, che prima si diffondono con un eseguibile e poi tentano di replicarsi tramite le porte oppure altri si diffondono sfuttando porte aperte, ma sempre di virus si trattano.
          • frizzo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: frizzo

            quindi non sono virus quello che stiamo dicendo

            da 3 giorni...l'invezione virare è un'altra

            cosa!!!

            ti contraddici!

            no, voi stai dicendo che non sono virus facendo
            invece credere che è un semplice bug nel sistema
            operativo, mentre in realtà è a tutti gli effetti
            un virus.
            Virus è un termine generico per dire qualunque
            cosa che fa danni, poi si può distinguere in
            backdoor, trojan, ecc. ma sono comunque virus.
            Visto che i virus si diffondo con un eseguibile,
            lo stesso per i virus di tipo backdoor, che prima
            si diffondono con un eseguibile e poi tentano di
            replicarsi tramite le porte oppure altri si
            diffondono sfuttando porte aperte, ma sempre di
            virus si trattano.IGNORANTE IGNORANTEVIRUS:Nell'ambito dell'informatica un virus è un frammento di software, appartenente alla categoria dei malware, che è in grado, una volta eseguito, di infettare dei file in modo da riprodursi facendo copie di se stesso, generalmente senza farsi rilevare dall'utente. I virus possono essere o non essere direttamente dannosi per il sistema operativo che li ospita, ma anche nel caso migliore comportano un certo spreco di risorse in termini di RAM, CPU e spazio sul disco fisso.Nell'uso comune il termine virus viene frequentemente usato come sinonimo di malware, indicando quindi di volta in volta anche categorie di "infestanti" diverse, come ad esempio worm, trojan o dialer.http://it.wikipedia.org/wiki/Virus_%28informatica%29VA A STUDIARE e non sparare cretinate SE TU che sei ignorante chiami virus TUTTO non vuol dire che sia così
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: frizzo
            IGNORANTE IGNORANTE
            VIRUS:
            Nell'ambito dell'informatica un virus è un
            frammento di software, appartenente alla
            categoria dei malware, che è in grado, una volta
            eseguito, di infettare dei file in modo da
            riprodursi facendo copie di se stesso,e secondo è tanto diverso da una backdoor virus? un virus ti tipo backdoor è spesso un eseguibile che contiene un virus e apre porte per diffondere un virus ad altri utenti in rete. SEMPRE VIRUS SONO.
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: frizzo
            IGNORANTE IGNORANTE
            VIRUS:
            Nell'ambito dell'informatica un virus è un
            frammento di software, appartenente alla
            categoria dei malware, che è in grado, una volta
            eseguito, di infettare dei file in modo da
            riprodursi facendo copie di se stesso,e secondo te è tanto diverso da una backdoor virus? un virus ti tipo backdoor è spesso un eseguibile che contiene un virus e apre porte per diffondere un virus ad altri utenti in rete. SEMPRE VIRUS SONO.
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: frizzo
            IGNORANTE IGNORANTE
            VIRUS:
            Nell'ambito dell'informatica un virus è un
            frammento di software, appartenente alla
            categoria dei malware, che è in grado, una volta
            eseguito, di infettare dei file in modo da
            riprodursi facendo copie di se stesso,
            generalmente senza farsi rilevare dall'utente.appunto, se è un virus classico si diffonderà tramite contagio, se è un virus ti tipo backdoor si diffonderà aprendo porte o sfruttando falle. Sempre virus è.
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: frizzo
            IGNORANTE IGNORANTE
            VIRUS:
            Nell'ambito dell'informatica un virus è un
            frammento di software, appartenente alla
            categoria dei malware, che è in grado, una volta
            eseguito, di infettare dei file in modo da
            riprodursi facendo copie di se stesso,
            generalmente senza farsi rilevare dall'utente.appunto, se è un virus classico si diffonderà tramite contagio, se è un virus di tipo backdoor si diffonderà aprendo porte o sfruttando falle. Sempre virus è.
          • frizzo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: frizzo

            IGNORANTE IGNORANTE

            VIRUS:

            Nell'ambito dell'informatica un virus è un

            frammento di software, appartenente alla

            categoria dei malware, che è in grado, una volta

            eseguito, di infettare dei file in modo da

            riprodursi facendo copie di se stesso,

            generalmente senza farsi rilevare dall'utente.

            appunto, se è un virus classico si diffonderà
            tramite contagio, se è un virus di tipo backdoor
            si diffonderà aprendo porte o sfruttando falle.
            Sempre virus è.inutile parlare con persone che non vogliono capire..non sono cose per voi...
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: frizzo
            inutile parlare con persone che non vogliono
            capire..non sono cose per voi...togliti quelle fette di salame:http://www.viruslist.com/en/viruslistfind?objs=virus&words=linux
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: frizzo

            NO

            i Backdoor POSSONO essere creati da un virus,ma

            un Backdoor NON è un virus.!!!!!!!!!!

            http://it.wikipedia.org/wiki/Backdoor

            backdoor ha 2 significati:
            significato di falla
            e significato di un tipo particolare di virus
            tant'è che esistono tanti virus che hanno nomi
            che iniziano con backdoor.
            Poi pensi di saperne più te che viruslist?Premetto che questo è il mio primo post in questo thread...Senti, l'ignoranza non è grave, visto per forza di cose non si può sapere tutto di tutto, ma la supponenza si. Dacci un taglio... E questo a prescindere dal sistema operativo e dalla squadra di calcio preferiti...
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo
            Senti, l'ignoranza non è grave, visto per forza
            di cose non si può sapere tutto di tutto, ma la
            supponenza si. Dacci un taglio... E questo a
            prescindere dal sistema operativo e dalla squadra
            di calcio preferiti...voi state dicendo che backdoor non un virus ma è in sostanza una falla nel sistema operativo, mentre invece il termine backdoor non ha solo significato di bug o porta aperta nel sistema operativo, ma è in pratica una tipologia di virus:a² Malware-Info: BackdoorThe term Backdoor describes a specific group of Trojan Horses. As Trojans, they are not able to spread itself to other computers. Backdoors allow attackers full control over the victim's PC. Mostly they are split into 3 parts: 1. Server The part which is put on the victim's PC and takes control over the PC. 2. Client A little program used by the attacker to connect to the server and control the computer. 3. Editor An additional tool to create the server program. It allows the attacker to create an unique server and allows him to set all options and rules for the server.Backdoors are wide spread today. They are one of the most dangerous software programs for users surfing the web beside Worms, Dialers, Spyware and Trojans.
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo
            a² Malware-Info: Backdoor

            The term Backdoor describes a specific group of
            Trojan Horses. As Trojans, they are not able to
            spread itself to other computers. Backdoors allow
            attackers full control over the victim's PC.
            Mostly they are split into 3 parts: quindi una backdoor è un specifico tipo di trojan quindi un virus. Mentre voi insistete a dare la definizione di wikipedia che in realtà considera l'altro significato cioè quello di falla o bug o porta aperta a causa di un bug.
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Senti, l'ignoranza non è grave, visto per forza

            di cose non si può sapere tutto di tutto, ma la

            supponenza si. Dacci un taglio... E questo a

            prescindere dal sistema operativo e dalla
            squadra

            di calcio preferiti...

            voi state dicendo che backdoor non un virus ma è
            in sostanza una falla nel sistema operativo,
            mentre invece il termine backdoor non ha solo
            significato di bug o porta aperta nel sistema
            operativo, ma è in pratica una tipologia di
            virus:

            a² Malware-Info: Backdoor

            The term Backdoor describes a specific group of
            Trojan Horses. As Trojans, they are not able to
            spread itself to other computers. Backdoors allowE tanto basta per non identificarlo come un virus.Fine della storia. Per il resto mi rifaccio a quanto ho già scritto.
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Senti, l'ignoranza non è grave, visto per forza

            di cose non si può sapere tutto di tutto, ma la

            supponenza si. Dacci un taglio... E questo a

            prescindere dal sistema operativo e dalla
            squadra

            di calcio preferiti...

            voi state dicendo che backdoor non un virus ma è
            in sostanza una falla nel sistema operativo,
            mentre invece il termine backdoor non ha solo
            significato di bug o porta aperta nel sistema
            operativo, ma è in pratica una tipologia di
            virus:

            a² Malware-Info: Backdoor

            The term Backdoor describes a specific group of
            Trojan Horses. As Trojans, they are not able to
            spread itself to other computers. Backdoors allow^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^se non conosci l'inglese studiati una pag. in italiano
            attackers full control over the victim's PC.
            Mostly they are split into 3 parts:

            1. Server
            The part which is put on the victim's PC
            and takes control over the PC.

            2. Client
            A little program used by the attacker to
            connect to the server and control the computer.

            3. Editor
            An additional tool to create the server
            program. It allows the attacker to create an
            unique server and allows him to set all options
            and rules for the server.

            Backdoors are wide spread today. They are one of
            the most dangerous software programs for users
            surfing the web beside Worms, Dialers, Spyware
            and Trojans.
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo
            se non conosci l'inglese studiati una pag. in
            italianohttp://www.viruslist.com/en/glossary?glossid=153590781Today, the term virus is used both to refer to classic viruses and as a generic term for malicious programs including classic viruses, worms, Trojans and so forth.Oggi il termine virus è usato sia per riferirsi a i virus classici e come termine generico per indicare programmi pericolosi includendo virus classici, worms, trojans, ecc.Ora puoi andare.
    • Anonimo scrive:
      Re: I virus per linux sono già realtà
      - Scritto da: Anonimo
      Guardate qui:
      http://www.viruslist.com/en/viruslistfind?words=li

      cliccate su nextpage per scorrerli tutti. :|la cosa più grave è che il firewall di linux non blocca le connessioni in uscita e ne tantomeno permette di speficare regole su eseguibili e quindi un virus di tipo backdoor su linux fa il suo sporco lavoro comunicando con internet a insaputa dell'utente :|
      • frizzo scrive:
        Re: I virus per linux sono già realtà
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Guardate qui:


        http://www.viruslist.com/en/viruslistfind?words=li



        cliccate su nextpage per scorrerli tutti. :|

        la cosa più grave è che il firewall di linux non
        blocca le connessioni in uscita ee questa l'hai letta su topolino?IGNORANTE
        • Anonimo scrive:
          Re: I virus per linux sono già realtà
          - Scritto da: frizzo
          e questa l'hai letta su topolino?
          IGNORANTEle regole le puoi creare, ma se apri la porta 80 per il web quella è aperta anche ai trojan, worms e backdoor. E poi avete il coraggio di definire linux sicuro?
    • Anonimo scrive:
      Re: I virus per linux sono già realtà
      - Scritto da: Anonimo
      Guardate qui:
      http://www.viruslist.com/en/viruslistfind?words=li

      cliccate su nextpage per scorrerli tutti. :|la cosa più grave è che il firewall di linux non blocca le connessioni in uscita e ne tantomeno permette di speficare regole su eseguibili (es. la porta 53 per forza l'aveta aperta, così come la 80 in uscita) e quindi un virus di tipo backdoor su linux fa il suo sporco lavoro comunicando con internet a insaputa dell'utente :|
      • frizzo scrive:
        Re: I virus per linux sono già realtà
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Guardate qui:


        http://www.viruslist.com/en/viruslistfind?words=li



        cliccate su nextpage per scorrerli tutti. :|

        la cosa più grave è che il firewall di linux non
        blocca le connessioni in uscita e ne tantomeno
        permette di speficare regole su eseguibili (es.
        la porta 53 per forza l'aveta aperta, così come
        la 80 in uscita) e quindi un virus di tipo
        backdoor su linux fa il suo sporco lavoro
        comunicando con internet a insaputa dell'utente
        :|guarda,che citare come fonte un giornalino per le elementari non è attendibile.NON E' VERO niente di quello che hai scritto
        • Anonimo scrive:
          Re: I virus per linux sono già realtà
          - Scritto da: frizzo
          guarda,che citare come fonte un giornalino per le
          elementari non è attendibile.
          NON E' VERO niente di quello che hai scrittoquindi tu quando apri la porta 80 per il web in uscita sei certo che un trojan non la sfrutti per inviare dati a tua insaputa?
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: frizzo

            guarda,che citare come fonte un giornalino per
            le

            elementari non è attendibile.

            NON E' VERO niente di quello che hai scritto

            quindi tu quando apri la porta 80 per il web in
            uscita sei certo che un trojan non la sfrutti per
            inviare dati a tua insaputa?netstat sconosciuto....
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà

            netstat sconosciuto....zonealarm su windows, questo sconosciuto...
          • Anonimo scrive:
            5 --
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo

            netstat sconosciuto....quindi tu continuamente sei costretto a monitorare le connessioni perchè non avete un firewall decente per linux? Io con il mio zonealarm sto sicuro senza troppe rogne.
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            netstat sconosciuto....

            quindi tu continuamente sei costretto a
            monitorare le connessioni perchè non avete un
            firewall decente per linux? Io con il mio
            zonealarm sto sicuro senza troppe rogne.senti le cose sono due o ci sei o ci fai.Il fatto che tu NON conosca il firewall di linux,che non lo sai configurare non vuol dire che sia scarso(infatti è il firewall più flessibile che abbia mai visto ed è il più adottato)http://www.netfilter.org/documentation/HOWTO/it/packet-filtering-HOWTO.txtGNURANT'
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            netstat sconosciuto....



            quindi tu continuamente sei costretto a

            monitorare le connessioni perchè non avete un

            firewall decente per linux? Io con il mio

            zonealarm sto sicuro senza troppe rogne.

            senti le cose sono due o ci sei o ci fai.Ci fa, ci fa, stai tranquillo.
            Il fatto che tu NON conosca il firewall di
            linux,che non lo sai configurare non vuol dire
            che sia scarso(infatti è il firewall più
            flessibile che abbia mai visto ed è il più
            adottato)
            http://www.netfilter.org/documentation/HOWTO/it/pa

            GNURANT'Quando arrivano questi troll spudoratamente ignoranti e insistenti la migliore cosa da fare è non rispondergli.Ciao.
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo







            netstat sconosciuto....





            quindi tu continuamente sei costretto a


            monitorare le connessioni perchè non avete un


            firewall decente per linux? Io con il mio


            zonealarm sto sicuro senza troppe rogne.



            senti le cose sono due o ci sei o ci fai.

            Ci fa, ci fa, stai tranquillo.


            Il fatto che tu NON conosca il firewall di

            linux,che non lo sai configurare non vuol dire

            che sia scarso(infatti è il firewall più

            flessibile che abbia mai visto ed è il più

            adottato)


            http://www.netfilter.org/documentation/HOWTO/it/pa



            GNURANT'

            Quando arrivano questi troll spudoratamente
            ignoranti e insistenti la migliore cosa da fare è
            non rispondergli.

            Ciao.aggiungo altro linkhttp://a2.pluto.it/a2266.htmtorna a studire che dopodomani ti interrogo vediamo se impari la lezione
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo
            Quando arrivano questi troll spudoratamente
            ignoranti e insistenti la migliore cosa da fare è
            non rispondergli.

            Ciao.sarà... ma intanto fin'ora non ho mai visto un firewall per linux per linux che mi chieda all'occorrenza se consentire questo programma a comunicare con l'esterno su quella specifica porta.
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Quando arrivano questi troll spudoratamente

            ignoranti e insistenti la migliore cosa da fare
            è

            non rispondergli.



            Ciao.

            sarà... ma intanto fin'ora non ho mai visto un
            firewall per linux per linux che mi chieda
            all'occorrenza se consentire questo programma a
            comunicare con l'esterno su quella specifica
            porta.Questo perchè sei:1- ignorante2- troll
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo
            senti le cose sono due o ci sei o ci fai.
            Il fatto che tu NON conosca il firewall di
            linux,che non lo sai configurare non vuol dire
            che sia scarsoil netstat c'è anche per windows ma quello ti dice le connessioni attive, quindi prima che te ne accorgi è già troppo tardi. I firewall di windows invece ti avvertono e ti chiedono: vuoi che questo programma usi questa porta, si o no? Mentre in linux non mi sembra che una cosa simile sia mai stata realizzata. Siete all'età della pietra. Fate i fighettini perchè sapete a menadito configurare le chains di iptables e poi cadete in banalità come questa
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            senti le cose sono due o ci sei o ci fai.

            Il fatto che tu NON conosca il firewall di

            linux,che non lo sai configurare non vuol dire

            che sia scarso

            il netstat c'è anche per windows ma quello ti
            dice le connessioni attive, quindi prima che te
            ne accorgi è già troppo tardi. I firewall di
            windows invece ti avvertono e ti chiedono: vuoi
            che questo programma usi questa porta, si o no?
            Mentre in linux non mi sembra che una cosa simile
            sia mai stata realizzata. Siete all'età della
            pietra. Fate i fighettini perchè sapete a
            menadito configurare le chains di iptables e poi
            cadete in banalità come questahai letto i link che sono stai postati?Configurare BENE iptlabes non è facile,vero,ma è POTENTISSIMO
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo
            hai letto i link che sono stai postati?
            Configurare BENE iptlabes non è facile,vero,ma è
            POTENTISSIMOappunto è uno schifo, dovete ricorrere tutto a mano, e non credo che nessuno si sogna di configurare con iptables ogni programma che usata, già è incasinato per conto suo, figuriamoci se speficate pure l'eseguibile.Fate tanto i sapientoni e alla fine non avete sviluppato uno strumento che sia facile da usare e produttivo come può essere uno di quei firewall per windows.
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            hai letto i link che sono stai postati?

            Configurare BENE iptlabes non è facile,vero,ma è

            POTENTISSIMO

            appunto è uno schifo, dovete ricorrere tutto a
            mano, e non credo che nessuno si sogna di
            configurare con iptables ogni programma che
            usata, già è incasinato per conto suo,
            figuriamoci se speficate pure l'eseguibile.
            Fate tanto i sapientoni e alla fine non avete
            sviluppato uno strumento che sia facile da usare
            e produttivo come può essere uno di quei firewall
            per windows.Hai ragione, è uno schifo completo.Lo toglierò dal mio pc.Sei il miglioreSai tutto.Seguirò sempre i tuoi consigli.Ci vediamo, eh.
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo
            Hai ragione, è uno schifo completo.
            Lo toglierò dal mio pc.
            Sei il migliore
            Sai tutto.
            Seguirò sempre i tuoi consigli.

            Ci vediamo, eh.non dico che è uno schifo, ma con tutto quello che sviluppate potete degnarvi di farvi un firewall più facilmente configurabile come quelli per windows. Non è possibile ancora nel 2005 a ricorrere alla linea di comando e a districarsi in decine o centinaia di regole in cascata che facilmente possono portare a errori grossolani.
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Hai ragione, è uno schifo completo.

            Lo toglierò dal mio pc.

            Sei il migliore

            Sai tutto.

            Seguirò sempre i tuoi consigli.



            Ci vediamo, eh.

            non dico che è uno schifo, ma con tutto quello
            che sviluppate potete degnarvi di farvi un
            firewall più facilmente configurabile come quelli
            per windows.Mai sentito parlare di gui, trolletto?
            Non è possibile ancora nel 2005 a
            ricorrere alla linea di comando e a districarsi
            in decine o centinaia di regole in cascata che
            facilmente possono portare a errori grossolani.Vedi sopra, trolletto.Ah, sei il migliore.Sai tutto.Ti ascolterò sempre.Ci vediamo, eh.
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo
            Mai sentito parlare di gui, trolletto?tempo fa provai shorewall o watchdog e avevano poche possibilità di configurazione, non c'era la possibilità di associare l'apertura di una porta ad un'applicazione. Inoltre sono sempre qualcosa di statico, nel senso che non è un firewall vero e proprio come in Windows dove esiste una GUI che ti avverte in tempo reale e ti chiede cosa fare di quella connessione se accettarla oppure no.Siete ancora troppo indietro. ;)
          • frizzo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Mai sentito parlare di gui, trolletto?

            tempo fa provai shorewall o watchdog e avevano
            poche possibilità di configurazione, non c'era la
            possibilità di associare l'apertura di una porta
            ad un'applicazione. Inoltre sono sempre qualcosa
            di statico, nel senso che non è un firewall vero
            e proprio come in Windows dove esiste una GUI che
            ti avverte in tempo reale e ti chiede cosa fare
            di quella connessione se accettarla oppure no.
            Siete ancora troppo indietro. ;)per fortuna non "avverte in tempo reale" o va o non va.forse kmyfirewall lo consenete(ah:secondo te se fosse indietro lo utilizzerebbero nei server?ah già vero..in tutti i server linux(anzi nix=70%) usano zonelabs AHAHAHAHAHAmmettiamo che, dopo avere avviato IPTables, l'applicazione "Y" smetta di funzionare correttamente, è possibile che avesse bisogno di accedere ad una porta che ora gli è interdetta. Per prima cosa annullate tutti i settaggi tramite lo script pubblicato all'inizio di questa parte dell'articolo, lanciate di nuovo "Y", poi eseguite il seguente comando: netstat -taunp | grep Y ammettiamo che riceviate: tcp 0 0 :33000 :22 ESTABLISHED 1911/Y vorrebbe dire che l'applicazione "Y" ha bisogno di utilizzare la porta 33000 per accedere all'esterno, per cui, per risolvere il problema, vi basterà effettuare gli opportuni settaggi che vedremo dopo alla riga 31.==================================Modificato dall'autore il 16/10/2005 21.38.14
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: frizzo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            Mai sentito parlare di gui, trolletto?



            tempo fa provai shorewall o watchdog e avevano

            poche possibilità di configurazione, non c'era
            la

            possibilità di associare l'apertura di una porta

            ad un'applicazione. Inoltre sono sempre qualcosa

            di statico, nel senso che non è un firewall
            vero

            e proprio come in Windows dove esiste una GUI
            che

            ti avverte in tempo reale e ti chiede cosa fare

            di quella connessione se accettarla oppure no.

            Siete ancora troppo indietro. ;)


            per fortuna non "avverte in tempo reale" o va o
            non va.
            forse kmyfirewall lo consnete..non so...io mi
            sono creato il mio a manina e vado tranquillokmyfirewall pare sia in beta perenne (sono passati 6 mesi, temo sia abbandonato) e non consentiva l'avviso in tempo reale.Io consiglio fireflier. Ogni volta che c'è una connessione in corso, si può vedere la finestra principalehttp://fireflier.sourceforge.net/qt_main.pnge si possono accattare/rifiutare connessioni impostando o meno le regole.Si può scegliere se farlo in base al protocollo, in base all'interfaccia, in base al programma, in base all'IP, in base alla porta, si può scegliere se loggare o meno la connessione.Fireflier crea automaticamente le regole per iptables.Basta farsi uno script di una riga tramite iptables-save e iptables-restore per salvare/caricare le impostazioni.
          • frizzo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: frizzo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo



            Mai sentito parlare di gui, trolletto?





            tempo fa provai shorewall o watchdog e avevano


            poche possibilità di configurazione, non c'era

            la


            possibilità di associare l'apertura di una
            porta


            ad un'applicazione. Inoltre sono sempre
            qualcosa


            di statico, nel senso che non è un firewall

            vero


            e proprio come in Windows dove esiste una GUI

            che


            ti avverte in tempo reale e ti chiede cosa
            fare


            di quella connessione se accettarla oppure no.


            Siete ancora troppo indietro. ;)





            per fortuna non "avverte in tempo reale" o va o

            non va.

            forse kmyfirewall lo consnete..non so...io mi

            sono creato il mio a manina e vado tranquillo

            kmyfirewall pare sia in beta perenne (sono
            passati 6 mesi, temo sia abbandonato) e non
            consentiva l'avviso in tempo reale.

            Io consiglio fireflier. Ogni volta che c'è una
            connessione in corso, si può vedere la finestra
            principale
            http://fireflier.sourceforge.net/qt_main.png
            e si possono accattare/rifiutare connessioni
            impostando o meno le regole.
            Si può scegliere se farlo in base al protocollo,
            in base all'interfaccia, in base al programma, in
            base all'IP, in base alla porta, si può scegliere
            se loggare o meno la connessione.

            Fireflier crea automaticamente le regole per
            iptables.
            Basta farsi uno script di una riga tramite
            iptables-save e iptables-restore per
            salvare/caricare le impostazioni.THX.ps:non credo kmyfirewall sia deceduto...infatti continuano ad aggiorarlo con le nuove libs....forse i manutentori seguono politica debian...
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: frizzo

            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: frizzo





            - Scritto da: Anonimo







            - Scritto da: Anonimo




            Mai sentito parlare di gui, trolletto?







            tempo fa provai shorewall o watchdog e
            avevano



            poche possibilità di configurazione, non
            c'era


            la



            possibilità di associare l'apertura di una

            porta



            ad un'applicazione. Inoltre sono sempre

            qualcosa



            di statico, nel senso che non è un firewall


            vero



            e proprio come in Windows dove esiste una
            GUI


            che



            ti avverte in tempo reale e ti chiede cosa

            fare



            di quella connessione se accettarla oppure
            no.



            Siete ancora troppo indietro. ;)








            per fortuna non "avverte in tempo reale" o va
            o


            non va.


            forse kmyfirewall lo consnete..non so...io mi


            sono creato il mio a manina e vado tranquillo



            kmyfirewall pare sia in beta perenne (sono

            passati 6 mesi, temo sia abbandonato) e non

            consentiva l'avviso in tempo reale.



            Io consiglio fireflier. Ogni volta che c'è una

            connessione in corso, si può vedere la finestra

            principale

            http://fireflier.sourceforge.net/qt_main.png

            e si possono accattare/rifiutare connessioni

            impostando o meno le regole.

            Si può scegliere se farlo in base al protocollo,

            in base all'interfaccia, in base al programma,
            in

            base all'IP, in base alla porta, si può
            scegliere

            se loggare o meno la connessione.



            Fireflier crea automaticamente le regole per

            iptables.

            Basta farsi uno script di una riga tramite

            iptables-save e iptables-restore per

            salvare/caricare le impostazioni.



            THX.THX? Next Generation Surround Sound? :D .Prego. ;) .
            ps:non credo kmyfirewall sia deceduto...infatti
            continuano ad aggiorarlo con le nuove
            libs....forse i manutentori seguono politica
            debian...Perdonami, ma no ho capito. Cosa intendi con "continuano ad aggiornarlo con le nuove libs" e "seguono politica debian"?Sul sito http://sourceforge.net/projects/kmyfirewall l'unica cosa che vedo è il cvs, e non mi pare aggiornato.L'unica cosa che fa sperare è l' "Activity Percentile (last week)".....
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo
            Perdonami, ma no ho capito. Cosa intendi con
            "continuano ad aggiornarlo con le nuove libs" e
            "seguono politica debian"?

            Sul sito
            http://sourceforge.net/projects/kmyfirewall
            l'unica cosa che vedo è il cvs, e non mi pare
            aggiornato.

            L'unica cosa che fa sperare è l' "Activity
            Percentile (last week)".....quindi gli utenti linux che firewall usano visto che non ce nè nessuno decente quanto quelli per Windows? Vi la sciate niffare tutto quindi? E' linux sarebbe sicuro???? :|
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Perdonami, ma no ho capito. Cosa intendi con

            "continuano ad aggiornarlo con le nuove libs" e

            "seguono politica debian"?



            Sul sito

            http://sourceforge.net/projects/kmyfirewall

            l'unica cosa che vedo è il cvs, e non mi pare

            aggiornato.



            L'unica cosa che fa sperare è l' "Activity

            Percentile (last week)".....

            quindi gli utenti linux che firewall usano visto
            che non ce nè nessuno decente quanto quelli per
            Windows? Vi la sciate niffare tutto quindi? E'
            linux sarebbe sicuro???? :|Hai completamente ragione.Meno male che lo hai detto.Ti ascolterò sempre.Sei il migliore.Sai tutto.Tanto se vuoi trollare che ti rispondo a fare?Ci vediamo, eh.
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo
            Io consiglio fireflier. Ogni volta che c'è una
            connessione in corso, si può vedere la finestra
            principalesi va beh dopo che l'hai vista è già troppo tardi, tutti i dati sono già stati rubati. Linux non è per niente sicuro.
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Io consiglio fireflier. Ogni volta che c'è una

            connessione in corso, si può vedere la finestra

            principale

            si va beh dopo che l'hai vista è già troppo
            tardi, tutti i dati sono già stati rubati. Linux
            non è per niente sicuro.trolletto, guarda che finchè non dai il permesso, non avviene niente.
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo
            trolletto, guarda che finchè non dai il permesso,
            non avviene niente.si ma se tu non hai un firewall che ti avverte in tempo reale se un'applicazione sta tentanto una connessione in uscita come fai a bloccarla? Se apri la porta 80 quella è aperta a tutto il mondo, un bel programma che va in eseguzione sotto linux fa tuitto quello che vuole
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            trolletto, guarda che finchè non dai il
            permesso,

            non avviene niente.

            si ma se tu non hai un firewall che ti avverte in
            tempo realeTroll, ho già detto che fireflier è in tempo reale.
            se un'applicazione sta tentanto una
            connessione in uscita come fai a bloccarla? Se
            apri la porta 80 quella è aperta a tutto il
            mondo, un bel programma che va in eseguzione
            sotto linux fa tuitto quello che vuolehttp://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1167525&tid=1165323&p=4&r=PI#1167525
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo
            Troll, ho già detto che fireflier è in tempo
            reale.e in quanti utenti linux usano quella sottospecie di firewall beta? Persino zonealarm free per windows fa meglio.
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Troll, ho già detto che fireflier è in tempo

            reale.

            e in quanti utenti linux usano quella sottospecie
            di firewall beta? Persino zonealarm free per
            windows fa meglio.Sei il migliore.Sai tutto.Meno male che lo hai detto.Seguirò sempre i tuoi consigli.Ci vediamo trolletto, eh.
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            Troll, ho già detto che fireflier è in tempo


            reale.



            e in quanti utenti linux usano quella
            sottospecie

            di firewall beta? Persino zonealarm free per

            windows fa meglio.certo...per questo nei server (80% nix*) usano zoneallarm perchè è il migliore...ma tua ne sai molto di più dei sistemisti giusto?
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: Anonimo
            certo...per questo nei server (80% nix*) usano
            zoneallarm perchè è il migliore...ma tua ne sai
            molto di più dei sistemisti giusto?unix non è usato solo nei server, ignurant
          • Anonimo scrive:
            Re: I virus per linux sono già realtà
            - Scritto da: frizzo
            per fortuna non "avverte in tempo reale" o va o
            non va.
            (ah:secondo te se fosse indietro lo
            utilizzerebbero nei server?ah già vero..in tutti
            i server linux(anzi nix=70%) usano zonelabs
            AHAHAHAHAHquindi gli utenti desktop che fanno si attaccano al tram? Dite che l'alternativa è linux, mentre in realtà non è assolutamente vero.
  • Anonimo scrive:
    Virus su linux
    Difficile:1) si può tenere tutto il sistema in sola lettura, il che ridurrebbe il campo dei virus a degli scriptini contro i file dell'utente in scrittura, quini niente scenari complessi come quelli su Win dove è il sistema ad essere compromesso e quindi a mascherare e propagare l'infezione;2) la gestione dei diritti e delle porte è matura ed ha tutta l'esperienza che viene da un sistema che è stato progettato per server quindi per stare in rete e, contenendo dati e servizi importanti, essere al sicuro da attacchi. Diciamo che gli *x si sono fatti le ossa contro gli attacchi e che quelli che hanno successo più che altro sono causati da applicazioni fallate, ed a tali applicazioni si fermano, cosa fondamentale, quindi è colpa della applicazione e non del sistema ed ad essa si limitano i danni, semplificando il lavoro degli strumenti di sicurezza;3) bypassando i punti 1 e 2 ed immaginando un mondo in cui tutti usassero Linux come root e in lettura scrittura, tra una distibuzione e l'altra ci sono differenze che renderebbero la vita difficile agli strumenti automatizzati, inoltre se per assurdo tutti si mettessero daccordo su che distro usare ( ;) ) le possibilità di personalizzazione sarebbero tali da rendere praticamente inutili attacchi automatizzati;Nonostante i punti 1,2 e 3 è necessario che in merito alla sicurezza l'utente capisca che, Linux o non Linux:- se lancia qualcosa di cui non è sicuro, si sta fregando con le sue mani, il sistema non potrà mai impedirgli di distruggere o corrompere tutti i suoi oggetti se lo fa con le sue incaute mani, anche se si salvaguarderà e bloccherà la diffusione dell'infezione il risultato non sarebbe piacevole!- se installa sw che promettono di fare tutto al suo posto, non è detto che tutte le decisioni che prenderanno saranno sagge... in poche parole potrebbe delegare ad una macchina che da più o meno risposte prevedibili le decisioni di cui al punto precedente ed ovviamente chi fa strumenti automatizzati come worm e virus sarà avvantaggiato. Quindi, scegliete ANCHE applicativi sicuri;- la comunità open source patcha di continuo, questo perchè i bug o i fraintendimenti possono scappare a chiunque, o riguardo la sicurezza ci si può rendere conto che si sono fatte scelte sbagliate, o poco lungimiranti... anche la crittografia e il cracking si evolvono ogni giorno e quindi è sempre meglio patchare, non è un caso che il primo segno di distinzione dei produttori seri (Open o Closed) è quello di garantire frequenza delle patch e durata minima del supporto al prodotto e NB, questo non riguarda solo il sistema operativo, in determinate occasioni anche patchare un applicativo può essere critico per la sicurezza (e non solo su sistemi *x!)- nessun sistema, software o servizio può mettervi al riparo dal social engineering e da eventuali momenti di lucida follia o utontisia quindi fate sempre un backup ed applicate ai contatti "elettronici" le stesse regole di prudenza che usate nel mondo fisico con gli sconosciuti.
  • Anonimo scrive:
    Bugia
    Molti sostengono che il numero di virus esistenti per un OS e' proporzionale alla sua diffusione, a questi rispondo che secondo statistiche ufficiali o meno GNU/Linux ha dal 1% al 5% del installato mondiale, per comodita' assumiamo che sia il 2,5%, ora si prenda la totalita' dei virus, e si guardi quant'e' il 2,5% e poi mi si dica perche' non si avvicina neanche lontanamente al numero di virus (2 proof of concept) e di worm (si contano sulle dita di due mani) che ha GNU/Linux (ma non era proporzionale alla diffusione?). Come si spiega cio'? non e' forse ragionevole pensare che chi scrive virus lo fa con lo scopo che si diffondano quanto piu' possibile e che quindi prenda di mira l'OS piu' diffuso? Certo! ma da qui a dire che e' la maggior causa e che se la piattafroma piu' diffusa fosse GNU/Linux tutti questi virus attecchirebbero ce ne passa. Chiariamo meglio il concetto: le principali cause di diffusione dei virus su piattaforma windows son 2:1) mediamente i software piu' indicati a veicolare virus e worm (web-server, MUA, ecc..) su piattaforma M$ hanno piu' bug della media (si pensi ai circa 60 bug di IIS contro i 7 di apache da 6 anni a questa parte, oppure agli innumerevoli bug di outlook confronto ad altri MUA, ecc..; questo come molti pensano non e' dovuto al fatto che essendo programmi diffusi si scoprano piu' bug2) i software microsoft son scritto per rendere volutamente trasparente la maggior parte delle operazioni possibili al utente finale (in modo da sgravarlo dal dover studiare la documentazione del caso) quindi nel caso di un MUA avremo comportamenti di default quali esecuzione automatica di linguaggi di scripting, utilizzo di html nelle mail, ecc..; tutto cio' e' una delle maggiori cause di diffusione dei virusCome si puo' facilmente evincere le 2 cause appena esposte hanno molta meno incidenza su GNU/Linux e su i sistemi unix in generale in quanto:1) il software dovendo essere a sorgente aperto e' scritto facendo piu' attenzione alla sicurezza, inoltre proprio perche' a sorgente aperto i bug vengono trovati e corretti prima che possano venire sfruttati per scopi malevoli2) tali sistemi non cercano di sgravare l'utente dal dover capire cosa sta facendo e cosa comporta ogni azione che intraprende, quindi l'utente stesso potra' adottare dei comportamenti che lo mettano al riparo dalla maggior parte dei pericoli sopra esposti (impostare correttamente i programmi che usa, controllare le firme md5 dei programmi che installa, ecc..)inoltre c'e' chi sostiene che GNU/Linux ha meno bug di windows (quindi e' meno attaccabile dai worm) solo perche' meno diffuso, questo e' falso perche':1) per dimostrare che il fattore diffusione in questo caso poco c'entra pigliamo ad esempio 2 famosi web-server, apache e IIS: apache e' piu' diffuso di IIS, ciononostante da 6 anni a questa parte il primo ha avuto circa 7 bug mentre il secondo una sessantina (notare che il primo adotta un sistema di sviluppo aperto mentre il secondo no, questa osservazione tornera' utile per le osservazioni che seguono)2) e' molto piu' facile trovare dei bug in software di cui si conoscono i sorgenti che di software chiuso; nel secondo caso gli unici modi (disassemblare grossi programmi sarebbe troppo difficoltoso) sono stressare l'applicazione o trovarlo casualmente. Nonostante questo mediamente il software opensource e' piu' sicuro di quello chiuso.3) la vera differenza sta nel sistema di sviluppo del software, chi sviluppa software open source sa bene che il suo codice sara' sotto gli occhi di tutti, quindi sviluppa con un occhio alla sicurezza, inoltre i programmi sviluppati in seno alla comunita' opensource spesso son auditati e debuggati da migliaia di sviluppatori (molti piu' di quelli che qualunque azienda, anche se molto ricca come la microsoft, potrebbe mai mettere in campo), i quali trovano bug e sottopongono patch; senza contare che con questo sistema di sviluppo e' possibile non solo trovare bug molto piu' facilmente (avendo i sorgenti) ma anche correggerli senza dover aspettare i tempi spesso geologici delle aziende che fanno software proprietario; questo come e' evidente accelera enormemente il processo di debugging di un'applicazione, inoltre come ho gia' messo in evidenza la quantita di sviluppatori che la comunita' opensource puo' mettere in campo per l'auditing e il debugging di un'applicazione e' enormemente superiore, con i risultati che sono sotto gli occhi di tutti.
    • Zeross scrive:
      Re: Bugia
      Ahi ahi ahi... nel titolo hai ragione, ma quello che dice bugie sei tu.Basta fare un rapido giro su SecurityFocus per mettere a confronto le due ultime major release dei prodotti da te citati: IIS 6.0 e Apache 2.0.Quello che ne risulta è ben lontano da quello che affermi:IIS 6.0 =====================================Microsoft Collaboration Data Objects Remote Buffer Overflow Vulnerability2005-10-12http://www.securityfocus.com/bid/15067Multiple Vendor Multiple HTTP Request Smuggling Vulnerabilities2005-07-04http://www.securityfocus.com/bid/13873Microsoft Multiple IIS 6.0 Web Admin Vulnerabilities2003-07-22http://www.securityfocus.com/bid/8244Apache 2.0 =================================Apache CGI Byterange Request Denial of Service Vulnerability2005-10-07http://www.securityfocus.com/bid/14660Apache Mod_SSL SSLVerifyClient Restriction Bypass Vulnerability2005-10-06http://www.securityfocus.com/bid/14721Apache HTTP Request Smuggling Vulnerability2005-09-21http://www.securityfocus.com/bid/14106Apache Chunked-Encoding Memory Corruption Vulnerability2005-06-06http://www.securityfocus.com/bid/5033Apache mod_ssl ssl_io_filter_cleanup Remote Denial Of Service Vulnerability2005-03-23http://www.securityfocus.com/bid/12877Multiple Vendor HTTP Response Splitting Vulnerability2005-01-25http://www.securityfocus.com/bid/9804Apache Mod_DAV LOCK Denial Of Service Vulnerability2005-01-13http://www.securityfocus.com/bid/11185Apache mod_ssl Denial Of Service Vulnerability2005-01-13http://www.securityfocus.com/bid/11094Apache Mod_SSL SSL_Util_UUEncode_Binary Stack Buffer Overflow Vulnerability2005-01-13http://www.securityfocus.com/bid/10355Apache Web Server Remote IPv6 Buffer Overflow Vulnerability2004-12-03http://www.securityfocus.com/bid/11187Apache Web Server Configuration File Environment Variable Local Buffer Overflow Vulnerability2004-12-03http://www.securityfocus.com/bid/11182Apache Connection Blocking Denial Of Service Vulnerability2004-12-03http://www.securityfocus.com/bid/9921Apache Error Log Escape Sequence Injection Vulnerability2004-12-03http://www.securityfocus.com/bid/9930Apache Web Server Multiple Module Local Buffer Overflow Vulnerability2004-11-18http://www.securityfocus.com/bid/8911Apache mod_userdir Module Information Disclosure Vulnerability2004-07-23http://www.securityfocus.com/bid/10789Apache Web Server SSLCipherSuite Weak CipherSuite Renegotiation Weakness2004-05-05http://www.securityfocus.com/bid/8134Apache mod_auth Malformed Password Potential Memory Corruption Vulnerability2004-04-24http://www.securityfocus.com/bid/10212Apache mod_disk_cache Module Client Authentication Credential Storage Weakness2004-03-25http://www.securityfocus.com/bid/9933Apache HTAccess LIMIT Directive Bypass Configuration Error Weakness2004-03-15http://www.securityfocus.com/bid/9874Apache Cygwin Directory Traversal Vulnerability2004-02-24http://www.securityfocus.com/bid/9733Apache mod_php Global Variables Information Disclosure Weakness2004-02-07http://www.securityfocus.com/bid/9599Apache Web Server mod_cgid Module CGI Data Redirection Vulnerability2004-01-27http://www.securityfocus.com/bid/8926Apache mod_php Module File Descriptor Leakage Vulnerability2003-12-26http://www.securityfocus.com/bid/9302Apache Web Server Prefork MPM Denial Of Service Vulnerability2003-10-29http://www.securityfocus.com/bid/8137Apache2 MOD_CGI STDERR Denial Of Service Vulnerability2003-10-25http://www.securityfocus.com/bid/8725Apache Server Side Include Cross Site Scripting Vulnerability2003-09-10http://www.securityfocus.com/bid/5847Apache Web Server FTP Proxy IPV6 Denial Of Service Vulnerability2003-09-05http://www.securityfocus.com/bid/8135Apache Web Server Linefeed Memory Allocation Denial Of Service Vulnerability2003-09-04http://www.securityfocus.com/bid/7254OpenSSL SSLv2 Malformed Client Key Remote Buffer Overflow Vulnerability2003-05-06http://www.securityfocus.com/bid/5363Apache 2 WebDAV CGI POST Request Information Disclosure Vulnerability2003-03-06http://www.securityfocus.com/bid/6065Apache /tmp File Race Vulnerability2002-11-05http://www.securityfocus.com/bid/2182Apache 2 mod_dav Denial Of Service Vulnerability2002-09-27http://www.securityfocus.com/bid/5816Apache 2.0 CGI Path Disclosure Vulnerability2002-08-16http://www.securityfocus.com/bid/5486Apache 2.0 Path Disclosure Vulnerability2002-08-16http://www.securityfocus.com/bid/5485Apache 2.0 Encoded Backslash Directory Traversal Vulnerability2002-08-16http://www.securityfocus.com/bid/5434Apache httpd 2.0 CGI Error Path Disclosure Vulnerability2002-07-17http://www.securityfocus.com/bid/5256==========================================Conta meglio la prossima volta, amico. ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Bugia
        stai messo maluccio e'? non sai neanche leggere:http://www.securityfocus.com/swsearch?query=iis&sbm=bid&submit=Search%21&metaname=alldoc&sort=swishrank270 vulnerabilita'
        • Zeross scrive:
          Re: Bugia
          - Scritto da: Anonimo
          stai messo maluccio e'? non sai neanche leggere:

          http://www.securityfocus.com/swsearch?query=iis&sb

          270 vulnerabilita'sciacquati la bocca:http://www.securityfocus.com/swsearch?query=apache&sbm=bid&submit=Search%21&metaname=alldoc&sort=swishrank310 vulnerabilità
          • Anonimo scrive:
            Re: Bugia
            - Scritto da: Zeross

            - Scritto da: Anonimo

            stai messo maluccio e'? non sai neanche leggere:




            http://www.securityfocus.com/swsearch?query=iis&sb



            270 vulnerabilita'

            sciacquati la bocca:

            http://www.securityfocus.com/swsearch?query=apache

            310 vulnerabilitàMa voi due vi fate la guerra con i numeri e basta?La gravità non conta?
      • Anonimo scrive:
        Re: Bugia
        sei il solito buffone prezzolato, si parla dei bug avuti nel corso dello sviluppo di due software e tu cominci a contarli partendo dalla storia recente; molto comodo eh?
        • Zeross scrive:
          Re: Bugia
          - Scritto da: Anonimo
          sei il solito buffone prezzolato, si parla dei
          bug avuti nel corso dello sviluppo di due
          software e tu cominci a contarli partendo dalla
          storia recente; molto comodo eh?1- grazie del buffone prezzolato... sei ridicolo...2- l'amico di prima parlava di 6 anni, se vuoi cerco i dati precisi precisi degli ultimi 6 anni, no problem3- in 6 anni IIS ha avuto 2 major release, apache 14- tu useresti ancora IIS 4?5- pensate puttosto a quei 1000 e rotti bug di sicurezza che una società di analisi del codice ha trovato nel kernel (si, proprio nel kernel, non nei 10000 pacchetti che ci sono nelle distribuzioni)... direi che lì ne avete da lavorare senza permettervi distrazioni con i furono-bug di IIS.==================================Modificato dall'autore il 14/10/2005 17.35.10
          • frizzo scrive:
            Re: Bugia
            - Scritto da: Zeross
            - Scritto da: Anonimo

            sei il solito buffone prezzolato, si parla dei

            bug avuti nel corso dello sviluppo di due

            software e tu cominci a contarli partendo dalla

            storia recente; molto comodo eh?

            1- grazie del buffone prezzolato... sei
            ridicolo...
            2- l'amico di prima parlava di 6 anni, se vuoi
            cerco i dati precisi precisi degli ultimi 6 anni,
            no problem
            3- in 6 anni IIS ha avuto 2 major release, apache
            1
            4- tu useresti ancora IIS 4?
            5- pensate puttosto a quei 1000 e rotti bug di
            sicurezza che una società di analisi del codice
            ha trovato nel kernel (si, proprio nel kernel,
            non nei 10000 pacchetti che ci sono nelle
            distribuzioni)... direi che lì ne avete da
            lavorare senza permettervi distrazioni con i
            furono-bug di IIS.

            ==================================
            Modificato dall'autore il 14/10/2005 17.35.10linux kernel ?bene:nux Kernel 2.6.x with all vendor patches installed and all vendor workarounds applied, is currently affected by one or more Secunia advisories rated Less criticalLESS CRITICAL.sicurezza vuol dire : aggiornamenti
          • frizzo scrive:
            Re: Bugia
            - Scritto da: frizzo

            - Scritto da: Zeross

            - Scritto da: Anonimo


            sei il solito buffone prezzolato, si parla dei


            bug avuti nel corso dello sviluppo di due


            software e tu cominci a contarli partendo
            dalla


            storia recente; molto comodo eh?



            1- grazie del buffone prezzolato... sei

            ridicolo...

            2- l'amico di prima parlava di 6 anni, se vuoi

            cerco i dati precisi precisi degli ultimi 6
            anni,

            no problem

            3- in 6 anni IIS ha avuto 2 major release,
            apache

            1

            4- tu useresti ancora IIS 4?

            5- pensate puttosto a quei 1000 e rotti bug di

            sicurezza che una società di analisi del codice

            ha trovato nel kernel (si, proprio nel kernel,

            non nei 10000 pacchetti che ci sono nelle

            distribuzioni)... direi che lì ne avete da

            lavorare senza permettervi distrazioni con i

            furono-bug di IIS.



            ==================================

            Modificato dall'autore il 14/10/2005 17.35.10



            linux kernel ?
            bene:

            nux Kernel 2.6.x with all vendor patches
            installed and all vendor workarounds applied, is
            currently affected by one or more Secunia
            advisories rated Less critical


            LESS CRITICAL.
            sicurezza vuol dire : aggiornamentisorry linkhttp://secunia.com/product/2719/
          • Anonimo scrive:
            Re: Bugia

            5- pensate puttosto a quei 1000 e rotti bug di
            sicurezza che una società di analisi del codice
            ha trovato nel kernel (si, proprio nel kernel,1000 bug ? link ?
          • Zeross scrive:
            Re: Bugia
            ecco un abstract:
          • frizzo scrive:
            Re: Bugia
            - Scritto da: Zeross
            ecco un abstract:

            operating system, and found six critical defects
            in the core file system and networking code. In
            July, the code analysis company scanned the
            latest version of the Linux kernel, version
            2.6.12, and found no such programming errors,
            Coverity CEO Seth Hallem said.

            However, 1,008 defects were discovered in other
            parts of version 2.6.12. These coding problems,
            which could indicate security flaws, rest mainly
            in drivers, Hallem said. That's a slight increase
            compared with the earlier analysis, when 985
            total defects were found, according to San
            Francisco-based Coverity.

            provo ad essere più chiaro va bene?(in ogni caso postare un link è utile)SE vengono scoperi 100000000000 bug e 99999999999 sono corretti da AGGIRNAMENTI(2 mesi ti dice niente) il codice è SICURO.SE poi rimangono fallette idiote (non criotical)è altrettanto sicuro(meno,ma comunque entro standard di sicurezza)SE poi consideri che il kernel di linux ha una PORTABILITÀ 100000 volte superiore a quello di windows e se dici che non è vero ai brutta figura (hai mai ricompilato un kernel hai visto quello che c'è dentro?)SE poi consideri che non tutti moduli sono attivati nel kernel (non contando quelli che ricompilano il kernel a manina)più chiaro il concetto?Se reputi necessario sono disposto a ripostare il link dove dice che le falle nel kernel di linux(che CI DEVONO ESSERE perchè come ogni cosa è scritta da mortali)sono LESS CRITICAL (come le falle che windows ha aperte?????)==================================Modificato dall'autore il 14/10/2005 17.59.57
          • Anonimo scrive:
            E basta!!!!
            - Scritto da: frizzo
            più chiaro il concetto?Se reputi necessario sono
            disposto a ripostare il link dove dice che le
            falle nel kernel di linux(che CI DEVONO ESSERE
            perchè come ogni cosa è scritta da mortali)sono
            LESS CRITICAL (come le falle che windows ha
            aperte?????)Ma ancora gli rispondete? :|Ormai lo sanno pure i pennarelli di Schiavoni che ZEROSS è un ASTROTURFER, basta dargli corda. BASTA!!!!!:| :| :| :| :|
          • Zeross scrive:
            Re: Bugia
            - Scritto da: frizzo

            provo ad essere più chiaro va bene?
            (in ogni caso postare un link è utile)E' di agosto e non avevo tempo di cercarlo.Ad ogni modo, immagino che partire dal sito di ha fatto questa analisi (Coverity) ci potesse arrivare chiunque...
            SE vengono scoperi 100000000000 bug e 99999999999
            sono corretti da AGGIRNAMENTI(2 mesi ti dice
            niente) il codice è SICURO.Coverity, se ha segnalato a chi di dovere tutti questi "punti sospetti" (piace di più adesso?), non lo ha ancora fatto sapere.
            SE poi rimangono fallette idiote (non criotical)è
            altrettanto sicuro(meno,ma comunque entro
            standard di sicurezza)Un problema di sicurezza non lo definirei una falletta idiota con tanta leggerezza... ad ogni modo, basta intendersi sul significato delle parole, mica è un dramma.
            SE poi consideri che il kernel di linux ha una
            PORTABILITÀ 100000 volte superiore a quello di
            windows e se dici che non è vero ai brutta figuraMi sembra OT in questo contesto.Forse quasi propaganda, ma vabè...
            SE poi consideri che non tutti moduli sono
            attivati nel kernel (non contando quelli che
            ricompilano il kernel a manina)Coi se e coi ma non si fa la storia diceva qualcuno... non mi pare dicesse cazzate
          • Anonimo scrive:
            Re: Bugia
            - Scritto da: Zeross
            ecco un abstract:

            operating system, and found six critical defects
            in the core file system and networking code. In
            July, the code analysis company scanned the
            latest version of the Linux kernel, version
            2.6.12, and found no such programming errors,
            Coverity CEO Seth Hallem said.

            However, 1,008 defects were discovered in other
            parts of version 2.6.12. These coding problems,
            which could indicate security flaws, rest mainly ^^^^^sono coding problems che potrebbero (could) indicare problemi di sicurezza... a che gioco giochiamo ? si contano le vulnerabilità di win e le si confrontano con 'problemi di codice che potrebbero indicare problemi di sicurezza' del kernel Linux ? aò...
          • Anonimo scrive:
            Re: Bugia
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Zeross

            ecco un abstract:



            of the Linux kernel, the heart of the
            open-source

            operating system, and found six critical defects

            in the core file system and networking code. In

            July, the code analysis company scanned the

            latest version of the Linux kernel, version

            2.6.12, and found no such programming errors,

            Coverity CEO Seth Hallem said.



            However, 1,008 defects were discovered in other

            parts of version 2.6.12. These coding problems,

            which could indicate security flaws, rest mainly
            ^^^^^
            sono coding problems che potrebbero (could)
            indicare problemi di sicurezza... a che gioco
            giochiamo ? si contano le vulnerabilità di win e
            le si confrontano con 'problemi di codice che
            potrebbero indicare problemi di sicurezza' del
            kernel Linux ? aò...http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1165189&tid=1164731&p=1&r=PI#1165189
          • frizzo scrive:
            Re: Bugia
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Zeross


            ecco un abstract:







            of the Linux kernel, the heart of the

            open-source


            operating system, and found six critical
            defects


            in the core file system and networking code.
            In


            July, the code analysis company scanned the


            latest version of the Linux kernel, version


            2.6.12, and found no such programming errors,


            Coverity CEO Seth Hallem said.





            However, 1,008 defects were discovered in
            other


            parts of version 2.6.12. These coding
            problems,


            which could indicate security flaws, rest
            mainly

            ^^^^^

            sono coding problems che potrebbero (could)

            indicare problemi di sicurezza... a che gioco

            giochiamo ? si contano le vulnerabilità di win
            e

            le si confrontano con 'problemi di codice che

            potrebbero indicare problemi di sicurezza' del

            kernel Linux ? aò...


            http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1165inoltre nella prima parte c'è scritto che i 6 errorri critici trovati sono stati corretti...in altre parole Zeross si è auto-affossato con le proprie mani!!! ==================================Modificato dall'autore il 14/10/2005 18.15.56
          • Anonimo scrive:
            Re: Bugia
            - Scritto da: frizzo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Zeross



            ecco un abstract:







            2.6.9



            of the Linux kernel, the heart of the


            open-source



            operating system, and found six critical

            defects



            in the core file system and networking code.

            In



            July, the code analysis company scanned the



            latest version of the Linux kernel, version



            2.6.12, and found no such programming
            errors,



            Coverity CEO Seth Hallem said.







            However, 1,008 defects were discovered in

            other



            parts of version 2.6.12. These coding

            problems,



            which could indicate security flaws, rest

            mainly


            ^^^^^


            sono coding problems che potrebbero (could)


            indicare problemi di sicurezza... a che gioco


            giochiamo ? si contano le vulnerabilità di
            win

            e


            le si confrontano con 'problemi di codice che


            potrebbero indicare problemi di sicurezza' del


            kernel Linux ? aò...






            http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1165

            inoltre nella prima parte c'è scritto che i 6
            errorri critici trovati sono stati corretti...
            in altre parole si è auto-affossato con le
            proprie mani!!! senza contare che i 'problemi di codice' (ammesso che voglia dire qualcosa) di Linux si possono contare (avendo il codice)... quelli di win no.
          • Zeross scrive:
            Re: Bugia
            - Scritto da: frizzo
            inoltre nella prima parte c'è scritto che i 6
            errorri critici trovati sono stati corretti...
            in altre parole Zeross si è auto-affossato con
            le proprie mani!!! Si, se la vedi con l'ottica "il mio è più grande del tuo" allora hai pienamente ragione, mi sono auto-affossato.Nel bene o nel male quelli che ho riportato, per me, sono fatti... e mi pare siano più importanti questi che tante altre parole.Non si tratta di una gara, ma un semplice richiamo a pensare prima a casa propria, prima di dire beo su altre cose.Poi, ripeto, se la volete vedere come "il mio è più grande del tuo", liberi di farlo, ci mancherebbe... ma a mio parere sarebbe abbastanza infantile, vedete voi...
          • Anonimo scrive:
            Re: Bugia
            - Scritto da: Zeross
            - Scritto da: frizzo

            inoltre nella prima parte c'è scritto che i 6

            errorri critici trovati sono stati corretti...

            in altre parole Zeross si è auto-affossato con

            le proprie mani!!!

            Si, se la vedi con l'ottica "il mio è più grande
            del tuo" allora hai pienamente ragione, mi sono
            auto-affossato.

            Nel bene o nel male quelli che ho riportato, per
            me, sono fatti... e mi pare siano più importanti
            questi che tante altre parole.

            Non si tratta di una gara, ma un semplice
            richiamo a pensare prima a casa propria, prima di
            dire beo su altre cose.
            Poi, ripeto, se la volete vedere come "il mio è
            più grande del tuo", liberi di farlo, ci
            mancherebbe... ma a mio parere sarebbe abbastanza
            infantile, vedete voi...'il mio è più grande del tuo' è la base di 'get the facts'... come a dire che è infantile solo se viene da una parte...
          • Anonimo scrive:
            Re: Bugia
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Zeross

            - Scritto da: frizzo


            inoltre nella prima parte c'è scritto che i 6


            errorri critici trovati sono stati corretti...


            in altre parole Zeross si è auto-affossato
            con


            le proprie mani!!!



            Si, se la vedi con l'ottica "il mio è più grande

            del tuo" allora hai pienamente ragione, mi sono

            auto-affossato.



            Nel bene o nel male quelli che ho riportato, per

            me, sono fatti... e mi pare siano più importanti

            questi che tante altre parole.



            Non si tratta di una gara, ma un semplice

            richiamo a pensare prima a casa propria, prima
            di

            dire beo su altre cose.

            Poi, ripeto, se la volete vedere come "il mio è

            più grande del tuo", liberi di farlo, ci

            mancherebbe... ma a mio parere sarebbe
            abbastanza

            infantile, vedete voi...

            'il mio è più grande del tuo' è la base di 'get
            the facts'... come a dire che è infantile solo se
            viene da una parte...
            'get the facts' è parte di una politica di marketing...per dirla più semplice è pura pubblicità...cosa ti aspetti dalla pubblicità che vengano a dirti: il mio è lungo come il tuo?se non riesci a vedere oltre una pubblicità non capisco proprio come tu pretenda di parlare di informatica in maniera seria.se voglia parlare di cretinate ricordiamoci il sig lessing che chiama a se i fedeli oss per iniziare la santa guerra contro ms e macromedia......direi proprio di fare punto a capo ed iniziare a ragionare con la propria testolina invece che per luoghi comuni.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bugia
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Zeross


            - Scritto da: frizzo



            inoltre nella prima parte c'è scritto che i
            6



            errorri critici trovati sono stati
            corretti...



            in altre parole Zeross si è auto-affossato

            con



            le proprie mani!!!





            Si, se la vedi con l'ottica "il mio è più
            grande


            del tuo" allora hai pienamente ragione, mi
            sono


            auto-affossato.





            Nel bene o nel male quelli che ho riportato,
            per


            me, sono fatti... e mi pare siano più
            importanti


            questi che tante altre parole.





            Non si tratta di una gara, ma un semplice


            richiamo a pensare prima a casa propria, prima

            di


            dire beo su altre cose.


            Poi, ripeto, se la volete vedere come "il mio
            è


            più grande del tuo", liberi di farlo, ci


            mancherebbe... ma a mio parere sarebbe

            abbastanza


            infantile, vedete voi...



            'il mio è più grande del tuo' è la base di 'get

            the facts'... come a dire che è infantile solo
            se

            viene da una parte...



            'get the facts' è parte di una politica di
            marketing...per dirla più semplice è pura
            pubblicità...cosa ti aspetti dalla pubblicità che
            vengano a dirti: il mio è lungo come il tuo?no, 'get the facts' è una pubblicità mascherata da argomentazione tecnica, e se argomenti tecnici ci sono devono essere imparziali (cosa che non accade) , la pubblicità è quella dei pesciolini e della ragazzina che impara prima ad usare il pc (oh, con windows sia chiaro!) e che poi forse, un giorno, magari, imparerà a scrivere a mano... 'get the facts' è tutt'altro che questo.
            se non riesci a vedere oltre una pubblicità non
            capisco proprio come tu pretenda di parlare di
            informatica in maniera seria.
            se voglia parlare di cretinate ricordiamoci il
            sig lessing che chiama a se i fedeli oss per
            iniziare la santa guerra contro ms e
            macromedia......direi proprio di fare punto a
            capo ed iniziare a ragionare con la propria
            testolina invece che per luoghi comuni.già, che triste che sono, che luoghi comuni che esprimo... pensa che una volta mi sono pure permesso di criticare questo...http://www.wup.it/article.php?sid=4567devo proprio ragionre con la testa di altri...
          • Anonimo scrive:
            Re: Bugia
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Zeross



            - Scritto da: frizzo




            inoltre nella prima parte c'è scritto che
            i

            6




            errorri critici trovati sono stati

            corretti...




            in altre parole Zeross si è
            auto-affossato


            con




            le proprie mani!!!







            Si, se la vedi con l'ottica "il mio è più

            grande



            del tuo" allora hai pienamente ragione, mi

            sono



            auto-affossato.







            Nel bene o nel male quelli che ho riportato,

            per



            me, sono fatti... e mi pare siano più

            importanti



            questi che tante altre parole.







            Non si tratta di una gara, ma un semplice



            richiamo a pensare prima a casa propria,
            prima


            di



            dire beo su altre cose.



            Poi, ripeto, se la volete vedere come "il
            mio

            è



            più grande del tuo", liberi di farlo, ci



            mancherebbe... ma a mio parere sarebbe


            abbastanza



            infantile, vedete voi...





            'il mio è più grande del tuo' è la base di
            'get


            the facts'... come a dire che è infantile solo

            se


            viene da una parte...






            'get the facts' è parte di una politica di

            marketing...per dirla più semplice è pura

            pubblicità...cosa ti aspetti dalla pubblicità
            che

            vengano a dirti: il mio è lungo come il tuo?

            no, 'get the facts' è una pubblicità mascherata
            da argomentazione tecnica, e se argomenti tecnici
            ci sono devono essere imparzialiallora inizia ad esserlo invece di fare i dispetti come i bambini di 4 anni.siete tanto imparziali che neanche volete ammettere i fatti: 25% di falle non tappate in linux (15% rispetto a ms); mancanza cronica del supporto di gran parte dell'hw e via dicendo....ma ovviamente ms ha fatto: 'get the facts' quindi.....
            (cosa che non
            accade) , la pubblicità è quella dei pesciolini e
            della ragazzina che impara prima ad usare il pc
            (oh, con windows sia chiaro!) e che poi forse, un
            giorno, magari, imparerà a scrivere a mano...
            'get the facts' è tutt'altro che questo.non direi

            se non riesci a vedere oltre una pubblicità non

            capisco proprio come tu pretenda di parlare di

            informatica in maniera seria.

            se voglia parlare di cretinate ricordiamoci il

            sig lessing che chiama a se i fedeli oss per

            iniziare la santa guerra contro ms e

            macromedia......direi proprio di fare punto a

            capo ed iniziare a ragionare con la propria

            testolina invece che per luoghi comuni.

            già, che triste che sono, che luoghi comuni che
            esprimo...si sei triste, ragioni per luoghi comuni e sei pure infantile.eri già stato invitato a ragionare in maniera diversa da: il mio è più lungo del tuo...tutto quello che sei riuscito a fare è stato cambiare prospettiva: il tuo è più corto del mioCOMPLIMENTONI pensa che una volta mi sono pure
            permesso di criticare questo...

            http://www.wup.it/article.php?sid=4567

            devo proprio ragionre con la testa di altri...inizia a ragionare....già sarebbe un risultato
          • frizzo scrive:
            Re: Bugia
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo







            - Scritto da: Zeross




            - Scritto da: frizzo





            inoltre nella prima parte c'è scritto
            che

            i


            6





            errorri critici trovati sono stati


            corretti...





            in altre parole Zeross si è

            auto-affossato



            con





            le proprie mani!!!









            Si, se la vedi con l'ottica "il mio è più


            grande




            del tuo" allora hai pienamente ragione, mi


            sono




            auto-affossato.









            Nel bene o nel male quelli che ho
            riportato,


            per




            me, sono fatti... e mi pare siano più


            importanti




            questi che tante altre parole.









            Non si tratta di una gara, ma un semplice




            richiamo a pensare prima a casa propria,

            prima



            di




            dire beo su altre cose.




            Poi, ripeto, se la volete vedere come "il

            mio


            è




            più grande del tuo", liberi di farlo, ci




            mancherebbe... ma a mio parere sarebbe



            abbastanza




            infantile, vedete voi...







            'il mio è più grande del tuo' è la base di

            'get



            the facts'... come a dire che è infantile
            solo


            se



            viene da una parte...









            'get the facts' è parte di una politica di


            marketing...per dirla più semplice è pura


            pubblicità...cosa ti aspetti dalla pubblicità

            che


            vengano a dirti: il mio è lungo come il tuo?



            no, 'get the facts' è una pubblicità mascherata

            da argomentazione tecnica, e se argomenti
            tecnici

            ci sono devono essere imparziali

            allora inizia ad esserlo invece di fare i
            dispetti come i bambini di 4 anni.
            siete tanto imparziali che neanche volete
            ammettere i fatti: 25% di falle non tappate in
            linux (15% rispetto a ms); mancanza cronica dela prescindre che linux riconosce molto di più rispetto a windows(se dici il contrario dici una bugia,quindi penso che tu non abbia mai usato il kernel linux,quindi che tu stai parlando a vanvera,quindi sei un trooooollandando avanti:le 26 falle aperte su righe e righe(non puoi paragonare il kernel di linux a quello di windows:il secondo riconosce moolto meno)sono LESS CRITICAL...sai cosa vuol dire?
            supporto di gran parte dell'hw e via
            dicendo....ma ovviamente ms ha fatto: 'get the
            facts' quindi.....




            (cosa che non

            accade) , la pubblicità è quella dei pesciolini
            e

            della ragazzina che impara prima ad usare il pc

            (oh, con windows sia chiaro!) e che poi forse,
            un

            giorno, magari, imparerà a scrivere a mano...

            'get the facts' è tutt'altro che questo.

            non direi



            se non riesci a vedere oltre una pubblicità
            non


            capisco proprio come tu pretenda di parlare di


            informatica in maniera seria.


            se voglia parlare di cretinate ricordiamoci il


            sig lessing che chiama a se i fedeli oss per


            iniziare la santa guerra contro ms e


            macromedia......direi proprio di fare punto a


            capo ed iniziare a ragionare con la propria


            testolina invece che per luoghi comuni.



            già, che triste che sono, che luoghi comuni che

            esprimo...

            si sei triste, ragioni per luoghi comuni e sei
            pure infantile.
            eri già stato invitato a ragionare in maniera
            diversa da: il mio è più lungo del tuo...tutto
            quello che sei riuscito a fare è stato cambiare
            prospettiva: il tuo è più corto del mio
            COMPLIMENTONI

            pensa che una volta mi sono pure

            permesso di criticare questo...



            http://www.wup.it/article.php?sid=4567



            devo proprio ragionre con la testa di altri...

            inizia a ragionare....già sarebbe un risultatoe tu a conoscere le cose prima di digitare sulla tastiera
          • Anonimo scrive:
            Re: Bugia
            - Scritto da: frizzo

            - Scritto da: Anonimo

            allora inizia ad esserlo invece di fare i

            dispetti come i bambini di 4 anni.

            siete tanto imparziali che neanche volete

            ammettere i fatti: 25% di falle non tappate in

            linux (15% rispetto a ms); mancanza cronica del

            a prescindre che linux riconosce molto di più
            rispetto a windows(se dici il contrario dici una
            bugia,quindi penso che tu non abbia mai usato il
            kernel linux,quindi che tu stai parlando a
            vanvera,quindi sei un troooooll


            andando avanti:le 26 falle aperte su righe e
            righe(non puoi paragonare il kernel di linux a
            quello di windows:il secondo riconosce moolto
            meno)
            sono LESS CRITICAL...sai cosa vuol dire?ma ancora a rispondergli a questo troll?è già stato più volte smentito sul thread originario e non ha più risposto, salvo riscrivere le stesse stupidate da altre parti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bugia
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: frizzo



            - Scritto da: Anonimo


            allora inizia ad esserlo invece di fare i


            dispetti come i bambini di 4 anni.


            siete tanto imparziali che neanche volete


            ammettere i fatti: 25% di falle non tappate in


            linux (15% rispetto a ms); mancanza cronica
            del



            a prescindre che linux riconosce molto di più

            rispetto a windows(se dici il contrario dici una

            bugia,quindi penso che tu non abbia mai usato il

            kernel linux,quindi che tu stai parlando a

            vanvera,quindi sei un troooooll





            andando avanti:le 26 falle aperte su righe e

            righe(non puoi paragonare il kernel di linux a

            quello di windows:il secondo riconosce moolto

            meno)

            sono LESS CRITICAL...sai cosa vuol dire?

            ma ancora a rispondergli a questo troll?

            è già stato più volte smentito sul threadbello guarda che parliamo di dati non delle tue opinioni da 4 soldi?dove svresti smentito chi?adesso secunia non conta più niente e contano le tue scemenze TROLL
            originario e non ha più risposto, salvo
            riscrivere le stesse stupidate da altre parti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bugia
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: frizzo





            - Scritto da: Anonimo



            allora inizia ad esserlo invece di fare i



            dispetti come i bambini di 4 anni.



            siete tanto imparziali che neanche volete



            ammettere i fatti: 25% di falle non tappate
            in



            linux (15% rispetto a ms); mancanza cronica

            del





            a prescindre che linux riconosce molto di più


            rispetto a windows(se dici il contrario dici
            una


            bugia,quindi penso che tu non abbia mai usato
            il


            kernel linux,quindi che tu stai parlando a


            vanvera,quindi sei un troooooll








            andando avanti:le 26 falle aperte su righe e


            righe(non puoi paragonare il kernel di linux a


            quello di windows:il secondo riconosce moolto


            meno)


            sono LESS CRITICAL...sai cosa vuol dire?



            ma ancora a rispondergli a questo troll?



            è già stato più volte smentito sul thread

            bello guarda che parliamo di dati non delle tue
            opinioni da 4 soldi?
            dove svresti smentito chi?
            adesso secunia non conta più niente e contano le
            tue scemenze TROLLHai la memoria corta, eh trolletto?http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1163766&tid=1163766&p=1&r=PI



            originario e non ha più risposto, salvo

            riscrivere le stesse stupidate da altre parti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bugia
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo








            - Scritto da: frizzo







            - Scritto da: Anonimo




            allora inizia ad esserlo invece di fare i




            dispetti come i bambini di 4 anni.




            siete tanto imparziali che neanche volete




            ammettere i fatti: 25% di falle non
            tappate

            in




            linux (15% rispetto a ms); mancanza
            cronica


            del







            a prescindre che linux riconosce molto di
            più



            rispetto a windows(se dici il contrario dici

            una



            bugia,quindi penso che tu non abbia mai
            usato

            il



            kernel linux,quindi che tu stai parlando a



            vanvera,quindi sei un troooooll











            andando avanti:le 26 falle aperte su righe e



            righe(non puoi paragonare il kernel di
            linux a



            quello di windows:il secondo riconosce
            moolto



            meno)



            sono LESS CRITICAL...sai cosa vuol dire?





            ma ancora a rispondergli a questo troll?





            è già stato più volte smentito sul thread



            bello guarda che parliamo di dati non delle tue

            opinioni da 4 soldi?

            dove svresti smentito chi?

            adesso secunia non conta più niente e contano le

            tue scemenze TROLL

            Hai la memoria corta, eh trolletto?trolletto ci sei tu e la memoria come il cervello ti mancano proprio.

            http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1163
            non sono l'autore di quel post ma direi che più che smentire lui devi smentire secunia...ovviamente chi vuoi che sia secunia confronto al grande troll di pi con cui parlo






            originario e non ha più risposto, salvo


            riscrivere le stesse stupidate da altre parti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bugia
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo











            - Scritto da: frizzo









            - Scritto da: Anonimo





            allora inizia ad esserlo invece di fare
            i





            dispetti come i bambini di 4 anni.





            siete tanto imparziali che neanche
            volete





            ammettere i fatti: 25% di falle non

            tappate


            in





            linux (15% rispetto a ms); mancanza

            cronica



            del









            a prescindre che linux riconosce molto di

            più




            rispetto a windows(se dici il contrario
            dici


            una




            bugia,quindi penso che tu non abbia mai

            usato


            il




            kernel linux,quindi che tu stai parlando a




            vanvera,quindi sei un troooooll














            andando avanti:le 26 falle aperte su
            righe e




            righe(non puoi paragonare il kernel di

            linux a




            quello di windows:il secondo riconosce

            moolto




            meno)




            sono LESS CRITICAL...sai cosa vuol dire?







            ma ancora a rispondergli a questo troll?







            è già stato più volte smentito sul thread





            bello guarda che parliamo di dati non delle
            tue


            opinioni da 4 soldi?


            dove svresti smentito chi?


            adesso secunia non conta più niente e contano
            le


            tue scemenze TROLL



            Hai la memoria corta, eh trolletto?


            trolletto ci sei tu e la memoria come il cervello
            ti mancano proprio.la metti sul personale, eh, trolletto? :D .




            http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1163



            non sono l'autore di quel post ma direi che più
            che smentire lui devi smentire
            secunia...Ma leggi le argomentazioni, trolletto?E' tutto quì: http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1163766&tid=1163766&p=1&r=PI
            ovviamente chi vuoi che sia secunia
            confronto al grande troll di pi con cui parloovviamente non posso pretendere che un trolletto come te legga le argomentazioni di cui parlo..... povero trolletto.....



            originario e non ha più risposto, salvo



            riscrivere le stesse stupidate da altre



            parti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bugia
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo








            - Scritto da: Anonimo







            - Scritto da: Anonimo














            - Scritto da: frizzo











            - Scritto da: Anonimo






            allora inizia ad esserlo invece di
            fare

            i






            dispetti come i bambini di 4 anni.






            siete tanto imparziali che neanche

            volete






            ammettere i fatti: 25% di falle non


            tappate



            in






            linux (15% rispetto a ms); mancanza


            cronica




            del











            a prescindre che linux riconosce molto
            di


            più





            rispetto a windows(se dici il contrario

            dici



            una





            bugia,quindi penso che tu non abbia mai


            usato



            il





            kernel linux,quindi che tu stai
            parlando a





            vanvera,quindi sei un troooooll

















            andando avanti:le 26 falle aperte su

            righe e





            righe(non puoi paragonare il kernel di


            linux a





            quello di windows:il secondo riconosce


            moolto





            meno)





            sono LESS CRITICAL...sai cosa vuol dire?









            ma ancora a rispondergli a questo troll?









            è già stato più volte smentito sul thread







            bello guarda che parliamo di dati non delle

            tue



            opinioni da 4 soldi?



            dove svresti smentito chi?



            adesso secunia non conta più niente e
            contano

            le



            tue scemenze TROLL





            Hai la memoria corta, eh trolletto?





            trolletto ci sei tu e la memoria come il
            cervello

            ti mancano proprio.

            la metti sul personale, eh, trolletto? :D .









            http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1163






            non sono l'autore di quel post ma direi che più

            che smentire lui devi smentire

            secunia...

            Ma leggi le argomentazioni, trolletto?è gia la seconda volta ...impara l'educazione stronzone

            E' tutto quì:
            http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1163e tutto qui un paio di palle!e tutto sul sito secunia e su quello viruslist.impara a leggere e capire ignorante linaro.i fatti non cambiano perchè tu hai un pinguino transessuale al posto del cervello



            ovviamente chi vuoi che sia secunia

            confronto al grande troll di pi con cui parlo

            ovviamente non posso pretendere che un trolletto
            come te legga le argomentazioni di cui parlo.....
            povero trolletto.....perchè tu sai leggere ignorante.vai in secunia e dai dei troll anche a loro perchè non vogliono dire che linux è meglio.linaro ignorante







            originario e non ha più risposto, salvo




            riscrivere le stesse stupidate da altre




            parti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bugia
            - Scritto da: Anonimo
            è gia la seconda volta ...impara l'educazione
            stronzone
            e tutto qui un paio di palle!
            e tutto sul sito secunia e su quello viruslist.
            impara a leggere e capire ignorante linaro.
            i fatti non cambiano perchè tu hai un pinguino
            transessuale al posto del cervello
            perchè tu sai leggere ignorante.
            vai in secunia e dai dei troll anche a loro
            perchè non vogliono dire che linux è meglio.
            linaro ignoranteContinuare a parlare con maleducati e troll del genere non serve a niente.Sii felice delle tue convinzioni e non osare (sia mai!) contestare quello che è stato detto.Addio troll.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bugia
            - Scritto da: frizzo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo







            - Scritto da: Anonimo









            - Scritto da: Zeross





            - Scritto da: frizzo






            inoltre nella prima parte c'è scritto

            che


            i



            6






            errorri critici trovati sono stati



            corretti...






            in altre parole Zeross si è


            auto-affossato




            con






            le proprie mani!!!











            Si, se la vedi con l'ottica "il mio è
            più



            grande





            del tuo" allora hai pienamente ragione,
            mi



            sono





            auto-affossato.











            Nel bene o nel male quelli che ho

            riportato,



            per





            me, sono fatti... e mi pare siano più



            importanti





            questi che tante altre parole.











            Non si tratta di una gara, ma un
            semplice





            richiamo a pensare prima a casa propria,


            prima




            di





            dire beo su altre cose.





            Poi, ripeto, se la volete vedere come
            "il


            mio



            è





            più grande del tuo", liberi di farlo, ci





            mancherebbe... ma a mio parere sarebbe




            abbastanza





            infantile, vedete voi...









            'il mio è più grande del tuo' è la base di


            'get




            the facts'... come a dire che è infantile

            solo



            se




            viene da una parte...












            'get the facts' è parte di una politica di



            marketing...per dirla più semplice è pura



            pubblicità...cosa ti aspetti dalla
            pubblicità


            che



            vengano a dirti: il mio è lungo come il tuo?





            no, 'get the facts' è una pubblicità
            mascherata


            da argomentazione tecnica, e se argomenti

            tecnici


            ci sono devono essere imparziali



            allora inizia ad esserlo invece di fare i

            dispetti come i bambini di 4 anni.

            siete tanto imparziali che neanche volete

            ammettere i fatti: 25% di falle non tappate in

            linux (15% rispetto a ms); mancanza cronica del





            a prescindre che linux riconosce molto di più
            rispetto a windows(se dici il contrario dici una
            bugia,a certo come no.linux non riconosce neanche il 20% dell'hw che riconosce windows, vive in costante penuria di driver....persino stallman ha dovuto ammettere che questo è uno dei problemi di linux e sta tentando di convingere le hw-house a supportare l'os...e poi se ne esce un linaro come te a dire certe cretinate
            quindi penso che tu non abbia mai usato il
            kernel linux,la solita cretinata da linaro.il fatto che uno non racconti favolette come te non significa che non ha provato linux
            quindi che tu stai parlando a
            vanvera,quindi sei un trooooollcerto il trollone sparacazz*** che vuole chiudere il discorso perchè sa che ha torto


            andando avanti:le 26 falle aperte su righe e
            righe(non puoi paragonare il kernel di linux a
            quello di windows:il secondo riconosce moolto
            meno)trolll
            sono LESS CRITICAL...sai cosa vuol dire?vuol dire che le falle in linux vengono tappate molto più a rilento che in windows caro il mio troll.le tue ciance da fanatico non possono sostituire i dati.






            supporto di gran parte dell'hw e via

            dicendo....ma ovviamente ms ha fatto: 'get the

            facts' quindi.....








            (cosa che non


            accade) , la pubblicità è quella dei
            pesciolini

            e


            della ragazzina che impara prima ad usare il
            pc


            (oh, con windows sia chiaro!) e che poi forse,

            un


            giorno, magari, imparerà a scrivere a mano...


            'get the facts' è tutt'altro che questo.



            non direi





            se non riesci a vedere oltre una pubblicità

            non



            capisco proprio come tu pretenda di parlare
            di



            informatica in maniera seria.



            se voglia parlare di cretinate ricordiamoci
            il



            sig lessing che chiama a se i fedeli oss per



            iniziare la santa guerra contro ms e



            macromedia......direi proprio di fare punto
            a



            capo ed iniziare a ragionare con la propria



            testolina invece che per luoghi comuni.





            già, che triste che sono, che luoghi comuni
            che


            esprimo...



            si sei triste, ragioni per luoghi comuni e sei

            pure infantile.

            eri già stato invitato a ragionare in maniera

            diversa da: il mio è più lungo del tuo...tutto

            quello che sei riuscito a fare è stato cambiare

            prospettiva: il tuo è più corto del mio

            COMPLIMENTONI



            pensa che una volta mi sono pure


            permesso di criticare questo...





            http://www.wup.it/article.php?sid=4567





            devo proprio ragionre con la testa di altri...



            inizia a ragionare....già sarebbe un risultato


            e tu a conoscere le cose prima di digitare sulla
            tastierameglio che compri un ps2 e ti dai ai giochi perchè alle tue fantasticherie ormai non crede più nessuno
          • Anonimo scrive:
            Re: Bugia
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: frizzo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo







            - Scritto da: Anonimo









            - Scritto da: Anonimo











            - Scritto da: Zeross






            - Scritto da: frizzo







            inoltre nella prima parte c'è
            scritto


            che



            i




            6







            errorri critici trovati sono stati




            corretti...







            in altre parole Zeross si è



            auto-affossato





            con







            le proprie mani!!!













            Si, se la vedi con l'ottica "il mio è

            più




            grande






            del tuo" allora hai pienamente
            ragione,

            mi




            sono






            auto-affossato.













            Nel bene o nel male quelli che ho


            riportato,




            per






            me, sono fatti... e mi pare siano più




            importanti






            questi che tante altre parole.













            Non si tratta di una gara, ma un

            semplice






            richiamo a pensare prima a casa
            propria,



            prima





            di






            dire beo su altre cose.






            Poi, ripeto, se la volete vedere come

            "il



            mio




            è






            più grande del tuo", liberi di farlo,
            ci






            mancherebbe... ma a mio parere sarebbe





            abbastanza






            infantile, vedete voi...











            'il mio è più grande del tuo' è la base
            di



            'get





            the facts'... come a dire che è
            infantile


            solo




            se





            viene da una parte...















            'get the facts' è parte di una politica di




            marketing...per dirla più semplice è pura




            pubblicità...cosa ti aspetti dalla

            pubblicità



            che




            vengano a dirti: il mio è lungo come il
            tuo?







            no, 'get the facts' è una pubblicità

            mascherata



            da argomentazione tecnica, e se argomenti


            tecnici



            ci sono devono essere imparziali





            allora inizia ad esserlo invece di fare i


            dispetti come i bambini di 4 anni.


            siete tanto imparziali che neanche volete


            ammettere i fatti: 25% di falle non tappate in


            linux (15% rispetto a ms); mancanza cronica
            del











            a prescindre che linux riconosce molto di più

            rispetto a windows(se dici il contrario dici una

            bugia,

            a certo come no.
            linux non riconosce neanche il 20% dell'hw che
            riconosce windows, vive in costante penuria di
            driver....persino stallman ha dovuto ammettere
            che questo è uno dei problemi di linux e sta
            tentando di convingere le hw-house a supportare
            l'os...e poi se ne esce un linaro come te a dire
            certe cretinate


            quindi penso che tu non abbia mai usato il

            kernel linux,

            la solita cretinata da linaro.
            il fatto che uno non racconti favolette come te
            non significa che non ha provato linux


            quindi che tu stai parlando a

            vanvera,quindi sei un troooooll

            certo il trollone sparacazz*** che vuole chiudere
            il discorso perchè sa che ha torto






            andando avanti:le 26 falle aperte su righe e

            righe(non puoi paragonare il kernel di linux a

            quello di windows:il secondo riconosce moolto

            meno)

            trolll


            sono LESS CRITICAL...sai cosa vuol dire?

            vuol dire che le falle in linux vengono tappate
            molto più a rilento che in windows caro il mio
            troll.
            le tue ciance da fanatico non possono sostituire
            i dati.














            supporto di gran parte dell'hw e via


            dicendo....ma ovviamente ms ha fatto: 'get the


            facts' quindi.....












            (cosa che non



            accade) , la pubblicità è quella dei

            pesciolini


            e



            della ragazzina che impara prima ad usare il

            pc



            (oh, con windows sia chiaro!) e che poi
            forse,


            un



            giorno, magari, imparerà a scrivere a
            mano...



            'get the facts' è tutt'altro che questo.





            non direi







            se non riesci a vedere oltre una
            pubblicità


            non




            capisco proprio come tu pretenda di
            parlare

            di




            informatica in maniera seria.




            se voglia parlare di cretinate
            ricordiamoci

            il




            sig lessing che chiama a se i fedeli oss
            per




            iniziare la santa guerra contro ms e




            macromedia......direi proprio di fare
            punto

            a




            capo ed iniziare a ragionare con la
            propria




            testolina invece che per luoghi comuni.







            già, che triste che sono, che luoghi comuni

            che



            esprimo...





            si sei triste, ragioni per luoghi comuni e sei


            pure infantile.


            eri già stato invitato a ragionare in maniera


            diversa da: il mio è più lungo del tuo...tutto


            quello che sei riuscito a fare è stato
            cambiare


            prospettiva: il tuo è più corto del mio


            COMPLIMENTONI





            pensa che una volta mi sono pure



            permesso di criticare questo...







            http://www.wup.it/article.php?sid=4567







            devo proprio ragionre con la testa di
            altri...





            inizia a ragionare....già sarebbe un risultato





            e tu a conoscere le cose prima di digitare sulla

            tastiera

            meglio che compri un ps2 e ti dai ai giochi
            perchè alle tue fantasticherie ormai non crede
            più nessunoguarda che linux riconosce molto più di winXpSp2 .. certo NON riconosce TUTTO,ma tu riesci ad immaginare windows senza DRIVERS?modem USB?schede video?la mia debian mi ha accellerato la radeon 9200,riconosciuto l'audio e tutto il resto SOLO con i moduli del kernel.Il fatto che tu non abbia mai ricompilato il kernel(e quindi non sai cosa c'è dentro)non ti autorizza a sparare cretinate.LINUX RICONOSCE MOLTO PI§ DI WINDOWS(winmodem a parte,ma per questi non esistono specificge aperte ed è quindi impossibile implementarli)
          • Anonimo scrive:
            Re: Bugia
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: frizzo





            - Scritto da: Anonimo







            - Scritto da: Anonimo









            - Scritto da: Anonimo











            - Scritto da: Anonimo













            - Scritto da: Zeross







            - Scritto da: frizzo








            inoltre nella prima parte c'è

            scritto



            che




            i





            6








            errorri critici trovati sono stati





            corretti...








            in altre parole Zeross si è




            auto-affossato






            con








            le proprie mani!!!















            Si, se la vedi con l'ottica "il mio
            è


            più





            grande







            del tuo" allora hai pienamente

            ragione,


            mi





            sono







            auto-affossato.















            Nel bene o nel male quelli che ho



            riportato,





            per







            me, sono fatti... e mi pare siano
            più





            importanti







            questi che tante altre parole.















            Non si tratta di una gara, ma un


            semplice







            richiamo a pensare prima a casa

            propria,




            prima






            di







            dire beo su altre cose.







            Poi, ripeto, se la volete vedere
            come


            "il




            mio





            è







            più grande del tuo", liberi di
            farlo,

            ci







            mancherebbe... ma a mio parere
            sarebbe






            abbastanza







            infantile, vedete voi...













            'il mio è più grande del tuo' è la
            base

            di




            'get






            the facts'... come a dire che è

            infantile



            solo





            se






            viene da una parte...


















            'get the facts' è parte di una politica
            di





            marketing...per dirla più semplice è
            pura





            pubblicità...cosa ti aspetti dalla


            pubblicità




            che





            vengano a dirti: il mio è lungo come il

            tuo?









            no, 'get the facts' è una pubblicità


            mascherata




            da argomentazione tecnica, e se argomenti



            tecnici




            ci sono devono essere imparziali







            allora inizia ad esserlo invece di fare i



            dispetti come i bambini di 4 anni.



            siete tanto imparziali che neanche volete



            ammettere i fatti: 25% di falle non tappate
            in



            linux (15% rispetto a ms); mancanza cronica

            del

















            a prescindre che linux riconosce molto di più


            rispetto a windows(se dici il contrario dici
            una


            bugia,



            a certo come no.

            linux non riconosce neanche il 20% dell'hw che

            riconosce windows, vive in costante penuria di

            driver....persino stallman ha dovuto ammettere

            che questo è uno dei problemi di linux e sta

            tentando di convingere le hw-house a supportare

            l'os...e poi se ne esce un linaro come te a dire

            certe cretinate




            quindi penso che tu non abbia mai usato il


            kernel linux,



            la solita cretinata da linaro.

            il fatto che uno non racconti favolette come te

            non significa che non ha provato linux




            quindi che tu stai parlando a


            vanvera,quindi sei un troooooll



            certo il trollone sparacazz*** che vuole
            chiudere

            il discorso perchè sa che ha torto










            andando avanti:le 26 falle aperte su righe e


            righe(non puoi paragonare il kernel di linux a


            quello di windows:il secondo riconosce moolto


            meno)



            trolll




            sono LESS CRITICAL...sai cosa vuol dire?



            vuol dire che le falle in linux vengono tappate

            molto più a rilento che in windows caro il mio

            troll.

            le tue ciance da fanatico non possono sostituire

            i dati.






















            supporto di gran parte dell'hw e via



            dicendo....ma ovviamente ms ha fatto: 'get
            the



            facts' quindi.....
















            (cosa che non




            accade) , la pubblicità è quella dei


            pesciolini



            e




            della ragazzina che impara prima ad usare
            il


            pc




            (oh, con windows sia chiaro!) e che poi

            forse,



            un




            giorno, magari, imparerà a scrivere a

            mano...




            'get the facts' è tutt'altro che questo.







            non direi









            se non riesci a vedere oltre una

            pubblicità



            non





            capisco proprio come tu pretenda di

            parlare


            di





            informatica in maniera seria.





            se voglia parlare di cretinate

            ricordiamoci


            il





            sig lessing che chiama a se i fedeli oss

            per





            iniziare la santa guerra contro ms e





            macromedia......direi proprio di fare

            punto


            a





            capo ed iniziare a ragionare con la

            propria





            testolina invece che per luoghi comuni.









            già, che triste che sono, che luoghi
            comuni


            che




            esprimo...







            si sei triste, ragioni per luoghi comuni e
            sei



            pure infantile.



            eri già stato invitato a ragionare in
            maniera



            diversa da: il mio è più lungo del
            tuo...tutto



            quello che sei riuscito a fare è stato

            cambiare



            prospettiva: il tuo è più corto del mio



            COMPLIMENTONI







            pensa che una volta mi sono pure




            permesso di criticare questo...









            http://www.wup.it/article.php?sid=4567









            devo proprio ragionre con la testa di

            altri...







            inizia a ragionare....già sarebbe un
            risultato








            e tu a conoscere le cose prima di digitare
            sulla


            tastiera



            meglio che compri un ps2 e ti dai ai giochi

            perchè alle tue fantasticherie ormai non crede

            più nessuno



            guarda che linux riconosce molto più di winXpSp2se vuoi continuare a dire cretinate fai pure...ricorda che a furia di ripetertelo però non diventa realtàe ricordati pure di avvisare stallman che si sta disperando per cercare di far rilasciare le specifiche dei device per poter dare modo alla comunità oss di produrre i driver visto che le aziende non lo fanno...avviso perchè a sentire te ha preso un colpo di sole
            .. certo NON riconosce TUTTO,ma tu riesci ad
            immaginare windows senza DRIVERS?modem USB?schede
            video?ma che stai dicendo?
            la mia debian mi ha accellerato la radeon
            9200,pensa tu linux migliora pure l'hw :Dquello che dici sia successo a te non conta niente....al resto del mondo linux non riconosce 2 periferiche su 3 e questo lo sa persino stallman che sta facendo pressioni s
          • Anonimo scrive:
            Re: Bugia

            se vuoi continuare a dire cretinate fai
            pure...ricorda che a furia di ripetertelo però
            non diventa realtà
            e ricordati pure di avvisare stallman che si sta
            disperando per cercare di far rilasciare le
            specifiche dei device per poter dare modo alla
            comunità oss di produrre i driver visto che le
            aziende non lo fanno...avviso perchè a sentire te
            ha preso un colpo di sole




            .. certo NON riconosce TUTTO,ma tu riesci ad

            immaginare windows senza DRIVERS?modem
            USB?schede

            video?

            ma che stai dicendo?


            la mia debian mi ha accellerato la radeon

            9200,

            pensa tu linux migliora pure l'hw :D
            quello che dici sia successo a te non conta
            niente....al resto del mondo linux non riconosce
            2 periferiche su 3 e questo lo sa persino
            stallman che sta facendo pressioni sulle hw-houseZITTO , non dire boiate.

            riconosciuto l'audio e tutto il resto SOLO

            con i moduli del kernel.

            Il fatto che tu non abbia mai ricompilato

            rintanati in cantina linaro analfabeta!
            il fatto che da me come nel resto del mondo linux
            non supporti le periferiche non significa che non
            ho mai ricompilato un kernel...e se l'os non
            supporta le periferiche puoi ricompilare fino
            all'orgasmo ma la periferica non vaIGNORANTE può essere che il modulo NON sia caricato ma sia presente.


            il

            kernel(e quindi non sai cosa c'è dentro

            ecco un'altro linaro che suppongo abbia letto
            tutto il kernel.
            quante righe di codice ci sono?
            quante ne hai lette?ho ricompilato il kernel e so cosa c'è dentro


            )non ti

            autorizza a sparare cretinate.

            le cretinate le stai sparanto tu ma credo che per
            te sia uno stile di vita


            LINUX RICONOSCE MOLTO PI§ DI WINDOWS

            si nella tua cantina e con hw comprato su misura
            per linux....la realtà però e molto diversaNO,infatti la radeon e linux non vanno d'amore....i drivers della casa radeon sono pessimi,

            (winmodem a parte,ma per questi non esistono

            specificge aperte ed è quindi impossibile

            implementarli)

            ricompila il kernel adesso ma non caricare il
            modulo: jjgf6he_grtusn.hjut.po che in italiano
            sta per 'diciamo due cretinate su windows per far
            sembrare bello linux'ALLORA,prendi un so windows e installalo.la scheda video aati 9200 funziona? NO!IL modem USB? NO!(mentre gnu/linux supporta un tot di modem USBla mia scheda audio integrata(abit an7)? NOla mia scheda tv (marca sconosciuta regalata da un amico)? NO.LA MIA STAMPANTE HP LA RICONOSCE WINDOWS??NONONONONONOONONONOzitto zittto ZITTO
          • Anonimo scrive:
            9 --
          • frizzo scrive:
            9 --
          • Anonimo scrive:
            Re: Bugia
            - Scritto da: frizzo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo






            se vuoi continuare a dire cretinate fai



            pure...ricorda che a furia di ripetertelo
            però



            non diventa realtà



            e ricordati pure di avvisare stallman che si

            sta



            disperando per cercare di far rilasciare le



            specifiche dei device per poter dare modo
            alla



            comunità oss di produrre i driver visto che
            le



            aziende non lo fanno...avviso perchè a
            sentire


            te



            ha preso un colpo di sole
















            .. certo NON riconosce TUTTO,ma tu riesci
            ad




            immaginare windows senza DRIVERS?modem



            USB?schede




            video?







            ma che stai dicendo?








            la mia debian mi ha accellerato la radeon




            9200,







            pensa tu linux migliora pure l'hw :D



            quello che dici sia successo a te non conta



            niente....al resto del mondo linux non

            riconosce



            2 periferiche su 3 e questo lo sa persino



            stallman che sta facendo pressioni sulle


            hw-house





            ZITTO , non dire boiate.



            la verità brucia vero?


            guarda che avete detto entrambi fesserie,ma tu di
            più











            riconosciuto l'audio e tutto il resto SOLO




            con i moduli del kernel.




            Il fatto che tu non abbia mai ricompilato







            rintanati in cantina linaro analfabeta!



            il fatto che da me come nel resto del mondo


            linux



            non supporti le periferiche non significa
            che


            non



            ho mai ricompilato un kernel...e se l'os non



            supporta le periferiche puoi ricompilare
            fino



            all'orgasmo ma la periferica non va








            IGNORANTE può essere che il modulo NON sia


            caricato ma sia presente.



            ignorante sei tu

            sei la periferica non è supportata non è

            supportata punto e basta!

            e tante periferiche non lo solo ricompilazione o

            no!


            qui hai ragione,ma il kernel di linux riconosvce
            molto di più

            ,















            il




            kernel(e quindi non sai cosa c'è dentro







            ecco un'altro linaro che suppongo abbia
            letto



            tutto il kernel.



            quante righe di codice ci sono?



            quante ne hai lette?





            ho ricompilato il kernel e so cosa c'è dentro



            bravo hai vinto un pinguino di peluche













            )non ti




            autorizza a sparare cretinate.







            le cretinate le stai sparanto tu ma credo
            che


            per



            te sia uno stile di vita








            LINUX RICONOSCE MOLTO PI§ DI WINDOWS







            si nella tua cantina e con hw comprato su

            misura



            per linux....la realtà però e molto diversa








            NO,infatti la radeon e linux non vanno


            d'amore....i drivers della casa radeon sono


            pessimi,










            (winmodem a parte,ma per questi non
            esistono




            specificge aperte ed è quindi impossibile




            implementarli)







            ricompila il kernel adesso ma non caricare
            il



            modulo: jjgf6he_grtusn.hjut.po che in
            italiano



            sta per 'diciamo due cretinate su windows
            per


            far



            sembrare bello linux'











            ALLORA,prendi un so windows e installalo.


            la scheda video aati 9200 funziona? NO!



            non ho l'ati 9200 ma credo proprio che funzioni

            visto che l'ati da i driver

            i driver ati fanno letteralmente schifo.io
            preferisco i moduli open nel kernel.il fatto che i driver ati e i katalist (o come diavolo si chiamino i driver di supporto per schede ati) siano poco performanti pare poco credibile onestamente, visto che parliamo di un'azienda leader.....cmq il fatto che tu preferisca i moduli kernel è ben diverso da: 'ALLORA,prendi un so windows e installalo. la scheda video aati 9200 funziona? NO!'






            IL modem USB?



            lo sto usando in questo momento




            NO!



            tutti quei pezzi gnu/linux li vede,windows no.che pezzi? i modem usb?ti ripeto: uso un modem usb per connettermi e windows lo vede benessimo






            (mentre gnu/linux supporta un tot di modem USB


            la mia scheda audio integrata(abit an7)? NO


            la mia scheda tv (marca sconosciuta regalata
            da


            un amico)? NO.


            LA MIA STAMPANTE HP LA RICONOSCE WINDOWS??



            penso proprio di si povero ignorante



            ha detto la verità:gnu/linux riconosce queste
            periferiche,windows no.ma fammi il piacere.







            NONONONONONOONONONO





            zitto zittto ZITTO



            si adesso ricompilati il cervello si sa mai che

            il modulo c'era ma non era caricato

            bello offendere gratuite?dopo 2 giorni che mi si offende solo non farei tanto il sensibile specie se vieni a dire idiozie che persino stallman smentisce...vuoi spendere due righe di post a spiegare a noi poveri ebeti perchè stallman si sta disperando per cercare di far rilasciare le specifiche hw per produrre driver se, come dici tu, invece linux supporta più hw di windows?stai solo raccontando frottole
            non hai latri
            moitivazioni ed offendi?bella figura winarobella figura tu linaro a prendere per il sedere mezzo mondo con la storiella che linux riconosce più hw di windows....ma mi sa che sei quello che lascia i post a metà dopo aver detto paroloni che non sai giustificare.....
          • frizzo scrive:
            Re: Bugia

            dopo 2 giorni che mi si offende solo non farei
            tanto il sensibile specie se vieni a dire idioziese uno dice ignorante non ti offende,se uno dice cretino di offende.
            che persino stallman smentisce...vuoi spendere
            due righe di post a spiegare a noi poveri ebeti
            perchè stallman si sta disperando per cercare dichiaro che vi è un problema di fondo(non tutte le case rilasciando drivers ed alcune non rilasciano neanche le specifiche...prendi i winmodem per esempio),però prendi il kernel di linux e quello di windows:il primo riconosce mooooolto di più.Windows campa sui drivers esterni, che non sempre esistono per linux(infatti la comunità si deve arrangiare da sola:vedi centrino o eciadl o egale ..potrei darti un sacco di esempi)Chiaramente si spera che le case si ricordino di dare qualche drivers(onon può essere che linux deve fare tutto da solo..attualmente mi ricoosce anche la scheda tv ma non può riconoscere TUTTE le schede tv...ti posso direlinux riconosce tutte le periferiche che ho,windows si e no il 20%,logicamente però quando vado a fare una scansione con lo scanner ho MOLTE meno opzioni di quando la facevo con windows ... però almeno la periferica funziona:su WIndows senza i drivers della casa l'accrocchio non funzionerebbe proprio.Per)Per questa ragione ATTUALMENTE il supporto nativo del kernel di linux è
            kernel di windows.FINE...puoi girarla come vuoi,è la verità
            far rilasciare le specifiche hw per produrre
            driver se, come dici tu, invece linux supporta
            più hw di windows?
            stai solo raccontando frottole


            non hai latri

            moitivazioni ed offendi?bella figura winaro

            bella figura tu linaro a prendere per il sedere
            mezzo mondo con la storiella che linux riconosce
            più hw di windows....ma mi sa che sei quello che
            lascia i post a metà dopo aver detto paroloni che
            non sai giustificare.....dicevi scusa?==================================Modificato dall'autore il 16/10/2005 10.28.20==================================Modificato dall'autore il 16/10/2005 10.29.42
          • Anonimo scrive:
            Re: Bugia
            - Scritto da: frizzo

            dopo 2 giorni che mi si offende solo non farei

            tanto il sensibile specie se vieni a dire
            idiozie

            se uno dice ignorante non ti offende,se uno dice
            cretino di offende.


            che persino stallman smentisce...vuoi spendere

            due righe di post a spiegare a noi poveri ebeti

            perchè stallman si sta disperando per cercare di

            chiaro che vi è un problema di fondo(non tutte le
            case rilasciando drivers ed alcune non rilasciano
            neanche le specifiche...prendi i winmodem per
            esempio),però prendi il kernel di linux e quello
            di windows:il primo riconosce mooooolto di più.
            Windows campa sui drivers esterni,ma che arrampicata sugli specchi è?il meccanismo dei driver è sicuramente più produttivo di quello del riconoscimento da kernel....poi se per vedere il 99% dell'hw esistente windows si serve di driver o kernel non che alla gente freghi molto.....invece linux che di driver non ne ha poi molti riesci si e no a gestire il 10% dell'hw esistente
            che non sempre
            esistono per linux(infatti la comunità si deve
            arrangiare da sola:vedi centrino o eciadl o egale
            ..potrei darti un sacco di esempi)
            Chiaramente si spera che le case si ricordino di
            dare qualche drivers(onon può essere che linux
            deve fare tutto da solo..attualmente mi ricoosce
            anche la scheda tv ma non può riconoscere TUTTE
            le schede tv...ti posso direlinux riconosce tutte
            le periferiche che ho,windows si e no il
            20%,logicamente però quando vado a fare una
            scansione con lo scanner ho MOLTE meno opzioni di
            quando la facevo con windows figuriamoci cosette da poco no?
            ... però almeno la
            periferica funziona:su WIndows senza i drivers
            della casa l'accrocchio non funzionerebbe
            proprio.Per)senza non funzionerebbe...siccome poi i drivers ci sono funziona anche meglio che su linux....capisci che alla gente (me compreso) di spalare merda su linux non frega niente ma neanche frega di osannarlo quindi se 2/3 dell'hw che ho non vanno su linux o come è successo a te vanno peggio che su windows prendo linux e lo destino alla ortiche
            Per questa ragione ATTUALMENTE il supporto
            nativo del kernel di linux è
            kernel di
            windows.FINE...puoi girarla come vuoi,è la veritàè una verità del piffero.la gente non si eccita con il kernel.e se il kernel supporta più hw del jernel di windows non frega a nessuno perchè con i driver alla mano linux non supporta neanche 1/10 dell'hw di windows.smettila di ragionare in termini di kernel che fa solo figo nei lug ma non serve a niente.


            far rilasciare le specifiche hw per produrre

            driver se, come dici tu, invece linux supporta

            più hw di windows?

            stai solo raccontando frottole




            non hai latri


            moitivazioni ed offendi?bella figura winaro



            bella figura tu linaro a prendere per il sedere

            mezzo mondo con la storiella che linux riconosce

            più hw di windows....ma mi sa che sei quello che

            lascia i post a metà dopo aver detto paroloni
            che

            non sai giustificare.....


            dicevi scusa?dicevo che ti arrampichi sugli specchi.il sistema windows di gestione periferiche passa per i driver quindi si parla di windows con driver....e windows con driver se lo mangia a colazione il supporto che linux ha per le periferiche.


            ==================================
            Modificato dall'autore il 16/10/2005 10.28.20


            ==================================
            Modificato dall'autore il 16/10/2005 10.29.42
          • Anonimo scrive:
            Re: Bugia [OT]
            - Scritto da: frizzo
            Scritto da: Anonimo

            non ho l'ati 9200 ma credo proprio che funzioni

            visto che l'ati da i driver

            i driver ati fanno letteralmente schifo.
            io preferisco i moduli open nel kernel.Io devo ancora capire cosa hanno i driver ATI-fglrx che non vanno.Ok, non sono ottimizzati come i driver dell'NVidia, ma sono sempre più potenti di quelli del kernel.
          • frizzo scrive:
            Re: Bugia
            - Scritto da: Zeross
            - Scritto da: frizzo

            inoltre nella prima parte c'è scritto che i 6

            errorri critici trovati sono stati corretti...

            in altre parole Zeross si è auto-affossato con

            le proprie mani!!!

            Si, se la vedi con l'ottica "il mio è più grande
            del tuo" allora hai pienamente ragione, mi sono
            auto-affossato.

            Nel bene o nel male quelli che ho riportato, per
            me, sono fatti... e mi pare siano più importanti
            questi che tante altre parole.
            fatti?che il codice forse è scrtitto male in 1000 punti?possibilissimo!!!è scritto da mortali..Però almeno sono noti i punti "fatti male" (che non si sa cosa vuol dire poi.....)Che le 6 falle critiche trvate sono state corrette ... FATTI
            Non si tratta di una gara, ma un semplice
            richiamo a pensare prima a casa propria, prima di
            dire beo su altre cose.cioè che il kernel 2.6 attualmente ha 26 falle lowcritical.fatti ... non le falle crticial aperte suil tuo windowx-closed(dove nessuno può dire "quella riga è scritta male") perchè nessuno lo vede.
            Poi, ripeto, se la volete vedere come "il mio è
            più grande del tuo", liberi di farlo, ci
            mancherebbe... ma a mio parere sarebbe abbastanza
            infantile, vedete voi...==================================Modificato dall'autore il 15/10/2005 10.31.46
  • Anonimo scrive:
    E quindi?
    E allora? Cosa dobbiamo fare? Nascondere la testa come gli struzzi e tornare indietro?Queste dichiarazioni lasciano il tempo che trovano... Parole al vento... Tempo sprecato e pubblicità gratuita!
  • Anonimo scrive:
    Il vero virus è linux
    CDOBen vengano allora dei virus per levarcelo per sempre dai piedi.Forza cantinari continuate così.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il vero virus è linux
      - Scritto da: Anonimo
      CDO

      Ben vengano allora dei virus per levarcelo per
      sempre dai piedi.

      Forza cantinari continuate così.E vai con il trolling......(troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: Il vero virus è linux
      - Scritto da: Anonimo
      CDO

      Ben vengano allora dei virus per levarcelo per
      sempre dai piedi.

      Forza cantinari continuate così.Cosa ti è successo, non sei riuscito a installare l'ultimo tema per Windows Xp(iracy)?Adesso torna a spararti un gestionale in VB.NETCiao (troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)
    • lele2 scrive:
      Re: Il vero virus è linux
      - Scritto da: Anonimo
      CDO

      Ben vengano allora dei virus per levarcelo per
      sempre dai piedi.

      Forza cantinari continuate così.per caso non sei riuscito a installare l'ultima mandrake!!!rosica rosicama che ti rispondo a fare....
      • Anonimo scrive:
        Re: Il vero virus è linux
        - Scritto da: lele2

        - Scritto da: Anonimo

        CDO



        Ben vengano allora dei virus per levarcelo per

        sempre dai piedi.



        Forza cantinari continuate così.

        per caso non sei riuscito a installare l'ultima
        mandrake!!!
        rosica rosica
        ma che ti rispondo a fare....Io al posto vostro, cari cantinari capelloni, mi sento + tranquillo con microsoft perché almeno io so di chi è la responsabilità di qualche bug; ancora devo capire di chi è la colpa nel caso di qualche falla su linux! Posso prendermela con zio Bill ma nel caso vostro?secondo me è più sicura una "signorina" che frequenta l'EUR a Roma che non un Utonto Linzozz
        • Anonimo scrive:
          Re: Il vero virus è linux
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: lele2

          - Scritto da: Anonimo


          CDO


          Ben vengano allora dei virus per


          levarcelo per sempre dai piedi.


          Forza cantinari continuate così.

          per caso non sei riuscito a installare

          l'ultima mandrake!!!

          rosica rosica

          ma che ti rispondo a fare....
          Io al posto vostro, cari cantinari capelloni,
          mi sento + tranquillo con microsoft perché
          almeno io so di chi è la responsabilità di
          qualche bug;
          ancora devo capire di chi è la colpa nel
          caso di qualche falla su linux! Posso
          prendermela con zio Bill ma nel caso vostro?Quindi in termini pratici come si riflette questo, a parte far arrivare le patch con piu' ritardo ?Se ti crasha un server aziendale e perdi qualche centinaio di migliaia di euro che fai ? Chiami Bill ? Lo denunci ? Metti la sua foto sul punchball quando vai in palestra la sera ?Lo aspetti fuori ?
          secondo me è più sicura una "signorina" che
          frequenta l'EUR a Roma che non un Utonto
          LinzozzSi vede che le conosci bene :-D
        • jojoman scrive:
          Re: Il vero virus è linux
          - Scritto da: Anonimo

          Io al posto vostro, cari cantinari capelloni, mi
          sento + tranquillo con microsoft perché almeno io
          so di chi è la responsabilità di qualche bug;
          ancora devo capire di chi è la colpa nel caso di
          qualche falla su linux! Posso prendermela con zio
          Bill ma nel caso vostro?

          secondo me è più sicura una "signorina" che
          frequenta l'EUR a Roma che non un Utonto LinzozzTralasciando i sarcasmi, la responsabilità (le colpe non esistono, a quanto mi è sempre stato insegnato) dei bugs è di chi sviluppa il codice, ossia, nel caso del software libero, dell'INTERA comunità. Si chiama responsabilizzazione, ed è un processo che aiuta a maturare le persone. E, ti assicuro, di maturare c'è chi ne avrebbe un gran bisogno.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il vero virus è linux
            Ok, sarcasmo a parte, secondo me il problema della sicurezza che si traduce poi nel minimizzare i bugs/falle di un software è la sfida dei prossimi anni. Con del software sempre più complesso ed orientato alla grande Rete le softwarehouse dovranno dotarsi di tutte le risorse umane/economiche per fronteggiare questa sfida.Allo stato attuale a me sembra che solo microsoft si stia impegnando in questo senso e trovo sicuramente positiva la nascita di Vista come del primo OS orientato alla sicurezza dell'Utente.Non nascondo che gli OS di MS abbiano dei bei bugs ma almeno questi vengono resi pubblici. Non mi pare allo stato attuale che quelli su OSX o su Linux abbiano lo stesso risalto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il vero virus è linux
            - Scritto da: Anonimo
            Ok, sarcasmo a parte, secondo me il
            problema della sicurezza che si traduce
            poi nel minimizzare i bugs/falle di un
            software è la sfida dei prossimi anni.
            Con del software sempre più complesso
            ed orientato alla grande Rete le
            softwarehouse dovranno dotarsi di tutte le
            risorse umane/economiche per fronteggiare
            questa sfida.Guarda che i virus ci sono dai tempi dell'Amiga, non li ha inventati M$.
            Allo stato attuale a me sembra che solo
            microsoft si stia impegnando in questo
            senso e trovo sicuramente positiva la
            nascita di Vista come del primo OS
            orientato alla sicurezza dell'Utente.Visto che in tutti i precedenti sistemi operativi non se ne e' mai occupata molto era ora che si decidesse a recuperare terreno.
            Non nascondo che gli OS di MS abbiano
            dei bei bugs ma almeno questi vengono
            resi pubblici. Non mi pare allo stato attuale
            che quelli su OSX o su Linux abbiano lo
            stesso risalto.Forse dovresi imparare a usare google.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il vero virus è linux
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            Ok, sarcasmo a parte, secondo me il

            problema della sicurezza che si traduce

            poi nel minimizzare i bugs/falle di un

            software è la sfida dei prossimi anni.

            Con del software sempre più complesso

            ed orientato alla grande Rete le

            softwarehouse dovranno dotarsi di tutte le

            risorse umane/economiche per fronteggiare

            questa sfida.

            Guarda che i virus ci sono dai tempi dell'Amiga,
            non li ha inventati M$.


            Allo stato attuale a me sembra che solo

            microsoft si stia impegnando in questo

            senso e trovo sicuramente positiva la

            nascita di Vista come del primo OS

            orientato alla sicurezza dell'Utente.

            Visto che in tutti i precedenti sistemi operativi
            non se ne e' mai occupata molto era ora che si
            decidesse a recuperare terreno.


            Non nascondo che gli OS di MS abbiano

            dei bei bugs ma almeno questi vengono

            resi pubblici. Non mi pare allo stato attuale

            che quelli su OSX o su Linux abbiano lo

            stesso risalto.

            Forse dovresi imparare a usare google.cantinaros, google impara ad usarlo te
          • Anonimo scrive:
            Re: Il vero virus è linux
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Non nascondo che gli OS di MS abbiano


            dei bei bugs ma almeno questi vengono


            resi pubblici. Non mi pare allo stato attuale


            che quelli su OSX o su Linux abbiano lo


            stesso risalto.

            Forse dovresi imparare a usare google.
            cantinaros, google impara ad usarlo teSei tu quello che non trova quello che cerca.
          • Mechano scrive:
            Re: Il vero virus è linux
            - Scritto da: Anonimo
            Non nascondo che gli OS di MS abbiano dei bei
            bugs ma almeno questi vengono resi pubblici. Non
            mi pare allo stato attuale che quelli su OSX o su
            Linux abbiano lo stesso risalto.I bug di Linux e di tutti suoi software vengono tutti resi pubblici ed è grazie all'enorme documentazione e test che vengono fatti che vengono risolti velocemente.Quelli dei prodotti M$ anche se vengono resi pubblici è comunque solo M$ a poterli sistemare.E li si stema coi suoi tempi e se vuole.Perchè per esempio un bug importante in WMP non lo ha risolto finchè toccava solo gli utenti del P2P e di file di dubbia provenienza, e lo ha risolto solo quando si è scoperto che lo stesso bug permetteva di aggirare il sistema DRM.Quindi le è importato correggere il bug solo nel momento in cui ha toccato il suo portafogli...Insomma un'azienda che ispira fiducia, anche con tutti gli spyware che essa stessa mette nei suoi prodotti sia per uso commerciale che per conto del governo americano.--Mr. Mechano
        • Mechano scrive:
          Re: Il vero virus è linux
          - Scritto da: Anonimo
          Io al posto vostro, cari cantinari capelloni, mi
          sento + tranquillo con microsoft perché almeno io
          so di chi è la responsabilità di qualche bug;
          ancora devo capire di chi è la colpa nel caso di
          qualche falla su linux! Posso prendermela con zio
          Bill ma nel caso vostro?Quindi ti accontenti del solo saperlo?Hai mai letto una licenza del software che compri?Hai mai letto la sezione di esonero delle resposabilità? E che l'apertura della busta per l'installazione del software comporta l'accettazione di tutti i punti della licenza?La M$ e qualsiasi azienda di software non si assume nessuna responsabilità per i danni causati dai suoi software.Dall'uscita di Winzozz XP invece ti rimborsa $5. Le foto e i filmati della tua vita, il tuo lavoro e i tuoi documenti, per M$ valgono $5.
          secondo me è più sicura una "signorina" che
          frequenta l'EUR a Roma che non un Utonto LinzozzBattuta che denota il tuo livello socio-culturale...--Mr. Mechano
          • Anonimo scrive:
            Re: Il vero virus è linux
            L'ignoranza mi sconvolge.E mi rassicura, perchè finchè gente del genere resterà a Windows sicuramente Linux sarà un passo più avanti.Nella sicurezza.smackie
          • Anonimo scrive:
            Re: Il vero virus è linux

            Battuta che denota il tuo livello
            socio-culturale...

            --
            Mr. MechanoAdesso andiamo sul personale, vero?Mi fai semplicemente pena
  • AnyFile scrive:
    aumento del mercato
    Viene da chiedersi se non sia piuttosto che tutto cio' dipenda dal fatto che l'aumento della quota di mercato che utilizza linux giustifichi lo sviluppo e la promozione di un software antivirus per linux.Domandina: se attualmente non ci sono virus per linux, quali firme cerca l'antivirus per linux?
    • Giambo scrive:
      Re: aumento del mercato
      - Scritto da: AnyFile
      Domandina: se attualmente non ci sono virus per
      linux, quali firme cerca l'antivirus per linux?Lo dice l'articolo: L'antivirus per Linux para il culo a Windows ,,,
      • Anonimo scrive:
        Re: aumento del mercato
        - Scritto da: Giambo

        - Scritto da: AnyFile


        Domandina: se attualmente non ci sono virus per

        linux, quali firme cerca l'antivirus per linux?
        Errore: i virus per linux ci sono. E se non si sta attenti fanno molto male.
        • jojoman scrive:
          Re: aumento del mercato
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Giambo



          - Scritto da: AnyFile




          Domandina: se attualmente non ci sono virus
          per


          linux, quali firme cerca l'antivirus per
          linux?



          Errore: i virus per linux ci sono. E se non si
          sta attenti fanno molto male.I virus per GNU/Linux ci sono? Virus virus??? Se mi parli di backdoors, ok, ci saranno pure, ma virus proprio???Facciamo una cosa: invece di pontificare con aria da guru informatico che non condivide la propria alta conoscenza con gli altri, perchè non fornisci qualche link autorevole che possa avvalorare la grave affermazione che hai fatto?E già che ci sei, perchè non ti registri a Punto Informatico?==================================Modificato dall'autore il 14/10/2005 12.11.25
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: jojoman
            I virus per GNU/Linux ci sono? Virus virus??? Se
            mi parli di backdoors, ok, ci saranno pure, ma
            virus proprio???guarda che col termine virus si intende genericamente: virus, trojan, backdoor, rootkit, ecc.http://www.viruslist.com/en/viruslistfind?words=linux&page=1
        • Giambo scrive:
          Re: aumento del mercato
          - Scritto da: Anonimo


          Domandina: se attualmente non ci sono virus
          per


          linux, quali firme cerca l'antivirus per
          linux?



          Errore: i virus per linux ci sono. E se non si
          sta attenti fanno molto male.Ah si ? Spiega, spiega ...
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: Giambo
            Ah si ? Spiega, spiega ...http://www.viruslist.com/en/viruslistfind?words=linux&page=1sono 80 pagine con più di 800 virus per linux, e non è nemmeno detto che sia un sito esaustivo
          • Giambo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: Anonimo

            Ah si ? Spiega, spiega ...

            http://www.viruslist.com/en/viruslistfind?words=li
            sono 80 pagine con più di 800 virus per linux,No. Un DDos non e' un Virus. Neppure una backdoor lo e'. Un trojan ? No, non lo e', e neppure un rootkit.Inoltre per ognuno di questi non c'e' descrizione alcuna di cosa sia.Hai qualcosa di meglio ?
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: Giambo
            No. Un DDos non e' un Virus. Neppure una backdoor
            lo e'. Un trojan ? No, non lo e', e neppure un
            rootkit.
            Inoltre per ognuno di questi non c'e' descrizione
            alcuna di cosa sia.

            Hai qualcosa di meglio ?il sito elenca chiaramente i virus per linux, se avete le fette di salame sugli occhi o vi sentite eterni su quegli allori non è colpa mia
          • frizzo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Giambo

            No. Un DDos non e' un Virus. Neppure una
            backdoor

            lo e'. Un trojan ? No, non lo e', e neppure un

            rootkit.

            Inoltre per ognuno di questi non c'e'
            descrizione

            alcuna di cosa sia.



            Hai qualcosa di meglio ?

            il sito elenca chiaramente i virus per linux, se
            avete le fette di salame sugli occhi o vi sentite
            eterni su quegli allori non è colpa miasenti,te lo spieghiamo ancora una volta:conosci la differenza tra backdor,virus,trojan,rotkit? INFORMATI!!!!(troll)(troll2)(troll3)(troll4)(troll4)
          • frizzo scrive:
            Lezione di inforamtica sui "virus"
            http://it.wikipedia.org/wiki/BackdoorLe backdoor in informatica sono paragonabili a porte di servizio che consentono di superare in parte o in toto le procedure di sicurezza attivate in un sistema informatico.Queste "porte" possono essere intenzionalmente create dai gestori del sistema informatico per permettere una più agevole opera di manutenzione dell'infrastruttura informatica, e più spesso da cracker intenzionati a manomettere il sistema. Possono anche essere installate autonomamente da alcuni malware (come virus, worm o trojan), in modo da consentire ad un utente esterno di prendere il controllo remoto della macchina senza l'autorizzazione del proprietario.Un esempio celebre è il programma Back orifice, che attiva una backdoor sul sistema in cui viene installato, dando la possibilità a chiunque ne conosca l'indirizzo di controllare la macchina.Oltre ad essere molto pericolosi per l'integrità delle informazioni presenti sul sistema, le backdoor installate dai virus possono essere utilizzate per condurre degli attacchi di tipo DDoS.TEORICAMENTE,su linux esistono questi problemi,######################VIrusNell'ambito dell'informatica un virus è un frammento di software, appartenente alla categoria dei malware, che è in grado, una volta eseguito, di infettare dei file in modo da riprodursi facendo copie di se stesso, generalmente senza farsi rilevare dall'utente. I virus possono essere o non essere direttamente dannosi per il sistema operativo che li ospita, ma anche nel caso migliore comportano un certo spreco di risorse in termini di RAM, CPU e spazio sul disco fisso.LINUX NE E' PRATICAMENTE IMMUNENell'uso comune il termine virus viene frequentemente usato come sinonimo di malware, indicando quindi di volta in volta anche categorie di "infestanti" diverse, come ad esempio worm, trojan o dialer. ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^#######################TrojanUn trojan, contrazione del termine inglese trojan horse (Cavallo di Troia), è un programma per computer che contiene funzionalità maliziose note a chi lo ha programmato, ma non all'utente. In questo modo, come con il mitico stratagemma adottato da Ulisse, la vittima è indotta a far entrare il programma nella città, ossia, fuor di metafora, ad eseguire il programma.I trojan non si diffondono autonomamente come i virus o i worm, quindi richiedono un intervento diretto dell'attaccante per far giungere l'eseguibile malizioso alla vittima. Spesso è la vittima stessa a ricercare e scaricare un trojan sul proprio computer, dato che i cracker amano inserire queste "trappole" ad esempio nei videogiochi piratati, che in genere sono molto richiesti.Un trojan può contenere qualsiasi tipo di istruzione maliziosa. Spesso i trojan sono usati come veicolo alternativo ai worm e ai virus per installare delle backdoor o dei keylogger sui sistemi bersaglio.TEORICAMENTE,su linux esistono questi problemi.##################HAI CAPITO ORA?come sono buono...ti ho evitato la fatica di cercare..ora se tu sei IGNORANTE (nel senso che non conosci) e chiamo virus TUTTO......
          • Anonimo scrive:
            Re: Lezione di inforamtica sui "virus"
            - Scritto da: frizzo
            HAI CAPITO ORA?
            come sono buono...ti ho evitato la fatica di
            cercare..
            ora se tu sei IGNORANTE (nel senso che non
            conosci) e chiamo virus TUTTO......quindi stai dicendo che quel sito che elenca i virus per linux dice fesserie? :|
          • frizzo scrive:
            Re: Lezione di inforamtica sui "virus"
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: frizzo

            HAI CAPITO ORA?

            come sono buono...ti ho evitato la fatica di

            cercare..

            ora se tu sei IGNORANTE (nel senso che non

            conosci) e chiamo virus TUTTO......

            quindi stai dicendo che quel sito che elenca i
            virus per linux dice fesserie? :|se uno dice che un xploit è un virus...quanto meno non è preciso!n exploit(come un bacckdoor non è un virus)==================================Modificato dall'autore il 16/10/2005 10.43.05
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: frizzo
            senti,te lo spieghiamo ancora una volta:
            conosci la differenza tra
            backdor,virus,trojan,rotkit? INFORMATI!!!!sono tutti ugualmente pericolosi e vengono classificati genericamente con il termine di virus.
          • Giambo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: Anonimo

            No. Un DDos non e' un Virus. Neppure una
            backdoor

            lo e'. Un trojan ? No, non lo e', e neppure un

            rootkit.

            Inoltre per ognuno di questi non c'e'
            descrizione

            alcuna di cosa sia.



            Hai qualcosa di meglio ?

            il sito elenca chiaramente i virus per linuxNo, non sono Virus. Se non sai la differenza tra un Virus e un Trojan o tra una backdoor e un rootkit, allora informati.
            se
            avete le fette di salame sugli occhi o vi sentite
            eterni su quegli allori non è colpa miaLa tua colpa e' che sei ignorante.
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: Giambo
            No, non sono Virus. Se non sai la differenza tra
            un Virus e un Trojan o tra una backdoor e un
            rootkit, allora informati.quindi stai dicendo che quel sito che elenca i virus per linux è incompetente? :| :| :|
          • Rex1997 scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Giambo

            No, non sono Virus. Se non sai la differenza tra

            un Virus e un Trojan o tra una backdoor e un

            rootkit, allora informati.

            quindi stai dicendo che quel sito che elenca i
            virus per linux è incompetente? :| :| :|Non è che l'incompetente sei tu che cerchi a tutti i costi di dire cose che non sono?Il sito elenca in modo generico le possibili strade per corrompere un sistema GNU/Linux, non i virus per detto OS...le cose mi sembrano un po' diverse.Se poi chi ha fatto il sito l'ha chiamato anythings.virus.qualcosa la giustificazione di questa leggereza nell'uso dei termini forse la deve fornire lui, non chi ti risponde citando le definizione dei termini.Ne convieni? :)==================================Modificato dall'autore il 16/10/2005 18.57.44
      • Anonimo scrive:
        Re: aumento del mercato
        - Scritto da: Giambo
        Lo dice l'articolo: L'antivirus per Linux para il
        culo a Windows ,,,e queste 80 pagine con più di 800 virus per linux che cosa sono?http://www.viruslist.com/en/viruslistfind?words=linux&page=1
        • Anonimo scrive:
          Re: aumento del mercato
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Giambo

          Lo dice l'articolo: L'antivirus per Linux para
          il

          culo a Windows ,,,

          e queste 80 pagine con più di 800 virus per linux
          che cosa sono?
          http://www.viruslist.com/en/viruslistfind?words=liSecondo quel link tutti le distro linux dovrebbero oramai essere infettate e piene di virus. Come mai non accade.Ps: ho dato una veloce lettura alle pagine del link, molte pagine sono piene di articoli.
          • frizzo scrive:
            Re: aumento del mercato
            http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1165729&tid=1165323&p=1&r=PI#1165729questo trolletto è proprio insistente!==================================Modificato dall'autore il 15/10/2005 15.07.45
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: frizzo
            questo trolletto è proprio insistente!toglietevi quelle fette di salame che avete sugli occhi, il sito si chiama virus, la pagina elenca esplicitamente i virus per linux. Pure questo dovete smentire? Che coraggio che avete.... Togliti dalla mente la parola troll che non vuol dire nulla.
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: frizzo

            questo trolletto è proprio insistente!

            toglietevi quelle fette di salame che avete sugli
            occhi, il sito si chiama virus, la pagina elenca
            esplicitamente i virus per linux. Pure questo
            dovete smentire? Che coraggio che avete....
            Togliti dalla mente la parola troll che non vuol
            dire nulla.si ma è molto comoda per chiudere i discorsi quando non si hanno argomentazioni.certo che smentiscono tutto su tutto...da persone cresciute a suon di convegnio dove si incita alla guerra santa contro il capitalismo delle multinazionali cosa vuoi aspettarti se non un comportamento fanatico
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: frizzo


            questo trolletto è proprio insistente!



            toglietevi quelle fette di salame che avete
            sugli

            occhi, il sito si chiama virus, la pagina elenca

            esplicitamente i virus per linux. Pure questo

            dovete smentire? Che coraggio che avete....

            Togliti dalla mente la parola troll che non vuol

            dire nulla.

            si ma è molto comoda per chiudere i discorsi
            quando non si hanno argomentazioni.
            certo che smentiscono tutto su tutto...da persone
            cresciute a suon di convegnio dove si incita alla
            guerra santa contro il capitalismo delle
            multinazionali cosa vuoi aspettarti se non un
            comportamento fanaticosei a corto di parole dopo che hanno dimostrato che backdoor NON è un virus?abbi l'umiltà di affermare di aver sbagliato.
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: frizzo



            questo trolletto è proprio insistente!





            toglietevi quelle fette di salame che avete

            sugli


            occhi, il sito si chiama virus, la pagina
            elenca


            esplicitamente i virus per linux. Pure questo


            dovete smentire? Che coraggio che avete....


            Togliti dalla mente la parola troll che non
            vuol


            dire nulla.



            si ma è molto comoda per chiudere i discorsi

            quando non si hanno argomentazioni.

            certo che smentiscono tutto su tutto...da
            persone

            cresciute a suon di convegnio dove si incita
            alla

            guerra santa contro il capitalismo delle

            multinazionali cosa vuoi aspettarti se non un

            comportamento fanatico

            sei a corto di parole dopo che hanno dimostrato
            che backdoor NON è un virus?abbi l'umiltà di
            affermare di aver sbagliato.non ho la più pallida idea di cosa stai dicendo!abbi l'umilta di ammettere che secunia, viruslist, mcafee, symantec, avg hanno molta più competenza di te e che portano fatti (numeri matematici) non chiacchiere da fanatico religioso
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo







            - Scritto da: frizzo




            questo trolletto è proprio insistente!







            toglietevi quelle fette di salame che avete


            sugli



            occhi, il sito si chiama virus, la pagina

            elenca



            esplicitamente i virus per linux. Pure
            questo



            dovete smentire? Che coraggio che avete....




            Togliti dalla mente la parola troll che non

            vuol



            dire nulla.





            si ma è molto comoda per chiudere i discorsi


            quando non si hanno argomentazioni.


            certo che smentiscono tutto su tutto...da

            persone


            cresciute a suon di convegnio dove si incita

            alla


            guerra santa contro il capitalismo delle


            multinazionali cosa vuoi aspettarti se non un


            comportamento fanatico



            sei a corto di parole dopo che hanno dimostrato

            che backdoor NON è un virus?abbi l'umiltà di

            affermare di aver sbagliato.

            non ho la più pallida idea di cosa stai dicendo!
            abbi l'umilta di ammettere che secunia,
            viruslist, mcafee, symantec, avg hanno molta più
            competenza di te e che portano fatti (numeri
            matematici) non chiacchiere da fanatico religiosocambi discorso quando hai torto, eh? (rotfl) .
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo







            - Scritto da: Anonimo









            - Scritto da: frizzo





            questo trolletto è proprio insistente!









            toglietevi quelle fette di salame che
            avete



            sugli




            occhi, il sito si chiama virus, la pagina


            elenca




            esplicitamente i virus per linux. Pure

            questo




            dovete smentire? Che coraggio che
            avete....






            Togliti dalla mente la parola troll che
            non


            vuol




            dire nulla.







            si ma è molto comoda per chiudere i discorsi



            quando non si hanno argomentazioni.



            certo che smentiscono tutto su tutto...da


            persone



            cresciute a suon di convegnio dove si incita


            alla



            guerra santa contro il capitalismo delle



            multinazionali cosa vuoi aspettarti se non
            un



            comportamento fanatico





            sei a corto di parole dopo che hanno
            dimostrato


            che backdoor NON è un virus?abbi l'umiltà di


            affermare di aver sbagliato.



            non ho la più pallida idea di cosa stai dicendo!

            abbi l'umilta di ammettere che secunia,

            viruslist, mcafee, symantec, avg hanno molta più

            competenza di te e che portano fatti (numeri

            matematici) non chiacchiere da fanatico
            religiososymantec , avg DEVONO VENDERE IL LORO PRODOTTO....compreresti un antivurs se la casa ti dice:non ne hai bisogno????????Per Linux non ho ancora trovato virus.Smettila di dire cretinate per favore....ti posso riportare il link di Debian e quello di XP di falle aperte se ti interessawindows si e no 5 programmihttp://secunia.com/product/16/Microsoft Windows XP Home Edition with all vendor patches installed and all vendor workarounds applied, is currently affected by one or more Secunia advisories rated Highly criticalDebian 16000 prgrammiebian GNU/Linux 3.1 with all vendor patches installed and all vendor workarounds applied, is currently affected by one or more Secunia advisories rated Less critical http://secunia.com/product/5307/il sito cui fai affiddamento per i "fantomatici virus" non lo trovo attendibile visto che parla backdoor / exploit classificandoli virusbasta?
          • Anonimo scrive:
            9 --
          • Anonimo scrive:
            9 --
          • Anonimo scrive:
            9 --
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: Anonimo
            la gravità non conta?inoltre il kenrel di linux
            contiene molto di piùquesta poi è bella, in quanto in un post precedente non mi ricordo dove, c'è un linuxiano che invece afferma il contrario dicendo che windows è più insicuro perchè ha più cose nel suo kernel. Almeno mettetevi daccordo altrimenti rischiate figure di cac.. come questa ;)
          • frizzo scrive:
            9 --
          • Anonimo scrive:
            9 --
          • frizzo scrive:
            9 --
          • Anonimo scrive:
            9 --
          • frizzo scrive:
            9 --
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: Anonimo
            veramente la matematica non puoi ricompilarla
            come i kernel linux....e se secunia dice che
            linux ha il 25% dei bug non corretti contro il
            22% di windows significa che nel tempo windows ha
            corretto più bug di linux == a dire windows
            corregge i bug più velocementela sbugiardatura è quì: http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1163865&tid=1163766&p=1&r=PI#1163865leggi e datti una svegliata, trolletto.
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo

            veramente la matematica non puoi ricompilarla

            come i kernel linux....e se secunia dice che

            linux ha il 25% dei bug non corretti contro il

            22% di windows significa che nel tempo windows
            ha

            corretto più bug di linux == a dire windows

            corregge i bug più velocemente

            la sbugiardatura è quì:
            http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1163


            leggi e datti una svegliata, trolletto.si papà trollone ma tu prima impara a leggere:è inutile che mi fai un'analisi di come sono divise le falle tanto sempre ci sono il 25% di falle in linux ed il 22% in windows il che significa che windows ha chiuso il 15% di falle in più rispetto a linux.la tua opinione vale meno dello sterco in confronto alla matematica.LINUX == PIU' FALLEpoi sulla gravità se vuoi ne possiamo discutere ma onestamente non era di questo che parlavo.la prossima volta prima di dare del tuo agli altri fatti spiegare i post da qualcuno più competente....che so un bambino dell'asilo ad esempio.adesso trona a dormire papà trollone che neanche oggi linux è riuscito a salvare l'universo
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo


            veramente la matematica non puoi ricompilarla


            come i kernel linux....e se secunia dice che


            linux ha il 25% dei bug non corretti contro
            il


            22% di windows significa che nel tempo windows

            ha


            corretto più bug di linux == a dire windows


            corregge i bug più velocemente



            la sbugiardatura è quì:


            http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1163





            leggi e datti una svegliata, trolletto.


            si papà trollone ma tu prima impara a leggere:Windows: 98 falle, delle quali il 21% non patchate. In totale 20 o 21 falle ancora aperte.http://secunia.com/product/22 /Linuk (Kernel 2.6, ma molti sui servers usano il 2.4): 57 falle, delle quali il 25% non patchate. In totale 14 falle ancora aperte.http://secunia.com/product/2719 /Forse a casa tua 20 (win) è minore di 14 (lin).Addio trolletto.
            è inutile che mi fai un'analisi di come sono
            divise le falle tanto sempre ci sono il 25% di
            falle in linux ed il 22% in windows il che
            significa che windows ha chiuso il 15% di falle
            in più rispetto a linux.
            la tua opinione vale meno dello sterco in
            confronto alla matematica.
            LINUX == PIU' FALLE

            poi sulla gravità se vuoi ne possiamo discutere
            ma onestamente non era di questo che parlavo.
            la prossima volta prima di dare del tuo agli
            altri fatti spiegare i post da qualcuno più
            competente....che so un bambino dell'asilo ad
            esempio.
            adesso trona a dormire papà trollone che neanche
            oggi linux è riuscito a salvare l'universo
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo








            - Scritto da: Anonimo



            veramente la matematica non puoi
            ricompilarla



            come i kernel linux....e se secunia dice che



            linux ha il 25% dei bug non corretti contro

            il



            22% di windows significa che nel tempo
            windows


            ha



            corretto più bug di linux == a dire windows



            corregge i bug più velocemente





            la sbugiardatura è quì:





            http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1163








            leggi e datti una svegliata, trolletto.





            si papà trollone ma tu prima impara a leggere:

            Windows: 98 falle, delle quali il 21% non
            patchate. In totale 20 o 21 falle ancora aperte.
            http://secunia.com/product/22 /

            Linuk (Kernel 2.6, ma molti sui servers usano il
            2.4): 57 falle, delle quali il 25% non patchate.
            In totale 14 falle ancora aperte.
            http://secunia.com/product/2719 /



            Forse a casa tua 20 (win) è minore di 14 (lin).

            Addio trolletto.caro babbo trollone sei pregato di non dare del tuo a gli altri.probabilmente a casa tua la matematica è un'opinione, a casa mia come nel resto del mondo no.se vuoi fare un confronto devi farlo con valori percentuali e non con valori assoluti.con valori percentuali puoi capire quanti (in percentuale) dei bug sono stati risolti in entramni gli os..essendo poi le proiezioni (i grafici se no fisce che non capisci) tracciate per lo stesso periodo di tempo sapere che percentuale di bug sono state risolte equivale a sapere l'efficenza o meglio la velocità con cui i bug vengono sistemati su entrambi gli os


            è inutile che mi fai un'analisi di come sono

            divise le falle tanto sempre ci sono il 25% di

            falle in linux ed il 22% in windows il che

            significa che windows ha chiuso il 15% di falle

            in più rispetto a linux.

            la tua opinione vale meno dello sterco in

            confronto alla matematica.

            LINUX == PIU' FALLE



            poi sulla gravità se vuoi ne possiamo discutere

            ma onestamente non era di questo che parlavo.

            la prossima volta prima di dare del tuo agli

            altri fatti spiegare i post da qualcuno più

            competente....che so un bambino dell'asilo ad

            esempio.

            adesso trona a dormire papà trollone che neanche

            oggi linux è riuscito a salvare l'universo adesso trona a dormire papà trollone che neanche oggi linux è riuscito a salvare l'universo
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo











            - Scritto da: Anonimo




            veramente la matematica non puoi

            ricompilarla




            come i kernel linux....e se secunia dice
            che




            linux ha il 25% dei bug non corretti
            contro


            il




            22% di windows significa che nel tempo

            windows



            ha




            corretto più bug di linux == a dire
            windows




            corregge i bug più velocemente







            la sbugiardatura è quì:









            http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1163











            leggi e datti una svegliata, trolletto.








            si papà trollone ma tu prima impara a leggere:



            Windows: 98 falle, delle quali il 21% non

            patchate. In totale 20 o 21 falle ancora aperte.

            http://secunia.com/product/22 /



            Linuk (Kernel 2.6, ma molti sui servers usano il

            2.4): 57 falle, delle quali il 25% non patchate.

            In totale 14 falle ancora aperte.

            http://secunia.com/product/2719 /







            Forse a casa tua 20 (win) è minore di 14 (lin).



            Addio trolletto.

            caro babbo trollone sei pregato di non dare del
            tuo a gli altri.
            probabilmente a casa tua la matematica è
            un'opinione, a casa mia come nel resto del mondo
            no.Tesoro, se tu dici che linux ha più falle di window si presume che tu sappia contare.Ma per te, 20 è minore di 14.
            se vuoi fare un confronto devi farlo con valori
            percentuali e non con valori assoluti.
            con valori percentuali puoi capire quanti (in
            percentuale) dei bug sono stati risolti in
            entramni gli os..essendo poi le proiezioni (i
            grafici se no fisce che non capisci) tracciate
            per lo stesso periodo di tempo sapere che
            percentuale di bug sono state risolte equivale a
            sapere l'efficenza o meglio la velocità con cui i
            bug vengono sistemati su entrambi gli os





            è inutile che mi fai un'analisi di come sono


            divise le falle tanto sempre ci sono il 25% di


            falle in linux ed il 22% in windows il che


            significa che windows ha chiuso il 15% di
            falle


            in più rispetto a linux.


            la tua opinione vale meno dello sterco in


            confronto alla matematica.


            LINUX == PIU' FALLE





            poi sulla gravità se vuoi ne possiamo
            discutere


            ma onestamente non era di questo che parlavo.


            la prossima volta prima di dare del tuo agli


            altri fatti spiegare i post da qualcuno più


            competente....che so un bambino dell'asilo ad


            esempio.


            adesso trona a dormire papà trollone che
            neanche


            oggi linux è riuscito a salvare l'universo

            adesso trona a dormire papà trollone che neanche
            oggi linux è riuscito a salvare l'universo
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo








            - Scritto da: Anonimo







            - Scritto da: Anonimo














            - Scritto da: Anonimo





            veramente la matematica non puoi


            ricompilarla





            come i kernel linux....e se secunia dice

            che





            linux ha il 25% dei bug non corretti

            contro



            il





            22% di windows significa che nel tempo


            windows




            ha





            corretto più bug di linux == a dire

            windows





            corregge i bug più velocemente









            la sbugiardatura è quì:














            http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1163














            leggi e datti una svegliata, trolletto.











            si papà trollone ma tu prima impara a
            leggere:





            Windows: 98 falle, delle quali il 21% non


            patchate. In totale 20 o 21 falle ancora
            aperte.


            http://secunia.com/product/22 /





            Linuk (Kernel 2.6, ma molti sui servers usano
            il


            2.4): 57 falle, delle quali il 25% non
            patchate.


            In totale 14 falle ancora aperte.


            http://secunia.com/product/2719 /











            Forse a casa tua 20 (win) è minore di 14
            (lin).





            Addio trolletto.



            caro babbo trollone sei pregato di non dare del

            tuo a gli altri.


            probabilmente a casa tua la matematica è

            un'opinione, a casa mia come nel resto del mondo

            no.

            Tesoro, se tu dici che linux ha più falle di
            window si presume che tu sappia contare.tesoro se tu non sai leggere non è colpa mia.io dico che in percentuale sono più le falle aperte in linux che in windows...anzi no lo dice secunia fai tu...

            Ma per te, 20 è minore di 14.prima impara a leggere solo dopo prova a sfottere gli altri


            se vuoi fare un confronto devi farlo con valori

            percentuali e non con valori assoluti.

            con valori percentuali puoi capire quanti (in

            percentuale) dei bug sono stati risolti in

            entramni gli os..essendo poi le proiezioni (i

            grafici se no fisce che non capisci) tracciate

            per lo stesso periodo di tempo sapere che

            percentuale di bug sono state risolte equivale a

            sapere l'efficenza o meglio la velocità con cui
            i

            bug vengono sistemati su entrambi gli os








            è inutile che mi fai un'analisi di come sono



            divise le falle tanto sempre ci sono il 25%
            di



            falle in linux ed il 22% in windows il che



            significa che windows ha chiuso il 15% di

            falle



            in più rispetto a linux.



            la tua opinione vale meno dello sterco in



            confronto alla matematica.



            LINUX == PIU' FALLE







            poi sulla gravità se vuoi ne possiamo

            discutere



            ma onestamente non era di questo che
            parlavo.



            la prossima volta prima di dare del tuo agli



            altri fatti spiegare i post da qualcuno più



            competente....che so un bambino dell'asilo
            ad



            esempio.



            adesso trona a dormire papà trollone che

            neanche



            oggi linux è riuscito a salvare l'universo



            adesso trona a dormire papà trollone che
            neanche

            oggi linux è riuscito a salvare l'universo
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo











            - Scritto da: Anonimo









            - Scritto da: Anonimo

















            - Scritto da: Anonimo






            veramente la matematica non puoi



            ricompilarla






            come i kernel linux....e se secunia
            dice


            che






            linux ha il 25% dei bug non corretti


            contro




            il






            22% di windows significa che nel tempo



            windows





            ha






            corretto più bug di linux == a dire


            windows






            corregge i bug più velocemente











            la sbugiardatura è quì:




















            http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1163

















            leggi e datti una svegliata, trolletto.














            si papà trollone ma tu prima impara a

            leggere:







            Windows: 98 falle, delle quali il 21% non



            patchate. In totale 20 o 21 falle ancora

            aperte.



            http://secunia.com/product/22 /







            Linuk (Kernel 2.6, ma molti sui servers
            usano

            il



            2.4): 57 falle, delle quali il 25% non

            patchate.



            In totale 14 falle ancora aperte.



            http://secunia.com/product/2719 /















            Forse a casa tua 20 (win) è minore di 14

            (lin).







            Addio trolletto.





            caro babbo trollone sei pregato di non dare
            del


            tuo a gli altri.




            probabilmente a casa tua la matematica è


            un'opinione, a casa mia come nel resto del
            mondo


            no.



            Tesoro, se tu dici che linux ha più falle di

            window si presume che tu sappia contare.


            tesoro se tu non sai leggere non è colpa mia.
            io dico che in percentuale sono più le falle
            aperte in linux che in windows...anzi no lo dice
            secunia fai tu...http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1166386&tid=1164630&p=2&r=PI#1166386CIT: "LINUX == PIU' FALLE"




            Ma per te, 20 è minore di 14.

            prima impara a leggere solo dopo prova a sfottere
            gli altri
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo








            - Scritto da: Anonimo







            - Scritto da: Anonimo














            - Scritto da: Anonimo











            - Scritto da: Anonimo




















            - Scritto da: Anonimo







            veramente la matematica non puoi




            ricompilarla







            come i kernel linux....e se secunia

            dice



            che







            linux ha il 25% dei bug non
            corretti



            contro





            il







            22% di windows significa che nel
            tempo




            windows






            ha







            corretto più bug di linux == a dire



            windows







            corregge i bug più velocemente













            la sbugiardatura è quì:



























            http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1163




















            leggi e datti una svegliata,
            trolletto.

















            si papà trollone ma tu prima impara a


            leggere:









            Windows: 98 falle, delle quali il 21% non




            patchate. In totale 20 o 21 falle ancora


            aperte.




            http://secunia.com/product/22 /









            Linuk (Kernel 2.6, ma molti sui servers

            usano


            il




            2.4): 57 falle, delle quali il 25% non


            patchate.




            In totale 14 falle ancora aperte.




            http://secunia.com/product/2719 /



















            Forse a casa tua 20 (win) è minore di 14


            (lin).









            Addio trolletto.







            caro babbo trollone sei pregato di non dare

            del



            tuo a gli altri.






            probabilmente a casa tua la matematica è



            un'opinione, a casa mia come nel resto del

            mondo



            no.





            Tesoro, se tu dici che linux ha più falle di


            window si presume che tu sappia contare.





            tesoro se tu non sai leggere non è colpa mia.

            io dico che in percentuale sono più le falle

            aperte in linux che in windows...anzi no lo dice

            secunia fai tu...

            http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1166

            CIT: "LINUX == PIU' FALLE"
            dovresti imparare a leggere tutto il post e non solo le parti che ti fanno comodo....giusto prima cit:'si papà trollone ma tu prima impara a leggere:è inutile che mi fai un'analisi di come sono divise le falle tanto sempre ci sono il 25% di falle in linux ed il 22% in windows il che significa che windows ha chiuso il 15% di falle in più rispetto a linux.la tua opinione vale meno dello sterco in confronto alla matematica.'se per te è ancora così difficile capirlo allora te lo ripeto ancora una volta STIAMO PARLANDO IN PERCENTUALE.....axxio fai debiti ma curati









            Ma per te, 20 è minore di 14.



            prima impara a leggere solo dopo prova a
            sfottere

            gli altri
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo











            - Scritto da: Anonimo









            - Scritto da: Anonimo

















            - Scritto da: Anonimo













            - Scritto da: Anonimo























            - Scritto da: Anonimo








            veramente la matematica non puoi





            ricompilarla








            come i kernel linux....e se
            secunia


            dice




            che








            linux ha il 25% dei bug non

            corretti




            contro






            il








            22% di windows significa che nel

            tempo





            windows







            ha








            corretto più bug di linux == a
            dire




            windows








            corregge i bug più velocemente















            la sbugiardatura è quì:



































            http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1163























            leggi e datti una svegliata,

            trolletto.




















            si papà trollone ma tu prima impara a



            leggere:











            Windows: 98 falle, delle quali il 21%
            non





            patchate. In totale 20 o 21 falle ancora



            aperte.





            http://secunia.com/product/22 /











            Linuk (Kernel 2.6, ma molti sui servers


            usano



            il





            2.4): 57 falle, delle quali il 25% non



            patchate.





            In totale 14 falle ancora aperte.





            http://secunia.com/product/2719 /























            Forse a casa tua 20 (win) è minore di 14



            (lin).











            Addio trolletto.









            caro babbo trollone sei pregato di non
            dare


            del




            tuo a gli altri.








            probabilmente a casa tua la matematica è




            un'opinione, a casa mia come nel resto del


            mondo




            no.







            Tesoro, se tu dici che linux ha più falle di



            window si presume che tu sappia contare.








            tesoro se tu non sai leggere non è colpa mia.


            io dico che in percentuale sono più le falle


            aperte in linux che in windows...anzi no lo
            dice


            secunia fai tu...




            http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1166



            CIT: "LINUX == PIU' FALLE"



            dovresti imparare a leggere tutto il post e non
            solo le parti che ti fanno comodo....giusto prima
            cit:
            'si papà trollone ma tu prima impara a leggere:
            è inutile che mi fai un'analisi di come sono
            divise le falle tanto sempre ci sono il 25% di
            falle in linux ed il 22% in windows il che
            significa che windows ha chiuso il 15% di falle
            in più rispetto a linux.
            la tua opinione vale meno dello sterco in
            confronto alla matematica.'

            se per te è ancora così difficile capirlo allora
            te lo ripeto ancora una volta STIAMO PARLANDO IN
            PERCENTUALE.....axxio fai debiti ma curati

















            Ma per te, 20 è minore di 14.





            prima impara a leggere solo dopo prova a

            sfottere


            gli altriil fatto che windows abbia falle HIGTH CRITICAL ti dice niente?il fatto che gnu/linux abbia falle LOW CRITICAL ti dice niente?ti dice niente il fatto hce il sistema si può compromettere DI BRUTTO solo con le HIGHT CRITICAL?
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo








            - Scritto da: Anonimo







            - Scritto da: Anonimo














            - Scritto da: Anonimo











            - Scritto da: Anonimo




















            - Scritto da: Anonimo















            - Scritto da: Anonimo


























            - Scritto da: Anonimo









            veramente la matematica non puoi






            ricompilarla









            come i kernel linux....e se

            secunia



            dice





            che









            linux ha il 25% dei bug non


            corretti





            contro







            il









            22% di windows significa che nel


            tempo






            windows








            ha









            corretto più bug di linux == a

            dire





            windows









            corregge i bug più velocemente

















            la sbugiardatura è quì:












































            http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1163


























            leggi e datti una svegliata,


            trolletto.























            si papà trollone ma tu prima impara
            a




            leggere:













            Windows: 98 falle, delle quali il 21%

            non






            patchate. In totale 20 o 21 falle
            ancora




            aperte.






            http://secunia.com/product/22 /













            Linuk (Kernel 2.6, ma molti sui
            servers



            usano




            il






            2.4): 57 falle, delle quali il 25% non




            patchate.






            In totale 14 falle ancora aperte.






            http://secunia.com/product/2719 /



























            Forse a casa tua 20 (win) è minore di
            14




            (lin).













            Addio trolletto.











            caro babbo trollone sei pregato di non

            dare



            del





            tuo a gli altri.










            probabilmente a casa tua la matematica è





            un'opinione, a casa mia come nel resto
            del



            mondo





            no.









            Tesoro, se tu dici che linux ha più falle
            di




            window si presume che tu sappia contare.











            tesoro se tu non sai leggere non è colpa
            mia.



            io dico che in percentuale sono più le falle



            aperte in linux che in windows...anzi no lo

            dice



            secunia fai tu...








            http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1166





            CIT: "LINUX == PIU' FALLE"






            dovresti imparare a leggere tutto il post e non

            solo le parti che ti fanno comodo....giusto
            prima

            cit:

            'si papà trollone ma tu prima impara a leggere:

            è inutile che mi fai un'analisi di come sono

            divise le falle tanto sempre ci sono il 25% di

            falle in linux ed il 22% in windows il che

            significa che windows ha chiuso il 15% di falle

            in più rispetto a linux.

            la tua opinione vale meno dello sterco in

            confronto alla matematica.'



            se per te è ancora così difficile capirlo allora

            te lo ripeto ancora una volta STIAMO PARLANDO IN

            PERCENTUALE.....axxio fai debiti ma curati

























            Ma per te, 20 è minore di 14.







            prima impara a leggere solo dopo prova a


            sfottere



            gli altri




            il fatto che windows abbia falle HIGTH CRITICAL
            ti dice niente?il fatto che gnu/linux abbia falle
            LOW CRITICAL ti dice niente?
            ti dice niente il fatto hce il sistema si può
            compromettere DI BRUTTO solo con le HIGHT
            CRITICAL?niente da fare vero?proprio ti fa schifo cercare di capire.....si sa la religione è antitetica alla ragione....saluti talebano
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: Anonimo
            niente da fare vero?
            proprio ti fa schifo cercare di capire.....si saE a te proprio fa schifo imparare a quotare decentemente ?
          • Anonimo scrive:
            5 --
          • Anonimo scrive:
            5 --
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: frizzo
            cosa
            che le falle di linux sono meno gavi e vengono
            chiuse in fretta.ecco cosa dice
            secunia,logicamente avg dice altro..ma è chiaro!chiuse in fretta apparentemente, infatti le falle per linux vengono pubblicate su secunia solo dopo che stanno per essere patchate o che sono state patchate, per ovvi motivi di sicurezza.
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: Anonimo
            sei a corto di parole dopo che hanno dimostrato
            che backdoor NON è un virus?abbi l'umiltà di
            affermare di aver sbagliato.non hai dimostrato un bel niente in quanto con il termine backdoor si indica sia la vulnerabilità che il virus. Dipende dal contesto. Nel caso specifico del sito che elenca i virus per linux viene usato backdoor per indicare il virus. Tu credi di sapere più di quei siti che si occupano tutti i giorni di sicurezza informatica e classificano ed elencano i virus? Complimenti per la tua presunzione
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            sei a corto di parole dopo che hanno dimostrato

            che backdoor NON è un virus?abbi l'umiltà di

            affermare di aver sbagliato.

            non hai dimostrato un bel niente in quanto con il
            termine backdoor si indica sia la vulnerabilità
            che il virus. Dipende dal contesto. Nel caso
            specifico del sito che elenca i virus per linux
            viene usato backdoor per indicare il virus. Tu
            credi di sapere più di quei siti che si occupano
            tutti i giorni di sicurezza informatica e
            classificano ed elencano i virus? Complimenti per
            la tua presunzionema lui ha installato una distro linux....ha pure ricompilato per far riconoscere l'hw....certo che ne sa più di tutti se no a cosa serve avere una distro linux :D
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: frizzo


            questo trolletto è proprio insistente!



            toglietevi quelle fette di salame che avete
            sugli

            occhi, il sito si chiama virus, la pagina elenca

            esplicitamente i virus per linux. Pure questo

            dovete smentire? Che coraggio che avete....

            Togliti dalla mente la parola troll che non vuol

            dire nulla.
            smentito:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1165872&tid=1164630&p=1&r=PI#1165872
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: frizzo



            questo trolletto è proprio insistente!





            toglietevi quelle fette di salame che avete

            sugli


            occhi, il sito si chiama virus, la pagina
            elenca


            esplicitamente i virus per linux. Pure questo


            dovete smentire? Che coraggio che avete....


            Togliti dalla mente la parola troll che non
            vuol


            dire nulla.


            smentito:
            http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1165mi pare che si dica solo che una backdoor non è un virus....non c'era certo bisogno di un genio/troll come te per saperlo....nessuna smentita sul fatto che esistono dozzine di virus per linux, ne sui dati di secunia (mica www.mylug.mi) circa il 25% di falle ancora aperte su linux e neanche smentite sul numero di falle di applicativi serve: 240 per apache e solo 210 per issNUMERI e FATTI non chiacchiere
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo







            - Scritto da: frizzo




            questo trolletto è proprio insistente!







            toglietevi quelle fette di salame che avete


            sugli



            occhi, il sito si chiama virus, la pagina

            elenca



            esplicitamente i virus per linux. Pure
            questo



            dovete smentire? Che coraggio che avete....




            Togliti dalla mente la parola troll che non

            vuol



            dire nulla.




            smentito:


            http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1165

            mi pare che si dica solo che una backdoor non è
            un virus....non c'era certo bisogno di un
            genio/troll come te per saperlo....bravo.nessuna
            smentita sul fatto che esistono dozzine di virus
            per linux,ben svegliato, questo si sapeva da tempo.
            ne sui dati di secunia (mica
            www.mylug.mi) circa il 25% di falle ancora aperte
            su linux leggi http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1163766&tid=1163766&p=1&r=PI
            neanche smentite sul numero di falle
            di applicativi serve: 240 per apache e solo 210
            per issinfatti chi pensebbe di usare mai apache come server web? :sSe non te lo ha mai detto nessuno te lo dico io: svegliati. Fare la guerra dei numeri è da troll, conta anche la gravità (che *casualmente* ti sei scordato di citare :D )
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo







            - Scritto da: Anonimo









            - Scritto da: frizzo





            questo trolletto è proprio insistente!









            toglietevi quelle fette di salame che
            avete



            sugli




            occhi, il sito si chiama virus, la pagina


            elenca




            esplicitamente i virus per linux. Pure

            questo




            dovete smentire? Che coraggio che
            avete....






            Togliti dalla mente la parola troll che
            non


            vuol




            dire nulla.






            smentito:





            http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1165



            mi pare che si dica solo che una backdoor non è

            un virus....non c'era certo bisogno di un

            genio/troll come te per saperlo....

            bravo.

            nessuna

            smentita sul fatto che esistono dozzine di virus

            per linux,

            ben svegliato, questo si sapeva da tempo.



            ne sui dati di secunia (mica

            www.mylug.mi) circa il 25% di falle ancora
            aperte

            su linux

            leggi
            http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1163



            neanche smentite sul numero di falle

            di applicativi serve: 240 per apache e solo 210

            per iss

            infatti chi pensebbe di usare mai apache come
            server web? :s

            Se non te lo ha mai detto nessuno te lo dico io:
            svegliati. Fare la guerra dei numeri è da troll,infatti contano più le opinioni che ti insegnano al lug...
            conta anche la gravità (che *casualmente* ti sei
            scordato di citare :D )niente casualmente...se cerco di dirti che linux ha falle e che tali falle vengona patchate più lentamente che su windows mi interessano solo le percentuali ma per te il discorso è troppo difficile vero?vuoi un link ad un howto che te lo spieghi?
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato


            conta anche la gravità (che *casualmente* ti sei

            scordato di citare :D )

            niente casualmente...se cerco di dirti che linux
            ha fallevero.
            e che tali falle vengona patchate più
            lentamente che su windowsfalso.
            mi interessano solo le percentualima davvero? fina adesso hai detto che linux è più insicuro perchè la percentuale di falle patchate era minore, poi facendo il confronto si vedeva che se la *percentuale* era maggiore, il numero *totale* era minore. Poi vatti a guardare la gravità e da dove possono venire gli attacchi e che livelli di danni portano.Insomma, linux ha stracciato windows.
            ma per te il discorso è troppo difficile vero?pare che lo sia per te, trolletto.vatti a vedere: http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1163865&tid=1163766&p=1&r=PI#1163865
            vuoi un link ad un howto che te lo spieghi?il link te lo fornisco io.scommettiamo che ricomincerai la tiritera senza andare a leggero e senza neanche prendere in considerazione le cose contestate? :D .
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: Anonimo


            conta anche la gravità (che *casualmente* ti
            sei


            scordato di citare :D )



            niente casualmente...se cerco di dirti che linux

            ha falle

            vero.



            e che tali falle vengona patchate più

            lentamente che su windows

            falso.ma vedi la tua opinione non conta un c**** se secunia mi dice diversamente almeno che non ti senti di smentire uffcialmente secunia



            mi interessano solo le percentuali

            ma davvero? fina adesso hai detto che linux è più
            insicuro perchè la percentuale di falle patchate
            era minore,appunto perchè sto parlando di percentuali.....se vuoi ti pago un bambino dell'asilo che ti spiega i post cosi poi capisci anche prima di scrivere
            poi facendo il confronto si vedeva
            che se la *percentuale* era maggiore, il numero
            *totale* era minore.se voglio conoscere l'efficenza nel tappare falle mi interessa la percentuale non il valore assoluto.anche perchè se ragioni in termini di valori assoluti ti accorgi che il 78% di falle tappate da ms su mille falle (ad esempio) fa 780 falle tappate in x tempo.il 75% di falle tappate da linux su 500 falle fa 375 falle tappate nello stesso 'x' tempo.....si deduce che se ms in 'x' tempo ha tappato 405 falle in più allora ms è più veloce nel tappare falle.me lo insegnavano alle elementari a capire il senso delle percentuali evidentemente certi studi avanzati tu non li hai ancora finiti :D
            Poi vatti a guardare la
            gravità e da dove possono venire gli attacchi e
            che livelli di danni portano.parliamo di velocità a risolvere bug...e dati alla mano ms è più veloce.se poi vuoi dirmi che gli attacchi da remoto sono molto più presenti nelle falle ms è un'altro discorso....ma, a parte che i virus non agiscono da remoto e quindi non cambia molto, mi chiedo perchè dovete sempre cambiare discorso quando la verità evidenzia lacune di linux

            Insomma, linux ha stracciato windows.nella tua testolina si


            ma per te il discorso è troppo difficile vero?

            pare che lo sia per te, trolletto.si papà trollone adesso però torna alle elementari ad imparare le percentuali

            vatti a vedere:
            http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1163veramente sto azzo di link non c'entra niente con il discorso..non che il resto che hai detto c'entri poi tanto...ma sei proprio un troll allora



            vuoi un link ad un howto che te lo spieghi?

            il link te lo fornisco io.si ma dove?deve esserti saltato il modulo della tastiera perch non ho trovato nessun link dopo questa profetica affermazione
            scommettiamo che ricomincerai la tiritera senza
            andare a leggero e senza neanche prendere in
            considerazione le cose contestate? :D .non dare del tuo a gli altri
          • Anonimo scrive:
            Re: aumento del mercato
            - Scritto da: Anonimo
            Secondo quel link tutti le distro linux
            dovrebbero oramai essere infettate e piene di
            virus. Come mai non accade.anche secondo l'enorme numero di virus per windows a quest'ora dovrei averne preso uno, persino la legge dei grandi numeri ho smentito, dato che non ho mai e poi mai preso un virus con windows.
      • AnyFile scrive:
        Re: aumento del mercato
        - Scritto da: Giambo

        - Scritto da: AnyFile


        Domandina: se attualmente non ci sono virus per

        linux, quali firme cerca l'antivirus per linux?

        Lo dice l'articolo: L'antivirus per Linux para il
        culo a Windows ,,,Sara' ma a me pare dall'articolo che ci vogliono fare credere (ovviamente io non posso sapere se sara' vero o meno) che presto ci saranno anche virus in Linux e si propongono di vendere software per proteggere anche questi sistemi. Come possano dire di farlo non mi e' chiaro (visto che non si conoscono ancora i virus che dovrebbero fermare)
        • Anonimo scrive:
          Re: aumento del mercato
          - Scritto da: AnyFile

          - Scritto da: Giambo



          - Scritto da: AnyFile




          Domandina: se attualmente non ci sono virus
          per


          linux, quali firme cerca l'antivirus per
          linux?



          Lo dice l'articolo: L'antivirus per Linux para
          il

          culo a Windows ,,,

          Sara' ma a me pare dall'articolo che ci vogliono
          fare credere (ovviamente io non posso sapere se
          sara' vero o meno) che presto ci saranno anche
          virus in Linux e si propongono di vendere
          software per proteggere anche questi sistemi.

          Come possano dire di farlo non mi e' chiaro
          (visto che non si conoscono ancora i virus che
          dovrebbero fermare)infatti: l'antivirus dei polli
  • CoD scrive:
    Esistono gia' antivirus per linux
    Non capisco come faccia questo signore a dire che la sua sociea' e' "la sola ad avere in programma il lancio, ormai imminente, di un antivirus per Linux gratuito."Di antivirus gratuiti per linux ne esistono gia' parecchi, alcuni sviluppati dalle stesse ditte che sviluppano antivirus per windows.Uno tra i tanti e' il famoso AntiVir della H+BEDV:http://www.free-av.com/antivirus/allinonen.htmldistribuito per windows e per Linux, OpenBSD/FreeBSD e Solaris.
    • Rex1997 scrive:
      Re: Esistono gia' antivirus per linux
      - Scritto da: CoD
      Non capisco come faccia questo signore a dire che
      la sua sociea' e' "la sola ad avere in programma
      il lancio, ormai imminente, di un antivirus per
      Linux gratuito."
      Pubblicità tipo finestre?? :D :D :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Esistono gia' antivirus per linux
      - Scritto da: CoD
      Non capisco come faccia questo signore a dire che
      la sua sociea' e' "la sola ad avere in programma
      il lancio, ormai imminente, di un antivirus per
      Linux gratuito."Si ma aspetta, si tratta di un antivirus specifico per i virus che potrebbero girare sul sistema operativo Linux o di antivirus che servono per i virus di Windows qualora Linux facesse da mail server o file server?
      • neoviruz scrive:
        Re: Esistono gia' antivirus per linux

        Si ma aspetta, si tratta di un antivirus
        specifico per i virus che potrebbero girare sul
        sistema operativo Linux o di antivirus che
        servono per i virus di Windows qualora Linux
        facesse da mail server o file server?E' indifferente, includere nelle firme anche quelle ventina di virus conosciuti per linux, non e' questo gra problema :P
        • CoD scrive:
          Re: Esistono gia' antivirus per linux
          Rieccomi scusate.AntiVir io lo usavo su windows e non ha pubblicita' o finestre di alcun tipo.Va aggiornato costantemente e per correttezza devo dirvi che su alcuni sistemi windows xp all'universita' dove lavoro ha dato problemi perche' non ha riconosciuto alcuni virus ed e' stato infettato.Non so pero' se chi usasse quel pc lo aggiornasse: il mio (che e' a fianco) ha AntiVir costantemente aggiornato e con un firewall sempre alzato e di virus nemmeno l'ombra.Su linux l'ho scaricato meno di un anno fa ma lo uso in maniera "Attiva": cioe' uso la linea di comando per fargli scansionare i vari virus che mi arrivano per email.Siccome sono molto curioso li colleziono e li decompilo (se e quando ho tempo e voglia) e antivir su linux mi serve principalmente per sapere se quel virus ce l'ho gia' oppure devo aggiungerlo alla collezione :DRiconosce tutti i virus, anche quelli per windows.Per poter essere installato su linux e non solo usato da shell credo occorra un indirizzo email, tipo registrazione gratuita.Non sono sciuro perche' non interessandomi non ho mai fatto tutta la procedura, comunque funziona anche cosi' in maniera ottima.Di piu' non vi saprei dire. :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Esistono gia' antivirus per linux
            - Scritto da: CoD
            Rieccomi scusate.

            AntiVir io lo usavo su windows e non ha
            pubblicita' o finestre di alcun tipo.
            Va aggiornato costantemente e per correttezza
            devo dirvi che su alcuni sistemi windows xp
            all'universita' dove lavoro ha dato problemi
            perche' non ha riconosciuto alcuni virus ed e'
            stato infettato.
            allora stai buono e non venire a dire che questo o quell'altro antivirus fa cagare solo perchè un cogl... si è dimenticato di tenerlo aggiornato o ha scaricato l'ultimo crack di superprogrammone.exe, perchè tutti gli antivirus riconoscono più o meno i medesimi virus nello stesso tempo, dato che i database vengono da una conoscienza comune. Al massimo puoi discutere di quale antivirus ti piace di più, ma non puoi dire che questo antivirus non ti protegge.
          • CoD scrive:
            Re: Esistono gia' antivirus per linux
            Beh... che dire.Innanzitutto scusami ma, con tutto il rispetto, stai buono tu.Non ho detto che non protegge, anzi, ho detto che il mio pc funziona alla perfezione ed e' sempre stato protetto.Pero' per correttezza, visto che qualcuno mi ha chiesto gentilmente ulteriori informazioni, mi sembrava giusto citare anche questo episodio (e' accaduto su piu' di un pc, comunque) visto che non sempre le persone sanno gestire un computer e visto che spesso, come giustamente dici tu, certa gente scarica il superprogrammone.exe e si frega con le sue mani oppure ascolta il primo espertone di passaggio e disinstalla il firewall perche' "tanto non serve a niente e ti rallenta solamente".Insisto che antivir e' un buon antivirus, gratuito, leggero e disponibile anche per linux e non so dove tu abbia letto che ho detto che "fa cagare".Certo, l'utente linux medio e' comunque piu' pratico di computer di quanto non lo sia un utente MEDIO windows (niente flame, per favore, e' un fatto che la media di utenti linux sappia usare piu' sistemi operativi e sia piu' attenta ai privilegi dei vari utenti) per cui molto probabilmente il rischio di lanciare volontariamente un virus e' decisamente piu' basso.
  • Anonimo scrive:
    E' più facile
    E' più facile, e probabile,che si stianti tutti di influenza aviaria che linux diventi un colabrodo come windows......
  • zirgo scrive:
    Re: È solo una questione di tempo
    Quoto!!!
  • zirgo scrive:
    Il problema di windows è l'omologazione
    Il problema di windows è l'omologazione: sua (del SO) degli applicativi (vedi Office, OE, IE) e dell'utenza. Windows ti spinge ad usare IE per navigare su internet, OE per la posta elettronica e Office per i lavori da ufficio.Non è solo la sua diffusione a renderlo terreno fertile per i virus writer ma anche, e soprattutto, la sua estrema uniformità che lo rende relativamente facile da compromettere. La sola copia di windowsXP gira identica su milioni di PC in tutto il mondo.Al contrario linux, sebbene conti su una utenza molto più ristretta, è presente in una moltitudine di distribuzioni, ognuna con programmi e librerie diverse tra loro. Si pensi a konqueror, firefox, epiphany , mozilla suite, kmail, thunderbird, evolution....ognuna preferisce una o l'altra aseconda dei gusti e del target, e tu sei libero di scegliere perchè nessuno ti impone nulla. Non solo a livello applicativo, ma a anche come SO: si pensi ad applicativi di sistema come cron, vixie-cron o addirittura alla shell, cuore del SO: una moltitudine!! bash, tcsh, csh, zsh.. ognuna diversa dall'altra ma che assolvono agli stessi compiti.Anche se Linux raggiungesse mai l'odierna base di installazione di windows, sarebbe comunque un compito arduo, se non virtualmente impossibile, creare un virus virulento come Sober o Blaster, perchè dovrebbe tener conto di un numero di configurazioni troppo elevato.A linux in realtà manca solamente una base di standard solida che permetta una reale interoperabilità tra le applicazioni. Qualcosa si sta muovendo (freedesktop, lsb) ma siamo ancora troppo lontani da un qualcosa di realmente interoperabile a tutti i livelli. Speriamo che l'interesse del business verso il punguino acceleri questo processo.Ah, qualcuno chiedeva se c'erano degli standard per creare sistemi operativi....beh effettivamente ce n'è una: POSIX: Portable Operating System Interface, riconosciuta dall'ISO e dall'IEEE. :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problema di windows è l'omologazi
      No, il problema di Windows è che è fatto male
    • francescor82 scrive:
      Re: Il problema di windows è l'omologazi
      Perfettamente d'accordo!In più, relativamente a questo articolo, aggiungo che da un'azienda antivirus cosa ci si può aspettare se non una dichiarazione che i virus sono destinati ad aumentare?Se avesse detto "GNU/Linux è immune", avrebbe perso/potuto perdere clienti, no?
      • nattu_panno_dam scrive:
        Re: Il problema di windows è l'omologazi
        - Scritto da: francescor82
        Perfettamente d'accordo!

        In più, relativamente a questo articolo, aggiungo
        che da un'azienda antivirus cosa ci si può
        aspettare se non una dichiarazione che i virus
        sono destinati ad aumentare?
        Se avesse detto "GNU/Linux è immune", avrebbe
        perso/potuto perdere clienti, no?L' unico sistema immune è quello read-only.
        • freude scrive:
          Re: Il problema di windows è l'omologazi

          L' unico sistema immune è quello read-only.Infatti io tendo a usare sempre piu sistemilinux ro su pen-drive (piccole immagini da 350mb, piu di un giga scompattate, da precaricare in ram, in modo che diventino anche molto veloci, oltre che ultrasicure)
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problema di windows è l'omologazi
      Non c'entra niente, l'unico problema di windows è che l'utente di default ha privilegi di amministratore solo che il 90% delle persone (leggi tutti quelli che si beccano virus navigando e aprendo allegati di posta a ca...o) non lo sanno.Peggio ancora quando a causa di falle di sicurezza (niente polemiche, è la realtà) anche se l'utente non ha privilegi di amministratore (quei 4-5 utilizzatori che sanno inserire un utente nuovo e sanno affibbiargli i livelli di privilegio corretti) riesce comunque a far danno.L'unica cosa che realmente protegge Linux (e in generale gli Unix) da sempre è il fatto che chi viene a conoscenza di tale SO sa che non deve MAI usarlo come utente root per i suoi normali scopi se non quando deve installare programmi o fare manutenzione al sistema.Ovviamente questo prescinde dal fatto che se il software che installi contiene del malware creerebbe comunque una falla,ma si sa, l'unico computer sicuro al 100% è un computer spento ;)
      • frizzo scrive:
        Re: Il problema di windows è l'omologazi
        - Scritto da: Anonimo
        Non c'entra niente, l'unico problema di windows è
        che l'utente di default ha privilegi di
        amministratore solo che il 90% delle persone
        (leggi tutti quelli che si beccano virus
        navigando e aprendo allegati di posta a ca...o)
        non lo sanno.si certo..l'utennte limitato deve vedere il calendario..crei a mano tu la politicy necessaria?inoltre:win home non da alcuna possibilità di gestire in maniera decente i permessi...inoltre i permessi di linux sono decisamente più flessibili.Altro problema è rappresentato dalla FALLE HIGHT CRITICAL APERTE(e windows ne ha MOOOLTE di più di una qualsiasi distribuzione gnu/linux decente...vedi su secunia se non sei convito..kernel di linux 25 falle di pericolosità 2...vedi poi windows o debian)
        Peggio ancora quando a causa di falle di
        sicurezza (niente polemiche, è la realtà) anche
        se l'utente non ha privilegi di amministratore
        (quei 4-5 utilizzatori che sanno inserire un
        utente nuovo e sanno affibbiargli i livelli di
        privilegio corretti) riesce comunque a far
        danno.
        L'unica cosa che realmente protegge Linux (ein
        generale gli Unix) da sempre è il fatto che chi
        viene a conoscenza di tale SO sa che non deve MAI
        usarlo come utente root per i suoi normali scopi
        se non quando deve installare programmi o fare
        manutenzione al sistema.
        Ovviamente questo prescinde dal fatto che se il
        software che installi contiene del malware
        creerebbe comunque una falla,ma si sa, l'unico
        computer sicuro al 100% è un computer spento ;)sfw open con malware è difficile...in ogni caso quoto in toto sull'ultimo pezzo..non esiste il s.o. sicuro
        • Anonimo scrive:
          Re: Il problema di windows è l'omologazi
          - Scritto da: frizzo

          - Scritto da: Anonimo

          Non c'entra niente, l'unico problema di windows
          è

          che l'utente di default ha privilegi di

          amministratore solo che il 90% delle persone

          (leggi tutti quelli che si beccano virus

          navigando e aprendo allegati di posta a ca...o)

          non lo sanno.


          si certo..l'utennte limitato deve vedere il
          calendario..crei a mano tu la politicy
          necessaria?
          inoltre:win home non da alcuna possibilità di
          gestire in maniera decente i permessi...inoltre i
          permessi di linux sono decisamente più
          flessibili.luoghi comuni... sono solo dei fottutissimi luoghi comuniconosco sufficientemente anche i sistemi linux like e in modo ottimale windows, credimi... il problema delle autorizzazioni non dipende dal SO ma dagli applicativi in commercio che non sono stati progettati per girare in modo diverso da administrator
        • Anonimo scrive:
          Re: Il problema di windows è l'omologazi
          - Scritto da: frizzo

          - Scritto da: Anonimo

          Non c'entra niente, l'unico problema di windows
          è

          che l'utente di default ha privilegi di

          amministratore solo che il 90% delle persone

          (leggi tutti quelli che si beccano virus

          navigando e aprendo allegati di posta a ca...o)

          non lo sanno.


          si certo..l'utennte limitato deve vedere il
          calendario..crei a mano tu la politicy
          necessaria?
          inoltre:win home non da alcuna possibilità di
          gestire in maniera decente i permessi...inoltre i
          permessi di linux sono decisamente più
          flessibili.Ecco, questa di Win XP Home senza adeguata gestione dei permessi è una delle peggiori ca§§ate di MS, non la capisco e non la capirò mai, la gestione dei permessi in una famiglia serve e anche un single è meglio che non apra allegati di posta come admin, un account a bassi privilegi serve anche se non si condivide il PC con nessuno.Secondo me è questione di politica dei prezzi, MS riesce a vendere la licenza per PC domestici a ca. 80 euro, salvo bundle più convenienti, qualsiasi sia il SO che propone alle masse, ma non voleva assolutamente che 80 euro diventasse il prezzo della versione minima comprata dalle aziende, a quelle, salvo bundle, MS vuol continuare a spillare almeno 140 euro per una Professional OEM, l'unica soluzione era creare la Home mutilando la Pro a tal punto da renderla inappetibile a qualsiasi utente tecnicamente preparato.E' lo stesso discorso applicato a Windows Pezzent Edition, che in effetti somiglia molto a XP Home, ma mutilato ancora più atrocemente... ma zio Bill ha assoldato dei guerriglieri Hutu per preparare le versioni a basso costo?
      • Anonimo scrive:
        Re: Il problema di windows è l'omologazi
        Beh, anche gli utenti domestici Linux, spesso usano root, e di conseguenza possono fare danni ancora più grossi che non l'administrator Microsoft....Pensa solo al fatto che puoi cancellare parti in uso di SO...Non sto parlando di utenti esperti, ma di quelli che lo montano solo per moda...Danilo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Il problema di windows è l'omologazi
          - Scritto da: Anonimo
          Beh, anche gli utenti domestici Linux, spesso
          usano root, e di conseguenza possono fare danni
          ancora più grossi che non l'administrator
          Microsoft....
          Pensa solo al fatto che puoi cancellare parti in
          uso di SO...

          Non sto parlando di utenti esperti, ma di quelli
          che lo montano solo per moda...


          Danilo.Bhe e difficile visto che invece di cambiare profilo, quando installi un software, ti chiede la pass di root :P
        • Anonimo scrive:
          Re: Il problema di windows è l'omologazi
          - Scritto da: Anonimo
          Beh, anche gli utenti domestici Linux, spesso
          usano root, e di conseguenza possono fare danni
          ancora più grossi che non l'administrator
          Microsoft....
          Pensa solo al fatto che puoi cancellare parti in
          uso di SO...

          Non sto parlando di utenti esperti, ma di quelli
          che lo montano solo per moda...


          Danilo.Ma dai... dillo che stai trollando :D ti prego :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Il problema di windows è l'omologazi
          - Scritto da: Anonimo
          Beh, anche gli utenti domestici Linux, spesso
          usano root, e di conseguenza possono fare danni
          ancora più grossi che non l'administrator
          Microsoft....
          Pensa solo al fatto che puoi cancellare parti in
          uso di SO...

          Non sto parlando di utenti esperti, ma di quelli
          che lo montano solo per moda...
          Tali utonti, non meritano altro che virus e kernel panic senza fine.

          Danilo.
    • nattu_panno_dam scrive:
      Re: Il problema di windows è l'omologazi
      - Scritto da: zirgo
      Il problema di windows è l'omologazione: sua (del
      SO) degli applicativi (vedi Office, OE, IE) e
      dell'utenza. Windows ti spinge ad usare IE per
      navigare su internet, OE per la posta elettronica
      e Office per i lavori da ufficio.

      Non è solo la sua diffusione a renderlo terreno
      fertile per i virus writer ma anche, e
      soprattutto, la sua estrema uniformità che lo
      rende relativamente facile da compromettere. La
      sola copia di windowsXP gira identica su milioni
      di PC in tutto il mondo.

      Al contrario linux, sebbene conti su una utenza
      molto più ristretta, è presente in una
      moltitudine di distribuzioni, ognuna con
      programmi e librerie diverse tra loro. Si pensi a
      konqueror, firefox, epiphany , mozilla suite,
      kmail, thunderbird, evolution....ognuna
      preferisce una o l'altra aseconda dei gusti e del
      target, e tu sei libero di scegliere perchè
      nessuno ti impone nulla.

      Non solo a livello applicativo, ma a anche come
      SO: si pensi ad applicativi di sistema come cron,
      vixie-cron o addirittura alla shell, cuore del
      SO: una moltitudine!! bash, tcsh, csh, zsh..
      ognuna diversa dall'altra ma che assolvono agli
      stessi compiti.

      Anche se Linux raggiungesse mai l'odierna base di
      installazione di windows, sarebbe comunque un
      compito arduo, se non virtualmente impossibile,
      creare un virus virulento come Sober o Blaster,
      perchè dovrebbe tener conto di un numero di
      configurazioni troppo elevato.

      A linux in realtà manca solamente una base di
      standard solida che permetta una reale
      interoperabilità tra le applicazioni. Qualcosa si
      sta muovendo (freedesktop, lsb) ma siamo ancora
      troppo lontani da un qualcosa di realmente
      interoperabile a tutti i livelli. Speriamo che
      l'interesse del business verso il punguino
      acceleri questo processo.

      Ah, qualcuno chiedeva se c'erano degli standard
      per creare sistemi operativi....beh
      effettivamente ce n'è una: POSIX: Portable
      Operating System Interface, riconosciuta dall'ISO
      e dall'IEEE. :)Peccato che sul settore business vengano usate poche distro, e anche se ognuna ha un binario diverso con config diversa di default), non ci vuole molto a fare in modo che il trojan/spyware si adatti a queste poche distro commerciali.Con SELinux (anche se configurato di default) comunque non è per niente facile crearne.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il problema di windows è l'omologazi
        - Scritto da: nattu_panno_dam
        Con SELinux (anche se configurato di default)
        comunque non è per niente facile crearne.Di solito quando si riesce ad espugnare una fortezza i morti si contano a migliaia... Meglio non dire certe spacconate perchè presto o tardi anche linux subirà virus come tutti gli altri sistemi operativi esistenti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il problema di windows è l'omologazi

        - Scritto da: zirgo
        Con SELinux (anche se configurato di default)
        comunque non è per niente facile crearne.Hai detto la parola magica. SELinux permette di difendersi dai vari schifo-ware anche in presenza di bug a livello si sistema operativo.Onestamente io non spenderei un cent per comprare un antivirus per linux, anche se fosse gratis ;-)Sarei invece disposto a pagare un software di configurazione per SELinux.SELinux, a sentire NSA, è davvero molto potente, ma (che io sappia) non ha ancora un utilità minima di configurazione. In altre parole, per il momento, è fruibile solo dai piu' preparati.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il problema di windows è l'omologazi
        - Scritto da: nattu_panno_dam

        - Scritto da: zirgo

        Il problema di windows è l'omologazione: sua
        (del

        SO) degli applicativi (vedi Office, OE, IE) e

        dell'utenza. Windows ti spinge ad usare IE per

        navigare su internet, OE per la posta
        elettronica

        e Office per i lavori da ufficio.



        Non è solo la sua diffusione a renderlo terreno

        fertile per i virus writer ma anche, e

        soprattutto, la sua estrema uniformità che lo

        rende relativamente facile da compromettere. La

        sola copia di windowsXP gira identica su milioni

        di PC in tutto il mondo.



        Al contrario linux, sebbene conti su una utenza

        molto più ristretta, è presente in una

        moltitudine di distribuzioni, ognuna con

        programmi e librerie diverse tra loro. Si pensi
        a

        konqueror, firefox, epiphany , mozilla suite,

        kmail, thunderbird, evolution....ognuna

        preferisce una o l'altra aseconda dei gusti e
        del

        target, e tu sei libero di scegliere perchè

        nessuno ti impone nulla.



        Non solo a livello applicativo, ma a anche come

        SO: si pensi ad applicativi di sistema come
        cron,

        vixie-cron o addirittura alla shell, cuore del

        SO: una moltitudine!! bash, tcsh, csh, zsh..

        ognuna diversa dall'altra ma che assolvono agli

        stessi compiti.



        Anche se Linux raggiungesse mai l'odierna base
        di

        installazione di windows, sarebbe comunque un

        compito arduo, se non virtualmente impossibile,

        creare un virus virulento come Sober o Blaster,

        perchè dovrebbe tener conto di un numero di

        configurazioni troppo elevato.



        A linux in realtà manca solamente una base di

        standard solida che permetta una reale

        interoperabilità tra le applicazioni. Qualcosa
        si

        sta muovendo (freedesktop, lsb) ma siamo ancora

        troppo lontani da un qualcosa di realmente

        interoperabile a tutti i livelli. Speriamo che

        l'interesse del business verso il punguino

        acceleri questo processo.



        Ah, qualcuno chiedeva se c'erano degli standard

        per creare sistemi operativi....beh

        effettivamente ce n'è una: POSIX: Portable

        Operating System Interface, riconosciuta
        dall'ISO

        e dall'IEEE. :)

        Peccato che sul settore business vengano usate
        poche distro, e anche se ognuna ha un binario
        diverso con config diversa di default), non ci
        vuole molto a fare in modo che il trojan/spyware
        si adatti a queste poche distro commerciali.

        Con SELinux (anche se configurato di default)
        comunque non è per niente facile crearne.io non so voi dove vivete, ma i trojan per unix e linux ci sono sempre stati, anche se il loro modo di diffusione cambia radicalmente rispetto a windows
        • Anonimo scrive:
          Re: Il problema di windows è l'omologazi
          - Scritto da: Anonimo

          io non so voi dove vivete, ma i trojan per unix e
          linux ci sono sempre stati, anche se il loro modo
          di diffusione cambia radicalmente rispetto a
          windowsbeh... io non sono esperto di queste cose però non capisco come possa diffondersi? devo faresu ******e poi installarlo?in quel caso è chiaro che non c'è sistema operativo che tenga...Non sono informato. Mi puoi dire tu, a grandi linee, come funziona la loro diffusione? non scherzo. Non metto minimamente in dubbio che esistano trojan per linux ma come possono infettare un gran numero di sistemi in breve tempo? che danni possono creare se non godono dei permessi di root?ALdo
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problema di windows è l'omologazi
      - Scritto da: zirgo
      Il problema di windows è l'omologazione: sua (delSi parla di potenziali problemi PER Linux non di quelli di Windows...
      • francescor82 scrive:
        Re: Il problema di windows è l'omologazi
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: zirgo

        Il problema di windows è l'omologazione: sua
        (del

        Si parla di potenziali problemi PER Linux non di
        quelli di Windows...E lui ti ha spiegato, con un confronto con Windows, perchè invece (in our humble opinion) la diffusione di virus e spyware in Linux è molto più problematica.
        • Anonimo scrive:
          Re: Il problema di windows è l'omologazi
          - Scritto da: francescor82
          E lui ti ha spiegato, con un confronto con
          Windows, perchè invece (in our humble opinion) la
          diffusione di virus e spyware in Linux è molto
          più problematica.Perchè gli utenti di questa piattaforma sono ancora troppo pochi per invogliare i virus writer e altri produttori di malware in generale. Per il momento... Ma non è un problema di Windows...
          • Anonimo scrive:
            Re: Il problema di windows è l'omologazi

            Perchè gli utenti di questa piattaforma sono
            ancora troppo pochi per invogliare i virus writer
            e altri produttori di malware in generale. Per il
            momento... Ma non è un problema di Windows...Sì, buona notte!Pur di non ascoltare le motivazioni fai di tutto, eh?
          • Anonimo scrive:
            Re: Il problema di windows è l'omologazi
            - Scritto da: Anonimo

            Perchè gli utenti di questa piattaforma sono

            ancora troppo pochi per invogliare i virus
            writer

            e altri produttori di malware in generale. Per
            il

            momento... Ma non è un problema di Windows...

            Sì, buona notte!
            Pur di non ascoltare le motivazioni fai di tutto,
            eh?
            Attenersi al tema dell'articolo deve essere troppo bruciante,
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problema di windows è l'omologazi
      E tu lo chiami Problema?Se Linux non sfonda è proprio perchè non è "omologato".....Danilo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problema di windows è l'omologazi
      - Scritto da: zirgo
      Si pensi a
      konqueror, firefox, epiphany , mozilla suite,
      kmail, thunderbird, evolution....ognuna
      preferisce una o l'altra aseconda dei gusti e del
      target, e tu sei libero di scegliere perchè
      nessuno ti impone nulla. guarda che i software che hai citato sono in realtà tutti uguali tra loro, cambia solo la pelle...
      • Anonimo scrive:
        Re: Il problema di windows è l'omologazi
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: zirgo


        Si pensi a

        konqueror, firefox, epiphany , mozilla suite,

        kmail, thunderbird, evolution....ognuna

        preferisce una o l'altra aseconda dei gusti e
        del

        target, e tu sei libero di scegliere perchè

        nessuno ti impone nulla.

        guarda che i software che hai citato sono in
        realtà tutti uguali tra loro, cambia solo la
        pelle...EH!?!? Cosa di uguale Konqueror a firefox?
        • frizzo scrive:
          Re: Il problema di windows è l'omologazi
          - Scritto da: Anonimo


          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: zirgo




          Si pensi a


          konqueror, firefox, epiphany , mozilla suite,


          kmail, thunderbird, evolution....ognuna


          preferisce una o l'altra aseconda dei gusti e

          del


          target, e tu sei libero di scegliere perchè


          nessuno ti impone nulla.



          guarda che i software che hai citato sono in

          realtà tutti uguali tra loro, cambia solo la

          pelle... :| :| :| :| :| :| :| :| :| anche ie è uguale a firefox..cambia solo la pelle (troll)
      • francescor82 scrive:
        Re: Il problema di windows è l'omologazi

        guarda che i software che hai citato sono in
        realtà tutti uguali tra loro, cambia solo la
        pelle...Ma sai di cosa stai parlando?
    • freude scrive:
      computer != tostapane: ms vende e stop
      Nessun sistema, neppure con drm, tcpa,palladium, o quel che volete, sarà maisufficentemente sicuro senza la benchéminima collaborazione dell'utente che lousa.Affinché questa collaborazione sia possibile,occorre sensibilizzare l'utente su alcunenozioni di base (all'automobilista, per es,si dice di non passare col rosso, che esistono tre pedali, uno è il freno, etc).Ma se per vendere indiscriminatamente ea ogni costo si lancia il messaggio cheil computer è come un tostapane per cuibasta premere il bottone e tutto funzionasenza nessun intervento umanoide, anzi,il computer, non solo non ha bisogno dite, ma ti insegna anche a leggere e scrivere,figuriamoci, allora il risultato è quello sotto gli occhi di tuttiIl problema è che gli enormi danni economiciderivanti da questa vendita indiscriminata,in termini di infocrimini fatti con winzombi,per es, li paghiamo tutti, anche chi non haun computer.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problema di windows è l'omologazi
      - Scritto da: zirgo
      Ah, qualcuno chiedeva se c'erano degli standard
      per creare sistemi operativi....beh
      effettivamente ce n'è una: POSIX: Portable
      Operating System Interface, riconosciuta dall'ISO e dall'IEEE. :)Quello è uno standard per creare sistemi operativi UNIX, e basta, grazie a Dio.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il problema di windows è l'omologazi
        è bello parlare senza sapere le cose vero?tanto per ricordartelo perché sicuramente lo saprai, posix NON è unix, è uno standard che può essere seguito da chi vuole rendersi compatibile, infatti mi vengono in mente due sistemi operativi famosi che sono compatibili con posix, ma non hanno niente di unix, ovvero BeOS e QNX, sono entrambi compatibili con posix al 100% (infatti molti software per linux e unix li porti su BeOS e su QNX senza troppi problemi) ma di unix non hanno proprio NIENTE, e in più ci sarebbe anche il subsystem posix di nt, ma non è gran che, sempre per nt mi viene in mente interix che è decisamente megliops: il fatto che posix, unix e linux abbiano la x finale non significa che sono la stessa cosa, povera italia!
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problema di windows è l'omologazi
      Ottima analisi, personalmente sono meno tenero con Windows, ma uso Win ME, non posso parlarne bene, ma ammetto senza problemi che per le versioni migliori di Win, come 2000, la maggiore fonte di pericolo sia l'uniformità, anche , per esempio, dal punto di vista dei servizi avviati di default che offrono una serie di bersagli pronti all'uso non appena ne emerge una qualche vulnerabilità, problema che MS ha affrontato solo recentemente, dopo averlo negato per anni.Come prevenzione per Linux ritengo indispensabile che agli utenti meno tecnici vengano forniti strumenti semplici per gestire la sicurezza, senza semplificare a tutti i costi anche quello che non lo è, in quei casi la semplificazione dev'essere cercata nello spiegare le cose nel modo più comprensibile.Ma educare bene l'utente fin dall'inizio può essere il miglior approccio, si potrebbe, per esempio, nelle distro più diffuse, imporre sempre la creazione di un utente a bassi privilegi che il padrone e amministratore del PC casalingo usi al posto di root per quello che non richiede o addirittura sconsiglia l'uso di root, e cose come il bottone per il lancio del browser dovrebbero lanciarlo come utente a basso privilegio e comunicarlo all'utente nella barra del titolo, all'inizio l'utente non sa perché, ma vede e magari pensa che è giusto così e basta, poi man mano che acquista esperienza si chiede perché e forse capisce subito perché navigando è venuto al corrente delle insidie presenti in rete, forse deve documentarsi apposta, ma l'importante è che fin dagli inizi ha avuto un minimo di difesa dal mettersi in pericolo da solo involontariamente e fin dall'innizio ha avuto sotto gli occhi quel minimo di informazioni necessarie a iniziare a documentarsi sull'argomento.
  • jojoman scrive:
    Sui virus GNU/Linuxiani e su altro...
    I virus su GNU/Linux, proprio per il fatto dell'utilizzo normale e quotidiano di utenti con permessi molto ristretti, non ha alcuna ragione di esistere, né di riuscire a «sfondare».Piuttosto, è vero che c'è - anche attualmente - un pericolo backdoor, che possono tranquillamente essere inserite nel codice sorgente che sarà compilato dall'utente finale un po' troppo distratto. Anche qui, cari colleghi del free software (OpenSource è una parola lontana dalla mia visione filosofica del panorama informatico libero: w Stallman), il solito suggerimento, specie per quelli che si avvicinano ora a GNU/Linux: controllare con MD5 o con GPG (ove l'autore del software fornisca la firma) il codice sorgente che si scarica.Quanto a quelli che spuntano come funghi (e la notizia non è posta in modo tale da non provocarlo, come purtroppo quotidianamente sto vedendo su PI) e che sanno lollare o ridere o insultare, intendo chieder loro solo una cosa... il fatto che ci sia un sistema operativo non economicamente concorrente - questo no, né ora né (secondo me) mai - ma (questo sì!) alternativo a Windows, ed il fatto che alcuni utenti preferiscano usarlo in maniera pressocchè esclusiva, al contrario di voi che utilizzate Windows, perchè vi urta tanto? Perchè dovete schizzare dalla vostra sedia quando si parla (molto spesso a sproposito) di GNU/Linux, gongolando inspiegabilmente? Cos'è che vi dà tanto fastidio? Chi usa GNU/Linux, ed ha quel minimo di maturità che gli permetterà di approfondire il lato filosofico del sistema e non fermarsi al lato tecnico, chi usa questo sistema operativo alternativo a Windows senza nulla pretendere, per suo piacere personale, perchè dovrebbe smettere di farlo e piegarsi alle esigenze del mercato? Ovviamente sono consapevole che queste parole sono gettate al vento, visto che chi definisce gli utenti GNU/Linux "scrocconi" (eh no, lo scroccone è chi usa software piratato, come probabilmente fai tu - dove "tu" è da intendersi in via del tutto generale) o ride alle spalle di questo sistema, senza nemmeno conoscerlo, non credo abbia la maturità di capirle. Chi, tra gli utenti Windows, invece le capisce, è sicuramente una persona seria che non rientra nella schiera di troll, trolletti e trollini cui queste parole son rivolte.
    • matcion scrive:
      Re: Sui virus GNU/Linuxiani e su altro..


      Quanto a quelli che spuntano come funghi (e la
      notizia non è posta in modo tale da non
      provocarlo, come purtroppo quotidianamente sto
      vedendo su PI) e che sanno lollare o ridere o
      insultare, intendo chieder loro solo una cosa...
      il fatto che ci sia un sistema operativo non
      economicamente concorrente - questo no, né ora né
      (secondo me) mai - ma (questo sì!) alternativo a
      Windows, ed il fatto che alcuni utenti
      preferiscano usarlo in maniera pressocchè
      esclusiva, al contrario di voi che utilizzate
      Windows, perchè vi urta tanto? Perchè dovete
      schizzare dalla vostra sedia quando si parla
      (molto spesso a sproposito) di GNU/Linux,
      gongolando inspiegabilmente? Cos'è che vi dà
      tanto fastidio? Chi usa GNU/Linux, ed ha quel
      minimo di maturità che gli permetterà di
      approfondire il lato filosofico del sistema e non
      fermarsi al lato tecnico, chi usa questo sistema
      operativo alternativo a Windows senza nulla
      pretendere, per suo piacere personale, perchè
      dovrebbe smettere di farlo e piegarsi alle
      esigenze del mercato? Ovviamente sono consapevole
      che queste parole sono gettate al vento, visto
      che chi definisce gli utenti GNU/Linux
      "scrocconi" (eh no, lo scroccone è chi usa
      software piratato, come probabilmente fai tu -
      dove "tu" è da intendersi in via del tutto
      generale) o ride alle spalle di questo sistema,
      senza nemmeno conoscerlo, non credo abbia la
      maturità di capirle. Chi, tra gli utenti Windows,
      invece le capisce, è sicuramente una persona
      seria che non rientra nella schiera di troll,
      trolletti e trollini cui queste parole son
      rivolte.
      Hai ragone.Ma vale anche nell'altra direzione.Chi usa felicemente linux, perchè si interessa tanto ai problemi di windows e ne offendono gli utenti?
      • Anonimo scrive:
        Re: Sui virus GNU/Linuxiani e su altro..
        - Scritto da: matcion


        ma non rappresenta il

        software libero, te l'assicuro. E non lo

        rappresenta perchè non appartiene alla sua

        appassionata, ma corretta, comunità.

        Non la rappresenta, ma ne fa parte.
        D'altronde, il mondo è pieno di persone
        meravigliose, ma è anche pieno di stronzi. Non
        credo che esistano movimenti (dalle religioni ai
        partiti, dalla comunità free software alle grandi
        società) che non siano pieni di entrambi i tipi
        di persone.
        CiaoNo, ti sbagli, non ne fa nemmeno parte, perchè non sa proprio cosa sia il software libero. Per una persona così, è importante «essere patrone ti monto», con i suoi teschietti e le sue rivistuccie: GNU/Linux è uno strumento, un mezzo, che gli è vieppiù sconosciuto. Il termine «free software» ancor più.Sono un automobilista solo perchè guido la macchina? Ovviamente no: devo avere la patente. Se non ho la patente, posso pure mettermi al volante di una macchina, ma non posso definirmi certo un automobilista.Posso dire di far parte della comunità del software libero solo perchè utilizzo GNU/Linux? Ovviamente no, se non so manco dove stia di casa il software libero, e chiamo quel sistema Linux, e non m'interessa null'altro che «hackkkerare» e fare il figo con gli amici.Quanto a definire «alternativo» GNU/Linux, rispetto a Windows, trovo che sia una definizione migliore di «concorrente»: GNU/Linux non può concorrere economicamente con Windows e non deve porcisi in concorrenza, perchè rischierebbe di perdere di vista i propri veri obiettivi e la propria natura pur di «inseguire» Windows.Dunque, «alternativo» non nel senso sociale del termine, ma di «alternativa», «opzione»: è così che lo intendo, e non capisco come possa essere un'idiozia.
        • matcion scrive:
          Re: Sui virus GNU/Linuxiani e su altro..


          Quanto a definire «alternativo» GNU/Linux,
          rispetto a Windows, trovo che sia una definizione
          migliore di «concorrente»: GNU/Linux non può
          concorrere economicamente con Windows e non deve
          porcisi in concorrenza, perchè rischierebbe di
          perdere di vista i propri veri obiettivi e la
          propria natura pur di «inseguire» Windows.
          Dunque, «alternativo» non nel senso sociale del
          termine, ma di «alternativa», «opzione»: è così
          che lo intendo, e non capisco come possa essere
          un'idiozia.
          Forse ho usato il termine sbagliato, o forse diamo sfumature di significato diverse alla parola "alternativo"Per me definire GNU/Linux "alternativo" è una limitazione, in quanto porta a chiedersi a cosa sia alternativo.Inoltre considero l'alternativa come una scelta di ripiego: vado in negozio e non c'è quello che volevo, magari mi accontento di quello che c'è.In questo senso, anche se uso altri so, considero GNU/Linux non è un'alternativa ma una possibile scelta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sui virus GNU/Linuxiani e su altro..
      permessi molto ristretti = immunità dai virus..secondo me è una cavolata..mica chi scrive i virus è costretto ad usare le "librerie" di sistema per scrivere su un disco?...E quindi scavalcato il sistema teoricamente può fare tutto indipendentemente dalle abilitazioni...
      • elcabesa scrive:
        Re: Sui virus GNU/Linuxiani e su altro..
        - Scritto da: Anonimo
        permessi molto ristretti = immunità dai
        virus..secondo me è una cavolata..mica chi scrive
        i virus è costretto ad usare le "librerie" di
        sistema per scrivere su un disco?...E quindi
        scavalcato il sistema teoricamente può fare tutto
        indipendentemente dalle abilitazioni.scusa ma come credi che faccia un programma ( un virus è un programma) a sapere che dischi ci sono, dove sono , che partizioni hanno e a scrivere su un disco un file?usano librerie di sistema...................se l'utente che ha lanciato il virus è talmente limitato che non può accedere in scrittura alle cartelle di sistema a mio parere esise un solo metodo, ottenere un accesso con privilegi maggiori, ed è possibile tramite l'uso di bug di programmi.ma in ogni caso non è obbligato a usare librerie di sistema perchè sono quelle insieme al kernel che forniscono un astrazione dell'hardware sottosante.ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Sui virus GNU/Linuxiani e su altro..
        - Scritto da: Anonimo
        permessi molto ristretti = immunità dai
        virus..secondo me è una cavolata..mica chi scrive
        i virus è costretto ad usare le "librerie" di
        sistema per scrivere su un disco?...E quindi
        scavalcato il sistema teoricamente può fare tutto
        indipendentemente dalle abilitazioni...Devi prima capire come funzionano i permessi sui sitemi unix-like. Non è come con windows che bene o male puoi scrivere piu' o meno dappertutto. Un utente normale infetto da virus.. alla peggio i danni li fa nella sua cartella home, non certo al sistema. a meno che non si sfrutti una qualche vulnerabilità (backdoor?) del kernel o di qualche altro demone in ascolto in locale.
      • Alessandrox scrive:
        Re: Sui virus GNU/Linuxiani e su altro..
        - Scritto da: Anonimo
        permessi molto ristretti = immunità dai
        virus..secondo me è una cavolata..mica chi scrive
        i virus è costretto ad usare le "librerie" di
        sistema per scrivere su un disco?...E quindi
        scavalcato il sistema teoricamente può fare tutto
        indipendentemente dalle abilitazioni...Certo che si puo' fare... , il programma in questione lavorerebbe "a basso livello" scavalcando i servizi offerti dal sistema ... bisogna vedere se il sistema glielo lascia fare... Unix e Linux, per esempio, no se non ne hai i permessi; prima di fare QUALSIASI cosa... contano i permessi, che poi ci sia il verso di scavalcarli contando su qualche bug e' un' altro paio di maniche.
    • frizzo scrive:
      Re: Sui virus GNU/Linuxiani e su altro..
      - Scritto da: jojoman
      I virus su GNU/Linux, proprio per il fatto
      dell'utilizzo normale e quotidiano di utenti con
      permessi molto ristretti, non ha alcuna ragione
      di esistere, né di riuscire a «sfondare».

      Piuttosto, è vero che c'è - anche attualmente -
      un pericolo backdoor, che possono tranquillamente
      essere inserite nel codice sorgente che sarà
      compilato dall'utente finale un po' troppo
      distratto. Anche qui, cari colleghi del free
      software (OpenSource è una parola lontana dalla
      mia visione filosofica del panorama informatico
      libero: w Stallman), il solito suggerimento,
      specie per quelli che si avvicinano ora a
      GNU/Linux: controllare con MD5 o con GPG (ove
      l'autore del software fornisca la firma) il
      codice sorgente che si scarica.

      Quanto a quelli che spuntano come funghi (e la
      notizia non è posta in modo tale da non
      provocarlo, come purtroppo quotidianamente sto
      vedendo su PI) e che sanno lollare o ridere o
      insultare, intendo chieder loro solo una cosa...
      il fatto che ci sia un sistema operativo non
      economicamente concorrente - questo no, né ora né
      (secondo me) mai - ma (questo sì!) alternativo a
      Windows, ed il fatto che alcuni utenti
      preferiscano usarlo in maniera pressocchè
      esclusiva, al contrario di voi che utilizzate
      Windows, perchè vi urta tanto? Perchè dovete
      schizzare dalla vostra sedia quando si parla
      (molto spesso a sproposito) di GNU/Linux,
      gongolando inspiegabilmente? Cos'è che vi dà
      tanto fastidio? Chi usa GNU/Linux, ed ha quel
      minimo di maturità che gli permetterà di
      approfondire il lato filosofico del sistema e non
      fermarsi al lato tecnico, chi usa questo sistema
      operativo alternativo a Windows senza nulla
      pretendere, per suo piacere personale, perchè
      dovrebbe smettere di farlo e piegarsi alle
      esigenze del mercato? Ovviamente sono consapevole
      che queste parole sono gettate al vento, visto
      che chi definisce gli utenti GNU/Linux
      "scrocconi" (eh no, lo scroccone è chi usa
      software piratato, come probabilmente fai tu -
      dove "tu" è da intendersi in via del tutto
      generale) o ride alle spalle di questo sistema,
      senza nemmeno conoscerlo, non credo abbia la
      maturità di capirle. Chi, tra gli utenti Windows,
      invece le capisce, è sicuramente una persona
      seria che non rientra nella schiera di troll,
      trolletti e trollini cui queste parole son
      rivolte.ho letto molti messagi tuoio questa mattina,tutti corretti,competenti e rispettosi : complimenti!==================================Modificato dall'autore il 14/10/2005 12.54.52
    • nattu_panno_dam scrive:
      Re: Sui virus GNU/Linuxiani e su altro..
      - Scritto da: jojoman
      I virus su GNU/Linux, proprio per il fatto
      dell'utilizzo normale e quotidiano di utenti con
      permessi molto ristretti, non ha alcuna ragione
      di esistere, né di riuscire a «sfondare».I permessi sono abbastanza larghi per trojan, spyware e malware, basta pensarci 2 min...

      Piuttosto, è vero che c'è - anche attualmente -
      un pericolo backdoor, che possono tranquillamente
      essere inserite nel codice sorgente che sarà
      compilato dall'utente finale un po' troppo
      distratto.
      Anche qui, cari colleghi del free
      software (OpenSource è una parola lontana dalla
      mia visione filosofica del panorama informatico
      libero: w Stallman), il solito suggerimento,
      specie per quelli che si avvicinano ora a
      GNU/Linux: controllare con MD5 o con GPG (ove
      l'autore del software fornisca la firma) il
      codice sorgente che si scarica.Ti rispondi da solo?

      Quanto a quelli che spuntano come funghi (e la
      notizia non è posta in modo tale da non
      provocarlo, come purtroppo quotidianamente sto
      vedendo su PI) e che sanno lollare o ridere o
      insultare, intendo chieder loro solo una cosa...Sono liberi di pensare quello che vogliono.
      il fatto che ci sia un sistema operativo non
      economicamente concorrente - questo no, né ora né
      (secondo me) mai - ma (questo sì!) alternativo a
      Windows, ed il fatto che alcuni utenti
      preferiscano usarlo in maniera pressocchè
      esclusiva, al contrario di voi che utilizzate
      Windows, perchè vi urta tanto? Gli estremisti sono sempre esistiti da entrambe le barricate.
      Perchè dovete
      schizzare dalla vostra sedia quando si parla
      (molto spesso a sproposito) di GNU/Linux,
      gongolando inspiegabilmente?
      Cos'è che vi dà
      tanto fastidio? Chi usa GNU/Linux, ed ha quel
      minimo di maturità che gli permetterà di
      approfondire il lato filosofico del sistema e non
      fermarsi al lato tecnico, chi usa questo sistema
      operativo alternativo a Windows senza nulla
      pretendere, per suo piacere personale, perchè
      dovrebbe smettere di farlo e piegarsi alle
      esigenze del mercato? Idem come sopra.
      Ovviamente sono consapevole
      che queste parole sono gettate al vento, visto
      che chi definisce gli utenti GNU/Linux
      "scrocconi" (eh no, lo scroccone è chi usa
      software piratato, come probabilmente fai tu -
      dove "tu" è da intendersi in via del tutto
      generale) o ride alle spalle di questo sistema,
      senza nemmeno conoscerlo, non credo abbia la
      maturità di capirle.Mi sembra di capire che manco tu sia particolarmente neutrale.
      Chi, tra gli utenti Windows,
      invece le capisce, è sicuramente una persona
      seria che non rientra nella schiera di troll,
      trolletti e trollini cui queste parole son
      rivolte.Non sono un utente di OS MS, ma non sono daccordo con te, se non su qualche punto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sui virus GNU/Linuxiani e su altro..
        - Scritto da: nattu_panno_dam
        - Scritto da: jojoman

        I virus su GNU/Linux, proprio per il fatto

        dell'utilizzo normale e quotidiano di

        utenti con permessi molto ristretti, non

        ha alcuna ragione di esistere, né di

        riuscire a «sfondare».
        I permessi sono abbastanza larghi per trojan,
        spyware e malware, basta pensarci 2 min...Ne stai gia preparando alcuni ? Attendiamo di vederli...
    • Anonimo scrive:
      Re: Sui virus GNU/Linuxiani e su altro..
      - Scritto da: jojoman
      I virus su GNU/Linux, proprio per il fatto
      dell'utilizzo normale e quotidiano di utenti con
      permessi molto ristretti, non ha alcuna ragione
      di esistere, né di riuscire a «sfondare».
      anche su Windows con utente limitato. Come al solito, dipende sempre dall'uso o dal maluso che l'utente ne fa del proprio S.O.
  • Anonimo scrive:
    arrivano prima su mac os x
    si accettano scommesse
    • Anonimo scrive:
      Re: arrivano prima su mac os x
      - Scritto da: Anonimo
      si accettano scommesseio punto 100 euro su osx.nell'articolo (ma anche il buonsenso lo suggerisce) si parla esplicitamente di os diffusi e loro corelazione con le epidemie elettroniche....direi che ha molte più probabilità di diffondersi osx su macchine x86 che non linux fermo al palo da anni
      • Anonimo scrive:
        Re: arrivano prima su mac os x
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        si accettano scommesse

        io punto 100 euro su osx.
        nell'articolo (ma anche il buonsenso lo
        suggerisce) si parla esplicitamente di os diffusi
        e loro corelazione con le epidemie
        elettroniche....direi che ha molte più
        probabilità di diffondersi osx su macchine x86
        che non linux fermo al palo da annicredo tu non sappia nulla.
      • Anonimo scrive:
        Re: arrivano prima su mac os x

        io punto 100 euro su osx.
        nell'articolo (ma anche il buonsenso lo
        suggerisce) si parla esplicitamente di os diffusi
        e loro corelazione con le epidemie
        elettroniche....direi che ha molte più
        probabilità di diffondersi osx su macchine x86
        che non linux fermo al palo da anninon è fermo, ma è ben lontano da conquistare i desktop, e i virus è lì che trovano terreno fertile
        • Anonimo scrive:
          Re: arrivano prima su mac os x

          Uso GNU/Linux, e secondo me il sistema non
          conquisterà mai il desktop. Il motivo è semplice:
          gli intrecci tra politica ed economia sono troppo
          forti perchè GNU/Linux, che è un prodotto
          soprattutto della comunità informatica, trovi
          degli interlocutori autorevoli che si facciano
          portavoce delle sue istanze nelle opportune sedi
          istituzionali. [...]te lo dico chiaro e tondo... sono il primo a sostenere linux, però sono il primo a dire chiaro e tondo come stanno le cose: a livello desktop linux ha una scarsa usabilità se paragonato agli altri os.disclaimer: questo non vuol dire che non ci sia chi ci si trova bene e anche meglio rispetto a win o mac os, perchè di fondo al di là di tutto contano i gusti, le abitudini, le esigenze personali, per cui io ad es. per una serie di cose mi trovo meglio con una console che con una gui. il punto è che quando faccio un'analisi mi devo astrarre dal mio modo di vedere le cose. e - ripeto - oggettivamente non puoi dire che linux per la larga utenza (fatta di utonti) sia alla portata di mano.anche perchè prima di rischiare di sfociare nel paranoico dovresti fare un paio di considerazioni semplici:- il segmento interessante non è quello desktop ma quello server, nel quale tipicamente costano di più le licenze software dell'hardware- nel segmento server linux spopola: se le lobby avessero la possibilità lo farebbero fuori qui, non sui desktopse poi vogliamo fare un discorso a più ampio respiro dovremo partire dalla fondamentale anarchia che sta dietro al mondo dell'open, nel quale troppo spesso le energie al posto che essere convogliate in progetti più ambiziosi tendono a frammentarsi... e poi non c'è una testa: ci sono tantissimi (e anche importanti, eh) gruppi di sviluppo, ma non c'è una testa che coordina il tutto al fine di farlo camminare in una direzione precisa...ripeto, te lo dico avendo 7/8 pc con su linux di cui la metà server... pur adorando linux però riconosco che anche lui - come d'altro canto tutti eh - ha i suoi limiti. che sono diversi da quelli degli altri os, eh: per questo motivo con linux riesco a fare cose che non riuscirei a fare con nessun altro os.
          • jojoman scrive:
            Re: arrivano prima su mac os x

            te lo dico chiaro e tondo... sono il primo a
            sostenere linux, però sono il primo a dire chiaro
            e tondo come stanno le cose: a livello desktop
            linux ha una scarsa usabilità se paragonato agli
            altri os.
            Non sono d'accordo sulla scarsa usabilità di GNU/Linux nel desktop: KDE è molto più intuitivo ed ordinato di Windows.
            se poi vogliamo fare un discorso a più ampio
            respiro dovremo partire dalla fondamentale
            anarchia che sta dietro al mondo dell'open, nel
            quale troppo spesso le energie al posto che
            essere convogliate in progetti più ambiziosi
            tendono a frammentarsi... e poi non c'è una
            testa: ci sono tantissimi (e anche importanti,
            eh) gruppi di sviluppo, ma non c'è una testa che
            coordina il tutto al fine di farlo camminare in
            una direzione precisa...Meglio! Scusa, mi dispiace dirtelo, ma con il cuore in mano ti assicuro che è questo ciò che caratterizza il free software (leggi "La cattedrale ed il bazaar" di Raymond). Ci sono due strade che uno potrebbe intraprendere nell'utilizzo di GNU/Linux: una esclusivamente tecnica ed una che permette di accostarsi anche alle tematiche filosofiche. Quello che hai in mano, quello che monti su quei 7/8 PC, ha una storia - e ripeto, storia - ben meno miserevole di quella che ha alle spalle Windows. La ricchezza di questa storia la si può ignorare o no, figuriamoci: ma non diciamo stupidaggini, e non reclamiamo "teste pensanti" che dirigano tutto dall'alto nell'ambito del software libero, perchè significa applicare ragionamenti da software proprietario al mondo di GNU/Linux. Ed è inammissibile ed inaccettabile, almeno dal mio punto di vista: il fatto che tu chiami il sistema solo "linux", scusa ma me la dice lunga sul fatto che lo usi solo per ragioni tecniche, perchè "Linux" è solo il kernel, ed il sistema è GNU. Beh, l'usarlo solo per ragioni tecniche, a mio modo di vedere, senza interessarsi alla GPL ed alle altre tematiche "filosofiche", fa più male che bene a questo mondo, ed è uno spinoso problema che non può essere ignorato: diffusione sì, ma non "a tutti i costi".
          • Anonimo scrive:
            Re: arrivano prima su mac os x

            La ricchezza di questa storia la si può ignorare
            o no, figuriamoci: ma non diciamo stupidaggini, e
            non reclamiamo "teste pensanti" che dirigano
            tutto dall'alto nell'ambito del software libero,
            perchè significa applicare ragionamenti da
            software proprietario al mondo di GNU/Linux. Ed è
            inammissibile ed inaccettabile, almeno dal mio
            punto di vista: il fatto che tu chiami il sistema
            solo "linux", scusa ma me la dice lunga sul fatto
            che lo usi solo per ragioni tecniche, perchè
            "Linux" è solo il kernel, ed il sistema è GNU.
            Beh, l'usarlo solo per ragioni tecniche, a mio
            modo di vedere, senza interessarsi alla GPL ed
            alle altre tematiche "filosofiche", fa più male
            che bene a questo mondo, ed è uno spinoso
            problema che non può essere ignorato: diffusione
            sì, ma non "a tutti i costi".Tutto quotabile ma l'ultima parte e' la migliore letta da anni su P.I.... stranamente (forse non cosi' stranamente) molti tendono a scordarlo il vero motivo che spinge diversi di noi a usare Linux...Eppure non ci dovrebbe volere molto a capirla! ;-)
  • Anonimo scrive:
    Linux "virusallizato"
    Era solo questione di tempo, adesso anche Linux ha i suoi belli virusozzi e i prodotti antivirus per Linux cominciano a vendersi come il pane.Ma non era immune dai virus Linux?Cosa lo differenzia adesso da Windows?HUAHAUAHUAHUA
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux "virusallizato"
      - Scritto da: Anonimo
      Era solo questione di tempo, adesso anche Linux
      ha i suoi belli virusozzi e i prodotti antivirus
      per Linux cominciano a vendersi come il pane.

      Ma non era immune dai virus Linux?
      Cosa lo differenzia adesso da Windows?
      HUAHAUAHUAHUALetto l'articolo?No?Eccone uno stralcio:"Va detto che oggi le soluzioni antivirus per Linux hanno sostanzialmente lo scopo di proteggere i sistemi di rete dove gira Windows e di filtrare le e-mail: la ragione è che nel mondo del Pinguino i virus sono virtualmente inesistenti, e questo anche perché gli utenti sono abituati ad autenticarsi con privilegi limitati. Non stupisce, dunque, che la previsione di Foreman appaia a molti quanto meno esagerata: se Linux fosse davvero un così fertile terreno per i virus - si sostiene da più parti - stessa sorte sarebbe toccata anche a Unix, che prima dell'avvento del sistema operativo open source dominava quasi incontrastato il mercato aziendale."
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux "virusallizato"
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Era solo questione di tempo, adesso anche Linux

        ha i suoi belli virusozzi e i prodotti antivirus

        per Linux cominciano a vendersi come il pane.



        Ma non era immune dai virus Linux?

        Cosa lo differenzia adesso da Windows?

        HUAHAUAHUAHUA

        Letto l'articolo?
        No?
        Eccone uno stralcio:
        "Va detto che oggi le soluzioni antivirus per
        Linux hanno sostanzialmente lo scopo di
        proteggere i sistemi di rete dove gira Windows e
        di filtrare le e-mail: la ragione è che nel mondo
        del Pinguino i virus sono virtualmente
        inesistenti, e questo anche perché gli utenti
        sono abituati ad autenticarsi con privilegi
        limitati. Non stupisce, dunque, che la previsione
        di Foreman appaia a molti quanto meno esagerata:
        se Linux fosse davvero un così fertile terreno
        per i virus - si sostiene da più parti - stessa
        sorte sarebbe toccata anche a Unix, che prima
        dell'avvento del sistema operativo open source
        dominava quasi incontrastato il mercato
        aziendale."http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1164416&tid=1164236&p=1&r=PI#1164416
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux "virusallizato"

        Letto l'articolo?
        No?
        Eccone uno stralcio:
        "Va detto che oggi le soluzioni antivirus per
        Linux hanno sostanzialmente lo scopo dioggi è così, ma domani, secondo le previsioni di AVG i virus e i malware si diffonderanno anche in Linux. Oggi ce ne sono pochi solo perchè solo il 3% dei PC usa linux
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux "virusallizato"
      - Scritto da: Anonimo
      Era solo questione di tempo, adesso anche Linux
      ha i suoi belli virusozzi e i prodotti antivirus
      per Linux cominciano a vendersi come il pane.

      Ma non era immune dai virus Linux?
      Cosa lo differenzia adesso da Windows?
      HUAHAUAHUAHUANon so se Linux sia immune dai virus, ma tu di certo sei immune dalla comprensione della lingua italiana...... ma forse se ti fai spiegare l'articolo da qualcuno potresti anche capirne qualche parte...
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux "virusallizato"
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Era solo questione di tempo, adesso anche Linux

        ha i suoi belli virusozzi e i prodotti antivirus

        per Linux cominciano a vendersi come il pane.



        Ma non era immune dai virus Linux?

        Cosa lo differenzia adesso da Windows?

        HUAHAUAHUAHUA

        Non so se Linux sia immune dai virus, ma tu di
        certo sei immune dalla comprensione della lingua
        italiana...
        ... ma forse se ti fai spiegare l'articolo da
        qualcuno potresti anche capirne qualche parte...provaci prima tu....fosse la volta buona.
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux "virusallizato"
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Era solo questione di tempo, adesso anche
          Linux


          ha i suoi belli virusozzi e i prodotti
          antivirus


          per Linux cominciano a vendersi come il pane.





          Ma non era immune dai virus Linux?


          Cosa lo differenzia adesso da Windows?


          HUAHAUAHUAHUA



          Non so se Linux sia immune dai virus, ma tu di

          certo sei immune dalla comprensione della lingua

          italiana...

          ... ma forse se ti fai spiegare l'articolo da

          qualcuno potresti anche capirne qualche parte...

          provaci prima tu....fosse la volta buona.Io ? No... ci rinuncio in partenza... So riconoscere le imprese impossibili...
    • avanzatempo scrive:
      Re: Linux "virusallizato"
      - Scritto da: Anonimo[cut]
      Cosa lo differenzia adesso da Windows?
      HUAHAUAHUAHUAil dramma è che hai + di una risposta...
      Cosa lo differenzia?PROVALO.
    • bugybugy scrive:
      Re: Linux "virusallizato"
      - Scritto da: Anonimo
      Era solo questione di tempo, adesso anche Linux
      ha i suoi belli virusozzi e i prodotti antivirus
      per Linux cominciano a vendersi come il pane.

      Ma non era immune dai virus Linux?
      Cosa lo differenzia adesso da Windows?
      HUAHAUAHUAHUA(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux "virusallizato"

      Cosa lo differenzia adesso da Windows?Il fatto che è gratuito. E che funziona.
      HUAHAUAHUAHUARidi ridi, tra un po' ti pentirai di aver spalato fango su linux e di non esserti messo a imparare in tempo linux...
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux "virusallizato"
        - Scritto da: Anonimo


        Cosa lo differenzia adesso da Windows?

        Il fatto che è gratuito. E che funziona.


        HUAHAUAHUAHUA

        Ridi ridi, tra un po' ti pentirai di aver spalato
        fango su linux e di non esserti messo a imparare
        in tempo linux...Si, sono 15 anni che si dice così. Alla fine la gente vuole usare il pc come la tv o la lavatrice, e se ne fotte di volere imparare ad usare un OS.Con l'odiato Win invece non c'è bisogno di imparare, è tutto più intuitivo.Adesso che i bei virusozzi e le fallacce ce ne sono sempre più su Linux, voglio vedere come fronteggerà Windows Vista. :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux "virusallizato"
          - Scritto da: Anonimo
          Si, sono 15 anni che si dice così. Alla fine la
          gente vuole usare il pc come la tv o la
          lavatrice, e se ne fotte di volere imparare ad
          usare un OS.15? Dai? a che versione stava il Kernel nel 90?
        • avanzatempo scrive:
          Re: Linux "virusallizato"
          - Scritto da: Anonimo...[cut... ] ...non si sa come rispondere agli anonimi.....
          fronteggerà Windows Vista. :)hai fatto proprio un discorso che vede tre o quattro vettori d'opinione scontrarsi in un unico punto.ma per le altre rette non c'è accordo per le coordinate del punto.:(
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux "virusallizato"
          - Scritto da: Anonimo


          - Scritto da: Anonimo




          Cosa lo differenzia adesso da Windows?



          Il fatto che è gratuito. E che funziona.




          HUAHAUAHUAHUA



          Ridi ridi, tra un po' ti pentirai di aver
          spalato

          fango su linux e di non esserti messo a imparare

          in tempo linux...

          Si, sono 15 anni che si dice così. Alla fine la
          gente vuole usare il pc come la tv o la
          lavatrice, e se ne fotte di volere imparare ad
          usare un OS.
          Con l'odiato Win invece non c'è bisogno di
          imparare, è tutto più intuitivo.

          Adesso che i bei virusozzi e le fallacce ce ne
          sono sempre più su Linux, voglio vedere come
          fronteggerà Windows Vista. :)Io ho smesso di mandare le cartoline...con il nuovo Windows XP, faccio direttamente i filmini a luci rosse, con la WebCam, poi con un click li masterizzo, e con una copia del CD, e qualche email, posso poi ricattare chi voglio.Certo mi restano quei due figli scemi che c'ho, una che sniffa le farfalle e vede tutte cose colorate, e l'altro che a 32 anni ancora non sa leggere e deve guardare le figure, però così, grazie a Windows XP, riesco ad aumentare la mia produttività e altro che 5 cents a transazione, qui ci faccio botte di 300? a trans, e chissenefrega di quei due idioti dei miei figli.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux "virusallizato"
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo






            Cosa lo differenzia adesso da Windows?





            Il fatto che è gratuito. E che funziona.






            HUAHAUAHUAHUA





            Ridi ridi, tra un po' ti pentirai di aver

            spalato


            fango su linux e di non esserti messo a
            imparare


            in tempo linux...



            Si, sono 15 anni che si dice così. Alla fine la

            gente vuole usare il pc come la tv o la

            lavatrice, e se ne fotte di volere imparare ad

            usare un OS.

            Con l'odiato Win invece non c'è bisogno di

            imparare, è tutto più intuitivo.



            Adesso che i bei virusozzi e le fallacce ce ne

            sono sempre più su Linux, voglio vedere come

            fronteggerà Windows Vista. :)


            Io ho smesso di mandare le cartoline...affari tuoi
            con il nuovo Windows XP, faccio direttamente i
            filmini a luci rosse,da uno smanettone ci si aspetta solo che 'smanetti'
            con la WebCam, poi con un
            click li masterizzo,senza usare shell o amenità varie?ma sei impazzito?vorrai mica farti linciare dai puristi del 'linux'?
            e con una copia del CD, e
            qualche email, posso poi ricattare chi voglio.li ricatti di inviarli un filmato di un brufoloso che si smanetta?anch'io avrei paura di ricevere i tuoi filmini...
            Certo mi restano quei due figli scemi che c'ho,la genetica non lascia scampo!
            una che sniffa le farfalle e vede tutte cose
            colorate, e l'altro che a 32 anni ancora non sa
            leggere e deve guardare le figure, però così,
            grazie a Windows XP, riesco ad aumentare la mia
            produttività e altro che 5 cents a transazione,hai mai capito cosa significa?
            qui ci faccio botte di 300? a trans,pure con i trans....certo che se non passavi la giovinezza chiuso in cantina a ricompilare e leggere howto magari una donnina bruttina potevi permettertela anche tu....ma scusa i tuoi due figli scemi con chi li hai fatti?con un trans?booooooo deve essere un nuovo modulo che non conosco....
            e
            chissenefrega di quei due idioti dei miei figli.pure strafottente....insomma sei proprio da buttare!
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux "virusallizato"
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo








            - Scritto da: Anonimo








            Cosa lo differenzia adesso da Windows?







            Il fatto che è gratuito. E che funziona.








            HUAHAUAHUAHUA







            Ridi ridi, tra un po' ti pentirai di aver


            spalato



            fango su linux e di non esserti messo a

            imparare



            in tempo linux...





            Si, sono 15 anni che si dice così. Alla fine
            la


            gente vuole usare il pc come la tv o la


            lavatrice, e se ne fotte di volere imparare ad


            usare un OS.


            Con l'odiato Win invece non c'è bisogno di


            imparare, è tutto più intuitivo.





            Adesso che i bei virusozzi e le fallacce ce ne


            sono sempre più su Linux, voglio vedere come


            fronteggerà Windows Vista. :)





            Io ho smesso di mandare le cartoline...

            affari tuoi


            con il nuovo Windows XP, faccio direttamente i

            filmini a luci rosse,

            da uno smanettone ci si aspetta solo che
            'smanetti'


            con la WebCam, poi con un

            click li masterizzo,

            senza usare shell o amenità varie?
            ma sei impazzito?
            vorrai mica farti linciare dai puristi del
            'linux'?


            e con una copia del CD, e

            qualche email, posso poi ricattare chi voglio.

            li ricatti di inviarli un filmato di un brufoloso
            che si smanetta?
            anch'io avrei paura di ricevere i tuoi filmini...


            Certo mi restano quei due figli scemi che c'ho,

            la genetica non lascia scampo!


            una che sniffa le farfalle e vede tutte cose

            colorate, e l'altro che a 32 anni ancora non sa

            leggere e deve guardare le figure, però così,

            grazie a Windows XP, riesco ad aumentare la mia

            produttività e altro che 5 cents a transazione,

            hai mai capito cosa significa?


            qui ci faccio botte di 300? a trans,

            pure con i trans....certo che se non passavi la
            giovinezza chiuso in cantina a ricompilare e
            leggere howto magari una donnina bruttina potevi
            permettertela anche tu....ma scusa i tuoi due
            figli scemi con chi li hai fatti?
            con un trans?
            booooooo deve essere un nuovo modulo che non
            conosco....


            e

            chissenefrega di quei due idioti dei miei figli.

            pure strafottente....insomma sei proprio da
            buttare!Ma come? Un Winaro (notare la maiuscola che ti ho riservato) che non riconosce la pubblicità dei suoi stessi prodotti?Non l'hai ancora vista la nuova pubblicità del MS?A quanto pare no.
          • Anonimo scrive:
            9 --
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux "virusallizato"
            - Scritto da: Anonimo
            Io ho smesso di mandare le cartoline...
            con il nuovo Windows XP, faccio direttamente i
            filmini a luci rosse, con la WebCam, poi con un
            click li masterizzo, e con una copia del CD, e
            qualche email, posso poi ricattare chi voglio.
            Certo mi restano quei due figli scemi che c'ho,
            una che sniffa le farfalle e vede tutte cose
            colorate, e l'altro che a 32 anni ancora non sa
            leggere e deve guardare le figure, però così,
            grazie a Windows XP, riesco ad aumentare la mia
            produttività e altro che 5 cents a transazione,
            qui ci faccio botte di 300? a trans, e
            chissenefrega di quei due idioti dei miei figli.(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux "virusallizato"
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Io ho smesso di mandare le cartoline...

            con il nuovo Windows XP, faccio direttamente i

            filmini a luci rosse, con la WebCam, poi con un

            click li masterizzo, e con una copia del CD, e

            qualche email, posso poi ricattare chi voglio.

            Certo mi restano quei due figli scemi che c'ho,

            una che sniffa le farfalle e vede tutte cose

            colorate, e l'altro che a 32 anni ancora non sa

            leggere e deve guardare le figure, però così,

            grazie a Windows XP, riesco ad aumentare la mia

            produttività e altro che 5 cents a transazione,

            qui ci faccio botte di 300? a trans, e

            chissenefrega di quei due idioti dei miei figli.

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Grazie, grazie.Dallo stesso autore di http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1153270&tid=1153251&p=1&r=PI#1153270Aspetto con ansia, l'uscita di qualche nuova pubblicità MS, magari stavolta con il nonno o con il padre di famiglia. :D
    • Anonimo scrive:
      9 --
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux "virusallizato"
      - Scritto da: Anonimo
      Era solo questione di tempo, adesso anche Linux
      ha i suoi belli virusozzi e i prodotti antivirus
      per Linux cominciano a vendersi come il pane.Cita il nome di uno di questi prodotti specifico per virus in grado di colpire un sistema basato su kernel Linux.
      Ma non era immune dai virus Linux?
      Cosa lo differenzia adesso da Windows?
      HUAHAUAHUAHUAPer esempio il fatto che non esista sulla terra uomo in grado di elencare, senza leggerle, le decine di migliaia di virus e relative varianti per Windows. Tu invece sei in grado di elencare i virus che colpiscono Linux?
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux "virusallizato"
        - Scritto da: Anonimo
        Per esempio il fatto che non esista sulla terra
        uomo in grado di elencare, senza leggerle, le
        decine di migliaia di virus e relative varianti
        per Windows.
        Tu invece sei in grado di elencare i virus che
        colpiscono Linux?si ma però io sarei in grado di elencare tutti gli utenti che usano linux dato che si contano sulle dita di una mano, mentre è impossibile elencare quelli di windows ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux "virusallizato"
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          Per esempio il fatto che non esista

          sulla terra uomo in grado di elencare,

          senza leggerle, le decine di migliaia

          di virus e relative varianti per Windows.

          Tu invece sei in grado di elencare i virus

          che colpiscono Linux?
          si ma però io sarei in grado di elencare tutti
          gli utenti che usano linux dato che si contano
          sulle dita di una mano, mentre è impossibile
          elencare quelli di windows ;)( Ma Pero' ??) Inizia pure...Difficilmente linux potra' fare una figura peggiore di Windows a 64 bit : 10.000 copie e gia' 5 virus (rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux "virusallizato"
            - Scritto da: Anonimo
            Inizia pure...
            Difficilmente linux potra' fare una figura
            peggiore di Windows a 64 bit : 10.000 copie e
            gia' 5 virus (rotfl)che pauraaaaaaaaaaa
    • TheIrish scrive:
      Re: Linux "virusallizato"

      Ma non era immune dai virus Linux?No, non lo è mai stato.Forse dovresti riflettere su cos'è un virus.Un virus è un software maligno che si infila nel tuo computer e fa "delle cose". Per fare "delle cose" deve poter accedere a vari livelli del sistema operativo e a vari "file" del fs.Il livello che permette il controllo completo di ogni attività della macchina, è il kernel-mode. SE è stata creata una completa e competente gestione dei diritti, SE il FS è competentemente organizzato con utenti e gruppi e SE il kernel è privo di bug conosciuti, il kernel-mode è accessibile solo dall'utente amministratore (linux: root user).DIFFERENZE TRA LINUX E WINDOWS:1. Windows non contempla un buon sistema di diritti sul FS e comunque la gestione di default del FS di Windows permette più o meno ogni cosa.2. Windows non contempla una buona organizzazione dei livelli di utenza e dei diritti3. Il kernel di windows copre una vastità di operazioni che non rientrano proprio nella definizione di kernel. + codice in kernel-mode =
      + possibilità di bug =
      + possibilità di escalation dei privilegi =
      + possibilità di acquisire senza diritto il controllo completo della macchina.Per concludere: qui nessuno mette in discussione che un virus per linux può esistere ed avere successo (di fatto ne esistono già parecchi). La grossa differenza è che per avere successo, devono incontrarsi determinati eventi che rendono il sistema vulnerabile.Saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux "virusallizato"
        - Scritto da: TheIrish

        Ma non era immune dai virus Linux?
        No, non lo è mai stato.
        Forse dovresti riflettere su cos'è un virus.
        Un virus è un software maligno che si infila nel
        tuo computer e fa "delle cose". Per fare "delle
        cose" deve poter accedere a vari livelli del
        sistema operativo e a vari "file" del fs.
        Il livello che permette il controllo completo di
        ogni attività della macchina, è il kernel-mode.
        SE è stata creata una completa e competente
        gestione dei diritti, SE il FS è competentemente
        organizzato con utenti e gruppi e SE il kernel è
        privo di bug conosciuti, il kernel-mode è
        accessibile solo dall'utente amministratore
        (linux: root user).esattaenmente quello che succede anche con Windows con utente limitato.
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux "virusallizato"
          Un giorno ti mostro come scalo i privilegi su windows in 10 minuti.
          Windows con utente limitato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux "virusallizato"
            - Scritto da: Anonimo
            Un giorno ti mostro come scalo i privilegi su
            windows in 10 minuti.

            Windows con utente limitato.In attesa di quel giorno è meglio che stai zitto :-) Altrimenti mostraci come si fa ;-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux "virusallizato"
        - Scritto da: TheIrish
        1. Windows non contempla un buon sistema di
        diritti sul FSquesto lo dici tu.
        e comunque la gestione di default
        del FS di Windows permette più o meno ogni cosa.sei tu che ti sbagli perchè basta usare il giusto account . Se invece non hai capito la differenza fra i vari account di windows allora non devi però venire a dire che windows permette ogni cosa.
        2. Windows non contempla una buona organizzazione
        dei livelli di utenza e dei dirittiquesto lo dici tu
        3. Il kernel di windows copre una vastità di
        operazioni che non rientrano proprio nella
        definizione di kernel. + codice in kernel-mode =

        + possibilità di bug =
        + possibilità di
        escalation dei privilegi =
        + possibilità di
        acquisire senza diritto il controllo completo
        della macchina.cavolate. Dimmi un po' come mai ogni mese si vedono vulnerabilità nel kernel di linux, eppure è leggero e più sicuro...
        Per concludere: qui nessuno mette in discussione
        che un virus per linux può esistere ed avere
        successo (di fatto ne esistono già parecchi). La
        grossa differenza è che per avere successo,
        devono incontrarsi determinati eventi che rendono
        il sistema vulnerabile.dimentichi che è l'utente quello che conta.
        • TheIrish scrive:
          Re: Linux "virusallizato"

          - Scritto da: TheIrish

          1. Windows non contempla un buon sistema di

          diritti sul FS

          questo lo dici tu.Mi stai dicendo che NTFS è un FS gerarchizzato a dovere? =
          Tanenbaum (e OSA contestare Tanenbaum, se hai coraggio) avrebbe qualcosa da ridire.

          e comunque la gestione di default

          del FS di Windows permette più o meno ogni cosa.

          sei tu che ti sbagli perchè basta usare il giusto
          account . Se invece non hai capito la differenza
          fra i vari account di windows allora non devi
          però venire a dire che windows permette ogni
          cosa.Infatti non permette ogni cosa, ma l'escalation dei privilegi è un gioco da ragazzi.

          2. Windows non contempla una buona
          organizzazione

          dei livelli di utenza e dei diritti

          questo lo dici tuOk, su questo forse ho esagerato. Non conosco abbastanza bene XP per affermarlo. La mia affermazione era legata ciò che è venuto prima. Chiedo venia.

          3. Il kernel di windows copre una vastità di

          operazioni che non rientrano proprio nella

          definizione di kernel. + codice in kernel-mode
          =


          + possibilità di bug =
          + possibilità di

          escalation dei privilegi =
          + possibilità di

          acquisire senza diritto il controllo completo

          della macchina.

          cavolate. Dimmi un po' come mai ogni mese si
          vedono vulnerabilità nel kernel di linux, eppure
          è leggero e più sicuro...1. Se ogni mese escono vulnerabilità del kernel è perché vengono rese pubbliche e perché c'è un sacco di gente che ci lavora e li scova. Nel caso di Win, non c'è così tanta gente che ci lavora per scovarne altrettanti ogni mese. E poi ricordati che, come dice "l'esperto di sicurezza Microsoft": se i bug non vengono resi pubblici, allora i virus-writer non li usano"; questa è una cavolata.2. Devi anche tenere in considerazione l'indice di gravità di un bug. Nel caso di linux, gli effetti possono essere dei più svarati, nel caso di windows, che io abbia visto, portano SEMPRE alla compromissione della macchina.

          Per concludere: qui nessuno mette in discussione

          che un virus per linux può esistere ed avere

          successo (di fatto ne esistono già parecchi). La

          grossa differenza è che per avere successo,

          devono incontrarsi determinati eventi che
          rendono

          il sistema vulnerabile.

          dimentichi che è l'utente quello che conta.L'utente è indubbiamente quello che fa la differenza. Devi però ammettere che all'utente devono essere dati gli strumenti per difendersi.
          • TheIrish scrive:
            Re: Linux "virusallizato"
            Ah, dimenticavo, per concludere...Vorrei farti notare che dei "Linari" (che termine stupido) qui dentro, io sono uno tra i meno "religiosi".Non mi sentirai mai parlare di "sistemi operativi definitivi". Il punto è che la scrittura di un sistema operativo è una cosa decisamente complessa e la specializzazione è un fenomeno endemico di tale attività.Windows ha i suoi pregi; per citarne alcuni: facilità d'impiego, disponibilità di software professionale, multimedia-friendly e non dimentichiamo il miglior framework grafico disponibile. La sicurezza NON è uno dei suoi pregi, eh vabbè, ci penserà qualcun altro.Linux ha pure i suoi pregi; per citarne alcuni: affidabilità, sicurezza, stabilità, ma non parliamo di multimedia né tantomeno dei suoi framework grafici che fan venire la pelle d'oca.A quanto pare la battaglia per la creazione di reti eterogenee che prendano il meglio da tutto ciò che è disponibile è persa per via degli utenti e non a causa della inadeguatezza della tecnologia attuale.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux "virusallizato"
            - Scritto da: TheIrish
            Windows ha i suoi pregi; per citarne alcuni:
            facilità d'impiego, disponibilità di software
            professionale, multimedia-friendly e non
            dimentichiamo il miglior framework grafico
            disponibile. ma se non sai nemmeno cosa è un framework. Un framework non necessariamente deve essere grafico.
            Linux ha pure i suoi pregi; per citarne alcuni:
            affidabilitàanche windows è affidabile
            sicurezzaè tanto sicuro che ogni giorno su secunia.com escono bollettini a go-go di falle di qua falle di la, falle nel kernel di linux, ecc.
            stabilità,guarda che windows non è mica più come windows98, è da 2 anni che non ho avuto crash eppure ci lavoro 8 ore al giorno con una sacco di applicativi aperti anche pesanti.Personalmente ho trovato più instabile linux che windows.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux "virusallizato"
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: TheIrish

            Windows ha i suoi pregi; per citarne alcuni:

            facilità d'impiego, disponibilità di software

            professionale, multimedia-friendly e non

            dimentichiamo il miglior framework grafico

            disponibile.

            ma se non sai nemmeno cosa è un framework. Un
            framework non necessariamente deve essere
            grafico.


            Linux ha pure i suoi pregi; per citarne alcuni:

            affidabilità

            anche windows è affidabilewinXP è stabile ma non affidabile.

            sicurezza

            è tanto sicuro che ogni giorno su secunia.com
            escono bollettini a go-go di falle di qua falle
            di la, falle nel kernel di linux, ecc.quindi?il kenel 2.6 ha attualmente 26 falle aperte LOWCRITICAL,windows ha MOLTE PIù FALLE APERTE CRITICAL.sicuramente scoprono falle su linux ma vengono tappate in tempi brevi(2 mesi ti dice niente?)quante falle CRITICAL APERTE HA il tuo amato sistema?

            stabilità,

            guarda che windows non è mica più come windows98,
            è da 2 anni che non ho avuto crash eppure ci
            lavoro 8 ore al giorno con una sacco di
            applicativi aperti anche pesanti.
            Personalmente ho trovato più instabile linux che
            windows.da uno che non capisce che su gnu- Linux le falle sono pacchate,da uno che dice linux per dire la distro co 15000 programmi non mi aspetto che una trollata simile anche se (IMHO) alcune distro sono più instabili di altre.... LINUX E' IL KERNEL e non lo butti a martellate...prova una debian stable invece di sparare cretinate...(se gnu-linux non fosse stabile non pensi che il 80% dei server non lo adotterebbe???? ah già---tu lavori 8 ore,mentre chi gestisce i server cazzeggi@ amabilmente chiaro)
          • TheIrish scrive:
            Re: Linux "virusallizato"

            ma se non sai nemmeno cosa è un framework. Un
            framework non necessariamente deve essere
            grafico.STO PARLANDO DI WIN32, OVVERO IL FRAMEWORK CHE PERMETTE LA COSTRUZIONE DELL'INTERFACCIA. NON PARLARE SE NON HAI MAI SCRITTO UNA MALEDETTA RIGA DI CODICE. Io sono buono e tranquillo, ma EVITA di parlare a sproposito, DILETTANTE.

            Linux ha pure i suoi pregi; per citarne alcuni:

            affidabilità

            anche windows è affidabileBeh, insomma. Diciamo che è migliorato.

            sicurezza

            è tanto sicuro che ogni giorno su secunia.com
            escono bollettini a go-go di falle di qua falle
            di la, falle nel kernel di linux, ecc.Leggi bene il mio post.

            stabilità,

            guarda che windows non è mica più come windows98,
            è da 2 anni che non ho avuto crash eppure ci
            lavoro 8 ore al giorno con una sacco di
            applicativi aperti anche pesanti.
            Personalmente ho trovato più instabile linux che
            windows.Potrei portarti una giara di lacrime di persone che hanno perso la vita con Windows 98
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux "virusallizato"
            - Scritto da: TheIrish
            STO PARLANDO DI WIN32, OVVERO IL FRAMEWORK CHE
            PERMETTE LA COSTRUZIONE DELL'INTERFACCIA. NON
            PARLARE SE NON HAI MAI SCRITTO UNA MALEDETTA RIGAquesta poi è bella. Win32 non fa solo grafica anzi fa più che altro tutt'alta cosa, infatti Win32 detto anche Win SDK è l'insieme di tutte le API di windows: gestione file, gestione finestre, gestione della memoria, e chi più ne ha più ne metta. Torna a studiare.
          • TheIrish scrive:
            Re: Linux "virusallizato"

            questa poi è bella. Win32 non fa solo grafica
            anzi fa più che altro tutt'alta cosa, infatti
            Win32 detto anche Win SDK è l'insieme di tutte le
            API di windows: gestione file, gestione finestre,
            gestione della memoria, e chi più ne ha più ne
            metta. Torna a studiare.Win32 è l'insieme di API che si occupa dell'interazione multimediale con l'utente. Non ha a che vedere con la memoria e con gli "internals", non per niente è una collection di API.Io facevo riferimento solo alle API del framework che hanno a che fare con la gestione dell'interfaccia grafica.
          • TheIrish scrive:
            Re: Linux "virusallizato"

            Win32 è l'insieme di API che si occupa
            dell'interazione multimediale con l'utente. Non
            ha a che vedere con la memoria e con gli
            "internals", non per niente è una collection di
            API.
            Io facevo riferimento solo alle API del framework
            che hanno a che fare con la gestione
            dell'interfaccia grafica.Oops, my errata. Hai ragione, win32 offre un layer di dialogo con il kernel (a dimostrazione che microsoft non ha idea di cosa significhi layering di un sistema operativo)...chiedo venia. Io facevo riferimento ad API User. Certo che qui non si può lisciare una parola... forse perché le parole sono più importanti dei contenuti. Avevo solamente detto l'API USER è decisamente il migliore fra tutti quelli con i quali ho scritto codice... comunque sia, discussione chiusa, non mi azzarderò mai più a fare un complimento a microsoft. Anzi, farò di più, non mi azzardrò più ad entrare qui dentro visto che l'unica cosa che vi riesce bene è discutere senza mai raggiungere una discussione costruttiva, e provate a dire il contrario.
          • mrCisco scrive:
            Re: Linux "virusallizato"

            è tanto sicuro che ogni giorno su secunia.com
            escono bollettini a go-go di falle di qua falle
            di la, falle nel kernel di linux, ecc.Io ascolterei l'Irish se fosse in te. Sai com'è, uno network engeneer che ha fatto penetration testing per due anni ed è fondatore di ciscoforums.it... io gli darei retta, poi se vuoi continuare a giocare a sim city e spalare stupidaggini, fa come vuoi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux "virusallizato"
            - Scritto da: TheIrish
            Infatti non permette ogni cosa, ma l'escalation
            dei privilegi è un gioco da ragazzi.solo se esistono falle di sicurezza, altrimenti non puoi minimamente fare l'escalation dei privilegi in windows da utente limitato. Se i permessi sono limitati qualunque cosa esegui va con diritti limitati.
  • avanzatempo scrive:
    eppure il mercato è...
    ...più ricco.proprio perché sono più difficili da "craccare" le società che hanno investito soldi non nel SW ma nelle risorse umane, e si suppone che siano società che "tengono" ai propri dati, proprio per ciò, più appetibili.bisognerebbe fare uno studio di rischio, una statistica impossibile perché gli oggetti di studio sono COPERTI dal segreto d'ufficio. come è logico che sia.amici miei, la parola chiave è una sola: marketing ragionato per le aziende (NON è il mio mestiere, eh?! non facciamo i soliti...ma anche se lo fosse?!).in tutte le sue "ficosità*"certo, chissenefrega.tanto il tempo avanza....:)___________________________________*empolese. in italiano suonerebbe come "rotture di *****"ps. la modifica è solo per l'ortografia/sintassi. maledetta fretta.==================================Modificato dall'autore il 14/10/2005 0.46.35
  • Anonimo scrive:
    Fantainformatica da quattro soldi
    Del solito pseudo PARRUCCONE MASTERIZZATO a corto di argomenti che si butta su Linux x attirare un pò di miserevole attenzione.Aria fritta e rifritta delle stesse cose che periodicamente tirano fuori dal calderone.
    • Anonimo scrive:
      Re: Fantainformatica da quattro soldi
      - Scritto da: Anonimo
      Del solito pseudo PARRUCCONE MASTERIZZATO a cortoAh ecco, sentite qualcuno mi toglie una curiosità? Cosa vuol dire esattamente Parruccone Masterizzato? Da dove deriva?grazie
      • Anonimo scrive:
        Re: Fantainformatica da quattro soldi
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Del solito pseudo PARRUCCONE MASTERIZZATO a
        corto

        Ah ecco, sentite qualcuno mi toglie una
        curiosità?
        Cosa vuol dire esattamente Parruccone
        Masterizzato? Da dove deriva?

        graziedal thc che certe persone assumono regolarmente prima di postare
      • Anonimo scrive:
        Re: Fantainformatica da quattro soldi
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Del solito pseudo PARRUCCONE MASTERIZZATO a
        corto

        Ah ecco, sentite qualcuno mi toglie una
        curiosità?
        Cosa vuol dire esattamente Parruccone
        Masterizzato? Da dove deriva?

        grazieDa CodiceAperto.org (o .it non mi ricordo).
        • Anonimo scrive:
          Re: Fantainformatica da quattro soldi
          - Scritto da: Anonimo
          Da CodiceAperto.org (o .it non mi ricordo).Si ma il significato quale è? Masterizzato sta per uno che ha fatto il master?
          • Anonimo scrive:
            Re: Fantainformatica da quattro soldi
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Da CodiceAperto.org (o .it non mi ricordo).


            Si ma il significato quale è? Masterizzato sta
            per uno che ha fatto il master?Per chi l' ha fatto e per chi spaccia di averlo fatto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Fantainformatica da quattro soldi
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Da CodiceAperto.org (o .it non mi ricordo).


            Si ma il significato quale è? Masterizzato sta
            per uno che ha fatto il master?http://66.249.93.104/search?q=cache:VuuxTPuv7FUJ:www.codiceaperto.org/forum/viewtopic.php%3Ft%3D15332%26sid%3Deb166d253fd5a537e16742a5dcd68581+PARRUCCONE+MASTERIZZATO&hl=en
    • Anonimo scrive:
      Re: Fantainformatica da quattro soldi
      - Scritto da: Anonimo
      Del solito pseudo PARRUCCONE MASTERIZZATO a corto
      di argomenti che si butta su Linux x attirare un
      pò di miserevole attenzione.
      Aria fritta e rifritta delle stesse cose che
      periodicamente tirano fuori dal calderone.
      La lettura di PI è facoltativa. O forse ti trovi obbligatoriamente intallato sul pc anche questo?
  • Anonimo scrive:
    Foreman?
    Grande pugile, ma per il resto...Credo che i virus possono essere un rischio solo per distro come Linspire che di default ti fanno usare il desktop come root.
  • Anonimo scrive:
    C.V.D.
    "Va detto che oggi le soluzioni antivirus per Linux hanno sostanzialmente lo scopo di proteggere i sistemi di rete dove gira Windows e di filtrare le e-mail: la ragione è che nel mondo del Pinguino i virus sono virtualmente inesistenti, e questo anche perché gli utenti sono abituati ad autenticarsi con privilegi limitati. Non stupisce, dunque, che la previsione di Foreman appaia a molti quanto meno esagerata: se Linux fosse davvero un così fertile terreno per i virus - si sostiene da più parti - stessa sorte sarebbe toccata anche a Unix, che prima dell'avvento del sistema operativo open source dominava quasi incontrastato il mercato aziendale."E BASTA!!!
    • avanzatempo scrive:
      Re: C.V.D.
      - Scritto da: Anonimo
      [cut] ...i virus sono virtualmente
      inesistenti, e questo anche perché gli utenti
      sono abituati ad autenticarsi con privilegi
      limitati. Non stupisce, dunque, che la previsione
      di Foreman appaia a molti quanto meno esagerata..."ma se...
      • Anonimo scrive:
        Re: C.V.D.
        ma se per esempio io i pacchetti li pijo solo dal sito ufficiale e gli altri programmi o sorgenti da siti ufficiali o "famosi" e affidabili quando lo pijo piu' un virus su linix ?
        • Anonimo scrive:
          Re: C.V.D.
          in effetti non si possono diffondere. Chi usa linux non è così scemo da aprire allegati eseguibili, nè credere che la propria distribuzione invii delle patch via email. Inoltre non scarica programmi da p2p, poichè sono tutti open source (per lo meno quelli per le workstation), e per lo stesso motivo non ha nemmeno bisogno di cercare i crackz
          • Anonimo scrive:
            Re: C.V.D.

            Inoltre non scarica programmi da p2p, poichè sono
            tutti open source (per lo meno quelli per le
            workstation), e per lo stesso motivo non ha
            nemmeno bisogno di cercare i crackzQuelli che usi tu magari!Ci sono in circolazione parecchi programmi per uso PROFESSIONALE che sono tutt'altro che gratuiti e costano un occhio della testa, l'incentivo per cercare il crack c'è eccome!
          • jojoman scrive:
            Re: C.V.D.
            - Scritto da: Anonimo

            Inoltre non scarica programmi da p2p, poichè
            sono

            tutti open source (per lo meno quelli per le

            workstation), e per lo stesso motivo non ha

            nemmeno bisogno di cercare i crackz

            Quelli che usi tu magari!
            Ci sono in circolazione parecchi programmi per
            uso PROFESSIONALE che sono tutt'altro che
            gratuiti e costano un occhio della testa,
            l'incentivo per cercare il crack c'è eccome!Vero, ma l'installazione di software proprietario su una macchina GNU/Linux dovrebbe essere evitata a qualsiasi costo, per ragioni filosofiche, dall'utente: è una contraddizione profonda usare GNU/Linux e schiaffarci sopra software proprietario. Non vedo perchè non si possa usare Windows, se si ha bisogno di software non libero.
          • Anonimo scrive:
            Re: C.V.D.
            "Vero, ma l'installazione di software proprietario su una macchina GNU/Linux dovrebbe essere evitata a qualsiasi costo, per ragioni filosofiche, dall'utente: è una contraddizione profonda usare GNU/Linux e schiaffarci sopra software proprietario."Vedi... a volte c'è gente che con linux ci lavora pure...FEz
          • jojoman scrive:
            Re: C.V.D.
            - Scritto da: Anonimo
            "Vero, ma l'installazione di software
            proprietario su una macchina GNU/Linux dovrebbe
            essere evitata a qualsiasi costo, per ragioni
            filosofiche, dall'utente: è una contraddizione
            profonda usare GNU/Linux e schiaffarci sopra
            software proprietario."

            Vedi... a volte c'è gente che con linux ci lavora
            pure...
            FEzE c'è gente che è capace di lavorarci facendo affidamento solo su dell'ottimo software libero: anzi, ti rivelo che costa anche meno di licenze.
          • Anonimo scrive:
            Re: C.V.D.
            Hai perfettamente ragione... ma tutto dipende dal contesto applicativo. Ti porto l'esempio di ILM perchè è il primo che mi viene in mente ed è anche piuttosto evidente.Han migrato i loro sw propietari da IRIX a Linux ed inoltre utilizzano Maya su Linux per il loro lavoro.E forse un peccato? Non penso visto che non c'è un equivalente free...FEz
          • Anonimo scrive:
            Re: C.V.D.

            Vero, ma l'installazione di software proprietario
            su una macchina GNU/Linux dovrebbe essere evitata
            a qualsiasi costo, per ragioni filosofiche,
            dall'utente: è una contraddizione profonda usare
            GNU/Linux e schiaffarci sopra software
            proprietario. Non vedo perchè non si possa usare
            Windows, se si ha bisogno di software non libero.perche' magari serve lo stesso un os piu' furbo, anche se sopra ci devi mettere un software proprietarioa lavorare e' cosi', non sempre puoi scegliere il sw o l'os...a casa invece puoi fare liberamente il filosofo
          • max.corno scrive:
            Re: C.V.D.

            Vero, ma l'installazione di software proprietario
            su una macchina GNU/Linux dovrebbe essere evitata
            a qualsiasi costo, per ragioni filosofiche,
            dall'utente: è una contraddizione profonda usare
            GNU/Linux e schiaffarci sopra software
            proprietario. Non vedo perchè non si possa usare
            Windows, se si ha bisogno di software non libero.Perchè? Oracle gira molto meglio su Linux!Non è mica obbligatorio usare sw Closed su piattaforme Closed, ne il contrario.
          • Anonimo scrive:
            Re: C.V.D.
            - Scritto da: jojoman

            - Scritto da: Anonimo


            Inoltre non scarica programmi da p2p, poichè

            sono


            tutti open source (per lo meno quelli per le


            workstation), e per lo stesso motivo non ha


            nemmeno bisogno di cercare i crackz



            Quelli che usi tu magari!

            Ci sono in circolazione parecchi programmi per

            uso PROFESSIONALE che sono tutt'altro che

            gratuiti e costano un occhio della testa,

            l'incentivo per cercare il crack c'è eccome!

            Vero, ma l'installazione di software proprietario
            su una macchina GNU/Linux dovrebbe essere evitata
            a qualsiasi costo, per ragioni filosofiche,
            dall'utente: è una contraddizione profonda usare
            GNU/Linux e schiaffarci sopra software
            proprietario. Non vedo perchè non si possa usare
            Windows, se si ha bisogno di software non libero.E' sempre un piacere farsi quattro risate leggendo le panzane che tanti hanno il coraggio di scrivere su PI.Complimenti! :D :D (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: C.V.D.
            - Scritto da: jojoman[cut]
            Vero, ma l'installazione di software proprietario
            su una macchina GNU/Linux dovrebbe essere evitata
            a qualsiasi costo, per ragioni filosofiche,
            dall'utente: è una contraddizione profonda usare
            GNU/Linux e schiaffarci sopra software
            proprietario. Non vedo perchè non si possa usare
            Windows, se si ha bisogno di software non libero.Ti faccio presente che Linux è un sistema operativo e che l'open source è un modello di sviluppo e distribuzione del software. Qui non stiamo parlando di religione e nemmeno di filosofia (almeno in senso stretto).Dando per scontato che tu conosca il significato di open source (cosa di cui a questo punto dubito) ti ricordo che niente impedisce o preclude tout court l'uso di software proprietario su Linux, quando questo è per qualche motivo preferibile a quello open (o quest'ultimo non esiste per una determinata funzione).Resta inteso che è preferibile l'uso del software open per motivi di standardizzazione e di debugging, nonché di redistribuzione e non ultimo per garanzia di sicurezza e stabilità (e questo vale a maggior regione per driver o componenti fondamentali del sistema).Di sicuro sono da evitare finché possibile i formati chiusi.Nel contempo si deve essere consapevoli che esistono alcuni particolari software (tipicamente professionali per esempio, come alcuni cad, ecc.) che esistono solo in versione closed ed in questi casi niente - e ripeto *niente* - ne preclude l'utilizzo su Linux, sia dal punto di vista tecnico che, come dici tu, "filosofico".Magari questo non è il tuo caso e tu sei innocente, ma colgo l'occasione per ricordare a tutti che Linux e l'open source non hanno nulla a che fare con le varie correnti ideologiche proto-no-global e non sono in alcun modo in contrapposizione con il mondo del software commerciale ed aziendale ma anzi sono ben integrati in esso. SalutiProspero
          • Anonimo scrive:
            Re: C.V.D.
            - Scritto da: Anonimo
            Ti faccio presente che Linux è un sistema
            operativo e che l'open source è un modello di
            sviluppo e distribuzione del software. Qui non
            stiamo parlando di religione e nemmeno di
            filosofia (almeno in senso stretto).
            Dando per scontato che tu conosca il significato
            di open source (cosa di cui a questo punto
            dubito) ti ricordo che niente impedisce o
            preclude tout court l'uso di software
            proprietario su Linux, quando questo è per
            qualche motivo preferibile a quello open (o
            quest'ultimo non esiste per una determinata
            funzione).
            Resta inteso che è preferibile l'uso del software
            open per motivi di standardizzazione e di
            debugging, nonché di redistribuzione e non ultimo
            per garanzia di sicurezza e stabilità (e questo
            vale a maggior regione per driver o componenti
            fondamentali del sistema).
            Di sicuro sono da evitare finché possibile i
            formati chiusi.
            Nel contempo si deve essere consapevoli che
            esistono alcuni particolari software (tipicamente
            professionali per esempio, come alcuni cad, ecc.)
            che esistono solo in versione closed ed in questi
            casi niente - e ripeto *niente* - ne preclude
            l'utilizzo su Linux, sia dal punto di vista
            tecnico che, come dici tu, "filosofico".
            Magari questo non è il tuo caso e tu sei
            innocente, ma colgo l'occasione per ricordare a
            tutti che Linux e l'open source non hanno nulla a
            che fare con le varie correnti ideologiche
            proto-no-global e non sono in alcun modo in
            contrapposizione con il mondo del software
            commerciale ed aziendale ma anzi sono ben
            integrati in esso.
            Saluti
            ProsperoTu parli di software OpenSource, io di software libero: la radicale differenza sta qui. Il tuo punto di vista è pratico ed utilitaristico, il mio etico. E non tiriamo in ballo sciocchezze come quella delle correnti ideologiche proto-no-global, cui sia il concetto di "software libero" sia (ancor meno) quello di OpenSource non sono collegati.Forse non sono io a non sapere cosa sia OpenSource, ma sei tu a non esserti accorto che parlavo di software libero e a non sapere la differenza tra i due: ti rinfresco la memoria. http://www.gnu.org/philosophy/free-software-for-freedom.it.html
          • jojoman scrive:
            Re: C.V.D.
            Aggiungo (loggandomi su P.I.) che un'altra radicale differenza è che tu chiami il sistema Linux, come spinge certa ideologia utilitaristica; io do a Cesare quel che è di Cesare, e lo chiamo GNU/Linux, perchè Linux è solo un kernel. Dispiace che chi lo utilizza ancora non impari a chiamare le cose con il giusto nome.
        • jojoman scrive:
          Re: C.V.D.
          - Scritto da: Anonimo
          ma se per esempio io i pacchetti li pijo solo dal
          sito ufficiale e gli altri programmi o sorgenti
          da siti ufficiali o "famosi" e affidabili quando
          lo pijo piu' un virus su linix ?Premessa: uso GNU/Linux.Risposta: non parlando di virus - la cui diffusione su GNU/Linux ritengo altamente improbabile visto il sistema scalare dei privilegi -, ma parlando più correttamente di backdoor, ti invito a riflettere sul fatto che i repository potrebbero essere compromessi. Anzi, sarebbe molto più semplice compromettere un repository e garantirsi l'installazione della propria backdoor sulle migliaia di macchine che vi si riforniscono, piuttosto che attaccarle singolarmente. Se è vero che i repository sono generalmente sicuri, non scordiamoci che ogni eventualità - in tematica di sicurezza - non va scartata: Savannah stesso fu compromesso, qualche tempo fa.
          • Anonimo scrive:
            Re: C.V.D.
            - Scritto da: jojoman

            - Scritto da: Anonimo

            ma se per esempio io i pacchetti li pijo solo
            dal

            sito ufficiale e gli altri programmi o sorgenti

            da siti ufficiali o "famosi" e affidabili quando

            lo pijo piu' un virus su linix ?

            Premessa: uso GNU/Linux.

            Risposta: non parlando di virus - la cui
            diffusione su GNU/Linux ritengo altamente
            improbabile visto il sistema scalare dei
            privilegi -, ma parlando più correttamente di
            backdoor, ti invito a riflettere sul fatto che i
            repository potrebbero essere compromessi. Anzi,
            sarebbe molto più semplice compromettere un
            repository e garantirsi l'installazione della
            propria backdoor sulle migliaia di macchine che
            vi si riforniscono, piuttosto che attaccarle
            singolarmente. Se è vero che i repository sono
            generalmente sicuri, non scordiamoci che ogni
            eventualità - in tematica di sicurezza - non va
            scartata: Savannah stesso fu compromesso, qualche
            tempo fa.Chissà che ci stanno a fare allora quelle chiavi pubbliche GPG/DSA e quei controlli MD5 e SHA sugli RPM?Forse proprio ad evitare che prendendo di mira un repository si possano compromettere le macchine che lo usano?
          • jojoman scrive:
            Re: C.V.D.
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: jojoman



            - Scritto da: Anonimo


            ma se per esempio io i pacchetti li pijo solo

            dal


            sito ufficiale e gli altri programmi o
            sorgenti


            da siti ufficiali o "famosi" e affidabili
            quando


            lo pijo piu' un virus su linix ?



            Premessa: uso GNU/Linux.



            Risposta: non parlando di virus - la cui

            diffusione su GNU/Linux ritengo altamente

            improbabile visto il sistema scalare dei

            privilegi -, ma parlando più correttamente di

            backdoor, ti invito a riflettere sul fatto che i

            repository potrebbero essere compromessi. Anzi,

            sarebbe molto più semplice compromettere un

            repository e garantirsi l'installazione della

            propria backdoor sulle migliaia di macchine che

            vi si riforniscono, piuttosto che attaccarle

            singolarmente. Se è vero che i repository sono

            generalmente sicuri, non scordiamoci che ogni

            eventualità - in tematica di sicurezza - non va

            scartata: Savannah stesso fu compromesso,
            qualche

            tempo fa.

            Chissà che ci stanno a fare allora quelle chiavi
            pubbliche GPG/DSA e quei controlli MD5 e SHA
            sugli RPM?
            Forse proprio ad evitare che prendendo di mira un
            repository si possano compromettere le macchine
            che lo usano?Ovviamente sì. Ma a parte il fatto che non tutto il mondo va ad RPM, e che c'è chi utilizza il codice sorgente direttamente - e a parte il fatto che l'MD5, ne do atto, si può fare anche sul codice sorgente, come su qualsiasi altro file -, e premesso che, se leggi altro thread, consigliavo a chi s'avvicina a GNU/Linux di verificare sempre l'MD5 (quindi non ne ignoro l'esistenza), ti ricordo che se comprometto un repository, non ci metto niente a ficcarci dentro degli MD5 corrotti, che appartengono al file sul quale ho installato una backdoor. Le cose, qui, son ben più complesse dell'editarsi un /etc/apt/sources.list e fare "apt-get update", "apt-get upgrade", o del fare un canonico "./configure && make && make install": NULLA è sicuro, mi spiace. Se ami GNU/Linux, lo sai e lo accetti, come accetti che sia più sicuro di Windows e che le falle vengano tappate in minor tempo. D'altronde, c'è un HOW-TO sulla tua distro che dovrebbe spiegarti come interagire con gli altri quando si parla GNU/Linux: niente presunzione, niente attacchi a chi usa Windows, niente sarcasmi, e fatti chiari. Onestà, soprattutto onestà.EDIT: ti aggiungo anche il link a quell'HOW-TO, se non l'hai installato. http://www.pluto.linux.it/ildp/HOWTO/Advocacy.htmlCredo che chiunque si consideri veramente parte della comunità del software libero, e ne sia sostenitore, debba leggerlo molto bene ed applicare la maggior parte delle regole lì riportate, soprattutto quelle del canone di condotta.==================================Modificato dall'autore il 14/10/2005 13.11.58
          • Gianluca70 scrive:
            [OT] Ottimo documento, da ricordare
            - Scritto da: jojoman[cut]
            NULLA è
            sicuro, mi spiace. Se ami GNU/Linux, lo sai e lo
            accetti, come accetti che sia più sicuro di
            Windows e che le falle vengano tappate in minor
            tempo.Tsk tsk, guarda che stai per contraddirti ra poche righe... ;)
            D'altronde, c'è un HOW-TO sulla tua distro
            che dovrebbe spiegarti come interagire con gli
            altri quando si parla GNU/Linux: niente
            presunzione, niente attacchi a chi usa Windows,
            niente sarcasmi, e fatti chiari. Onestà,
            soprattutto onestà.

            EDIT: ti aggiungo anche il link a quell'HOW-TO,
            se non l'hai installato.
            http://www.pluto.linux.it/ildp/HOWTO/Advocacy.html

            Credo che chiunque si consideri veramente parte
            della comunità del software libero, e ne sia
            sostenitore, debba leggerlo molto bene ed
            applicare la maggior parte delle regole lì
            riportate, soprattutto quelle del canone di
            condotta.Grazie del link, nessuno mi aveva mai suggerito la sua presenza, ne terro' conto sempre.
          • Anonimo scrive:
            Re: C.V.D.
            - Scritto da: jojoman
            Risposta: non parlando di virus - la cui
            diffusione su GNU/Linux ritengo altamente
            improbabile visto il sistema scalare dei
            privilegiquindi con Windows Vista non ci saranno più virus? Visto che anche Vista avrà un sistema scalare dei privilegi come linux. Grazie per la info.
          • Anonimo scrive:
            Re: C.V.D.
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: jojoman

            Risposta: non parlando di virus - la cui

            diffusione su GNU/Linux ritengo altamente

            improbabile visto il sistema scalare dei

            privilegi

            quindi con Windows Vista non ci saranno più
            virus? Visto che anche Vista avrà un sistema
            scalare dei privilegi come linux. Grazie per la
            info.E' impossibile stabilire il futuro, soprattutto con il tuo ottimismo.Si vedrà a breve distanza dall'uscita di Vista.
          • max.corno scrive:
            Re: C.V.D.

            quindi con Windows Vista non ci saranno più
            virus? Visto che anche Vista avrà un sistema
            scalare dei privilegi come linux. Grazie per la
            info.http://www.p2pforum.it/forum/showthread.php?t=43986
          • Anonimo scrive:
            Re: C.V.D.
            - Scritto da: max.corno
            http://www.p2pforum.it/forum/showthread.php?t=4398Microsoft MSH non farà parte di vista ma sarà un add-on dato che è uno strumento delicato utilizzato solo da sviluppatori e professionisti.
          • max.corno scrive:
            Re: C.V.D.
            [snip]
            backdoor, ti invito a riflettere sul fatto che i
            repository potrebbero essere compromessi. Anzi,
            sarebbe molto più semplice compromettere un
            repository e garantirsi l'installazione della
            propria backdoor sulle migliaia di macchine che
            vi si riforniscono, piuttosto che attaccarle
            singolarmente. Se è vero che i repository sono
            generalmente sicuri, non scordiamoci che ogni
            eventualità - in tematica di sicurezza - non va
            scartata: Savannah stesso fu compromesso, qualche
            tempo fa.Infatti le patch sono firmate. ;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: C.V.D.
      quoto
    • Anonimo scrive:
      Re: C.V.D.
      oggi è così, ma domani secondo le previsioni di AVG anche linux sarà bersagliato da Virus e malware.
      • Anonimo scrive:
        Re: C.V.D.
        - Scritto da: Anonimo
        oggi è così, ma domani secondo le previsioni di
        AVG anche linux sarà bersagliato da Virus e
        malware.Non resta che attendere per vedere se queste previsioni si avvereranno.
        • Anonimo scrive:
          Re: C.V.D.
          - Scritto da: Anonimo


          - Scritto da: Anonimo

          oggi è così, ma domani secondo le previsioni di

          AVG anche linux sarà bersagliato da Virus e

          malware.

          Non resta che attendere per vedere se queste
          previsioni si avvereranno.http://punto-informatico.it/p.asp?i=55589&r=PIVa detto che oggi le soluzioni antivirus per Linux hanno sostanzialmente lo scopo di proteggere i sistemi di rete dove gira Windows e di filtrare le e-mail: la ragione è che nel mondo del Pinguino i virus sono virtualmente inesistenti, e questo anche perché gli utenti sono abituati ad autenticarsi con privilegi limitati. Non stupisce, dunque, che la previsione di Foreman appaia a molti quanto meno esagerata: se Linux fosse davvero un così fertile terreno per i virus - si sostiene da più parti - stessa sorte sarebbe toccata anche a Unix, che prima dell'avvento del sistema operativo open source dominava quasi incontrastato il mercato aziendale.
  • Anonimo scrive:
    Non serve ad un casso
    L'antivirus sotto linux è un spreco di memoria. Nessuno ci ha mai potuto credere veramente, tranne quelli che vendono antivirus.Non voglio qui iniziare la solita polemica, linux inespugnabile, bla bla bla perchè non è così, linux è espugnabile, la storia è lì a dircelo tranquillamente, ma non dai virus "stile windows"Quello che linux può temere sono in particolar modo le escalation di privilegi. Sono la prima causa di cracking su server linux, mentre non si è mai visto un virus serio prendere piede sul pinguino. Ci sarà un motivo.Oltre al fatto che i tuoi software li prendi dai repository ufficiali dove sei sicuro che non si annidino sorprese strane.Se li prendi da un repository non ufficiale sei un babbeo e allora aspettati di tutto.L'unico virus che io ricordi per linux era un patch fasulla di Red Hat made in china...Quello che serve a linux è un firewall ben configurato e una politica di permessi seria, oltre ad aggiornare tempestivamente.Poi ognuno può buttare i soldi come crede...
    • Anonimo scrive:
      Re: Non serve ad un casso

      L'unico virus che io ricordi per linux era un
      patch fasulla di Red Hat made in china...e lo chiami virus un rpm che ti arriva per posta con scritto "installami che sono una patch di sicurezza importante"? :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Non serve ad un casso
        - Scritto da: Anonimo


        L'unico virus che io ricordi per linux era un

        patch fasulla di Red Hat made in china...

        e lo chiami virus un rpm che ti arriva per posta
        con scritto "installami che sono una patch di
        sicurezza importante"? :DInfatti, ma c'è da dire che molti "virus" per windows si sono diffusi così.Uno mi pare si chiamasse Sven... ma lì non conta linux o windows, conta solo l'intelligenza delle persone.Lì linux è avvantaggiato non perchè sia più sicuro nel caso specifico (se ti installi una patch fasulla da root hai lo stesso effetto devastante tipo win) ma perchè ha un parco utenza più smaliziato
    • Anonimo scrive:
      Re: Non serve ad un casso
      Parlare di virus non ha senso. Le cose hanno il loro nome.Premesse:- Tutto il software è vulnerabile. Non può essere perfetto. - Linux è un sistema operativo. Una distribuzione è un insieme di programmi utente che compongono un sistema funzionale.Questi sono dati di fatto:- Il sistema verrebbe compromesso solo se si installano rootkit o programmi estranei abbinati ad una configurazione ad hoc.- E' noto che i sistemi windows sono molto "delicati" sul lato sicurezza; le motivazioni sono la rarità degli aggiornamenti, il pessimo sistema (non aderente a standards e buon senso), la precarietà delle autorizzazioni, la perfetta ignoranza degli utenti (non colpa loro... il sistema Windows è fuori controllo per l'utente). Una motivazione falsa è la diffusione di Windows nel mercato desktop: infettare più macchine è meno soddisfacente che spezzare un sistema più sicuro...- Se un uomo è in grado di entrare un computer grazie ad exploit e/o mal configurazioni del sistema, non vuol dire che un programma possa farlo. Ci sono troppe variabili in gioco. D'altra parte, non si può dire la stessa cosa di Windows, dove l'installazione di un programma alterante il sistema non viene nota (ne all'utente ne al sistema stesso!!!), oltre che sfruttare il sistema per spargersi...Sono convinto che la maggioranza degli utenti Linux sappia cosa sta facendo con la propria macchina... e se così non fosse, lo impareranno, rendendo le macchine più sicure...
      • Anonimo scrive:
        Re: Non serve ad un casso
        - Scritto da: Anonimo

        Parlare di virus non ha senso. Le cose hanno il
        loro nome.

        Premesse:
        - Tutto il software è vulnerabile. Non può essere
        perfetto.
        - Linux è un sistema operativo. Una distribuzione
        è un insieme di programmi utente che compongono
        un sistema funzionale.

        Questi sono dati di fatto:

        - Il sistema verrebbe compromesso solo se si
        installano rootkit o programmi estranei abbinati
        ad una configurazione ad hoc.buferoverflow ti dice niente
        - E' noto che i sistemi windows sono molto
        "delicati" sul lato sicurezza;no sono solo utilizzati da utenti come administrator
        le motivazioni
        sono la rarità degli aggiornamenti,???????????questa l'hai sognata stanotte
        il pessimo
        sistematua opinione
        (non aderente a standardsc'è uno standard per gli os?link per favore....mi sa che quelle prive di standard sono le innumerevoli distro linux che non riescono neanche a mettersi d'accordo su gestione dipendenze e sistemi di installazione
        e buon sensoil buon senso di chi?il tuo?il mio?quello del mio panettiere?sta cosa mi sa di wanna marchi....
        ),
        la precarietà delle autorizzazioni,spieghi a tutti quello che volevi dire?perchè detto così sa tanto di ragazzino ignorante che scimiotta qualcosa letto su www.kernelinux.org/il_demone_ms/tecniche_di_dialettica.php
        la perfetta
        ignoranza degli utentimeriteresti un nobel solo per questo :
        (non colpa loro... il
        sistema Windows è fuori controllo per l'utente).
        Una motivazione falsa è la diffusione di Windows
        nel mercato desktop:pensa tu che invece è l'esatto contrario di quello che affermano tutti i grossi nomi del panorama informatico.....
        infettare più macchine è
        meno soddisfacente che spezzare un sistema più
        sicuro...certo certo come no.....
        - Se un uomo è in grado di entrare un computer
        grazie ad exploit e/o mal configurazioni del
        sistema, non vuol dire che un programma possa
        farlo. Ci sono troppe variabili in gioco. D'altra
        parte, non si può dire la stessa cosa di Windows,
        dove l'installazione di un programma alterante il
        sistema non viene notainizia ad usare windows con 1/3 dei criteri di buon senso che usi in linux e poi vediamo....
        (ne all'utente ne al
        sistema stesso!!!), oltre che sfruttare il
        sistema per spargersi...

        Sono convinto che la maggioranza degli utenti
        Linux sappia cosa sta facendo con la propria
        macchina... e se così non fosse, lo impareranno,
        rendendo le macchine più sicure...direi che allora la differenza sta nell'utente e non nell'os
        • jojoman scrive:
          Re: Non serve ad un casso
          Premetto che non sono quello di prima...

          - Il sistema verrebbe compromesso solo se si

          installano rootkit o programmi estranei abbinati

          ad una configurazione ad hoc.

          buferoverflow ti dice nienteSi scrive "buffer overflow": almeno controlliamo prima in Google se sappiamo scrivere una cosa che non conosciamo forse bene.

          - E' noto che i sistemi windows sono molto

          "delicati" sul lato sicurezza;

          no sono solo utilizzati da utenti come
          administratorE sono pieni di buchi, non diciamo fesserie, come qualsiasi altro software: la differenza sta nel fatto che la Microsoft tappa i buchi a suo comodo, mentre su GNU/Linux vengono generalmente tappati in pochissimo tempo.

          il pessimo

          sistema

          tua opinioneSarà anche libero di avere un'opinione, o deve pensarla come te? Oppure se ha un'opinione deve per forza beccarsi il rimbrotto? Guarda che in Italia, anche se a volte non sembra, esiste ancora una democrazia. Prendiamo in mano la Costituzione e diamoci una letta.


          (non aderente a standards

          c'è uno standard per gli os?
          link per favore....
          mi sa che quelle prive di standard sono le
          innumerevoli distro linux che non riescono
          neanche a mettersi d'accordo su gestione
          dipendenze e sistemi di installazione
          Qui la spari grossa: il bello è proprio questo. C'è una base del sistema comune a tutte le distro, ma in più c'è qualcosa che ognuna di esse aggiunge, così da fornire all'utente un panorama variegato. Si chiama pluralismo: ed è una buona cosa, te l'assicuro. D'altronde, esiste il pluralismo dei e nei mass media, il pluralismo politico, quello economico... perchè non dovrebbe esistere quello informatico?

          la precarietà delle autorizzazioni,

          spieghi a tutti quello che volevi dire?
          perchè detto così sa tanto di ragazzino ignorante
          che scimiotta qualcosa letto su
          www.kernelinux.org/il_demone_ms/tecniche_di_dialet
          Sei male informato. A differenza di chi fa le campagne "Get the facts" e confonde le persone, gli utenti GNU/Linux - almeno quelli che non lo usano per fare i fichi o perchè fa tendenza, ma perchè credono nel progetto del software libero, senza mire di "conquista ti monto" ma per puro piacere od interesse personale - sono invitati da Stallman a non confondere le cose, e a non credere alla favola del «demone Microsoft brutto e cattivo», come tu insinui sia loro suggerito di credere. Non ti si romperebbe Internet Explorer se prima di parlare leggessi qualcosa, puntandolo sul sito della GNU e leggendo l'articolo «Microsoft è il demonio?»: http://www.gnu.org/philosophy/microsoft.it.html

          (non colpa loro... il

          sistema Windows è fuori controllo per l'utente).

          Una motivazione falsa è la diffusione di Windows

          nel mercato desktop:

          pensa tu che invece è l'esatto contrario di
          quello che affermano tutti i grossi nomi del
          panorama informatico.....Può essere che hai ragione tu, come può essere che ha ragione chi ha postato prima di te, e chi tu hai quotato: il punto comunque è che, tendenzialmente, non mi fiderei dell'auctoritas. In genere, se qualcuno dice una cosa, sono portato a non credergli se non verifico di persona: ti assicuro che è un buon metodo. Non esiste l'onniscienza, e chi spesso è più «grosso» può spararle anche più «grosse».

          infettare più macchine è

          meno soddisfacente che spezzare un sistema più

          sicuro...

          certo certo come no.....Sì, su questo concordo. In effetti rompere sistemi più sicuri di Windows - quali Unix e derivati sono - potrà pure dare maggiori soddisfazioni, ma a pochi eletti che credono di trovarsi ancora negli anni '80. Indubbiamente il sistema più usato è sempre quello più colpito.

          - Se un uomo è in grado di entrare un computer

          grazie ad exploit e/o mal configurazioni del

          sistema, non vuol dire che un programma possa

          farlo. Ci sono troppe variabili in gioco.
          D'altra

          parte, non si può dire la stessa cosa di
          Windows,

          dove l'installazione di un programma alterante
          il

          sistema non viene nota

          inizia ad usare windows con 1/3 dei criteri di
          buon senso che usi in linux e poi vediamo....Usare Windows con buon senso diminuisce sensibilmente la possibilità di intrusione: ma ci sono variabili che sono fuori dal controllo dell'utente scrupoloso, e sono variabili che, lasciate in mano ad una sola grande azienda che salta ad esempio per un mese le patch di sicurezza, non sono da ignorare.

          (ne all'utente ne al

          sistema stesso!!!), oltre che sfruttare il

          sistema per spargersi...



          Sono convinto che la maggioranza degli utenti

          Linux sappia cosa sta facendo con la propria

          macchina... e se così non fosse, lo impareranno,

          rendendo le macchine più sicure...

          direi che allora la differenza sta nell'utente e
          non nell'osSta in tutti e due, secondo me: semmai, un sistema GNU/Linux in mano ad un utente niubbo è più facile da «rompere» rispetto ad un sistema Windows (in quanto più personalizzabile, più traparente e più portato ad insegnare all'utente che deve stare attento a dove metter mano):: ma quasi mai si comprometterà la sicurezza (a meno che non si voglia giocare con i permessi).==================================Modificato dall'autore il 14/10/2005 2.43.34==================================Modificato dall'autore il 14/10/2005 2.44.26==================================Modificato dall'autore il 14/10/2005 2.47.01
          • matcion scrive:
            Re: Non serve ad un casso




            - E' noto che i sistemi windows sono molto


            "delicati" sul lato sicurezza;



            no sono solo utilizzati da utenti come

            administrator

            E sono pieni di buchi, non diciamo fesserie, come
            qualsiasi altro software: la differenza sta nel
            fatto che la Microsoft tappa i buchi a suo
            comodo, mentre su GNU/Linux vengono
            generalmente
            tappati in pochissimo tempo.No tutti i software che girano su win sono MS.



            il pessimo


            sistema



            tua opinione

            Sarà anche libero di avere un'opinione, o deve
            pensarla come te? Oppure se ha un'opinione deve
            per forza beccarsi il rimbrotto? Guarda che in
            Italia, anche se a volte non sembra, esiste
            ancora una democrazia. Prendiamo in mano la
            Costituzione e diamoci una letta.
            Chi ti ha detto che non puoi avere una tua opinione?

            Sei male informato. A differenza di chi fa le
            campagne "Get the facts" e confonde le persone,
            gli utenti GNU/Linux - almeno quelli che non lo
            usano per fare i fichi o perchè fa tendenza, ma
            perchè credono nel progetto del software libero,
            senza mire di "conquista ti monto" ma per puro
            piacere od interesse personale - sono invitati da
            Stallman a non confondere le cose, e a non
            credere alla favola del «demone Microsoft brutto
            e cattivo», come tu insinui sia loro suggerito di
            credere. Non ti si romperebbe Internet Explorer
            se prima di parlare leggessi qualcosa, puntandolo
            sul sito della GNU e leggendo l'articolo
            «Microsoft è il demonio?»:
            http://www.gnu.org/philosophy/microsoft.it.html
            Da quanto leggo su questo forum i "conquista ti monto"sono, purtroppo, la maggioranza, almeno di quelli che postano.

            Può essere che hai ragione tu, come può essere
            che ha ragione chi ha postato prima di te, e chi
            tu hai quotato: il punto comunque è che,
            tendenzialmente, non mi fiderei dell'auctoritas.
            In genere, se qualcuno dice una cosa, sono
            portato a non credergli se non verifico di
            persona: ti assicuro che è un buon metodo. Non
            esiste l'onniscienza, e chi spesso è più «grosso»
            può spararle anche più «grosse».
            Bhe, esesistono cose che uno non può verificare di persona... Usi questo metodo solo per quanto riguarda il pc o in ogni campo?

            Sta in tutti e due, secondo me: semmai, un
            sistema GNU/Linux in mano ad un utente niubbo è
            più facile da «rompere» rispetto ad un sistema
            Windows (in quanto più personalizzabile, più
            traparente e più portato ad insegnare all'utente
            che deve stare attento a dove metter mano):C'è solo un problema: di solito la gente NON VUOLE imparare. Si fa fatica a imparare una cosa nuova.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non serve ad un casso
            - Scritto da: jojoman
            Premetto che non sono quello di prima...



            - Il sistema verrebbe compromesso solo se si


            installano rootkit o programmi estranei
            abbinati


            ad una configurazione ad hoc.



            buferoverflow ti dice niente

            Si scrive "buffer overflow": almeno controlliamo
            prima in Google se sappiamo scrivere una cosa che
            non conosciamo forse bene.forse parli per te.un errore di battitura non ti autorizza a dare del tuo a gli altri



            - E' noto che i sistemi windows sono molto


            "delicati" sul lato sicurezza;



            no sono solo utilizzati da utenti come

            administrator

            E sono pieni di buchi, non diciamo fesserie, come
            qualsiasi altro software: la differenza sta nel
            fatto che la Microsoft tappa i buchi a suo
            comodo, mentre su GNU/Linux vengono generalmente
            tappati in pochissimo tempo.25% dei nug di linux sono ancora aperti contro il 22% di quelli windows.l'unico che dice fesserie sei tu!i luoghi comuni e i sermoni da gnu ti hanno rincitrullito




            il pessimo


            sistema



            tua opinione

            Sarà anche libero di avere un'opinione, o deve
            pensarla come te?per fortuna non sono costretto a pensare come te altrimenti mi sparerei.se invece di buttarti in guerre anti-ms ragioneresti un po....dove sta scritto che non devi avere un'opinione?le tue conclusioni ormai si affidano al puro caso....HO SOTTOLINEATO CHE QUELLA E' SOLO UN'OPINIONE E COME TALE NON HA ALCUNO VALORE NEL GIUDIZIO OBIETTIVO la mia opinione e invece che linux è persino peggiore visto che tra exploit varia (sicurezza compromessa), usabilità prossima allo zero, riconoscimento hw pari al 10%, e mancanza di applicativi seri serve solo a fare gli 'alternativi'
            Oppure se ha un'opinione deve
            per forza beccarsi il rimbrotto? Guarda che in
            Italia, anche se a volte non sembra, esiste
            ancora una democrazia. Prendiamo in mano la
            Costituzione e diamoci una letta.non meriti neanche di essere risposto tanto sei fesso e acido.





            (non aderente a standards



            c'è uno standard per gli os?

            link per favore....

            mi sa che quelle prive di standard sono le

            innumerevoli distro linux che non riescono

            neanche a mettersi d'accordo su gestione

            dipendenze e sistemi di installazione



            Qui la spari grossa: il bello è proprio questo.
            C'è una base del sistema comune a tutte le
            distro, ma in più c'è qualcosa che ognuna di esse
            aggiunge, così da fornire all'utente un panorama
            variegato. Si chiama pluralismo: ed è una buona
            cosa, te l'assicuro.bla bla bla blase lo fa il mondo oss si chiama pluralismo se lo fanno gli altri no....allora perchè frontpage non si può considerare come un applicativo che aggiunge di suo agli standard?perchè e ms? pluralismo dei e nei mass media, il pluralismo
            politico, quello economico... perchè non dovrebbe
            esistere quello informatico?che gran confusione che fai.....il pluralismo non è antitetico agli standard....ciò non toglie che linux diversi standard li ha dimenticati nei fork


            la precarietà delle autorizzazioni,



            spieghi a tutti quello che volevi dire?

            perchè detto così sa tanto di ragazzino
            ignorante

            che scimiotta qualcosa letto su


            www.kernelinux.org/il_demone_ms/tecniche_di_dialet



            Sei male informato. A differenza di chi fa le
            campagne "Get the facts" e confonde le persone,
            gli utenti GNU/Linux - almeno quelli che non lo
            usano per fare i fichi o perchè fa tendenza, ma
            perchè credono nel progetto del software libero,
            senza mire di "conquista ti monto" ma per puro
            piacere od interesse personale - sono invitati da
            Stallman a non confondere le cose, e a non
            credere alla favola del «demone Microsoft brutto
            e cattivo», come tu insinui sia loro suggerito di
            credere. Non ti si romperebbe Internet Explorer
            se prima di parlare leggessi qualcosa, puntandolo
            sul sito della GNU e leggendo l'articolo
            «Microsoft è il demonio?»:
            http://www.gnu.org/philosophy/microsoft.it.htmlquante chiacchiere solo perchè non sapevi spiegare quello che avevi scritto...capita quando scrivi fesserei



            (non colpa loro... il


            sistema Windows è fuori controllo per
            l'utente).


            Una motivazione falsa è la diffusione di
            Windows


            nel mercato desktop:



            pensa tu che invece è l'esatto contrario di

            quello che affermano tutti i grossi nomi del

            panorama informatico.....

            Può essere che hai ragione tu, come può essere
            che ha ragione chi ha postato prima di te, e chi
            tu hai quotato: il punto comunque è che,
            tendenzialmente, non mi fiderei dell'auctoritas.
            In genere, se qualcuno dice una cosa, sono
            portato a non credergli se non verifico di
            persona: ti assicuro che è un buon metodo. Non
            esiste l'onniscienza, e chi spesso è più «grosso»
            può spararle anche più «grosse».



            infettare più macchine è


            meno soddisfacente che spezzare un sistema più


            sicuro...



            certo certo come no.....

            Sì, su questo concordo. In effetti rompere
            sistemi più sicuri di Windows - quali Unix e
            derivati sono - potrà pure dare maggiori
            soddisfazioni, ma a pochi eletti che credono di
            trovarsi ancora negli anni '80. Indubbiamente il
            sistema più usato è sempre quello più colpito.



            - Se un uomo è in grado di entrare un computer


            grazie ad exploit e/o mal configurazioni del


            sistema, non vuol dire che un programma possa


            farlo. Ci sono troppe variabili in gioco.

            D'altra


            parte, non si può dire la stessa cosa di

            Windows,


            dove l'installazione di un programma alterante

            il


            sistema non viene nota



            inizia ad usare windows con 1/3 dei criteri di

            buon senso che usi in linux e poi vediamo....

            Usare Windows con buon senso diminuisce
            sensibilmente la possibilità di intrusione: ma ci
            sono variabili che sono fuori dal controllo
            dell'utente scrupoloso, e sono variabili che,
            lasciate in mano ad una sola grande azienda che
            salta ad esempio per un mese le patch di
            sicurezza, non sono da ignorare.



            (ne all'utente ne al


            sistema stesso!!!), oltre che sfruttare il


            sistema per spargersi...





            Sono convinto che la maggioranza degli utenti


            Linux sappia cosa sta facendo con la propria


            macchina... e se così non fosse, lo
            impareranno,


            rendendo le macchine più sicure...



            direi che allora la differenza sta nell'utente e

            non nell'os

            Sta in tutti e due, secondo me: semmai, un
            sistema GNU/Linux in mano ad un utente niubbo è
            più facile da «rompere» rispetto ad un sistema
            Windows (in quanto più personalizzabile, più
            traparente e più portato ad insegnare all'utente
            che deve stare attento a dove metter mano):: ma
          • jojoman scrive:
            Re: Non serve ad un casso
            Se credi che io raccolga le tue pure provocazioni, addio. :)E non scordare di registrarti a Punto Informatico.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non serve ad un casso
            - Scritto da: jojoman
            Se credi che io raccolga le tue pure
            provocazioni, addio. :)

            E non scordare di registrarti a Punto Informatico.eccolo che scappa il troll!prima devi rispondere alla mia domanda!o le fesserie che hai detto non sai giustificarle?bello chiacchierare per luoghi comuni ma dietro i paroloni che usi per sentito dire c'è solo fuffa.....dimenticavo un'appunto:dici che la filosofia oss non insegna a dare adosso a ms?lo dici tu! come tutte le cose che dici sono solo fuffa!la filosofia oss ricorda molto una religione e come ogni religione fanatica che si rispetti ha i suoi bravi 'Lessig paladini dell'oss' che chiamano a raccolta i fedeli per iniziare una Jihad contro ms e macromedia.Lessig è un personaggio di spicco del panorama dell'oss non un pinco pallo come te.questi sono fatti non le tue chiacchiere da banditore alla wanna marchi che cerca di vendere fuffa con la storiellina del bicchiere pieno di sale (linux non può avere virus).quando ti degni di spiegare le tue affermazioni mi fai un piacere in caso contrario tieni la tua propaganda da www.linux.org/screditare_ms_per_salvare_il_mondo.php per i forum di tuoi simili!
          • Anonimo scrive:
            Re: Non serve ad un casso
            - Scritto da: jojoman
            Se credi che io raccolga le tue pure
            provocazioni, addio. :)

            E non scordare di registrarti a Punto Informatico.
            Si chiama libera scelta. Non vorrai che si crei un monopolio di registrati proprio tu che in altre circostanze critichi tanto il monopolio di qualche OS.
        • BSD_like scrive:
          Re: Non serve ad un casso
          Non ho scritto io il thread precedente1) installare un virus su Linux non è facile, perchè pur avendo un'utente che clicca a destra e manca, la "granularità" di un sistema UNIX porta ad installazioni che possono differire l'una dall'altra: una libreria occorrente ad un virus può esservi su una installazione Linux, ma non in un'altra. Per non parlare di moduli kernel e customizzazioni delle varie distro.2)I sistemi Linux venfono aggiornati più velocemente dei sistemi windows (2 mesi dice niente?). Ma questo è anche dovuto alla diversità architetturale di un sistema UNIX rispetto ad uno windows (fare una patch per un'applicazione in un sistema "granulare" come UNIX è relativamente facile: l'applicazione della patch non avrà sicuramente effetti collaterali al di fuori dell'applicazione incriminata. Con un sistema monolitico come win*, fare una patch non è relativamente semplice: l'applicazione della patch può avere altri effetti collaterali, come avviene qualche rara volta con i service pack, i quali si scoprono successivamente aver bisogno di una patch aggiuntiva per correggere un bug introdotto proprio dal service pack su un'altra applicazione. In questo ambito parlare di programmatori più bravi/meno bravi è errato, visto che sono 2 arch. differenti, "all'opposto").3) Personalmente (e dal punto di vista puramente tecnico) l'adozione di un'arch. tipo windows è pessima: avrà le sue motivazioni storiche, avrà privilegiato la facilità "in modo innato"; ma giudicando un'o.s. dal solo punto di vista tecnico e non ritenendo la facilità di un'o.s. un requisito che deve avere un'o.s. (sperando che Bill & C. non mi denunci per questa affermazione) e sopratutto tale che deve passare "sopra a tutto"; lo ritengo un'arch. pessima. Ma per l'appunto sono opinioni, non solo mie.4) L'unico standard per o.s. che esiste è il POXIS (nelle sue vers.); questo è stato creato pensando al modello arch. UNIX e nonostante un'o.s. come Beos (che pur derivando da UNIX, non era UNIX) sia risultato conforme al POSIX; è impossibile che un'o.s. con un'arch. come win* riesca in qualche sua vers. a diventarne conforme.5) La gestione directory in win* è priva di buon senso: installi un'applicativo con un pezzo in una parte, un'altro sotto la directory windows, un'altro .... Per non parlare del registro e delle dll (pur precisando che la scelta di quest'ultimi "incasinamenti" non centra niente con l'arch. di sistema: è rispettivamente scelta e pessimo progetto arch. di Redmond).6) windows non ha ancora una completa, efficente ed ottima gestione degli utenti paragonabile a UNIX. Dovrebbe averla (io non ci credo!) a partire da win Vista.7) I programmatori più bravi che scrivono virus hanno sicuramente più soddisfazione ad infettare macchine di un sistema Enterprise che quelle di un sistema desktop. Sicuramente i meno bravi ed i ragazzini alle prime armi che scrivono virus banali, e che costituiscono il 90% circa dei virus in circolazione, hanno soddisfazione al solo infettare una macchina, qualunque sia.8) Sicuramente se molti utenti windows utilizzassero il sistema con criteri appropriati, si eliminerebbero molti problemi (e non solo i virus). Ma non diciamo di più: altrimenti nell'ultima webfarm dove sono stato avremmo (o avrebbero, anche se io non volessi) tolto Solaris (predominante) e Linux, per metterci windows.Cmq nel confrontare 2 arch. di sistemi cosi differenti ci si deve andare con i piedi di piombo; nel senso che molti dei demeriti/meriti sono legati all'arch. scelta e non sono vizi dei programmatori. Ciò non vuol dire che le patch rilasciate in ritardo da M$ non siano colpa di Redmond che se la prende comoda, ma solo che non è detto che sia sempre vero questo.Che poi si possa criticare un'arch. .... è lecito!==================================Modificato dall'autore il 14/10/2005 3.03.01
          • Anonimo scrive:
            Re: Non serve ad un casso
            - Scritto da: BSD_like
            Non ho scritto io il thread precedente

            1) installare un virus su Linux non è facile,
            perchè pur avendo un'utente che clicca a destra e
            manca, la "granularità" di un sistema UNIX porta
            ad installazioni che possono differire l'una
            dall'altra: una libreria occorrente ad un virus
            può esservi su una installazione Linux, ma non in
            un'altra.hai visto che paroloni usa certa gente per dire niente?in linea di massima il kernel è sempre quello e i virus per un os si basano sull'os non su applicativi terze parti altrimenti parleremop di falle di adobe per esempio....
            Per non parlare di moduli kernel e
            customizzazioni delle varie distro.infatto ti si fa notare che se linux acquista rilievo nel mercato desktop ben pochi degli utenti consumer hanno la voglia di imparare a compilare il kernel per sentire una canzoncina...si userà la versione standard fornita chessò da redhat e tanti saluti al tuo pèunto 1

            2)I sistemi Linux venfono aggiornati più
            velocemente dei sistemi windows (2 mesi dice
            niente?).sbagliato!il 25% delle falle sono ancora aperte in linux, in windows solo il 22%.in percentuali linux risolve i suoi problemi con circa il 15% di ritardo rispetto a windows
            Ma questo è anche dovuto alla diversità
            architetturale di un sistema UNIX rispetto ad uno
            windows (fare una patch per un'applicazione in un
            sistema "granulare" come UNIX è relativamente
            facile: l'applicazione della patch non avrà
            sicuramente effetti collaterali al di fuori
            dell'applicazione incriminata. Con un sistema
            monolitico come win*, fare una patch non è
            relativamente semplice:certa gente spaccia unix per linux quando fa comodo....linux non è unix....linux non è più microkernel dalla notte dei tempi motivo per il quale lo stesso linus t. (il papà di linux) lo ha abbandonato a favore di un progetto che sia e rimanga microkernel
            l'applicazione della
            patch può avere altri effetti collaterali,come tutto il codice che introduci....ovviamente nessuno ti ha spiegato che se il codice patch-ato è quello della gestione della memoria gli effetti collaterali esistono su qualsiasi os e applicativo
            come
            avviene qualche rara volta con i service pack, i
            quali si scoprono successivamente aver bisogno di
            una patch aggiuntiva per correggere un bug
            introdotto proprio dal service pack su un'altra
            applicazione. In questo ambito parlare di
            programmatori più bravi/meno bravi è errato,
            visto che sono 2 arch. differenti,
            "all'opposto").

            3) Personalmente (e dal punto di vista puramente
            tecnico) l'adozione di un'arch. tipo windows è
            pessima: avrà le sue motivazioni storiche, avrà
            privilegiato la facilità "in modo innato"; ma
            giudicando un'o.s. dal solo punto di vista
            tecnico e non ritenendo la facilità di un'o.s. un
            requisito che deve avere un'o.s. (sperando che
            Bill & C. non mi denunci per questa affermazione)
            e sopratutto tale che deve passare "sopra a
            tutto"; lo ritengo un'arch. pessima. Ma per
            l'appunto sono opinioni, non solo mie.
            infatti essendo opinioni non è che abbiano molto valore 'tecnico'.che poi non siano solo tue è un'altro discorso...ti faccio infatti notare che a condividere queste opinioni è una fetta molto minoritaria del mercato.
            4) L'unico standard per o.s. che esiste è il
            POXIS (nelle sue vers.); questo è stato creato
            pensando al modello arch. UNIX e nonostante
            un'o.s. come Beos (che pur derivando da UNIX, non
            era UNIX) sia risultato conforme al POSIX; è
            impossibile che un'o.s. con un'arch. come win*
            riesca in qualche sua vers. a diventarne
            conforme.esattamente che stai a dire?

            5) La gestione directory in win* è priva di buon
            senso: installi un'applicativo con un pezzo in
            una parte, un'altro sotto la directory windows,
            un'altro ....buon senso per chi?e buonsenso di chi?non eri quello che voleva argomentazioni di tipo tecnico?esiste un meccanismo preciso nel modo in cui i 'pezzi' dovrebbero essere divisi e in quale directory....che poi nessuno rispetti le direttive ms è un'altro problema.cmq mi pare che stiamo andando parecchio ot
            Per non parlare del registrocos'ha che non ti piace?ma sopratutto chi se ne frega se non ti piace!
            e
            delle dll (pur precisando che la scelta di
            quest'ultimi "incasinamenti" non centra niente
            con l'arch. di sistema: è rispettivamente scelta
            e pessimo progetto arch. di Redmond).ti rendi conto che oltre ad essere ot stai solo sparando a zero opinioni senza neanche motivarle?

            6) windows non ha ancora una completa, efficente
            ed ottima gestione degli utenti paragonabile a
            UNIX. Dovrebbe averla (io non ci credo!) a
            partire da win Vista.

            7) I programmatori più bravi che scrivono virus
            hanno sicuramente più soddisfazione ad infettare
            macchine di un sistema Enterprise che quelle di
            un sistema desktop. Sicuramente i meno bravi ed i
            ragazzini alle prime armi che scrivono virus
            banali, e che costituiscono il 90% circa dei
            virus in circolazione, hanno soddisfazione al
            solo infettare una macchina, qualunque sia.

            8) Sicuramente se molti utenti windows
            utilizzassero il sistema con criteri appropriati,
            si eliminerebbero molti problemi (e non solo i
            virus). Ma non diciamo di più: altrimenti
            nell'ultima webfarm dove sono stato avremmo (o
            avrebbero, anche se io non volessi) tolto Solaris
            (predominante) e Linux, per metterci windows.

            Cmq nel confrontare 2 arch. di sistemi cosi
            differenti ci si deve andare con i piedi di
            piombo; nel senso che molti dei demeriti/meriti
            sono legati all'arch. scelta e non sono vizi dei
            programmatori. Ciò non vuol dire che le patch
            rilasciate in ritardo da M$ non siano colpa di
            Redmond che se la prende comoda, ma solo che non
            è detto che sia sempre vero questo.
            Che poi si possa criticare un'arch. .... è lecito!

            ==================================
            Modificato dall'autore il 14/10/2005 3.03.01wowwwww non ci posso credere un commento equilibrato (anche se non lo condivido in pieno) da parte di un utente linux su pi....vuoi vedere che anche per pi c'è speranza?
          • Anonimo scrive:
            Re: Non serve ad un casso
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: BSD_like

            1) installare un virus su Linux non è

            facile, perchè pur avendo un'utente

            che clicca a destra e manca, la

            "granularità" di un sistema UNIX porta

            ad installazioni che possono differire

            l'una dall'altra: una libreria occorrente

            ad un virus può esservi su una

            installazione Linux, ma non in un'altra.
            hai visto che paroloni usa certa gente per
            dire niente?Se tu non hai capito meta' delle parole che ha usato e' un tuo problema, ti consiglio di andare a cercare POSIX su wikipedia.
            in linea di massima il kernel è sempre
            quello e i virus per un os si basano
            sull'os non su applicativi terze parti
            altrimenti parleremo di falle di adobe
            per esempio....Tu confondi le librerie con gli applicativi : se un virus ha delle parti compresso avra' bisogno delle librerie zip o di parti del kernel secondo te ???

            Per non parlare di moduli kernel e

            customizzazioni delle varie distro.
            infatto ti si fa notare che se linux acquista
            rilievo nel mercato desktop ben pochi degli
            utenti consumer hanno la voglia di imparare a
            compilare il kernel per sentire una
            canzoncina...si userà la versione standard
            fornita chessò da redhat e tanti saluti al tuo
            pèunto 1 Confondi anche i moduli con il kernel !!!!Gli utenti di un kernel generico su diversi computer avranno moduli diversi che girano.

            2)I sistemi Linux venfono aggiornati più

            velocemente dei sistemi windows (2 mesi

            dice niente?).
            sbagliato!
            il 25% delle falle sono ancora aperte in
            linux, in windows solo il 22%.
            in percentuali linux risolve i suoi
            problemi con circa il 15% di ritardo
            rispetto a windowsNon so dove tu avvia preso questi dati ma io su securnia ne vedo di molto diversi, soprattuto in relazione alla gravita' delle falle.http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1163865&tid=1163766&p=1#1163865

            Ma questo è anche dovuto alla diversità

            architetturale di un sistema UNIX rispetto

            ad uno windows (fare una patch per

            un'applicazione in un sistema

            "granulare" come UNIX è relativamente

            facile: l'applicazione della patch non avrà

            sicuramente effetti collaterali al di fuori

            dell'applicazione incriminata. Con un

            sistema monolitico come win*, fare una

            patch non è relativamente semplice:
            certa gente spaccia unix per linux quando fa
            comodo....linux non è unix....linux non è più
            microkernel dalla notte dei tempi motivo per
            il quale lo stesso linus t. (il papà di linux) lo
            ha abbandonato a favore di un progetto che
            sia e rimanga microkernelE dunque ?? Mica stava parlando di kernel, ma di programmi !Ti faccio un esemoio cosi' capisci perfino tu : quando si e' scoperto che le lib zip erano buggare per linux e' bastato applicare la patch alla libreria e tutto e' andato a posto : infatti il linux si usa moltissimo il linking esterno.In windows invece si usa includere le librerie all'interno del programma, quindi bisognerebbe patchare tutti i programmi che usano librerie zip.

            l'applicazione della

            patch può avere altri effetti collaterali,
            come tutto il codice che introduci....
            ovviamente nessuno ti ha spiegato
            che se il codice patch-ato è quello
            della gestione della memoria gli effetti
            collaterali esistono su qualsiasi os e
            applicativoOvvio, ma torniamo all'esempio di prima : secondo te e' piu' complesso patchare solo la lib zip come e' ; necessario fare su linux o la lib e tutti i programmi che la usano ma l'hanno lincata staticamente come e' necessario fare su windows ?

            come avviene qualche rara volta con i

            service pack, i quali si scoprono

            successivamente aver bisogno di

            una patch aggiuntiva per correggere

            un bug introdotto proprio dal service

            pack su un'altra applicazione. In

            questo ambito parlare di programmatori

            più bravi/meno bravi è errato,

            visto che sono 2 arch. differenti,

            "all'opposto").

            3) Personalmente (e dal punto di vista

            puramente tecnico) l'adozione di

            un'arch. tipo windows è pessima:

            avrà le sue motivazioni storiche, avrà

            privilegiato la facilità "in modo innato";

            ma giudicando un'o.s. dal solo punto

            di vista tecnico e non ritenendo la

            facilità di un'o.s. un requisito che deve

            avere un'o.s. (sperando che

            Bill & C. non mi denunci per questa

            affermazione) e sopratutto tale che deve

            passare "sopra a tutto"; lo ritengo

            un'arch. pessima. Ma per l'appunto

            sono opinioni, non solo mie.
            infatti essendo opinioni non è che
            abbiano molto valore 'tecnico'.Indubbiamente, poi che i professori di sistemi operativi all'universita' siano daccordo con quest'opinione e' un dettaglio :-D
            che poi non siano solo tue è un'altro
            discorso...ti faccio infatti notare che a
            condividere queste opinioni è una fetta molto
            minoritaria del mercato.Nel mercato server non mi sembra.Nel mercato dove servono sistemi stabili e sicuri non si usa certo microsoft.Se parliamo di videogiochi... Ok non si discute.

            4) L'unico standard per o.s. che esiste è il

            POXIS (nelle sue vers.); questo è stato

            ....

            diventarne conforme.
            esattamente che stai a dire?Nulla che possa capire qualcuno che non sa che cos'e' il formato POSIX.

            5) La gestione directory in win* è priva

            di buon senso: installi un'applicativo

            con un pezzo in una parte, un'altro

            sotto la directory windows, un'altro ....
            buon senso per chi?
            e buonsenso di chi?
            non eri quello che voleva argomentazioni
            di tipo tecnico?Bhe, tu non ne stai dando : perche' secondo te avrebbero senso ???
            esiste un meccanismo preciso nel modo
            in cui i 'pezzi' dovrebbero essere divisi
            e in quale directory....che poi nessuno
            rispetti le direttive ms è un'altro problema.
            cmq mi pare che stiamo andando
            parecchio ot

            Per non parlare del registro
            cos'ha che non ti piace?Non so lui, ma so perche' non piace a me : e' monolitico, faragginoso, pieno di chiavi inutili.Per vederne l'inefficenza basta guardare quante utility per tenerlo pulito esistono, e non bastano mai...

            e delle dll (pur precisando che la scelta

            di quest'ultimi "incasinamenti" non

            centra niente con l'arch. di sistema: è

            rispettivamente scelta e pessimo

            progetto arch. di Redmond).
            ti rendi conto che oltre ad essere ot stai solo
            sparando a zero opinioni senza neanche
            motivarle?Chiedi a qualsiasi programmatore cosa si intende per "dll hell".

            7) I programmatori più bravi che

            scrivono virus hanno sicuramente più

            soddisfazione ad infettare

            macchine di un sistema Enterprise

            che quelle di un sistema desktop. Sono daccordo, tanto piu' se possono essere usati per DDOS su linee veloci :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Non serve ad un casso
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: BSD_like



            1) installare un virus su Linux non è


            facile, perchè pur avendo un'utente


            che clicca a destra e manca, la


            "granularità" di un sistema UNIX porta


            ad installazioni che possono differire


            l'una dall'altra: una libreria occorrente


            ad un virus può esservi su una


            installazione Linux, ma non in un'altra.


            hai visto che paroloni usa certa gente per

            dire niente?

            Se tu non hai capito meta' delle parole che ha
            usato e' un tuo problema, ti consiglio di andare
            a cercare POSIX su wikipedia.se tu non sai capire quello che leggi e meglio che i post te li fai spiegare da qualcuno.la differenza tra le installazioni e nulla per tutto quel sw (virus inclusi) che fanno capo al solo kernel....se non riesci a capire neanche questo allora chiama un interprete


            in linea di massima il kernel è sempre

            quello e i virus per un os si basano

            sull'os non su applicativi terze parti

            altrimenti parleremo di falle di adobe

            per esempio....

            Tu confondi le librerie con gli applicativi : se
            un virus ha delle parti compresso avra' bisogno
            delle librerie zip o di parti del kernel secondo
            te ???a si infatti la statistica dei virus compressi è altissima :Dper piacere ti rendi ridicolo e basta.....il punto è l'opposto: se un virus non ha parti compresse (il 98% dei virus) non gli serve nessuna libreria basta e avanza il kernel



            Per non parlare di moduli kernel e


            customizzazioni delle varie distro.

            infatto ti si fa notare che se linux acquista

            rilievo nel mercato desktop ben pochi degli

            utenti consumer hanno la voglia di imparare a

            compilare il kernel per sentire una

            canzoncina...si userà la versione standard

            fornita chessò da redhat e tanti saluti al tuo

            pèunto 1

            Confondi anche i moduli con il kernel !!!!chiamo sto 'azzo di interprete se no ti si deve spiegare tutto come ai bambini dell'asilo: customizzazioni delle varie distro cosa ti suggerisce?

            Gli utenti di un kernel generico su diversi
            computer avranno moduli diversi che girano.un virus che non usa i moduli se ne fotte



            2)I sistemi Linux venfono aggiornati più


            velocemente dei sistemi windows (2 mesi


            dice niente?).


            sbagliato!

            il 25% delle falle sono ancora aperte in

            linux, in windows solo il 22%.

            in percentuali linux risolve i suoi

            problemi con circa il 15% di ritardo

            rispetto a windows

            Non so dove tu avvia preso questi dati ma io su
            securnia ne vedo di molto diversi, soprattuto in
            relazione alla gravita' delle falle.tu secunia non lo hai neanche visto:http://secunia.com/graph/?type=sol&period=all&prod=2719http://secunia.com/graph/?type=sol&period=all&prod=22

            http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1163



            Ma questo è anche dovuto alla diversità


            architetturale di un sistema UNIX rispetto


            ad uno windows (fare una patch per


            un'applicazione in un sistema


            "granulare" come UNIX è relativamente


            facile: l'applicazione della patch non avrà


            sicuramente effetti collaterali al di fuori


            dell'applicazione incriminata. Con un


            sistema monolitico come win*, fare una


            patch non è relativamente semplice:


            certa gente spaccia unix per linux quando fa

            comodo....linux non è unix....linux non è più

            microkernel dalla notte dei tempi motivo per

            il quale lo stesso linus t. (il papà di linux)
            lo

            ha abbandonato a favore di un progetto che

            sia e rimanga microkernel

            E dunque ?? Mica stava parlando di kernel, ma di
            programmi !pensa te che sembrava proprio si parlasse di os (quindi di kernel) ....booooooooooo
            Ti faccio un esemoio cosi' capisci perfino tu :lascia stare a te ti capiscono giusto le scimmie
            quandoappunto quando..
            si e' scoperto che le lib zip erano
            buggare per linux e' bastato applicare la patch
            alla libreria e tutto e' andato a posto : infatti
            il linux si usa moltissimo il linking esterno.
            In windows invece si usa includere le librerie
            all'interno del programma,o caxxio pensa che il resto del mondo è convinto che si usino le dll (dynamic linked).mamma mia...almeno evita di parlare di cose che neanche conosci
            quindi bisognerebbe
            patchare tutti i programmi che usano librerie
            zip.



            l'applicazione della


            patch può avere altri effetti collaterali,


            come tutto il codice che introduci....

            ovviamente nessuno ti ha spiegato

            che se il codice patch-ato è quello

            della gestione della memoria gli effetti

            collaterali esistono su qualsiasi os e

            applicativo

            Ovvio, ma torniamo all'esempio di prima : secondo
            te e' piu' complesso patchare solo la lib zip
            come e' ; necessario fare su linux o la lib e
            tutti i programmi che la usano ma l'hanno lincata
            staticamente come e' necessario fare su windows ?ma tu programmi o fai lo spazzino?



            come avviene qualche rara volta con i


            service pack, i quali si scoprono


            successivamente aver bisogno di


            una patch aggiuntiva per correggere


            un bug introdotto proprio dal service


            pack su un'altra applicazione. In


            questo ambito parlare di programmatori


            più bravi/meno bravi è errato,


            visto che sono 2 arch. differenti,


            "all'opposto").



            3) Personalmente (e dal punto di vista


            puramente tecnico) l'adozione di


            un'arch. tipo windows è pessima:


            avrà le sue motivazioni storiche, avrà


            privilegiato la facilità "in modo innato";


            ma giudicando un'o.s. dal solo punto


            di vista tecnico e non ritenendo la


            facilità di un'o.s. un requisito che deve


            avere un'o.s. (sperando che


            Bill & C. non mi denunci per questa


            affermazione) e sopratutto tale che deve


            passare "sopra a tutto"; lo ritengo


            un'arch. pessima. Ma per l'appunto


            sono opinioni, non solo mie.


            infatti essendo opinioni non è che

            abbiano molto valore 'tecnico'.

            Indubbiamente, poi che i professori di sistemi
            operativi all'universita' siano daccordo con
            quest'opinione e' un dettaglio :-Dche invece tutto il mondo del sw professionale incluse le sw di antivirus non la pensino così non conta niente.


            che poi non siano solo tue è un'altro

            discorso...ti faccio infatti notare che a

            condividere queste opinioni è una fetta molto

            minoritaria del mercato.

            Nel mercato server non mi sembra.dove hai letto mercato server?devo proprio pagartelo io un bambino che ti spiega i post?
            Nel mercato dove servono sistemi stabili e sicuri
            non si usa certo microsoft.nooooooo tutti i professionisti che lavorano su os ms non hanno m
    • Anonimo scrive:
      Re: Non serve ad un casso
      sisisi e quand'ero piccolo mi dicevano che nel 2000 ci sarebbero state le macchine volanti.... Io continuo ad andare in giro col cinquino del 69.....
      • Anonimo scrive:
        Re: Non serve ad un casso
        - Scritto da: Anonimo
        sisisi e quand'ero piccolo mi dicevano che nel
        2000 ci sarebbero state le macchine volanti....
        Io continuo ad andare in giro col cinquino del
        69.....a me dicevano che linux avrebbe conquistato il mondo e che supportava tutti i device......
        • Anonimo scrive:
          Re: Non serve ad un casso
          - Scritto da: Anonimo
          a me dicevano che linux avrebbe conquistato il
          mondo e che supportava tutti i device......Ora come ora però Linux supporta più periferiche di XP. Non ci credevo ma poi ho visto un elenco di entrambi i sistemi operativi e sono rimasto sbalordito.Linux ha driver integrati per molti modelli di schede di rete, vecchie schede video comprese le hercules e multiport seriali come Specialix e Stallion, XP ha ormai abbandonato moltissimo hardware datato ma soprattutto anche molto recente e poco diffuso come moltii scanner di Artec e Plustek che invece Linux supporta.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non serve ad un casso
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            a me dicevano che linux avrebbe conquistato il

            mondo e che supportava tutti i device......

            Ora come ora però Linux supporta più periferiche
            di XP. ma smettila di dire cretinate.neanche più nei lug ti credono.ora come ora linux non supporta neanche il 10% delle periferica supportate da xp
            Non ci credevo ma poi ho visto un elenco di
            entrambi i sistemi operativi e sono rimasto
            sbalordito.certo come no e speri che qualcuno ancora creda alle favolette inventate dai linari
            Linux ha driver integrati per molti modelli di
            schede di rete, vecchie schede video comprese le
            hercules e multiport seriali come Specialix e
            Stallion, XP ha ormai abbandonato moltissimo
            hardware datato ma soprattutto anche molto
            recente e poco diffuso come moltii scanner di
            Artec e Plustek che invece Linux supporta.
            certo certo come no...poi torna nel mondo reale.persino gente come stallman dice che uno dei problemi da risolvere in linux e la mancanza di driver e come al solito su pi arriva l'ennesimo cantinaro fanatico religioso che vuole persino farci credere che linux supporta più hw di xp.meno religione...l'os è un mezzo non il fine!!!!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Non serve ad un casso
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            a me dicevano che linux avrebbe


            conquistato il mondo e che


            supportava tutti i device......

            Ora come ora però Linux supporta più

            periferiche di XP. Strano sulla mia sparcstation windows non si e' installato, eppure linux riconosce tutto !!!Dici che dovrei scaricare dei driver da microsoft ???
          • Anonimo scrive:
            5 --
          • Anonimo scrive:
            Re: Non serve ad un casso
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo




            a me dicevano che linux avrebbe




            conquistato il mondo e che




            supportava tutti i device......



            Ora come ora però Linux supporta più



            periferiche di XP.

            Strano sulla mia sparcstation windows

            non si e' installato, eppure linux

            riconosce tutto !!!

            Dici che dovrei scaricare dei driver da

            microsoft ???
            o cacchio un'altro linaro che neanche
            conosce la differenza tra una periferica e
            un'architettura diversa.
            dovresti scaricare un cervello da un sito
            dedito alla carità.Perche' non ti piace l'architettura spark ? Dov'e' il problema ??
          • Anonimo scrive:
            Re: Non serve ad un casso
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo




            - Scritto da: Anonimo





            a me dicevano che linux avrebbe





            conquistato il mondo e che





            supportava tutti i device......





            Ora come ora però Linux supporta più




            periferiche di XP.



            Strano sulla mia sparcstation windows


            non si e' installato, eppure linux


            riconosce tutto !!!


            Dici che dovrei scaricare dei driver da


            microsoft ???


            o cacchio un'altro linaro che neanche

            conosce la differenza tra una periferica e

            un'architettura diversa.

            dovresti scaricare un cervello da un sito

            dedito alla carità.

            Perche' non ti piace l'architettura spark ?
            Dov'e' il problema ??il problema sei tu!stiamo parlando di periferiche e di driver non di altre architetture .. se non riesci neanche a cogliere l'abissale differenza tra le due cose almeno abbi la decenza di non postare su cose che non conosci
    • Anonimo scrive:
      Re: Non serve ad un casso
      - Scritto da: Anonimo
      L'antivirus sotto linux è un spreco di memoria.
      Nessuno ci ha mai potuto credere veramente,
      tranne quelli che vendono antivirus.

      Non voglio qui iniziare la solita polemica, linux
      inespugnabile, bla bla bla perchè non è così,
      linux è espugnabile, la storia è lì a dircelo
      tranquillamente, ma non dai virus "stile windows"

      Quello che linux può temere sono in particolar
      modo le escalation di privilegi. Sono la prima
      causa di cracking su server linux, mentre non si
      è mai visto un virus serio prendere piede sul
      pinguino. Ci sarà un motivo.

      Oltre al fatto che i tuoi software li prendi dai
      repository ufficiali dove sei sicuro che non si
      annidino sorprese strane.

      Se li prendi da un repository non ufficiale sei
      un babbeo e allora aspettati di tutto.

      L'unico virus che io ricordi per linux era un
      patch fasulla di Red Hat made in china...

      Quello che serve a linux è un firewall ben
      configurato e una politica di permessi seria,
      oltre ad aggiornare tempestivamente.

      Poi ognuno può buttare i soldi come crede...Ottimo intervento. Non avrei potuto sintetizzare meglio.Probabilmente c'e' anche una certa disinformazione (o ignoranza) nel confodere un virus con una vulnerabilita' di un servizio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non serve ad un casso
      /cut/Cazzo imparate a quotare
Chiudi i commenti