Waledac, il ritorno della botnet?

Il network malevolo preso di mira da Microsoft mostra un certo livello di attività e una notevole quantità di credenziali rubate. La botnet potrebbe presto tornare a seminare danni?

Roma – La botnet spara-spam Waledac era stata messa fuori combattimento grazie alla cosiddetta “Operazione b49” a opera di Microsoft, ma nuovi dati mettono in luce la possibilità di uno sgradito ritorno del network malevolo nell’immediato futuro . Waledac ha fatto incetta di account e password di accesso, ed è altamente probabile che tali informazioni verranno usate per nuove, massicce campagne di spam.

L’allarme arriva dai dati raccolti da LastLine , che parla di una calma prima della tempesta e dice di aver individuato i prodromi di una vera e propria “Waledac 2.0” prossima ventura. Sequestrati i domini usati per ospitare i centri di comando e controllo della botnet, la “gang” di Waledac continua a possedere un vero e proprio tesoro di credenziali di accesso e account rubati/compromessi.

LastLine dice di aver individuato quasi 500mila email e ben 120mila account di altrettanti server FTP compromessi , pronti a servire da volano per nuovi invii massivi di posta spazzatura e per la distribuzione di malware o la promozione di prodotti farmaceutici a basso costo nel caso dei server FTP.

Anche il meccanismo di controllo della botnet è cambiato, affidandosi ora a una tecnica di tipo fast flux per rendere più ardua l’opera di contrasto alle autorità e alle società che si occupano di sicurezza.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • hp sucks scrive:
    siiii e l'europa ci sXXXXXXX!
    ma facciamolo anche per i treni!!!!!!!!!poi per essere veritiero però bisognerebbe metter su non solo il nome, la partenza e la destinazione .... ma anche orari di arrivo e partenza!così tutta l'europa vedrà le condizioni di ritardo e sovraffollamento in cui viaggiamo noi pendolari!magari si scopre che il servizio trasporto passeggeri con asini in funzione nell'isola di Alicudi (Eolie) è + veloce di trenitalia!altre funzioni non ne avrebbe, per i terroristi, non li becchi nemmeno così ... sarebbe ora che qualcuno lo capisse!
  • obbligatori o scrive:
    che paranoici del ca**o
    avete rotto le palle con sti terroristi immaginari, esacono fuori solo quando ne avete bisogno... l'idea della lista passeggeri unica(come altre cose in europa) è buona, ma che XXXXX centrano i terroristi...
Chiudi i commenti