Webinos, la piattaforma unica d'Europa

L'Unione Europea finanzia un progetto comunitario per la realizzazione di una piattaforma di sviluppo unica, in grado di facilitare la proliferazione delle applicazioni telematiche indipendentemente dal terminale di accesso

Roma – Si chiama Webinos e si pone l’obiettivo di facilitare la distribuzione e la fruizione di applicazioni telematiche capaci di funzionare su ogni genere di dispositivo di accesso alla rete. Capitanato dal Fraunhofer Institute FOKUS e finanziato con un contributo dell’Unione Europea, Webinos vede la partecipazione di importanti partner industriali e istituti di governance con la ferma intenzione di realizzare uno standard unico valido per tutta l’UE .

L’obiettivo primario di Webinos è la realizzazione di una piattaforma tecnologica di nuova concezione, grazie alla quale le applicazioni telematiche potranno idealmente girare indistintamente sullo schermo di un PC domestico – o portatile – come su quello di uno smartphone di ultima generazione, le unità informatiche presenti nelle automobili e altro ancora. La piattaforma sarà open source , a ulteriore conferma della volontà standardizzatrice del consorzio.

Partecipano a Webinos istituzioni e aziende del calibro del World Wide Web Consortium (W3C), Deutsche Telekom, Telcom Italia, BMW, Sony Ericsson e Samsung Electronics. Il contributo economico dell’Unione Europea ammonta a 10 milioni di euro.

L’interoperabilità e l’incoraggiamento a collaborare tra aziende, sviluppatori e produttori saranno le stelle polari del progetto: “Vogliamo superare le restrizioni messe in atto dalle tecnologie proprietarie e specifiche per ogni fornitore – dice Stephan Steglich del FOKUS – permettendo la progettazione rapida di applicazioni più sicure, personalizzate e innovative”. “Il nostro obiettivo – continua Steglich – è sviluppare una piattaforma sicura in grado di facilitare la creazione di applicazioni per dispositivi e sistemi operativi multipli ed eterogenei”.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Nome e cognome scrive:
    Re: probabilita' di sucXXXXX scarse
    Scusa, ma sei un sismologo ?
  • Star scrive:
    Inutile per la maggior parte...
    ...delle persone.I soli HD che contengono un sensore di tipo SMS (Sudden Motion Sensor) sono gli IBM Thinkpad e gli Apple MacBook.Che io sappia tutti gli altri laptop nonché gli HD dei PC desktop e dei server non contengono suddetto sensore. Quindi già il campo dei possibili utilizzatori allo stato attuale è enormemente ristretto. Inoltre a differenza di quanto citato nell'articolo di PI il progetto è proprio destinato agli utilizzatori dei suddetti laptop (oppure di chi acquista un sensore esterno collegato via USB) e non ai server.
    • Nic scrive:
      Re: Inutile per la maggior parte...
      Non hai letto l'articolo, vero?
    • Jacopo Monegato scrive:
      Re: Inutile per la maggior parte...
      yahoo il macbook nuovo miè più utile adesso... più che altro per me non sarebbe una cosa attendibilissima.. in qualche modo ritengo che le ventole i passi corsette etcetera, insomma vibrazioni naturali date dal moto delle persone e dei componenti stessi del computer (il mio fisso fa un ronzio continuo :( mai riuscito a trovare un dissipatore nuovo per cpu) per esempio potrebbero influire, se questi sensori sono abbastanza sensibili, chiedo agli esperti di confutare
      • pietro scrive:
        Re: Inutile per la maggior parte...
        - Scritto da: Jacopo Monegato
        yahoo il macbook nuovo miè più utile adesso...
        più che altro per me non sarebbe una cosa
        attendibilissima.. in qualche modo ritengo che le
        ventole i passi corsette etcetera, insomma
        vibrazioni naturali date dal moto delle persone e
        dei componenti stessi del computer (il mio fisso
        fa un ronzio continuo :( mai riuscito a trovare
        un dissipatore nuovo per cpu) per esempio
        potrebbero influire, se questi sensori sono
        abbastanza sensibili, chiedo agli esperti di
        confutarele vibrazioni naturali sono casuali i terremoti agiscono invece contemporaneamente su tutte le macchine della staìessa zona, quindi eliminando le variazioni casuali e conoscendo la posizione della macchia (GPS a Bordo) è possibile fare statistiche su intensità e localizzazione di un sisma anche con poche macchine a disposizione (poche centinaia)
      • nome e cognome scrive:
        Re: Inutile per la maggior parte...
        - Scritto da: Jacopo Monegato
        yahoo il macbook nuovo miè più utile adesso...Hai fatto bene a comprarlo, pare che apple stia per aumentare i prezzi a causa della nuova "magica" feature dei suoi pc: l'iSismografo.
  • pietro scrive:
    idea vecchia
    http://www.suitable.com/tools/seismac.html
    • aid85 scrive:
      Re: idea vecchia
      seismac non lavora in un network è un giocattoloforse intendevi QCN
      • pietro scrive:
        Re: idea vecchia
        - Scritto da: aid85
        seismac non lavora in un network è un giocattolo

        forse intendevi QCNsuppongo lavorino insiemehttp://www.levysoft.it/archivio/2009/03/23/seismac-come-trasformare-il-vostro-portatile-mac-in-un-sismografo-low-cost-e-contribuire-allo-studio-dei-terremoti-in-scala-locale/
  • Bah scrive:
    Situazione tipo
    San Donato Milanese, ore 03.15Un Nerd decisamente sovrappeso, sulla trentina, dopo qualche ora di smanettamento su Facebook, World of Warcraft e Y0up0rn decide di andare a letto, lasciando il pc acceso per partecipare al progetto di IBM, nell'andare a letto scivola (su di una buccia di banana) sbattendo rovinosamente il Cuxone a terra...ANSA, WARNING: Terremoto del 8 grado della scala richter colpisce la periferia sud di Milano, si attendono maggiori notizie dal luogo.
  • tizio scrive:
    Idea geniale
    Idea geniale, sono curioso di sapere i risultati degli esperimenti.
  • Fetente scrive:
    bella idea
    ma se poi il capoufficio si ciu*la la segretaria di nascosto nella sala server, scatta l'allarme tsunami?
Chiudi i commenti