Webmasterpoint.org/ Le chance dell'e-learning

di M. Tansini. In Italia i primi tentativi di insegnamento a distanza mostrano grande intraprendenza, anche se siamo ancora molto lontani da veri e propri corsi via Internet. Quanto ci metteremo a seguire il modello americano?


Web – Era partita diversi anni fa, agli inizi del 1990, con il consorzio Nettuno, la prima vera esperienza italiana di didattica a distanza: su Raitre, nelle ore più profonde della notte, si trasmettevano lezioni per pochi intrepidi studenti che avevano il coraggio di seguirle, anche se c’era sempre a portata di mano, l’éscamotage di videoregistrarle per essere “assenti giustificati” e riguardarsele con calma la mattina dopo.

Con l’avvento di Internet, e soprattutto con l’approccio a questo nuovo strumento di comunicazione da parte di migliaia di giovani italiani, sembrava essere spianata la strada per il learning online anche nel nostro Paese, un fenomeno che aveva avuto e che ha, ancor oggi, uno strepitoso successo negli Stati Uniti, dove, per esempio, Globewide Network Academy offre oltre 15.000 corsi online e i corsi di Microsoft, sempre fatti online, riscuotono ampi consensi tra le società informatiche che assumono nuovi dipendenti.

In Italia tutto questo, anche se qualcosa sembra si stia finalmente muovendo, rimane per ora solo una bella realtà avvistata al di là dell’Atlantico.

Solamente nell’ultimo anno, le nostre università, sia statali che private, hanno iniziato a rendere disponibili sui propri siti, e con un buon successo tra gli studenti, percorsi di orientamento post diploma, test di autovalutazione per singole materie, materiale didattico ed esercitazioni.

Purtroppo, molte di queste iniziative sono state lasciate all’intraprendenza di singoli professori spinti dalla passione ma tirannizzati dal poco tempo a disposizione. Un “isolamento” che non meraviglia affatto e che anzi testimonia ancora una volta il distacco in Italia tra mondo del lavoro e scuola.

Di corsi online, veri e propri, con tanto di riconoscimenti, non se ne parla ancora.

E dire che le ragioni per organizzarli non mancherebbero affatto: gli studenti verrebbero agevolati nell’apprendimento potendo dialogare fra di loro, italiani e stranieri; gli studenti disabili troverebbero un nuovo accesso all’insegnamento, mentre oggi devono troppe volte rinunciare a proseguire gli studi per problemi logistici; le università sosterrebbero costi minori; si potrebbero seguire in maniera ottimale un numero di studenti elevato senza bisogno di assieparli nelle aule come animali degli zoo più crudeli.

Tutto questo è, forse, troppo rivoluzionario, per la nostra realtà italiana, burocratizzata all’ennesima potenza.

Come per altri fenomeni, anche questo dell’apprendimento a distanza nei primi tempi sarà intrapreso, probabilmente, solo da giovani e avventurose piccole società private. Aziende che, come è già avvenuto in altri settori di Internet, potrebbero fungere da traino alle grandi e macchinose strutture che dinanzi ad un mercato in via di decollo finalmente sceglieranno di adeguarsi.

Il learning online, oggi, ha tutte le potenzialità per poter diventare una attività di successo in Internet, senza i rischi di clamorosi fiaschi che hanno accompagnato altre iniziative imprenditoriali come l’e-commerce di libri e cd. Quando si parte?

Marcello Tansini
Webmasterpoint.org

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    TORNIAMO ALL'ESSENZIALE!!!
    Come al solito siamo sempre bravi a criticare, giudicare e a sparare a zero su tutto e su tutti.Almeno una volta nella vita proviamo a tirare fuori le palle e a farci imitatori di Gesù.TORNIAMO ALL'ESSENZIALE! Le condanne non servono a niente;DECIDIAMOCI a prendere in mano quella Parola di Gesù che è il Vangelo(e che non conosciamo,e se non conosciamo come facciamo a giudicare?)e ad incarnarla nella nostra vita.Basta e avanza!Se VIVIAMO ciò che dice Gesù saremo nella LUCE,allora cominceremo a VEDERE.E se vediamo, possiamo,nel nostro piccolo, migliorare questo mondo e anche la Chiesa.pax
  • Anonimo scrive:
    più offensivi di così...
    "I testi non devono contenere pubblicità, essere offensivi, ledere la dignità altrui o essere palesemente off topic". Non capisco come questo testo possa autorizzare la bestemmia del "soggetto" in elenco ai commenti.
  • Anonimo scrive:
    bellissima idea!
    E' una bella idea, quella del Vangelo SmS, almeno si riceve qualcosa di un po' sostanzioso e non solo pubblicità o notizie sportive!!Apprezzo e diffondo ad amici.
    • Anonimo scrive:
      Re: bellissima idea!
      Per informazione, esiste una mailing list che ogni giorno, oltre ad essere di discussione su Taize', manda ogni giorno una preghiera di Frere Roger. Puoi iscriverti inviando un e-mail vuota a:taize-subscribe@listbot.com- Scritto da: Paolo Botti
      E' una bella idea, quella del Vangelo SmS,
      almeno si riceve qualcosa di un po'
      sostanzioso e non solo pubblicità o notizie
      sportive!!
      Apprezzo e diffondo ad amici.
  • Anonimo scrive:
    Radio Vaticana e i campi elettromagnetici
    Non sparate sempre a zero sui campi elettromagnetici senza informarsi su tutti i fronti.Informarsi e' difficile, credere al primo che urla le sue ragioni e' piu' comodo ma e' spesso oggettivamente sbagliato.
  • Anonimo scrive:
    'CODDIO!!
    'RCODDIO!!
  • Anonimo scrive:
    la chiesa è "furba"
    se i cattolici credono di dover ricorrere agli SMS per diffondere il Vangelo via SMS, dovrebber oancora una volta ricordarsi di aver impantanato l'umanità in secoli di oscurantismo. Il DEMONIO l'hanno visto prima nel cannocchiale di Galileo, poi nei computer... e ora fanno servizio di diffusione del vangelo con i messaggini... è ridicolo!!! Pensassero a regolare le emissioni di Radio Vaticana, stanno ammazzando intere famiglie di Roma. Non penso che Cristo intendesse questo con il suo "diffondete la mia parola". VERGOGNA!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: la chiesa è
      Beh... Ti parlo da persona credente, nonche' webmaster e fondamentalista sull'utilita' di Internet:1) Se ragioni dal punto di vista dell'oscurantismo, dell'Inquisizione etc, ti ricordo che meno di 50 anni fa abbiamo aiutato (come Italiani, non come Cattolici) a far morire non so quanti Ebrei nei campi di concentramento: di questo non ti ricordi? Quindi: non mi sembra il caso di generalizzare e di fermarsi a cose (GRAVISSIME) per le quali il Papa ha chiesto scusa (mentre noi Italiani NO!).2) vedo che di Internet & chiesa, di cui parli tanto bene, non te ne intendi molto, visto che la Chiesa ha realizzato dei siti Internet molto validi, altro che Demonio (ed anche il Papa ultimamente ne ha parlato molto bene)3) Vedo che hai letto l'articolo molto bene, visto che la giornata mondiale della gioventu', a Tor Vergata, la Chiesa aveva gia' realizzato un sistema basato su SMS e e-mail, che ha funzionato benissimo visto che il potenziale era di almeno 2 milioni di persone (piu' tutte quelle che non sono andate li!)4) Concordo con quel che dici per quel che riguarda le emissioni di Radio Vaticana, ma questo, come in tutte le cose (politica compresa!) non giustifica le accuse gratuite che hai scritto!Spero, in amicizia, ti averti aiutato a capire che non e' possibile, in qualunque discorso, generalizzare su episodi vecchi quando tu (o noi, se vuoi) abbiamo sbagliato per primi e non siamo stati in grado di ammettere le proprie colpe.ps e' facile dire VERGOGNA quando non si fa molto per migliorare nel nostro piccolo in mondo.- Scritto da: www.namec.net
      se i cattolici credono di dover ricorrere
      agli SMS per diffondere il Vangelo via SMS,
      dovrebber oancora una volta ricordarsi di
      aver impantanato l'umanità in secoli di
      oscurantismo. Il DEMONIO l'hanno visto prima
      nel cannocchiale di Galileo, poi nei
      computer... e ora fanno servizio di
      diffusione del vangelo con i messaggini... è
      ridicolo!!! Pensassero a regolare le
      emissioni di Radio Vaticana, stanno
      ammazzando intere famiglie di Roma. Non
      penso che Cristo intendesse questo con il
      suo "diffondete la mia parola". VERGOGNA!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: la chiesa è
        - Scritto da: ilNebbioso®
        Quindi: non mi sembra il caso di
        generalizzare e di fermarsi a cose
        (GRAVISSIME) per le quali il Papa ha chiesto
        scusa (mentre noi Italiani NO!).I morti se ne fanno parecchio delle scuse, troppo comodo! in realta' la chiesa per 18 secoli non ha fatto altro che rimbecillire coscienze, vessare e torturare scienziati e liberi pensatori, uccidere "eretici" nonstante predicasse amore e tolleranza, e adesso, come tutti i commercianti, ricercano clienti e consensi sfruttando le nuove tecnologie anziche' condannarle... tutto fa brodo, tutto fa proseliti, tutto contribuisce ad aumentare il loro potere e la loro ricchezza... trovami in un paese civilizzato un prete con meno di due pappagorge! Sicuramente non e' questo che voleva gesu', la chiesa e' solo uno strumento di controllo come tanti altri. Sono gia abbastanza OT, saluti
        • Anonimo scrive:
          Re: la chiesa è
          Concordo con te sul fatto che i morti non se ne fanno nulla delle scuse, ed e' per questo che ho "provocato" dicendo che almeno il Papa ha avuto il fegato (per non dire altro!) per chiedere scusa: il nostro governo non ha MAI chiesto scusa per le uccisioni degli ebrei a cui abbiamo collaborato: appena e' girato il vento abbiamo condannato ma mai chiesto scusa. Non e' questione di soldi, ma di umilta'.Per quel che riguarda Chiesa e soldi, forse sei rimasto un po' fermo all'idea della Chiesa possessore di terreni e ori del medioevo: non mi sembra che TUTTI i preti abbiano le pappagorge, visto che di gente che dedica vita, soldi e quant'altro agli altri ce ne tanta.Sottolineo che ci sono ancora preti che, come te, sono rimasti a certi concetti abusati e ormai sorpassati, e che non sono costruttivi in alcun modo.Quello che volevo dire, nel messaggio di prima, e' che e' facile criticare (come in tutte le cose), chi fa qualcosa: a non far nulla, evidentemente, non si sbaglia mai!- Scritto da: Ivan
          I morti se ne fanno parecchio delle scuse,
          troppo comodo! in realta' la chiesa per 18
          secoli non ha fatto altro che rimbecillire
          coscienze, vessare e torturare scienziati e
          liberi pensatori, uccidere "eretici"
          nonstante predicasse amore e tolleranza, e
          adesso, come tutti i commercianti, ricercano
          clienti e consensi sfruttando le nuove
          tecnologie anziche' condannarle... tutto fa
          brodo, tutto fa proseliti, tutto
          contribuisce ad aumentare il loro potere e
          la loro ricchezza... trovami in un paese
          civilizzato un prete con meno di due
          pappagorge! Sicuramente non e' questo che
          voleva gesu', la chiesa e' solo uno
          strumento di controllo come tanti altri.
          Sono gia abbastanza OT, saluti
          • Anonimo scrive:
            Re: la chiesa è

            Concordo con te sul fatto che i morti non se
            ne fanno nulla delle scuse, ed e' per questo
            che ho "provocato" dicendo che almeno il
            Papa ha avuto il fegato (per non dire
            altro!) per chiedere scusa ...Per non dire altro ... cosa!Il Vaticano e' abituato alle doppie facce: come per le madonne piangenti.Il metodo utilizzato e' sempre quello: attraverso un privato cittadino fanno scoppiare il caso, poi intervengono con le loro "verifiche" per poi confermare la "veridicita'" del fatto ed intascare una barca di soldi dai vari creduloni in fila ... salvo poi mettere tutto a tacere quando capita che qualcuno li denuncia per quello che sono: truffatori (evidentemente la condanna di abuso della credulita' popolare vale per tutti tranne che per il Vaticano).Chiudono i bordelli, favorendo in tal modo la prostituzione clandestina, per poi mandare i pretini per strada a fare "opera di bene" (a casa mia si chiama "marketing").Si oppongono fermamente alla legalizzazione della droga, lasciandola in tal modo nelle mani della mafia, per poi intascare fior di soldoni dalle famiglie dei drogati (e dai finanziamenti statali) attraverso le "comunita di recupero'".In parole povere: contribuiscono alla morte per poi promuoversi a paladini della vita.
            il nostro governo non ha MAI chiesto scusa per le uccisioni degli ebrei a cui abbiamo
            collaboratoIo, sinceramente, non mi sento affatto responsabile. Sono nato nel 1965 e non devo chiedere scusa proprio a nessuno.Il Governo che fu allora responsabile, non e' in grado ora di porgere delle scuse.Ricordate: Dio non ha creato l'uomo ... e' l'uomo ad aver creato Dio.CiaoP.S. ... e meno male che abito lontano dalle loro antenne. Se ci tenessero veramente alla vita (non solo alla loro) le avrebbero gia' smantellate ... ma si sa', gli affari sono affari.
          • Anonimo scrive:
            Re: la chiesa è

            Per non dire altro ... cosa!
            Il Vaticano e' abituato alle doppie facce:
            come per le madonne piangenti.
            Il metodo utilizzato e' sempre quello:
            attraverso un privato cittadino fanno
            scoppiare il caso, poi intervengono con le
            loro "verifiche" per poi confermare la
            "veridicita'" del fatto ed intascare una
            barca di soldi dai vari creduloni in fila
            ... salvo poi mettere tutto a tacere quando
            capita che qualcuno li denuncia per quello
            che sono: truffatori (evidentemente la
            condanna di abuso della credulita' popolare
            vale per tutti tranne che per il Vaticano).Su questo non e' dato a me giudicare... ma a qualcun altro piu' in alto di noi...
            Chiudono i bordelli, favorendo in tal modo
            la prostituzione clandestina, per poi
            mandare i pretini per strada a fare "opera
            di bene" (a casa mia si chiama "marketing").La Chiesa NON chiude i bordelli, lo fa lo Stato, forse non lo sai!
            Si oppongono fermamente alla legalizzazione
            della droga, lasciandola in tal modo nelle
            mani della mafia, per poi intascare fior di
            soldoni dalle famiglie dei drogati (e dai
            finanziamenti statali) attraverso le
            "comunita di recupero'".Ripeto, e' uno Stato che decide circa la legalizzazione delle droghe, non la Chiesa: evidentemente non sai come funziona all'estero... superficialmente.Se il recupero non lo fa la Chiesa o lo Stato, lo fai TU?
            In parole povere: contribuiscono alla morte
            per poi promuoversi a paladini della vita.ahahaha! Bella questa!
            Io, sinceramente, non mi sento affatto
            responsabile. Sono nato nel 1965 e non devo
            chiedere scusa proprio a nessuno.Complimenti! Pero' la Chiesa e' OGGI responsabile di errori fatti nel passato? Bel ragionamento, allora!
            Il Governo che fu allora responsabile, non
            e' in grado ora di porgere delle scuse.Ma il governo di oggi dovrebbe!
            Ricordate: Dio non ha creato l'uomo ... e'
            l'uomo ad aver creato Dio.Ripeto cio' che ho detto all'inizio del messaggio!
            P.S. ... e meno male che abito lontano
            dalle loro antenne. Se ci tenessero
            veramente alla vita (non solo alla loro) le
            avrebbero gia' smantellate ... ma si sa',
            gli affari sono affari.Concordo ancora sulla questione antenne, con le debite attenzioni PER TUTTI!
          • Anonimo scrive:
            Re: la chiesa è

            Su questo non e' dato a me giudicare... ma a
            qualcun altro piu' in alto di noi...Basterebbe anche qualcuno piu' in basso, tipo magistratura, se non ci fossero crocefissi appesi anche li'.
            La Chiesa NON chiude i bordelli, lo fa lo
            Stato, forse non lo sai!E' vero: lo Stato di allora si chiamava Democrazia Cristiana.
            Ripeto, e' uno Stato che decide circa la
            legalizzazione delle droghe, non la Chiesa:
            evidentemente non sai come funziona
            all'estero... superficialmente.Forse non hai mai sentito parlare di condizionamenti politici ed economici.
            Se il recupero non lo fa la Chiesa o lo
            Stato, lo fai TU?Certo, qualcuno il recupero lo deve fare, ma qualcuno ha mai sentito parlare anche di prevenzione? Informazione? Educazione?Chissa' perche' mi tornano sempre in mente 40 anni di DC!
            ahahaha! Bella questa!... fa ridere?
            Complimenti! Pero' la Chiesa e' OGGI
            responsabile di errori fatti nel passato?Non ho detto io al Papa di chiedere scusa.
            Ma il governo di oggi dovrebbe!Il governo di oggi e' di sinistra. Non credo proprio che si accollerebbe le colpe di un governo di destra!Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: la chiesa è....ma Gesù di Nazareth, chi è?
            A tutti, credenti e non credenti, amici e nemici delle chiese cristiane.Scusate, ma la domanda centrale, l'unica che veramente conta per la nostra vita, non è chi e/o cosa è la chiesa. La domanda che conta è quella che da venti secoli ci pone Gesù di Nazareth:"Ma voi, chi dite che io sia?"Ah, dimenticavo, non si accettano risposte via SMS...
          • Anonimo scrive:
            Re: la chiesa è....ma Gesù di Nazareth, chi è?
            - Scritto da: ric
            A tutti, credenti e non credenti, amici e
            nemici delle chiese cristiane.
            Scusate, ma la domanda centrale, l'unica che
            veramente conta per la nostra vita, non è
            chi e/o cosa è la chiesa.
            La domanda che conta è quella che da venti
            secoli ci pone Gesù di Nazareth:"Ma voi, chi
            dite che io sia?"
            Ah, dimenticavo, non si accettano risposte
            via SMS...E' tutto qui?Qui siamo quattro gatti ed io ho espresso, magari in un modo un po' duro, alcuni concetti che speravo di discutere con qualcuno che mi facesse cambiare idea ... e la vostra risposta e' solo questa?I concetti sono quelli dei proibizionismi, con i quai si ottiene sempre il risultato opposto (prostituzione, droga, eutanasia, aborto, etc), dei legami tra chiese/religioni ed affari (noti dalla notte dei tempi) e tra chiese/religioni e condizionamenti politici.... e tutto quello che mi rispondete e' di leggere un libro scritto da uomini/predicatori religiosi?Forza, ribattete con qualcos'altro, cosicche' io possa cambiare le mie idee, sicuramente parziali, soggettive e criticabilissime!Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: la chiesa è....è tutto qui?

            E' tutto qui?
            Qui siamo quattro gatti ed io ho espresso,
            magari in un modo un po' duro, alcuni
            concetti che speravo di discutere con
            qualcuno che mi facesse cambiare idea ... e
            la vostra risposta e' solo questa?
            I concetti sono quelli dei proibizionismi,
            con i quai si ottiene sempre il risultato
            opposto (prostituzione, droga, eutanasia,
            aborto, etc), dei legami tra
            chiese/religioni ed affari (noti dalla notte
            dei tempi) e tra chiese/religioni e
            condizionamenti politici.
            ... La discussione è necessaria, ma decisamente insufficiente per cambiare opinioni più o meno consolidate...Tutte le cose fin qui dette da tutti gli intervenuti sono verità espresse da un particolarepunto di vista, che rivela prese di posizione personali che sono stati d'animo agganciati a fatti, e non semplicemente fatti. Per questo non troverai nessuno che, per quanto ti dica, potrà farti cambiare idea semplicemente per quello che dice...Come tutte le società umane, la Chiesa è piena di luci e ombre. I punti di vista esasperati nascondono (o, meglio, vorrebbero tanto far sparire nell'oblio...) o le une, o le altre. Non si risolve nulla così.Mi piacciono le critiche costruttive, anche pungenti. Sempre, però, nel rispetto dell'interlocutore... Perché possa cambiare in meglio, non per semplice soddisfazione nel dirgliene di tutti i colori...
        • Anonimo scrive:
          Re: la chiesa è
          - Scritto da: Ivan
          I morti se ne fanno parecchio delle scuse,
          troppo comodo! in realta' la chiesa per 18Intanto rimane il fatto che la Chiesa e il Papa hanno avuto la decenza di chiedere scusa, mentre mi pare che i politici e i militari (che se non mi ricordo male hanno fatto anche loro i loro bei danni durante la guerra e dopo) non se lo sognano nemmeno di chiedere scusa per tutto il male che hanno fatto...
          clienti e consensi sfruttando le nuove
          tecnologie anziche' condannarle... tutto faNon capisco perchè dovremmo condannare le nuove tecnologie.me lo spieghi tu??? ;o)
    • Anonimo scrive:
      Re: la chiesa è
      - Scritto da: www.namec.netIntanto firmati col tuo nome [...]
      oscurantismo. Il DEMONIO l'hanno visto prima
      nel cannocchiale di Galileo, poi nei
      computer... e ora fanno servizio di
      diffusione del vangelo con i messaggini... è
      ridicolo!!! Pensassero a regolare lePerchè dovrebbe essere ridicolo? Gesù Cristo ha detto di annunciare il vangelo a tutto il mondo, se adesso usiamo i messaggini invece della radio, la stampa, la tv, i libri... non vedo quale dovrebbe essere il ridicolo!
    • Anonimo scrive:
      Re: smettiamola con la bagarre su Radio Vaticana
      A voi le ovvie ....conclusioni... Cris **********************************************gli americani hanno disattivato i numeri verdi, perchè ormai là l'elettropanico è fuori moda e non chiama più nessuno. Siamo fortunati che il nostro governo si preoccupi dei nostri bambini con cipiglio corrucciato, e non ci tratti da creduloni amanti del panico come fa l'ufficio federale di Germania (http://www.bfs.de/) - se usassi verso inostri governativi le espressioni che i governativi tedeschi usano verso chi hainventato il termine "Elektrosmog", una denuncia per vilipendio non me la toglierebbe nessuno. Comunque, là i valori ammessi sono oltre il doppio di quelli con cui "esce" Radio Vaticana, e apparentemente i bimbi sopravvivono. Siamo fortunati che da noi si prendano con le pinze le indicazioni dell'OMS, p.es.http://www.who.int/inf-fs/en/fact183.html, o i valori della correlata commissione internazionale sulle radiazioni non ionizzanti, anche perchè un documento comehttp://www.icnirp.de/Documents/Emfgdl.pdf è scritto in un linguaggio che non tutti gli"esperti" nostrani riescono a leggere. Manco quelli che sanno declamare il Fainànscial Tàims. Sì, siamo fortunati a vivere in Italia.Incidentalmente: ricordo che una decina d'anni fa un commentatore sosteneva che, percercare di dimostrare a tutti i costi che "forse non si può del tutto escludere cheassociato ai campi elettromagnetici esista un dato significativamente non irrilevanteche il rischio connesso si elevi sopra livelli stocastici..." e bla bla bla, si eragià allora superato 1 G$ di spesa, e che se quella cifra fosse stata invece spesa percurare qualche malattia vera e conclamata si sarebbe potuto, p.es., sradicare dalmondo la lebbra. Ma la lebbra, diciamocelo pure, fa schifo forte. E c'è persino un minimo rischio di infettarsi. No, molto meglio starsene in un ufficio pieno ditelecamere, radiocomandi, monitor,telefonini, e prendersela con le radiazionielettromagnetiche. Se poi sono quelle del Vaticano, col Giubileo chiuso ma le urne........aperte.------------------------------Un superstite del club della verità************************************************___________________________________________- Scritto da: www.namec.net
      se i cattolici credono di dover ricorrere
      agli SMS per diffondere il Vangelo via SMS,
      dovrebber oancora una volta ricordarsi di
      aver impantanato l'umanità in secoli di
      oscurantismo. Il DEMONIO l'hanno visto prima
      nel cannocchiale di Galileo, poi nei
      computer... e ora fanno servizio di
      diffusione del vangelo con i messaggini... è
      ridicolo!!! Pensassero a regolare le
      emissioni di Radio Vaticana, stanno
      ammazzando intere famiglie di Roma. Non
      penso che Cristo intendesse questo con il
      suo "diffondete la mia parola". VERGOGNA!!!
Chiudi i commenti