WebTheatre/ Fiorello in serie su YouTube

di G. Niola - Nato per iniziativa personale, EdicolaFiore diventa un impegno, ma resta scanzonato e indipendente. Fiorello invita tutti alla libera condivisione

Roma – Nonostante il fiorire di contenuti per la rete che abbiamo visto in Italia nell’ultimo anno, gli show ancora stentano ad ingranare. Mentre in America l’intrattenimento di stampo televisivo, rimasticato e sputato per andare online come paradossale forma di zombie-format spettacolare (dai più canonici, ai più satirici come Between Two Ferns with Zach Galifianakis , fino ai più duri come Epic Meal Time ), è stato da subito un punto fermo della produzione audiovisiva online, da noi l’unico esperimento significativo in materia è stato quello di Nonno Giò , un talk show con pupazzi tutto centrato sulle webstar (e in fondo non era nemmeno male).

EdicolaFiore

Per questo motivo è molto significativo il sottile passaggio delle gag dall’edicola di Fiorello da video UGC di lusso a format.
In origine, quando Fiorello aveva aperto un account Twitter tempestato di retweet e citato ampiamente sui quotidiani, i video che faceva dall’edicola di mattina prestissimo con gli avventori del caso erano un contenuto come un altro, assieme a qualche imitazione e un po’ di cazzeggio. Nulla di strutturato.
Dopo la chiusura dell’account, da qualche mese l’edicola è tornata ma con un altro approccio, ugualmente scanzonato e decisamente più strutturato. Ora EdicolaFiore è un titolo, ha un proprio account Twitter (anche se ne sfrutta uno YouTube non omonimo) ed è marcato da passaggi e ritualità tra il paradossale e il canonico. Un esempio su tutti sono l’introduzione di una forma di sigla , la ricorrenza di personaggi fissi e anche un promo in linea con il grottesco che caratterizza la serie.

EdicolaFiore, con la prassi e i tempi di Fiorello, è di fatto diventato un show per la rete, caratterizzato da molti elementi tipici degli spettacoli di Fiorello, declinato da internet, come il contrappunto musicale continuo e live. EdicolaFiore è il primo format online davvero realizzato in totale indipendenza (anche se sarebbe più corretto dire senza mezzi) da una personalità dello spettacolo tradizionale, anzi dalla più potente, apprezzata e seguita in assoluto.
Benché somigli più ad uno show radiofonico che ad uno televisivo, EdicolaFiore fa il lavoro delle produzioni per internet: abbassa lo sguardo ad altezza utente, non si propone come un prodotto sofisticato ma punta sulla sensazione di immediatezza e sulla percezione dell’immedesimazione (il “ci potrei essere anche io lì”, che sia o non sia vero).
Non a caso lo show è stato ripreso con più rigore e regolarità di quanto avvenisse con i tweet e lo stesso Fiorello, nelle diverse puntate è il primo a promuovere la syndication gratuita, cioè a ricordare le diverse fonti che riprendono le puntate (Roxy bar tv, RTL 102.5 TV, Corriere TV, Repubblica TV ecc.) e ad invitare quanti altri a fare lo stesso “Tanto è gratis!”.

Ciliegina sulla torta, è arrivata anche la notizia che Sky Uno HD (il canale che ha mandato in onda l’ultimo spettacolo di Fiorello) mette in palinsesto l’edicola, con una trasmissione alle 10 e una replica alle 21. Questo significa regolarità, un impegno, un appuntamento e una struttura, regole con le quali ad un certo punto gli show per la rete devono confrontarsi. Soprattutto significa che anche la tv riconosce lo statuto di programma a quei video.
Certo, EdicolaFiore è un format totalmente dipendente dal suo conduttore, è impensabile senza un nome di richiamo e difficilissimo (se non impossibile) senza Fiorello. Benché si rifaccia a tanta televisione che mette al centro il grottesco quotidiano (Gianni Ippoliti in primis) ha un suo modo radiofonico di muoversi tra le diverse voci e di gestire l’improvvisazione, soprattutto essendo un format che parla d’attualità (benché blandamente) ha una chiara visione dei fatti ed esprime opinioni.

Fiorello, che di certo non ha problemi a trovare lavoro, ha tentato di fare qualcosa di libero e personale usando la rete. A prescindere dalla bontà del risultato (decisamente altalenante) la televisione online e poi quella reale l’hanno subito mangiato, inglobato e fatto proprio. Canali, siti e programmi affamati di contenuti di intrattenimento (specie se con un nome simile da spendere) l’hanno fatto proprio in barba all’idea di esclusiva e il primo show open della rete italiana, fino a che durerà almeno, ha cominciato a lavorare per creare una consapevolezza più diffusa dell’assottigliarsi dei confini.
Se Fiorello con poco (anzi con niente, nemmeno con un montaggio) fa uno show online, puntando su se stesso e questo diventa un contenuto pregiato per gli altri operatori, quanto manca ad una programmazione più seria in materia?

EDICOLAFIORE 10/12/12

EDICOLAFIORE 2/12/12

EDICOLAFIORE Sigla

Gabriele Niola
Il blog di G.N.

I precedenti scenari di G.N. sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Fetente scrive:
    Invece di ringraziare!
    E' grazie al video caricato su internet che è stato possibile acchiappare e punire i bulli che hanno aggredito il ragazzo. Ma come sempre in Itaglia, invece di perseguire i reati, ci si scandalizza quando qualcuno li racconta in giro. Molto meglio nascondere tutto sotto il tappeto.
    • Leguleio scrive:
      Re: Invece di ringraziare!
      - Scritto da: Fetente
      E' grazie al video caricato su internet che è
      stato possibile acchiappare e punire i bulli che
      hanno aggredito il ragazzo. Non era l'unico mezzo: nel senso, era un video girato col telefonino che i ragazzi si scambiavano, almeno quelli che già avevano lo smartphone. E in questi casi, prima o poi, complice l'ingenuità il video sarebbe finito nelle mani sbagliate, e sarebbe scattata la segnalazione. Senza scandalo mediatico, senza denuncia di organismi terzi. Essere visti da 5500 persone a livello globale, insomma, non era un passaggio strettamente necessario.
      Ma come sempre in
      Itaglia, invece di perseguire i reati, ci si
      scandalizza quando qualcuno li racconta in giro.Il racconto di quanto avveniva in quel video è stato fatto su migliaia di siti e di giornali diversi (credo anche all'estero). Nessuno ha subito seccature per questo. Non è il racconto in sé che qualifica il reato: sono le crude immagini, in cui il ragazzo è riconoscibile, e le crude parole dette.
      Molto meglio nascondere tutto sotto il
      tappeto.Non direi: Google video come avrebbe potuto guadagnare attraverso Ad Words, se quel video non fosse stato caricato (e chissà quanti altri video simili, ma non girati in Italia)? Un introito in meno! :-)
      • krane scrive:
        Re: Invece di ringraziare!
        - Scritto da: Leguleio
        - Scritto da: Fetente

        E' grazie al video caricato su internet

        che è stato possibile acchiappare e punire

        i bulli che hanno aggredito il ragazzo.
        Non era l'unico mezzo: nel senso, era un video
        girato col telefonino che i ragazzi si
        scambiavano, almeno quelli che già avevano lo
        smartphone. E in questi casi, prima o poi,
        complice l'ingenuità il video sarebbe finito
        nelle mani sbagliate, e sarebbe scattata la
        segnalazione. Senza scandalo mediatico, senza
        denuncia di organismi terzi.Ma anche no, nessuno avrebbe mai saputo niente.
        Essere visti da 5500 persone a livello globale,
        insomma, non era un passaggio strettamente
        necessario. 5500 persone ??? SOLO ????

        Ma come sempre in Itaglia, invece

        di perseguire i reati, ci si scandalizza

        quando qualcuno li racconta in giro.
        Il racconto di quanto avveniva in quel video è
        stato fatto su migliaia di siti e di giornali
        diversi (credo anche all'estero). Nessuno ha
        subito seccature per questo. Non è il racconto in
        sé che qualifica il reato: sono le crude
        immagini, in cui il ragazzo è riconoscibile, e le
        crude parole dette.Ci sono video molto ma moooolto peggiori, [yt]ZKBoQRRbq_A[/yt]

        Molto meglio nascondere tutto sotto il

        tappeto.
        Non direi: Google video come avrebbe potuto
        guadagnare attraverso Ad Words, se quel video
        non fosse stato caricato (e chissà quanti
        altri video simili, ma non girati in Italia)?
        Un introito in meno!
        :-)Calcolando che si
        • Leguleio scrive:
          Re: Invece di ringraziare!
          - Scritto da: krane


          E' grazie al video caricato su internet


          che è stato possibile acchiappare e
          punire



          i bulli che hanno aggredito il ragazzo.


          Non era l'unico mezzo: nel senso, era un
          video

          girato col telefonino che i ragazzi si

          scambiavano, almeno quelli che già avevano lo

          smartphone. E in questi casi, prima o poi,

          complice l'ingenuità il video sarebbe finito

          nelle mani sbagliate, e sarebbe scattata la

          segnalazione. Senza scandalo mediatico, senza

          denuncia di organismi terzi.

          Ma anche no, nessuno avrebbe mai saputo niente.I casi in cui un genitore, o comunque un adulto, si imbatte "casualmente" in un video sul telefonino di un o una giovane sono diversi. Ecco una notizia in breve:http://www.oksiena.it/esibizioni-XXXXXgrafiche-giovane-senese-adescata-14417.htmlMa ovviamente, con una ricerca mirata, troverei altri esempi.

          Essere visti da 5500 persone a livello
          globale,

          insomma, non era un passaggio strettamente

          necessario.

          5500 persone ??? SOLO ????Sì, le carte processuali dicono 5500. E nota che era il video più visto in Italia, nella categoria "video divertenti". Ma si era nel 2006, la febbre da <I
          video sharing </I
          , almeno in Italia, era appena all'inizio.


          Ma come sempre in Itaglia, invece


          di perseguire i reati, ci si
          scandalizza



          quando qualcuno li racconta in giro.


          Il racconto di quanto avveniva in quel video
          è

          stato fatto su migliaia di siti e di giornali

          diversi (credo anche all'estero). Nessuno ha

          subito seccature per questo. Non è il
          racconto
          in

          sé che qualifica il reato: sono le crude

          immagini, in cui il ragazzo è riconoscibile,
          e
          le

          crude parole dette.

          Ci sono video molto ma moooolto peggiori, Lo so bene, figurati che io vado a guardarmi quelli del Blog del Narco. Una persona scuoiata a settimana è garantita, se non c'è il video ci sono le foto.
          Calcolando che siQui mi sa che ti è partito il tasto invio...
          • krane scrive:
            Re: Invece di ringraziare!
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: krane



            E' grazie al video caricato



            su internet che è stato possibile



            acchiappare e punire i bulli che



            hanno aggredito il ragazzo.


            Non era l'unico mezzo: nel


            senso, era un video girato col


            telefonino che i ragazzi si


            scambiavano, almeno quelli


            che già avevano lo smartphone.


            E in questi casi, prima o poi,


            complice l'ingenuità il video


            sarebbe finito nelle mani


            sbagliate, e sarebbe scattata


            la segnalazione. Senza scandalo


            mediatico, senza denuncia di


            organismi terzi.

            Ma anche no, nessuno avrebbe mai saputo
            niente.
            I casi in cui un genitore, o comunque un
            adulto, si imbatte "casualmente" in un
            video sul telefonino di un o una giovane
            sono diversi. Oh, ma pensa....E che percentuale e' rispetto a quelli non scoperti ?Mentre questa tizia metteva il suo video su youtube quante rapine di cui non si e' scoperto il colpevole ci sono state ?
            Ecco una notizia in breve:
            http://www.oksiena.it/esibizioni-XXXXXgrafiche-gio
            Ma ovviamente, con una ricerca mirata, troverei
            altri esempi.Si, ma su quanti non scoperti ?


            Essere visti da 5500 persone a


            livello globale, insomma, non era


            un passaggio strettamente


            necessario.

            5500 persone ??? SOLO ????
            Sì, le carte processuali dicono 5500. E nota
            che era il video più visto in Italia, nella
            categoria "video divertenti". Ma si era nel
            2006, la febbre da <I
            video sharing
            </I
            , almeno in Italia, era appena
            all'inizio.Ma pensa (rotfl)



            Ma come sempre in Itaglia, invece



            di perseguire i reati, ci si



            scandalizza



            quando qualcuno li racconta in
            giro.




            Il racconto di quanto avveniva in quel
            video

            è


            stato fatto su migliaia di siti e di
            giornali


            diversi (credo anche all'estero).
            Nessuno
            ha


            subito seccature per questo. Non è il

            racconto

            in


            sé che qualifica il reato: sono le crude


            immagini, in cui il ragazzo è
            riconoscibile,

            e

            le


            crude parole dette.



            Ci sono video molto ma moooolto peggiori,

            Lo so bene, figurati che io vado a guardarmi
            quelli del Blog del Narco. Una persona scuoiata a
            settimana è garantita, se non c'è il video ci
            sono le foto.

            Calcolando che si
            Qui mi sa che ti è partito il tasto invio...Emmm si, ma chissi ricorda che volevo scrivere :D
          • Leguleio scrive:
            Re: Invece di ringraziare!
            - Scritto da: krane


            Ma anche no, nessuno avrebbe mai saputo

            niente.


            I casi in cui un genitore, o comunque un

            adulto, si imbatte "casualmente" in un

            video sul telefonino di un o una giovane

            sono diversi.

            Oh, ma pensa....
            E che percentuale e' rispetto a quelli non
            scoperti
            ?E come faccio a saperlo? Il dato non è essenziale, il discorso è che simili episodi possono venire scoperti anche senza l'esistenza di piattaforme come Google video. Davvero credi che prima dell'epoca internet e dei telefonini non venissero a galla episodi di bullismo a scuola, per altre vie?
            Mentre questa tizia metteva il suo video su
            youtube quante rapine di cui non si e' scoperto
            il colpevole ci sono state
            ?Direi poche o nessuna, visto che per caricare un video di quella lunghezza (191 secondi) bastano pochi minuti, a seconda della velocità di connessione. Giova ricordare che il video è stato caricato da una tal Giulia Lisa, non imputata nel procedimento, ed è quindi impossibile dire se lo abbia caricato perché voleva denunciare un comportamento inaccettabile, oppure in quanto "video divertente". Più in generale: se installo un videocamera nascosta dove non posso (ad esempio: un gabinetto pubblico), e, per puro caso, in quel gabinetto avviene un reato, io dovrei essere sollevato dalla responsabilità dell'installazione solo perché il nastro ha fatto individuare il colpevole alla polizia? È probabile che la vittima e la stessa polizia ringrazieranno per la collaborazione: ma una collaborazione non cancella mica il reato. :|
  • prova123 scrive:
    Mi sembra quasi banale ...
    ma su questa vicenda si è raggiunto il minimo sindacale del concetto di intelligenza umana.Faccio solo una domanda: quando dei delinquenti utilizzano per la fuga l'autostrada o le strade statali, provinciali, etc. , c'è qualche giudice che condanna la società Autostrade o l'Anas per avere favorito la fuga dei delinquenti?
    • DuDe scrive:
      Re: Mi sembra quasi banale ...
      In realta' la cosa non e' affatto cosi', l'articolo che si contesta parla di violazione della privacy non di agevolazione di un crimine.
      • tucumcari scrive:
        Re: Mi sembra quasi banale ...
        - Scritto da: DuDe
        In realta' la cosa non e' affatto cosi',
        l'articolo che si contesta parla di violazione
        della privacy non di agevolazione di un
        crimine.Magari se lo leggi L'art. 167 ti rendi conto che qualche problema c'è....Si parla di "trattamento dei dati personali" ....Francamente sostenere che un video postato da terzi (privo di dati in se) costituisca "trattamento di dati personali" mi pare un tantinello "forzato" a dire poco!
        • DuDe scrive:
          Re: Mi sembra quasi banale ...
          Sai benissimo che le leggi tendono ad essere interpretate, quello che comunemente chiamiamo dato personale credo possa essere anche il dato biometrico, cioe' impronta digitale e/o volto, siccome nel video si vede il volto del soggetto suppongo che i giudici abbiano stabilito questa violazione perche' il volto e' un dato personale e sensibile, ricordi che google maps oscura volti e targhe?Rimane il fatto che trovo questa sentenza stupida e priva di ogni buon senso
          • nzFsnTJjQuD iKYHKuS scrive:
            Re: Mi sembra quasi banale ...
            http://atenolol.in/#8133 generic atenolol,
  • reload scrive:
    Votate M5S...
    Che magari alcune cose cambieranno :)
  • Anonimo scrive:
    La solita Italia
    Sanno dove possono riuscire a batter cassa, e si buttano...
    • Leguleio scrive:
      Re: La solita Italia
      - Scritto da: Anonimo
      Sanno dove possono riuscire a batter cassa, e si
      buttano...È un'osservazione che hanno fatto anche altri, ma non c'è più alcuna parte civile nel proXXXXX, nessuno chiede risarcimenti. Il procuratore generale chiede solo una condanna, direi simbolica, perché è con la condizionale, e perché gli imputati stanno all'estero e non torneranno mai più in Italia. :|
      • ThEnOra scrive:
        Re: La solita Italia
        Domanda:"Secondo gli avvocati Giulia Bongiorno e Giuseppe Vaciago, la sentenza di condanna di primo grado fa riferimento a un obbligo "di cui non c'è traccia" nell'ordinamento italiano".Ma sulla base di quale art. hanno chiesto la condanna?Chiedo a te chi mi sembri conoscere molto bene il caso (ho iniziato a leggere la sentenza, ma non c'ho tempo per leggermela tutta).Grazie.
        • Leguleio scrive:
          Re: La solita Italia
          - Scritto da: ThEnOra
          Domanda:
          Ma sulla base di quale art. hanno chiesto la
          condanna?
          Chiedo a te chi mi sembri conoscere molto bene il
          caso (ho iniziato a leggere la sentenza, ma non
          c'ho tempo per leggermela
          tutta).L'articolo violato è il 167, comma 1 e 2, del Codice in materia di protezione dei dati personali (detto comunemente "legge sulla privacy"). Vedi qui: http://www.privacy.it/codiceprivacy.html
          • tucumcari scrive:
            Re: La solita Italia
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: ThEnOra

            Domanda:


            Ma sulla base di quale art. hanno chiesto la

            condanna?

            Chiedo a te chi mi sembri conoscere molto
            bene
            il

            caso (ho iniziato a leggere la sentenza, ma
            non

            c'ho tempo per leggermela

            tutta).



            L'articolo violato è il 167, comma 1 e 2, del
            Codice in materia di protezione dei dati
            personali (detto comunemente "legge sulla
            privacy"). Vedi
            qui:


            http://www.privacy.it/codiceprivacy.htmlNon c'è alcun dato personale che sia stato "trattato" da googleè stato (nel caso) trattato da altri!Nessun "dato" è desumibile dal video come dato personale e come tale non è "trattabile" gli unici "dati" trattati da google sono relativi all'account di chi ha caricato il video.Il resto (video) è uno stream binario privo di qualunque dato caratteristico idoneo a identificarlo come tale.Ne più ne meno.
          • Leguleio scrive:
            Re: La solita Italia
            - Scritto da: tucumcari
            Non c'è alcun dato personale che sia stato
            "trattato" da
            google
            è stato (nel caso) trattato da altri!
            Nessun "dato" è desumibile dal video come dato
            personale e come tale non è "trattabile" gli
            unici "dati" trattati da google sono relativi
            all'account di chi ha caricato il
            video.
            Il resto (video) è uno stream binario privo di
            qualunque dato caratteristico idoneo a
            identificarlo come
            tale.
            Ne più ne meno.Google Italy ha trovato il nuovo avvocato della difesa.
          • tucumcari scrive:
            Re: La solita Italia
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: tucumcari



            Non c'è alcun dato personale che sia stato

            "trattato" da

            google

            è stato (nel caso) trattato da altri!

            Nessun "dato" è desumibile dal video come
            dato

            personale e come tale non è "trattabile" gli

            unici "dati" trattati da google sono relativi

            all'account di chi ha caricato il

            video.

            Il resto (video) è uno stream binario privo
            di

            qualunque dato caratteristico idoneo a

            identificarlo come

            tale.

            Ne più ne meno.

            Google Italy ha trovato il nuovo avvocato della
            difesa.Si l'ha trovato e non sono io e tantomeno sei tu ne il giudice ne il PM!Magari è venuto il momento che tu te ne renda conto?
          • Leguleio scrive:
            Re: La solita Italia
            - Scritto da: tucumcari

            Google Italy ha trovato il nuovo avvocato della

            difesa.
            Si l'ha trovato e non sono io e tantomeno sei tu
            ne il giudice ne il
            PM!
            Magari è venuto il momento che tu te ne renda
            conto?E che aspetti a proporti? Quasi sicuramente hanno bisogno di te al proXXXXX di Cassazione. Gli attuali avvocati della difesa, poverini, non hanno abbastanza cervello per rendersi conto che il reato non sussiste, e si arrabattano come possono. Arriva tucumcari, e il proXXXXX è vinto in un battibaleno. E tutti lì a dire, estasiati: "Ma come abbiamo fatto a non pensarci prima?".
          • tucumcari scrive:
            Re: La solita Italia
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: tucumcari




            Google Italy ha trovato il nuovo
            avvocato
            della


            difesa.

            Si l'ha trovato e non sono io e tantomeno
            sei
            tu

            ne il giudice ne il

            PM!

            Magari è venuto il momento che tu te ne renda

            conto?


            E che aspetti a proporti? Quasi sicuramente hanno
            bisogno di te al proXXXXX di Cassazione.Ah dici? e perchè?

            Gli attuali avvocati della difesa, poverini, non
            hanno abbastanza cervello per rendersi conto che
            il reato non sussiste, e si arrabattano come
            possono. Francamente questo è un problema loro io mi limito a osservare i fatti noti.
            Arriva tucumcari, e il proXXXXX è vinto
            in un battibaleno. E tutti lì a dire, estasiati:
            "Ma come abbiamo fatto a non pensarci
            prima?".Vedi a me non interessa cosa hanno o non hanno pensato il mio giudezio non dipende da questo ma dai fatti che sono noti.E questo temo valga anche per te inevitabilmente. ;)
          • Leguleio scrive:
            Re: La solita Italia

            Francamente questo è un problema loro io mi
            limito a osservare i fatti
            noti.[...]
            Vedi a me non interessa cosa hanno o non hanno
            pensato il mio giudezio non dipende da questo ma
            dai fatti che sono
            noti.
            E questo temo valga anche per te inevitabilmente.
            ;)Non puoi andare avanti così, tucumcari. Fai male soprattutto a te stesso. Non solo sei arrabbiato col mondo, e questo sarebbe il meno, nei forum ce ne sono tanti, ma nemmeno sai controllare questa rabbia, e sei ormai a un passo dagli stati allucinatori e le manie di onnipotenza. In altra sede ti avevo consigliato una clinica per malattie nervose, e non era una battuta.Qui nei forum tutto rimane per iscritto, niente di grave. Ma certi psicodrammi fatti in un luogo pubblico, ad esempio una conferenza, ti farebbero inevitabilmente accompagnare con forza alla porta. Se poi ti trovassi davanti ai giudici che pronunceranno la sentenza d'appello, o al PM, e usassi gli stessi toni che usi con me, rischieresti una querela per ingiurie (o un TSO, a seconda dei casi). Pensaci. Io ovviamente non proseguo. Andare avanti equivarrebbe a infierire, e peggiorerebbe la situazione.
          • dont feed the troll - Back Again scrive:
            Re: La solita Italia
            - Scritto da: Leguleio

            Francamente questo è un problema loro io mi

            limito a osservare i fatti

            noti.

            [...]


            Vedi a me non interessa cosa hanno o non
            hanno

            pensato il mio giudezio non dipende da
            questo
            ma

            dai fatti che sono

            noti.

            E questo temo valga anche per te
            inevitabilmente.

            ;)


            Non puoi andare avanti così, tucumcari. Fai male
            soprattutto a te stesso. Non solo sei arrabbiato
            col mondo, e questo sarebbe il meno, nei forum ce
            ne sono tanti, ma nemmeno sai controllare questa
            rabbia, e sei ormai a un passo dagli stati
            allucinatori e le manie di onnipotenza. In altra
            sede ti avevo consigliato una clinica per
            malattie nervose, e non era una
            battuta.

            Qui nei forum tutto rimane per iscritto, niente
            di grave. Ma certi psicodrammi fatti in un luogo
            pubblico, ad esempio una conferenza, ti farebbero
            inevitabilmente accompagnare con forza alla
            porta. Se poi ti trovassi davanti ai giudici che
            pronunceranno la sentenza d'appello, o al PM, e
            usassi gli stessi toni che usi con me,
            rischieresti una querela per ingiurie (o un TSO,
            a seconda dei casi).


            Pensaci. Io ovviamente non proseguo. Andare
            avanti equivarrebbe a infierire, e peggiorerebbe
            la
            situazione.Come Volevasi Dimostrare.
          • tucumcari scrive:
            Re: La solita Italia
            - Scritto da: dont feed the troll - Back Again
            - Scritto da: Leguleio


            Francamente questo è un problema loro
            io
            mi


            limito a osservare i fatti


            noti.



            [...]




            Vedi a me non interessa cosa hanno o non

            hanno


            pensato il mio giudezio non dipende da

            questo

            ma


            dai fatti che sono


            noti.


            E questo temo valga anche per te

            inevitabilmente.


            ;)





            Non puoi andare avanti così, tucumcari. Fai
            male

            soprattutto a te stesso. Non solo sei
            arrabbiato

            col mondo, e questo sarebbe il meno, nei
            forum
            ce

            ne sono tanti, ma nemmeno sai controllare
            questa

            rabbia, e sei ormai a un passo dagli stati

            allucinatori e le manie di onnipotenza. In
            altra

            sede ti avevo consigliato una clinica per

            malattie nervose, e non era una

            battuta.



            Qui nei forum tutto rimane per iscritto,
            niente

            di grave. Ma certi psicodrammi fatti in un
            luogo

            pubblico, ad esempio una conferenza, ti
            farebbero

            inevitabilmente accompagnare con forza alla

            porta. Se poi ti trovassi davanti ai giudici
            che

            pronunceranno la sentenza d'appello, o al
            PM,
            e

            usassi gli stessi toni che usi con me,

            rischieresti una querela per ingiurie (o un
            TSO,

            a seconda dei casi).





            Pensaci. Io ovviamente non proseguo. Andare

            avanti equivarrebbe a infierire, e
            peggiorerebbe

            la

            situazione.

            Come Volevasi Dimostrare.Non c'era bisogno... era già più che dimostrato... quello che non torna è che dice sempre che lascia perdere e poi ricomincia...ha un serio problema o di coerenza o di salute (e una cosa non esclude l'altra) ;)
          • tucumcari scrive:
            Re: La solita Italia
            - Scritto da: Leguleio

            Francamente questo è un problema loro io mi

            limito a osservare i fatti

            noti.

            [...]


            Vedi a me non interessa cosa hanno o non
            hanno

            pensato il mio giudezio non dipende da
            questo
            ma

            dai fatti che sono

            noti.

            E questo temo valga anche per te
            inevitabilmente.

            ;)


            Non puoi andare avanti così, tucumcari. Fai male
            soprattutto a te stesso. Non solo sei arrabbiato
            col mondo, e questo sarebbe il meno, nei forum ce
            ne sono tanti, ma nemmeno sai controllare questa
            rabbia, e sei ormai a un passo dagli stati
            allucinatori e le manie di onnipotenza. In altra
            sede ti avevo consigliato una clinica per
            malattie nervose, e non era una
            battuta.Mi pare che sei tu a essere bisognoso di cure invece di sparare stupidaggini sul ruolo degli avvocati faresti bene a parlare di fatti!Il resto delle tue contorsioni mentali sulla salute altrui non interessano nessuno tantomeno me!

            Qui nei forum tutto rimane per iscritto, niente
            di grave. Ma certi psicodrammi fatti in un luogo
            pubblico, ad esempio una conferenza, ti farebbero
            inevitabilmente accompagnare con forza alla
            porta. Se poi ti trovassi davanti ai giudici che
            pronunceranno la sentenza d'appello, o al PM, e
            usassi gli stessi toni che usi con me,
            rischieresti una querela per ingiurie (o un TSO,
            a seconda dei casi).Ah si? davvero?(rotfl)(rotfl) e quali ingiurie (a parte le tue che sono evidenti) trovi nei miei post?è meglio che ti applichi alla lettura delle cose che scrivi!


            Pensaci. Io ovviamente non proseguo. Andare
            avanti equivarrebbe a infierire, e peggiorerebbe
            la
            situazione.Meno male!Dopo tutte le pessime figure fatte speriamo che questa volta si a vero! ;)In ogni caso non ti preoccupare se hai altre crisi son sempre qui! :)
          • dont feed the troll - Back Again scrive:
            Re: La solita Italia
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: Leguleio

            Google Italy ha trovato il nuovo avvocato della

            difesa.
            Si l'ha trovato e non sono io e tantomeno sei tu
            ne il giudice ne il
            PM!
            Magari è venuto il momento che tu te ne renda
            conto?Nooooo per favore, non andar contro a Leguleio in questa faccenda.Lui ha gia deciso che (cito testualmente) "Google deve imparare la lezione" e che i dirigenti, siccome prendono stipendi da dirigenti, sono responsabili della qualcunque.Per convincerti prima farà finta di esser eun grande esperto giurista e quando no nci crederai, dirà che tu non sai niente e che no ncapisci niente.E se ancora insisterai nel non concordare con lui dirà che lo hai insultato e offeso e che con te non ci gioca +.
          • Sgabbio scrive:
            Re: La solita Italia
            Poi posterà link di lingua che pochi conoscono, come il polacco o il tedesco :D
          • tucumcari scrive:
            Re: La solita Italia
            - Scritto da: dont feed the troll - Back Again
            - Scritto da: tucumcari

            - Scritto da: Leguleio



            Google Italy ha trovato il nuovo
            avvocato
            della


            difesa.

            Si l'ha trovato e non sono io e tantomeno
            sei
            tu

            ne il giudice ne il

            PM!

            Magari è venuto il momento che tu te ne renda

            conto?


            Nooooo per favore, non andar contro a Leguleio in
            questa
            faccenda.
            Lui ha gia deciso che (cito testualmente) "Google
            deve imparare la lezione" e che i dirigenti,
            siccome prendono stipendi da dirigenti, sono
            responsabili della
            qualcunque.

            Per convincerti prima farà finta di esser eun
            grande esperto giurista e quando no nci crederai,
            dirà che tu non sai niente e che no ncapisci
            niente.
            E se ancora insisterai nel non concordare con lui
            dirà che lo hai insultato e offeso e che con te
            non ci gioca
            +.è vero... peccato che quello che lui ha deciso conti come il 2 coppe con briscola a denari!(rotfl)(rotfl)
          • ThEnOra scrive:
            Re: La solita Italia
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)Hai sempre ragione (cit.)
          • dont feed the troll - Back Again scrive:
            Re: La solita Italia
            - Scritto da: ThEnOra
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)

            Hai sempre ragione (cit.)No, no in questo caso ha ragione Leguleio.Altrimenti inizia a frignare e non la finisce +: Google cattiva, dirigenti scaldasedie latitanti all'estero!, Leguleio miglior giurista del secolo.
          • ThEnOra scrive:
            Re: La solita Italia
            Cvd. Tu hai sempre ragione (cit.)
          • dont feed the troll - Back Again scrive:
            Re: La solita Italia
            Ciao Eleonora, questo sei tu:https://sites.google.com/site/kashpd/castoro.jpg
          • Sgabbio scrive:
            Re: La solita Italia
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • tucumcari scrive:
            Re: La solita Italia
            - Scritto da: Leguleio
            L'articolo violato è il 167, comma 1 e 2, del
            Codice in materia di protezione dei dati
            personali (detto comunemente "legge sulla
            privacy"). Vedi
            qui:


            http://www.privacy.it/codiceprivacy.htmlViolato?E facci capire se già è certo che l'articolo è "violato" di cosa discutono in aula si fanno una partita a tresette?(rotfl)(rotfl)
          • ThEnOra scrive:
            Re: La solita Italia
            - Scritto da: Leguleio

            L'articolo violato è il 167, comma 1 e 2, del
            Codice in materia di protezione dei dati
            personali (detto comunemente "legge sulla
            privacy"). Vedi
            qui:
            Ma secondo te, che come setenza mi sembra soprattutto di tipo "politica", penso male se mi è apparso che il giudice ci è andato pesante per via delle varie dichiarazioni poi ritrattate alla luce delle comunicazioni interne dei dirigenti Google acquisite dall'A.G. (tirando anche in ballo le conoscenze istituzioni personali), con quindi l'intento di punire la condotta che ha visto prediligere lo sfruttamento di un dato contenuto di natura discutibile, per puri scopi aziendali (ossia affermare il servizio video appena lanciato)?
          • Leguleio scrive:
            Re: La solita Italia
            - Scritto da: ThEnOra

            L'articolo violato è il 167, comma 1 e 2, del

            Codice in materia di protezione dei dati

            personali (detto comunemente "legge sulla

            privacy"). Vedi

            qui:



            Ma secondo te, che come setenza mi sembra
            soprattutto di tipo "politica", penso male se mi
            è apparso che il giudice ci è andato pesante per
            via delle varie dichiarazioni poi ritrattate alla
            luce delle comunicazioni interne dei dirigenti
            Google acquisite dall'A.G. (tirando anche in
            ballo le conoscenze istituzioni personali), con
            quindi l'intento di punire la condotta che ha
            visto prediligere lo sfruttamento di un dato
            contenuto di natura discutibile, per puri scopi
            aziendali (ossia affermare il servizio video
            appena
            lanciato)?Non sta a me fare dietrologie su una sentenza, soprattutto in questa fase, cioè a pochi giorni dalla decisione della Corte d'appello. Secondo me, se davvero la cosa ti interessa, fai prima a leggertela. Dico solo che il giudice ha riconosciuto agli imputati "il buon comportamento processuale complessivamente tenuto" (si legge a pagina 106).Inizialmente tre dipendenti avevano mentito, a proposito dei guadagni derivanti da Ad Words, e poi hanno ritrattato. Ma non c'è alcuna prova che siano state direttive provenienti dall'alto, e loro erano appunto dipendenti.
          • tucumcari scrive:
            Re: La solita Italia
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: Leguleio



            L'articolo violato è il 167, comma 1 e 2, del

            Codice in materia di protezione dei dati

            personali (detto comunemente "legge sulla

            privacy"). Vedi

            qui:



            Ma secondo te, che come setenza mi sembra
            soprattutto di tipo "politica", penso male se mi
            è apparso che il giudice ci è andato pesante per
            via delle varie dichiarazioni poi ritrattate alla
            luce delle comunicazioni interne dei dirigenti
            Google acquisite dall'A.G. (tirando anche in
            ballo le conoscenze istituzioni personali), con
            quindi l'intento di punire la condotta che ha
            visto prediligere lo sfruttamento di un dato
            contenuto di natura discutibile, per puri scopi
            aziendali (ossia affermare il servizio video
            appena
            lanciato)?Non lo so ma se ha fatto questo ragionamento ha fatto male lui deve applicare la legge non le "sue impressioni"...
          • ThEnOra scrive:
            Re: La solita Italia
            Guarda che è un giudice! Fa quello che gli pare! Soprattutto se i SOLDI GLIELI DIAMO NOI!
          • tucumcari scrive:
            Re: La solita Italia
            - Scritto da: ThEnOra
            Guarda che è un giudice! Fa quello che gli pare!
            Soprattutto se i SOLDI GLIELI DIAMO
            NOI!Il giudice è soggetto alla legge non può fare quello che gli pare!
      • Anonimo scrive:
        Re: La solita Italia
        Si fanno comunque pubblicità, se prima la conoscevano in 4 gatti adesso è famosa.Rimane comunque una pagliacciata perchè io posso iscrivermi in un qualsiasi forum e postare una cosa identica, e quindi il proprietario del forum dovrebbe beccarsi la condanna?
        • Leguleio scrive:
          Re: La solita Italia
          - Scritto da: Anonimo
          Si fanno comunque pubblicità, se prima la
          conoscevano in 4 gatti adesso è
          famosa.Che cosa è famosa, scusa? L'Italia, o la causa in tribunale?
          Rimane comunque una pagliacciata perchè io posso
          iscrivermi in un qualsiasi forum e postare una
          cosa identica, e quindi il proprietario del forum
          dovrebbe beccarsi la
          condanna?No, perché si configuri il reato è necessario il fine di lucro. Tra l'altro, vista anche l'attenzione mediatica che all'epoca seguì la cosa, credo che ogni traccia web di quel video sia stata cancellata. Sicuramente alcuni lo hanno salvato sul proprio HD, ma non lo ricaricano.
          • tucumcari scrive:
            Re: La solita Italia
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: Anonimo


            Si fanno comunque pubblicità, se prima la

            conoscevano in 4 gatti adesso è

            famosa.

            Che cosa è famosa, scusa? L'Italia, o la causa in
            tribunale?



            Rimane comunque una pagliacciata perchè io
            posso

            iscrivermi in un qualsiasi forum e postare
            una

            cosa identica, e quindi il proprietario del
            forum

            dovrebbe beccarsi la

            condanna?

            No, perché si configuri il reato è necessario il
            fine di lucro. Tra l'altro, vista anche
            l'attenzione mediatica che all'epoca seguì la
            cosa, credo che ogni traccia web di quel video
            sia stata cancellata. Sicuramente alcuni lo hanno
            salvato sul proprio HD, ma non lo
            ricaricano.1) il fine di lucro va collegato al fatto e al reato in oggetto non è sufficiente in termini generici.2) il fatto che non sia più su Google non significa affatto che non sia da qualche altra parte e non sia esposto al pubblico chiunque (e con chiunque si intende realmente chiunque) potrebbe aver scaricato il video e averlo postato chissà dove e nessuno è in grado di dimostrare il contrario.
      • bubba scrive:
        Re: La solita Italia
        - Scritto da: Leguleio
        - Scritto da: Anonimo

        Sanno dove possono riuscire a batter cassa, e si

        buttano...

        È un'osservazione che hanno fatto anche altri, ma
        non c'è più alcuna parte civile nel proXXXXX,
        nessuno chiede risarcimenti.Non perche non ci abbiano provato. In questo come in altri casi (sulla proprieta' intelletuale x es), gli azzeccagarbugli e i 'protettori della legalita' sono PIU ZELANTI delle vittime che dovrebbero proteggere (che come noto, disse di lasciar perdere)
        • ThEnOra scrive:
          Re: La solita Italia
          - Scritto da: bubba
          Non perche non ci abbiano provato. In questo
          come in altri casi (sulla proprieta' intelletuale
          x es), gli azzeccagarbugli e i 'protettori della
          legalita' sono PIU ZELANTI delle vittime che
          dovrebbero proteggere (che come noto, disse di
          lasciar
          perdere)Scusa, parli per l'Italia oppure gli USA?Se è per la prima, dissento. Per la seconda, hai il mio endorsement!
          • bubba scrive:
            Re: La solita Italia
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: bubba

            Non perche non ci abbiano provato. In questo

            come in altri casi (sulla proprieta'
            intelletuale

            x es), gli azzeccagarbugli e i 'protettori
            della

            legalita' sono PIU ZELANTI delle vittime che

            dovrebbero proteggere (che come noto, disse
            di

            lasciar

            perdere)

            Scusa, parli per l'Italia oppure gli USA?
            Se è per la prima, dissento. Per la seconda, hai
            il mio
            endorsement!Nel caso in oggetto parlo dell'italia ovviamente. Il proXXXXX e' italiano.L'azione strumentale di vividown e' palese.Riguardo a "proprieta' intelletuale" l'elenco si spreca... l'ultimo direi che e' http://punto-informatico.it/3661673/PI/Brevi/finlandia-risarcimento-bambina-pirata.aspx .
          • ThEnOra scrive:
            Re: La solita Italia
            - Scritto da: bubba
            - Scritto da: ThEnOra

            - Scritto da: bubba


            Non perche non ci abbiano provato. In
            questo


            come in altri casi (sulla proprieta'

            intelletuale


            x es), gli azzeccagarbugli e i
            'protettori

            della


            legalita' sono PIU ZELANTI delle
            vittime
            che


            dovrebbero proteggere (che come noto,
            disse

            di


            lasciar


            perdere)



            Scusa, parli per l'Italia oppure gli USA?

            Se è per la prima, dissento. Per la seconda,
            hai

            il mio

            endorsement!
            Nel caso in oggetto parlo dell'italia ovviamente.
            Il proXXXXX e'
            italiano.
            L'azione strumentale di vividown e' palese.A me non risulta che gli avvocati italiani si arricchiscano col (C), anzi si arricchiscono con tutto... e paga sempre il cliente!
            Riguardo a "proprieta' intelletuale" l'elenco si
            spreca... l'ultimo direi che e'
            http://punto-informatico.it/3661673/PI/Brevi/finlaScusa, ma il link tuo parla di Finlandia, mica Italia...
        • Leguleio scrive:
          Re: La solita Italia
          - Scritto da: bubba

          È un'osservazione che hanno fatto anche altri,
          ma

          non c'è più alcuna parte civile nel proXXXXX,

          nessuno chiede risarcimenti.
          Non perche non ci abbiano provato. In questo
          come in altri casi (sulla proprieta' intelletuale
          x es), gli azzeccagarbugli e i 'protettori della
          legalita' sono PIU ZELANTI delle vittime che
          dovrebbero proteggere (che come noto, disse di
          lasciar
          perdere)Non riesco a capire questo proXXXXX alle intenzioni, se già dal primo grado ogni pretesa di risarcimento era stata respinta, ed era finita lì. Nel senso: nessuno ci ha riprovato in grado di appello. Sembra quasi che a te, e ad altri commentatori che hanno fatto osservazioni simili, il denaro faccia schifo, o che sia un peccato mortale chiederlo attraverso una causa in tribunale.
          • bubba scrive:
            Re: La solita Italia
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: bubba



            È un'osservazione che hanno fatto
            anche
            altri,

            ma


            non c'è più alcuna parte civile nel
            proXXXXX,


            nessuno chiede risarcimenti.


            Non perche non ci abbiano provato. In questo

            come in altri casi (sulla proprieta'
            intelletuale

            x es), gli azzeccagarbugli e i 'protettori
            della

            legalita' sono PIU ZELANTI delle vittime che

            dovrebbero proteggere (che come noto, disse
            di

            lasciar

            perdere)

            Non riesco a capire questo proXXXXX alle
            intenzioni, se già dal primo grado ogni pretesa
            di risarcimento era stata respinta, ed era finita
            lì. Nel senso: nessuno ci ha riprovato in grado
            di appello.Cosa non e' chiaro nella frase <b
            "Non perche non ci abbiano provato." </b
            ?
            Sembra quasi che a te, e ad altri commentatori
            che hanno fatto osservazioni simili, il denaro
            faccia schifo, o che sia un peccato mortale
            chiederlo attraverso una causa in
            tribunale.Affatto. Fa abbastanza schifo invece l'uso strumentale e prono ad altri interessi (non certo quelli di Giustizia) che certi avvocaticchi, associazioni di lobbyisti, legislatori delle major ecc, fanno nel sistema legale.Non credo di dover portare degli esempi... qui su p.i. ce ne sono di continuo...
          • Leguleio scrive:
            Re: La solita Italia
            - Scritto da: bubba



            È un'osservazione che hanno
            fatto

            anche

            altri,


            ma



            non c'è più alcuna parte civile nel

            proXXXXX,



            nessuno chiede risarcimenti.




            Non perche non ci abbiano provato. In
            questo


            come in altri casi (sulla proprieta'

            intelletuale


            x es), gli azzeccagarbugli e i
            'protettori

            della


            legalita' sono PIU ZELANTI delle
            vittime
            che


            dovrebbero proteggere (che come noto,
            disse

            di


            lasciar


            perdere)



            Non riesco a capire questo proXXXXX alle

            intenzioni, se già dal primo grado ogni
            pretesa

            di risarcimento era stata respinta, ed era
            finita

            lì. Nel senso: nessuno ci ha riprovato in
            grado

            di appello.
            Cosa non e' chiaro nella frase <b
            "Non
            perche non ci abbiano provato." </b
            La frase è chiarissima. Anche alle recenti primarie del centrosinistra Bruno Tabacci ci ha provato: ha avuto l'1,4 %. In un impeto di faccia di tolla ci aveva "tentato" anche Vittorio Sgarbi, alle primarie dell'Unione del 2005, ma è stato scartato in fase di preselezione. E tuttavia non è morto nessuno.Voglio dire: l'organizzazione principale che ci ha tentato, Vivi Down, non mi pare abbia avuto un ritorno d'immagine a seguito della sentenza avversa. I soldi spesi per l'avvocato non glieli regala nessuno. Quasi in ogni ambito della vita sociale c'è chi ci tenta, anche senza avere le capacità di riuscita, a volte col rischio di ripercussioni. Talvolta invece risultano solo scene di comico involontario, come per i tre nuotatori a Sydney 2000:http://www.youtube.com/watch?v=GYl2CoN6crYma non so perché dovrei stracciarmi le veste di fronte ai tentativi. Suppongo, ma questi sono pettegolezzi che solo i cultori possono conoscere, che anche Stefano De Martino ci abbia tentato con Belén Rodríguez, quando l'ha conosciuta la prima volta: e se non lo avesse fatto, difficilmente sarebbe sui rotocalchi come lo è ora: lui ci è anche riuscito. :-)
          • bubba scrive:
            Re: La solita Italia
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: bubba





            È un'osservazione che
            hanno

            fatto


            anche


            altri,



            ma




            non c'è più alcuna parte
            civile
            nel


            proXXXXX,




            nessuno chiede risarcimenti.






            Non perche non ci abbiano provato.

            In

            questo



            come in altri casi (sulla
            proprieta'


            intelletuale



            x es), gli azzeccagarbugli e i

            'protettori


            della



            legalita' sono PIU ZELANTI delle

            vittime

            che



            dovrebbero proteggere (che come
            noto,

            disse


            di



            lasciar



            perdere)





            Non riesco a capire questo proXXXXX alle


            intenzioni, se già dal primo grado ogni

            pretesa


            di risarcimento era stata respinta, ed
            era

            finita


            lì. Nel senso: nessuno ci ha riprovato
            in

            grado


            di appello.


            Cosa non e' chiaro nella frase <b

            "Non

            perche non ci abbiano provato." </b


            La frase è chiarissima. Anche alle recenti (bla)uaz. ammazza che filippica :Dil fatto di tentare e' gia dannoso di per se (irritante al minimo... suggerisce l'idea ad altri di continuare a battere la strada ecc).Tantopiu' che qualcuno, statisticamente, riesce sempre.Penso alle tante "cose di internet", progressivamente rese distorte e malate.Dall'elenco di link (spacciati per violazione della p.i.) su un sito web, ai nomi a dominio spacciato come violazione del trademark, alle immagini disegnate come pedoXXXXXgrafia ecc... ecc...Tutte "malattie" che, inutile dirlo, NON esistevano, quando internet era sotto il radar degli azzeccagarbugli e delle major travestite da politici (e non sto parlando degli anni '70...)
          • tucumcari scrive:
            Re: La solita Italia
            - Scritto da: bubba
            - Scritto da: Leguleio

            - Scritto da: bubba







            È un'osservazione
            che

            hanno


            fatto



            anche



            altri,




            ma





            non c'è più alcuna parte

            civile

            nel



            proXXXXX,





            nessuno chiede
            risarcimenti.








            Non perche non ci abbiano
            provato.



            In


            questo




            come in altri casi (sulla

            proprieta'



            intelletuale




            x es), gli azzeccagarbugli e i


            'protettori



            della




            legalita' sono PIU ZELANTI
            delle


            vittime


            che




            dovrebbero proteggere (che
            come

            noto,


            disse



            di




            lasciar




            perdere)







            Non riesco a capire questo
            proXXXXX
            alle



            intenzioni, se già dal primo grado
            ogni


            pretesa



            di risarcimento era stata
            respinta,
            ed

            era


            finita



            lì. Nel senso: nessuno ci ha
            riprovato

            in


            grado



            di appello.




            Cosa non e' chiaro nella frase
            <b


            "Non


            perche non ci abbiano provato."
            </b




            La frase è chiarissima. Anche alle recenti
            (bla)
            uaz. ammazza che filippica :D

            il fatto di tentare e' gia dannoso di per se
            (irritante al minimo... suggerisce l'idea ad
            altri di continuare a battere la strada
            ecc).
            Tantopiu' che qualcuno, statisticamente, riesce
            sempre.

            Penso alle tante "cose di internet",
            progressivamente rese distorte e
            malate.
            Dall'elenco di link (spacciati per violazione
            della p.i.) su un sito web, ai nomi a dominio
            spacciato come violazione del trademark, alle
            immagini disegnate come pedoXXXXXgrafia ecc...
            ecc...
            Tutte "malattie" che, inutile dirlo, NON
            esistevano, quando internet era sotto il radar
            degli azzeccagarbugli e delle major travestite da
            politici (e non sto parlando degli anni
            '70...)è inutile spiegare al mercante di armi che la guerra non è "scomoda ma bella".L'unica cosa da fare è "chiudergli la fabbrica".C'è bisogno di leggi chiare che delimitino le responsabilità dei fornitori di infrastruttura!Fino a che ci sono ambiguità possibili (anche se non ragionevoli) troverai sempre il leguleio (azzeccagarbugli secondo Manzoni) che tutto sommato prende i 2 capponi!In fondo l'unico che ci rimette è sempre il povero Renzo! ;)
    • weimas1989 scrive:
      Re: La solita Italia
      5.3-pollici grande schermo i9220 Android4.0 telefono! Tutti da vedere! Da non perdere! 30% di sconto! http://lukash.de/s/1gd
Chiudi i commenti