WebTheatre/ Talento rubato alla Rete

di G. Niola - High maintenance è una delle webserie di maggiore successo online, e HBO vi si avventa. Sarà trasmesso in televisione, e a pagamento. Come a dimostrare che Internet è solo un trampolino

Roma – Di High maintenance abbiamo parlato diverse volte , è una delle webserie più appassionanti, e per fortuna anche di successo, dell’ultima annata. In realtà la sua corsa è partita nel 2012, con pochi episodi messi online e poi subito venduta a Vimeo che l’ha programmata per due “stagioni” su On Demand, ovvero la sua piattaforma a pagamento. E il pubblico ha pagato. High maintenance è uno dei prodotti più redditizi di Vimeo On Demand nonostante la piattaforma abbia ospitato prima di tutti gli altri anche film scritti da Joss Whedon o diretti da Spike Lee. Ne abbiamo parlato spesso perchè incarna le caratteristiche di quello a cui le webserie possono aspirare: marginalizzare l’aspetto comico ad una caratteristica tra le altre, affrontare il quotidiano cercando in esso l’universalità, usare lo spunto curioso della proprio storia senza abusarne ma per far emergere l’umanità.

high maintenance

Ora HBO, il più grande canale tra quelli che si possono permettere di distribuire serie televisive (sono sue Il trono di spade , True Detective , I soprano , Boardwalk Empire , True Blood , In Treatment , The Wire , Oz , Sex and the City …), ha ordinato a Ben Sinclair e Katja Blichfeld 6 nuovi episodi della serie. Non solo dunque un colosso della serialità tradizionale vuole sperimentare con i nuovi formati, ma ha voluto puntare non tanto sullo spettacolo quanto sulla narrazione.

Caratteristica di High maintenance è infatti una scrittura allo stato dell’arte (i due autori vengono dalla serie tv 30 Rock ), un livello, non a caso, da HBO e il suo passaggio dalla fruizione libera online, a quella a pagamento online e ora a pagamento in tv (HBO è un canale per il quale si deve pagare) ne sancisce le capacità affabulatorie.
La trama è poco più che un pretesto: ogni puntata è una storia con cui entra in contatto uno spacciatore. Ogni puntata vede il protagonista portare ai suoi clienti quel che gli chiedono: un po’ hipster, gira in bici e nel consegnare a domicilio l’erba lui (e quindi noi) entra per pochi minuti in contatto con queste persone. Problemi, assurdità, intrecci e soprattutto molto di non detto e suggerito rendono ogni piccola storia appassionante. La droga non c’entra nulla alla fine, è solo un modo come un altro per entrare nelle case di New York: ovviamente potevano essere consegne di fiori o di pizze a domicilio ma le droghe leggere donano un allure tutto diverso alla serie.

Ovviamente c’è un lato positivo e uno negativo in questo passaggio. Quello positivo è la conferma del continuo travaso di autori da internet alla televisione (in questo caso in realtà è un travaso di progetto, perché i due già lavoravano in televisione ma lì apparentemente non c’era spazio per High maintenance ), quello negativo è che internet è un campo continuamente coltivato. Ogniqualvolta su YouTube, Vimeo o altrove spunti un frutto maturo, qualche canale televisivo lo coglie. Internet non riesce a trattenere i suoi talenti e i suoi prodotti di punta, non ne ha i mezzi, il denaro e probabilmente nemmeno l’intenzione. Sempre più luogo di passaggio, sembra che online ci rimanga solo chi non riesce ad avere il successo necessario ad essere “acquistato” da qualcun altro.

HIGH MAINTENANCE – HEIDI

Gabriele Niola
Il blog di G.N.

I precedenti scenari di G.N. sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Leguleio scrive:
    E come fanno?
    " Il tentativo di Wyden e colleghi dovrà ora fare i conti con il Congresso americano, che ha già affossato la precedente proposta di riforma risalente al 2013 ".Se come detto all'inizio dell'articolo il gruppo che appoggia questa proposta è "sparuto", per quanto bipartitico, come fanno ad ottenere la maggioranza?
    • panda rossa scrive:
      Re: E come fanno?
      - Scritto da: Leguleio
      " <I
      Il tentativo di Wyden e colleghi dovrà ora
      fare i conti con il Congresso americano, che ha
      già affossato la precedente proposta di riforma
      risalente al
      2013 </I
      ".

      Se come detto all'inizio dell'articolo il gruppo
      che appoggia questa proposta è "sparuto", per
      quanto bipartitico, come fanno ad ottenere la
      maggioranza?Curioso.Proprio le stesse esatte parole che il rappresentante della maggioranza bianca sudista rivolse al neo eletto al congresso Abramo Lincoln, quando questo mise sul tavolo la questione della schiavitu'.
      • Leguleio scrive:
        Re: E come fanno?


        " <I
        Il tentativo di Wyden e colleghi
        dovrà
        ora

        fare i conti con il Congresso americano, che
        ha

        già affossato la precedente proposta di
        riforma

        risalente al

        2013 </I
        ".



        Se come detto all'inizio dell'articolo il
        gruppo

        che appoggia questa proposta è "sparuto", per

        quanto bipartitico, come fanno ad ottenere la

        maggioranza?

        Curioso.
        Proprio le stesse esatte parole che il
        rappresentante della maggioranza bianca sudista
        rivolse al neo eletto al congresso Abramo
        Lincoln, quando questo mise sul tavolo la
        questione della
        schiavitu'.Cosa scrisse il rappresentante della maggioranza bianca sudista? E soprattutto, chi era?
        • panda rossa scrive:
          Re: E come fanno?
          - Scritto da: Leguleio


          " <I
          Il tentativo di Wyden e
          colleghi

          dovrà

          ora


          fare i conti con il Congresso
          americano,
          che

          ha


          già affossato la precedente proposta di

          riforma


          risalente al


          2013 </I
          ".





          Se come detto all'inizio dell'articolo
          il

          gruppo


          che appoggia questa proposta è
          "sparuto",
          per


          quanto bipartitico, come fanno ad
          ottenere
          la


          maggioranza?



          Curioso.

          Proprio le stesse esatte parole che il

          rappresentante della maggioranza bianca
          sudista

          rivolse al neo eletto al congresso Abramo

          Lincoln, quando questo mise sul tavolo la

          questione della

          schiavitu'.

          Cosa scrisse il rappresentante della maggioranza
          bianca sudista? E soprattutto, chi
          era?Disse: "Non avete il 50%+1!"
          • Leguleio scrive:
            Re: E come fanno?


            Cosa scrisse il rappresentante della
            maggioranza

            bianca sudista? E soprattutto, chi

            era?

            Disse: "Non avete il 50%+1!"Hai dei libri di storia scritti su misura per te. Asterix è più rigoroso.
          • panda rossa scrive:
            Re: E come fanno?
            - Scritto da: Leguleio


            Cosa scrisse il rappresentante della

            maggioranza


            bianca sudista? E soprattutto, chi


            era?



            Disse: "Non avete il 50%+1!"

            Hai dei libri di storia scritti su misura per te.
            Asterix è più
            rigoroso.La prossima volta che torni dallo psicanalista digli queste parole: "Mi dicono tutti che ho difficolta' a comprendere le metafore!"
          • Sardonik scrive:
            Re: E come fanno?
            magari ha studiato sullo stesso libro che parla dell'industria autombilistica a Seattlehttp://punto-informatico.it/b.aspx?i=4241709&m=4241770(rotfl)(rotfl)
          • Sardonik scrive:
            Re: E come fanno?
            Magari ha studiato sullo stesso libro che racconta della industria automobilistica a Seattle?http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4241709&m=4241770
          • Nemo Profeta scrive:
            Re: E come fanno?
            Già a volte servirebbe la "autosegnalazione" perchè altrimenti "scripta manent"
          • Sardonik scrive:
            Re: E come fanno?
            Si vede che ha studiato sullo stesso libro di storia che parla della industria automobilistica americana a Seattlehttp://punto-informatico.it/b.aspx?i=4241709&m=4241770
          • Merecano scrive:
            Re: E come fanno?
            - Scritto da: Leguleio
            Hai dei libri di storia scritti su misura per te.
            Asterix è più
            rigoroso.Saranno libri dove è scritto che l'industria automobilistica USA era a Seattle?http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4241709&m=4241770
          • rockroll scrive:
            Re: E come fanno?
            - Scritto da: Leguleio


            Cosa scrisse il rappresentante della

            maggioranza


            bianca sudista? E soprattutto, chi


            era?



            Disse: "Non avete il 50%+1!"

            Hai dei libri di storia scritti su misura per te.
            Asterix è più
            rigoroso.Disse: "You're four cats, how do you win?" Chi era non è importante.
          • Leguleio scrive:
            Re: E come fanno?




            Cosa scrisse il rappresentante della


            maggioranza



            bianca sudista? E soprattutto, chi



            era?





            Disse: "Non avete il 50%+1!"



            Hai dei libri di storia scritti su misura per
            te.

            Asterix è più

            rigoroso.

            Disse: "You're four cats, how do you win?" Questa invece è una ricostruzione da festicciola fra alunni delle medie. Il modo di dire "essere quattro gatti" si traduce in inglese colloquiale come "ain't nobody here but us chickens", oppure semplicemente "to be a very small number".https://books.google.com/books?id=lLXNoX3u6XUC&lpg=PT133&ots=EtTCtaMSJE&dq=%22us%20chickens%22%20dictionary&hl=da&pg=PT7#v=onepage&q&f=false"To be four cats" non significa nulla in inglese.
            Chi era non è importante.Non è importante per te. È importante per chi vuole ricostruire i fatti, e non le fantasie di qualcun altro.
          • Funz scrive:
            Re: E come fanno?
            - Scritto da: Leguleio

            Disse: "You're four cats, how do you win?"

            Questa invece è una ricostruzione da festicciola
            fra alunni delle medie.

            Il modo di dire "essere quattro gatti" si traduce
            in inglese colloquiale come "ain't nobody here
            but us chickens", oppure semplicemente "to be a
            very small
            number".

            https://books.google.com/books?id=lLXNoX3u6XUC&lpg

            "To be four cats" non significa nulla in inglese. (rotfl) But speak like you eat (rotfl)
      • Basilisco di Roko scrive:
        Re: E come fanno?

        Curioso.
        Proprio le stesse esatte parole che il
        rappresentante della maggioranza bianca sudista
        rivolse al neo eletto al congresso Abramo
        Lincoln, quando questo mise sul tavolo la
        questione della
        schiavitu'.In più occasioni tu ed altri avete paragonato le leggi relative alla proprietà intellettuale (brevetti e copyright) alle leggi sulla schiavitù; in realtà, le due leggi sono molto più legate fra loro di quanto non possa sembrare a prima vista.Infatti, la prima forma di violazione della proprietà intellettuale che è stata riconosciuta giuridicamente era la violazione più plateale: spacciare per propria l'opera altrui, sottraendo quindi al legittimo autore la paternità; tale comportamento è ritenuto illecito praticamente da tutti, e nemmeno le licenze libere (tranne qualche eccezione, come la CC0) lo autorizzano. In ambito giuridico, questa violazione è chiamata "plagio".Ma il termine "plagio", originariamente, aveva un significato completamente diverso: nel diritto romano indicava il reato di chiunque si appropriasse illecitamente di uno schiavo altrui, oppure riducesse in schiavitù un uomo libero; infatti, ancora oggi si usa in psicologia il termine "plagio" per indicare il lavaggio del cervello, la riduzione di una persona in totale soggezione di un'altra. Per estensione, si è poi cominciato ad usare lo stesso termine non solo per chi si appropriava degli schiavi altrui, ma anche delle opere di ingegno altrui (in entrambi i casi, infatti, si trattava di crimini compiuti da persone molto abili nella persuasione e nell'inganno, tanto da risultare convincenti). Per questo oggi il termine "plagio" è usato con due significati completamente diversi (lavaggio del cervello, o contraffazione di opere altrui): in origine il concetto era simile, e la proprietà intellettuale era effettivamente equiparata al possesso di uno schiavo.
        • Leguleio scrive:
          Re: E come fanno?

          Infatti, la prima forma di violazione della
          proprietà intellettuale che è stata riconosciuta
          giuridicamente era la violazione più plateale:
          spacciare per propria l'opera altrui, sottraendo
          quindi al legittimo autore la paternità; tale
          comportamento è ritenuto illecito praticamente da
          tutti, e nemmeno le licenze libere (tranne
          qualche eccezione, come la CC0) lo autorizzano.
          In ambito giuridico, questa violazione è chiamata
          "plagio".No, non in Italia almeno. In Italia si chiama semplicemente violazione del diritto d'autore, in questa fattispecie violazione per falsa attribuzione di paternità.
          Ma il termine "plagio", originariamente, aveva un
          significato completamente diverso: nel diritto
          romano indicava il reato di chiunque si
          appropriasse illecitamente di uno schiavo altrui,
          oppure riducesse in schiavitù un uomo libero;
          infatti, ancora oggi si usa in psicologia il
          termine "plagio" per indicare il lavaggio del
          cervello, la riduzione di una persona in totale
          soggezione di un'altra. Il plagio era un reato, in Italia, e giuridicamente si chiamava proprio così: art. 603 del codice penale. Venne abrogato dalla Corte costituzionale il 9 aprile 1981.Ora non c'è più nulla che giuridicamente si chiama così.
    • marcorr scrive:
      Re: E come fanno?
      - Scritto da: Leguleio
      " <I
      Il tentativo di Wyden e colleghi dovrà ora
      fare i conti con il Congresso americano, che ha
      già affossato la precedente proposta di riforma
      risalente al
      2013 </I
      ".

      Se come detto all'inizio dell'articolo il gruppo
      che appoggia questa proposta è "sparuto", per
      quanto bipartitico, come fanno ad ottenere la
      maggioranza?Da quando una legge per essere approvata deve essere proposta da una maggioranza?N.B. Ho scritto proposta, non votata.
      • Leguleio scrive:
        Re: E come fanno?


        " <I
        Il tentativo di Wyden e colleghi
        dovrà
        ora

        fare i conti con il Congresso americano, che
        ha

        già affossato la precedente proposta di
        riforma

        risalente al

        2013 </I
        ".



        Se come detto all'inizio dell'articolo il
        gruppo

        che appoggia questa proposta è "sparuto", per

        quanto bipartitico, come fanno ad ottenere la

        maggioranza?

        Da quando una legge per essere approvata deve
        essere proposta da una
        maggioranza?

        N.B. Ho scritto proposta, non votata.Non deve, infatti. Una proposta di legge può essere presentata da una persona sola. Più minoranza di così. Solo che, come dice l'articolo, era già stata presentata nel 2013, ed era stata respinta. Se il gruppo di sostenitori è "sparuto", perché mai dovrebbe andare diversamente? E perché PI, un quotidiano italiano, dovrebbe parlarne?
        • marcorr scrive:
          Re: E come fanno?
          - Scritto da: Leguleio


          " <I
          Il tentativo di Wyden e
          colleghi

          dovrà

          ora


          fare i conti con il Congresso
          americano,
          che

          ha


          già affossato la precedente proposta di

          riforma


          risalente al


          2013 </I
          ".





          Se come detto all'inizio dell'articolo
          il

          gruppo


          che appoggia questa proposta è
          "sparuto",
          per


          quanto bipartitico, come fanno ad
          ottenere
          la


          maggioranza?



          Da quando una legge per essere approvata deve

          essere proposta da una

          maggioranza?



          N.B. Ho scritto proposta, non votata.

          Non deve, infatti. Una proposta di legge può
          essere presentata da una persona sola. Più
          minoranza di così.

          Solo che, come dice l'articolo, era già stata
          presentata nel 2013, ed era stata respinta. Se il
          gruppo di sostenitori è "sparuto", perché mai
          dovrebbe andare diversamente?Perché i congressman vengono e non vengono rieletti, le lobby cambiano idea e i presidenti arrivano a fine mandato. Potrei citarti il caso di leggi o emendamenti alla costituzione cambiati ma non mi voglio perdere tempo. E perché PI, un
          quotidiano italiano, dovrebbe
          parlarne?Quindi, secondo te, PI dovrebbe solo informarci di cosa avviene in Italia ignorando il resto del mondo. Interessante posizione.
          • Leguleio scrive:
            Re: E come fanno?



            Da quando una legge per essere
            approvata
            deve


            essere proposta da una


            maggioranza?





            N.B. Ho scritto proposta, non votata.



            Non deve, infatti. Una proposta di legge può

            essere presentata da una persona sola. Più

            minoranza di così.



            Solo che, come dice l'articolo, era già stata

            presentata nel 2013, ed era stata respinta.
            Se
            il

            gruppo di sostenitori è "sparuto", perché mai

            dovrebbe andare diversamente?

            Perché i congressman vengono e non vengono
            rieletti, le lobby cambiano idea e i presidenti
            arrivano a fine mandato. Potrei citarti il caso
            di leggi o emendamenti alla costituzione cambiati
            ma non mi voglio perdere
            tempo.Mi avresti quasi convinto. Se non che i sostenitori erano sparuti nel 2013 e sono sparuti oggi. Anche se si chiamano in maniera diversa, perché si sono svolte le elezioni, la loro consistenza non pare cambiata.
            E perché PI, un

            quotidiano italiano, dovrebbe

            parlarne?

            Quindi, secondo te, PI dovrebbe solo informarci
            di cosa avviene in Italia ignorando il resto del
            mondo. Interessante
            posizione.Ignorando il resto del mondo quando una proposta non ha alcuna possibilità di essere votata, certo. Non ho mai creduto che l'informazione consista nel dare conto di ogni starnuto americano. So però che grazie al sistema informativo Usa attingere dai loro notiziari è la cosa più facile del mondo, si trovano notizie per tutti i gusti e in tutte le salse.
          • marcorr scrive:
            Re: E come fanno?
            - Scritto da: Leguleio



            Da quando una legge per essere

            approvata

            deve



            essere proposta da una



            maggioranza?







            N.B. Ho scritto proposta, non
            votata.





            Non deve, infatti. Una proposta di
            legge
            può


            essere presentata da una persona sola.
            Più


            minoranza di così.





            Solo che, come dice l'articolo, era già
            stata


            presentata nel 2013, ed era stata
            respinta.

            Se

            il


            gruppo di sostenitori è "sparuto",
            perché
            mai


            dovrebbe andare diversamente?



            Perché i congressman vengono e non vengono

            rieletti, le lobby cambiano idea e i
            presidenti

            arrivano a fine mandato. Potrei citarti il
            caso

            di leggi o emendamenti alla costituzione
            cambiati

            ma non mi voglio perdere

            tempo.

            Mi avresti quasi convinto. Se non che i
            sostenitori erano sparuti nel 2013 e sono sparuti
            oggi. Anche se si chiamano in maniera diversa,
            perché si sono svolte le elezioni, la loro
            consistenza non pare cambiata.Ma a me non interessa minimamente convincerti. Tu non hai nessuna voce in capitolo. E, seconda cosa, tu continui a guardare solo gli uomini e continui a non guardare come la pensano le lobbies.




            E perché PI, un


            quotidiano italiano, dovrebbe


            parlarne?



            Quindi, secondo te, PI dovrebbe solo
            informarci

            di cosa avviene in Italia ignorando il resto
            del

            mondo. Interessante

            posizione.

            Ignorando il resto del mondo quando una proposta
            non ha alcuna possibilità di essere votata,
            certo. Non ho mai creduto che l'informazione
            consista nel dare conto di ogni starnuto
            americano. So però che grazie al sistema
            informativo Usa attingere dai loro notiziari è la
            cosa più facile del mondo, si trovano notizie per
            tutti i gusti e in tutte le
            salse.Ok, cominciamo a ignorare il resto del mondo su cose che TU ritieni inutile informare. Su cos'altro non dovremmo essere informati da testate italiane?
          • marcorr scrive:
            Re: E come fanno?
            Noto, con rammarico, che la mia risposta alle tue argomentazione è stata cancellata.Finiti gli argomenti?
          • panda rossa scrive:
            Re: E come fanno?
            - Scritto da: marcorr
            Noto, con rammarico, che la mia risposta alle tue
            argomentazione è stata
            cancellata.Ma pensa... non era mai successo che venisse cancellata una discussione in cui Legu' finiva sotto......intendo dire oggi.
          • Leguleio scrive:
            Re: E come fanno?

            Noto, con rammarico, che la mia risposta alle tue
            argomentazione è stata
            cancellata.
            Finiti gli argomenti?Riscrivila. Io non c'entro nulla, non ho fatto a tempo a leggerla.
          • Leguleio scrive:
            Re: E come fanno?

            Noto, con rammarico, che la mia risposta alle tue
            argomentazione è stata
            cancellata.
            Finiti gli argomenti?Se ti può consolare, è appena scomparso anche il mio. :(Riscrivilo: io non c'entro nulla, è la redazione che combina pasticci, e nemmeno avevo fatto in tempo a leggerlo.
          • goofy scrive:
            Re: E come fanno?
            Ma che coincidenza!?! La redazione fa pasticci solo quando ci sei tu di mezzo.
          • marcorr scrive:
            Re: E come fanno?
            - Scritto da: Leguleio

            Noto, con rammarico, che la mia risposta
            alle
            tue

            argomentazione è stata

            cancellata.

            Finiti gli argomenti?

            Se ti può consolare, è appena scomparso anche il
            mio.
            :(
            Riscrivilo: io non c'entro nulla, è la redazione
            che combina pasticci, e nemmeno avevo fatto in
            tempo a
            leggerlo.Purtroppo me ne hanno cancellati due di fila, il senso del discorso si perderebbe
          • Leguleio scrive:
            Re: E come fanno?


            Riscrivilo: io non c'entro nulla, è la
            redazione

            che combina pasticci, e nemmeno avevo fatto
            in

            tempo a

            leggerlo.
            Purtroppo me ne hanno cancellati due di fila, il
            senso del discorso si
            perderebbeNon riesci a contenerti, eh? ;)Anche in questa discussione avevi cancellato tutti i

            per stare sotto i 7000 caratteri:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4231852&m=4233396#p4233396
          • marcorr scrive:
            Re: E come fanno?
            - Scritto da: Leguleio


            Riscrivilo: io non c'entro nulla, è la

            redazione


            che combina pasticci, e nemmeno avevo
            fatto

            in


            tempo a


            leggerlo.


            Purtroppo me ne hanno cancellati due di
            fila,
            il

            senso del discorso si

            perderebbe

            Non riesci a contenerti, eh? ;)
            Anche in questa discussione avevi cancellato
            tutti i

            per stare sotto i 7000
            caratteri:

            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4231852&m=423Cannato, hanno cancellato due miei post intervallato da uno dei tuoi.E visto che non voglio rimetterti in bocca le tue parole preferisco evitare.
          • marcorr scrive:
            Re: E come fanno?
            - Scritto da: Leguleio

            Noto, con rammarico, che la mia risposta
            alle
            tue

            argomentazione è stata

            cancellata.

            Finiti gli argomenti?

            Se ti può consolare, è appena scomparso anche il
            mio.
            :(
            Riscrivilo: io non c'entro nulla, è la redazione
            che combina pasticci, e nemmeno avevo fatto in
            tempo a
            leggerlo.Inutile, cancellato anche quello
Chiudi i commenti