Wi-Fi virtuale per Microsoft

Il progetto permetterà l'accesso contemporaneo a network wireless diversi; allo stesso tempo sarà possibile creare reti a maglia dove ogni singolo nodo è in grado di ricevere e trasmettere dati


Roma – Microsoft ha annunciato di aver avviato la sperimentazione della cosiddetta architettura virtuale per card WLAN, ovvero una soluzione hardware/software che permetterà agli utenti di connettere il proprio PC contemporaneamente a network wireless diversi.

Il “Virtual Wi-Fi”, ancora in fase di elaborazione nei labs dell’azienda, renderà possibile, ad esempio, il collegamento con un PC per la condivisione dei dati o di una WLAN, e allo stesso tempo, magari, la navigazione online tramite un altro accesso wireless. Il tutto con un’unica scheda Wi-Fi.

In pratica, un PC dotato di Virtual Wi-Fi potrà essere semplicemente connesso a più network wireless, e diventare contemporaneamente router fornendo accessi ad altri PC presenti nelle vicinanze.

La piattaforma di virtualizzazione crea una serie di adapter fittizi, uno per ogni network wireless desiderato. In questo modo il passaggio da un accesso ad un altro è assolutamente trasparente. I primi test effettuati dai ricercatori Microsoft hanno riguardato l’utilizzo di un tool denominato “Client Conduit”, che fornisce una linea di comunicazione fra client disconnessi e server back-end che si occupano delle diagnosi wireless e del recupero dei dati.

Il progetto Virtual Wi-Fi è correlato alle nuove implementazioni sui mesh-network , dove le infrastrutture della rete sono totalmente decentralizzate e ogni nodo si comporta come ricevente/trasmittente. Nel caso uno di questi abbia problemi tecnici, la trasmissione dei dati non viene interrotta ma può proseguire sfruttando gli altri più vicini. Quando le ricerche saranno ultimate sarà possibile creare delle vere e proprie catene di trasmissione wireless: una postazione di accesso potrà diventare così un “ponte” per le altre.

“Normalmente le schede client sono collegate ai soli access point nei mesh-network, ma la soluzione Microsoft permetterà di cambiare a piacimento il tipo di rete. Ci sono tanti piccoli elementi in questi sistemi, questa volta però gli utenti non dovranno preoccuparsene perché ogni cambiamento di network sarà semplice ed immediato”, ha dichiarato Abner Germanow, analista presso IDC .

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    confisca delle società telefoniche
    facciano una legge di confisca delle società telefoniche italiane. tim omnitel telecom ... tutto confiscato per interesse nazionale, diventa un unico monopolio statale. i costi si riducono alal metà e le entrate bastano a fare 10 finanziarie.bertinotti sarà sicuramente d'accordo.
  • Anonimo scrive:
    10 euro per sms possono bastare!
    Così la gente abbandonerebbe un modo di comunicare del tutto primitivo a favore di soluzioni più funzionali ed economiche.
  • Anonimo scrive:
    Tassa sugli Sms.....
    Cazzo, questa si che è finanza creativa ! (rotfl) (rotfl) :'( :'(
  • Anonimo scrive:
    LOGICO! Se si chiude sempre un occhio...
    Ma e' logico che arrivino tasse del genere... continuiamo a chiudere un occhio e perdonare la classe politica... a destra e sinistra ormai non cambia la minestra impongono tasse che NON HANNO ALCUNA GIUSTIFICAZIONE se non quella di raccimolare soldi!Se abbiamo tollerato che si pagasse una tassa sui supporti vergini... non possiamo stupirci ora che calchino la mano con gli SMS! Conta il principio, non a chi si prelevano i soldi... una tassa non e' giusta o ingiusta a seconda che si prelevi da eti piu' o meno abbienti! E' sbagliato prelevare una tassa dagli SMS (su cui paghiamo gia' l'IVA per inciso), come sarebbe sbagliato imporre una tassa sui flussi finanziari... e potrei continuare a lungo con le assurdita in atto in Italia e quelle proposte (da tutte le forze politiche).Che la piantino di trattarci da sudditi, che la piantino di soffocarci con tasse inique e che inizino a tagliare gli sprechi, possibile che nesssun governo abbia la forza di eliminare gli sprechi?!?
  • Anonimo scrive:
    La paghino i gestori
    ciaosssss ;)
  • Anonimo scrive:
    Non sanno + dove pigliare i soldi!!!
    Non sanno + dove pigliare i soldi!!!fra un po' ci tassano anche per andare al bagno!!!Furbi,perchè non si azzerano lo stipendio,vedi come gli passa la voglia di far politica!!!VERGOGNA!!!
  • Anonimo scrive:
    Imporla ai gestori senza aumenti finali
    Visto il guadagno spropositato che i gestori hanno dal mercato degli sms, e visto che ciò non è frutto di spietata concorrenza bensì di un cartello dei prezzi più o meno nascosto da mille promozioni mensili, vedrei più che bene il reperire risorse dalla tassazione A MONTE degli sms.Il problema è che, essendo in Italia, i gestori farebbero ricadere la tassa sugli utenti finali.La soluzione non-politically correct sarebbe questa:"Se il Gestore fa ricadere sull'utente finale la tassa X, io, Stato, mi pappo tutti i guadagni che quel gestore maturerà con quel servizio per N mesi"Lo stesso avrei fatto col cartello delle Assicurazioni, che aumentarono il costo delle polizze dopo la multa dell'Antitrust per il cartello sui prezzi :@ :"Se l'Assicurazione Tal dei Tali farà ricadere sull'utente finale l'onere della multa inflittale, io, Stato, mi papperò tutti i suoi guadagni per N mesi"E questo ogni volta che la storia si ripete..Chi farebbe ancora la voce grossa ai tavoli di trattativa coi governi "Lei non sa chi sono io"?? :@ :@ :@ :@ Ciao :)
    • AnyFile scrive:
      Re: Imporla ai gestori senza aumenti fin
      Concordo perfettamente.qualcuno sa a quanto ammonit il costo della licenza annuale dei gestori di telefonia mobile?
  • Anonimo scrive:
    MENO TASSE PER TUTTI !
    Tra un po arriveranno tassa sulle email, tassa sui siti internet, ci sara' la pena di morte per chi fa p2p ...
  • Anonimo scrive:
    ma nienteTobin Tax....
    Come da oggetto!
  • Anonimo scrive:
    scaricabili in PDF e HOPPLA!!!
    basta farli scaricabili GRATUITAMENTE in PDF.dovranno leggerli su schermo, oppure li fanno stampare in segreteria in una copia ogni 2 alunni così imparano la convivenza, la socialità, la civiltà (educazione civica, non esiste più, no?) la solidarietà, la pazienza e soprattutto a lavarsi ;)gratis è un gran bel risparmio.e nessuno deve sborsare i soldi.quindi invece di fare questo, ABBASSIAMO IL COSTO DEGLI SMS
  • Anonimo scrive:
    Voglio le lezioni in Tv !!
    al posto dell isola dei famosi non sarebbe bello se ci fossero lezioni universitarie su tutto ?informatica economia..etc..etc.. cosi me le video registro e le vedo quando voglio risparmio sui libri e non tagliamo gli alberi dell AmazzoniaUniversity Channel
    • Anonimo scrive:
      Re: Voglio le lezioni in Tv !!
      Intendi questo?http://www.uninettuno.it/nettuno/index.htmCi sono due canali via satellite che trasmettono 24/24 7/7 lezioni universitarie, soprattutto ingegneria ed economia.
      • Anonimo scrive:
        Re: Voglio le lezioni in Tv !!
        si,,,ma io ho il satellite...se sono in chiaro allora penso seriamente di comprarmi parabola e decoder !!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Voglio le lezioni in Tv !!
          I due canali si chiamano Rai Nettuno Sat 1 e 2 e sono trasmesis in chiaro in digitale sul satellite Eutelsat Hotbird 2.Comunque, se guardi sul sito e hai una linea veloce puoi vedere alcune lezioni in streaming e scaricare i lucidi di supporto.
  • Anonimo scrive:
    Re: Si risolve cosi
    - Scritto da: Anonimo

    un europarlamentare guadagna anche 10 mila euro
    al mese. O____________OE' ancora libero il posto di Santoro?Ci vado io per un anno e poi lo passo a qualcun altro, ok?
  • Anonimo scrive:
    HANNO TAGLIATO LE TASSE AI RICCHI...
    In questi anni abbiamo assistito a:- Meno irpef per i ricchi- 0 tasse di successione (le pagavano solo i ricchi per grandi patrimoni)- 0 imposte su plusvalenze da partecipazioni azionarie (favore ai finanzieri di alto bordo, mentre io vengo bastonato subito appena guadagno 20 euro in borsa)- varie leggi Tremonti utilizzate dagli imprenditori per comprarsi le BMW con lo sconto invece che la ruspa o il tornio- niente ICI per gli enti religiosi - contributi per decoder terrestri finiti nelle tasche dei grandi magazzini e utili solo a comprare partite di calcio Mediaset o La7- hanno rinunciato a prendere una minima tassa giusta sui cellulari, dopo che le compagnie hanno disincentivato gli abbonamenti (tassati) a favore delle prepagate (non tassate)Il tutto finanziato con tagli selvaggi alla spesa pubblica che ha costretto gli enti locali ad aumentare le imposte e tasse locali.Alla fine noi siamo bastonati come e peggio di prima e qualcuno ci ha guadagnato (i ricchi e le loro società).Infine gli sms continuano a costare tantissimo sebbene abbiano costo industriale prossimo allo 0, e adesso ce gli vogliono pure tassare...Diciamo ai nostri dipendenti parlamentari che è ora di cambiare registro, prepariamoci a mandarli a casa alle prossime elezioni!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: HANNO TAGLIATO LE TASSE AI RICCHI...
      - Scritto da: Anonimo
      In questi anni abbiamo assistito a:

      - Meno irpef per i ricchi
      - 0 tasse di successione (le pagavano solo i
      ricchi per grandi patrimoni)
      - 0 imposte su plusvalenze da partecipazioni
      azionarie (favore ai finanzieri di alto bordo,
      mentre io vengo bastonato subito appena guadagno
      20 euro in borsa)
      - varie leggi Tremonti utilizzate dagli
      imprenditori per comprarsi le BMW con lo sconto
      invece che la ruspa o il tornio
      - niente ICI per gli enti religiosi
      - contributi per decoder terrestri finiti nelle
      tasche dei grandi magazzini e utili solo a
      comprare partite di calcio Mediaset o La7
      - hanno rinunciato a prendere una minima tassa
      giusta sui cellulari, dopo che le compagnie hanno
      disincentivato gli abbonamenti (tassati) a favore
      delle prepagate (non tassate)


      Il tutto finanziato con tagli selvaggi alla spesa
      pubblica che ha costretto gli enti locali ad
      aumentare le imposte e tasse locali.

      Alla fine noi siamo bastonati come e peggio di
      prima e qualcuno ci ha guadagnato (i ricchi e le
      loro società).

      Infine gli sms continuano a costare tantissimo
      sebbene abbiano costo industriale prossimo allo
      0, e adesso ce gli vogliono pure tassare...

      Diciamo ai nostri dipendenti parlamentari che è
      ora di cambiare registro, prepariamoci a mandarli
      a casa alle prossime elezioni!!!Mai viste cosi' tante idiozie in un unico post.Hai quasi battuto il record del mondo, complimenti.In piu' totalmente OT.
      • Anonimo scrive:
        Re: HANNO TAGLIATO LE TASSE AI RICCHI...
        Ti ringrazio di avere espresso la tua opinione, sarebbe oltremodo cortese da parte tua ribattere sui punti che ritieni errati, d'altro canto quando i nostri dipendenti in parlamento mettono mano allla finanziaria ci mettono direttamente le mani in tasca per prendersi i soldi necessari a quadrare il bilancio.Mi pare dunque lecito contestare altri provvedimenti finanziari che in precedenza hanno causato le attuali necessità di cassa delle nostre malandate finanze..Se ritieni in fine OT la mia chiacchiera ti ringrazio anche di questa opinione.Io personalmente mi limito a saltare le opinioni che non mi sembrano in argomento, i responsabili di questo forum chiaramente hanno il potere di spostarla nella landa dei Troll ma mi pare che non siano dell'avviso...
      • Anonimo scrive:
        E IL PONTE SULLO STRETTO?
        QUELLO NON TE LO SCORDARE...
    • Anonimo scrive:
      Re: HANNO TAGLIATO LE TASSE AI RICCHI...
      - Scritto da: Anonimo
      Diciamo ai nostri dipendenti parlamentari che è
      ora di cambiare registro, prepariamoci a mandarli
      a casa alle prossime elezioni!!!Ok, ci sto...Unico problema: bisogna fare in fretta a trovare oltre 600 deputati con la fedina penale pulita, che non militino negli attuali schieramenti, che facciano solenne giuramento, pena la morte per lapidazione, di fare solo l'interesse della comunità e non il loro, che non abbiano legami di alcun genere con imprenditori italici e stranieri, che abbiano la consorte f**a e disponibile così non devono mantenere costosissime amanti.....La vedo dura... :( :( :( :( :( :( :(
    • Anonimo scrive:
      Re: HANNO TAGLIATO LE TASSE AI RICCHI...
      - Scritto da: Anonimo
      In questi anni abbiamo assistito a:

      - Meno irpef per i ricchi
      - 0 tasse di successione (le pagavano solo i
      ricchi per grandi patrimoni)
      - 0 imposte su plusvalenze da partecipazioni
      azionarie (favore ai finanzieri di alto bordo,
      mentre io vengo bastonato subito appena guadagno
      20 euro in borsa)
      - varie leggi Tremonti utilizzate dagli
      imprenditori per comprarsi le BMW con lo sconto
      invece che la ruspa o il tornio
      - niente ICI per gli enti religiosi
      - contributi per decoder terrestri finiti nelle
      tasche dei grandi magazzini e utili solo a
      comprare partite di calcio Mediaset o La7
      - hanno rinunciato a prendere una minima tassa
      giusta sui cellulari, dopo che le compagnie hanno
      disincentivato gli abbonamenti (tassati) a favore
      delle prepagate (non tassate)


      Il tutto finanziato con tagli selvaggi alla spesa
      pubblica che ha costretto gli enti locali ad
      aumentare le imposte e tasse locali.

      Alla fine noi siamo bastonati come e peggio di
      prima e qualcuno ci ha guadagnato (i ricchi e le
      loro società).

      Infine gli sms continuano a costare tantissimo
      sebbene abbiano costo industriale prossimo allo
      0, e adesso ce gli vogliono pure tassare...

      Diciamo ai nostri dipendenti parlamentari che è
      ora di cambiare registro, prepariamoci a mandarli
      a casa alle prossime elezioni!!!un po' demagogico, ma QIT [quoto in toto] !i nostri dipendenti saranno licenziati molto presto...
  • Anonimo scrive:
    Tronchetto sei patetico
    ... il mercato andrebbe a investire altrove ... bla bla bla 1) quale mercato ? 2) quali investimenti ?se gli tolgono 1 cent rispetto ai 148 che guadagna al netto facendo pagare 150 cents un SMS ?ma và va va va va va va va
    • Anonimo scrive:
      Re: Tronchetto sei patetico
      - Scritto da: Anonimo
      ... il mercato andrebbe a investire altrove ...
      bla bla bla

      1) quale mercato ?
      2) quali investimenti ?

      se gli tolgono 1 cent rispetto ai 148 che
      guadagna al netto facendo pagare 150 cents un SMS
      ?

      ma và va va va va va va va
      Perché secondo te gli operatori manterrebbero gli SMS a 15cent pagando 1cent di quei 15 allo stato?Io ho invece il presentimento che gli SMS passerebbero a 16cent... Dopotutto le accise sulla benzina mica le pagano i distributori.
      • Anonimo scrive:
        Re: Tronchetto sei patetico
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        ... il mercato andrebbe a investire altrove ...

        bla bla bla



        1) quale mercato ?

        2) quali investimenti ?



        se gli tolgono 1 cent rispetto ai 148 che

        guadagna al netto facendo pagare 150 cents un
        SMS

        ?



        ma và va va va va va va va



        Perché secondo te gli operatori manterrebbero gli
        SMS a 15cent pagando 1cent di quei 15 allo stato?
        Io ho invece il presentimento che gli SMS
        passerebbero a 16cent... Dopotutto le accise
        sulla benzina mica le pagano i distributori.visto che gli operatori hanno fatto cartello in modo assolutamente evidente se fossimo uno stano civile gli daremmo un bel 500 milioni di euro di multa. cosi' avremmo i libri gratis e gli sms che costerebbero meno... ;)
  • Anonimo scrive:
    Bastava non spendere 140mln per il DTT
    Prima finanziano 140mln di euro per l'acquisto dei decoder per il digitale terrestre del quale nessuno sentiva l'esigenza, se non il nano desideroso di salvare rete4.Poi tagliano 150mln di euro a scuole e univerità e ora si rendono conto che mancano 300mln per finanziare i libri.Il problema dell'Italia è che le priorità del governo sono quelle di sistemare gli affari del nano e dei suoi tirapiedi con i soldi pubblici (i NOSTRI soldi). Dopodiché si rendono conto che non ci sono più soldi per sostenere le REALI priorità (sanità, scuole, ass. sociale) ed ecco che si ingegnano come spillare altri soldi per tirare avanti la baracca (tassa sugli SMS, tassa sul tubo, tassa sulle tasse...).Se i soldi fossero gestiti nel modo corretto e non si perdessero nel magna-magna dei politici (di qualsiasi colore) non staremmo a discutere di questi problemi.Ormai sono schifato dalla politica e dall'impotenza che abbiamo noi cittadini nella gestione del NOSTRO stato e ancora di più dal menefreghismo della maggioranza delle persone che si limita a subire tutto e indistintamente senza alzare minimamente la voce, anzi, ringraziando pure (cfr. digitale terrestre).
    • Anonimo scrive:
      Re: Bastava non spendere 140mln per il D
      - Scritto da: Anonimo
      Prima finanziano 140mln di euro per l'acquisto
      dei decoder per il digitale terrestre del quale
      nessuno sentiva l'esigenza, se non il nano
      desideroso di salvare rete4.
      Poi tagliano 150mln di euro a scuole e univerità
      e ora si rendono conto che mancano 300mln per
      finanziare i libri.

      Il problema dell'Italia è che le priorità del
      governo sono quelle di sistemare gli affari del
      nano e dei suoi tirapiedi con i soldi pubblici (i
      NOSTRI soldi). Dopodiché si rendono conto che non
      ci sono più soldi per sostenere le REALI priorità
      (sanità, scuole, ass. sociale) ed ecco che si
      ingegnano come spillare altri soldi per tirare
      avanti la baracca (tassa sugli SMS, tassa sul
      tubo, tassa sulle tasse...).
      Se i soldi fossero gestiti nel modo corretto e
      non si perdessero nel magna-magna dei politici
      (di qualsiasi colore) non staremmo a discutere di
      questi problemi.

      Ormai sono schifato dalla politica e
      dall'impotenza che abbiamo noi cittadini nella
      gestione del NOSTRO stato e ancora di più dal
      menefreghismo della maggioranza delle persone che
      si limita a subire tutto e indistintamente senza
      alzare minimamente la voce, anzi, ringraziando
      pure (cfr. digitale terrestre).quoto in toto...QIT!
      • Anonimo scrive:
        Re: Bastava non spendere 140mln per il D
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Prima finanziano 140mln di euro per l'acquisto

        dei decoder per il digitale terrestre del quale

        nessuno sentiva l'esigenza, se non il nano

        desideroso di salvare rete4.

        Poi tagliano 150mln di euro a scuole e univerità

        e ora si rendono conto che mancano 300mln per

        finanziare i libri.



        Il problema dell'Italia è che le priorità del

        governo sono quelle di sistemare gli affari del

        nano e dei suoi tirapiedi con i soldi pubblici
        (i

        NOSTRI soldi). Dopodiché si rendono conto che
        non

        ci sono più soldi per sostenere le REALI
        priorità

        (sanità, scuole, ass. sociale) ed ecco che si

        ingegnano come spillare altri soldi per tirare

        avanti la baracca (tassa sugli SMS, tassa sul

        tubo, tassa sulle tasse...).

        Se i soldi fossero gestiti nel modo corretto e

        non si perdessero nel magna-magna dei politici

        (di qualsiasi colore) non staremmo a discutere
        di

        questi problemi.



        Ormai sono schifato dalla politica e

        dall'impotenza che abbiamo noi cittadini nella

        gestione del NOSTRO stato e ancora di più dal

        menefreghismo della maggioranza delle persone
        che

        si limita a subire tutto e indistintamente senza

        alzare minimamente la voce, anzi, ringraziando

        pure (cfr. digitale terrestre).


        quoto in toto...
        QIT!anche io!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Bastava non spendere 140mln per il D

      Prima finanziano 140mln di euro per l'acquisto
      dei decoder per il digitale terrestre del qualeMi raccomando, che il decoder sia di marca AMSTRAD, così il finanziamento finisce direttamente nelle tasche di Paolo Berlusconi.Sarebbe interessante sapere quando ha comprato Amstrad, magari si scopre che per COINCIDENZA l'ha fatto giusto un filino prima dell'approvazione del finanziamento...PS Si ride per non piangere.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bastava non spendere 140mln per il D
      - Scritto da: Anonimo
      Ormai sono schifato dalla politica e
      dall'impotenza che abbiamo noi cittadini nella
      gestione del NOSTRO stato e ancora di più dal
      menefreghismo della maggioranza delle persone che
      si limita a subire tutto e indistintamente senza
      alzare minimamente la voce, anzi, ringraziando
      pure (cfr. digitale terrestre).Il bello che i cittadini sono pure contenti di vedere il calcio a pagamento
      • Anonimo scrive:
        Re: Bastava non spendere 140mln per il D

        Il bello che i cittadini sono pure contenti di
        vedere il calcio a pagamentoE' proprio quello il problema: una volta il calcio era trasmesso in CHIARO alla RAI, poi con l'avvento di Tele+, Stream, Sky, ecc. è divenuto a pagamento.Nessuno ha mai avuto nulla di ridire, anzi sono tutti corsi a farsi l'abbonamento e a fare a gara a chi pagava di più per vedere le partite.Quest'anno non potremo nemmeno vederci i mondiali, quando in paesi come la Bulgaria (per dirne uno a caso) si vedono tutte le partite e senza nemmeno pagare il canone, qualcuno si è forse opposto a tutto questo?
    • Anonimo scrive:
      Correzione
      - Scritto da: Anonimo
      Prima finanziano 140mln di euro per l'acquisto
      dei decoder per il digitale terrestre [...]Chiedo scusa, prima con le cifre sono andato a memoria senza prima documentarmi a dovere:per finanziare i decoder sono stati spesi 220mln di euro, mentre nella prossima finanziaria ne vogliono aggiungere altri 110mln.Per un totale quindi di 330 MILIONI DI EURO.Quindi per il digitale terrestre sono proprio stati sacrificati i libri di testo scolastici (più altri 30mln di euro), ritenuti evidentemente superflui rispetto agli incredibili vantaggi offerti dal digitale terrestre."Bene bambini, visto che non ci sono i libri per studiare la storia come compito per casa sintonizzatevi su "Amici" di Maria de Filippi e votate chi volete in nomination..."Questa è l'Italia, purtroppo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bastava non spendere 140mln per il D
      Ma cosa centrano i finanziamente per il DDT? Quella è tutta un'altra cosa...Al posto di lamentarvi,cari ignorantini,andate a vedere quanto diavolo ci guadagano i gestori su ogni sms, il 97% !!!!Questo per farvi capire che da anni nessuno si lamenta di pagare un botto esagerato per 160caratteri, ora che vogliono mettere la tassa per finanziare qualcosa di buono subito attaccate.Lo studio viene prima dei messaggini che pagate na cifra...la cultura viene prima di TIM & Company!
      • Rex1997 scrive:
        Re: Bastava non spendere 140mln per il D
        - Scritto da: Anonimo
        Ma cosa centrano i finanziamente per il DDT?
        Quella è tutta un'altra cosa...
        Al posto di lamentarvi,cari ignorantini,andate a
        vedere quanto diavolo ci guadagano i gestori su
        ogni sms, il 97% !!!!
        Questo per farvi capire che da anni nessuno si
        lamenta di pagare un botto esagerato per
        160caratteri, ora che vogliono mettere la tassa
        per finanziare qualcosa di buono subito
        attaccate.
        Lo studio viene prima dei messaggini che pagate
        na cifra...la cultura viene prima di TIM &
        Company!Hai ancora da imparare molto di economia...guadagnare il 97% è bello ma non lontanamente paragonabile a guadagnare il 100% come per il DTT, a spese del contribuente! :@==================================Modificato dall'autore il 25/10/2005 15.59.24
      • Anonimo scrive:
        Re: Bastava non spendere 140mln per il D
        - Scritto da: Anonimo
        Ma cosa centrano i finanziamente per il DDT?Il DDT credo sia illegale dal 1984, forse intendevi il DTT...
        Quella è tutta un'altra cosa...Si, difatti è un pesticida ;)
        Al posto di lamentarvi,cari ignorantini,andate a
        vedere quanto diavolo ci guadagano i gestori su
        ogni sms, il 97% !!!!Questo è un dato risaputo, ormai l'effettivo costo-per-bit nelle telecomunicazioni è quasi prossimo allo zero e ogni SMS da 160 caratteri consta solo di 140 byte.
        Questo per farvi capire che da anni nessuno si
        lamenta di pagare un botto esagerato per
        160caratteri,Cercando su google "costo elevato sms" trovi 56.000 risultati, non mi sembra che *nessuno* si sia mai lamentato.
        ora che vogliono mettere la tassa
        per finanziare qualcosa di buono subito
        attaccate.
        Lo studio viene prima dei messaggini che pagate
        na cifra...la cultura viene prima di TIM &
        Company!Perché negli anni precedenti non c'è mai stato il bisogno tassare gli SMS? Prima del 1994 non esistevano neppure...Forse è a causa degli sprechi del governo che ora sono costretti a mettere tasse su tasse per tirare avanti il bilancio?Prima ho addotto il Digitale terrestre solo come esempio ecclatante, ma gli sprechi in Italia non si limitano al DTT.
        • Anonimo scrive:
          Re: Bastava non spendere 140mln per il D
          Sprechi? Cioè fatemi capire,voi che utlizzate gli sms a raffica non sprecate? Un governo che taglia il 10% lo stipendio ai politici e supertaglia la spesa comunale, che fa? Spreca?Carissimi miei, il problema è che siete abituati troppo male... ricordatevi che non l'ha scritto il dottore di utliizzare gli sms. Per anni NESSUNO ha fatto nessuna protesta,ora mi venite a raccontare di un cent. Mentre i gestori si prendevano 15cent (se li prendono ancora) voi avete continuato a mandare sms del cavolo, vi siete fatti fregare per tanto tempo,ora però un cent va a chi deve studiare.Per quanto riguarda il DDT, ops il DTT è un'ottima cosa,solo che ovviamente avete da ridire anche su quello, perchè ogni cosa è negativa. E' un pò come dire... a casa nostra abbiamo la 56k, perchè diavolo ci danno i soldi per l'ADSL...che spreconi questi!
          • leone2000 scrive:
            Re: Bastava non spendere 140mln per il D
            - Scritto da: Anonimo
            Per quanto riguarda il DDT, ops il DTT è
            un'ottima cosa,solo che ovviamente avete da
            ridire anche su quello, perchè ogni cosa è
            negativa. mi dici una cosa: ma a COSA serve il dtt? a CHI serve il dtt? per ora solo a mediaset e a la7 per trasmettere le partite per quei c****oni che le pagano.... e chi è che guadagna? il nostro presidente del consiglio e tronchetti provera!!!!ma va, va....
          • Anonimo scrive:
            Re: Bastava non spendere 140mln per il D
            - Scritto da: leone2000

            - Scritto da: Anonimo

            Per quanto riguarda il DDT, ops il DTT è

            un'ottima cosa,solo che ovviamente avete da

            ridire anche su quello, perchè ogni cosa è

            negativa.
            mi dici una cosa: ma a COSA serve il dtt? a CHI
            serve il dtt? per ora solo a mediaset e a la7 per
            trasmettere le partite per quei c****oni che le
            pagano.... e chi è che guadagna? il nostro
            presidente del consiglio e tronchetti provera!!!!

            ma va, va....Tanto per... il DTT serve quanto serve l'antenna parabolica. Secondo punto quei c*oglioni che le pagano lo fanno perchè le vogliono pagare, come tu paghi internet. Terza cosa siamo qui per parlare di sms e vi dico che in un mondo con tanto consumismo come il nostro un cent su un sms non fa male,anzi fa bene visto che serve a pagare i libri, per STUDIARE. Ovviamente poi pagare 16cent al posto di 15cent è molto...anzi tantissimo! Un centesimo cambia la vita... Ne avete butatti tanti con i vostri gestori,ora insorgete, piuttosto fate studiare chi ne ha bisogno, IPOCRITI!
          • Anonimo scrive:
            Re: Bastava non spendere 140mln per il D

            Tanto per... il DTT serve quanto serve l'antenna
            parabolica. Secondo punto quei c*oglioni che le
            pagano lo fanno perchè le vogliono pagare, come
            tu paghi internet. Terza cosa siamo qui per
            parlare di sms e vi dico che in un mondo con
            tanto consumismo come il nostro un cent su un sms
            non fa male,anzi fa bene visto che serve a pagare
            i libri, per STUDIARE.
            Ovviamente poi pagare 16cent al posto di 15cent è
            molto...anzi tantissimo! Un centesimo cambia la
            vita...
            Ne avete butatti tanti con i vostri gestori,ora
            insorgete, piuttosto fate studiare chi ne ha
            bisogno, IPOCRITI!Capite adesso cosa intendo quando parlo della gente che anziché opporsi ringrazia?Questo qui è contento di pagare una tassa non dovuta per ovviare agli sprechi del governo.Mettiamola così: il governo ha speso 330mln di euro per finanziare il futile DTT tagliando 150mln alle scuole e lasciando un buco di 300mln per i libri.I libri sono un'esigenza, il DTT no, la TV la vedevo già benissimo prima, anzi, probabilmente la si vede meglio e senza altre inutili complicazioni in analogico: basti pensare che servirà un decoder per ogni TV posseduta, le televisioni portatili saranno da BUTTARE così come quelle installate nelle automobili, inoltre il segnale o c'è o non c'è, non è possibile vedere ugualmente anche se con scarso segnale.In realtà 1 centesimo fa la differenza, eccome. Pensiamo alla benzina: 1 centesimo qua, un aumento di là e ora la paghiamo più del doppio che in america (il 60% del prezzo della benzina è fatto di tasse), un interessante articolo sul corriere evidenziava come permangono tuttoggi accise per sostenere la guerra in abissinia come per aiutare i terremotati del friuli.
          • leone2000 scrive:
            Re: Bastava non spendere 140mln per il D
            - Scritto da: Anonimo

            Tanto per... il DTT serve quanto serve l'antenna
            parabolica. non ho nè uno nè l'altra, per quale motivo dovrei averli?
            Secondo punto quei c*oglioni che le
            pagano lo fanno perchè le vogliono pagare, come
            tu paghi internet. lascia stare internet che non ci incastra nulla... insisto: cosa ha il dtt in più rispetto all'analogico? perchè mi OBBLIGHI a passare al dtt? che me ne frega a me delle partite? eppoi le altre nazioni del mondo (usa in testa) sono cresciute "culturalmente" grazie ad internet o al dtt?
            Terza cosa siamo qui per
            parlare di sms e vi dico che in un mondo con
            tanto consumismo come il nostro un cent su un sms
            non fa male,anzi fa bene visto che serve a pagare
            i libri, per STUDIARE. i miei sms non devono servire proprio a nulla, quando vedo che vengono sputta*ati 330mln di euro per una ca**ata come il dtt, io non ci metto neanche un centesimo per far studiare!!!! poi sarebbe l'ora che i ragazzetti smettessero di mandare sms per ogni ca**ata, coi soldi risparmiati dai loro genitori potrebbero comprarsi parecchi libri in più........
            Ne avete butatti tanti con i vostri gestori,ora
            insorgete, piuttosto fate studiare chi ne ha
            bisogno, IPOCRITI!falla finita e svegliati, ma che sei sandrobondi? personalmente invierò 5/6 sms al mese, mi sono inca**ato quando hanno aumentato il prezzo, ora sono passato a wind10 dove costano 10 cent.... che posso fare? d'altronde dove c'è una commistione così grande tra affari e politica cosa pretendi, che l'antitrust faccia qualcosa?!?
          • castigo scrive:
            Re: Bastava non spendere 140mln per il D
            - Scritto da: Anonimo
            Sprechi?
            Cioè fatemi capire,voi che utlizzate gli sms a
            raffica non sprecate? se permetti quel che faccio dei miei soldi sono KAZZI MIEI.il problema qui è che i politicanti da strapazzo che ci governano sprecano soldi NON LORO.ma forse questo concetto, pur semplice, non ti è molto chiaro....
            Un governo che taglia il 10% lo stipendio ai
            politici e supertaglia la spesa comunale, che fa?
            Spreca?no, fabbrica FUFFA.si fa bello con tagli che poi comunque ricadranno su di noi perchè comuni, provincie e regioni [casualmente in mano alle opposizioni ;)] non potranno fare altro che aumentare il prelievo su base locale, se vorranno sopravvivere....
            Carissimi miei, il problema è che siete abituati
            troppo male... ricordatevi che non l'ha scritto
            il dottore di utliizzare gli sms. Per anni
            NESSUNO ha fatto nessuna protesta,ora mi venite a
            raccontare di un cent. Mentre i gestori si
            prendevano 15cent (se li prendono ancora) voi
            avete continuato a mandare sms del cavolo, vi
            siete fatti fregare per tanto tempo,ora però un
            cent va a chi deve studiare.si certo, come no, il centesimo per lo studente.... è proprio vero che l'importante è crederci :D
            Per quanto riguarda il DDT, ops il DTT è
            un'ottima cosa,solo che ovviamente avete da
            ridire anche su quello, perchè ogni cosa è
            negativa. E' un pò come dire... a casa nostra
            abbiamo la 56k, perchè diavolo ci danno i soldi
            per l'ADSL...che spreconi questi!certo, internet è uno spreco, ampliare i propri orizzonti è una cagata pazzesca, meglio rintronarsi con il calcio del dtt.....
          • Anonimo scrive:
            Re: Bastava non spendere 140mln per il D
            fatti i cazz tuoi
  • s. scrive:
    Però, quasi quasi ....
    E se i nuovi libri di testo li trasferissero su SMS?"Ragazzi, tirate fuori il telefonino e digitate 1234...."Da una parte i genitori risparmierebbero sui libri, dall'altra lo stato incamererebbe 1 cent per ogni lezione.Tutti e due ci guadagnerebbero....
    • Anonimo scrive:
      6 geniale!
      SINTETICO E VERAMENTE SPIRITOSO!!!
      • DanteManCry scrive:
        Re: 6 geniale!
        sìsì, davvero geniale!come sarebbe bello!!beh, visto k io vado alle medie potrei proporlo alla scuola;) così l'anno prox k è l'ultimo anno delle medie posso portarmi il cell a scuola e studiare su lì!
  • Anonimo scrive:
    Io sono d'accordo...
    1-2 sms al giorno sono una comodità, anche in caso di bisogno. 1-2 centesimi al giorno non mi turbano, se li ho spesi comunque su una necessità.Quelli che chattano via sms dal televideo,o che mandano messaggi svenevoli a mtv... per loro l'sms è un bene di lusso, e (mi auguro, ma temo lo sia) non indispensabile... lo scenario migliore su cui applicare una tassa: l'effimero.E una tassa così farebbe risparmiare 150? di libri all'anno a figlio alle famiglie medie.Si, sono d'accordo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Io sono d'accordo...
      chi invece ci arriva a stento a fine mese e usa un sms per risparmiare 5 minuti di telefonata? e poi perchè non controllare come mai sti libri cambiano ogni anno e aumentano sempre più? sono intoccabili?siamo già stratassati sugli utili annui lo stato si prende + della metà, ma perchè? ma già i miei soldi che fine fanno? li destinassero a cose + utili
  • Anonimo scrive:
    Libri di testo Creative Commons
    Possibile che nessuno ci abbia ancora pensato? Non c'è tra i lettori di PI qualche insegnante idealista che vorrebbe provarci? Non dico testi superiori o universitari, ma testi per le elementari o medie dove i programmi sono semplificati non dovrebbe essere impossibile... se fossi un professore ci proverei io! Per fortuna la storia, la filosofia, la matematica non sono sotto copyright (per ora).Chissà cosa succederebbe se una cosa del genere prendesse piede... ah, certo, poi però "si rovina il mercato" (degli editori) si perdono posizioni di rendit... ehm, intendevo posti di lavoro... "fare un buon libro di testo richiede ingenti spese e sacrifici" (stronzate, semmai richiede passione per il proprio lavoro di insegnante)...Oppure c'è bisogno di una qualche approvazione da parte di un qualche ministero (leggi: censura)??
    • Anonimo scrive:
      Re: Libri di testo Creative Commons
      Lavoro da niente proprio....
      • Anonimo scrive:
        Re: Libri di testo Creative Commons
        Beh, io alle elementari avevo il "Sussidiario" che raccoglieva un po' tutte le materie e non era neppure tanto grosso... secondo me per un insegnante provare a fare un testo per le elementari o le medie non deve essere poi così difficile (UN testo eh?, non che uno deve essere onnisciente e sfornare un libro per ogni materia immaginabile...)
        • Anonimo scrive:
          Re: Libri di testo Creative Commons
          Figurati se ad uno statale vien in mente di lavorare su una cosa su cui non è nemmeno pagato, e già tanto se lavorano....
          • nattu_panno_dam scrive:
            Re: Libri di testo Creative Commons
            - Scritto da: Anonimo
            Figurati se ad uno statale vien in mente di
            lavorare su una cosa su cui non è nemmeno pagato,
            e già tanto se lavorano....Cazzate, io avevo un professore alle superiori che aveva una sua dispensa, e non usava mai il libro di testo, che comunque te lo mettevano nella lista lo stesso.La dispensa era circa 100pg e costava 10? (elettrotecnica). Il professore ci prendeva qualcosa e aggiungeva ogni anno come voleva. Il libro di testo non l'ho mai preso, anche perchè costava 45? e mancava parecchie cose, oltre ad essercene di inutili, trattate piu' volte (per allungare il brodo penso).Con 300mil e passa, altro che statale.. paghi universitari profumatamente che ti sforneranno dei gioielli.
  • Anonimo scrive:
    Abbassare il costo dei libri no ?
    Cavolo anziche chiedersi come fare per ridurre progressivamente il costo dei libri di testo , non so creazione di un testo comune a tutte le scuole (in formati diversi elettronico , audio , visivo , ecc) , si cerca il modo di mettere altre tasse tappezza buchi , che resteranno nel tempo e verranno aumentate con l'inflazione e l'andamento dei prezzi ( vedi benzina ,bolli , accise in generale) , ritengo che questo governo a toccato veramente il fondo , ringrazio tutti i balordi che tempo addietro l'hanno votato , furfanti evasori.
  • Anonimo scrive:
    Tassa Giusta
    Sono daccordissimo ad applicare una tassa sugli SMS.E' giusto tassare i beni di lusso (come appunto gli SMS, le sigarette...).Questa sarebbe un'altra tassa sull'idiozia, come gia' il gioco del totocalcio o il superenalotto.Rivolta popolare per una tassa sugli sms e silenzio assoluto per l'aumento del pane
    • Anonimo scrive:
      Re: Tassa Giusta
      - Scritto da: Anonimo
      Sono daccordissimo ad applicare una tassa sugli
      SMS.
      E' giusto tassare i beni di lusso (come appunto
      gli SMS, le sigarette...).

      Questa sarebbe un'altra tassa sull'idiozia, come
      gia' il gioco del totocalcio o il superenalotto.

      Rivolta popolare per una tassa sugli sms e
      silenzio assoluto per l'aumento del paneNo più che altro quel che mi fa schifo è che nessuno ma dico nessuno insorga..in un momento in cui anche arrivare solo alla terza settimana del mese....è una impresa, ne prendono atto...ma alla fine non fanno nulla di concreto!!!La verità è che nessuno in questo paese delle banane ha i maroni per potersi ribbellare (anche con la violenza) ad uno Stato sempre più schifoso!!!!Altro che tassa sugli sms!!!!Qua ci vuole un golpe altro che!!Per gli sms, io non li uso quasi mai (diciamo una due volte al mese ne scrivo uno) indi mi fanno un baffo
    • Anonimo scrive:
      Re: Tassa Giusta
      - Scritto da: Anonimo
      Sono daccordissimo ad applicare una tassa sugli
      SMS.
      E' giusto tassare i beni di lusso (come appunto
      gli SMS, le sigarette...).

      Questa sarebbe un'altra tassa sull'idiozia, come
      gia' il gioco del totocalcio o il superenalotto.

      Rivolta popolare per una tassa sugli sms e
      silenzio assoluto per l'aumento del paneil pane sarà aumentato nella tua città, o nel tuo panificio di fiducia, a parte per il cambio di valuta io non ho notato aumenti del pane, la tassa sugli sms invece coinvolge tutti e ci stiamo lamentando in molti sul forumciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Tassa Giusta
        - Scritto da: Anonimo

        il pane sarà aumentato nella tua città, o nel tuo
        panificio di fiducia, a parte per il cambio di
        valuta io non ho notato aumenti del paneCerto, finche' ci va la mammina a comprare il pane...http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1174352
    • Anonimo scrive:
      Re: Tassa Giusta
      Io la tassa la metterei sui cellulari moderni, non sugli SMS.Saluti,Piwi
    • Anonimo scrive:
      Re: Tassa Giusta
      Tassa giustissima...questi sono vizi del cavolo! Da anni gli sms costano un botto,i gestori ci guadagnano il 97% sopra, mentre ora ke un centesimo va ai ragazzi per studiare a nessuno va bene... IPOCRITI!
      • Anonimo scrive:
        Re: Tassa Giusta
        Non è un discorso d'ipocrisia; è un discorso molto più ampio: Com'è che i testi cambiano ogni anno? Fanno sempre scoperte nuove? Aggiornano l'anno della rivoluzione francese? O magari cambiano 2 foto, la copertina, ed il prezzo (sempre verso l'alto però!)Ci si dovrebbe ribellare a questo (oltre che alle spese inutili dello stato.)
  • Anonimo scrive:
    Non Tornano i conti...
    Se un sms costa a noi in circa 15 cent e all'operatore 1 cent altro che un 97% di profitto... Si parla almeno di un ricarico di 1500%... o sbaglioItalia paese delle banane
    • Anonimo scrive:
      Re: Non Tornano i conti...
      - Scritto da: Anonimo
      Se un sms costa a noi in circa 15 cent e
      all'operatore 1 cent altro che un 97% di
      profitto... Si parla almeno di un ricarico di
      1500%... o sbaglio

      Italia paese delle bananeAritmetica questa sconosciuta!Su un bene mi costa 3 e lo vendo a 100 ho il 97% di profittoProfitto = differenza tra prezzo di vendita e prezzo di costo
      • s. scrive:
        Re: Non Tornano i conti...
        - Scritto da: Anonimo


        - Scritto da: Anonimo

        Se un sms costa a noi in circa 15 cent e

        all'operatore 1 cent altro che un 97% di

        profitto... Si parla almeno di un ricarico di

        1500%... o sbaglio



        Italia paese delle banane

        Aritmetica questa sconosciuta!
        Su un bene mi costa 3 e lo vendo a 100 ho il 97%
        di profitto

        Profitto = differenza tra prezzo di vendita e
        prezzo di costoAh, quelli che vogliono insegnare e non sanno.......Un conto è il profitto (guadagno) un conto è il calcolo della relativa percentuale.Se compro a 3 e vendo a 100, ho 97 come profitto che corrisponde ad una percentuale del 3233%cioè ricarico di 32 volte il capitale iniziale.Stando su cifre più semplici:se compro a 10 e rivendo a 20 guadagno il doppio, cioè il 100%operazione matematica: Capitale iniziale x (1+tasso interesse/100) = Capitale finale nel nostro caso:10 x (1+100/100) = 20invertendo i fattori, salta fuori il tasso di interesse:(20/10 - 1) x 100 = 100cioè 100%nel caso iniziale:(100/3 - 1) x 100 = 3233cioè 3233%solo per precisione, per evitare che chi non sa prenda per buono ciò che invece è errato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non Tornano i conti...
      - Scritto da: Anonimo
      Se un sms costa a noi in circa 15 cent e
      all'operatore 1 cent altro che un 97% di
      profitto... Si parla almeno di un ricarico di
      1500%... o sbaglio

      Italia paese delle bananesi ma se un sms a noi con tim costa 1 centesimo..dove sta tutto guadagno? proprio ora che hanno messo sta tariffa..vanno a tassarla?
  • marcel scrive:
    Finalmente!
    Tassare gli sms per finanziare l'acquisto di libri mi sembra proprio una buona idea. Se poi serve a verificare i prezzi "concordati" tra i vari operatori: beh! siamo al massimo !!Tronchetti Provera dice una sciocchezza e mi pare sia giusto ed opportuno che venga ridimensionato un mercato che mi sembra diventato drogato in tutti sensi, dalla parte degli utenti (quanti sms inutili noi tutti inviamo?) e, soprattutto, dei carrier (che lucrano in maniera indecente: basta vedere i prezzi nelle altre nazioni europee).Ogni tanto ai nostri politici viene qualche idea intelligente!Sarà l'appossimarsi delle elezioni?
    • Paul Atreides scrive:
      Re: Finalmente!
      - Scritto da: marcel
      Tassare gli sms per finanziare l'acquisto di
      libri mi sembra proprio una buona idea. Se poi
      serve a verificare i prezzi "concordati" tra i
      vari operatori: beh! siamo al massimo !!
      Tronchetti Provera dice una sciocchezza e mi pare
      sia giusto ed opportuno che venga ridimensionato
      un mercato che mi sembra diventato drogato in
      tutti sensi, dalla parte degli utenti (quanti sms
      inutili noi tutti inviamo?) e, soprattutto, dei
      carrier (che lucrano in maniera indecente: basta
      vedere i prezzi nelle altre nazioni europee).
      Ogni tanto ai nostri politici viene qualche idea
      intelligente!
      Sarà l'appossimarsi delle elezioni?Credo di sì, è l'approsimarsi delle elezioni che induce ad inventare trovate propagandistiche e senza spessore: specchietti per le allodole.Se il mercato della telefonia è drogato ( e lo è ) che cosa dovremmo dire di quello dei libri di testo?Ogni anno gli editori si inventano una modifica che giustifica una nuova edizione a prezzi astronomici.Ci vorrebbe tanto ad impedire queste speculazioni sulla pelle di tutti?Ci vorrebbe tanto?QUANTO??
      • Rex1997 scrive:
        Re: Finalmente!
        - Scritto da: Paul Atreides

        - Scritto da: marcel

        Tassare gli sms per finanziare l'acquisto di

        libri mi sembra proprio una buona idea. Se poi

        serve a verificare i prezzi "concordati" tra i

        vari operatori: beh! siamo al massimo !!

        Tronchetti Provera dice una sciocchezza e mi
        pare

        sia giusto ed opportuno che venga ridimensionato

        un mercato che mi sembra diventato drogato in

        tutti sensi, dalla parte degli utenti (quanti
        sms

        inutili noi tutti inviamo?) e, soprattutto, dei

        carrier (che lucrano in maniera indecente: basta

        vedere i prezzi nelle altre nazioni europee).

        Ogni tanto ai nostri politici viene qualche
        idea

        intelligente!

        Sarà l'appossimarsi delle elezioni?
        Credo di sì, è l'approsimarsi delle elezioni che
        induce ad inventare trovate propagandistiche e
        senza spessore: specchietti per le allodole.
        Se il mercato della telefonia è drogato ( e lo è
        ) che cosa dovremmo dire di quello dei libri di
        testo?
        Ogni anno gli editori si inventano una modifica
        che giustifica una nuova edizione a prezzi
        astronomici.
        Ci vorrebbe tanto ad impedire queste speculazioni
        sulla pelle di tutti?
        Ci vorrebbe tanto?
        QUANTO??Ricordando e citando un film con Alberto Sordi , dove faceva la parte di un palazzinaro anni 55-60 del secolo scorso:"Dipende da quanto è capiente il garage...." :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Finalmente!
        Sante parole....con l'aggravante che se ritieni gli sms troppo costosi nessuno ti obbliga a spedirli... mentre i libri di testo volente o nolente te li devi procurare....
        • C.leRommel scrive:
          Re: Finalmente!
          Santissime!Secondo me il Tronketto ha paura che controllino quanto ci mangia su ogni singolo messaggio inviato.. Con tutti quei miliardi di debiti che si ritrova.. non dovrebbe neanche aprire bocca..
    • ilGimmy scrive:
      Re: Finalmente!
      - Scritto da: marcel
      Tassare gli sms per finanziare l'acquisto di
      libri mi sembra proprio una buona idea. A me sembra più intelligente tassare gli SMS per pagarmi il mutuo. Seriamente...perchè dovrei pagare il libri di testo agli studenti under 16?Ti prego, dammi un buon motivo.Stiamo parlando degli stessi 16enni che girano con scarpe da 200 euro, fumano e si spendono l'impossibile in cellulare.Fammi capire perchè non possono comprarsi anche i libri.-- Ciaociao,ilGimmy
  • Anonimo scrive:
    Una cosa che si può fare
    Un buon professore, aiutato da qualche grafico o impaginatore, ci metterebbe pochissimo a scrivere un libro della sua materia. Il ministero dell'istruzione potrebbe pagare dei team per un anno affinche creino un opera da rendere pubblica su internet, per ogni materia scolastica. Si spenderebbe di meno, ma le case editrici se la prenderebbero di dietro.
    • Paul Atreides scrive:
      Re: Una cosa che si può fare
      - Scritto da: Anonimo
      Un buon professore, aiutato da qualche grafico o
      impaginatore, ci metterebbe pochissimo a scrivere
      un libro della sua materia. Vero.
      Il ministero
      dell'istruzione potrebbe pagare dei team per un
      anno affinche creino un opera da rendere pubblica
      su internet, per ogni materia scolastica. Possibile.
      Si spenderebbe di meno, ma le case editrici se la
      prenderebbero di dietro.Appunto....
      • jotaro scrive:
        Re: Una cosa che si può fare
        Non so se sarebbe la cosa giusta....1. darebbe modo ad un governo con "strane idee in testa" di orientare la cultura. Te lo immagini un libro di storia scritto da *ilvio?!?!2. non trovo giusto annientare le case editrici se non riportarle a più miti consigli. Non dimentichiamoci che la cultura non dovrebbe essere un bene di lusso, anzi, ma purtroppo nei giorni d'oggi sembra sia così, con l'aggravante che si sta parlando di libri scolastici.Sta tassa sugli sms sembra un'altra delle storture generate dagli anabolizzanti che la politica italiana fornisce al mercato."Ora togliamo alla telefonia e diamo all'editoria".Ma se invece lo Stato CONTROLLASSE che tutti facessero il loro dovere senza "paraculate" non sarebbe meglio.Da canto mio ben venga la tassa ma non per sfilare soldi a privati da infilare nelle tasche di altri privati, ma dare EFFETTIVAMENTE un servizio ai cittadini, esempio servizi sociali o infrastrutture o che so io....
    • Anonimo scrive:
      Re: Una cosa che si può fare
      - Scritto da: Anonimo
      Un buon professore, aiutato da qualche grafico o
      impaginatore, ci metterebbe pochissimo a scrivere
      un libro della sua materia. Ricordo ai tempi dell'ITIS, quando studiavamo SOLO sulle dispense del nostro prof. di informatica.Non abbiamo speso NULLA per 3 anni, e in piu' potevamo studiare cose non inerenti al programma, come SQL e Database centralizzati.Chissà perché, ma questo tipo di idee non vengono mai attuate in larga scala...
    • Anonimo scrive:
      Re: Una cosa che si può fare
      - Scritto da: Anonimo
      Un buon professore, aiutato da qualche grafico o
      impaginatore, ci metterebbe pochissimo a scrivere
      un libro della sua materia. Il ministero
      dell'istruzione potrebbe pagare dei team per un
      anno affinche creino un opera da rendere pubblica
      su internet, per ogni materia scolastica. Si
      spenderebbe di meno, ma le case editrici se la
      prenderebbero di dietro.Poi?E' un'idea a meta'.Ora trova anche posto a quelli che verrano licenziati dalla tua idea.Ti vorrei ricordare che non tutti quelli che lavorano in una casa editrice sono editori, anzi.
  • Anonimo scrive:
    ma che vi meravigliate ancora ?
    Bho io non ci vedo nulla di anomalo nella tassa sugli sms.Tenete presente che questo governo e' lo stesso che voleva tassare i tubi!
    • Anonimo scrive:
      Re: ma che vi meravigliate ancora ?
      La solita stronzata per fottersi soldi ed in particolare ai ragazzini!
    • Anonimo scrive:
      Re: ma che vi meravigliate ancora ?
      Tassare Ricucci e le rendite finanziarie no, i ragazzini sì...complimenti governo
    • Anonimo scrive:
      Re: ma che vi meravigliate ancora ?
      - Scritto da: Anonimo
      Bho io non ci vedo nulla di anomalo nella tassa
      sugli sms.
      Tenete presente che questo governo e' lo stesso
      che voleva tassare i tubi!Se ieri hanno approvato la legge anti-graffiti, che prevede l'inserimento di una TASSA SULLE BOMBOLETTE SPRAY, per un importo di ben 2 euro!!!Ho fatto appena in tempo a riverniciare la cornice del televisore e il case del computer...Benedetto Stato italiano...
      • Anonimo scrive:
        Re: ma che vi meravigliate ancora ?
        una tassa sugli SMS si... ma per i gestori telefonici!!!! ;Pun bel 30% di tassa sul plusvalore dell'sms w il tronchetto
  • Anonimo scrive:
    Che pensata
    Veramente geniali questi signori della destra.Perche' invece non usiamo i soldi spesi per rimborsare le spese dei cellulari dei deputati? Ognuno si paghi il suo visto che sono profumatamente retribuiti e risarciti di ogni possibile spesa.
  • Anonimo scrive:
    Io tremo, quando leggo ste cose.
    Proprio stasera parlavo con mio padre, di finanziamenti elargiti dallo Stato e di come ogni volta che c'è un finanziamento per incentivare o agevolare l'acquisto di qualcosa, questo qualcosa immancabilmente tende ad adeguare il suo prezzo a quello del finanziamento.Non so se ricordate la storia degli abonamenti ADSL Telecom che stranamente costavano tanto quanto lo Stato finanziava per la diffusione dell'ADSL.O se avete fatto caso ai costi dei decoder DTT che salgono e scendono in funzione della presenza o meno di ulteriori fondi destinati alla diffusione del medesimo.Ecco non vorrei che con sta storia degli SMS, si arrivasse a pagare comunque di più gli SMS (ok un centesimo in più o in meno non sconvolge la vita, almeno a chi come me, manda la maggior parte dei suoi 5 SMS mensili, tramite internet), e a dover pagare poi comunque di più anche i libri che stranamente adeguerebbero i loro prezzi per poter assorbire interamente (o anche di più se possibile) l'entità del finanziamento destinato agli studenti (o meglio alle loro famiglie).Insomma ricordiamoci che siamo sempre in Italia, paese di sole di mare e di "furbi".
    • Anonimo scrive:
      Re: Io tremo, quando leggo ste cose.
      E di ladri.
      • Rex1997 scrive:
        Re: Io tremo, quando leggo ste cose.
        - Scritto da: Anonimo
        E di ladri.Veramente in questo caso trattasi di "finanza creativa" :| :(
    • Anonimo scrive:
      Re: Io tremo, quando leggo ste cose.
      - Scritto da: Anonimo
      Proprio stasera parlavo con mio padre, di
      finanziamenti elargiti dallo Stato e di come ogni
      volta che c'è un finanziamento per incentivare o
      agevolare l'acquisto di qualcosa, questo qualcosa
      immancabilmente tende ad adeguare il suo prezzo a
      quello del finanziamento.
      Non so se ricordate la storia degli abonamenti
      ADSL Telecom che stranamente costavano tanto
      quanto lo Stato finanziava per la diffusione
      dell'ADSL.
      O se avete fatto caso ai costi dei decoder DTT
      che salgono e scendono in funzione della presenza
      o meno di ulteriori fondi destinati alla
      diffusione del medesimo.
      Ecco non vorrei che con sta storia degli SMS, si
      arrivasse a pagare comunque di più gli SMS (ok un
      centesimo in più o in meno non sconvolge la vita,
      almeno a chi come me, manda la maggior parte dei
      suoi 5 SMS mensili, tramite internet), e a dover
      pagare poi comunque di più anche i libri che
      stranamente adeguerebbero i loro prezzi per poter
      assorbire interamente (o anche di più se
      possibile) l'entità del finanziamento destinato
      agli studenti (o meglio alle loro famiglie).
      Insomma ricordiamoci che siamo sempre in Italia,
      paese di sole di mare e di "furbi".Il pensiero e' piu' che lecito e fa anche paura. Finche' coperti da incentivi, a te non costano "nulla" (si fa per dire), ma un domani che non esistera' piu' l'incentivo, i prezzi scenderanno? Secondo me no, rimarranno attestati sulla cifra esorbitante.Per il primo caso, quello di TelecomItalia. Beh che dirti, era a quasi totale partecipazione statale.Per il secondo hai perfettamente ragione, ma almeni li i prezzi oscillavano (il che prevede andare in alto e in basso a fasi alternate). Io temo che per i libri essendo un bene necessario, si tenda ad andare solo in alto.IMHO
  • Anonimo scrive:
    Io sono daccordo BASTA CHE
    ...CHE poi questi soldi vengano davvero spesi per dare i libri gratis agli studenti. L'istruzione è troppo importante, e sinceramente 1cent in più in cambio di un libro mi sembra un ottimo affare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Io sono daccordo BASTA CHE
      - Scritto da: Anonimo
      ...CHE poi questi soldi vengano davvero spesi per
      dare i libri gratis agli studenti. L'istruzione è
      troppo importante, e sinceramente 1cent in più in
      cambio di un libro mi sembra un ottimo affare.Non ti accorgi che con questa scusa stanno abolendo la progressività delle tasse facendo gli interessi dei ricchi e di chi ha grosse rendite aumentando a tutti i servizzi?Se c'è la volontà politica di dare i libri gratis basta aumentare di pochissimo le tasse...magari a chi guadagna 20 mila euro l'anno ci sarà un ritocco di irpef di 2 euro ma per chi ne guadagna molti di più il ritocco sarà giustamente maggiore.yuptostPS personalmente non ho il cellulare percui se vi aumentassero le tariffe per offrire servizi alla comunità io ne sarei comunque avvantagiato... ma le tasse sono una cosa seria ed è meglio pagarle tutti in maniera diretta
    • Anonimo scrive:
      Re: Io sono daccordo BASTA CHE
      - Scritto da: Anonimo
      ...CHE poi questi soldi vengano davvero spesi per
      dare i libri gratis agli studenti. L'istruzione è
      troppo importante, e sinceramente 1cent in più in
      cambio di un libro mi sembra un ottimo affare.forse a te non è chiaro il fatto che con un guadagno del 97% chi vanno a tassare ??? ma i consumatori ovvio....voglio parlare delle tasse della SIAE e di tantissime altre tasse che colpiscono gli italiani ???l'italia è uno dei paesi + tassati d'europa !!!certo chi sta al governo toglie una tassa e ne mette altre 10 ma tanto sto gioco deve finire....
    • Anonimo scrive:
      Re: Io sono daccordo BASTA CHE
      - Scritto da: Anonimo
      ...CHE poi questi soldi vengano davvero spesi per
      dare i libri gratis agli studenti. L'istruzione è
      troppo importante, e sinceramente 1cent in più in
      cambio di un libro mi sembra un ottimo affare.si ma che arrivino alle scuole pubbliche.ora come ora nel nostro istituto siamo in una situazione mica da ridere.
    • Anonimo scrive:
      Re: Io sono daccordo BASTA CHE
      Bravo il genio !!!!!Chi è che manda tanti sms in Italia?Penso proprio i ragazzi... qundi prima gli prendono i soldi e poi li restituiscono, dicendo che servono per comperare i libri. Incredible!!
    • Paul Atreides scrive:
      Re: Io sono daccordo BASTA CHE
      - Scritto da: Anonimo
      ...CHE poi questi soldi vengano davvero spesi per
      dare i libri gratis agli studenti. L'istruzione è
      troppo importante, e sinceramente 1cent in più in
      cambio di un libro mi sembra un ottimo affare.Di tasse ne paghiamo già troppe.Ci mancava solo quella sugli sms, siamo al delirio!!Basterebbe imporre prezzi molto più bassi per i libri di testo ( lo sanno tutti che le case editrici ci marciano ) e saremmo a posto.
  • Anonimo scrive:
    Invece di chiederci altri soldi....
    Che se li prendessero eliminando gli sprechi....Ma se non ci fossero gli SMS da tassare come farebbero poveretti......
  • Anonimo scrive:
    L'Italia è un paese con forte evasione
    Questo tipo di tasse colpiscono tutti e non possono essere evase.Sinceramente a me più che la tassa dà fastidio che questi facciano pagare carissimo un servizio che a loro non costa niente. Preferirei pagare lo stesso di adesso, ma sapere che il 90% va in tasse e non agli avidi operatori.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'Italia è un paese con forte evasio
      Perfettamente d'accordo.L'idea di far pagare 1 cent in più a messaggio non mi spaventa di certo. L'idea che il 97% del costo del messaggio finisca nelle tasche degli operatori mi fa molto incazzare.A Tronchetti Provera dovrebbero fargli abbassare la cresta. Le comunicazioni hanno un valore sociale, quindi non vedrei niente di male se lo Stato imponesse un prezzo massimo a messaggio e 1 cent di tassa per l'acquisto di libri.Quello che però non mi piace è che non si faccia niente per ridurre il costo dei libri di testo: un pò tutti uguali nelle varie riedizioni e con costi ingiustificabili. E' un pò il male dell'Italia, la mancaza di vera concorrenza.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'Italia è un paese con forte evasio
        - Scritto da: Anonimo
        Quello che però non mi piace è che non si faccia
        niente per ridurre il costo dei libri di testo:
        un pò tutti uguali nelle varie riedizioni e con
        costi ingiustificabili. E' un pò il male
        dell'Italia, la mancaza di vera concorrenza.Purtroppo però, non posso fare a meno di pensare che tra le tante cose Berlusconi è anche editore e non vedo come potrebbe mai legiferare contro i suoi interessi. Non c'è bisogno di fare esempi, vero?
        • Anonimo scrive:
          Re: L'Italia è un paese con forte evasio
          La concorrenza non c'era nemmeno prima di Berlusconi... vedere sempre il colpevole in Berlusconi vuol dire nascondere i veri colpevoli.
          • Anonimo scrive:
            Re: L'Italia è un paese con forte evasio
            - Scritto da: Anonimo
            La concorrenza non c'era nemmeno prima di
            Berlusconi... vedere sempre il colpevole in
            Berlusconi vuol dire nascondere i veri colpevoli.Vero, ma questo non giustifica la sua inqualificabile posizione sia di imprenditore/editore/e_tante_altre_belle_cose che di Presidente del Consiglio. Insomma è un'anomalia, e non è giustificabile col fatto che anche prima il panorama faceva schifo. Spero che l'obiettivo di tutti sia migliorare le condizioni di questo Paese e non ne di peggiorarle, ne di rassegnarsi al fatto che meglio di così non si può fare.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'Italia è un paese con forte evasio
        La smettiamo di chiedere "concorrenza" e poi chiedere a gran voce strumenti grossolani come il "prezzo massimo" per un prodotto(in questo caso sms)?Ma dove siamo ? In economia pianificata?Ci sono ben altri modi per favorire la concorrenza e far calare i prezzi.
        • Rex1997 scrive:
          Re: L'Italia è un paese con forte evasio
          - Scritto da: Anonimo
          La smettiamo di chiedere "concorrenza" e poi
          chiedere a gran voce strumenti grossolani come il
          "prezzo massimo" per un prodotto(in questo caso
          sms)?
          Ma dove siamo ? In economia pianificata?
          Ci sono ben altri modi per favorire la
          concorrenza e far calare i prezzi.Uno per tutti: se passa usare il telefonino solo per telefonare vocalmente per un anno solare?Sarebbe una forma di protesta mica male se oltre al cellulare ci fosse almeno un neurone acceso!==================================Modificato dall'autore il 25/10/2005 11.08.09
        • Anonimo scrive:
          Re: L'Italia è un paese con forte evasio
          - Scritto da: Anonimo
          La smettiamo di chiedere "concorrenza" e poi
          chiedere a gran voce strumenti grossolani come il
          "prezzo massimo" per un prodotto(in questo caso
          sms)?
          Ma dove siamo ? In economia pianificata?
          Ci sono ben altri modi per favorire la
          concorrenza e far calare i prezzi.Ti ricordo, caro il mio esperto di economia, che in qualsiasi paese "capitalista" quando qualcosa viene ritenuto di pubblico interesse allora può essere soggetto all'intervento dello stato. Succede in Inghilterra e negli Stati Uniti. Se si usasse il cervello invece di cercare una risposta buona per tutte le domende! Economia pianificata? L'hanno fatta Telecom e gli altri alzando i prezzi tutti insieme e tutti uguali! Concorrenza non vuol dire accettare tutto quello che viene dal mercato, significa che il consumatore decide. Ma se il consumatore non fa il suo dovere e prende per buono tutto quello che gli viene propinato... la concorrenza va a sultane! E' la gente che non si è sbattuta a cercare i prezzi più bassi che ha fatto aumentare i prezzi con l'entrata dell'euro. Tutti come somari si sono lamentati dei prezzi ma hanno continuato ad comprare dove compravano prima...L'economia di mercato funziona SOLO se il consumatore fa il suo dovere: scegliere. Se questo non avviene si ritorna alla situazione iniziale: mancanza di concorrenza. Ma cosa succede se le aziende si mettono daccordo per far raddoppiare i prezzi? Dovrebbero essere punite dallo Stato. Perchè non è successo?Eppoi ti ricordo che l'SMS non è un prodotto, caro il mio sapientone, è un servizio. Se non riesci a capire la differenza che passa peggio per te. L'economia per prodotti e servizi è differente. Certo, Telecom preferisce vederlo come prodotto perchè le conviene... ma tu? In questo caso è un servizio che ha una grossa importanza sociale (anche se nella loro mente i nostri deputati e senatori pensano che abbia importanza sociale solo mangiare, bere ed i loro interessi...), è fondamentale nel nostro tempo. Non c'è un altro modo di comunicare più economico: o comunichi alle loro condizioni o non comunichi. Pensi che urlando ti possano sentire dall'altra parte d'Italia? Secondo me in una socetà civile cultura e comunicazione dovrebbero essere difesi. Prendo atto che per te sono semplicemente "prodotti", nulla più.Il prezzo massimo sarebbe comunque una misura punitiva per chi ha fatto cartello. In questi casi interviene lo stato, nei paesi capitalisti (anche se oggi si chiamano ad economia di mercato). Non sempre l'intervento dello stato è negativo, a volte serve e nel modello liberista è previsto ed a volte è indispensabile.Non mi dire che pensi che o è tutto pianificato o è tutto lasciato in mano alle aziende?! Cosa hai, un cervello buleano? Secondo te o si vive in uno stato di polizia o la polizia non deve esserci? O sei un ciccione o muori di fame?Ti ricordo, caro il mio sapientone, che il settore delle telecomunicazioni è in uno stato di monopolio, non di concorrenza. L'economia di mercato funziona finchè c'è concorrenza. Il passato governo (sinistra per chi si lamenta sempre) quando ha privatizzato la Telecom ha ben pensato di lasciarle comunque il monopolio... Telecom stà con Tim... Telecom sfrutta la posizione dominante per internet... ma essendo immanicata con destra e sinistra viene punita una volta su dieci. E punta tutto su gente come te, gente che ideologicamente difende le aziende a priori. Torna a scuola va! Per essere liberi è indispensabile usare il cervello.I consumatori devono fare il oro dovere: scegliere. Se questo non viene reso possibile grazie ad accordi sottobanco è giusto che intervenga lo stato. Non è difficile da capire.
  • Anonimo scrive:
    Questa è proprio bella!
    Abbiamo le tariffe più alte d' Europa e gli stipendi più bassi d'Europa, finanziateli voi politici i libri, che avete gli stipendi più alti d' Europa!Siete proprio come le sinistre: sapete solo mettere tasse!
    • Anonimo scrive:
      Re: Questa è proprio bella!
      si si critica le sinistre ... intanto sta bella idea ce l'hanno avuta i campioni di AN !
    • Anonimo scrive:
      Re: Questa è proprio bella!
      - Scritto da: Anonimo
      Abbiamo le tariffe più alte d' Europa e gli
      stipendi più bassi d'Europa, finanziateli voi
      politici i libri, che avete gli stipendi più alti
      d' Europa!
      Siete proprio come le sinistre: sapete solo
      mettere tasse!Gia', come quella sulla salute che tanto desto' scandalo a destra (80.000 lire se ricordo bene) ma che servi' a farci entrare in Europa e fu poi rimborsata.Oppure come gli aumenti sulle sigarette e sulla benzina, effettuati quando allo stato occorreva fare cassa veloce e sicura, fiore all'occhiello della destra nei discorsi in cui spiegava quanto fossero stati incapaci e tiranni i precedenti governi, sempre pronti a tassare i contribuenti e mai a risolvere i problemi dell'economia in modo serio.Che dire? Oggi con la destra al governo gli aumenti sulle sigarette non vengono neppure trattati nei telegiornali (le Lecciso , Albano, l'isola, le talpe evidentemente tirano molto di piu'), ce li comunica direttamente il tabaccaio al momento dell'acquisto, l'aumento giornaliero del costo della benzina non fa ugualmente notizia ma in compenso siamo sull'orlo del fallimento.
      • Anonimo scrive:
        Re: Questa è proprio bella!
        Beh, cogli l'occasione per smettere di fumare :)... o almeno passare a tabacco e cartine !Saluti,Piwi
  • Anonimo scrive:
    Mi sembra giusto...
    ... di questi tempi, tassare un servizio non necessario, anzi, il più delle volte abusato. Tassare il superfluo in favore dell'indispensabile mi trova d'accordo e non tassare gli sms per un fine simile mi sembra tanto scandaloso quanto distribuire soldi a pioggia per il DTT.La tassazione risulterebbe alla fin fine puramente simbolica e l'impatto sull'opinione pubblica che essa avrebbe credo che abbia carattere più emotivo che razionale. Si scrivono tante vaccate via sms, foraggiando scandalosamente gli operatori di mobile... almeno queste "inutilità" (il più delle volte) potrebbero finalmente avere un senso, se davvero gli introiti di questa tassa dovessero trasformarsi nel diritto di avere libri di testo senza esborsi (un elemento minimo di civiltà e di attenzione).Ciao.
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi sembra giusto...
      ...e tu ci credi ancora che i soldi delle tasse siano usati per finanziare scuola, sanità ...ecc...ecc..???Sbaglio o quei danari finora sono serviti per tagliare le tasse ai ricchi???!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Mi sembra giusto...

        Sbaglio o quei danari finora sono serviti per
        tagliare le tasse ai ricchi???!!!!Sbagli.
        • Anonimo scrive:
          Re: Mi sembra giusto...
          infatti sono serviti per tagliare le tasse anche alle aziende (che potrebbe essere anche una strada) ma senza vincoli sul loro impatto sociale, per finanziare l'inizio di grandi opere la cui priorità é opinabile rispetto a molte altre meno appariscenti e meno appetitose per gli appalti, per assegnare consulenze e incarichi ad amici degli amici in maniera più pesante di quanto già si faceva e non era poco (di circa il 15% a livello ministeriale secondo la corte dei conti rispetto al 2000), per dare contributi alle scuole private e sgravi ici alle attività confessionali (che potrebbe essere anche legittimo) ma pure se commerciali ecc.l'ultima trovata é lo storno ai comuni del 50% dei proventi da autoveloxora anche gli sms...e vai con meno tasse per tutti !

          Sbaglio o quei danari finora sono serviti per

          tagliare le tasse ai ricchi???!!!!

          Sbagli.
      • Anonimo scrive:
        Re: Mi sembra giusto...

        ...e tu ci credi ancora che i soldi delle tasse
        siano usati per finanziare scuola, sanità
        ...ecc...ecc..???

        Sbaglio o quei danari finora sono serviti per
        tagliare le tasse ai ricchi???!!!!Sbagli. O sei in malafede, o sei uno dei tanti che si è bevuta la propaganda mediatica della sinistra. Ricordati che la no-tax area è stata ampliata tantissimo per le fasce di reddito basse. La riduzione delle tasse, perciò, ha toccato tutti, dalle fasce più deboli a quelle alte, ed in maniera giustamente proporzionale (più riduzione ai bassi redditi, meno riduzione a quelli alti).È ora di finirla con queste menzogne, se si vuole sparare a zero contro il governo ci sono molti fatti più concreti, senza doversi inventare nulla.
        • Anonimo scrive:
          Re: Mi sembra giusto...
          - Scritto da: Anonimo

          ...e tu ci credi ancora che i soldi delle tasse

          siano usati per finanziare scuola, sanità

          ...ecc...ecc..???



          Sbaglio o quei danari finora sono serviti per

          tagliare le tasse ai ricchi???!!!!

          Sbagli. O sei in malafede, o sei uno dei tanti
          che si è bevuta la propaganda mediatica della
          sinistra. Ricordati che la no-tax area è stata
          ampliata tantissimo per le fasce di reddito
          basse. La riduzione delle tasse, perciò, ha
          toccato tutti, dalle fasce più deboli a quelle
          alte, ed in maniera giustamente proporzionale
          (più riduzione ai bassi redditi, meno riduzione a
          quelli alti).

          È ora di finirla con queste menzogne, se si vuole
          sparare a zero contro il governo ci sono molti
          fatti più concreti, senza doversi inventare
          nulla....e poi c'era la marmotta che incartava la cioccolata...Fatti disintossicare, perchè la propaganda ti ha preso al cervello. Forse sei ancora in tempo.
        • Rex1997 scrive:
          Re: Mi sembra giusto...
          - Scritto da: Anonimo

          ...e tu ci credi ancora che i soldi delle tasse

          siano usati per finanziare scuola, sanità

          ...ecc...ecc..???



          Sbaglio o quei danari finora sono serviti per

          tagliare le tasse ai ricchi???!!!!

          Sbagli. O sei in malafede, o sei uno dei tanti
          che si è bevuta la propaganda mediatica della
          sinistra. Ricordati che la no-tax area è stata
          ampliata tantissimo per le fasce di reddito
          basse. La riduzione delle tasse, perciò, ha
          toccato tutti, dalle fasce più deboli a quelle
          alte, ed in maniera giustamente proporzionale
          (più riduzione ai bassi redditi, meno riduzione a
          quelli alti).

          È ora di finirla con queste menzogne, se si vuole
          sparare a zero contro il governo ci sono molti
          fatti più concreti, senza doversi inventare
          nulla.Personalmente lavoro nel campo e ti posso assicurare che dati alla mano, la no-tax area ha lasciato invariato il reddito, o leggermente diminuito, rispetto al precedente sistema per chi percepisce al massimo circa 15.000 Euro lordi all'anno. Da li in poi a guadagnarci sono quelli con stipendi tra 60.00Euro lordi annui in poi che pagano meno tasse di prima, grazie al cambio delle aliquote...ed alla sparizione della fascia al 18%Quelli che sono nel mezzo...uccelli per diabetici!Una mega-perla per tutte, per chi non lo sapesse: chi ha percepito il TFR prima della riforma ha pagato MENO tasse, a parità di importo, rispetto a chi l'ha percepito dopo grazie al fatto che è sparita la fascia del 18% ed è tutto al 23%.Complimenti davvero una valanga di equità...==================================Modificato dall'autore il 25/10/2005 10.49.51
        • Anonimo scrive:
          Re: Mi sembra giusto...
          un piccolo aspetto da considerare: ampliare un po' l'area di esenzione fiscale e dare 4 palanche ai pensionati più a rischio povertà facendogli pagare di più servizi che prima erano calmierati, al di là di come si chiamano i prelievi ai cittadini, vuol dire diminuire il potere d'acquisto e quindi la qualità della vita. questo molti lo sperimentano giorno per giorno e non credo la loro percezione sia dovuta alla propaganda antigovernativa, direi anzi che questo sentimento viene attenuato da una propaganda che cerca di attribuire questa situazione all'euro (senza spiegare perchè gli altri paesi europei non ne risentono in egual misura), all' 11/9/2001 (idem) ad un presunto buco pregresso sbandierato in patria ma negato in sede europea dopo allarmata convocazione (leggiti i giornali del 2001), all'immigrazione, alla cina eccinoltre il minor gettito fiscale da megaredditi rispetto alle aliquote precedenti é indicato in finanziaria, una fonte che credo tu ritenga attendibilee se qualcuno di noi ha un'opinione diversa scusaci, non tutti sono equilibrati, in buona fede e astemi dalle propagande quali che siano come te e perciò poco disposti ad accogliere di buon grado questa nuova tassa

          ...e tu ci credi ancora che i soldi delle tasse

          siano usati per finanziare scuola, sanità

          ...ecc...ecc..???



          Sbaglio o quei danari finora sono serviti per

          tagliare le tasse ai ricchi???!!!!

          Sbagli. O sei in malafede, o sei uno dei tanti
          che si è bevuta la propaganda mediatica della
          sinistra. Ricordati che la no-tax area è stata
          ampliata tantissimo per le fasce di reddito
          basse. La riduzione delle tasse, perciò, ha
          toccato tutti, dalle fasce più deboli a quelle
          alte, ed in maniera giustamente proporzionale
          (più riduzione ai bassi redditi, meno riduzione a
          quelli alti).

          È ora di finirla con queste menzogne, se si vuole
          sparare a zero contro il governo ci sono molti
          fatti più concreti, senza doversi inventare
          nulla.
        • Anonimo scrive:
          Re: Mi sembra giusto...
          - Scritto da: Anonimo

          ...e tu ci credi ancora che i soldi delle tasse

          siano usati per finanziare scuola, sanità

          ...ecc...ecc..???



          Sbaglio o quei danari finora sono serviti per

          tagliare le tasse ai ricchi???!!!!

          Sbagli. O sei in malafede, o sei uno dei tanti
          che si è bevuta la propaganda mediatica della
          sinistra. Ricordati che la no-tax area è stata
          ampliata tantissimo per le fasce di reddito
          basse. La riduzione delle tasse, perciò, ha
          toccato tutti, dalle fasce più deboli a quelle
          alte, ed in maniera giustamente proporzionale
          (più riduzione ai bassi redditi, meno riduzione a
          quelli alti).

          È ora di finirla con queste menzogne, se si vuole
          sparare a zero contro il governo ci sono molti
          fatti più concreti, senza doversi inventare
          nulla.Ma quali invenzioni? E' vero, ci sono fatti ancora piu' concreti ma la risposta che date e' sempre la stessa: "non e' vero nulla, e' la solita propaganda mediatica della sinistra, le bugie dei comunisti... ecc... ecc."Con voi bisogna proprio arrendersi, anche davanti all'evidenza trovate giustificazioni assurde.Una domanda: ma se le stesse cose le avesse fatte o dette una persona diversa dal vostro "Mito" come vi sareste comportati?
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi sembra giusto...
      - Scritto da: Anonimo
      ... di questi tempi, tassare un servizio non
      necessario, anzi, il più delle volte abusato.
      Tassare il superfluo in favore
      dell'indispensabile mi trova d'accordo e non
      tassare gli sms per un fine simile mi sembra
      tanto scandaloso quanto distribuire soldi a
      pioggia per il DTT.
      La tassazione risulterebbe alla fin fine
      puramente simbolica e l'impatto sull'opinione
      pubblica che essa avrebbe credo che abbia
      carattere più emotivo che razionale. Si scrivono
      tante vaccate via sms, No dico... es se uno volesse usare gli sms per risparmiare un po' sulle telefonate?Perche' in certe situazioni e' piu' discreto di una telefonata voce?Non si puo' perche' l' SMS, pur costando all' operatore meno delle telefonate, e' una moda, quindi ci deve ricaricare di piu' altrimenti manca il business, poi va tassata perche' e' superfluo...Mah....
      • Anonimo scrive:
        Macché risparmio!!!
        - Scritto da: Anonimo
        No dico... es se uno volesse usare gli sms per
        risparmiare un po' sulle telefonate?Cos'è, una barzelletta? A 15 centesimi a SMS, con almeno due passaggi (sms, risposta, sms, risposta) si sono già pagati, in due, 4 SMS per 60 centesimi e si sono spediti meno di 1000 caratteri in totale!!! Ora, con 60 centesimi con alcune tariffe (certo, non se state con TIM e le sue tribù...) parli alcuni minuti!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi sembra giusto...
      Sono concorde su tutto, tranne su questo: quanto distribuire soldi a
      pioggia per il DTT.Sono favorevole al DTT, sono favorevole con gli incentivi (altrimenti ora che si sviluppa arriva il 2100) e capisco poco tutte le critiche che attira (evitatemi la solfa del fatto che Mediaset ci guadagna, per carità!).Se qualcuno ha un cellulare ed una SIM, può permettersi di pagare 1 cent al messaggio in più senza il minimo problema. Tronchetti si lamenta perchè per la prossima Chritmas Card dovrà pagare più tasse... poverino ma come arriverà a fine mese?Vedo di buon occhio il fatto che si cominci a considerare il prezzo degli SMS tassabile, vuol dire che qualcuno di lor signori ha posato gli occhi su questa mirabolante tecnologia del futuro... forse trà un pò cominceranno a chiedersi se è etico avere dei margini del 97%...
      • Anonimo scrive:
        Re: Mi sembra giusto...
        [..]
        Vedo di buon occhio il fatto che si cominci a
        considerare il prezzo degli SMS tassabile, vuol
        dire che qualcuno di lor signori ha posato gli
        occhi su questa mirabolante tecnologia del
        futuro... forse trà un pò cominceranno a
        chiedersi se è etico avere dei margini del 97%...E "tra un po'" + x si avranno ancora sms con margini del 97% + tassa.Quindi -
        chi li invia paga di piu` (tanto e` solo un centesimo...) e chi ci lucra sopra continuera` a farlo come prima se non di piu`W l'Italia
        • Anonimo scrive:
          Re: Mi sembra giusto...

          W l'ItaliaI soliti luoghi comuni... che barbosi che siete...
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra giusto...
            - Scritto da: Anonimo

            W l'Italia

            I soliti luoghi comuni... che barbosi che siete...Piove, governo ladro
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi sembra giusto...
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo


            W l'Italia



            I soliti luoghi comuni... che barbosi che
            siete...

            Piove, governo ladroPiove Governo Berlusconi
      • Anonimo scrive:
        Re: Mi sembra giusto...
        allora perché se qualcuno fa miliardi con un'attività produttiva non può permettersi di pagarne una quota di tasse senza problema ? conosci la differenza tra CONSUMO (che per quanto non vitale nel caso degli sms non é certo di lusso !) e GUADAGNO ?non ti viene il dubbio che tassare chi spende e sgravare chi guadagna non sia una politica fiscale corretta ?immagini quanto strepito sulla stampa per l'ostacolo alle vendite se qualcuno si permettesse di tassare del triplo auto tipo ferrari, yachts e megaville in quanto beni di lusso ?e se qualcuno ha il figlio che va a una scuola privata, può permettersi senza problema di pagare una tassa per quella pubblica senza pretenderne il ritorno come contributo, così non c'é bisogno di rastrellare soldi per la scuola con questi mezzucci, no ?hai poi pensato alle attività di pubblicità (invasive) e avvisi (questi utili) via sms per cui 1 eurocent é comunque significativo data la quantità ?
        Se qualcuno ha un cellulare ed una SIM, può
        permettersi di pagare 1 cent al messaggio in più
        senza il minimo problema.
      • Anonimo scrive:
        Re: Mi sembra giusto...
        - Scritto da: Anonimo
        Sono favorevole al DTT, sono favorevole con gli
        incentivi (altrimenti ora che si sviluppa arriva
        il 2100) e capisco poco tutte le critiche che
        attira (evitatemi la solfa del fatto che Mediaset
        ci guadagna, per carità!).vabbe allora che parliamo a fare?Avanti il prossimo suddito di Berlusconi...
      • Rex1997 scrive:
        Re: Mi sembra giusto...
        - Scritto da: Anonimo

        Sono concorde su tutto, tranne su questo:

        quanto distribuire soldi a

        pioggia per il DTT.

        Sono favorevole al DTT, sono favorevole con gli
        incentivi (altrimenti ora che si sviluppa arriva
        il 2100) e capisco poco tutte le critiche che
        attira (evitatemi la solfa del fatto che Mediaset
        ci guadagna, per carità!).Certo, certo, converrai però che se in Germania lo stesso apparecchio (cambia solo il numero di serie costruttiva...) costa 30Euro ed in Italia viene venduto a 0E con 75 Euro di contributo statale qualcosa non quadra...almeno dovrebbero dare i 45Euro a me, non al costruttore.... :@

        Se qualcuno ha un cellulare ed una SIM, può
        permettersi di pagare 1 cent al messaggio in più
        senza il minimo problema. Tronchetti si lamenta
        perchè per la prossima Chritmas Card dovrà pagare
        più tasse... poverino ma come arriverà a fine
        mese?

        Vedo di buon occhio il fatto che si cominci a
        considerare il prezzo degli SMS tassabile, vuol
        dire che qualcuno di lor signori ha posato gli
        occhi su questa mirabolante tecnologia del
        futuro... forse trà un pò cominceranno a
        chiedersi se è etico avere dei margini del 97%...Chiedersi se sia lecito comprare una azienda facendo compravendita dei passivi, no?==================================Modificato dall'autore il 25/10/2005 11.09.01
    • gerry scrive:
      Re: Mi sembra giusto...
      - Scritto da: Anonimo
      ... di questi tempi, tassare un servizio non
      necessario, anzi, il più delle volte abusato.
      Tassare il superfluo in favore
      dell'indispensabile mi trova d'accordo e non
      tassare gli sms per un fine simile mi sembra
      tanto scandaloso quanto distribuire soldi a
      pioggia per il DTT.Ok, ma non andare in TV a dire "abbiamo abbassato le tasse".Sii sincero, vai in TV e dici "abbiamo spostato le tasse in modo da renderle (secondo noi) più eque". Altrimenti fai della demagogia.
      • Anonimo scrive:
        Re: Mi sembra giusto...
        L'abbassare le tasse è una palla e lo sappiamo tutti, ma non erano le palle governative il tema del thread e non era su questo che volevo portare l'attenzione nel mio post originale.- Scritto da: gerry


        - Scritto da: Anonimo

        ... di questi tempi, tassare un servizio non

        necessario, anzi, il più delle volte abusato.

        Tassare il superfluo in favore

        dell'indispensabile mi trova d'accordo e non

        tassare gli sms per un fine simile mi sembra

        tanto scandaloso quanto distribuire soldi a

        pioggia per il DTT.

        Ok, ma non andare in TV a dire "abbiamo abbassato
        le tasse".
        Sii sincero, vai in TV e dici "abbiamo spostato
        le tasse in modo da renderle (secondo noi) più
        eque".
        Altrimenti fai della demagogia.
  • Anonimo scrive:
    Ah la meravigliosa "finanza creativa"!
    Ah la mirabile "finanza creativa"!Mi meraviglio non sia direttamente una proposta di Tremonti ma la "scuola" è quella .... degni allievi del sublime maestro!Potevano tassare qualcosa banale come le rendite finanziarie... no!!! banale!!! non è artistico, non è creativo!!! Oggi nel mondo devi essere creativo per sfondare dei essere "in".E quale miglior occasione se non tassare gli sms che schizzano a milioni tra i giovani d'oggi.Che colpo di genio! Che eccelso acume!
  • Anonimo scrive:
    E che si pretendeva??
    E' meglio tassare un servizio usato dal popolino che non le rendite finanziarie con cui il PDC fa i miliardi.
    • Anonimo scrive:
      Re: E che si pretendeva??
      Non conosco dati certi ma da come la vedo io con un centesimo a sms di questa ladra i 300 milioni se li fanno in un paio di settimane....Quando ci sarà la christmas card o roba simile pretenderebbero anche lìi 1 cent a sms? (spero di no)Meno tasse eh? Non che sia contrario alle tasse in se' ma almeno non bullarsi di abbassare le tasse quando poi si inventano corbellerie simili....
    • Anonimo scrive:
      Re: E che si pretendeva??
      Mamma, che fantasia... ancora a parlare del PDC? Che balle! Cos'è, un'ossessione?! Qualcosa di più complesso non riesci ad esprimerlo? Ma quante volte al giorno pensi a Berlusconi? Non è che ne sei sotto sotto innamorato?
      • Anonimo scrive:
        Re: E che si pretendeva??
        - Scritto da: Anonimo
        Mamma, che fantasia... ancora a parlare del PDC?
        Che balle! Cos'è, un'ossessione?! Qualcosa di più
        complesso non riesci ad esprimerlo? Ma quante
        volte al giorno pensi a Berlusconi? Non è che ne
        sei sotto sotto innamorato?Lui no, tu sicuramente come minimo ne sei infatuato. Per noi effettivamente e' qualcosa che si avvicina all'incubo, un incubo lungo non una notte ma anni ...pero' prima o poi passera'.
        • Anonimo scrive:
          Re: E che si pretendeva??

          Lui no, tu sicuramente come minimo ne sei
          infatuato. Per noi effettivamente e' qualcosa che
          si avvicina all'incubo, un incubo lungo non una
          notte ma anni ...pero' prima o poi passera'.1) Non sono gay.2) Se dovesse perdere le elezioni prima fareste festa... poi sareste in cerca di una ragione per vivere...se fosse così facile risolvere i problemi di un paese! Guardate che in realtà lui non è poi così importante. E' una montatura per attirare qualche elettore esaltato. Siete voi che lo demonizzate che lo rendete più forte di quel che è. Combattete le sue idee se non la pensate come lui, non la sua persona! Lo state rendendo una vittima. Adesso che in tv torna Santoro ha la possibilità di rivincere le elezioni.
  • Anonimo scrive:
    300.000.000 E
    "300 milioni di euro che saranno spesi per l'acquisto dei libri di testo da offrire gratuitamente agli studenti under16"Con una piccolissima frazione di questa cifra si potrebbero far scrivere da capo dei libri di testo da distribuire liberamente su internet, non solo per gli under16, ma fino alla fine delle scuole superiori.Inoltre potrebbero venir facilmente aggiornati gli anni successivi.Insomma, una soluzione definitiva e non per una sola generazione.
    • Anonimo scrive:
      Re: 300.000.000 E
      - Scritto da: Anonimo
      "300 milioni di euro che saranno spesi per
      l'acquisto dei libri di testo da offrire
      gratuitamente agli studenti under16"
      Con una piccolissima frazione di questa cifra si
      potrebbero far scrivere da capo dei libri di
      testo da distribuire liberamente su internet, Si poi i soldi per la stampa ce li metti te?
      • Anonimo scrive:
        Re: 300.000.000 E

        Si poi i soldi per la stampa ce li metti te?Lui di certo non potrà metterceli... però questo dovrebbe far riflettere che forse è arrivato il momento di trovare un diverso supporto per i testi scolastici... nel 2005 spendiamo la gran parte del prezzo dei i testi per la stampa su carta e la distribuzione.
        • Anonimo scrive:
          Re: 300.000.000 E
          - Scritto da: Anonimo


          Si poi i soldi per la stampa ce li metti te?

          Lui di certo non potrà metterceli... però questo
          dovrebbe far riflettere che forse è arrivato il
          momento di trovare un diverso supporto per i
          testi scolastici... nel 2005 spendiamo la gran
          parte del prezzo dei i testi per la stampa su
          carta e la distribuzione.Ma voi lo sapete quanto costa davvero la stampa di grandi dimensioni?Vi posso dire solo che ho dovuto stampare 2000 cataloghi, dimensioni 21x26 cm, 224 pagine di cui 32 a 4 colori più copertina a 4 colori... Un libro vero e proprio...Sapete quanto ho pagato la stampa? 10000 (diecimila) euro + IVA, cioè 12.000, che divisi 2000 fanno 6 euro a libro.Adesso, se ne avessi stampato 100.000 pezzi, il preventivo era di 3 euro a libro, per 500.000 il preventivo era di 1,35 a libro...Fatevi i conti sui libri scolastici... facciamo che costino alla stampa 5 volte tanto, va'... sarebbero 6,75 euro di stampa (forse sono troppi); comunque, molto meno dei 40-60 euro che costano...
      • Anonimo scrive:
        Re: 300.000.000 E
        - Scritto da: Anonimo
        Si poi i soldi per la stampa ce li metti te?Purgata dei diritti d'autore, il prezzo della stampa in una qualsiasi fotocopisteria, come minimo si dimezza: a 5 centesimi a pagina, un libro di 200 pagine viene 10 euro, più 3 euro di rilegatura sono 13 euro.Quanto costa, invece, un libro di testo ora?
        • Anonimo scrive:
          Re: 300.000.000 E

          Purgata dei diritti d'autoreChe mentalità da centro sociale... i diritti d'autore, cioé lo stipendio, il pane, di chi scrive i libri di testo (che prende una percentuale intima del costo del libro), vanno addirittura "purgati"... Forse hai nostalgia anche delle "purghe staliniane"?È proprio vero, la gente di sinistra è il cancro della società...
          • Anonimo scrive:
            Re: 300.000.000 E
            - Scritto da: Anonimo
            Che mentalità da centro sociale... i diritti
            d'autore, cioé lo stipendio, il pane, di chi
            scrive i libri di testo (che prende una
            percentuale intima del costo del libro), vanno
            addirittura "purgati"... Forse hai nostalgia
            anche delle "purghe staliniane"?La mentalità ristretta ce l'hai tu, se appena pronunciano il verbo purgare tu pensi a Stalin.Per quanto riguarda il "pane" di chi scrive i libri, si tratta di insegnanti o professori che in questo modo guadagnano un extra sul loro normale stipendio, non cercano certo di fuggire la fame.Poi posso anche essere d'accordo con te che gli autori prendono una percentuale minima ed il resto va agli editori.E no, non mi tirare fuori la storia del "pane" degli editori e dei librai. Gli editori posso anche estinguersi come categoria, per quanto mi riguarda. I librai si possono attrezzare per stampare i libri di testo liberi, rilegarli, e venderli ai ragazzini al prezzo che ho detto sopra.
          • Anonimo scrive:
            Re: 300.000.000 E
            Un po' tutto il tuo intervento fa una certa pena, ma la fine... sei caduto in basso...Da far piu' pena dell'intervento stesso!

            Che mentalità da centro sociale... i diritti
            d'autore, cioé lo stipendio, il pane, di chi
            scrive i libri di testo (che prende una
            percentuale intima del costo del libro), vanno
            addirittura "purgati"... Forse hai nostalgia
            anche delle "purghe staliniane"?

            È proprio vero, la gente di sinistra è il cancro
            della società...
          • Anonimo scrive:
            Re: 300.000.000 E
            - Scritto da: Anonimo

            Purgata dei diritti d'autore

            Che mentalità da centro sociale... i diritti
            d'autore, cioé lo stipendio, il pane, di chi
            scrive i libri di testo (che prende una
            percentuale intima del costo del libro), vanno
            addirittura "purgati"... Forse hai nostalgia
            anche delle "purghe staliniane"?

            È proprio vero, la gente di sinistra è il cancro
            della società...ad una persona come te mi verrebbe da augurare altri 10 anni di governo berlusconi... peccato che debba piangermelo anche io...sei proprio un povero c......g....one...
          • Anonimo scrive:
            Re: 300.000.000 E
            Il tuo intervento proprio non mi è piaciuto. I "diritti" d'autore di un libro di scuola cosa difendono? La riscrittura dei soliti stessi pensieri? L'impaginazione diversa? In un libro di storia cosa va difeso? La storia cambia ogni anno?! 19/20esimi dei contenuti di un libro sono sempre gli stessi. La proprietà dei contenuti rimane della casa editrice che paga qualcuno che riscriva i testi e tu vieni a difendere il "diritto" d'autore descrivendo chi riscrive le solite cose come povera gente che deve portare il pane a casa???Se un lavoro non è redditizio lo si cambia. Il mondo funziona così. Il loro lavoro è inutile. Chi è il comunista? Tu! Secondo te, se non fosse redditizio lo scrivere i libri, morirebbero di fame o cambierebbero lavoro? Non è giusto giustificare l'inefficenza facendola pagare a tutti, per dar da mangiare a chi è inutile! Pagali tu quegli inutili scrittori (o RIscrittori)! Pagale tu le tonnellate di carta inutile. Pagale tu le spese di distribuzione (e sono molte considerato che pesano 10 Kg l'uno)... Comunista! Perchè non vai in un centro sociale? Dai, battiti per i diritti (soprusi verso gli altri lavoratori) dei poveri editori, scrittori ecc... come fanno alcuni sindacati per difendere gli sprechi facendoli poi pagare a tutti. Dai vai tu a dire ad una famiglia con 4 figli che devono rinunciare alle vacanze e fare rinunce perchè devono sfamare INUTILI piattole della socetà che altrimenti dovrebbero trovarsi un altro lavoro!Come avrai capito non sono di sinistra. Ma come un altro commento di uno di sinistra ti dico che sei un c.g.i.ne! E tu non sei di sinistra? Ti comporti come loro (non tutti, quelli esaltati), esageri, offendi e non fai un ragionamento sensato. Usa la logica. Come fai a difendere un lavoro inutile (spreco) per di più fatto pagare obbligatoriamente (ricatto) parlando delle difficoltà che altrimenti avrebbero gli autori? Ammettilo, tu sei di un centro sociale di destra!
            È proprio vero, la gente di sinistra è il cancro
            della società...No. E' la gente come te. Quelli disposti a chinarsi a novanta e a prenderlo nel qlo pur di leccare chi guadagna a discapito degli altri. La ricchezza la si può raggiungere in tanti modi, non obbligatoriamente sfruttando gli altri nascondendosi dietro a fantomatici "diritti" d'autore. Se uno scrive un libro tutto suo allora si. Ma se non fa un cazzo e obbliga le famiglie a sacrifici, beh, allora che sia sacrificato lui. Forse troverà un lavoro che gli darà delle soddisfazioni maggiori.
    • nattu_panno_dam scrive:
      Re: 300.000.000 E
      - Scritto da: Anonimo
      "300 milioni di euro che saranno spesi per
      l'acquisto dei libri di testo da offrire
      gratuitamente agli studenti under16"

      Con una piccolissima frazione di questa cifra si
      potrebbero far scrivere da capo dei libri di
      testo da distribuire liberamente su internet, non
      solo per gli under16, ma fino alla fine delle
      scuole superiori.
      Inoltre potrebbero venir facilmente aggiornati
      gli anni successivi.
      Insomma, una soluzione definitiva e non per una
      sola generazione.Non cè niente da fare, quando capiranno che fare incentivi ad imprese a cui appunto lo scopo è il lucro non ha nessun senso, sarà sempre troppo tardi.
  • Anonimo scrive:
    Bene non usiamo gli sms
    ma dai ohma ci prendono in giro?fanno dei casini leggi su leggi e ancora hanno bisogno di soldimi fate schifo
    • Anonimo scrive:
      Re: Bene non usiamo gli sms
      Non capisco le tue perplessità. Ti sei accorto che la "tassa" sarebbe di 1 cent a messaggio? 100 messaggi, solo 1 euro in più.Non mi dire che questa grande spesa ti spaventa! Se hai un cellulare puoi sicuramente permettertelo. Una volta che la destinazione dei soldi va per cose utili ci lamentiamo?Magari fosse sempre così! Non ci troveremmo con tasse alte necessarie per pagare gli stipendi di dipendenti pubblici inutili, assunti per amicizie varie! Quelle sono tasse che vorrei non pagare, mica un cent a messaggio per libri di testo!Le tasse sono cattive solo se sono troppe o se sono destinate male. Se fanno il bene della comunità non vedo come lamentarsi. In Italia il problema è che i soldi di tasse e imposte sono di solito destinati agli sprechi (vedi amministrazioni locali) e non ad opere di pubblica utilità.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene non usiamo gli sms
        - Scritto da: Anonimo
        Non capisco le tue perplessità. Ti sei accorto
        che la "tassa" sarebbe di 1 cent a messaggio? 100
        messaggi, solo 1 euro in più.

        Non mi dire che questa grande spesa ti spaventa!
        Se hai un cellulare puoi sicuramente
        permettertelo. Una volta che la destinazione dei
        soldi va per cose utili ci lamentiamo?

        Magari fosse sempre così! Non ci troveremmo con
        tasse alte necessarie per pagare gli stipendi di
        dipendenti pubblici inutili, assunti per amicizie
        varie! Quelle sono tasse che vorrei non pagare,
        mica un cent a messaggio per libri di testo!

        Le tasse sono cattive solo se sono troppe o se
        sono destinate male. Se fanno il bene della
        comunità non vedo come lamentarsi. In Italia il
        problema è che i soldi di tasse e imposte sono di
        solito destinati agli sprechi (vedi
        amministrazioni locali) e non ad opere di
        pubblica utilità.Le tasse sono cattive anche quando ce ne sono troppe già destinate male e se ne aggiunge anche solo un'altra magari anche piccola come quella paventata sugli SMS.Non sarebbe più semplice ridurre gli sprechi e recuperare quei soldi rastrellando dagli sprechi?Non era il motto di questo governo "ridurre gli sprechi"?Sia ben chiaro che per sprechi, non intendo quei soldi che bene o male servono a rendere un servizio al cittadino, come trasporti pubblici, asili nido, assistenza agli anziani, teatri, come invece pensa siano il nostro governo che ha ben pensato di ridurre gli sprechi tagliando i fondi ai comuni, ma per sprechi intendo, ad esempio, come si diceva in un altro post, i loro telefonini e tutte le spese che noi con i nostri soldi paghiamo a loro. Perché non iniziare a ridurre quegli sprechi? Ah, si vero, si sono ridotti lo stipendio, salvo poi far rientrare quei soldi, da un'altra voce della finanziaria (adesso non ricordo di preciso come e dove, ma spero qualcuno voglia contribuire colmando questa lacuna, altrimenti provvedo io domani con calma).Insomma, sarebbe ora, che la finissero di prenderci per i fondelli, e di pretendere anche che gli si dica "grazie"!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Bene non usiamo gli sms
          concordo con molte delle tue affermazioni ma io penso che comunque la tassa sugli sms sia sbagliata, consideriamo il caso tim tribù ad esempio, i messaggi costano 1 cent, e un altro cent di tassa? è troppo, o la faranno gravare sui carrier, i quali si cercheranno scuse per ritoccare le tariffe in seguito?comunque il caro libri anche è ingiustificato, passassero tutto in digitale ci sarebbero forti risparmi..e comunque credo che i libri debbano essere inclusi nel costo di iscrizione scolastica, poi toccherebbe alla scuola far la voce grossa con gli editori per gli acquisti per quantità..bandendo gare d'appalto magari
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene non usiamo gli sms
            Continuo a ritenere corretta la tassa di 1 cent, ma la tua proposta di far trattare le scuole con gli editori mi sembra molto buona. Una scuola che chiede la metà per i libri avrebbe molte iscrizioni in più, ci sarebbe più concorrenza salvaguardando comunque la qualità. Magari spendendo gli stessi soldi invece che per i testi (un pò tutti uguali) per insegnanti migliori (o in numero maggiore, il rapporto 1 insegnate-20 alunni è osceno ed inefficace), laboratori migliori, infrastrutture migliori, avremmo una scuola più moderna ed efficente.Per la digitalizzazione il punto chiave sono i computer: nelle aule solo i portatili sarebbero credibili (alunni nascosti dietro i monitor non ce li vedo bene!). Il costo è ancora troppo elevato. Tra pochi anni però le cose potrbbero cambiare. Con la digitalizzazione dei testi ci sarebbe molta più concorrenza, testi di qualità superiore (ipertesti, video, test automatici), prezzi più bassi, minor peso per i poveri studenti (portano cartelle che nemmeno i minatori portano) e introdurrebbe i computer già in giovane età. Se poi ci uniamo la possibilità di navigare in rete per fare ricerche... L'unico limite sono gli insegnati: siamo sicuri che sarebbero in grado di aggiornarsi? L'immagine che ho degli insegnati italiani non è molto buona.Tremonti aveva fatto un proposta per incominciare a portare gli ebook in classe... ma si era alzato un polverone bi partizan! Eppure credo che gli editori abbiano solo da guadagnare: con gli ebook si comprerebbero molti più libri perchè potrebbero avere gli stessi margini di guadagno con prezzi più bassi per l'utente finale. Ci sarebbe anche possiblità di innovare la cultura, date le caratteristiche delle nuove tecnologie. Solo le cartiere avrebbero da perderci... ma il progresso fa sempre delle vittime.
        • Anonimo scrive:
          Re: Bene non usiamo gli sms

          I sindacati servono per difendere gli interessi
          dei lavoratori, che rompano i coglioni a governo
          e grosse aziende mi pare una logica conseguenza
          ma non un male.
          AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHOddio, troppo simpatico!! Sto ancora ridendo!!!!!!Mi sembra di ricordarla questa battuta, chi era? Vito Catozzo che la disse?
          • jojob scrive:
            Re: Bene non usiamo gli sms
            - Scritto da: Anonimo


            I sindacati servono per difendere gli interessi

            dei lavoratori, che rompano i coglioni a governo

            e grosse aziende mi pare una logica conseguenza

            ma non un male.




            AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH

            Oddio, troppo simpatico!! Sto ancora ridendo!!!!!!

            Mi sembra di ricordarla questa battuta, chi era?
            Vito Catozzo che la disse?Veramente ho dimenticato di firmare ma non si trattava di una battuta.
        • Anonimo scrive:
          Re: Bene non usiamo gli sms
          La Francia non ha fatto la guerra (a dire il vero nemmeno noi!) non perchè è buona! Aveva enormi interessi nel pertolio iracheno nati da accordi molto poco chiari con Saddam in persona! Eppoi i suoi soldati era già impegnati in Costa d'Avorio (e hanno pure dovuto chiedere aiuto agli odiati americani perchè da soli non ce la facevano!). Se c'è in Europa uno stato che fa SOLO i suoi interessi, questo è la Francia! Inoltre in quel momento passava un brutto momento economico (come il nostro ora).Se è così buona la Francia, allora perchè non manda i suoi soldati in Iraq ora che lo chiede l'ONU? Ora chi c'è sta li per garantire un minimo di garanzie alla popolazione civile. Quelli si muovono solo per interesse! Ora sembra che Berlusconi e Chirac abbiano fatto pace... chissà cosa vorrà guadagnarci la Francia...Gran bel governo (non voglio mischiare i cittadini con il governo). Fare finta di essere "buoni" ma fare solo quello che conviene. Non che gli altri paesi siano tanto meglio, ma almeno le manfrine buoniste le evitano.
        • Anonimo scrive:
          Re: Bene non usiamo gli sms

          I sindacati servono per difendere gli interessi
          dei lavoratori, che rompano i coglioni a governo
          e grosse aziende mi pare una logica conseguenza
          ma non un male.Solo se lo fanno con coscienza, non perchè conviene al sindacato, come succede oggi. I sindacati sono utili solo se fanno gli interessi dei lavoratori: non mi sembra che oggi accada questo. Oggi mi sembrano più interessati a farsi belli agli occhi del partito amico e a farsi pubblicità.


          Vedi, le amministrazioni locali sono le

          principali colpevoli dei conti visto che sono

          quelle che non fanno nulla per evitare gli

          sprechi (ogni anno in rosso). Ciampi si era già

          lamentato l'anno scorso.

          Ciampi ha detto un sacco di altre cose ma quelle
          non contano...Era solo per fare un esempio. Ciampi non mi dire che stà con Berlusconi! Eppure quella volta si è arrabbiato parecchio.


          Ora se gli tagli i fondi

          dicono che devono "per forza" chiudere gli

          asili... vedi ognuno taglia quello che reputa

          meno importante. Ogni amministrazione ha un
          sacco

          di "collaboratori" (amici) da mantenere, meglio

          se a caro prezzo. Regione Campania, Toscana,

          Umbria ecc... sono anni che hanno conti di merda

          e continuano a sperperare.

          Pensa anche ai conti della sanita' in Sicilia o
          al debito di regioni come la Sardegna decuplicato
          nel giro di 5 anni grazie alla giunta di
          centrodestra.Destra o sinistra non conta. Gli spreconi ci sono e vanno fatti sparire. Uno sprecone non è nè di destra nè di sinistra. E' un bastardo perchè spende per i suoi interessi soldi non suoi, per di più nostri!

          Ora se vogliono

          chiudere gli asili, facciano pure, ma si
          prendano

          le loro responsabilità, non le scarichino sul

          governo (che è imputabile di altre colpe).

          Facile dire e' imputabile di altre colpe, peccato
          che ogni volta rispondiate con la stessa frase e
          di colpe non ne ammettiate una che e' una.Non sono Berlusconi io! Non sono iscritto a nessun partito! Ora penso che lui sia il meno peggio... ma ribadisco ORA. Le mie idee stanno altrove. Mi adatto all'offarta che c'è oggi.

          E la regione Puglia? Vendola con una marea di

          "collaboratori" che prende e va in America per

          rappresentare la Puglia (pazzesco!), senza avere

          organizzato niente, senza avere chiamato
          nessuno,

          che sbaglia il luogo della festa, che fa gaffe a

          tutto spiano... bell'esempio di spese necessarie

          (parecchi milioni di euro). In più ci fanno fare

          una figura di merda. Sarebbero queste le spese

          necessarie?

          Da notare quanto bruci la vittoria in Puglia del
          centrosinistra.Sono lombardo. Se vincesse la sinistra non farei drammi se governasse bene. Se si fosse candidato Veronesi ti assicuro che avrei votato centro sinistra... ma Vendola! Andare all'estero a far fare figure a tutti e buttare via un sacco di soldi per farsi bello!

          Decine di milioni per finanziare

          spettacoli che nessuno vede (Cacciari), feste

          rock con disordini e sporcizie varie nelle
          piazze

          (Emilia) ecc... ti sembrano necessarie,

          indispensabili? O forse serve per ringraziare
          gli

          amici, i compagni?... Quelli che ci hanno
          aiutato

          in campagna elettorale alle regionali? Che

          chiudano gli asili, che vuoi che ti dica.

          Le feste in piazza e gli spettacoli si sono
          sempre fatte, la differenza e' che prima l'Italia
          non era messa cosi' male e per prima non intendo
          cento anni fa, intendo prima del 2001.Mi sembri tu un pò di parte...

          E continua a rimanere accecato dallo

          specchietto... allodola! Come il torero sventola

          il mantello per nascondere la spada, allo stesso

          modo lor sigori demonizzano Berlusconi per

          nascondere le loro magagne. Ti ricordo che in

          questo paese chi è immanicato con i poteri forti

          (banche in primis) è proprio la sinistra...

          A destra c'e' un certo signor berlusconi che le
          banche le possiede direttamente, chi tra voi due
          e' piu' accecato?Che banche possiede? Lo ammettono anche i politici di sinistra che hanno più amici nei poteri forti. Che le banche le guidano quasi tutte! Non farti ingannare che Berlusconi è il più ricco, messi tutti insieme a sinistra fanno davvero più paura!
          Il problema e' proprio questo, per come siamo
          messi in piazza dovremmo andarci tutti i giorni e
          non solo se retrocedono la Squadra.Per come stiamo in Italia dovremmo scendere in piazza solo se vinciamo i mondiali. Siamo diventati dei viziati, diamo tutto per scontato.
          Pensare e parlare? Il tuo sembra un ritornello
          pensato da altri e ripetuto da troppi. Ma quale
          capro espiatorio! Cos'altro deve fare per
          convincervi che non e' l'uomo di cui vi siete
          ciecamente fidati?Il problema tuo sta qui. Chi ha votato il Berlusca sapeva distinguere tra pubblicità e contenuti. A sinistra ci si attacca alle pubblicità perchè è più facile. Ma attaccatelo sulle assunzioni a raffica al sud per un pugno di voti per AN e UDC per Dio! Il problema è che sulle magagne del centro destra il centro sinistra tace perchè ci sono dentro anche loro.

          A me che Berlusconi faccia i propri interessi

          interessa relativamente.

          Mi dispiace per te.Se non fa del male al paese per i suoi interessi va bè, siamo uomini di mondo, trovami un politico integerrimo! L'importante è che non faccia i suoi interessi a discapito degli italiani. Questo viene dato troppo per scontato. Certo... sarebbe meglio se non facesse nulla, ma non siamo inglesi!Secondo l'Istat sono scese... certo solo dell'1%! Ma sono scese. Nulla a che vedere con quello strombazzato in campagna elettorale... ma chi si aspettava 5 anni di merda internazionale così? Tra attacchi terroristici, crisi Fiat, crisi Parmalat, petrolio alle stelle, concorrenza cinese (non arginata dall'Europa di... chi era il Persidente? Li si che qualche buona regola avrebbe aiutato, altro che misurare le banane!) ecc... Un minimo di onestà intellettuale, suvvia! Francia e Germania (gli unici a cui possiamo paragonarci in Europa visto che l'Inghilterra partiva con tasse al 33% non al 43%) non se la sono passata meglio. Questo momento va superato tutti insieme. A me interessa poco chi vincerà le elezioni, interessa chi può far migliorare l'Italia. Non è che un governo abbia tutte le responsabilità (anzi, alla fine non può avere più di un 10% di responsabilità nel bene e nel male) e noi siamo sempre le solite vittime. Ritengo che se i partiti fanno schifo è perchè hanno tanti supporter comunque. I partiti si comportano così male perchè così vincono le elezioni. Se i cittadini fossero più attenti e protestassero più con gli "amici" che con i "nemici", forse saremmo messi meglio. Alle elezioni si votano i futuri amministratori, niente più. Il resto lo deve fare la gente, noi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene non usiamo gli sms
        - Scritto da: Anonimo
        Non capisco le tue perplessità. Ti sei accorto
        che la "tassa" sarebbe di 1 cent a messaggio? 100
        messaggi, solo 1 euro in più.

        Non mi dire che questa grande spesa ti spaventa!
        Se hai un cellulare puoi sicuramente
        permettertelo. Una volta che la destinazione dei
        soldi va per cose utili ci lamentiamo?

        Magari fosse sempre così! Non ci troveremmo con
        tasse alte necessarie per pagare gli stipendi di
        dipendenti pubblici inutili, assunti per amicizie
        varie! Quelle sono tasse che vorrei non pagare,
        mica un cent a messaggio per libri di testo!

        Le tasse sono cattive solo se sono troppe o se
        sono destinate male. Se fanno il bene della
        comunità non vedo come lamentarsi. In Italia il
        problema è che i soldi di tasse e imposte sono di
        solito destinati agli sprechi (vedi
        amministrazioni locali) e non ad opere di
        pubblica utilità.Le tasse sono cattive anche quando ce ne sono troppe già destinate male e se ne aggiunge anche solo un'altra magari anche piccola come quella paventata sugli SMS.Non sarebbe più semplice ridurre gli sprechi e recuperare quei soldi rastrellando dagli sprechi?Non era il motto di questo governo "ridurre gli sprechi"?Sia ben chiaro che per sprechi, non intendo quei soldi che bene o male servono a rendere un servizio al cittadino, come trasporti pubblici, asili nido, assistenza agli anziani, teatri, come invece pensa siano il nostro governo che ha ben pensato di ridurre gli sprechi tagliando i fondi ai comuni, ma per sprechi intendo, ad esempio, come si diceva in un altro post, i loro telefonini e tutte le spese che noi con i nostri soldi paghiamo a loro. Perché non iniziare a ridurre quegli sprechi? Ah, si vero, si sono ridotti lo stipendio, salvo poi far rientrare quei soldi, da un'altra voce della finanziaria (adesso non ricordo di preciso come e dove, ma spero qualcuno voglia contribuire colmando questa lacuna, altrimenti provvedo io domani con calma).Insomma, sarebbe ora, che la finissero di prenderci per i fondelli, e di pretendere anche che gli si dica "grazie"!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene non usiamo gli sms
        - Scritto da: Anonimo
        Le tasse sono cattive solo se sono troppe o se
        sono destinate male. Se fanno il bene della
        comunità non vedo come lamentarsi. In Italia il
        problema è che i soldi di tasse e imposte sono di
        solito destinati agli sprechi (vedi
        amministrazioni locali) e non ad opere di
        pubblica utilità.Consolati. Le amministrazioni locali non sprecheranno più: il governo le ha messe in mutande.
    • Paul Atreides scrive:
      Re: Bene non usiamo gli sms
      - Scritto da: Anonimo
      ma dai oh
      ma ci prendono in giro?
      fanno dei casini leggi su leggi e ancora hanno
      bisogno di soldi
      mi fate schifoLoro hanno bisogno di soldi, ma noi abbiamo davvero bisogno di leggi?
  • Anonimo scrive:
    9 --
Chiudi i commenti