WiFi, l'esplosione in cinque anni

Uno studio commissariato dalle telco preconizza una proliferazione degli hotspot WiFi ad accesso pubblico. In arrivo nuovi standard

Roma – Un rapporto stilato dalla società di ricerche di mercato Informa Telecoms and Media prevede l’esplosione degli hotspot WiFi pubblici: entro il 2015, sostiene Informa, i punti di accesso libero alla rete nel mondo si quadruplicheranno fino ad arrivare a un totale di 5,8 milioni di postazioni.

Il rapporto di Informa è stato commissariato dalla Wireless Broadband Alliance , una coalizione di operatori di settore che comprende membri di primo piano del calibro di AT&T, Boingo, Cisco Systems, Deutsche Telekom e Google.

Il numero di postazioni WiFi nel mondo crescerà in maniera esponenziale , dice Informa, in conseguenza della necessità di “sgravare” le reti di connettività mobile (2G, 3G ma soprattutto quelle di nuova generazione come WiMAX ed LTE) del massiccio traffico telematico veicolato da un numero sempre crescente di micro-terminali quali smartphone e tablet.

Per meglio favorire la preconizzata esplosione degli hotspot WiFi pubblici, la principale organizzazione di settore (Wi-Fi Alliance) si è già mossa pianificando l’introduzione di nuovi meccanismi e procedure standardizzati in grado di semplificare la scoperta delle reti, l’autenticazione e il roaming tra reti differenti.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Giocheggiat ore scrive:
    Mi pare anche normale...
    E' un po' il discorso della Wii: non puoi sperare che lo stesso prodotto (seppure aggiornato, ammodernato, ecc.) duri per sempre.Ogni cosa, prima o poi, finisce.Ma, secondo me, la Blizzard è diversa da Nintendo: prima che WoW sarà morto definitivamente avrà tirato fuori qualcos'altro che ne erediterà il sucXXXXX (non necessariamente gli abbonati)
  • freefred scrive:
    Svista nell'articolo
    Ovviamente regalano Diablo III e non Diablo II:-)
  • lul scrive:
    wow
    i clienti persi sono asiatici, sopratutto in cina che ostacola non poco wow, da una parte è un bene perchè si vedono in giro meno goldsellers
    • Sgabbio scrive:
      Re: wow
      - Scritto da: lul
      i clienti persi sono asiatici, sopratutto in cina
      che ostacola non poco wow, da una parte è un bene
      perchè si vedono in giro meno
      goldsellersma c'è del male, perchè il reggime opprime ogni minima possibilità che sfuggire al controllo.
Chiudi i commenti