Wikileaks, arrestato Assange

Già oggi dovrebbe comparire davanti ad un tribunale di Londra dove si è consegnato alle forze dell'ordine. Inizia ora la battaglia per la sua estradizione in Svezia

Roma – La notizia è rimbalzata in Rete diventando da subito un trending topic di Twitter : l’uomo di Wikileaks è stato arrestato dalla Polizia di Londra .

Un portavoce di Scotland Yard ha detto che: “Assange è stato arrestato su appuntamento (si è dunque costituito, ndr) questa mattina alle 9,30 alla stazione di polizia centrale di Londra”.

Le accuse a suo carico sono portate avanti dalle autorità svedesi e sono “una di coercizione illegale, due di molestie sessuali e una di stupro. Tutte fanno riferimento all’agosto 2010”.

È la Svezia ad aver chiesto alle autorità britanniche l’arresto: in base alle accuse mosse contro di lui è stato spiccato un mandato di arresto internazionale ed è è stato inserito nella lista dei ricercati dell’ Interpol .

Dal momento che il suo avvocato opporrà l’istanza di estradizione ( ritiene , infatti, che la magistratura svedese sia stata spinta da pressioni politiche internazionali) rimarrà in custodia (o potrà essere rilasciato su cauzione) in attesa del dibattimento del caso che inizierà appunto con la decisione del giudice sulla sua eventuale estradizione in Svezia (che dovrebbe in ogni caso passare per gli altri gradi di giudizio, come il caso McKinnon insegna).

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • maranos scrive:
    costi kiamate intra ue
    sinceramente il problema nn è il numero da fare . . . Il problema è il costo della kiamata ! Se si vuole creare un mercato ue piu dinamico bisogna tagliare i costi di terminazione verso i fissi e i mobili all interno dell ue !!! Già abbiamo molte lingue ke sono un grande ostacolo . . . Mettiamoci pure il costo eccessivo delle kiamate !
  • ruppolo scrive:
    Un numero unico per... chi?
    "TUTTE le aziende"?Propongo 800.Poi la vocina automatica dirà:"Premere 1 per la Fiat, 2 per la Coop, 3 per Armani.... 34589 per Macelleria da Egidio...
    • pippo scrive:
      Re: Un numero unico per... chi?
      800 paga chi ricevenumero geografico paga il chiamantenumero geografico europeo chi chiama paga la stessa tariffa da ogni area da dove chiama e l'azienda pubblicizza un solo numeroper la lingua preferita dovrebbe essere un parametro trasmesso dall'apparecchio telefonico così come si imposta la lingua sui televisori o nei browser
      • Uno di passaggio scrive:
        Re: Un numero unico per... chi?
        - Scritto da: pippo
        800 paga chi riceve

        numero geografico paga il chiamante

        numero geografico europeo chi chiama paga la
        stessa tariffa da ogni area da dove chiama e
        l'azienda pubblicizza un solo
        numero

        per la lingua preferita dovrebbe essere un
        parametro trasmesso dall'apparecchio telefonico
        così come si imposta la lingua sui televisori o
        nei
        browser.......la sua era una battuta..... intendeva UN numero per TUTTE le aziende...ed era pure carina come battuta :D LOL
  • pippo scrive:
    Unione Europea e Italia
    Se si adotterà 115 come prefisso per aziende UE i Vigili del fuoco devono accellerare il passaggio al 112 Numero Unico Emergenze Europeo non ancora operativo in Italia in quanto ancora numero gestito da una Polizia Militare invece che da centri specializzati per attivare chi deve intervenire in base alle esigenze collegato con tutti gli enti preposti.Con la complicazione che essendoci più di 8000 comuni è già una impresa sapere quale Polizia Municipale allertare in caso di incidente automobilistico.E' curioso che nell'Unione Europea si pensi ad un numero non geografico utilizzabile per più sedi e in Italia si ragioni per distretti telefonici intercomunali con il numero geografico non traslocabile fuori area urbana.Perchè non rendere i numeri in Italia portabili almeno nell'ambito regionale?
    • gnugnolo scrive:
      Re: Unione Europea e Italia
      Ma con tutte le cose importanti a cui pensare e da risolvere questi pensano ai numeri di telefono??? Capirai che problemone... il numero di telefono lo trovi scritto da qualche parte mica te l'inventi? Digiti quello indicato e via. Che pensino piuttosto a ripristinare un centralino UMANO invece di tutte queste menate prema 1, prema 2, musichine e pubblicità che ti fanno perdere un sacco di tempo e incavolare come una mina... Ci manca anche la versione internazionale ora... così oltre a tutte le opzioni prima ci sorbiamo la tiritera per la scelta della lingua...Vuoi dare una mano alle aziende? Abbatti l'IVA in tutta l'UE!
      • Sgabbio scrive:
        Re: Unione Europea e Italia
        perchè abbattere iva Oo?
      • ZagoDj scrive:
        Re: Unione Europea e Italia
        se abbattono l'iva aumentano le tasse all'utente ...da qualche parte i soldi devono prenderli ...semmai io abbatterei i costi della manodopera ... non lo stipendio, ma proprio i costi che una azienda deve sostenere per avere personale ... un operaio per essere assunto deve, come minimo, creare una ricchezza tre volte più alta di quello che guadagna, questo fa si che solo poche realtà possano permettersi di avere personale in regola e con contratti standard
Chiudi i commenti