Windows e Linux si affrontano nel mobile

La sfida si estende ormai ai cellulari e in particolare alle nuove piattaforme di riferimento per la progettazione di cellulari 3G a basso costo


Cannes – Nel settore dei telefoni cellulari, oggi dominato da piattaforme assai lontane dal mondo dei PC, hanno di recente fatto il loro ingresso due nomi che, al contrario, il popolo del PC conosce benissimo: Windows e Linux. Rivali che, come emerge dal 3GSM World Congress che si sta svolgendo in questi giorni a Cannes, sono destinati ad estendere la loro sfida anche al settore mobile.

Sia Windows Mobile che le versioni embedded di Linux sono ancora ben lontani dall’insidiare gli attuali dominatori del mercato smartphone, Symbian OS e Palm OS, ciononostante il 3GSM World Congress conferma come i due rivali stiano giocando un ruolo sempre più importante in questo settore. Gli eventi più importanti, in questo senso, sono stati l’annuncio di due nuove piattaforme di riferimento che semplificheranno lo sviluppo di telefoni mobili basati sulle due tecnologie.

La piattaforma Windows-based, chiamata Peabody, è stata realizzata da Microsoft e dal produttore di telefonini Flextronics con l’intento di tagliare i costi e i tempi di progettazione di nuovi smartphone basati su Windows Mobile. Peabody, che comprende uno schema progettuale di riferimento e tool di sviluppo, verrà utilizzato dalla stessa Flextronics per produrre una nuova gamma di telefoni 3G da rivendere ad assemblatori e operatori di rete.

Microsoft spera che la nuova piattaforma possa favorire l’ingresso dei dispositivi basati su Windows Mobile for Smartphone nel segmento mainstream.

“L’importanza di questa partnership sta nel fatto di aver creato una piattaforma che consente di produrre device a basso costo in elevati volumi, e questo senza sacrificare nulla in termini di funzionalità”, ha affermato John Starkweather, product manager della divisione mobile di Microsoft.

I cellulari basati su Peabody supportano le reti GSM/GPRS (e in futuro anche EDGE), le cam digitali, i principali formati audio e video e la sincronizzazione con Office Outlook.

Al congresso di Cannes Microsoft ha lanciato anche Connected Services Framework, una soluzione software integrata che consente agli operatori di distribuire servizi di comunicazione attraverso reti multiple e un’ampia gamma di dispositivi.

La risposta open source a Peabody è arrivata da Infineon , Samsung , Trolltech ed Emuzed , quattro società che hanno lavorato alla creazione di una piattaforma di riferimento per la progettazione di telefoni cellulari 3G basati su di una versione embedded di Linux. Gli intenti delle quattro partner sono analoghi a quelli perseguiti da Microsoft e Flextronics: fornire ai produttori una suite integrata di componenti hardware e software che permetta loro di tagliare i costi di sviluppo e dimezzare il time-to-market.

Ognuna delle alleate partecipa alla piattaforma con componenti specifici. Samsung fornisce il kernel embedded di Linux e l'”application processor” S3C24A0 , Infineon la memoria e vari altri chip, Trolltech la nota piattaforma software Qtopia , ed Emuzed alcune applicazioni e tecnologie per la riproduzione e lo streaming di contenuti audio/video.

I videofonini basati su tale piattaforma saranno in grado di effettuare chiamate voce e video sulle reti UMTS e EDGE, di ricevere flussi video via rete in tempo reale, di navigare sul Web (tramite il browser Opera), di simulare l’audio surround (con la tecnologia di QSound Labs), di gestire la grafica 3D e di far girare applicazioni e giochi in Java.

“Il sistema operativo open source Linux si sta rapidamente affermando come una piattaforma software leader per gli smartphone”, si legge in un comunicato congiunto di Samsung e Infineon. “Come piattaforma standard con una immensa comunità di sviluppatori, Linux offre ai vendor una grande indipendenza e un grande controllo sul branding e l’interfaccia utente”.

Proprio Samsung è stato fra i primi colossi del settore, dopo Motorola, a lanciare sul mercato uno smartphone basato su Linux, SCH-i519. Il produttore coreano intende ora sfruttare la nuova piattaforma per lanciare nuovi modelli a basso costo ed estendere la propria offerta, attualmente focalizzata sulla Cina, ai mercati occidentali.

IL CEO di Trolltech, Haavard Nord, ha detto ieri che sarebbero addirittura più di 50 i produttori impegnati nello sviluppo di cellulari basati sull’accoppiata Linux/Qtopia. Alcuni di questi prodotti vengono descritti in questo articolo di LinuxDevices.com.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • pikappa scrive:
    Re: Pinguino?
    - Scritto da: Anonimo
    > > aggiungo che il libro è pure
    > > interessante, soprattutto per i trolloni
    > > win32/64 :p > "quelli" saranno anche trolloni, ma tu sei
    > ignorante, visto che win64 non esiste. Prima
    > che ti lanci in contestazioni isteriche e
    > sterili, sappi che la API delle versioni a
    > 64bit di Windoze _non_ si chiama Win64.
    > Win64 _non_ esiste. senza rancoreEhm, ma il concetto di battuta è sconosciuto nel mondo in cui vivi?
  • Anonimo scrive:
    Re: se continui con queste visioni
    Cara Microsoft,Dopo aver preso sonore mazzate da Apache, che partendo da un misero 0,01% di quota di mercato ti ha relegato in una posizione perlomeno subalterna, perche' non segui il buon vecchio detto se non puoi combattere il nemico alleati? Cosa perdi tempo con il vaporware della sicurezza di Windows sempre super pubblicizzata ad ogni nuova versione e miseramente messa a nudo con il primo worm che, passando per caso dalle tue parti, ti infetta. Se ne parla e basta visto che ad oggi significativi progressi non esistono.Cosa dire del progetto di creara una internet proprietaria (MSN) naufragato miseramente, per esempio. E la lista potrebbe continuare. Ti ricordi quando una corazzata della Marina degli Stati Uniti ha provato ad usare NT?E' rimasta immobile, senza poter comunicare con nessuno, nell'oceano per più di 20 minuti, che in guerra significa morte certa?Fai degli ottimi pupazzetti che allietano i pomeriggi delle segretarie che tentano di scrivere usando Word ma deciditi a mettere dentro il software di Linux cosi' forse riesci ad essere credibile, ce lo auguriamo tutti credimi ma fai le scelte giuste!Punti di vistaGrunch
  • Anonimo scrive:
    Re: se continui con queste visioni
    - Scritto da: Anonimo
    > Cara Palm,
    > Dopo aver preso sonore mazzate da Microsoft,
    > che partendo da un misero 2% di quota di
    > mercato ti ha portato via la posizione di
    > leader, perche' non segui il buon vecchio
    > detto se non puoi combattere il nemico
    > alleati? Cosa perdi tempo con il vaporware
    > Linux di cui se ne parla di piu' di quanto
    > poi si faccia, visto che ad oggi progetti e
    > clienti significativi non ne esistono?. Cosa
    > dire del progetto del Governo tedesco di
    > portare tutto su Linux, neufragato
    > miseramente, per esempio. E la lista
    > potrebbe continuare. Ti ricordi quando il
    > Presidente di Red Hat ha abbandonato SuSE e
    > Linus su desktop, dichiarando che la
    > soluzione Microsoft per il desktop era la
    > migliore? > > Fai degli ottimi devices dal punto di vista
    > hardware, ma deciditi a mettere dentro il
    > software di Microsoft cosi' forse riesci a
    > sopravvivere; lo vogliamo tutti di cuore,
    > credimi ma fai le scelte giuste!
    > Non riesco a capire :o ! sei un "tifoso" della Palm? sei un commerciale della Palm o della Microsoft? oppure sei un utente?Un utente dovrebbe essere contento che ci sia una maggiore concorrenza nel mercato per poter sfruttare i vantaggi che la concorrenza genera.Che senso ha, come utente, sperare che ci sia una piattaforma unica? ami i monopolii (attento, lo dico a scanso di equivoci, che anche il comunismo è un monopolio) o sei un liberista e quindi preferisci la concorrenza che porta il mercato a funzionare in maniera efficiente?Proprio non capisco questo genere di commenti: senza voler offendere (e credimi che non è mia intenzione ), o hai interessi personali oppure non hai capito un gran che di economia...mah :s==================================Modificato dall'autore il 15/02/2005 17.40.53==================================Modificato dall'autore il 15/02/2005 17.41.44
  • Anonimo scrive:
    Re: Winzozz? No, grazie!
  • Anonimo scrive:
    Re: se continui con queste visioni
    - Scritto da: Anonimo[CUT baggianate tipiche di un drone M$]Resto sempre meravigliato dall'intelligenza (o meglio... della mancanza d'intelligenza) che alcuni rappresentanti del mondo IT dimostrano nei loro post.Bacetti, Luca
  • Anonimo scrive:
    Re: se continui con queste visioni
    - Scritto da: Anonimo[CUT idiozie insensate]Io so che il mio Tungsten funziona alla grande, mai successo di dover ripristinare i dati, funziona alla grande sia in compagnia di Windows che di Linux... mentre conosco molti con il PocketPC che perdono i dati ogni volta che le batterie si scaricano, hanno blocchi, icone che scompaiono o vengono mal renderizzate, problemi all'avvio, ecc.Secondo me il vaporware è Windows, non Linux.Bye, Luca
  • Anonimo scrive:
    Pinguino? No, grazie!
    - Scritto da: Anonimo
    > E io che ho sempre creduto che la mascotte
    > di Linux fosse un'anatra...Come da oggetto.
  • Anonimo scrive:
    Re: se continui con queste visioni
    - Scritto da: Anonimo
    > Il governo tedesco ha fallito per una serie
    > di motivi, non inputabili a linux in se.Eh beh, d'altronde lo sappiamo, non è mai colpa di Linux, è sempre COLPA ( colpa, colpa, colpa, colpa! ) degli ALTRI.Per chi pensa che sia colpa di Linux c'è la gogna.
    > Beh, se non esistono progetti significativi
    > con linux...bah...vatti ad informare...ehhh sì sì
    > Io non voglio di cuore windows in un palm, e
    > di sicuro non è una scelta giusta.Yeah man, do de right choiche yeaaahhSai tu qual'è la scelta giusta, tutti espertoni qua.
  • Anonimo scrive:
    ms windows anche sul palm?
    ma siete sicuri ???avete mai provato un pocketpc ???io da anni abituato ai palm ho configuratodecine di pocketpc per amici e devo direche fanno c*****e ... - continui blocchi di sistema(il mio palm 505-515-t2-t5 con tutti i prg installati si sarà inchiodato 2-3 volte in 5 anni)- registro ... ebbene si anche il windows pocket ha il registroquindi più lo usi più rallenta ... ecc ... non ti basta dover formattare il pc ogni 1-2 anni poi dovrai formattare anche ilpalmare :(((- non si capisce cosa serva il multitasking su un pcketpc visto che poi le applicazioni aperte non le chiude ... chissà poi perchè? .... io provandoli mi sono chiesto ma questi palmari oltre che aprodurli li usano anche ????sembrano fatti da persone che poi non li usano :(((sul palm-linux NO Comment .. non serve a nulla ... esiste giàil palm os che avrebbe bisogno di miglioramanti e le energie potrebbero essere spese li ...1- migliorare il palm web browser (su questo non c'e' dubbio IE per pocketpc è migliore)2- migliorare la connettività, essendo un palm mi aspetto che configurare l'accesso remoto GPRS,WiFi,BlueT... eccetterasia facile e immediato invece usa ancora il sistema di preferenze/connessione preferenze/rete del Vx ...3- aumentare il supporto dei driver dei telefonini (non esiste solo la nokia) ed escono a mesi di distanza dall'uscita dei telefoniniciaoM99
    • Anonimo scrive:
      Re: ms windows anche sul palm?
      Prendo spunto dal tuo post per raccontare una mia esperienza.Sono un felice possessore di Palm Tungsten E da credo da oltre un anno e non ho mai avuto problemi di sorta (mi si è inchiodato 1 volta a causa di un software scaricato da Internet poco stabile, e comunque anche se ho dovuto eseguire il reset dell'oggetto non ho perso nemmeno un dato).Qualche giorno fa capita a casa mia un mio amico e mi chiede consiglio circa un palmare da acquistare. Gli dico "compra quello che ti pare, MA NON COMPRARE POCKETPC o comunque palmari con sistemi M$!".Dopo qualche giorno torna a casa mia con un PocketPC e mi racconta che lo ha pagato circa 200 euro più del mio Tungsten, che ha 100MHz più del mio Tungsten e lo ha comprato fondamentalmente solo perché è più colorato dei PalmOS.Va bene, i soldi sono i suoi... anche se sinceramente non capisco perché è venuto a farmi perdere tempo chiedendomi consigli che ha evitato accuratamente di seguire.Passano un paio di giorni e torna da me e mi elenca una serie di problemi che sinceramente non ho mai visto sul mio Palm:1) Le icone erano tutte "sputtanate", ossia erano una massa informe di colori2) L'oggetto perde i dati ogni qual volta la batteria si scarica3) All'avvio ha impostato che il palmare gli chiede la password di accesso... tuttavia a volte funziona (il più delle volte) e altre volte gli presenta una schermata bianca in cui non sono disegnati i pulsantini per immettere la password e deve tirare ad indovinare4) Gli è più volte successo che il palmare si è freezato mentre usava i software inclusi nel pacchetto e ha dovuto resettare5) Il software di sincronizzazione Activesync (mi pare si chiami così) a volte si pianta e deve riavviare il PC per poter eseguire nuove sincronizzazioniE tutto questo in un paio di giorni d'uso!La mia risposta naturalmente è stata "ti sta bene".Ho cercato di mettere apposto quello che potevo e ora, seppur continui a freezarsi di tanto in tanto e il software di sincronizzazioni continui a dare gli stessi problemi l'oggetto sembra essere tornato "in questo mondo" (almeno da quello che so io).Ho tuttavia notato che nonostante il suo PocketPC abbia ben 100MHz in più del mio è incredibilmente più lento del mio bravo Palm. Certo, i processori sono diversi... ma mi sembra una bella fregatura per chi ha speso 400.000 lire in più solo per avere i pulsantini colorati di blu e verde.Benedetto il mio Palm.Bye, Luca
  • Anonimo scrive:
    Generatore di Linuxate
    Leggo: "Con il debutto della sua nuova piattaforma, che si affianca - ma non sostituisce - il sistema operativo Palm OS, PalmSource parte così all'attacco del nascente mercato degli smartphone basati su Linux."Questo pattern ricorre spesso: "nascente mercato di X basato su Linux".Ma perché non hanno ancora costruito un generatore di Linuxate? Lo hanno già fatto per la new-economy e per la Microsoft, ora occorre che lo facciano anche per Linux perché siamo invasi dai luoghi comuni di tutto libero, tutto bello, tutto nascente.Se qualcuno non si decide a scriverlo, lo farò io.e poi leggo: "Insieme a mFone for Smart Phones, PalmSource ha lanciato tre altri software: Feature Phone, una piattaforma più leggera e progettata per girare al di sopra di sistemi operativi real-time come Nucleus e VRTX;"Ma perché quest'altra piattaforma può girare sopra sistemi operativi real-time come Nucleus e VRTX? Perchè complicare le cose? Non bastava solo e semplicemente Linux? Non sarà mica che Linux è la parolina magica che va solo di moda per far leggere l'articolo e farsi pubblicità e che domani potrebbe essere sostituita da un'altra?Già già, infatti, come si apprende dalle pagine di questo quotidiano, la IBM ha già affiancato al delfino Linux dei server closed source con AIX ( dove si potrà sempre far girare Linux ma in emulazione e pagando un ulteriore prezzo!!! ), sì sì, è comodo Linux.
    • Anonimo scrive:
      Re: Generatore di Linuxate
      veramente ibm non ha "affiancato aix a linux"ha semplicemente portato il proprio sistema operativo proprietario unix sui server di minor prestigio, anzi semmai ha affiancato linux a aix, visto che aix viene sviluppato da più tempo ed ha un tessuto di sistemisti più solido e collaudato rispetto a linux.ibm da anni vende entrambi i sistemi operativi
    • Solvalou scrive:
      Quaraquaqua'
      Si' si', lagnati che esce roba targata linux, che mette il pepe al sedere degli sviluppatori closed e li costringe a tenere i prezzi delle licenze ad un livello ragionevole. Tu e gli altri quaraquaqua' vi meritereste un bel windows a 599$ per core e silenzio.(troll)
  • Anonimo scrive:
    Re: se continui con queste visioni
    PalmSource non fornisce hardware, quindi non puo' costruire alcun palmare con S.O. Microsoft. PalmOne potrebbe, e forse un giorno lo fara' :-(. Probabilmente ti manca la notizia che Palm e' stata scissa in due societa', una che sviluppa palmari e smartphone, ed un altra che sviluppa S.O. (attualmente Palm OS Garnett, e Palm OS Cobalt). Al momento attuale tutti i palmari prodotti da PalmOne sono dotati di S.O. PalmOS, ma non e' detto che le cose continuino cosi. A me basterebbe continuare ad avere dispositivi palmari con S.O. stabili e con una interfaccia semplice da usare. Da questo punto di vista Windows Mobile a me non e' mai piaciuto, e quindi per il momento resto agganciato a PalmOS. Se PalmSource riuscira' con Linux ad ammodernare il suo S.O. senza perdere le caratteristiche positive di PalmOS, io continuero' a rimanere un utente di macchine con il suo S.O. (e per quanto detto prima non necessariamente PalmOne).Alfredop
  • Anonimo scrive:
    Re: Pinguino?

    > Simbolo di importanza, è un "pinguino
    > de panza".Pinguino de panza, pinguino de sostanza!:)
  • Anonimo scrive:
    Re: Pinguino?

    > aggiungo che il libro è pure
    > interessante, soprattutto per i trolloni
    > win32/64 :p "quelli" saranno anche trolloni, ma tu sei ignorante, visto che win64 non esiste. Prima che ti lanci in contestazioni isteriche e sterili, sappi che la API delle versioni a 64bit di Windoze _non_ si chiama Win64. Win64 _non_ esiste. senza rancore
  • Giambo scrive:
    Re: se continui con queste visioni
    - Scritto da: Anonimo
    > Cara PalmEgregio Mr.Anonimo,Grazie mille per i suoi consigli, ci hanno aperto gli occhi.Folgorati dalla sua analisi di mercato, ho deciso di licenziare tutto il reparto strategie&marketing e assumere solo lei.Puo' cominciare domani.A prestoMr.PalmP.S.: ha qualche informazione in piu' sul progetto tedesco "neufragato miseramente" ?P.S.II. Non sapevo che RedHat e SuSE fossero alleate e che la prima avesse abbandonato la seconda ! La sua fonte di notizie e' incredibile ...
  • Giambo scrive:
    Re: Pinguino?
    - Scritto da: matcion
    > > Simbolo di importanza, è un
    > "pinguino
    > > de panza".
    > > Per distinguerlo da forme inferiori,
    > tipo
    > > SuSE e Red Hat ("mezzi pinguini") o
    > Mandrake
    > > e Linspire("quacquaracquà")
    > > Cos'è questa gerarchia di
    > distribuzioni linux?
    > A cosa è dovuta?[mode troll ON]Tutti i pinguini sono uguali, ma certi sono pui' uguali di altri.[mode troll OFF]
  • Anonimo scrive:
    Re: se continui con queste visioni
    Il presidente di red hat ha poi cambiato totalmente strada, puntandosi anche lui sul desktop...Il governo tedesco ha fallito per una serie di motivi, non inputabili a linux in se.Beh, se non esistono progetti significativi con linux...bah...vatti ad informare...Io non voglio di cuore windows in un palm, e di sicuro non è una scelta giusta.- Scritto da: Anonimo
    > Cara Palm,
    > Dopo aver preso sonore mazzate da Microsoft,
    > che partendo da un misero 2% di quota di
    > mercato ti ha portato via la posizione di
    > leader, perche' non segui il buon vecchio
    > detto se non puoi combattere il nemico
    > alleati? Cosa perdi tempo con il vaporware
    > Linux di cui se ne parla di piu' di quanto
    > poi si faccia, visto che ad oggi progetti e
    > clienti significativi non ne esistono?. Cosa
    > dire del progetto del Governo tedesco di
    > portare tutto su Linux, neufragato
    > miseramente, per esempio. E la lista
    > potrebbe continuare. Ti ricordi quando il
    > Presidente di Red Hat ha abbandonato SuSE e
    > Linus su desktop, dichiarando che la
    > soluzione Microsoft per il desktop era la
    > migliore? > > Fai degli ottimi devices dal punto di vista
    > hardware, ma deciditi a mettere dentro il
    > software di Microsoft cosi' forse riesci a
    > sopravvivere; lo vogliamo tutti di cuore,
    > credimi ma fai le scelte giuste!
    >
  • Anonimo scrive:
    Re: Pinguino?
    No grazie, preferisco vivere.
  • Anonimo scrive:
    se continui con queste visioni
    Cara Palm,Dopo aver preso sonore mazzate da Microsoft, che partendo da un misero 2% di quota di mercato ti ha portato via la posizione di leader, perche' non segui il buon vecchio detto se non puoi combattere il nemico alleati? Cosa perdi tempo con il vaporware Linux di cui se ne parla di piu' di quanto poi si faccia, visto che ad oggi progetti e clienti significativi non ne esistono?. Cosa dire del progetto del Governo tedesco di portare tutto su Linux, neufragato miseramente, per esempio. E la lista potrebbe continuare. Ti ricordi quando il Presidente di Red Hat ha abbandonato SuSE e Linus su desktop, dichiarando che la soluzione Microsoft per il desktop era la migliore? Fai degli ottimi devices dal punto di vista hardware, ma deciditi a mettere dentro il software di Microsoft cosi' forse riesci a sopravvivere; lo vogliamo tutti di cuore, credimi ma fai le scelte giuste!
  • lord_casco scrive:
    Re: Pinguino?
    - Scritto da: Anonimo
    > il simbolo del sistema operativo gnu/linux
    > è il pinguino, un pinguino seduto con
    > la panza.Piu' precisamente del solo kernel.Ciao.
  • Anonimo scrive:
    Re: Pinguino?
    - Scritto da: matcion
    > > > > Simbolo di importanza, è un
    > "pinguino
    > > de panza".
    > > Per distinguerlo da forme inferiori,
    > tipo
    > > SuSE e Red Hat ("mezzi pinguini") o
    > Mandrake
    > > e Linspire("quacquaracquà")
    > >
    > > Cos'è questa gerarchia di
    > distribuzioni linux?
    > A cosa è dovuta?Linux in verita' e' SOLO il kernel www.kernel.orgpoi le varie ditte piu' o meno commerciali e piu' o meno free ci hanno messo attorno una serie di programmi e di tools creando varie distribuzioni, legate piu' al desktop o piu' ai server o piu' al multimediale o agli studi di avvocati, come una distro che ho trovato un po' di tempo fa tutta italiana...se puo' interessare: http://distrowatch.com/
  • matcion scrive:
    Re: Pinguino?

    > > Simbolo di importanza, è un "pinguino
    > de panza".
    > Per distinguerlo da forme inferiori, tipo
    > SuSE e Red Hat ("mezzi pinguini") o Mandrake
    > e Linspire("quacquaracquà")
    >Cos'è questa gerarchia di distribuzioni linux?A cosa è dovuta?
  • Anonimo scrive:
    Re: Pinguino?
    Ah il pinguino si chiama TuxCoD(linux)
  • pikappa scrive:
    Re: Pinguino?
    - Scritto da: Anonimo
    > E' un pinguino, ma l'impressione non
    > è del tutto sbagliata...
    > > Da "Just for Fun" di Linus Torvalds e David
    > Diamond, a proposito di Tux:
    > > "But this wasn't to be just any penguin.
    > Above all, Linus wanted one that looked
    > happy, as if it had just polished off a
    > pitcher of beer and then had the best sex of
    > its life. Even beyond that stipulation, he
    > wanted one that was distinct. Hence, while
    > all other penguins have black beaks and
    > feet, those features are orange on the Linux
    > mascot, making it look almost like a penguin
    > whose father was a duck. As if Daffy Duck
    > got a little Kwazy(sp) on a cruise to
    > Antarctica and had a wild one-night-stand
    > with some native fowl."
    > > [ Trovato qui =
    > www.ozlug.org/about.html
    > ]aggiungo che il libro è pure interessante, soprattutto per i trolloni win32/64 :-P capirebbero che linux non è la testa di ponte per l'invasione comunista come credono
  • Anonimo scrive:
    Re: Pinguino?
    - Scritto da: Anonimo
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > allora
    > > > > linux mandrake ha come simbolo una
    > stella
    > > gialla a 5 punte
    > > redhat , come astutamente anticipato dal
    > > nome , un cappello rosso
    > > il camaleonte è il simbolo di
    > SUSE > > > > il simbolo del sistema operativo
    > gnu/linux
    > > è il pinguino, un pinguino
    > seduto con
    > > la panza.
    > > e la panza che significato ha?Simbolo di importanza, è un "pinguino de panza".Per distinguerlo da forme inferiori, tipo SuSE e Red Hat ("mezzi pinguini") o Mandrake e Linspire("quacquaracquà")
  • Anonimo scrive:
    Re: Pinguino?
    E' un pinguino, ma l'impressione non è del tutto sbagliata...Da "Just for Fun" di Linus Torvalds e David Diamond, a proposito di Tux:"But this wasn't to be just any penguin. Above all, Linus wanted one that looked happy, as if it had just polished off a pitcher of beer and then had the best sex of its life. Even beyond that stipulation, he wanted one that was distinct. Hence, while all other penguins have black beaks and feet, those features are orange on the Linux mascot, making it look almost like a penguin whose father was a duck. As if Daffy Duck got a little Kwazy(sp) on a cruise to Antarctica and had a wild one-night-stand with some native fowl."[ Trovato qui =
    > http://www.ozlug.org/about.html ]
  • Anonimo scrive:
    Re: Pinguino?
    - Scritto da: Anonimo
    > allora
    > > linux mandrake ha come simbolo una stella
    > gialla a 5 punte
    > redhat , come astutamente anticipato dal
    > nome , un cappello rosso
    > il camaleonte è il simbolo di SUSE > > il simbolo del sistema operativo gnu/linux
    > è il pinguino, un pinguino seduto con
    > la panza.e la panza che significato ha?
  • Anonimo scrive:
    Re: Pinguino?
    alloralinux mandrake ha come simbolo una stella gialla a 5 punteredhat , come astutamente anticipato dal nome , un cappello rossoil camaleonte è il simbolo di SUSE il simbolo del sistema operativo gnu/linux è il pinguino, un pinguino seduto con la panza.
  • Anonimo scrive:
    Re: Pinguino?
    Non era un camaleonte?
  • Anonimo scrive:
    Pinguino?
    E io che ho sempre creduto che la mascotte di Linux fosse un'anatra...
Chiudi i commenti