Windows Server 2008 è già fra noi

L'osservatorio di Netcraft afferma che i siti su cui gira la beta del sistema operativo aumentano rapidamente e veleggiano verso quota 3mila. Tra questi anche quello di Microsoft

Redmond (USA) – Pur essendo ancora in fase di beta testing, Microsoft ha già caricato Windows Server 2008 di un pesante fardello: gestire la quasi totalità delle richieste dirette ai server del proprio sito web, il quinto più visitato al mondo.

Stando alle ultime stime pubblicate da Netcraft , sono ora oltre 2.600 i siti che utilizzano il nuovo sistema operativo server di Microsoft ed Internet Information Server (IIS) 7.0.

Microsoft conta moltissimo sull’accoppiata Windows Server 2008/IIS7 per rilanciare il proprio attacco alle piattaforme open source , ed in particolare al collaudato sodalizio tra Linux e Apache, una coppia che ormai da diversi anni domina il mercato dei server web.

Il gigante di Redmond fornisce alle proprie partner la licenza Go Live , che permette loro di utilizzare gratuitamente Windows Server 2008 e IIS7 in ambienti di produzione. L’obiettivo di Microsoft è quello di accelerare la migrazione dei propri utenti verso l’ultima versione del proprio sistema operativo e del proprio webserver: in genere occorrono però diversi anni prima che un nuovo software, specie se destinato ai server, soppianti quello precedente. Oggi, ad esempio, Netcraft stima che 5 milioni di siti girino ancora su Windows 2000.

I dettagli della migrazione di microsoft.com al nuovo Windows Server si trovano sul blog di Eric Woersching, technical product manager di Microsoft, insieme ad un video di quasi 40 minuti.

Microsoft non ha ancora rivelato alcuna data ufficiale per il rilascio di Windows Server 2008, ma la roadmap parla di seconda metà dell’anno: è probabile, secondo molti analisti, che la commercializzazione del prodotto avverrà nel tardo autunno.

L’ultima Community Technology Preview di Windows Server 2008 è stata rilasciata la scorsa settimana .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • CHKDSK scrive:
    Ma chi se ne frega di questi contenuti..
    Facessero film decenti senza cercare di inondare il supporto con cazzate "tanto per riempire"...La cosa mi lascia del tutto indifferente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma chi se ne frega di questi contenuti..
      In fondo chi è appassionato di cinema si gusta anche i contenuti speciali. Certo guardarsi Tokyo Drift con camera multipla o con mappa con posizione delle macchine indicata su di essa non è proprio la prima cosa da vedere in un HD DVD, però pu
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma chi se ne frega di questi contenuti..
      In fondo chi è appassionato di cinema si gusta anche i contenuti speciali. Certo guardarsi Tokyo Drift con camera multipla o con mappa con posizione delle macchine indicate su di essa non è proprio la prima cosa da vedere in un HD DVD, però può essere interessante.A parte questo, la qualità di registrazione dei film in HD DVD è eccellente, come lo è ora anche su Blu Ray.
      • CHKDSK scrive:
        Re: Ma chi se ne frega di questi contenuti..
        A parte i costi del High Definition, che ricadono sugli utenti finali, così pure i meccanismi di protezione -_* alla stra-grande maggioranza di chi guarda un film non interessa mica vedere tutte queste "cose" in più... Vede il film e basta. Non hanno capito che, tranne i rarissimi casi dove il film merita davvero, i film sono mono-uso.
        • floriano scrive:
          Re: Ma chi se ne frega di questi contenuti..
          - Scritto da: CHKDSK
          A parte i costi del High Definition, che ricadono
          sugli utenti finali, così pure i meccanismi di
          protezione -_* alla stra-grande maggioranza di
          chi guarda un film non interessa mica vedere
          tutte queste "cose" in più... Vede il film e
          basta. Non hanno capito che, tranne i rarissimi
          casi dove il film merita davvero, i film sono
          mono-uso.non proprio monouso, sono monovisione! secondo me ha senso solo noleggiarli (quando proprio ne vale la pena).
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma chi se ne frega di questi contenuti..
          Anche se fosse per il mono uso, la qualità della registrazione è tale che la differenza si vede e si gusta.A parte questo quelli che il film lo pagano e poi decidono di gustarsi i contenuti extra non sono pochi.Per quanto riguarda il DRM, puoi comprare alcuni DVD che non usano l'ACCS, come alcuni dell'italiana Miramax, mi sembra. La differenza di prezzo è bassissima, ma comunque su questo formato il DRM è un'opzione, che qualche produttore minore ha deciso di non usare per risparmiare (poco, ad onor del vero) sui costi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma chi se ne frega di questi contenuti..
            Correggo un errore, il discorso dell'ACCS opzionale è sull'HD DVD, non sul DVD.
Chiudi i commenti