WineX porta su Linux nuovi Win-game

La nuova versione del noto software per far girare giochi scritti per Windows sotto Linux aggiunge alla lista dei titoli compatibili altre decine di giochi, fra cui Sim City 4 e l'MMORPG EverQuest


Toronto (Canada) – L’obiettivo di TransGaming Technologies è ormai ben noto a molti utenti di Linux appassionati di videogiochi: consentire agli utenti Linux di giocare ad alcuni dei più noti titoli videoludici usciti per Windows.

Il progetto, denominato WineX, ha sviluppato nell’arco di due anni un insieme di estensioni per Wine, un noto ambiente in grado di far girare applicazioni Windows sotto Linux, che permettono agli utenti del Pinguino di far girare i giochi scritti per Windows. Fra queste estensioni la più importante è costituita da una implementazione per Linux delle API Direct X, un componente che rende Wine compatibile con le librerie multimediali di Microsoft senza sacrificare le prestazioni.

TransGaming, che annovera fra le proprie partner MandrakeSoft e Electronics Arts, ha ora annunciato il rilascio di una nuova versione di WineX, la 3.0, che aggiunge alla lista dei circa 150 giochi già supportati titoli come “BF1942”, “SimCity 4”, “EverQuest” e “Medal of Honor: Allied Assault”.

Fra le maggiori novità di questa versione c’è un nuovo front-end grafico che semplifica il download, l’installazione e la configurazione di WineX nonché la gestione di più versioni del software e relativi file di configurazione.

WineX 3.0 introduce poi alcune migliorie nella grafica attraverso l’implementazione dei Vertex Shader e delle Cube Map, nel supporto alle protezioni anticopia e nelle prestazioni. E’ possibile trovare maggiori dettagli qui .

Al contrario di Wine, che è un software gratuito, per scaricare i pacchetti binari di WineX, disponibili qui in formato RPM, Debian e TGZ, è necessario abbonarsi al servizio di TransGaming: il suo costo è di 5$ al mese.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: ecco perchè vietano l'abadonware(A)
    concordo sì, non è certo una mossa intelligente, prendere quell'accrocchio (seppur bellino), per pagare sovrapprezzo giochi chiaramente fuoritempo.beh, che dire, basta far scoprire agli incauti acquirenti lo splendido mondo degli emulatori, che consentono di giocare comodamente sul pc a giochi che avevano acquistato anni e anni addietro, e ce li vogliono rifilare come nuovi!avvelenato colla nostalgia del suo atari2600
    • sandman scrive:
      soggetto
      peccato che il mio computer non possa portarmelo in treno... il gba si'...- Scritto da: Anonimo
      concordo sì, non è certo una mossa
      intelligente, prendere quell'accrocchio
      (seppur bellino), per pagare sovrapprezzo
      giochi chiaramente fuoritempo.

      beh, che dire, basta far scoprire agli
      incauti acquirenti lo splendido mondo degli
      emulatori, che consentono di giocare
      comodamente sul pc a giochi che avevano
      acquistato anni e anni addietro, e ce li
      vogliono rifilare come nuovi!


      avvelenato colla nostalgia del suo atari2600
      • avvelenato scrive:
        Re: soggetto
        fatti rimborsare il costo della licenza, che evidentemente a quanto ho capito possiedi già. dunque pagherai solo il supporto.(ovviamente scherzo)avve un po' intristito dalla storia delle licenze
  • Anonimo scrive:
    Re: ecco perchè vietano l'abadonware
    Avvelenarsi non serve, ormai gli emulatori si diffondono anche tra telefonini e dispositivi analoghi ... Scarichiamo roms e immagini e divertiamoci alla faccia loro.Abbiamo già pagato, a suo tempo. Perchè chi comprò Sonic nel 1991 per Megadrive (~90 carte, per un gioco bello ma nemmeno tanto longevo, in una settimana lo si finiva), oggi deve aprire di nuovo il portafoglio per poter utilizzare lo stesso software sul suo dispositivo portatile ?Saluti e Buona Pasqua,Piwi
    • Anonimo scrive:
      Re: ecco perchè vietano l'abadonware
      - Scritto da: Anonimo
      Abbiamo già pagato, a suo tempo. Perchè chi
      comprò Sonic nel 1991 per Megadrive (~90
      carte, per un gioco bello ma nemmeno tanto
      longevo, in una settimana lo si finiva),O pagato a forza di 200 lire nelle coin-up
    • Anonimo scrive:
      Re: ecco perchè vietano l'abadonware
      ma se uno che ha GIA' giocato e finito Sonic nel 1991 se lo vuole ricomprare ADESSO a distanza di 12 anni per giocarci sul PALMARE... beh si merita di pagare qualsiasi cifra....
Chiudi i commenti