WinHEC/ Tra Web service e concept PC

Speciale - Web service, computing a 64 bit, Windows Longhorn e concept PC. Sono questi alcuni dei nodi centrali dell'intervento di Bill Gates alla conferenza WinHEC


Seattle (USA) – Un mondo dove i dispositivi parlano la stessa lingua, i PC si controllano dal letto o dal divano, il software desktop mastica codice a 64 bit e Windows dribbla spam e virus. Lo ha descritto Bill Gates durante la Windows Hardware Engineering Conference (WinHEC), un evento in cui, come tradizione, il chairman e chief software architect del gigante di Redmond ha aggiornato la propria visione sul futuro dell’hi-tech e ha mostrato le ultime novità made in Redmond.

Il nuovo e forse più importante tassello che va ad aggiungersi al mosaico di tecnologie di Microsoft, e che rappresenta uno dei passi più concreti verso il concetto di seamless computing , è dato dalla specifica Devices Profile for Web Services , sviluppata da Microsoft insieme a Intel, Lexmark e Ricoh. Tale specifica, basata sugli standard WS-Discovery e WS-Eventing, sfrutta gli stessi concetti e gli stessi standard alla base dei Web service per far sì che i dispositivi connessi ad una rete “si vedano” e comunichino fra loro.

Con Devices Profile, Microsoft e le sue partner stanno dunque tentando di spingere i Web service al di fuori di Internet e del mondo aziendale, dove hanno il compito di favorire lo scambio di informazioni fra servizi, applicazioni e processi di business differenti, e farne i mattoni essenziali per costruire un ponte fra dispositivi digitali anche molto differenti fra loro : computer desktop, periferiche hardware, PDA, set-top box, elettrodomestici intelligenti, ecc.. L’obiettivo è soprattutto quello di semplificare l’installazione e la configurazione di risorse di rete, come le stampanti, o la condivisione di file e dispositivi hardware.

“L’architettura dei Web service fornisce ai dispositivi un meccanismo standard per inviare e ricevere informazioni attraverso una rete senza il bisogno di conoscere quale sistema operativo o applicazione vi sia dall’altra parte”, ha spiegato Microsoft in un comunicato.

Il vice presidente per il Platforms Group di Microsoft, Jim Allchin , ha illustrato le potenzialità di questa nuova tecnologia mostrando come una stampante di rete compatibile con Devices Profile possa essere vista, installata e configurata automaticamente da tutti i computer connessi alla stessa rete. Per i dispositivi mobili, come un notebook o un PDA, è invece possibile, attraverso l’utilizzo di speciali server basati sulla specifica standard Universal Description Discovery and Integration (UDDI), cercare le risorse on-line per categoria e installarle con un solo clic del mouse.

Al WinHEC, sia HP che Canon hanno mostrato alcuni prototipi di stampante già in grado di supportare la nuova specifica plug-and-play, mentre Microsoft ha distribuito un kit di sviluppo, chiamato Network Connected Device Driver Development Kit (DDK), che può essere utilizzato dai produttori per implementare la tecnologia dei Web service all’interno dei propri prodotti.

La tecnologia Network Connected Device rappresenta l’implementazione di Microsoft di Devices Profile, e in Longhorn la si troverà strettamente integrata al sottosistema Windows Plug and Play. C’è da notare, tuttavia, come Device Profile si basi esclusivamente sugli stessi standard aperti alla base dei Web service (i cui mattoni sono costituiti, come noto, da XML e SOAP), e di conseguenza possa essere implementata anche su dispositivi su cui giri un sistema operativo differente da Windows.

La specifica Devices Profile, già sottoposta allo Universal Plug and Play (UPnP) Forum per la sua integrazione all’interno dello standard UPnP 2.0 , dovrebbe arrivare sui dispositivi consumer non prima di due anni: in altre parole, non prima del debutto di Longhorn.

Per illustrare gli scenari aperti dai dispositivi connessi attraverso i Web service, Microsoft ha pubblicato l’articolo ” Connecting Devices with Web Services “.

L’altra tecnologia su cui Gates ha battuto la grancassa è quella dell’hardware e del software a 64 bit.


Gates ha dedicato molto spazio, nel discorso tenuto alla conferenza di Seattle, al computing a 64 bit . Come molti produttori di hardware, anche Microsoft vede infatti in questa tecnologia l’opportunità per rivitalizzare il letargico mercato dei PC.

“Quella che sta traghettando il mondo desktop verso i 64 bit è la transizione tecnologica meno complessa e difficoltosa fra quelle che, negli ultimi decenni, hanno portato l’architettura dei PC agli attuali 32 bit. La velocità con cui questa transizione sta avvenendo ne è la dimostrazione” ha affermato Gates.

Il boss di Microsoft ha sottolineato il ruolo che le architetture x86 con estensione a 64 bit avranno nell’accelerare questo passaggio.

“Da qui alla fine del 2005 passeremo da una situazione in cui sul mercato i chip a 64 bit sono ancora mosche bianche, a quella in cui quasi tutti i processori venduti da AMD e la maggior parte di quelli venduti da Intel conterranno le istruzioni x86 a 64 bit”, ha spiegato Gates.

Un dirigente del colosso ha fatto notare che, fino a pochi anni fa, si pronosticava che i 64 bit sarebbero sbarcati sui PC desktop non prima del 2010. Va ricordato, a tal proposito, come Apple , con i suoi Power Mac G5, sia stata pioniera nello spingere le CPU a 64 bit verso il mercato dei computer desktop.

Microsoft supporterà le CPU Athlon 64 e Opteron di AMD, e i futuri Xeon di Intel con tecnologia Extended Memory 64, attraverso le versioni a 64 bit di Windows XP , la cui prima beta pubblica è stata rilasciata a febbraio , e di Windows Server 2003.

Nonostante gli entusiasmi di Microsoft, alcuni analisti affermano che la diffusione sul mercato mainstream del computing a 64 bit dovrà fare i conti con i tempi di adeguamento del software , che spesso necessiterà una riscrittura quasi completa, e quelli dei driver di periferica, senza i quali i sistemi operativi non potranno sfruttare la nuova generazione di CPU. La stessa Microsoft ammette che la prima versione di Windows XP Edition for 64-bit Extended Systems mancherà di alcuni device driver e non supporterà i programmi DOS a 16 bit (compatibilità che dovrebbe essere aggiunta in una futura versione).

Gates ha detto che fra i maggiori benefici portati dai chip e dai software a 64 bit vi è un significativo incremento dello spazio di indirizzamento , che permetterà finalmente di superare l’attuale barriera dei 4 GB di memoria, e della dimensione dei registri. La prima caratteristica sarà presto fondamentale non solo per i server, ma anche per i PC desktop: basti pensare che, secondo quanto riportato dal sito Microsoft-Watch, le risorse di sistema che Microsoft raccomanderà per Longhorn dovrebbero prevedere, come dimensione “minima” della RAM, 2 GB.

Uno dei ricercatori di Microsoft presenti alla conferenza WinHEC, Jim Gray, ha poi spiegato che i sistemi a 64 bit saranno particolarmente importanti, in futuro, per supportare le nuove tecnologie di comunicazione ad alta velocità , sia quelle utilizzate per le reti, sia quelle utilizzare per i sistemi di I/O interni ai computer.

Microsoft ha anche mostrato alcuni PC di nuova generazione e fornito alcune informazioni sulla roadmap dei propri sistemi operativi.


Microsoft ha svelato alcuni concept PC basati sul Windows Home Computing Concept, una serie di linee guida sviluppate insieme ad HP per la futura generazione di computer da salotto. I prototipi mostrati alla conferenza, su cui girava Windows Media Center, erano dotati di telecomando e di un piccolo display LCD che, anche a PC spento, permette, ad esempio, di programmare la registrazione di programmi TV.

I PC da salotto del futuro prevedono poi l’integrazione di un sintonizzatore per la TV digitale, un dispositivo di autenticazione biometrico, un modem broadband, moduli wireless (Wi-Fi e Bluetooth) e il supporto alla telefonia IP e alla nuova specifica High Definition Audio di Intel (che, fra le altre cose, prevede suono surround 7.1).

Il PC Windows Home si basa, in buona parte, sugli stessi concetti alla base di Athens , un concept PC dedicato agli uffici che Intel e HP presentarono al WinHEC dello scorso anno.

Parlando di Windows, Allchin ha fatto sapere che entro la fine del 2004 Microsoft conta di lanciare sul mercato sette differenti versioni del proprio sistema operativo: Windows XP Tablet PC, Portable Windows Media Center, Windows CE 5.0, Windows Media Center XP Support for Media Center Extender, Smart Phone Pocket PC, Windows XP 64-bit Edition for 64-bit Extended Systems e Windows Servers 2003 64-bit Edition. Per il 2005 il solo rilascio previsto, e promesso, è la prima beta di Longhorn.

Allchin ha svelato che lo sviluppo della versione client e della versione server di Longhorn procede in modo allineato, tuttavia il lancio sul mercato potrebbe avvenire – ed è molto probabile che sia così – in date diverse.

Ai partecipanti del WinHEC Microsoft ha consegnato una nuova versione alpha di Longhorn (che poche ore dopo girava già su Internet) su cui ha fatto girare, durante una presentazione, nuovi software dimostrativi: in special modo, Allchin ha mostrato le nuove capacità grafiche del motore Avalon e alcuni modi per migrare i propri file da Windows XP a Longhorn utilizzando una connessione di rete tradizionale, uno speciale cavo USB e una memoria flash USB.

In concomitanza con il WinHEC, Microsoft ha poi annunciato l’avvio del programma di beta testing per Office Live Communications Server 2005 , nome in codice Vienna, nuova versione della sua soluzione per la comunicazione in tempo reale e la collaborazione.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Scorporo
    "57,7 per cento della fascia d'età compresa tra i 14 e i 24 anni e il 48,9 per cento tra i 25 e i 34"il dato reale taciuto dalla statistica è che l'80% dei navigatori attuali ha un'età cognitiva compresa tra 6 e 14 anni, naturalmente.http://michele.sciabarra.com/page/LaCalataDeiBarbari
  • Anonimo scrive:
    Grazie arca..ngelo!
    Pochi gli italiani in rete:sarà forse perchè- vengono criminalizzati da leggi altomedievali- non vengono protetti dai truffatori online, assolti in massa come se fosse "finanza creativa"- vengono tiranneggiati dai monopoli delle telecomunicazioni, del sw, del multimedia???sarà mica per questi tre piccoli dettagli che gli italiani non vanno in rete?ma dai, sclerare per mesi per un contratto, vedersi arrivare a casa una bolletta milionaria e poi venire arrestati per avere scaricato un mp3 "a gratis!" (come si dice, còonnuto e mazziato), magari con un bel sequestro (distruttivo e/o pluriennale) del proprio pc... chi volete che scoraggino queste piccolezze?dai su, ottimismo, gira la ruota, gira l'economia, ma soprattutto COMPRA una vocale!
  • Anonimo scrive:
    Telecom... sono 2 mesi che...
    Attendo l'upgrade di una linea adsl.La vecchia linea e' cessata dopo 20gg dalla richiesta e da due mesi siamo senza adsl.Al call center avevano detto massimo 2 due giorni per la riattivazione.Il servizio e' del tipo business, avevamo delle vpn operanti adesso, ovviamente, non funzionano.Come puo' un azienda prendere sul serio Internet e pensare ad inverstire se non vi e' alcuna certezza di poter ottenere una connessione in tempi, non dico brevi, ma almeno certi? :|Al call center la presa per i fondelli e' continua, dicono che faranno richiamare da un tecnico, che ormai e questione di ore ecc... ma intanto i giorni passano e nessuno si fa sentire.Insomma oltre al danno anche la beffa :@
  • Akiro scrive:
    Re: aumentate gli stipendi...

    Certo, panem et circenses per tutti!
    Dio mio come voliamo bassi...panem et cirsenses l'ho già detto io in un altro post ;Pcmq non capisco il tuo problema... ci vuole dello svago, mica si può lavorare sempre, lo svago prima o poi devi trovartelo o fondi... il panem et circenses è da dire nel caso in cui lo svago viene usato per portar via l'attenzione da cose pi importanti.byez
  • Anonimo scrive:
    Re: Una strana geografia
    - Scritto da: Anonimo
    Nel paragrafo con i dati di connessione
    divisi per regione c'e' qualcosa che non mi
    torna....
    Tutto questo per dire che l'idea di dividere
    la connettivita' in Italia in due regioni
    relativamente omogenee al loro interno sta
    solo nella testa di chi ragiona per
    stereotipi.

    Saluti
    MarcoE' un po' difficile raccapezzarsi tra le cifre esposte e i nomi di regione, però mi è piaciuta tanto la tua sottolineatura che "la divisione di Internet in Italia sta solo nella testa di chi ragiona per stereotipi". Bravo!AldoPS. - A parer mio la regione più avanzata in Internet è la Sardegna (proprio quella dei pastori!). Io sono friulano e purtroppo non ho parenti in Sardegna (altrimenti le ferie saprei dove trascorrerle). La Sardegna fa parte del Nord o del Sud?
  • Anonimo scrive:
    Se preferiscono il satellite....
    Io abito in un paesino.. in cui mai arrriverà l'adsl... Perchè siamo pochi? No perchè gli investimenti sono stati usati per il digitale satellitare... Chissà.. se qualcuno invece di avere delle televisioni fosse il padrone della metà dei provider italiani... magari i finaziamenti sarebbero stati usati in altro modo...;) e a quest'ora l'adsl l'avrebbero tutti...
  • Anonimo scrive:
    Re: Per me il tuo e' solo razzismo italiano.
    - Scritto da: Anonimo
    Per me il tuo e' solo razzismo di stampo
    italiano. Patriottardo.Il razzismo non c'entra nulla, analfabeta.
  • Anonimo scrive:
    Re: LA SCOPERTA DELL'ACQUA CALDA....
    - Scritto da: Anonimo
    :@

    Hanno permesso che un unico soggetto privato
    decidesse il destino informatico di un
    intera nazione, fornendo la copertura ADSL
    secondo stretti criteri di convenienza
    economica a discapito della parità di
    trattamento, di opportunità e di
    giustizia sociale...ringrazia prodi e amichetti , nonchè il "presidente" ciampi
    Hanno permesso che un settore tanto
    importante fosse monopolizzato fino al
    midollo e che sia l'utente privato che i
    providers concorrenti fossero TAGLIEGGIATI
    da un azienda che all'estero fornisce gli
    stessi servizi a META' PREZZO..ringrazia le banche che hanno finanziato free internet
    Infine se ne escono con PERLE DI DECRETI che
    non fanno altro che frenare ulteriormente la
    crescita della rete creando insicurezza e
    sfiducia sia nei consumatori che nei
    fornitori di servizi......ringraziamo i giornalisti che denigrano a non finire e berlusconi e soci che non vogliono internet

    E poi si lamentano............

    BUFFONI........

    Da tre anni Telecom mi nega l'ADSL.....E sto
    a 3 Km dalla città più vicina
    che è INTERAMENTE FORNITA....'zzi tuoi!tristemente_famoso
  • Anonimo scrive:
    è normale!!
    ho letto i post di questo forum e vedo che ci sono diverse opinioni ma a mio avviso è normale che sia così come dicono le statistiche... sappiamo che l'italia è un paese a crescita zero quindi vuol dire che ci sono più persone adulte - anziane, che ragazzi e giovani (20 -30 anni). i ragazzi notoriamente sono più "smanettoni" che le persone adulte, le quali o lo usano per lavoro (dirigenti, imprenditori, liberi professionisti ecc.) e pochi per passatempo; il resto delle persone (stragrande maggioranza) non usa il computer per svariati motivi: gli anziani vedono internet e l'informatica in genere come un innovazione e per contatto diretto con tali persone (mia esperienza poi ditemi se sono in errore) loro hanno "paura" di queste innovazioni, i lavoratori non usano internet per mancanza di tempo (famiglia dove moglie e marito lavorano e devono pure pulire casa e comunque avere una vita sociale) oppure perchè a un operaio di fabbrica - agricoltore - artigiano etc.. giustamente ma che c@zzo glie ne frega se è stato aperto un nuovo sito o di un asta on line, oltretutto la televisione da notizie su internet come covo di pedofili, covo di terroristi, COVO DI PERSONE DISONESTE CHE SCARICANO MUSICA ILLEGALE (il maiuscolo in senso ironico w il mulo 8)) e terra di facili adescamenti per dialer rovina bolletta è normale che le persone che anche vogliano avvicinarsi si scoraggino giustamente aggiungerei, oltretutto avere un pc in casa comporta una spesa che per una famiglia con figli a carico (media) comporta sacrifici.Concludendo non c'è da meravigliarsi e neanche da piangerci addosso i soldi gli italiani le spendono in altre cose più frivole magari ma sicuramente se comprano un vestito firmato non avranno paura che al momento che lo indossano gli scatti un dialer :D, con tutto questo spero in un futuro in un minimo di riscatto per quanto riguarda internet da parte dei mass media che senza il loro appoggio saraà molto difficile avvicinare la massa al mondo virtuale scusate per gli errori di ortografia - grammatica etc. :D
  • Anonimo scrive:
    Re: COPERTURA ADSL
    - Scritto da: Collimate
    un grosso problemae' la scarsa copertura
    della ADSL fuori dai grossi centri urbani.
    (win)(linux)(apple)ARRRRGGGGHHHH.......no, i centri URBANI no....Clipper
  • Anonimo scrive:
    Fateci spendere meno e forse....
    Anche questo mese 190 euro di bolletta telecom ...circa 200 ore di connessione pagate carissime.. piu le assurde spese in bolletta per la famosa superlinea isdn pur avendo una flat ....di sole 3 oreHanno fatto chiudere galactica..Non hanno rispettato gli accordi per l'ultimo miglioNon hanno diffuso adeguatamente la banda larga..Vorrebbero imporci i portali da utilizzare (alice nel paese delle bischerate)Vorrebbero solo spremerci fino all'ultimo euro...Ecco come mai molti italiani piu furbi di me non si connetonoe fanno bene ... Meglio comprarci una forma di pecorino e un buon chianti.. con quei soldi.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma non erano 21 milioni ?
    ...eggià, me lo chiedo pure io.... ma se si dicono due cose diverse una delle due non sarà mica "falsa" ;) ..? ....
  • Anonimo scrive:
    Re: Eheh e non avete visto ancora niente
    - Scritto da: Anonimo
    Perchè saremo in tanti a disdire!

    Io a novembre!non so quanti saranno a disdire perché temo che gli informati non siano molti...ma io volevo passare all'ADSL... e invece mi terrò il 56k. E ora so anche cosa rispondere a quelli del centottantasette che chiamano tutti i giorni o quasi per rifilarmelo...
  • Anonimo scrive:
    Re: Il vero problema...
    - Scritto da: trollenstein

    - Scritto da: Anonimo

    sono i commercianti di pc, che cercano
    di

    venderti cose più care che non ti

    puoi permettere, ed in quel momento hai

    precluso ogni possibilità di
    spendere

    in futuro, compreso ADSL.



    L"esempio classico è MAC: costa

    troppo, quindi sei obbligato a non
    prendere

    ADSL, perchè devi fare
    praticamente

    un mutuo.



    Facciamo una scommessa: se tolgono dai
    piedi

    queste ciofeche ambulanti che si
    chiamano

    Applez, le persone potranno comprare

    computer meno costosi, quindi il potere

    d'acquisto delle persone
    aumenterà,

    il mercato rinvigorirà e le
    persone

    potranno permettersi ADSL, avendo
    finalmente

    accesso alla cultura gratis per tutti,

    cioè internet.



    Ecco la mia opinione, ecco come la
    penso,

    ecco cosa volevo dire al riguardo.



    Insomma, meno applez, più ADSL.

    Facile, no?

    Quoto in pieno!(troll)
  • trollenstein scrive:
    Re: Il vero problema...
  • Anonimo scrive:
    Re: Saranno sempre di meno
    Bah e un c'entra na sega Urbani, internet l'e' un mondo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il vero problema...
  • trollenstein scrive:
    Re: Il vero problema...
    - Scritto da: Anonimo
    sono i commercianti di pc, che cercano di
    venderti cose più care che non ti
    puoi permettere, ed in quel momento hai
    precluso ogni possibilità di spendere
    in futuro, compreso ADSL.

    L"esempio classico è MAC: costa
    troppo, quindi sei obbligato a non prendere
    ADSL, perchè devi fare praticamente
    un mutuo.

    Facciamo una scommessa: se tolgono dai piedi
    queste ciofeche ambulanti che si chiamano
    Applez, le persone potranno comprare
    computer meno costosi, quindi il potere
    d'acquisto delle persone aumenterà,
    il mercato rinvigorirà e le persone
    potranno permettersi ADSL, avendo finalmente
    accesso alla cultura gratis per tutti,
    cioè internet.

    Ecco la mia opinione, ecco come la penso,
    ecco cosa volevo dire al riguardo.

    Insomma, meno applez, più ADSL.
    Facile, no?Quoto in pieno!
  • Anonimo scrive:
    Re: Il vero problema...
    - Scritto da: Anonimo
    sono i commercianti di pc, che cercano di
    venderti cose più care che non ti
    puoi permettere, ed in quel momento hai
    precluso ogni possibilità di spendere
    in futuro, compreso ADSL.

    L"esempio classico è MAC: costa
    troppo, quindi sei obbligato a non prendere
    ADSL, perchè devi fare praticamente
    un mutuo.

    Facciamo una scommessa: se tolgono dai piedi
    queste ciofeche ambulanti che si chiamano
    Applez, le persone potranno comprare
    computer meno costosi, quindi il potere
    d'acquisto delle persone aumenterà,
    il mercato rinvigorirà e le persone
    potranno permettersi ADSL, avendo finalmente
    accesso alla cultura gratis per tutti,
    cioè internet.

    Ecco la mia opinione, ecco come la penso,
    ecco cosa volevo dire al riguardo.

    Insomma, meno applez, più ADSL.
    Facile, no?Finalmente qualcuno che ha il CORAGGIO DI DIRE LE COSE COME STANNO!!!QUando i computer coteranno meno, TUTTI gli acquirenti andranno su internet con l'ADSL.Ma i computer non possono costare meno, perchè i MacMerdosh costano carissimi e tutte le altre case non riescono a stare al passo con la tecnologia. Credo, quindi, che queste società (ed il mercato tutto) godrebbero di nuova linfa vitale se ci si desidesse a CACCIARE DAL MERCATO QUELLE SCHIFEZZE DI MAC!!!
  • Anonimo scrive:
    Il vero problema...
    sono i commercianti di pc, che cercano di venderti cose più care che non ti puoi permettere, ed in quel momento hai precluso ogni possibilità di spendere in futuro, compreso ADSL.L"esempio classico è MAC: costa troppo, quindi sei obbligato a non prendere ADSL, perchè devi fare praticamente un mutuo.Facciamo una scommessa: se tolgono dai piedi queste ciofeche ambulanti che si chiamano Applez, le persone potranno comprare computer meno costosi, quindi il potere d'acquisto delle persone aumenterà, il mercato rinvigorirà e le persone potranno permettersi ADSL, avendo finalmente accesso alla cultura gratis per tutti, cioè internet.Ecco la mia opinione, ecco come la penso, ecco cosa volevo dire al riguardo.Insomma, meno applez, più ADSL. Facile, no?
  • Anonimo scrive:
    Re: Saranno sempre di meno
    ma che ridicoli e ridicoli sei te che sei ridicolo!! Tante persone usano e/o usavano l'adsl per downlodare se con la nuova legge questa cosa diventa molto più controllata e rischiosa di quanto non lo fosse prima è normale che loro la disdicano!! se te sei uno che ci lavora è normale che tu la tenga per comodità e velocità!!!... però caspita smettiamola di criticare ognuno che mette post. in questo forum sembra che chi scrive un mes. sia una persona che nn sa neanche di che si sta parlando e chi risponde il premio nobel per le soluzioni della vita :|8)
  • fasibia scrive:
    Re: Il problema non sono i costi!

    dobbiamo ringraziare anche la visione data dai media,
    prima euforica, poi catastrofica e raramente equilibrata.
    La TV digitale cerca invece di colmare quel gap che limita
    alcune persone nell'accesso al PC. Anche se secondo me
    un PC-BOX integrato (con funzioni di
    DVD/videoregistrazione su HD/game machine/etc...)
    sarebbe più semplice.Questo è il punto. Tu esprimi un'opinione serena e intelligente perché conosci internet e anche grazie a internet conosci la tv digitale. E conosci la tv tradizionale.Chi non si è mai connesso conosce internet o per sentito dire o dalla tv. E' la tv che dovrebbe spingere l'uso di internet in maniera saggia, magari spiegando che i dialer non sono così facili da prendere e chi ha l'adsl ne è praticamente immune, o che dai virus ci si può difendere e comunque i virus non creano danni irreparabili ai privati, danneggiano più le aziende. O che i bambini potrebbero trovare giovamento nel navigare guidati dai genitori senza il rischio di essere adescati dai pedofili.Ascoltando i tg provo a immaginare che idea si faccia la gente di internet.. Cacchio, sembra alternativamente il paese delle meraviglie o un covo di dannati.
  • logitech scrive:
    Re: Carrozzone Nazionale Eminenti Lavativi
    - Scritto da: DKDIB
    Logitech also wrote:
    1- Inutile fare i (coff-coff) "laboratori"
    se prima non si educano gli insegnanti,
    magari con un corso d' aggironamento
    obbligatorio fatto ovviamente in modo serioQuindi tu sei contrario all'introduzione dell'informatica alle elementari. Oppure segui il motto "Qualunque opinione tu abbia, io ho quella contraria".
  • logitech scrive:
    Re: Carrozzone Nazionale Eminenti Lavativi
    - Scritto da: DKDIB
    Le uso solo per vedere quanto uno sa
    osservare e dedurre (per la cronaca, le mie
    "k" sono assolutamente fini a loro
    stesse)... ed ovviamente per constatare
    quante fisime si fanno le personeE' veramente strano: ti permetti di 'deurre' che ho passato un esame "studiando a memoria 4 frasette" e poi ti incazzi se qualcuno ti dà del quinidicenne quando sctrivi *effettivamente* come un quindicenne!Le k dappertutto le ho viste usare *solo* da gente con età
  • Anonimo scrive:
    Beh è normale
    Adesso tutti gli italiani si stanno comprando il ditale terrestre, che se ne fanno di internet? :D:s
  • DKDIB scrive:
    Re: Carrozzone Nazionale Eminenti Lavativi
    Logitech wrote:
    P.S. Non usare tute quelle K (soprattutto nell'atro post),
    altrimenti si vede lontano un miglio che hai quindici anni.Bah, lascia stare ke e' vecchia 'sta storia. :(Le uso solo per vedere quanto uno sa osservare e dedurre (per la cronaca, le mie "k" sono assolutamente fini a loro stesse)... ed ovviamente per constatare quante fisime si fanno le persone (curiosamente le unike lagnanze le ho trovate qua dentro :D ).
  • Anonimo scrive:
    Re: aumentate gli stipendi...
    Certo, panem et circenses per tutti!Dio mio come voliamo bassi...
  • Anonimo scrive:
    Re: In Estonia avere internet e' un diritto!
    Allora vacci a vivere! Anche se ciò non ci risparmierebbe dalle tue sbrodolate pseudo-economiche senza senso!
  • DKDIB scrive:
    Re: Carrozzone Nazionale Eminenti Lavativi
    Logitech also wrote:
    Di progetti per diffondere la cultura informatica ne sono stati
    fatti (primo fra tutti l'introduzine a scuola dell'informatica fin
    dalle elementari [...]Quoterei tutto... ma su questo ti prego di lasciarlo stare. :(1- Inutile fare i (coff-coff) "laboratori" se prima non si educano gli insegnanti, magari con un corso d' aggironamento obbligatorio fatto ovviamente in modo serio (ie: sarebbe inutile insegnare "i procedimenti": bisognerebbe piuttosto istruire sul PC in generale, in modo ke se gli si cambia il programma da sotto gli occhi non vadano in stallo).2- Non si pretenderebbe tanto (anzi: per quel ke serve i PC potrebbero persino essere tutti con hw diverso ed usati; basta poi configurarli in modo omogeneo con un OS stabile), ma servirebbero almeno dei laboratori in cui possa entrare una classe intera senza doverla dividere in 2 gruppi.In quest' ultimo senso poi servirebbe anke un po' di buona volonta' da parte dei direttori/presidi: alle medie inferiori il nostro aveva organizzato delle lotterie e con queste era riuscito a resuscitare un edificio (s)cadente, dotandolo di laboratori (non solo informatici) di tutto rispetto.Ok, non sara' stato del tutto lecito (presumo), ma indubbiamente i benefici hanno di gran lunga superato i "danni".Logitech also wrote:
    Chi risponde offendendo si merita solo un epiteto:
    ignorante.... Va beh.(Certo, magari lo e' anke... ma ki se ne frega!)
  • logitech scrive:
    Re: Carrozzone Nazionale Eminenti Lavativi
    - Scritto da: DKDIB
    Le possibilita' sono:

    1- nel primo post volevi semplicemente
    sparare 4 cazzate a botto (e allora pace :D
    );Ci sono più livelli di lettura in quel post; poteva essee ironico, ma anche serio, quando criticava questi istituti statali che sono solo mangiasoldi.
    2- dici di sapere, ma in realta' ti sei
    limitato a studiare qualke frasetta a
    memoria (o magari nemmeno quelle);Non so che facoltà frequenti, ma il vecchio ordinamento di ingegneria non ti permette di passare gli esami studiando quattro frasi a memoria.
    3- il numero delle tue personalita' e'
    superiore a 1 (... gosh!).Detto da uno che mi rsiponde due volte!P.S. Non usare tute quelle K (soprattutto nell'atro post), altrimenti si vede lontano un miglio che hai quindici anni.
  • logitech scrive:
    Re: Carrozzone Nazionale Eminenti Lavativi
    - Scritto da: DKDIB
    Logitech wrote:

    E non parlo delle persone che conosco
    direttamente (la

    percentuale tra i miei amici e parenti
    sfiora il 100%): ormai

    internet ce l'ha pure il panettiere
    sottocasa.

    Ma ke statistica del menga e', dai???Pienamente d'accordo! (Quella del CNEL)Come ha fatto notare qualcun altro, poco tempo fa proprio su PI si diceva che gli italiani connessi erano 21 milioni.A 'sto punto l'unica possibilità è guardarsi in giro coi propri occhi. Di certo sarà una statistisca spannometrica, ma è lo stesso più aderente alla realtà di quella del CNEL.
  • Anonimo scrive:
    Re: Per me il tuo e' solo razzismo italiano.
    - Scritto da: Anonimo
    Per me il tuo e' solo razzismo di stampo
    italiano. Patriottardo.Ci hai pensato molto per scriverlo eh?Complimenti.
  • Akiro scrive:
    aumentate gli stipendi...
    e vedrete che i soldi per internet e per il pc salteranno fuori, altrimenti: poche lamentele, grazie.(linux)
  • DKDIB scrive:
    Re: Carrozzone Nazionale Eminenti Lavativi
    Logitech wrote:

    Sai che cosa sono i grandi numeri?

    Sì [...]


    Sai che gli italiani sono anche quelli di 80 anni in paesini
    di montagna che passano i pomeriggi a giocare a carte in
    osteria?

    E già, ce ne sono a *milioni*!.........Le possibilita' sono:1- nel primo post volevi semplicemente sparare 4 cazzate a botto (e allora pace :D );2- dici di sapere, ma in realta' ti sei limitato a studiare qualke frasetta a memoria (o magari nemmeno quelle);3- il numero delle tue personalita' e' superiore a 1 (... gosh!).
  • DKDIB scrive:
    Re: Carrozzone Nazionale Eminenti Lavativi
    Logitech wrote:
    E non parlo delle persone che conosco direttamente (la
    percentuale tra i miei amici e parenti sfiora il 100%): ormai
    internet ce l'ha pure il panettiere sottocasa.Ma ke statistica del menga e', dai???Se prendi un contesto economico e culturale, in un primo momento i nuovi elementi vengono selezionati dalle caratteristike stesso del contesto, quindi modificano (e vengono loro stessi modificati, of course) il branco in questione tendendo ad omogenizzarlo.Il fatto di navigare presuppone sia una minima disponibilita' di denaro ke la volonta' e la capacita' per usare il media.Se tu navighi e' quindi probabile ke anke ki ti circonda abbia caratteristike simile alla tue e quindi navighi pure lui.
  • DKDIB scrive:
    Re: e con urbani saremo ancora meno
    Anonimo wrote:
    io disdico l adsl oggi se passa così alla cameraBuono allora: ieri m' han kiamato dalla Wind per dirmi ke l' upgrade gratuito da 640 a 1280 e' oramai questione di qualke mese (hanno infatti mandato la rikiesta a Telecom Italia Wireline per l' unbuilding fisico verso Infostrada).I tuoi 640 li prendo volentieri io. :D
  • DKDIB scrive:
    Re: Un PC su tre connesso...
    Anonimo wrote:
    Un PC su tre connesso sarebbe poco? :oSi': basta confrontare il dato con quello degli altri Paesi.Onestamente non vedo la complessita': persino un PC arriverebbe trarrebbe la stessa conclusione.Ke poi una cosa del genere sia tanto banale da non servire praticamente a nulla e un' altra cosa... di sicuro pero' non e' falsa.Anonimo also wrote:
    Le statistiche non considerano che l'Italia è il paese più
    vecchio d'europa? Che non ha copertura totale? Che ha
    meno potere d'acquisto?Una cosa sono i dati, un' altra le conclusioni ed un' altra ancora le (possibili) cause.Anonimo also wrote:
    Come diceva non ricordo chi:
    se metto un piede in una tinozza d'acqua ghiacciata e l'altro
    in una di acqua bollente avrò una perfetta temperatura
    tiepida!Ke stronzata.Anonimo also wrote:
    Queste sono le statistiche genteMa vattela a studia' ke e' meglio......
  • Anonimo scrive:
    Re: Per me il tuo e' solo razzismo italiano.
    Anonimo wrote:
    Per me il tuo e' solo razzismo di stampo italiano.
    Patriottardo....Gran commento, non c' e' ke dire.
  • DKDIB scrive:
    Re: Per me il tuo e' solo razzismo italiano.
    Anonimo wrote:
    [...] uno non può permettersi 30? per un'adsl ne 400? per un
    pc [...]Escludendo i fattori emotivi, ci si accorgerebbe ke si tratta di casi limitatissimi.I soldi in eccesso da gettare in sfizi tecnologici e/o formativi ci sarebbero eccome, solo vengono usati in altro modo.Azzardo (lotto e lotterie varie incluse), sport, pornografia, uscite la sera, cibo di marca, viaggi/vacanze, abiti/accessori sono probilmente quelli piu' diffusi da noi, e proprio per questo non vengono nemmeno percepiti come "lussi".Cosi' facendo si tende a lamentarsi di non avere soldi per lo svago, quando in realta' li si e' gia' spesi in altri beni superflui.
  • Anonimo scrive:
    Re: LA SCOPERTA DELL'ACQUA CALDA....
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema non sono i costi!

    I costi sono proibitivi per buona parte
    degli italiani semplicemente perché
    non sanno bene cosa farsene di internet.???A me non serve un gioello quindi costa troppo? Mi sembra un ragionamento balzano.I capi griffati non "servono" (un abito non deve essere griffato per fare il suo lavoro di abito), eppure molti li comprano.
    Sono gli stessi italiani che trovano
    proibitivi i prezzi dei libri: ok, non sono
    proprio gratis, ma se ti piace leggere
    quindici euro al mese puoi spenderli.concordobasta molto meno, a parte le bilbioteche ci sono un sacco di pubblicazioni per pochi euro, anche ignorando quelle allegate ai quotidiani
    Sono gli stessi italiani che non comprano
    quotidiani, per cui non trovano vantaggioso
    nemmeno poter leggere news online.qui non mi dovrei esprimere, siamo in campgna elettorale :D il "colpevole" sono le televisioni secondo me troppo facili.
    Il loro lavoro non richiede l'uso del
    computer. O bastano le ore passate in
    ufficio a navgare, nei casi opposti.
    Qualche anno fa si diceva che "con internet
    puoi fare tutto" e ci voleva mezz'ora per
    scaricare uno screen saver.Gli italiani non comprano on-line per paura del mattone, perché i media non fanno che parlare dei rischi ad usare una carta di credito on-line.(Io mi fido di meno dell'oste che va nel retro).O di rischi di incappare in materiale pornografico (è molto più vicina l'edicola) e via di stronzate raccontate da gente che di informatica non capisce un acca (con poche eccezioni vedi Massarini un tempo).
    Oggi ci si rende conto che tutto no, ma
    molto si può fare, ma quel molto non
    significa praticamente niente per la
    maggioranza degli italiani.dobbiamo ringraziare anche la visione data dai media, prima euforica, poi catastrofica e raramente equilibrata.La TV digitale cerca invece di colmare quel gap che limita alcune persone nell'accesso al PC. Anche se secondo me un PC-BOX integrato (con funzioni di DVD/videoregistrazione su HD/game machine/etc...) sarebbe più semplice.
  • Anonimo scrive:
    Re: Questo Governo
    Mi domando anche come reagiranno con "l'alfabetizzazione degli italiani all'uso di internet" dopo il DL urbani!Poveri noi ci siamo messo in mano agli aguzzini!Europa LIBERACI!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema non sono i costi!
    - Scritto da: samu

    - Scritto da: Anonimo



    Mi spiace ma non è così:

    l'ultimo rapporto della comunità

    Europea che ho vista evidenziava quello
    che

    dici. Cioè che in tutta europa la

    pentrazione di internet è

    inversamente proporizonale al costo.


    cioe' c'e' meno gente dove costa di piu'
    giusto ?sì e no: quello che dicevo è che questo accade in euroipa ma il "punto" relativo all'italia sta(va) fuori da questa curva. E sotto la curva.Cioè: penetrazione bassa nonostante i costi fossereo bassi in proorzione.
    allora che si aspetta ad abbassare i prezzi ?sbagliato: bisogna "aumentare" il bisogno delig italiani della rete. Cosa non banale.
    i prezzi base sono decisi da Telecom italia.Sbagliato sono decisi dal governo. Che impone i prezzi per consetire la concorrenza.
    Quindi sappiamo da chi andare a protestare.Dagli italiani che non vogliono spendere per i siervizi.
    Un altro problema e' la copertura ADSL, che
    non va avanti (mentre di ponti cellulari ce ne sono
    a bizzeffe).Il problema e' totalmente differente. E la copertura non può che andare avanti con la domanda.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema non sono i costi!

    Probabilmente ti sbagli. Ciò che dici
    ha poco senso (se raddoppio i costi
    aumentano gli utenti???caro il-logitech ;-) dicevo inversa proporzionalità appunto!ovvero costo = costante/penetrazione oppurecosto*penetrazione=costante se preferisci.cioè se aumenti i costi cala la penetrazione e viceversa
  • Anonimo scrive:
    Re: Siamo Italiani
    - Scritto da: Anonimo
    la magra consolazione X me e' che io non
    sono cosi'

    saluti

    quello di "voglio torna' bambino" di ieri ;)
    veramente tu mi sembri un qualunquista puro
  • Anonimo scrive:
    Re: LA SCOPERTA DELL'ACQUA CALDA....
  • Anonimo scrive:
    Una strana geografia
    Nel paragrafo con i dati di connessione divisi per regione c'e' qualcosa che non mi torna.Dopo il dato su Marche-Umbria c'e' la frase: "Percentuali ben superiori a quelle registrate al Sud", a cui segue il dato sulla Puglia (25,2%), che e' quasi uguale a quello di Marche-Umbria (25,5%)...Invece i due scarti piu' consistenti sono fra Emilia-Romagna e Piemonte-Valle d'Aosta e fra Toscana e Marche-Umbria (tutte regioni del nord, a leggere l'articolo), entrambi del 3,3%...E se la zona Marche-Umbria e' "il sud del nord" come mai il Lazio e' nel primo gruppo?Maneggiamo un po' i dati: lo scarto fra Liguria e Marche-Umbria (estremi del nord) e' del 43,9%, mentre lo scarto fra Puglia e Basilicata-Calabria (estremi del sud) e' del 41,6%... Anche cosi' non sembra esserci una grande discontinuita' fra nord e sud.Proviamo a "mettere il confine" sul crinale appenninico fra Emilia-Romagna e Toscana, e riportiamo il Lazio "a casa sua". Il nord risulta cosi' molto piu' omogeneo, con uno scarto interno del 27,4%, ma il sud no (64%).Ma, su una cartina geografica, questo nord copre meno di un terzo dell'estensione dell'Italia, contro piu' dei due terzi di questo sud.Tutto questo per dire che l'idea di dividere la connettivita' in Italia in due regioni relativamente omogenee al loro interno sta solo nella testa di chi ragiona per stereotipi.SalutiMarco
  • Anonimo scrive:
    Re: LA SCOPERTA DELL'ACQUA CALDA....
    Il solito buffone che fa il finimondo quando lo toccano nel suo piccolo. Se per te l'ADSL è *indispensabile* trasferisciti di quei 3 Km, altrimenti taci.E non parlare a sproposito di giustizia sociale.
  • Anonimo scrive:
    EEEH?
    - Scritto da: Anonimo
    Per me il tuo e' solo razzismo di stampo
    italiano. Patriottardo.Scusa ma non capisco. Razzista contro chi? gli italiani o i tedeschi? e perchè? Il clima diverso, e le abitudini che esso induce, sono dati di fatto che non sono mutabili dalla volontà degli individui, e quindi non passibili di giudizio, cosa che comunque non mi sembra di avere fatto. Non volevo certo dire "quanto siamo fighi noi in italia che abbiamo il sole e il mare e sfigati/depressi voi in germania" oppure "l'italiano medio è troppo impegnato ad abbronzarsi per poter usare internet". Viva l'Italia e la Germania, e il fatto che le frontiere tra i due paesi sono aperte e ognuno può scegliere di cambiare paese se vuole.
  • Anonimo scrive:
    Re: Per me il tuo e' solo razzismo italiano.
    - Scritto da: Anonimo
    Per me il tuo e' solo razzismo di stampo
    italiano. Patriottardo.Dove lo vedi il razzismo?
  • Anonimo scrive:
    Re: e per scaricare?


    Vogliamo dire che nemmeno l'un per cento
    della popolazione italiana usa internet per
    scaricarsi musica o film ?io lo dico da una vita che gli scrocconi e i parassiti sono un'esigua minoranza se passa l'urbani le multe saranno si' e no un paio di migliaia
  • Anonimo scrive:
    Re: ma è normale che siano pochi

    Con le nuove leggi si avrà una
    frenata incredibile. Quando il simpatico
    signor rossi vedrà che con il
    computer non potrà più
    scaricare e che per ogni cavolata
    dovrà sborzare soldi fionderà
    il pc dalla finestra. Controllate i giornali
    dell'usato. Fra poco ci saranno molti pc
    usatiMAGARI, tanto queste sono persone completamente inutili, dei parassiti che succhiano senza dare nulla in cambio.. noi utenti di vecchia data non aspettiamo altro che disdiciate l'adsl e vi togliate dalle balle per sempre heheheheridateci internet di un tempo , basta vampiri, parassiti, nerd e lamer DISDITEEEEEE ma non sono l'adsl , anche l'abbo col modem ;D
  • Anonimo scrive:
    LA SCOPERTA DELL'ACQUA CALDA....
    :@Hanno permesso che un unico soggetto privato decidesse il destino informatico di un intera nazione, fornendo la copertura ADSL secondo stretti criteri di convenienza economica a discapito della parità di trattamento, di opportunità e di giustizia sociale...Hanno permesso che un settore tanto importante fosse monopolizzato fino al midollo e che sia l'utente privato che i providers concorrenti fossero TAGLIEGGIATI da un azienda che all'estero fornisce gli stessi servizi a META' PREZZO..Infine se ne escono con PERLE DI DECRETI che non fanno altro che frenare ulteriormente la crescita della rete creando insicurezza e sfiducia sia nei consumatori che nei fornitori di servizi......E poi si lamentano............BUFFONI........Da tre anni Telecom mi nega l'ADSL.....E sto a 3 Km dalla città più vicina che è INTERAMENTE FORNITA....
  • Anonimo scrive:
    Re: e con urbani saremo ancora meno
    - Scritto da: Anonimo
    io disdico l adsl oggi se passa così
    alla camerasi' ma a noi che ce ne frega? disdici e basta LOL no dai non andare dalla mammaaaaa aspspettaauhauahuahauhauhauahuahau
  • Anonimo scrive:
    Re: Saranno sempre di meno
    - Scritto da: Anonimo
    Grazie alla legge Urbani...

    Ed e' inevitabile che sia cosi'fammi capire .. se ti cade un meteorite sulla macchina e' colpa di urbani? ROTFL!!ma perche' state sempre a piangervi addosso e a farvi prendere per il c*lo Siete ridicoli :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Eheh e non avete visto ancora niente!
    - Scritto da: Anonimo
    Perchè saremo in tanti a disdire!

    Io a novembre!ale' un po' di banda in piu' per me :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma non erano 21 milioni ?
    - Scritto da: Anonimo
    ...almeno secondo quanto si legge in questo
    sito, che forse già conoscete... :$

    punto-informatico.it/p.asp?i=47605 ROTFL!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: 28,5 Oggi, con Urbani 40
    - Scritto da: spyto
    Grazie alla legge che sicuramente
    passerà oggi, ci ritroveremo con un
    internet blindato. Questo perchè
    DOBBIAMO andare al cinema, comprarci il
    digitale terrestre.....i nostri amati
    ministri ci stanno togliendo anche il libero
    arbitrio.http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=620623 da incorniciare ;)
  • fasibia scrive:
    Re: Per me il tuo e' solo razzismo italiano.

    Quindi più importante è il
    fattore SOLDIAvari a parte sono convinto che ognuno si conceda i lussi che il suo reddito gli concede.Io personalmente tra Sky e Adsl devo scegliere.Per lavoro e gusto ho scelto l'adsl.Ci sono tante persone che hanno scelto sky e investito i 400 euro per un impianto dolby surround.Fattore Soldi e scelta di come spenderli..
  • fasibia scrive:
    Re: Il problema non sono i costi!
    I costi sono proibitivi per buona parte degli italiani semplicemente perché non sanno bene cosa farsene di internet.Sono gli stessi italiani che trovano proibitivi i prezzi dei libri: ok, non sono proprio gratis, ma se ti piace leggere quindici euro al mese puoi spenderli.. Sono gli stessi italiani che non comprano quotidiani, per cui non trovano vantaggioso nemmeno poter leggere news online.Il loro lavoro non richiede l'uso del computer. O bastano le ore passate in ufficio a navgare, nei casi opposti.Qualche anno fa si diceva che "con internet puoi fare tutto" e ci voleva mezz'ora per scaricare uno screen saver.Oggi ci si rende conto che tutto no, ma molto si può fare, ma quel molto non significa praticamente niente per la maggioranza degli italiani.
  • Anonimo scrive:
    Re: Per me il tuo e' solo razzismo italiano.
    infatti il luogo di residenza è importantissimoma lo è soprattutto la qualità della vita e il redditto di un individuose uno non può permettersi 30? per un'adsl ne 400? per un pc può vivere anche in una metropoli monotona e iper-cablata che non passerà neppure 1 minuto in rete.Quindi più importante è il fattore SOLDI
  • fasibia scrive:
    Re: Per me il tuo e' solo razzismo italiano.
    Dilibert ha detto una cosa giusta e tempo addietro documentata. Nei paesi col clima più rigido è più sviluppato anche il telelavoro. Esiste una connessione direta anche tra clima e navigazione.Quello che più sconcerta è la percentuale di "naviganti" relazionata ai proprietari di pc.
  • Anonimo scrive:
    Non solo Urbani
    E i truffati dal 709 ?E le 7000 denunce archiviate ?E la sicurezza in rete, virus e worms ecc.E chi ha un ragazzino smanettone in casa ?Si deve assumere un consulente in sicurezza ?
  • Anonimo scrive:
    Re: COPERTURA ADSL
    Dove si legge la pianificazione???? (linux)
  • Anonimo scrive:
    Ma non erano 21 milioni ?
    ...almeno secondo quanto si legge in questo sito, che forse già conoscete... :$http://punto-informatico.it/p.asp?i=47605
  • Anonimo scrive:
    Per me il tuo e' solo razzismo italiano.
    Per me il tuo e' solo razzismo di stampo italiano. Patriottardo.
  • spyto scrive:
    28,5 Oggi, con Urbani 40
    Grazie alla legge che sicuramente passerà oggi, ci ritroveremo con un internet blindato. Questo perchè DOBBIAMO andare al cinema, comprarci il digitale terrestre.....i nostri amati ministri ci stanno togliendo anche il libero arbitrio.
  • dilbert68 scrive:
    il fattore LATITUDINE
    Nessuno ha mai considerato il fattore "latitudine"? mi spiego: queste statistiche vengono confrontate con quelle di altri paesi, più o meno industrializzati. I quali si trovano più che altro nel nord del mondo.Ora, non so se qualcuno di voi ha abitato in un qualsiasi paese del nord europa per più di un mese; si sarebbe reso conto che la combinazione del clima e del paesaggio monotono invogliano molto meno ad uscire di casa.Ovvero: è più probabile che esca di casa un italiano, che mediamente abita in una città inserita in un bel contesto paesaggistico, se non vicino al mare, e dove si può già fare il bagno a maggio, o un Bavarese, che può godere di temperature intorno ai 15 C° a maggio ed è circondato da colline a perdita d'occhio? E secondo voi è più probabile che il Bavarese una volta rimasto a casa navighi su internet, oppure che l'italiano si porti dietro il portatile con la scheda GPRS per leggersi l'email mentre è in spiaggia?Propongo di eseguire indagini statistiche sul througput di banda nei providers italiani in due diversi periodi dell'anno: nel trimestre novembre-gennaio e in quello maggio-luglio e confrontare i risultati. Dovrebbe essere molto esplicativo.
  • Anonimo scrive:
    Re: COPERTURA ADSL
    Idem per me.. anzi, peggio.. perchè il mio paese manco è nella lista delle pianificazioni..E adesso aspettiamo un po': vedrai che qualche utente registrato e possessore di adsl (quindi se ne sbatterà altamente le balle dei nostri post) mi mette punteggio "Uff" (o probabilmente peggio) e un voto sotto lo zero.Grazie per la comprensione!
  • logitech scrive:
    Re: Il problema non sono i costi!
    - Scritto da: Anonimo
    Mi spiace ma non è così:
    l'ultimo rapporto della comunità
    Europea che ho vista evidenziava quello che
    dici. Cioè che in tutta europa la
    pentrazione di internet è
    inversamente proporizonale al costo.Probabilmente ti sbagli. Ciò che dici ha poco senso (se raddoppio i costi aumentano gli utenti??? In economia è una situazione rarissima, si presenta solo in alcuni casi di beni di lusso, in cui il prezzo è di per sè uno status symbol).Forse ci si riferiva all'elasticità della domanda.
  • Anonimo scrive:
    Eheh e non avete visto ancora niente!
    Perchè saremo in tanti a disdire!Io a novembre!
  • Anonimo scrive:
    Re: e per scaricare? LOL!
    lol...allora tutte le preoccupazioni sul filesharing erano infondate:D
  • logitech scrive:
    Re: Carrozzone Nazionale Eminenti Lavativi
    - Scritto da: Anonimo
    Eminenti.... ma sai che significa?Sì.
    Sai che cosa sono i grandi numeri?Sì, e lo dimostra il mio voto nell'esame "Metodi matematici e statistici".
    Sai che gli italiani sono anche quelli di 80
    anni in paesini di montagna che passano i
    pomeriggi a giocare a carte in osteria?E già, ce ne sono a *milioni*!
    Visto che non sai ne' questo ne' altro, come
    hai dimostrato, il CNEL serve, ma non a te,
    che non ne conosci neppure i componenti, ma
    a chi lavora.....Sul sito che ho visitato ci sono i nomi dei componenti. Certo di persona non li conosco...
  • samu scrive:
    Re: Il problema non sono i costi!
    - Scritto da: Anonimo

    Mi spiace ma non è così:
    l'ultimo rapporto della comunità
    Europea che ho vista evidenziava quello che
    dici. Cioè che in tutta europa la
    pentrazione di internet è
    inversamente proporizonale al costo.
    cioe' c'e' meno gente dove costa di piu' giusto ?allora che si aspetta ad abbassare i prezzi ?i prezzi base sono decisi da Telecom italia.Quindi sappiamo da chi andare a protestare.Un altro problema e' la copertura ADSL, che non vaavanti (mentre di ponti cellulari ce ne sono a bizzeffe).
  • Anonimo scrive:
    Re: Ovvio...
    - Scritto da: Anonimo
    è un offesa alla nostra
    intelligenza!!!!!Poca intelligenzapoca offesa
  • Anonimo scrive:
    Saranno sempre di meno
    Grazie alla legge Urbani...Ed e' inevitabile che sia cosi'
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema non sono i costi!
    - Scritto da: Anonimo
    Il problema principale per la diffusione di
    un prodotto è il prezzo finale che
    l'acquirente dovrà pagare.
    Con un costo mensile di quasi 40 ? per la
    connessione Adsl e di circa 1 ? ora per la
    connessione analogica, gli utenti
    disponibili sono quelli di adesso
    cioè circa 14 milioni. Mi spiace ma non è così: l'ultimo rapporto della comunità Europea che ho vista evidenziava quello che dici. Cioè che in tutta europa la pentrazione di internet è inversamente proporizonale al costo.Unica eccezzione: l'Italia. Dove la connessione costa poco e la gente comunque si interessa poco dello strumento (il ppunto stava ampiamente sotto la curva che aveva un aspetto tipo 1/x in un grafico con pentrazione in y e costi in x).Non so se lo scenario sia ancora qusto ma allora questo dato mi aveva molto colpito.Al solito emerge che gli italiani sono sempre disposti a spendere per una peizza, o per n capo firmato. Ma appena si deve pagaer un servizio cercano di anadre a scrocco oppure ti dicono ce non gli interessa.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ancora troppi
    - Scritto da: Anonimo
    Prima imparino a usare un pc e poi se ne
    riparla.il pc non è mica come l'auto che può far male.A me sta molto bene che qualcuno, Mac e MS in primis, abbia creato dei pc a misura d'uomo.L'interfaccia utente è l'aspetto più importante nella realizzazione di un PC, proprio per allargarne la base d'uso.La tua considerazione è una benemerita frescaccia.
  • Anonimo scrive:
    e con urbani saremo ancora meno
    io disdico l adsl oggi se passa così alla camera
  • Anonimo scrive:
    ma è normale che siano pochi
    l'uomo medio non gli può fregar di meno di internet. Non gli serve a nulla. Immaginate il muratore o la donna delle pulizie che usano email, navigano etc?questa massa è attratta dal p2p che gli permette di usufruire di musica e film. Ma se non si è coperti dalla adsl non ci si mettono e addirittura l'acquisto del pc è influenzato proprio da questo. Con le nuove leggi si avrà una frenata incredibile. Quando il simpatico signor rossi vedrà che con il computer non potrà più scaricare e che per ogni cavolata dovrà sborzare soldi fionderà il pc dalla finestra. Controllate i giornali dell'usato. Fra poco ci saranno molti pc usati
  • Anonimo scrive:
    Re: Carrozzone Nazionale Eminenti Lavativi
    Eminenti.... ma sai che significa?Sai che cosa sono i grandi numeri?Sai che gli italiani sono anche quelli di 80 anni in paesini di montagna che passano i pomeriggi a giocare a carte in osteria?Visto che non sai ne' questo ne' altro, come hai dimostrato, il CNEL serve, ma non a te, che non ne conosci neppure i componenti, ma a chi lavora.....B.R.A. mai sigla fu piu' approprita.Bye.
  • Anonimo scrive:
    Siamo Italiani
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    ...sarebbe poco? :o


    Domanda affatto stupida considerando i 3d
    idioti che stanno comparendo.
    Riporto:
    Il CNEL ha infatti rilevato che a fine 2003
    gli italiani che navigano su internet sono
    13,7 milioni ....
    Non è affatto poco, cavolo,
    tutt'altro!!!!
    anche considerando che spesso uno ha piu' di un picci' in casa e solo uno di questi e' connesso (anche perche' in genere uno e' un portatile che ci si porta dietro).Siamo italiani, scassano la m***a per 20 anni che prender e il traghetto per messina e' da repubblica delle banane poi progettano il ponte sullo stretto e tutti a criticare perche' son soldi buttatiSi lamentano per 450 anni (si' dai tempi della serenissima) che venezia sprofondera', danno il via al mose e tutti a criticare, i verdi in primis perche' quando le barriere si alzano ci potrebbero essere problemi per alcuni paguri della laguna , oltre ai classici soldi buttatiDanno un finanziamento ai 16enni per l'acquisto di un computer e tutti a criticare (vedi PI di quei tempi) Danno un finanziamento per l'acquisto delle adsl e tutti a criticare + piove governo ladro + i soldi diamoli ai poveri dei centri sociali o in sussidi agli extracomunitari che non lavorano ripeto siamo Italiani, il popolo che si piange sempre addosso, il popolo che.. l'erba del vicino e' sempre piu' verde , il popolo che quando la sinistra e' al governo sogna berlusconi, quando berlusconi e' al governo sogna bertinotti, quando bertinotti e' al governo rimpiangono i gulag comunisti la magra consolazione X me e' che io non sono cosi' saluti quello di "voglio torna' bambino" di ieri ;)
  • logitech scrive:
    Carrozzone Nazionale Eminenti Lavativi
    Ecco cosa significa CNEL :D !Sono andato sul sito è ho letto qualcosa: si capisce al volo che è un altro degli inutili istituti statali, fatto da burocrati che la parola "lavoro" manco sanno cos'è. Il loro unico scopo è giustificare l'esistenza del comittato (e dei suoi profumati stipendi :@ ).Basta guardarsi intorno per vedere che gli italiani connessi in rete sono ben oltre il 30%. E non parlo delle persone che conosco direttamente (la percentuale tra i miei amici e parenti sfiora il 100%): ormai internet ce l'ha pure il panettiere sottocasa.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ancora troppi
    - Scritto da: Anonimo
    Prima imparino a usare un pc e poi se ne
    riparla.VANGELOOOOOOOOO !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: COPERTURA ADSL
    - Scritto da: Collimate
    un grosso problemae' la scarsa copertura
    della ADSL fuori dai grossi centri urbani.
    (win)(linux)(apple)infattiil mio paese da quelo che si legge dal sito telecom wireline doveva essere coperto a Marzo 2004 ...sto caz.........siamo ancora scoperti !!!Paese di 10000 abitanti e ..:@
  • Collimate scrive:
    COPERTURA ADSL
    un grosso problemae' la scarsa copertura della ADSL fuori dai grossi centri urbani.(win)(linux)(apple)
  • Anonimo scrive:
    e per scaricare?
    L'uso di internet per il 73 per cento di coloro che si connette in Italia è legato soprattutto alla ricezione e all'invio della posta elettronica. Il 72 per cento, però, secondo le stime del CNEL, girovaga curiosando per la rete, il 56 per cento vi cerca informazioni e il 42 per cento notizie utili per il lavoro. Il 36 per cento si appoggia ad internet per ragioni di studio o di turismo o per il tempo libero (34 per cento).Vogliamo dire che nemmeno l'un per cento della popolazione italiana usa internet per scaricarsi musica o film ?Mahh...Bohh
  • Anonimo scrive:
    Re: Ovvio...
    Scusate...Ma se li trasmettono ci sarà qualcuno che li guarda...Non sono un esperto, ma forse la soluzione a certe cose è da ricercare anche da altre parti.Mi sembra che siamo troppo abituati a piangerci addosso, ma quante persone fanno qualcosa di "pratico" per correggere alcuni problemi?CiaoMax
  • Anonimo scrive:
    Ancora troppi
    Prima imparino a usare un pc e poi se ne riparla.
  • Anonimo scrive:
    Questo Governo
    tramite Gasparri, che ha speso tante parole in tutte le reti televisive 365 gg l?anno in qualunque occasione, da Costanzo a Vespa, da Ferrara a Sofri guadagnando la promozione sul campo a Ministro ?della comunicazione? del digitale terrestre, al posto delle telecomunicazioni e tramite Urbani, che in questa materia si fa consigliare dalla fidanzata, come fa a dare l?impulso alla diffusione della connettività e delle nuove tecnologie se conosce soltanto la diffusione e la ?conduttività? della politica di favore e di parte? A voglia dire che è politica culturale.. il CNEL fa i conti che li conforta dato che, per ora, non hanno messo il bavaglio anche ad internet.Che se ne stiano fermi lì all?intrattenimento e all'informazione televisiva, alla guida tv programmi televisivi, alla scelta degli showmen e delle vallette . Fanno meno danni.
  • Anonimo scrive:
    Il problema sono i costi
    Il problema principale per la diffusione di un prodotto è il prezzo finale che l'acquirente dovrà pagare. Con un costo mensile di quasi 40 ? per la connessione Adsl e di circa 1 ? ora per la connessione analogica, gli utenti disponibili sono quelli di adesso cioè circa 14 milioni. Se i prezzi delle connessioni e anche dei computer caleranno, in egual proporzione aumenteranno gli utenti Internet. Un esempio coerente lo abbiamo con la telefonia mobile. Negli anni 80 quando esistevano solo i radiotelefoni da auto dal costo di circa 4-5 milioni di vecchie lire gli utenti erano qualche migliaio. Nei primi anni 90 con i primi cellulari dal costo di circa 1 milione di vecchie lire gli utenti sono saliti a 2 milioni.ora che un cellulare costa anche meno di 100 ? gli utenti sono 30 milioni. Quindi il conto è facile farlo: Perchè aumentino gli utenti di Internet devono diminuire i costi per poterlo utilizzare.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ovvio...
    è un offesa alla nostra intelligenza!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Ovvio...
    cavoli come li odio questi programmi(il termine giusto è buffonate)ma sono circondato- i telegiornali ne parlano (oltre il patetico .... come se mancassero notizie)- al lavoro ne parlano- la mia ragazza ne parla(sicuramente non con me)non ne posso +scusate lo sfogo :@:@:@ma ho un odio viscerale per questi programmi, li considero una offesa alla nostra intelligenza
  • Anonimo scrive:
    Non ho ben capito...
    Questa fiumana di statistiche che ci inonda in questo particolare momento (sapete a cosa mi riferisco) sta a significare:a) Italiani in Rete, è inutile che fate la voce grossa! Siete quattro gatti e non vi si fila nessuno!oppureb) Italiani, lasciate perdere! Evidentemente Internet non fa per voi... fra l'altro non ci spendete abbastanza soldi... rivolgetevi altrove.Eh, sì... urge davvero una bella campagna di alfabetizzazione informatica di massa! Magari - come suggerisce qualcuno - in onda su un bel canale tematico accessibile solo tramite il nuovo fantastico entusiasmante "decoder digitale interattivo"?Affrettatevi! L'offerta è valida solo fino ad esaurimento scorte. :'(
  • Anonimo scrive:
    e adesso lo sara sempre di meno!!!!
    :@ ho ricomprerò il grammofono e il telegrafo. segnali di fumo nele belle giornate :|
  • Anonimo scrive:
    Re: Ovvio...
    - Scritto da: Anonimo
    Sono troppo impegnati a spingere il decoder
    digitale, così potremo vedere la
    fattoria e il GF e decidere chi deve andare
    al cesso per primo.
    Faremo le purghescion on line
  • Anonimo scrive:
    10 e lode!!!
    - Scritto da: Anonimo
    Sono troppo impegnati a spingere il decoder
    digitale, così potremo vedere la
    fattoria e il GF e decidere chi deve andare
    al cesso per primo.
    W l'Italia! Buon Urbani a tutti :D10 e lode!!!(Non c'è 1 euro .....)
  • Anonimo scrive:
    Eta' della pietra
    Grazie ad urbani torneremo all'eta' della pietra per quanto riguarda la tecnologia....bel paese l'italia...scappiamo prima che sia troppo tardi...!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Un PC su tre connesso...
    ...sarebbe poco? :o
  • Anonimo scrive:
    Ovvio...
    Sono troppo impegnati a spingere il decoder digitale, così potremo vedere la fattoria e il GF e decidere chi deve andare al cesso per primo.W l'Italia! Buon Urbani a tutti :D
  • Anonimo scrive:
    e d'ora in avanti grazie a urbani
    saranno ancora di meno (troll)
  • Anonimo scrive:
    Pochi gli italiani in rete....
    Sicuramente da domani incominceranno ad essere sempre di meno !!!
Chiudi i commenti