WinMX, clamorosa azione antipedofilia

I Carabinieri svolgono 400 perquisizioni in 54 province per scovare chi ha scaricato foto di pedo-porno attraverso il celebre sistema peer-to-peer. Un 25enne si butta dalla finestra. Critiche solo dai radicali


Roma – Aveva 25 anni il giovane M.D. di Biella che ieri si è suicidato gettandosi dal balcone dell’abitazione dove viveva con i genitori, proprio mentre i Carabinieri bussavano alla porta. Anche la sua abitazione di operaio era tra quelle da controllare nell’ambito di una maxi-operazione coordinata dai Carabinieri di Asti e diretta contro gli utenti di immagini porno-pedofile che circolano in internet sui network peer-to-peer.

La clamorosa operazione, la prima del genere condotta in Italia sul p2p, è stata denominata “Eurololitas” e ha portato ad accertamenti in 54 province italiane, con 400 perquisizioni e denunce per circa mille persone.

WinMX è, come noto ai lettori di Punto Informatico, uno dei software per lo scambio di qualsiasi genere di file via internet tra utenti di tutto il mondo ed è un network che, come tutti gli altri, non consente di filtrare a priori i contenuti che vi girano. Secondo gli inquirenti, nel periodo, durato un anno, nel corso del quale si sono svolte le indagini, gli indagati avrebbero illecitamente acquisito o scambiato le immagini, un’azione che a loro parere significa “certa alimentazione del mercato dello sfruttamento sessuale di minori per fini di pornografia”.

A quanto pare i file che sono stati scaricati e che hanno portato all’individuazione dei mille indagati sarebbero perlopiù file rinominati con il nome di vip dello spettacolo, figure femminili molto note, nomi che attiravano in tutto il mondo, secondo i carabinieri, moltissime persone, soprattutto giovani.

I Carabinieri hanno sfruttato per l’indagine la possibilità di creare siti civetta e altre operazioni tese a “cogliere sul fatto” i malviventi in rete. In questo caso hanno simulato interesse per le immagini illecite, anche per il loro acquisto, individuando così persone che fungevano da “nodi di scambio”. Non tutto, dunque, si esauriva su WinMx, utilizzato soprattutto per “attirare” certa utenza verso il mercato del pedoporno. Nelle perquisizioni sono stati effettuati numerosi sequestri di computer e, a quanto pare, sono stati oscurati decine i siti messi in piedi per questo business.

Sull’operazione condotta dai Carabinieri non contro gli sfruttatori dei minori ma contro chi ha visto quelle immagini (e in alcuni casi acquistato) sono intervenuti ieri i radicali. “Mentre è in corso l’ennesima maxi-operazione – ha affermato il segretario di Radicali Italiani Daniele Capezzone – le agenzie di stampa riferiscono del suicidio di un 25enne di Asti, che si è lanciato dalla finestra di casa mentre i carabinieri bussavano alla sua porta. E non è il primo caso in cui si verificano episodi di questo genere. Spero che tutti colgano questa triste occasione per riflettere su quanto sta accadendo”. “Che sorte hanno avuto le migliaia di persone indagate – e, intanto, ridotte a mostri – nei mesi e negli anni precedenti? Cosa è stato di chi è andato su un sito Internet (magari per sbaglio: puo’ succedere anche questo), ha visto qualche fotografia, e solo per questo è finito in un vero e proprio tritacarne giudiziario?”. “Un conto – ha continuato Capezzone – è la legittima (personalissima, condivisibile o meno) riprovazione morale che alcuni possono provare per i gusti sessuali altrui, altra cosa è massacrare qualcuno solo a causa delle sue preferenze sessuali, senza che questi abbia mai recato danno ad altri, minorenni o no. I bambini non si difendono allungando una orrenda scia di sangue”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    nella realta? il contrario
    internet _stupida_ , libera, fruibile da tutti, internet e' un accordo... siamo daccordo di togliere tutti i cavi e le antenne? tanto cosa cambia???.vnode
  • NeutrinoPesante scrive:
    Bell'articolo
    Nella sostanza e nella forma.Riassume gran parte delle idee su Internet che spesso circolano tra gli addetti ai lavori, e che io condivido pienamente.Forse manca l'esplicitazione di un concetto, che mi sembra anche importante: io penso che Internet sia il primo mezzo che permetta una reale democrazia dell'informazione, prodotta da comuni cittadini per altri cittadini, senza intermediazione di gruppi di potere (i media), a loro volta controllati da altri gruppi di potere (lobby economiche e politico/ideologiche).Questo e' il motivo per cui la rete fa molta paura (a chi detiene il potere), e per cui vengono sistematicamente create leggi che mirano a restringere il diritto di parola ed opinione dei singoli cittadini, schiacciandoli sotto la spada di damocle delle infinite e costosissime cause per diffamazione, nonche' del reato di stampa clandestina (in un Paese civile, dovrebbe essere immediatamente processato per attentato ai diritti fondamentali dell'individuo il legislatore che proponesse il reato di stampa clandestina).Saluti
  • gerry scrive:
    Per la redazione - verrsione stampabile
    E' possibile, anche nei prossimi giorni, avere una versione stampabile senza le pubblicità dell'IBM sopra? :)Altrimenti la mia povera estremità dovra fare un sacco di copia & incolla ^_^
    • Anonimo scrive:
      Re: Per la redazione - verrsione stampabile
      Guarda che nella pagina della notizia in alto a destra c'è il pulsante stampa (ed è senza banner).Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Per la redazione - verrsione stampab
      - Scritto da: gerry
      E' possibile, anche nei prossimi giorni,
      avere una versione stampabile senza le
      pubblicità dell'IBM sopra? :)

      Altrimenti la mia povera estremità dovra
      fare un sacco di copia & incolla ^_^Dalla prima pagina:http://paolo.evectors.it/italian/worldOfEnds.html
    • Luca Schiavoni scrive:
      Re: Per la redazione - verrsione stampabile
      - Scritto da: gerry
      E' possibile, anche nei prossimi giorni,
      avere una versione stampabile senza le
      pubblicità dell'IBM sopra? :)

      Altrimenti la mia povera estremità dovra
      fare un sacco di copia & incolla ^_^ehm....Di tutte le notizie e' sempre presente la versione stampabile.. ;) non solo di questa. prova a cliccare sul link "Stampa" in cima alla notizia(sotto il menu grigetto di PI, in alto a destra)ciao!LucaS
      • gerry scrive:
        Re: Per la redazione - verrsione stampabile
        - Scritto da: LucaSchiavoni

        - Scritto da: gerry

        E' possibile, anche nei prossimi giorni,

        avere una versione stampabile senza le

        pubblicità dell'IBM sopra? :)



        Altrimenti la mia povera estremità dovra

        fare un sacco di copia & incolla ^_^

        ehm....
        Di tutte le notizie e' sempre presente la
        versione stampabile.. ;) non solo di questa.Ops! Ok, sono stupido come internet ^_^Grazie!
  • Anonimo scrive:
    Pensieri troppo nobili
    Questi sono pensieri troppo nobili e alti per essere compresi dalla moltitudine di persone che usano quotidianamente internet
    • Anonimo scrive:
      Re: Pensieri troppo nobili
      - Scritto da: Anonimo
      Questi sono pensieri troppo nobili e alti
      per essere compresi dalla moltitudine di
      persone che usano quotidianamente internetParla per te8-P
      • Anonimo scrive:
        Re: Pensieri troppo nobili
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Questi sono pensieri troppo nobili e alti

        per essere compresi dalla moltitudine di

        persone che usano quotidianamente internet

        Parla per te
        8-Pesclusi i presenti...beninteso :-)
  • Anonimo scrive:
    Cose risapute no?
    Scritto bene, interessante, ma in fondo sono cose che ormai ci diciamo tutti continuamente. Meglio ribadirle comunque.
    • LockOne scrive:
      Mai abbastanza..
      magari ribadirle ai genialoidi tipo virgilio.ieri un venditore seat-pagine gialle mi annunciava garrulo che la mia ditta poteva acquistare un servizio connesso per essere online sulle loro pagine gialle bla bla bla.. c'e' bisogno che queste idee circolino e ricircolino. per quanto mi riguarda, incollero' il testo in ogni mio sitino amatoriale, e lo linkero'. e' bene che le idee chiare si diffondano, perche' ce n'e' un gran bisogno.- Scritto da: Anonimo
      Scritto bene, interessante, ma in fondo sono
      cose che ormai ci diciamo tutti
      continuamente. Meglio ribadirle comunque.
  • Anonimo scrive:
    ottima analisi
    Molti hanno l'occasione di capire qualcosa di nuovo leggendo questo articolo....
  • samu scrive:
    mah
    un po' troppo demagogico, a volte poco realista e molto sognatore.la verita' e' molto piu' amara
    • Anonimo scrive:
      Re: mah
      - Scritto da: samu
      un po' troppo demagogico, a volte poco
      realista e molto sognatore.
      la verita' e' molto piu' amaravisto che adesso sembri anche tu demagogico, potresti concederci "il perche'" delle tue affermazioni? :)
      • samu scrive:
        Re: mah
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: samu

        un po' troppo demagogico, a volte poco

        realista e molto sognatore.

        la verita' e' molto piu' amara

        visto che adesso sembri anche tu demagogico,
        potresti concederci "il perche'" delle tue
        affermazioni? :)uhm meglio tardi che mai :-)internet non la fanno gli utenti, la fanno i gestori dei backbone, i gestori dei web-server, i gestori dei newsgroup.Internet e' al 80% ormai web, ma se vai bene a vedere il web e' in mano a societa', pochi privati possono permettersi i costi per avere un proprio sito che non sia statico o con innumerevoli limitazioni (legislative e non).L'unica cosa che va contro tendenza a questo e' gnutella,dove *VERAMENTE* la rete e' costruita da ogni singolo utente.purtroppo gnutella non ha molto successo ..questa la mia idea un po' in breve e scritta velocemente
    • Anonimo scrive:
      Re: mah
      - Scritto da: samu
      un po' troppo demagogico, a volte poco
      realista e molto sognatore.
      la verita' e' molto piu' amaraAnche io l'ho trovato poco concreto e un po' idealista.Molti sanno bene cosa sia Internet e cosa possa fare per la democrazia e se ne fregano comunque perché serve loro per altre cose. Le opportunità per essere tali hanno bisogno di essere appetibili.Comunque, a parte la prosa un po' retorica che a mio parere appesantisce la lettura, la cosa peggiore è che si tratta di un messaggio rivolto a chi internet non sa cosa sia o lo usa impropriamente ma a leggerlo sono persone che con Internet ci vivono e lavorano e la conoscono bene (stimando a occhio i lettori di P.I. da i loro commenti in tutti i fortum).Insomma, come, ha scritto qualcun altro in questo forum, cose già viste ed acquisite. Comunque fa piacere che circolino simili idee.
      • PaoloValdemarin scrive:
        Re: mah

        la cosa peggiore è che si tratta di un
        messaggio rivolto a chi internet non sa cosa
        sia o lo usa impropriamente ma a leggerlo
        sono persone che con Internet ci vivono e
        lavorano e la conoscono bene (stimando a
        occhio i lettori di P.I. da i loro commenti
        in tutti i fortum).Il testo non è stato scritto per P.I., è public domain, chiunque lo può usare, modificare, tradurre o ripubblicare.P.I. lo ha fatto perché sensibile alle questioni della rete e di certo aiuta a diffonderne le idee. Sarebbe certamente opportuno che venisse ripreso da organi d'informazione più generalisti, che però purtroppo di solito virano ben alla larga da qualunque cosa possa avere dei contenuti che non implichino un'emergenza o una catastrofe imminente.Sarebbe certo opportuno che questo articolo (e molti altri) venisse letto da chi di leggi, di distribuzione, di musica o di servizi. Se conoscete qualcuno che si occupa di questi argomenti, mandategli un mail. :-)
Chiudi i commenti