Wolfram Alpha legge Shakespeare

Potrà ora rispondere alla più disparate domande sulle opere del Bardo

Roma – L’ engine computazionale Wolfram Alpha ha caricato all’interno del suo database l’ intero catalogo delle opere di William Shakespeare . E grazie a questo può rispondere ora alle domande più curiose a riguardo.

Scrivendo, in inglese, il nome di un’opera come “Romeo and Juliet”, il servizio offre una panoramica su composizione, divisione in atti e scene, numero di personaggi e addirittura di parole, arrivando ad analizzarne la lunghezza media, la più lunga, la più frequente e così via.

Inoltre può rispondere a domande sui singoli personaggi (Quante volte appare? Quante parole pronuncia?) delineando un grafico degli interventi di ogni personaggio nell’arco di tutta l’opera: insomma, non può apprezzarne il senso, né intuirne la poesia. Ma per tutto il resto, Wolfram Alpha c’è. (C.T.)

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti