xDSL, Telecom rimandata ancora

L'Autorità TLC ha chiesto a Telecom di rivedere ulteriormente la propria offerta ai fornitori di accesso per le tecnologia a banda larga. La modalità dell'offerta e il listino sarebbero ancora troppo elevati. Tempi strettissimi


Roma – L’offerta all’ingrosso dei servizi a banda larga da parte di Telecom Italia proprio non sembra voler decollare. L’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, infatti, ieri sera ha deciso di rimandare a Telecom ancora una volta la sua proposta di listino e procedure per l’offerta agli operatori.

Si tratta di un nodo importante, perché è quello che consentirà ai fornitori di accesso di competere con Telecom sulle tecnologie veloci, xDSL in particolare. Tecnologie di accesso che Telecom Italia aveva già iniziato a commercializzare sotto forma di offerta RING e Full Business Company prima che l’Autorità decidesse la sospensione in attesa di una riformulazione del listino per la rivendita agli operatori.

Ieri sera l’Autorità ha richiesto “immediati approfondimenti” sull’offerta rivista da Telecom nei giorni scorsi: “Abbiamo chiesto a Telecom Italia approfondimenti in tempi strettissimi, necessari per poter concludere l’istruttoria in pochissimi giorni, per evitare ritardi che danneggerebbero tutti, frenerebbero l’intero mercato”.

Dunque Telecom ora ha pochi giorni per rivedere l’offerta all’ingrosso, visto che l’Autorità intende concludere l’esame della questione entro il prossimo 23 febbraio. Intanto inizieranno i colloqui con Telecom e gli altri operatori Internet per verificare la fattibilità dell’estensione anche agli operatori non licenziatari dell’accesso all’offerta wholesale di Telecom.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Il GRANDE problema
    Il grande problema di oggi è che i Comuni non creano strutture per i giovani, non sono di sinistra, anzi sono praticamente di destra, ma non sono stupido, non riesco a capire perchè non viene creato in ogni grande comune uno spazio libero per i giovani, dove possano suonare, riunirsi e organizzare quello che vogliono.Si risolverebbero molti problemi:1) I centri sociali non avrebbero più giustificazioni2) Ci sarebbe un controllo del comportamento delle persone che lo frequentano (e non sto parlando delle maledette canne che dovrebbero liberalizzare)3) Non sarebbe una nido dove allevare l'assurda idea sinistra=comunismo=libertà4) Sarebbe legale.Come si dovrebbe pagare un centro del genere? Con una minima tassa per ogni famiglia, perchè lo stato siamo noi ricordiamocelo o in alternativa con un vaglio attento del budget comunale eliminando gli sprechi.Lo so sto parlando di utopia, ma a me piace sognare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il GRANDE problema
      Nonostante tutto voglio continuare a credere che nei centri sociali non circolino solo le stesse merde che si trovano comunque dappertutto, ma qualche volta anche delle IDEE...- Scritto da: Keper
      Il grande problema di oggi è che i Comuni
      non creano strutture per i giovani, non sono
      di sinistra, anzi sono praticamente di
      destra, ma non sono stupido, non riesco a
      capire perchè non viene creato in ogni
      grande comune uno spazio libero per i
      giovani, dove possano suonare, riunirsi e
      organizzare quello che vogliono.
      Si risolverebbero molti problemi:
      1) I centri sociali non avrebbero più
      giustificazioni
      2) Ci sarebbe un controllo del comportamento
      delle persone che lo frequentano (e non sto
      parlando delle maledette canne che
      dovrebbero liberalizzare)
      3) Non sarebbe una nido dove allevare
      l'assurda idea sinistra=comunismo=libertà
      4) Sarebbe legale.

      Come si dovrebbe pagare un centro del
      genere? Con una minima tassa per ogni
      famiglia, perchè lo stato siamo noi
      ricordiamocelo o in alternativa con un
      vaglio attento del budget comunale
      eliminando gli sprechi.
      Lo so sto parlando di utopia, ma a me piace
      sognare.
  • Anonimo scrive:
    Tutta propaganda!
    Sono di Firenze e abito a poche centinaia di metri dal cosiddetto centro sociale, che è evitato come la peste da tutti gli abitanti del quartiere sia per il luogo stesso, che è fatiscente, sia per le persone che lo frequentano. Non vediamo l'ora di toglierceli dalle palle, purtroppo l'amministrazione di sinistra che governa Firenze da 50 anni non ha mai avuto il coraggio di mandarli via perchè in fondo sono figli suoi anche quelli.Domani c'è lo sgombero? Sarà, ma lo dicevano anche due anni fa. E sono sempre lì!!!Un fiorentino incazzato
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutta propaganda!

      fatiscente, sia per le persone che lo
      frequentano. vanno in giro armati di mitra???o magari hanno i capelli e vestiti non in ordine??PS: non sono di firenze
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutta propaganda!
      Ciao IOsei un falsone,
      Sono di Firenze e abito a poche centinaia di
      metri dal cosiddetto centro sociale, che è
      evitato come la peste da tutti gli abitanti
      del quartiere sia per il luogo stesso, che è
      fatiscente, sia per le persone che lo
      frequentano. non e' assolutamente vero, non sono di firenze ma le volte che sono sceso a firenze per iniziative e dibattiti ho sempre visto all'interno del CPA "laGGente" del quartiere.Giovani e meno giovani.Il posto non e' nemmeno fatiscente.
      Un fiorentino incazzatoun fiorentino frustrato.. perche' vuole il centro commerciale sottocasa?Per sparare delle palle c'e' sempre it.politica.destraciao ciaoPS: speriamo che se domani ci saranno incidenti la polizia, sparando come al solito lacrimogeni ad altezza uomo.. colpisca la tua auto.Scherzo, non te la prendere
Chiudi i commenti