YouTube regina del traffico mobile

La piattaforma di videosharing conquista il 22 per cento della banda larga mobile. Risultato che aumenta la capacità di monetizzazione. Cresce anche il traffico streaming, instant messagging e VoIP

Roma – Quasi un quarto della banda larga mobile globale: è la percentuale conquistata da YouTube secondo l’ultimo report redatto da Allot Communications. Il sito di videosharing costituisce il 22 per cento delle connessioni veloci mobile nella prima metà del 2011 rispetto al 17 per cento dello stesso periodo dell’anno passato.

Il Tubo , inoltre, conta il 52 per cento dei video streaming mobile globali . In generale, questi ultimi costituiscono il 39 per cento di tutto il traffico mobile.

Sempre dal punto di vista delle connessioni mobile, il file sharing rappresenta il 29 per cento del traffico mentre la navigazione web il 25 per cento. In generale, lo studio di Allot rivela che lo streaming video è cresciuto del 93 per cento nei primi sei mesi del 2011, insieme ai servizi VoIP e al flusso instant messaging (IM) aumentati sensibilmente del 101 per cento ma relegati a occupare comunque il 4 per cento del traffico mobile totale.

E proprio YouTube ha proposto un’ infografica che definisce chiaramente la grande capacità di monetizzare i contenuti raggiunta dalla piattaforma. Quest’ultima trae profitto da oltre 2 miliardi di visualizzazioni a settimana e, con l’esplosione delle connessioni globali, guadagna circa 7,1 milioni di visitatori ogni mese.

Cristina Sciannamblo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Risposta alla notizia scrive:
    si ma si parla anche di telefoni...
    ok, vediamo, discutiamone su ssid e mac add degli ap.. ma vogliamo parlare dei telefoni?ad aprile un disastro per il fatto che gli aifon fossero 'rintracciabili'. ora siamo anche oltre perchè il bacino di utenza di google (con android) è molto più grande...http://www.hwupgrade.it/news/apple/con-la-macchina-di-google-street-view-mappati-anche-portatili-e-smartphone_37926.html"La possibilità di sfruttare i telefoni, nel caso di Google parliamo delle soluzioni basate su Android, per collezionare altre e ulteriori informazioni permetterebbe al colosso di Mountain View di avere una mole dati immensa, con un potenziale ancora più grande: è questo l'elemento critico che va valutato."
  • attonito scrive:
    Prima Direttiva: pararsi il sedere
    Mai, RIPETO: MAI fare titoli "bianchi o neri", "o di qua' o di la" ma sempre grigi, sfumati: "sembrerebbe", "parrebbe", "avrebbero", "non avrebbero" e via condizionaleggiando.Facile scrivere cosi', eh?
  • monocellula re scrive:
    Ma a che punto sta la legge sul hi-fi?
    Piuttosto, parlando di cose serie,qualcuno mi sa dire a che punto sta la leggeche doveva "aprire" il hi-fi pubblico?
    • rb1205 scrive:
      Re: Ma a che punto sta la legge sul hi-fi?
      Non saprei, ma speriamo che prendano un bell'amplificatore Bose con tanto di sub-woofer da 500W RMS, che a me i bassi piacciono belli pompati.
      • monocellula re scrive:
        Re: Ma a che punto sta la legge sul hi-fi?
        - Scritto da: rb1205
        Non saprei, ma speriamo che prendano un
        bell'amplificatore Bose con tanto di sub-woofer
        da 500W RMS, che a me i bassi piacciono belli
        pompati.LOL !Il cappero di correttore ortografico !
    • cippalippa scrive:
      Re: Ma a che punto sta la legge sul hi-fi?
      XXXXX ora mi toglieranno anche il mio impianto con tweeters wireless che mi sono costruito con tanta cura?! :D
      • monocellula re scrive:
        Re: Ma a che punto sta la legge sul hi-fi?
        - Scritto da: cippalippa
        XXXXX ora mi toglieranno anche il mio impianto
        con tweeters wireless che mi sono costruito con
        tanta cura?!
        :DUffi !Sto' piffero di correttore ortografico! ortografico lo corregge con "ortigrafico"wi-fi con hifi!ekkepp..
    • attonito scrive:
      Re: Ma a che punto sta la legge sul hi-fi?
      - Scritto da: monocellula re
      Piuttosto, parlando di cose serie,
      qualcuno mi sa dire a che punto sta la legge
      che doveva "aprire" il hi-fi pubblico?dal 1° gennaio 2001 e' decaduto il decreto pisanu, cosi non e' piu' necessario registrare l'identita' di chi si connette.
      • monocellula re scrive:
        Re: Ma a che punto sta la legge sul hi-fi?
        - Scritto da: attonito
        - Scritto da: monocellula re

        Piuttosto, parlando di cose serie,

        qualcuno mi sa dire a che punto sta la legge

        che doveva "aprire" il hi-fi pubblico?
        dal 1° gennaio 2001 e' decaduto il decreto
        pisanu, cosi non e' piu' necessario registrare
        l'identita' di chi si
        connette.Mi chiedevo perché allora ancora tanti tanti esercizi commerciali (almeno qui a Roma), che espongono la scritta "Free Wi-Fi", poi in realtà non lo tengono neanche acceso.
    • monocellula re scrive:
      Re: Ma a che punto sta la legge sul hi-fi?
      W I F I V O L E V O D I R E W I F IE N O N hifi!$#!#!!!#$£"!!!!!!- Scritto da: monocellula re
      Piuttosto, parlando di cose serie,
      qualcuno mi sa dire a che punto sta la legge
      che doveva "aprire" il hi-fi pubblico?
  • Toni scrive:
    Confermo
    Ho notato via Google Earth che la GCar e` passata sotto casa mia.Ho fatto la seguente prova: ho portato il mio AP a casa di un amico (40km) e appena lanciati i tool di google miracolosamente mi ha collocato a casa mia!Mi sa che parte una mail per la richiesta di cancellazione del mac address del mio ap a google (cambiare l' ssid non basta!)
    • rb1205 scrive:
      Re: Confermo
      Scusami, ma avrei due domande. La prima è, ti rendi conto che Google non ha fatto altro che catalogare un dato che tu stavi fornendo al pubblico? è il tuo apparato che sta pubblicando il MAC e il SSID per tua scelta. Se la cosa non ti piace, perchè non hai disabilitato il broadcasting del SSID?La seconda è, semplicemente, perchè la cosa ti da fastidio? Sono dati fondamentalmente innocui e scollegati dall tua identità, e sinceramente non vedo che uso possano avere al di la della geolocalizzazione assistita.
      • Ciccio scrive:
        Re: Confermo

        ti
        rendi conto che Google non ha fatto altro che
        catalogare un dato che tu stavi fornendo al
        pubblico? Non è un dato pubblico.
        Se la cosa non ti piace, perchè non hai
        disabilitato il broadcasting del
        SSID?Credi che serva a qualcosa? sparisce solo dall'elenco delle reti wifi in windows ma non crederai veramente di diventare invisibile?
        La seconda è, semplicemente, perchè la cosa ti da
        fastidio? Sono dati fondamentalmente innocuiTi sbagli di grosso.
        scollegati dall tua identità,Questo lo credi tu. Basta che tu abbia usato anche in passato un account google o fessbuk e sei fregato il tuo ap ed i terminali connessi sono identificati e localizzati.
        • rb1205 scrive:
          Re: Confermo

          Non è un dato pubblico.Affermazione opinabile. A mio modo di vedere, si, ma effettivamente bisognerebbe sentire quello che ne pensa un giudice
          Credi che serva a qualcosa? sparisce solo
          dall'elenco delle reti wifi
          in windows ma non crederai
          veramente di diventare invisibile?Certo, anche una ringhiera si può scavalcare con facilità. Ma in questo caso si parla di effrazione. In un caso sei tu a urlare il tuo SSID e MAC ai quattro venti, nell'altro devo tirartelo fuori. C'è una bella differenza, e dubito fortemente che Google si metta dalla parte del torto in modo così scontato.
          Questo lo credi tu. Basta che tu abbia
          usato anche in passato un account
          google o fessbuk e sei fregato il tuo
          ap ed i terminali connessi sono
          identificati e localizzati.Perdonami la franchezza, ma con questo ti sei giocato la credibilità. Il SSID e il MAC sono parametri che nello stack ISO/OSI non vanno oltre il livello di link. Se sai cosa vuol dire questo, ti renderai conto che non ha senso parlare di identificazione già in una WAN, figurati in internet.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 luglio 2011 10.33-----------------------------------------------------------
          • Ciccio scrive:
            Re: Confermo

            Certo, anche una ringhiera si può scavalcare con
            facilità. Ma in questo caso si parla di
            effrazione. In un caso sei tu a urlare il tuo
            SSID e MAC ai quattro venti, nell'altro devo
            tirartelo fuori. C'è una bella differenza, e
            dubito fortemente che Google si metta dalla parte
            del torto in modo così
            scontato.Il broadcast dell'ssid lo puoi disattivare ma il mac di AP e client non è da "tirare fuori" è gridato ai 4 venti.
            Il SSID e il MAC sono
            parametri che nello stack ISO/OSI non vanno oltre
            il livello di link. E' ovvio ma gli basta intercettare l'ip pubblico o un cookie (se non una connessione a gmail) in transito in chiaro per associare direttamente un tuo account (con nome e cognome) ad una località.Se il wifi è cifrato si accontenteranno del mac. Tanto prima o poi uno dei loro software spia (google updater, chrome, earth ecc, toolbar ecc) gli passerà il mac ed il gioco è fatto.anticipo il tuo reply: sono paranoico? quando ci sono di mezzo 'ste multinazionali che regalano tutto SI!
          • rb1205 scrive:
            Re: Confermo
            Più che altro mi pare un ragionamento un po' miope: Google può sapere la provincia o addirittura il paese in cui siamo nel momento stesso in cui ci colleghiamo al suo server geolocalizzando l'IP, quello che dici gli fornirebbe un dito di precisione in più.Sinceramente, continuo a non vedere questo datamining come più deleterio di altri più o meno accettati come StreetView. E, come StreetView, può rivelarsi uno strumento molto utile a molti. Posso concedere che, al pari di StreetView, questa cosa andrebbe probabilmente regolamentata. Mi aspetterei un po' di trasparenza da parte di Google, con la pubblicazione della policy seguita. Ad esempio, nessuna analisi di reti con SSID nascosto o sniffing dei pacchetti nelle reti aperte.
          • Ciccio scrive:
            Re: Confermo

            Più che altro mi pare un ragionamento un po'
            miope: Google può sapere la provincia o
            addirittura il paese in cui siamo nel momento
            stesso in cui ci colleghiamo al suo server
            geolocalizzando l'IP, quello che dici gli
            fornirebbe un dito di precisione in
            più.La geolocalizzazione IP è estremamente labile e praticamente inutilizzabile per qualsiasi uso pratico.Qui al lavoro vengo geolocalizzato a Bergamo (90km)A casa (a 15 km da qui) a seconda del pool di ip che mi viene assegnato, mi sposto da Novara a Roma. Inutile dire che non sono in nessuna di queste province.
            Sinceramente, continuo a non vedere questo
            datamining come più deleterio di altri più o meno
            accettati come StreetView. Infatti io non accetto neppure quello.Casa mia è stata ripresa dalla -mia- strada privata da una quota superiore alla siepe (2mt) dove occhio umano senza scala non può arrivare.
            E, come StreetView,
            può rivelarsi uno strumento molto utile a molti.Vero.A loro per aumentare il traffico e veicolare adwords per migliardi di euro.Agli altri per evitare dispendiosi sopraluoghi prima di un furto.

            Posso concedere che, al pari di StreetView,
            questa cosa andrebbe probabilmente regolamentata.
            Mi aspetterei un po' di trasparenza da parte di
            Google, con la pubblicazione della policy
            seguita. Ad esempio, nessuna analisi di reti con
            SSID nascosto o sniffing dei pacchetti nelle reti
            aperte.Se catturi il raw (come fa google) fai tutto in un colpo solo. Eventualmente analizzi dopo.La questione è un'altra:Google a suo tempo dichiarò (in totale malafede) che si era trattato di traffico catturato per sbaglio....La ricezione, la cattura e l'archiviazione del traffico wifi richiede apparecchiature specifiche (e a livello professionale molto costose) installate volontariamente.Anche volendo trascurare la malafede, quale sarebbe l'uso lecito dei dati catturati? quale "miglior servizio" possono offrire ai cittadini italiani?Sarebbe interessante vedere cosa accadrebbe se andassi io fuori da Mountain View con veicolo attrezzato con palo che supera la recinzione con telecamere e antenne direttive.
  • zupermario scrive:
    Embe'?
    Ora nemmeno gli SSID e i MAC ADDRESS si possono registrare? Sono pubblici mi pare, chi non vuole puo' disabilitare l'SSID BROADCAST....
    • styx scrive:
      Re: Embe'?
      - Scritto da: zupermario
      Ora nemmeno gli SSID e i MAC ADDRESS si possono
      registrare? Sono pubblici mi pare, chi non vuole
      puo' disabilitare l'SSID
      BROADCAST....ma fanno venire 2 palle che non ci si crede... il db google lo fa comunque! Se si puo tentare qualche interrogazione comoda (com'e' stato per tanti mesi) anche dai terzi almeno ha anche una qualche utilita' concreta.Poi db di geolocalizzazione li fanno DA ANNI parecchie societa' (e non). Sempre a rompere a google... uff
      • Pinco Pallino scrive:
        Re: Embe'?
        Sottoscrivo,ovviamente lo stesso vale per la bufala dell'iPhone.Trollate a parte mi pare che a porsi sti problemi siano solo presunte "autority" (con poca autorita' e nessuna autorevolezza) e paranoici di passaggio.A.
        • Ciccio scrive:
          Re: Embe'?
          Risposta per tutti quelli sopra:ip, mac, ssid non sono dati pubblici e non possono essere intercettati e loggati sistematicamente.Disattivare l'ssid broadcast non serve a nulla. mac dell'AP e dei client sono comunque visibili anche (ovviamente) se usi la cifratura.A google e a tutti gli altri dovrebbe essere impedito a priori di circolare con macchine aspira dati di qualsiasi genere (comprese immagini).Scommetto che usate fessbuk dalla mattina alla sera.....
          • Pinco Pallino scrive:
            Re: Embe'?
            - Scritto da: Ciccio
            A google e a tutti gli altri dovrebbe essere
            impedito a priori di circolare con macchine
            aspira dati di qualsiasi genere (comprese
            immagini).Certo, la tecnologia e' male, diventiamo tutti Amish.
            Scommetto che usate fessbuk dalla mattina alla
            sera.....Cos'e' ?A.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 luglio 2011 09.50-----------------------------------------------------------
          • Ciccio scrive:
            Re: Embe'?

            Certo, la tecnologia e' male, diventiamo tutti
            Amish.La tecnologia non è "il male".L'intercettazione, la localizzazione e la schedatura di massa si. imho.
          • attonito scrive:
            Re: Embe'?
            - Scritto da: Pinco Pallino
            - Scritto da: Ciccio

            A google e a tutti gli altri dovrebbe essere

            impedito a priori di circolare con macchine

            aspira dati di qualsiasi genere (comprese

            immagini).

            Certo, la tecnologia e' male, diventiamo tutti
            Amish.che guarda caso, se ne stanno belle freschi per conto loro, non rompono il caz*o a nessuno ed hanno comunita' fiorenti che raddoppiano ogni 40 anni...
          • Pinco Pallino scrive:
            Re: Embe'?
            In effetti godono della mia ammirazione :)A.
    • jack scrive:
      Re: Embe'?
      disabilitare l'SSID BROADCAST....a meno che non hai una vodafone station
Chiudi i commenti