2003, arrivano gli alfieri di MS.NET

Microsoft ha annunciato le date di uscita di due componenti chiave della propria infrastruttura tecnologica .NET: Windows .NET Server 2003 e Visual Studio .NET 2003. Dalla calza spunteranno invece gli Smart Display
Microsoft ha annunciato le date di uscita di due componenti chiave della propria infrastruttura tecnologica .NET: Windows .NET Server 2003 e Visual Studio .NET 2003. Dalla calza spunteranno invece gli Smart Display


Las Vegas (USA) – Per la terza volta da quando il prodotto è entrato in fase di beta testing, Microsoft ha ritardato il rilascio di Windows.NET Server 2003 . Durante il Comdex, il big di Redmond ha infatti annunciato che la nuova data del debutto del suo primo sistema operativo a fregiarsi del suffisso “.NET” sarà aprile 2003, mentre la Release Candidate 2, che era attesa per questo mese, slitterà a dicembre.

“Siamo al conto alla rovescia finale”, ha detto Brian Valentine, senior vice president of the Windows Division at Microsoft. “Stiamo dando gli ultimi ritocchi al prodotto e lo stiamo dando ai nostri maggiori clienti e partner industriali per i test finali”.

“Quando rilasceremo Windows.NET Server 2003, sarà solido come una roccia”, ha proclamato Valentine. “È il fondamento attraverso cui le soluzioni di Microsoft connetteranno fra loro le informazioni, la gente, i sistemi e i dispositivi; il team di sviluppo è ben conscio di quanto sarà critico questo rilascio e sta lavorando sodo per fornire il livello di qualità, i miglioramenti nella sicurezza e le prestazioni che i nostri clienti si aspettano”.

Il ritardo accumulato da Windows.NET Server è cospicuo se si pensa che il suo rilascio, secondo le previsioni iniziali, sarebbe dovuto avvenire intorno alla metà del 2001, più o meno in concomitanza con il debutto di Windows XP.

La nuova famiglia di sistemi operativi server di Microsoft integrerà una nuova versione dell’Active Directory, del Resource Manager e del Group Policy Manager, inoltre supporterà nativamente l’autenticazione centralizzata offerta dalla tecnologia del servizio Passport. Windows.NET e Windows XP si basano su una larga porzione di codice in comune e poggiano su un cuore direttamente derivato dal già collaudato kernel di Windows 2000.

Microsoft sostiene infatti che le differenze fra Windows 2000 e Windows.NET Server sono assai meno marcate rispetto a quelle esistenti fra il primo ed NT4, un fattore che, secondo il big di Redmond, renderà la migrazione da una versione di Windows all’altra del tutto indolore.

Se Windows XP ha rimpiazzato con le sue edizioni Home e Professional le precedenti famiglie Windows 9x/ME e Windows 2000 Professional, Windows.NET manderà invece in pensione le versioni Server, Advanced Server e Datacenter di Windows 2000 con quattro nuove edizioni: Web Server (ottimizzata per servire e ospitare pagine Web), Standard Server (una versione general-purpose adatta alle più comuni necessità per aziende di tutte le dimensioni), Enterprise Server (dedicata ai sistemi a 32 e a 64 bit che richiedono alte prestazioni ed elevata affidabilità) e Datacenter Server (progettata per le applicazioni business e mission-critical a 32 e a 64 bit).

Al Comdex Microsoft ha anche svelato le date di uscita di Visual Studio.NET 2003 e di Windows Powered Smart Displays. Ecco i particolari.


Il mese di aprile del 2003 sarà per Microsoft un mese incandescente visto che, oltre a Windows.NET Server, ci sarà il debutto di un altro importantissimo mattone dell’infrastruttura tecnologica made in Redmond: Visual Studio.NET 2003, successore di quel Visual Studio.NET rilasciato all’inizio dell’anno . Il prodotto, conosciuto con il nome in codice di “Everett”, è stato preceduto, proprio ieri, dal rilascio di .NET Compact Framework , il cuore tecnologico di.NET dedicato agli smart device.

“Microsoft è impegnata nel consentire agli sviluppatori di costruire applicazioni aziendali per i computer di tutte le dimensioni”, ha affermato Eric Rudder, senior vice president for the Developer and Platform Evangelism Division di Microsoft. “La nostra ondata di prodotti per il 2003 fornirà un coerente modello di programmazione per le applicazioni, dai piccoli dispositivi ai server datacenter, consentendo agli sviluppatori di focalizzarsi nella risoluzione dei loro problemi di business”.

Microsoft ha spiegato che Visual Studio.NET 2003 sarà pienamente integrato con il.NET Framework e con Windows.NET Server 2003, supporterà fino a 32 processori ed integrerà un set aggiuntivo di strumenti per la creazione di applicazioni che seguano alcune delle specifiche standard per i Web service come WS-Security , WS-Routing e WS-Attachments. La nuova piattaforma di sviluppo includerà anche Visual J#.NET , un tool che permette lo sviluppo, sotto il.NET Framework, di Web service XML e di applicazioni con la sintassi del linguaggio Java.

Visual Studio.NET 2003 è ora dichiarato conforme al 98% con lo standard C++ dell’ International Organization for Standardization e, attraverso i controlli per il mobile di ASP.NET , sarà in grado di supportare circa 200 dispositivi Web-enabled, come telefoni cellulari, pager e PDA. In abbinamento al.NET Compact Framework, la nuova versione di Visual Studio permetterà poi lo sviluppo di applicazioni per Pocket PC, Pocket PC Phone Edition e altri dispositivi basati sul sistema operativo embedded Windows CE.NET.

Il prossimo 8 gennaio sarà invece il giorno del debutto di Windows Powered Smart Displays , tecnologia nota in precedenza con il nome in codice “Mira”. Questa piattaforma, basata su Windows CE, verrà utilizzata nei cosiddetti Smart Display, monitor trasportabili e touch-screen da cui gli utenti possono accedere ad un PC attraverso una connessione wireless.

Da ieri sono iniziati i preordini di quelli che saranno i primi Smart Display ad uscire sul mercato americano: gli Airpanel V110 e V150 di ViewSonic, annunciati proprio pochi giorni fa . Per quanto riguarda l’Europa, i primi display senza fili dovrebbero invece arrivare durante il primo trimestre del 2003.

Gli Smart Display saranno, almeno inizialmente, compatibili unicamente con Windows XP Professional e avranno una dimensione tipica dello schermo LCD compresa fra i 10 e i 15 pollici. Fra i produttori che stanno sviluppando questi dispositivi o soluzioni software per gli smart display vi sono AboCom Systems, Fujitsu, Intel, LG Electronics, National Semiconductor, NEC, Philips Consumer Electronics, Tatung, TriGem Computer, ViewSonic, Wistron e Wyse Technology.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

19 11 2002
Link copiato negli appunti