2007 da record per i processori

Il mercato globale dei processori è cresciuto nel 2007 del 12,6% rispetto all'anno precedente; l'utile però non ha superato l'1,7% a causa del taglio dei listini di inizio anno

Roma – I processori continuano imperterriti a invadere i mercati del mondo ricco: IDC ha rilevato un notevole incremento delle vendite nell’ultimo trimestre 2007. Come spiega la nota società di consulenza, l’ultimo trimestre del 2007 ha fatto registrare un aumento dell’8,5%, confermando i livelli record del periodo precedente e portando così il fatturato sugli 8,7 miliardi di dollari. L’anno scorso la crescita globale del comparto è stata del 12,6% rispetto al 2006, con un incremento dell’utile del solo 1,7%, conseguenza del notevole taglio dei listini avvenuto lo scorso gennaio/febbraio.

Quello che stupisce di più è stata la capacità di “traino” di ogni singolo segmento. Le vendite dei processori per server sono cresciute del 17%; quelle dei modelli per portatili hanno registrato un +10,3%; le soluzioni per desktop hanno raggiunto un +6,5%. Buoni risultati su tutti i fronti, soprattutto in fascia alta. Nel desktop i processori di fascia bassa hanno rappresentato solo il 12,9% delle vendite – contro il 15,4% del terzo trimestre 2007.

Per quanto riguarda invece la competizione fra le aziende leader, non è stata rilevata alcuna variazione significativa delle quote di mercato. Intel, nello stesso trimestre, deteneva il 76,7% di share (+0,4%), AMD il 23,1% (-0,4%). In pratica lo stesso risultato del trimestre precedente.

“Anche se è normale un calo nelle vendite fra il 6% e il 7% in questo periodo dell’anno le preoccupazioni correlate alla congiuntura statunitense e i suoi effetti sulla spesa delle imprese e dei consumatori potrebbero portare in questi mesi ad una contrazione ben più consistente”, ha dichiarato l’analista IDC Shane Rau. “Comunque, la debolezza del dollaro consente sconti sui mercati oltreoceano che stanno spingendo la domanda di PC. E questo potrebbe mitigare gli effetti della contrazione”.

Un altro possibile aiuto al mercato potrebbe giungere dal settore mobile, che dovrebbe continuare a incrementare le su quote di vendite. “A prescindere da come la domanda possa influire sul segmento mobile nella prima metà del 2008, siamo certi di una crescita annuale a due cifre e del sorpasso – nelle vendite – del comparto desktop”, ha concluso Richard Murphy, analista di IDC.

“I prezzi si sono mantenuti stabili da quando i processori server e mobile hanno superato quelli desktop e crescono più velocemente nelle vendite – ha spiegato Rau – in pratica sono in grado di sostenere da soli i prezzi medi di mercato”.

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • marco scrive:
    telefonate
    ho più paura di quando telefonano per proporre un affare che del phishing o vishing.Anche considerando che spesso risponde mia madre che ha 87 anni e non sempre capisce di cosa le stiano parlando.Ho anche comunicato a Telecom che non vogliamo telefonate pubblicitarie - ed infatti non c'è la cornetta vicino al nostro nominativo - ma continuano a telefonare.
    • Sladek scrive:
      Re: telefonate

      Ho anche comunicato a Telecom che non vogliamo
      telefonate pubblicitarie - ed infatti non c'è la
      cornetta vicino al nostro nominativo - ma
      continuano a
      telefonare.Io mi difendo sia sul cellulare sia sulla linea di casa, guardando il numero del chiamante. Se lo conosco rispondo, se non lo conosco ci penso quel tanto che basta da far partire la segreteria telefonica, se e' di quelli mascherati vedi il secondo caso.Poi pero' delle volte risponde mia moglie che e' una curiosona e me le passa a me.... "pss e' la telecom, pss e' tiscali, pss.."
    • asvero panciatici scrive:
      Re: telefonate
      - Scritto da: marco
      ho più paura di quando telefonano per proporre un
      affare che del phishing o
      vishing.
      Anche considerando che spesso risponde mia madre
      che ha 87 anni e non sempre capisce di cosa le
      stiano
      parlando.
      Ho anche comunicato a Telecom che non vogliamo
      telefonate pubblicitarie - ed infatti non c'è la
      cornetta vicino al nostro nominativo - ma
      continuano a
      telefonare.Anche a me. Dovrò informarmi su che cosa si può fare.Forse, nel caso tua madre dovesse involontariamente sottoscrivere qualche contratto fregatura, potrai cercare di annullare tutto facendo leva sull'illegittimità della telefonata stessa. Non so, ci vorrebbe un parere legale, ma se vogliono far valere un contratto sottoscritto per telefono devono ammettere di aver telefonato, e con scopi commerciali, cioè di aver commesso un reato.
      • Santi Licheri scrive:
        Re: telefonate
        - Scritto da: asvero panciatici
        stessa. Non so, ci vorrebbe un parere legale, ma
        se vogliono far valere un contratto sottoscritto
        per telefono devono ammettere di aver telefonato,
        e con scopi commerciali, cioè di aver commesso un
        reato.Reato? Chiamare una perosna al telefono è un retao? Ma stiamo scherzando?
        • rock3r scrive:
          Re: telefonate
          lo è se questa persona ha esplicitamente chiesto di non essere raggiunto da telefonate commerciali attraverso una procedura riconosciuta legalmente
          • Gab scrive:
            Re: telefonate
            Gli operatori di telefonia fissa e mobile forniscono alle aziende autorizzate alla stampa degli elenchi o a chi altro vuole fare degli elenci ulteriori (es. Pagine Utili) l'elenco dei nominativi che hanno scelto di apparire nei servizi di directory telefonica. Assieme ai dati dell'utenza anche l'informazione se questa ha dato il consenso a riceve offerte commerciali per telefono o per posta.A chi chiama a casa basta fare la domanda: dove avete preso il numero? Dagli elenchi risulta che non potevano chiamarti, da altri enti c'è un illecito per cessione di informazioni personali.
    • laSorgente scrive:
      Re: telefonate
      Non ci avevo pensato, la prossima volta che telefona una ragazza da un call-center provo a far come te! :D :D :D
    • Piero Pelù scrive:
      Re: telefonate
      Bravo! :p
  • Ste scrive:
    Phishing, vishing, ecc.
    buttano l'esca. Tutto sta al pesce...se abbocca oppure no. Io resto del parere che è molto più pericoloso pagare con carta di credito in un ristorante senza avere cura di non perdere di vista la propria carta.
    • 123 scrive:
      Re: Phishing, vishing, ecc.
      bisogna essere idioti per cascarci...e per a legge dela natura l'idiota merita di essere fregato se si scva la fossa da solo...
      • ndr scrive:
        Re: Phishing, vishing, ecc.
        - Scritto da: 123
        bisogna essere idioti per cascarci...

        e per a legge dela natura l'idiota merita di
        essere fregato se si scva la fossa da
        solo...quoto in pieno
      • Pro Skilled scrive:
        Re: Phishing, vishing, ecc.
        - Scritto da: 123
        bisogna essere idioti per cascarci...

        e per a legge dela natura l'idiota merita di
        essere fregato se si scva la fossa da
        solo...che discorsi del cazzo... ma chi ti credi di essere? La gente che non "sa" va protetta! non fregata, per questo il mondo fa schifo ed e' pieno di gente di merda; per questo il nostro governo non fa altro che mettercelo in culo ogni giorno e, in questo caso, fai parte anche tu degli idioti che si scava la fossa da solo. E poi la prima volta che ti fregano vai a piangere dalla mamma... ma fammi il piacere bamboccio...
      • franz1789 scrive:
        Re: Phishing, vishing, ecc.
        - Scritto da: 123
        bisogna essere idioti per cascarci...

        e per a legge dela natura l'idiota merita di
        essere fregato se si scva la fossa da
        solo...Concordo. Se io chiamo e dico ad uno di mandarmi il suo bancomat e i suoi dati, io sarò truffatore, ma lui sarà un idiota...
    • pentolino scrive:
      Re: Phishing, vishing, ecc.
      quoto al 100%. figurati che la storia del "ma lei si fida a pagare via internet con la carta di credito?" me la sono sentita dire in banca... vabbè che il bancomat si basa su un sistema di autenticazione tale per cui la carta non ha modo di difendersi se il bancomat è farlocco; un po' come se in SSH mancasse l' identificazione del server prima di iniziare la connessione. LOL
Chiudi i commenti