2007 da record per i processori

2007 da record per i processori

Il mercato globale dei processori è cresciuto nel 2007 del 12,6% rispetto all'anno precedente; l'utile però non ha superato l'1,7% a causa del taglio dei listini di inizio anno
Il mercato globale dei processori è cresciuto nel 2007 del 12,6% rispetto all'anno precedente; l'utile però non ha superato l'1,7% a causa del taglio dei listini di inizio anno

I processori continuano imperterriti a invadere i mercati del mondo ricco: IDC ha rilevato un notevole incremento delle vendite nell'ultimo trimestre 2007. Come spiega la nota società di consulenza, l'ultimo trimestre del 2007 ha fatto registrare un aumento dell'8,5%, confermando i livelli record del periodo precedente e portando così il fatturato sugli 8,7 miliardi di dollari. L'anno scorso la crescita globale del comparto è stata del 12,6% rispetto al 2006, con un incremento dell'utile del solo 1,7%, conseguenza del notevole taglio dei listini avvenuto lo scorso gennaio/febbraio.

Quello che stupisce di più è stata la capacità di “traino” di ogni singolo segmento. Le vendite dei processori per server sono cresciute del 17%; quelle dei modelli per portatili hanno registrato un +10,3%; le soluzioni per desktop hanno raggiunto un +6,5%. Buoni risultati su tutti i fronti, soprattutto in fascia alta. Nel desktop i processori di fascia bassa hanno rappresentato solo il 12,9% delle vendite – contro il 15,4% del terzo trimestre 2007.

Per quanto riguarda invece la competizione fra le aziende leader, non è stata rilevata alcuna variazione significativa delle quote di mercato. Intel, nello stesso trimestre, deteneva il 76,7% di share (+0,4%), AMD il 23,1% (-0,4%). In pratica lo stesso risultato del trimestre precedente.

“Anche se è normale un calo nelle vendite fra il 6% e il 7% in questo periodo dell'anno le preoccupazioni correlate alla congiuntura statunitense e i suoi effetti sulla spesa delle imprese e dei consumatori potrebbero portare in questi mesi ad una contrazione ben più consistente”, ha dichiarato l'analista IDC Shane Rau. “Comunque, la debolezza del dollaro consente sconti sui mercati oltreoceano che stanno spingendo la domanda di PC. E questo potrebbe mitigare gli effetti della contrazione”.

Un altro possibile aiuto al mercato potrebbe giungere dal settore mobile, che dovrebbe continuare a incrementare le su quote di vendite. “A prescindere da come la domanda possa influire sul segmento mobile nella prima metà del 2008, siamo certi di una crescita annuale a due cifre e del sorpasso – nelle vendite – del comparto desktop”, ha concluso Richard Murphy, analista di IDC.

“I prezzi si sono mantenuti stabili da quando i processori server e mobile hanno superato quelli desktop e crescono più velocemente nelle vendite – ha spiegato Rau – in pratica sono in grado di sostenere da soli i prezzi medi di mercato”.

Dario d'Elia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

22 01 2008
Link copiato negli appunti