Adobe e i licenziamenti strategici

Tagliati 750 posti di lavoro in Europa e Nordamerica. Praticamente l'8 per cento dell'intera forza lavoro della società di San José. Il business verrà focalizzato sulle divisioni digital media e marketing digitale

Roma – Ad annunciarla è stato un comunicato stampa diramato dai vertici di Adobe. Una significativa ristrutturazione, che porterà l’azienda di San José al taglio di 750 posti di lavoro in Europa e America del Nord . Praticamente l’8 per cento dei circa 9000 impiegati dichiarati alla fine del 2010.

I licenziamenti fanno parte di una più ampia strategia di riallocazione delle risorse, che verranno dirottate soprattutto verso le divisioni media digitali e marketing digitale dell’azienda statunitense. I costi di riposizionamento oscilleranno tra gli 87 e i 94 milioni di dollari.

I cambiamenti annunciati da Adobe vanno a braccetto con le più rosee aspettative per i prossimi risultati trimestrali. L’azienda di San José attende un flusso in entrata che potrebbe sfiorare quota 1,2 miliardi di dollari . Il nuovo taglio dei posti di lavoro è arrivato due anni dopo l’ultima tornata di licenziamenti (sempre intorno al 9 per cento).

I vertici societari sono ora concentrati sulla divisione digital media , nella speranza di attirare nuovi consumatori con i suoi servizi a sottoscrizione. Per il marketing digitale, si attende la crescita dei profitti in termini di licensing .

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • prova123 scrive:
    Tavanata galattica!
    Oggi i dispositivi non si spengono più e sono sempre alimentati a meno che ogni volto dopo l'uso uno non tolga la batteria. Morale se il dispositivo ti finisce in acqua è andato per cortocircuito. Quindi oltre il danno del dispositivo rimane la beffa di spendere altro denaro inutilmente. Posso ssemplicemente dire che è sufficiente aprire il dispositivo ed usare un comune asciugacapelli facendo attenzione a non scaldare troppo il dispositivo ... se il danno è stato fatto non ce nulla che si possa recuperare. L'ascigacapelli può essere riutilizzato e si trovano anche a 5 euri. ;)
    • goffredo scrive:
      Re: Tavanata galattica!
      Si', poi non ti lamentare se l'asciugacapelli a 5 euri un giorno ti spara la fiammata che ti brucia la faccia.
    • ... scrive:
      Re: Tavanata galattica!
      Veramente a me un paio di cellulari sono caduti accesi nell'acqua... si sono spenti, ma li ho smontati e con l'asciugacapelli li ho asciugati per benino.... hanno ripreso a funzionare senza problemi...
Chiudi i commenti