Adolescenti, ottimo target per la telefonia mobile

Da un'indagine condotta da Adiconsum in Lombardia emerge che nelle famiglie italiane i ragazzi tra i 12 e i 16 anni sembrano essere lo zoccolo duro del mercato della telefonia mobile

Roma – Ventisei euro al mese per le telefonate e trentuno SMS al giorno. È questo il “consumo telefonico medio” dei giovani tra i 12 e i 16 anni emerso da un’indagine svolta in Lombardia da Adiconsum con l’obiettivo di capire quale sia il rapporto tra adolescenti e telefono cellulare, e che indirettamente fornisce un dato interessante per il business degli operatori mobili.

Lo studio si è svolto attraverso interviste a oltre 1300 ragazzi in più di 20 istituti scolastici lombardi, in cui il 94% degli studenti nella fascia d’età oggetto di ricerca possiede almeno un cellulare. In ogni famiglia, del resto, sono presenti in media quattro apparecchi e vengono spesi mediamente 1440 euro ogni anno anno per i vari servizi di telefonia mobile.

Dati piuttosto significativi, che fanno intuire l’entità del volume d’affari rappresentato dal bacino di utenza dei più giovani, considerando che per traffico voce e SMS – in assenza di promozioni che permettono l’invio di decine di messaggini al giorno – si può arrivare a spendere circa 120 euro al mese, ritenendo attendibili i risultati dell’indagine, da cui è emerso inoltre che il 20% dei giovani intervistati possiede almeno due telefonini e circa la metà dichiara che “le ore di lezione sono un buon momento per inviare e ricevere messaggi”, ma addirittura un terzo di loro hanno ammesso di utilizzare il cellulare per chiamare anche durante le lezioni.

Anche il bullismo digitale ha i propri numeri all’interno della ricerca: l’8% degli intervistati ha ammesso di esserne stata vittima almeno una volta (tramite SMS o MMS di carattere offensivo), mentre il 6% dichiara di aver pubblicato in Internet almeno un video ripreso a scuola.

Quanto è importante il telefono per i ragazzi di questa fascia di età? Moltissimo, a tratti vitale: “Non è uno status symbol – precisa Angelo Motta, segretario lombardo di Adiconsum – ma non possono farne a meno, perché è uno strumento utile per essere sempre in contatto con gli amici”. Tant’è che “oggi – evidenzia – per il compleanno il regalo più ambito da un ragazzino è il cellulare nuovo. Abbiamo calcolato che i ragazzi passano, tra telefonate e SMS, almeno quattro giorni all’anno senza staccare le dita dal cellulare”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • MarcOsX scrive:
    Fantastico
    Non ci vedo nulla di sacrilego, visto che mi pare all'interno ci siano anche altri negozi, anzi mi sembra un negozio adatto all'atmosfera.Chissà se sarà bello come quello di Londra
Chiudi i commenti