ADSL, un contratto una prigione?

Ne parla un lettore, utente ADSL di Tin.it, che vorrebbe modificare il proprio contratto con l'azienda ma, per farlo, deve disdirlo e rimanere senza ADSL
Ne parla un lettore, utente ADSL di Tin.it, che vorrebbe modificare il proprio contratto con l'azienda ma, per farlo, deve disdirlo e rimanere senza ADSL


Roma – Salve Punto Informatico, vi scrivo per rendere noto una stranezza negli abbonamenti Adsl di Tin.it. Non sono qui per criticare il servizio o la professionalità del gestore, ma per manifestare un assurdo contro il quale mi sto scontrando.

Ho sottoscritto il 15 Ottobre 2002 un contratto “Adsl a Forfait Kit” che comprende, oltre alla connettività, anche un Modem/Router Ericsson HM220dp in comodato d’uso. Pago i miei onestissimi 31,96 ?/mese (ho beneficiato di uno sconto del 20 % come promozione dell’epoca) e sono molto soddisfatto di tutto.

Dov’è il problema? Essendomi impratichito nel mondo dell’Adsl preferisco scegliere (ed avere) un mio modem per cui mi piacerebbe passare dall’abbonamento “Kit” a quello “Base” il quale prevede la solo connettività. In teoria è facilissimo, impacchetto per bene il modem, lo rendo a Tin.it e loro mi adeguano il contratto al nuovo prezzo.

In pratica è impossibile. Per variare un qualunque contratto Tin.it Adsl mi è stato detto dall’ Assistenza che bisogna dare la disdetta del vecchio contratto, attendere una loro comunicazione che mi inviti a rispedire il Modem, attendere la disattivazione completa della linea (che da loro non viene però comunicata direttamente) e stipulare un altro contratto della tipologia da me richiesta.

I tempi, salvo imprevisti (incrociamo le dita) sono di circa 30 giorni nei quali sarò completamente senza Internet a meno di soluzioni migratorie. Ultimo inconveniente è la perdita del mio attuale indirizzo di posta elettronica, logico perchè è legato al vecchio contratto.

Ora mi chiedo. Perchè tutto ciò? In fondo non è altro che una pratica amministrativa. Io rispedisco (a mie spese) il Modem e loro aggiornano il prezzo, nulla di più semplice. A me tutte queste complicazioni sembrano atte a far scappare la clientela e non a favorirla, io non voglio altro che un cambio piano.

Il tutto poi sembra ancora più assurdo se si considera che i clienti di Adsl Alice , offerta dalla stessa struttura tecnica di Telecom Italia, possono invece variare il piano senza traumi e senza dover subire distacchi e attese.

Spero proprio che questa situazione muti perchè svaluta un servizio di certo ottimo. Spero anche di poter risolvere la mia situazione senza disdette e nuovi contratti.

Cordialmente,
Alberto Marvisi

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

22 07 2003
Link copiato negli appunti