AMD e gli Opteron sulla nuvola

Il chipmaker di Sunnyvale continua a corteggiare il cloud computing con i nuovi processori Opteron serie 3200, sempre basati su core Bulldozer
Il chipmaker di Sunnyvale continua a corteggiare il cloud computing con i nuovi processori Opteron serie 3200, sempre basati su core Bulldozer

Roma – Advanced Micro Devices si prepara a distribuire sul mercato un’ulteriore gamma di processori, indirizzati ai servizi di web hosting. I nuovi AMD Opteron serie 3200 in versione single-socket contengono costi e consumi, permettendo la creazione di infrastrutture dal sapore desktop, con affidabilità di livello server.

La neonata piattaforma, sempre basata sul core Bulldozer, consente di spaziare tra 4 e 8 core, con frequenze di base da 2,7 GHz, che possono raggiungere i 3,7 GHz in modalità Turbo Core. Per quanto riguarda i TDP si parla invece di valori compresi tra 45W e 65W.

Il comunicato AMD sottolinea le possibilità di personalizzazione e paragona i processori con altre proposte in circolazione. A quanto pare, gli Opteron 3200 offrono un rapporto prezzo-prestazioni superiore del 38 per cento, rispetto agli Xeon (E3-1220L) prodotti da Intel. Nello specifico, si parla di un consumo energetico per core del 19 per cento inferiore.

Dopo l’introduzione degli Opteron serie 4200-6200, e l’acquisizione di SeaMicro , AMD continua quindi a spingere sul lato server. Produttori come Micro-Star International (MSI), Tyan, Fujitsu e Dell sono già pronti ad accogliere questa ennesima proposta che lavora con motherboard dotate di socket AM3+.

Roberto Pulito

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

21 03 2012
Link copiato negli appunti