Anche Sony si arrende ai videogiochi mobile

La corporation nipponica annuncia una nuova iniziativa dedicata a smartphone, tablet e altri gadget mobile con lo sviluppo di esperienze videoludiche esclusive
La corporation nipponica annuncia una nuova iniziativa dedicata a smartphone, tablet e altri gadget mobile con lo sviluppo di esperienze videoludiche esclusive

Sony Computer Entertainment (che presto diventerà Sony Interactive Entertainment ) ha annunciato la nascita di ForwardWorks Corporation, una nuova azienda che si occuperà di espandere la presenza di Sony nel mercato dei dispositivi “smart” a vocazione mobile.

ForwardWorks rappresenta in sostanza un nuovo inizio per Sony nel mercato di smartphone, tablet e simili, un’azienda che avrà come obiettivo l’utilizzo delle proprietà intellettuali del colosso giapponese per la creazione di esperienze e servizi videoludici specificatamente pensati per il mobile.

Nulla è dato sapere sui dettagli, tranne per il fatto che i giochini mobile di Sony/ForwardWorks dovranno fornire agli utenti l’opportunità di “divertirsi in maniera occasionale con giochi completi” in un mercato tradizionalmente popolato da modelli freemium capaci di irretire minori , cloni di cloni di cloni e shovelware progettato a puro scopo di monetizzazione.

A guidare la nuova azienda penserà Atsushi Morita, già responsabile di SCE in Giappone e Asia, e le prime offerte riguarderanno appunto i suddetti mercati locali. Il business videoludico tradizionale di Sony è al momento in ottima salute, con PlayStation 4 che distanzia costantemente Xbox One e la non competitiva Wii U nelle vendite di hardware e software.

L’espansione dell’azienda verso il mobile era in ogni caso prevedibile, visto che lo stesso ha deciso di fare Nintendo con la partnership con DeNA; diversamente da Nintendo , Sony sembra decisa ad adattare l’esperienza ludica tradizionale ai micro-schermi del mobile piuttosto che seguire la strada minimalista imboccata dalla concorrente.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

24 03 2016
Link copiato negli appunti