Apple aggiorna portatili e software

La Mela spinge le nuove versioni dei propri software per il video digitale e spedisce sugli scaffali nuovi modelli di portatili delle sue famiglie iBook e PowerBook


Las Vegas (USA) – Durante la conferenza della National Association of Broadcasters (NAB) americana, Apple ha presentato le versioni aggiornate di alcuni suoi cavalli di battaglia, tra cui le applicazioni per la creazione, registrazione e gestione di contenuti multimediali. E’ questo un segmento del mercato dove la piattaforma Mac ha sempre avuto un ruolo di primo piano e dove oggi, soprattutto con l’abbinata G5/Mac OS X, può mostrare tutti i suoi muscoli.

La nuova versione 4.5 del software di video editing di Apple, Final Cut Pro, ha acquisito il suffisso HD (High Definition) e con esso il supporto ai programmi TV ad alta definizione e al formato DVCPRO HD. Una delle novità più interessanti è data dalla possibilità di acquisire video DVCPRO HD direttamente attraverso una porta FireWire (senza quindi componenti hardware aggiuntivi) e modificarlo nel formato nativo senza la necessità di ricomprimerlo.

Final Cut Pro HD 4.5 include diversi strumenti aggiornati o del tutto nuovi per aggiungere filtri, effetti e transizioni al video ad alta definizione, e per mixare più flussi video HD in tempo reale.

Apple sostiene che il nuovo Final Cut Pro potrebbe presto fare il suo ingresso sul mercato del video editing di fascia alta come alternativa economica, insieme ai Power Mac G5, ai costosi sistemi hardware e software dedicati. La nuova versione di Final Cut Pro costituisce una minaccia anche per i software di Adobe, storica leader di questo settore.

Uno dei compagni più stretti di Final Cut Pro HD è Motion, una nuova applicazione che eredita l’interfaccia utente del primo e, similmente ad Adobe After Effects, permette di animare grafica, video e testo. Gli artisti possono, attraverso semplici operazioni di drag and drop, aggiungere effetti particellari, una vasta gamma di filtri e “behavior” (comportamenti): questi ultimi possono essere utilizzati per dare agli oggetti movimenti naturali, simulando, ad esempio, la forza di gravità o quella del vento.

Motion permette di controllare le animazioni per singolo frame con controlli di tipo Bezier o B-spline e di fare l’anteprima in tempo reale di più flussi video HD. Apple sostiene di aver ottimizzato questo software per spremere a fondo l’architettura hardware dei nuovi Power Mac G5.

La nuova release della suite per l’authoring dei DVD, DVD Studio Pro 3, fornisce invece nuove funzionalità per il video editing, la decodifica di video HD in formato MPEG-2, il supporto ad un più ampio numero di formati audio, fra cui lo standard multicanale DTS, e una profonda integrazione con Final Cut Pro HD e Motion.

La casa della Mela ha poi aggiornato la sua applicazione per il cinema, Shake, che nella nuova versione 3.5 include un maggior numero di tool per l’applicazione di effetti speciali, e il software per la composizione e la produzione di musica Logic Pro, che nella release 6 migliora la possibilità di mixare l’audio di film, TV e video e lavorare simultaneamente in tempo reale con i dati MIDI.

Apple ha anche svelato Xsan, la sua prima soluzione per la gestione di contenuti multimediali attraverso una storage area network (SAN). Il software, che al momento si trova ancora in fase di beta testing e verrà rilasciato il prossimo autunno, gestisce in modo centralizzato l’archiviazione e lo streaming di contenuti audio/video condividendone l’accesso fra più utenti e gruppi di lavoro che utilizzano sistemi Mac, Windows o Linux.

Sul fronte dell’hardware, Apple ha annunciato nuovi modelli di portatili iBook e PowerBook. Ecco quali.


Cupertino (USA) – Nella giornata di ieri Apple ha aggiornato le sue due famiglie di notebook: iBook, i cui modelli sono indirizzati agli utenti consumer e agli studenti, e PowerBook, dedicata invece ai power user e agli utenti professionali.

I nuovi iBook adottano processori PowerPC G4 fino a 1.2 GHz, un’unità SuperDrive opzionale per la masterizzazione di DVD, il supporto per la connettività wireless AirPort Extreme da 54 Mbps (802.11g) e Bluetooth, e un’unità Combo con caricamento a scomparsa per la masterizzazione di CD e la visione di DVD. Rispetto a quelli precedenti, i nuovi modelli possono inoltre supportare una quantità doppia di memoria DDR.

I nuovi iBook, disponibili con schermo LCD da 12 e 14 pollici, promettono fino a sei ore di autonomia e nuove capacità grafiche che, soprattutto sul fronte dei giochi 3D, sono date dall’adozione delle schede grafiche ATI Mobility Radeon 9200 con 32 MB di memoria DDR dedicata e supporto AGP 4X. Tutti i modelli iBook G4, il cui peso è compreso fra i 2,2 e i 2,7 Kg, offrono inoltre porte FireWire 400 e USB 2.0, integrano un modem 56K v.92 modem e scheda Fast Ethernet.

Ogni nuovo iBook G4 include la suite di software iLife ’04, AppleWorks, Quicken 2004 for Mac, WorldBook Encyclopedia 2004 Edition e Tony Hawk?s Pro Skater 4.

I nuovi modelli introdotti da Apple nella linea di portatili PowerBook G4 adottano processori G4 fino a 1,5 GHz, schede grafiche più veloci e con maggiore dotazione di memoria, unità Superdrive e modulo wireless AirPort Extreme di serie.

“I portatili PowerBook G4 Apple continuano a guidare il mercato offrendo un mix ineguagliato di prestazioni e portabilità”, ha affermato Philip Schiller, senior vice president Worldwide Product Marketing di Apple. “Nessun altro portatile combina prestazioni così elevate e così tante funzionalità avanzate, fra cui ampi schermi, veloce connessione wireless, connettività avanzata e grafica all?avanguardia, in un design così sottile e leggero”.

Sia i PowerBook G4 da 15 pollici che quelli da 17 pollici offrono il processore grafico ATI Mobility Radeon 9700 che, a seconda del modello, può contenere fino a 128 MB di memoria. Il nuovo PowerBook G4 da 12 pollici è dotato di un processore PowerPC a 1,33 GHz, scheda grafica NVIDIA GeForce FX Go5200 con 64 MB di memoria video dedicata e un disco rigido Ultra ATA da 60 GB.

Per conoscere i dettagli sulle configurazioni e i prezzi è possibile consultare il sito dell’Apple Store in lingua italiana.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Samuele Aloi scrive:
    come sconfiggerla
    Ho ideato un sistema che farebbe molto per sconfiggere la pirateria vorrei brevettarlo samyalo@tiscali.it
  • nefasto scrive:
    dal vangelo secondo le major
    A chi ascolta mp3 che si è procurato illecitamente venga mozzato un orecchio in modo che ricordi il suo orrendo crimine. Se recidivo gli sia mozzato anche l'altroA chi guarda un film che si è procurato illecitamente venga cavato un occhio in modo che ricordi il suo orrendo crimine. Se recidivo gli sia cavato anche l'altroA chi fruisce di un software/gioco illegalmente venga mozzata una mano in modo che ricordi il suo orrendo crimine. Se recidivo gli sia mozzato anche l'altraA chi vende materiale piratato sia data la morte per impiccagione in pubblica piazza, bruciato e le sue ceneri disperse in mare, sia cancellato il suo nome da tutti i registri pubblici e cada la vergogna sulla sua famiglia fino alla 7a generazione.
    • Anonimo scrive:
      Re: dal vangelo secondo le major

      A chi vende materiale piratato sia data la
      morte per impiccagione in pubblica piazza,
      bruciato e le sue ceneri disperse in mare,
      sia cancellato il suo nome da tutti i
      registri pubblici e cada la vergogna sulla
      sua famiglia fino alla 7a generazione.
      E se recidivo?
      • nefasto scrive:
        Re: dal vangelo secondo le major
        se recidivo (ovviamente prima di essere giustamente terminato) gli sia tirate via unghie e denti e sia scuoiato vivo
  • Anonimo scrive:
    neri parenti,muccino,i fratelli vanzina.
    basterebbe impedire a questi signori di produrre le loro opere dai costi esorbitanti e dai miseri incassi,per ripianare almeno in parte il desolante panorama del cinema italiano,certo se pensiamo alla premiata ditta di benedetto e figli il mio post scade di tono,ma di questi tempio non potevo non nominarla. chiusa parentesi sono a dirvi che secondo me chi è causa dei propri mali non chiami pirata il p2p,non invochi forche mediatiche ma pianga se stesso.poi c'è tutta quella schiera di feroci conduttori di trasmissioni false che hanno fatto spesso del qualunquismo un arte,inutili cantanti di giorni sciagurati,buffoni che campano di frasi senza forza,che hanno soldi e gloria ma non hanno scorza,politici rampanti portaborse ruffiani e MEZZE CALZE,a dirci che hanno partorito la novita del bollino blu,come le banane e se beccano qualcuno da casa anche senza fini di lucro..multa da 154 euro e sequestro del materiale,gogna mediatica con nome su sorrisi e canzoni o limitrofi.unica vera novita l'astensione degli ISP dal ruolo di mastini dei propri clienti,per lasciare il posto alla piu efficente polizia postale e delle comunicazioni.ma da questo governo da robin hood alla rovescia non c'è da aspettarsi nulla di buono,i poteri forti anche in questo caso hanno la meglio sulla povera gente che campa con meno di mille euro al mese e tenta di mantenerci pure la famiglia.e se ti permetti pure di scaricare un film in p2p...... dal piu alto scranno arriva ciò.....come ti permetti povero disgraziato di vedere un film scaricato da casa ??? IL GOVERNO TI DICE.....SEI UN DELINQUENTE TI DO LA MULTA TI SEQUESTRO TUTTO(di quel poco che gia ho) E TI SBATTO IN GALERA,DEGNO EPILOGO SECONDO IL MINISTRO PER GLI AFFAMATORI DI MAJOR,ECCO SECONDO I POTERI FORTI chi sono i mali di questa italia i DOWNLOADER CASALINGHI ,,,,,VERGOGNATEVI (scherzo) !!!!!!! mentre scrivo sto sentendo al tg,che il berlusca dice ; adesso siamo noi i primi alleati degli USA.con quello che succede in iraq,POVERO LUI POVERI NOI !!!!! p.s. un carissimo saluto a tutti !!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    adesso tocca noi...
  • Anonimo scrive:
    Riflessione sul nuovo decreto...
    Dal sito del corriere dice che puoi diffondere e scaricare se si è pagato il diritto d'autore(ovvero ho comprato il dvd e posso immetterlo)più sotto dice che è duplicabile un 'opera per uso personale ma è vietato immetterla in rete!!!Se ci capite qualcosa voi....
  • Anonimo scrive:
    Dibattito in Parlamento
    ciao. ho seguito con attenzione il dibattito (radio radicale e tv parlamento).... fino ad ora la Carlucci dice che ci saranno modifiche, la sinistra dice che è merito loro, Alleanza nazionale dice che è merito loro se la sinistra può parlare...... comunque decideranno tutto domani... speriamo bye.Andrea 8)
  • Anonimo scrive:
    ULTIME NEWS SUL DECRETO URBANI
    Novità andate sul sito del Corriere della Sera http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2004/04_Aprile/20/urbani.shtml sembra che le parti abbiano trovato un accordo;Restano in vigore le sanzioni minime per chi scarica (ma qui l'articolo parla anche di chi immette cioè condivide) per uso personale file "copiati" fermo restando le sanzioni più pesantiper chi commercia o trae profitto da illecite attività ove sussiste pure la gogna mediatica.Nessuna responsabilità sui Provider, e una tassa del 3% sui masterizzatori. Si accettano commenti.....
    • Anonimo scrive:
      Re: ULTIME NEWS SUL DECRETO URBANI
      - Scritto da: Anonimo
      Novità andate sul sito del Corriere
      della Sera
      www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2004/04_
      Restano in vigore le sanzioni minime per chi
      scarica (ma qui l'articolo parla anche di
      chi immette cioè condivide) per uso
      personale file "copiati" fermo restando le
      sanzioni più pesanti
      per chi commercia o trae profitto da
      illecite attività ove sussiste pure
      la gogna mediatica.
      Nessuna responsabilità sui Provider,
      e una tassa del 3% sui masterizzatori. Si
      accettano commenti.....Grida "manzoniane"..In pratica resta tutto come prima con una legge (inutile) in piu' di indubbia inapplicabilita' e con in piu' (data la inapplicabilita') la non certezza del diritto (decido io se e quando mi fa comodo applicarla)....Che dire ... per essere la "patria del diritto romano" non c'e' male
      • Anonimo scrive:
        Re: ULTIME NEWS SUL DECRETO URBANI
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Novità andate sul sito del
        Corriere

        della Sera


        www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2004/04_

        Restano in vigore le sanzioni minime
        per chi

        scarica (ma qui l'articolo parla anche
        di

        chi immette cioè condivide) per
        uso

        personale file "copiati" fermo restando
        le

        sanzioni più pesanti

        per chi commercia o trae profitto da

        illecite attività ove sussiste
        pure

        la gogna mediatica.

        Nessuna responsabilità sui
        Provider,

        e una tassa del 3% sui masterizzatori.
        Si

        accettano commenti.....

        Grida "manzoniane"..
        In pratica resta tutto come prima con una
        legge (inutile) in piu' di indubbia
        inapplicabilita' e con in piu' (data la
        inapplicabilita') la non certezza del
        diritto (decido io se e quando mi fa comodo
        applicarla)....

        Che dire ... per essere la "patria del
        diritto romano" non c'e' maleAppunto , con quello che dici non fai che confermare quelloche già sapevano e che in un certo senso ci si aspettava, ma non vedo xchè stupirsi...
    • Anonimo scrive:
      Re: ULTIME NEWS SUL DECRETO URBANI
      Già il titolo è fuori luogo:"legittima la copia personale"ma dove??????????????????????????
      • Anonimo scrive:
        Re: ULTIME NEWS SUL DECRETO URBANI
        - Scritto da: Anonimo
        Già il titolo è fuori luogo:
        "legittima la copia personale"
        ma dove??????????????????????????Scusa ma cosa ti aspettavi che facessero un Decreto in cui si garantiva la totale impunità?Se le cose stanno così io dico che poteva andare molto peggio....; ad ogni modo il titolo non è fuoriluogo se quanto scritto nell'articolo troverà conferma nel decreto originale.
        • Anonimo scrive:
          Re: ULTIME NEWS SUL DECRETO URBANI
          Quindi? il file-sharing non è legittimo........ergo, il titolo è fuori luogo.
          • Anonimo scrive:
            Re: ULTIME NEWS SUL DECRETO URBANI
            - Scritto da: Anonimo
            Quindi? il file-sharing non è
            legittimo........
            ergo, il titolo è fuori luogo. Scusa ma l'Italiano ha un senso e tu usi il temine file-sharing in modo improprio ovvero come esclusivo scarimento o condivisione di file coperti dal dirito di autore ma se permettiesiste cmq uno scambio lecito che è quello di file liberamente distribuibili in quanto non coperti da una vero e proprio diritto di autore o xrchè i loro termini di licenza sono free.Per questi come per quelli di cui si possiede i relativi dirittilo scambio è legittimo eccome ci mancherebbe altro.L'elemento discriminante rimane "l'uso personale" se non sbaglio ora non più appiattito sul solo concetto di copia backup peraltro lecita, ma prevede una sanzione minimain caso di copia illegittima.La differenza con prima può essere sottile ma non è di poco conto precedentemente la zona con sanzione minima non era affatto delineata, ma era praticamente indistinguibile dalla fattispecie con sanzione pesante, adesso è un più chiara, intanto xchè non si parla più soltanto di download ma anche di immissione , la si separa da quella scopo commerciale o di lucro, infine xchè sui provider non vi è più alcun obbligo di controllo.Non sto dicendo che è il massimo tutto è migliorabile, ma da qui a sostenere che P2P è di x sè illegale mi sembra che ce ne sia di differenza.Scusa ma io ragiono in termini di libertà (cosa assai più importante) della concreta o meno possibilità di scaricare file aventi il copyright....
          • Anonimo scrive:
            Re: ULTIME NEWS SUL DECRETO URBANI
            Hai ragione, mi sono espresso male usando il termine file-sharing.......intendevo dire... se sono state solo ammorbidite le sanzioni (ammorbidite o comunque un sinonimo utilizzato nell'articolo) mi spieghi perchè si parla di legittimità se comunque seppur minime rimangono le sanzioni?
    • Garantito scrive:
      Re: ULTIME NEWS SUL DECRETO URBANI
      - Scritto da: Anonimo
      Novità andate sul sito del Corriere
      della Sera
      www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2004/04_
      Restano in vigore le sanzioni minime per chi
      scarica C'e' una frase molto ambigua, ma quasi sicuramente e' un refuso di chi ha scritto il lancio ANSA"Se il file non sarà provvisto di avviso, chi lo immetterà in rete commetterà un reato. La sanzione è amministrativa (154 euro, che salgono a 1.032 in caso di recidiva"Non puo' essere reato, dato che la frase successiva parla di illecito amministrativo. Almeno cosi' pare di capire, speriamo che Andrea Rossato legga e ci aiuti.La confisca sembra riferirsi solo al materiale (ma come si fa a confiscare un .avi? Non basta cancellarlo? O confiscano anche lo strumento?Attenzione perche' RIMANE LA GOGNA.Non essendo stato introdotto nessun obbligo per i provider, non si capisce in concreto cosa cambi da prima...Nei primi mesi forse ci sara' qualche azione "spettacolare"?Ma se e' facile capire chi condivide, come si fa a capire chi si limita a downlodare, cosa che in alcuni sistemi e' possibile?
      • Anonimo scrive:
        Re: ULTIME NEWS SUL DECRETO URBANI
        - Scritto da: Garantito

        - Scritto da: Anonimo

        Novità andate sul sito del
        Corriere

        della Sera


        www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2004/04_

        Restano in vigore le sanzioni minime
        per chi

        scarica

        C'e' una frase molto ambigua, ma quasi
        sicuramente e' un refuso di chi ha scritto
        il lancio ANSA

        "Se il file non sarà provvisto di
        avviso, chi lo immetterà in rete
        commetterà un reato. La sanzione
        è amministrativa (154 euro, che
        salgono a 1.032 in caso di recidiva"

        Non puo' essere reato, dato che la frase
        successiva parla di illecito amministrativo.
        Almeno cosi' pare di capire, speriamo che
        Andrea Rossato legga e ci aiuti.

        La confisca sembra riferirsi solo al
        materiale (ma come si fa a confiscare un
        .avi? Non basta cancellarlo? O confiscano
        anche lo strumento?

        Attenzione perche' RIMANE LA GOGNA.

        Non essendo stato introdotto nessun obbligo
        per i provider, non si capisce in concreto
        cosa cambi da prima...

        Nei primi mesi forse ci sara' qualche azione
        "spettacolare"?

        Ma se e' facile capire chi condivide, come
        si fa a capire chi si limita a downlodare,
        cosa che in alcuni sistemi e' possibile?D'accordo con te che questa legge non è totalmente chiara, però sulla questione dell'avviso il senso mi sembra pacifico; ovvero; esso si riferisce soltanto alle ipotesi di file aventi sì contenuti di copyright ma di cui si possiede i diritti; ovvero le fatidiche copie di backup.Ad ogni modo vale sempre la regola dell'onere della prova se io scarico o condivido file protetti da copyright di cui ho pagato i diritti d'uso avviso o non avviso sarò sempre in grado di dimostrarne la titolarità d'uso e chi afferma il contrario dovrà inconfutabilmente negare ciò; ma affermare che vi sia una presunzione di colpevolezza è masochisticoe non così certo come sembra; ricordo a tutti che in Italia vige ancora il principio della presunzione d'innocenza soprattutto in campo penale dove questa norma sembra approdare in caso di uso commerciale.
        • Anonimo scrive:
          Re: ULTIME NEWS SUL DECRETO URBANI

          D'accordo con te che questa legge non
          è totalmente chiara, però
          sulla questione dell'avviso il senso mi
          sembra pacifico; ovvero; esso si riferisce
          soltanto alle ipotesi di file aventi
          sì contenuti di copyright ma di cui
          si possiede i diritti; ovvero le fatidiche
          copie di backup.Beh, ma a cosa serve l'avviso sui files?La copia di backup e' per uso personale, quindi non e' possibile condividerla...Non riesco a capire quale file protetto da copyrigh possa avere questo avviso
          Ad ogni modo vale sempre la regola
          dell'onere della prova se io scarico o
          condivido file protetti da copyright di cui
          ho pagato i diritti d'uso avviso o non
          avviso sarò sempre in grado di
          dimostrarne la titolarità d'uso e chi
          afferma il contrario dovrà
          inconfutabilmente negare ciò; Qui sono assolutamente d'accordo con te. Quindi a chi scarica l'avviso non serve.Non riesco proprio a capire cosa sia l'avviso e a cosa serva
          • Anonimo scrive:
            Re: ULTIME NEWS SUL DECRETO URBANI
            - Scritto da: Anonimo


            D'accordo con te che questa legge non

            è totalmente chiara, però

            sulla questione dell'avviso il senso mi

            sembra pacifico; ovvero; esso si
            riferisce

            soltanto alle ipotesi di file aventi

            sì contenuti di copyright ma di
            cui

            si possiede i diritti; ovvero le
            fatidiche

            copie di backup.

            Beh, ma a cosa serve l'avviso sui files?

            La copia di backup e' per uso personale,
            quindi non e' possibile condividerla...Non
            riesco a capire quale file protetto da
            copyrigh possa avere questo avviso


            Ad ogni modo vale sempre la regola

            dell'onere della prova se io scarico o

            condivido file protetti da copyright di
            cui

            ho pagato i diritti d'uso avviso o non

            avviso sarò sempre in grado di

            dimostrarne la titolarità d'uso
            e chi

            afferma il contrario dovrà

            inconfutabilmente negare ciò;

            Qui sono assolutamente d'accordo con te.
            Quindi a chi scarica l'avviso non serve.

            Non riesco proprio a capire cosa sia
            l'avviso e a cosa servaNeanche loro pero' gli e' sembrata una buona "traduzione" del bollino SIAE...E pensare che li paghiamo pure per "governare" :'(
    • Garantito scrive:
      Re: ULTIME NEWS SUL DECRETO URBANI

      Nessuna responsabilità sui Provider,
      e una tassa del 3% sui masterizzatori. Si
      accettano commenti.....La tassa e' l'unica certezza.Cosi' alla tassa sui supporti, si aggiunge la tassa sui masterizzatori.
      • Anonimo scrive:
        Re: ULTIME NEWS SUL DECRETO URBANI
        - Scritto da: Garantito


        Nessuna responsabilità sui
        Provider,

        e una tassa del 3% sui masterizzatori.
        Si

        accettano commenti.....

        La tassa e' l'unica certezza.

        Cosi' alla tassa sui supporti, si aggiunge
        la tassa sui masterizzatori.Effettivamente la tassa aggiuntiva sui masterizzatori non è il massimo....però personalmente ritengo più penalizzante la tassa sui supporti vergini che su i masterizzatori, quest'ultimi adesso costano veramente poco è non che se ne comprino a iosa....
  • Anonimo scrive:
    NEWS SUL DL URBANI
  • Anonimo scrive:
    Analisi comparata
    Cercherò di fare una analisi oggettiva, anche se un po' polemica:è difficile attribuire una perdità ad un solo fattore.L'analisi comparata la si può fare solo standardizzando le condizioni attuali (nominali) a quelle attualizzate rispetto al periodo preso come base di esame per la perdita (reali).Cioè uno dice: rispetto all'anno X ho perso Y milioni di entrate.Ok, ma il mercato in quel periodo può essere cambiato (gusti dei consumatori, crisi economica, qualità e tipo del prodotto richiesto, ecc).Nn si può dire tout court che la causa è una e solo quella (o meglio è impreciso affermarlo con tale certezza).Ora la causa (p2p per intenderci) può influire (ma nessuno lo può sapere con certezza) sulle vendite dei supporti come cd audio e dvd dove può proporre un prodotto assimilabile all'originale (ma attenzione, solo assimilabile, poichè qualitativamente inferiore e senza valore aggiunto). Basterebbe collegare promozioni appetibili assieme all'acquisto di un originale per differenziarlo molto dal copiato (qualcuno lo ha capito e lo sta facendo). Il copiato non lo potrà mai dare questo.Riguardo al cinema secondo me la cosa è del tutto diversa: il film scaricato o copiato non può far concorrenza al cinema perchè è del tutto diverso. Non offre quello che da il cinema. Potrebbe al più far concorrenza alla pay-tv e al noleggio e vendita di supporti riproducibili in ambito domestico (poichè ne presenta forti similarità). Ma qua casca l'asino: il mercato di pay-tv, tv, dvd, noleggi, ecc è stabile se non in crescita.Se il cinema è in crisi quindi non può essere perchè gli fa concorrenza il p2p (che come detto fa concorrenza ai sopracitati beni come la tv). Per assurdo è la tv (pay e non, dvd, ecc) a far concorrenza al cinema e ci sono statistiche che lo provano.La conclusione è che sono cambiati i gusti dei consumatori verso il cinema (come contenuti e metodo di fruizione).Cioè la qualità dei film nn è più gradita oppure il cinema nn piace più come metodo per la fruizione di tali opere.INOLTRE: come reazione alla contrazione delle presenze si è ridotto il numero di sale riducendo così offerta,diversificazione e distribuzione sul territorio. Io sto in un paese (di 30000 abitanti...) dove il cinema più vicino sta a 35 Km. Ora capite che uno al cinema non ci va se deve farsi tutta sta strada.La scelta l'han fatta loro: il cinema costa (come sala). Il noleggio (e tutte le altre vie di diffusione) non costano, sono più capillari, quindi rendono di più.Poi però non si lamentino che al cinema ci va meno gente (-sale= -schermi= - proiezioni = - spettatori = - incassi da sale cinema).La concorrenza se la fanno loro stessi.Certamente il p2p non è del tutto estraneo ai danni provocati al loro business, ma di sicuro non è l'unica ne tantomeno la prima causa.Qui non discuto se il p2p è giusto o sbagliato.Discuto sul fatto che se tirano fuori il bilancio globale questo nn è così malridotto e che le perdite eventuali sono principalmente imputabili ad un generale impoverimento della popolazione (che taglia per prima cosa il superfluo). Basta vedere le perdite percentuali di tutti i mercati affini a quello dell'entertainment (come tipo di beni proposti) e nn solo.Nn dico che il loro discorso è campato per aria, ma l'analisi fatta è scarna, incompleta, superficiale e quantomeno distorta non avendo considerato tutti i fattori implicati.Ma la laurea (a patto che la abbiano...) l'han presa al CEPU?Ma chi gli ha dato in mano ste aziende? Se fan così le analisi di mercato ovvio che poi gli affari van male...
    • nefasto scrive:
      Re: Analisi comparata
      Sono completamente d'accordo con la tua analisi..Al Cinema trionfano soltanto i Colossal tipo il Signore degli Anelli che mai temeranno nessuna concorrenza di TV Home Video e p2p vari.Io non sono andato al Cinema nella vita, mai più di 2-3 volte l'anno. Ultimamente ci sono andato pure più spesso, in alcuni casi pentendomene, pensando tra me e me che avrei potuto spendere meglio i miei euro, acquistando un buon libro con quei soldi o un CD/DVD allegato con una rivista (un film o un album certamente datato ma di qualità MOLTO superiore)==================================Modificato dall'autore il 20/04/2004 22.44.13
  • Anonimo scrive:
    http://www.studiocelentano.it/newsansa.a
    ROMA, 20 APR - La Commissione Cultura ha approvato oggi un testo innovativo sull'antipirateria del decreto Urbani: ''meno sanzioni per l'uso individuale ma repressione della pirateria. Tutelati gli utenti internet, ma anche i 60.000 italiani autori di musica, cinema, cultura''. Lo comunica Gabriella Carlucci, responsabile spettacolo di Forza Italia, relatrice sul decreto-legge antipirateria. ''La Commissione Cultura della Camera dei Deputati e' giunta oggi - sottolinea una nota di Gabriella Carlucci diffusa dal suo ufficio stampa - ad una versione evoluta del testo, condivisa anche dalle opposizioni, che modifica radicalmente il provvedimento originario''. ''Attenuate - prosegue la nota - le sanzioni contro la pirateria (da 1.500 a 154 euro, per uso personale), estese a tutte le opere dell'ingegno (musica editoria, software). In sostanza, il ''file-sharing'' di brani musicali e audiovisivo verra' consentito, ma solo a condizione che si tratti di file che hanno assolto gli obblighi previsti dalla legge sul diritto d'autore dotati di appositi avvisi informativi. Se il file non sara' provvisto di avviso, chi lo immettera' commettera' un reato. La sanzione e' amministrativa (154 euro, che salgono a 1.032 in caso di reiterazione) per chi immette e scarica per uso individuale copie 'pirata', resta la confisca dei materiali e la pubblicazione della condanna sui giornali (come oggi prevede la legge sul diritto d'autore per chi duplica cd e dvd non per scopo personale). Le sanzioni sono invece penali per chi fa commercio, o trae comunque profitto, dall'illecita attivita' 'piratesca': si rischia la galera, da sei mesi a tre anni. L'emendamento Carlucci, approvato dalla Commissione, ''elimina - sottolinea la nota - il ruolo 'poliziesco' degli internet provider, affidando alle forze dell'ordine compiti di vigilanza attiva. Viene introdotto un compenso del 3% sul prezzo dei masterizzatori, destinato ad autori e produttori di contenuto (musica e cinema)''. Il provvedimento, che verra' approvato dall'Aula domani, si ''pone - conclude la nota - come compromesso ragionevole tra autori e produttori di musica e audiovisivi e l'esigenza di non ostacolare la migliore utilizzazione di internet come veicolo di cultura e di crescita socio-economica del Paese. L'Italia e' il Paese europeo con il maggior livello di pirateria (784 milioni di dollari la perdita arrecata all'industria), e vanta anche una societa' degli autori (Siae) con oltre 60.000 iscritti. I diritti degli utenti internet vanno tutelati, ma anche quelli degli autori e dei produttori di cultura. Il conflitto tra cultura e tecnologia, tra legge sul diritto d'autore e tecnologie a banda larga, e' stato, almeno in questa occasione, positivamente e superato''.
  • Anonimo scrive:
    Re: E il diritto di recesso?
    I problemi sono due.Il primo e' che non siamo persone abbastanza civili da avere la possibilita' di riavere indietro i soldi e sfruttarla solo quando effettivamente il film non ci e' piaciuto.Il secondo e' che avere la preview di un film non e' fattibile. Prima di tutto per capire se e' un buon film solitamente bisogna arrivare alla fine. Non come la musica dove ci si puo' fare un'idea ascoltando solo una parte. Poi, di films che invogliano a farsi rivedere ce n'e' davvero pochi, anche tra quelli realizzati bene. Personalmente ritengo che 2001 odissea nello spazio sia stato un capolavoro, ma dopo che me lo son visto una volta e un'altra a distanza di dieci anni, basta. Gia' la seconda volta ero attaccato al Fast Forward.Detto questo sono straconvinto che il p2p puo' far maturare criticamente il pubblico attraverso l'esposizione a un gran numero di titoli senza apportare grossi danni al mercato legale, visto che esiste la pirateria tradizionale che si pappa comunque la fetta di pubblico che non vuole/puo' pagarsi il prezzo intero. Probabilmente si preferisce un pubblico ignorante e massificato. E capisco anche perche', dopo aver trovato insulsi molti titoli usciti recentemente, straosannati dalla critica e incassatori miliardari.
  • Anonimo scrive:
    Re: Pirates! Chi se lo ricorda?
    ti dico io il percheil nostro caro berrusconi non vende piu dvd e allora ecco qua fatta la leggebravi continuate cosi sono curioso di sapere cosa si inventeranno quando il p2p non esisterà piula cosa che mi da piu fastidio e che da oggi in poi avro la mia connessione sotto controllo alla faccia della privacy ps esiste ancora lo sciopero per non andare al cinema, non comprare dvd giochi per il periodo maggio giugno?
  • Anonimo scrive:
    SONO 3 SETTIMANE
    è possibile che sono 3 settimane (diciamo dall'uscita del decreto Urbani) che ogni volta che PI pubblica una notizia in merito il forum sembra la fotocopia dei precedenti? Stessi argomenti, stesse osservazioni e stesse risposte...mi sembra che una cosa del genere non porti da nessuna parte
  • Anonimo scrive:
    Quando si scende in piazza
    Tante proteste ma poche proposte.Dov'è finito il popolo sovrano con tutti e sottolineo tutti quelli con qui parlo il governo non piace sono ladri varano leggi sbagliate ecc. ecc. ma allora perchè non secndiamo in piazzaperchè non ci uniamo tutti e tiriamo i pomodori marci quando ci chiamano ladri.LADRI le major chiamano le migliaia di persone che scaricano ladri e sperano che poi diventino loro clienti???Scendiamo in piazza e diciamo basta al maiale che da del porco al bue!
  • Anonimo scrive:
    Re: Gli Autori
    Poche idee ma confuse...;)
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] E come al solito...
      Magari prova a criticare!Dovè che gli autori non difendono la loro misera pagnotta???Dovè che le famigerate majors non siano per circa il 70% in proprietà ad azionariato diffuso (non ho detto controllate: l'azionariato diffuso è troppo spezzettato per controllarle).Nessuna idea, esponi; ma dimostri cmq una bella e candita illusione in cui cullarti!
      • Anonimo scrive:
        Gli Autori
        Mi scuso per il titolo: uso Mozilla, che ha questa feture.Avevo controllato il titolo, ma evidentemente sono andato di fretta ed ha lasciato il titolo, al post, di un'altro post letto precedentemente.
      • Anonimo scrive:
        Re: [OT] E come al solito...
        - Scritto da: Anonimo
        Magari prova a criticare!
        Dovè che gli autori non difendono la
        loro misera pagnotta???
        Dovè che le famigerate majors non
        siano per circa il 70% in proprietà
        ad azionariato diffuso (non ho detto
        controllate: l'azionariato diffuso è
        troppo spezzettato per controllarle).
        Nessuna idea, esponi; ma dimostri cmq una
        bella e candita illusione in cui cullarti!Scusa ma il tuo discorso fa acqua da tutte le parti ; cosa centra l'azionariato diffuso? Se riflettessi di più non diresti queste inesattezze;1) In primis l'azionariato diffuso non è necessariamente garanzia di migliore trasparenza;un'azienda cmq si può controllare anche con il 10% premessso che l'altro 70-80-90%se totalmente disperso da piccoli azionisti certo non si presenta interamente in assemblea....In ogni caso l'indirizzo di governo delle società viene espresso dai soci di maggioranza che nel 99% dei casi non sono i mortali comuni perchè possedere anche solo 1% della Sony possono voler dire tanti soldi.2) Sugli autori cmq non esistono soltanto i big (L.Dalla o chi altro) ma anzi la maggioranza è data dai piccoli che spesso hanno il cappio al collo messo dalle major.In ogni caso se sei veramente un Big (xchè vendi tanto xchè sei bravo etc) non vedo xchè scandalizzarsi dal momentoche qualsiasi personaggio celebre dai divi del cinema agli sportivi guadagnano anche più consistenti somme.Quanto alla sx il tuo tentativo di svillaneggiare è pateticodato che non è certo colpa di questa se il 90% degli artistiappartengono a quello schieramento; provi la dx a creare qualche artista o fior di intellettuali visto che di questi se ne contano sulla punta delle dita.In ogni caso la politica non c'entra se fossi anche tu un'artista di fama faresti esattamente come loro sx o dx che sia, è nella natura umana chiedere di più quando si è sulla cresta dell'onda; ma in ogni caso è 100 volte più sacrosanta una richiesta del genere piuttosto che i margini esorbitanti che tutti questi parassiti intermediari si tengono per sè lucrando sul lavoro e creatività altrui e facendo pagare a noi un costo per un servizio che non merita di essere remunerato in modo faraonico.I produttori e distributori non hanno scusanti sono soltanto dei parassiti senza scrupoli....tutto il resto è semplicemente fumo negli occhi.
        • Anonimo scrive:
          Gli Autori
          Io non stò svelineggiando gli artisti, ma la maggioranza di chi qui, e non solo qui, difende gli autori dipingendoli come povere pecorelle innocenti "i quali, magari fosse per loro, non alzerebbero il prezzo dei CD": pura illusione. E la maggioranza che crede in questa illusione sono di SX, come gli autori; una situazione tipica dell'EU del Sud arretrata culturalmente, socialmente e politicamente davanti alle grandi democrazie Nord-EU e Nord-America.Cmq se leggessi il post a cui hai risposto, meglio, ti accorgeresti che ho ben scritto che l'azionariato diffuso proprio perchè tale non può controllare giganti come le majors; e azionariato diffuso non significa solo l'1% del gigante, ma anche percentuali dello 0,07% e fondi comuni d'investimento (i quli generalmente detengono una gran fetta di quell'azionariato diffuso).Chiaro che chi comanda è chi ha la maggioranza relativa del restante 40-30%.Però hai messo proprio in evidenza l'illusione di chi dipinge gli autori come innocenti; siano a dx, siano a sx siano al nord siano al sud, come ogni altro uomo badano alla propria borsa; e lo fanno pure in modo incoerente (siamo tutti fratelli finchè si tratta dei soldi degli altri, ma guai ad essere fratelli sui miei soldi o su quelli della mia lobby).Ti manca di mettere in luce un'altra incoerenza: il fatto che molte persone che sbraitano contro le majors hanno direttamente (azioni con percentuali minime) o indirettamente (fondi comuni d'investimento) una parte delle stesse majors (in realtà ciò accade anche per altre società); e sono chiamati direttamente o indirettamente agli utili societari, che cmq a fine anno pretendono (p2p o pirateria che sia).
  • Anonimo scrive:
    1.5 miliardi persi dal fisco!
    Cito letteralmente:"Stando allo studio, nel 2003 il Fisco ha perso 1,5 miliardi di euro a causa dell'evasione dell'IVA nel commercio illegale"1,5=in IVA al 20% fa un "fatturato" di 7,5 miliardi di euro da parte dell' "industria pirata" in un solo anno!7,5 miliardi di euro diviso per una popolazione di 56 milioni di persone (compresi nonni e lattanti) fanno una spesa di 133 euro e spiccioli a testa! per ogni italiano! in un solo anno in copie pirata!Ci credete?Siiiii?...Allora vi racconto questa:Offro un liquido capace di trasformare l'acqua in benzina!Basta con le spese dal benzinaio! al modico prezzo di 100 euro vi offro una boccetta del magico liquido sufficente a trasformare 10 metri cubi di acqua in benzina verde!Chi e' interessato puo' scrivermi e gli comunichero' gli estremi del mio conto corrente.Saluti a tutti :D
    • Anonimo scrive:
      Re: 1.5 miliardi persi dal fisco!
      - Scritto da: Anonimo
      Cito letteralmente:

      "Stando allo studio, nel 2003 il Fisco ha
      perso 1,5 miliardi di euro a causa
      dell'evasione dell'IVA nel commercio
      illegale"

      1,5=in IVA al 20% fa un "fatturato" di 7,5
      miliardi di euro da parte dell' "industria
      pirata" in un solo anno!
      7,5 miliardi di euro diviso per una
      popolazione di 56 milioni di persone
      (compresi nonni e lattanti) fanno una spesa
      di 133 euro e spiccioli a testa! per ogni
      italiano! in un solo anno in copie pirata!

      Ci credete?
      Siiiii?
      ...Allora vi racconto questa:
      Offro un liquido capace di trasformare
      l'acqua in benzina!
      Basta con le spese dal benzinaio! al modico
      prezzo di 100 euro vi offro una boccetta del
      magico liquido sufficente a trasformare 10
      metri cubi di acqua in benzina verde!
      Chi e' interessato puo' scrivermi e gli
      comunichero' gli estremi del mio conto
      corrente.

      Saluti a tutti :Dpurtroppo uso il diesel :(
      • Anonimo scrive:
        Re: 1.5 miliardi persi dal fisco!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Cito letteralmente:



        "Stando allo studio, nel 2003 il Fisco
        ha

        perso 1,5 miliardi di euro a causa

        dell'evasione dell'IVA nel commercio

        illegale"



        1,5=in IVA al 20% fa un "fatturato" di
        7,5

        miliardi di euro da parte dell'
        "industria

        pirata" in un solo anno!

        7,5 miliardi di euro diviso per una

        popolazione di 56 milioni di persone

        (compresi nonni e lattanti) fanno una
        spesa

        di 133 euro e spiccioli a testa! per
        ogni

        italiano! in un solo anno in copie
        pirata!



        Ci credete?

        Siiiii?

        ...Allora vi racconto questa:

        Offro un liquido capace di trasformare

        l'acqua in benzina!

        Basta con le spese dal benzinaio! al
        modico

        prezzo di 100 euro vi offro una
        boccetta del

        magico liquido sufficente a trasformare
        10

        metri cubi di acqua in benzina verde!

        Chi e' interessato puo' scrivermi e gli

        comunichero' gli estremi del mio conto

        corrente.



        Saluti a tutti :D


        purtroppo uso il diesel :(Ma io ho anche il "magico diesel version 2.3" che dici combiniamo? :D
  • Anonimo scrive:
    4.2 miliardi di euro!
    4.2*1000000000=4200000000 euro!4200000000/50=84000000Cioe' 84 miloniIn parole povere volendo stabilire un valore di 50 euro a copia! si ottengono 84 milioni di copie "pirata"in italia! piu' di una volta e mezza la popolazione italiana compresi neonati e bisnonni!Questa e' ARITMETICA!Qualcuno e' disposto a credergli?se si questo qualcuno puo' spiegare perche' gli crede?Attendo risposteGrazie :-)
  • Anonimo scrive:
    Analisi & Commento 2
    Quote:...degli Internet Service Provider che tanto contribuiscono alla alfabetizzazione informatica degli italiani e alla crescita di Internet nel nostro paese...------Alfabetizzazione? Ma se il buon 80% di chi si connette non sa un piffero di PC. Ma stiamo scherzando?Suvvia, non diciamo sciocchezze solo per gasarci difronte al popolino ignorante, con paroloni e discorsi demagogici alla Mussolini..Quote:Proprio sul DL Urbani è ieri intervenuta in altra sede anche l'ANEC, l'associazione che raccoglie gli esercenti cinema, affermando che occorre vigilare contro la creazione di "zone franche" su internet, che rimane un mezzo interessante ma che può talvolta dimostrarsi dannoso. "Mentre esprime fiducia nel raziocinio e nel buon senso dei parlamentari chiamati a decidere su concetti di legalità e di tutela del diritto d'autore almeno garantendo il mantenimento delle tutele vigenti - ha spiegato l'Associazione - ANEC rinnova la richiesta di un potenziamento e un maggior coordinamento dei controlli, in linea con quanto sta avvenendo in altri paesi e auspicando che il Governo si faccia promotore di un coordinamento di forze anche a livello europeo".-----Perchè non iniziate (visto che ora c'è pure la vostra tanto mirabolante invenzione del box interattivo) a fare come su "1984", ove c'era una televisione sempre accesa in ogni casa e dove c'era l'esponente principale del partito che sparava i suoi paroloni vita natural durante?Magari per paura che ci sia una rivolta e, come già avvente, qualcun altro venga appeso a testa in giù in Piazzale Loreto?Mah.. mistero...
  • Anonimo scrive:
    Analisi & commento
    Quote:4,2 miliardi di euro: questa l'entità di danni che l'industria dell'audiovisivo italiana ha calcolato per il nostro paese nel corso del solo 2003. Dati che sono stati annunciati ieri dalla Camera di Commercio americana ma che sono basati sulle indagini di FAPAV, la Federazione contro la pirateria sul cinema e l'audiovisivo.-------E' morto qualcuno? Qualcuno ha perso il lavoro per questo? No. Britney è ancora dov'è, così pure per Eminem.Pertanto il problema non sussiste (non l'hanno detto neppure i giornali e ha poco la EMI venir a fare del terrorismo minacciando licenziamenti, licenzia oggi, licenzia domani, ci perde lei)Quote:Stando all'indagine, i sequestri di materiale pirata, in particolare CD e DVD illegalmente masterizzati e distribuiti sul mercato nero, non sono superiori ad un decimo di quello che gira al di fuori della distribuzione ufficiale, segno evidente di quanto sia florida l'attività dei pirati e della criminalità organizzata.------Il vero problema della pirateria e dei danni che compie, non certo si basa su 2 copie scaricate dagli utenti, ma da chi pensa che la pirateria sia un business e impiega risorse per esercitare quest'ultima in larga scala.SON QUELLI E QUELLI SOLTANTO CHE VANNO ESTIRPATI.I 14enni che scaricano da Kazaa causano il 0,1% di danni, una cifra irrisoria per chi ha un pò di cuore (non certo per i capitalisti che vogliono pure il sangue, perchè han già progettato di andare in viaggio di piacere sulla stazione orbitale internazionale)Quote:Stando allo studio, nel 2003 il Fisco ha perso 1,5 miliardi di euro a causa dell'evasione dell'IVA nel commercio illegale.------Un altro problema sono i negozi che vendono materiale masterizzato. IMHO, anche quel tipo di problema andrebbe limitato.Quote:Si ritiene infatti che l'uso del file sharing per il download di film sia in forte aumento e si stima che ogni giorno nel 2004 siano stati scambiati mediamente la bellezza di 1.300 opere protette audiovisive.----E' in aumento anche a causa delle sparate di Urbani e il suo DL del "Macinato". Ovviamente, sapendo com'è la situazione, prima della chiusura e del periodo del preibizionismo fascista, tutti vogliono poter dotarsi, magari anche di cose che non gli servono (sindrome comune), causando ancora di più danno (oltre a quelli scappati nelle reti cryptate, che.. voglio vedere le major tanto mettersi a stanare).Quote:...per salvaguardare l'industria audiovisiva italiana...----Salvare che? Caparecchia? Mariti in Affitto? Tutta roba che non vale niente e che non userei neppure per pulirmi dopo essere andato di corpo? Ma figuriamoci...L'industria (inesistente) audiovisiva italiana non sà far altro che produrre cose culturalmente scadenti e scialbe, additando alla pirateria per avere gli stanziamenti decisi dal patto di solidarietà sociale (Welfare).Non è una novità che ci siano autori che creano film totalmente orrendi solo per poi prendersi gli stanziamenti..
  • Canaja scrive:
    FAPAV?????????????
    Perche' le indagini vengo fatte da un'associazione antipirateria?!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!E' una buffonata!!! e l'istat che ci sta' affare?!?Questo non e' conflitto d'interessi ? :@:@:@:@
  • Anonimo scrive:
    Re: mai pensato alle colpe di ....?
    E' che i soldi stanno finendo...nelle tasche dei soliti ignoti che poi ti guardano con il megasorriso sulle labbra e ti dicono: mettiti a 90 gradi che ti devo spiegare una cosa!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Il codice dei pirati
    ecco i 10 comandamenti dei pirati:1:Ogni uomo ha diritto di voto nelle discussioni: ha egual diritto a provviste fresche o liquori forti, presi a suo piacimento, a meno che la carenza, non ne renda necessario x il bene di tutti, porre un freno.2Ogni uomo verrà chiamato a turno, perchè in talune occasioni e' possibile cambiare gli abiti, ma se si froda la compagnia per il valore di un dollaro, sarà punito con l'abbandono in un isola deserta.3Nessuno deve giocare a carte o dadi per soldi4Luci e candele devono essere spene alle 8 di sera, se un membro dell'equipaggio viene scoperto dopo quell'ora a bere, dovrà farlo sul ponte scoperto5I pezzi d'artiglieria, le pistole e i coltellacci devono essere tenuti puliti e pronti all'uso.6Nessun bambino e nessuna donna sono ammesse a bordo. Se un'uomo viene colto a sedurre un individuo del sesso opposto, o lo porta in mare, sarà ucciso7il disertare la nave o la postazione in battaglia e' punito con la morte o l'abbandono in luogo deserto8nussuno puo abbandonare tale stile di vita, finche' tutti non avranno 1000 sterline. Se qualcuno dovesse perdere un braccio o diventare storpio, riceverà 800 dollari dalla cassa comune9A bordo non sono ammessi duelli, le dispute si devono regolare a terra, con la spada o la pistola.10I musicisti devono riposare la domenica, ma negli altri 6 giorni e 6 notti, nessuno gode di favore speciale.QUESTO E' UN CODICE PIRATA VERO DEL 1600, DEL CAPITANO JOHNSON.Forza Ciurma facciamoci sentire!!!! ALL'ARREMBAGGIO!!!!!!!:@:@:@:D:D
  • Anonimo scrive:
    PROTESTA-PROPOSTA
    VOGLIONO USARE IL PUGNO DI FERRO CON IL P2P? BENE, USEREMO LA STESSA ARMA: NIENTE + CINEMA NE ACQUISTI DI CD ORIGINALI PER UN MESE O PIU' E POI VEDIAMO SE RIMANGONO TUTTI DELLA STESSA OPINIONE...:@
    • Anonimo scrive:
      Re: PROTESTA-PROPOSTA
      La differenza tra i 2 "pugni di ferro" ??Che qualcuno che compra, va al cinema ecc... ci sarà sempre e rimarrà nella legalità (finchè multeranno chi racconterà all'amico la trama del cinema.....), comunque, anche qualcuno che scarica ci sarà sempre... ma purtroppo sarà nell'illegalità...
    • Anonimo scrive:
      Re: PROTESTA-PROPOSTA
      Purtroppo non credo sia una buona soluzione.... in fondo chi usa i p2p e' una piccola minoranza della popolazione
      • Anonimo scrive:
        Re: PROTESTA-PROPOSTA
        Scusami, ma se chi usa i p2p e' una piccola minoranza della popolazione come cazzo fa' a causare tutti questi danni economici? C'e' qualcosa che mi sufgge...- Scritto da: Anonimo
        Purtroppo non credo sia una buona
        soluzione.... in fondo chi usa i p2p e' una
        piccola minoranza della popolazione
  • Anonimo scrive:
    Il ritorno di è finita la pakkia:
    Chiaramente ero sarcastico!
  • Anonimo scrive:
    E il diritto di recesso?
    Qualcuno mi sa' spiegare perche' se compro un aspirapolvere da una televendita posso esercitare il diritto di recesso ( cioe' se il prodotto non mi piace posso restituirlo entro X giorni e riavere i miei soldi...) e invece se vado al cinema e poi il film e' una cazzata mostruosa ( magari ben presentata via trailer, pubblicita', ecc. ecc.) i soldi li ho spesi e non li vedro' mai piu'???? Stesso discorso per i CD musicali...almeno via P2P posso avere una "preview" del PRODOTTO che intendo acquistare e poi decidere se comprarlo oppure no (andando al cinema oppure acquistando il CD...)!!!!! Per il SW il discorso e' diverso, perche' MOLTI usano lo strumento dello SHAREWARE per poter provare prima di comprare...Quanti di voi spenderebbero X euro per un prodotto a scatola chiusa???? Meditate gente, meditate....
  • Anonimo scrive:
    mai pensato alle colpe di ....?
    mai pensato che con l'abbonamento minimo di skya 22 euro + 99 (se va bene) di decoder, tanta gentenon ha + voglia nè soldi per andare al cinema o comprarei dvd? Non potrebbe essere ANCHE questa la ragionex cui l'industria del cinema guadagna meno?E il caro-EURO che toglie risorse?Quali spese futili tagliamo tutti per prime?E la qualità infima della maggior parte di film e musica checircolano? Anche nelle radio? Secondo voi tutto ciòRENDE INVITANTE L'ACQUISTO?????...per non parlare del prezzo dei cd e dvd originali....foetus
  • Anonimo scrive:
    Don't feed the troll
    che non sa neanche scrivere Blockbuster...Spruzzac 2001
  • Anonimo scrive:
    La pakkia è finita W Il DL Urbani LADRI!
    Ma a me mi sembrano veramente strani questi qui che dicono che scaricano i film che non andranno a vedere e la musica che non gli piace, ma allora cosa scarichi a fare?!? i 36 euri che paghi per l'adsl spendiceli per qualcos' altro che ti piace veramente; è come quelli che escono con una anche se non gli piace perche sono sicuri che gliela dà di sicuro e non vanno con una troppo bona perchè con quella non cenè,Oppure come quelli che fanno i videi per cercarsi la ragazza su allmusic e cominciano a descriversi con la frase "Sono molto introverso" davanti a milioni di persone che guardano sopra lo schermo.bASTA LADRONI I CD LI COMPRATE ORIGINALI COME ME E SE VOLETE UN FILM ANDATE DA BLOCHBASTER LO AFFITTATE E NON ROMPETE LE BALLE (COME FACEVATE 3 ANNI FA!)W LE BARZELLETTE E NATALE SUL NILORAI3 è PER LE SKIAPPE
    • Anonimo scrive:
      Re: La pakkia è finita W Il DL Urbani LADRI!
      Poverino.........
    • Anonimo scrive:
      Re: La pakkia è finita W Il DL Urbani LADRI!
      - Scritto da: Anonimo
      Ma a me mi sembrano veramente strani questi
      qui che dicono che scaricano i film che non
      andranno a vedere e la musica che non gli
      piace, ma allora cosa scarichi a fare?!? i
      36 euri che paghi per l'adsl spendiceli per
      qualcos' altro che ti piace veramente;
      è come quelli che escono con una
      anche se non gli piace perche sono sicuri
      che gliela dà di sicuro e non vanno
      con una troppo bona perchè con quella
      non cenè,
      Oppure come quelli che fanno i videi per
      cercarsi la ragazza su allmusic e cominciano
      a descriversi con la frase "Sono molto
      introverso" davanti a milioni di persone che
      guardano sopra lo schermo.
      bASTA LADRONI I CD LI COMPRATE ORIGINALI
      COME ME E SE VOLETE UN FILM ANDATE DA
      BLOCHBASTER LO AFFITTATE E NON ROMPETE LE
      BALLE (COME FACEVATE 3 ANNI FA!)
      W LE BARZELLETTE E NATALE SUL NILO
      RAI3 è PER LE SKIAPPEVERGOGNA!!!! VOI CHE SCARICATE VIA INTERNET SIETE COSI'?????:):):)E non andate con una troppo bona perche' non "cenè'"?:|:|:|VERGOGNATEVI!!!!!!"
      • Anonimo scrive:
        Re: La pakkia è finita W Il DL Urbani LADRI!
        vai avanti cosi paga un dvd originale anche 100 eurosi vede che te lo puoi permettere
    • Anonimo scrive:
      Re: La pakkia è finita W Il DL Urbani LADRI!
  • Anonimo scrive:
    Qui qualcuno pensa che è in diritto
    di rubare!Non vi stanno bene i prezzi dei CD musicali? Dei film in DVD? Bene; non comprateli!Perchè il medico vi obbliga a farlo?E che cavolo se gli autori e le majors vogliono anche vendere un CD a 100? sono liberi di farlo; esattamente come voi siete liberi di non comprarlo.Mica per questo siete giustificati a rubarlo.Va bene protestare se per questo viene data la pena di morte; ma protestare perchè si venga lasciati stare è ridicolo.Vendano SIAE e compagnia bella i CD e DVD al prezzo che vogliono, è un loro prodotto e se gli autori si fanno la mega villa con 12 Ferrari nel garage significa solo che ci sono dei tonti che gli e lo consentono, al pari del fatto che ci sono degli animali che consentono a degli analfabeti e stupidi calciatori che offendono l'immagine della cultura di una nazione, di possedere mega ville e farsi 1 super modella arrvista al mese.
    • Anonimo scrive:
      Re: Qui qualcuno pensa che è in diritto
      Uffff.........non ho nemmeno letto tutto il post....sono arrivato alla 2° parola: RUBARE.C'è qualche anima pia che ha voglia di spiegare a questo poveretto la differenza che c'è tra copia senza lucro e RUBARE?Ringrazio anticipatamente......
      • Anonimo scrive:
        Re: Qui qualcuno pensa che è in diritto
        Personalmente credo una cosa: se voglio comprare un aspirapolvere, lo compro, lo provo, se non mi piace ho il diritto di recesso entro x giorni. Se vado al cinema o compro un CD e poi il contenuto (cioe' il prodotto) non mi piace, mi attacco al piffero perche' ormai i soldi li ho cacciati e nessuno me li ridara' mai indietro. Almeno via P2P provo (film, mp3, ecc. ecc.) il prodotto in questione e se mi piace poi lo compro (vado al cinema, compro il CD ORIGINALE e non la copia taroccata del vu-cumpra')!!! Non mi sembra una cosa così difficile da comprendere...voi che ne pensate?
        • Anonimo scrive:
          Re: Qui qualcuno pensa che è in diritto
          - Scritto da: Anonimo
          Personalmente credo una cosa: se voglio
          comprare un aspirapolvere, lo compro, lo
          provo, se non mi piace ho il diritto di
          recesso entro x giorni. Se vado al cinema o
          compro un CD e poi il contenuto (cioe' il
          prodotto) non mi piace, mi attacco al
          piffero perche' ormai i soldi li ho cacciati
          e nessuno me li ridara' mai indietro. Almeno
          via P2P provo (film, mp3, ecc. ecc.) il
          prodotto in questione e se mi piace poi lo
          compro (vado al cinema, compro il CD
          ORIGINALE e non la copia taroccata del
          vu-cumpra')!!! Non mi sembra una cosa
          così difficile da comprendere...voi
          che ne pensate?insomma , se la sorpresa non ti piace, l'uovo di pasqua lo restituisci al mittente
          • Anonimo scrive:
            Re: Qui qualcuno pensa che è in diritto
            Oddioooooooo!!Film, musica, software paragonati a una sorpresina!!!Come battuta non è male......
          • Anonimo scrive:
            usare le testa please

            insomma , se la sorpresa non ti piace,
            l'uovo di pasqua lo restituisci al mittenteNo, ma se il cioccolato fa schifo ed è immangiabile allora sì che lo rispedisco al mittente!Si chiama "diritto di recesso" e c'è anche sulle mutande che ti ha comprato mammina!
      • Anonimo scrive:
        Re: Qui qualcuno pensa che è in diritto
        - Scritto da: Anonimo
        Uffff.........
        non ho nemmeno letto tutto il post....
        sono arrivato alla 2° parola: RUBARE.
        C'è qualche anima pia che ha voglia
        di spiegare a questo poveretto la differenza
        che c'è tra copia senza lucro e
        RUBARE?
        Ringrazio anticipatamente......
        Io esorterei tutti coloro che pretendono di sapere di cosa si parla, nel contare fino a 10 prima di postare.Sinceramente sono stanco di vedere post ove si dice che Copiare == Rubare.E' sinonimo di disinformazione e che quello che ha postato, non è nient'altro che uno schiavo della TV e del sistema.
    • Anonimo scrive:
      Re: Qui qualcuno pensa che è in diritto
      Per quanto riguarda l'ipotesi di furto, esistono diverse discussioni nella dottrina giurisprudenziale sulla configurabilità in materia, quindi non la risolverei così facilmente.Per quanto riguarda la libertà di fissare il prezzo di un bene da parte dell'offerente sono gli economisti ad insegnare che non è illimitata, come si vuol far credere nel thread precedente.Le ultime considerazioni lasciano il tempo che trovano.Klaviano
      • Anonimo scrive:
        Re: Qui qualcuno pensa che è in diritto
        - Scritto da: Anonimo
        Per quanto riguarda l'ipotesi di furto,
        esistono diverse discussioni nella dottrina
        giurisprudenziale sulla
        configurabilità in materia, quindi
        non la risolverei così facilmente.
        Per quanto riguarda la libertà di
        fissare il prezzo di un bene da parte
        dell'offerente sono gli economisti ad
        insegnare che non è illimitata, come
        si vuol far credere nel thread precedente.
        Le ultime considerazioni lasciano il tempo
        che trovano.

        Klavianonon è illimitata in casi di estrema necessità oppure in situazioni di monopolio., e cmq a lungo andare il prezzo deve essere tale da coprire i costi di produzione .
      • anath scrive:
        Re: Qui qualcuno pensa che è in diritto
        Giusto!E ad ogni modo, rendere la cultura una cosa da ricchi, non è furto?Non è un furto che il cinema costi 7?? E che per portarci la famiglia devi mangiare pane e cipolle una settimana?E che ne diciamo dei prezzi dei cd e dvd?E della qualità dei film che ci accusano di rubare?L'accesso alla cultura dev'essere libero e garantito a tutti... non ci sono scuse! Ok, poi se abbassassero i prezzi, ci sarebbe sempre quel qualcuno che ne approfitterebbe e basta, è inevitabile, ma credo che la maggior parte di noi potrebbe già iniziare a considerare l'idea di acquistare prodotti originali!Anche perchè non raccontiamoci balle: i divx il 99% delle volte sono codificati da far schifo e gli screeners sono orrori terrificanti... Chi non vorrebbe una videoteca in ottima qualità???Solo che dio bono non posso far la fame 3 mesi per il cofanetto di Matrix!!!
    • Kremmerz scrive:
      Re: Qui qualcuno pensa che è in diritto
      Ti faccio un bel copia e incolla, questo testo lo tengo molto volentieri per tutti quelli come te...buonanotteSono stanco di sentir parlare di scrocconi e quant?altro, di ferrari da rubare e che la musica non è il pane e se ne può fare a meno. Sono stufo, voglio metterci una pietra sopra con quanto segue. Magari non ci riesco, non sono per il p2p a prescindere da tutto, ma allo stato attuale delle cose mi sento di stare con il p2p. Magari sarò smentito....Voglio partire dal presupposto che mettendo in relazione gli utenti del p2p, le major e chi controlla i diritti d?autore, non si debba pensare a due ambiti distinti ma a fenomeni che si creano di conseguenza.Faccio un semplice esempio: se subisco un furto non sarò proprio contento di andarmi a ricomprare il maltolto, quindi di sicuro se ho la possibilità di braccare il rapinatore con la refurtiva lo faccio sicuramente. Non si possono distinguere i due eventi: io vengo rapinato e, conseguentemente a questo, posso trovarmi nella situazione di riavere il maltolto oppure di rimetter mano al portafoglio; fatto quest?ultimo che non si porrebbe nel momento in cui il rapinatore non si intromettesse nella mia vita.Parlando di dischi e p2p si commette sempre un errore fondamentale. Non si può pensare alle major che vengono derubate. E? come se si invertisse la catena di eventi che creano una situazione; è come se colpendo il rapinatore per recuperare la mia roba venissi a mia volta accusato di essere un ladro. Questo mi sembra un fatto, io compro dischi da quando avevo 12 anni (ora ne ho 24) e i prezzi erano e sono rimasti folli, soprattutto come per chi come me è patito di musica. Posso senz?altro dire di essere stato derubato in tutti questi anni...e la cosa continua. Non ho voglia che mi venga detto: ?questa è una tua opinione, una tua sensazione?. Per evitare questo ho fatto una piccola comparazione di prezzi tra amazon.com e un sito italiano molto ben fornito (oltretutto un sito segnalato da Ekleptycal!). Il risultato è disarmante e evidente. Segnalo solo una cosa che mi da fastidio (oltre al prezzo in se che anche in America, a parte per Sting, dovrebbe essere ritoccato verso il basso), ovvero che oltretutto in America c?è una certa omogeneità tra artisti minori e grandi star ma a volte, come dovrebbe essere, i dischi di chi vende milioni di copie costano meno. In Italia questo non avviene, Sting e un artista culto come Michael Hedges costano uguali! Ma dove sta la logica di questo se non in politiche deliberatamente mirate al furto? Damien Rice "0"Usa: 13,49$ http://www.amazon.com/exec/obidos/tg/stores/artist/glance/-/249014/ref=pd_ap_gut/103-1326753-8127003 Ita: 19,50?http://www.fandangomusicshop.net/catalog/product_info.php?art=damien+rice&select=artist&products_id=962016 Sting "Sacred Love"Usa: 9,99$ (!!!!)http://www.amazon.com/exec/obidos/ASIN/B0000C23DP/qid=1081250959/sr=2-1/ref=sr_2_1/103-1326753-8127003 Ita: 20,26?http://www.fandangomusicshop.net/catalog/product_info.php?art=sting&select=artist&products_id=972426 David Bowie "Reality"Usa: 13,99$http://www.amazon.com/exec/obidos/ASIN/B0000AR8NK/qid=1081251092/sr=2-2/ref=sr_2_2/103-1326753-8127003 Ita: 14,66?http://www.fandangomusicshop.net/catalog/product_info.php?art=david+bowie&select=artist&products_id=953296 Chris Whitley (andiamo sul complicato!) "Hotel Vast Horizon"Usa: 14,99$http://www.amazon.com/exec/obidos/ASIN/B0000AVT9Q/qid=1081251223/sr=2-1/ref=sr_2_1/103-1326753-8127003 Ita: 16,77?http://www.fandangomusicshop.net/catalog/product_info.php?art=chris+whitley&select=artist&products_id=265948 John Gorka "Old FUtures Gone"Usa: 13,99http://www.amazon.com/exec/obidos/ASIN/B0000BWVOP/qid=1081251486/sr=2-1/ref=sr_2_1/103-1326753-8127003 Ita: 19,27?http://www.fandangomusicshop.net/catalog/product_info.php?art=john+gorka&select=artist&products_id=975710 Dave Matthews Band "Busted Stuff"Usa: 14,99http://www.amazon.com/exec/obidos/tg/detail/-/B00006696R/qid=1081251594/sr=1-5/ref=sr_1_5/103-1326753-8127003?v=glance&s=music Ita: 20,28http://www.fandangomusicshop.net/catalog/product_info.php?art=dave+matthews+band&select=artist&products_id=286880 Michael Hedges "Torched"Usa: 16,98http://www.amazon.com/exec/obidos/tg/detail/-/B00000HZOK/qid=1081251710/sr=1-11/ref=sr_1_11/103-1326753-8127003?v=glance&s=music Ita: 20,90http://www.fandangomusicshop.net/catalog/product_info.php?art=michael+hedges&select=artist&products_id=661710Quindi come si può accusare l?utente p2p amante della musica di essere un ladro? Ma facciamo due conti, se tutti i dischi costassero 9,99$ (circa 8? con il cambio attuale Euro Dollaro), cosa evidentemente possibile visto che appartiene al mondo reale e posso acquistare un disco recente a quel prezzo, un patito di musica spendendo 160? al mese 10 anni accumulerebbe 2000 dischi....un patito sentirebbe sicuramente appagata la sua sete di musica e la cifra complessiva potrebbe sicuramente rientrare, seppure di poco, in qualcosa di fattibile per molti (magari rinunciando a qualcosa). Come se non bastasse probabilmente scomparirebbe anche la pirateria e lo scambio di file si limiterebbe solo alle rarità. Ma nella realtà italiana per avere 2000 dischi uno dovrebbe spendere tra 36.000 e 40.000? in dieci anni, la metà di un monolocale in periferia! Qualcosa non va, mi pare evidente.E che dire di chi non potrebbe permettirsi i cd nemmeno a 8?? E giusto che debba accedere alla musica con il contagoccie (e non parliamo della radio per favore)? Un?ultima considerazione. Fin qui non si è parlato di macchine o vestiti firmati....ma di arte, se non la si vuole classificare come linfa vitale è un problema ulteriore. Avere accesso alla cultura dovrebbe essere qualcosa di acquisito, che tutti dovrebbero poter fare....non dico senza guadagno, anzi, ma purchè il guadagno sia ragionevole visto il campo di cui si occupa e nella realtà non lo è di certo. Con tutti i settori in cui si può guadagnare milioni di euro (per chi avesse queste inclinazioni e capacità ovviamente), perchè bisogna infestare anche ciò che riguarda la parte più nobile dell?uomo (ovviamente poi ci sono un sacco di casi in cui la definizione ?artista? stride, ma questo è un altro problema)? Perchè chi cerca di forzare questi limiti imposti dai prezzi deve anche sentirsi chiamare ladro?
    • Anonimo scrive:
      Re: Qui qualcuno pensa che è in diritto
      credo che il diritto alla cultura esista e forse, anche se non tutti sono d'accordo, certe volte il fine giustifica i mezzi....
      • Kremmerz scrive:
        Re: Qui qualcuno pensa che è in diritto
        Quoto...personalmente posso avere una panda al posto di una ferrari, dei pantaloni normali ( di cui ignoro la marca ) e non di cavalli....ma l'arte dovrebbe essere accessibile a tutti. Forse bisognerebbe distinguere il mercato musicale, cinematografico ed editoriale in due branchie: quello che mira al massimo del profitto nelle vendite contro uno che si accontenta prima di tutto di riguadagnare i soldi investiti ed eventualmente quel che viene, ovviament applicando dei prezzi più modici sulle proprie opere...almeno sapremmo quali autori stanno da una parte e quali dall'altra. Ora il signore che ha scritto il primo post mi darà dl NoGlobal (così vomito)....:|
      • Anonimo scrive:
        Re: Qui qualcuno pensa che è in diritto
        - Scritto da: Anonimo
        credo che il diritto alla cultura esista e
        forse, anche se non tutti sono d'accordo,
        certe volte il fine giustifica i mezzi..,...............e il rozzo se ne sbatte i coglioni
    • Anonimo scrive:
      Re: Qui qualcuno pensa che è in diritto
    • Anonimo scrive:
      Re: Qui qualcuno pensa che è in diritto
      -
      Vendano SIAE e compagnia bella i CD e DVD al
      prezzo che vogliono, è un loro
      prodotto e se gli autori si fanno la mega
      villa con 12 Ferrari nel garage significa
      solo che ci sono dei tonti che gli e lo
      consentono, al pari del fatto che ci sono
      degli animali che consentono a degli
      analfabeti e stupidi calciatori che
      offendono l'immagine della cultura di una
      nazione, di possedere mega ville e farsi 1
      super modella arrvista al mese.E ci sono dei furbi che non gli consentono di farsi la 13^ ferrari!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Qui qualcuno pensa che è in diritto
      - Scritto da: Anonimo
      di rubare!
      Non vi stanno bene i prezzi dei CD musicali?
      Dei film in DVD? Bene; non comprateli!
      Perchè il medico vi obbliga a farlo?
      E che cavolo se gli autori e le majors
      vogliono anche vendere un CD a 100? sono
      liberi di farlo; esattamente come voi siete
      liberi di non comprarlo.
      Mica per questo siete giustificati a rubarlo.
      Va bene protestare se per questo viene data
      la pena di morte; ma protestare
      perchè si venga lasciati stare
      è ridicolo.
      Vendano SIAE e compagnia bella i CD e DVD al
      prezzo che vogliono, è un loro
      prodotto e se gli autori si fanno la mega
      villa con 12 Ferrari nel garage significa
      solo che ci sono dei tonti che gli e lo
      consentono, al pari del fatto che ci sono
      degli animali che consentono a degli
      analfabeti e stupidi calciatori che
      offendono l'immagine della cultura di una
      nazione, di possedere mega ville e farsi 1
      super modella arrvista al mese.Tu non hai capito niente della vita, dell'economia, del mercato...e di tutto sul serio....ricoverati magari ne trarrai giovamento
    • Anonimo scrive:
      Re: Qui qualcuno pensa che è in diritto
      - Scritto da: Anonimo
      di rubare!daccordo al 100% questo qualcuno sono le majors che rubano i diritti agli autori con contratti truffa e i soldi alla gente e pretendono leggi ad hoc per proteggere il loro modello di business cosa che nessuna altra impresa privata ha!Sono proprio daccordo qualcuno pretende di rubare! facciamo in modo che smetta! :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Qui qualcuno pensa che è in diritto
      - Scritto da: Anonimo
      di rubare!
      Non vi stanno bene i prezzi dei CD musicali?
      Dei film in DVD? Bene; non comprateli!
      Perchè il medico vi obbliga a farlo?
      E che cavolo se gli autori e le majors
      vogliono anche vendere un CD a 100? sono
      liberi di farlo; esattamente come voi siete
      liberi di non comprarlo.Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo adottata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 10 dicembre 1948 1) Ogni individuo ha diritto di prendere parte liberamente alla vita culturale della comunità, di godere delle arti e di partecipare al progresso scientifico ed ai suoi benefici. 2) Ogni individuo ha diritto alla protezione degli interessi morali e materiali derivanti da ogni produzione scientifica, letteraria e artistica di cui egli sia autoreCome vedi la possibilità di godere delle arti è considerato un diritto fondamentale dell'uomo ed un cd a 100 euro lede questo diritto.Certamente, malgrado quello che dicono in molti in questo forum, esiste il diritto dell'autore a ricevere un compenso.Non esiste però un articolo che tuteli il diritto di avere un registratore, una lavatrice, una macchina di lusso.Ti sei mai chiesto come mai ?Prova a darti una risposta sensata e forse diventerai una persona migliore.
    • Anonimo scrive:
      Re: Qui qualcuno pensa che è in diritto
      - Scritto da: Anonimo
      di rubare!
      Non vi stanno bene i prezzi dei CD musicali?
      Dei film in DVD? Bene; non comprateli!
      Perchè il medico vi obbliga a farlo?
      E che cavolo se gli autori e le majors
      vogliono anche vendere un CD a 100? sono
      liberi di farlo; esattamente come voi siete
      liberi di non comprarlo.
      Mica per questo siete giustificati a rubarlo.
      Va bene protestare se per questo viene data
      la pena di morte; ma protestare
      perchè si venga lasciati stare
      è ridicolo.
      Vendano SIAE e compagnia bella i CD e DVD al
      prezzo che vogliono, è un loro
      prodotto e se gli autori si fanno la mega
      villa con 12 Ferrari nel garage significa
      solo che ci sono dei tonti che gli e lo
      consentono, al pari del fatto che ci sono
      degli animali che consentono a degli
      analfabeti e stupidi calciatori che
      offendono l'immagine della cultura di una
      nazione, di possedere mega ville e farsi 1
      super modella arrvista al mese.Che poveretto...ma perdete pure tempo a rispondergli?
    • ioan scrive:
      Re: Qui qualcuno pensa che è in diritto
      - Scritto da: Anonimo
      di rubare!
      Non vi stanno bene i prezzi dei CD musicali?
      Dei film in DVD? Bene; non comprateli!
      Perchè il medico vi obbliga a farlo?
      E che cavolo se gli autori e le majors
      vogliono anche vendere un CD a 100? sono
      liberi di farlo; esattamente come voi siete
      liberi di non comprarlo.
      Mica per questo siete giustificati a rubarlo.
      Va bene protestare se per questo viene data
      la pena di morte; ma protestare
      perchè si venga lasciati stare
      è ridicolo.
      Vendano SIAE e compagnia bella i CD e DVD al
      prezzo che vogliono, è un loro
      prodotto e se gli autori si fanno la mega
      villa con 12 Ferrari nel garage significa
      solo che ci sono dei tonti che gli e lo
      consentono, al pari del fatto che ci sono
      degli animali che consentono a degli
      analfabeti e stupidi calciatori che
      offendono l'immagine della cultura di una
      nazione, di possedere mega ville e farsi 1
      super modella arrvista al mese.Visto che NON FIRMI, allora potresti essere benissimo un dipendente della SIAE che scrive quì cercando di PILOTARE l'opinione pubblica. Non ho letto tutto quello che hai scritto... Le due tre prime righe bastano...
  • JRoger scrive:
    Re: Pirates! Chi se lo ricorda?
    - Scritto da: paperinox
    Noi poveri sfigati del P2P siamo i Pirati di
    oggi, perchè compiamo atti di
    pirateria SENZA "Lettere di Corsa", e senza
    versare alcunchè, nè in modo
    legale (tasse), nè tantomeno illegale
    (finanziamenti in nero ecc...)
    Quindi abbiamo contro tutti, i governi e i
    Corsari... e anche tanti stupidi benpensanti
    :(Eh, un momento... Il Computer lo abbiamo comprato? Si', OK, ho messo assieme le parti, ma anche quelle le ho COMPRATE, mi sara' costato meno ma l'IVA L'HO PAGATA COMUNQUE TUTTA.L'ADSL me la dan gratis? Anche li' PAGO.Vogliamo parlare della "tassa preventiva" che la SIAE si puppa per ogni nastro o CD/DVD che COMPRO? (Mica posso farmeli in casa...).Non avessi sborsato quel che ho sborsato, e continuo a sborsare, potrei pure essere d'accordo, ma mi concederai che cosi' mi sento un po' preso per il (Y)....
    • paperinox scrive:
      Re: Pirates! Chi se lo ricorda?
      - Scritto da: JRoger
      - Scritto da: paperinox


      Noi poveri sfigati del P2P siamo i
      Pirati di

      oggi, perchè compiamo atti di

      pirateria SENZA "Lettere di Corsa", e
      senza

      versare alcunchè, nè in
      modo

      legale (tasse), nè tantomeno
      illegale

      (finanziamenti in nero ecc...)

      Quindi abbiamo contro tutti, i governi
      e i

      Corsari... e anche tanti stupidi
      benpensanti

      :(

      Eh, un momento... Il Computer lo abbiamo
      comprato? Si', OK, ho messo assieme le
      parti, ma anche quelle le ho COMPRATE, mi
      sara' costato meno ma l'IVA L'HO PAGATA
      COMUNQUE TUTTA.
      L'ADSL me la dan gratis? Anche li' PAGO.
      Vogliamo parlare della "tassa preventiva"
      che la SIAE si puppa per ogni nastro o
      CD/DVD che COMPRO? (Mica posso farmeli in
      casa...).E la "Lettera di Corsa" tu ce l'hai??Non credo, come non ce l'ho nemmeno io, quindi il governo NON ti ha autorizzato a rubare.... quindi puoi aver speso tutti i soldi che vuoi, e pagato tutte le tasse che vuoi... ma l'autorizzazione al furto legalizzato ti manca, cosa che invece gli altri hanno :)

      Non avessi sborsato quel che ho sborsato, e
      continuo a sborsare, potrei pure essere
      d'accordo, ma mi concederai che cosi' mi
      sento un po' preso per il (Y)....certo che ti ci senti, ma ormai come tutti noi sei solo un consumatore, non più un Cittadino, quindi devi consumare, pagare e.... tacere!!In più devi anche farti derubare da quelli che l'autorizzazione ce l'hanno (majors, banche, assicurazioni ecc....)Medita su questo.... e incazzati come me :@
      • JRoger scrive:
        Re: Pirates! Chi se lo ricorda?

        Scritto da: paperinox

        certo che ti ci senti, ma ormai come tutti
        noi sei solo un consumatore, non più
        un Cittadino, quindi devi consumare, pagare
        e.... tacere!!

        In più devi anche farti derubare da
        quelli che l'autorizzazione ce l'hanno
        (majors, banche, assicurazioni ecc....)

        Medita su questo.... e incazzati come me :@Perche' secondo te di che umore ero quando ho scelto il mio avatar? ;)
  • Anonimo scrive:
    Sondaggio adsl
    Alla luce di quello che sta succedendo ho intenzione di disdirre lADSL, cosa ne pensate, cosa farete!
  • Anonimo scrive:
    Se noleggio e copio cosa cambia?
    Una semplicissima considerazione: cosa cambia se invece di scaricarmi un film e/o canzone lo vado a noleggiare e poi lo copio con comodo a casa? Niente, ho solamente dirottato i soldi dell'adsl verso il negozio che mi affitta il supporto. Questa gente deve capire che sta combattendo contro i mulini a vento! Se io un film non lo posso scaricare non significa che lo vado a comprare, me ne guardo bene con i prezzi attuali. E' pero' vero che alcuni film scaricati che mi sono piaciuti li ho poi comprati o li comprero' (il prossimo e' Finding Nemo), altri non ci penso nemmeno, ma se non li avessi potuti vedere non li avrei certo comprati a scatola chiusa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Se noleggio e copio cosa cambia?
      Ciao, cambia che se puoi disdire l'adsl in meno di 3 mesi ti ripaghi il masterizzatore con i soldi risparmiati.I cd musicali li compri dal marocco e i software da un tuo amico maneggione (ognuno di noi ne ha almeno un paio).Cambia il maestro ma la musica (e i film, software :D:D) è sempre la stessa...
  • Anonimo scrive:
    L'accessibilita' della cultura...
    Ciao a tutti,caso 1) Voglio (ri)vedere un vecchio film/(ri)leggere un vecchio libro che non trovo su DVD/VHS (come si sa, non sarebbe conveniente produrre un'opera con scarse possibilita' di vendita). Ho alternative all' illegalita' del p2p (se li' lo trovo)?caso 2) Mi trovo all'estero e voglio leggere l' ultimo libro di Lucarelli/andare a vedere "Che ne sara' di noi". Qui non trovo biblioteche che lo tengono/cinema che lo danno. Legalmente posso solo acquistarlo online (il film solo quando uscira' il DVD, cioe' tra 6 mesi), cioe' sarei costretta ad un acquisto quando vorrei solo...un nolleggio.caso 3) Sono cieco e voglio acquistare/noleggiare il formato digitale del libro "Abcd" per leggermelo col software apposito sul mio computer. Ad oggi sono costretto ad acquistare il libro cartaceo, scannerizzarlo, usare l' OCR, correggerlo e poi posso leggerlo.Ma dico: abbiamo un mezzo stupendo che rende tecnicamente possibile l'accessibilita' della cultura tanto declamata da ogni paese: ma perche` i governi si ostinano a fare i favori delle multinazionali i cui modelli commerciali sono tremendamente obsoleti? E' solo ignoranza?E perche` le multinazionali si ostinano ad inimicarsi i...clienti migliori? Cosa ci perdono a rinunciare al copyright e mettere a disposizione vecchie opere la cui messa in produzione non e' piu' economicamente conveniente?Forse qualche esperto di economia potra' darmi le risposte...Grazie.Stef.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'accessibilita' della cultura...

      Ma dico: abbiamo un mezzo stupendo che rende
      tecnicamente possibile l'accessibilita'
      della cultura tanto declamata da ogni paese:
      ma perche` i governi si ostinano a fare i
      favori delle multinazionali i cui modelli
      commerciali sono tremendamente obsoleti? E'
      solo ignoranza?No, è la voglia capricciosa ed infantile di 4 lamer capitalisti che vogliono avere il potere su tutto e su tutti, perchè fare il potente fa figo.Tsk... tutti bruceranno all'inferno (ultimo girone, traditori contro DIO)

      E perche` le multinazionali si ostinano ad
      inimicarsi i...clienti migliori?Hai mai visto un bambino ragionare?Loro pensano di avere il potere e che basta solo alzare un dito per fulminare tutto e tutti.Inutile dire che sta gente và scrollata e ben strapazzata perchè si svegli dal loro Nirvana Lamer...
      Cosa ci
      perdono a rinunciare al copyright e mettere
      a disposizione vecchie opere la cui messa in
      produzione non e' piu' economicamente
      conveniente?Semplice... perdita di mercato.Sapessi quanto darei per sentire la VERA MUSICA COMPOSTA IN PASSATO e non la sciaquatura di stoviglie che ci propinano ogni giorno...

      Forse qualche esperto di economia potra'
      darmi le risposte...No, nessuno può, perchè chi prova ad aprire bocca, gli viene infilato un pacchetto di bigliettoni da 500?.Vedi, è semplice così per loro: tutti son poveri e quando qualcuno ha un pò di potere, loro lo comprano sapendo che i soldi che gli danno non verranno rifiutati...Ecco perchè Bin Laden è contro l'America, perchè lui è l'unico che ha avuto le palle da usare i soldi americani per combattere gli americani e non fregarsene di tutti...
  • Anonimo scrive:
    se dovesse andar male
    ovvero se approvano il DL cos' com'è (o magari anche peggio, alle idiozie non c'è mai limite), credo che , nonostante i proclami di tutti i post, il P2P lentamente morirà: non parlatemi di Mute-Waste ecc, se vogliono trovare le contromosse per beccarci tutti le trovano e, con questa spada di damocle, moltissimi ci penseranno su prima di condividere qualcosa!! Questa è la verità!!peccato, come al solito l'Italia è sempre anni indietro rispetto al resto dell'Europa ( non parliamo di USA e Giappone se no vado in depressione profonda, sic!!)
  • Anonimo scrive:
    noi abbiamo evaso e loro?
    ok, 4.2 M di euro evasi (notizia falsissima) ma ammettiamo che sia vera, noi non abbiamo pagato l'iva e i diritti e siamo pirati, bene... ora guardiamo a quello che hanno fatto loro:- Calcolando approssimativamente che un dvd originale lo si possa vendere a 8 euro guadagnandoci ancora soldoni, loro hanno "evaso l'iva" non consentendomi di comprare supporti originali per 24 dvd all'anno + una 40 di cd (il cui costo con una bella fetta di guadagno si aggira anch'esso attorno agli 8 euro) + un 15 software originali che avrei voluto acquistare (qui i costi di produzione variano ma ipotizzo un 20 euro a software), facendo i calcoli risulta che mi hanno "OBBLIGATO" a evadere il fisco per la bellezza di 812 euro all'anno, il che significa che hanno "OBBLIGATO" gli italiani a evadere il fisco per 48.720.000.000 miliardi di euro :Dloro fanno le cifre campate per aria allora le faccio anche io :) immagino quale cifra spropositata uscirebbe se avessi messo i prezzi reali e non quelli di produzione con guadagno + bassi del mercato.
  • Anonimo scrive:
    Soldi miei!!
    Visto che i film vengono finanziati coni soldi pubblici..quindi i miei avrò anche il diritto di vedermene qualcuno seduto nel salotto di casa mia!!!E ancora .... quanti soldi ha perso lo stato con i vari condoni e condonetti ???Cercate di far pagare le tasse agli evasori (150 miliardi di euro!) e non vi lagante di 4 miliardi di euro persi per la pirateria!!!Salut
  • Anonimo scrive:
    P2P Vs. Extracomunitario con CD
    Secondo me... almeno questo e' quello che faro'...investiro' i soldi per comprare i cd sull ebancarelle invece di scaricarli...cosi' dopo tutto non condivido e non scarico ma alimento il mercato nero...Perche' i politici sono cosi' ciechi da non vedere lo cose? Perche' non capiscono la realta' dei fatti? Perche' i posti piu' importanti sono occuparti dalle persone che hanno in quel settore il piu' alto grado d'incompetenza?Quindi...P2P = abolito, illegale, troppo rischioso.PIRATERIA PER LE STRADE= illagale, rischio d'acquisto basso. :)Indovinate dove finiranno tutti i soldi?
    • Anonimo scrive:
      Re: P2P Vs. Extracomunitario con CD
      - Scritto da: Anonimo
      Secondo me... almeno questo e' quello che
      faro'...
      investiro' i soldi per comprare i cd sull
      ebancarelle invece di scaricarli...
      cosi' dopo tutto non condivido e non scarico
      ma alimento il mercato nero...
      Perche' i politici sono cosi' ciechi da non
      vedere lo cose? Perche' non capiscono la
      realta' dei fatti? Perche' i posti piu'
      importanti sono occuparti dalle persone che
      hanno in quel settore il piu' alto grado
      d'incompetenza?
      Quindi...
      P2P = abolito, illegale, troppo rischioso.
      PIRATERIA PER LE STRADE= illagale, rischio
      d'acquisto basso. :)
      Indovinate dove finiranno tutti i soldi?hai proprio ragione W i Nigger
  • Anonimo scrive:
    E per i film non....accessibili?
    Ciao,What about....l' inaccessibilita' della cultura.Cosa deve fare uno se vuole (ri)vedere un vecchio film non presente in DVD o VHS? Sono un pirata se lo trovo su internet e me lo scarico? O ancora: uno vive all'estero, come diavolo fa a vedere "che ne sara' di noi", ad esempio? Magari andrebbe anche volentieri al cinema a vederselo se lo dessero...le alternative legali consistono nell'attendere 6 mesi che esca su DVD ed acquistarlo online o prendere l' aereo...Lo stesso discorso vale per il libri: ero un assiduo frequentatore di biblioteche in Italia. Come leggo qui l'ultimo Lucarelli, se voglio evitare di riempirmi la casa e vuotarmi le tasche con acquisti via Internet? Li scarico dal p2p...Qui il p2p non c' entra o meglio c'entra nella misura in cui rende accessibile cio' che prima non era accessibile - mai. Ma perche` le majors non approfittano di questa bella occasione per rendersi simpatici e dire "di questa vecchia opera Abcd non ne ricaveremmo alcun guadagno a rimetterla in produzione su carta/DVD: per tenercela negli archivi ad ammuffire, rinunciamo al copyright e ve la mettiamo a disposizione". Invece sembra vogliano inimicarsi i....clienti migliori, contro ogni principio di marketing, tra l'altro. Qualche esperto di economia puo' forse spiegarmi dove sta l' inghippo...CiaoStef.
  • Anonimo scrive:
    Utenti ADSL
    che poi mi viene da ridere perchè sembra che il MALE venga dagli utenti che hanno l'ADSL perchè SOLO loro scaricano materiale illegale... sembra che chi ha l'ADSL sia già indiziato in partenza e da tenre sott'occhio... io dico che se un ipotetico utente che voglia scaricarsi soltanto alla musica e non film, potrebbe farsi una bella flat a 56 kb e, mettendosi il cuore in pace di vedere il download a 3/4/5 kb, scaricarsi files audio che sono meno pesanti a metterlo in quel posto a tutti? la linea costa meno ed è necessaria solo la pazienza ma per fare un cd non penso vi voglia più di 2/3 giorni credo...daaaiiii siamo seri!!!!
  • Anonimo scrive:
    io non ci credo!
    un rapido calcolo e mi risulta che 4,2 miliardi di euro corrispondono a circa 500.000 delle vecchie lire .questa è la cifra che ogni cittadino italiano (dal Lattante al novantenne ) avrebbe speso in audiovideo se non ci fosse la pirateria ! Per me è una boiata pazzesca !!!!
  • Anonimo scrive:
    E dopo la legge salva Rete4 ...
    ... arriva la legge salva Medusa.
  • Anonimo scrive:
    Decreto urbani? esagerato
    Devo essere onesto? in parte sono d'accordo con il decreto urbani, anche da utilizzatore di p2p.In effetti è possibile che tutto questo danneggi il mercato del cinema o della musica, ma solo in parte.Ad esempio io ho visto in divx, almeno 3 film (Aliens,blade runner, hannah e le sorelle) che mi sono piaciuti cosi' tanto che ho poi comprato in dvd.Probabilmente (anzi sicuramente) lo stato avrebbe guadagnato 60 euro in meno con me se non ci fossero stati i p2p.Inoltre andrò sicuramente al cinema a vedere i seguiti di kill bill e di aliens vs predator, cosa che senza i p2p non avrei mai fatto.Rimane poi il fatto che i VERI amanti, comprano cd e dvd originali, può l'1% di popolazione fare milioni di euro di danni?? mi pare esagerato....volevo fare un'ultimissimo apuunto sul chi dice che i prezzi non centrano con tutto ciò.Niente di più sbagliato, se i dvd costassero 10 euro in meno, sarei io il primo a comprarne molti di più, anche quelli non bellissimi, tanto alla fine avrei preso solo 10£.
  • emidio101 scrive:
    FAPAV per chi lavori?
    La solita storia il cinema ha perso 4,2 miliardi di euro! Ossia ha quantificato il mancato guadagno ....ma cosa crede la FAPAV che se uno ha compiato il DVD di "balla coi lupi" forse se non poteva copiarlo, avrebbe " sicuramente " speso 29 euro!!Proprio qui sta l'errore...uno puo anche comprare un CD a 10 euro dal marocchino o spedere 8 euro di connessione adsl veloce per un film che "forse piacerà"...ma non spenderebbe mai 29,99 euro o 19,99 euro su un film che "forse piacerà".Il punto è proprio questo!!Se i prezzi si abbassassero molti comprerebbero legalmente il DVD...le misure "anti" fanno fare guadagni solo a mafia e marocchini lucratori della copia pirata.Insomma se copiare non fosse stato possibile nessuno avrebbe mai comperato quei "cosidetti" DVD pirata ....anzi la copia ha favorito la vendita di lettori, supporti, softhouse, adsl, schermi 3d, dolby per famiglia..... e reso popolare alcuni generi (anche musicali e altro) che nessuno avrebbe mai provato ad acquistare dato l'alto pezzo.Quindi sparare a zero contro chi "copia senza guadagno" è solo demagogia commerciale politica e legislativa!!
    • Anonimo scrive:
      Re: FAPAV per chi lavori?
      infatti sony (pur biasimandola e colpevolizzandola) l'occhiolino lo strizza alle copie dei giochi. Infatti la ps1 prima e la ps2 ora devono parte (e si solo parte, ma cmq c'è) del loro successo incredibile alla relativa facilità nel duplicare i giochi (un po' meno nel modificare le consolle, ma tutto si può fare...).Certo sony condanna la pirateria (e nn dico che tutti abbiano la ps1 o ps2 modificata ci mancherebbe).Ma qualcuno ci pensa che duplicare un gioco su cartuccia sebbene possibile, quello si richiedeva tecnica e soldi nonchè componenti di difficile reperibilità. Ovvero era quasi impossibile.Cioè sony non avrebbe venduto gli hardware in quantità così mostruosa senza questa piccola "finestra". Ufficialmente non lo dicono, ma a denti stretti lo ammettono: la modifica alla play non è legale, ma non la osteggiano apertamente (mai letto qualche articolo di tipo minatorio in materia?).Chissà perchè... Forse perchè sony preferisce un grado di penetrazione maggiore del suo hardware sugli altri (che oramai raccolgono le briciole rispetto al passato) e ha capito che quello che nn poteva fermare lo poteva usare a suo favore per farci dei soldi, capendo che molti più soldi di così difficilmente si potevano fare e che era meglio fare quelli sicuri piuttosto che rischiare di nn vedere neanche quelli.
      • Anonimo scrive:
        Re: FAPAV per chi lavori?
        - Scritto da: Anonimo
        infatti sony (pur biasimandola e
        colpevolizzandola) l'occhiolino lo strizza
        alle copie dei giochi. Infatti la ps1 prima
        e la ps2 ora devono parte (e si solo parte,
        ma cmq c'è) del loro successo
        incredibile alla relativa facilità
        nel duplicare i giochi (un po' meno nel
        modificare le consolle, ma tutto si
        può fare...).
        Certo sony condanna la pirateria (e nn dico
        che tutti abbiano la ps1 o ps2 modificata ci
        mancherebbe).
        Ma qualcuno ci pensa che duplicare un gioco
        su cartuccia sebbene possibile, quello si
        richiedeva tecnica e soldi nonchè
        componenti di difficile reperibilità.
        Ovvero era quasi impossibile.
        Cioè sony non avrebbe venduto gli
        hardware in quantità così
        mostruosa senza questa piccola "finestra".
        Ufficialmente non lo dicono, ma a denti
        stretti lo ammettono: la modifica alla play
        non è legale, ma non la osteggiano
        apertamente (mai letto qualche articolo di
        tipo minatorio in materia?).
        Chissà perchè... Forse
        perchè sony preferisce un grado di
        penetrazione maggiore del suo hardware sugli
        altri (che oramai raccolgono le briciole
        rispetto al passato) e ha capito che quello
        che nn poteva fermare lo poteva usare a suo
        favore per farci dei soldi, capendo che
        molti più soldi di così
        difficilmente si potevano fare e che era
        meglio fare quelli sicuri piuttosto che
        rischiare di nn vedere neanche quelli.Delle voci anni fa dicevano, e ci credo, che i chip di modifica delle Playstation venivano/vengono prodotte da produttori cinesi che appartengono a Sony --non ufficialmente ovviamente, ma che comunque il gruppo ne detiene il controllo--il che spiega perchè i vari chip di modifica esistano e la gente non sia stata denunciata in massa per impedirne la vendita/progettazione... Microsoft contro le modifiche per XBox ha denunciato ovunque perchè ovviamente la politica commerciale di Microsoft è del controllo assoluto di stile nazista, alla Sony sono molto più intelligenti e sanno cosa vuole la gente e come spingere su le vendite, anche se le stupide leggi sul copyright li obbligano a balzelli legali , tuttavia la divisione Playstation non ha agito contro i clienti come invece sta facendo la divisione Sony Music e Columbia Pictures attraverso le associazioni.
      • Anonimo scrive:
        Re: FAPAV per chi lavori?

        infatti sony (pur biasimandola e
        colpevolizzandola) l'occhiolino lo strizza
        alle copie dei giochi. Infatti la ps1 prima
        e la ps2 ora devono parte (e si solo parte,
        ma cmq c'è) del loro successo
        incredibile alla relativa facilità
        nel duplicare i giochi (un po' meno nel
        modificare le consolle, ma tutto si
        può fare...).Non è peròla stessa cosa del p2p; la sony grazie alla distribuzione di giochi pirata ha venduto e vende la playstation e quindi guadagna quello che altresì avrebbe difficilmente guadagnato se la ps fosse stata blindata; le major discografiche vendono pochi dischi, questi vengono poi distribuiti sul p2p ed ecco che nessuno poi li compra, quindi è perdita pura e semplice, fermo restando che l'identità copia pirata=mancato acquisto non può sussistere,
        • Anonimo scrive:
          Re: FAPAV per chi lavori?
          - Scritto da: Anonimo


          infatti sony (pur biasimandola e

          colpevolizzandola) l'occhiolino lo
          strizza

          alle copie dei giochi. Infatti la ps1
          prima

          e la ps2 ora devono parte (e si solo
          parte,

          ma cmq c'è) del loro successo

          incredibile alla relativa
          facilità

          nel duplicare i giochi (un po' meno nel

          modificare le consolle, ma tutto si

          può fare...).

          Non è peròla stessa cosa del
          p2p; la sony grazie alla distribuzione di
          giochi pirata ha venduto e vende la
          playstation e quindi guadagna quello che
          altresì avrebbe difficilmente
          guadagnato se la ps fosse stata blindata; le
          major discografiche vendono pochi dischi,
          questi vengono poi distribuiti sul p2p ed
          ecco che nessuno poi li compra, quindi
          è perdita pura e semplice, fermo
          restando che l'identità copia
          pirata=mancato acquisto non può
          sussistere,Sbagliato. I supporti vergini, CD e DVD vengono prodotti dalle stesse major che detengono il controllo sulla produzione musicale attraverso società controllate o divisioni interne... Ed oltretutto ci paghiamo sopra una tassa aggiuntiva che viene divisa lungo le varie associazioni burocratiche ed inutili del cavolo dei vari produttori...Quindi, non è affatto vero che non guadagnano e perdono solamente.Oltretutto la diffusione massiccia di copie ha favorito la nascita del mercato di lettori MP3/WMA portatili e PDA. Cosa che non sarebbe mai accaduta se solo contenuti protetti da DRM fossero stati autorizzati su tali lettori, e se ciò avverrà ci sarà un crollo delle vendite perchè come sui PC nessun utente normale (a parte quelli con reddito altissimo) può permettersi di spendere sul software il decuplo del costo dell'hardware per essere in regola al 100%. Pretendere che tutti i privati cittadini che non traggono profitto dall'uso di PC comprino tutto il software originale equivale a distruggere e far collassare il mercato, altro che mancato guadagno ! La vendita di hardware c'è grazie alla pirateria casalinga, ed è un dato di fatto. Se poi son tanto idioti da criminalizzare chi non trae profitto per favorire gli immigrati clandestini che vendono copie per la strada ..bhè, allora son proprio scemi e favoriscono la vera pirateria, punto.Se non fosse per la disponibilità di copie non esisterebbero certo lettori DiVX/DVD da tavolo... Chissà come mai sui lettori DVD negli ultimi 2 anni scarsi hanno aggiunto la possibilità di decomprimere i formati DiVX/XviD/MPEG-4,MP3, WMA e così via ?Se pensano che forzando con DRM ed idiozie varie la gente all'acquisto ed usare le forze di polizia con lo schifoso supporto da parte dei politicanti e magistrati per obbligare i cittadini ad acquistare tutto originale porterà ad un aumento delle vendite e dei profitti allora sono veramente , totalmente idioti e ladri. Se vogliono spingere la gente a comprare più prodotti originali devono ridurre di almeno 5 o 7 volte i prezzi degli originali, visto che sono gonfiati all'inverosimile. Ed un tempo questo era reato di frode, ora invece quelli che frodano sono protetti dalle forze dell'ordine, dalle leggi e dai vari stati, i cittadini come vittime dovrebbero tutte finire in galera ? Follia pure ed idee naziste , altro che democrazia e libero mercato !
  • Anonimo scrive:
    Rosa Funzeca
    Ma se scarico "Rosa Funzeca" a quale pena vado incontro? Si sa?
    • TPK scrive:
      Re: Rosa Funzeca
      - Scritto da: Anonimo
      Ma se scarico "Rosa Funzeca" a quale pena
      vado incontro? Si sa?Arrivano a casa tua dei signori vestiti di bianco che ti fanno indossare una camicia con le maniche molto lunghe.Ti fanno salire su un furgoncino bianco e ti portano in una stanzetta tutta per te con le mura imbottite...
  • Anonimo scrive:
    Soldi a pioggia
    A parte il fatto che le leggi esistevano gia', e non si capisce, e si continua a non capire, a cosa servissero nuove leggi (e il sospetto che servissero a ubbidire a De Laurentis e' veramente forte), l'altro scandalo sono i soldi PUBBLICI a pioggia elargiti a film che poi non incassano nullaE quelli non sono soldi dello Stato buttati?O crediamo alla barzelletta dell'IVA che lo Stato perde sui film non visti perche' visti pirata?
  • Anonimo scrive:
    Avette rotto con la censura.
    Mi rendo conto della vostra paura del regime , ma possibile che uno non possa esprimere il proprio pensiero ??avete il mio IP , se mi voglio no denunciare lo possono fare.Mi chiamo massimo vivona e sono di milano e parlo male di Berlusconi. SONO LIBERO DI FARLO.Cazzo
    • Anonimo scrive:
      Re: Avette rotto con la censura.
      Si tratta solo di attenersi alla policy e non essere OT:http://punto-informatico.it/forum/pocp.asp?fid=47854&tfid=2
  • Anonimo scrive:
    Propaganda
    L'inchiesta condotta dalla FAPAV è volta ovviamente a tutelare i profitti dell'industria del settore; quello che mi rende perplesso è la presentazione dei fatti quasi come se si volesse improvvisamente tutelare l'erario. Mi spiego meglio: configurare la presunta pirateria p2p come soprattutto un danno fiscale, ha la sembianza di voler proteggere i propri interessi utilizzando le istituzioni (quindi anche a costi minimi per le imprese interessate), arrivando addirittura a scomodare la DIGOS nella prima stesura del pasticciato DL Urbani! Per essere ancora più chiari, va bene il principio generale di protezione del diritto d'autore, ma "asservire" la cosa pubblica al profitto del privato mi sembra davvero audace. Le leggi in materia esistono già, perchè tutta questa voglia del "gendarme elettronico"? Domanda retorica ovviamente... Facendo i conti della serva, come in molti thread precedenti che hanno dimostrato che la comunità non è composta da vegetali non pensanti, si arriva a percepire un'anomalia numerica: i conti non tornano ed il mancato guadagno è presunto. Azzeccagarbugli
  • Anonimo scrive:
    Non sono d'accordo.
    Mi dispiace ma non sono d'accordo con chi dice che si scarica perchè i prezzi alti, o perchè il materiale fà schifo.Si può vivere benissimo senza musica e senza cinema.Non scaricate non comprate dal pirata e non comprate affatto e allora li vedrete piangere.Avete mai letto la pagina riguardante il diritto d'autore sul sito siae? Io si questa parte la trovo particolarmente interessante . Sono di Palermo e questo modo di parlare la già sentito....."E? obbligatorio aderire alla SIAE? Non è obbligatorio aderire alla SIAE. L?adesione alla SIAE è libera e volontaria. L?autore può teoricamente decidere di curare direttamente i rapporti con gli utilizzatori per tutelare i propri diritti, ma di fatto l?intermediazione di una organizzazione specializzata e capillare è indispensabile.In Italia, l?attività di intermediazione è riservata dalla legge alla SIAE in via esclusiva."Parlate di cultura, musica e cinema per carita saranno cultura, ma la vera cultura quella di base a cui tutti e sottolineo tutti dovrebbero avere accesso???Nessuno dice niente sui costi dei testi scolastici, e quelli universitari? son da paura per non parlare delle tasse universitarie.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non sono d'accordo.
      Perdonami, controdomanda provocatoria (ma in simpatia :)): è obbligatorio aderire ai sindacati? No, eppure...Rododendro
      • Anonimo scrive:
        Re: Non sono d'accordo.
        Hai perfettamente ragione, però in italia quante associazioni sindacali ci sono, e quate associazioni tipo siae ci sono (sopratutto tutelate e riconosciute per legge)?
    • Anonimo scrive:
      Re: Non sono d'accordo.

      Nessuno dice niente sui costi dei testi
      scolastici, e quelli universitari? son da
      paura per non parlare delle tasse
      universitarie.non sono argomenti legati all'it, è ovvio che QUI non se ne parli
      • Anonimo scrive:
        Re: Non sono d'accordo.
        Non sono temi legati all'it prova a comprare dei testi sulle basi di dati o informatica in genere , iscriviti in ingegneria informatica e poi mi dici se non sono temi legati all'it!Penso che questo riguardi l'it + di quanto lo riguardi il costo dei cd musicali o del cinema
        • Anonimo scrive:
          Re: Non sono d'accordo.
          - Scritto da: Anonimo
          Non sono temi legati all'it prova a comprare
          dei testi sulle basi di dati o informatica
          in genere , iscriviti in ingegneria
          informatica e poi mi dici se non sono temi
          legati all'it!
          Penso che questo riguardi l'it + di quanto
          lo riguardi il costo dei cd musicali o del
          cinema Infatti il tema costo dei cd è collaterale al tema puramente it del p2p. Non esiste solo ingengeria informatica ma decine dia ltree facoltà con con l'it non hanno nulla a che fare, quindi il tema carolibri non è un tema prettamente it. Con questo ovviamente non volgio dire che il problema non esiste...
          • Anonimo scrive:
            Re: Non sono d'accordo.
            Scusami ma non sono d'accordo, tra le giustificazioni più frequenti per lo sharing di opere coperte dal cosidetto "diritto d'autore" (forse è meglio diritto siae) c'è quella dell'accessibilita culturale.Inoltre se tu fai un pò di ricerche su i vari programmi di sharing vedrai che vengono condivisi molti libri e manuali.In uno dei primi articoli pubblicati riguardanti il dl si diceva che poi sarebbe stato esteso alle altre categorie.Sulle tasse universitarie hai ragione non c'entravano nulla ma il discorso mi premeva e preso dalla foga l'ho infilato in mezzo :) ti chiedo scusa.Comunque una cosa più inquietante a cui pochi hanno fatto caso: articolo pubblicato il 15/04/04"Urbani avrebbe anche dichiarato che "per chi invece compie il furto a scopo di consumo individuale scattano due fattispecie: se l'opera non è coperta dal diritto di autore non accade nulla, chi ha rubato non paga alcun fio perché ha attinto ad una terra di nessuno;"Chi ha rubato?????Da quando distribuire materiale non coperto dal diritto d'autore è rubare????????Se lo ha detto veramente sarebbe da querelare lui, ma ormai dicono quello che vogliono e poi loro possono querelare....ciao
  • Anonimo scrive:
    Leggete qui
    http://www.ansa.it/rubriche/internet/2004-04-19_1487731.htmlchi ha detto che il decreto sarebbe stato ammorbidito?
  • Anonimo scrive:
    Riguardo all'IVA
    Domanda.Se io producessi un'opera dell'ingegno (un romanzo, una canzone, un software...) che quindi possa godere dei benefici del diritto d'autore, e la mettessi a disposizione gratuitamente e liberamente sul P2P o in qualche altro modo su Internet... evaderei l'IVA?GrazieIngenuo 2001
  • Anonimo scrive:
    ma si preoccupano dell'IVA?!?!?
    eh, si vede l'intelligenza di questi brillanti signori che lamentano che il commercio illegale non paga le tasse!!!FURBISSIMI!!!!ma se non son buoni nemmeno a far funzionare i condoni edilizi!!!...ma che vadano a pelare le patate quanti sono!!!!
  • Luca69 scrive:
    Sempra e tutto colpa del P2P!!
    Oggi va di moda dare la colpa al P2P, ma si rasenta veramente l'assurdo!Ma secondo voi quanti utenti "normali" sono in grado di scricare un film in DivX con tutte le sue varianti, installare il codec audio/video corretto sul PC per farlo funzionare, convertirlo in DVD masterizzarlo per poi vederselo sul televisore di casa? Ma fatemi il piacere!!!Se invece si parla di pirateria, quella c'é sempre stata e il P2P non ha cambiato nulla! Forse ora ci sará qualche "ragazzino" smanettone che riesce a fare la procedure di sopra e vendere 2 o 3 copie ai compagni di scuola/universitá con il risultato che la finanza se lo becca (si perché i pirati veri non li beccano mai) e gli danno una multa che se la ricorda x tutta la vita (visto che gli tocca fare un mutuo a 50 anni per pagarla).Evviva il bel paese!P.S.: Scusate lo sfogo, ma non se nu puó piú: sembra che tutti gli utenti di internet con ADSL siano dei delinquenti!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Sempra e tutto colpa del P2P!!
      Ma certo che lo sono! Non lo sapevi? E sono anche dei maledetti hackers e vendono la droga e si toccano il pisello e fanno i dispetti alle vecchine e buttano le cicche per terra e rompono le vetrine dei negozi e calpestano anche le aiuole! Di' la verità, non sapevi che si potessero fare tutte 'ste cose con un PC e una ADSL eh?

      P.S.: Scusate lo sfogo, ma non se nu puó
      piú: sembra che tutti gli utenti di internet
      con ADSL siano dei delinquenti!!
    • paperinox scrive:
      Re: Sempra e tutto colpa del P2P!!
      - Scritto da: Luca69
      Oggi va di moda dare la colpa al P2P, ma si
      rasenta veramente l'assurdo!
      Ma secondo voi quanti utenti "normali" sono
      in grado di scricare un film in DivX con
      tutte le sue varianti, installare il codec
      audio/video corretto sul PC per farlo
      funzionare, convertirlo in DVD masterizzarlo
      per poi vederselo sul televisore di casa? Ma
      fatemi il piacere!!!

      Se invece si parla di pirateria, quella
      c'é sempre stata e il P2P non ha
      cambiato nulla! Sbagliato!!!il P2P ha ridotto la percentuale di quelli che si rifornivano di film e musica dai venditori di CD/DVD taroccati.... un colpo non da poco per la Mafia, che ovviamente è subito corsa ai ripari 8)Meditate gente, meditate.....
      • CoreDump scrive:
        Re: Sempra e tutto colpa del P2P!!
        - Scritto da: paperinox

        - Scritto da: Luca69

        Oggi va di moda dare la colpa al P2P,
        ma si

        rasenta veramente l'assurdo!

        Ma secondo voi quanti utenti "normali"
        sono

        in grado di scricare un film in DivX con

        tutte le sue varianti, installare il
        codec

        audio/video corretto sul PC per farlo

        funzionare, convertirlo in DVD
        masterizzarlo

        per poi vederselo sul televisore di
        casa? Ma

        fatemi il piacere!!!



        Se invece si parla di pirateria, quella

        c'é sempre stata e il P2P non ha

        cambiato nulla!

        Sbagliato!!!
        il P2P ha ridotto la percentuale di quelli
        che si rifornivano di film e musica dai
        venditori di CD/DVD taroccati.... un colpo
        non da poco per la Mafia, che ovviamente
        è subito corsa ai ripari 8)

        Meditate gente, meditate.....Potete anche non crederci ma, conosco una ragazzo africano che vende cd audioe film in dvd in un centro commerciale vicino casa mia, stali insieme i suoi colleghi rivenditori, e la polizia che passali davanti molto spesso non gli dice nulla, anzi alle volte siferma anche a parlare con loro ( non che ci sia niente di malesia chiaro :) ), un giorno ero con degli amici e il tizio volevavenderci dei film, dopo un po' che insisteva un mio amico per scherzare gli fà.....guarda che è inutile noi abbiamo tuttil'adsl e i film ce li scarichiamo da internet, bè ti devo direche il tizio si è arrabbiato ( anche il suo collega vicino ) nonpoco dicendo che infatti vendono sempre meno film perchèla gente il scarica da internet. A questo punto .....
        Meditate gente, meditate...mi tocca quotare :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Sempra e tutto colpa del P2P!!

        Meditate gente, meditate.....Porca miseria, non ci avevo mai pensato. Tra le decine di post, questo tuo mi sembra l'unico degno di una seria e profonda riflessione.Olmo
      • Luca69 scrive:
        Re: Sempra e tutto colpa del P2P!!
        - Scritto da: paperinox

        - Scritto da: Luca69

        Oggi va di moda dare la colpa al P2P,
        ma si

        rasenta veramente l'assurdo!

        Ma secondo voi quanti utenti "normali"
        sono

        in grado di scricare un film in DivX con

        tutte le sue varianti, installare il
        codec

        audio/video corretto sul PC per farlo

        funzionare, convertirlo in DVD
        masterizzarlo

        per poi vederselo sul televisore di
        casa? Ma

        fatemi il piacere!!!



        Se invece si parla di pirateria, quella

        c'é sempre stata e il P2P non ha

        cambiato nulla!

        Sbagliato!!!
        il P2P ha ridotto la percentuale di quelli
        che si rifornivano di film e musica dai
        venditori di CD/DVD taroccati.... un colpo
        non da poco per la Mafia, che ovviamente
        è subito corsa ai ripari 8)

        Meditate gente, meditate.....Quindi secondo te che prima comprova CD/DVD dal marocchino é lo stesso che ora scarica da casa!Secondo me invece chi si registrave le cassette dalla radio o dagli amici, ora se li scarica da internet. É solo cambiata la tecnologia ma i soldi in tasca sono gli stessi! Prima tra 5 amici uno comprava il CD e 4 si facevano la cassetta; ora uno compra il CD e quattro si fanno la copia del CD![Malinconia ON]Ve li ricordati i tempi della "cassettina" e delle megacompilation registrate dalla radio?[Malinconia OFF]
        • paperinox scrive:
          Re: Sempra e tutto colpa del P2P!!
          - Scritto da: Luca69

          - Scritto da: paperinox



          - Scritto da: Luca69


          Oggi va di moda dare la colpa al
          P2P,

          ma si


          rasenta veramente l'assurdo!


          Ma secondo voi quanti utenti
          "normali"

          sono


          in grado di scricare un film in
          DivX con


          tutte le sue varianti, installare
          il

          codec


          audio/video corretto sul PC per
          farlo


          funzionare, convertirlo in DVD

          masterizzarlo


          per poi vederselo sul televisore di

          casa? Ma


          fatemi il piacere!!!





          Se invece si parla di pirateria,
          quella


          c'é sempre stata e il P2P
          non ha


          cambiato nulla!



          Sbagliato!!!

          il P2P ha ridotto la percentuale di
          quelli

          che si rifornivano di film e musica dai

          venditori di CD/DVD taroccati.... un
          colpo

          non da poco per la Mafia, che ovviamente

          è subito corsa ai ripari 8)



          Meditate gente, meditate.....

          Quindi secondo te che prima comprova CD/DVD
          dal marocchino é lo stesso che ora
          scarica da casa!beh io personalmente mi son trovato a vedere un film esposto sul lenzuolo di un senegalese e pensare: "inutile comprarlo, tanto prima o poi il mulo me lo scarica".Lo so, io da solo non faccio testo, ma credo che anche tutti quelli che si son comprati il pc da quando sono esplose le adsl (o son passati all'adsl) non ne comprino più molti di cd/dvd taroccati.....
          [Malinconia ON]
          Ve li ricordati i tempi della "cassettina" e
          delle megacompilation registrate dalla
          radio?
          [Malinconia OFF]certo che me li ricordo, probabilmente è proprio per questo che adoro il P2P....
    • Anonimo scrive:
      Re: Sempra e tutto colpa del P2P!!
      Io nn riesco a capire una cosa... Perché se io mi scarico un film e me lo guardo a casa mia con la mia famiglia mi becco la multa e una bella denuncia (se mi dice bene) e quelli ke alimentano il mercato nero sono quelli ke stanno al governo?Mi hanno attivato oggi fastweb ed ora vengo a scoprire ke qualche idiota (logicamente lui ha cinema, concerti, stadio, macchina, e chi più ne ha più ne metta, gratis), ke è stato votato ed è salito al Governo, ha deciso ke io, povera lavoratrice ke guadagna una miseria come stipendio e miliardi di altri come me, siamo dei delinquenti mentre lui, ke prende come minimo un 20 mila euro di stipendio netto al mese (e nn scordiamoci tutte le cose ke ha gratis lui e la sua famiglia oltre anke all'alloggio e nn deve pagare tasse di nessun genere), è bravo! Scusate ma nn mi tornano proprio i conti...Allora cominciasse anke lui a dover riuscire ad arrivare a fine mese con uno stipendio da fame, togliersi un minimo di sfizi (1 volta al mese al cinema e 2 volte a mangiare fuori una pizza con gli amici, le sigarette x ki fuma) ed oltrettutto nn potersi creare una famiglia xké nn si hanno i soldi per comprarsi casa! Lo voglio proprio vedere sto genio di Urbani (come tutti i politici in genere) alle prese con la vita vera, quella fatta di sacrifici e sogni ad arrivare a fine mese con 1000 euro di stipendio (a ki dice bene) ed avere 24 anni ed ormai poche speranze per il futuro!P.S. Scusatemi ma quando ci vuole ci vuole...
      • Anonimo scrive:
        Re: Sempra e tutto colpa del P2P!!
        Ma scrivi in italiano maledizione! O hai postato con un cellulare a colpi di sms?- Scritto da: Anonimo
        Io nn riesco a capire una cosa...
        Perché se io mi scarico un film e me
        lo guardo a casa mia con la mia famiglia mi
        becco la multa e una bella denuncia (se mi
        dice bene) e quelli ke alimentano il mercato
        nero sono quelli ke stanno al governo?Uhm, non mi sembra un ragionamento sensato... non è che perchè siccome ci sono crimini più gravi allora anche quelli meno gravi diventano leciti... in teoria uno dovrebbe regolarsi secondo coscienza e leggi prescindendo da quello che fa il vicino... ed eventualmente operare per cambiare le leggi se non sono di suo gradimento nell'ambito degli strumenti messi a disposizione dalla democrazia...Il che ovviamente non toglie che ci sia una strana applicazione di questo concetto da parte dello stato, ahimè...imho, ovviamente.m
  • Anonimo scrive:
    Io ho 150 divx. ho comprato 40 DVD
    Anche se a caro prezzo , ho comprato i film che ritenevo degni di essere acuistati. gli altri li ho scartati.Se non avessi visto i divx non ne avrei mai comprato nessuno.Prima ho valutato, poi ho acuistato.Se si acuista un elettrodomestico e questo non ti soddisfa, lo poi ritornare o sostituire.Se compri un DVD o un CD e non ti piace lo si puo' sostituire ??mi pare di no.
  • Anonimo scrive:
    prezzi e p2p
    Era dal 1999 che non compravo un videogioco originale (per pc). Scaricavo tutto e giocavo poco. Qualche settimana fa ho scaricato la demo di Battlefield Vietnam... ma era troppo DEMOstrativa e cosi ho scaricato la versione completa e crackata. L'ho provata su alcuni server crackati, tre giorni dopo ho comprato il gioco. Perchè?Perchè è bello. Ringrazio il p2p e i releaser che hanno messo online la versione full del gioco cosi da farla provare a tutti. Perchè non fanno lo stesso con i film ?basterebbe tirare giù il prezzo, il gioco lo uso ogni giorno, anche 5 ore di seguito, per mesi e mesi, magari anche anni (half-life e mod insegnano). Il film lo guardo 2 ore e poi lo metto da parte.ps: non penso di comprare altri giochi per i prossimi mesi/anni :)
    • Anonimo scrive:
      Re: prezzi e p2p
      - Scritto da: Anonimo
      Era dal 1999 che non compravo un videogioco
      originale (per pc). Scaricavo tutto e
      giocavo poco.
      Qualche settimana fa ho scaricato la demo di
      Battlefield Vietnam... ma era troppo
      DEMOstrativa e cosi ho scaricato la versione
      completa e crackata. L'ho provata su alcuni
      server crackati, tre giorni dopo ho comprato
      il gioco. Perchè?
      Perchè è bello. Ringrazio il
      p2p e i releaser che hanno messo online la
      versione full del gioco cosi da farla
      provare a tutti.

      Perchè non fanno lo stesso con i film
      ?
      basterebbe tirare giù il prezzo, il
      gioco lo uso ogni giorno, anche 5 ore di
      seguito, per mesi e mesi, magari anche anni
      (half-life e mod insegnano). Il film lo
      guardo 2 ore e poi lo metto da parte.

      ps: non penso di comprare altri giochi per i
      prossimi mesi/anni :)Gli ultimi videogiochi che ho comprato originali per PC:Pro evolution soccer 3 29 euro (play.com)Colin McRae 04 29 euro (sempre play.com ovviamente).Se il prezzo è onesto il prodotto si acquista (e faccio notare che un videogioco di calcio o di rally si possono giocare decine di volte, non come un film che lo si vede una, due, facciamo quattro volte se proprio lo si venera).Inoltre vi invito a riflettere sul seguente fatto:Prezzi a Torino del videogioco 'Alla ricerca di Nemo':Versione pc (la più facile da piratare): 29,90 euroVersione play2: 59 euroVersione Xbox: 64 euroE' proprio vero che la pirateria fa aumentare i prezzi???
    • Anonimo scrive:
      Re: prezzi e p2p
      - Scritto da: Anonimo
      Era dal 1999 che non compravo un videogioco[cut]non lo prenderei comunque, il mio stipendio e' quello di un operaio e le spese non indispensabili sono le prime che sacrifico.Anche la dirigenza della ditta si lamenta da qualche tempo.................
  • Anonimo scrive:
    E la tassa sui cd, vhs ecc?
    Ma non paghiamo una tassa su tutto ciò che è vergine? perchè non decidono una volta per tutte quanto deve essere questa tassa affinchè possiamo registrarci quello che vogliamo? Più spazio più qualita e più si paga... se uno si accontenta di un Divx da 600Mb invece di un DVD da 9G ha meno qualità e pagherà di meno! Cosa ne dite?
  • Anonimo scrive:
    La solita manica di buffoni
    Le solite cifre falsissime usate da questi nababbi per piangere miseria. Non ho mai scaricato un film che avrei comprato (e infatti ho sempre comprato i film che meritavano l'acquisto) così come non ho mai scaricato mp3 che avrei acquistato (e infatti possiedo 560 cd originali e pagati contro 5 cd di mp3 di cui 1 di sigle di cartoni altrimenti introvabili).Il fatto è che questi signori si sono abituati alle Ferrari senza alzare un dito, producendo vera immondizia e lamentandosi poi che la gente non la voglia ingoiare.Producete bella musica e la gente la pagherà. Producete bei film e la gente li pagherà e li andràa a vedere.Qui tutti si scordano che si parla di ARTE e nessun artista avrebbe il coraggio di accusare altri che sè stesso se le proprie opere non avessero seguito.Questa gente mi fa talmente schifo che pensare di dover argomentare contro le loro falsità mi causa nausea ulteriore.
    • Anonimo scrive:
      Re: La solita manica di buffoni
      4.2 miliardi di euro:dividiamo per le settimane80 milioni persi alla settimana.dividendo per il prezzo del biglietto abbiamo 10 milioni di italiani che ogni settimana scaricano un film anziche' andare al cinema...queste cifre sono proprio folli, ma chi se le e' inventate?
      • Anonimo scrive:
        Re: La solita manica di buffoni
        Non trattandosi di perdite ma di mancati guadagni possono dire qualsiasi cifra, io impiegato chessò dico che mi aspetto di guadagnare 100 mila euro al mese...poi ne guadagno 1000...cavolo! colpa delle majors!
    • Anonimo scrive:
      Re: La solita manica di buffoni
      credo che Urbani non sappia neanche il significato delle parole ARTE e CULTURA.Forse crede che sia roba da ricchi... come lui e la sua amante...Ida di Benedetto che casualemente è attrice e produttrice x la Titania...e s'è beccata i finanziamenti...e pure in tempi brevissimi...Tra le altre cose i film italiani non meritano neanche un misero euro...
  • Anonimo scrive:
    CALENDARIO DEI LAVORI DELLA CAMERA
    LUNEDì 19 APRILE: disegno di legge n. 4833 - Conversione in legge del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, recante interventi per contrastare la diffusione telematica abusiva di materiale audiovisivo, nonché a sostegno delle attività cinematografiche e dello spettacolo (da inviare al Senato - scadenza: 22 maggio 2004); MARTEDì 20 APRILE: disegno di legge n. 4833 - Conversione in legge del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, recante interventi per contrastare la diffusione telematica abusiva di materiale audiovisivo, nonché a sostegno delle attività cinematografiche e dello spettacolo (da inviare al Senato - scadenza: 22 maggio 2004); Beh guardiamo il lato positivo: se non è rimesso al senato entro giovedì potrebbe saltare!!!by NETIZEN2805
    • Anonimo scrive:
      Re: CALENDARIO DEI LAVORI DELLA CAMERA
      - Scritto da: Anonimo
      LUNEDì 19 APRILE: disegno di legge n.
      4833 - Conversione in legge del
      decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, recante
      interventi per contrastare la diffusione
      telematica abusiva di materiale audiovisivo,
      nonché a sostegno delle
      attività cinematografiche e dello
      spettacolo (da inviare al Senato - scadenza:
      22 maggio 2004);

      MARTEDì 20 APRILE: disegno di legge
      n. 4833 - Conversione in legge del
      decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, recante
      interventi per contrastare la diffusione
      telematica abusiva di materiale audiovisivo,
      nonché a sostegno delle
      attività cinematografiche e dello
      spettacolo (da inviare al Senato - scadenza:
      22 maggio 2004);

      Beh guardiamo il lato positivo: se non
      è rimesso al senato entro
      giovedì potrebbe saltare!!!

      by NETIZEN2805la scadenza è 22 Maggio...siamo in aprile e mancano ancora la bellezza di 32 giorni.
    • Anonimo scrive:
      Re: CALENDARIO DEI LAVORI DELLA CAMERA
      - Scritto da: Anonimo
      LUNEDì 19 APRILE: disegno di legge n.
      4833 - Conversione in legge del
      decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, recante
      interventi per contrastare la diffusione
      telematica abusiva di materiale audiovisivo,
      nonché a sostegno delle
      attività cinematografiche e dello
      spettacolo (da inviare al Senato - scadenza:
      22 maggio 2004);

      MARTEDì 20 APRILE: disegno di legge
      n. 4833 - Conversione in legge del
      decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, recante
      interventi per contrastare la diffusione
      telematica abusiva di materiale audiovisivo,
      nonché a sostegno delle
      attività cinematografiche e dello
      spettacolo (da inviare al Senato - scadenza:
      22 maggio 2004);

      Beh guardiamo il lato positivo: se non
      è rimesso al senato entro
      giovedì potrebbe saltare!!!

      by NETIZEN280522 Maggio...quindi tra un mese...comunque presumibilmente verra' discusso domani
  • DjVincenT scrive:
    Come espimere l'opinione
    C'è solo un modo per esprimere il proprio parere favorevole o non alle decisione del Governo, quindi alle prossime elezioni ognuno esprima attraverso il proprio voto la sue considerazioni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Come espimere l'opinione
      - Scritto da: DjVincenT
      C'è solo un modo per esprimere il
      proprio parere favorevole o non alle
      decisione del Governo, quindi alle prossime
      elezioni ognuno esprima attraverso il
      proprio voto la sue considerazioni.Vedi che Dx o Sx sono uguali.... senti forse voci dall'opposizione (e non dico "sinistra") contro il Decreto o contro tante altre cose che i cittadini definiscono "mal fatte"?Chiunque votiate siate coscienti che chi governa litiga per le poltrone, non per i nostri interessi.....svegliatevi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Come espimere l'opinione
      Dato che me lo hanno censurato ....24000 incidenti in meno (si esce meno la sera)15000 pensionati piu ricchi (di 34 euro)34000 furti in meno nelle case (si denuncia meno .. tanto..)56000 nuovi posti di lavoro (300000 persi)etcetcdiminticavo..40% di patrimonio personale in piu' negli ultimi 2 anni per silvio.1 voto (il mio ) in meno.
      • Anonimo scrive:
        Re: Come espimere l'opinione
        Vabbè.... te lo avranno anche censurato ma stai di fatto facendo campagna anti-Berluska.... a ragione o a torto sei OT e questa non è la sede di fare una contro-lotta politica ... vedi anche il mio post precedente (sono lo stesso che ti ha risposto prima)....CiaoPS. ricordati....... dx o sx sono tutti UGUALI.... è inutile che insisti..... cercano solo voti e poltrone.....
  • Anonimo scrive:
    La crisi dei piccoli cinema
    C'e' almeno dall'inizio degli anni '80, quando diventarono la maggior parte cinema a luci rosse.Gli altri chiusero inesorabilmente: a Milano potrei elencarne decine.E a quei tempi non c'era il P2P a cui dare la colpa
  • Anonimo scrive:
    Piratato=Non acquistato?
    Secondo loro una copia comprata pirata o scaricata e' una copia non venduta?Ma scherzano o lo pensano davvero?:@
  • Anonimo scrive:
    IO SO QUEL CHE COMPREREI NON LOR SIGNORI
    Dunque.. tutte queste cifre mi fan girare le balle...Allora non e' che se un mio amico mi passa un cd audio per il solo fatto che me lo duplico automaticamente lo acquisto.Come succedeva con la cassetta prima si sente poi se merita si compra.Volete un esempio? Il signore degli anelli lo ritengo un bel film e dopo averlo visto in divx ho comprato il cofanetto del 1 e del 2. Forse l'avrei fatto anche senza vedere il divx perche' mi piace il genere, ma quando ho visto questo capolavoro seppur in qualita' scadente (divx) sono corso a comprarlo. Beh anche se non cambia molto visto che vado spesso in svizzera, il cofanetto del 3 lo vado a comprare fuori dall'italia.. che poi sarebbe l'unico (e ultimo) acquisto dopo la notizia del DL.Quindi anche se avessi 1000 divx non significa assolutamente che poi avrei comprato tutti e 1000 i dvd anzi....
    • Anonimo scrive:
      Re: IO SO QUEL CHE COMPREREI NON LOR SIG
      - Scritto da: Anonimo
      Dunque.. tutte queste cifre mi fan girare le
      balle...

      Allora non e' che se un mio amico mi passa
      un cd audio per il solo fatto che me lo
      duplico automaticamente lo acquisto.
      Come succedeva con la cassetta prima si
      sente poi se merita si compra.
      Volete un esempio? Il signore degli anelli
      lo ritengo un bel film e dopo averlo visto
      in divx ho comprato il cofanetto del 1 e del
      2. Forse l'avrei fatto anche senza vedere il
      divx perche' mi piace il genere, ma quando
      ho visto questo capolavoro seppur in
      qualita' scadente (divx) sono corso a
      comprarlo. Beh anche se non cambia molto
      visto che vado spesso in svizzera, il
      cofanetto del 3 lo vado a comprare fuori
      dall'italia.. che poi sarebbe l'unico (e
      ultimo) acquisto dopo la notizia del DL.
      Quindi anche se avessi 1000 divx non
      significa assolutamente che poi avrei
      comprato tutti e 1000 i dvd anzi....Esatto, la penso anch'io come te, prima del P2P il cinema era in crisi perchè nessuno andava al cinema (e non a torto) adesso invece c'è il p2p sul quale ognuno è libero di spalare merda a piacimento. :
  • Bombardiere scrive:
    Hanno rotto!!!!! :@
    Non me ne frega un cazzo di quanto perdono questi magnaccia degli organi statali, fisco e company, ne quei benedetti delle case discografiche. Ormai i film sono sono per la maggiorparte S C A D E N T I , iniziando con VACANZE DI NATALE , e finendo con VACANZE SUL NILO. Ormai vengono presi in considerazione solamente i COLOSSAL, e tutti quei film fatti in maniera dignitosa, e NON la munnezza che vogliono propinarci.Vale anche per la musica questo.
  • Anonimo scrive:
    La rivoluzione non si ferma
    Internet è una rivoluzione tanto semplice come una passeggiata.L'unica cosa che ci permette di fare è spostare bit da qui a lì, in qualsiasi luogo siano il qui e il lì.Ormai qualunque utente "sente" come diritto naturale lo spostare i bit, come "sente" come diritto naturale potersi farsi una passeggiata in montagna senza che nessuno al mondo gli possa dire nulla.Perchè è una cosa semplice, perchè è un'esigenza umana fondamentale: la comunicazione, libera.Su questo potrete costruire tutte le leggi che vi pare, ma non funzionerà mai. La repressione rafforza la ribellione. Ahimè per voi, egregi "detentori dei diritti", dovrete trovare altri modi per vivere. Il progresso è sempre così, qualcuno che rompe gli schemi e qualcun'altro che s'aggrappa al proprio status quo. Tifo per i primi.
  • Anonimo scrive:
    I NUMERI DEL LOTTO
    Allora, calcolando un prezzo medio di 20 euro per supporto originale (tra le nuove uscite, quelli scontati, le promozioni ecc...) abbiamo: euro 4.200.000.000 diviso euro 20 = 210.000.000 di CD/DVD. Dividiamo per 50.000.000 di italiani otteniamo 4.2 significa che in Italia se non ci fosse la pirateria ogni italiano (compresi neonati, bambini da 1 a 8 anni, pensionati ed ultraottantenni) comprerebbe un CD/DVD originale ogni 2mesi e mezzo circa. OGNI ITALIANO, non ogni famiglia o coppia. Secondo i numeri di questo studio. Ma giocateveli al Lotto...!
    • Anonimo scrive:
      Re: I NUMERI DEL LOTTO
      Precisazione: un CD/DVD ogni 2 mesi e mezzo IN PIU' oltre a quelli che già compra visto che lo studio tiene conto delle perdite per mancato introito non delle vendite complessive (ipotetiche + effettive). E poiché la maggior parte dei compratori si concentra nella fascia da 12 a 35 anni sarebbero 4,2 miliardi di euro quasi tutti delle loro tasche (è risaputo che tutti gli adolescenti traboccano di soldi).
  • ElfQrin scrive:
    Re: Pirates! Chi se lo ricorda?
    Ricordo molto bene il gioco (non ci ho giocato tanto, ma ci giocava mio fratello e un mio amico).Per quanto riguarda la tua domanda, diciamo che gli altri pirati dividono in qualche modo il frutto delle loro razzie con i governi (o meglio, con i governanti, pagando le loro campagne elettorali, specie negli USA).
    • Anonimo scrive:
      Re: Pirates! Chi se lo ricorda?
      A se ci fosse SIR HENRY MORGAN...........................................................................:::
  • Anonimo scrive:
    Pirateria, un atto di clemenza...
    ...nei confronti del cinema italiano.Mi chiedo quanti films prodotti sul suolo patrio debbano essere considerati tali...Faccio un esempio, prendiamo il Signore degli Anelli, un colossal, un campione d'incassi al botteghino; quanti di quelli che lo hanno scaricato in divx, non lo sono poi andati a vedere al cinema?Un esempio ancor più pratico: The Matrix. Nella mia libreria campeggia in versione originale: il dvd, la video cassetta, il fumetto, e una COPIA in DIVX! ARGH! UN PIRATA!Insomma, non lamentiamoci se il cinema italiano va alle ortiche, impariamo invece a produrre qualcosa di decente e non solo le solite palle pseudo-intellettuali o i soliti filmetti pseudo-comici da vedere neanche a noleggio!Pensateci bene, chi è che ha "miracolato" le vendite della prima PlayStation se non la pirateria! Chi ha fatto diffondere l'ADSL se non essa! Questo non è un elogio a chi fa soldi abusivamente, ma a tutti quegli utenti che "ad uso personale" scaricano quello di cui hanno bisogno!E' l'idea stessa di copyright che va profondamente rivista, l'idea che se produci un disco, se produci un film, se produci un software, ne devi avere un ritorno anche se fa schifo! Se una cosa merita, non ci sono santi, verrà comprata! TRY THEN BUY!
    • In_darkness scrive:
      Re: Pirateria, un atto di clemenza...
      Daccordissimo.Questo deve essere il nostro motto se vogliamo ottenere qualcosa di concreto: TRY THEN BUY. Cosi tutti quei film del cazzo che girano per il mondo cesseranno di esistere.E tutta quella musica inutile tornerà da dove è uscita (lascio alla vostra fantasia dedurre a quale parte del corpo mi riferisco).L'arte, quella vera, la supporteremo sempre perchè a noi "puzzoni" (mi riferisco al post http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=604944) non piace scroccare e basta.Io ho la fibra di fastweb da un annetto e da quando posso scaricare velocemente film, musica e video games, non riesco a mettere da parte un euro che sia uno per la roba che, dopo aver GIUSTAMENTE provato, sono andato di corsa a comprare.Ho provato, mi è piaciuto, ho comprato.Caro Urbani, nonostante io non condivida le Sue idee politiche, nonchè le Sue ultime mosse, credo (spero) che per rivestire la carica che le hanno conferito, debba avere delle qualità.In nome di queste qualità La invito cordialmente a riflettere su quello che sta succendo.La pirateria non siamo noi utenti che chiediamo il diritto di poter esaminare prima di comprare.Si faccia un giro per le strade della capitale e veda quanti ragazzi stanno li a vendere e sottolineo vendere musica, giochi, programmi e i Suoi amati film: quella è PIRATERIA.Cerchi di capire altresì che i prezzi che il mercato ci impone sono esagerati e una riduzione di questi a livelli accettabili non potrebbe far altro che aumentare le vendite.
    • Anonimo scrive:
      Re: Pirateria, un atto di clemenza...
      Un grande, non avrei saputo dirlo meglio :)
  • Anonimo scrive:
    Stando allo studio, nel 2003...
    ... il fisco italiano ha perso 1,5 miliardi di IPOTETICI-Euro di iva (chissà qual' è la probabilità che in mancanza di pirateria tutti quei CD-DVD sarebbero davvero stati venduti) nel frattempo ha guadagnato milioni di REALI-Euro di iva su connessioni ADSL, CD-R, DVD-R, masterizzatori, player mp3 ecc ecc...
  • Anonimo scrive:
    L'unica cosa da fare...
    Cercando di dare la colpa a chi non ne ha perchè chi usa i software p2p a pieno regime e solo una piccola parte degli italiani. Dobbiamo capire una cosa, loro questo decreto lo vogliono fare e lo faranno, fottendosene di noi poveracci, come hanno sempre fatto e sempre faranno. Non conta se non è la pirateria a fare del danno, ma sono loro stessi a farsene, loro vogliono portarsi a casa + soldi possibile. Abbiamo un unico modo per fargli capire che hanno torto, continuare a non comprare la loro roba che ci propongono a prezzi insensatamente alti.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'unica cosa da fare...
      - Scritto da: Anonimo
      Cercando di dare la colpa a chi non ne ha
      perchè chi usa i software p2p a pieno
      regime e solo una piccola parte degli
      italiani. Dobbiamo capire una cosa, loro
      questo decreto lo vogliono fare e lo
      faranno, fottendosene di noi poveracci, come
      hanno sempre fatto e sempre faranno. Non
      conta se non è la pirateria a fare
      del danno, ma sono loro stessi a farsene,
      loro vogliono portarsi a casa + soldi
      possibile. Abbiamo un unico modo per fargli
      capire che hanno torto, continuare a non
      comprare la loro roba che ci propongono a
      prezzi insensatamente alti.Se oltre a non comprarla evitassi anche di scaricarla sarebbe meglio assai.
    • Anonimo scrive:
      Se ne accorgeranno
      Credo che l'80% dei privati toglieranno l'adsl e proprio ora che e' raddoppiata sara' un bello smacco?!! la verita' e' che tutto cio'e ' nato perche' la gente scaricava film italiani e le sale per questi titoli erano vuote, ma vuoi mettere? la maggior parte dei film italiani fanno pena e allora? devo spendere 8 euro per uscire dopo 30 minuti? no ragazzi e' ora di svegliarsi, secondo voi un film come ( a chi piace il genere ovvio) Il signore degli anelli puo' essere visto 3 volte consecutive al cinema? io l'ho fatto e probabilmente perche' se hanno speso un cifrone per gli attori e gli effetti speciali ci sara' un motivo, cmq poi finito tutto approvato in legge il decreto le linee adsl crolleranno e poi si incentivera' ancora il mercato supplicando noi poveri sciocchi di tornare nel mondo di internet e del p2p perche' altrimenti i provider saranno costretti a chiudere baracca e burattini
  • stebaldo scrive:
    tesi di laurea sul peer to peer
    Ciao a tutti, innanzitutto.Sono uno studente di Scienze della Comunicazione e sto facendo la mia tesi laurea sul File-Sharing.Una parte della mia tesi è una ricerca sugli utilizzatori di questo genere di programmi sulle loro motivazioni, le loro percezioni e i loro atteggiamenti.La ricerca la faccio tramite un questionario online.E' assolutamente anonimo, è chiaro. Lo segnalo qui perché vedo che il tema è sempre molto dibattutto!Non ci sono premi per chi lo compila, non me lo posso permettere.Vi chiedo di compilarlo per altri motivi:a) mi salvate la vita, se non lo compilate non riesco a laurearmi!b)l'unica cosa che vi posso promettere è di condividere (nella logica del file sharing) con voi i risultati della mia ricerca (cercherò di procurarmi uno spazio dove pubblicarli)c)credo sia un'occasione, seppur piccola, per esprimere la nostra/vostra opinione sull'argomento in un momento importante come questo (urbani ci sei?)Il link al questionario è questo:http://iulm.forcucci.it/surveys/tesip2p.htmGrazie a tutti quelli che mi dedicheranno qualche minuto della loro vita.Ciao!Stefano Baldeschi(se volete scrivermi per domande o chiarimenti non esitate)
    • Anonimo scrive:
      NON FUNZIONA

      Il link al questionario è questo:
      iulm.forcucci.it/surveys/tesip2p.htm Compilerei molto volentieri ma non mi va oltre la prima pagina.Uso Mozilla 1.6 in un sistema Linux, come molti in questa bolgia.
      • Anonimo scrive:
        Re: NON FUNZIONA
        LOLviva IE!!! (win)(funziona perfettamente)è però un poò lungooooooo
        Compilerei molto volentieri ma non mi va
        oltre la prima pagina.
        Uso Mozilla 1.6 in un sistema Linux, come
        molti in questa bolgia.
      • Anonimo scrive:
        Re: NON FUNZIONA
        - Scritto da: Anonimo

        Il link al questionario è questo:

        iulm.forcucci.it/surveys/tesip2p.htm

        Compilerei molto volentieri ma non mi va
        oltre la prima pagina.
        Uso Mozilla 1.6 in un sistema Linux, come
        molti in questa bolgia.strano, sto usando Firefox (una versione veloce alleggerita e ricompilata del motore di Mozilla) e non ho problemi di sorta.se puo' essere utile ho installato manualmente l'ultimo java della Sun e i player Flash e Shockwave, e nel complesso la compatibilita' e' ottima.ciao
    • Anonimo scrive:
      Suggerimento
      Non so se il questionario è ancora modificabile, però sarebbe bello anche aggiungere una pagina con un sondaggio sulle possibili soluzioni, citando quelle ottime che da un po' girano su questo e su vari forum:1) Saresti disposto a pagare un canone mensile per continuare a utilizzare il p2p in modo libero?
      no
      5 euro
      10 euro
      20 euro2) Saresti disposto a utilizzare il p2p gratuitamente, ma con determinate restrizioni?
      no, il p2p deve essere libero
      solo file più vecchi di 3 anni
      solo file con qualità limitata
      qualsiasi file, ma banda limitata
      qualsiasi file, ma limite mensile al download e all'uploadInoltre, sempre IMHO, espanderei le risposte alla domanda "pensi di stare danneggiando qualcuno" ..."dipende" è una risposta che dice poco...si è troppo tentati di rispondere "no", mentre questa è la questione centrale di tutto.
      • stebaldo scrive:
        Re: Suggerimento

        Non so se il questionario è ancora
        modificabile, però sarebbe belloi tuoi suggerimenti sono molto buoni, lo devo ammettere, e un po' mi vergogno di non aver incluso domande del genere (soprattutto la prima).purtroppo ormai il questionario non è più modificabile (o meglio, lo sarebbe, a patto di farlo ricompilare a tutti quelli che lo hanno fatto finora, ma visto che sono già 420 mi sembra un po' difficile!)grazie per il messaggio.ciao!ste
  • Anonimo scrive:
    attenta opera di mediazione
    hahahahahahah mi fa ridere che si definisca attenta opera di mediazione da un ministro ignorante in materia informatica
  • Anonimo scrive:
    Ma il Porno?
    Parliamoci chiaro, internet è il paradiso del porno, si trova materiale in quantità industriale, foto, filmati, spezzoni di film, spessissimo tutto gratis e sul p2p idem. Ma allora perché tutte le major del porno non si scagliano contro la pirateria? non è che tutto ciò fa promozione e favorisce gli acquisti? oppure hanno costi di produzione enormemente più bassi?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma il Porno?
      - Scritto da: Anonimo
      Parliamoci chiaro, internet è il
      paradiso del porno, si trova materiale in
      quantità industriale, foto, filmati,
      spezzoni di film, spessissimo tutto gratis
      e sul p2p idem. Ma allora perché
      tutte le major del porno non si scagliano
      contro la pirateria? non è che tutto
      ciò fa promozione e favorisce gli
      acquisti? oppure hanno costi di produzione
      enormemente più bassi? E profitti enormemente piu' alti !(Sicuramente non rischiano di fallire per il P2P)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma il Porno?
        Un dvd porno costa 10?un dvd "normale" costa 50?
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma il Porno?
          Forse la prima cosa utile da fare è evitare di fare disinformazione o sparare frasi tanto per postare.Un dvd porno, anche sfigato, costa almeno 30 euro. Ed è robaccia. Se vai su roba tipo GGG sali anche a 50 euro.Un dvd normale si attesta in un range da 20 a 25 euro. Se prendi cofanetti (Ho comprato recentemente quello dell'ispettore Closeau, 7 dvd) puoi pagare anche 50-60 euro.C'è una bella differenza, al di là che il prezzo di 20-25 per un dvd normale possa essere cmq alto.Ciaom- Scritto da: Anonimo
          Un dvd porno costa 10?
          un dvd "normale" costa 50?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma il Porno?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma il Porno?
      - Scritto da: Anonimo
      Parliamoci chiaro, internet è il
      paradiso del porno, si trova materiale in
      quantità industriale, foto, filmati,
      spezzoni di film, spessissimo tutto gratis
      e sul p2p idem. Ma allora perché
      tutte le major del porno non si scagliano
      contro la pirateria? non è che tutto
      ciò fa promozione e favorisce gli
      acquisti? oppure hanno costi di produzione
      enormemente più bassi?Magari perchè coloro che producono materiale porno, hanno avuto dei guadagni?Vedi.. prima dell'avvento di internet, se volevi qualcosa di erotico/porno, dovevi andare a fare la figura di merda dall'edicolante (passando da sfigato).Adesso, cosa c'è sul P2P? Spezzoni. Magari qualche film quasi completto di Jenna Jameson.Essendo roba GOLOSA, quelli là hanno avuto un impennata nelle vendite che nemmeno s'aspettavano.I produttori (Vivid, ClubJenna ecc...) non han certo costi bassi... Tranne la ClubJenna, composta da Jenna, tutte le altre case pagano.. e salato... chi si mette là a 90, ma sanno che, con questo sistema, guadagneranno ad UFO più di quanto possano pensare.Perchè credi che nei video ci sia sempre tutto quello sfarzo nei luoghi? Pensi che a loro facciano dei prezzi di favore?
  • Anonimo scrive:
    "Le comiche"
    Se la prendono con il P2P e poi trovi per strada i marocchini che vendono CD e DVD (tutti gli ultimi titoli)... hahaha
  • Anonimo scrive:
    Sempre le solite cifre
    Mi chiedo con quale criterio vengano calcolate queste cifre.Davvero pensano che a ogni film "scaricato" o acquistato "pirata" corrisponderebbe un film visto al cinema o venduti in DVD?E su questo calcolano il minor introito di IVA?Tralasciando ogni considerazione sui VERI evasori, come al solito si conferma il potere mediatico delle majors, che possono diffondere cifre senza che nessuno le contesti e ottenere per questo le leggi che vogliono.E' veramente incredibile, tutto questo.L'unica risposte dei consumatori puo' essere il boicottaggio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sempre le solite cifre
      BOICOTTAGGIO totale della m*rd@ audiovisiva che mettono in commercio e in sala, lamentandosi di perdite basate su calcoli infondati, su soldi che non avrebbero comunque guadagnato per la scadente qualità dei prodotti.D'altra parte anche noti artisti hanno dichiarato che il 90% delle "opere" che sono sul mercato è m*rd@.Quanto alla lotta al commercio pirata, beninteso, sono d'accordo che venga fatta, perchè i soldi vanno alla criminalità, però quel commercio pirata si combatte anche abbassando i prezzi !
  • Anonimo scrive:
    pirateria = sinistra
    non vogliono dirlo apertamente ma chi compra pirata e' l'elettore di sinistra massimalista, gli stessi che osteggiano ogni legge contro la pirateria , l'elettore di sinistra pensa che tutto gli sia dovuto, la pensione sociale anche se non ha mai lavorato, i sussidi, i lavori socialmente inutili, i film e la musica aggratis.. se glielo chiedete loro pensano che la musica di un artista che investe centinaia di migliaia di € e che ha studiato e fatto gavetta debba essere distribuita al pari di quella dei loro musicisti straccioni che si esibiscono nelle stazioni e nel tempo libero chiedono l'elemosina per comprarsi il crack (no non vanno su astalavista se lo fumano). Ma qualcosa e' cambiato, il governo e' di destra e quindiNON abbandoneremo i fratelli iracheni alla guerra civile per paura o semplice menefreghismoNON aumenteremo le tasse a costo di sforare i parametri di maastrich come francia e germaniaNON lasceremo che gli artisti italiani facciano fagotto per 4 puzzoni che scaricano a scrocco Berlusconi falli NERI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: pirateria = sinistra
      Vedi cocco... io sono di DX e ti dico per primo che non hai capito un ca**o..... o forse ti fa comodo così.... o forse questo è un post solo per provocare.... in ogni caso ti rispondo.... almeno (anche se sei anonimo) la figura del beota la fai....Il fatto che "non vogliamo pagare" significa (se hai letto i precedenti threads.... ma ne dubito) che la maggior parte dei soldi che paghi per un CD:1) vanno alla SIAE, unico ente riconosciuto e legalizzato alla riscossione di questi tributi... alla faccia della concorrenza del mercato...2) scompaiono "nel vuoto"... questo te lo vai a cercare tu che non ho troppo tempo da perdere con te, che non t'informi prima di postare....3) vanno alle majors...agli autori, solo ad alcuni, le bricciole.... agli altri ZERO.....Questa lotta quindi è:1) prezzi più giusti ed equi2) vedere il p2p come mezzo di ditribuzione (quindi anche a pagamento, ma dopo il punto 1) esattamente come una distribuzione "classica"....
    • maciste scrive:
      Re: pirateria = sinistra
      - Scritto da: Anonimo
      non vogliono dirlo apertamente ma chi compra
      pirata e' l'elettore di sinistra
      massimalista, gli stessi che osteggiano ogni
      legge contro la pirateria , l'elettore di
      sinistra pensa che tutto gli sia dovutoAnalisi trollosa e superficiale, semmai l'uomo di sinistra si batte per una cultura che non sia ad appannaggio dei ricchi ma che sia piuttosto fruibile anche da chi non ne ha le possibilità perché la povertà nasce principalmente dall'ignoranza e dalla disinformazione e finché la cultura sarà per pochi non potremo aspettarci grandi progressi; cmq il fenomeno della pirateria è talmente vasto che non può non essere considerato politicamente trasversale.
      Ma qualcosa e' cambiato, il governo
      e' di destra

      e quindi

      NON abbandoneremo i fratelli iracheni alla
      guerra civile per paura o semplice
      menefreghismogià, e neanche fratello petrolio!
      NON aumenteremo le tasse a costo di sforare
      i parametri di maastrich come francia e
      germanianon aumentarle è una cosa, abbassarle di netto solo per fare campagna elettorale è pericoloso...
      NON lasceremo che gli artisti italiani
      facciano fagotto per 4 puzzoni che scaricano
      a scrocco non ti preoccupare, nessuno artista italiano farà fagotto, non è un caso che nessuno si lamenti mai per la pirateria...
      Berlusconi falli
      NERI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!ci sta riuscendo benissimo.
    • Anonimo scrive:
      Re: pirateria = sinistra
      - Scritto da: Anonimo
      non vogliono dirlo apertamente ma chi compra
      pirata e' l'elettore di sinistra
      massimalista, gli stessi che osteggiano ogni
      legge contro la pirateria , l'elettore di
      sinistra pensa che tutto gli sia dovuto, la
      pensione sociale anche se non ha mai
      lavorato, i sussidi, i lavori socialmente
      inutili, i film e la musica aggratis.. se
      glielo chiedete loro pensano che la musica
      di un artista che investe centinaia di
      migliaia di ? e che ha studiato e
      fatto gavetta debba essere distribuita al
      pari di quella dei loro musicisti straccioni
      che si esibiscono nelle stazioni e nel tempo
      libero chiedono l'elemosina per comprarsi il
      crack (no non vanno su astalavista se lo
      fumano). Ma qualcosa e' cambiato, il governo
      e' di destra

      e quindi

      NON abbandoneremo i fratelli iracheni alla
      guerra civile per paura o semplice
      menefreghismo
      NON aumenteremo le tasse a costo di sforare
      i parametri di maastrich come francia e
      germania
      NON lasceremo che gli artisti italiani
      facciano fagotto per 4 puzzoni che scaricano
      a scrocco

      Berlusconi falli
      NERI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Già, peccato che alla bancarella del senegalese sotto la sede di AN tutti quelli che la frequentano comprano qualcosa.....
    • Anonimo scrive:
      Re: pirateria = sinistra
      il massimalismo è l'arte della politicaio mi ritengo massimalista, ancora di più se passerà questo decreto
    • Anonimo scrive:
      Re: pirateria = sinistra
    • Anonimo scrive:
      Re: pirateria = sinistra
      - Scritto da: Anonimo
      non vogliono dirlo apertamente ma chi compra
      pirata e' l'elettore di sinistra
      massimalista, gli stessi che osteggiano ogni
      legge contro la pirateria , l'elettore di
      sinistra pensa che tutto gli sia dovuto, la
      pensione sociale anche se non ha mai
      lavorato, i sussidi, i lavori socialmente
      inutili, i film e la musica aggratis.. se
      glielo chiedete loro pensano che la musica
      di un artista che investe centinaia di
      migliaia di ? e che ha studiato e
      fatto gavetta debba essere distribuita al
      pari di quella dei loro musicisti straccioni
      che si esibiscono nelle stazioni e nel tempo
      libero chiedono l'elemosina per comprarsi il
      crack (no non vanno su astalavista se lo
      fumano). Ma qualcosa e' cambiato, il governo
      e' di destra

      e quindi

      NON abbandoneremo i fratelli iracheni alla
      guerra civile per paura o semplice
      menefreghismo
      NON aumenteremo le tasse a costo di sforare
      i parametri di maastrich come francia e
      germania
      NON lasceremo che gli artisti italiani
      facciano fagotto per 4 puzzoni che scaricano
      a scrocco

      Berlusconi falli
      NERI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Tristezza!!!!PI ha censurato un reply in cui si chiedeva di intervenire anche su questo topic...ma ancora una volta ci hanno dimostrato che a loro interessa solo "far sapere" e "pubblicare notizie" per avere qualche click in piu' piuttosto che informare
    • Anonimo scrive:
      Re: pirateria = sinistra
      :D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:DBattuta F-A-N-T-A-S-T-I-C-A :D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:DMi ricordi tanto Neri Marcorè quando imita Gasparri: "Aho ddiggitale è moderno e quindi de destra, invece analoggicco è obsoleto come a sinistra ;)":D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:
    • Anonimo scrive:
      Re: pirateria = sinistra
      AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH :):):):):):)Raga questo post fa veramente MORIRE DA RIDERE. Complimenti, x come hai scritto tante imbecillità in modo cosi simpatico. GRANDE
    • Anonimo scrive:
      Re: pirateria = sinistra

      Scritto da: Anonimoperchè non ti firmi? hai paura di essere riconosciuto?
      non vogliono dirlo apertamente ma chi compra
      pirata e' l'elettore di sinistra
      massimalista, gli stessi che osteggiano ogni
      legge contro la pirateria , l'elettore di
      sinistra pensa che tutto gli sia dovuto, la
      pensione sociale anche se non ha mai
      lavorato, i sussidi, i lavori socialmente
      inutili, i film e la musica aggratis.. se
      glielo chiedete loro pensano che la musica
      di un artista che investe centinaia di
      migliaia di ? e che ha studiato e
      fatto gavetta debba essere distribuita al
      pari di quella dei loro musicisti straccioni
      che si esibiscono nelle stazioni e nel tempo
      libero chiedono l'elemosina per comprarsi il
      crack (no non vanno su astalavista se lo
      fumano). Ma qualcosa e' cambiato, il governo
      e' di destra stai zitto che è meglio....la destra con te non ha nulla a che fare!!!Probabilmente non conosci neanche la differenza tra destra e sinistra...io sono di destra e Urbani vorrei vederlo al patibolo...gli ignoranti in materia dovrebbero zittire (lui ha realizzato il decreto, tu hai aperto questo thread...)

      e quindi

      NON abbandoneremo i fratelli iracheni alla
      guerra civile per paura o semplice
      menefreghismoio ci manderei te in IRAQ, penso di sapere cosa ti farebbero....
      NON aumenteremo le tasse a costo di sforare
      i parametri di maastrich come francia e
      germaniafortunatamente non sono solo le tasse che ci dividono da questi paesi.....
      NON lasceremo che gli artisti italiani
      facciano fagotto per 4 puzzoni che scaricano
      a scrocco
      offendendo in questo modo ti qualifichi per quel che effettivamente sei: una persona intelligente!!!!
      Berlusconi falli
      NERI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!non nominare il nome di Dio invano......
    • Anonimo scrive:
      Re: pirateria = sinistra
      - Scritto da: Anonimo
      non vogliono dirlo apertamente ma chi compra
      pirata e' l'elettore di sinistra
      massimalista, gli stessi che osteggiano ogni
      legge contro la pirateria , l'elettore di
      sinistra pensa che tutto gli sia dovuto, la
      pensione sociale anche se non ha mai
      lavorato, i sussidi, i lavori socialmente
      inutili, i film e la musica aggratis..Questo è tutto quello che i capitalisti sanno fare.Arrampicarsi sugli specchi (quando togli loro i soldi).Un branco di inetti e luser.
      se
      glielo chiedete loro pensano che la musica
      di un artista che investe centinaia di
      migliaia di ? e che ha studiato e
      fatto gavetta debba essere distribuita al
      pari di quella dei loro musicisti straccioni
      che si esibiscono nelle stazioni e nel tempo
      libero chiedono l'elemosina per comprarsi il
      crack (no non vanno su astalavista se lo
      fumano). Ma qualcosa e' cambiato, il governo
      e' di destra

      e quindiROTFL, questa si che è buona...

      NON abbandoneremo i fratelli iracheni alla
      guerra civile per paura o semplice
      menefreghismoOk, quando Bin Laden verrà a da noi, lo manderò da te...
      NON aumenteremo le tasse a costo di sforare
      i parametri di maastrich come francia e
      germaniaQuesta si che è bella.. e le tasse sui supporti per la masterizzazione? cosa sono?
      NON lasceremo che gli artisti italiani
      facciano fagotto per 4 puzzoni che scaricano
      a scrocco "Siete estinti, come i dinosauri. Voi avete fatto il vostro tempo, questo è il nostro tempo. Questo è il nostro mondo."

      Berlusconi falli
      NERI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Vorrei vedertelo dire dal vivo. Facile scriverlo qua.
  • Anonimo scrive:
    NOI utenti illuminati
    Non hanno capito,il p2p e' realta', il proibizionismo non puo' funzionareil p2p e' una fetta di mercato "alternativa" all'originale da 20-30 eurose si vuole attrarre chi scarica a comprare occorrono proposte piu' intelligenti (itunes e' solo un esempio,non lasoluzione)Finche' l'utente ha l'idea di essere fregato,contiua a scaricareChi frega? Politici, major, artisti strapagatiNOI utenti sappiamo che e' cosi', loro lo sanno, ma fanno finta di niente, perche' e' piu' remunerativoInternet e' una grande possibilita' di democrazia, e' questo che scoccia, perche' chi ha i soldi/potere vuole continuare a far prevalere la propria posizione dominante.Chi ha veramente a cuore il cinema e non le proprie tasche cercherebbe soluzioni alternative, rinunciando necessariamente a parte dei propri guadagni
  • Anonimo scrive:
    Qualità = prezzo
    Io credo fondamentalmente che per adesso , non ci siano film visti e tra rivisti che siano all'altezza del prezzo.A parte film come il Signore degli Anelli, altri film di spessore ?Parliamoci chiaro.. si contano davvero sulla punta delle ditaormai anche il mio gatto riuscirebbe a fare un film.Qualità recitazione scadente come non mai, inutile inzepparli di effetti speciali, quando la trama e scontata o a volte banale, e come non parlare dei film fatti a metà... quelli che nel finale ti lasciano con l'amaro in bocca Vederli al Cinema sicuramente danno un altro effetto, ma non mi avvicinerei nemmeno a comperarlo un film in DVD di Panariello, o di tanta altra gente che ritengo infima ed poco professionale.il dvix o dvd... rippati perdono di qualità , e il gusto di vederli, è solo per riconfermare il fatto che i "Successoni" tnto decantati, ala fine sono filmettini ....i MUST ... DEVONO e sono originali, questo perchè c'è il piacere di avere la confezione originale, anche per collezione, il resto è fuffa....Banana.
    • Anonimo scrive:
      Re: Qualità = prezzo
      Aggiungo ..I film "Marocchini" lo sanno anche i sassi che fanno schifo, sia di video , che di Audio ...Quindi... chi se li compra... o è scemo, o non ritiene che sia una spesa fondamentale. Magari se lo compra il tizio che ha 5 cellulari e che fà il figo sulla Duna Sporting...;)
    • lattenero scrive:
      Re: Qualità = prezzo

      A parte film come il Signore degli Anelli,
      altri film di spessore ?..spessore? Ottimi gli effetti in CG, ma recitazione (praticamente assente, il migliore è Gollum virtuale, e questo dice tutto...) e trama sono mediocri a dir poco. Troppo lineari, scontati. (non me ne vogliano i fanatici di Tolkien)Togli a questo film la i grandiosi scenari in CG e poi vedi gli incassi che fa...
      Vederli al Cinema sicuramente danno un altro
      effetto, ma
      non mi avvicinerei nemmeno a comperarlo un
      film in DVD di Panariello, o di tanta altra
      gente che ritengo infima ed poco
      professionale.

      il dvix o dvd... rippati perdono di
      qualità , e il gusto di vederli,
      è solo per riconfermare il fatto che
      i "Successoni" tnto decantati, ala fine sono
      filmettini ....NO. Giudichi un DVD troppo caro o comunque scadente come qualità per quel prezzo? Non lo compri e basta. Non te lo scarichi e vedi illegalmente.
      i MUST ... DEVONO e sono originali, questo
      perchè c'è il piacere di avere
      la confezione originale, anche per
      collezione, il resto è fuffa....vero
  • Anonimo scrive:
    Non centra il prezzo
    tutto questo nero non è creato dai prezzi alti ma dalla voglia anche di trasgredire e credo se anche un film sostasse 2 ? , unno preferisce scaricarselo
    • maciste scrive:
      Re: Non centra il prezzo
      - Scritto da: Anonimo
      tutto questo nero non è creato dai
      prezzi alti ma dalla voglia anche di
      trasgredire e credo se anche un film
      sostasse 2 ? , unno preferisce scaricarseloSono in parte d'accordo con te, effettivamente anche se cd e dvd costassero molto meno ci sarebbe comunque chi non li comprerebbe copiandoli magari da amici e conoscenti; tuttavia converrai con me che un cd audio (che indipendentemente dalla qualità del contenuto rimane un pezzo di plastica industriale) venduto a 20? non è proprio così appetibile come acquisto...
      • anath scrive:
        Re: Non centra il prezzo
        Ma, io invece credo che sia fondamentale la questione dei prezzi... Pensate soltanto a quanto costa andare al cinema!! Voglio dire: 7? per vedere la proiezione di UN SOLO film, che se è italiano il più delle volte si rivela essere pure una boiata vergognosa (perchè mi sovviene Report? E Sgarbi? E Urbani che inciucia con Ida Di Benedetto??)... Ragas', sono quasi "quattoridicimilalire"... Prima di portare la famiglia o la morosa a vedere l'ultimo film Disney, devi ricalcolare il budget famigliare per intero! Ma scherziamo?Per me che studio, anche quei miserrimi 7? hanno un bel valore!! E figuriamoci poi i CD e i DVD...sono qualcosa di irraggiungibile per me... 30?...20?...40?... Ma sti signori del cinema, sanno che siamo passati all'EURO e che il cambio con la lira non è di 1 a 1?
        • Dem-f scrive:
          Re: Non centra il prezzo
          - Scritto da: anath
          Ma, io invece credo che sia fondamentale la
          questione dei prezzi... Pensate soltanto a
          quanto costa andare al cinema!!
          Voglio dire: 7? per vedere la proiezione di
          UN SOLO film, che se è italiano il
          più delle volte si rivela essere pure
          una boiata vergognosa (perchè mi
          sovviene Report? E Sgarbi? E Urbani che
          inciucia con Ida Di Benedetto??)... Ragas',
          sono quasi "quattoridicimilalire"... Prima
          di portare la famiglia o la morosa a vedere
          l'ultimo film Disney, devi ricalcolare il
          budget famigliare per intero!
          Ma scherziamo?
          Per me che studio, anche quei miserrimi 7?
          hanno un bel valore!! E figuriamoci poi i CD
          e i DVD...sono qualcosa di irraggiungibile
          per me... 30?...20?...40?... Ma sti signori
          del cinema, sanno che siamo passati all'EURO
          e che il cambio con la lira non è di
          1 a 1?
        • Anonimo scrive:
          Re: Non centra il prezzo
          E io direi anche che non ci stanno più le mezze stagioni, che una volta qui era tutta campagna e che i neri hanno la musica nel sangue!Ma daaaai... oltretutto i cd con la lira costavano 34mila lire, il cinema 13mila insomma, ve li siete scordati o no?E poi, se non c'hai i soldi, fai meno acquisti e più mirati...Boooooo- Scritto da: anath
          Per me che studio, anche quei miserrimi 7?
          hanno un bel valore!! E figuriamoci poi i CD
          e i DVD...sono qualcosa di irraggiungibile
          per me... 30?...20?...40?... Ma sti signori
          del cinema, sanno che siamo passati all'EURO
          e che il cambio con la lira non è di
          1 a 1?
    • Anonimo scrive:
      Re: Non centra il prezzo
      ....sinceramente, se trovo un DVD con un film veramente valido a meno di 10 euro, lo compro: ad esempio recentemente ho trovato ''L'appartamento'' (1960 - J.Lemmon - S.MacLaine - rating Us.imdb 8.4) a 9,5 euro.In compenso gli ho lasciato senza rimpianto ''Accadde una notte'' (1934), per il quale volevano oltre 20 euro: ma si rendono conto che e' un film di 70 anni fa ?!?!Aspettero' 6 mesi, 1 anno: prima o poi, pur di venderlo, lo metteranno nelle offerte a meno di 10 euro........ e comunque ci pensero' 2 volte prima di acquistarlo...Clipper
    • BlueSky scrive:
      Re: Non centra il prezzo

      tutto questo nero non è creato dai
      prezzi alti ma dalla voglia anche di
      trasgredire e credo se anche un film
      sostasse 2 ? , unno preferisce scaricarseloGuarda... una mia amica qualche settimana fa si e' acquistata il dvd di "Alla ricerca di Nemo" dopo che si era pure vista il film al cinema. Non e' ricca, ne' altro. Semplicemente ritiene che se un film ne vale la pena e' ben felice di acquistare il dvd originale, per poterselo riguardare di tanto in tanto, quando le pare.Da quello che ho visto io, in genere uno preferisce scaricarsi il film quando non lo andrebbe a vedere al cinema. Conosco parecchia gente che ha a casa decine di divx da mesi, ed ancora non ne ha guardato uno. La mia impressione e' che questi scarichino tanto per fare, non per un vero e proprio interesse.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non centra il prezzo
      Ci sarà sempre qualcuno con la voglia di trasgredire che cercherà di fare il furbo, ma io credo che se i prezzi fossero giusti, molta meno gente trasgredirebbe
    • Anonimo scrive:
      Re: Non centra il prezzo
      Io Attila flaggello di DDio (visto stravisto in tv e scaricato) l'ho trovato da MediaWorld in DVD a 14 Euro e me lo sono comprato! I DVD di Asterix a 9,9 li ho comprati tutti...Nei giornali ogni tanto danno qualche DVD a poco prezzo se il film merita me lo compro, e non costano 2 euro...Ma sono film di un certo spessore e che secondo me meritano...non robaccia tipo Vanzina o schifezze del tipo The Core e Thirteenper il resto scarico...cmq questa legge mi sta facendo passare la voglia di comprare pure quelli tanto per protesta...anche se un bel Blues Brothers in DVD potrei comprarmelo volentieri a trovarlo...- Scritto da: Anonimo
      tutto questo nero non è creato dai
      prezzi alti ma dalla voglia anche di
      trasgredire e credo se anche un film
      sostasse 2 ? , unno preferisce scaricarselo
  • Anonimo scrive:
    Italia, leggi, italiani...
    Ovviamente il cittadino in questa nazione conta poco e niente, non solo su questo fronte ma su tutti, dal mio canto sto cercando di trovare lavoro all'estero dove forse considerano molto di piu' i cittadini. Non vorrei fare un discorso politico ma tutti sanno quello che sta succedendo a questa nazione sotto questo governo. Purtroppo noi ci lamentiamo del DL Urbani, ma lo sapete che anni fa hanno reso obbligatorio portare sui windsurf un'ancoretta con 50mt di corda? La competenza di chi fa le leggi purtroppo e' spesso tendente a zero.Contro il Dl Urbani che fare? Disdire ADSL, fare come se nulla fosse? o cosa? ogniuno da la sua opinione, la realta' e' forse solo una, non faremo nulla, staremo zitti come sempre e tireremo a campare come troppo spesso accade ormai nel nostro amato italico paese.
    • ryoga scrive:
      Re: Italia, leggi, italiani...
      Tutti i politici italiani sono d'accordo su questo DL contro i contribuenti ( noi ).Solo pochi rappresentanti si sono schierati dalla nostra parte.Nel passato governo, c'e' stata addirittura un'imposizione che un sito di informazione ( se analizziamo , TUTTI i siti sono di informazione ), doveva avere un redattore iscritto all'albo dei giornalisti ( fregandosene della libertà di parola ).Non dimentichiamo le cose per commettere errori commessi in passato.Serve una svolta radicale nella forma di governo del paese e non un cambiamento di rotta tra destra e sinistra.Purtroppo noi italiani, non siamo in grado di impugnare le armi e combattere per far valere i nostri diritti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Italia, leggi, italiani...

        Purtroppo noi italiani, non siamo in grado
        di impugnare le armi e combattere per far
        valere i nostri diritti.Per fortuna, altrimenti ci venderebbero a prezzo maggiorato pure quelle. :DPero' possiamo provare a votare radicale, possiamo astenerci a tempo indeterminato dall'andare al cinema affittare dvd e comprare cd.Di sicuro ci faremo meno male che non a spararci addosso ma per le sanguisughe sara' sicuramente peggio che morire. Alla fine avremo piu' soldi in tasca e piu' tempo per il sesso, e in un certo senso il vecchio slogan "fate l'amore e non la guerra", almeno in questo frangente non potra' che portare alla vittoria.Tutta questione di palle ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Italia, leggi, italiani...
      il cittadino deve solo pagare le tasse spaccarsi la schiena non poter avere nullavai avanti cosi berrusconi
  • Anonimo scrive:
    [OT] DL Urbani in discussione oggi?
    La discussione del DL Urbani è all'ordine del giorno dei lavori della camera.
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] DL Urbani in discussione oggi?
      - Scritto da: Anonimo
      La discussione del DL Urbani è
      all'ordine del giorno dei lavori della
      camera.Si..ma e' tra gli ultimi punti all'ordine del giorno quindi quasi sicuramente verra' discusso domani...cmq teniamo d'occhio la camera oggi :)
  • Anonimo scrive:
    Ma parlano di divx...
    Questi pezzi grossi del cinema parlano di film scaricati da Internet ma non sanno che cosa sia un divx sulla Rete.Il più delle volte è solo una ripresa fatta al cinema con audio e immagini scadenti. E lo chiamano film!!!!Io lo considero inferiore a un promo.E cosa sarebbero allora le copie dei dvd ???????Qualcosa più dell' originale ????Il punto è che ogni scusa è buona per scaricare responsabiltà sugli altri (in questo caso su Internet e p2p) per giustificare cali (ma ci sono?) di vendite imputabili a ben altri fattori.Come hanno fatto gli albergatori con i metereologi a Pasqua.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma parlano di divx...
      - Scritto da: Anonimocut
      Il punto è che ogni scusa è
      buona per scaricare responsabiltà
      sugli altri (in questo caso su Internet e
      p2p) per giustificare
      cali (ma ci sono?) di vendite imputabili a
      ben altri fattori.Uno per tutti: ma URBANI e C. hanno compreso che se un bene, voluttuario o meno, costa troppo per le tasche del cittadino questo NON compra??Se riuscissero a capire questo il problema sarebbe un poco più facile da risolvere.....ma la patria dei bizantinismi ovunque, volete che cambi facendo l'unico sforzo utile, cioè capire le cose? TROPPO COMPLICATO! (perche semplice)
  • TPK scrive:
    Personalmente...
    dopo il Decreto Urbani ho deciso di non andare piu' al cinema.Peccato, cosi' mi perdero' Kill Bill vol 2, ma d'altra parte se la sono voluta!Mi auguro che i registi "validi" facciano sentire la loro voce contro le associazioni del settore che curano esclusivamente i propri interessi....
    • Anonimo scrive:
      Re: Personalmente...
      ...dai che non ti perdi niente....lo pubblicizzano come il "capolavoro di..." mentre in realtà il suo capolavoro è e rimarrà Pulp!
      • Anonimo scrive:
        Re: Personalmente...
        - Scritto da: Anonimo
        ...dai che non ti perdi niente....lo
        pubblicizzano come il "capolavoro di..."
        mentre in realtà il suo capolavoro
        è e rimarrà Pulp!mmm... che non è esattamente "suo suo", in realtà...Cercate su google il nome Roger Avary (Killing Zoe, Rules Of Attraction...);)p.s.a me tarantino sta sul cul0!
      • TPK scrive:
        Re: Personalmente...
        - Scritto da: Anonimo
        ...dai che non ti perdi niente....lo
        pubblicizzano come il "capolavoro di..."
        mentre in realtà il suo capolavoro
        è e rimarrà Pulp!Ormai qualsiasi film e' pubblicizzato con frasi tipo "il capolavoro del premio Oscar X" o "dal produttore del premio Oscar Y".Inoltre in molti casi durante i trailer non fanno nemmeno piu' la fatica di cercare le scene migliori, ma mostrano immagini a caso dalle quali non e' possibile capire la trama del film.Comunque a me Kill Bill vol I e' piaciuto! 8)
        • Anonimo scrive:
          Re: Personalmente...

          Inoltre in molti casi durante i trailer non
          fanno nemmeno piu' la fatica di cercare le
          scene migliori,se lo facessero, perché poi andarlo a vedere al cinema?
          ma mostrano immagini a caso
          dalle quali non e' possibile capire la trama
          del film.se sai già la trama è ancora peggio!!
          • TPK scrive:
            Re: Personalmente...
            - Scritto da: Anonimo
            se sai già la trama è ancora
            peggio!!Immagino tu quindi vada a vedere i film a scatola chiusa, senza sapere assolutamente di cosa trattano...E non ti becchi mai fregature...
    • Anonimo scrive:
      Re: Personalmente...
      concordo pienamente a quello che tu dici: boicottiamo le loro "merci"
    • Anonimo scrive:
      Re: Personalmente...
      Ok. Io lo faccio con un sacco di riviste, canali tv e cd. L'importante è che poi non te lo scarichi! ;)Ciao!m- Scritto da: TPK
      dopo il Decreto Urbani ho deciso di non
      andare piu' al cinema.
      Peccato, cosi' mi perdero' Kill Bill vol 2,
      ma d'altra parte se la sono voluta!

      Mi auguro che i registi "validi" facciano
      sentire la loro voce contro le associazioni
      del settore che curano esclusivamente i
      propri interessi....
  • Anonimo scrive:
    Io ho pagato 275.000 euro di tasse......
    ...se tutti fanno come me il debito pubblico è risanato in 11 mesi. Aggiungo che tale cifra rappresenta il 48% del mio guadagno.Dato l'andazzo, in futuro mi adopererò al fine di EVADERE il più possibile.
    • Anonimo scrive:
      Re: Io ho pagato 275.000 euro di tasse......
      - Scritto da: Anonimo
      ...se tutti fanno come me il debito pubblico
      è risanato in 11 mesi. Aggiungo che
      tale cifra rappresenta il 48% del mio
      guadagno.

      Dato l'andazzo, in futuro mi
      adopererò al fine di EVADERE il
      più possibile.Si, anche mio cugino...
    • Anonimo scrive:
      Re: Io ho pagato 275.000 euro di tasse......
      - Scritto da: Anonimo
      ...se tutti fanno come me il debito pubblico
      è risanato in 11 mesi. Aggiungo che
      tale cifra rappresenta il 48% del mio
      guadagno.
      Spero che tu sia riuscito a sopravvivere con i restanti 297000....
    • Anonimo scrive:
      Re: Io ho pagato 275.000 euro di tasse......
    • Anonimo scrive:
      Re: Io ho pagato 275.000 euro di tasse..
      prendi piu di 20000 euro al mese e ti lamenti ?!?
  • Anonimo scrive:
    In un libero Mercato
    ... se la domanda cala, l' offerta cala ossia i prezzi scendonoNon è che si mettono in galera i clienti perchè non comprano più i prodotti a un prezzo esageratoOvviamente è da un pezzo che non siamo più in un libero mercato
    • Anonimo scrive:
      Re: In un libero Mercato
      - Scritto da: Anonimo
      ... se la domanda cala, l' offerta cala
      ossia i prezzi scendonoAh ah ah economia fai da te? Ahi ahi ahi... :DSe domanda e offerta diminuiscono nello stesso modo il prezzo rimane uguale.Il fatto e' che usualmente NON diminuiscono nello stesso tempo: quando la domanda cala, c'e' un ECCESSO di offerta (che non si e' ancora adeguata) ed e' questo che provoca il calo del prezzo.Tutto quanto sopra e' da primo anno di economia (studia che ti fa bene :p ) e probabilmente non e' applicabile alla realta' moderna (dove il costo di produzione e' cosi' basso che il prezzo di vendita viene stabilito sulla base di altri criteri, e dove l'offerta e' in mano a pochi oligopolisti).
      Ovviamente è da un pezzo che non
      siamo più in un libero mercatoTi stupira', ma dal punto di vista economico la dizione 'libero mercato' non ha alcun significato (nel senso che non corrisponde a qualcosa di univocamente definito; tipicamente ciascuno interpreta l'aggettivo 'libero' a modo suo).
  • AdessoBasta scrive:
    IL MEDIOEVO E' VICINO
    Non passerà molto tempo perché il cinema diventi prerogativa solo dei signori. Così sarà la musica e ogni arte, e i sudditi obbedienti e lavoratori che avranno dovuto e saputo rinunciare oltre al lusso e allo sfarzo, al piacere della musica e della cultura, si vedranno privare della propria moglie il giorno stesso del matrimonio per lo IUS PRIME NOCTIS previsto dal DL sul diritto d'autore. La consorte verrà restituita a suo marito il giorno seguente, come da normativa, previa applicazione del bollino SIAE su una delle natiche.Gioisci oh Popolo perché quel tempo è vicino.Parola mia :|==================================Modificato dall'autore il 20/04/2004 1.35.27
    • Anonimo scrive:
      Re: IL MEDIOEVO E' VICINO
      Appunto, qui c'è qualcuno che si vuol appropriare delle opere realizzate da altri con i soldi degli altri, e vogliono essere loro a decidere il prezzo.Cioè , io faccio il pane, pero' poi deve essere il cliente a decidere il prezzo con cui io debbo venderlo, e se il cliente dice che lo deve avere gratis non c'è minchia che tenga. Glielo devo dare gratis.Beh allora sapete cosa vi dico ? Il pane ve lo fate voi stessi, io cambio mestiere. Se aveye bisogno di un buon film rivolgetevi da un'altra parte, se riuscite atrovare qualcuno che ve li FA gratis !- Scritto da: AdessoBasta
      Non passerà molto tempo perché
      il cinema diventi prerogativa solo dei
      signori. Così sarà la musica e
      ogni arte, e i sudditi obbedienti e
      lavoratori che avranno dovuto e saputo
      rinunciare oltre al lusso e allo sfarzo, al
      piacere della musica e della cultura, si
      vedranno privare della propria moglie il
      giorno stesso del matrimonio per lo IUS
      PRIME NOCTIS previsto dal DL sul diritto
      d'autore. La consorte verrà
      restituita a suo marito il giorno seguente,
      come da normativa, previa applicazione del
      bollino SIAE su una delle natiche.
      Gioisci oh Popolo perché quel tempo
      è vicino.
      Parola mia :|

      ==================================
      Modificato dall'autore il 20/04/2004 1.35.27
      • Anonimo scrive:
        Re: IL MEDIOEVO E' VICINO
        - Scritto da: Anonimo
        Se aveye bisogno di un buon film rivolgetevi da
        un'altra parte, se riuscite atrovare
        qualcuno che ve li FA gratis !Lo faremo !!! Guarda io credo che entro 5 - 6 anni i film ce li faremo gratis davvero da noi in grafica 3D; cosi' come adesso avere, quello che una volta era un costoso banco mixer, e' a portata di tutti i PC. Logica conseguenza al momento e' che tra un po' lo sara' la grafica stile "Final fantasy" o meglio ! Quindi molti autori, tra cui spero qualcuno con buone idee, potranno realizzare progetti che ora richiedono risorse economiche di cui sono privi.
        • Anonimo scrive:
          Re: IL MEDIOEVO E' VICINO
          ma si , ognuno si ferà il suo bel filmetto casalingo tecnicamente indistinguibile da quelli professionali.Chi ci crede a questa favoletta ?- Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          Se aveye bisogno di un buon film
          rivolgetevi da

          un'altra parte, se riuscite atrovare

          qualcuno che ve li FA gratis !

          Lo faremo !!! Guarda io credo che entro 5 -
          6 anni i film ce li faremo gratis davvero da
          noi in grafica 3D; cosi' come adesso avere,
          quello che una volta era un costoso banco
          mixer, e' a portata di tutti i PC. Logica
          conseguenza al momento e' che tra un po' lo
          sara' la grafica stile "Final fantasy" o
          meglio ! Quindi molti autori, tra cui spero
          qualcuno con buone idee, potranno realizzare
          progetti che ora richiedono risorse
          economiche di cui sono privi.
          • Anonimo scrive:
            Re: IL MEDIOEVO E' VICINO
            - Scritto da: Anonimo
            ma si , ognuno si ferà il suo bel
            filmetto casalingo tecnicamente
            indistinguibile da quelli professionali.
            Chi ci crede a questa favoletta ? In giapponese si trovano gia' film di fantascienza di ottima qualita' realizzati a bassissimo costo. (ovviamente venendo considerati film a basso costo non escono dal paese attraverso distibuzioni ufficiali).
          • Anonimo scrive:
            Re: IL MEDIOEVO E' VICINO
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            ma si , ognuno si ferà il suo bel

            filmetto casalingo tecnicamente

            indistinguibile da quelli professionali.

            Chi ci crede a questa favoletta ?

            In giapponese si trovano gia' film di
            fantascienza di ottima qualita' realizzati a
            bassissimo costo. (ovviamente venendo
            considerati film a basso costo non escono
            dal paese attraverso distibuzioni
            ufficiali).dunque per quanto riguarda i film d'animazione in computer grafica questo puo' essere abbastanza vero. Potrei ipotizzare che alcune persone ,diciamo studenti, diciamo appassionati, diciamo giovani in cerca di fortuna, possonano lavorare alcuni mesi nella realizzazione di un'opera di buon livello qualitativo.Ma questo puo' essere valido per i film di animazione, ma in quelli veri dove per fare solo una scena all'aperto di un inseguimento in macchina della durata di 5 minuti sono necessari almeno 100.000 euro la cosa mi pare un po' troppo irrealistica almeno per i prossimi 20 anni.Vabbè significa che nessuno andrà piu' al cinema e invece leggeremo molti + libri e frequenteremo molte + sale teatrali.Non tutto il male viene per nuocere.Dichiaro ufficialmente morta l'industria cinematografica.AMEN.
      • ioan scrive:
        Re: IL MEDIOEVO E' VICINO
        - Scritto da: Anonimo
        Appunto, qui c'è qualcuno che si vuol
        appropriare delle opere realizzate da altri
        con i soldi degli altri, e vogliono essere
        loro a decidere il prezzo.
        Cioè , io faccio il pane, pero' poi
        deve essere il cliente a decidere il prezzo
        con cui io debbo venderlo, e se il cliente
        dice che lo deve avere gratis non c'è
        minchia che tenga. Glielo devo dare gratis.
        Beh allora sapete cosa vi dico ? Il pane ve
        lo fate voi stessi, io cambio mestiere. Se
        aveye bisogno di un buon film rivolgetevi da
        un'altra parte, se riuscite atrovare
        qualcuno che ve li FA gratis !Sì va be... Tu fai il pane per un ipotetico cliente. Se questo non c'è, allora tieni il tuo pane e la tua farina. Voglio vedere chi avrà più fame...
        • Anonimo scrive:
          Re: IL MEDIOEVO E' VICINO


          Sì va be... Tu fai il pane per un
          ipotetico cliente. Se questo non c'è,
          allora tieni il tuo pane e la tua farina.
          Voglio vedere chi avrà più
          fame...nessuno dei 2.Mentre il pane è un bene essenziale, il cinema non lo è. Si puo' vivere anche senza grosse opere cinematografiche, e credo che presto incominceremo a farlo volenti o nolenti.
        • Anonimo scrive:
          Re: IL MEDIOEVO E' VICINO
          - Scritto da: ioan

          - Scritto da: Anonimo

          Appunto, qui c'è qualcuno che si
          vuol

          appropriare delle opere realizzate da
          altri

          con i soldi degli altri, e vogliono
          essere

          loro a decidere il prezzo.

          Cioè , io faccio il pane, pero'
          poi

          deve essere il cliente a decidere il
          prezzo

          con cui io debbo venderlo, e se il
          cliente

          dice che lo deve avere gratis non
          c'è

          minchia che tenga. Glielo devo dare
          gratis.

          Beh allora sapete cosa vi dico ? Il
          pane ve

          lo fate voi stessi, io cambio mestiere.
          Se

          aveye bisogno di un buon film
          rivolgetevi da

          un'altra parte, se riuscite atrovare

          qualcuno che ve li FA gratis !

          Sì va be... Tu fai il pane per un
          ipotetico cliente. Se questo non c'è,
          allora tieni il tuo pane e la tua farina.
          Voglio vedere chi avrà più
          fame...certamente per quanta fame potrei avere non avro' sicuramente i soldi per comprare la farina da regalare.
      • kermit scrive:
        Re: IL MEDIOEVO E' VICINO
      • Anonimo scrive:
        Re: IL MEDIOEVO E' VICINO
        nessuno a mai preteso che qualcuno lavori gratis. Ma e' chiaro che se chi fa il pane lo vende a prezzo troppo alto, noi mangeremo qualcos'altro che costa meno.
        • Anonimo scrive:
          Re: IL MEDIOEVO E' VICINO
          - Scritto da: Anonimo
          nessuno a mai preteso che qualcuno lavori
          gratis. Ma e' chiaro che se chi fa il pane
          lo vende a prezzo troppo alto, noi mangeremo
          qualcos'altro che costa meno.appunto che costa meno perchè di qualità inferiore.
      • Anonimo scrive:
        Re: IL MEDIOEVO E' VICINO
        POveriniiiiii Poveriniiiiiii stanno tutti morendo di fame perche qualcuno gli ruba un po di pane (neanche di prima qualità), quello buono devi andare comunque dal panettiere lo stesso.Io dico che comunque magnate bene e molto speziato comunque, specialmente in italia chi becca le sovvenzioni per fare film che escono in una sala soltanto, giusto per dividersi la "PAGNOTTA"....VERGOGNA! VERGOGNA! VERGOGNA! - Scritto da: Anonimo
        Appunto, qui c'è qualcuno che si vuol
        appropriare delle opere realizzate da altri
        con i soldi degli altri, e vogliono essere
        loro a decidere il prezzo.
        Cioè , io faccio il pane, pero' poi
        deve essere il cliente a decidere il prezzo
        con cui io debbo venderlo, e se il cliente
        dice che lo deve avere gratis non c'è
        minchia che tenga. Glielo devo dare gratis.
        Beh allora sapete cosa vi dico ? Il pane ve
        lo fate voi stessi, io cambio mestiere. Se
        aveye bisogno di un buon film rivolgetevi da
        un'altra parte, se riuscite atrovare
        qualcuno che ve li FA gratis !

        - Scritto da: AdessoBasta

        Non passerà molto tempo
        perché

        il cinema diventi prerogativa solo dei

        signori. Così sarà la
        musica e

        ogni arte, e i sudditi obbedienti e

        lavoratori che avranno dovuto e saputo

        rinunciare oltre al lusso e allo
        sfarzo, al

        piacere della musica e della cultura, si

        vedranno privare della propria moglie il

        giorno stesso del matrimonio per lo IUS

        PRIME NOCTIS previsto dal DL sul diritto

        d'autore. La consorte verrà

        restituita a suo marito il giorno
        seguente,

        come da normativa, previa applicazione
        del

        bollino SIAE su una delle natiche.

        Gioisci oh Popolo perché quel
        tempo

        è vicino.

        Parola mia :|



        ==================================

        Modificato dall'autore il 20/04/2004
        1.35.27
        • Anonimo scrive:
          Re: IL MEDIOEVO E' VICINO
          Guarda che per noi non è un problema. I nostri soldi ormai da tempo non li investiamo piu' in cinema, e se spendiamo 1 tot , sappiamo quello che rischiamo.E se invece di investire 1 tot per fare 1 film , io lo investo per costruire un albergo, x me cambia poco o niente. Il mio guadagno non me lo toglie nessuno.- Scritto da: Anonimo
          POveriniiiiii Poveriniiiiiii stanno tutti
          morendo di fame perche qualcuno gli ruba un
          po di pane (neanche di prima
          qualità), quello buono devi andare
          comunque dal panettiere lo stesso.
          Io dico che comunque magnate bene e molto
          speziato comunque, specialmente in italia
          chi becca le sovvenzioni per fare film che
          escono in una sala soltanto, giusto per
          dividersi la "PAGNOTTA"....

          VERGOGNA! VERGOGNA! VERGOGNA!


          - Scritto da: Anonimo

          Appunto, qui c'è qualcuno che si
          vuol

          appropriare delle opere realizzate da
          altri

          con i soldi degli altri, e vogliono
          essere

          loro a decidere il prezzo.

          Cioè , io faccio il pane, pero'
          poi

          deve essere il cliente a decidere il
          prezzo

          con cui io debbo venderlo, e se il
          cliente

          dice che lo deve avere gratis non
          c'è

          minchia che tenga. Glielo devo dare
          gratis.

          Beh allora sapete cosa vi dico ? Il
          pane ve

          lo fate voi stessi, io cambio mestiere.
          Se

          aveye bisogno di un buon film
          rivolgetevi da

          un'altra parte, se riuscite atrovare

          qualcuno che ve li FA gratis !



          - Scritto da: AdessoBasta


          Non passerà molto tempo

          perché


          il cinema diventi prerogativa solo
          dei


          signori. Così sarà la

          musica e


          ogni arte, e i sudditi obbedienti e


          lavoratori che avranno dovuto e
          saputo


          rinunciare oltre al lusso e allo

          sfarzo, al


          piacere della musica e della
          cultura, si


          vedranno privare della propria
          moglie il


          giorno stesso del matrimonio per
          lo IUS


          PRIME NOCTIS previsto dal DL sul
          diritto


          d'autore. La consorte verrà


          restituita a suo marito il giorno

          seguente,


          come da normativa, previa
          applicazione

          del


          bollino SIAE su una delle natiche.


          Gioisci oh Popolo perché
          quel

          tempo


          è vicino.


          Parola mia :|





          ==================================


          Modificato dall'autore il
          20/04/2004

          1.35.27
      • Anonimo scrive:
        Re: IL MEDIOEVO E' VICINO
        Cambia mestiere vai a lavorare in miniera e nel sabato o domenica se puoi vai in una multisala al modico prezzo di 7.20 euro (mi dicono anche 8 euro).Oppure se puoi comprati un cd di musica al modico prezzo di 18-25 euro.Chi sei il figlio di berlusca oppure un figlio della RIIA...Fatti non parole vogliamo..... i tuoi film GUARDATELI pure con la famiglia.Dimenticavo se passa la conversione in legge del decreto cosa pensi che noi stiamo con le mani in mano.... CHI E' CAUSA DEL SUO MAL PIANGA SE STESSO.Volete la globalizzazione noi ve la stiamo dando.... P2PCIAO REGISTA :-))
    • Anonimo scrive:
      Re: IL MEDIOEVO E' VICINO
      Nessuno vuole il pane gratis, ma se tu fai un pane che è immangiabile, be te lo mangi tu, io vado da un'altro panettiere!
      • Anonimo scrive:
        Re: IL MEDIOEVO E' VICINO
        - Scritto da: Anonimo
        Nessuno vuole il pane gratis, ma se tu fai
        un pane che è immangiabile, be te lo
        mangi tu, io vado da un'altro panettiere!difficilmente troverai panettieri che te lo diano gratis. Good Luck !
        • Anonimo scrive:
          Re: IL MEDIOEVO E' VICINO
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Nessuno vuole il pane gratis, ma se tu
          fai

          un pane che è immangiabile, be
          te lo

          mangi tu, io vado da un'altro
          panettiere!

          difficilmente troverai panettieri che te lo
          diano gratis. Good Luck !
          perchè nn leggi invece di sparare cazzate! ho scritto che nessuno vuole il pane gratis!
          • Anonimo scrive:
            Re: IL MEDIOEVO E' VICINO
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            Nessuno vuole il pane gratis, ma
            se tu

            fai


            un pane che è immangiabile,
            be

            te lo


            mangi tu, io vado da un'altro

            panettiere!



            difficilmente troverai panettieri che
            te lo

            diano gratis. Good Luck !


            perchè nn leggi invece di sparare
            cazzate! ho scritto che nessuno vuole il
            pane gratis!allora cosa volete ? il cornetto gratis ?
    • Anonimo scrive:
      Re: IL MEDIOEVO E' VICINO
      be quella era l'inquisizione !!!!la siae al posto del prete !!!!
  • Anonimo scrive:
    secondo me!!!!
    Secondo me è ora, vista la situazione,ci si deve sacrificare un bel pò ragazzi!Parlo per chi usa internet a scopo p2p a livello personale,e non per lavoro.Stacchiamo tutti l'ADSL.Poi vedremo che conti faranno sulle perdite per quanto riguarda connessioni internet.Providers!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!SVEGLIATEVIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII porco Giuda!e poi dicono di non bestemmiare!!!!
  • TADsince1995 scrive:
    Non si arriverà mai a niente...
    Personalmente ritengo che questa altalena di leggi e modifiche stia ormai raggiungendo il massimo del ridicolo. Prima Urbani emette un decreto folle e privo di ogni logica che poi viene ridiscusso, ridimensionato, ora tornano a dire che vogliono colpire con forza la pirateria... Forse qualche provider ha telefonato a Urbani e gli ha proposto un bell'incontro a tarallucci e vino? Secondo me passeranno anni e anni di decreti e contro decreti, nel frattempo mute diventa utilizzabile e i signori possono tornare a scaldare le loro poltrone e a fregarsi "stipendi di giada" che noi gli elargiamo con i nostri contributi...Che governo patetico...TAD
    • Anonimo scrive:
      Re: Non si arriverà mai a niente...
      ti dò pienamente ragione!ora vado a nanna perchè sto fatto mi ha fatto girare altamente le p....e
    • Anonimo scrive:
      Re: Non si arriverà mai a niente...
      - Scritto da: TADsince1995

      Personalmente ritengo che questa altalena di
      leggi e modifiche stia ormai raggiungendo il
      massimo del ridicolo. Prima Urbani emette un
      decreto folle e privo di ogni logica che poi
      viene ridiscusso, ridimensionato, ora
      tornano a dire che vogliono colpire con
      forza la pirateria... Forse qualche provider
      ha telefonato a Urbani e gli ha proposto un
      bell'incontro a tarallucci e vino? Secondo
      me passeranno anni e anni di decreti e
      contro decreti, nel frattempo mute diventa
      utilizzabile e i signori possono tornare a
      scaldare le loro poltrone e a fregarsi
      "stipendi di giada" che noi gli elargiamo
      con i nostri contributi...

      Che governo patetico...

      TADLa cosa ancora più patetica è la seguente.Nessuno si accorge di come l'italia stia diventano la 51esima stella degli Stati Uniti.La scuola và male come là. I capitalisti scorrazzano su ferrari e viaggi alle bahamas fregandosene...Ma loro che fanno per tenere tutti sotto? Riforma delle pensioni? Diminuire le tasse?Tutte belle proposte dette in paroloni pompati di brutto, mezze fatte passare dai TG (che son tutti di parte, nessuno escluso), per convincere la gente che tutto va bene.Convincono la gente di risolvere i problemi, inducendoli in errore, ossia, con una tremenda e subdola campagna pubblicitaria di austero rincitrullimento (vedi la mediaset e Emilio Fede).Tanto, se la gente rimane ignorante, paga senza badare e percui i soldi che non vengono guadagnati con le tasse, vengono guadagnati con i "pacchi".Auguri.. questo è una società? Bene.. giro 20 anni e tutto andrà giù.ASSICURATO.
  • Anonimo scrive:
    Sbaglio o...
    ... il nostro cinema attinge a fondi pubblici per la produzione di molte pellicole, poi rompe le scatole a chi scambia su internet (canale CONCORRENZIALE alla pirateria dei professionisti)?Boh. Fossi in loro starei il piu' silenzioso possibile.
  • marco1975 scrive:
    9 miliardi .. 300 milioni di copie ?!?
    Stando allo studio, nel 2003 il Fisco ha perso 1,5 miliardi di euro a causa dell'evasione dell'IVA nel commercio illegaleovvero oltre quello che hanno venduto avrebbero docuto vendere altri 300 milioni di copieovvero 7.5 miliardi+(1.5 Miliardi 20% IVA)= 9 miliardi !!!!9 miliardi diviso 30 euro = 300 Milioni !!!!!!!!!!!!!ovvero 300 Milioni di DVD o CD o cassette in un anno ....ovvero tutti gli italiani compresi vecchietti e neonati doveva almeno comprare 6 DVD o una videocassetta IN PIU' l'anno ....ovvero il neonato o la vecchietta doveva SPENDERE IN PIU' ALMENO 180 EURO + quello che effettivamente hanno guadagnato ....poi consideriamo che in linea di massima le persone sopra i 60 anni non comprano queste cose .... che un ragazzino sotto i 14 non le compra .... quanti cittadini rimangono tra i 14 e i 60 ? A me sembra che si siano bevuti il cervello ..... e che adesso stanno dando i numeri ....Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: 9 miliardi .. 300 milioni di copie ?
      guarda che gli Iitaliani sono 60 milioni e il tuo calcolo è giustissimo...300 milioni diviso 60 milioni sono 5 tra cassette e dvd...alla faccia ma cosa è Tremonti con la finanza creativa che compie questi conti...?Se poi facciamo la popolazione votante cioè tra i 18 e 80 anni scendiamo a 48 milioni...
    • Anonimo scrive:
      Re: 9 miliardi .. 300 milioni di copie ?
      Ma poi, effettivamente, di anche 60 milioni di Italiani, quanti hanno poi una connessione a banda larga? E di questi, quanti sanno di/hanno installato qualche software P2P e lo sfruttano a pieno regime?Quanti, insomma, danneggiano EFFETTIVAMENTE il mercato?
    • Anonimo scrive:
      Re: 9 miliardi .. 300 milioni di copie ?!?
      Cercando di dare la colpa a chi non ne ha perchè chi usa i software p2p a pieno regime e solo una piccola parte degli italiani. Dobbiamo capire una cosa, loro questo decreto lo vogliono fare e lo faranno, fottendosene di noi poveracci, come hanno sempre fatto e sempre faranno. Non conta se non è la pirateria a fare del danno, ma sono loro stessi a farsene, loro vogliono portarsi a casa + soldi possibile. Abbiamo un unico modo per fargli capire che hanno torto, continuare a non comprare la loro roba che ci propongono a prezzi insensatamente alti.
      • Anonimo scrive:
        Re: 9 miliardi .. 300 milioni di copie ?
        Io non compro un cd da una vita... un dvd non l'ho mai comprato (a meno che non fosse decente e uscisse a 4 soldi in una rivista) e mai lo comprerò! Al cinema ho smesso di andarci da tempo. PERCHE? Semplicemente mi sono stancato di riempire le tasche di 4 magnati che ci prendono per il sedere con queste buffonate!Che il berlusca faccia passare questo schifo se ha coraggio il mio voto da quel momento in poi lo perderà per il resto dei suoi giorni. La gente vota chi fa qualcosa per la gente e non per i magnati del cacchio- Scritto da: Anonimo
        Cercando di dare la colpa a chi non ne ha
        perchè chi usa i software p2p a pieno
        regime e solo una piccola parte degli
        italiani. Dobbiamo capire una cosa, loro
        questo decreto lo vogliono fare e lo
        faranno, fottendosene di noi poveracci, come
        hanno sempre fatto e sempre faranno. Non
        conta se non è la pirateria a fare
        del danno, ma sono loro stessi a farsene,
        loro vogliono portarsi a casa + soldi
        possibile. Abbiamo un unico modo per fargli
        capire che hanno torto, continuare a non
        comprare la loro roba che ci propongono a
        prezzi insensatamente alti.
  • Anonimo scrive:
    Calcolo inesatto
    Oltre al ridimensionamento delle cifre esposte,si consideri che non tutto il materiale prodotto dal cinema fa successo.Quindi, se ogni casa distributrice ha durante l'anno 6 film di successo, si accodano a ognuno di questi 10 (cosidette scatine), che il distributore deve prendere x contratto.Questi verranno proiettati come tappabuchi, x associazioni no profit, o addirittura per niente.Con buona probabilità, il calcolo della statistica è ampiamente falsato perchè si tiene in considerazione tutto il malloppo dei film , scartine comprese.Se, lo scopo dei produttori è di farsi sovvenzionare, non c'è bisogno di dare la responsabilità a quelle stesse persone che vanno a vedere i loro film. Se non sono capaci di competere, sarà bene far spazio agli altri; in fondo niente dura in eterno ...anche se la politica lo vorrebbe ( Er Confucio) :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Calcolo inesatto
      e che farsaper andare a vedere il signore degli anelli ho dovuto aspettare una settimana prenotando pureil cinema era sempre full
  • Anonimo scrive:
    lo stato mangia lo stesso
    "Stando allo studio, nel 2003 il Fisco ha perso 1,5 miliardi di euro a causa dell'evasione dell'IVA nel commercio illegale."Ma siamo sicuri che queste persone che hanno frodato avrebbero comprato o visto i film?lo stato poi si becca comunque i soldi dai supporti e da tutto quello che ruota attornopoi mi chiedo in base a cosa riescono a definire il valore di questa evasione?
    • Anonimo scrive:
      Re: lo stato mangia lo stesso
      Ho amici con tanta di quella roba scaricata, che con l'IVA che avrebbero dovuto pagare se avessero fatto acquisti originali, ci si risanerebbe un debito pubblico !Saluti,Piwi
      • Anonimo scrive:
        Re: lo stato mangia lo stesso
        - Scritto da: Anonimo
        Ho amici con tanta di quella roba scaricata,
        che con l'IVA che avrebbero dovuto pagare se
        avessero fatto acquisti originali, ci si
        risanerebbe un debito pubblico !Certo, soltanto che se li avessero dovuti pagare davvero, non li avrebbero comprati e il debito pubblico non sarebbe stato risanato comunque.Come al solito il calcolo è meramente ipotetico.
        • Anonimo scrive:
          Re: lo stato mangia lo stesso
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          Ho amici con tanta di quella roba
          scaricata,

          che con l'IVA che avrebbero dovuto
          pagare se

          avessero fatto acquisti originali, ci si

          risanerebbe un debito pubblico !

          Certo, soltanto che se li avessero dovuti
          pagare davvero, non li avrebbero comprati e
          il debito pubblico non sarebbe stato
          risanato comunque.

          Come al solito il calcolo è meramente
          ipotetico.Anzi gli introiti per il Governo sarebbero stati ancora più bassiin quanto non si sarebbero venduti neanche i supporti per le copie pirata.
      • Anonimo scrive:
        Re: lo stato mangia lo stesso
        Anche io ho amici che hanno la mania di scaricare l'impossibile.ma poi?mediamente un film dura due ore, se te ne scarichi 20 alla settimana dovresti avere 40 ore libere per vederli, cosa che a meno che non sei un bambino in eta` prescolare (che non va neppure all'asilo) o un pensionato, non puoi fare.Forse un patito di cinema potrebbe cercare di ritagliarsi un bel po' di tempo per il suo hobby, ma se e` un vero appassionato dubito che si accontenti della qualita` il piu` delle volte scadente (per non dire pessima) di molti file che si trovano in rete.Considerando che probabilmente ne` neonati ne pensionati scaricano queste quantita` di file, il tutto si riduce ad un "collezionismo" di materiale piratato che nella maggioranza dei casi non viene neppure utilizzato, e` come avere l'hobby di collezionare scatole di fiammiferi...Infatti molte persone che conoscono hanno pile di cd masterizzati di cui quasi non conoscono neanche il contenuto...Secondo le statistiche se non li scaricassero li avrebbero comprati =:-oSecondo voi lo avrebbero fatto davvero?!?io ho i miei dubbi...
        • Anonimo scrive:
          Re: lo stato mangia lo stesso
          Io sono uno di questi...e ne sono coscente del fatto...ho visto non so quante volte Animal house (scaricato) ma di quello ho il VHS, di tutta l'altra roba che scarico non riesco a fare altro che masterizzarla e metterla lì in attesa di tempi migliori!Lo so, sono un controsenso!
          Infatti molte persone che conoscono hanno
          pile di cd masterizzati di cui quasi non
          conoscono neanche il contenuto...
    • Anonimo scrive:
      Re: lo stato mangia lo stesso
      - Scritto da: Anonimo
      Ma siamo sicuri che queste persone che hanno
      frodato avrebbero comprato o visto i film?

      E' lo stesso concetto dei falsi.Un milione di persone compra il falso Rolex a trenta euro.Quanti ne avrebbero spesi 10000 per l'originale ?
    • Anonimo scrive:
      Re: lo stato mangia lo stesso
      "Stando allo studio, nel 2003 il Fisco ha perso 1,5 miliardi di euro a causa dell'evasione dell'IVA nel commercio illegale."se era in lire era 15000 miliardimaperpiacere
  • ioan scrive:
    Numeri dei loro conti?
    Visto che parlano di statistiche che dimostrano il danno causato dal p2p, allora perchè non mostrano anche i numeri che riguardano i loro profitti? Perchè parlano di calo delle vendite e non di quanti soldi entrano in cassa anche da queste vendite così basse? Perchè non pubblicano i stipendi dei vari manager e i contratti di questi autori così offesi? Perchè lo stesso stipendio dei ministri (Urbani incluso) non è un dato pubblico? Perchè poi non pubblicano anche i dati del loro patrimonio (di manager, di politici, di autori?) Perchè non pubblicano la somma delle tasse che pagano tutti questi gentili signori?Perchè i numeri vengono usati in un unico senso?Perchè non parlano anche dei soldi che guadagna una persona normale?Perchè non pubblicano anche i costi di produzione di un cd o di un dvd, giusto per capire di questi 20? o 30?, quale la percentuale di profitto?==================================Modificato dall'autore il 20/04/2004 0.37.51
    • Anonimo scrive:
      Re: Numeri dei loro conti?
      Gia' senza aggiungere...Di queste 350.000.000 di copie pirate quante sarebbero stato acquistate se non ci fosse stata internet ?Secondo me molte poche perche come me, prima scarico e se vale compro se no cancello...La verita' e che loro vogliono poterci vendere le loro schifezze come oro e se poi non ci piacciono azzi nostri intanto i soldi ormai li abbiamo gia' sganciati.
      • Anonimo scrive:
        Re: Numeri dei loro conti?
        La verità è che la "cultura" è un affare da ricchi...come tutto!Vuoi godere di uno spettacolo? Un film? Un po' di musica? Vendi un rene a un'organizzazione di traffico d'organi internazionale e fatti la tessera al Blockbuster... Se ti vendi la nonna forse un cd te lo compri.... e ipotecando la fidanzata potrebbe scapparci un dvd!
      • Anonimo scrive:
        Re: Numeri dei loro conti?
        - Scritto da: Anonimo
        Gia' senza aggiungere...
        Di queste 350.000.000 di copie pirate quante
        sarebbero stato acquistate se non ci fosse
        stata internet ?
        Secondo me molte poche perche come me, prima
        scarico e se vale compro se no cancello...
        La verita' e che loro vogliono poterci
        vendere le loro schifezze come oro e se poi
        non ci piacciono azzi nostri intanto i soldi
        ormai li abbiamo gia' sganciati. Perfettamente d'accordo. C'è da aggiungere, secondo me, che i nostri soldi, anche se NON compriamo, se li fottono lo stesso: una bella tassetta ad hoc.Con gli interessi convergenti del nostro presidente, poi......Ragazzi, l'Italia è da sempre così (e sempre peggio). Se l'industria guadagna, soldi in saccoccia e muti. Se non lo fa abbastanza giù lamentele e strazi. Prima c'era (e c'è ancora in parte) la cassa integrazione (unica al mondo), ora stanno sofisticando il meccanismo.Il risultato è sempre lo stesso.E se, dopo aver azzerato il p2p, non guadagnano lo stesso abbastanza, cosa faranno? Le tessere annonarie (come durante il fascismo per il pane)? Ogni settimana ogni famiglia DEVE andare al cinema?Dio, perchè ci hai abbandonato???:|
    • Anonimo scrive:
      Re: Numeri dei loro conti?
      e perche' non parlano di togliere la famosa tassa su cd vergini? mi puo' stare anche bene il decreto ma togliete la tassa sui cd vergini siete degli ipocriti!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Numeri dei loro conti?
        ... Ma quanti abbonati Adsl ci sono in Italia? E tutti la usano solo per il P2P? Alla prima domanda non so rispondere, alla seconda invece, se la risposta e sì, bene, vuol dire che non conviene avere un abbonamento flat (solo per il P2P) perchè costa in un anno un pò di soldini (480,00 ?. minimo) e quindi è consigliabile spendere diversamente i nostri "risparmi". Se invece la risposta è no, così come io credo, bene, i "loro" numeri servono solo a mascherare mancati introiti dovuti a fattori diversi dal P2P, che sicuramente, se ufficializzati, metterebbero in evidenza i limiti enormi di addetti ai lavori che producono "cultura" con la "c" minuscola, a fronte di guadagni esorbitanti. Un Decreto Legge, quello di Urbani, che indebolisce lo spirito libero di Internet, minaccia il diritto alla Privacy di migliaia di comuni cittadini, e lascia intendere che la libertà, quella di massa, è pura utopia, esiste solo nell'immaginario di chi crede ancora alla "Befana" o meglio ancora, visto che siamo diventati grandicelli, di chi è convinto che i sogni, quelli belli, si possono trasformare in realtà. Il P2P, comunque, non è un fenomeno da trascurare, per molti, forse è un sogno di quelli belli, è l'eccezione che conferma la regola; è quello che una persona della mia età (ho 37 anni), da ragazzo ha sempre sognato. Rappresenta la "Cultura" del fai da te, con la "C" maiuscola, accessibile a molti, e ti permette di conoscere attraverso l'enorme quantità di materiale presente in condivisione (e non mi riferisco a materiale di ultima produzione, il suo uso è discutibile), la storia di intere generazioni, che diversamente non avremmo mai così approfonditamente conosciuto. Il pericolo "Pirateria" del P2P è solo marginale rispetto alle sue molteplici funzioni culturali. Certo, ci vuol maggior tutela sui prodotti di nuova creazione, ma soprattutto ci vuole più tutela nei confronti degli artisti e non dei loro produttori, perchè, sono gli artisti, che attraverso la loro creatività scrivono la storia, quella che i nostri figli domani, apprenderanno come tale.
  • Anonimo scrive:
    IN ITALIA SI FANNO SOLO FICTION...
    si si in Italia si fanno solo fiction da 500 lirefilm italiani?a me sembra che nei cinema passino solo film americanidi cui molti sono delle ciofeche galattichesinceramente non ho mai visto girare sul p2p qualche fiction , a questo punto cosa toglie il p2p al cinema italiano??neppure i senegalesi distribuiscono film italianiil cinema italiano ha bisogno di altronon di gente che prende poltrona e non capisce nulla di cinema
    • LordBison scrive:
      Re: IN ITALIA SI FANNO SOLO FICTION...
      ma come non hai visto come siamo entrati nel mondo 3D e effetti al computer altro che matrix :D noi abbiamo Barzellette ReloaD :p:pin realta il calo se c'è stato è a causa di un aumentare di titoli stranieri moooolto + interessanti dei soliti film italiani (non ricordo di aver visto di recente un film italiano di azione di recente sempre le solite skifezze super pensate che hai giovani (sono i maggiori fruitori del cinema) fanno calare le palle).
      • shevathas scrive:
        Re: IN ITALIA SI FANNO SOLO FICTION...

        in realta il calo se c'è stato
        è a causa di un aumentare di titoli
        stranieri moooolto + interessanti dei soliti
        film italiani (non ricordo di aver visto di
        recente un film italiano di azione di
        recente sempre le solite skifezze super
        pensate che hai giovani (sono i maggiori
        fruitori del cinema) fanno calare le palle).Il fatto è che se la cercano, visto che i registi (italiani) o fanno filmetti umoristici per la maggioranza grandefratellosa che vuole solo svagarsi (e questi sono gli unici che raggiungono o superano il punto di pareggio) oppure fanno opere di qualità (secondo loro) serie e pensate tali che solo una minoranza può apprezzarle, opere destinate alla minoranza acculturata e dotata di senso critico, non il popolo bue che ride sguaiatamente per tette culi e parolacce.Salvo poi inc... a morte perchè solo la minoranza va a vedere il loro film, e qui i piagnistei sulla morte della cultura (di cui solamente loro sono i vati) e del cinema (io non l'ho ucciso vostro onore, gli ho solo svuotato il caricatore addosso ma lui è morto da solo)Un'ultimo appunto, quanti dei seri film italiani delle scorse stagioni sono passati recentemente in TV ultimamente?==================================Modificato dall'autore il 20/04/2004 8.16.37
        • Anonimo scrive:
          Re: IN ITALIA SI FANNO SOLO FICTION...
          Vado al cinema due volte a settimana.Seguo sempre la stagione cinematografica.Ho visto al cinema delle cagate pazzzesche.Sapete da quanto tempo non vedo un film italiano al cinema?Da sempre.Sono patetici, girati male, non riesco nemmeno a trovare il coraggio di affittarli o scaricarli, non vale nemmeno il tempo di una connessione (che e' pure flat).In tutto questo pattume del cinema italiano che alla fine per un motivo o per l'altro qualcuno costringe a vedermi (parenti, amici) vorrei segnalare un film forse l'unico film italiano che ho visto negli ultimi 10 anni che mi ha fatto piacere anche rivedere, "Le fate ignoranti", girato con poche spese, un bel film, bravini gli attori, bella la trama, i miei complimenti a tutti coloro che hanno partecipato a quel film dando qualcosa di valido al cimena italiano ormai verso un inesorabile declino.
          • maciste scrive:
            Re: IN ITALIA SI FANNO SOLO FICTION...

            l'unico film italiano che ho visto negli
            ultimi 10 anni che mi ha fatto piacere anche
            rivedere, "Le fate ignoranti", girato con
            poche spese, un bel film, bravini gli
            attori, bella la trama, i miei complimenti a
            tutti coloro che hanno partecipato a quel
            film dando qualcosa di valido al cimena
            italiano ormai verso un inesorabile declino.Aggiungerei "I cento passi", "La vita è bella", "Buongiorno Notte", "Piazza delle cinque Lune", "Segreti di stato" e ce ne sarebbero altri ma mi fermo qui...il punto è che il cinema italiano di un certo tipo è di ottima qualità ma spesso troppo elitario perché destinato a persone che vogliono vedere un film anche per riflettere e discutere e non solo per divertirsi. Per chi vuole divertirsi il cinema italiano propone solo le solite commedie ai limiti del trash o i film oramai sempre uguali di Verdone o Pieraccioni. Piuttosto mancano all'appello una serie di generi: Horror, Thriller, Azione, Poliziesco, Storico...tutti generi che negli anni'60 - '70 hanno fatto furore anche grazie a registi italiani e che ormai da anni sono del tutto snobbati dal cinema italiano e quindi consegnati alla produzione americana.
          • Fenix scrive:
            Re: IN ITALIA SI FANNO SOLO FICTION...
            - Scritto da: maciste


            l'unico film italiano che ho visto negli

            ultimi 10 anni che mi ha fatto piacere
            anche

            rivedere, "Le fate ignoranti", girato
            con

            poche spese, un bel film, bravini gli

            attori, bella la trama, i miei
            complimenti a

            tutti coloro che hanno partecipato a
            quel

            film dando qualcosa di valido al cimena

            italiano ormai verso un inesorabile
            declino.

            Aggiungerei "I cento passi", "La vita
            è bella", "Buongiorno Notte", "Piazza
            delle cinque Lune", "Segreti di stato" e ce
            ne sarebbero altri ma mi fermo qui...il
            punto è che il cinema italiano di un
            certo tipo è di ottima qualità
            ma spesso troppo elitario perché
            destinato a persone che vogliono vedere un
            film anche per riflettere e discutere e non
            solo per divertirsi. Per chi vuole
            divertirsi il cinema italiano propone solo
            le solite commedie ai limiti del trash o i
            film oramai sempre uguali di Verdone o
            Pieraccioni. Piuttosto mancano all'appello
            una serie di generi: Horror, Thriller,
            Azione, Poliziesco, Storico...tutti generi
            che negli anni'60 - '70 hanno fatto furore
            anche grazie a registi italiani e che ormai
            da anni sono del tutto snobbati dal cinema
            italiano e quindi consegnati alla produzione
            americana.Si, ma fra tutti questi solo "la vita è bella" ha avuto un forte impatto all'estero.Io mi chiedo perchè gli italiani non possano realizzare film come "la Passione di Cristo".Gli attori sono metà italiani, girato a Matera, con la storia più sfruttata di sempre, abbiamo dovuto aspettare che lo facesse Mel Gibson (complimenti a lui per il film).Non potevamo pensarci noi?Quello che voglio dire è, checchè se ne dica, ai registi italiani manca il Manico.
          • Anonimo scrive:
            Re: IN ITALIA SI FANNO SOLO FICTION...
            - Scritto da: Fenix

            Io mi chiedo perchè gli italiani non
            possano realizzare film come "la Passione di
            Cristo".Siamo messi bene.......
          • Anonimo scrive:
            Re: IN ITALIA SI FANNO SOLO FICTION...

            Sono patetici, girati male, non riesco
            nemmeno a trovare il coraggio di affittarli
            o scaricarli, non vale nemmeno il tempo di
            una connessione (che e' pure flat).
            In tutto questo pattume del cinema italiano
            rivedere, "Le fate ignoranti", girato con
            poche spese, un bel film, bravini gli
            attori, bella la trama, i miei complimenti a
            tutti coloro che hanno partecipato a quel
            film dando qualcosa di valido al cimena
            italiano ormai verso un inesorabile declino."Io Non Ho Paura" a me e' piaciuto molto, e con riprese e paesaggi veramente fantastici (il tutto imho ovviamente)Ce ne vorrebbero di piu' di film cosi...
          • Anonimo scrive:
            Re: IN ITALIA SI FANNO SOLO FICTION...
            - Scritto da: Anonimo
            Vado al cinema due volte a settimana.
            Seguo sempre la stagione cinematografica.
            Ho visto al cinema delle cagate pazzzesche.
            Sapete da quanto tempo non vedo un film
            italiano al cinema?
            Da sempre.
            Sono patetici, girati male, non riesco
            nemmeno a trovare il coraggio di affittarli
            o scaricarli, non vale nemmeno il tempo di
            una connessione (che e' pure flat).Se "da sempre" non li guardi, mi spieghi come fai a sapere che sono brutti ?
  • Anonimo scrive:
    Multa in vecchie lire? ma è uno scherzo?
    E questa sarebbe una legge dello stato? cito testualmente" 2. E'punito con la reclusione da uno a quattro anni e con la multa da cinque a trenta milioni di lire chiunque:......"Non sanno che la moneta in vigore è l'euro?Ridicolo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Multa in vecchie lire? ma è uno scherzo?
      questo è lo stato che abbiamo.Analfabeti che prendono una valanga, e ripeto valanga di ?uro.O se per loro è uguale anche in lire.ed io mi faccio in quattro per campare con 1050 ?uro al mese.E mi tolgono pure la possibilità di scaricarmi qualche canzoncina ogni tanto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Multa in vecchie lire? ma è uno scherzo?
        Siamo italiani e intanto stiamo sempre zitti.Siamo pecoroni me per primo, ma sempre pecoroni siamo e va al governo sempre il piu' incompetente tra tutti i candidati.
    • Anonimo scrive:
      Re: Multa in vecchie lire? ma è uno scherzo?
      - Scritto da: Anonimo
      E questa sarebbe una legge dello stato? cito
      testualmente

      " 2. E'punito con la reclusione da uno a
      quattro anni e con la multa da cinque a
      trenta milioni di lire chiunque:......"

      Non sanno che la moneta in vigore è
      l'euro?

      Ridicolo.Tranquillo!!! Quando emenderanno la legge, applicheranno la nota equivalenza 1000L = 1? come fecero a suo tempo i nostri "onesti" commercianti e bottegai vari.Siamo in italia (con la "i" minuscola)
  • Anonimo scrive:
    sempre a studiare ehhhhh!
    Mi sembrano sempre li a studiare l'ennesimo balzello ....perdiamo di qua e perdiamo di la.........IO L'ADSL LA DISDICO A NOVEMBRE....usero la mia 56 kb, non spendero una lira (euro) per hardware software e figuriamoci DVD e cinema e vaffank....Perchè dobbiamo continuare a leggere affannosamente tutto ciò, alla ricerca di un modo per continuare?Basta, il giocattolo si è rotto....Peccato che era un giocattolo che muoveva tanta, ma tanta economia.Bravi, complimenti !FirmatoUno che si è stufato!
    • Anonimo scrive:
      Re: sempre a studiare ehhhhh!
      - Scritto da: Anonimo
      Mi sembrano sempre li a studiare l'ennesimo
      balzello ....
      perdiamo di qua e perdiamo di la.........

      IO L'ADSL LA DISDICO A NOVEMBRE....

      usero la mia 56 kb, non spendero una lira
      (euro) per hardware software e figuriamoci
      DVD e cinema e vaffank....

      Perchè dobbiamo continuare a leggere
      affannosamente tutto ciò, alla
      ricerca di un modo per continuare?

      Basta, il giocattolo si è rotto....

      Peccato che era un giocattolo che muoveva
      tanta, ma tanta economia.

      Bravi, complimenti !

      Firmato
      Uno che si è stufato!Bravissimo! Spero che siate in tanti a disdire l'ADSL, così potrò lavorare meglio.
  • Anonimo scrive:
    Anche l'IVA
    E' un tributo ingiusto perchè pesa indistintamente su tutti poveri compresi.Sarebbe sicuramente meglio incrementare le tasse dirette ed eseguire maggiori controlli soprattutto controllare i redditi reali da quelli dichiarati. Sarebbe un'ottima cosa magari aumentare i controlli fiscali sui calciatori, sugli attori e registi cinematografici, sui cantanti e sui dirigenti delle major. Chissà mai che si scoprano cose interessanti.
  • Anonimo scrive:
    Esiste un Cinema in Italia?
    O vogliono SOLO CAMPARE mettendo nuove tasse?Come dei parassiti?
    • Anonimo scrive:
      Re: Esiste un Cinema in Italia?
      bisogna salvare opere d'arte come "NATALE IN INDIA" o "LE BARZELLETTE" dall'attacco dei pirati bisogna preservare queste opere di intenso e duro lavoro !!questo e' grande cinema italiano tutto quello che e' nato prima e' solo spazzatura !!!
      • shevathas scrive:
        Re: Esiste un Cinema in Italia?
        - Scritto da: Anonimo
        bisogna salvare opere d'arte come "NATALE IN
        INDIA" o "LE BARZELLETTE" dall'attacco dei
        pirati
        bisogna preservare queste opere di intenso e
        duro lavoro !!
        questo e' grande cinema italiano
        tutto quello che e' nato prima e' solo
        spazzatura !!!che se poi vai a vedere sono gli unici, moderni, che girano nel P2P.Le opere culturali e pensate del nostro cinema non le cag... neppure li
  • Anonimo scrive:
    Udite udite...
    mentre stavo scaricando da DC++ mi è apparso un messaggio che comunicava che dato che il DL Urbani è stato ritirato, presto il server tornerà ad avere tutte le sue funzionalità precedenti!!!! che c'è di vero? dla sito della camera, esaminando l'OdG odierno del DL non c'era alcuna traccia e pensare che era in programma oggi la sua discussione...CHE CE L'ABBIAMO FATTA, ALLA FACCIAZZA DI LE AURENTIIS E DELLA DE BENEDETTO???? :D:p:|;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Udite udite...
      -
      precedenti!!!! che c'è di vero? dla
      sito della camera, esaminando l'OdG odierno
      del DL non c'era alcuna traccia e pensare
      che era in programma oggi la sua
      discussioneE' in discussione domani in commissione cultura
      • Anonimo scrive:
        Re: Udite udite...
        - Scritto da: Anonimo

        -
        precedenti!!!! che c'è di vero?
        dla

        sito della camera, esaminando l'OdG
        odierno

        del DL non c'era alcuna traccia e
        pensare

        che era in programma oggi la sua

        discussione

        E' in discussione domani in commissione
        culturaMmmm...no, e' in discussione oggi alla Camera dei Deputati per la conversione in legge ;)CAMERA DEI DEPUTATIXIV LEGISLATURA453^ SEDUTA PUBBLICAMartedì 20 aprile 2004 - Ore 11,30ORDINE DEL GIORNO12.Discussione del disegno di legge (per la discussione sulle linee generali):Conversione in legge del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, recante interventi per contrastare la diffusione telematica abusiva di materiale audiovisivo, nonché a sostegno delle attività cinematografiche e dello spettacolo. (4833)
    • Anonimo scrive:
      Re: Udite udite...
      - Scritto da: Anonimo
      mentre stavo scaricando da DC++ mi è
      apparso un messaggio che comunicava che dato
      che il DL Urbani è stato ritirato,
      presto il server tornerà ad avere
      tutte le sue funzionalità
      precedenti!!!! che c'è di vero? dla
      sito della camera, esaminando l'OdG odierno
      del DL non c'era alcuna traccia e pensare
      che era in programma oggi la sua
      discussione...CHE CE L'ABBIAMO FATTA, ALLA
      FACCIAZZA DI LE AURENTIIS E DELLA DE
      BENEDETTO???? :D:p:|;)COme puoi vedere da qui:http://www.camera.it/chiosco.asp?position=Organi%20Parlamentari/Assemblea&content=/_dati/leg14/lavori/schedela/4833.htmtra una mezz'oretta comincera' la seduta della camera in cui si discutera' della conversione in legge...interessanti gli emendamenti accolti, di cui scrivo uno strlacio:"DL 72/2004: Interventi contro la diffusione telematica abusiva di materiale audiovisivo e a sostegno delle attività cinematografiche e dello spettacolo (C. 4833). EMENDAMENTI E ARTICOLI AGGIUNTIVI ART. 1. Sopprimerlo. *1. 13.Colasio, Carra, Bimbi, Gambale, Rusconi, Volpini. Sopprimerlo. *1. 25. Grignaffini, Chiaromonte, Capitelli, Carli, Giulietti, Lolli, Martella, Sasso, Tocci, Folena, Magnolfi. Sopprimerlo. *1. 43.Titti De Simone. Sostituirlo con il seguente: Art. 1. - 1. Al comma 2 dell'articolo 171-ter della legge 22 aprile 1941, n. 633, e successive modificazioni, dopo la lettera a) è inserita la seguente: «a-bis) in violazione dell'articolo 16, e fatto salvo gli articoli 71-sexies e 71-septies della legge 22 aprile 1941 n. 633, e successive modificazioni, nonché quanto previsto dalla legge 5 febbraio 1992 n. 93, mette a disposizione del pubblico, immettendola, a fini di lucro, in un sistema di reti telematiche, un'opera dell'ingegno protetta dal diritto d'autore, o parte di essa, mediante reti e connessioni di qualsiasi genere». 2. All'articolo 174-ter della legge 22 aprile 1941, n. 633, e successive modificazioni, sono aggiunti, in fine, i seguenti commi: «3. Chiunque, in violazione dell'articolo 16, e fatti salvi gli articoli 71-sexies e 71-septies della legge 22 aprile 1941, n. 633, e successive modificazioni, immette, a fini di lucro, in un sistema di reti telematiche, un'opera dell'ingegno protetta dal diritto d'autore, o parte di essa, mediante reti e connessioni di qualsiasi genere, ovvero, con le medesime tecniche, fruisce dolosamente di un'opera dell'ingegno o parte di essa, è punito, purché il fatto non concorra con i reati di cui al comma 1, con la sanzione amministrativa pecuniaria di cui al precedente comma 1. 4. Fatto salvo quanto previsto dagli articoli 14, 15, 16 e 17 del decreto legislativo 9 aprile 2003, n. 70, chiunque pone in essere iniziative dirette a promuovere o ad incentivare la diffusione delle condotte di cui al comma 3 è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria di euro 2.000»."Andatevi a leggere tutto comunque...tra poco la discussione alla camera (anche se e' utopistico pensare che oggi si risolva tutto)
  • Anonimo scrive:
    Niente di tutto questo ha senso
    E' ridicolo che questa gente continui ad avere accesso ai mezzi di informazione per diffondere dati allarmanti e false statistiche.E' un gesto ottuso calcolare il danno della pirateria come se per ogni opera pirata se ne sarebbe comprata una originale. Se io compro 300 dvd pirata a 10 euro l'uno per una spesa di 3.000 euro, non avrei mica comprato, se la pirateria non fosse esistita, 300 dvd originali, ma, semmai, 3.000 euro di dvd originali.Il calcolo va fatto sul denaro speso dal pirata e non sul numero di pezzi, se no è normale che escono statistiche esagerate. Se per esempio un dvd originale costa una media di 20 euro, stando all'esempio precedente apparirà che io ho causato danni all'industria dell'intrattenimento per 6000 euro, soldi che non ho e che, anche se avessi, non avrei speso in quel modo...Bisognerebbe applicare della sana censura a chi, come la FAPAV, danneggia sè stessa ed il mercato, con inutili allarmismi dal carattere meramente politico e provocatorio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Niente di tutto questo ha senso
      - Scritto da: Anonimo
      E' ridicolo che questa gente continui ad
      avere accesso ai mezzi di informazione per
      diffondere dati allarmanti e false
      statistiche.E' la solita presunzione secondo la quale a ogni film o canzone scaricata corrisponde film o canzone non venduta!Secondo loro, ogni film "scaricato" dalla rete sarebbe stato acquistato in dvd o visto al cinemaPazzesco...
      • Anonimo scrive:
        Re: Niente di tutto questo ha senso
        - Scritto da: Anonimo
        Secondo loro, ogni film "scaricato" dalla
        rete sarebbe stato acquistato in dvd o visto
        al cinemaROTFL.Ma effettivamente, nel tempo, hanno dimostrato di essere abbastanza stupidi per crederlo sul serio.
      • Anonimo scrive:
        Re: Niente di tutto questo ha senso
        E' la solita presunzione di quelli che pensano che gli utenti siano stupide mucche da mungere.
    • Anonimo scrive:
      Re: Niente di tutto questo ha senso
      - Scritto da: Anonimo
      E' ridicolo che questa gente continui ad
      avere accesso ai mezzi di informazione per
      diffondere dati allarmanti e false
      statistiche.

      E' un gesto ottuso calcolare il danno della
      pirateria come se per ogni opera pirata se
      ne sarebbe comprata una originale.E' una moda x il loro tornaconto GONFIARE a dismisura il "danno".Sono dei parassiti papponi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Niente di tutto questo ha senso
      Fanno così in pubblico, poi sul Bollettino SIAE scrivono che nel 2003 ci sono stati degli incrementi nelle vendite di tutte le aziende del settore (e ve lo posso pure confermare con dati alla mano).Davvero della gente onesta.
      • Anonimo scrive:
        Re: Niente di tutto questo ha senso
        - Scritto da: Anonimo
        Fanno così in pubblico, poi sul
        Bollettino SIAE scrivono che nel 2003 ci
        sono stati degli incrementi nelle vendite di
        tutte le aziende del settore (e ve lo posso
        pure confermare con dati alla mano).
        Bhe se e' per questo anche il sito dell'ANICA parla di un settore attivo e in crescita (sopratutto i DVD).http://www.anica.it/stat/2003/daticinema2003_file/frame.htm#slide0028.htmhttp://www.anica.it/stat/2003/daticinema2003_file/frame.htm#slide0033.htmE se e' vero che i piccoli cinema incassano meno e chiudono, e' altresi' vero che i multisala hanno un attivo che assorbe interamente questa difefrenza (anche se probabilemnte con un impatto occupazionale minore) e continuano ad essere costruiti (alla faccia della crisi).http://www.anica.it/stat/2003/daticinema2003_file/frame.htm#slide0036.htmhttp://www.anica.it/stat/2003/daticinema2003_file/frame.htm#slide0009.htme questo nonostante il prezzo del cinema sia raddoppiato (a Milano mi dicono anche triplicato) negli ultimi 5/6 anni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Niente di tutto questo ha senso
      - Scritto da: Anonimo
      E' ridicolo che questa gente continui ad
      avere accesso ai mezzi di informazione per
      diffondere dati allarmanti e false
      statistiche.

      E' un gesto ottuso calcolare il danno della
      pirateria come se per ogni opera pirata se
      ne sarebbe comprata una originale. Se io
      compro 300 dvd pirata a 10 euro l'uno per
      una spesa di 3.000 euro, non avrei mica
      comprato, se la pirateria non fosse
      esistita, 300 dvd originali, ma, semmai,
      3.000 euro di dvd originali.

      Il calcolo va fatto sul denaro speso dal
      pirata e non sul numero di pezzi, se no
      è normale che escono statistiche
      esagerate. Se per esempio un dvd originale
      costa una media di 20 euro, stando
      all'esempio precedente apparirà che
      io ho causato danni all'industria
      dell'intrattenimento per 6000 euro, soldi
      che non ho e che, anche se avessi, non avrei
      speso in quel modo...Concordo esattamente con quanto detto ed aggiungo che la pirateria (tradizionale) esiste laddove esiste una domanda insoddisfatta di beni di consumo a basso prezzo nè più nè meno come qualsiasi altro campo merceologico regolato da ferree leggi economiche.Questi signori non soltanto sono in malafede (xchè pensano soltanto in modo schifosamente opportunistico) ma dimostrano di capire ben poco di economia; i mercati in un modo o nell'altro trovano sempre un equilibrio, e quando non lo trovano qualcuno ci rimette le penneContinuare ad aumentare i prezzi dei media (sperando d'incrementare le vendite) come è accaduto negli ultimi anni è semplicemente folle e significa spostare quella domanda insoddisfatta verso i canali della pirateria (tradizionale)ovvero verso il marocchino sotto casa.Parimenti criminalizzando il P2P non si fa altro che accellerare questa tendenza ma il 90% di chi scarica non sarebbe cmq disposto a comperare xchè i prezzi sono troppo alti, e/o xchè la maggiorparte dei contenuti scaricati non sarebbero cmq di gradimento sia pur avessero un costo minimo.Queste tesi sono state dimostrate da eminenti e neutrali professori di Harward riguardo al fenomeno del filesharing.In altre parole molti scaricano e guardano ma spesso cancellano e visionano come una specie di anteprima nella vana speranza che quello che realmente interessa possa poi scendere di prezzo.Quindi tutti gli astrusi ed ipotetici calcoli su mancati introiti e mancata IVA vanno a farsi benedire....A ciò aggiungiamo come già rilevato da alcuni che lo STATO nella sua qualità di "Sceriffo di Nottingham" intermedia e guadagna su tutto; praticamente paghiamo le tasse sulle tasse ed abbiamo balzelli che costituzionalmente (vedi SIAE,masterizzatori e supporti vergini) sono ormai privi di fondamento.A questo punto qualsiasi persona istituzionale sana di mente che voglia veramente risolvere i problemi in essere dovrebbeprendere in esame queste semplici considerazioni ed agire di conseguenza; non possono essere sempre i cittadini a rimetterci quando gli altri non razzolano bene.Se non altro l'integrazione Europea ha avuto il merito di rendere possibile i confronti, e dopo anni di fandonie istituzionali (TG, media, etc) non soltanto il popolo della rete(da sempre più attento ai mutamenti) ma gli Italiani in genereiniziano ad accorgersi che paesi additati come i più cari d'Europa "Francia, Germania" etc non soltanto hanno stipendi pro capite quasi doppi rispetti ai ns., ma hanno prezzi dei beni di consumo generalmente più bassi di noi senza contare poi una migliore imposizione fiscale."A miglior intenditor poche parole....."
  • Anonimo scrive:
    Italiani tutti a salvare il cinema.....
    Tutto quello che intascano loro però non si dice andate a vedere quanto intasca un politico e quanto influisce sulla spesa pubblica.:s:s:s:s
Chiudi i commenti