Apple Car: Hyundai pronta a collaborare per l'auto elettrica e autonoma

Apple Car, una mezza conferma da Hyundai

L'automaker sudcoreano conferma la trattativa in corso per diventare uno dei partner coinvolti da Apple nella realizzazione della vettura.
L'automaker sudcoreano conferma la trattativa in corso per diventare uno dei partner coinvolti da Apple nella realizzazione della vettura.

Negli ultimi giorni sono andate facendosi sempre più fitte le indiscrezioni a proposito di Apple Car, l'automobile elettrica e autonoma che il gruppo di Cupertino sembra aver messo in cantiere ormai da tempo. È bene precisare che al momento non ci sono comunicati ufficiale in merito, ma dopo aver ipotizzato un debutto già nel 2021 e poi uno slittamento al triennio 2025-2027 si è tornati a parlarne ieri poiché alcuni insider hanno descritto l'iniziativa come un guanto di sfida lanciato a Tesla. Tra i partner della mela morsicata potrebbe esserci Hyundai.

Hyundai con Cupertino per la Apple Car?

L'automaker sudcoreano, tra le altre cose da poco in controllo di Boston Dynamics, potrebbe essere coinvolto dalla mela morsicata sia nella realizzazione della vettura nel suo complesso sia per quanto concerne lo sviluppo delle batterie, componente chiave trattandosi di un veicolo a trazione esclusivamente elettrica. Un portavoce della società ha affidato alla redazione di CNBC una dichiarazione breve, ma che di fatto conferma alcuni dei rumor circolati.

Sappiamo che Apple è in trattativa con una serie di automaker globali, incluso Hyundai Motor. Poiché si è ancora in una fase preliminare, nulla è stato deciso.

Da Apple come sempre tutto tace. Le voci di corridoio a proposito di un'automobile Made in Cupertino tengono banco ormai da diversi anni, ma dopo un periodo piuttosto lungo di silenzio sono tornate alla ribalta di recente. Ciò che sappiamo per certo è che i lavori sul sistema self-driving proseguono senza sosta: la flotta impiegata sulle strade della California con finalità di collaudo degli algoritmi è ora composta da 66 unità, a metà 2018 erano 55.

Fonte: CNBC
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti