Apple guadagna, grazie al Mac

Lo sostiene un analista di Deutsche Bank. L'azienda di Cupertino deve gran parte del suo successo commerciale ai computer che produce
Lo sostiene un analista di Deutsche Bank. L'azienda di Cupertino deve gran parte del suo successo commerciale ai computer che produce

La posizione di rilievo occupata da Apple nel mercato globale è dovuta, stando al report compilato dall’analista di Deutsche Bank Chris Whitmore, alle linee di prodotti Mac e Macbook che contribuiscono in gran parte al 35 per cento dell’utile operativo: un dato basato sulla differenza tra il prezzo di vendita e il costo di produzione, rispetto a quanto maturato dalla Mela durante l’anno finanziario 2009.

A fare da contraltare a quello risulta essere il miglior risultato fra i maggiori produttori di computer per il 2009, vi sono altri dati perfettamente in linea con la concorrenza: a fronte di un utile da capogiro, Apple detiene attulmente il 7 per cento dei ricavi totali dell’industria di settore.

Secondo Whitmore ciò che rende vincente l’azienda di Cupertino è dunque l’integrazione tra hardware e software compiuta nella realizzazione dei suoi laptop e desktop, laddove altri produttori devono il più delle volte appoggiarsi a Microsoft per rendere vendibili i proprio prodotti.

Quest’ultima strategia starebbe però perdendo efficacia. Whitmor fa notare come Toshiba e Sony, visti gli scarsi introiti maturati negli ultimi tempi, potrebbero essere i primi big a dare l’addio al mercato dei computer , un settore dove attualmente è la triade composta da Hp, Apple e Dell a dettare i tempi.

Giorgio Pontico

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

25 03 2010
Link copiato negli appunti