Apple spara una raffica di 45 patch

Il Security Update per Mac OS X di questo mese, forse l'ultimo prima dell'arrivo di Leopard, corregge 45 vulnerabilità, alcune delle quali sono divenute di dominio pubblico negli scorsi mesi

Cupertino (USA) – Puntuale con il suo ciclo mensile di pubblicazione delle patch, Apple ha messo a disposizione dei propri utenti il terzo Security Update del 2007 per Mac OS X. L’aggiornamento, che porta Mac OS X alla versione 10.4.9 , comprende un totale di 45 bug fix relativi a molti componenti del sistema operativo, dal kernel a certe applicazioni di terze parti come Flash Player, MySQL Server, OpenSSH e GNU Tar.

In questo advisory US-CERT afferma che le vulnerabilità più serie potrebbero consentire ad un aggressore remoto di eseguire del codice a propria scelta , mentre le altre sono eventualmente utilizzabili per bypassare certe restrizioni di sicurezza o lanciare attacchi di denial of service.

L’aggiornamento sistema diverse falle zero-day , tra le quali quelle divulgate negli scorsi mesi dal noto bug hunter Kevin Finisterre in seno ai progetti Month of Apple Bugs e Month of Kernel Bugs . Alcuni dei problemi più seri riguardano Disk Images, il componente che in Mac OS X gestisce il formato dei file DMG : in molti casi, un cracker potrebbe creare un file maligno che, una volta aperto, causa il crash dell’applicazione o l’esecuzione di codice dannoso.

Oltre alle applicazioni già citate, le vulnerabilità interessano i componenti Bluetooth, iChat, iCal, iSync, CoreGraphics, ColorSync, CUPS, HFS, ImageIO, QuickDraw Manager, WebLog, sudo, Software Update, SMB File Server, servermgrd, Printing, Networking, IOKit HID, DS Plug-In e Crash Reporter.

Molti ritengono che questo sartà l’ultimo grosso update per Mac OS X prima dell’arrivo, previsto il prossimo mese, di Leopard , che porterà il numero di versione 10.5.

Apple ha rilasciato anche un aggiornamento al proprio album digitale iPhoto , il 6.0.6 , che sistema alcuni problemi relativi alla compatibilità con i dati EXIF e con Photocasting.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    No a Sony
    No a Sony. :DSony is crap. :La PayStation 3 infilatevela in quel posto. (anonimo)
  • Anonimo scrive:
    La Sony Miniaturizza La RetroComp. PS2!
    http://www.theinquirer.net/default.aspx?article=38191Certo che la Sony se deve fare disastri li fa in grande stile!
    • CoreDump scrive:
      Re: La Sony Miniaturizza La RetroComp. P
      - Scritto da:
      http://www.theinquirer.net/default.aspx?article=38

      Certo che la Sony se deve fare disastri li fa in
      grande
      stile!Sony ha ribadito più volte che la compatibilitàsbandierata ( si parlava inizialmente di 1000titoli ) sarebbe stata possibile grazieall'aggiornamento del firmware previsto per illancio della console in europa ( quindi il 23 )non ci resta che aspettare qualche giorno per vederese hanno detto una minchiata non credi ? :D
    • Anonimo scrive:
      Re: La Sony Miniaturizza La RetroComp. P
      - Scritto da:
      http://www.theinquirer.net/default.aspx?article=38

      Certo che la Sony se deve fare disastri li fa in
      grande
      stile!quoto.Visto che già offre un paio di versioni di PS3 era meglio fornire una con il chip PS2 più caro (ma con migliore retrocompatibilità) e uno senza.Una volta che il supporto di emulazione software senza il chip PS2 era almeno sufficiente si poteva pensare di togliere definitivamente il chip PS2
      • Anonimo scrive:
        Re: La Sony Miniaturizza La RetroComp. P
        - Scritto da:

        - Scritto da:


        http://www.theinquirer.net/default.aspx?article=38



        Certo che la Sony se deve fare disastri li fa in

        grande

        stile!

        quoto.

        Visto che già offre un paio di versioni di PS3
        era meglio fornire una con il chip PS2 più caro
        (ma con migliore retrocompatibilità) e uno
        senza.
        Una volta che il supporto di emulazione software
        senza il chip PS2 era almeno sufficiente si
        poteva pensare di togliere definitivamente il
        chip
        PS2Quoto tutti e due, l'ho pensato anch'io.Poi non mi tornano i conti, forse i costi spropositati di produzione stimati per PS3 sono stati esagerati, a quanto pare la CPU non è così cara, non parliamo poi degli hard disk, che in quelle pezzature anche un utente finale che ne compri uno solo li pagherebbe un'inezia.Certo, ci sono gli investimenti iniziali da recuperare, ma a occhio e croce i costi di produzione, fra materiali, manodopera, marketing e distribuzione dovrebbero già ora lasciare un margine di guadagno, specie nelle versioni più care (Sony si fa pagare 100 o più $ di sovrapprezzo per il 60GB rispetto al 20GB, quando entrambi le costano poche decine di euro)
  • Anonimo scrive:
    ? litrografia ?
    :| :| :| :|Forse "litografia" ...
  • Anonimo scrive:
    CVD, meglio aspettare.
    PS3 per l'europa non avrà il supporto HW PS2, ma solo l'emulazione SW.Aquesto punto meglio aspettare la versione con Cell a 65nm, consumi molto più bassi, meno surriscaldamento e, forse, un ribasso dei prezzi.
    • Anonimo scrive:
      Re: CVD, meglio aspettare.
      L'ideale sarebbe aspettare che Sony decida di utilizzare una CPU che sia sviluppata per fare giochi e non per trattare flussi multimediali.
      • Anonimo scrive:
        Re: CVD, meglio aspettare.
        - Scritto da:
        L'ideale sarebbe aspettare che Sony decida di
        utilizzare una CPU che sia sviluppata per fare
        giochi e non per trattare flussi
        multimediali.Se non sbaglio l'architettura Core è piuttosto scalabile e permette fare versioni con più core general purpose PPC ed uguale, minore o maggior numero di unità SPE, a seconda delle esigenze di potenza di calcolo o di economicità e maggior resa dei wafer.Faranno una PS3.1 con Cell con 2 o 4 PPC e un po' meno delle sottoutilizzate SPE?O dovremo aspettare PS4?Certo che se PS3 prende piede, Cell, in versioni più general purpose, potrebbe diventare una CPU molto appetibile anche per i PC, specie considerando i costi che a quanto pare col processo a 65nm diventeranno decisamente economici per una CPU di quelle prestazioni. O l'architettura x86 deve durare in eterno per volontà divina? E fare un Cell con 2 core PPC e 2 SPE a basso costo e bassi consumi per i mercati emergenti che non hanno un grande fardello di HW e applicazioni legacy?
        • Anonimo scrive:
          Re: CVD, meglio aspettare.
          Secondo me, con il cell, la Sony ha fatto il passo più lungo della gamba.Con l'erede della PS1 e della PS2 non puoi permetterti passi falsi, era meglio andare sul sicuro:il cell può fare tante cose, ma chi sa fargliele fare? Quanto deve ancora migliorare? Cosa offre e quanto costa la concorrenza?con il blue ray poi si è messa a fare la guerra con il resto del mondo informatico!Secondo me, stavolta ha fatto cilecca, ma di brutto: la concorrenza è già in campo e sta volando.
          Se non sbaglio l'architettura Core è piuttosto
          scalabile e permette fare versioni con più core
          general purpose PPC ed uguale, minore o maggior
          numero di unità SPE, a seconda delle esigenze di
          potenza di calcolo o di economicità e maggior
          resa dei
          wafer.
          Faranno una PS3.1 con Cell con 2 o 4 PPC e un po'
          meno delle sottoutilizzate
          SPE?
          O dovremo aspettare PS4?
          Certo che se PS3 prende piede, Cell, in versioni
          più general purpose, potrebbe diventare una CPU
          molto appetibile anche per i PC, specie
          considerando i costi che a quanto pare col
          processo a 65nm diventeranno decisamente
          economici per una CPU di quelle prestazioni. O
          l'architettura x86 deve durare in eterno per
          volontà divina?

          E fare un Cell con 2 core PPC e 2 SPE a basso
          costo e bassi consumi per i mercati emergenti che
          non hanno un grande fardello di HW e applicazioni
          legacy?
          • Anonimo scrive:
            Re: CVD, meglio aspettare.
            - Scritto da:
            Secondo me, con il cell, la Sony ha fatto il
            passo più lungo della
            gamba.
            Con l'erede della PS1 e della PS2 non puoi
            permetterti passi falsi, era meglio andare sul
            sicuro:
            il cell può fare tante cose, ma chi sa fargliele
            fare? Quanto deve ancora migliorare? Cosa offre e
            quanto costa la
            concorrenza?
            con il blue ray poi si è messa a fare la guerra
            con il resto del mondo
            informatico!
            Secondo me, stavolta ha fatto cilecca, ma di
            brutto: la concorrenza è già in campo e sta
            volando.
            Dietro Cell c'è soprattutto IBM, che progetta e fabbrica anche le CPU PPC di XBox360 e Wii.Forse la versione di Cell scelta da Sony è troppo lontana dallo stile e strumenti di programmazione attualmente usati dall'industria dei giochi, avrebbe avuto più senso, finché i toolkit non fossero stati più potenti e maturi, che si fosse fatta fare una versione con più core general purpose PPC e meno SPE, da sfruttare eventualmente come coprocessori, per esempio per la fisica dei giochi, secondo i metodi di programmazione più classici.Stando come stanno le cose ora, Sony dovrà attendere che i programmatori siano in grado, come strumenti e come capacità personale, di sfruttare meglio il Cell della PS3.Come per PS2 e forse anche più, la partenza di PS3 sarà lenta ancora per un po', se si danno da fare, il prossimo Natale inizieranno a ingranare un po', ma per decollare sul serio ci vorranno un paio d'anni, considerato il vantaggio che stanno accumulando Wii e XBox360.Ma forse per MS sarà peggio così: MS è ancora nuova nel settore, e naviga un po' a vista, cercando sia di carpire un po' di segreti ai grandi vecchi, sia di mettere nel suo prodotto elementi distintivi dalla concorrenza.Se Cell si rivelasse la strada del futuro, ma per troppo tempo vivacchiasse in un limbo, prima di decollare veramente, per MS sarebbe troppo tardi per capire in tempo la tendenza futura e poterla adottare nella prossima versione di XBox, MS ha bisogno di sapere prima possibile se Cell è un cavallo vincente, specie se insisterà nel ciclo di rilascio ravvicinato delle generazioni successive. E avere pure il tempo eventualmente di farsi fare una versione che non si chiami Cell e se ne distingua un po', per motivi d'immagine.
          • Anonimo scrive:
            Re: CVD, meglio aspettare.
            I flussi multimediali non servono a niente ???Dimenticate linux ......io mi immagino PS3 ....mentre rippa un dvd e me lo scarica via rete sul PC metre io faccio altre cose in pochi minutioppure mi converte un cd audio in ogg alla velocità della luce :D :D :D :D :D :DL'unica incognita è ...Quanto sarà aperta agli sviluppatori linux PS3 ????
          • Anonimo scrive:
            Re: CVD, meglio aspettare.
            - Scritto da:
            I flussi multimediali non servono a niente ???

            Dimenticate linux ......

            io mi immagino PS3 ....
            mentre rippa un dvd e me lo scarica via rete sul
            PC metre io faccio altre cose in pochi
            minuti

            oppure mi converte un cd audio in ogg alla
            velocità della luce




            :D :D :D :D :D :D

            L'unica incognita è ...
            Quanto sarà aperta agli sviluppatori linux PS3
            ????
            I flussi servono, per certe cose, ma le unità SPE devi usarle esplicitamente e avere gli strumenti per farlo.Ma un sistema multitasking, multithreading e con supporto al SMP già da subito può sfruttare i multicore general purpose e su gran parte dei programmi attualmente disponibili avremmo il massimo beneficio da un Cell con più di un core general purpose.
  • avvelenato scrive:
    XBOX AL TAPP3TO!
    Come da titolo
Chiudi i commenti