Apple/ Un'estate dalle mele rosse

di D. Galimberti. Sono passate ormai diverse settimane dall'annuncio dei risultati fiscali del terzo trimestre ma, alla luce di quanto accaduto poi, vale sicuramente la pena di commentarli adesso


Roma – Per l’ennesima volta da qualche anno a questa parte, e nonostante la dichiarata crisi del settore, Apple annuncia un trimestre estremamento positivo, con una crescita di fatturato del 30% e un utile netto triplicato rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Volendo scendere in dettaglio, l’utile è stato pari a 61 milioni di dollari (nonostante un onere extra di 6 milioni per ristrutturazione) pari a 16 centesimi di dollaro per ogni azione, contro i 19 milioni realizzati nello stesso periodo dello scorso anno. Non deve quindi sorprendere l’andamento positivo del titolo AAPL a Wall Street, in continua crescita da ormai parecchi mesi. A conti fatti si tratta del “miglior terzo trimestre fiscale” di Apple da otto anni a questa parte: se c’è ancora qualcuno che vuol sostenere la tesi dell’azienda sull’orlo del fallimento, non vedo su quali basi possa fare un’affermazione del genere.

Per meglio comprendere le scelte aziendali e le possibili mosse future, occorre però scendere nei dettagli: in questo trimestre Apple ha venduto iPod e CPU in quantità praticamente equivalenti (860 mila iPod e 876 mila CPU) registrando forti aumenti in entrambi i settori. Ma se un 14% di crescita nella vendita di Macintosh rappresenta un ottimo risultato, che dire allora della crescita dell’iPod, pari a ben il 183%? Al di là degli incrementi, la maggior fetta di fatturato arriva ovviamente dal settore computer, con l’iMac che l’ha fatta ancora da padrone nonostante il mercato dei portatili in continua crescita.

Le previsioni per l’attuale quarto fiscale sono altrettanto ottimistiche, anche se probabilmente le proporzioni degli incrementi saranno ancora più sbilanciate. Cominciamo subito col dire che durante l’estate, il mercato dei computer è notoriamente in una fase di stallo; se aggiungiamo il fatto che l’iMac, macchina principe delle vendite, è attualmente fuori listino in attesa della nuova revisione che verrà presentata a settembre, non viene difficile immaginare che la crescita di vendite di questo settore (seppur paragonata allo stesso periodo estivo dello scorso anno) potrebbe essere minima, nonostante il sostegno dato dai nuovi PowerMac G5 e dai portatili G4. Viceversa, il periodo estivo dovrebbe segnare un ulteriore balzo in avanti del “settore musicale”, grazie alla presentazione dei nuovi iPod, al lancio europeo degli iPod-mini, e all’attivazione di iTunes Music Store in Inghilterra, Francia e Germania.

Alla luce di queste considerazioni appare quindi molto sensata la strategia di Apple, che sapendo di non poter contare sull’apporto dell’iMac per questo trimestre, ha concentrato tutti i suoi sforzi per dare il maggior risalto possibile agli altri settori: non è sicuramente un caso che molte novità siano arrivate tra giugno e luglio, e che molte di queste riguardassero il settore della musica: da quelle appena citate, alla presentazione di Airport Express, un dispositivo dotato di un’apposita uscita per inviare allo stereo la musica proveniente da iTunes. Per non parlare poi del concorso legato al centomilionesimo brano venduto sull’iTunes Music Store, con tanto di comunicazione della vincita (un PowerBook 17″) annunciata telefonicamente da Steve Jobs in persona al fortunato cliente.

La strategia appare ancora migliore se andiamo ad esaminare quello che succederà nel trimestre successivo: tra settembre ed ottobre verrà presentato il nuovo iMac, HP presenterà la propria versione di iPod, e verrà lanciato l’iTunes Music Store in tutta Europa; tutto questo attenendosi alle notizie già date per certe, e tralasciando eventuali altre novità che sicuramente non mancheranno.


L’attesa creata intorno al nuovo iMac non è ancora alta, ma da qui a settembre i pronostici si moltiplicheranno, e nonostante sia molto difficile pronosticare quale sarà il design, qualcuno ci ha già provato:


http://www.spymac.com/gallery/show_photo.php?picid=211620&nr=39
,

http://www.spymac.com/gallery/show_photo.php?picid=203494&nr=84
,

http://www.spymac.com/gallery/show_photo.php?picid=198631&nr=106
,

http://www.spymac.com/gallery/show_photo.php?picid=181163&nr=183
.

In ogni caso appare quasi inevitabile che il nuovo iMac riscuota lo stesso successo dei suoi predecessori, sia per l’attesa forzata che si sta creando in questi mesi, sia per le caratteristiche tecniche che dovrebbero distinguerlo dal modello attuale: infatti è più che lecito aspettarsi l’introduzione di un PPC-G5, tanto più che i PowerMac attuali sono tutti biprocessori. Resta un alone di mistero sui motivi che hanno portato a questa scelta ma per ora non è dato saperlo, e forse i veri motivi non saranno mai resi noti.

Lasciando perdere le indiscrezioni sul prossimo iMac (argomento sul quale sicuramente ci sarà molto da parlare tra un mesetto), vale sicuramente la pena di commentare un altro paio di notizie relative al binomio iTunes-iPod.

La prima riguarda la disputa tra Apple e Real: quest’ultima, come si è riportato alcuni
giorni fa
, è riuscita ad ideare un sistema grazie al quale la musica comprata dal proprio negozio on-line può venir letta dall’iPod. Questa mossa suona un po’ come una ripicca visto che Apple, durante la primavera, aveva già rifiutato la proposta di Real volta a realizzare un patto che portasse proprio a un risultato di questo tipo. Probabilmente dal punto di vista legale Real ha studiato per bene le proprie mosse, e in una possibile causa potrà contare su numerosi precedenti che hanno visto il reverse engineering uscire vincente da dispute simili. Anche Apple però sicuramente non tarderà le proprie
contromosse
: stiamo parlando di un prodotto che è di proprietà di Apple, e questa ha tutti i diritti di apportare le opportune modifiche per far sì che il sistema ideato da Real cessi di funzionare. Il rischio (per ora lontano) è che questo gioco al rimpiattino finisca per danneggiare l’utente, ma volendo analizzare la questione in ogni dettaglio, è veramente difficile dare ragione all’uno piuttosto che all’altro.

Apple cerca di difendere quella che è una sua creazione: il binomio iTunes-iPod funziona alla perfezione e l’idea che qualcuno possa “sfruttare” il successo dell’iPod per fare concorrenza all’iTunes Music Store non dev’essere molto gradita ad Apple (come non lo sarebbe a nessun’altra azienda che si trovasse nella stessa situazione). Se poi consideriamo il fatto che il mercato è appena nato ed è in piena espansione, la volontà di mantenere la posizione finora conquistata è indubbiamente molto forte. D’altro canto avere più possibilità di scelta è sempre un vantaggio per gli utenti, e la mossa di Real, dettata dalla possibilità di rendere la propria musica disponibile sul più diffuso riproduttore portatile, è altrettanto comprensibile. In fin dei conti Real non ha nulla da perdere, mentre Apple si trova di fronte ad una scelta che potrebbe avere risvolti dagli esiti più disparati, anche alla luce delle possibili espansioni di mercato e di eventuali accordi tra gli altri concorrenti del settore.

Solo il tempo ci dirà se Apple sta facendo la scelta giusta, ma nel frattempo per consolidare la propria posizione, con un annuncio a sorpresa è stato siglato un patto che porterà (nella prima metà del prossimo anno) una versione mobile di iTunes sui cellulari Motorola. L’importanza strategica di questo annuncio è enorme, in quanto Apple si prepara ad allargare i propri confini nell’immenso mercato della telefonia cellulare. Questa possibilità potrebbe portare in un futuro immediato anche ad una versione PDA del proprio software, ad un iTunes Music Store accessibile attraverso i cellulari di nuova generazione, e magari anche all’utilizzo della tecnologia QuickTime in questo tipo di dispositivi: del resto l’iTunes Music Store è ormai diventato un importante portale anche per la fruibilità di video musicali e trailer cinematografici.

Domenico Galimberti

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo
    Quello che dici è tutto vero, solo
    che proprio nell'ambito della cucina credo
    che a livello professionale (e non
    amatoriale) siano più impestati che
    nel software!!

    Io non cucino, ma ho alcuni amici del
    settore che le loro ricette che tirano di
    più non te le danno manco per il
    cavolo (e soprattutto non se le scambiano
    neanche tra di loro), altro che "open
    source" !

    Una sera provai a discutere con una mia
    amica che lavora per un ristorante del
    modello open da applicare alla cucina, ma
    venne fuori appunto che hanno una
    mentalità closed peggio di quella nel
    software!!sarà per questo che ultimamente i 4 salti in padella vanno così di moda, un pò come i programmatori visual basic,li trovi anche al supermercato.......
  • Anonimo scrive:
    Re: Sui portatili e' una rogna
    beh io non me ne intendo molto,ma ho un acer t800 da circa un anno e l'ho fatto andare con la red hat 9, la suse 9 e adesso ho installato una debian sarge. mi funziona tutto (a parte il wireless del centrino) e addirittura son riuscito a fare andare il modem.ci vuole solo pazienza, ore di ricerche in rete e un po' di cose da studiare... e hardware supportato... non avendo provato altri portatili non so se gli acer siano solo fuffa, cmq a me funziona e mi basta.poi basta sputare su windows. basta non usarlo, il mondo è pieno di sistemi operativi!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè dovrei prendere HP ?
    - Scritto da: Anonimo
    Su linux con wine ci gira tutto quello che
    hai elencato se poi vuoi anche un supporto
    c'è crossover ma è a
    pagamento.
    Un discorso analogo poi potrei farlo col Mac
    poco software rispetto a win, macchine
    proprietarie etc... e minor supporto dalla
    comunità open.E bla bla bla, bla bla bla, bla bla bla.......sempre le solite tre stupidaggini........
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè dovrei prendere HP ?
    - Scritto da: Anonimo
    Addirittura 5,ma alla Apple li vendono come
    il fruttivendolo le mele ? :D:D:Din 15 anni ho avuto 5 portatili...complicato da capire ?
  • Anonimo scrive:
    Re: Da utente Mac...
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo


    Dal momento che Apple è in
    assoluto

    uno dei brand con l'utenza più

    fidelizzata (non ci schiodano dalla Mela

    nemmeno col bazooka), ...
    A me per allontanarmi dal mio ibook e' stata
    piu' che sufficente l'assistenza Apple: un
    migliaio di euro per riparare la scheda
    madre senza garanzie di funzionamento :(L'assistenza Apple praticamente mai "ripara" il componente rotto ma lo cambia del tutto. Per la scheda madre degli iBook c'è stato un richiamo e il cambio è stato ovviamente gratuito, anche per gli iBook fuori garanzia.Altrettanto ovviamente, la nuova scheda è COPERTA da garanzia, ma tu, che NON hai un iBook, non puoi saperlo.La scheda madre di un iBook si CAMBIA, non si "ripara".....l'iBook non è mica prodotto da Asus....Perfino se ti si rompe un iPod, ti mandano un corriere a casa e dopo 3 o 4 giorni hai un iPod NUOVO, non il tuo riparato.Abituati, come siete, al mondo x86 di Giggi er Truzzo, non potete parlare di Apple perché vi si sgama subito.... ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Le brioches di MariaAntonietta...
    Porella da secoli le danno dell'oca e invece era un genio dell'economia.
  • Anonimo scrive:
    Re: Da utente Mac...
    Idem col superdrive, non erano 1000 ma in proporzione mi hanno dissanguato.Se si rompono è una tragedia.
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè dovrei prendere HP ?
    Addirittura 5,ma alla Apple li vendono come il fruttivendolo le mele ? :D:D:D
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè dovrei prendere HP ?
    Su linux con wine ci gira tutto quello che hai elencato se poi vuoi anche un supporto c'è crossover ma è a pagamento.Un discorso analogo poi potrei farlo col Mac poco software rispetto a win, macchine proprietarie etc... e minor supporto dalla comunità open.
  • Anonimo scrive:
    Re: Apple a rischio estinzione?
    - Scritto da: danieleNA
    Che Linux come Sistema Operativo
    preinstallato sia l'inizio della fine?Se Apple non e' ancora scomparsa e' perche' fa computer con hw eccezionale anche da spento. Io sono passato da un iBook ad un centrino e un po' mi sono pentito...(linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ritorno alla tana per il pinguino
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    www.macitynet.it/macity/aA18691/index.shtml





    www.webmasterpoint.org/risorse/articolo.asp?i



    mi raccomando, copriti cha fa freddo ai
    poli

    !



    (win)
    Un piccolo aggiornamento...:
    www.repubblica.it/2004/g/sezioni/scienza_e_teQuindi windows è finito!!!Winari, chiudete le finestre, tirate giù anche le tapparelle, spegnete i vostri piccì e andate a fare in c***!!!!!!!(linux)(apple)
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
  • Anonimo scrive:
    Re: Open mind, not only open source...
    - Scritto da: Gianluca70

    Se posso, io voglio usare tutti gli OS
    esistenti, per scegliere quello che meglio
    si confa' alle mie esigenze, e la scelta non
    mi deve essere preclusa in nessun modo: il
    progresso avviene per ricerche e confronti,
    la mancanza di possibilita' e scelte porta
    solo alla sterilita'.Purtroppo questo è impossibile per una maggioranza di seguaci di Stallman: open mindness, ma solo a senso unico. Ovvero l'idea balorda di scalzare un "monopolio" sostituendolo con un altro, solo apparentemente frammentato in decine di fork e flavors. Basti guardare come si comportano molti sostenitori di linux nei confronti degli eccellenti *BSD, per rimanere nel gratuito e "open". La decantata "varietà di scelta" ridotta al manicheismo ottuso di chi conosce solo linux e windows, e volutamente falsata nella sua dimensione storica - o forse qualcuno si premura di ricordare che di "alternative" ne sono sempre esistite a bizzeffe, per persone informate e capaci di scegliere ? OS/2, AIX, HP-UX, Irix, Tru64, BSDi, Sun OS, (Open)VMS e poi plan9, OS/9, Inferno, BeOS, NextStep...
  • Anonimo scrive:
    Re: Open mind, not only open source...

    Chi vuole solo giocare e' giusto si compri
    una console.Meno male che come al solito ci pensa il Mechano a dare ordini al popolino rozzo ed ingnorante.
    In molti hanno sia il computer che la
    console, non ha senso usare un PC per
    giocare, sia perche' l'hardware anche se
    puo' essere piu' veloce (se il PC e' molto
    recente) comunque non e' integrato e non
    funziona bene come la console.Certo non ha senso, perché mai dovrebbe avere senso avere un pò di sana competitività ad esempio nel mercato delle schede grafiche?Per far si che costino meno oppure che per lo stesso prezzo se ne possano avere di più potenti?Prendiamoci tutti una bella console super-proprietaria, senza possibilità di acquistare l'hardware che riteniamo più consono alle nostre esigenze.Ce lo dice il nostro profeta che immagino comunque sia poco interessato a facezie di questo tipo e bolli tutto quanto con i soliti discorso del tipo "cosa ce ne facciamo di tutta questa potenza di calcolo che aumenta ogni 6 mesi per ingrassare i produttori di hardware"
  • Anonimo scrive:
    Re: [semi OT] leggetevi questa
    - Scritto da: Mechano

    - Scritto da: Anonimo


    vai a lavorare e vedrai che anche le
    fiat ti

    andranno bene

    Tempo fa mi serviva una macchinina per la
    mia ragazza. C'erano una Peugeot 106 e una
    Fiat Punto piu' recente della Peugeot 106,
    entrambe usate. Mio papa' aveva avuto un
    Peugeot, e ho preferito fare prendere quella
    alla mia ragazza.
    La Punto la prese sua sorella, dato che
    aveva un buon prezzo anche quella.

    Beh la Peugeot ha fatto tantissimi km senza
    alcun problema, solo regolare manutenzione
    di una automobilina usata.
    Nella Punto s'e' rotta in sequenza pompa dei
    freni, vari aggeggi elettrici delle aste di
    comando dei fari e dei tergicristalli, pompa
    dell'acqua dei tergicristalli e un
    ammortizzatore.

    Fai un po' te... Se ora ci mettono pure i
    sistemi di controllo Micro$ozz...

    --
    Mr. MechanoPare che l'utilizzo di windows causi malfunzionamenti retrodatati di 10 anni dal che si evice che Mr.Meccanòentro dieci anni userà windows.
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    Una curiosità, ma a te che
    importa

    quelo che dicono a Mr.Mecchano?

    Non deviare il discorso.
    Io ti ho fatto delle domande precise.
    Non me ne importa di mecchano più di
    quanto ne può importare a te.
    Quindi io torno alla prima domanda:
    Che te ne importa a te se si usa un
    nomignolo come Winzozz per individuare un
    sistema oeprativo commerciale?Ma a te che importa se a me importa quali terminiusa Mecchano, e non deviare il discorso, rispondi!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Ritorno alla tana per il pinguino
    - Scritto da: Anonimo
    www.macitynet.it/macity/aA18691/index.shtml

    www.webmasterpoint.org/risorse/articolo.asp?i

    mi raccomando, copriti cha fa freddo ai poli
    !

    (win)Un piccolo aggiornamento...:http://www.repubblica.it/2004/g/sezioni/scienza_e_tecnologia/linuxromadue/californilinux/californilinux.html
  • Anonimo scrive:
    Re: [semi OT] leggetevi questa
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Mechano



    - Scritto da: Anonimo




    vai a lavorare e vedrai che anche
    le

    fiat ti


    andranno bene



    Tempo fa mi serviva una macchinina per
    la

    mia ragazza. C'erano una Peugeot 106 e
    una

    Fiat Punto piu' recente della Peugeot
    106,

    entrambe usate. Mio papa' aveva avuto un

    Peugeot, e ho preferito fare prendere
    quella

    alla mia ragazza.

    La Punto la prese sua sorella, dato che

    aveva un buon prezzo anche quella.



    Beh la Peugeot ha fatto tantissimi km
    senza

    alcun problema, solo regolare
    manutenzione

    di una automobilina usata.

    Nella Punto s'e' rotta in sequenza
    pompa dei

    freni, vari aggeggi elettrici delle
    aste di

    comando dei fari e dei tergicristalli,
    pompa

    dell'acqua dei tergicristalli e un

    ammortizzatore.



    Fai un po' te... Se ora ci mettono pure
    i

    sistemi di controllo Micro$ozz...



    non vedo l'ora di comprarne una, te invece
    comprati la macchina con il pinguinello,
    così quando meno te lo aspetti, il
    sistema non riconoscerà i driver dei
    freni, oppure quelli dei tergi cristalli e
    poi sarà una macchina pesantissima e
    inutile che per accendersi perderà un
    quarto d'ora

    (win)Già me la immagino una FIAT che dopo l'ennesimo guasto con upgrade (sostituzione) di un pezzo ti avverte: " E' stato rilevato un nuovo componenente.Attendere la registrazione e l'avvio dei driver necessari...""Warning: Drivers non installati per incompatibilità hardware...premere un tasto per riavviare....":s:(:'(Ma l'automobile, almeno quella (!), poteva fare a meno di Bill.....nessuno ne sentiva la mancanza a bordo!8)
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo
    Una curiosità, ma a te che importa
    quelo che dicono a Mr.Mecchano?Non deviare il discorso.Io ti ho fatto delle domande precise.Non me ne importa di mecchano più di quanto ne può importare a te.Quindi io torno alla prima domanda:Che te ne importa a te se si usa un nomignolo come Winzozz per individuare un sistema oeprativo commerciale?
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo


    Una curiosita'...

    Ma a te cosa te ne importa se c'e'
    gente che

    chiama chiama quel sistema operativo

    "winzozz".

    Ne perdi del denaro? E' una bestemmia?



    E' un nomignolo per un prodotto
    commerciale,

    che danno ne fa a te?

    Sei il produttore di quel prodotto

    commerciale?



    O sei cosi' altruista che vuoi tanto
    bene a

    Mechano e ti preoccupi per lui se
    qualcuno

    lo addice come persona faziosa?





    Regards

    Anto

    Una curiosità, ma a te che importa
    quelo che dicono a Mr.Mecchano?O e' lui in incognito oppure e' ancora sotto l'effetto della seduta :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL

    Una curiosita'...
    Ma a te cosa te ne importa se c'e' gente che
    chiama chiama quel sistema operativo
    "winzozz".
    Ne perdi del denaro? E' una bestemmia?

    E' un nomignolo per un prodotto commerciale,
    che danno ne fa a te?
    Sei il produttore di quel prodotto
    commerciale?

    O sei cosi' altruista che vuoi tanto bene a
    Mechano e ti preoccupi per lui se qualcuno
    lo addice come persona faziosa?


    Regards
    AntoUna curiosità, ma a te che importa quelo che dicono a Mr.Mecchano?
  • Anonimo scrive:
    Re: [semi OT] leggetevi questa

    non vedo l'ora di comprarne una, te invece
    comprati la macchina con il pinguinello,
    così quando meno te lo aspetti, il
    sistema non riconoscerà i driver dei
    freni, oppure quelli dei tergi cristalli e
    poi sarà una macchina pesantissima e
    inutile che per accendersi perderà un
    quarto d'oracerto che chi se lo sarebbe mai aspettato, dopo quello che la general motors (proprietaria fiat) disse di microsoft anni fa:"If GM had kept up with the technology like the computerindustry has, we would all be driving $25.00 cars that got1,000 miles to the gallon." In response to Bill's comments, General Motors issued a pressrelease stating: If GM had developed technology like Microsoft, we would all bedriving cars with the following characteristics: 1) For no reason whatsoever, your car would crash twice a day. 2) Every time they repainted the lines in the road you wouldhave to buy a new car. 3) Occasionally your car would die on the freeway for noreason. You would have to pull over to the side of the road, closeall of the windows, shut off the car, restart it, and reopen thewindows before you could continue. For some reason you would accept this. 4) Occasionally, executing a manoeuvre such as a left turnwould cause your car to shut down and refuse to restart, in whichcase you would have to reinstall the engine. 5) Only one person at a time could use the car unless youbought "CarNT", but then you would have to buy more seats. 6) Macintosh would make a car that was powered by the sun, wasreliable, five times as fast and twice as easy to drive - but wouldonly run on five percent of the roads. 7) The oil, water temperature, and alternator warning lightswould all be replaced by a single "General Protection Fault" warninglight. 8) New seats would force everyone to have the same sized butt. 9) The airbag system would ask "are you sure?" before deploying. 10) Occasionally, for no reason whatsoever, your car would lockyou out and refuse to let you in until you simultaneously lifted thedoor handle, turned the key and grabbed hold of the radio antenna. 11) GM would require all car buyers to also purchase a deluxeset of Rand McNally road maps (Now a GM subsidiary) even thoughthey neither need nor want them. Attempting to delete this option would immediately cause the cars performance to diminish by 50%or more. Moreover, GM would become a target for investigation by the Justice Department. 12) Every time GM introduced a new car, car buyers would haveto learn to drive all over again because none of the controls wouldoperate in the same manner as the old car. 13) You'd have to press the "Start" button to turn off theengine.
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo
    Mr. Meccanò ma si rende conto che
    mettere il termine "winzozz" ad ogni
    piè sospinto lascia ampi dubbi
    di faziosità sul contenuto dei suoi
    post? Senza considerare
    la suoprstizione, di stampo medioevale, che
    farlo troppo spesso fa diventare cechiUna curiosita'...Ma a te cosa te ne importa se c'e' gente che chiama chiama quel sistema operativo "winzozz".Ne perdi del denaro? E' una bestemmia?E' un nomignolo per un prodotto commerciale, che danno ne fa a te?Sei il produttore di quel prodotto commerciale?O sei cosi' altruista che vuoi tanto bene a Mechano e ti preoccupi per lui se qualcuno lo addice come persona faziosa?Regards Anto
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè dovrei prendere HP ?
    - Scritto da: Anonimo




    Ho un Titanium, con il listino Acer
    potrei

    incartarci il pesce....senza
    offesa..... ;)

    ahahahahahahahaah


    ROTFL

    la più grande fregatura della storia
    apple.... il TITANIUM :DGuarda che se trovi qualcuno disposto a vendertene uno usato, puoi averlo anche tu, non c'è motivo di rosicare solo perché non ne hai mai avuti di portatili così.Peccato che non sia più prodotto...quello da 1GHz con SD è stata la migliore macchina che ho mai avuto, e di Apple, IBM e Toshiba ne ho avuti diversi....Ti ripeto, senza tema di smentita, che con il listino Acer ci puoi proficuamente terminare una sessione di svuotamento viscere. Acer vende macchine economiche per terzo mondo informatico.
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè dovrei prendere HP ?
    - Scritto da: Anonimo
    ahahahahahahahaah


    ROTFL

    la più grande fregatura della storia
    apple.... il TITANIUM :Dnon la penso come te...forse perchè ho posseduto 5 portatili Apple.titanium 15" e adesso il powerbook 17"sono degli ottimi portatili...
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè dovrei prendere HP ?


    Ho un Titanium, con il listino Acer potrei
    incartarci il pesce....senza offesa..... ;)ahahahahahahahaahROTFLla più grande fregatura della storia apple.... il TITANIUM :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo

    C'e' chi lo ama e lo tratta per quello che
    e': un'opera dell'ingegno che appartiene a
    tutti. Liberamente ispirato a opere del'ingegno che appartenevano ad AT&T, Berkeley, Tanenbaum, HP... ed a tutti quelli che avessero una manciatina di dollari per comprare le relative licenze, e che magari rinunciavano anche a una pizza per farsi il Lyon's Commentary. Rivoluzionario, veh...
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    -
    Il bello di Linux e' proprio questo. C'e'
    chi lo tratta come un semplice strumento.
    C'e' chi lo ama e lo tratta per quello che
    e': un'opera dell'ingegno che appartiene a
    tutti. Una rarita' nel nostro tempo.lo ama? :o
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo
    Finalmente un utente linux che riconosce la
    ...
    Questo perchè windows è
    considerato un mezzo
    per fare altre cose
    lavorare/giocare/chattare ecc.ecc
    e non un fine.Il bello di Linux e' proprio questo. C'e' chi lo tratta come un semplice strumento. C'e' chi lo ama e lo tratta per quello che e': un'opera dell'ingegno che appartiene a tutti. Una rarita' nel nostro tempo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo
    A me ste installazion idilliache del
    pinguino non sembrano vere, e ne ho provate
    tante tante tante e c'è materiale per
    far campare schiere di installatori per
    l'eternità.Prova un Knoppix.Nella piu' sfigata delle ipotesi resta fuori solo il Winmodem.
  • Anonimo scrive:
    Re: Sui portatili e' una rogna
    - Scritto da: Anonimo
    Il Linux User Expo dello scorso anno ha
    scelto i portatili Apple come "Miglior
    Hardware" per Linux dopo le SGI Altix
    (server enterprise da svariati zeri...).Beh dai non e' il caso di paragonare un produttore che fara' si e no una decina di configurazioni basate su al piu' 3 piastre madre non e' come la miriade di portatili x86 con chip VIA C3, AMD, Trasnmeta, Intel, e con 4-5 o piu' produttori di chipset per motherboard con almeno 5-6 produttori di chip grafici e una decina di chip audio o winmodem.
    Anche con i laptopToshiba non ho avuto
    problemi
    Perché incaponirsi con la robaccia di
    seconda scelta come la fuffa prodotta da
    Acer? :|Purtroppo c'e' da mettere in conto il caso che te ne regalino uno, o che l'azienda ti dia quello... :-(Sono ancora scottato da un'esperienza con degli Acer 50x con Pentium MMX e chipset video Neomedia, con una PCMCIA completamente fuori standard e il solito winmodem Conexant di una serie micragnosa.Il giorno piu' felice per con quel portatile e' stato quando me l'hanno fregato degli albanesi all'Autogrill che hanno forzato la Punto van della ditta e questa con i soldi dell'assicurazione mi ha comprato un Fujitsu/Siemens!
  • Anonimo scrive:
    Re: La strada da seguire!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo


    Ottima distro!!





    SuSE è la strada che
    dovranno

    seguire


    gli sviluppatori di Linux se
    vorranno

    avere


    finalmente dei sistemi
    preinstallati

    sui PC!


    Non è un caso che SuSE sia

    arrivata


    per prima su un computer
    estremamente


    commerciale come un portatile HP!





    SuSE è la distro Linux
    più


    commerciale attualmente
    disponibile, ma


    probabilmente una via nel mezzo
    potrebbe


    portare ad una distro coerente...
    ad

    essere


    un po' più GNU ma
    altrettanto


    appetibile per il grande pubblico!





    SuSE 9.1 User... (linuxUser)
    (linux)




    punto-informatico.it/forum/poc.asp?x=0&fid=49

    Si difatti io sniffo... :)

    SuSEuser...
    (linux)eh eh, sei simpatico;)
  • Anonimo scrive:
    Re: La strada da seguire!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Ottima distro!!



    SuSE è la strada che dovranno
    seguire

    gli sviluppatori di Linux se vorranno
    avere

    finalmente dei sistemi preinstallati
    sui PC!

    Non è un caso che SuSE sia
    arrivata

    per prima su un computer estremamente

    commerciale come un portatile HP!



    SuSE è la distro Linux più

    commerciale attualmente disponibile, ma

    probabilmente una via nel mezzo potrebbe

    portare ad una distro coerente... ad
    essere

    un po' più GNU ma altrettanto

    appetibile per il grande pubblico!



    SuSE 9.1 User... (linuxUser) (linux)

    punto-informatico.it/forum/poc.asp?x=0&fid=49Si difatti io sniffo... :)SuSEuser... (linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: La strada da seguire!
    - Scritto da: Anonimo
    Ottima distro!!

    SuSE è la strada che dovranno seguire
    gli sviluppatori di Linux se vorranno avere
    finalmente dei sistemi preinstallati sui PC!
    Non è un caso che SuSE sia arrivata
    per prima su un computer estremamente
    commerciale come un portatile HP!

    SuSE è la distro Linux più
    commerciale attualmente disponibile, ma
    probabilmente una via nel mezzo potrebbe
    portare ad una distro coerente... ad essere
    un po' più GNU ma altrettanto
    appetibile per il grande pubblico!

    SuSE 9.1 User... (linuxUser) (linux)http://punto-informatico.it/forum/poc.asp?x=0&fid=49271&tfid=2
  • Anonimo scrive:
    Re: Le brioches di MariaAntonietta...
    - Scritto da: Gianluca70
    1. per non mangiarsi il mercato dei desktop
    2. per economie di scala e decisioni
    commerciali, ovvero sotto un certo prezzo
    non si va altrimenti non si ottiene un
    determinato margine oppure si rischia di
    annacquare il brand e via dicendo...

    E lo stesso discorso dei produttori di auto,
    che devono stare attenti a differenziare
    bene i vari segmenti, altrimenti si trovano
    la concorrenza in casa (es. Ka e Fiesta, C2
    e C3, 147 e 156)

    Nel corso di Economia e Organizzazione
    Aziendale, mi ricordo chiaramente di una ben
    definita legge economica, che legava
    l'acquisto di un bene alla sua qualita' e al
    suo prezzo, ne riporto un breve e grezzo
    esempio (le brioches di MariaAntonietta...):
    se il costo del pane si alzasse talmente
    tanto da divenire confrontabile con quello
    delle brioches, molti comincerebbero a
    comprare queste ultime (ovvero vale il
    contrario, se si abbassasse moltissimo il
    prezzo delle brioches, molti comincerebbero
    ad acquistarle perche' la qualita' e' piu'
    alta a parita' di prezzo).
    Da cui il proverbiale motto della povera
    regina...
    Ecco uno dei motivi dei segmenti ben
    differenziati per automobili e computer.
    Ciao!Nteressante... (linux)
  • Anonimo scrive:
    La strada da seguire!
    Ottima distro!!SuSE è la strada che dovranno seguire gli sviluppatori di Linux se vorranno avere finalmente dei sistemi preinstallati sui PC! Non è un caso che SuSE sia arrivata per prima su un computer estremamente commerciale come un portatile HP!SuSE è la distro Linux più commerciale attualmente disponibile, ma probabilmente una via nel mezzo potrebbe portare ad una distro coerente... ad essere un po' più GNU ma altrettanto appetibile per il grande pubblico!SuSE 9.1 User... (linuxUser) (linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: Sui portatili e' una rogna
    Siete entrambi degli sfigati...Ma si può offendersi e litigare utilizzando un termine come WINDOWS?
  • Anonimo scrive:
    Re: Per 60 dollari....
    - Scritto da: Anonimo

    Sono daccordo.

    non avevamo dubbi, tu saresti disposto a dire
    anche che la cacca è deliziosa se
    fosse
    d'aiuto alla causa "linuz"Alla causa "linuz" contribuisce già molto bene il lavoro dei programmatori dello zio bill....Poi mettici anche il lavoro di tante software house nostrane, che magari si occupano di gestionali, e la "spocchia" di tanti winari/incapaci ed il gioco è fatto!!!Tempo 5 anni e non ci ricorderemo nemmeno più di voi.....(linux)(apple)
  • Anonimo scrive:
    Re: Sui portatili e' una rogna

    Eh, si vede che non hai argomentazzionizz.Belle le tue, di argomentazioni!!!TI ripeto, tornatene ad adorare il posterone dello zio bill....!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    Se tutti gli utenti PC dovessero fare

    così le pizzerie sarebbero sempre

    piene di smanettoni.



    Ma ti pare che per risolvere un
    problema del

    PC devo andare in pizzeria, ma che,

    scherziamo??!?

    La serata in pizzera è stata solo uno
    dei tanti eventi che organizzano tra loro
    ogni tanto per stare in compagnia e fare
    qualcosa tra amici. Se vuoi andarci anche tu
    non te lo impediscono.

    Le altre manifestazioni le svolgono in dei
    locali presi a prestito da strutture
    universitarie, sportive o circoli no-profit,
    che danno uno stanzone e una presa di
    corrente per un pomeriggio. Li si aiuta la
    gente a installare Linux, si fanno dei
    miniconvegni, si incontrano programmatori
    per scambiarsi informazioni, e si rivedono
    amici che stanno un pò lontano per
    vedersi spesso.

    A me è piaciuto perchè ho
    visto persone appassionate e legate
    dall'amore per un hobby, in questo caso
    Linux.Finalmente un utente linux che riconosce la verità
    Ce ne sono tantissimi, le riviste che
    riportano l'elenco italiano dei LUG fanno
    fatica a farli stare tutti in 2 pagine.
    Alcune grandi città ne hanno anche
    più di uno, e ce ne sono anche in
    tutti i grandi paesi di provincia. hanno
    tutti dei siti con dei forum dove puoi
    chiedere aiuto anche li.
    Nessuno mi ha mai chiesto soldi e sono stati
    sempre tutti gentili e disponibili nei
    limiti del loro tempo dedicato a questa
    cosa.

    Secondo me è una cosa bellissima, ed
    ora io e mia moglia andiamo spesso a
    trovarli alle manifestazioni quando siamo
    liberi.
    E continuo a dire, Windows non ha questi
    fenomeni, perchè l'amore per Linux
    è qualcosa di sincero che va oltre il
    desiderio di profitto.Questo perchè windows è considerato un mezzo per fare altre cose lavorare/giocare/chattare ecc.ecce non un fine.
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL (e curina)
    - Scritto da: Anonimo

    certo infatti i soldi per aprire il

    ristorante li ho fatti vendendo licenze

    microsoft (sai ci sono certi margini)



    ma va......

    oh mamma...
    quale parte di ":D :D :D" non ti è
    chiara?la seconda :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo
    Se tutti gli utenti PC dovessero fare
    così le pizzerie sarebbero sempre
    piene di smanettoni.

    Ma ti pare che per risolvere un problema del
    PC devo andare in pizzeria, ma che,
    scherziamo??!?La serata in pizzera è stata solo uno dei tanti eventi che organizzano tra loro ogni tanto per stare in compagnia e fare qualcosa tra amici. Se vuoi andarci anche tu non te lo impediscono.Le altre manifestazioni le svolgono in dei locali presi a prestito da strutture universitarie, sportive o circoli no-profit, che danno uno stanzone e una presa di corrente per un pomeriggio. Li si aiuta la gente a installare Linux, si fanno dei miniconvegni, si incontrano programmatori per scambiarsi informazioni, e si rivedono amici che stanno un pò lontano per vedersi spesso.A me è piaciuto perchè ho visto persone appassionate e legate dall'amore per un hobby, in questo caso Linux.Ce ne sono tantissimi, le riviste che riportano l'elenco italiano dei LUG fanno fatica a farli stare tutti in 2 pagine. Alcune grandi città ne hanno anche più di uno, e ce ne sono anche in tutti i grandi paesi di provincia. hanno tutti dei siti con dei forum dove puoi chiedere aiuto anche li.Nessuno mi ha mai chiesto soldi e sono stati sempre tutti gentili e disponibili nei limiti del loro tempo dedicato a questa cosa.Secondo me è una cosa bellissima, ed ora io e mia moglia andiamo spesso a trovarli alle manifestazioni quando siamo liberi.E continuo a dire, Windows non ha questi fenomeni, perchè l'amore per Linux è qualcosa di sincero che va oltre il desiderio di profitto.
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo
    Io ho trovato aiuto nella mia città.Solidarietà quindi.
    visto che spesso fanno degli incontri e
    delle serate in pizzeria. anno un locale
    dove incontrano le persone e le aiutano.Per inculcarti i loro dogmi, anche i testimoni ti aiutano, vai anche da loro?
    Gli ho portato il mio PC e mi hanno aiutato
    ad installare e configurare tutto. Da alloraCerto, per loro è una macchina in più sottratta al capitalismo.
    ho imparate un sacco di cose e quando ho un
    problema mi basta postarlo in un forum
    oppure ci mettiamo daccordo per il prossimo
    incontro.Se tutti gli utenti PC dovessero fare così le pizzerie sarebbero sempre piene di smanettoni.Ma ti pare che per risolvere un problema del PC devo andare in pizzeria, ma che, scherziamo??!?
    E nessuno mi ha mai presentato un conto. E'Strano, dicono che GNU incentivi il guadagno.
    troppo bello Linux soprattutto per tutti
    questi ragazzi appassionati che ti danno una
    mano. Non ho mai visto niente di simile per
    Windows.Gratis.Windows? è anche peggio con tutti i trick e tips e razzi e mortaretti botole e segreti.Informati meglio, va'!
  • Anonimo scrive:
    Re: Sui portatili e' una rogna
    - Scritto da: Anonimo
    Linux sui portatili e' sempre stato una
    rogna. Ma non per colpa sua.
    I portatili hanno sempre avuto hardware
    ridicolo, modem senza DSP. Schede video
    integrate da schifo, chipset per la PCMCIA e
    bus leggermente fuori standard.
    Installarci Linux e' sempre stato un
    calvario, tanto che chi ci riusciva scriveva
    sempre un How-to per spiegare come aveva
    fatto.
    In passato sia io che amici abbiamo provato
    ad installarlo su dei portatili e c'erano
    marche che erano rognosissime. Specie gli
    Acer e anche gli IBM.
    Ma soprattutto gli Acer sono stati quelli
    che mi hanno fatto bestemmiare piu' di
    tutti.Il Linux User Expo dello scorso anno ha scelto i portatili Apple come "Miglior Hardware" per Linux dopo le SGI Altix (server enterprise da svariati zeri...).Anche con i laptopToshiba non ho avuto problemiPerché incaponirsi con la robaccia di seconda scelta come la fuffa prodotta da Acer? :|
  • Anonimo scrive:
    Re: Sui portatili e' una rogna
    - Scritto da: Anonimo




    Eccolo, è arrivato un'altro
    troll.



    Impara ad usare Linux invece di
    trollare.

    Potresti cominciare tu, cercando di imparare
    l'educazione....Perchè? Ho detto qualche parolaccia? forse Linucs?

    Ma forse è meglio che te ne torni ad
    usare il tuo bel winzozz.....(troll)Eh, si vede che non hai argomentazzionizz.
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL (e curina)

    certo infatti i soldi per aprire il
    ristorante li ho fatti vendendo licenze
    microsoft (sai ci sono certi margini)

    ma va......oh mamma...quale parte di ":D :D :D" non ti è chiara?;-)
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL (e curina)
    - Scritto da: Anonimo

    pensa che io (ex informatico ormai
    pentito e

    stufo di passare la vita dietro ad un

    monitor, ho deciso di dare un cambio
    netto

    alla mia vita... e guarda un po' mi sono

    dato proprio alla cucina

    vedi è così che finiscono
    tutti gli openari, a furia di non fare
    pagare nulal :D :D :D

    meglio va, almeno magari sono bravi a
    cucinare e ci facciamo delle pantagrueliche
    magnate alla faccia di Stallmancerto infatti i soldi per aprire il ristorante li ho fatti vendendo licenze microsoft (sai ci sono certi margini)ma va......
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL

    Capirai che ci deve fare una psicologa con
    un computer.Magari credeva che il sorgente avesse qualcosa a che fare con le cure termali:D
  • Anonimo scrive:
    Re: Sui portatili e' una rogna
    Sinceramente sono 3 anni che ho linux installato sui portatili che ho usato in questo tempo, e apparte fli winmodem tutto mi funziona alla perfezione.Anzi, da 1 anno e mezzo ho pure uciso l'ultima partizione win per liberare spazio piu utile ad altre cose.Se vi interessa gli portatili sono un DELL (non ricordo il modello), un compaq evo nv2000 e thinkpad r40.Tra l'altro non mi sono troppo preoccupato a farli funzionare i winmodem, magari sarei riuscito a farlo ma non mi sono serviti. Solo quello del compaq il quale funziona con i driver binari gratuiti, che mi è servito.Per il resto tutto perfetto, 3D, audio, suspend, suspend to disk, pcmcia, e tutto il resto.Continuo a stupirmi di chi dice che linux non funge sui portatili, ametto che gli winmodem rompono e spesso non funzionano, ma in finale si puo usare un vero modem pcmcia senza spendere molto. E rivendere quello interno.
  • Anonimo scrive:
    Re: Sui portatili e' una rogna


    Eccolo, è arrivato un'altro troll.

    Impara ad usare Linux invece di trollare.Potresti cominciare tu, cercando di imparare l'educazione....Ma forse è meglio che te ne torni ad usare il tuo bel winzozz.....(troll)
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL (e curina)

    pensa che io (ex informatico ormai pentito e
    stufo di passare la vita dietro ad un
    monitor, ho deciso di dare un cambio netto
    alla mia vita... e guarda un po' mi sono
    dato proprio alla cucinavedi è così che finiscono tutti gli openari, a furia di non fare pagare nulal :-D :-D :-Dmeglio va, almeno magari sono bravi a cucinare e ci facciamo delle pantagrueliche magnate alla faccia di Stallman
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo
    quantooooooooo??? il tempo è denaro,
    quanto ti paga profumatamente?

    ma su quel portatile ci potrai mettere le
    mani solo tu, immagino!!!Io ho trovato aiuto nella mia città.Nella rivista Linux Pro ho trovato un elenco dei LUG italiani. Ho visitato il sito e ho visto che spesso fanno degli incontri e delle serate in pizzeria. anno un locale dove incontrano le persone e le aiutano.Gli ho portato il mio PC e mi hanno aiutato ad installare e configurare tutto. Da allora ho imparate un sacco di cose e quando ho un problema mi basta postarlo in un forum oppure ci mettiamo daccordo per il prossimo incontro.E nessuno mi ha mai presentato un conto. E' troppo bello Linux soprattutto per tutti questi ragazzi appassionati che ti danno una mano. Non ho mai visto niente di simile per Windows.
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL (e curina)
    ciao bellissimo post!!pensa che io (ex informatico ormai pentito e stufo di passare la vita dietro ad un monitor, ho deciso di dare un cambio netto alla mia vita... e guarda un po' mi sono dato proprio alla cucina (sarà perché il primo algoritmo che ho visto in vita mia era una ricetta ma ho sempre amato la cucina quanto la programmazione).Ad ogni modo, saremo uno dei primi ristoranti open source in italia, il ché non solo perché avremo vari pc gnu/linux all'interno, ma anche perché tutte le ricette saranno disponibile, scambiabili e migliorabili....sai qual'è l'unica grossa differenza tra la programmazione e la cucina?che in cucina un tool come il gcc te lo scordi e tocca fare tutto a mano :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Sarebbe anche ora!!!
    - Scritto da: TADsince1995

    Che linux si diffonda anche sui notebook! Io
    oggi volevo installare la nuova Slackware
    10.0 sul mio Travelmate 292Lci e scopro con
    orrore che non ci sono i driver per il
    wireless di Intel o meglio... La Intel ha
    aperto un progetto su sourceforge per
    incoraggiare la scrittura dei driver...Vedi? Linuz sui portatili NON FUNZIONA!!!Ops!!! Ma cosa dico eresie, no no, per una questione di logica, se su 1 portatile su 10 non funziona, allora funzionerà sugli altri 9, quindi tu rientri nel caso in cui non funziona, cos'altro dire: sei sfigato.
       Che serietà... Non
    li potevano scrivere loro, anche closed,
    come hanno già fatto tante altre
    aziende!?!?Ma come, non ti piaceva Linucs?Dàì, scrivili tu i driver che mancano, e poi donali alla komunità.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarebbe anche ora!!!
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: TADsince1995



      Che linux si diffonda anche sui
      notebook! Io

      oggi volevo installare la nuova
      Slackware

      10.0 sul mio Travelmate 292Lci e scopro
      con

      orrore che non ci sono i driver per il

      wireless di Intel o meglio... La Intel
      ha

      aperto un progetto su sourceforge per

      incoraggiare la scrittura dei driver...

      Vedi? Linuz sui portatili NON FUNZIONA!!!Ma no, cosa dici, linux funziona benissimo, sono i portatili che non vanno
  • Anonimo scrive:
    Re: Per 60 dollari....
    - Scritto da: Mechano
    E' per quello che alla fine e' sempre
    preferibile Linux o un BSD coi sorgenti.
    Perche' se prendi un PC con hardware noto e
    ben supportato e una buona scheda di rete dinoto e ben supportato quindi VECCHIO e SORPASSATO.
    cui ci sono i driver in forma di sorgenti
    (3Com o Intel), puoi andare a smanettare a
    mano nei parametri di timing, TTL e
    datapackets (drop e retain) del sorgente
    della scheda di rete, e poi ricompilare il
    modulo. In questo modo dopo 3-4 proveCerto, già che ci sei perchè non dissaldi il connettore della ethernet e ne metti un nuovo? che c'è di male?
    capisci gia' quali parametri hanno
    peggiorato o migliorato la velocita' per
    determinate applicazioni.
    E' per questo che i sistemi opensource non
    avranno mai eguali nel mondo closed per
    moltissime applicazioni.Ah ah ah eccolo un'altro dogma del software libero. Scusa sai, ma non concordo.
    Se non sei un programmatore non significa
    necessariamente che tu non possa mettere le
    mani al sorgente del modulo della scheda di
    rete. Ci sono forum e mailing list da
    perdercisi dentro su questi argomenti eda PERDERSI, l'hai detto!
    molte informazioni utili. Io sono partito da
    li' piu' che reinventarmi la ruota andando a
    tentoni.Capirai che riutilizzo, impasticciare un modulo già pasticciato!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Da utente Mac...
    - Scritto da: Anonimo
    lo sanno pure i cani che linux sta rubando
    quote a Mac, vatti a leggere le statisticheMa dove? io da due anni sono passato al Mac da Linux, dopo essere passato a Linux da Windows, e non ci penso neanche morto a tornare indietro.
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Mechano
    Non sono statisticizzabili gli utenti che
    scaricano una distribuzione gratuita, o la
    trovano su una rivista e se la installano.
    Miriadi di dual boot e utenti Linux
    inesistenti per il marketing...Il marketing dell'eticamente e liberamente gratis?
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Mechano
    Tutto sommato se e' un hardware e'
    supportato alla fine Linux e' piu' rapido
    nell'installazione e configurazione di
    qualsiasi Winzozz.Tutto sommato se è in buona parte hardware VECCHIO e comunque non recente, figuriamoci l'ultima novità da grido, non se ne parla proprio.
    Se non sai di cosa parlo allora ti sembra
    eccessivo tutto.A me ste installazion idilliache del pinguino non sembrano vere, e ne ho provate tante tante tante e c'è materiale per far campare schiere di installatori per l'eternità.
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Mechano
    Non vedo che differenza faccia dato che
    queste cose le faccio gratis per degli
    amici, oppure per i frequentatori del mio
    LUG... Ma no, non è gratis, non andare in giro a sbandierare che è gratis perchè non ci crede più nessuno, Linux e l'installazione li puoi rivendere, il prezzo lo decidi tu, e ti puoi far pagare PROFUMATAMENTE.
    Il tempo impiegato per documentarsi non e'
    mai perso perche' puo' tornare utile in
    futuro di fronte allo stesso problema.Problemi mutanti per tutte le diverse distribuzioni.
    In Linux se qualcosa e' supportato all'80%
    sta sicuro che e' cosi', su Winzozz c'e'
    scritto perfettamente compatibile e invece
    c'e' sempre qualche problema e rischia di
    non funzionarti nulla, specie con XP. Se seiNon funziona? Sei sfigato.
    fortunato in qualche sito trovi i driver
    aggiornati, altrimenti rischi di perderci
    delle ore.Appunto, anche lo dici, il problema è che SEI SFIGATO.
    Se fosse stato un Lucent gia' noto il
    problema era gia' risolto, ma purtroppo o
    per fortuna mi e' sembrato un altro modello
    e parrebbe anche un'altra marca, che forse
    e' pienamente supportato.PARE sia pienamente supportato.
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Mechano
    l'olio. L'unico problema e' il winmodem che
    pare essere supportato ma io non volevoAh ma allora funziona Linux, è evidente!!! funziona TUTTO!!!
    perderci tempo, gli dedichero' un'oretta unquantooooooooo??? il tempo è denaro, quanto ti paga profumatamente?
    altro giorno dopo essermi documentato
    meglio. Tanto lo usa con un'ADSL tramite un
    Dentro la Lorma Linux c'e' gia' kernelMa cos'è, l'ennesima mutazione del pinguino? e quante altre ce ne saranno? oh mio dioma su quel portatile ci potrai mettere le mani solo tu, immagino!!!
    Mentre voi perdete tempo a provocare e
    attaccare zizzanie ecco che un altro
    potenziale cliente di cacciavitari punta e
    clicca e di prodotti M$ se ne va...Ma non c'è mica solo Microsoft su questa terra, così come non ci sono solo le Fiat o i cacciaviti di una certa marca, ma si, queste sono cose troppo sottili da percepire.
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Mechano
    Ora e' la volta della Claudia, e forse nel
    computer dello studio anche Stefano. Ma
    Stefano a casa non credo che mettera' mai
    Linux perche' dato che a tempo perso compone
    anche musica ha bisogno di pilotare un sacco
    di hardware midi e schede proprietarie
    piuttosto strane...Cos'è, uno spot?Beh se compone A TEMPO PERSO lo invito calorosamente a installarselo il pinguino, viceversa è meglio lasciar perdere.Con tutte le piattaforme che esistono su sta terra proprio Linux deve andare a installare? Ma ti prego!!!Se non compone a tempo meno perso ma vuole concentrarsi sul lavoro che fa piuttosto che fare il "meccanico" del pinguino, gli consiglio di comprarsi un Macintosh.Io? Mai avuto carie in vita mia.
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Mechano



    - Scritto da: Anonimo







    punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=569901




    La Claudia che e' anche lei una
    psicologa

    della stessa associazione ha visto il

    portatile della Daniela e adesso l'ha
    voluto

    pure lei...



    --

    Saluti.

    Mr. Mechano
    Amore a prima vista :pCapirai che ci deve fare una psicologa con un computer.
  • Anonimo scrive:
    Re: Open è più difficile
    - Scritto da: Africano
    scrivere codice open è
    attività affatto diversa che scrivere
    closedHo visto diverso codice open e la norma è che lo scrivono a tentativi, visto e considerato il fatto che l'open recluta molta gente a casa che non scrive codice come professione ma per mille altri motivi.
    l'open invece è pubblico e la sua
    diffusione è legata all'accettazione
    di quel codice da parte degli altri
    programmatori ed è sempre in
    competizione con altro codice open e non
    è garantito a nessuna linea di codice
    il suo posto in mezzo ad altro codice openAndare a guardare ogni riga di codice è una visione riduzionistica che ti fa perdere la visione d'insieme.Io spero che chi scriva codice abbia già qualcosa in testa, l'importante è che scriva in modo completo e coerente, poi lo stile può cambiare da professionista a professionista.Negare che non esista uno stile per me è segno di profonda ignoranza o inesperienza, viste le mille variabili messe in gioco, la complessità del problema e il modo in cui ognuno risolve un problema.Se tutti i programmatori del mondo potessero accoltellarsi per ogni singola riga di codice, beh, mi sa che si regredisce arrivando a una situazione di blocco invece di crescere, anche perchè penso che appunto, chi scrive una cosa ci pensa su due volte, e perchè ci possono molti modi di risolvere un problema. C'è sempre qualcuno che decide a discapito di qualcun'altro anche nel codice open, c'è ben poco di "libero", te lo fanno solo credere.A me pare che più che altro si alimentino facili polemiche, lotte e faide che con un bene comune ( quale sia poi, è da indagare ), non hanno niente a che vedere.
    programmi closed e la qualità del
    codice è nella fortuna commerciale di
    imprese commerciali
    open invece si diffonde solo se si afferma
    il suo valore di codiceGuarda, se non ho capito male ciò che dici, ci potrebbe essere un'applicazione open scritta con i piedi, ma se la gente ne ha bisogno, la usa lostesso, a prescindere da come è stato scritto il codice, chissà quante ce ne sono già scritte con i piedi.Questo per dire che la qualità del codice dipende dal programmatore etc e non dal fatto che sia closed oppure open, che non è detto che tutti i programmatori del mondo armati di clava e forconi siano migliori di qualunque altro programmatore, e che un software non si limita ad essere composto da linee di codice ma è il risultato d'insieme di un lavoro, di un'idea, di un investimento di alcune persone dove non è detto che chiunque si possa arrogare di metterci il becco.
  • Anonimo scrive:
    Re: Sui portatili e' una rogna
    - Scritto da: Anonimo
    Installarci Linux e' sempre stato un
    calvario, tanto che chi ci riusciva scriveva
    sempre un How-to per spiegare come aveva
    fatto.Ma no, sei sfigato.
    In passato sia io che amici abbiamo provato
    ad installarlo su dei portatili e c'erano
    marche che erano rognosissime. Specie gli
    Acer e anche gli IBM.
    Ma soprattutto gli Acer sono stati quelli
    che mi hanno fatto bestemmiare piu' di
    tutti.Va beh, se non compri hardware top level che cosa ti aspetti? Linux mica è fatto per girare altrove.
    Ora per fortuna moltissimo hardware e' piu'
    supportato di prima, e anche i produttori di
    portatili fanno qualche cazzata in meno, e
    se sei sfortunato te la cavi col solo
    winmodem non supportato o supportato a
    meta'.Ma da dove sei uscito? ma ti prego torna nel tuo paese dei sogni.
    Se si va avanti cosi' e i produttori testano
    i loro portatili anche con Linux, sara'
    tutto piu' facile..Eccolo, è arrivato un'altro troll.Impara ad usare Linux invece di trollare.
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
  • Anonimo scrive:
    Re: Sui portatili e' una rogna
    - Scritto da: Anonimo
    Faccio così su tutti i notebook ASUS
    (che vanno una meraviglia, soprattutto
    quelli con cpu AMD, nella ditta dove lavoro
    ne abbiamo 84) e non ho mai avuto alcun
    problema.Sapevo della Knoppix, pero' ti ringrazio dell'avermi segnalato quest'altra informazione.
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
  • Anonimo scrive:
    Re: Per 60 dollari....
    Interessante... stiamo parlando un'iniziativa per l'accademia e mi tiri fuori le scuole superiori
    • Anonimo scrive:
      Re: Per 60 dollari....
      - Scritto da: Anonimo
      Interessante... stiamo parlando
      un'iniziativa per l'accademia e mi tiri
      fuori le scuole superioriE che è un'accademia? Sarà quella militare?A me hanno sempre insegnato che il processo di apprendimento in un individuo, dalla nascita alla maturità fosse diviso in 3 fasi, quella dell'infanzia, quella educativa che dura fino alla fine della scuola dell'obbligo e quella accademica o di confutazione delle nozioni. Quindi mi pare che accademico e scuola superiore e poi l'università non sia sbagliato.Il termine giusto per la scuola dell'obbligo è educativo o educational.
      • Anonimo scrive:
        Re: Per 60 dollari....


        Interessante... stiamo parlando

        un'iniziativa per l'accademia e mi tiri

        fuori le scuole superiori

        E che è un'accademia? Sarà
        quella militare?Vediamo se la definizione odierna della crusca ti basta: "adunanza d' huomini studiosi, detti ACCADEMICI."http://vocabolario.biblio.cribecu.sns.it/cgi-bin/Vocabolario/search_context?rimando=1&pattern=ACCADEMIA.&tag_n=ENTRY&attr_n=ID&attr_v=A187
        A me hanno sempre insegnato che il processo
        di apprendimento in un individuo, dalla
        nascita alla maturità fosse diviso in
        3 fasi, quella dell'infanzia, quella
        educativa che dura fino alla fine della
        scuola dell'obbligo e quella accademica o di
        confutazione delle nozioni. Quindi mi pare
        che accademico e scuola superiore e poi
        l'università non sia sbagliato.La definizione del termine accademia è piuttosto generico, nel parlato comune mi pare però che ci siano ben pochi dubbi sul fatto che si tratti di un ciclo di studi universitari.
        Il termine giusto per la scuola dell'obbligo
        è educativo o educational.La sostanza non cambia: l'abbonamento ha come target l'università e non la scuola dell'obbligo.http://www.microsoft.com/italy/msdn/msdnaa/default.aspPi se vogliamo stare a filosofeggiare facciamo pure...
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL

    Sara' ma continui a offendere e a sputare
    fuffa senza avere le palle per firmarti.
    Ergo non vali nulla ne' come esperto ICT ne'
    come forumista da spiaggia.interessante rapporto di causa effetto:non hai le palle per firmarti-
    non vali nulla come sperto ICT....
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Mechano
    - Scritto da: Anonimo


    Opinione Sua personale. Comunque win xp
    viene

    normalmente installato per circa 20 euro

    comprese

    TUTTE le periferiche presso una
    qualsiasi

    catena di assemblatori. Non so quante

    "orette" impieghino ma non credo molte.

    Eheheh quella della preinstallazione e' una
    storia a parte.
    A noi utenti/clienti non e' dato sapere che
    problemi ha avuto il negoziante in
    laboratorio per far funzionare tutto
    l'hardware del nostro PC con Winzozz. Un
    negoziante furbo si prova le configurazioni
    che vende e se ci sono problemi si procura
    driver e quanto serve per rendere tutto il
    meno dispendioso possibile e poi replica le
    fasi d'installazione ad ogni macchina.
    L'utente acquista qualcosa di gia' pronto
    dove 20 euro e' il giusto prezzo sia che sia
    andato tutto liscio, sia che il negoziante
    ci abbia smadonnato tutta la notte e
    giustamente non te lo dice.

    Con la Lorma Linux su quel portatile posso
    dire di aver fatto un'installazione
    velocissima, meno di 20min. Piu' veloce c'e'
    stata solo una Mepis e una Knoppix che non
    fa altro che scompattarti un'immagine ISO
    del suo file system.

    E posso dire che e' stata molto piu' veloce
    di qualsiasi installazione Winzozz perche'
    l'installazione ha compreso la perfetta
    installazione e configurazione di chip
    grafico, chipset PCI e relativi PCMCIA, USB.
    Il mouse con rotella, il tipo di monitor e
    la risoluzione, la stampante multifunzione
    col suo scanner, la scheda di rete e il
    client DHCP per ricevere l'IP dal DHCP
    server sul router ADSL.
    Con Winzozz2000 o XP oltre mezz'ora andava
    via per il solo sistema operativo e un'altra
    mezz'ora per il disk jokeing e i successivi
    riavvii per l'installazione dei driver della
    motherboard, scheda video, usb, stampante
    multifunzione, e perfino della stupidissima
    chiavetta di memoria USB che e' solo un
    semplice mass storage standard.

    Quindi oltre quei 15-20min il resto del
    tempo e' stato dedicato alla configurazione
    del driver di stampa per metterlo alla
    migliore risoluzione, l'integrazione tra
    hpoj, Sane e OpenOffice per pilotare al
    meglio lo scanner nei vari software, e un
    po' di configurazione delle decine di
    facilities che ci stanno in KDE.

    Tutto sommato se e' un hardware e'
    supportato alla fine Linux e' piu' rapido
    nell'installazione e configurazione di
    qualsiasi Winzozz.



    e parrebbe anche un'altra marca,
    che

    forse


    e' pienamente supportato.

    "purtroppo", "fortuna", "parrebbe",
    "forse",

    "pienamente"

    ammucchiati in una frase mi sembrano un

    filino eccessivi.


    Se non sai di cosa parlo allora ti sembra
    eccessivo tutto.

    I Winmodem Lucent hanno una storia a parte
    che se conoscessi Linux e quell'hardware
    conosceresti e allora capiresti cosa voglio
    dire con potrebe, parrebbe, fortuna ecc. E
    non staresti a sparare minchiate tanto per
    sport da spiaggia.

    --
    Mr. Mechano


    ==================================
    Modificato dall'autore il 11/08/2004 16.08.27mmmm...comincia a inserire troppi winzozz Mr.Meccanò, forse dovrebbe andare dal terzo amico psichiatra...per installare il sistema operativo ovviamente;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Mechano

    - Scritto da: Anonimo


    Lei non sa cosa siano le statistiche

    Meglio non sapere che credere a quelle
    sponsorizzate...

    --
    Mr. MechanoQuindi a suo avviso google publicherebbe statistiche false? Ne conosce altre attendibili?
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    -
    Anche io tengo i miei browser identificati
    come IE6 per meglio visualizzare il sito
    della mia banca facendogli credere di stare
    usando Winzozz ed Exploder altrimenti mi da
    una versione di pagine che funzionano (male)
    con Netscape 4.72, o peggio mi dice che non
    posso usare il servizio se non ho Winzozz ed
    Exploder.

    Da li' un sito che prevede la raccolta dei
    dati anche in base al browser usato fara'
    2+2 associando IE a Winzozz. Questo e' solo
    uno degli errori di queste statistiche.Si ma non ha risposto, che SO risulta usara, WIN95 WIN 98XP o cosa, la statistica era relativa al SO non al browser

    Se la statistica non preoccupasse M$ come
    voi state a voler far credere, allora non si
    giustificherebbe tutto questo accusare di
    essere un cancro virale, antiamericanismo,
    antieconomico, antitenaico,
    antiarricchimento delle saccocce di Bill
    Gate$, di Linux... Ma come, passa il tempo ad accusare MS e non ritiene legittimo che anche gli altri abbiano la stesso diritto. Suvvia Mr.Meccanò questo non è da Lei.
    O magari M$ ha statistiche diverse che non
    vuol farci vedere?Ovvio che le ha, le ha Lei che non è nessuno vuole che non le abbia Microsoft? Scusi c'è o ci fa

    --
    Mr. Mechano


    ==================================
    Modificato dall'autore il 11/08/2004 16.21.35
  • Anonimo scrive:
    Re: Sui portatili e' una rogna
    - Scritto da: Anonimo
    Linux sui portatili e' sempre stato una
    rogna. Ma non per colpa sua.
    I portatili hanno sempre avuto hardware
    ridicolo, modem senza DSP. Schede video
    integrate da schifo, chipset per la PCMCIA e
    bus leggermente fuori standard.
    Installarci Linux e' sempre stato un
    calvario, tanto che chi ci riusciva scriveva
    sempre un How-to per spiegare come aveva
    fatto.
    In passato sia io che amici abbiamo provato
    ad installarlo su dei portatili e c'erano
    marche che erano rognosissime. Specie gli
    Acer e anche gli IBM.
    Ma soprattutto gli Acer sono stati quelli
    che mi hanno fatto bestemmiare piu' di
    tutti.

    Ora per fortuna moltissimo hardware e' piu'
    supportato di prima, e anche i produttori di
    portatili fanno qualche cazzata in meno, e
    se sei sfortunato te la cavi col solo
    winmodem non supportato o supportato a
    meta'.

    Se si va avanti cosi' e i produttori testano
    i loro portatili anche con Linux, sara'
    tutto piu' facile..
    Ti consiglio di provare KOPPIX direttamente da cd, così puoi verificare subito, senza installare nulla, cosa va e cosa no.Poi puoi sempre installarla (su
    knx-install) e rispondere a poche domandine.Alla fine ti ritrovi con una bello distro Debian, che puoi aggiornare facilmente con apt.....ed un collegamento ADSL!Faccio così su tutti i notebook ASUS (che vanno una meraviglia, soprattutto quelli con cpu AMD, nella ditta dove lavoro ne abbiamo 84) e non ho mai avuto alcun problema.
  • Mechano scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo
    Lei non sa cosa siano le statisticheMeglio non sapere che credere a quelle sponsorizzate...--Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Mechano

    I browser per Linux e Opera per tutti i
    sistemi operativi permettono di modificare
    l'identificazione del browser utilizzato.
    Se visiti un sito che vuole aver la
    presunzione di raccorgliere statistiche sul
    browser e sul sistema operativo usato dagli
    utenti che lo visitano non raccogliera' mai
    dati veritieri se tutti gli utenti anche
    quelli Linux impostano il browser in modo
    che si identifichi come IE6 per ovviare a
    quei problemi di identificazione e di
    visualizzazione delle pagine introdotti da
    webmaster da spiaggia che usano prodotti
    come frontpage per la creazione dei loro
    siti...
    E se l'identificazione si basa solo
    sull'header spedito dal browser.Stallman vi ha lavato bene il cervello:"negate, negate anche di fronte alle evidenze"
    Anche io tengo i miei browser identificati
    come IE6 per meglio visualizzare il sito
    della mia banca facendogli credere di stare
    usando Winzozz ed Exploder altrimenti mi da
    una versione di pagine che funzionano (male)
    con Netscape 4.72, o peggio mi dice che non
    posso usare il servizio se non ho Winzozz ed
    Exploder.E' già tutti gli utenti linux sono hacker e fanno questo.
    Da li' un sito che prevede la raccolta dei
    dati anche in base al browser usato fara'
    2+2 associando IE a Winzozz. Questo e' solo
    uno degli errori di queste statistiche.Lei non sa cosa siano le statistiche
  • Mechano scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo
    Temo Mr.Meccanò che questo suo
    ultimo, per adesso, post
    sia incompleto, IE6 su ? Se ben ho visto la
    statistica è impostata sul SO, suvvia
    non sia modesto ci dica quale
    SO risulterebbe lei usare cosa che
    indubbiamente lei sa.I browser per Linux e Opera per tutti i sistemi operativi permettono di modificare l'identificazione del browser utilizzato.Se visiti un sito che vuole aver la presunzione di raccorgliere statistiche sul browser e sul sistema operativo usato dagli utenti che lo visitano non raccogliera' mai dati veritieri se tutti gli utenti anche quelli Linux impostano il browser in modo che si identifichi come IE6 per ovviare a quei problemi di identificazione e di visualizzazione delle pagine introdotti da webmaster da spiaggia che usano prodotti come frontpage per la creazione dei loro siti...E se l'identificazione si basa solo sull'header spedito dal browser.Anche io tengo i miei browser identificati come IE6 per meglio visualizzare il sito della mia banca facendogli credere di stare usando Winzozz ed Exploder altrimenti mi da una versione di pagine che funzionano (male) con Netscape 4.72, o peggio mi dice che non posso usare il servizio se non ho Winzozz ed Exploder.Da li' un sito che prevede la raccolta dei dati anche in base al browser usato fara' 2+2 associando IE a Winzozz. Questo e' solo uno degli errori di queste statistiche.Se la statistica non preoccupasse M$ come voi state a voler far credere, allora non si giustificherebbe tutto questo accusare di essere un cancro virale, antiamericanismo, antieconomico, antitenaico, antiarricchimento delle saccocce di Bill Gate$, di Linux... O magari M$ ha statistiche diverse che non vuol farci vedere?--Mr. Mechano==================================Modificato dall'autore il 11/08/2004 16.21.35
  • Mechano scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo
    Opinione Sua personale. Comunque win xp viene
    normalmente installato per circa 20 euro
    comprese
    TUTTE le periferiche presso una qualsiasi
    catena di assemblatori. Non so quante
    "orette" impieghino ma non credo molte.Eheheh quella della preinstallazione e' una storia a parte.A noi utenti/clienti non e' dato sapere che problemi ha avuto il negoziante in laboratorio per far funzionare tutto l'hardware del nostro PC con Winzozz. Un negoziante furbo si prova le configurazioni che vende e se ci sono problemi si procura driver e quanto serve per rendere tutto il meno dispendioso possibile e poi replica le fasi d'installazione ad ogni macchina. L'utente acquista qualcosa di gia' pronto dove 20 euro e' il giusto prezzo sia che sia andato tutto liscio, sia che il negoziante ci abbia smadonnato tutta la notte e giustamente non te lo dice.Con la Lorma Linux su quel portatile posso dire di aver fatto un'installazione velocissima, meno di 20min. Piu' veloce c'e' stata solo una Mepis e una Knoppix che non fa altro che scompattarti un'immagine ISO del suo file system.E posso dire che e' stata molto piu' veloce di qualsiasi installazione Winzozz perche' l'installazione ha compreso la perfetta installazione e configurazione di chip grafico, chipset PCI e relativi PCMCIA, USB. Il mouse con rotella, il tipo di monitor e la risoluzione, la stampante multifunzione col suo scanner, la scheda di rete e il client DHCP per ricevere l'IP dal DHCP server sul router ADSL.Con Winzozz2000 o XP oltre mezz'ora andava via per il solo sistema operativo e un'altra mezz'ora per il disk jokeing e i successivi riavvii per l'installazione dei driver della motherboard, scheda video, usb, stampante multifunzione, e perfino della stupidissima chiavetta di memoria USB che e' solo un semplice mass storage standard.Quindi oltre quei 15-20min il resto del tempo e' stato dedicato alla configurazione del driver di stampa per metterlo alla migliore risoluzione, l'integrazione tra hpoj, Sane e OpenOffice per pilotare al meglio lo scanner nei vari software, e un po' di configurazione delle decine di facilities che ci stanno in KDE.Tutto sommato se e' un hardware e' supportato alla fine Linux e' piu' rapido nell'installazione e configurazione di qualsiasi Winzozz.

    e parrebbe anche un'altra marca, che
    forse

    e' pienamente supportato.
    "purtroppo", "fortuna", "parrebbe", "forse",
    "pienamente"
    ammucchiati in una frase mi sembrano un
    filino eccessivi.
    Se non sai di cosa parlo allora ti sembra eccessivo tutto.I Winmodem Lucent hanno una storia a parte che se conoscessi Linux e quell'hardware conosceresti e allora capiresti cosa voglio dire con potrebe, parrebbe, fortuna ecc. E non staresti a sparare minchiate tanto per sport da spiaggia.-- Mr. Mechano==================================Modificato dall'autore il 11/08/2004 16.08.27
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    -
    E saranno interessanti, dato che una buona
    parte dei siti che visito con Opera su Linux
    mi dicono che sto usando IE6... :)

    --
    Mr. MechanoTemo Mr.Meccanò che questo suo ultimo, per adesso, postsia incompleto, IE6 su ? Se ben ho visto la statistica è impostata sul SO, suvvia non sia modesto ci dica qualeSO risulterebbe lei usare cosa che indubbiamente lei sa.
  • Mechano scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo
    risposta nel tuo stile rozzo, greve ed
    arroganteMe ne straripippo...
    la tua arroganza ed il tuo ego sono ormai di
    dimensioni incontenibili, hai usato un
    Palantir per capire che ero lo stesso del
    Kernel? No perché ti conviene
    portarlo a fare riparare (magari da Gandalf,
    so che fa sconti in questo periodo), io mi
    sono limtato a sottolineare una tua macanzaSara' ma continui a offendere e a sputare fuffa senza avere le palle per firmarti. Ergo non vali nulla ne' come esperto ICT ne' come forumista da spiaggia.--Mr. Mechano
  • Mechano scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo
    certamente, e non navigano.

    sicuramente le tue parole sono un campione
    statistico più affidabile di quello
    degli utenti di googleE saranno interessanti, dato che una buona parte dei siti che visito con Opera su Linux mi dicono che sto usando IE6... :-)--Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL

    Non vedo che differenza faccia dato che
    queste cose le faccio gratis per degli
    amici, oppure per i frequentatori del mio
    LUG... quindi un utente diciamo "normale" (mi si passi il termine)non è in grado di installarselo da solo, Noto che non ha indicato il tempo impiegato nel caso particolare.
    Il tempo impiegato per documentarsi non e'
    mai perso perche' puo' tornare utile in
    futuro di fronte allo stesso problema.Quindi lo stesso problema tenderà a ripresentarsi
    In Linux se qualcosa e' supportato all'80%
    sta sicuro che e' cosi', su Winzozz c'e'
    scritto perfettamente compatibile e invece
    c'e' sempre qualche problema e rischia di
    non funzionarti nulla, specie con XP. Se sei
    fortunato in qualche sito trovi i driver
    aggiornati, altrimenti rischi di perderci
    delle ore.Opinione Sua personale. Comunque win xp vienenormalmente installato per circa 20 euro compreseTUTTE le periferiche presso una qualsiasi catena di assemblatori. Non so quante "orette" impieghino ma non credo molte.
    Se fosse stato un Lucent gia' noto il
    problema era gia' risolto, ma purtroppo o
    per fortuna mi e' sembrato un altro modello
    e parrebbe anche un'altra marca, che forse
    e' pienamente supportato."purtroppo", "fortuna", "parrebbe", "forse", "pienamente"ammucchiati in una frase mi sembrano un filino eccessivi.

    --
    Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL


    il punto però è molto

    più semplice: hai toppato

    Non posso che farmene una pippa.risposta nel tuo stile rozzo, greve ed arrogante
    Te hai sparato cazzate su cazzate sul kernel
    di Linux e sul codice degli universitari
    offendendoli e rimanendo anonimo. perche'
    non hai neppure le palle per firmarti.la tua arroganza ed il tuo ego sono ormai di dimensioni incontenibili, hai usato un Palantir per capire che ero lo stesso del Kernel? No perché ti conviene portarlo a fare riparare (magari da Gandalf, so che fa sconti in questo periodo), io mi sono limtato a sottolineare una tua macanza
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL

    Tutto fa brodo, come diceva un tizio che
    pisciava in mare da uno scoglio...citazioni di elevatissimo profilo
    E poi quella statistica e' altamente
    improbabile.dimenticavo il complotto contro Linux/Mac
    L'1% e' vecchi, ormai siamo vicini al 3% del
    Mac per i dati ufficiali. Ma questo
    comprende solo le confezioni retail di
    distribuzioni comemrciali. si certo, vedremo le statistiche di Luglio
    Non sono statisticizzabili gli utenti che
    scaricano una distribuzione gratuita, o la
    trovano su una rivista e se la installano.certamente, e non navigano.sicuramente le tue parole sono un campione statistico più affidabile di quello degli utenti di google
    Miriadi di dual boot e utenti Linux
    inesistenti per il marketing...mille milllllioooni
    Sono quelli che fanno paura a M$ e le fanno
    schifare Linux e negare l'evidenza.e sopratutto negare ciò che afferma tuo cugggino
  • Mechano scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo
    il punto però è molto
    più semplice: hai toppatoNon posso che farmene una pippa.Te hai sparato cazzate su cazzate sul kernel di Linux e sul codice degli universitari offendendoli e rimanendo anonimo. perche' non hai neppure le palle per firmarti.Hai glissato sul fatto che NASA, NSA, Team Ferrari F1 e un mare di supercomputer siano basati su Linux e non su Winmerd...Mi pare piu' grave questo che una persona che si scorda dell'esistenza di un comando "Deprecated" e proprio per questo non lo usa mai.--Mr. Mechano
  • Mechano scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo
    Grandioso!

    La strada però è molto lunga:
    www.google.com/press/zeitgeist/jun04_pie.gif

    ehehehehe 8)Tutto fa brodo, come diceva un tizio che pisciava in mare da uno scoglio...E poi quella statistica e' altamente improbabile.L'1% e' vecchi, ormai siamo vicini al 3% del Mac per i dati ufficiali. Ma questo comprende solo le confezioni retail di distribuzioni comemrciali. Non sono statisticizzabili gli utenti che scaricano una distribuzione gratuita, o la trovano su una rivista e se la installano.Miriadi di dual boot e utenti Linux inesistenti per il marketing...Sono quelli che fanno paura a M$ e le fanno schifare Linux e negare l'evidenza.--Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL



    Mi diresti in quale linguaggio di


    programmazione per Unix hai visto i

    goto?



    l'ANSI C pezzo di ignorante

    Toh e' vero! L'ANSI C ha i goto.e quindi sei ignorante
    Sono 15
    anni che non ne vedo in nessun codice che
    non fosse in basic e suoi derivati che
    pensavo che il C non l'avesse. Pero' il mio
    vecchio libro in inglese dice "Deprecated"
    accanto alla descrizione di questo comando,
    ci sara' un motivo...?tut tut lo sappiamo tutti quali siano i problemi con il goto e che è deprecato (vogliamo tirare in ballo Dijkstra? sai almeno chi è?)il punto però è molto più semplice: hai toppato
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL

    Mentre voi perdete tempo a provocare e
    attaccare zizzanie ecco che un altro
    potenziale cliente di cacciavitari punta e
    clicca e di prodotti M$ se ne va...Grandioso!La strada però è molto lunga:http://www.google.com/press/zeitgeist/jun04_pie.gifehehehehe 8)
  • Mechano scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo
    "oretta" di tempo che non sono purtroppo in
    grado di quantificare ma che, sono sicuro,
    vorrà successivamente notificarci per
    permetterci di comprendere il tempo totale,
    preferibilmente in "ore e minuti" che
    termini come "orette, minutini e
    secondarelli" potrebbero generare equivoci.
    Mi sorge un dubbio, come fare se occorre
    documentarsi, presubilmente in rete,
    sull'installazione del
    modem? Non vedo che differenza faccia dato che queste cose le faccio gratis per degli amici, oppure per i frequentatori del mio LUG... Il tempo impiegato per documentarsi non e' mai perso perche' puo' tornare utile in futuro di fronte allo stesso problema.In Linux se qualcosa e' supportato all'80% sta sicuro che e' cosi', su Winzozz c'e' scritto perfettamente compatibile e invece c'e' sempre qualche problema e rischia di non funzionarti nulla, specie con XP. Se sei fortunato in qualche sito trovi i driver aggiornati, altrimenti rischi di perderci delle ore.Se fosse stato un Lucent gia' noto il problema era gia' risolto, ma purtroppo o per fortuna mi e' sembrato un altro modello e parrebbe anche un'altra marca, che forse e' pienamente supportato.--Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Mechano

    - Scritto da: Anonimo


    Quindi riconosce esplicitamente che

    l'installazione non è riuscita

    totalmente, questo Le fa onore ed eleva

    notevolmente la stima verso di Lei.

    L'installazione e' riuscita perfettamente,
    ho omesso di configurare un componente che
    al momento non serviva, mi riservo di farlo
    appena abbiamo un attimo libero e possiamo
    riincontrarci. "L'unico problema e' il winmodem che pare essere supportato ma io non volevo perderci tempo, gli dedichero' un'oretta un altro giorno dopo essermi documentato meglio"A questo punto mi viene da chiederLe quante "orette" hadedicato a questa installazione. Nella mia ingenuota pensavoche in un "oretta" (simpatico il termine, fa pensare più a qualche minuto a tempo perso che a 60) si installasse il pacchetto completo, dal suo post si evice però che non è così, molto onesto da parte Sua riconoscerlo, la mia stima verso di Lei sale ancora specie per il "dopo esserni documentato meglio" che indubbiamente le costerà qualche "oretta" di tempo che non sono purtroppo in grado di quantificare ma che, sono sicuro, vorrà successivamente notificarci per permetterci di comprendere il tempo totale,preferibilmente in "ore e minuti" che termini come "orette, minutini e secondarelli" potrebbero generare equivoci. Mi sorge un dubbio, come fare se occorre documentarsi, presubilmente in rete, sull'installazione del modem?
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Mechano

    - Scritto da: Anonimo



    punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=569901


    La Claudia che e' anche lei una psicologa
    della stessa associazione ha visto il
    portatile della Daniela e adesso l'ha voluto
    pure lei...

    --
    Saluti.
    Mr. MechanoAmore a prima vista :p
  • Mechano scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo
    Quindi riconosce esplicitamente che
    l'installazione non è riuscita
    totalmente, questo Le fa onore ed eleva
    notevolmente la stima verso di Lei. L'installazione e' riuscita perfettamente, ho omesso di configurare un componente che al momento non serviva, mi riservo di farlo appena abbiamo un attimo libero e possiamo riincontrarci.
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Mechano

    - Scritto da: Anonimo

    Come volevasi dimostrare...

    Beh alla faccia tua una Lorma Linux (una
    derivata Fedora ottimizzata per i686), fa
    bella mostra di se su un portatile Olidata
    Stainer con AthlonXP 2400+.
    Dopo l'instalazione KDE e' stato localizzato
    in italiano e tutto e' filato liscio come
    l'olio. L'unico problema e' il winmodem che
    pare essere supportato ma io non volevo
    perderci tempo, gli dedichero' un'oretta un
    altro giorno dopo essermi documentato
    meglio. Tanto lo usa con un'ADSL tramite un
    piccolo router Hamlet da 100 euro, ne ha uno
    sia in studio che a casa. Glieli ho fatti
    prendere io sia a lei che agli altri perche'
    il router e' molto piu' pratico di un modem
    e ti da un minimo in piu' di sicurezza dalle
    intrusioni.

    Dentro la Lorma Linux c'e' gia' kernel
    2.6.7, OpenOffice.org 1.1.1 in italiano,
    Firefox e Thunderbird.

    Mentre voi perdete tempo a provocare e
    attaccare zizzanie ecco che un altro
    potenziale cliente di cacciavitari punta e
    clicca e di prodotti M$ se ne va...

    --
    Mr. MechanoQuindi riconosce esplicitamente che l'installazione non è riuscita totalmente, questo Le fa onore ed eleva notevolmente la stima verso di Lei.
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Mechano

    - Scritto da: Anonimo



    mah, il caso è interessante

    I casi sono due, o Mr.Meccanò

    frequenta molto gli psichiatri o mente

    spudoratamente,ai posteri...

    Dato che siamo in tema postero'
    l'installazione di questa Lorma (Fedora
    Core2) in un Olidata Stainer...

    --
    Mr. MechanoMa è una promessa o una minaccia? :p
  • Mechano scrive:
    Re: Per 60 dollari....
    - Scritto da: Anonimo

    Licenza MS per le universita delle
    scienze

    dell'informazione.

    vero, è il programma "academic" di
    MSDN e prima che il Mr. (fazios)Machano
    della situazione tiri fuori ciancerie sui
    soldi spesi dal contribuente: costa
    pochissimo.Il problema di una marea di individui soprattutto in italia sta nel fatto che nessuno e' in grado di guardare 10cm oltre la punta del proprio naso.Come lo spacciatore da la prima dose gratis.Come esistono i biglietti omaggio per il circo.Come la Nestle regala latte condensato in Africa.Lo scopo dei prodotti academic di M$ e' assolutamente identico. Produrre dei futuri conoscitori dei suoi sistemi e solo di quelli, che nel mondo del lavoro compreranno e faranno comprare solo quello perche' e' solo quello e non il mondo dell'informatica e della programmazione, che loro conoscono...E fuori dalle versioni academic i suoi prodotti si pagano cari e vengono rinnovati abbastanza di frequente sempre a pagamento...--Saluti. Mr. Mechano
    • Anonimo scrive:
      Re: Per 60 dollari....

      E fuori dalle versioni academic i suoi
      prodotti si pagano cari e vengono rinnovati
      abbastanza di frequente sempre a
      pagamento...

      --
      Saluti.
      Mr. MechanoMr.Meccanò mi fa specie l'uso, da parte Sua, di termini quali"caro" e "abbastanza di frequente "che,ne converra, sono alquanto aleatori e soggettivo. Sarebbe opportuna una Sua quantificazione basata su dati oggettivi cosa nella quale, visti i suoi precedenti post, Lei eccelle. Attendiamo fiduciosi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Per 60 dollari....
      e tutto questo pare essere più un problema tuo (e di qualche altro oltranzista del contro MS a tutti i costi, anche a costo semplicemente di sostituirla con IBM)gli altri mi pare abbiano salutato con favore l'iniziativa
      • Mechano scrive:
        Re: Per 60 dollari....
        - Scritto da: Anonimo
        e tutto questo pare essere più un
        problema tuo (e di qualche altro oltranzista
        del contro MS a tutti i costi, anche a costo
        semplicemente di sostituirla con IBM)

        gli altri mi pare abbiano salutato con
        favore l'iniziativaBoh mio nipote s'e' scaricato una Debian quando ha iniziato a studiare informatica al liceo.Da allora non ha speso nulla, con apt-get se la aggiorna ed ha sempre le ultime versioni di tutto il software che gli serve.Impara a programmare, un device e' un device con i suoi dettagli tecnici e non un'iconcina colorata sullo schermo, e sa come funziona il computer, e non come funziona un computer con Winzozz.Quando vide per la prima volta una shell resto' un attimo cosi', per cercare di capire cosa fosse.Poi io gli mostrai un mondo di cose fatte di comandi, pipe e caratteri. All'inizio si mise a ridere come fanno tutti gli stolti che guardano il dito quando gli si mostra la luna, poi scopri' che se vuole copiare un certo numero di file simili fa prima con un cp ed una sequenza rapida di qualche lettera e pressioni del tasto tab, e qualche giorno fa quando andai a trovarlo vidi che c'e' sempre una finestra di terminale aperta e iconificata li sul suo desktop...Da una risata ad averne sempre una a portata di mano c'e' una bella differenza.Sono passati 2 anni, e quando chiedo a suo padre (mio fratello) come va a scuola quando c'e' da avere a che fare con l'informatica, lui mi dice che i professori gli hanno riferito che e' piu' avanti dei suoi compagni. Indovina cosa usano i suoi compagni a casa?Usare una shell, dover dare dei comandi, dovere editare dei file per far funzionare alcune cose sono operazioni che insegnano, sviluppano la creativita' e l'intelligenza, e mantengono allenata la memoria.Seguire dei passaggi meccanici, dettati solo dalla memoria visiva, non sono operazioni che sviluppano alcunche' perche' sono normali della vita di tutti noi, sappiamo che dobbiamo girare una maniglia se vogliamo aprire una porta.P.S. per i giochi mio nipote ha una PS2.--Mr. Mechano
        • Gianluca70 scrive:
          Open mind, not only open source...
          - Scritto da: Mechano

          [cut]
          Quando vide per la prima volta una shell
          resto' un attimo cosi', per cercare di
          capire cosa fosse.
          Poi io gli mostrai un mondo di cose fatte di
          comandi, pipe e caratteri. All'inizio si
          mise a ridere come fanno tutti gli stolti
          che guardano il dito quando gli si mostra la
          luna, poi scopri' che se vuole copiare un
          certo numero di file simili fa prima con un
          cp ed una sequenza rapida di qualche lettera
          e pressioni del tasto tab, e qualche giorno
          fa quando andai a trovarlo vidi che c'e'
          sempre una finestra di terminale aperta e
          iconificata li sul suo desktop...
          Da una risata ad averne sempre una a portata
          di mano c'e' una bella differenza.Ho solo eliminato le prime righe, come tuo solito decisamente piente di faziosita', e cosa ho ottenuto?Che la differenza non la fa l'O.S. ma gli insegnamenti/indirizzamenti dei tutori/maestri (+ l'interesse, l'intelligenza e la voglia del soggetto in questione, ovviamente) : chi puo' capire da questo stralcio che sistema usa o usava tuo nipote? DOS, OS/2, MAC, *nix o Windows stesso in console? Esiste anche li' il prompt dei comandi, con tutti i suoi comodi linguaggi batch e di scripting...

          Sono passati 2 anni, e quando chiedo a suo
          padre (mio fratello) come va a scuola quando
          c'e' da avere a che fare con l'informatica,
          lui mi dice che i professori gli hanno
          riferito che e' piu' avanti dei suoi
          compagni.

          Indovina cosa usano i suoi compagni a casa?Non usano la shell, oppure non hanno nessuno che gli insegni CORRETTMENTE e con DOVIZIA di informazioni, cos'e' e come si puo' usare un O.S: ma anche in questo caso, non si capirebbe qual e'...

          Usare una shell, dover dare dei comandi,
          dovere editare dei file per far funzionare
          alcune cose sono operazioni che insegnano,
          sviluppano la creativita' e l'intelligenza,
          e mantengono allenata la memoria.Concordo, e' esattamente quello che faccio anch'io quando c'e' da "sbadilare" di fino...

          Seguire dei passaggi meccanici, dettati solo
          dalla memoria visiva, non sono operazioni
          che sviluppano alcunche' perche' sono
          normali della vita di tutti noi, sappiamo
          che dobbiamo girare una maniglia se vogliamo
          aprire una porta.Diamine, e' esattamente il problema di TUTTI GLI O.S., se ci si limita al loro front end grafico: Explorer, KDE, GNOME, Mosaic, XPiu' sei andato avanti, e' piu' hai dimostrato incosapevolmente che il problema e' dei "maestri", dei docenti, non degli allievi: solo se si hanno maestri preparati si puo' proseguire, negli altri casi, TUTTI gli altri casi, si rischia di divenire scimmie della grafica di turno...Quindi, dato che l'hai scritto tu, mi pare piu' che evidente che e' un problema di menti aperte, piuttosto che unicamente di codice aperto...


          P.S. per i giochi mio nipote ha una PS2.Peccato che i PC, in questi ultimi 15 anni, abbiano avuto una fortissima penetrazione proprio perche' la maggioranza degli utenti sono fruitori di applicativi/giochi, piuttosto che programmatori o sistemisti...
          --
          Mr. MechanoBuona riflessione...
          • Mechano scrive:
            Re: Open mind, not only open source...
            - Scritto da: Gianluca70
            Piu' sei andato avanti, e' piu' hai
            dimostrato incosapevolmente che il problema
            e' dei "maestri", dei docenti, non degli
            allievi: solo se si hanno maestri preparati
            si puo' proseguire, negli altri casi, TUTTI
            gli altri casi, si rischia di divenire
            scimmie della grafica di turno...

            Quindi, dato che l'hai scritto tu, mi pare
            piu' che evidente che e' un problema di
            menti aperte, piuttosto che unicamente di
            codice aperto...Beh dato che la differenza non sta nel sistema operativo ma negli insegnanti, che senso ha usarne uno a pagamento, o che va comprato se deve essere usato in un ambito diverso da quello dell'insegnamento invece che uno opensource e spesso gratuito.Se Linux e' completo sotto tutti i punti di vista, non costa nulla ed in piu' ha lo stesso costo sia che lo usi a scuola che a casa che in azienda, che senso ha insegnare ad usare un sistema che poi per casa lo dovrai pagare quando non potrai piu' usufruire delle finte offerte scontate?E che obbligheranno a pagarlo quando lo si dovra' usare per un'attivita' lavorativa?
            Peccato che i PC, in questi ultimi 15 anni,
            abbiano avuto una fortissima penetrazione
            proprio perche' la maggioranza degli utenti
            sono fruitori di applicativi/giochi,
            piuttosto che programmatori o sistemisti...Chi vuole solo giocare e' giusto si compri una console.In molti hanno sia il computer che la console, non ha senso usare un PC per giocare, sia perche' l'hardware anche se puo' essere piu' veloce (se il PC e' molto recente) comunque non e' integrato e non funziona bene come la console.--Mr. Mechano
          • Gianluca70 scrive:
            Re: Open mind, not only open source...
            - Scritto da: Mechano

            - Scritto da: Gianluca70


            Piu' sei andato avanti, e' piu' hai

            dimostrato incosapevolmente che il
            problema

            e' dei "maestri", dei docenti, non degli

            allievi: solo se si hanno maestri
            preparati

            si puo' proseguire, negli altri casi,
            TUTTI

            gli altri casi, si rischia di divenire

            scimmie della grafica di turno...



            Quindi, dato che l'hai scritto tu, mi
            pare

            piu' che evidente che e' un problema di

            menti aperte, piuttosto che unicamente
            di

            codice aperto...

            Beh dato che la differenza non sta nel
            sistema operativo ma negli insegnanti, che
            senso ha usarne uno a pagamento, o che va
            comprato se deve essere usato in un ambito
            diverso da quello dell'insegnamento invece
            che uno opensource e spesso gratuito.Mi pareva chiaro, per una questione di "apertura mentale" che gia' prima avevo citato: io non voglio essere limitato, anche se questo limite mi viene spacciato per essere il piu' libero e gratuito che esista.Se posso, io voglio usare tutti gli OS esistenti, per scegliere quello che meglio si confa' alle mie esigenze, e la scelta non mi deve essere preclusa in nessun modo: il progresso avviene per ricerche e confronti, la mancanza di possibilita' e scelte porta solo alla sterilita' .[cut[

            Chi vuole solo giocare e' giusto si compri
            una console.Spero di no! Tanti hanno cominciato comprando un PC per poterci anche giocare, in seguito si sono appassionati anche al lato serioso dello strumento: fornire solo "panem et circenses", ovvero citofonini e console et similia, non fara' crescere lo stesso numero di smanettoni che abbiamo avuto negli ultimi 30 anni
            In molti hanno sia il computer che la
            console, non ha senso usare un PC per
            giocare, sia perche' l'hardware anche se
            puo' essere piu' veloce (se il PC e' molto
            recente) comunque non e' integrato e non
            funziona bene come la console.Peccato che tu la pensi cosi', questa intransigenza e questa chiusura alla versatilita' del PC non si addice a chi fa dell'apertura la propria bandiera e il proprio stile di vita...
          • Anonimo scrive:
            Re: Open mind, not only open source...
            - Scritto da: Gianluca70

            Peccato che i PC, in questi ultimi 15 anni,
            abbiano avuto una fortissima penetrazione
            proprio perche' la maggioranza degli utenti
            sono fruitori di applicativi/giochi,
            piuttosto che programmatori o sistemisti...Non è detto che questo sia un bene, anzi.Set-top box e consolle bastano e avanzano per un uso del genere. Con questa filosofia magari un PC costava ancora come il mio primo XT (una decina di milioni), sarebbe durato altrettanto (diciamo almeno una decina d'anni, sostituendo PSU e ventole...) e non ci sarebbe stata - non così in fretta - questa inutile rincorsa al MHz e ai Mb che ha prodotto solo linguaggini RAD, accrocchi lenti e penosi come VB e java e intere legioni di di pseudoprogrammatori incapaci perfino di concepire l'idea di sfruttare direttamente e con arte la CPU fino all'ultimo ciclo e la memoria fino all'ultimo byte. Prestazioni sprecate, mercato dequalificato, certezze sfumate (una volta si sapeva cosa si comprava, ora non esistono più neppure gli HD IBM...) tutto solo per avere nei supermercati dei PC di fascia bassa che costano uno sputo e durano da Natale a S. Stefano (le macchine brand hi-end costano sempre dai 4000 euri in su, nonostante tutto). Non mi sembra un grande guadagno o un sopravanzo di civiltà...
    • Anonimo scrive:
      Re: Per 60 dollari....
      - Scritto da: Mechano
      Il problema di una marea di individui
      soprattutto in italia sta nel fatto che
      nessuno e' in grado di guardare 10cm oltre
      la punta del proprio naso.Nessuno quindi tu compreso.
      Come lo spacciatore da la prima dose gratis.Come il pinguino ti REGALA la prima distribuzione di Linux gratis.( ma potrebbe fartela pagare PROFUMATAMENTE )
      Come esistono i biglietti omaggio per il
      circo.Come esistono i sistemi operativi gratis ( Linux ).
      Come la Nestle regala latte condensato in
      Africa.Come qualcuno mi installa Linux Gratis e poi sono costretto a pagarlo PROFUMATAMENTE perchè solo lui può metterci le mani in quell'intrico di file, filini e filetti che sono così flessibili e personalizzabili.
      Lo scopo dei prodotti academic di M$ e'
      assolutamente identico. Produrre dei futuri
      conoscitori dei suoi sistemi e solo di
      quelli, che nel mondo del lavoro compreranno
      e faranno comprare solo quello perche' e'
      solo quello e non il mondo dell'informatica
      e della programmazione, che loro
      conoscono...Lo scopo di Linux è assolutamente identico. Produrre dei futuri conoscitori del suo sistema operativo e solo di quello, che nel mondo del lavoro installerano gratis e faranno installare solo quello perchè è solo quello e non il mondo dell'informatica e della programmazione, che loro conoscono...
      E fuori dalle versioni academic i suoi
      prodotti si pagano cari e vengono rinnovati
      abbastanza di frequente sempre a
      pagamento...E fuori dalle distribuzioni gratuite di Linuz, le personalizzazioni e l'assistenza si pagano PROFUMATAMENTE, e vengono incasinati abbastanza di frequente ( Non sono aggiornato ma Mozilla andava a male dopo 6 mesi se non sbaglio ) e chi ci mette le mani lo fa sempre a pagamento... e pagato PROFUMATAMENTE ( parole dei professionisti del settore )
      --
      Saluti.
      Mr. MechanoA' Moicano!
  • Mechano scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo

    Mi diresti in quale linguaggio di

    programmazione per Unix hai visto i
    goto?

    l'ANSI C pezzo di ignoranteToh e' vero! L'ANSI C ha i goto. Sono 15 anni che non ne vedo in nessun codice che non fosse in basic e suoi derivati che pensavo che il C non l'avesse. Pero' il mio vecchio libro in inglese dice "Deprecated" accanto alla descrizione di questo comando, ci sara' un motivo...?Adesso mi devi fare vedere il codice di universitari che dici essere pieno di goto.Perche' anche quando ho dato i primi esami di fondamenti la prima cosa che ci dissero i professori prima di dare quelle materie era che avremmo avuto 3 voti in meno se avessero visto un goto nel codice. E non mi pare che in nessuna universita' cio' sia diverso.--Saluti. Mr. Mechano
  • Mechano scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo
    Come volevasi dimostrare...Beh alla faccia tua una Lorma Linux (una derivata Fedora ottimizzata per i686), fa bella mostra di se su un portatile Olidata Stainer con AthlonXP 2400+.Dopo l'instalazione KDE e' stato localizzato in italiano e tutto e' filato liscio come l'olio. L'unico problema e' il winmodem che pare essere supportato ma io non volevo perderci tempo, gli dedichero' un'oretta un altro giorno dopo essermi documentato meglio. Tanto lo usa con un'ADSL tramite un piccolo router Hamlet da 100 euro, ne ha uno sia in studio che a casa. Glieli ho fatti prendere io sia a lei che agli altri perche' il router e' molto piu' pratico di un modem e ti da un minimo in piu' di sicurezza dalle intrusioni.Dentro la Lorma Linux c'e' gia' kernel 2.6.7, OpenOffice.org 1.1.1 in italiano, Firefox e Thunderbird.Mentre voi perdete tempo a provocare e attaccare zizzanie ecco che un altro potenziale cliente di cacciavitari punta e clicca e di prodotti M$ se ne va...--Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL

    Mi diresti in quale linguaggio di
    programmazione per Unix hai visto i goto?l'ANSI C pezzo di ignorante
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    Come volevasi dimostrare...
  • Mechano scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo
    perché? ti faccio due nomi di due
    programmatori windows a caso:
    Mark Russinovich
    Matt PietrekSi e anche Mc Gyver e i Ragazzi del computer... Sono programmatori Visual Basic di procedure per la gestione condominio? Perche' il mio messaggio era rivolto a quelli come te che programmano per diletto o per piccole realta' esclusivamente in Visual Basic, esclusivamente assemblando oggetti e funzioni preconfezionate, e che nonostante questo si sentono Mc Gyve e i Ragazzi del computer, anzi Russinovich e Pietrek, scusa.
    CUT di cazzate e delirii
    ...
    ma non sanno manco che significa scrivere
    codice, basta vedere l'uso ridicolo dei
    goto, o cose tipo passaggio per valore di
    una classe, o overload degli operatori fatti
    a cacchio, o tutte cose che nessuno tiMi diresti in quale linguaggio di programmazione per Unix hai visto i goto?
    insegna ma devi imparare da solo, per non
    parlare del codice del kernel di linux, una
    scimmia ammaestrata l'avrebbe scritto meglioUn kernel scritto da una scimmia ammaestrata che e' finito nei computer della NASA, della NSA e nei piu' importanti supercomputer del mondo?Ma dobbiamo avvisarli immediatamente senno' le conseguenze saranno catastrofiche!!!Va prendi il primo volo per Washington, io ti seguo dopo avere avvisato il CERN a Ginevra! :-)
    ma tanto quando non si è
    programmatori e si sa solo parlare, che ci
    vuole a dire "quello fa schifo, questo
    è bello", parli di php, di python,
    senza sapere manco che sono (se sapevi che
    erano non li avresti messi insieme)PHP l'ho "avvicinato" per caso perche' dovevo fare delle interfacce web di rapida consultazione di alcune tabelle Oracle, dovevo fare affacciare su Internet in sola lettura un database di anagrafe canina di un canile municipale, e dopo la prima settimana ne ero gia' innamorato. Ha funzioni molto potenti e costrutti presi da linguaggi piu' complessi ma senza la complessita' della gestione dell'allocazione e il rilascio delle risorse (memoria in primis).Mi sono reso conto che nei limiti dell'approccio web, il PHP e' molto piu' potente di quello che si creda o si dica in giro, specie perche' le voci che circolano sono vecchie quanto la verione 3 del PHP. Dalla 4.2.x e' cambiato moltissimo, e la 5 e' semplicemente stupenda! Ci si possono fare grossi progetti e interi gestionali web based multiutente.Python e Ruby (l'ultimo piu' conosciuto in oriente perche' inventato in giappone) sono la programmazione OOP piu' elegante e "fluente" alla lettura, che ci sia.Hanno raccolto da C++ e Java tutto quanto ci fosse di buono e semplificato il piu' possibile nel concetto quanto fosse astruso, creando dei linguaggi di programmazione con cui oltre che profiquo, programmare e' anche divertente.Peccato che non siano compilati e che i toolkit grafici (i bindings GTK) siano sempre un punto indietro come versione, altrimenti sarebbero delle ottime alternative a C e C++.--Saluti. Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    Sui portatili e' una rogna
    Linux sui portatili e' sempre stato una rogna. Ma non per colpa sua.I portatili hanno sempre avuto hardware ridicolo, modem senza DSP. Schede video integrate da schifo, chipset per la PCMCIA e bus leggermente fuori standard.Installarci Linux e' sempre stato un calvario, tanto che chi ci riusciva scriveva sempre un How-to per spiegare come aveva fatto.In passato sia io che amici abbiamo provato ad installarlo su dei portatili e c'erano marche che erano rognosissime. Specie gli Acer e anche gli IBM. Ma soprattutto gli Acer sono stati quelli che mi hanno fatto bestemmiare piu' di tutti.Ora per fortuna moltissimo hardware e' piu' supportato di prima, e anche i produttori di portatili fanno qualche cazzata in meno, e se sei sfortunato te la cavi col solo winmodem non supportato o supportato a meta'.Se si va avanti cosi' e i produttori testano i loro portatili anche con Linux, sara' tutto piu' facile..
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    evidentemente non conosci ne python, ne la programmazione oo, mi spiace per te
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    tu hai grossi problemi mentali, capisco che uno per giustificare la sua ignoranza cerchi di mettere in mostra quella degli altri, ma stai sfociando nel ridicolo, sai perché? ti faccio due nomi di due programmatori windows a caso:Mark RussinovichMatt Pietrekora secondo il tuo discorso, questa è gente che non sa fare niente perché usano strumenti ms, ah ma mettiamoci anche john carmack della id software perché no, infondo anche lui usa strumenti ms, eh gia, i bravi programmatori stanno solo su unix, talmente bravi che il 70% del software open source che ho visto è scritto da universitari che si a progettare sono bravi, ma non sanno manco che significa scrivere codice, basta vedere l'uso ridicolo dei goto, o cose tipo passaggio per valore di una classe, o overload degli operatori fatti a cacchio, o tutte cose che nessuno ti insegna ma devi imparare da solo, per non parlare del codice del kernel di linux, una scimmia ammaestrata l'avrebbe scritto meglioma tanto quando non si è programmatori e si sa solo parlare, che ci vuole a dire "quello fa schifo, questo è bello", parli di php, di python, senza sapere manco che sono (se sapevi che erano non li avresti messi insieme)ma mi chiedo, è troppo difficile parlare con cognizione di causa? capisco le mode del momento, bisogna risaltare in qualche modo per colmare le proprie carenze affettive/sessuali/psicologiche, però almeno non scendere nel ridicolo
  • Mechano scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo

    mah, il caso è interessante
    I casi sono due, o Mr.Meccanò
    frequenta molto gli psichiatri o mente
    spudoratamente,ai posteri...Dato che siamo in tema postero' l'installazione di questa Lorma (Fedora Core2) in un Olidata Stainer...--Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    Re: Ritorno alla tana per il pinguino
    - Scritto da: Anonimo
    quindi tu sei meglio dell'ANSA ... ma va....

    linux è finito e ancora voi ci andate
    dietro...Il fatto e' che anche Repubblica ha scritto che Monaco "potrebbe rivedere" il suo piano di migrazione. E sta ancora vagliando i rischi. Non ha bloccato completamente come dice questo annuncio.
  • Mechano scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo

    I casi sono due, o Mr.Meccanò

    frequenta molto gli psichiatri o mente

    spudoratamente,ai posteri...

    adesso se ne uscirà dicendo che
    questa è un'altra che si è
    fatta convincere dalla prima...

    occhio che arriva...E' un'associazione di psicologi. Io ne conosco 4. Con 3 di loro siamo amici, la Daniela alla quale ho messo la Mandrake da qualche mese, e gli altri che stavano aspettando di vedere se questo esperimento funzionava.Ora e' la volta della Claudia, e forse nel computer dello studio anche Stefano. Ma Stefano a casa non credo che mettera' mai Linux perche' dato che a tempo perso compone anche musica ha bisogno di pilotare un sacco di hardware midi e schede proprietarie piuttosto strane...--Saluti. Mr. Mechano
  • Mechano scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo
    punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=569901La Daniela e' andata di Mandrake e lavora gia' bene da tempo.La Claudia che e' anche lei una psicologa della stessa associazione ha visto il portatile della Daniela e adesso l'ha voluto pure lei...--Saluti. Mr. Mechano
  • Mechano scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo
    ALT, ma non dicevi che le avevi messo gia
    mandrake?E' un'intera associazione. Ma quelli che conosco io sono 4 persone, 3 donne e 1 uomo. Quella che ho fatto ieri ha visto la Mandrake dell'altra e ha voluto anche lei Linux.--Saluti. Mr. Mechano
  • carbonio scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Mechano
    .................. consumatore da
    spennare ad ogni nuova versione super
    rivoluzionaria che e' in grado di rendere
    sempre unica la tua esperienza col
    computer, praticamente le stesse parole ad
    ogni dose acquistata da un pusher!Bellissima8) questa la copio ( tutto gpl vero? )Carbonio che con Blender comincia a divertirsi davvero
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo

    adesso se ne uscirà dicendo che
    questa è un'altra che si è
    fatta convincere dalla prima...

    occhio che arriva...dai su non scherziamo potrebbe fare qualche pazzia.
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL

    I casi sono due, o Mr.Meccanò
    frequenta molto gli psichiatri o mente
    spudoratamente,ai posteri...adesso se ne uscirà dicendo che questa è un'altra che si è fatta convincere dalla prima...occhio che arriva...
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL

    scrive oggi mechano
    "Vado subito da una mia amica psicologa. Non
    per farmi curare, ma perche' vuole
    approfittare delle vacanze estive per
    sostituire Winmerd con Linux sul suo PC
    dello studio e sul portatile..."

    scriveva mechano il 17/03/04
    punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=569901

    mah, il caso è interessanteI casi sono due, o Mr.Meccanò frequenta molto gli psichiatri o mente spudoratamente,ai posteri...
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Mechano

    - Scritto da: Anonimo


    fai solamente pietà, tuo padre

    dovrebbe darti qualche schiaffo
    educativo di

    tanto in tanto. Non è infatti

    possibile e ammissibile che tu sprechi
    tutte

    le giornate a difendere un sistema
    operativo

    che nemmeno i cani lo vogliono...

    Vado subito da una mia amica psicologa. Non
    per farmi curare, ma perche' vuole
    approfittare delle vacanze estive per
    sostituire Winmerd con Linux sul suo PC
    dello studio e sul portatile...

    Addio protettore a gratis dei sistemi
    operativi del dragasaccocce di Redmond...
    Ti facessi almeno pagare per il lavoro di
    propaganda, poi provi a dare dello svitato a
    chi usa Linux per passione e perche'
    funziona davvero. E te difendi un prodotto
    commerciale di una persona alla quale non
    frega nulla di te se non come consumatore da
    spennare ad ogni nuova versione super
    rivoluzionaria che e' in grado di rendere
    sempre unica la tua esperienza col
    computer, praticamente le stesse parole ad
    ogni dose acquistata da un pusher!

    --
    Mr. Mechanohttp://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=569901
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo





    - Scritto da: Mechano







    - Scritto da: Anonimo








    sul suddetto link, si

    intravede



    benissimo la




    tua arroganza e

    l'incapacità




    congenita di vivere in
    una



    società




    dove non tutti si
    chiamano


    stallman o



    linus







    Direi che nel link si cela la

    triste


    verita'



    del mondo degli sviluppatori
    di


    periferia



    che usano strumenti precotti
    per


    assemblare



    programmi, e che messi di
    fronte

    ad un


    text



    editor e un compilatore non

    saprebbero


    che



    cosa scrivere.



    Praticamente la generazione
    dei



    frequentatori del Mc
    Donalds...







    --



    Mr. Mechano


    Piena crisi depressiva

    Mr.Mecchanò le


    suggerisco di anticipare la visita
    alla

    sua


    amica psichiatra che l'unica cosa
    che

    lei


    può montare è linux;)



    il p.s finale


    punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=586797
    A quanto pare Mr.Meccanò ha due
    amiche psichiatre e
    questo mi turba alquanto. Che sia il caso di
    cominciare a dargli sempre ragione? :( scrive oggi mechano"Vado subito da una mia amica psicologa. Non per farmi curare, ma perche' vuole approfittare delle vacanze estive per sostituire Winmerd con Linux sul suo PC dello studio e sul portatile..."scriveva mechano il 17/03/04http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=569901mah, il caso è interessante
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo





    - Scritto da: Mechano







    - Scritto da: Anonimo








    sul suddetto link, si

    intravede



    benissimo la




    tua arroganza e

    l'incapacità




    congenita di vivere in
    una



    società




    dove non tutti si
    chiamano


    stallman o



    linus







    Direi che nel link si cela la

    triste


    verita'



    del mondo degli sviluppatori
    di


    periferia



    che usano strumenti precotti
    per


    assemblare



    programmi, e che messi di
    fronte

    ad un


    text



    editor e un compilatore non

    saprebbero


    che



    cosa scrivere.



    Praticamente la generazione
    dei



    frequentatori del Mc
    Donalds...







    --



    Mr. Mechano


    Piena crisi depressiva

    Mr.Mecchanò le


    suggerisco di anticipare la visita
    alla

    sua


    amica psichiatra che l'unica cosa
    che

    lei


    può montare è linux;)



    il p.s finale


    punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=586797
    A quanto pare Mr.Meccanò ha due
    amiche psichiatre e
    questo mi turba alquanto. Che sia il caso di
    cominciare a dargli sempre ragione? :( mi sa di si, meglio assecondarlo, altrimenti peggiora :'(
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Mechano





    - Scritto da: Anonimo






    sul suddetto link, si
    intravede


    benissimo la



    tua arroganza e
    l'incapacità



    congenita di vivere in una


    società



    dove non tutti si chiamano

    stallman o


    linus





    Direi che nel link si cela la
    triste

    verita'


    del mondo degli sviluppatori di

    periferia


    che usano strumenti precotti per

    assemblare


    programmi, e che messi di fronte
    ad un

    text


    editor e un compilatore non
    saprebbero

    che


    cosa scrivere.


    Praticamente la generazione dei


    frequentatori del Mc Donalds...





    --


    Mr. Mechano

    Piena crisi depressiva
    Mr.Mecchanò le

    suggerisco di anticipare la visita alla
    sua

    amica psichiatra che l'unica cosa che
    lei

    può montare è linux;)

    il p.s finale
    punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=586797A quanto pare Mr.Meccanò ha due amiche psichiatre equesto mi turba alquanto. Che sia il caso di cominciare a dargli sempre ragione? :(
  • Anonimo scrive:
    Re: Da utente Mac...
    - Scritto da: Mechano

    - Scritto da: Anonimo


    mi dispiace contraddirti, ma le quote
    che

    guadagna linux vengono sottratte

    costantemente alla apple...

    che pollo che sei...

    Mai letta una palla piu' palesemente fasulla.
    Gli utenti Mac sono altamente fidelizzati,
    un po' come i biker Harleyisti.
    Preferirebbero spingere il loro Mac che
    salire in sella ad un PC :)

    Anche Luciano De Crescenzo e' un Mac-ista
    convinto e ha scritto 2 righe in merito a
    questo sistema e ai loro utenti.

    E se fosse vero quello che scrivi non vedo
    perche' ogni 2 mesi Micro$ozz se ne esca con
    accuse di essere cancro e comunista nei
    confronti di Linux. Se ne vada a pagare
    sottobanco SCO per spargere FUD, e spinga
    talmente i brevetti sul software per cercare
    di fermarne l'ascesa.

    Insomma la prima a fornire prove che Linux
    sta erodendo quote di mercato a Windows e'
    la stessa Micro$oft...

    --
    Mr. MechanoGeneralmente invece le aziende lodano i meriti della concorrenza. Suvvia Mr.Maccanò queste balle non lebevono neppure i suoi colinuxisti (scusate ma non so se è scritto bene, ma comechanisti mi suonava fesso)
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Mechano



    - Scritto da: Anonimo




    sul suddetto link, si intravede

    benissimo la


    tua arroganza e l'incapacità


    congenita di vivere in una

    società


    dove non tutti si chiamano
    stallman o

    linus



    Direi che nel link si cela la triste
    verita'

    del mondo degli sviluppatori di
    periferia

    che usano strumenti precotti per
    assemblare

    programmi, e che messi di fronte ad un
    text

    editor e un compilatore non saprebbero
    che

    cosa scrivere.

    Praticamente la generazione dei

    frequentatori del Mc Donalds...



    --

    Mr. Mechano
    Piena crisi depressiva Mr.Mecchanò le
    suggerisco di anticipare la visita alla sua
    amica psichiatra che l'unica cosa che lei
    può montare è linux;)il p.s finale http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=586797
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Mechano

    - Scritto da: Anonimo


    sul suddetto link, si intravede
    benissimo la

    tua arroganza e l'incapacità

    congenita di vivere in una
    società

    dove non tutti si chiamano stallman o
    linus

    Direi che nel link si cela la triste verita'
    del mondo degli sviluppatori di periferia
    che usano strumenti precotti per assemblare
    programmi, e che messi di fronte ad un text
    editor e un compilatore non saprebbero che
    cosa scrivere.
    Praticamente la generazione dei
    frequentatori del Mc Donalds...

    --
    Mr. MechanoPiena crisi depressiva Mr.Mecchanò le suggerisco di anticipare la visita alla sua amica psichiatra che l'unica cosa che lei può montare è linux;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Mechano



    - Scritto da: Anonimo




    fai solamente pietà, tuo
    padre


    dovrebbe darti qualche schiaffo

    educativo di


    tanto in tanto. Non è
    infatti


    possibile e ammissibile che tu
    sprechi

    tutte


    le giornate a difendere un sistema

    operativo


    che nemmeno i cani lo vogliono...



    Vado subito da una mia amica psicologa.
    Non

    per farmi curare, ma perche' vuole

    approfittare delle vacanze estive per

    sostituire Winmerd con Linux sul suo PC

    dello studio e sul portatile...

    ALT, ma non dicevi che le avevi messo gia
    mandrake?Vabbè dai si è confuso, herrare umanum est.A sentire lui sta linoxando mezza italia;)
  • Africano scrive:
    Re: Open è più difficile
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Africano









    complimenti, il tuo post spiega

    benissimo


    quindi il motivo per il quale
    linux,

    GPL,


    GNU, cazzi e mazzi sono
    incompatibili

    con il


    mercato e IBM (e credo anche HP)
    lo sta


    finalmente assimilando



    ti stai contraddicendo, da un lato ne

    affermi l'incompatibilità
    commerciale

    e dall'altro la sua fortuna presso
    imprese

    commerciali.


    forse mi sono espresso male. Intendevo
    infatti dire che IBM e HP stanno assimilando
    il "concetto" che GNU/GPL sono incompatibili
    con il mercato e quindi se ne stanno
    allontanando a poco a pocoma giusto in una notizia che parla dell'impiego di quel tipo di software da parte di un grosso attore commerciale?
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Mechano

    - Scritto da: Anonimo


    fai solamente pietà, tuo padre

    dovrebbe darti qualche schiaffo
    educativo di

    tanto in tanto. Non è infatti

    possibile e ammissibile che tu sprechi
    tutte

    le giornate a difendere un sistema
    operativo

    che nemmeno i cani lo vogliono...

    Vado subito da una mia amica psicologa. Non
    per farmi curare, ma perche' vuole
    approfittare delle vacanze estive per
    sostituire Winmerd con Linux sul suo PC
    dello studio e sul portatile...ALT, ma non dicevi che le avevi messo gia mandrake?
  • Mechano scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo
    sul suddetto link, si intravede benissimo la
    tua arroganza e l'incapacità
    congenita di vivere in una società
    dove non tutti si chiamano stallman o linusDirei che nel link si cela la triste verita' del mondo degli sviluppatori di periferia che usano strumenti precotti per assemblare programmi, e che messi di fronte ad un text editor e un compilatore non saprebbero che cosa scrivere.Praticamente la generazione dei frequentatori del Mc Donalds...--Mr. Mechano
  • Mechano scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo
    fai solamente pietà, tuo padre
    dovrebbe darti qualche schiaffo educativo di
    tanto in tanto. Non è infatti
    possibile e ammissibile che tu sprechi tutte
    le giornate a difendere un sistema operativo
    che nemmeno i cani lo vogliono...Vado subito da una mia amica psicologa. Non per farmi curare, ma perche' vuole approfittare delle vacanze estive per sostituire Winmerd con Linux sul suo PC dello studio e sul portatile...Addio protettore a gratis dei sistemi operativi del dragasaccocce di Redmond...Ti facessi almeno pagare per il lavoro di propaganda, poi provi a dare dello svitato a chi usa Linux per passione e perche' funziona davvero. E te difendi un prodotto commerciale di una persona alla quale non frega nulla di te se non come consumatore da spennare ad ogni nuova versione super rivoluzionaria che e' in grado di rendere sempre unica la tua esperienza col computer, praticamente le stesse parole ad ogni dose acquistata da un pusher!--Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    Re: Open è più difficile
    - Scritto da: Africano





    complimenti, il tuo post spiega
    benissimo

    quindi il motivo per il quale linux,
    GPL,

    GNU, cazzi e mazzi sono incompatibili
    con il

    mercato e IBM (e credo anche HP) lo sta

    finalmente assimilando

    ti stai contraddicendo, da un lato ne
    affermi l'incompatibilità commerciale
    e dall'altro la sua fortuna presso imprese
    commerciali.forse mi sono espresso male. Intendevo infatti dire che IBM e HP stanno assimilando il "concetto" che GNU/GPL sono incompatibili con il mercato e quindi se ne stanno allontanando a poco a poco
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Mechano

    Scirevere in modo anonimo risponse offensive
    senza argomentazioni tecniche valide e poi
    autorisponderti sempre in modo anonimo (per
    forza) per cercare di supportarle, e'
    sintomo di immaturita', di una personalita'
    distorta, ma soprattutto di insicurezza.
    In questo modo non solo passi da troll, ma
    soprattutto da persona immatura e poco
    credibile. Il che fa anche dubitare che tu
    sia un astroturfer, perche' quelli veri
    porterebbero argomenti tecnici "reali" per
    difendere i prodotti Microsozz.
    beh, hai fatto un'ottima autodescrizione:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=710446sul suddetto link, si intravede benissimo la tua arroganza e l'incapacità congenita di vivere in una società dove non tutti si chiamano stallman o linusadesso, per piacere vatti a fare un giro, magari vai al bar a prenderti qualcosa fresco da bere, ma per favore, possiamo fare a meno delle tue minc*iate da esaltato molto volentieri
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Mechano

    Winzozz e' un prodotto immaginario, e quando
    dico che Winzozz fa schifo e l'azienda che
    lo produce mi spia ed e' farabutta e
    truffaldina lo dico di Winzozz e non di un
    marchio registrato.fai solamente pietà, tuo padre dovrebbe darti qualche schiaffo educativo di tanto in tanto. Non è infatti possibile e ammissibile che tu sprechi tutte le giornate a difendere un sistema operativo che nemmeno i cani lo vogliono...no, tu non sei normale
  • Mechano scrive:
    Re: Da utente Mac...
    - Scritto da: Anonimo
    mi dispiace contraddirti, ma le quote che
    guadagna linux vengono sottratte
    costantemente alla apple...
    che pollo che sei...Mai letta una palla piu' palesemente fasulla.Gli utenti Mac sono altamente fidelizzati, un po' come i biker Harleyisti. Preferirebbero spingere il loro Mac che salire in sella ad un PC :-)Anche Luciano De Crescenzo e' un Mac-ista convinto e ha scritto 2 righe in merito a questo sistema e ai loro utenti.E se fosse vero quello che scrivi non vedo perche' ogni 2 mesi Micro$ozz se ne esca con accuse di essere cancro e comunista nei confronti di Linux. Se ne vada a pagare sottobanco SCO per spargere FUD, e spinga talmente i brevetti sul software per cercare di fermarne l'ascesa.Insomma la prima a fornire prove che Linux sta erodendo quote di mercato a Windows e' la stessa Micro$oft...--Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    Re: [semi OT] leggetevi questa
    - Scritto da: Anonimo
    non vedo l'ora di comprarne una, te invece
    comprati la macchina con il pinguinello,
    così quando meno te lo aspetti, il
    sistema non riconoscerà i driver dei
    freni, oppure quelli dei tergi cristalli e
    poi sarà una macchina pesantissima e
    inutile che per accendersi perderà un
    quarto d'ora

    (win)Ahahaah mi sembrano proprio i problemi che ho avuto io in 10 anni con Windows...
  • Mechano scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo

    perche' quelli veri

    porterebbero argomenti tecnici "reali"
    per

    difendere i prodotti Microsozz.

    oppure semplicemente ti ignoranoWindows non e' patrimonio dell'umanita' come Linux, ma e' solo un comune prodotto commerciale. Come tale non vedo perche' non si possano usare nomignoli e frasi fatte o distorte.Winzozz, Winshit, Windog sono solo alcuni nomignoli, come la Ford Ka' e l'auto saponetta, la Smart l'auto bomboniera, i Motorola Startac erano dei ferri da stiro, i laptop IBM sono dei mattoni e la Lemonsoda e' piscio liofilizzato.Usare parole distorte e' utile anche a difendersi legalmente dai provvedimenti che l'azienda potrebbe prendere nei confronti di chi dice la verita' quando dice che Winzozz ti spia, si fa database delle tue preferenze di navigazione e multimediali e le invia alla Microzot che le rivende alle major dell'intrattenimento.Windows e' un marchio registrato e quindi identifica un prodotto ben definito.Winzozz e' un prodotto immaginario, e quando dico che Winzozz fa schifo e l'azienda che lo produce mi spia ed e' farabutta e truffaldina lo dico di Winzozz e non di un marchio registrato.Chi legge ormai sa bene cosa ricorda, a cosa riconduce il termine Winzozz e quindi e' in grado di fare da solo la correlazione.Chi ritiene che quell'azienda ci truffi e che i suoi prodotti siano scadenti e malevoli puo' cosi' parlare apertamente senza dover temere conseguenze legali o di altro tipo...--Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL

    perche' quelli veri
    porterebbero argomenti tecnici "reali" per
    difendere i prodotti Microsozz.oppure semplicemente ti ignorano
  • cico scrive:
    Re: Stallman e GPL

    Mr. Meccanò ma si rende conto che
    mettere il termine "winzozz" ad ogni
    piè sospinto lascia ampi dubbi
    di faziosità sul contenuto dei suoi
    post? Senza considerare
    la suoprstizione, di stampo medioevale, che
    farlo troppo spesso fa diventare cechiprecisamente!
  • Anonimo scrive:
    Re: Per 60 dollari....
    - Scritto da: Mechano

    - Scritto da: Anonimo

    Mia sarebbe proprio piaciuto
    controllare se

    non era un problema di QoS o se il
    collo di

    bottiglia non era nel bus PCI
    perché

    a me di cose del genere ne capitano
    proprio

    poche (oppure sono spiegabili)

    L'azienda prima di chiamare me si era
    rivolta a tecnici Win che sembravano in
    gamba, anche a giudicare da quanto si
    facevano pagare. L'hardware era di qualita'
    con dischi da 10.000rpm, memoria ECC e
    un'ottima scheda di rete. Se c'erano
    problemi nel bus PCI li avrebbe avuti anche
    Linux e FreeBSD.

    In una grossa stamperia-tipografia come
    quella ci sono macchine litografiche che
    lavorano giorno e notte, i file sono di
    diverse centinaia di MB l'uno, e quei 2MB/s
    moltiplicati per centinaia di MB e per
    centinaia di file al mese significa una
    maggiore velocita' nel finire i lavori,
    consegnarli e quindi incassare, in
    definitiva maggiori guadagni.
    Winzozz era semplicemente antieconomico
    perche' aveva gia' un costo suo d'acquisto
    (che e' andato perduto per cattivi consigli
    dei soliti venditori di prodotti M$) e poi
    sarebbe costato molto di piu' nel tempo di
    mancati guadagni per la lentezza nel fare
    lavorare le macchine litografiche.

    Mi piacerebbe vedere il tanto decantato TCO
    che calcola M$ in queste applicazioni
    particolari...

    --
    Mr. MechanoLavoro in una litografia piuttosta grossa e ti posso assicurareche il prezzo della licenza incide lo 0.0%, cosa poi c'entri lostesso con la velocità di stampa mi sfugge proprio.
  • Africano scrive:
    Re: Open è più difficile
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Africano

    scrivere codice open è

    attività affatto diversa che
    scrivere

    closed



    scrivere closed è attività

    commerciale dalla vendita del prodotto
    alla

    compra vendita di codice e lavoro di

    programmatori



    il codice closed diventa parte di un

    progetto che vende le funzioni del
    programma



    l'open invece è pubblico e la sua

    diffusione è legata
    all'accettazione

    di quel codice da parte degli altri

    programmatori ed è sempre in

    competizione con altro codice open e non

    è garantito a nessuna linea di
    codice

    il suo posto in mezzo ad altro codice
    open



    programmi closed e la qualità del

    codice è nella fortuna
    commerciale di

    imprese commerciali

    open invece si diffonde solo se si
    afferma

    il suo valore di codice

    complimenti, il tuo post spiega benissimo
    quindi il motivo per il quale linux, GPL,
    GNU, cazzi e mazzi sono incompatibili con il
    mercato e IBM (e credo anche HP) lo sta
    finalmente assimilandoti stai contraddicendo, da un lato ne affermi l'incompatibilità commerciale e dall'altro la sua fortuna presso imprese commerciali.una linea di codice open essendo pubblica è soggetta alla valutazione di tutti mentre una linea closed può essere pure pessima e causa di svariati inconvenienti e rimanere al suo posto.se scrivi closed il codice che scrivi ha valore principalmente come funzione di un prodotto commerciale mentre se è open è anche il codice in sè che deve dimostrare la sua validità, linea per linea praticamente.puoi anche essere un pessimo programmatore e il tuo codice essere usato in un prodotto closed che per un qualche motivo ha fortuna commerciale mentre è molto più difficile che un pessimo codice open venga usato in importanti prodotti openogni linea di codice open è in competizione col resto del codice open e non ci sono molte possibilità che si affermi una linea scadente mentre nel closed la competizione è ristretta a quello specifico team
  • Anonimo scrive:
    Re: [semi OT] leggetevi questa
    - Scritto da: Mechano

    - Scritto da: Anonimo


    vai a lavorare e vedrai che anche le
    fiat ti

    andranno bene

    Tempo fa mi serviva una macchinina per la
    mia ragazza. C'erano una Peugeot 106 e una
    Fiat Punto piu' recente della Peugeot 106,
    entrambe usate. Mio papa' aveva avuto un
    Peugeot, e ho preferito fare prendere quella
    alla mia ragazza.
    La Punto la prese sua sorella, dato che
    aveva un buon prezzo anche quella.

    Beh la Peugeot ha fatto tantissimi km senza
    alcun problema, solo regolare manutenzione
    di una automobilina usata.
    Nella Punto s'e' rotta in sequenza pompa dei
    freni, vari aggeggi elettrici delle aste di
    comando dei fari e dei tergicristalli, pompa
    dell'acqua dei tergicristalli e un
    ammortizzatore.

    Fai un po' te... Se ora ci mettono pure i
    sistemi di controllo Micro$ozz...
    non vedo l'ora di comprarne una, te invece comprati la macchina con il pinguinello, così quando meno te lo aspetti, il sistema non riconoscerà i driver dei freni, oppure quelli dei tergi cristalli e poi sarà una macchina pesantissima e inutile che per accendersi perderà un quarto d'ora(win)
  • Anonimo scrive:
    Re: Open è più difficile
    - Scritto da: Africano
    scrivere codice open è
    attività affatto diversa che scrivere
    closed

    scrivere closed è attività
    commerciale dalla vendita del prodotto alla
    compra vendita di codice e lavoro di
    programmatori

    il codice closed diventa parte di un
    progetto che vende le funzioni del programma

    l'open invece è pubblico e la sua
    diffusione è legata all'accettazione
    di quel codice da parte degli altri
    programmatori ed è sempre in
    competizione con altro codice open e non
    è garantito a nessuna linea di codice
    il suo posto in mezzo ad altro codice open

    programmi closed e la qualità del
    codice è nella fortuna commerciale di
    imprese commerciali
    open invece si diffonde solo se si afferma
    il suo valore di codicecomplimenti, il tuo post spiega benissimo quindi il motivo per il quale linux, GPL, GNU, cazzi e mazzi sono incompatibili con il mercato e IBM (e credo anche HP) lo sta finalmente assimilando
  • Mechano scrive:
    Re: Per 60 dollari....
    - Scritto da: Anonimo
    cosa hai usato per raccogliere i dati
    relativi alle prestazioni delle singole
    prove?Uno e' un cronometro digitale da polso.L'altro e' IpTraf, una specie di packet sniffer da mettere su un PC in una rete locale.E' un programmino per Linux che avevo sul mio portatile, messo in rete e dati due indirizzi IP lui monitorava le comcunicazioni tra i due IP dando un sacco di statistiche come collisioni, valocita' di trasferimento e un po' di cose utili per un tecnico di rete.--Ciao. Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    Re: Apple a rischio estinzione?
    - Scritto da: danieleNA
    ho letto su una rivista (non ricordo
    più quale) che Apple è una
    delle aziende che potrebbero scomparire nei
    prossimi dieci anni.
    Che Linux come Sistema Operativo
    preinstallato sia l'inizio della fine?
    Io spero di no, ovviamente.
    beh, io credo che mac durerà ancora per molto, mentre linux come sistema operativo preinstallato è prossimo al capolinea già dai tempi dell'abbandono di redhat delle versioni desktopstaremo a vedere
  • Anonimo scrive:
    Re: Da utente Mac...
    - Scritto da: Anonimo

    hai delle cifre che testimoniano questa
    tendenza vero?lo sanno pure i cani che linux sta rubando quote a Mac, vatti a leggere le statistiche di google degli ultimi 4 anni e relativi commenti, mac perde quasi un terzo di punto all'anno e le statistiche parlano chiaro, questo terzo di punto va al pinguino...vedi ci sono diverse teorie che spiegano il motivo per cui un macaco si trasforma in linaro, ma quella vincente dice che il macaco è così attratto dai giocattoli e dalle personalizzazioni grafiche che crede che con linux si possa fare tutto, poi ovviamente si pente della scelta (con linux puoi solo cazzeggiare) ma non torna più indietro per via dei costi esagerati della apple.inoltre si è visto che il macaco, nonostante gli cade la bava quando vede photoshop girare alla grande su XP, non avrebbe il coraggio di dire agli amici che è passato a Windows, ovvero a quel sistema che tanto ha sottovalutato.
  • Anonimo scrive:
    Forse ti è sfuggito...
    ...che la denuncia è partita dalla EFF Europe: si tratta di una denuncia di protesta, fatta apposta per evidenziare l'assurdità e il danno economico derivante dai brevetti sul software.Non ha niente a che vedere con la bontà o meno di linux quale sostituto di altri sistemi operativi.Anzi, è un disperato tentativo di difesa. Di linux e del già stitico settore IT europeo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo

    -
    E su Winzozz? Il software realmente
    gratuito

    e di qualita' e' solo quello
    opensource. Non

    c'e' paragone con il freeware e
    shareware

    che oltre ad essere a pagamento e' di

    qualita' appena sufficiente.

    Su Win il buon software lo facevano
    solo le

    grandi aziende. Adesso con l'opensource
    e

    la condivisione tra community di larghe

    procedure e librerie c'e' una
    disponibilita'

    di software di qualita' molto superiore
    a

    quella che si e' vista finora provenire
    dai

    cosiddetti "programmatori seri".



    Va', va a scambiare le tue 4 linee di
    codice

    tra programmatori seri.

    Io preferisco usare il software
    completo di

    orde di nerds e cannaiouli, che funziona

    meglio e' superiore alla media dello

    shareware per Winzozz, ed e' completo.



    --

    Saluti.

    Mr. Mechano
    Mr. Meccanò ma si rende conto che
    mettere il termine "winzozz" ad ogni
    piè sospinto lascia ampi dubbi
    di faziosità sul contenuto dei suoi
    post? Senza considerare
    la suoprstizione, di stampo medioevale, che
    farlo troppo spesso fa diventare cechima dai, si vede a un miglio che questo mechano è un fanatico con qualche rotellina fuori posto... io lo manderei a zappare la terra, ma pensadoci bene andrebbe bene un qualsiasi lavoro, pure che lavori questo nullafacente linaro
  • Anonimo scrive:
    Re: [semi OT] leggetevi questa
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Mechano





    Beh se non altro sappiamo che marche di
    auto

    non dobbiamo comprare...



    perchè parli in plurale, chi credi di
    essere, il leader dei pinguinari
    nullafacenti?Credo che ti sbagli, era un plurale majestatis.Come tutti sanno i coglioni vanno a coppia.
    vai a lavorare e vedrai che anche le fiat ti
    andranno bene
  • Anonimo scrive:
    Re: Ritorno alla tana per il pinguino
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    www.macitynet.it/macity/aA18691/index.shtml





    www.webmasterpoint.org/risorse/articolo.asp?i



    mi raccomando, copriti cha fa freddo ai
    poli

    !



    (win)

    La seconda notizia e' mezza falsa, perche'
    l'amministrazione di Monaco non ha fatto
    dietro front. Ma sta ancora vagliando e sta
    spingendo a livello europeo perche' non si
    approvi la legge sui brevetti.
    Anzi quella dell'adozione nelle pubbliche
    amministrazioni e l'interesse politico per
    Linux sara' proprio quel quid che fermera'
    le stupide leggi sui brevetti software,
    almeno qui in Europa.

    quindi tu sei meglio dell'ANSA ... ma va....linux è finito e ancora voi ci andate dietro...
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    -
    E su Winzozz? Il software realmente gratuito
    e di qualita' e' solo quello opensource. Non
    c'e' paragone con il freeware e shareware
    che oltre ad essere a pagamento e' di
    qualita' appena sufficiente.
    Su Win il buon software lo facevano solo le
    grandi aziende. Adesso con l'opensource e
    la condivisione tra community di larghe
    procedure e librerie c'e' una disponibilita'
    di software di qualita' molto superiore a
    quella che si e' vista finora provenire dai
    cosiddetti "programmatori seri".

    Va', va a scambiare le tue 4 linee di codice
    tra programmatori seri.
    Io preferisco usare il software completo di
    orde di nerds e cannaiouli, che funziona
    meglio e' superiore alla media dello
    shareware per Winzozz, ed e' completo.

    --
    Saluti.
    Mr. MechanoMr. Meccanò ma si rende conto che mettere il termine "winzozz" ad ogni piè sospinto lascia ampi dubbidi faziosità sul contenuto dei suoi post? Senza considerarela suoprstizione, di stampo medioevale, che farlo troppo spesso fa diventare cechi
  • Anonimo scrive:
    trollone

    Beh la Peugeot ha fatto tantissimi km senza
    alcun problema, solo regolare manutenzione
    di una automobilina usata.
    Nella Punto s'e' rotta in sequenza pompa dei
    freni, vari aggeggi elettrici delle aste di
    comando dei fari e dei tergicristalli, pompa
    dell'acqua dei tergicristalli e un
    ammortizzatore.Strano, mia sorella ha invece preso una punto di 5 anni superaccessoriata e funziona benissimo.Nessun problema.
    Fai un po' te... Se ora ci mettono pure i
    sistemi di controllo Micro$ozz...Ah ho capito il solito commento scientifico del Mechano, eh beh...
  • Anonimo scrive:
    Re: Per 60 dollari....

    E' per questo che i sistemi opensource non
    avranno mai eguali nel mondo closed per
    moltissime applicazioni.sic
  • Anonimo scrive:
    Re: Apple a rischio estinzione?
    - Scritto da: danieleNA
    ho letto su una rivista (non ricordo
    più quale) che Apple è una
    delle aziende che potrebbero scomparire nei
    prossimi dieci anni.
    Che Linux come Sistema Operativo
    preinstallato sia l'inizio della fine?
    Io spero di no, ovviamente.

    Ciao,
    Daniele.


    ==================================
    Modificato dall'autore il 10/08/2004 9.00.41Lo dicono dal 1984. E Apple è ancora qui a smentirli. Sembra che dare addosso a una azienda che non li riguarda sia lo sport nazionale degli imbecilli.E' una delle pochissime aziende produttrici di HW ad essere in attivo. Nel caso di computer completi è l'unica oltre a Dell (che però non spende un cent che è uno in ricerca).
  • Anonimo scrive:
    Re: Per 60 dollari....
    Mia sarebbe proprio piaciuto controllare se non era un problema di QoS o se il collo di bottiglia non era nel bus PCI perché a me di cose del genere ne capitano proprio poche (oppure sono spiegabili)
    • Mechano scrive:
      Re: Per 60 dollari....
      - Scritto da: Anonimo
      Mia sarebbe proprio piaciuto controllare se
      non era un problema di QoS o se il collo di
      bottiglia non era nel bus PCI perché
      a me di cose del genere ne capitano proprio
      poche (oppure sono spiegabili)L'azienda prima di chiamare me si era rivolta a tecnici Win che sembravano in gamba, anche a giudicare da quanto si facevano pagare. L'hardware era di qualita' con dischi da 10.000rpm, memoria ECC e un'ottima scheda di rete. Se c'erano problemi nel bus PCI li avrebbe avuti anche Linux e FreeBSD.In una grossa stamperia-tipografia come quella ci sono macchine litografiche che lavorano giorno e notte, i file sono di diverse centinaia di MB l'uno, e quei 2MB/s moltiplicati per centinaia di MB e per centinaia di file al mese significa una maggiore velocita' nel finire i lavori, consegnarli e quindi incassare, in definitiva maggiori guadagni.Winzozz era semplicemente antieconomico perche' aveva gia' un costo suo d'acquisto (che e' andato perduto per cattivi consigli dei soliti venditori di prodotti M$) e poi sarebbe costato molto di piu' nel tempo di mancati guadagni per la lentezza nel fare lavorare le macchine litografiche.Mi piacerebbe vedere il tanto decantato TCO che calcola M$ in queste applicazioni particolari...--Mr. Mechano
  • Mechano scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo
    Una sera provai a discutere con una mia
    amica che lavora per un ristorante del
    modello open da applicare alla cucina, ma
    venne fuori appunto che hanno una
    mentalità closed peggio di quella nel
    software!!www.cosacucino.it Comunque ti do ragione, la gente sta diventando molto cattiva, non da nulla a nessuno perche' pensa di poter far soldi pure dai chiodi usatiCredo sia solo una questione di avarizia e cattivi modelli propinati dai mass media.Se per le ricette chef e autori di libri si guardano bene dal divulgarle senza un ritorno tangibile, per fortuna la Nonna Rosa e' ancora ben contenta di darti la ricetta del suo dolce, e cosi' migliaia di altre persone che arrivano in siti come quello che ti ho scritto sopra.Forse non troveremo la ricetta dell'anatra all'ananas, o di qualche cosa strana quanto difficile da realizzare di qualche pluripremiato (da chi?) chef, ma ti assicuro che la cucina delle tradizioni italiane sta tutta li' nella testa di chi ama stare tra i fornelli e poi scambiare le proprie esperienze con amici e conoscenti.E le ricette dei professionisti non sono che un reimpasto sofisitcato e a volte di dubbia fattura (troppo grassa, condita o gustosa). Il segreto di molta cucina regionale sta proprio nella sua semplicita'.E poi diciamocelo chiaramente, potrai avere le ricette migliori del mondo, ma se poi si e' una chiavica nel maneggiare i tegami, e non si ha misura con gli aormi, specie sale e pepe, si fara' sempre la figura dei programmatori Visual Basic... Eheheheh :-Prrr--Ciao. Mr. Mechano
  • Mechano scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo
    sei poi vuoi fare un paragone tra il mondo
    delle ricette e il software, allora mio caro
    trollone ti dico subito che esistono
    migliaia di siti e comunity di sviluppatori
    closed che si scambiano codici, funzioni ed
    esempi molto più concreti e utili dei
    40 MB di sorgenti del mozilla... (fatti un
    giro in rete)

    ma evidentemente tu fai solo ricette della
    nonna e difficilmente potrai cogliere la
    sottile differenza che passa tra una
    comunità fanatica opensource e una
    community di sviluppatori seri...Sviluppatori seri?E che cosa ci hanno dato questi sviluppatori seri?Anche nel mondo dei palmari e' palese la differenza tra due emulatori NES, il NesEm a pagamento che funziona da schifo, e il PocketNester GPL che e' semplicemente perfetto.E su Winzozz? Il software realmente gratuito e di qualita' e' solo quello opensource. Non c'e' paragone con il freeware e shareware che oltre ad essere a pagamento e' di qualita' appena sufficiente.Su Win il buon software lo facevano solo le grandi aziende. Adesso con l'opensource e la condivisione tra community di larghe procedure e librerie c'e' una disponibilita' di software di qualita' molto superiore a quella che si e' vista finora provenire dai cosiddetti "programmatori seri".Va', va a scambiare le tue 4 linee di codice tra programmatori seri.Io preferisco usare il software completo di orde di nerds e cannaiouli, che funziona meglio e' superiore alla media dello shareware per Winzozz, ed e' completo.--Saluti. Mr. Mechano
  • Mechano scrive:
    Re: [semi OT] leggetevi questa
    - Scritto da: Anonimo
    bravi..... ke dirvi?? avete vinto il
    mongolino d'oro......
    complimenti per i commenti
    costruttivi....... ma del resto in un sito
    di parte, solo queste stro***te si possono
    leggere....Prenditela con il primo provocatore...--Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    Re: [semi OT] leggetevi questa
    - Scritto da: carbonio

    - Scritto da: Mechano
    -----------

    Fai un po' te... Se ora ci mettono pure
    i

    sistemi di controllo Micro$ozz...



    --

    Mr. Mechanogià li vedo


    Si prega di aggiornare il sistema, è
    stato rilevato un problema (rif. bollettino
    123456789) che rende il sistema vulnerabile
    all' intrusione da parte di un utente
    malintezionato tramite la interfaccia
    TELEPASS.bravi..... ke dirvi?? avete vinto il mongolino d'oro......complimenti per i commenti costruttivi....... ma del resto in un sito di parte, solo queste stro***te si possono leggere....
  • danieleNA scrive:
    Apple a rischio estinzione?
    ho letto su una rivista (non ricordo più quale) che Apple è una delle aziende che potrebbero scomparire nei prossimi dieci anni.Che Linux come Sistema Operativo preinstallato sia l'inizio della fine?Io spero di no, ovviamente.Ciao,Daniele.==================================Modificato dall'autore il 10/08/2004 9.00.41
  • carbonio scrive:
    Re: [semi OT] leggetevi questa
    - Scritto da: Mechano-----------
    Fai un po' te... Se ora ci mettono pure i
    sistemi di controllo Micro$ozz...

    --
    Mr. Mechanogià li vedoSi prega di aggiornare il sistema, è stato rilevato un problema (rif. bollettino 123456789) che rende il sistema vulnerabile all' intrusione da parte di un utente malintezionato tramite la interfaccia TELEPASS.
  • Mechano scrive:
    Re: Per 60 dollari....
    - Scritto da: Anonimo
    Powerbook G4 Titanium (con la Gbit di serie)
    e OS 10.3 connesso a un Powerbook G3 (con la
    100Mb di serie) e OS 10.2 trafficano a
    11,6MB/s....considerando che il limite
    teoricop è di 12,5MB/s forse il tuo
    intoppo è da qualche altra parte,
    magari negli switch o in qualche cavo non
    proprio di qualità.....Allora negli switch perche' il cavo e la porta a muro erano i medesimi sui quali ho provato tutte le macchine.Io ho contato circa 10MB/s e non 12,5 di velocita' nominale contando anche ridondanze per correzione di errore ecc quindi 10bit per byte invece di 8.Poi bisogna anche vedere se il programma che ti dava 11,6MB/s contava il megabyte come un milione di bytes invece di 1024KB.--Ciao. Mr. Mechano
    • Anonimo scrive:
      Re: Per 60 dollari....
      - Scritto da: Mechano

      - Scritto da: Anonimo


      Powerbook G4 Titanium (con la Gbit di
      serie)

      e OS 10.3 connesso a un Powerbook G3
      (con la

      100Mb di serie) e OS 10.2 trafficano a

      11,6MB/s....considerando che il limite

      teoricop è di 12,5MB/s forse il
      tuo

      intoppo è da qualche altra parte,

      magari negli switch o in qualche cavo
      non

      proprio di qualità.....

      Allora negli switch perche' il cavo e la
      porta a muro erano i medesimi sui quali ho
      provato tutte le macchine.
      Io ho contato circa 10MB/s e non 12,5 di
      velocita' nominale contando anche ridondanze
      per correzione di errore ecc quindi 10bit
      per byte invece di 8.
      Poi bisogna anche vedere se il programma che
      ti dava 11,6MB/s contava il megabyte come un
      milione di bytes invece di 1024KB.

      --
      Ciao.
      Mr. MechanoOvviamente 8 bit per Byte e, altrettanto ovviamente non ho usato nessun "programma" ma il Terminale... ;)Anche spippolando empiricamente con un cronometro manuale, trasferendo file omogenei ho potuto verificare che i tempi delle connesioni corrispondono. Prova, se puoi, a cambiare gli switch, però potrebbe anche essere una scarsa integrazione tra i diversi sistemi.......checché se ne dica anche una semplice transazione ethernet può essere castrata da "incomprensioni".... ;)
      • Mechano scrive:
        Re: Per 60 dollari....
        - Scritto da: Anonimo
        integrazione tra i diversi
        sistemi.......checché se ne dica
        anche una semplice transazione ethernet
        può essere castrata da
        "incomprensioni".... ;)E' per quello che alla fine e' sempre preferibile Linux o un BSD coi sorgenti.Perche' se prendi un PC con hardware noto e ben supportato e una buona scheda di rete di cui ci sono i driver in forma di sorgenti (3Com o Intel), puoi andare a smanettare a mano nei parametri di timing, TTL e datapackets (drop e retain) del sorgente della scheda di rete, e poi ricompilare il modulo. In questo modo dopo 3-4 prove capisci gia' quali parametri hanno peggiorato o migliorato la velocita' per determinate applicazioni.E' per questo che i sistemi opensource non avranno mai eguali nel mondo closed per moltissime applicazioni.Se non sei un programmatore non significa necessariamente che tu non possa mettere le mani al sorgente del modulo della scheda di rete. Ci sono forum e mailing list da perdercisi dentro su questi argomenti e molte informazioni utili. Io sono partito da li' piu' che reinventarmi la ruota andando a tentoni.--Ciao. Mr. Mechano==================================Modificato dall'autore il 10/08/2004 0.44.36
    • Anonimo scrive:
      Re: Per 60 dollari....
      - Scritto da: Mechano

      Allora negli switch perche' il cavo e la
      porta a muro erano i medesimi sui quali ho
      provato tutte le macchine.
      Io ho contato circa 10MB/s e non 12,5 di
      velocita' nominale contando anche ridondanze
      per correzione di errore ecc quindi 10bit per byte invece di 8.Ipotizzando che stia parlando di IEEE 802.3u, quindi volgarmente detto FastEthernet (100Mbit/s), le faccio presente che non esistono bit di parità come nei collegamenti seriali, in ethernet 1 byte = 8 bits. A parte questo piccolo errore, comunque c'è come, ha intuito giustamente, da considerare gli overhead degli header dei segmenti (TCP) / pacchetti (IP) / frame(802.3u) che assumendo la migliore delle ipotesi,rapporto (carico utile) / (dimensione frame) massimasi ha all'incirca un 87,6 % della velocità massima teoricaquindi 87,6 Mbit/s = 87600000bit/sin definitiva circa 10,44 Mbyte/sSe qualcuno le dice cha ha raggiunto una velocità superiore a quella di cui sopre, bhè tragga lei le dovute conclusioni.ossequi
      • Mechano scrive:
        Re: Per 60 dollari....
        - Scritto da: Anonimo
        si ha all'incirca un 87,6 % della
        velocità massima teorica
        quindi 87,6 Mbit/s = 87600000bit/s
        in definitiva circa 10,44 Mbyte/s

        Se qualcuno le dice cha ha raggiunto una
        velocità superiore a quella di cui
        sopre, bhè tragga lei le dovute
        conclusioni.Grazie per la descrizione dettagliata e le precisazioni.Pero' non posso dare del bugiardo al mio interlocutore in questo thread, quando dice di aver ragiunto 11,6MB/s. Comunque molti degli algoritmi di calcolo della velocita' durante un trasferimento non e' che siano il massimo della precisione, a seconda di cosa usano come parametro di calcolo e paragone (RTC, timer o oscillatori, cicli della CPU ecc.).Mi pare di aver visto spsso diatribe e dei veri e propri studi su routine di calcolo euristico sulle velocita' di trasferimento tra media e reti.--Saluti. Mr. Mechano
    • Anonimo scrive:
      Re: Per 60 dollari....

      Poi bisogna anche vedere se il programma che
      ti dava 11,6MB/s contava il megabyte come un
      milione di bytes invece di 1024KB.cosa hai usato per raccogliere i dati relativi alle prestazioni delle singole prove?
  • Mechano scrive:
    Re: [semi OT] leggetevi questa
    - Scritto da: Anonimo
    vai a lavorare e vedrai che anche le fiat ti
    andranno beneTempo fa mi serviva una macchinina per la mia ragazza. C'erano una Peugeot 106 e una Fiat Punto piu' recente della Peugeot 106, entrambe usate. Mio papa' aveva avuto un Peugeot, e ho preferito fare prendere quella alla mia ragazza.La Punto la prese sua sorella, dato che aveva un buon prezzo anche quella.Beh la Peugeot ha fatto tantissimi km senza alcun problema, solo regolare manutenzione di una automobilina usata.Nella Punto s'e' rotta in sequenza pompa dei freni, vari aggeggi elettrici delle aste di comando dei fari e dei tergicristalli, pompa dell'acqua dei tergicristalli e un ammortizzatore.Fai un po' te... Se ora ci mettono pure i sistemi di controllo Micro$ozz...--Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè dovrei prendere HP ?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Se ho deciso di rinunciare a Windows, e

    usare un notebook basato su Unix, allo

    stesso prezzo mi prendo un iBook:



    - costa più o meno uguale, siamo

    sempre dalle parti di 1100-1200 euro.



    Il modello con monitor a 12 pollici! Il
    prezzo in un portatile guarda caso lo fa
    proprio il monitor. Certo, ma non sempre le due voci sono direttamente proporzionali, basta guardare i prezzi dei Vaio e dei Portége da 10" e 12" che costano più di quasi tutti i 17".Cmq guarda il listino
    acer :)Ho un Titanium, con il listino Acer potrei incartarci il pesce....senza offesa..... ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Da utente Mac...

    mi dispiace contraddirti, ma le quote che
    guadagna linux vengono sottratte
    costantemente alla apple...sentiamo cosa ne pensa l'HP...HP's Wade noted Linux's growing popularity will not come at the expense of the Mac."We don?t think we're displacing Mac customers," he said. "We're displacing Windows customers. (Apple has) a pretty dedicated installed base." Apple estimates its customer base is between 24 million and 25 million users.
  • Anonimo scrive:
    Re: Per 60 dollari....

    spediva tutto
    ad una macchina litografica con un suo
    sistema operativo, scheda di rete 100Mbit/s
    simile e'
    stato per MacOSX nonostante la Gbit ethernet
    di serie.perchè tu pensavi, per il solo fatto di avere una Gbit su una delle due macchine, di andare a 1000 Mbit/s se l'altra era a 100 ?
    • Mechano scrive:
      Re: Per 60 dollari....
      - Scritto da: Anonimo

      simile e'

      stato per MacOSX nonostante la Gbit ethernet

      di serie.

      perchè tu pensavi, per il solo fatto
      di avere una Gbit su una delle due macchine,
      di andare a 1000 Mbit/s se l'altra era a 100
      ?No ma mi aspettavo che arrivasse alla velocita' nominale della 100Mbit anche lei e che il collo di bottiglia fosse la macchina litografica, ed invece stranamente non e' andata oltre la velocita' della Sparc Station che era vecchiotta (super sparc non gli ultra), ma cavolo se andava bene come sottostistema dischi e rete...Insomma e' Gigabit, sara' progettata per una velocita' 10 volte maggiore, e anche se la macchina litografica era il collo di bottiglia, mi avrebbe dovuto dare almeno quanto Linux (9,6-9,8MB/s). E invece s'e' fermata attorno agli 8.A sto punto non so cosa pensare, se magari questione di temporizzazioni sulla rete o collisioni e problemi con lo switch... O piu' semplicemente qualita' cosi' cosi' dell'hardware Apple? Non posso dirlo, anche se in passato ne ho viste di cotte e di crude dentro i case con la mela...--Ciao. Mr. Mechano
      • Anonimo scrive:
        Re: Per 60 dollari....
        - Scritto da: Mechano

        - Scritto da: Anonimo



        simile e'


        stato per MacOSX nonostante la
        Gbit ethernet


        di serie.



        perchè tu pensavi, per il solo
        fatto

        di avere una Gbit su una delle due
        macchine,

        di andare a 1000 Mbit/s se l'altra era
        a 100

        ?

        No ma mi aspettavo che arrivasse alla
        velocita' nominale della 100Mbit anche lei e
        che il collo di bottiglia fosse la macchina
        litografica, ed invece stranamente non e'
        andata oltre la velocita' della Sparc
        Station che era vecchiotta (super sparc non
        gli ultra), ma cavolo se andava bene come
        sottostistema dischi e rete...

        Insomma e' Gigabit, sara' progettata per una
        velocita' 10 volte maggiore, e anche se la
        macchina litografica era il collo di
        bottiglia, mi avrebbe dovuto dare almeno
        quanto Linux (9,6-9,8MB/s). E invece s'e'
        fermata attorno agli 8.
        A sto punto non so cosa pensare, se magari
        questione di temporizzazioni sulla rete o
        collisioni e problemi con lo switch...
        O piu' semplicemente qualita' cosi' cosi'
        dell'hardware Apple? Non posso dirlo, anche
        se in passato ne ho viste di cotte e di
        crude dentro i case con la mela...

        --
        Ciao.
        Mr. MechanoPowerbook G4 Titanium (con la Gbit di serie) e OS 10.3 connesso a un Powerbook G3 (con la 100Mb di serie) e OS 10.2 trafficano a 11,6MB/s....considerando che il limite teoricop è di 12,5MB/s forse il tuo intoppo è da qualche altra parte, magari negli switch o in qualche cavo non proprio di qualità.....
      • Anonimo scrive:
        Re: Per 60 dollari....

        A sto punto non so cosa pensare, se magari
        questione di temporizzazioni sulla rete o
        collisioni e problemi con lo switch... però nel caso di Windows hai saputo subito a cosa pensare eh? e ti sei premurato subito di sputare la tua sentenza.patetico
        • Mechano scrive:
          Re: Per 60 dollari....
          - Scritto da: Anonimo

          A sto punto non so cosa pensare, se
          magari

          questione di temporizzazioni sulla rete
          o

          collisioni e problemi con lo switch...

          però nel caso di Windows hai saputo
          subito a cosa pensare eh? e ti sei premurato
          subito di sputare la tua sentenza.

          pateticoPensa che WinNT4 Server appena installato senza service pack non dava piu' di 4,7MB/s.Poi con il service pack che guarda caso introduce lo stack TCP preso paro paro da NetBSD le cose sono migliorate ma nonostante questo non superava i 7MB/s.A questo punto, in un'applicazione critica, di rete, e dove le prestazioni di picco sono importanti, che senso ha usare un accrocchio di sistema operativo solo perche' ha una GUI grafica semplice e un mare di funzioni che sulla pubblicita' promettono di fare scintille e invece sono solo mediocri?Meglio usare un sistema operativo che ha la vera implementazione del protocollo TCP, dove il TCP e' nato.E infatti FreeBSD ha dato le stesse prestazioni di Linux, a volte anche qualcosina in piu'.Alla fine si e' scelto Linux perche' e' piu' facile trovare aiuto anche in zona nel caso che io non fossi stato disponibile.MacOSX era comunque discreto ma non ha dato le stesse prestazioni di Linux, ed era costoso nel senso che era un vero peccato lasciare una buona macchina PowerPC a fare solo da file server invece che darla ad un grafico per lavorare coi pacchetti tipici da tipografia.La SparcStation era ancora piu' costosa perche' tutto l'hardware era ottimo ma proprietario. Aveva dei dischi Ultra SCSI con un connettore hotswap che somigliava ad un LVD ma non era proprio standard e quando e' servito maggiore spazio di storage sono stati fatti preventivi da far rabbrividire.Alla fine la soluzione migliore era una macchinetta X86 media dedicata... E il confronto Win-Linux e' stata una cosa naturale.-- Mr. Mechano
      • Anonimo scrive:
        Re: Per 60 dollari....
        - Scritto da: Mechano.
        A sto punto non so cosa pensare, se magari
        questione di temporizzazioni sulla rete o
        collisioni e problemi con lo switch... Non mi stupirei se Linux sparasse a manetta flooddando la macchina ( d'altronde è il so di scelta per queste operazioni ), e le altre un pò più saggiamente si contenessero, sai, ci sono anche algoritmi nell'informatica, non solo hardware all'ultimo grido e clock da far battere in testa la cpu ( e c'è anche molto di più nella vita, oltre a questo ).
        O piu' semplicemente qualita' cosi' cosi'
        dell'hardware Apple? Non posso dirlo, anche
        se in passato ne ho viste di cotte e di
        crude dentro i case con la mela...Cotte o crude sempre buone mele erano.Francesco
  • Anonimo scrive:
    Re: Ritorno alla tana per il pinguino
    - Scritto da: Anonimo
    www.macitynet.it/macity/aA18691/index.shtml

    www.webmasterpoint.org/risorse/articolo.asp?i

    mi raccomando, copriti cha fa freddo ai poli
    !

    (win)La seconda notizia e' mezza falsa, perche' l'amministrazione di Monaco non ha fatto dietro front. Ma sta ancora vagliando e sta spingendo a livello europeo perche' non si approvi la legge sui brevetti.Anzi quella dell'adozione nelle pubbliche amministrazioni e l'interesse politico per Linux sara' proprio quel quid che fermera' le stupide leggi sui brevetti software, almeno qui in Europa.
  • Mechano scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo

    Programmo in python da 4 anni, e mi diverte

    così tanto confrontarmi con gli amici

    che lavorano in ambieti M$ ! :)

    programmi in python e hai il coraggio di
    criticare i programmatori visual basic...
    ???

    ma vava'...Python e' un vero linguaggio OOP, VB e' un accrocco di funzioni e la OOP e' stata aggiunta come un baffo attaccato con lo sputo.Fino a poco tempo fa non c'erano manco le RegEx, anzi non ci sono ancora e' una libreria esterna...--Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    Re: Da utente Mac...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    ... Sono solo felice che i cugini
    pinguini

    si estendano oltre il nostro misero 3%.



    Dal momento che Apple è in
    assoluto

    uno dei brand con l'utenza più

    fidelizzata (non ci schiodano dalla Mela

    nemmeno col bazooka), indovinate a chi

    saranno sottratte quelle quote di
    mercato...

    Eheheheheh!



    mi dispiace contraddirti, ma le quote che
    guadagna linux vengono sottratte
    costantemente alla apple...

    che pollo che sei...il bue che da del cornuto all'asino...hai delle cifre che testimoniano questa tendenza vero?Perchè allora non capisco questa ostilità di Bill Gates verso linux se le quote di mercato quest'ultimo le conquista a spese di OS X e non di win. E ammesso e non concesso che fosse vera la tua profezia, linux conquisterebbe poca cosa se mangiasse parti di mercato a OS X visto che la % d'untenza è sul 3-4%.Mah ti lasciamo nella tua cieca convinzione...
  • Anonimo scrive:
    Re: Da utente Mac...
    - Scritto da: Anonimo
    mi dispiace contraddirti, ma le quote che
    guadagna linux vengono sottratte
    costantemente alla apple...

    che pollo che sei...Si certo...come no! uno lascia un Mac per passare ad un PC x86 e LINUX ???ahahhaha ma per favore...qui non centra essere polli ma realistici!!:|
  • Anonimo scrive:
    Re: Sarebbe anche ora!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Da utente Mac...
    - Scritto da: Anonimo
    ... Sono solo felice che i cugini pinguini
    si estendano oltre il nostro misero 3%.

    Dal momento che Apple è in assoluto
    uno dei brand con l'utenza più
    fidelizzata (non ci schiodano dalla Mela
    nemmeno col bazooka), indovinate a chi
    saranno sottratte quelle quote di mercato...
    Eheheheheh!
    mi dispiace contraddirti, ma le quote che guadagna linux vengono sottratte costantemente alla apple...che pollo che sei...
  • Anonimo scrive:
    Re: Per 60 dollari....
    - Scritto da: Anonimo

    Sono daccordo.

    non avevamo dubbi, tu saresti disposto a dire
    anche che la cacca è deliziosa se
    fosse
    d'aiuto alla causa "linuz"ROTFL
  • Anonimo scrive:
    Re: Per 60 dollari....
    - Scritto da: Mechano


    Sono daccordo.
    Io avevo sempre preferito Gnome a KDE, ma da
    un po' ho cambiato distribuzione e c'era KDE
    di default. Avevo posticipato il passaggio a
    Gnome e nel frattempo usavo la v3.2 di KDE.
    Devo dire che sono rimasto colpito
    soprattutto dalla "scalabilita'" e con
    questo termine intendo quella
    configurabilita' che te lo rende piu' o meno
    ricco di funzioni attivabili o meno a
    seconda del grado di abilita' dell'utente
    che lo usa.
    E' spettacolare la funzione di preview nelle
    icone con in piu' la tool tip che contiene
    una preview piu' grande, specie con le
    immagini e i formati di documenti
    supportati.
    intanto dimostri di non conoscere manco lontanamente il termine "scalabilità", inoltre ti faccio presente che tutti sti toys sul KDE non rappresentano affatto nessuna superiorità verso i sistemi proprietari.Studiati un po' di informatica _vera_ e poi vediamo se la penserai ancora allo stesso modo.
    • Mechano scrive:
      Re: Per 60 dollari....
      - Scritto da: Anonimo
      intanto dimostri di non conoscere manco
      lontanamente il termine
      "scalabilità", inoltre ti faccioSe lo dici te...
      presente che tutti sti toys sul KDE non
      rappresentano affatto nessuna
      superiorità verso i sistemi
      proprietari.E che cosa avrebbero i sistemi proprietari che non puo' avere un desktop opensource?Winzozz vuole pensare per me, non ci sono funzioni avanzate ed e' poco configurabile se si vuole qualcosa oltre quello che il produttore ha pensato per me e per l'utente tipo.Con KDE ci sono tutta una serie di funzioni che non ho mai visto prima in nessuna GUI di nessun sistema operativo. Sono attivabili o no a scelta dall'utente, e con Super Karamba opzionale c'e' ancora di piu'.A dire il vero una cosa mi manca in KDE e che c'e' in Gnome, e' la funzione di zoom in, zoom out delle immagini e dei documenti attraverso la rotella del mouse tenendo premuto il tasto CTRL...
      Studiati un po' di informatica _vera_ e poi
      vediamo se la penserai ancora allo stesso
      modo.Te potresti iniziare dalla "semplice" educazione...--Mr. Mechano
    • Mechano scrive:
      Re: Per 60 dollari....
      - Scritto da: Anonimo
      intanto dimostri di non conoscere manco
      lontanamente il termine
      "scalabilità", inoltre ti faccio
      presente che tutti sti toys sul KDE non
      rappresentano affatto nessuna
      superiorità verso i sistemi
      proprietari.P.S. E secondo te perche' ho usato "scalabilita'" tra virgolette e mi sono premurato di descrivere a cosa intendessi riferirmi con quel termine in quel post?--Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    Re: Per 60 dollari....
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo
    cosa? Per riavvii ad ogni update, per
    riavvii almeno una volta al giorno, virus,
    trojan, schifezze varie... senza poi contare
    che devo acquistare anche un antivirus e un
    firewall...
    no grazie, i 60 dollari me li tengo... e
    scommetto che non risparmio solo quei 60
    dollari, ma anche i soldi che servono per
    rendere tale SO un minimo sicuro.
    nulla di tutto ciò mi è mai successo (a parte i 140 euro spesi benissimo per una licenza di win2k)...ho paura che tu non sia molto abile con la tecnologia... ed è meglio che usi roba gratis.Uno come te non riuscirà mai a mettere su manco una paginellina html 4.01 standard. Come potrai mai ammortizzare i costi di un sistema operativo closed?
    • Anonimo scrive:
      Re: Per 60 dollari....
    • Anonimo scrive:
      Re: Per 60 dollari....
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo


      cosa? Per riavvii ad ogni update, per

      riavvii almeno una volta al giorno,
      virus,

      trojan, schifezze varie... senza poi
      contare

      che devo acquistare anche un antivirus
      e un

      firewall...

      no grazie, i 60 dollari me li tengo... e

      scommetto che non risparmio solo quei 60

      dollari, ma anche i soldi che servono
      per

      rendere tale SO un minimo sicuro.



      nulla di tutto ciò mi è mai
      successo (a parte i 140 euro spesi benissimo
      per una licenza di win2k)...
      Contento tu...
      ho paura che tu non sia molto abile con la
      tecnologia... ed è meglio che usi
      roba gratis.Ehm...questa non l'ho capita: se uno si intende realmente di tecnologia cosa deve avere in banca, i soldi di Paperon De Paperoni??

      Uno come te non riuscirà mai a
      mettere su manco una paginellina html 4.01
      standard. Come potrai mai ammortizzare i
      costi di un sistema operativo closed?Solo insulti? Fare interventi costruttivi costa troppo caro per te, dopo tutti i soldi spesi per la tecnologia??:$8)
  • Anonimo scrive:
    Re: [semi OT] leggetevi questa
    - Scritto da: Mechano


    Beh se non altro sappiamo che marche di auto
    non dobbiamo comprare...
    perchè parli in plurale, chi credi di essere, il leader dei pinguinari nullafacenti?vai a lavorare e vedrai che anche le fiat ti andranno bene
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    - Scritto da: Anonimo
    Programmo in python da 4 anni, e mi diverte
    così tanto confrontarmi con gli amici
    che lavorano in ambieti M$ ! :)programmi in python e hai il coraggio di criticare i programmatori visual basic... ???ma vava'...
  • Anonimo scrive:
    Ritorno alla tana per il pinguino
    http://www.macitynet.it/macity/aA18691/index.shtml http://www.webmasterpoint.org/risorse/articolo.asp?id=6915 mi raccomando, copriti cha fa freddo ai poli !(win)
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
  • Africano scrive:
    Re: Le brioches di MariaAntonietta...
    - Scritto da: Gianluca70...
    esempio (le brioches di MariaAntonietta...):
    se il costo del pane si alzasse talmente
    tanto da divenire confrontabile con quello
    delle brioches, molti comincerebbero a
    comprare queste ultime (ovvero vale il
    contrario, se si abbassasse moltissimo il
    prezzo delle brioches, molti comincerebbero
    ad acquistarle perche' la qualita' e' piu'
    alta a parita' di prezzo).
    Da cui il proverbiale motto della povera
    regina......così sembrerebbe che la malcapitata s'intendesse di economiachiese il perché delle rivolte e gli fu risposto che il popolo non aveva il pane da cui la sua risposta insensata
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
  • Anonimo scrive:
    Re: [semi OT] leggetevi questa


    Beh se non altro sappiamo che marche di
    auto

    non dobbiamo comprare...



    --

    Ciao.

    Mr. Mechano
    Tratto da "consigli per gli acquisti" di
    Mr.Mecchanòpraticamente una roba da evitare comela peste...
  • Gianluca70 scrive:
    Le brioches di MariaAntonietta...
    1. per non mangiarsi il mercato dei desktop2. per economie di scala e decisioni commerciali, ovvero sotto un certo prezzo non si va altrimenti non si ottiene un determinato margine oppure si rischia di annacquare il brand e via dicendo...E lo stesso discorso dei produttori di auto, che devono stare attenti a differenziare bene i vari segmenti, altrimenti si trovano la concorrenza in casa (es. Ka e Fiesta, C2 e C3, 147 e 156)Nel corso di Economia e Organizzazione Aziendale, mi ricordo chiaramente di una ben definita legge economica, che legava l'acquisto di un bene alla sua qualita' e al suo prezzo, ne riporto un breve e grezzo esempio (le brioches di MariaAntonietta...): se il costo del pane si alzasse talmente tanto da divenire confrontabile con quello delle brioches, molti comincerebbero a comprare queste ultime (ovvero vale il contrario, se si abbassasse moltissimo il prezzo delle brioches, molti comincerebbero ad acquistarle perche' la qualita' e' piu' alta a parita' di prezzo).Da cui il proverbiale motto della povera regina...Ecco uno dei motivi dei segmenti ben differenziati per automobili e computer.Ciao!
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè dovrei prendere HP ?
    - Scritto da: Anonimo
    Il modello con monitor a 12 pollici! Il
    prezzo in un portatile guarda caso lo fa
    proprio il monitor. Cmq guarda il listino
    acer :)beh il 14" dell'iBook costa Eur 1.399,00 IVA INCLUSA...non mi sembra molto caro... ...per quello che riguarda gli ACER sicuramente sono ottimi!ma sono costretto a pagare la licenza di Windows senza volerlo utilizzare....
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè dovrei prendere HP ?
    - Scritto da: Anonimo
    Se ho deciso di rinunciare a Windows, e
    usare un notebook basato su Unix, allo
    stesso prezzo mi prendo un iBook:

    - costa più o meno uguale, siamo
    sempre dalle parti di 1100-1200 euro.
    Il modello con monitor a 12 pollici! Il prezzo in un portatile guarda caso lo fa proprio il monitor. Cmq guarda il listino acer :)
  • Africano scrive:
    Open è più difficile
    scrivere codice open è attività affatto diversa che scrivere closedscrivere closed è attività commerciale dalla vendita del prodotto alla compra vendita di codice e lavoro di programmatoriil codice closed diventa parte di un progetto che vende le funzioni del programmal'open invece è pubblico e la sua diffusione è legata all'accettazione di quel codice da parte degli altri programmatori ed è sempre in competizione con altro codice open e non è garantito a nessuna linea di codice il suo posto in mezzo ad altro codice openprogrammi closed e la qualità del codice è nella fortuna commerciale di imprese commercialiopen invece si diffonde solo se si afferma il suo valore di codice
  • Anonimo scrive:
    Re: [semi OT] leggetevi questa
    - Scritto da: Mechano

    Beh se non altro sappiamo che marche di auto
    non dobbiamo comprare...

    --
    Ciao.
    Mr. MechanoTratto da "consigli per gli acquisti" di Mr.Mecchanò
  • Anonimo scrive:
    Re: Da utente Mac...
    - Scritto da: Anonimo
    A me per allontanarmi dal mio ibook e' stata
    piu' che sufficente l'assistenza Apple: un
    migliaio di euro per riparare la scheda
    madre senza garanzie di funzionamento :(sei sfortunato, io uso Mac dal 1984 e non ho mai visto un centro di assistenza Apple...
  • Anonimo scrive:
    Re: Da utente Mac...
    - Scritto da: Anonimo
    Dal momento che Apple è in assoluto
    uno dei brand con l'utenza più
    fidelizzata (non ci schiodano dalla Mela
    nemmeno col bazooka), ...A me per allontanarmi dal mio ibook e' stata piu' che sufficente l'assistenza Apple: un migliaio di euro per riparare la scheda madre senza garanzie di funzionamento :-(
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    secondo me, forse sei un po' estremista in alcune osservazioni, ma hai ragione in pieno nel concetto di fondo: quelli che credono di essere dei programmatori solo perchè sa fare 4 click su una finestra di visual basic o riescono a scrivere 2 stupidaggini su front-page, nel 99% dei casi non sanno un bel nulla di cosa sia il codice, di cosa voglia dire generare degli algoritmi e non dei tapulli, di cosa vogliano dire termini come efficienza, stabilità, sicurezza. Un po' come chi fa siti con PHP-nuke senza vedere una riga di codice e si spaccia per programmatore di PHP.Programmo in python da 4 anni, e mi diverte così tanto confrontarmi con gli amici che lavorano in ambieti M$ ! :-)
  • Anonimo scrive:
    Re: [semi OT] leggetevi questa
    - Scritto da: Mechano
    Beh se non altro sappiamo che marche di auto
    non dobbiamo comprare...per fortuna dopo anni non utilizzo più alfa e fiat...:D
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè dovrei prendere HP ?

    che non hanno eguali, a parte
    iTunes, ne su Linux, ne su Windows
    vorrei precisare una cosa, su iTunes:

    c'è per windows e pure per linux
    grazie a CrossOver.infatti avevo *proprio* scritto "a parte iTunes"
  • Mechano scrive:
    Re: [semi OT] leggetevi questa
    - Scritto da: Anonimo

    www.omniauto.it/news_108.html

    Ultimamente la FIAT non si e' distinta per
    le idee brillanti dei suoi managers e la
    saga continua.

    Comuque la cosa ha senz'altro anche un
    significato politico, purtroppo. :@Beh se non altro sappiamo che marche di auto non dobbiamo comprare...--Ciao. Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman e GPL
    Quello che dici è tutto vero, solo che proprio nell'ambito della cucina credo che a livello professionale (e non amatoriale) siano più impestati che nel software!!Io non cucino, ma ho alcuni amici del settore che le loro ricette che tirano di più non te le danno manco per il cavolo (e soprattutto non se le scambiano neanche tra di loro), altro che "open source" !Una sera provai a discutere con una mia amica che lavora per un ristorante del modello open da applicare alla cucina, ma venne fuori appunto che hanno una mentalità closed peggio di quella nel software!!
  • Anonimo scrive:
    Osano
    Osare non fa male.Anzi ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè dovrei prendere HP ?
    - Scritto da: Anonimo
    - mi danno una dotazione di software per uso
    Home ( iPhoto, iMovie, iDVD, iTunes,
    GarageBand ), che non hanno eguali, a parte
    iTunes, ne su Linux, ne su Windows vorrei precisare una cosa, su iTunes:c'è per windows e pure per linux grazie a CrossOver.
  • Anonimo scrive:
    Re: Per 60 dollari....
    - Scritto da: Akiro

    Certo che lo sono. Infatti sto per

    acquistare WinXP Pro Corporate che, con

    licenza studenti, costa una miseria.

    Senza contare che, se l'uso fosse
    limitata

    al mio solo personale, potrei scaricarla

    GRATISSSS dal sito della mia

    università!

    e la licenza?Licenza MS per le universita delle scienze dell'informazione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Per 60 dollari....
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Akiro


      Certo che lo sono. Infatti sto per


      acquistare WinXP Pro Corporate
      che, con


      licenza studenti, costa una
      miseria.


      Senza contare che, se l'uso fosse

      limitata


      al mio solo personale, potrei
      scaricarla


      GRATISSSS dal sito della mia


      università!



      e la licenza?

      Licenza MS per le universita delle scienze
      dell'informazione.Ah...dimenticavo: posso anche avere win2000, Windows server 2003, office XP, Visio.....bla bla bla....circa un centinaio di SW FULL!
    • Anonimo scrive:
      Re: Per 60 dollari....

      Licenza MS per le universita delle scienze
      dell'informazione.vero, è il programma "academic" di MSDN e prima che il Mr. (fazios)Machano della situazione tiri fuori ciancerie sui soldi spesi dal contribuente: costa pochissimo.
  • TADsince1995 scrive:
    Re: Stallman e GPL
    [CUT]Ottimo. Un esempio perfetto per fare capire cosa sia il free software e perchè è giusto, dovrebbe leggerlo dotnet.TAD
  • Anonimo scrive:
    Stallman e GPL
    Ora, alcuni di voi non scriveranno mai programmi informatici, ma forse cucinate.E se cucinate, a meno che non siate davvero bravi, probabilmente userete delle ricette.E se usate delle ricette, è probabile abbiate sperimentato di ricevere la copia di una ricetta da un amico che voglia condividerla. E probabilmente avrete anche sperimentato, a meno che non siate dei completi neofiti, l'atto di modificare una ricetta.Questa dice certe cose, ma non dovete seguirla in maniera esatta.Se ne può omettere qualche ingrediente.Aggiungervi dei funghi perché vi piacciono.Metterci meno sale perché il medico vi ha consigliato di ridurre il sale o quant'altro. Si possono anche apportare cambiamenti sostanziali, a seconda delle capacità individuali.E se avete modificato qualcosa in una ricetta, e la preparate per degli amici, e a loro piace, un amico potrebbe dire, "Puoi darmi la ricetta?"E allora cosa fate? Scrivete la vostra versione modificata della ricetta e ne date una copia all'amico.Questa è la cosa naturale da fare con ricette utili e funzionali di ogni tipo.Una ricetta assomiglia molto a un programma informatico.E un programma informatico è assai simile a una ricetta: una serie di passaggi per arrivare al risultato che ci si è prefissi. Perciò è altrettanto naturale fare la stessa cosa con i programmi informatici passarne una copia agli amici.E apportarvi delle modifiche, perché il lavoro per cui era stato scritto non è esattamente quanto vogliamo.Ha fatto un buon lavoro per qualcun altro, ma il nostro lavoro è diverso.E, dopo averlo modificato, è probabile possa tornare utile ad altri.Forse costoro devono fare un lavoro simile al nostro. Così ci chiederanno,"Posso averne una copia?" Naturalmente, se vogliamo essere gentili, gliene diamo una copia.È così che si comporta una persona decente.Immaginiamo allora cosa accadrebbe se le ricette venissero impacchettate dentro scatole nere. Non se ne potrebbero vedere gli ingredienti usati, per non parlare neppure di modificarli, e immaginando di averne fatto una copia per un amico, vi chiamerebbero pirata e cercherebbero di sbattervi in galera per anni.Un mondo simile creerebbe proteste tremende da parte di tutti coloro che sono soliti scambiare ricette. Ma questo è esattamente il mondo del software proprietario.Un mondo in cui la comune decenza verso gli altri è proibita o impedita.
  • Anonimo scrive:
    Re: [semi OT] leggetevi questa

    www.omniauto.it/news_108.html Ultimamente la FIAT non si e' distinta per le idee brillanti dei suoi managers e la saga continua.Comuque la cosa ha senz'altro anche un significato politico, purtroppo. :@
  • Anonimo scrive:
    [semi OT] leggetevi questa
    http://www.omniauto.it/news_108.html
  • Anonimo scrive:
    Re: Da utente Mac...
  • pikappa scrive:
    Re: Per 60 dollari....
    - Scritto da: Anonimo
    Bhe non specifica di che versione di Win si
    tratti ma...se "per sbaglio" fosse la XP
    Pro....bhe col cavolo che ci rinuncerei solo
    per risparmiare 60 miseri dollari.Ma infatti non te lo vieta nessuno, è una questione di scelta, se lo vuoi con linux te lo prendi così, se vuoi windows paghi la licenza, non capisco perchè io se voglio un pc senza windows sono COSTRETTO a pagarne cmq la licenza, perchè altrimenti il portatile non me lo vendono.Mi sembra una scelta sensata questa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Per 60 dollari....
      - Scritto da: pikappa

      - Scritto da: Anonimo

      Bhe non specifica di che versione di
      Win si

      tratti ma...se "per sbaglio" fosse la XP

      Pro....bhe col cavolo che ci rinuncerei
      solo

      per risparmiare 60 miseri dollari.
      Ma infatti non te lo vieta nessuno, è
      una questione di scelta, se lo vuoi con
      linux te lo prendi così, se vuoi
      windows paghi la licenza, non capisco
      perchè io se voglio un pc senza
      windows sono COSTRETTO a pagarne cmq la
      licenza, perchè altrimenti il
      portatile non me lo vendono.
      Mi sembra una scelta sensata questa.
      Sulla possibilità di scelta sono d'accordo:fosse per me i portatili dovrebbero poter essere ventudi anche SENZA S.O.Tuttavia, poiche un portatile è acquistato sempre "di marca", le case produttrici ci lucrano sopra inserendo un S.O. (ovviamente di tipo commerciale, che assicuri un guadagno).
  • Anonimo scrive:
    Perchè dovrei prendere HP ?
    Se ho deciso di rinunciare a Windows, e usare un notebook basato su Unix, allo stesso prezzo mi prendo un iBook:- costa più o meno uguale, siamo sempre dalle parti di 1100-1200 euro.- non sono costretto anche a rinunciare a programmi tipo Photoshop, Illustrator, Office, Studio MX, etc, che su Mac ci sono e su Linux no- mi danno una dotazione di software per uso Home ( iPhoto, iMovie, iDVD, iTunes, GarageBand ), che non hanno eguali, a parte iTunes, ne su Linux, ne su Windows- ho comunque un notebook Unix-based, con tutto quello che ne consegue, tipo compilatori, utility, linea di comando, apache, python, perl, etc.- ho una scelta enormemente maggiore anche sui giochi, che su Linux sono molto meno che su Mac- posso sincronizzare con facilità con moltissimi modelli di telefono cellulare, cosa per cui un notebook con bluetooth ha senso, e che su Linux non è così semplice.Non vedo proprio il vantaggio. L'unico motivo che potrebbe farmi preferire il notebook x86, è che se mi trovassi MALE con Linux, sull'x86 posso sempre installare Windows, sull'iBook no. Anche se, tornare a Windows dopo aver provato OSX, mi sembra poco realistico.
  • Anonimo scrive:
    Re: Da utente Mac...
    - Scritto da: Anonimo
    ... Sono solo felice che i cugini pinguini
    si estendano oltre il nostro misero 3%.Io non mi sento imparentato proprio con nessuno, fratello mac.Ma sono felice che la pensi così.
  • Anonimo scrive:
    Re: Intanto la maggior parte dei Noteboo
    - Scritto da: Anonimo
    Hanno WinXP HOME che prontamente viene
    piallato dalla versione piratozza Win XP
    Pro, perchè la Home è davvero
    un delirio.E allora? Io invece direi: "E intanto linux ha destato interesse anche in queste multinazionali".Cosa diavolo c'entra windows? Vuoi paragonare forse la sua crescita rispetto a linux? Bisogna sempre per forza paragonare windows a linux? Che palle!
  • Akiro scrive:
    notebook troppo costosi
    Una cosa non capisco del mercato notebook, a differenza dei sistemi desktop, per i portatili la fascia bassa parte da 700?...a meno non si trova un "caspio", per cui, ok a linux sul notebook, ma perkè non sfruttare la velocità di certi sistemi e le prestazioni con hardware ridotto per lanciar sul mercato portatili ultra-leggeri (in fatto di hardware) e a basso costo?mah(linux)
  • Akiro scrive:
    Re: Sarebbe anche ora!!!
    era ora si... però devono tener bassi i prezzi! ok, che è di "nicchia" ma se non si fanno pc ad un prezzo abordabile a tutti rimarrà di nikkia e con la stessa fetta di mercato...e poi io non ci voglio "smenare" 1100? per un portatile che per definizione (mia, ok) deve aver il minimo indispensabile per girare (leggasi hardware ridotto).ciao(linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarebbe anche ora!!!
      - Scritto da: Akiro
      era ora si... però devono tener bassi
      i prezzi! ok, che è di "nicchia" ma
      se non si fanno pc ad un prezzo abordabile a
      tutti rimarrà di nikkia e con la
      stessa fetta di mercato...
      e poi io non ci voglio "smenare" 1100? per
      un portatile che per definizione (mia, ok)
      deve aver il minimo indispensabile per
      girare (leggasi hardware ridotto).
      ciao

      (linux)Un impegno concreto: Portatili gratis per tutti.
  • Akiro scrive:
    Re: Per 60 dollari....
    contento tu(linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: Per 60 dollari....
      - Scritto da: Akiro
      contento tu

      (linux)Certo che lo sono. Infatti sto per acquistare WinXP Pro Corporate che, con licenza studenti, costa una miseria.Senza contare che, se l'uso fosse limitata al mio solo personale, potrei scaricarla GRATISSSS dal sito della mia università!Che senso ha poi prendere un Linux (il cui maggiore vantaggio è la possibilità di configurarlo a piacimento) per poi magari avere un pacco precompilato ed usarlo, alla fine della fiera, come fosse Win?Ah gia...è piu sicuro, piu stabile bla bla bla....tutte chiacchiere.A me i sistemi NT NON si impallano MAI e, per quanto riguarda la sicurezza, direi che c'e un conflitto di interessi, poiche i cracker non si tirerebbero certo la zappa sui piedi attaccando Linux (poiche lo usano).Relativamente alla possibilità di compilare il SO....non ho voglia di perdere 3 giorni della mia vita e dover ricompilare il Kernel OGNI volta che cambio hardware.Posso dire che i vari Win NT sono piu FACILI (e questo conta...eccome se conta....), ergonomici, potentissimi sulle reti e, ovviamente, diffusissimi.Il problema di fondo (che molti stentano a capire) si riduce alla scelta di stemi Open o NON open.Bhe....se avere un sistema Open significa avere uno strumento in cui tutti ci mettono le mani...lo pasticciano, ci fanno 200 distribuzioni....No no, lasciamo perdere.Mi sembra di essere torati indietro nel tempo, quando si voleva che il PC restasse un privilegio, magari solo per coloro che "ci sapevano fare" e che volevano escludere dalla loro piccola oligarchiua i vari "utonti", giusto per darsi un "tono". Che massa di frustrati.
      • Akiro scrive:
        Re: Per 60 dollari....

        Certo che lo sono. Infatti sto per
        acquistare WinXP Pro Corporate che, con
        licenza studenti, costa una miseria.
        Senza contare che, se l'uso fosse limitata
        al mio solo personale, potrei scaricarla
        GRATISSSS dal sito della mia
        università!e la licenza?
        Che senso ha poi prendere un Linux (il cui
        maggiore vantaggio è la
        possibilità di configurarlo a
        piacimento) per poi magari avere un pacco
        precompilato ed usarlo, alla fine della
        fiera, come fosse Win?
        Ah gia...è piu sicuro, piu stabile
        bla bla bla....tutte chiacchiere.
        A me i sistemi NT NON si impallano MAI e,
        per quanto riguarda la sicurezza, direi che
        c'e un conflitto di interessi, poiche i
        cracker non si tirerebbero certo la zappa
        sui piedi attaccando Linux (poiche lo
        usano).
        Relativamente alla possibilità di
        compilare il SO....non ho voglia di perdere
        3 giorni della mia vita e dover ricompilare
        il Kernel OGNI volta che cambio hardware.non è detto, anzi... e cmq ci sono i moduli per quello.
        Posso dire che i vari Win NT sono piu FACILI
        (e questo conta...eccome se conta....),
        ergonomici, potentissimi sulle reti e,
        ovviamente, diffusissimi.faili anke perkè sei abituato così... all'inizio per me era difficile anke il DOS, ma col tempo si impara tutto;per il resto sono solo pareri personali.
        Il problema di fondo (che molti stentano a
        capire) si riduce alla scelta di stemi Open
        o NON open.
        Bhe....se avere un sistema Open significa
        avere uno strumento in cui tutti ci mettono
        le mani...lo pasticciano, ci fanno 200
        distribuzioni....No no, lasciamo perdere.non vedo il problema nel numero di persone che può metterci mano, basta che vengono testati prima, poi per l'utente finale non fa differenza
        Mi sembra di essere torati indietro nel
        tempo, quando si voleva che il PC restasse
        un privilegio, magari solo per coloro che
        "ci sapevano fare" e che volevano escludere
        dalla loro piccola oligarchiua i vari
        "utonti", giusto per darsi un "tono". Che
        massa di frustrati.questo non ho capito che c'entrabyez(linux)
        • Anonimo scrive:
          Re: Per 60 dollari....
          - Scritto da: Akiro
          non è detto, anzi... e cmq ci sono i
          moduli per quello.Capirai, e non è neanche detto che funzioni se sei sfigato.
          non vedo il problema nel numero di persone
          che può metterci mano, basta che
          vengono testati prima, poi per l'utente
          finale non fa differenzaCome no, più persone ci mettono le mani e più si disperdono le energie in mille rivoli di polemiche, rivalità, primi donnismi, e alla fine all'utente finale arriva il risultato di tutto questo, cioè quello che volevano i programmatori che sono riusciti a "rivaleggiare", che non è quello che voleva l'utente.
          questo non ho capito che c'entra
          byezGuarda caso pare anche me.
          (linux)Are Krishna, krishna krishna
      • Anonimo scrive:
        Re: Per 60 dollari....
        - Scritto da: Anonimo
        Ah gia...è piu sicuro, piu stabile
        bla bla bla....tutte chiacchiere.Si, chiacchiere.Te lo dice il fatto che é tra i piú utilizzati in ambito server.
        A me i sistemi NT NON si impallano MAI e,
        per quanto riguarda la sicurezza, direi che
        c'e un conflitto di interessi, poiche i
        cracker non si tirerebbero certo la zappa
        sui piedi attaccando Linux (poiche lo
        usano).Per favore! "Non si impallano mai" ma va lá.
        Relativamente alla possibilità di
        compilare il SO....non ho voglia di perdere
        3 giorni della mia vita e dover ricompilare
        il Kernel OGNI volta che cambio hardware.Non hai mai provato Linux, sicuramente.É una leggenda di chi non l'ha mai utilizzato quellache il kernel é da ricompilare ogni settimana.É invece vero che tu devi riavviare ogni voltache installi un programma ;)
        Posso dire che i vari Win NT sono piu FACILI
        (e questo conta...eccome se conta....),
        ergonomici, potentissimi sulle reti e,
        ovviamente, diffusissimi.Facili?Ergonomici?Potentissimi sulle reti?É tutto opinabile.Ti passo solo il diffusissimi, che é il risultato di marketinge acquisizioni invece che della qualitá del prodotto.
        Il problema di fondo (che molti stentano a
        capire) si riduce alla scelta di stemi Open
        o NON open.Falso.
        Bhe....se avere un sistema Open significa
        avere uno strumento in cui tutti ci mettono
        le mani...lo pasticciano, ci fanno 200
        distribuzioni....No no, lasciamo perdere.Di nuovo, sono tue opinioni e chaquetas* mentali(vedasi dizionario di slang messicano)
        Mi sembra di essere torati indietro nel
        tempo, quando si voleva che il PC restasse
        un privilegio, magari solo per coloro che
        "ci sapevano fare" e che volevano escludere
        dalla loro piccola oligarchiua i vari
        "utonti", giusto per darsi un "tono". Che
        massa di frustrati.Al di lá che un po' piú di conoscienza relativamenteall'utilizzo del sistema gioverebbe a tutti, anche quistai parlando a vanvera.
      • Mechano scrive:
        Re: Per 60 dollari....
        - Scritto da: Anonimo
        Posso dire che i vari Win NT sono piu FACILI
        (e questo conta...eccome se conta....),
        ergonomici, potentissimi sulle reti e,
        ovviamente, diffusissimi.Ahahahahh ahahahahahahPotentissimi sulle reti...ahahahahahah ahahah hahahahBasta mi sento male... Ma da dove vieni fuori tu dall'uovo kinder?In anni che lavoro con le reti non ho mai visto un sistema operativo M$ andare oltre il 75% della velocita' nominale di una rete contro il 95% di Linux o di un BSD.Ahahahahah ahahahah potentissimi con le reti...--Ciao. Mr. Mechano
        • Anonimo scrive:
          Re: Per 60 dollari....

          In anni che lavoro con le reti non ho mai
          visto un sistema operativo M$ andare oltre
          il 75% della velocita' nominale di una rete
          contro il 95% di Linux o di un BSD.spero per te chhe non sia per questa banalità:http://www.tweakxp.com/display.aspx?id=282
          • Mechano scrive:
            Re: Per 60 dollari....
            - Scritto da: Anonimo

            In anni che lavoro con le reti non ho
            mai

            visto un sistema operativo M$ andare
            oltre

            il 75% della velocita' nominale di una
            rete

            contro il 95% di Linux o di un BSD.

            spero per te chhe non sia per questa
            banalità:
            www.tweakxp.com/display.aspx?id=282 No l'ho provato per la prima volta da un mio cliente.Una grossa tipografia lavorava ai poster e altre creazioni che si trovavano su un sever, che poi dietro comando spediva tutto ad una macchina litografica con un suo sistema operativo, scheda di rete 100Mbit/s e hard disk SCSI per contenere i lavori. Si tratta di tanti MB di enormi poster e lavori di grafica.Il server su cui venivano contenuti e poi spediti i lavori era inizialmente WindowsNT ed e' stato sostituito con Windows2000. Winzozz non e' mai riuscito ad andare oltre i 6-6,5MB/s verso la macchina litografica.Solaris e' arrivato a 8MB/s e simile e' stato per MacOSX nonostante la Gbit ethernet di serie.Linux invece grazie alla presenza dei sorgenti del kernel e dei driver della scheda di rete, dopo la ricompilazione e' arrivato a 9,6MB/s con picchi di 9,8MB/s con alcuni lavori, molto vicino alla velocita' nominale di una Ethernet 100Mbit/s.--Ciao. Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    Re: Per 60 dollari....
    Che ragionamento sarebbe??Non è questione di risparmiare 60$, è questione di credere o meno in un sistema operativo. Siccome io credo in Linux, se ne avessi la necessità sceglierei Linux anche se non ci fosse differenza di prezzo, o addirittura se fosse proprio la versione con Linux a costare 60$ in più.Sarei anche disposto ad acquistare un notebook senza il sistema operativo e ad installarmelo da solo, piuttosto che ritrovarmi costretto ad utilizzare qualcosa che non voglio/di cui non ho bisogno.(linux) (apple)Buona giornata a tutti, Matalyn.
    • Anonimo scrive:
      Re: Per 60 dollari....
      - Scritto da: Anonimo
      Che ragionamento sarebbe??
      Non è questione di risparmiare 60$,
      è questione di credere o meno in un
      sistema operativo.Secondo me invece non si tratta assolutamente di "credere o meno in un sistema operativo". E' solamente una questione oggettiva, che porta a concludere che linux è superiore dal punto di vista tecnico anche in ambito desktop.
      • Mechano scrive:
        Re: Per 60 dollari....
        - Scritto da: fancu
        Mah, forse non faccio testo perché
        sono un programmatore,
        ma io mi trovo mooooooooolto meglio con KDE
        che con
        Windows.Sono daccordo.Io avevo sempre preferito Gnome a KDE, ma da un po' ho cambiato distribuzione e c'era KDE di default. Avevo posticipato il passaggio a Gnome e nel frattempo usavo la v3.2 di KDE. Devo dire che sono rimasto colpito soprattutto dalla "scalabilita'" e con questo termine intendo quella configurabilita' che te lo rende piu' o meno ricco di funzioni attivabili o meno a seconda del grado di abilita' dell'utente che lo usa.E' spettacolare la funzione di preview nelle icone con in piu' la tool tip che contiene una preview piu' grande, specie con le immagini e i formati di documenti supportati.Puoi attivare e disattivare cio' che vuoi in base anche alla potenza del PC.KDE 3.2 e' mezzo secolo piu' avanti di Winzozz XP, e continua a crescere.--Ciao. Mr. Mechano
        • Anonimo scrive:
          Re: Per 60 dollari....

          Sono daccordo.non avevamo dubbi, tu saresti disposto a direanche che la cacca è deliziosa se fossed'aiuto alla causa "linuz"
      • Anonimo scrive:
        Re: Per 60 dollari....
        - Scritto da: Anonimo
        sistema operativo". E' solamente una
        questione oggettiva, che porta a concludere
        che linux è superiore dal punto di
        vista tecnico anche in ambito desktop.Ah ah ah, divertente, grazie, ma se lo sanno anche le pietre che è proprio lì che non va bene? Linux va benissimo per stare su macchine VECCHIE e POCO POTENTI a fare da router, da firewall e da server web, altro che Desktop d'Egitto.
        • Anonimo scrive:
          Re: Per 60 dollari....
          - Scritto da: Anonimo
          Ah ah ah, divertente, grazie, ma se lo sanno
          anche le pietre che è proprio
          lì che non va bene? Linux va
          benissimo per stare su macchine VECCHIE e
          POCO POTENTI a fare da router, da firewall e
          da server web, altro che Desktop d'Egitto.A me fa da macchina desktop.Con KDE o Gnome si lavora meglio che con XP. Di serie ha una marea di programmi per fare tutto senza dover cercare freeware e shareware o pagare altro software.E' comunque molto veloce su macchine anche vecchie di 2-3 anni, e sia KDE che Gnome permettono di disabilitare effetti grafici e cose che appesantirebbero un bel po'.Si stano cominciando a vedere giochi anche se penso che chi vuole giocare e' meglio si compri una console.E il software aumenta e migliora di mese in mese.
        • Anonimo scrive:
          Re: Per 60 dollari....
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          sistema operativo". E' solamente una

          questione oggettiva, che porta a
          concludere

          che linux è superiore dal punto
          di

          vista tecnico anche in ambito desktop.

          Ah ah ah, divertente, grazie, ma se lo sanno
          anche le pietre che è proprio
          lì che non va bene? Linux va
          benissimo per stare su macchine VECCHIE e
          POCO POTENTI a fare da router, da firewall e
          da server web, altro che Desktop d'Egitto.Ehm ....Veramente si mette Linux su macchine molto potenti per fare i lavori di cui sopra, altrimenti per poter supportare tutte le porcherie fatte viaggiare in rete ed in Internet da Winsozz, oltre che le richieste da OS seri, avrebbe qualche problema.....8)
    • Anonimo scrive:
      Re: Per 60 dollari....

      è questione di credere o meno in un
      sistema operativo.mamma mia come siamo conciati :(
    • Anonimo scrive:
      Re: Per 60 dollari....
      - Scritto da: Anonimo
      Che ragionamento sarebbe??
      Non è questione di risparmiare 60$,
      è questione di credere o meno in un
      sistema operativo. Siccome io credo in
      Linux, se ne avessi la necessitàCredi? Ma cos'è, una questione di fede? e poi i pinguini hanno pure da ridire che nooooooo, non è vero che loro fanno una guerra santa ????
  • Anonimo scrive:
    Da utente Mac...
    ... Sono solo felice che i cugini pinguini si estendano oltre il nostro misero 3%.Dal momento che Apple è in assoluto uno dei brand con l'utenza più fidelizzata (non ci schiodano dalla Mela nemmeno col bazooka), indovinate a chi saranno sottratte quelle quote di mercato... Eheheheheh!Pensate che bello, pur col Mac sempre al 3%, un mondo informatico con Win al 48 e Linux anche lui al 48%...Magari è la volta buona che riusciranno (costretti, sì, ma meglio che niente) a mettersi d'accordo su qualche standard in modo che sia realmente standard, invece del solito, ossimorico, "standard-proprietario"...
  • Anonimo scrive:
    Re: Sarebbe anche ora!!!
    io ho un portatile HP sul quale ho "incastrato" a fatica linux, ma ora ho un sistema funzionante al 100%, irda, bluetooth, wireless, etc. etc. guarda caso mi sono trovato i driver intel direttamente dentro la mia distro ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Sarebbe anche ora!!!

    Che serietà... Non
    li potevano scrivere loro, anche closed,
    come hanno già fatto tante altre
    aziende!?!?Meglio avere driver opensource che magari non supportano al 100% tutte le funzioni di un dato hardware che avere driver chiusi e proprietari.Ti faccio un esempio.Avevo acquistato una QuickCam WC dalla Logitech da poco tempo (un paio di mesi), aggiornai il mio PC da Win98 a Win2k (Win98 si piantava semplicemente troppo spesso per poterci fare qualcosa).Andai sul sito della Logitech per scaricarmi i driver per Win2k... e sorpresa delle sorprese non c'era alcun driver per Win2k... inutile dire che il driver per 98 non intendeva funzionare (anzi, mi ha sputt*nato Win2k e ho dovuto reinstallarlo da zero).Ho pregato in ginocchio la Logitech di realizzare un driver per Win2k (dopotutto avevo appena acquistato tale Webcam), ma come puoi immaginare senza alcun risultato.Morale della favola: se quel driver fosse stato opensource non avrei dovuto spendere 100 euro per una nuova webcam e buttare letteralmente nel cesso la webcam """vecchia""".È una delle ragioni che mi ha spinto ad imparare e usare Linux, almeno ora tutto il mio hardware funziona e continuerà a funzionare per tutte le versioni future.Ciao, Luca
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarebbe anche ora!!!
      - Scritto da: Anonimo
      Avevo acquistato una QuickCam WC dalla
      Logitech da poco tempo (un paio di mesi),
      aggiornai il mio PC da Win98 a Win2k (Win98
      si piantava semplicemente troppo spesso per
      poterci fare qualcosa).etc.etc....non hai mai risolto il problema, vero?...perche' mi sa che avevo la stessa quickcam!!! :(:'(mannaggia alla lopitec! :|(evito insulti piu' pesanti che mi frullano per la testa!)
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarebbe anche ora!!!
      - Scritto da: Anonimo

      Che serietà... Non

      li potevano scrivere loro, anche closed,

      come hanno già fatto tante altre

      aziende!?!?

      Meglio avere driver opensource che magari
      non supportano al 100% tutte le funzioni di
      un dato hardware che avere driver chiusi e
      proprietari.Questo implica che quello che conta è che siano open, non che funzionino.
      Morale della favola: se quel driver fosse
      stato opensource non avrei dovuto spendere
      100 euro per una nuova webcam e buttare
      letteralmente nel cesso la webcam
      """vecchia""".Se fosse stato open source avrebbe potuto non supportare al 100% tutte le funzioni dell'hardware, come dici tu sopra, scusa sai, ma che te ne saresti fatto? Per me avresti comprato una nuova webcam.
      è una delle ragioni che mi ha spinto
      ad imparare e usare Linux, almeno ora tutto
      il mio hardware funziona e continuerà
      a funzionare per tutte le versioni future.Perchè su Linucs funziona l'hardware VECCHIO.Francesco
      • Anonimo scrive:
        Re: Sarebbe anche ora!!!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo


        Che serietà... Non


        li potevano scrivere loro, anche
        closed,


        come hanno già fatto tante
        altre


        aziende!?!?



        Meglio avere driver opensource che
        magari

        non supportano al 100% tutte le
        funzioni di

        un dato hardware che avere driver
        chiusi e

        proprietari.

        Questo implica che quello che conta è
        che siano open, non che funzionino.


        Morale della favola: se quel driver
        fosse

        stato opensource non avrei dovuto
        spendere

        100 euro per una nuova webcam e buttare

        letteralmente nel cesso la webcam

        """vecchia""".

        Se fosse stato open source avrebbe potuto
        non supportare al 100% tutte le funzioni
        dell'hardware, come dici tu sopra, scusa
        sai, ma che te ne saresti fatto? Per me
        avresti comprato una nuova webcam.


        è una delle ragioni che mi ha
        spinto

        ad imparare e usare Linux, almeno ora
        tutto

        il mio hardware funziona e
        continuerà

        a funzionare per tutte le versioni
        future.

        Perchè su Linucs funziona l'hardware
        VECCHIO.

        FrancescoSarebbe più corretto dire che Linux continua a supportare, anche dopo implementazioni varie, l'hardware che trova sul PC nuovo o vecchio che sia :p 8) ... diversamente da un noto OS closed che in quanto a retrocompatibilià hardware non bisogna stendere un velo ma un materasso!! 8):)
  • Anonimo scrive:
    Re: Per 60 dollari....
    - Scritto da: Anonimo
    Bhe non specifica di che versione di Win si
    tratti ma...se "per sbaglio" fosse la XP
    Pro....bhe col cavolo che ci rinuncerei solo
    per risparmiare 60 miseri dollari.Io ci rinuncerei molto volentieri... fosse anche la server edition... ho regalato soldi a sufficenza a M$ nella mia vita... e per cosa? Per riavvii ad ogni update, per riavvii almeno una volta al giorno, virus, trojan, schifezze varie... senza poi contare che devo acquistare anche un antivirus e un firewall...no grazie, i 60 dollari me li tengo... e scommetto che non risparmio solo quei 60 dollari, ma anche i soldi che servono per rendere tale SO un minimo sicuro.Ciao, Luca
  • Anonimo scrive:
    Per 60 dollari....
    Bhe non specifica di che versione di Win si tratti ma...se "per sbaglio" fosse la XP Pro....bhe col cavolo che ci rinuncerei solo per risparmiare 60 miseri dollari.
  • Anonimo scrive:
    Re: Sarebbe anche ora!!!

    Che comunque oggi ha installato la
    Slackware sul PC desktop al lavoro
    debellando l'orrore che vi risiedeva...
    ;)Ovvero?
  • TADsince1995 scrive:
    Sarebbe anche ora!!!
    Che linux si diffonda anche sui notebook! Io oggi volevo installare la nuova Slackware 10.0 sul mio Travelmate 292Lci e scopro con orrore che non ci sono i driver per il wireless di Intel o meglio... La Intel ha aperto un progetto su sourceforge per incoraggiare la scrittura dei driver... Che serietà... Non li potevano scrivere loro, anche closed, come hanno già fatto tante altre aziende!?!?Sarebbe un'opportunità se aziende come HP facessero un portatile su misura per linux e, perchè no, con una loro versione personalizzata...TAD Che comunque oggi ha installato la Slackware sul PC desktop al lavoro debellando l'orrore che vi risiedeva... ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Intanto la maggior parte dei Noteboo
    - Scritto da: Anonimo
    Hanno WinXP HOME che prontamente viene
    piallato dalla versione piratozza Win XP
    Pro, perchè la Home è davvero
    un delirio.Esagerato, la Home è un delirio e la Pro...pure
    • Anonimo scrive:
      Re: Intanto la maggior parte dei Noteboo
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      Hanno WinXP HOME che prontamente viene

      piallato dalla versione piratozza Win XP

      Pro, perchè la Home è
      davvero

      un delirio.

      Esagerato, la Home è un delirio e la
      Pro...pureno, la home non riesce nemmeno ad andare in rete....con winxp pro!!!!!!!!Osama, il prossimo schianto fallo con l'Air Force One sulla scrivania dello zio bill, magari mentre è lì che ride delle cretinate del suo fido giullare Ballmerd......(della serie: tre piccioni con un botto) please!!!
      • Mechano scrive:
        Re: Intanto la maggior parte dei Noteboo
        - Scritto da: Anonimo
        no, la home non riesce nemmeno ad andare in
        rete....con winxp pro!!!!!!!!E guardacaso la XP Pro e' rara da trovare in versione OEM preinstallata (solo i modelli di fascia alta). E costa anche una bella cifra in piu' sia in versione boxed retail che OEM e a licenze multiple.Questi problemi di rete puzzano abbastanza di anomalo, qualcuno potrebbe dire che sono voluti, ma noi amiamo definirli provvidenziali... Non e' vero?--Mr. Mechano
        • Anonimo scrive:
          Re: Intanto la maggior parte dei Noteboo
          - Scritto da: Mechano
          E guardacaso la XP Pro e' rara da trovare in
          versione OEM preinstallata (solo i modelli
          di fascia alta). E costa anche una bella
          cifra in piu' sia in versione boxed retail
          che OEM e a licenze multiple.

          Questi problemi di rete puzzano abbastanza
          di anomalo, qualcuno potrebbe dire che sono
          voluti, ma noi amiamo definirli
          provvidenziali... Non e' vero?

          --
          Mr. MechanoRarissima Mr.Meccanò, ma se vuole posso procurarglinequalche copia al mercato nero. Si affretti che è un articoloin via di estinzione e sotto tutela del wwf. Con quella può andare afc deliziosamente bene.
  • Anonimo scrive:
    Intanto la maggior parte dei Notebook
    Hanno WinXP HOME che prontamente viene piallato dalla versione piratozza Win XP Pro, perchè la Home è davvero un delirio.
Chiudi i commenti