Bancomat e SIA: impegno comune per i pagamenti

Bancomat e SIA: impegno comune per i pagamenti

Bancomat e SIA firmano un'intesa dalla quale nasce un impegno comune e collaborativo per il futuro dei pagamenti digitali, anche attraverso una NewCo.
Bancomat e SIA firmano un'intesa dalla quale nasce un impegno comune e collaborativo per il futuro dei pagamenti digitali, anche attraverso una NewCo.

Bancomat Spa e SIA hanno siglato un accordo con cui le parti mettono sul piatto gli obiettivi comuni sul mondo dei pagamenti, cercando di garantirsi a vicenda un futuro collaborativo, sinergico e florido nel comparto. Il documento, un “Memorandum of Understanding”, getta le basi della collaborazione futura e pone l'intero progetto sui binari dell'innovazione tecnologica nel mondo dei pagamenti.

Bancomat, MoU con SIA

Spiega la comunicazione ufficiale diramata: “L'obiettivo del Memorandum è la creazione di una nuova filiera per i sistemi di pagamento e prelievo BANCOMAT, PagoBANCOMAT e BANCOMAT Pay in grado di re-ingegnerizzare e ammodernare i servizi, creando le condizioni per abilitare il Circuito domestico anche a livello internazionale“. Bancomat e SIA non solo confermano il comune impegno nei confronti della digitalizzazione, ma “mirano allo sviluppo di una nuova filiera dei pagamenti BANCOMAT che prevedrà una miglior governance del Circuito secondo un modello centralizzato per mezzo di un HUB Tecnologico gestito da BANCOMAT S.p.A. che permetterà di spingere ulteriormente sull'innovazione anche grazie ad un ridotto time-to-market“.

Entro il 2024 sarà attivo il nuovo hub tecnologico comune, ma le parti andranno anche a dar vita ad una NewCodestinata a operare in concorrenza con gli altri processor“. Significativo il commento di Federico Lovadina, Presidente di SIA:

Con questo progetto di trasformazione digitale, SIA rafforza il proprio impegno a supporto del percorso di modernizzazione dei sistemi di pagamento, sempre più fondamentali per lo sviluppo attuale e futuro del Sistema Paese. Un'ulteriore testimonianza di come l'Italia sia sempre più centrale nel mondo del fintech e nel guidare l'innovazione dei servizi di pagamento elettronici, anche in iniziative attualmente in corso a livello europeo.

Non vedremo le risultanze di questo accordo ancora per alcuni anni, insomma, ma rappresenta un tassello fondamentale per il futuro e dona inoltre al Paese uno strumento aggiuntivo per l'ammodernamento del sistema dei pagamenti attraverso asset italiani: un elemento non da poco se analizzato in prospettiva di lungo periodo.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

23 06 2021
Link copiato negli appunti