Barrett: innovazione, unica cura alla crisi

Il CEO di Intel si è detto fiducioso che l'innovazione tecnologica porterà ad una rapida ripresa del mercato. Con Intel in testa


San Francisco (USA) – In un lungo intervento all’Intel Developer Forum, Craig Barrett, CEO di Intel, ha affermato che la tecnologia diventa sempre più determinante per l’economia mondiale.

Il manager ritiene infatti che gli investimenti e le attività di ricerca e sviluppo nella tecnologia siano fondamentali per garantire prosperità e sviluppo economico. Nonostante l’attuale rallentamento dell’economia, la struttura di Internet e la spinta a creare economie basate sull’informazione continueranno a incoraggiare, secondo Barrett, la crescita a livello mondiale.

“Nei Paesi industrializzati la tecnologia porterà ad un nuovo periodo di crescita e alla ripresa economica. La tendenza verso una sempre maggiore dipendenza dalla tecnologia per la crescita economica è destinata a continuare in futuro”, ha affermato Barrett.

Il boss di Intel si è detto convinto che mentre le nazioni in via di sviluppo si impegnano a creare economie basate sull’informazione, la tecnologia favorisce la prosperità e la produttività. “La tecnologia del silicio e l’integrazione dell’informatica digitale e delle comunicazioni – ha detto – sono alla base dei progressi realizzati in questo campo”.

Nel corso del suo intervento Barrett ha affermato che la “Legge di Moore” (l’osservazione effettuata per la prima volta da Gordon Moore, co-fondatore di Intel, secondo cui la densità dei semiconduttori raddoppia circa ogni 18 mesi) e Internet non solo continuerebbero a realizzare passi avanti, ma rappresenterebbero persino le forze trainanti alla base della crescita economica primaria.

Barrett ha affermato che l’e-Business, le comunicazioni, l’intrattenimento e l’accesso alle informazioni sono le applicazioni che contribuiranno maggiormente a favorire la crescita di Internet. Tuttavia, le problematiche associate alla sicurezza on line, alle comunicazioni wireless, al ritmo lento della diffusione della banda larga e alla possibilità di realizzare i vantaggi dei Web services (e-Business basato su standard) rimangono tra le sfide da affrontare.

Per raggiungere l’obiettivo finale di introdurre la tecnologia ovunque, sempre e per tutti, Barrett ha sollecitato un maggiore impegno del settore sullo sviluppo di soluzioni tecniche per superare queste e altre sfide. Secondo il CEO Intel, le aziende che utilizzano con successo le tecnologie per garantire la crescita continua di Internet o per contribuire a risolvere le problematiche che ostacolano tale crescita sono quelle destinate a distanziarsi maggiormente dalla concorrenza.

Barrett ha sottolineato anche l’importanza del passaggio del mercato verso standard aperti, sia nel mondo dei computer sia in quello delle comunicazioni.

Barrett ha affermato che la decisione presa da Intel lo scorso anno di continuare ad effettuare ingenti investimenti nella capacità produttiva e nel settore ricerca e sviluppo durante il periodo più negativo del settore dei semiconduttori ha iniziato a dare i propri frutti. Intel può ora contare su cinque impianti dove viene gestito il processo di produzione a 0,13 micron. A breve Intel dovrebbe poi iniziare a distribuire i microprocessori di produzione realizzati nel nuovo impianto aziendale per la produzione di wafer da 300 mm, situato in Oregon.

Grazie alla combinazione della tecnologia a 0,13 micron e dei wafer da 300 mm, Intel si dice in grado di inserire un numero di processori su ciascun wafer quattro volte superiore rispetto alla precedente generazione di wafer da 200 mm basati sulla tecnologia a 0,18 micron.

“I progressi inarrestabili della tecnologia – ha proclamato Barrett – non aspettano la ripresa economica. Andando avanti con i nostri programmi aggressivi di produzione e tecnologie, ci stiamo avvicinando al giorno in cui saremo in grado di inserire due miliardi di transistor su un chip che opera a velocità fino a 30 GHz”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • cfsbond scrive:
    job opportunity
    Salve.Mi chiamo Stefano. Ero molto curioso di sapere quali siano le fonti da cui origina la notizia. Mi considero un lavoratore del settore Information Technology e, oggi, vorrei verificare quali opportunità offre il mercato. Sapete darmi qualche indicazione (siti, link, altro...) che possa aiutarmi???GrazieSaluti
  • Anonimo scrive:
    Re: Servono fucili!!!!!!!!!
    Ho 23 anni e per mantenermi studi e pagnotta faccio i turni da operaio in una famosa rotocalcografia...ho visto gente con skill ridicole salire grazie a calci in c..o e commercianti in informatica che sparavannno (e vendevano...) cose oscene...Sono appena agli inizi nel settore, ma da solo mi sono autocostruito una macchina (funzionante...) in dual boot autonomo win/linux, uso in maniera più che decente l'html ed in generale posso lavorare a livello di inserimento di contenuti web utilizzando quasi ogni tipo di formato audio/video...però faccio l'operaio...vi giuro che potessi impallinerei volentieri mezzo parlamento...abbiamo uun sistema legislativo che avvantaggia eslusivamente le imprese, ma di incentivi ai giovani ed alla loro formazione, manco a parlarne...poi si lamentano...ma per favore...per di più adesso c'è il Berlusca e le cose saranno senz'altro destinate a precipitare...
  • Anonimo scrive:
    Perchè ci prendete in giro?
    Come si spiegano tutti questi posti vacanti quando scandaglio la Rete da mesi e non ho mai, dico mai, trovato una ricerca seria per un e-business manager? Chi ha 5 minuti ricerchi con la parola chiave "e-business" un'offerta di lavoro sui primi 15 siti di recruiting. Di offerte serie non ne troverà una che è una.   
  • Anonimo scrive:
    Nel mitico Nord-Est si lavora gratis
    Vogliono esperti informatici e farli lavorare con lo stage da 3 a 6 mesi gratis (a Milano danno il rimborso spese), anche il negozio di frutta e verdura propone lo stage.Dopo si propone il contratto di formazione lavoro.Prima almeno col lavoro nero si mangiava, adesso è tutto legale e si muore di fame.Così si assume l'extracomunitario che la fame l'ha già conosciuta e forse (per loro) ci è già abituato.Quelli bravi vanno all'estero, non certo nel Nord-Est ItalianoSpero che il governo la finisca con tutti questi incentivi.Tronchetto Provolone
  • Anonimo scrive:
    820 E al mese e sono felice
    Ragazzi non so voi...Io forse perche' ho iniziato da un mesetto circa a lavorare, sono progrmmatore Java e Visual Basic, beh, non sono di certo un esperto, ma quello che mi viene chiesto lo eseguo. A me va bene cosi', ho 20 anni, non ho spese e sinceramente mi basta questa cifra, l'unico neo e' che purtroppo qualcuno che fa contratti duraturi ( ho iniziato con un contratto di 6 mesi di collaborazione ) non lo trovi.. Beh se fosse cosi' tutta la vita ci metterei una firma, oggi come oggi cosi' come trovi lavoro lo perdi, anche se guadagni 4'000 E al mese, non so se mi spiego, preferisco un a cosa stabile, ma ando' sta !Ciao !
    • Anonimo scrive:
      Re: 820 E al mese e sono felice

      Io forse perche' ho iniziato da un mesetto
      circa a lavorare, sono progrmmatore Java e
      Visual Basic, beh, non sono di certo un
      esperto, ma quello che mi viene chiesto lo
      eseguo. A me va bene cosi', ho 20 anni, non
      ho spese e sinceramente mi basta questama certo, in questo caso va benissimo, è il primo lavoro, ti insegnano a lavorare.fai anche bene a dire che non hai spese, perché a vent'anni è anche normale stare a casa dei genitori.però comincia a chiedere loro quanto costa mandare avanti una casa, l'affitto, le bollette, la spesa per mangiare, le scarpe, i vestiti, l'auto ecc..prima o poi infatti dovrai essere indipendente ed è opportuno che tu ti faccia due conti su quanto ti servirà ogni mese per campare.se poi vorrai mettere su famiglia, fatti spiegare da chi ha figli piccoli i particolari costi anche di questa situazione.comunque, ripeto, per uno che *inizia* a lavorare, 1.600mila netti va bene, l'importante è che sia il primo gradino.lo dico per te, eh?
  • Anonimo scrive:
    FUORI LA GRANA!!
    Finchè prenderà di più un bidello che un sistemista e finchè non gli pagheranno OGNI ORA DI STRAORDINARIO credo che le cose non cambieranno....Pochi esperti? Vuol dire che non ci conviene!!!
  • Anonimo scrive:
    Il Teorema del Salario...
    Cari colleghi (alcuni di voi lo sono), vorrei dirvi la mia sulla penosa questione della retribuzione di noi tecnici.Lavoro per un provider del Sud, non sono laureato. Dove lavoro sono stato assunto oltre un anno fa come help desk, inizialmente per dare supporto tecnico ad alcune aziende clienti. Non sono stato in grado di negoziare il mio contratto, quasi convincendomi che avrei dovuto essere riconoscente a quelle persone che mi offrivano un lavoro.Oggi la mia qualifica formale è sempre quella e il mio contratto non è variato. Con qualche particolare però: ho configurato e amministro da solo una server farm di due miliardi, conosco bene aix e linux, programmo in perl e smanetto su server ostici come lotus domino e websphere. I router cisco li conosco poco (e per router intendo il 7200 e non l'827;) ma configuro perfettamente i fw pix. La merce microsoft non la amo ma la conosco bene.In sostanza faccio il sistemista e anche molto di +, lavoro come una bestia anche 12 ore al giorno e la notte il mio telefonino deve restare acceso pronto a ricevere allarmi per quache macchina che va giù.Credete che il mio lavoro sia stato rivalutato durante questo tempo? Macchè, mi si chiede sempre di più e guai a protestare... ;)Di chi è la colpa? MIA, VOSTRA, di gente come me, come voi, come noi tutti, che amiamo cosi tanto il nostro lavoro, che ce ne fottiamo di umiliazioni, soprusi e altro ancora. Che accettiamo stipendi di fame, perchè prima di tutto abbiamo a cuore il nostro LAVORO e sopratutto LO VOGLIAMO FARE BENE.Non sono nato furbo, e non so negoziare. So solo fare il mio lavoro.Scusatemi/ci se è poco.Automatic Jack
    • Anonimo scrive:
      Re: Il Teorema del Salario...

      Credete che il mio lavoro sia stato
      rivalutato durante questo tempo? Macchè, mi
      si chiede sempre di più e guai a
      protestare... ;)licenziati...voglio vedere chi prendono a gestire tutto quel coso...
      Di chi è la colpa?
      MIA, VOSTRA, di gente come me, come voi,
      come noi tutti, che amiamo cosi tanto il
      nostro lavoro, che ce ne fottiamo di
      umiliazioni, soprusi e altro ancora. Che
      accettiamo stipendi di fame, perchè prima di
      tutto abbiamo a cuore il nostro LAVORO e
      sopratutto LO VOGLIAMO FARE BENE.bhe all'inizio si, ma poi cominci a fregarti...visto che a nessuno frega niente di quello che fai e di quanto ti sbatti...
      Non sono nato furbo, e non so negoziare. So
      solo fare il mio lavoro.
      Scusatemi/ci se è poco.

      Automatic Jack;-0)
      • Anonimo scrive:
        Re: Il Teorema del Salario...
        Oppure minaccia di licenziarti se non ti viene riconosciuto il giusto... una figura professionale cosi' non e' semplice da trovare (se e' tutto vero quello che fai). Al 99% puoi trovare un accordo...
        • Anonimo scrive:
          Re: Il Teorema del Salario...

          Oppure minaccia di licenziarti se non ti
          viene riconosciuto il giusto... una figura
          professionale cosi' non e' semplice da
          trovare (se e' tutto vero quello che fai).
          Al 99% puoi trovare un accordo...anche se si licenzia, di solito i bastardi aspettano una-due settimana prima di venirti in ginocchio ad implorarti di tornare...sperano che ritornerai con la coda fra le gambe chiedendo di essere riassunto...se non lo fai vengono loro da te...almeno dalle mie parti...poi non so come va in altre parti...;-0)
    • Anonimo scrive:
      Re: Il Teorema del Salario...
      - Scritto da: Automatic Jack

      Di chi è la colpa?
      MIA, VOSTRA, di gente come me, come voi,
      come noi tutti, che amiamo cosi tanto il
      nostro lavoro, che ce ne fottiamo di
      umiliazioni, soprusi e altro ancora. Che
      accettiamo stipendi di fame, perchè prima di
      tutto abbiamo a cuore il nostro LAVORO e
      sopratutto LO VOGLIAMO FARE BENE.Qualcuno si ricorda ancora del significato del termine "sfruttamento"?
  • Anonimo scrive:
    CHE VADANO A FARE IN CULO!!!! (analisi del cazzo)
    Mi associo alle lamentele dei mie colleghi rispetto ai quali non riesco a trattenere la mia ira.Perche' non ci riuniamo e marciamo su Roma e su questi stronzi che hanno fatto questa analisi del cazzo?Se le cose non cambiano penso che la maggior parte dei miei colleghi passera' al lato oscuro del NET e per tutte le aziende italiane, che danno lavoro ad extra-comunitari o a poveri disgraziati che si accontentano di una misera paga, saranno cazzy amari.
    • Anonimo scrive:
      Re: CHE VADANO A FARE IN CULO!!!! (analisi del cazzo)
      Ne' tutti gli stranieri (odio da morire la parola "extra-comunitario"; non esiste niente di piu' razzista) vengono qua per essere sottopagati. Sono programmatrice Visual Basic e sistemista linux, e non ho da lamentarmi quanto a soldi.Ah, dettaglio: vengo da Sao Paulo, Brasile.- Scritto da: SysAdmin
      Mi associo alle lamentele dei mie colleghi
      rispetto ai quali non riesco a trattenere la
      mia ira.
      Perche' non ci riuniamo e marciamo su Roma e
      su questi stronzi che hanno fatto questa
      analisi del cazzo?
      Se le cose non cambiano penso che la maggior
      parte dei miei colleghi passera' al lato
      oscuro del NET e per tutte le aziende
      italiane, che danno lavoro ad
      extra-comunitari o a poveri disgraziati che
      si accontentano di una misera paga, saranno
      cazzy amari.
  • Anonimo scrive:
    Roba da matti ... ma
    E che cazzo .. gente che si scambia indirizzi, chi dà una mano all'altro per trovargli un lavoro piu dignitoso, chi consiglia dove e cosa fare, chi illustra la sua vita.dirò la cazzata piu grossa del giorno, ma non me ne frega niente:INTERNET SIAMO NOI !!!!QUEI PEZZI DI MER** QUANDO AVEVANO 20 ANNI SE LA SOGNAVANO UNA SOLIDARIETA' DI QUESTI LIVELLI .. TRA POCO MANCO QUANDO C'ERA LA GUERRA!!!Internet ci ha regalato, e ci regala continuamente, l'opportunità di essere solidali con il prossimo (Anche se spesso a livello informatico o hobbistico) e di ricevere altrettanta solidarietà.Io sono 7 anni che vivo questa realtà, gestisco varie community abbastanza frequentate, e continuo a pensare che NON CI SDRAIERANNO MAI!La gente si ama!Discorso da cartone animato forse, ok ... ma amo questo pc proprio per questo.
  • Anonimo scrive:
    FALSISSIMO!!!!!
    io ad esempio possiedo molti skill, ma non sono laureato... e allora sono da buttare nell'immondizia secondo il 99% di aziende che ho contattato....
    • Anonimo scrive:
      Re: FALSISSIMO!!!!!
      No, non preoccuparti e' solo una scusa. In realta' buttano nel cesso tutti anche i laureati a pieni voti credimi.
  • Anonimo scrive:
    Ogni volta che leggo QUESTE STIME, RIDO...
    ...altro che le barzellette.Come si può affermare una bufala del genere?Ma perchè prima di pubblicare FESSERIE, gli analisti, non fanno il proprio dovere?Ovvero, analizzare BENE il mercato?Da una parte abbiamo i lavoratori di Matrix/Virgilio che sono/saranno licenziatidunque Virgilio rinuncerà ad oltre il 35% della sua forza lavoro,Poi c'e' Lycos Italia che è + o - nella stessa situazione,ED ORA ARRIVA LA BELLA NOTIZIA: CI MANCANO 230.000 POSTI DI LAVORO NELL'ICTDEVO RIDERE ORA O DOPO?Facciamo dopo, ora passiamo alle concessionarie pubblicitarie italiane CHE NON VENDONO PIU' NEMMENO MEZZO BANNER (se escludiamo i banner sulle suonerie o sfondi erotici)I fatturati che sono calati di + del 40% nel 2001e caleranno ancora per i primi 9 mesi del 2002,ED ECCO LA BELLA NOTIZIA:"230mila i posti vacanti nel nostro paese"DEVO RIDERE ORA O DOPO?Facciamo dopo, Ciaoweb, Kataweb e molti altri, hanno "smaltito" le "risorse umane" anche loro,licenziando a destra e a manca,ED ECCO LA BELLA NOTIZIA:"230mila i posti vacanti nel nostro paese"DEVO RIDERE ORA O DOPO?Rido ORA:AH AH AH AH AH AH AH AH, questa è proprio una CA',una grande CAZZA', una grossa... strepitosaCAZZATA !!!!!(Le Iene)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ogni volta che leggo QUESTE STIME, RIDO...
      effettivamente scrivono parecchie puttanate. concordo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ogni volta che leggo QUESTE STIME, RIDO...


      questa è proprio una CA',ok,
      una grande CAZZA', una VERA cazza...
      una grossa...una grande, gigantesca,
      strepitosa
      CAZZATA !!!!!Bravino, qui andavi bene....
      (Le Iene)
  • Anonimo scrive:
    Balle!!
    Queste cose mi fanno rabbia!I problemi alla base di queste "mancanze" x me sono la poca voglia di fare investimenti delle aziende, nonchè una fondamentale ignoranza in merito alla professionalità richiesta x la gestione dei sistemi.Ribadisco che i professionisti ICT ci sono, bisogna solo guardare nel "pantano" e valutare anche i candidati che non hanno concorso al premio nobel in scienze dell'informazione...
    • Anonimo scrive:
      Re: Balle!!
      esatto!!! come dicevo prima io, se non sei diplomato con 100000000/e lode e senza tre o quattro lauree sulla fisica nucleare, informatica, lettere moderne, cazzologia etc... allora non vali niente????certo ci sono le patenti europee che inficiano il mercato con falsi esperti... ma insomma!?!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Balle!!
      - Scritto da: Michele (Marche)
      Queste cose mi fanno rabbia!
      I problemi alla base di queste "mancanze" x
      me sono la poca voglia di fare investimenti
      delle aziende, nonchè una fondamentale
      ignoranza in merito alla professionalità
      richiesta x la gestione dei sistemi.
      Ribadisco che i professionisti ICT ci sono,
      bisogna solo guardare nel "pantano" e
      valutare anche i candidati che non hanno
      concorso al premio nobel in scienze
      dell'informazione...ma quelli conoscono solo linux!
  • Anonimo scrive:
    Mi sembra che siano 2 anni che lo si dica....
    ...ed è verissimo!E intanto i pochi realmente capaci che ci sono ci sguazzano!Altissima richiesta (da parte delle ditte) e bassissima offerta (cioè gente seria e competente).Sperimo che duri ancora molto perchè finora è una favola!
    • Anonimo scrive:
      BUFFONE!!!
      Come da topic.
      • Anonimo scrive:
        Re: BUFFONE!!!
        - Scritto da: JoCKerZ
        Come da topic.Ti rode?
        • Anonimo scrive:
          Re: BUFFONE!!!
          certo che gli rodesentire le cazzate che scrivi fa rodere tuttima piantala
          • Anonimo scrive:
            Re: BUFFONE!!!
            - Scritto da: sabbione
            certo che gli rode
            sentire le cazzate che scrivi fa rodere tutti
            ma piantalaMi sa che qui è tanto facile lamentarsi, ma poi alla prova dei fatti quanto valete?E xchè sarebbero cazzate?Lo dice Guido Viceconte, lo dicono gli esperti di Confindustria e dell'Università di Pisa, lo dice EITO.E lo dico io e lo dice chiunque stia cercando gente veramente qualificata.C'è una fame di professionisti ICT incredibile, siamo quasi da 3 mondo in europa e in particolare qui in Italia.
          • Anonimo scrive:
            Re: BUFFONE!!!

            Mi sa che qui è tanto facile lamentarsi, ma
            poi alla prova dei fatti quanto valete?
            E xchè sarebbero cazzate?

            Lo dice Guido Viceconte, lo dicono gli
            esperti di Confindustria e dell'Università
            di Pisa, lo dice EITO.
            E lo dico io e lo dice chiunque stia
            cercando gente veramente qualificata.

            C'è una fame di professionisti ICT
            incredibile, siamo quasi da 3 mondo in
            europa e in particolare qui in Italia.
            Sono gli stessi ballisti che con la terza elementare dicono a gente laureata in ingegneria che non vale un ca..o perche' non sa il visual basic.Che cavolo me ne frega a me del visual basic.L'unica sfiga e' che adesso il mercato USA e' ancora un po' fermo, appena riparte saluto sta banda di ladri e vado dove sanno cosa sa fare un ingegnere italiano.
          • Anonimo scrive:
            Re: BUFFONE!!!

            Sono gli stessi ballisti che con la terza
            elementare dicono a gente laureata in
            ingegneria che non vale un ca..o perche' non
            sa il visual basic.
            Che cavolo me ne frega a me del visual basic.Se cercano uno che sappia VB, lo impari o ti attacchi.Capisco se ti chiedessero di sapere l'assembler, ma VB te lo impariin 1-2 settimane (cosa che ho fatto).
            L'unica sfiga e' che adesso il mercato USA
            e' ancora un po' fermo, appena riparte
            saluto sta banda di ladri e vado dove sanno
            cosa sa fare un ingegnere italiano.Beh, abbiamo la stessa laurea...Sarai te che non sai "venderti" per quanto vali?
          • Anonimo scrive:
            Re: BUFFONE!!!
            OK, calmiamo i toni e andiamo sul concreto.Quando ti sei laureato?Qual e' stato il tuo primo stipendio da neolaureato.In cosa di preciso ti sei laureato, e cosa invece adesso fai per vivere?
          • Anonimo scrive:
            Re: BUFFONE!!!
            - Scritto da: JoCKerZ
            OK, calmiamo i toni e andiamo sul concreto.
            Quando ti sei laureato?Da qualche anno.
            Qual e' stato il tuo primo stipendio da
            neolaureato.Abbiamo la stessa laurea.
            In cosa di preciso ti sei laureato, e cosa
            invece adesso fai per vivere?Primo stipendio ovviamente 23M (netti/anno).Analista programmatore.Tocca a te ora...
          • Anonimo scrive:
            Re: BUFFONE!!!
            Io mi sono laureato ad aprile 2001 e 1 mese fa ho finito il servizio civile.A parte tesi fatta in azienda (gratis) e collaborazione seguente a 1,5 milioni lordi al mese per un part-time durante il servizio civile non ho al momento altre esperienze.da un mese ho inviato 50 curriculum, ho fatto 2 colloqui, il periodo purtroppo e' quello che e'.Forse la prossima settimana concludo a 44 lordi l'anno.Sono d'accordo con te sul cambiare spesso, ma ti volevo avvisare che raggiunte certe cifre sara' difficile cambiare, e magari come qualcuno che conosco io dall'oggi al domani a 45-50 anni ti troverai col popo a terra. E non sono casi isolati di sfigati. Ci sono libri sull'argomento.Per la precisione io sono laureato in ingegneria elettronica, e tu? telecomunicazioni, elettronica, informatica o cosa?
          • Anonimo scrive:
            Re: BUFFONE!!!
            Io, non sono un esperto ICT, purtroppo mi propongono di fare il programmatore. Io sono specializzato in controlli automatici, e ti assicuro che negli USA e' una specializzazione che va alla grande. Purtroppo qui non gliene frega nieinte a nessuno.Io comunque mi sono laureato a 25 anni con 107/110...non credo che sia da buttare no ? :))
          • Anonimo scrive:
            Re: BUFFONE!!!
            - Scritto da: JoCKerZ
            Io, non sono un esperto ICT, purtroppo mi
            propongono di fare il programmatore. Io sono
            specializzato in controlli automatici, e ti
            assicuro che negli USA e' una
            specializzazione che va alla grande.
            Purtroppo qui non gliene frega nieinte a
            nessuno.Beh, anch'io avrei preferito fare l'ing. elettronico, ma il mercato spinge altrove.
            Io comunque mi sono laureato a 25 anni con
            107/110...non credo che sia da buttare no ?
            :))URKA!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: BUFFONE!!!
            Beh, qualcosa di elettronica in Italia si fa, STmicroelectronics a Catania e Milano, solo che dovrebbero spiegare perche' un neolaireato a Grenoble becca 3.8 netti al mese e 2.1 a Milano.Ma questo e' un altro discorso :)) Comunque l'ultimo colloquio che ho fatto non era con una ditta ICT ma di controlli automatici a livello internazionale.Speriamo ...
          • Anonimo scrive:
            Re: BUFFONE!!! - DOPPIAMENTE

            Se cercano uno che sappia VB, lo impari o ti
            attacchi.
            Capisco se ti chiedessero di sapere
            l'assembler, ma VB te lo impariin 1-2
            settimane (cosa che ho fatto).2 SETTIMANE????????????????Bravo, e tu saresti l'esperto? (esperto suona un po' come esperienza, non ti pare?)Mi fai molto ridere, Vorrei offenderti, ma non ci riesco, mi fai solo ridere
          • Anonimo scrive:
            Re: BUFFONE!!!

            Sono gli stessi ballisti che con la terza
            elementare dicono a gente laureata in
            ingegneria che non vale un ca..o perche' non
            sa il visual basic.
            Che cavolo me ne frega a me del visual basic.
            L'unica sfiga e' che adesso il mercato USA
            e' ancora un po' fermo, appena riparte
            saluto sta banda di ladri e vado dove sanno
            cosa sa fare un ingegnere italiano.Qui le piccole aziende si credono padroni e sanno soltanto tirare il prezzo__ed hanno l'arroganza degli ignoranti. E poi alla fine prendono gente da quattro soldi come questo a lavorare perchè gliene danno tre di soldi___e lui si svende come una donnaccia.Saluti e Baci!
          • Anonimo scrive:
            Re: BUFFONE!!!
            su quello forse hai ragione... che in Italia state da terzo mondoInfatti me ne sto qui in Irlanda presso una societa' che mi paga corsi, certificazioni, mi incita a studiare e mi paga pure il doppio di quanto potrei prendere in italia....Mi rode perche' a me l'Italia piace e ci ritornerei di corsa ma non per fare il morto di fameecco perche' ci rode...magari tu sei un fortunato che prende un stipendio adeguato alle competenze, ben per te, ma non ti lasciare confondere da quello che dicono i signoroni che citi tu.. Evvero servono professionisti ma quelli costano. Non comprendo bene la seconda meta' dell'equazione.Se vuoi allestire una squadra di serie A e vincere lo scudetto devi cacciare fuori i soldoni e comprare Vieri, Nesta e Totti... altrimenti te ne stai in B e lotti per non retrocederetutto qui
          • Anonimo scrive:
            Re: BUFFONE!!!

            Se vuoi allestire una squadra di serie A e
            vincere lo scudetto devi cacciare fuori i
            soldoni e comprare Vieri, Nesta e Totti...
            altrimenti te ne stai in B e lotti per non
            retrocedere
            tutto quiSai come faccio io?Primo impiego:ho preso la prima cosa che passava il convento con paga da fame.Dopo 6 mesi ho rimandato il curriculum in giro.Colloqui e offerta leggermente superiore (diciamo almeno 100K/mese).Vado dal capo e dico che o mi da di + o me ne vado.A quel punto se vali realmente vedi che ti fanno una contro-offerta maggiore (diciamo 150-200K/mese in più dell'offerta).Lavoro da pochi anni e ho fatto cose simili ben 7 volte (l'ultima questo lunedì).E' questo il bello...Secondo me siamo realmente in pochi (quelli validi) e abbiamo pure il coltello dalla parte del manico. Basta saperlo usare....
          • Anonimo scrive:
            Re: BUFFONE!!!
            magari hai ragione tu, ma non per tutti e' lo stesso.Il mio caso per esempio:adesso vivo all'estero, in Italia a causa di sfortune della vita non ho piu' nessuno su cui appoggiarmi (leggi niente casa niente genitori con cui vivere etc.)Ho anche una ragazza con cui mi piacerebbe vivere in Italia una volta che ci ritorno...Diciamo che mi voglio trasferire. Nel conto spese ci devo mettere trasloco internazionale e affitto di casa. In piu' dato che la mia ragazza probabilmente non trovera' lavoro nello stesso momento in cui lo trovo io (probabile in italia anzi quasi certo) dovro' mantenere anche lei.A conti fatti non mi posso permettere di accettare il 100K al mese e sperare di giocarmela in futuro. Se ci metti che per quello che faccio e per quello che i miei certificati dicono dovrei prendere gia' 300K al mese (cosa che mi danno qui) mi troverei pure a fare il depresso con la terra che scotta sotto i piedi mentre passano i mesi nella speranza che un giorni qualcuno mi paghi per quello che valgo.ergo: vale la pena tornare?seconda domanda: non e' che c'é qualcosa che non va in italia?
          • Anonimo scrive:
            Re: BUFFONE!!!
            - Scritto da: sabbione
            magari hai ragione tu, ma non per tutti e'
            lo stesso.
            Il mio caso per esempio:
            adesso vivo all'estero, in Italia a causa di
            sfortune della vita non ho piu' nessuno su
            cui appoggiarmi (leggi niente casa niente
            genitori con cui vivere etc.)
            Ho anche una ragazza con cui mi piacerebbe
            vivere in Italia una volta che ci ritorno...
            Diciamo che mi voglio trasferire. Nel conto
            spese ci devo mettere trasloco
            internazionale e affitto di casa. In piu'
            dato che la mia ragazza probabilmente non
            trovera' lavoro nello stesso momento in cui
            lo trovo io (probabile in italia anzi quasi
            certo) dovro' mantenere anche lei.
            A conti fatti non mi posso permettere di
            accettare il 100K al mese e sperare di
            giocarmela in futuro.
            Se ci metti che per quello che faccio e per
            quello che i miei certificati dicono dovrei
            prendere gia' 300K al mese (cosa che mi
            danno qui) mi troverei pure a fare il
            depresso con la terra che scotta sotto i
            piedi mentre passano i mesi nella speranza
            che un giorni qualcuno mi paghi per quello
            che valgo.
            ergo: vale la pena tornare?
            seconda domanda: non e' che c'é qualcosa che
            non va in italia?Sì....tutto!
          • Anonimo scrive:
            Re: BUFFONE!!!
            forse c'e' qualcosa che non va in italia come noti tu... ed e' la ibm, o la andersen consulting o altre "associazioni" del genere, che pagano un neolaureato uno stipendio da schiavo egizio... pero' loro, le aziende, fatturano 2 o 3 milioni al giorno per quella "competenza", sono queste che danneggiano parecchio il mercato in italia.
          • Anonimo scrive:
            Re: BUFFONE!!!
            Scusa, leggendo i v.s. post, credo che i tuoi interlocutori partino da punti di vista diversi da te.Per inciso credo che l'ultimo "Sabbione", ritenga di partire con un lavoro ITC che gli dia già uno stipendio adeguato, non da pochissimo a crescere; ma da medio a crescere.L'altro tuo interlocutore, l'ingegnere, credo che metta avanti a tutto il tipo di lavoro; vuole volare più alto ed occuparsi di progetti più quotati.Personalmente preferisco l'atteggiamento del secondo, anch'io scelgo ostinatamente i progetti. Ad esempio su win* non mi ci metto neanche se mi uccidono, solo ed esclusivamente UNIX (magari OS/390, MVS).Io sono stato fortunato, studente di fis. Teo. sono stato ricercato dalle aziende (che mi hanno contatto) per le mie conoscenze UNIX; ed altre ne ho contattate io. Mi sono capitate aziende per la max parte che cercavano sistemisti misti UNIX/win che ho rifiutato (non ho le conoscenze in win per assumermi le responsabilità su quell'o.s. ne voglio averle); poi sono arrivati i progetti desiderati, non sempre al 100% cmq erano su UNIX.Anche adesso sono consulente per UNIX per conto di una della Bull in una delle prime 5 grandi aziende italiane, per la quale sto finendo un progetto che verrà integrato da altri, tutti su UNIX.Tu viceversa mi sembri più arrendevole, sarà cmq che io non avevo l'imminenza di lavorare e quindi rifiuto alcuni compromessi.Ciao.
          • Anonimo scrive:
            Re: BUFFONE!!!
            Credo che ti sei risposto da solo con l'ultima frase.Anch'io coltivo sogni e ambizioni, che credi.Il futuro, per il mondo IT che vedo io, sta nelle soluzioni Storage su Fiber Channel, sulla replicazione dei dati a distanza, sulle EBS (enterprise backup solution) che siano svincolate dalla distanza e dai sistemi locali, e in quello sto investendo me stesso. Fosse per me farei solo quello.Pero' visto che il pane lo devo pure mangiare (e mangio tanto non c'é che dire ;) ) mi tocca scendere a compromessi. Il mio Employer mi ha chiesto di certificarmi in 2000 e io l'ho fatto (hanno pagato tutto loro tra l'altro). Scusami se ti sembro una mignotta che si vende ma forse quello che deve "atterrare" un attimino e vedere la realta' da tutti i punti di vista sei tu. Non si vive di ideali.Comunque stai tranquillo che se anche io avessi magari un genitore che mi offrisse una casa e un piatto di minestra in attesa che io trovi il lavoro dei sogni che mi faccia sentire un uomo appagato e tutto di un pezzo farei come te e vivrei nel mondo degli ideali.Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: BUFFONE!!!
            Bè diciamo che non avevo necessità per alcune ragioni; la prima perchè studio (quindi in ogni caso non stò senza far niente e come dici tu ho degli appoggi), poi altre: non mi preoccupo di restare senza lavoro perchè ho la fortuna di poter disporre delle conoscenze di 4 forme di lavoro e di conseguenza mestieri annessi; ho un diploma Geometra, conosco il lavoro di mio padre che me l'ha insegnato (ed anche di mio fratello), sono sistemista UNIX ed infine ho conoscenze di Fis. Teo. Come vedi per mia fortuna non c'è modo che resti senza lavoro cmq; tantè che quando non lavoro come sistemista posso lavorare nell'azienda di mio padre. Quindi ho tutte le chance per cercare il tipo di lavoro che più mi aggrada (ho scelto fisica teorica, perchè mi piaceva, pur sapendo che in ITA sopratutto ed in generale cmq, non hai molto lavoro nel campo se non nei pochi posti accademici/ricerca pubblici; ed è sicuramente il lavoro a cui ambisco di più).L'ho semplicemente fatto: sono state le aziende per prime a cercarmi, poi ovviamente anch'io ovviamente non mi faccio "fregare" e m'informo.Daltronde mettermi su win mi farebbe perdere tanto di quel tempo e non saprei, come fisico, cosa farne (oltre al fatto che non mi piace).Certo cmq che seppur piccola alcune volte ci penso a questa mia fortuna, ma l'occasione va sempre cercata se non sei lì a prenderla ti passa accanto e va via!
          • Anonimo scrive:
            Re: BUFFONE!!!
            cosi' mi piaci di piu'.Non e' una colpa avere un pizzico di fortuna nella vita, l'importante e' essere intelligenti per capirlo e capire che non per tutti e' cosi' e avere quel pizzico di astuzia necessaria a sfruttare la situazione a proprio vantaggio. Poi se oltre che fortunato ci metti anche le tue carte personali, le tue doti, l'impegno e gli occhi aperti le carte per vincere ce le hai di sicuro. Non diamo pero' per scontato che e' cosi' per tutti.Io personalmente ti auguro successo pero' non tutti siamo come te.Con simpatia
          • Anonimo scrive:
            Re: BUFFONE!!!

            Vado dal capo e dico che o mi da di + o me
            ne vado.
            A quel punto se vali realmente vedi che ti
            fanno una contro-offerta maggiore (diciamo
            150-200K/mese in più dell'offerta).
            Lavoro da pochi anni e ho fatto cose simili
            ben 7 volte (l'ultima questo lunedì).
            E' questo il bello...Concordo pienamente...solo che io lo faccio ogni tre mesi....
            Secondo me siamo realmente in pochi (quelli
            validi) e abbiamo pure il coltello dalla
            parte del manico. Basta saperlo usare....Siamo realmente in pochi che sanno veramente fare...Non potrei fare sto giochetto per scrivere un programma in vb o gestire due macchine 95.
          • Anonimo scrive:
            Re: BUFFONE!!!
            Perchè non ci dai qualche indicazione in più su come hai fatto tu ad andare a lavorare in Irlanda?Avevi contatti oppure hai mandato CV dall'Italia?Come ti sei mosso?CiaoP.S. Io ci penserei 1000 volte prima di tornare in Italia se stessi fuori- Scritto da: sabbione
            su quello forse hai ragione... che in Italia
            state da terzo mondo
            Infatti me ne sto qui in Irlanda presso una
            societa' che mi paga corsi, certificazioni,
            mi incita a studiare e mi paga pure il
            doppio di quanto potrei prendere in
            italia....
            Mi rode perche' a me l'Italia piace e ci
            ritornerei di corsa ma non per fare il morto
            di fame
            ecco perche' ci rode...
            magari tu sei un fortunato che prende un
            stipendio adeguato alle competenze, ben per
            te, ma non ti lasciare confondere da quello
            che dicono i signoroni che citi tu.. Evvero
            servono professionisti ma quelli costano.
            Non comprendo bene la seconda meta'
            dell'equazione.
            Se vuoi allestire una squadra di serie A e
            vincere lo scudetto devi cacciare fuori i
            soldoni e comprare Vieri, Nesta e Totti...
            altrimenti te ne stai in B e lotti per non
            retrocedere
            tutto qui
          • Anonimo scrive:
            Re: BUFFONE!!!
            ti rispondo copiando il pst che ho messo su un altro threadForse e' un po' troppo tardi... too late.Qui in Irlanda e' un po' come il Titanic, la nave affonda e tutti abbandonano la barca. I soldi della EU sono finiti (o stanno per) e le societa' americane iniziano a guardare verso lidi fiscali piu' propizi (Rep. Ceca? Portogallo? Polonia? chissa'!). Il fuggi fuggi e' generale, le societa' chiudono e le persone sono licenziate. Comunque sono 3 anni che ci vivo e devo dire che come esperienza e' stata ed e' (finche' dura) molto positiva.Io personalmente mi sono informato in giro, ho letto giornali seri (evita Repubblica e simili per intenderti) e ho scoperto con un certo anticipo che L'Irlanda era in pieno boom economico (non che ci volesse una scienza ad accorgenerse ma in italia i "grandi giornalisti" hanno iniziato a parlare dell'isolotto verde quando la parabola era gia' discendente. Per la cronaca il boom e' iniziato 7 anni fa circa). Il passo successivo e' stato solo coraggio. Mi sono imbarcato in questa avventura e ho trovato lavoro in una societa' molto famosa dopo 6 giorni (non faccio nomi ma sta per fondersi con un'altra megasocieta' con il nome di 2 lettere). Non avevo neanche esperienze incredibili; l'unica differenza e' che tutte le societa' qui non piangono perche' non ci sono addetti tecnici, LI CREANO!!!! Forse sta sfuggendo che in italia e' quello che manca. Quindi corsi specializzati, esami pagati, incentivi etc.Purtroppo adesso le cose sono cambiate ma attendo l'occasione per riprendere il volo.Cosa che consiglio anche a te, se puoi e vuoi, trova il coraggio e vattene almeno per un po'. Ne guadagni di salute mentale e di portafoglio.
          • Anonimo scrive:
            Re: BUFFONE!!!
            Ti ringrazio, ero sempre io anche nell'altro thread... solo che eri tu ad avere un nome diverso!Proseguiamo sull'altro alloraSalutami l'Irlanda e fatti una bella bevuta di Guinness alla nostra salute :)- Scritto da: sabbione
            ti rispondo copiando il pst che ho messo su
            un altro thread


            Forse e' un po' troppo tardi... too late.
            Qui in Irlanda e' un po' come il Titanic, la
            nave affonda e tutti abbandonano la barca. I
            soldi della EU sono finiti (o stanno per) e
            le societa' americane iniziano a guardare
            verso lidi fiscali piu' propizi (Rep. Ceca?
            Portogallo? Polonia? chissa'!). Il fuggi
            fuggi e' generale, le societa' chiudono e le
            persone sono licenziate. Comunque sono 3
            anni che ci vivo e devo dire che come
            esperienza e' stata ed e' (finche' dura)
            molto positiva.
            Io personalmente mi sono informato in giro,
            ho letto giornali seri (evita Repubblica e
            simili per intenderti) e ho scoperto con un
            certo anticipo che L'Irlanda era in pieno
            boom economico (non che ci volesse una
            scienza ad accorgenerse ma in italia i
            "grandi giornalisti" hanno iniziato a
            parlare dell'isolotto verde quando la
            parabola era gia' discendente. Per la
            cronaca il boom e' iniziato 7 anni fa
            circa). Il passo successivo e' stato solo
            coraggio. Mi sono imbarcato in questa
            avventura e ho trovato lavoro in una
            societa' molto famosa dopo 6 giorni (non
            faccio nomi ma sta per fondersi con un'altra
            megasocieta' con il nome di 2 lettere). Non
            avevo neanche esperienze incredibili;
            l'unica differenza e' che tutte le societa'
            qui non piangono perche' non ci sono addetti
            tecnici, LI CREANO!!!! Forse sta sfuggendo
            che in italia e' quello che manca. Quindi
            corsi specializzati, esami pagati, incentivi
            etc.
            Purtroppo adesso le cose sono cambiate ma
            attendo l'occasione per riprendere il volo.
            Cosa che consiglio anche a te, se puoi e
            vuoi, trova il coraggio e vattene almeno per
            un po'. Ne guadagni di salute mentale e di
            portafoglio.
    • Anonimo scrive:
      CONCORDO

      ...ed è verissimo!

      E intanto i pochi realmente capaci che ci
      sono ci sguazzano!

      Sperimo che duri ancora molto perchè finora
      è una favola!Verissimo, concordo in pieno...Per me e` una favola...Posso lavorare ogni giorno per una ditta diversa e chiedere quello che voglio...Se qualcuno si lamenta perche` non trova lavoro o lo stipendio e` basso e` perche` non sa fare realmente quello che dice...Esempio:Sto cercando delle persone che mi possano aiutare...e mi si presentano i "soliti" sistemisti di rete...programmatori...e alla domanda.."Ma mi sai configurare un router Cisco, farmi il NAT o il PAT, configurarmi Sendmail, scrivermi un programmino che implementi qualche servizio su TCP/IP, compilarmi l'apache, installarmi Oracle su *nix, costruirmi un servizio, etc etc..."E no ma io configuro le reti con NT (che le fa mia nonna che ha un cluster + Oracle parallel server a casa), scrivo dei form in vb o installo office e ti monto il processore sula MB).E alora che cavolo mi hai scritto nel curriculum...Beh..questi si che prenderanno poco o staranno a casa...Ma se uno sa implementare cose del genere scritto sopra si porta a casa 5/7000 Euro netti a casa tutti i mesi...cosi come lo faccio io e tutti i miei amici.
      • Anonimo scrive:
        Re: CONCORDO
        - Scritto da: morgan
        Verissimo, concordo in pieno...
        Per me e` una favola...
        Posso lavorare ogni giorno per una ditta
        diversa e chiedere quello che voglio...
        Se qualcuno si lamenta perche` non trova
        lavoro o lo stipendio e` basso e` perche`
        non sa fare realmente quello che dice...
        Esempio:
        Sto cercando delle persone che mi possano
        aiutare...e mi si presentano i "soliti"
        sistemisti di rete...programmatori...e alla
        domanda.."Ma mi sai configurare un router
        Cisco, farmi il NAT o il PAT, configurarmi
        Sendmail, scrivermi un programmino che
        implementi qualche servizio su TCP/IP,
        compilarmi l'apache, installarmi Oracle su
        *nix, costruirmi un servizio, etc etc...
        "E no ma io configuro le reti con NT (che le
        fa mia nonna che ha un cluster + Oracle
        parallel server a casa), scrivo dei form in
        vb o installo office e ti monto il
        processore sula MB).
        E alora che cavolo mi hai scritto nel
        curriculum...
        Beh..questi si che prenderanno poco o
        staranno a casa...
        Ma se uno sa implementare cose del genere
        scritto sopra si porta a casa 5/7000 Euro
        netti a casa tutti i mesi...cosi come lo
        faccio io e tutti i miei amici.io so fare queste cose, ma sotto M$dici che c'è posto anche per me?tu lavori come libero professionista o fai parte di qualche società?
        • Anonimo scrive:
          Re: CONCORDO

          io so fare queste cose, ma sotto M$
          dici che c'è posto anche per me?Certo che si...Se sei di milano magari posso anche darti qualche indirizzo...
          tu lavori come libero professionista o fai
          parte di qualche società?Tutti e due...ho un fisso di consulenza piu tutto quello che riesco o voglio fare...e ti assicuro che perdo un sacco di lavori all'anno perche` non riesco a trovare dei programmatori (in Php, Java tutti orientati a servizi web su oracle) che mi aiutino.Ho incontrato almeno venti persone quest'anno e non ne ho trovato uno che sapesse minimamente fare quello di cui io avevo bisogno. E non sto chiedendo la luna...
      • Anonimo scrive:
        Re: CONCORDO
        forse ci dimentichiamo una cosa fondamentale, il dove avvengono queste cose. Tra Nord, Centro e Sud c'é un mondo di differenza.E poi anche pescare il jolly nel terno a lotto che e' trovare un lavoro.Nel mio caso e in quello di molti colleghi un router Cisco te lo so configurare e non mi limito ai Cisco, NAT non e' un problema ci gioco a tennis tutti sabati (ho un collega che si chiama cosi') , Oracle te lo installo su un commodore 64 se credi, TCP/IP lo so meglio della formazione di Italia 82, ti configuro un HSG80 con una mano legata con i caratteri giapponesi... a parte gli scherzi queste cose le so fare.Lo sai cosa e' la cosa buffa?Nessuno me l'ha mai chiesto!!!! Nella maggior parte dei casi ti viene chiesto se sei certificato MCP o perche' hai interrotto l'Universita' (sa com'é non e' laurato...)...Magari dopo che fai i sacrifici della madonna e fai di tutto per andare ai colloqui prendendo giorni di ferie...E poi queste cose si imparano, non serve essere Zichichi. Per imparare quello che so fare la societa' per cui lavoro mi ha comunque offerto uno stipendio decente che basta alle esigenze quotidiane; in Italia non e' cosi' mi pare. Quello e' il punto.
        • Anonimo scrive:
          Re: CONCORDO

          Nel mio caso e in quello di molti colleghi
          un router Cisco te lo so configurare e non
          mi limito ai Cisco, NAT non e' un problema
          ci gioco a tennis tutti sabati (ho un
          collega che si chiama cosi') , Oracle te lo
          installo su un commodore 64 se credi, TCP/IP
          lo so meglio della formazione di Italia 82,
          ti configuro un HSG80 con una mano legata
          con i caratteri giapponesi... a parte gli
          scherzi queste cose le so fare.
          Lo sai cosa e' la cosa buffa?
          Nessuno me l'ha mai chiesto!!!!A si??? E allora hai imaparto da solo a fare queste cose? CIoe` a casa ti sei comprato un decina di router cisco e poi li hai configurati, e via dicendo....Comunqe cambia ditta allora e vai dove te le chiedono.Conoscevo un tale che sapeva piltare i caccia da combattimento ma nessuno glielo aveva mai chiesto...lavorava alle ferrovie... Nella
          maggior parte dei casi ti viene chiesto se
          sei certificato MCP o perche' hai interrotto
          l'Universita' (sa com'é non e'
          laurato...)...Onestamente io non ho mai avuto problemi di questo genere.Io ho sostenuto 29 Esami al Politecnico di milano,in Ing. Elettronica (indirizzo Automatico) e non ho mai dato la tesi per questioni di principio),quindi non sono Ing. e non e` mai stato un problema.Anche se credo che la laurea mi sarebbe utile per mascherare delle mie deficienze...
          E poi queste cose si imparano, non serve
          essere ZichichiSu questo sono pienamente daccordo...Aggiungo che pero` bisogna farsi il c**o e pestarci le corna...e magari investire qualcosa, magari in libri, o un pc supplementare a casa.(Io la certiicazione RedHat me la sono pagata da me e sono 4.000.000 Lit.)
  • Anonimo scrive:
    Re: E' solo un aquestione di soldi...
    Una segretaria prende di più, perchè "produce" lettere...
  • Anonimo scrive:
    Re: Stipendi più dignitosi!!
    completamente d'accordo!
  • Anonimo scrive:
    ASSUMETE ME !!!
    E' pieno di gente esperta che non sa dove rivolgersi per farsi assumere.Perchè le aziende che cercano personale specializzato non aprono gli okki e guardano dove c'è davvero chi è capace e lasciano perdere le università italiane?Fate informazione! Aprite un sito internet o un numero verde dove la gente può proporsi!
    • Anonimo scrive:
      Re: ASSUMETE ME !!!
      - Scritto da: Manwë
      E' pieno di gente esperta che non sa dove
      rivolgersi per farsi assumere.Infatti, assumete pure me... non ho la laurea e nemmeno trecento master dal costo di 10000000 l'uno, ma ho le necessarie competenze, eppure le aziende mi chiudono le porte ogni volta! Basterebbe un colloquio pratico per vedere se uno ha le competenze necessarie oppure no, indipendentemente dai pezzi di carta...invece i selezionatori del personale 99 volte su 100 non sanno nulla in materia e si limitano a guardare che studi hai fatto...E cosi' spesso le aziende assumono gli imbecilli e lasciano a casa le persone competentiCiaoMarina
      Perchè le aziende che cercano personale
      specializzato non aprono gli okki e guardano
      dove c'è davvero chi è capace e lasciano
      perdere le università italiane?

      Fate informazione! Aprite un sito internet o
      un numero verde dove la gente può proporsi!
      • Anonimo scrive:
        Re: ASSUMETE ME !!!
        Tipico discorso italiota medio: (a parte le solite e lodevoli eccezioni, ok?)1) Non ho la laurea2) Non ho certificazioni3) Però ho le necessarie competenze. Dev'esserci qualcosa che non quaglia. Comunque mi pare ovvio che un minimo di titoli servano come scrematura preliminare. E' la solita storia del balbuziente che si lamenta di non essere stato assunto come speaker perché non era raccomandato.
      • Anonimo scrive:
        Re: ASSUMETE ME !!!
        Forse ho imbroccato l'unica volta sulle cento, ma non credo. In tutti i posti dove ho lavorato ho trovato addetti al personale piuttosto competenti. Spesso, anzi, i selezionatori sono stati quelli con cui avrei poi dovuto effettivamente collaborare. Insomma, se cerchi posto nell'aziendina che manco sa cosa sia un dipartimento IT è un conto. Se vai a sviluppare per una grossa software house è un'altra cosa.
    • Anonimo scrive:
      Re: ASSUMETE ME !!!
      scusate ragazzi ma siete voi che dovete trovare il lavoro o il lavoro che deve trovare voi???di siti del genere ce n'e' gia', basta sbattersi un po' a cercarli :c)http://www.manpower.it/globalmpnet2/home.asp?ref=gmp&lang=it&cid=itahttp://www.manpower.it/globalmpnet2/home.asp?ref=gmp&lang=it&cid=itahttp://www.cercolavoro.com/http://www.jobitaly.com/http://www.job-net.it/pg/home.job-nethttp://www.bancalavoro.it/
      • Anonimo scrive:
        Re: ASSUMETE ME !!!
        Quelli che hai postato sono pochi a confronto di quelli dove ho lasciato il mio CV on line. Ho fatto anche la mia HP con il CV on line, eppure e' come dice Marina, guardano le carte e giudicano quando poi probabilmente non sai fare un ...!
        • Anonimo scrive:
          Re: ASSUMETE ME !!!
          be' all'inizio guardano certamente il blasone, le medaglie, come ti vesti come parli ecc. ma poi quando ti chiedono (ti faccio un esempio di una situazione che conosco bene) di mettere in piedi una rete internet+intranet di anche piccolo ISP e tu non lo sai fare, poche palle, ti cacciano a scarpate nel c*** - in un settore come questo o sai FARE o di lavoro ne troverai ben poco...
  • Anonimo scrive:
    Negli anni '70...
    Si diceva che in Italia c'erano 20 milioni di registi.Oggi ci sono 20 milioni (se basta) di professionisti IT che conoscono tutti i sistemi operativi,tutti i linguaggi di programmazione,tutti i prodotti di sviluppo web,ecc...ecc....Il problemi fondamentali sono due:-Manca un percorso formativo consolidato,che non può essere la laurea in informatica.Infatti la figura del programmatore è acquisita nell'immaginario collettivo,quella del sistemista è ancora sul modello di Wargames....-Chi si avvicina a questo mondo deve nella maggioranza dei casi dibattersi per anni tra ritenute d'acconto,COCOCO,partite IVA inutili e amenità del genere prima di ottenere una qualche "sicurezza".Nel frattempo molti si stufano,o molte ditte si stufano di noi.Per aggiungere qualcosa di personale,mi sento di sottolineare che il mio percorso è cambiato radicalmente da quando ho acquisito un paio di certificazioni....Sono d'accordo con molti di voi,quando lamentate la considerazione scarsa di cui godono gli informatici,e il fatto che gente con decenni di esperienza non vuole guadagnare quanto (spesso meno) un ingegnere neolaureato/neoassunto.Aspetto i vostri commenti..Zap
  • Anonimo scrive:
    Associazione di categoria o ordine dei sistemisti!
    Ecco la soluzione! bisogna discriminare i veri professionisti da quelli improvvisati che screditano i primi e ne abbassano il livello di professionalita' (e di paga!!!).Basta col mercato selvaggio!L'imprenditore deve sapere quando assume un professionista qualificato e quando un sistemista improvvisato!E deve pagare di conseguenza!Daniele
    • Anonimo scrive:
      Re: Associazione di categoria o ordine dei sistemisti!
      Esiste gia', si chiama ordine degli ingegneri e non serve ad una cucuzza.
      • Anonimo scrive:
        Re: Associazione di categoria o ordine dei sistemisti!
        - Scritto da: JoCKerZ
        Esiste gia', si chiama ordine degli
        ingegneri e non serve ad una cucuzza.si e per chi ingegnere non lo è ma ne sa molto di più?E' questo il fatto, nell'ICT la formazione viene dalla propria volontà, non da un pezzo di carta, ed è per questo che molte aziende assumono degli emeriti incapaci solo perchè hanno il pezzo di carta con scritto qualcosa...Imparassero a valutare le capacità invece e a restribuire di conseguenza...
        • Anonimo scrive:
          Re: Associazione di categoria o ordine dei sistemisti!

          si e per chi ingegnere non lo è ma ne sa
          molto di più?
          E' questo il fatto, nell'ICT la formazione
          viene dalla propria volontà, non da un pezzo
          di carta, ed è per questo che molte aziende
          assumono degli emeriti incapaci solo perchè
          hanno il pezzo di carta con scritto
          qualcosa...
          Imparassero a valutare le capacità invece e
          a restribuire di conseguenza...Intanto, il teorema ingegnere=cogl...e e' semplicemente ridicolo. Gli incompetenti ci sono in tutte le categorie.Il problema vero e' che gli ingegneri nel 90% dei casi non dovrebbero nemmeno svolgere la funzione di programmatori a vari livelli che dovrebbe competere ad altri.Molte volte ho visto gente dire che e' arrivato da loro un ingegnere che non sapeva nemmeno dove girarsi, e che non sapeva una mazza. Non e' mai venuto in mente a nessuno che magari all'universita' uno studia per fare una professione ben diversa, per la quale e' preparato, e che poi quando se ne esce, l'unica cosa che gli propongono per campare e' fare il programmatore?E poi, il discorso del pezzo di carta va visto da tutti i suoi punti di vista.Per quel che mi ruguarda anche uno con la quinta elementare potrebbe operare al cuore meglio di un cardiochirurgo, ma tu ti fideresti di uno con la quinta elementare?Tu mi dirai che il paragone non regge... ma io ti chiedo, a parte una due pagine web, se domani in una banca di quelle famose spariscono qualche centinaio di milioni di euro perche' di sicurezza si e' occupato l'hobbista a buon mercato sveglio si, ma con la quinta elementare, tu come correntista cosa diresti?Anche nell'ICT ci sono responsabilita' importanti...
          • Anonimo scrive:
            Re: Associazione di categoria o ordine dei sistemisti!
            Per una iscrizione all'albo basterebbe non dover far presentare alcun titolo ma con un esame serio. Poi quando sei qualificato all'albo, se scazzi son cazzi tua come professionista iscritto all'albo con tutte le conseguenze penali e civili del caso. Ti rigiro la frittata, e se sbaglia un ingegnere? Cosa cambia? Forse perchè ha un titolo accademico in più va compatito poverino? Io non ho potuto fare l'università per mancanza di soldi ma vedo che molti miei amici ingegneri ed ex colleghi chiedono a ME ad un semplice diplomato AIUTO quando non sanno cosa cavolo fare! Ecco tutto.- Scritto da: JoCKerZ



            si e per chi ingegnere non lo è ma ne sa

            molto di più?

            E' questo il fatto, nell'ICT la formazione

            viene dalla propria volontà, non da un
            pezzo

            di carta, ed è per questo che molte
            aziende

            assumono degli emeriti incapaci solo
            perchè

            hanno il pezzo di carta con scritto

            qualcosa...

            Imparassero a valutare le capacità invece
            e

            a restribuire di conseguenza...

            Intanto, il teorema ingegnere=cogl...e e'
            semplicemente ridicolo. Gli incompetenti ci
            sono in tutte le categorie.
            Il problema vero e' che gli ingegneri nel
            90% dei casi non dovrebbero nemmeno svolgere
            la funzione di programmatori a vari livelli
            che dovrebbe competere ad altri.
            Molte volte ho visto gente dire che e'
            arrivato da loro un ingegnere che non sapeva
            nemmeno dove girarsi, e che non sapeva una
            mazza. Non e' mai venuto in mente a nessuno
            che magari all'universita' uno studia per
            fare una professione ben diversa, per la
            quale e' preparato, e che poi quando se ne
            esce, l'unica cosa che gli propongono per
            campare e' fare il programmatore?
            E poi, il discorso del pezzo di carta va
            visto da tutti i suoi punti di vista.
            Per quel che mi ruguarda anche uno con la
            quinta elementare potrebbe operare al cuore
            meglio di un cardiochirurgo, ma tu ti
            fideresti di uno con la quinta elementare?
            Tu mi dirai che il paragone non regge... ma
            io ti chiedo, a parte una due pagine web, se
            domani in una banca di quelle famose
            spariscono qualche centinaio di milioni di
            euro perche' di sicurezza si e' occupato
            l'hobbista a buon mercato sveglio si, ma con
            la quinta elementare, tu come correntista
            cosa diresti?
            Anche nell'ICT ci sono responsabilita'
            importanti...
          • Anonimo scrive:
            Re: Associazione di categoria o ordine dei sistemisti!
            Posso anche capire la tua voglia di rivalsa, ma ti chiedo di essere un po' piu' obbiettivo. Innanzitutto come dicevo in precedenza spesso trovi ingegneri che chiedono a te essenzialmente perche' la loro formazione non e' fatta di php, html,visual basic o quel che e', ma, come nel mio caso ad esempio, di transistor, reti logiche, controlli automatici, rotori, divergenze e tante altre cosine che bene o male fanno andare avanti il mondo. Purtroppo in Italia sembra servano a poco e tanti ingegneri finiscono per reciclarsi nell'ICT. E' chiaro che con queste premesse la differenza tra un laureato e uno che non lo e' non si vede.Quanto al titolo accademico, messi da parte casi poco chiari, ti assicuro che non te lo regala nessuno, specie in Italia. Il tuo tono di disprezzo sinceramente non lo posso condividere.All'estero, specie negli USA, dove certe cose si producono e non si vendono gli ingegneri italiani sono ben visti, e non certo per il pezzo di carta, ma per la loro professionalita' e competenza.Quanto ad esami, io ne ho fatti 29, piu' l'esame di stato ed ho dimostrato competenze ad ampio raggio a professionisti di spessore internazionale e comunque sia, al contrario di te, credo che in un settore nel quale non mi sono adoperato fino ad ora, posso imparare anche da uno che ha la quinta elementare.Come del resto i medici durante il praticandato imparano moltissimo dagli infermieri che di pratica ne hanno fin sopra i capelli. Pero' ti assicuro che mai e poi mai un infermiere potra' operare con certi gradi di sicurezza per il semplice fatto che certe cose non le sa.Io rispetto tutti, e continuero' a farlo ma il teorema pezzo di carta=merda lo puo' tirar fuori solo un frustrato che non sa di cosa parla, che non sa quali sono i sacrifici necessari per ottenerlo e che non ha la piu' pallida idea di quali sono le competenze che durante questi studi vengono acquisiti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Associazione di categoria o ordine dei sistemisti!
            Scusate, ma non ho mai letto tante, a essere educati, sciocchezze!E intendo chi vuol portare avanti la tesi di creare un albo! Sono gli albi che hanno e rovinano le professioni!E intendo chi proclama, con sgomenta prosa altisonante, sola proprietà della capacità, addirittura (!), del essere responsabili di chi della laurea possiede! Assurdo e paranoico proveniente da una cultura tipica e italica ove si denota dell'influenza della figura mammona.E ancor più, contradditorio, svelano solo loro verità - in realtà fantasie - di e cosa vogliono esteri imprenditori!E ancor più, fabula e arroganza oppure rivalsa di appagamento o semplicemente presa in giro di chi legge (?), viene motivato del possibile errore del laureato mentre chi non lo è risulta subito posto a condanna! Ed questo che insegnano, o che imparano, chi dei ns. soldi in tasse si fregia con quanto stato suddetto esposto?!Le responsabilità, se dovessero esserci, sono uguali sia per il laureato che per chi di questo "fregio" non dispone! E, ancor piu' il sentir che un intervento di un chirurgo, tanto per riprendere quanto letto, si basa sul titolo e non sull'esperienza e la capacità è l'assurdo di tutto quanto scritto!Non dico altro visto, e penso, che quanto letto non vale rispondere.Scusate ma devo proprio:GNURANT !!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Associazione di categoria o ordine dei sistemisti!

            E intendo chi proclama, con sgomenta prosa
            altisonante, sola proprietà della capacità,
            addirittura (!), del essere responsabili di
            chi della laurea possiede! Assurdo e
            paranoico proveniente da una cultura tipica
            e italica ove si denota dell'influenza della
            figura mammona.Certo, infatti negli USA i ponti li puo' costruire chiunque vero? Cosi' come operare in ospedale vero? E si, e' proprio una pirlata tutta italiana!
            E ancor più, contradditorio, svelano solo
            loro verità - in realtà fantasie - di e cosa
            vogliono esteri imprenditori!Basta che ti informi seriamente sulle disparita' dei salari e il rapporto con il costo della vita del paese estero che prendi in considerazione: puoi girare quanti vuoi, alla fine ci guadagni sempre alla grande.
            E ancor più, fabula e arroganza oppure
            rivalsa di appagamento o semplicemente presa
            in giro di chi legge (?), viene motivato del
            possibile errore del laureato mentre chi non
            lo è risulta subito posto a condanna! Ed
            questo che insegnano, o che imparano, chi
            dei ns. soldi in tasse si fregia con quanto
            stato suddetto esposto?!Parli solo per partito preso, puoi mostrarmi il periodo dove affermo che un laureato puo' sbagliare e uno che non lo e' viene condannato immediatamente?Io del laureato posso dire solo una cosa, che sia come sia, e' uno che si e' presentato davanti a 29 esperti (uno per materia) ed ad ognuno di essi ha dato dimostrazione di conoscere determinate leggi principe e le loro applicazioni.La padronanza certo si sviluppa con l'esperienza.Se comunque, uno e' cosi' preparato come dici tu, non vedo quali difficolta trovi a presentarsi davanti a questi 29 esperti e dimostrare cio' che conosce per prendere quel ridicolo pezzo di carta.
            Le responsabilità, se dovessero esserci,
            sono uguali sia per il laureato che per chi
            di questo "fregio" non dispone! Si, questo e' giusto, ma continuo a chiederti ti faresti operare da uno che ha la quinta elementare?
            E, ancor piu' il sentir che un intervento di
            un chirurgo, tanto per riprendere quanto
            letto, si basa sul titolo e non
            sull'esperienza e la capacità è l'assurdo di
            tutto quanto scritto!Certo che si basa anche sull'esperienza, infatti devono fare il praticantato. E poi continuare come assistenti.Perche' secondo te qualcuno ha mai fatto costruire un ponte ad un neolaureato?Questo comunque non toglie niente alle potenzialita' di un neolaureato.
            Non dico altro visto, e penso, che quanto
            letto non vale rispondere.Infatti, hai perso mezz'ora per fare un poema
            Scusate ma devo proprio:

            GNURANT !!!Ah, beh di fronte a tanto sfoggio di cultura ( :) non posso che inchinarmi
      • Anonimo scrive:
        Re: Associazione di categoria o ordine dei sistemisti!
        infatti un sistemista e' come un costruttore di palazzi o come un chimico!mapperfavoreeeeeeDaniele
  • Anonimo scrive:
    Lavorare dove???????
    Io mi sto certificando Cisco ed ho una ottima conoscenza dei sistemi operativi microsoft desktop e server, però non ho ancora trovato un posto di lavoro. Da notare che sono disponibilissimo a spostarmi da dove vivo.Mi sapreste forse segnalare qualche sito dove cercare lavoro a parte il solito stepstone?
  • Anonimo scrive:
    dov'è la notizia?
    Per fare notizia occorre un dato "scandaloso".Prima di parlare di mercato del lavoro nel settore ICT, occorre considerare che in Italia non esiste nessuna azienda disposta a pagare, per questo tipo di servizi.Quindi i posti ci sono, basta non avere la pretesa di uno stipendio.
  • Anonimo scrive:
    Comincino ad adeguare gli stipendi....
    Se abbiamo gli stipendi piu' bassi d'europa c'e' poco da lamentarsi.... comincino a portare gli stipendi standard europei e vedranno come i cervelli comincieranno a muoversi per venire in Italia....Altrimenti non potra' che succedere l'opposto...
  • Anonimo scrive:
    VOGLIO LAVORARE A CASA MIA
    Non voglio andare a Roma e tantomeno a Milano per lavorare. Qui in Calabria ci sono laureati a vagonate di ottimo livello: fateli lavorare senza costringerli a partire e pagateli bene.Ci siamo rotti di queste aziende del cazzo che si lamentano sempre.
    • Anonimo scrive:
      Re: VOGLIO LAVORARE A CASA MIA
      Cominciate a fare i nomi di chi vi chiede il pizzo e di chi mafieggia.... poi si pensera' ad aprire aziende al sud. Altriment non lamentatevi se morite affogati nella vostra cacca...sorry... ma e' questa la verita'... nessun imprenditore vuole pagare la vostra omerta'- Scritto da: Mimmo
      Non voglio andare a Roma e tantomeno a
      Milano per lavorare. Qui in Calabria ci sono
      laureati a vagonate di ottimo livello:
      fateli lavorare senza costringerli a partire
      e pagateli bene.

      Ci siamo rotti di queste aziende del cazzo
      che si lamentano sempre.
      • Anonimo scrive:
        Re: VOGLIO LAVORARE A CASA MIA
        Se sei un'azienda di certe dimensioni, puoi permetterti di fottertene anche della mafia.La MEDCENTER, che gestisce il porto di Gioia Tauro, ha mandato a quel paese i signorotti del luogo.la mafia e' un problema complesso ma non e' invincibile.
        • Anonimo scrive:
          Re: VOGLIO LAVORARE A CASA MIA
          Fossero tutti come te!!!purtroppo per voi anziche fare tutti come l'azienda che citi avviene il contrario. Quelli validi e con volgia di lavorare emigrano al nord, e chi ne fa le spese e' chi rimane li....ma hai detto bene! la mafia non e' invincibile, ed e' partendo da quelli come te che si sconfiggie! in bocca al lupo fratello!Sistemista
        • Anonimo scrive:
          Re: VOGLIO LAVORARE A CASA MIA

          La MEDCENTER, che gestisce il porto di Gioia
          Tauro, ha mandato a quel paese i signorotti
          del luogo.appunto, quelli del luogo...i signorotti veri da mo' che stanno altrove, non perdono certo tempo a gioia tauro...si fanno eleggere e vanno in parlamento... va bene che on è la calabria, ma il "plebiscito" siciliano non dice niente a nessuno?
          • Anonimo scrive:
            Re: VOGLIO LAVORARE A CASA MIA
            - Scritto da: lbo

            La MEDCENTER, che gestisce il porto di
            Gioia

            Tauro, ha mandato a quel paese i
            signorotti

            del luogo.

            appunto, quelli del luogo...

            i signorotti veri da mo' che stanno altrove,
            non perdono certo tempo a gioia tauro...

            si fanno eleggere e vanno in parlamento...
            va bene che on è la calabria, ma il
            "plebiscito" siciliano non dice niente a
            nessuno?Sì, che per te tutti i siciliani sono mafiosi.Inutile commentare tanta ignoranza culturale e politica.
          • Anonimo scrive:
            Re: VOGLIO LAVORARE A CASA MIA


            va bene che on è la calabria, ma il

            "plebiscito" siciliano non dice niente a

            nessuno?

            Sì, che per te tutti i siciliani sono
            mafiosi.
            Inutile commentare tanta ignoranza
            culturale e politica.ooOOOooh... inutile commentare tanta ignoranza, sentilo il signorino come parla bene...il solito vittimista da due soldi!chi cazzo l'ha detto che i siciliani sono *tutti* mafiosi?diciamo solo il 51%.non dico certo che nascere in sicilia fa diventare mafiosi.ma insomma, dopo queste elezioni, non mi venissero a dire che una buona parte non lo sono.
          • Anonimo scrive:
            Re: VOGLIO LAVORARE A CASA MIA
            - Scritto da: lbo


            va bene che on è la calabria, ma il


            "plebiscito" siciliano non dice niente
            a


            nessuno?



            Sì, che per te tutti i siciliani sono

            mafiosi.

            Inutile commentare tanta ignoranza

            culturale e politica.

            ooOOOooh... inutile commentare tanta
            ignoranza, sentilo il signorino come parla
            bene...

            il solito vittimista da due soldi!

            chi cazzo l'ha detto che i siciliani sono
            *tutti* mafiosi?

            diciamo solo il 51%.

            non dico certo che nascere in sicilia fa
            diventare mafiosi.

            ma insomma, dopo queste elezioni, non mi
            venissero a dire che una buona parte non lo
            sono.Qui di mafioso c'è solo la tua mentalità.Come se io dicessi che a Napoli il sindaco DS ha vinto perchè lì sono tutti camorristi.Vergognati va e impara a trovare i motivi di una sconfitta x quello che i politici sconfitti rappresentavano.Cioè la scelta meno conveniente fra i 2 condidati.
          • Anonimo scrive:
            Re: VOGLIO LAVORARE A CASA MIA

            Qui di mafioso c'è solo la tua mentalità.e piantala co sta retorica del cazzo...
            Come se io dicessi che a Napoli il sindaco
            DS ha vinto perchè lì sono tutti camorristi.sai, un sindaco è una cosa, il 100% dei collegi è un'altra...
            Vergognati va e impara a trovare i motivi diaridaje... e piantala co sta retorica... parla come magni, bello...
        • Anonimo scrive:
          Re: VOGLIO LAVORARE A CASA MIA
          la mafia forse no, l'indolenza si. Conosco tante persone "oneste", ma che non si sbattono per niente.Cerca lavoro altrove Mimmo, non e' facile ma avrai sicuramente piu' possibilita' e gratificazioni.
    • Anonimo scrive:
      Re: VOGLIO LAVORARE A CASA MIA
      - Scritto da: Mimmo
      Non voglio andare a Roma e tantomeno a
      Milano per lavorare. Qui in Calabria ci sono
      laureati a vagonate di ottimo livello:
      fateli lavorare senza costringerli a partire
      e pagateli bene.guarda che forse confondi le cose: che ci siano laureati non lo mette in dubbio nessuno, sono le aziende che mancano... e forse mancano perché non c'è mercato...quindi tutti sti laureati non servono poi a gran ché. non è che siccome uno ha la laurea allora è utile.ad es., in calabria, che ci stanno a fare porti e industrie? tu guarda cos'hanno fatto col turismo a rimini, che naturalisticamente fa schifo... pensa cosa potrebbe diventare il turismo per la calabria (che invece naturalisticamente è benedetta dal cielo) se solo vi svegliaste un po', sfondaste meno vetri delle auto, foste un po' più cordiali con chi vi chiede informazioni... non per fare di tutte le erbe un fascio, eh?
  • Anonimo scrive:
    Basta co queste castronerie per favore...
    Già mancano professionisti ICT...Se una azienda come figure professionali cerca:Giovane max 30enne.voto di laurea minimo 105.3 anni di esperienza maturata.Allora si è vero mancano professionisti ICT...Secondo me mancano PREMI NOBEL ICT!!!!!!!Cominciassero a fare formazione come si deve, ed assumere personale direttamente... I dipendenti devono essere motivati!!!! Chi come me ha un posto da interinale sa perfettamente di non avere NESSUN tipo di garanzia, ma al contempo sa di far piovere migliaia di Euro all'azienda affittatrice !!! Scusate lo sfogo....
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta co queste castronerie per favore...

      Giovane max 30enne.
      voto di laurea minimo 105.
      3 anni di esperienza maturata.
      Allora si è vero mancano professionisti
      ICT...
      Secondo me mancano PREMI NOBEL ICT!!!!!!!no, questo secondo me non è vero, ovviamente dipende da cosa cerchi, se vai nella grande corporate è ovvio che vogliano una figura di questo tipo, anche se questo vuol dire pigliare uno totalmente incapace...Rendiamoci conto che il nostro paese è pieno zeppo di aziende, anche di dimensione medio-grande, dove il sistema informativo è basato su una AS400 con dischi da 8", lan a 10Mbit su BNC con cavi mangiucchiati dai topolini, e su macro di word o excel...Altro che laurea....
  • Anonimo scrive:
    Re: E' solo un aquestione di soldi...
    Sono d'accordo: è solo una questione di soldi.Io lavoro presso una corporate delle telecomunicazioni come sistemista UNIX/MS e DBA Sybase e l'altro giorno sono andato a chiedere un aumento, volete sapere come si è conclusa la cosa?Mi mandano in un'altra sede a fare ponti radio pur di non darmi più soldi.Ovviamente cambierò lavoro.
  • Anonimo scrive:
    Ecco dov'è il problema
    Imho hanno ragione da vendere tutti quanti hanno detto che il problema sta nei soldi, io sono un sistemista e sviluppatore web, ho investito io stesso nella mia formazione, e mi ritrovo pagato esattamente come il primo che sa fare due cosette in Dreamweaver pur avendo 10 volte le sue responsabilità, se lui sbaglia fa un undo, se io sbaglio blocco tutto e tutti, e questo perchè? Ve lo dico io, perchè non c'è una categoria professionale nel nostro paese, immancabilmente ricadi in questa o quella categoria professionale, in questo o in quel contratto nazionale, e su questo i vari sciur Brambilla che popolano il mondo dell'ICT se ne approfittano dandoti uno sputo al posto di uno stipendio decente.E' ovvio che in questa situazione manchi il personale, chi si farebbe pagare una miseria per responsabilità di questo livello? E' ovvio che poi tanti ricorrano alla collaborazione/sfruttamento, spesso nemmeno sapendo che si devono pagare i contributi, pensano di guadagnare tanto e poi alla fine si ritrovano con un pugno di mosche...La soluzione imho è nei sindacati, dobbiamo far si che tutelino anche la nostra categoria e non solo quelle del settore secondario, e per far questo dobbiamo farci sentire noi in prima persona...Imho invece il problema della formazione non esiste, il settore dell'ICT è un settore in cui con un po' di buona volontà ci si riesce a formare anche da soli, di materiale in rete ce n'è da vendere, basta solo avere tanta voglia di fare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ecco dov'è il problema
      Sindacati?? Ma de che?? Ma stiamo scherzando...gente che mangia a sbafo alle spalle di chi si fa il cXXo, solo pronti a mandarti in piazza!! Che comincino a lavorare anche tutti i sindacalisti anziche prendersi lo stipendio facendo la cresta su quello degli altri.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ecco dov'è il problema
        - Scritto da: Nic
        Sindacati?? Ma de che?? Ma stiamo
        scherzando...gente che mangia a sbafo alle
        spalle di chi si fa il cXXo, solo pronti a
        mandarti in piazza!! Che comincino a
        lavorare anche tutti i sindacalisti anziche
        prendersi lo stipendio facendo la cresta su
        quello degli altri.scusa, non prendertela, ma questa è la classica risposta di chi non ha mai usufruito dei servizi del sindacato, e che magari ha pagato l'iscrizione.Il sindacato può dare molto, io sono stato uno di quelli che ha sfruttato i servizi che offre e se non fosse stato per lui ora sarei ancora più sfruttato di quanto non lo sia ora.Poi beh sono capaci tutti di dare dei ladri e dei parassiti senza conoscere di cosa si sta parlando...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ecco dov'è il problema
      i sindacati?seeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeestai fresco allora!!!!!ma perche' l'operaio medio o il metalmeccanico italiano, per il quale i cialtroni aggrappati alle poltrone dei vari CGIL, CISL, UIL, COBAS etc si riempiono tanto la bocca (e le tasche) stanno cosi' bene come i pari in Germania, Francia o UK???Ma quando mai!!!!Io per me i sindacati (italiani) li abolirei da referendum... sono inutili, costosi, non garantiscono nessuno (se non loro stessi) e immobilizzano l'economia.Questo e' quello che credo, liberi di pensare il contrario ma a me pare piuttosto evidente.
  • Anonimo scrive:
    Ma c'e' anche chi riduce il personale!
    mi risulta che a Milano (e dico A MILANO) ci sono aziende che lavorano nel settore Web che non rinnoveranno/non rinnovano i contratti in scadenza ai collaboratori esterni.Mentre nell'Italia Centrale ci sono Professionisti dell'Informatica che guadagnano cifre ridicole.
  • Anonimo scrive:
    Se avete le palle...fatevi avanti.
    Ve la butto la.Siete tecnici seri e preparati, siete a Roma, avete voglia di lavorare, dove lavorate ora vi pagano uno stipendio misero e sapete di valere di più.Nella MIA società c'è lavoro a quintali. Nessuno lavora meno di otto ore al giorno e tutti quadagnano molto, molto bene.Se ve la sentite di accettare la sfida, ne parliamo seriamente. Si lavora per progetti, si stabiliscono tempi, costi, apporti di ciascuno, si stabilisce il preventivo per il cliente. Si divide il ricavato secondo gli apporti di ciascuno stabiliti.Questo non è uno scherzo, la mia proposta è seria.Se vi interessa, rispondetemi. Il modo di incontrarci lo troviamo.
    • Anonimo scrive:
      Eccomi

      Se vi interessa, rispondetemi. Il modo di
      incontrarci lo troviamo.Eccomi. :^)pi_at_tekNico.net
    • Anonimo scrive:
      Re: Se avete le palle...fatevi avanti.
      moolto interessato, sempre che le mie competenze siano quelle che tu stai cercando
    • Anonimo scrive:
      Re: Se avete le palle...fatevi avanti.
      Siamo un gruppo di sistemisti interessati alla proposta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Se avete le palle...fatevi avanti.
      Mha !!Lavoro come top consultants in sicurezza, reti e certificazioni ..., l'azienda non mantiene i patti ma ha creato una divisione ad hoc con i miei plus ... e non assume personale pur essendo in buffer overflow in continuazione.. !!Mando curriculum da almeno 10 mesi e nessuno si degna neanche di rispondermi... !!!Secondo me tutta l'enfasi sulla mancanza di risorse è solo un uso strumentale da parte di strutture di formazione per dare false speranze a giovani in attesa di occupazione che passeranno un pò di tempo in corsi ... sperando in un domani migliore... Se hai proposte reali ... fatti avanti... !!
    • Anonimo scrive:
      Re: Se avete le palle...fatevi avanti.
      Ok.. sentiamo
    • Anonimo scrive:
      Re: Se avete le palle...fatevi avanti.
      mandami il tuo indirizzo e-mail che io ho il CV "sempre in canna"ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Se avete le palle...fatevi avanti.
      Le ho? Le ho!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Se avete le palle...fatevi avanti.
      - Scritto da: Paperinik
      Ve la butto la.

      Siete tecnici seri e preparati, siete a
      Roma, avete voglia di lavorare, dove
      lavorate ora vi pagano uno stipendio misero
      e sapete di valere di più.

      Nella MIA società c'è lavoro a quintali.
      Nessuno lavora meno di otto ore al giorno e
      tutti quadagnano molto, molto bene.

      Se ve la sentite di accettare la sfida, ne
      parliamo seriamente. Si lavora per progetti,
      si stabiliscono tempi, costi, apporti di
      ciascuno, si stabilisce il preventivo per il
      cliente. Si divide il ricavato secondo gli
      apporti di ciascuno stabiliti.

      Questo non è uno scherzo, la mia proposta è
      seria.

      Se vi interessa, rispondetemi. Il modo di
      incontrarci lo troviamo.Parliamone seriamente.Ovviamente, qui in "pubblico", posso lasciarti solo questo indirizzo: lightburner@supereva.itScrivimi e ne parliamo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Se avete le palle...fatevi avanti.

      Se vi interessa, rispondetemi. Il modo di
      incontrarci lo troviamo.Lbo at blunet.it
    • Anonimo scrive:
      Re: Se avete le palle...fatevi avanti.
      Bene signori,sembra proprio che la mia idea vi abbia stuzzicato.Vi pregherei di mandarmi una e-mail all'indirizzo: paperinikzzz@hotmail.comindicando solo nome e cognome (veri possibilmente).A questo punto vi riscrivo io, questa volta con il mio vero nome, cognome e società. Vi prego di perdonare il tono da massoneria riservato a questa sede.
  • Anonimo scrive:
    Re: E' solo un aquestione di soldi...

    d'accordo e quanto voresti guadagnare ??? 3, 4, 5, 10 ??? solo perche sei un bravo webmaster...Io (o meglio la mia società) fattura un'ora del mio lavoro 70 euro + IVA. Quanto viene al giorno lo faccio calcolare a te.Ho 40 anni, quasi 8 di università su due facoltà tecniche, 15 anni di esperienza, parlo tre lingue, più certificazioni (sudate) di quante entrano in un foglio A4. Come me ne cososco almeno 50 solo su Roma. Perchè dovremmo accettare di quadagnare meno di qualsiasi altro professionista equivalente? Con tutto il rispetto per la categoria, l'idraulico che mi ha sostituito la cassetta del water ha voluto 60 euro per meno di un'ora di lavoro materiali esclusi. MI sarebbe andato tutto bene se quando glio ho chiesto la ricevuta (sono uno di quei pochi fessi che fatturano tutto alla lira) non si fosse permesso di sbuffare. A te i commenti...
    • Anonimo scrive:
      Re: E' solo un aquestione di soldi...

      Ho 40 anni, quasi 8 di università su due
      facoltà tecniche, 15 anni di esperienza,
      parlo tre lingue, più certificazioni
      (sudate) di quante entrano in un foglio A4.sai anche volare ???scherzi a parte, cio che volevo dire e che soltanto perche sei bravo col computer non e che fai un lavoro piu importante che dovrebbe essere retribuito meglio degli altri tutto qui...
      Come me ne cososco almeno 50 solo su Roma.con 8 anni di universita ??? ;-0)ah, vabbe il fuoricorso e una figata pazzesca...
      Perchè dovremmo accettare di quadagnare meno
      di qualsiasi altro professionista
      equivalente?non ho detto questo comunque l'informatico non e sentito come essenziale per l'azienda (e spesso nonostante il marketing non lo e neanche)...tutto qui ;-0)
      Con tutto il rispetto per la
      categoria, l'idraulico che mi ha sostituito
      la cassetta del water ha voluto 60 euro per
      meno di un'ora di lavoro materiali esclusi.
      MI sarebbe andato tutto bene se quando glio
      ho chiesto la ricevuta (sono uno di quei
      pochi fessi che fatturano tutto alla lira)
      non si fosse permesso di sbuffare.
      A te i
      commenti...a quel punto gli davo 50 euro e lo buttavo fuori a calci nel ***...come si permette di sbuffarmi in faccia ??? ;-0)ma scusa tu fatturi l'idraulico ???;-0)
      • Anonimo scrive:
        Re: E' solo un aquestione di soldi...
        - Scritto da: blah

        ....
        ma scusa tu fatturi l'idraulico ???Lo fattusa se l'idraulico e' intervenuto nella sede della ditta (che talvolta coincide con l'abitazione).E cmq. _sopratutto_ grazie alle fatture non emesse da idraulici/falegnami etc. si e' sparsa la voce che i liberi professionisti sono tutti evasori fiscali. Tu paghi le tasse? Io si, e non capisco perche' l'idraulico debba essere esentasse (e per di piu' si mette in tasca anche il 20% di IVA!)
        • Anonimo scrive:
          Re: E' solo un aquestione di soldi...

          E cmq. _sopratutto_ grazie alle fatture non
          emesse da idraulici/falegnami etc. si e'
          sparsa la voce che i liberi professionisti
          sono tutti evasori fiscali.solo evasori fiscali ??? ho sentito cose peggiori...
          Tu paghi le
          tasse? purtroppo mi tocca...che vuoi farci e la vita...;-0)
          Io si, e non capisco perche'
          l'idraulico debba essere esentasse (e per di
          piu' si mette in tasca anche il 20% di IVA!)il discorso e che perche fare fattura tanto per fare fattura ??? lui fatturera poco e vedrai come gli arriva la finanza...;-0)
  • Anonimo scrive:
    Re: Stipendi più dignitosi!!
    sottoscrivo pienamente
  • Anonimo scrive:
    Idea
    ma basta con qto pessimismo. forza e coraggio, licenziamoci tutti in tronco, facciamo le valigie ed immigriamo in india, paesi dell'est e quant'altro!!!!così il sistema è contento e chi lo gestisce può dormire sogni tranquilli, noi un pò meno xchè saremo a lavorare!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Idea

      ma basta con qto pessimismo. forza e
      coraggio, licenziamoci tutti in tronco,;-0)finalmente un'ottimo post...
  • Anonimo scrive:
    PAGARE DI PIU'
    E' un argomento insopportabile.Il rimedio e' uno solo: pagare come si deve professionisti che devono studiare molti anni, aggiornarsi continuamemente e vivere spesso condizioni di stress notevoli.NON SI PUO' CONSIDERARLI COME NUOVI OPERAI da pagarli 2 mln al mese.Il sottoscritto e' sistemista da 5 anni, ha conoscenze di Unix (vari gusti), Linux (bene), Windows (ehm...), Networking (Cisco, etc.), Security (bene in generale, Firewall-1, etc.), Oracle (bene). Mi pagano 42 mln lordi annui pari a 2.2 mln netti mensili. Che altro devo fare per avere uno stipendio dignitoso?Ah, dimenticavo: lavoro in Calabria... devo emigrare.
    • Anonimo scrive:
      Re: PAGARE DI PIU'
      Emigrare si, ma non in Italia, all'estero tipo Europa o USA, li si che i soldi li tirano fuori!- Scritto da: Mimmo
      E' un argomento insopportabile.
      Il rimedio e' uno solo: pagare come si deve
      professionisti che devono studiare molti
      anni, aggiornarsi continuamemente e vivere
      spesso condizioni di stress notevoli.
      NON SI PUO' CONSIDERARLI COME NUOVI OPERAI
      da pagarli 2 mln al mese.
      Il sottoscritto e' sistemista da 5 anni, ha
      conoscenze di Unix (vari gusti), Linux
      (bene), Windows (ehm...), Networking (Cisco,
      etc.), Security (bene in generale,
      Firewall-1, etc.), Oracle (bene). Mi pagano
      42 mln lordi annui pari a 2.2 mln netti
      mensili. Che altro devo fare per avere uno
      stipendio dignitoso?

      Ah, dimenticavo: lavoro in Calabria... devo
      emigrare.
    • Anonimo scrive:
      Re: PAGARE DI PIU'
      Mi pagano
      42 mln lordi annui pari a 2.2 mln netti
      mensili. Che altro devo fare per avere uno
      stipendio dignitoso?sai .... c'è gente che si fa il culo così su impalcature di ferro, 9/10 ore al giorno, al freddo e al caldo, col sole o con la pioggia, con famiglia a casa e guadagna meno di te.Solo che loro sono muratori.Conosco laureati che si sono fatti un mazzo tanto per laurearsi e adesso si fanno 8 ore in piedi a fare i commessi in un negozio perchè nel loro settore non c'è storia e guadagnano meno di te.Una ragazza che fa la parucchiera supera di poco il milione al mese, sta otto ore in piedi a sorridere a vecchiette rompicoglioni, si paga da solo i corsi di aggiornamento (opinione personale: tutto questo grazie alle ottime organizzazioni sindacali italiane, ma forse sono prevenuto in questo senso) e non credo che il suo lavoro valga meno del mio.Forse dovremmo avere un po' più di rispetto per gli altri.Il mercato del lavoro è un mercato come tutti gli altri, "il lavoro" è una merce che le persone vendono alle aziende e il prezzo lo fa il mercato.Con questo non voglio dire che dovete accettare il posto che avete o lo stipendio che guadagnate se ritenete che sia inferiore alle vostre capacità, anzi, è giusto lottare per ottenere ciò che si ritiene di meritare ma credo che si tratti di una battaglia individuale. Non credo alle soluzioni globali. Io lavoro in questo settore da qualche anno e ho incontrato tanta gente brava ma anche tanti incompetenti che approffittavano della "fame di personale ICT" per farsi pagare più del loro valore. Questo tipo di persone secondo me ha fatto "svalutare" il nostro lavoro. Forse è il momento che cominciamo ad avere un po' più di concorrenza proprio per fare un po' di selezione.Io sono fortunato, ho trovato un buon posto con ottime persone, non ho mai dovuto chiedere un aumento e a volte mi vergogno di quanto guadagno quando parlo con i miei amici che non sono in questo settore quindi tutto quello che ho scritto è sicuramente condizionato dalla mia situazione "privilegiata". Non mi sento nemmeno di dire "se non vi pagano non siete abbastanza bravi" perchè sarebbe ingiusto visto i tanti fattori che condizionano i risultati professionali di una persona, non ultima la fortuna.nk
      • Anonimo scrive:
        Re: PAGARE DI PIU'
        Non sono per niente d'accordo ma non e' un problema: si discute insieme.Il problema principale e' che io invece credo nelle soluzioni globali: sono comunista, sindacalista, statalista, anti-global e e tante altre cattive qualita'.Quindi, scusa ma non puoi venirmi a parlare di rispetto degli altri lavoratori.Dico solo che, mentre io studiavo, il mio amico muratore guadagnava (faticosamente) dei soldi che a me nessuno restituira' mai. E non venirmi a dire che lui sta su un'impalcatura perche' io sto dietro un PC e la sera ho le spalle e gli occhi distrutti. La mia ragazza ha superato mille difficolta' per laurearsi in biologia e, in questo schifo generale, non trova neanche un posto di commessa.Io voglio essere pagato adeguatamente e, nello stesso tempo, pretendo che tutti i lavoratori del mondo abbiano giuste tutele.La colpa non e' mia ne' tua ne' dei colleghi che 'svalutano' il nostro lavoro, non facciamo la guerra tra poveri: il sistema ci fotte ogni giorno, ci succhia il sangue e ci butta quando non serviamo piu'.Stiamo attenti ed alziamo la voce.
      • Anonimo scrive:
        Re: PAGARE DI PIU'
        in linea generale sono d'accordo con te...però qualcosa di globale ci manca... i geometri, gli ingeneri, gli avvocati... molte categorie hanno un ordine che + o - li tutela, noi no...
        • Anonimo scrive:
          Gli ingegneri sarebbero tutelati!?!?!
          E da chi? Ma prima di dire caz...e informati. Vai a chiedere a chi esce adesso dall'universita' quanto prende. Ordine, albo...non esistono. E' forse la categoria professionale piu' bistrattate in Italia.
        • Anonimo scrive:
          Re: PAGARE DI PIU'
          - Scritto da: Tommyknocker
          in linea generale sono d'accordo con te...
          però qualcosa di globale ci manca... i
          geometri, gli ingeneri, gli avvocati...
          molte categorie hanno un ordine che + o - li
          tutela, noi no...attenzione.l'ordine tutela solo chi riesce ad entrare e serve a far fare apprendistato gratis a quelli che non hanno santi in paradiso.fatti spiegare bene come funziona da un aspirante avvocato o architetto o medico... o da un giornalista...non è certo l'ordine che risolverà qualcosa.
      • Anonimo scrive:
        Re: PAGARE DI PIU'
        - Scritto da: nk

        Mi pagano

        42 mln lordi annui pari a 2.2 mln netti

        mensili. Che altro devo fare per avere uno

        stipendio dignitoso?

        sai .... c'è gente che si fa il culo così su
        impalcature di ferro, 9/10 ore al giorno, al
        freddo e al caldo, col sole o con la
        pioggia, con famiglia a casa e guadagna meno
        di te.
        Solo che loro sono muratori.forse quelli che lavorano in nero...in ogni caso il problema non è che uno vuol prendere più del muratore per principio.uno vuol prendere il giusto.poi se ci sono altre categorie sottopagate, be', è una cosa tristissima, ma a maggior ragione ci impone di richiedere una retribuzione giusta.i soldi in più per la giusta retribuzione del sistemista non sono tolti dallo stipendio del muratore o della parrucchiera. sono tolti, semmai, da quello dei dirigenti, dei commerciali e de sta ggente qui che prima droga il mercato, poi fa fallire le società, poi pretende che il pischello 18enne gli mandi avanti la baracca perché costa meno dell'ingegnere 40enne
        Conosco laureati che si sono fatti un mazzo
        tanto per laurearsi e adesso si fanno 8 ore
        in piedi a fare i commessi in un negozio
        perchè nel loro settore non c'è storia e
        guadagnano meno di te.di nuovo, questa non è una scusa per sottopagare tutti e fare gli interessi dei commerciali e dei dirigenti (semplifico, ovviamente), di tutti quelli, insomma, che si intascano la differenza tra uno stipendio da fame e uno serio.un'azienda per la quale faccio consulenza sta pagando stipendi da favola, trasferte, hotel a 4 stelle (una volta si sono offesi perché gli hanno prenotato un 3 stelle), pranzi e cene in ristoranti di lusso (in azienda tutti mangiano la piadina insieme) a due tizi che dovrebbero "risanare" l'azienda stessa (l'azienda fa parte di un gruppo ed è l'unica del gruppo col fatturato in crescita). la prima cosa che hanno fatto questi tizi è mandare via una persona che prendeva 40 milioni l'anno e faceva onestamente il suo lavoro.un solo mese della presenza dei due tizi è costata mooOOoolto di più di quaranta milioni...ecco, questi sono quelli che ci tengono gli stipendi bassi a noi.tu capisci, quindi, che non è che io guardo il muratore e mi consolo.guardo quei due e mi incazzo.poi col muratore sono senz'altro solidale, ma se mi contentassi perché c'è il muratore che sta peggio, farei gli interessi di gente come i due tizi di cui sopra, non certo quelli del muratore.(e comuque, prova a chiamare un imbianchino e fatti dire quanto prende...).
    • Anonimo scrive:
      Re: PAGARE DI PIU'
      Purtoppo hai ragioneDEVI EMIGRARE!!!!!!!!Io lavoro all'estero da 3 anni, faccio il sistemista NT, 2000, Unix Vari, ho certificati su Storageworks e SANs e mi faccio 2 palle a studiare in continuazione per aggiornare i certificati (che la mia societa' fortunatamente paga). Al momento studio Cisco e Solaris.Alla fine nella busta paga sto sopra ai 2 mila Euro, che non sono comunque un cavolo specialmente considerando che vivo in quella che sta diventando una delle citta' piu' care d'Europa (Dublino) pero' sono molto di piu' di quello che offrono quei morti di fame di Ingegneri Dottori Gran Lup Mannar Farabutt giu' dalle parti vostre....Il fatto e' che i signori vogliono la botte piena e la moglie ubriaca, vogliono l'expertise pero' non vogliono cacciare il tallero...Che andassero a cacare...Mi fa specie che un giornale serio e preciso come Punto Informotico abbia sottovalutato questa faccia della medaglia.
      • Anonimo scrive:
        Re: PAGARE DI PIU'
        Perchè non ci dici che strada hai seguito per riuscire ad andare in Irlanda? Ad alcune persone potrebbe interessare...Avevi contatti li o hai cercato da qui? Come?Ciao- Scritto da: Riccardo
        Purtoppo hai ragione
        DEVI EMIGRARE!!!!!!!!
        Io lavoro all'estero da 3 anni, faccio il
        sistemista NT, 2000, Unix Vari, ho
        certificati su Storageworks e SANs e mi
        faccio 2 palle a studiare in continuazione
        per aggiornare i certificati (che la mia
        societa' fortunatamente paga). Al momento
        studio Cisco e Solaris.
        Alla fine nella busta paga sto sopra ai 2
        mila Euro, che non sono comunque un cavolo
        specialmente considerando che vivo in quella
        che sta diventando una delle citta' piu'
        care d'Europa (Dublino) pero' sono molto di
        piu' di quello che offrono quei morti di
        fame di Ingegneri Dottori Gran Lup Mannar
        Farabutt giu' dalle parti vostre....
        Il fatto e' che i signori vogliono la botte
        piena e la moglie ubriaca, vogliono
        l'expertise pero' non vogliono cacciare il
        tallero...
        Che andassero a cacare...
        Mi fa specie che un giornale serio e preciso
        come Punto Informotico abbia sottovalutato
        questa faccia della medaglia.
        • Anonimo scrive:
          Re: PAGARE DI PIU'
          Forse e' un po' piu' tardi... too late.Qui in Irlanda e' un po' come il Titanic, la nave affonda e tutti abbandonano la barca. I soldi della EU sono finiti (o stanno per) e le societa' americane iniziano a guardare verso lidi fiscali piu' propizi (Rep. Ceca? Portogallo? Polonia? chissa'!). Il fuggi fuggi e' generale, le societa' chiudono e le persone sono licenziate. Comunque sono 3 anni che ci vivo e devo dire che come esperienza e' stata ed e' (finche' dura) molto positiva.Io personalmente mi sono informato in giro, ho letto giornali seri (evita Repubblica e simili per intenderti) e ho scoperto con un certo anticipo che L'Irlanda era in pieno boom economico (non che ci volesse una scienza ad accorgenerse ma in italia i "grandi giornalisti" hanno iniziato a parlare dell'isolotto verde quando la parabola era gia' discendente. Per la cronaca il boom e' iniziato 7 anni fa circa). Il passo successivo e' stato solo coraggio. Mi sono imbarcato in questa avventura e ho trovato lavoro in una societa' molto famosa dopo 6 giorni (non faccio nomi ma sta per fondersi con un'altra megasocieta' con il nome di 2 lettere). Non avevo neanche esperienze incredibili; l'unica differenza e' che tutte le societa' qui non piangono perche' non ci sono addetti tecnici, LI CREANO!!!! Forse sta sfuggendo che in italia e' quello che manca. Quindi corsi specializzati, esami pagati, incentivi etc. Purtroppo adesso le cose sono cambiate ma attendo l'occasione per riprendere il volo.Cosa che consiglio anche a te, se puoi e vuoi, trova il coraggio e vattene almeno per un po'. Ne guadagni di salute mentale e di portafoglio.
          • Anonimo scrive:
            Re: PAGARE DI PIU'
            Già, ma all'est c'è il problema della lingua...Una cosa è l'inglese, un'altra è imparare una lingua parlata da 5 milioni di persone...Cmq la cosa che più mi ha frenato fino a ora è questa: come fare per partire? Come prendere contatti con la realtà lavorativa locale? Non posso mica lasciare il mio lavoro qui e partire all'avventura, visto che per gli standard italiani prendo un bel po'...Il coraggio non mi manca per fortuna (a differenza di amici che hanno rifiutato opportunità simili), ma per partire devi avere qualche cosa in mano...Ciao- Scritto da: Riccardo
            Forse e' un po' piu' tardi... too late.
            Qui in Irlanda e' un po' come il Titanic, la
            nave affonda e tutti abbandonano la barca. I
            soldi della EU sono finiti (o stanno per) e
            le societa' americane iniziano a guardare
            verso lidi fiscali piu' propizi (Rep. Ceca?
            Portogallo? Polonia? chissa'!). Il fuggi
            fuggi e' generale, le societa' chiudono e le
            persone sono licenziate. Comunque sono 3
            anni che ci vivo e devo dire che come
            esperienza e' stata ed e' (finche' dura)
            molto positiva.
            Io personalmente mi sono informato in giro,
            ho letto giornali seri (evita Repubblica e
            simili per intenderti) e ho scoperto con un
            certo anticipo che L'Irlanda era in pieno
            boom economico (non che ci volesse una
            scienza ad accorgenerse ma in italia i
            "grandi giornalisti" hanno iniziato a
            parlare dell'isolotto verde quando la
            parabola era gia' discendente. Per la
            cronaca il boom e' iniziato 7 anni fa
            circa). Il passo successivo e' stato solo
            coraggio. Mi sono imbarcato in questa
            avventura e ho trovato lavoro in una
            societa' molto famosa dopo 6 giorni (non
            faccio nomi ma sta per fondersi con un'altra
            megasocieta' con il nome di 2 lettere). Non
            avevo neanche esperienze incredibili;
            l'unica differenza e' che tutte le societa'
            qui non piangono perche' non ci sono addetti
            tecnici, LI CREANO!!!! Forse sta sfuggendo
            che in italia e' quello che manca. Quindi
            corsi specializzati, esami pagati, incentivi
            etc.
            Purtroppo adesso le cose sono cambiate ma
            attendo l'occasione per riprendere il volo.
            Cosa che consiglio anche a te, se puoi e
            vuoi, trova il coraggio e vattene almeno per
            un po'. Ne guadagni di salute mentale e di
            portafoglio.
          • Anonimo scrive:
            Re: PAGARE DI PIU'
            dicevolavorando in un pub in attesa che ti rispondano per un lavoro che ti piace di piu'cose importanti da sapere:Nel mondo anglosassone non e' visto di cattivo occhio il fatto che si cambi lavoro spesso, anzi (in Italia e' il contrario)Non viene neanche visto male che lavori in un cafe' o fastfood e provi poi magari per una compagnia ITIl salario si negozia sempre e non esiste niente come "sa come e' qui paghiamo per questa posizione tot. mi dispiace non possiamo darle di piu'" Chi cerca lavoro ha il coltello dalla parte del manico "Mi volete,? pagate!" (nei limiti del ragionevole)E' bellissimo avere capi e non chiamarli "dottore, ingegnere, commendatore, illustrissimo etc." genuflettendoti lanciando petali di rosa. Vedi passare l'amministratore delegato che la sera va a cena fuori con Bush e a colazione con Madonna che ti saluta per nome e tu gli rispondi "Ciao Michael"... Vabbe'hai capito no?
          • Anonimo scrive:
            Re: PAGARE DI PIU'
            Sei un grandissimo !Vorrei avere meta' del tuo coraggio!
          • Anonimo scrive:
            Re: PAGARE DI PIU'
            scusa il ritardo ma sono andato a casa la mia ragazza aveva fame e se non cucino io quella mi muore di fame (ah queste francesi) comunque intendevo quello, colloquio telefonico dall'Italia e possibile secondo o terzo colloquio in UK a spese loroscrivimi su sabbione@hotmail.com se vuoi altre dritte o ti serve qualche altro consiglio/dettagliociao
          • Anonimo scrive:
            Re: PAGARE DI PIU'
            Ok, grazie delle info!Ciao- Scritto da: Sabbione
            scusa il ritardo ma sono andato a casa
            la mia ragazza aveva fame e se non cucino io
            quella mi muore di fame (ah queste francesi)

            comunque intendevo quello, colloquio
            telefonico dall'Italia e possibile secondo o
            terzo colloquio in UK a spese loro
            scrivimi su sabbione@hotmail.com se vuoi
            altre dritte o ti serve qualche altro
            consiglio/dettaglio
            ciao
  • Anonimo scrive:
    skill shortage italiano
    Analisti, politici, esperti tirano fuori periodicamente numeri vari, mai spiegando come.E' serio tutto questo? E le aziende, che dovrebbero assumere, non dicono mai nulla?Ho idea che lo "skill shortage italiano" sia da rilevare soprattutto fra analisti, politici ed esperti...
  • Anonimo scrive:
    ancora fesserie!!!!
    I tecnici in italia ci sono.Il problema è che chi gestisce le aziende vede il tecnico come l'operaio di una catena di montaggio, come un manovale (senza offesa x qte 2 categorie)e si chiede ma xchè lo devo pagare così tanto? Nella sua logica ed in qla del profitto (pur sempre sacrosanto)chi dev'esser pagato tanto è il commerciale , la macchina del commerciale e la sua succiacalzini..ecco dove vanno a finire i soldi...poi con quel che avanza si prende un tecnico..costa troppo???allora lo vado a prendere in india!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: E' solo un aquestione di soldi...
    Concordo in pieno, ogni volta che sento dire queste notizie mi vergogno, oppure quelli che sono costretti ad assumere informatici dai paesi dell'est. Io ho un amico di 35 anni, valido progetista Web, Designer e esperto su alcuni CAD parametrici che attualmente è disoccupato. Meglio prendere un diciottenne che non fa grane di orari o di paga, gli dai un milione e mezzo e ti bacia ancora le mani, tanto lo formi tu a costo quasi zero.Quando la smetteranno di raccontarci delle balle?Flavio
  • Anonimo scrive:
    Com'è che suona tanto falso?
    Intendo questo grido di dolore....A me suona tanto "mercato disordinato"Ovvero, probabilmente c'è carenza di teecnici davvero in gamba, ma soprattutto di clienti in grado di distinguere un tecnico in gamba da uno no.
  • Anonimo scrive:
    Numero chiuso
    Non so se sia ancora così, ma quando otto anni fa volevo iscrivermi all'Università di Roma, alla laurea breve in informatica non ho potuto, perché i posti disponibili erano pochi e non sono rientrato nella graduatoria.
  • Anonimo scrive:
    Re: E' solo un aquestione di soldi...
    Concordo in pieno:informatico da oltre 15 anni, su Internet da prima del Web (e chi se li ricorda più gopher e compagnia?), che faccio, vado a competere col ragazzo di 18 anni, nato col PC in casa che si accontenta di una ciolla per fare due paginette?secondo lato del problema: le ditte pensano che per "essere su Internet" basti appunto qualcuno che gli disegni due pagine, possibilmente alla moda.Quindi quando gli parlo di innovazione tecnologica, di rivedere i flussi informativi aziendali etc mi rispondono che hanno gia uno che gli disegna le pagine.....
  • Anonimo scrive:
    Re: E' solo un aquestione di soldi...

    Secondo me il problema ha due facce:
    1) spesso sono le aziende che prendono
    gente poco capace (sia perche' non vogliono
    spendere molto, sia perche' spesso
    all'interno dell'azienda non c'e' gente
    capace di rinoscenere professionisti
    capaci);loro vogliono qualcuno che costi poco e che si rompa la schiena per l'azienda...comunque esistono anche le ecezzioni...il vero problema e che i piu non sanno neanche cos'e un budget...figurati allocare risorse nel budget per il reparto informatico...
    2) ci sono in giro un sacco di peracottari
    e "esperti" improvvisati che "inquinano"
    tutto il sistema: il fatto di aver
    smanacciato per qualche mese con FrontPage
    non ti rende un web designer (ma valgono
    esempi simili per altri linguaggi e altre
    tecnologie).anche se ci fossse una qualche specie di albo, esame, ecc...1) sara su prodo m$2) 90% di questi passera l'esame lo stesso e non cambiera niente...
  • Anonimo scrive:
    mancano tecnici? tutte palle
    li stanno licenziando, i tecnici.pochi giorni fa leggevo un articolo su repubblica, parlava di una povera, piccola impresa, la icon-medialab di milano, che è costretta ad importare rarissimi programmatori java dalla ex jugoslavia...salvo non specificare che li sottopagava.ho pubblicato la cosa su un paio di newsgroup, leggetevi anche le risposte:http://groups.google.com/groups?q=milano+scarsi+group:it.comp.java+group:it.comp.java&hl=en&selm=ncs98.48393%245M4.1479335%40twister2.libero.it&rnum=2http://groups.google.com/groups?q=milano+scarsi+group:it.comp.java+group:it.comp.java&hl=en&selm=3C623284.11DA8E58%40orion.it&rnum=1io penso che queste sparate servano solo a dare false illusioni ai gggiovani, così se ne stanno buoni, tanto li salverà internet dalla disoccupazione che il governo lavora per loro, e come marchetta per i vari cepu e simili.
  • Anonimo scrive:
    Nessuno li vuole pagare per quel che valgono
    Qualche professionista in Italia c'e', e per professionista intendo un personaggio veramente preparato, non lo smanettone intraprendente. Il problema e' che personaggi di una certa levatura tecnica vanno pagati per quel che valgono, seriamente, e ben poche imprese italiane sanno riconoscere il valore del lavoro di un professionista. Io mi considero uno di questi 'rari' professionisti, non mi ritenevo valutato e pagato adeguatamente e quindi me ne sono scappato in California. Qui lavoro con tecnologie e strutture improponibili in Italia, con seri professionisti, con tempi e modi assolutamente appaganti. E sono pagato per quel che valgo. Spero, per il mercato italiano, che i pochi veri, seri professionisti italiani non seguano tutti il mio esempio...
    • Anonimo scrive:
      Re: Nessuno li vuole pagare per quel che valgono

      quindi me ne sono scappato in California.
      assolutamente appaganti. E sono pagato per
      quel che valgo. Spero, per il mercatobe', io invece ti chiederei qualche dritta... :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Nessuno li vuole pagare per quel che valgono

      Qualche professionista in Italia c'e', e per
      professionista intendo un personaggio
      veramente preparato, non lo smanettone
      intraprendente.e che differenza c'e ??? ah lo smanettone ne sa di piu...
      Il problema e' che
      personaggi di una certa levatura tecnica
      vanno pagati per quel che valgono,
      seriamente, e ben poche imprese italiane
      sanno riconoscere il valore del lavoro di un
      professionista. Io mi considero uno di
      questi 'rari' professionisti, non mi
      ritenevo valutato e pagato adeguatamente e
      quindi me ne sono scappato in California.quello che stavo per dire...vai all'estero no ???
      Qui lavoro con tecnologie e strutture
      improponibili in Italia, con seri
      professionisti, con tempi e modi
      assolutamente appaganti. E sono pagato per
      quel che valgo. Spero, per il mercato
      italiano, che i pochi veri, seri
      professionisti italiani non seguano tutti il
      mio esempio...invece e proprio cosi...se si resta e eventualmente solo per impegni di cuore o roba famigliare...
      • Anonimo scrive:
        Re: Nessuno li vuole pagare per quel che valgono


        Qui lavoro con tecnologie e strutture

        improponibili in Italia, con seri

        professionisti, con tempi e modi

        assolutamente appaganti. E sono pagato per

        quel che valgo. Spero, per il mercato

        italiano, che i pochi veri, seri

        professionisti italiani non seguano tutti
        ilTi dirò che essere in pochi ha i suoi lati positivi... qui in italia lavoro con i clienti che preferisco, con gli attrezzi che voglio, e riscuoto quanto un deputato.... :-)Non avendo concorrenza, posso prendere le cose con calma...... :-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Nessuno li vuole pagare per quel che valgono

          Ti dirò che essere in pochi ha i suoi lati
          positivi...
          qui in italia lavoro con i clienti che
          preferisco, con gli attrezzi che voglio, e
          riscuoto quanto un deputato.... :-)
          Non avendo concorrenza, posso prendere le
          cose con calma...... :-)concordo pienamente...anche se il tuo post era diretto alla persona che ha iniziato il thread...almeno penso...;-0)
      • Anonimo scrive:
        Re: Nessuno li vuole pagare per quel che valgono
        AZZ COSA C'E' CHE NON A NEGLI SMANETTONI INTRAPRENDENTI COME ME? :-)IMPARATO L'ASP DI NOTTE, FACCIO LE QUERY SU UN PC A MANOVELLA, SCRIVO L'HTML A MANO. TUTTO QUESTO DA AUTODIDATTA PERCHE' QUEL PEZZENTE PER CUI LAVORO E' TERRORIZZATO ALL'IDEA DI SPENDERE 10 ? IN FORMAZIONE.DOVE TROVATE ALTRETTANTO IMPEGNO E PASSIONE? :-)UN SALUTO
    • Anonimo scrive:
      Re: Nessuno li vuole pagare per quel che valgono
      - Scritto da: mrk
      [...]
      quindi me ne sono scappato in California.
      Qui lavoro con tecnologie e strutture
      improponibili in Italia, con seri
      professionisti, con tempi e modi
      assolutamente appaganti. E sono pagato per
      quel che valgo.
      [...]Ci dai qualche indicazione? Come hai fatto a trasferirti in California, che strade hai seguito? Che contatti avevi o hai preso? Cosa fai?Ciao
  • Anonimo scrive:
    Bah
    Di sedicenti bravi tecnici ce ne sono tanti!Ma di veri professionisti mica tanto!La soluzione e' darsi una calmata e pagare poche ma salutari consulenze a gente che sa cosa fa e che vi mette in piedi un sistema decente e gestibile, non al primo improvvisato che tira su una ditta individuale e tiene in piedi i sistemi con le alchimie!E poi a che serve comprarvi le ultime novita' tecnologiche se poi le vostre impiegate per correggere la prima parola della frase cancellano tutto quando con il bcakspae e riscrivono la frase??Investite in formazione del personale, non si possono risolvere deficienze strutturali con i semplici prodotti!...
    • Anonimo scrive:
      Re: Bah
      - Scritto da: tristezza

      E poi a che serve comprarvi le ultime
      novita' tecnologiche se poi le vostre
      impiegate per correggere la prima parola
      della frase cancellano tutto quando con il
      bcakspae e riscrivono la frase??

      Investite in formazione del personale, non
      si possono risolvere deficienze strutturali
      con i semplici prodotti!

      ...Hai ragione. In Italia sono i Formatori capaci che mancano, non i tecnici ed i programmatori....basta leggere questo forum per convincersi che in Italia sono tutti programmatori e professionisti dell'IT:-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Bah

        programmatori....basta leggere questo forum
        per convincersi che in Italia sono tutti
        programmatori e professionisti dell'IT:-)c'è poco da fare lo spiritoso. chi legge una notizia come questa ed è interessato ad intervenire è molto probabile che lo sia davvero.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bah

      La soluzione e' darsi una calmata e pagare
      poche ma salutari consulenze a gente che sa
      cosa fa e che vi mette in piedi un sistema
      decente e gestibile, non al primo
      improvvisato che tira su una ditta
      individuale e tiene in piedi i sistemi con
      le alchimie!Gente che sa cosa fa... io fino ad ora non ho ancora visto consulenti degni di questo nome. La maggior parte (se non tutti) ha sempre avuto qualcosa da imparare, gente ben vestita appena uscita dall'università che non sa una mina, e costa pure 100 euro all'ora. Ma fammi il piacere.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bah
        - Scritto da: Flavio

        La soluzione e' darsi una calmata e pagare

        poche ma salutari consulenze a gente che
        sa

        cosa fa e che vi mette in piedi un sistema

        decente e gestibile, non al primo

        improvvisato che tira su una ditta

        individuale e tiene in piedi i sistemi con

        le alchimie!

        Gente che sa cosa fa... io fino ad ora non
        ho ancora visto consulenti degni di questo
        nome. La maggior parte (se non tutti) ha
        sempre avuto qualcosa da imparare, gente ben
        vestita appena uscita dall'università che
        non sa una mina, e costa pure 100 euro
        all'ora. Ma fammi il piacere.100 ?/ora... Ti riferisci a qualcuno in particolare ? :-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Bah

          100 ?/ora... Ti riferisci a qualcuno in
          particolare ? :-)No, nessuno in particolare; ma le cifre che si pagano per i consulenti sono quelle in media.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bah
            100 ? all'ora non sono una tariffa da "primo improvvisato che tira su una ditta individuale". Per questo compenso il consulente o l'azienda di consulenza deve avere delle conoscenze comprovate. Come si fa in altri ambiti basta verificare, le referenze esistono e le voci buone o cattive circolano.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bah
      - Scritto da: tristezza
      E poi a che serve comprarvi le ultime
      novita' tecnologiche se poi le vostre
      impiegate per correggere la prima parola
      della frase cancellano tutto quando con il
      bcakspae e riscrivono la frase??AHAHAHAHAHAHAHAAHROTFLOL !!!!LOLLLLISSSIMO !!!!E` triste ma e` vero. :)
  • Anonimo scrive:
    bastaaaaaaaaaaaaaaa!
    Questi hanno rotto...........di ottimi tecnici l'italia è piena, basta pagarli.Penso che sia il solito giochetto di bastone e carotina.
    • Anonimo scrive:
      Re: bastaaaaaaaaaaaaaaa!
      la verita e sempre in mezzo...;-0)- Scritto da: tristemente_famoso
      Questi hanno rotto...........di ottimi
      tecnici l'italia è piena, basta pagarli.

      Penso che sia il solito giochetto di bastone
      e carotina.
      • Anonimo scrive:
        Re: bastaaaaaaaaaaaaaaa!
        hai ragione anch'io sono un tecnico hardware/software nonchè programmatore in una ditta, ma mi chiedo: chi ce lo fa fare di sbatterci tanto i ..... e guadagnare come un semplice impiegato? a questo punto mi limito e faccio il lavoro dell'impiegato
        • Anonimo scrive:
          Re: bastaaaaaaaaaaaaaaa!

          hai ragione anch'io sono un tecnico
          hardware/software nonchè programmatore in
          una ditta, ma mi chiedo: chi ce lo fa fare
          di sbatterci tanto i ..... e guadagnare come
          un semplice impiegato? a questo punto mi
          limito e faccio il lavoro dell'impiegatoma ovviamente...;-0)e questo va messo in chiaro subito...dici mi pagate 2 millioni per un lavoro che vale 5 ??? okey avrete un lavoro da 2 millioni...o ti licenziano (e meno di 2 millioni non prendi nel nuovo posto) o ti aumentano lo stipendio...;-0)
        • Anonimo scrive:
          Re: bastaaaaaaaaaaaaaaa!
          PAROLE SANTEEEEEEEEEEEE!!!!!Oppure ragazzi basta avere un po' di coraggio ed emigrare... Magari se la cosa pesa si puo' pensare che si sta facendo "una esperienza all'estero" come dico io, tanto sempre emigrato sono.In America a fare le stesso cose si prende dalle 3 alle 5 volte tanto....E nonostante la crisi hanno una fame di personale incredibile.Ragazzi fuori dal guscio e coraggio...Almeno quando veramente non ci sara' nessuno disposto a fare lo schiavo cervellone a 1 milione e otto al mese i signori supertitolati capiranno che e' il momento di aprire il borsello...Domanda e Offerta, sempre quello e' il punto.
    • Anonimo scrive:
      Re: bastaaaaaaaaaaaaaaa!
      Si: bastone nel cranio e carota nel ****!Se la gente non la pagate, non la trovate. Con un contratto decente i professionisti *seri* saltano fuori eccome.
      • Anonimo scrive:
        Re: bastaaaaaaaaaaaaaaa!
        - Scritto da: zyx
        Si: bastone nel cranio e carota nel ****!
        Se la gente non la pagate, non la trovate.
        Con un contratto decente i professionisti
        *seri* saltano fuori eccome.Dai che è la volta buona che ci facciamo il sindacato e un albo professionale con i controco***oni
        • Anonimo scrive:
          Re: bastaaaaaaaaaaaaaaa!
          - Scritto da: tristemente_famoso
          - Scritto da: zyx

          Si: bastone nel cranio e carota nel ****!

          Se la gente non la pagate, non la trovate.

          Con un contratto decente i professionisti

          *seri* saltano fuori eccome.

          Dai che è la volta buona che ci facciamo il
          sindacato e un albo professionale con i
          controco***oniMa quale sindacato? MAI sentito parlare seriamente per i professionisti informatici e c. di un sindacato e di un albo. Io ho cercato di iscrivermi all'aip. E nonostante avessi superato anche il colloquio, non si è mai fatto sentire nessuno? UN CASO? Io sono disoccupato eppure sono sistemista linux, sistemista win, tecnico hw/sw/lan e tante altre belle cosette. Ma per 1.600.000 quanto prendevo prima al netto delle ritenute, chi me lo faceva fare di sbattermi? Andrebbe anzitutto creato un contratto di categoria e li finalmente si vedrebbe qualcosa. Per la cronaca sono di firenze, tanto per rigirare la cosa.
          • Anonimo scrive:
            Re: bastaaaaaaaaaaaaaaa!
            Con un contratto decente i professionisti *seri* saltano fuori eccome.....(cut).... Io sono
            disoccupato eppure sono sistemista linux,
            sistemista win, tecnico hw/sw/lan e tante
            altre belle cosette. Ma per 1.600.000 quanto
            prendevo prima al netto delle ritenute, chi
            me lo faceva fare di sbattermi? Andrebbe
            anzitutto creato un contratto di categoria e
            li finalmente si vedrebbe qualcosa. Per la
            cronaca sono di firenze, tanto per rigirare
            la cosa.Oppure fai quello per cui il nuovo governo cerca di far far a tutti: metti su una bella attività individuale, casomai con contributi e finanziamenti pubblici (ce ne sono tanti), poi evadi un pò di tasse, ti lamenti per lo stato predone di tasse, e ti arricchisci a danno di qualcuno come te adesso.
          • Anonimo scrive:
            Re: bastaaaaaaaaaaaaaaa!
            - Scritto da: FAB
            - Scritto da: tristemente_famoso

            - Scritto da: zyx


            Si: bastone nel cranio e carota nel
            ****!


            Se la gente non la pagate, non la
            trovate.


            Con un contratto decente i
            professionisti


            *seri* saltano fuori eccome.



            Dai che è la volta buona che ci facciamo
            il

            sindacato e un albo professionale con i

            controco***oni

            Ma quale sindacato? MAI sentito parlare
            seriamente per i professionisti informatici
            e c. di un sindacato e di un albo. Io ho
            cercato di iscrivermi all'aip. E nonostante
            avessi superato anche il colloquio, non si è
            mai fatto sentire nessuno? UN CASO? Io sono
            disoccupato eppure sono sistemista linux,
            sistemista win, tecnico hw/sw/lan e tante
            altre belle cosette. Ma per 1.600.000 quanto
            prendevo prima al netto delle ritenute, chi
            me lo faceva fare di sbattermi? Andrebbe
            anzitutto creato un contratto di categoria e
            li finalmente si vedrebbe qualcosa. Per la
            cronaca sono di firenze, tanto per rigirare
            la cosa.Il dubbio che se ti davano 1.600.000 al mese era perché non ne meritavi di più non ti è mai venuto vero?:-)
          • Anonimo scrive:
            Re: bastaaaaaaaaaaaaaaa!

            Ma quale sindacato? MAI sentito parlare
            seriamente per i professionisti informatici
            e c. di un sindacato e di un albo. Io ho
            cercato di iscrivermi all'aip. E nonostante
            avessi superato anche il colloquio, non si è
            mai fatto sentire nessuno? UN CASO? Io sono
            disoccupato eppure sono sistemista linux,
            sistemista win, tecnico hw/sw/lan e tante
            altre belle cosette. Ma per 1.600.000 quanto
            prendevo prima al netto delle ritenute, chi
            me lo faceva fare di sbattermi? Andrebbe
            anzitutto creato un contratto di categoria e
            li finalmente si vedrebbe qualcosa. Per la
            cronaca sono di firenze, tanto per rigirare
            la cosa.Se prendevi 1.600.000 forse non valevi una mazza...perche` ad oggi come sistemista linux, win etc etc...ti porti a casa 5000000 netti come ridere....Ma se le cose che dici le sai fare veramente...e non solo per gioco...
          • Anonimo scrive:
            Re: bastaaaaaaaaaaaaaaa!
            e questa è un'altra cosa peculiare del mondo informatico: tutti fanno i sapientoni, ma qualcuno che sia disposto a spiegare davvero la sua scienza non lo si trova mai... tutti predicano ai convertiti...-----------------------------------------Direi che questo è un problema degli Informatici Italiani... altrove non è così, la gente è meno gelosa e più collaborativa.:DTM.
          • Anonimo scrive:
            Re: bastaaaaaaaaaaaaaaa!

            Se prendevi 1.600.000 forse non valevi una
            mazza...perche` ad oggi come sistemista
            linux, win etc etc...ti porti a casa 5000000
            netti come ridere....
            Ma se le cose che dici le sai fare
            veramente...e non solo per gioco...2500 Euro? Come ridere?Si, infatti rido, rido eccome.....Non centra sapere fare le cose, bisogna che chi paga sappia cosa fai e come lo fai, insomma ti sappia valutare. Nella media azienda italiana c'è il concetto che un sistemista è un male necessario e che tutto sommato faccia poco dalla mattina alla sera e sia sempre su internet a cazzeggiare. Invece per un commerciale (che spesso cazzeggia davvero) è tutto diverso: lui è bello, vestito bene, fa guadagnare e quindi è sempre più avanti di te sistemista che ti fai due marroni a sistemare cose che intanto nessuno capisce.Buona giornata.
          • Anonimo scrive:
            Re: bastaaaaaaaaaaaaaaa!
            E' assolutamente vero moltissime aziende italiane sono guidate da gente che non sà nulla di informatica ma che sa bene quello che vuole raggiungere.Quindi quando un commerciale a detto tante belle parole e ha venduto un prodotto chi la mette in piedi e lo fa funzionare siamo noi e l'azienda premia molto di più chi ha venduto,ma molte volte per farlo viene a chiedere a noi di aiutarlo perchè le sue conoscenze sono meno spinte delle nostre.In Italia il tecnico preparato viene considerato, ma quasi mai corrisposto, è ovvio che se continua così illudiamo molti giovani e finiremo come per le auto e i vestiti a commissionare lavori in qualche altro paese.
          • Anonimo scrive:
            Re: bastaaaaaaaaaaaaaaa!
            - Scritto da: fabrm
            E' assolutamente vero moltissime aziende
            italiane sono guidate da gente che non sà
            nulla di informatica ma che sa bene quello
            che vuole raggiungere.Quindi quando unE' anche vero in tutti i mestieri di assistenza tecnica in genere, io riparo orologi, e sono un C.A.T. di una nota ditta di orologi, sapete cosa ci hanno detto all'ultima riunione nella quale ci lamentavamo di poche lire ? (eravamo 36 CAT da tutta Italia!)Cia hanno detto:"Signori, la nostra e' una ditta che VENDE, non che ASSISTE" Ecco, voi siete presi +o-nella stessa maniera...Purtroppo sti 4 coglio|\|i , non sanno che senza chi gli ripara gli orologi difettosi, la loro bella ditta e marca, non venderebbe una mazza!
          • Anonimo scrive:
            Re: bastaaaaaaaaaaaaaaa!
            Posso solo dirti che hai ragione.Specifico: £93000 lorde al giorno, niente ferie e malattie, sistemista Win, hardware, installatore programmi, amministratore di rete, all'occorrenza fattorino e facchino (...una scopa nel culo e ti ramazzo per terra...)
          • Anonimo scrive:
            Re: bastaaaaaaaaaaaaaaa!

            Se prendevi 1.600.000 forse non valevi una
            mazza...perche` ad oggi come sistemista
            linux, win etc etc...ti porti a casa 5000000
            netti come ridere....si si certo certo come no...quello di cui tu parli è un altro fenomeno che imho ammazza la categoria, si tratta di tutti quei bei collaboratorini interessati a farsi un giorno o due di lavoro, e che si pigliano le classiche 100.000/ora; qui stiamo parlando di altro, non di ragazzi che tra un esame e l'altro ci mettono qualche ora di collaborazione configurando iptables, qui stiamo parlando di gente assunta che ci vive con il proprio lavoro...
          • Anonimo scrive:
            Re: bastaaaaaaaaaaaaaaa!
            - Scritto da: Tasslehoff Burrfoot

            Se prendevi 1.600.000 forse non valevi

            una mazza...perche` ad oggi come sistemista

            linux, win etc etc...ti porti a casa 5000000

            netti come ridere....

            si si certo certo come no...
            quello di cui tu parli è un altro fenomeno
            che imho ammazza la categoria, si tratta di
            tutti quei bei collaboratorini interessati a
            farsi un giorno o due di lavoro, e che si
            pigliano le classiche 100.000/ora; qui
            stiamo parlando di altro, non di ragazzi che
            tra un esame e l'altro ci mettono qualche
            ora di collaborazione configurando iptables,
            qui stiamo parlando di gente assunta che ci
            vive con il proprio lavoro...
            Ho letto molte risposte interessanti e qualcuna ad hok per dimostrare quel che dicevo, ovvero come categoria siamo sfruttati a dovere non c'e' modo di riuscire a rialzarci. NON VALGO UNA MAZZA come dice qualcuno, perchè chi mi conosce e bene sa che so fare bene il mio lavoro. Diciamo piuttosto come ha detto qualcuno, che ormai i sistemisti sono considerati una tassa da pagare, e che quindi ormai si cerca chi collabora x qualche tempo invece di avere qualcuno continuitivamente. Ammazzando di conseguenza il mercato.
          • Anonimo scrive:
            Re: bastaaaaaaaaaaaaaaa!

            Ma quale sindacato? MAI sentito parlare
            seriamente per i professionisti informatici
            e c. di un sindacato e di un albo. Io ho
            cercato di iscrivermi all'aip. E nonostante
            avessi superato anche il colloquio, non si è
            mai fatto sentire nessuno? UN CASO? Io sono
            disoccupato eppure sono sistemista linux,
            sistemista win, tecnico hw/sw/lan e tante
            altre belle cosette. Ma per 1.600.000 quanto
            prendevo prima al netto delle ritenute, chi
            me lo faceva fare di sbattermi? Andrebbe
            anzitutto creato un contratto di categoria e
            li finalmente si vedrebbe qualcosa. Per la
            cronaca sono di firenze, tanto per rigirare
            la cosa.Caro "concittadino"..........mi sa che abitiamo nella città che paga di meno per queste professionalità.....Hai dato un'occiata a offerte dal nord est?
Chiudi i commenti