Basterà il web a far trionfare HD DVD?

Lo sperano i supporter del formato: i produttori annunciano le nuove funzionalità di accesso ad Internet per il download di extra e una nuova interattività. Sony: questione di nicchia

Roma – Nella guerra tra formati in alta definizione i supporter di HD DVD hanno deciso di colpire Blu-ray là dove questo appare al momento più scoperto: l’interattività con Internet. Stanno infatti arrivando sul mercato film HD DVD che, oltre a giochini e altri contenuti interattivi, forniscono all’utente l’accesso a contenuti web esclusivi.

Il primo disco a sfruttare le funzionalità online dei player HD DVD è Freedom , un film d’animazione giapponese che prevede la possibilità di connettere il player ad Internet e scaricare un trailer in alta definizione, cambiare il tema grafico dei menù e ottenere i sottotitoli in altre lingue. Di certo non si tratta di bonus particolarmente allettanti, ma per il futuro gli studios prevedono di migliorare sia la quantità che l’appeal dei contenuti.

Nel disco di 300 , atteso per fine luglio, si troverà ad esempio una mini applicazione che consentirà di rimontare le scene del film e di ordinarle secondo i propri gusti: i video così modificati potranno poi essere uploadati su di un server remoto e condivisi con gli altri utenti . Blood Diamond , in uscita su HD DVD in questi giorni, consentirà invece di partecipare a sondaggi online e commentare il film .

Anche Blu-ray include il supporto ai contenuti interattivi e web-based, ma HD DVD Promotional Group sostiene che le sue funzionalità sono inferiori a quelle del proprio standard e che, ad oggi, non tutti i player Blu-ray supportano l’accesso ad Internet . Nella fazione opposta si afferma invece che la tecnologia interattiva di Blu-ray, basata su Java, ha grandi potenzialità: Sony sostiene però che i servizi web-based sono attualmente indirizzati ad una strettissima cerchia di persone , e che difficilmente costituiscono una discriminante nella scelta tra un formato e l’altro.

Rimanendo in tema di formati in alta definizione, negli scorsi giorni Warner Home Video ha fatto sapere che rimanderà al prossimo anno l’introduzione dei suoi dischi ibridi HD DVD/Blu-ray , chiamati Total HD .

La tecnologia Total HD, annunciata per la prima volta nel settembre del 2006 e mostrata al CES di inizio anno, permetterà a Warner di fabbricare dischi ottici capaci di accogliere sia layer Blu-ray che HD DVD e, eventualmente, anche DVD. Questo eliminerebbe la necessità di acquistare costosi player multistandard, come quello Super Multi Blue di LG .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Zatterin313 1 scrive:
    Non importano le performance estreme
    Se il prodotto viene proposto ad un prezzo conveniente rispetto la concorrenza, lo si sceglie a parità di prestazioni ed affidabilità. Anche se AMD con i nuovi modelli non la spunterà sul versante delle prestazioni assolute, potrà spuntarla sul versante dei prodotti di fascia medio-alta con una oculata politica dei prezzi.Questa cpu quad core, chiamata Barcelona, dovrebbe essere chiamata Barcelate per il forte ritardo con cui giunge a fronteggiare la concorrenza, ritardo che potrebbe essere fatale.
  • athlon scrive:
    Coglioni
    io ho un athlon x2 che funzia a meraviglia con Ubuntu64, ma gli ultimi articoli mi hanno fatto riflettere un po' sull'acquisto di nuovi processori, stanno andando troppo veloci, il che significa che i tempi di elaborazione di progetti si sono abbreviati, ma quelli della sperimentazione si sono tagliati, a discapito dell'utente.La vecchia legge di aspettare un annetto dopo l'uscita di un processore per sapere i pareri dei malcapitati rimane sempre valida. Funziona per tutti i prodotti CLOSED, hard, soft e microz.
  • Ekleptical scrive:
    68 Watt?
    68 Watt un quad???? Ma quale clock?Se non fosse che gli Opteron costano un botto, sarebbe da prendere al volo! Risparmi in bolletta a manetta.
    • Cryon scrive:
      Re: 68 Watt?
      secondo me i problemi sui consumi ci sono eccome.. ma non per noi comuni mortali :)in effetti non hai del tutto torto dato che non è certo sul consumo di una singola cpu o fossero anche 10 che si vede(e si sente) la differenza.chi ne giova ovviamente sono i grossi "consumatori", centri di calcolo, datacenter ecc eccleggevo qualche giorno fa se non erro proprio qui su PI che, solo considerando gli USA, potrebbero risparmiare miliardi in consumo energetico solo con una nuova tecnologia(IBM?)sarebbe interessanto cmq vedere 2 di queste cpu sul multi-socket :P
    • Marco scrive:
      Re: 68 Watt?
      il discorso del consumo magari interessa poco al singolo privato però è fondamentale in una sala server. Pensa ad avere 20 server (non sono molti) con un consumo massimo di 600W. Per mandarli avanti bisogna avere un impianto elettrico da 12kW solo per loro (un normale impianto domestico è da 3kW) e poi un impianto di condizionamento in grado di smaltire tutto il calore che producono (e anche questo consuma elettricità e molta). Spesso aggiornare i server vuol dire riprogettare tutta la sala server per adeguare impianto elettrico e di climatizzazione, sono costi su costi che si sommano e un'azienda ragiona in termini di costi/benefici non di "ho i soldi da spendere".
      • nifft scrive:
        Re: 68 Watt?
        Il problema del consumo non e' solo per il risparmio energetico (anche se su un portatile questo aspeto e' abbastanza fondamentale), ma credo anche per la dissipazione di calore.Sinceramente mi fa piacere che nella progettazione di nuove cpu si lasci perdere finalmente la questione "performance" e si punti invece a ridefinire una nuova architettura per una migliore usabilita' (il che vuol dire anche ridurre i consumi e dimensioni del computer per esempio).Le caratterestiche di potenza di calcolo dei moderni computer rapportate all'uso che ne deve fare l'utente medio sono ridicolmente sovradimensionate. Le pubblicita' che ho visto per venderti cpu sempre piu' potenti sono una parodia di se stesse. Ad esempio, per i dual core: "Il nuovo processore per navigare in internet e telefonare con skype SIMULTANEAMENTE!!!"
Chiudi i commenti