Benvenuti a .canon, frazione di .com

L'azienda nipponica ha annunciato l'avvio delle pratiche di acquisizione del proprio dominio di primo livello generico. Ma la strada per la riforma voluta da ICANN non è tra le più filanti

Roma – C’è chi si è chiesto se si tratti di una geniale mossa di marketing o di una più grossolana operazione di megalomania. Canon, uno dei leader mondiali nel mercato della fotografia, ha recentemente annunciato che procederà all’acquisizione di quello che sarà il suo personale dominio Internet : .canon .

“Canon ha preso la decisione ufficiale di dare avvio alle procedure necessarie per acquisire il dominio .canon si legge in un comunicato ufficiale – successivamente all’introduzione del nuovo sistema”. Nuovo sistema. Sì, perché l’azienda nipponica diventerebbe di fatto una delle prime, se non la prima, società al mondo ad ottenere uno dei nuovi domini di primo livello generici , anche conosciuti con la sigla gTLD.

Secondo alcune fonti , Canon avrebbe già pronti circa 500mila dollari per avviare le pratiche legate alla richiesta ufficiale presso l’ Internet Corporation for Assigned Names and Numbers (ICANN). Soldi che serviranno, secondo il comunicato dell’azienda del Sol Levante, per aumentare il livello di comodità ed efficacia delle sue comunicazioni online.

Sempre stando alle dichiarazioni ufficiali di Canon, il suo dominio dovrebbe fare la sua apparizione nell’indirizzario del web nel corso del prossimo anno. Molto probabilmente perché la strada della riforma dei domini voluta da ICANN – già indicata nel 2008 – resta tuttora un percorso in salita.

Soprattutto perché circondata da critiche più che decise , anche da parte del Dipartimento del Commercio e della Giustizia statunitensi. Particolarmente temuto il proliferare selvaggio dei domini , abbinato a rischi per la trasparenza e la competitività. Per non parlare poi della controversa proposta di aprire una sorta di quartiere a luci rosse del web, con domini di tipo .xxx .

L’annuncio di Canon è quindi tutto da mettere in pratica, dal momento che la stessa azienda nipponica ha ammesso di dover attendere l’esito della riforma proposta da ICANN. L’idea del sito www.canon.canon ha comunque fatto pensare gli osservatori, subito pronti ad ipotizzare un futuro in cui ogni azienda si doterà di un .me . Da questo punto di vista, Canon potrebbe fungere da pioniere, aprire una nuova pista nella grande rincorsa del marketing aziendale.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Zimo scrive:
    Virus su IPhone - pratic. impossibile?
    Scusate, da ignorante, come mai le possibilità di infezione di un IPhone sono praticamente nulle?Tecnicamente qualcuno può indicarmi sinteticamente il perchè?Credevo che il malware tentasse sempre di inseguire i dispositivi più usati.Ciao
    • Dani scrive:
      Re: Virus su IPhone - pratic. impossibile?
      Semplicemente perche' ogni App deve essere obbligatoriamente scaricata dall'App Store, e per finire sull'App Store ogni App deve essere necessariamente validata dalla Apple (quanti prefissi "App"...). Cio' avviene sia tramite strumenti automatici di controllo (gli sviluppatori hanno limitazioni su cosa possono fare o richiamare), sia tramite "ispezione manuale" (qualcuno prova manualmente l'App facendogli passare una serie ulteriore di test).
      • soulista scrive:
        Re: Virus su IPhone - pratic. impossibile?
        - Scritto da: Dani
        Semplicemente perche' ogni App deve essere
        obbligatoriamente scaricata dall'App Store, e per
        finire sull'App Store ogni App deve essere
        necessariamente validata dalla Apple (quanti
        prefissi "App"...). Cio' avviene sia tramite
        strumenti automatici di controllo (gli
        sviluppatori hanno limitazioni su cosa possono
        fare o richiamare), sia tramite "ispezione
        manuale" (qualcuno prova manualmente l'App
        facendogli passare una serie ulteriore di
        test).Penso che i "XXXXXXXXXati" siano vulnerabili da questo punto di vista invece...
        • Wolf01 scrive:
          Re: Virus su IPhone - pratic. impossibile?
          E quindi perchè allora non fanno un antivirus per gli iPhone XXXXXXXXXati?Non devono passare dall'AppStore e potrebbe rivelarsi utile.
  • Comunardo scrive:
    Per la carita'
    Apple la nuova Microsoft?? E' come dare una valenza positiva al nazismo... Ce ne saranno aspetti postivi in Microsoft con Bill Gates.. Come in Germania sotto Hitler... Ma tutto sparisce di fronte agli immensi limiti!
    • Io Medesimo scrive:
      Re: Per la carita'
      Quante stupide galline che si azzuffano per niente (cit.)Per dirla a modo mio: quante XXXXXXX in una sola frase.
  • lellykelly scrive:
    mica strano
    se arriva qualcun altro che sopperisce alle tue mancanze che figura fai?apple farà da sè tutto quello che le va bene, con tempi e modalità noti.
  • abbello scrive:
    La nuova microsoft...
    ...negli smartphone è Google con Android che verrà utilizzato da moltissimi produttori hardware. Apple fa la Apple.
  • Uri Geller scrive:
    Smentita
    Intervista smentita da Kaspersky, questa la rettifica http://www.setteb.it/?p=8422
    • Alvaro Vitali scrive:
      Re: Smentita
      - Scritto da: Uri Geller

      Intervista smentita da Kaspersky, questa la
      rettifica
      http://www.setteb.it/?p=8422Tieni presente però che Kaspersky e i suoi simili fanno sempre così: prima minacciano e poi fingono di cascare dalle nuvole.Noi in Italia abbiamo particolari "organizzazioni" che agiscono in quel modo; e, infatti, i metodi sono gli stessi ...
  • Sgabbio scrive:
    La nuova microsoft ?
    Se fossi in apple, avrei denunciato colui che ha detto sta cosa, per diffamazione :DA parte questo: Questa è la dimostrazione che apple tarpa le ali agli sviluppatori :D
  • Nome e cognome scrive:
    Benissimo!
    Gli anti-qualsivoglia sono un approccio sbagliato ad un "problema" che, in alcuni casi, neanche esiste.Apple fa bene a lasciare questi produttori di FUD nel loro brodo.
    • Alvaro Vitali scrive:
      Re: Benissimo!
      In effetti, le minacce che continuano ad arrivare da Kaspersky, Norton & C. sono assolutamente inaccettabili e oltre ad Apple riguardano anche Microsoft; da non dimenticare poi che da anni Kaspersky cerca di terrorizzare pure gli utenti Linux farneticando sul Pinguino che sarebbe sul punto di crollare sotto l'attacco di virus, trojan e non si sa cos'altro.Chiaramente, la sicurezza dei SO è sempre a rischio, ma il problema non si risolve certo installando questi mastodontici software che pretendono di fare fronte a milioni di ceppi virali con miliardi di varianti; l'unico risultato che si ottiene è un pauroso rallentamento nelle prestazioni generali del sistema.
    • soulista scrive:
      Re: Benissimo!
      - Scritto da: Nome e cognome
      Gli anti-qualsivoglia sono un approccio sbagliato
      ad un "problema" che, in alcuni casi, neanche
      esiste.

      Apple fa bene a lasciare questi produttori di FUD
      nel loro
      brodo.io invece starei bene attento perchè, con tutta probabilità, sono proprio loro a scrivere i virus :-)
Chiudi i commenti