Bersani ha dimenticato l'e-commerce

Lo dice AICEL

Brescia – AICEL, “Amici italiani del commercio elettronico”, in una nota hanno criticato il fatto che nelle liberalizzazioni previste dalla cosiddetta manovrina Bersani non sia contemplato l’e-commerce. “Ad esempio – si legge in una nota – nell’ambito della liberalizzazione della vendita di farmaci da banco non viene prevista la possibilità che un negozio on-line – seppur con farmacisti dedicati – possa distribuire liberamente questo tipo di merce”.

“Viene da chiedersi – dichiara Andrea Spedale referente AICEL – il motivo per cui il commercio elettronico non venga percepito come mezzo per incrementare la concorrenza e quindi offrire un miglior servizio ai cittadini. Questa “dimenticanza” è grave soprattutto se si considera che l’acquisto on-line di questo tipo di prodotto potrebbe agevolare proprio persone con disabilità motorie che avrebbero il grande vantaggio di vedersi recapitare direttamente il farmaco a casa”.

AICEL è online a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti