Bitcoin: le casse di risparmio preparano il trading della crypto

Bitcoin: le casse di risparmio preparano il trading della crypto

Entro i primi mesi del 2022 le casse di risparmio tedesche introdurranno servizi per il trading delle criptovalute come Bitcoin ed Ethereum.
Entro i primi mesi del 2022 le casse di risparmio tedesche introdurranno servizi per il trading delle criptovalute come Bitcoin ed Ethereum.

Le casse di risparmio tedesche, cosiddette Sparkassen, si stanno preparando a fornire strumenti necessari per il trading delle criptovalute, tra cui Bitcoin ed Ethereum. In questo modo i loro clienti potranno così accedere al mondo crypto gestendo i loro risparmi. Attraverso un progetto pilota saranno poi approvati dalla loro banca commerciale gli strumenti necessari a fornire un piano personalizzato. Scopriamo insieme i dettagli di questa interessante iniziativa.

Le casse di risparmio tedesche si avvicinano a Bitcoin

In pratica si potrebbe parlare quindi di un avvicinamento da parte delle banche commerciali tedesche nei confronti di Bitcoin e delle altre criptovalute. Ovviamente saranno i comitati delle 370 Sparkassen a dover approvare singolarmente il progetto, dando così via libera al wallet che dovrebbe essere poi lanciato entro i primi mesi del prossimo anno. Per ovvie ragioni il progetto pilota sarà unico per tutti, ma poi potrà essere personalizzato dalle singole casse di risparmio.

Questo progetto risulta ancora segreto e si rivelerà un vero e proprio boom per il panorama finanziario europeo qualora dovesse essere approvato. Parliamo infatti di circa 50 milioni di clienti che rendono queste casse di risparmio leader del mercato degli istituti finanziari tedeschi. Una simile apertura a Bitcoin e alle altre criptovalute significherebbe aprire le porte a un target di mercato che oggi già investe e scambia nel mondo delle crypto.

Un discorso analogo sul concetto di avvicinamento alle criptovalute, ma estremamente differente nella forma, è stato affrontato negli Stati Uniti d'America. Lì diverse banche, tra le quali Goldman Sachs, sarebbero interessate a utilizzare Bitcoin come collaterale nella fornitura di prestiti ai clienti.

Differente invece è l'idea che hanno in mente le casse di risparmio tedesche. A esprimere bene l'intento è un portavoce della German Saving Banks Association che ha dichiarato:

Sempre più consumatori sono interessati alle criptovalute. Un cliente su dieci delle casse di risparmio tedesche afferma di possedere, o di aver posseduto, criptovalute. Date le loro aspettative, anche il Savings Banks Finance Group deve studiare i crypto-asset.

Fonte: Capital
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

15 12 2021
Link copiato negli appunti